Previsione di impatto acustico relativa a:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Previsione di impatto acustico relativa a:"

Transcript

1 PROVINCIA DI MODENA COMUNE DI FIORANO M. Previsione di impatto acustico relativa a: nuovo capannone uso deposito ditta Atlas Concorde Spa ubicato in Via Viazza I Tronco - Fiorano M. (MO) Settembre 2012 Atlas Concorde Spa Via Canaletto 141 Spezzano di Fiorano M. (MO) Reggio Emilia - Via Monti, 1 - Tel Fax Cap. Soc int. vers. Codice Fiscale Registro Imprese CCIAA di RE n REA n: Partita IVA

2 - INDICE PREMESSA DESCRIZIONE DELL AREA Ricettori Nuove sorgenti rumorose RILEVAMENTI FONOMETRICI Elaborazione dati Strumentazione utilizzata DEFINIZIONI SITUAZIONE ACUSTICA Calcoli di propagazione del rumore relativo alle varie sorgenti aziendali Verifica limiti assoluti Verifica limiti differenziali CONCLUSIONI ALLEGATI... 14

3 1 - PREMESSA La valutazione di impatto acustico consiste nella previsione degli effetti ambientali, dal punto di vista dell'inquinamento acustico, in seguito alla realizzazione o ristrutturazione di interventi sul territorio, siano essi costituiti da opere stradali, ferroviarie, attività industriali, commerciali. La valutazione di impatto acustico è così articolata: Indagine sullo stato di fatto dell'area oggetto dell intervento e sua completa definizione dal punto di vista acustico (misure ante operam e classificazione acustica). Previsione dell'inquinamento acustico indotto dal nuovo intervento (individuazione sorgenti con determinazione livelli pressione delle stesse, calcolo impatto delle stesse ai ricettori e confronto con i limiti imposti dalla legge). Individuazione di opere di bonifica e previsione degli scenari acustici generati dalla loro realizzazione (ove necessario). Scelta della soluzione ritenuta più idonea (ove necessario). Oggetto di questo studio è la previsione dei livelli acustici immessi all esterno del perimetro aziendale del nuovo capannone uso deposito della ditta Atlas Concorde Spa da eseguire presso Via Viazza I Tronco a Fiorano M. (MO); committente Atlas Concorde Spa, Via Canaletto 141, Fiorano M. (MO). Il nuovo capannone uso magazzino viene eseguito in un lotto che risulta solo parzialmente comunicante (piccola zona a sud-est) con area esistente della Atlas Concorde (vedi tavola allegata): ciò consente di riorganizzare l ingresso e l uscita dei transiti degli autocarri verso tale esistente stabilimento; infatti verrà realizzata una portineria nella parte nord-est del lotto (su Via Viazza) dalla quale faranno il loro ingresso e la loro uscita gli autocarri che raggiungeranno/lasceranno l azienda (i cui transiti interesseranno solo il confine est di tale nuovo magazzino). A parte tale riorganizzazione, il nuovo capannone ha funzione di solo deposito del prodotto finito (stoccaggio) pertanto, non essendo nemmeno dotato di uffici, non ha alcuna sorgente fissa esterna rumorosa; solo una decina di carrelli elevatori ed una navetta (mezzo autoarticolato) proveniente dall esistente area a sud interesseranno quali sorgenti mobili esterne il magazzino (transiti sui quattro lati del fabbricato). Tali carrelli elevatori si muovono altresì all interno del fabbricato; tuttavia l involucro dell edificio, costituito da tamponamenti con pannelli in cls stratificati per l isolamento termico, portoni e finestre di qualità, copertura con copponi in cls isolati, garantisce che nessuna rumorosità significativa giunga all esterno. La committenza indica i seguenti orari di lavoro: L attività si esaurisce esclusivamente nel periodo diurno. I periodi di riferimento secondo il DPCM sono: diurno dalle ore 6.00 alle ore 22.00; notturno dalle ore alle ore Anche i limiti differenziali sono fissati dal DPCM e sono: 5 dba differenziale day e 3 dba night. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 2

4 Sono state condotte delle sessioni di misura così suddivise: - Dal al per quanto riguarda il campionamento continuo CC1. - Dal al per quanto riguarda il campionamento continuo CC2. Informazioni e dati indicati nella presente relazione sono forniti dalla committenza (se non espressamente indicato in modo diverso). Riferimenti normativi. La compatibilità dell attività è vincolata al rispetto dei limiti assoluti di zona e al rispetto del criterio differenziale ai sensi del D.P.C.M. 14/11/1997 ( Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore ) secondo principi ed obiettivi fissati dalla legge quadro 447/95. L azienda è ubicata nel comune di Fiorano M. (MO) che dispone di una zonizzazione acustica ai sensi della legge quadro 447/95 e della legge regionale n. 15/01. Sulla base di tale zonizzazione si evince che l area aziendale è classificata come zona di classe V (aree prevalentemente industriali) cui compete un limite di 70 dba durante il periodo diurno (dalle 6.00 alle 22.00) e di 60 dba durante il periodo notturno (dalle alle 6.00). Rispetto ai confini aziendali si ha: oltre il confine sud area classificata in classe V, oltre i confini est ed ovest area classificata in classe V; oltre il confine nord (e oltre Via Viazza) area relativa al Comune di Formigine in parte inserita in classe V ed in parte in classe III (limiti di 60 dba diurni e 50 dba notturni). L abitazione più vicina al nuovo capannone è collocata in classe V (ricettore R1 distante circa 40 m dal confine aziendale più vicino nord-ovest). L area risulta interessata dal contributo di Via Viazza I Tronco a Nord e dalla rumorosità del contesto ceramico (in modo diffuso). Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 3

5 2 - DESCRIZIONE DELL AREA Ricettori Si vedano gli allegati per l individuazione dell area oggetto di studio e dei relativi fabbricati confinanti considerati. I fabbricati dotati di ambiente abitativo (definizione ai sensi della legge quadro 447/95) più vicini all azienda, quindi maggiormente esposti alla rumorosità indotta dall attività aziendale, sono: Abitazione distante circa 40 m dal confine aziendale più vicino nord-ovest. Il ricettore è indicato con la sigla R1 (il ricettore ricade in classe V) Nuove sorgenti rumorose Vedere planimetria allegata. Il progetto prevede la realizzazione di un capannone adibito ad uso magazzino del prodotto finito aziendale pertanto, sia al suo interno che esternamente non sono impiegati impianti/macchinari rumorosi. All interno del capannone si muovono soltanto carrelli elevatori; tuttavia l involucro dell edificio, costituito da tamponamenti con pannelli in cls stratificati per l isolamento termico, portoni e finestre di qualità, copertura con copponi in cls isolati, garantisce che nessuna rumorosità significativa giunga all esterno. Le sole sorgenti che interessano il nuovo capannone sono legate al traffico indotto: - sorgente S1: transiti legati ai circa 10 carrelli elevatori adibiti alla movimentazione esterna della merce (totale 300 transiti/gg); contributi considerati in egual misura su tutti i confini; - sorgente S2: transiti legati alla navetta (mezzo autoarticolato) che trasporta il prodotto finito dai differenti capannoni aziendali al realizzando deposito. Si considerano 10 transiti/gg su ogni confine (percorso in senso unico). - sorgente S3; transiti legati alla riorganizzazione degli ingressi e uscite degli autocarri per l area produttiva Atlas Concorde confinante per un breve tratto a sud-est con l area del nuovo capannone. Si tratta mediamente di 130 autocarri/gg (tot. 260 transiti/gg); transiti esclusivamente concentrati sul lato est aziendale. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 4

6 3 - RILEVAMENTI FONOMETRICI Sono state eseguite due misure in continuo CC1 e CC2 al fine di caratterizzare la rumorosità residua in punti rappresentativi aziendali (rispettivamente al confine nord-ovest e sud-est del lotto). Le postazioni microfoniche CC1 e CC2 delle misure sono visibili in allegato. La misura CC1 è stata eseguita dal al ; La misura CC2 è stata eseguita dal al ; Le misure sono state eseguite nel rispetto di quanto disposto dal D.M. 16/03/98, con cielo sereno e con una velocità del vento inferiore a 5 m/s. Il microfono dello strumento utilizzato è stato collocato ad un altezza dal suolo di circa 4 m. Non è stata individuata la presenza di componenti impulsive o tonali Elaborazione dati Il parametro acustico assunto a riferimento e quindi elaborato è il livello equivalente espresso in dba (Leq in dba) che è il parametro indicato dalle raccomandazioni internazionali (ISO DIS 01/03/91) e Legge Quadro n.447/95 per la valutazione della rumorosità all esterno e negli ambienti abitativi. Per le posizioni di misura sono stati rilevati i valori di Leq espressi in dba i livelli statistici e i livelli minimi e massimi ad intervalli di acquisizione da 10 min. Successivamente sono stati calcolati i valori medi dei Leq rilevati nel periodo sulla base delle misure effettuate. Tutti i dati misurati e memorizzati dagli strumenti sono stati trasferiti su personal computer ed elaborati con specifico software Strumentazione utilizzata La catena strumentale utilizzata rispondente alle specifiche norme IEC 804 e 651 classe 1, si compone di: N.1 analizzatore digitale di spettro in tempo reale Larson Davis mod. 824 N.1 microfono per esterni Larson Davis mod.2541 calibratore di livello sonoro Larson Davis CAL 200 La calibrazione degli strumenti di misura è stata effettuata prima dell inizio dell indagine e verificata al termine della stessa. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 5

7 La taratura della strumentazione è stata eseguita da un laboratorio autorizzato dal SIT (Servizio di Taratura Italiana), come previsto dal D.M. 16/03/1998 art.2. Si allegano certificati di taratura della strumentazione utilizzata. La taratura degli strumenti ha validità biennale come previsto dalle procedure interne di qualità aziendale. 4 - DEFINIZIONI La valutazione dei livelli sonori viene effettuata come segue: Livello ambientale E costituito dall insieme del rumore residuo e da quello delle specifiche sorgenti disturbanti, con l esclusione degli eventi sonori singolarmente identificabili di natura eccezionale rispetto al valore ambientale della zona. Il livello ambientale descrive la situazione acustica dell area esaminata, raccogliendo i contributi di tutte le sorgenti sonore della zona in cui si trova l azienda in oggetto. E il livello che si confronta con i limiti assoluti fissati dalla normativa per la classe acustica alla quale appartiene l area in esame. Può essere determinato attraverso: - campionamenti in continuo: vengono confrontati con i limiti di legge i valori medi, calcolati sul periodo diurno, a partire dai dati misurati; - misure di breve durata (o estemporanee): vengono confrontati con i limiti di legge i valori del Leq misurati su un intervallo di tempo di alcuni minuti, sufficiente a cogliere l evento sonoro da caratterizzare. Livello residuo Si rileva quando si escludono le sorgenti aziendali. Contributo sonoro aziendale Si determina sottraendo energeticamente il livello residuo al livello ambientale; risulta di non marginale importanza per la progettazione di eventuali bonifiche acustiche. Livello differenziale (da verificarsi solamente in prossimità di abitazioni o comunque di edifici caratterizzati da lunga permanenza di persone o secondo le prescrizioni di legge). Rappresenta la differenza algebrica tra il livello di rumore ambientale e quello di rumore residuo. Il criterio corrispondente deve essere verificato in tutte le aree non esclusivamente industriali, come richiesto dal DPCM 1/3/91 e dal suo aggiornamento DPCM 14/11/97. Il rispetto del limite differenziale è richiesto presso ricettori sensibili quali le abitazioni, ovvero laddove è prevista la permanenza di persone, fatta eccezione per le seguenti situazioni: 1) il livello ambientale determinato presso l abitazione a finestre aperte sia inferiore ai 50 dba nel periodo diurno o ai 40 dba in quello notturno; Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 6

8 2) il livello ambientale determinato presso l abitazione a finestre chiuse sia inferiore ai 35 dba nel periodo diurno o ai 25 dba in quello notturno; 3) rumorosità prodotta da infrastrutture (stradali, ferroviarie, aeroportuali o marittime) 4) rumorosità prodotta da attività o comportamenti non connessi ad attività produttive, commerciali o professionali; 5) rumorosità prodotta da servizi o impianti fissi di uso comune dell edificio. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 7

9 5 - SITUAZIONE ACUSTICA Calcoli di propagazione del rumore relativo alle varie sorgenti aziendali. Si ricorda di nuovo che la previsione è mirata a considerare il rispetto dei limiti per il periodo diurno (nuovo capannone con attività solo diurna). Si è proceduto col determinare il rispetto dei limiti assoluti ai confini aziendali tenendo presente che: I calcoli di propagazione del rumore da traffico indotto sono stati considerati in relazione all attenuazione da sorgenti lineari; Circa il traffico indotto fare riferimento a precedente paragrafo per la quantificazione dei transiti. Vengono considerati transiti in condizioni di spostamenti lenti. In relazione a tali eventi di transito partendo dal SEL (single event level) che è il contenuto energetico dell evento di transito di una certa durata, riferito ad un secondo come da seguente formula, 0.1*Lp SEL = 10 * Log 10 dt, è possibile calcolare il contributo in termini di Leq (livello equivalente di pressione sonora) sulle 16 ore diurne o sull ora di punta (per il calcolo del differenziale) secondo la seguente relazione: Leq=10*log(n*10 0.1*SEL /T) I risultati ottenuti vengono evidenziati nelle seguenti tabelle: per limiti differenziali ricettore Incidenza Leq automezzi nell'ora di punta - DAY - ricettore SEL autocarri a 3 m dba 78.0 N. eventi ora punta 40 Leq ora punta autocarri dba 58.5 SEL carr.elevat.a 3 m dba 75.0 N. eventi max ora di punta 50 Leq ora punta carr,ekev. dba 56.4 SEL navetta a 3 m dba 80.0 N. eventi max ora di punta 2 Leq ora punta navetta dba 47.4 Contrib.ora punta autom.dba 3 m per limiti assoluti a confine Incidenza Leq automezzi - DAY - a confine SEL autocarri a 3 m dba 78.0 N. eventi 260 Leq periodo diurno autocarri dba 54.5 SEL carr.elevat.a 3 m dba 75.0 N. eventi 300 Leq periodo diurno carr.elev. dba 52.2 Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 8

10 SEL navetta 3 m dba 80.0 N. eventi 10 Leq periodo diurno navetta dba 42.4 Contrib.diurno automezzi dba 3 m Seguono le tabelle relative all attenuazione del traffico indotto ai confini ed al ricettore (rispetto ai confini nord-ovest ed al ricettore R1 ubicato oltre il confine di nord-ovest è stata suddivisa l incidenza del traffico indotto da autocarri che transitano solo ad est da quello dei carrelli elevatori e della navetta): Attenuaz.traff.indotto al ricettore R1 - solo autocarri Attenuaz.traff.indotto al ricettore R1 - carr.elev.e navetta Distanza sorg.-ricettore m Distanza sorg.-ricettore m 40.0 Distanza. Riferimento m 3.0 Distanza. Riferimento m 3.0 Attenuazione sorg.lineari dba 18.0 Attenuazione sorg.lineari dba 11.2 Attenuaz.traff.indotto al confine est Attenuaz.traff.indotto al confine nord-ovest - solo autocarri Distanza sorg.-ricettore m 3.0 Distanza sorg.-ricettore m Distanza. Riferimento m 3.0 Distanza. Riferimento m 3.0 Attenuazione sorg.lineari dba 0.0 Attenuazione sorg.lineari dba 17.0 Attenuaz.traff.indotto al confine sud Attenuaz.traff.indotto al confine nord-ovest - carr.elev.e navetta Distanza sorg.-ricettore m 3.0 Distanza sorg.-ricettore m 3.0 Distanza. Riferimento m 3.0 Distanza. Riferimento m 3.0 Attenuazione sorg.lineari dba 0.0 Attenuazione sorg.lineari dba 0.0 Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 9

11 5.2 Verifica limiti assoluti Come già precisato, nei casi esaminati il parametro rilevato è il Livello Continuo Equivalente (Leq) espresso in db(a). Di seguito si riporta la tabella in cui si evidenziano i valori medi delle misure rappresentative eseguite. Si riporta in allegato il grafico con l andamento della time history del livello equivalente per tali misure. Misure in continuo - Leq db(a) RISULTATI MISURAZIONI CAMPIONAMENTO IN CONTINUO CC1 dba Leq medio diurno Leq medio notturno L95 medio diurno L95 medio notturno CAMPIONAMENTO IN CONTINUO CC2 dba L95 medio diurno L95 medio notturno I valori di Leq diurno misurati corrispondono al rumore residuo. Ad esso viene sommato energeticamente il contributo delle sorgenti aziendali future propagate ai confini al fine di ottenere l ambientale (per limiti assoluti) come segue: Confine est: Ambientale day al confine est - dba Residuo da CC Contrib.traffico indotto sul Trif Attenuaz.traff.indotto al confine 0.0 Traff.indotto attenuato al confine 56.7 Ambientale al confine 62.8 Confine sud: Ambientale day al confine sud - dba Ante operam da CC Contrib.traffico indotto sul Trif Attenuaz.traff.indotto al confine 0.0 Traff.indotto attenuato al confine 56.7 Ambientale al confine 62.8 Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 10

12 Ricettore R3: Ambientale day al confine nord-ovest - dba Ante operam presso CC Contrib.traffico indotto autocarri sul Trif 54.5 Attenuaz.prec.traff.indotto al confine 17.0 Traff.indotto attenuato al confine 37.6 Contrib.traffico indotto carr.elev.e navetta sul Trif 52.6 Attenuaz.prec.traff.indotto al confine 0.0 Traff.indotto attenuato al confine 52.6 Ambientale al confine 59.0 Sulla base di tali dati di ambientale, per semplice confronto con i limiti di zona, si esegue la verifica del rispetto dei limiti assoluti diurni come segue: CONFINI - LIMITI ASSOLUTI DAY DA RISPETT. Leq dba (arrot.0,5 dba) LIMITI Leq AMBIENTALE Leq RISPETTO LIMITI sorg.aziendali CONFINE EST CLASSE V - DAY SI CONFINE SUD CLASSE V - DAY SI CONFINE NORD-OVEST (più cautelativo - Comune Formigine) CLASSE III - DAY SI Si rileva il rispetto dei limiti assoluti di zona per il periodo diurno ai confini aziendali. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 11

13 5.3 Verifica limiti differenziali Il rispetto del limite differenziale è stato verificato presso il ricettore individuato R1 e si ottiene dalla differenza algebrica fra rumore ambientale (che comprende le sorgenti oggetto dell indagine) e rumore residuo, con l esclusione delle sorgenti oggetto dell indagine. Al valore comprensivo dei contributi delle sorgenti aziendali future propagate al ricettore si somma energeticamente il rumore residuo minimo rilevato con la misura in continuo CC1 grazie agli intervalli di acquisizione da 10 min. impostati sul fonometro, determinando così il rumore ambientale previsto al ricettore. A tale valore di ambientale viene sottratto algebricamente il rumore residuo, determinando così il differenziale. Si fa notare che quanto rilevato con CC1 è anche rappresentativo del rumore residuo presso R1 poiché la centralina è stata posta alla stesa distanza da Via Viazza I Tronco (sorgente prevalente) che presenta il ricettore medesimo. Le seguenti tabelle mostrano tali risultati: Ambientale day al ricettore - dba Residuo min.orario day 54.3 ore Contrib.traffico indotto autocarri sul Tmis 58.5 Attenuaz.prec.traff.indotto al ricettore 18.0 Traff.indotto attenuato al ricettore 40.4 Contrib.traffico indotto carr.elev.e navetta sul Tmis 56.9 Attenuaz.prec.traff.indotto al ricettore 11.2 Traff.indotto attenuato al ricettore 45.7 Ambientale day al ricettore 55.0 Verifica del differenziale al ricettore R1 DAY RICETTORE R1 - LIMITE DIFFERENZIALE DA RISPETTARE - DAY - Leq dba 5 AMBIENTALE da calcoli RESIDUO min. da CC1 DIFFERENZIALE R1 RISPETTO LIMITI SI Si evince il rispetto del differenziale DAY al ricettore R1. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 12

14 6 - CONCLUSIONI Oggetto di questo studio è la previsione dei livelli acustici immessi all esterno del perimetro aziendale del nuovo capannone uso deposito della ditta Atlas Concorde Spa da eseguire presso Via Viazza I Tronco a Fiorano M. (MO); committente Atlas Concorde Spa, Via Canaletto 141, Fiorano M. (MO). Il nuovo capannone uso magazzino viene eseguito in un lotto che risulta solo parzialmente comunicante (piccola zona a sud-est) con area esistente della Atlas Concorde (vedi tavola allegata): ciò consente di riorganizzare l ingresso e l uscita dei transiti degli autocarri verso tale esistente stabilimento; infatti verrà realizzata una portineria nella parte nord-est del lotto (su Via Viazza) dalla quale faranno il loro ingresso e la loro uscita gli autocarri che raggiungeranno/lasceranno l azienda (i cui transiti interesseranno solo il confine est di tale nuovo magazzino). A parte tale riorganizzazione, il nuovo capannone ha funzione di solo deposito del prodotto finito (stoccaggio) pertanto, non essendo nemmeno dotato di uffici, non ha alcuna sorgente fissa esterna rumorosa; solo una decina di carrelli elevatori ed una navetta (mezzo autoarticolato) proveniente dall esistente area a sud interesseranno quali sorgenti mobili esterne il magazzino (transiti sui quattro lati del fabbricato). Tali carrelli elevatori si muovono altresì all interno del fabbricato; tuttavia l involucro dell edificio, costituito da tamponamenti con pannelli in cls stratificati per l isolamento termico, portoni e finestre di qualità, copertura con copponi in cls isolati, garantisce che nessuna rumorosità significativa giunga all esterno. La committenza indica i seguenti orari di lavoro: L attività si esaurisce esclusivamente nel periodo diurno. Nel presente documento è stata valutata la situazione acustica ai confini aziendali ed ai ricettori sensibili individuati. In base ai risultati ottenuti dalla previsione si evince: il rispetto dei limiti assoluti di zona per il periodo diurno (attività solo diurna) presso i confini aziendali; Il rispetto del limite differenziale per il periodo diurno al ricettore R1. L attività risulta dunque acusticamente compatibile con i limiti di legge. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 13

15 7 - ALLEGATI All. 1 All. 2 All. 3 All. 4 Ortofoto dell area oggetto di studio con punti di misura e ricettore e stralcio zonizzazione acustica. Grafici misure rappresentative eseguite. Certificati di taratura. Tavola 1: planimetria del capannone con posizione sorgenti e punti di misura. Reggio Emilia, Geom. Gianluca Savigni in qualità di : Tecnico competente in acustica ambientale Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 14

16 ALLEGATO N.1 Ortofoto dell area oggetto di studio con punti di misura e ricettore e stralcio di zonizzazione acustica. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 15

17 Ortofoto dell area CC1 R1 Area nuovo capannone Atlas Concorde Via Viazza 1 tronco CC2 Altra area Atlas Concorde Rx = ricettore sensibile. CCx = punti di misura in continuo

18 Stralcio di zonizzazione acustica Comune di Fiorano M. Comune di Formigine Area indicativa in esame Stralcio di zonizzazione acustica Comune di Formigine Area indicativa in esame Comune di Fiorano M. Legenda: Campitura viola = classe V Campitura rossa = classe IV Campitura arancio = classe III

19 ALLEGATO N.2 Grafici misure rappresentative eseguite. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 16

20 Grafico misura CC1. Grafico misura CC2.

21 ALLEGATO N. 3 Certificazioni strumentazione Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 17

22 Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 18

23 Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 19

24 ALLEGATO N. 4 tavola 1: planimetria del capannone con posizione sorgenti e punti di misura. Atlas Concorde Spa Previsione impatto acustico 20

Previsione di Clima Acustico

Previsione di Clima Acustico COMUNE DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Previsione di Clima Acustico Opera soggetta a previsione: PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE ARCHITETTONICA E FUNZIONALE DEI CAPANNONI 17 e 18 NELL AREA DELLE

Dettagli

Valutazione di impatto acustico

Valutazione di impatto acustico TRE GIGLI Soc. VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO Valutazione di impatto acustico Valutazione della compatibilità delle emissioni acustiche generate dall allevamento suini di proprietà della SOCIETA AGRICOLA

Dettagli

COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA)

COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA) DR. MARCELLO MONACO COMUNE DI GRUMO NEVANO PROVINCIA DI NAPOLI COMMITTENTE: OGGETTO: SOFER S.A.S. Sede Legale ed Operativa :via Principe di Montemiletto 9 Grumo Nevano (NA) VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE

Dettagli

Le indagini sono state svolte in sito, via dell'industria Campagna Lupia (VE), il giorno 12 Dicembre 2013.

Le indagini sono state svolte in sito, via dell'industria Campagna Lupia (VE), il giorno 12 Dicembre 2013. Premessa Su incarico della ditta MANIERO LUIGI S.r.l., il sottoscritto ing. Cavalletto Alessandro tecnico competente in acustica ambientale iscritto con numero 668 all'albo della Regione Veneto, ha provveduto

Dettagli

PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO

PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO CONSULENZA E FORMAZIONE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Previsione Impatto Acustico Salvinelli srl Aprile_2015 Lumezzane P. (BS), 14 Aprile 2015 Spett. le SALVINELLI S.R.L. Via Repubblica, 28 25065 Lumezzane

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA

PROVINCIA DI VENEZIA PROVINCIA DI VENEZIA COMUNE DI DOLO NUOVA REALIZZAZIONE DI UN FABBRICATO RESIDENZIALE - COMMERCIALE via Vittorio Veneto Dolo (VE) Documento di Valutazione Previsionale di Clima ed Impatto Acustico ai sensi

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO Via E. Zanasi, 30 41051 Castelnuovo Rangone (MO) Tel. 059/53.87.08 - Fax 059/53.31.663 Cell. 339/.66.458 www.technoambiente.it - info@technoambiente.it P.IVA - C.F. e Nr. Iscr. Reg. Imprese Modena 03265530364

Dettagli

EDIFICIO U4 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

EDIFICIO U4 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO REGIONE VENETO PROVINCIA DI PADOVA COMUNE DI PADOVA Via del Progresso Recupero edilizio e riqualificazione area con realizzazione di nuovi edifici ad uso commerciale, terziario, artigianale e direzionale

Dettagli

COMUNE DI PENNA SANT ANDREA

COMUNE DI PENNA SANT ANDREA REGIONE ABRUZZO PROVINCIA DI TERAMO COMUNE DI PENNA SANT ANDREA Committente: CONGLOMERATI BITUMINOSI VOMANO di Di Sabatino Oscar & C Srl Sede operativa: Loc. val Vomano Via Cesi PENNA SANT ANDREA (TE)

Dettagli

COPRAT Soc. Coop. Comune di Milano REALIZZAZIONE DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Area di intervento: Cascina Merezzate.

COPRAT Soc. Coop. Comune di Milano REALIZZAZIONE DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE. Area di intervento: Cascina Merezzate. COPRAT Soc. Coop. Comune di Milano REALIZZAZIONE DI EDIFICI AD USO RESIDENZIALE Area di intervento: Cascina Merezzate Via Cascina Merezzate angolo Via Giacomo Medici del Vascello Relazione tecnica VALUTAZIONE

Dettagli

1 SCOPO... 3 4 LIMITI DI LEGGE... 4 ECOL STUDIO S.R.L. - LABORATORIO ANALISI - CONSULENZA - FORMAZIONE - MEDICINA DEL LAVORO

1 SCOPO... 3 4 LIMITI DI LEGGE... 4 ECOL STUDIO S.R.L. - LABORATORIO ANALISI - CONSULENZA - FORMAZIONE - MEDICINA DEL LAVORO INDICE 1 SCOPO... 3 2 DESCRIZIONE DEL CICLO PRODUTTIVO... 3 3 COLLOCAZIONE DELL ATTIVITÀ... 4 4 LIMITI DI LEGGE... 4 5 STRUMENTAZIONE UTILIZZATA... 5 6 INCERTEZZA DI MISURA... 5 6.1 RIPETIBILITÀ DELLE

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO LEGGE n 447/95

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO LEGGE n 447/95 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO LEGGE n 447/95 RELATIVO A: PIANO DI LOTTIZZAIONE I.U.P. N 10-33 TREVILLE NORD VIA CASTELLANA NEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO (TV) FOGLIO 17 MAPPALI N 1014-1015-209-210-217-218-219-253-357

Dettagli

IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE DEI RIFIUTI DELLA PROVINCIA DI TORINO. Monitoraggio acustico ante operam

IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE DEI RIFIUTI DELLA PROVINCIA DI TORINO. Monitoraggio acustico ante operam IMPIANTO DI TERMOVALORIZZAZIONE DEI RIFIUTI DELLA PROVINCIA DI TORINO Monitoraggio acustico ante operam Relazione tecnica Relazione n. del Pasquale Piombo ESECUZIONE RILIEVI Giovanni Pirollo ANALISI DATI

Dettagli

PROVA FONOMETRICA RELATIVA ALLA VALUTAZIONE

PROVA FONOMETRICA RELATIVA ALLA VALUTAZIONE RELAZIONE TECNICA DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELLA LEGGE 447/95 E NEL RISPETTO DEI DPCM 01/3/91, DPCM 14/11/97, DM 16/3/98, DPCM N 215 DEL 16/4/99 E L.R. 18/2001 (REGIONE LAZIO) PROVA FONOMETRICA RELATIVA

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO Sede Legale: Via Papa Giovanni XXIII, 8-22070 Capiago Intimiano (CO) Sede Operativa: Via Livescia, 1 22073 Fino Mornasco (CO) Tel.: 031 88 919 51 - Fax: 031 72 93 11 92 e-mail: info@studiotecnicobl.it

Dettagli

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA (PROVINCIA DI BRESCIA) PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE LEGGE 26 OTTOBRE 1995, N. 447 LEGGE QUADRO SULL INQUINAMENTO ACUSTICO Adottato dal Consiglio Comunale con delibera n. del

Dettagli

PONTE PIO s.r.l. Via Baldeschi Baleani 4 60035 JESI (AN)

PONTE PIO s.r.l. Via Baldeschi Baleani 4 60035 JESI (AN) IGIENSTUDIO s.r.l. 60035 Jesi (An) - Viale del lavoro, 37/b Tel. 0731 203232 - Fax 0731 201714 C.F. e P.I. 01158070423 - www.igienstudio.it - e-mail: info@igienstudio.it Cap. Soc. 10.400 - Reg. Impr. di

Dettagli

Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A

Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A Acustica Architettonica e Ambientale Campi Elettromagnetici, Radon e Radioprotezione, Sicurezza, V.I.A Via Amendola 26, 57023 Cecina (LI) Tel e Fax 0586/630474, Cell. 347/73045 e-mail: ipernucleo@interfree.it;

Dettagli

ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N.

ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N. ALLEGATO A CRITERI PER LA PREDISPOSIZIONE DELLA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO AI SENSI DELL ART. 12 COMMA 2 E 6BIS DELLA L.R. N. 89/98 A.1 PREMESSA Nel presente documento sono definiti, ai sensi dell

Dettagli

AMBITO DI TRASFORMAZIONE ATS 401 OASI

AMBITO DI TRASFORMAZIONE ATS 401 OASI COMUNE DI CURTATONE PROVINCIA DI MANTOVA REGIONE LOMBARDIA AMBITO DI TRASFORMAZIONE ATS 1 OASI CON CONTESTUALE VARIANTE AL P.G.T. E VERIFICA DI ASSOGGETTABILITÀ ALLA V.A.S. L.R. 12/05 s.m.i. D.C.R. 351/07

Dettagli

Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo

Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo Relazione Tecnica di Previsione di Impatto Acustico Ambientale Oggetto: Committente: Previsione di Impatto Acustico Ambientale secondo nuovo progetto di variante anno 2012 Consorzio Via I. Eolie Via Fabio

Dettagli

STUDIO TECNICO ING. ERNESTO LOTTI Piazza Matteotti 40. 57126 Livorno Tel. 0586-812654

STUDIO TECNICO ING. ERNESTO LOTTI Piazza Matteotti 40. 57126 Livorno Tel. 0586-812654 STUDIO TECNICO I Piazza Matteotti 40 57126 Livorno Tel. 0586-812654 PROGETTO DI LOTTIZZAZIONE RESIDENZIALE DENOMINATO SANTA LUCIA Località Santa Lucia PONTEDERA (PI) RELAZIONE TECNICA Relazione previsionale

Dettagli

Committente: Comune di Empoli

Committente: Comune di Empoli Committente: Comune di Empoli Oggetto e ubicazione: Valutazione sull impatto acustico per la realizzazione di una strada di collegamento tra il nuovo svincolo della S.G.C. FI-PI-LI Empoli Centro e la zona

Dettagli

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA STRUTTURA COMPLESSA - Dipartimento Provinciale di Cuneo - OGGETTO: valutazione limiti assoluti di immissione presso la scuola elementare tra via Dante e via Papa Giovanni XXIII - CARAGLIO RELAZIONE TECNICA

Dettagli

A.1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI... 3 C RILIEVI FONOMETRICI EFFETTUATI... D CONSIDERAZIONI FINALI... 15

A.1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI... 3 C RILIEVI FONOMETRICI EFFETTUATI... D CONSIDERAZIONI FINALI... 15 SOMMARIO A PREMESSA... 3 A.1 RIFERIMENTI LEGISLATIVI... 3 A.2 STRUMENTAZIONE UTILIZZATA... 4 A.3 LIMITI DI ZONA... 5 B SORGENTI SONORE... 6 B.1 DESCRIZIONE DELLE SORGENTI SONORE... 6 B.2 DESCRIZIONE DEI

Dettagli

S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO

S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO S.S. 4 SALARIA ADEGUAMENTO DEL TRATTO TRISUNGO-ACQUASANTA TERME 1 LOTTO 2 STRALCIO DAL KM 151+000 AL KM 153+780 PROGETTO DEFINITIVO RELAZIONE IMPATTO ACUSTICO 1 INDICE 1. PREMESSA...3 2. ANALISI DELLA

Dettagli

SEZIONE DI BOLOGNA SERVIZIO TERRITORIALE DISTRETTO IMOLESE

SEZIONE DI BOLOGNA SERVIZIO TERRITORIALE DISTRETTO IMOLESE SEZIONE DI BOLOGNA SERVIZIO TERRITORIALE DISTRETTO IMOLESE SEZIONE PROVINCIALE DI BOLOGNA Via F. Rocchi, 19 Via B. Triachini, 17 40138 Bologna Tel. 051 396211 Fax 051 342642 PEC: aoobo@cert.arpa.emr.it

Dettagli

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico)

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto acustico) l.g. cantieri 04/14 Dipartimento Tutela Ambientale - Protezione Civile U.O. Tutela dagli Inquinamenti Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale (clima/impatto

Dettagli

AREA 4 AREA INDUSTRIALE. Pisani Studio di Ingegneria Acustica INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL RUMORE EMESSO DAGLI IMPIANTI

AREA 4 AREA INDUSTRIALE. Pisani Studio di Ingegneria Acustica INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL RUMORE EMESSO DAGLI IMPIANTI AREA INDUSTRIALE AREA 4 INTERVENTI DI RIDUZIONE DEL RUMORE EMESSO DAGLI IMPIANTI Via Asti Via Alessandria Via Pavia Via Genova 16. AREA INDUSTRIALE DI CASCINE VICA Lo studio condotto dall ARPA ha evidenziato

Dettagli

RELAZIONE TECNICA Valutazione di impatto acustico per un impianto di gestione di rifiuti sito in Via De Cattani n. 178 Firenze (FI) **** **** ****

RELAZIONE TECNICA Valutazione di impatto acustico per un impianto di gestione di rifiuti sito in Via De Cattani n. 178 Firenze (FI) **** **** **** CYANUS ambiente lavoro Foligno di Giannangeli Cinzia Via Oslavia n. 6-06034 Foligno (PG) P.IVA 02695070546 C.F. GNNCNZ69B43D653E Tel. e Fax 0742.342559 e-mail: cyanus.foligno@tiscali.it RELAZIONE TECNICA

Dettagli

F.M. SOLARE srl Via Caduta di Cefaolonia, 32 50100 FIRENZE

F.M. SOLARE srl Via Caduta di Cefaolonia, 32 50100 FIRENZE SANDRO GARGANI GEOMETRA Via Prov. le Francesca, 511- Montecalvoli (PI) Tel/Fax 0587-748555- Cell. 338-8522286 Valutazione dell impatto acustico (redatta ai sensi di quanto previsto dalla Legge 447/95,

Dettagli

STUDIO DI ACUSTICA DE POLZER SRL

STUDIO DI ACUSTICA DE POLZER SRL Rif. 182 rev.a 26 novembre 03 Pag. 1 di 19 EDIPOWER S.P.A. CENTRALE TERMOELETTRICA DI BRINDISI MONITORAGGIO CLIMA ACUSTICO Rif. 182 rev.a 26 novembre 03 Pag. 2 di 19 INDICE 1. LIMITI ACUSTICI 2. CARATTERIZZAZIONE

Dettagli

PIANO COMUNALE DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA COMUNE DI VALTOPINA INDICE

PIANO COMUNALE DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA COMUNE DI VALTOPINA INDICE Cartiglio INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. SCELTA DELLE POSTAZIONI DI MISURA... 3 3. STRUMENTAZIONE UTILIZZATA... 3 4. MISURE FONOMETRICHE... 4 5. CAMPAGNA MISURE... 5 6. ANALISI RISULTATI... 7 6.1 Realtà

Dettagli

Studio Ing. Davide Lanzoni

Studio Ing. Davide Lanzoni Livello di rumore LrD in db(a)

Dettagli

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNE DI BELLUNO PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO NORME ATTUATIVE Testo approvato dal Consiglio Comunale del 22.03.2007 Elaborazione: arch. DOCCI GLICERIO Norme Attuative 1 INDICE TITOLO

Dettagli

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA

PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA (PROVINCIA DI BRESCIA) PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE LEGGE 26 OTTOBRE 1995, N. 447 LEGGE QUADRO SULL INQUINAMENTO ACUSTICO Adottato dal Consiglio Comunale con delibera n. del

Dettagli

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO

OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO STRUTTURA COMPLESSA - Dipartimento Provinciale di Cuneo - OGGETTO: RELAZIONE TECNICA DI MONITORAGGIO DELL INQUINAMENTO ACUSTICO n 5102/CN Funzione: Collaboratore Tecnico Professionale (tecnico competente

Dettagli

VALUTAZIONE D'IMPATTO ACUSTICO (V.I.A.)

VALUTAZIONE D'IMPATTO ACUSTICO (V.I.A.) VALUTAZIONE D'IMPATTO ACUSTICO (V.I.A.) DESCRIZIONE DELLA STRUTTURA DELLA RELAZIONE TECNICA DI VALUTAZIONE ATTENZIONE: Valutazione d'impatto acustico si distingue in: valutazione previsionale valutazione

Dettagli

RELAZIONE TECNICA SULLA PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO

RELAZIONE TECNICA SULLA PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO 1 RELAZIONE TECNICA SULLA PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO PRESENTE NELL AREA TAT S.p.a. Tessitura Automatica di Tavernerio Via Europa Unita 33 22038 Tavernerio (Co) Ing. Maurizio Corbetta Via L. da Vinci

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO RELAZIONE TECNICA

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO RELAZIONE TECNICA VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO RELAZIONE TECNICA DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO art. 8 L.447/95 Attività produttiva con impatto acustico all esterno COMUNE DI COLLESALVETTI (LI) Realizzazione

Dettagli

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività a carattere permanente

Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività a carattere permanente mod. perm. 04/14 Dipartimento Tutela Ambientale - Protezione Civile U.O. Tutela dagli Inquinamenti Documentazione richiesta per il rilascio del parere di compatibilità acustica ambientale per attività

Dettagli

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO INQUINAMENTO ACUSTICO RUMORE DA TRAFFICO STRADALE COMUNE DI CAMPOGALLIANO ANNO 2011

CAMPAGNA DI MONITORAGGIO INQUINAMENTO ACUSTICO RUMORE DA TRAFFICO STRADALE COMUNE DI CAMPOGALLIANO ANNO 2011 CAMPAGNA DI MONITORAGGIO INQUINAMENTO ACUSTICO RUMORE DA TRAFFICO STRADALE COMUNE DI CAMPOGALLIANO ANNO 2011 1/15 Sezione Provinciale di Modena PREMESSA Al fine di verificare i livelli di rumorosità provocati

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO

DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO DOCUMENTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO L. 26/10/1995, n.447 DGR 02/02/2004, n. 9-11616 SETTEMBRE 2013 ing. Mauro Montrucchio Tecnico competente in Acustica Ambientale DGR Piemonte n.40-12447 30/9/96 File:

Dettagli

Tecniche di rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico

Tecniche di rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico DECRETO 16 Marzo 1998. Tecniche di rilevamento e di misurazione dell'inquinamento acustico IL MINISTRO DELL'AMBIENTE DI CONCERTO CON I MINISTRI DELLA SANITA', DEI LAVORI PUBBLICI, DEI TRTASPORTI E DELLA

Dettagli

Ditta : Società "I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI)

Ditta : Società I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI) Ditta : Società "I.M. s.r.l. Ubicazione intervento: Via I Maggio loc. Terrafino Comune di Empoli (FI) Indice Premessa................................................................................ 3 1.

Dettagli

ALLEGATO A SCHEDE DI RILIEVO FONOMETRICO

ALLEGATO A SCHEDE DI RILIEVO FONOMETRICO PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO PIANO COMUNALE DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA ALLEGATO A SCHEDE DI RILIEVO FONOMETRICO Redatto da: viale Verona 1 38 Trento tel 461 391632 fax 461 92 ingegneria@quasar.to www.quasar.to

Dettagli

LOCALITA BRIANCO SALUSSOLA (BI) COMUNE DI SALUSSOLA. Corso Santo Ignazio n. 10 sc.a Corso Rigola n. 67 13048 SANTHIA (VC) 13100 VERCELLI

LOCALITA BRIANCO SALUSSOLA (BI) COMUNE DI SALUSSOLA. Corso Santo Ignazio n. 10 sc.a Corso Rigola n. 67 13048 SANTHIA (VC) 13100 VERCELLI REGIONE PIEMONTE COMUNE DI SALUSSOLA PROVINCIA DI BIELLA VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO IMPIANTO TRATTAMENTO RIFIUTI ORGANICI E PRODUZIONE DI ENERGIA IN PROCESSI DI DIGESTIONE ANAEROBICA

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO Legge 26 Ottobre 1995 n 447 Legge Regionale 10 Agosto 2001 n 13 OMAL S.r.l. COSTRUZIONE EDIFICIO PRODUTTIVO Via Virgilio - Cantù - INDICE Premessa 2 1. Dati

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DEL CLIMA ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DEL CLIMA ACUSTICO Dott. Ing. Roberto Lecchi Via De Amicis, 8-20010 Cornaredo (MI) Tel. /Fax 02/93565095 P.IVA 11466770150 - CFLCC RRT 66E17H264A Piano Attuativo di iniziativa privata relativo alla ricollocazione dei diritti

Dettagli

S.E.A. s.a.s. di DURANDO S.& C. Via Roma n.30-12073 CEVA (CN) Tel. e Fax 0174/704036 SICUREZZA - ECOLOGIA - AMBIENTE. FORNACE PILONE S.p.A.

S.E.A. s.a.s. di DURANDO S.& C. Via Roma n.30-12073 CEVA (CN) Tel. e Fax 0174/704036 SICUREZZA - ECOLOGIA - AMBIENTE. FORNACE PILONE S.p.A. di DURANDO S.& C. Via Roma n.30-12073 CEVA (CN) Tel. e Fax 0174/704036 COMMITTENTE: FORNACE PILONE S.p.A. Via Vecchia di Pianfei, 2/A MONDOVI (CN) REALIZZAZIONE IMPIANTO IDROELETTRICO SUL FIUME TANARO

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO CENTRO DI RECUPERO DI RIFIUTI SPECIALI NON PERICOLOSI Zona Industriale Brindisi IN PROCEDURA SEMPLIFICATA AI SENSI DELL ART. 216 DEL D.Lgs 152/2006 E ss.mm.ii.

Dettagli

Comune di Guarene REGOLAMENTO ACUSTICO

Comune di Guarene REGOLAMENTO ACUSTICO Comune di Guarene REGOLAMENTO ACUSTICO APPROVATO CON DELIBERAZIONE N. 23/CC/2006 INDICE CAPITOLO 1: COMPETENZE DEI COMUNI IN MATERIA DI TUTELA dall INQUINAMENTO ACUSTICO Errore. Il segnalibro non è definito.

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE (CN)

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE (CN) REGOLAMENTO DELLE ATTIVITÀ RUMOROSE COMUNE DI LIMONE PIEMONTE (CN) APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. 34 DEL 07/06/2007 Comune di Limone Piemonte (CN) Regolamento delle attività rumorose pag. 2 1. DISPOSIZIONI

Dettagli

VALUTAZIONE DELL IMPATTO ACUSTICO DELLE IMMISSIONI SONORE PRODOTTE PRESSO L IMPIANTO DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE DI SANTA GIUSTINA (RN)

VALUTAZIONE DELL IMPATTO ACUSTICO DELLE IMMISSIONI SONORE PRODOTTE PRESSO L IMPIANTO DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE DI SANTA GIUSTINA (RN) VALUTAZIONE DELL IMPATTO ACUSTICO DELLE IMMISSIONI SONORE PRODOTTE PRESSO L IMPIANTO DI DEPURAZIONE DELLE ACQUE REFLUE DI SANTA GIUSTINA (RN) Committente : HERA S.p.A Valutazione di impatto acustico ai

Dettagli

RELAZIONE TECNICA DI ACUSTICA AMBIENTALE. Previsione di impatto acustico ambientale

RELAZIONE TECNICA DI ACUSTICA AMBIENTALE. Previsione di impatto acustico ambientale RELAZIONE TECNICA DI ACUSTICA AMBIENTALE Previsione di impatto acustico ambientale Numero pratica: 035/2011 COMMITTENTE/I: BUSSOLA CLUB S.r.l. (p.iva. 00631800402) LA NUOVA PIEVE S.r.l. (p.iva. 03244570408)

Dettagli

Brescia, 28 ottobre 2013 rif. N 8533/13 commessa A13-A217 PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO

Brescia, 28 ottobre 2013 rif. N 8533/13 commessa A13-A217 PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO s.r.l. 25126 BRESCIA - Via Cassala, 88 Tel. 030/47488 r.a. Telefax 030/41624 C.F. 01604190171 P.IVA IT 01604190171 info@cbf.191.it Capitale sociale 46800,00 Registro Imprese Brescia 01604190171 REA Brescia

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991.

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991. DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 1 marzo 1991. Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto

Dettagli

Ing. RICCARDO THIELLA Via Roma 33-36016 THIENE (VI) tel. 0445-361027 fax 0445-379832 @mail : info@studiothiella.com C.F. THL RCR 79L18 L840T

Ing. RICCARDO THIELLA Via Roma 33-36016 THIENE (VI) tel. 0445-361027 fax 0445-379832 @mail : info@studiothiella.com C.F. THL RCR 79L18 L840T STUDIO TECNICO Ing. RICCARDO THIELLA Via Roma 33-36016 THIENE (VI) tel. 0445-361027 fax 0445-379832 @mail : info@studiothiella.com C.F. THL RCR 79L18 L840T Thiene, 09-02-2015 OGGETTO: Realizzazione di

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO Relazione tecnica ai sensi della Legge 26 ottobre 1995 n. 447, della Legge Regionale 10 agosto 2001 n. 13 e della D.G.R. n. 8313 dell 8 marzo 2002 Oggetto:

Dettagli

**** **** **** COMSATO S.r.l. Via Santa croce n. 56 GRAGNANO (NA) Legge 26 ottobre 1995 n. 447 Legge quadro sull inquinamento acustico

**** **** **** COMSATO S.r.l. Via Santa croce n. 56 GRAGNANO (NA) Legge 26 ottobre 1995 n. 447 Legge quadro sull inquinamento acustico CYANUS ambiente lavoro Foligno di Giannangeli Cinzia Via Oslavia n. 6-06034 Foligno (PG) P.IVA 02695070546 C.F. GNNCNZ69B43D653E Tel. e Fax 0742.342559 e-mail: cyanus.foligno@tiscali.it RELAZIONE TECNICA

Dettagli

MARCHESI S.r.l. PREVISIONE/VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO RAPPORTO. Sede: via Odolo 42-25070 SABBIO CHIESE (BS)

MARCHESI S.r.l. PREVISIONE/VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO RAPPORTO. Sede: via Odolo 42-25070 SABBIO CHIESE (BS) bs MARCHESI S.r.l. Sede: via Odolo 42-25070 SABBIO CHIESE (BS) LEGGE QUADRO 447/1995 LEGGE REGIONE LOMBARDIA 13/2001 D.G.R. VII/8313 PREVISIONE/VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO RAPPORTO Protocollo: PIA

Dettagli

Norme Tecniche di Attuazione

Norme Tecniche di Attuazione COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO SETTORE SVILUPPO DEL TERRITORIO SERVIZIO URBANISTICA SERVIZIO AMBIENTE PIANO DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Valutazione Previsionale Clima Acustico

Valutazione Previsionale Clima Acustico Cooperativa Artigiani di Gossolengo Lottizzazione Ambito ANS_R_01 F Via della Fornace - Gossolengo (PC) Valutazione Previsionale Clima Acustico Art. 8 L. 477/95 ABO L R Marzo 2014 Medicina e Sicurezza

Dettagli

Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi

Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi Caratterizzazione acustica di alcune tipologie di dossi P. Cicoira a, P. Miori b, P. Simonetti c a Libero professionista - Trento b Comune di Trento c Provincia autonoma di Trento Fra gli interventi di

Dettagli

Zonizzazione Acustica Comune di SEREGNO

Zonizzazione Acustica Comune di SEREGNO Zonizzazione Acustica Comune di SEREGNO - Norme tecniche di attuazione - INDICE Premessa Pg. 2 Competenze del Comune.. Pg. 2 D.P.C.M. 14-11-97 Pg. 3 Classificazione acustica del territorio comunale Pg.

Dettagli

REGOLAMENTO ACUSTICO

REGOLAMENTO ACUSTICO COMUNE DI VICOFORTE PROVINCIA DI CUNEO REGOLAMENTO ACUSTICO ai sensi del quinto comma dell articolo 5 della Legge Regionale 20/10/ 2000 n. 52 1 CAPITOLO 1: COMPETENZE DEI COMUNI IN MATERIA DI TUTELA DALL

Dettagli

Il sottoscritto. in qualità di: legale rapp.te titolare altro (specif.) sede legale DICHIARA

Il sottoscritto. in qualità di: legale rapp.te titolare altro (specif.) sede legale DICHIARA 1 Richiesta di permesso di costruire o D.I.A. (escluse pratiche da presentare a S.U.A.P.) Richiesta di licenza o autorizzazione all esercizio di attività produttive (escluse pratiche da presentare a S.U.A.P.)

Dettagli

COMUNE DI FUIPIANO VALLE IMAGNA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO

COMUNE DI FUIPIANO VALLE IMAGNA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO Provincia di Bergamo REGOLAMENTO COMUNALE PER LA TUTELA DALL INQUINAMENTO ACUSTICO INDICE ART. 1 FINALITÀ 4 ART. 2 DEFINIZIONI 5 ART. 3 CLASSI DI DESTINAZIONE D USO DEL TERRITORIO 8 ART. 4 VALORI LIMITE

Dettagli

PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA

PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA COMUNE di MANTA CN PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA (l..r. 52/00, art.3, comma 3, lett.a) 1 1. PREMESSA L Amministrazione Comunale di Manta, con determina

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO DELLE ATTIVITA RIENTRANTI NELL ALL. 1 D. LGS. 372/99

LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO DELLE ATTIVITA RIENTRANTI NELL ALL. 1 D. LGS. 372/99 LINEE GUIDA PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO DELLE ATTIVITA RIENTRANTI NELL ALL. 1 D. LGS. 372/99 La valutazione delle emissioni sonore di una attività produttiva si basa sulla relazione di impatto

Dettagli

COMUNE DI DOMODOSSOLA Provincia del Verbano Cusio Ossola

COMUNE DI DOMODOSSOLA Provincia del Verbano Cusio Ossola COMUNE DI DOMODOSSOLA Provincia del Verbano Cusio Ossola ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELLA ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE Regolamento di applicazione

Dettagli

NORMATIVA DI RIFERIMENTO

NORMATIVA DI RIFERIMENTO Via S. Zita, 1/10 sc. Sin. 16129 GENOVA Tel/fax 010.561786 mobile 338.2883343 e-mail: lomonaco.crl@gmail.com EUROCOLORS S.a.s. di CICALA Simone e CICALA Matteo & C. SEDE LEGALE: VIA PIACENZA 84 ROSSO -

Dettagli

5 - Indicatori di stato: la valutazione del rumore da traffico

5 - Indicatori di stato: la valutazione del rumore da traffico 5 - Indicatori di stato: la valutazione del rumore da traffico Conformemente a quanto riportato nella proposta di Direttiva Europea sulla valutazione e gestione del rumore ambientale, il rumore ambientale

Dettagli

STUDIO ASSOCIATO DI ARCHITETTURA BATTISTELLO

STUDIO ASSOCIATO DI ARCHITETTURA BATTISTELLO STUDIO ASSOCIATO DI ARCHITETTURA BATTISTELLO STUDIO DI IMPATTO ACUSTICO UNITA DI NOVA MILANESE AT2 VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO progettazione direzione tecnica TAU trasporti e ambiente

Dettagli

PERCENTUALE DEI SUPERAMENTI DEI LIMITI NORMATIVI RISPETTO AL NUMERO DEI CONTROLLI EFFETTUATI

PERCENTUALE DEI SUPERAMENTI DEI LIMITI NORMATIVI RISPETTO AL NUMERO DEI CONTROLLI EFFETTUATI PERCENTUALE DEI SUPERAMENTI DEI LIMITI NORMATIVI RISPETTO AL NUMERO DEI CONTROLLI EFFETTUATI Anno 2012 Inquadramento del tema L inquinamento acustico nelle aree urbane rappresenta una delle principali

Dettagli

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO

VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO VALUTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO EVENTO TEMPORANEO n. 22 Festa Paesana con musica Località Tre Gobbi (Gavello) Via Valli, 360 Città di Mirandola COMUNE DI MIRANDOLA Provincia di Modena 1. Premessa

Dettagli

ALLEGATO C: VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED SOTTO (PI) Novembre 2009 STEAM

ALLEGATO C: VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED SOTTO (PI) Novembre 2009 STEAM ALLEGATO C: VALUTAZIONE DI IMPATTO ACUSTICO PROGETTO DI RISTRUTTURAZIONE PRODUTTIVA ED ENERGETICA PER LO STABILIMENTO DI CASTELFRANCO DI SOTTO (PI) Preparato per: Waste Recycling Novembre 2009 Progetto:

Dettagli

CA DEL BUE PARK A.S.D. VIA BERBERA, 39 VERONA

CA DEL BUE PARK A.S.D. VIA BERBERA, 39 VERONA CA DEL BUE PARK A.S.D. VIA BERBERA, 39 VERONA DOCUMENTAZIONE PREVISIONALE DI IMPATTO ACUSTICO - Legge 26 ottobre 1995 n. 447, articolo 8 - PISTA DA MOTOCROSS VIA MATOZZE LOC. CA DEL BUE, VERONA IL TECNICO

Dettagli

Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno

Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 1 marzo 1991 Limiti massimi di esposizione al rumore negli ambienti abitativi e nell'ambiente esterno Testo vigente Note: Testo aggiornato alle modifiche

Dettagli

PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA

PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA COMUNE di CARAGLIO (CN) PROPOSTA DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA DEL TERRITORIO COMUNALE RELAZIONE DESCRITTIVA (l..r. 52/00, art.3, comma 3, lett.a) 1 1. PREMESSA L Amministrazione Comunale di Caraglio, in coerenza

Dettagli

PIANO DEGLI INTERVENTI DI CONTENIMENTO E ABBATTIMENTO DEL RUMORE AI SENSI DELLA LEGGE QUADRO N. 447/95 E DEL D.M. 29 NOVEMBRE 2000

PIANO DEGLI INTERVENTI DI CONTENIMENTO E ABBATTIMENTO DEL RUMORE AI SENSI DELLA LEGGE QUADRO N. 447/95 E DEL D.M. 29 NOVEMBRE 2000 PIANO DEGLI INTERVENTI DI CONTENIMENTO E ABBATTIMENTO DEL RUMORE AI SENSI DELLA LEGGE QUADRO N. 447/95 E DEL D.M. 29 NOVEMBRE 2000 dott.ing.carlo Costa Direttore Tecnico Generale Autostrada del Brennero

Dettagli

NUOVO CANILE COMUNALE VALUTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO

NUOVO CANILE COMUNALE VALUTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO COMUNE DI MONZA NUOVO CANILE COMUNALE VALUTAZIONE D IMPATTO ACUSTICO Dicembre 2009 1 SOMMARIO 1. OGGETTO E FINALITÀ... 3 2. DESCRIZIONE GENERALE... 3 3. RIFERIMENTI NORMATIVI... 4 4. CLASSIFICAZIONE ACUSTICA

Dettagli

D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore.

D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore. D.P.C.M. 14 novembre 1997 Determinazione dei valori limite delle sorgenti sonore. IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Vista la legge 26 ottobre 1995, n. 447, recante "Legge quadro sull'inquinamento

Dettagli

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA

LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Prot. n. (AMB/04/24465) LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA Vista la LR 9 maggio 2001, n. 15 "Disposizioni in materia di inquinamento acustico"; Considerato che l'articolo 10, commi 1, 2 e 3, della

Dettagli

REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI

REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI DEGLI EDIFICI ai sensi della Legge Quadro n 447/95: verifica degli adempimenti di cui al D.P.C.M. del 05/12/97 CERTIFICAZIONE MEDIANTE MISURE SPERIMENTALI DEI REQUISITI ACUSTICI

Dettagli

STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE

STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE nell ambiente esterno STRUMENTI LEGISLATIVI PER LA TUTELA DEL CITTADINO E DELL AMBIENTE La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell'individuo e interesse della collettività, e garantisce

Dettagli

SECOMIND SRL Via Giulio e Corrado Venini, 37 - Milano

SECOMIND SRL Via Giulio e Corrado Venini, 37 - Milano dott. marco bellini p.za giovanni XXIII 13 24040 chignolo d isola bg tecnico competente acustica ambientale SECOMIND SRL Via Giulio e Corrado Venini, 37 - Milano NUOVA STAZIONE CARBURANTI Via collegamento

Dettagli

MOD_06.1.42 Rev. 0 Ed. 2. MONITORAGGIO IMPATTO CANTIERE 16 RILIEVO FONOMETRICO del 28/08/2014

MOD_06.1.42 Rev. 0 Ed. 2. MONITORAGGIO IMPATTO CANTIERE 16 RILIEVO FONOMETRICO del 28/08/2014 Pagina 1 CANTIERE: Località: Attività svolta: SOCIETA : MONITORAGGIO IMPATTO CANTIERE 16 RILIEVO FONOMETRICO del 28/08/2014 Programma integrato di intervento di riqualificazione dell area di Cascina Merlata

Dettagli

Comune di Cavaion Veronese

Comune di Cavaion Veronese Comune di Cavaion Veronese PIANO DI ZONIZZAZIONE ACUSTICA REGOLAMENTO ATTUATIVO Approvato con Deliberazione del C.C. 4 del 02.01.2003 SOMMARIO TITOLO I GENERALITÀ Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 Definizioni

Dettagli

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997

MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 MISURAZIONE IN OPERA DEI REQUISITI ACUSTICI PASSIVI --- Eseguito ai sensi della Legge n 447/95 in conformità con il DPCM 05/12/1997 IL COMMITTENTE: Benessere Acustico Sr.l. IL TECNICO: Andrea Cerniglia

Dettagli

INTEGRAZIONI ALLA VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO SUPERMERCATO EUROSPIN Via Gaiba Comune di Argenta (FE) L.R. 15/2001 D.G.R. 673/2004

INTEGRAZIONI ALLA VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO SUPERMERCATO EUROSPIN Via Gaiba Comune di Argenta (FE) L.R. 15/2001 D.G.R. 673/2004 INTEGRAZIONI ALLA VALUTAZIONE IMPATTO ACUSTICO SUPERMERCATO EUROSPIN Via Gaiba Comune di Argenta (FE) L.R. 15/2001 D.G.R. 673/2004 Oggetto: valutazione di impatto acustico previsionale per l attività di

Dettagli

PRESENTA. DOCUMENTAZIONE DI PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO, ai sensi dell art. 8, c. 4 della legge n.447/95 e successive integrazioni.

PRESENTA. DOCUMENTAZIONE DI PREVISIONE DI IMPATTO ACUSTICO, ai sensi dell art. 8, c. 4 della legge n.447/95 e successive integrazioni. Al Sig.Sindaco del Comune di di... e pc. All'ARPA, Servizio Territoriale Distretto di.. Il sottoscritto nato a.il./.. /19. e residente a.in (Via, Piazza).n in qualità di titolare/legale rappresentante

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA

PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA PROGRAMMA DEL CORSO PER TECNICO COMPETENTE IN ACUSTICA Organizzato da Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno in collaborazione con Sonora srl MODULO 1 - FONDAMENTI DI ACUSTICA Lezione di teoria

Dettagli

COMUNE DI CASALE SUL SILE (TV) VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO

COMUNE DI CASALE SUL SILE (TV) VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO COMUNE DI CASALE SUL SILE (TV) VALUTAZIONE PREVISIONALE DI CLIMA ACUSTICO (Legge quadro sull inquinamento acustico n. 447 del 26/10/95) Committenti: IL GIARDINO DEL SILE S.R.L. Via Belvedere, 30 31032

Dettagli

VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO

VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO VALUTAZIONE DI CLIMA ACUSTICO DELL AREA DESTINATA ALL INSEDIAMENTO DELL ISTITUTO NEUROLOGICO C. BESTA DI MILANO Giovanni Zambon, Alessandro Bisceglie, Filippo Beltramini, Elio Sindoni DISAT Dipartimento

Dettagli

COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI

COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI REGIONE PIEMONTE COMUNE DI LUSERNA SAN GIOVANNI PROVINCIA DI TORINO Regolamento Comunale Recante Norme per il Controllo, Contenimento e Abbattimento dell Inquinamento Acustico (ai sensi dell art. 6 L.

Dettagli

REAL TIME NOISE MONITORING: UN APPROCCIO INNOVATIVO AL MONITORAGGIO ACUSTICO AMBIENTALE

REAL TIME NOISE MONITORING: UN APPROCCIO INNOVATIVO AL MONITORAGGIO ACUSTICO AMBIENTALE REAL TIME NOISE MONITORING: UN APPROCCIO INNOVATIVO AL MONITORAGGIO ACUSTICO AMBIENTALE Andrea Cerniglia (1), Giovanni Brambilla (2), Patrizio Verardi (2) 1) 01 db Italia, Milano 2) Istituto di Acustica

Dettagli

2 ESPOSIZIONE AL RUMORE URBANO GENERATO DAL TRAFFICO STRADALE PER LA CITTA DI VERONA

2 ESPOSIZIONE AL RUMORE URBANO GENERATO DAL TRAFFICO STRADALE PER LA CITTA DI VERONA 2 ESPOSIZIONE AL RUMORE URBANO GENERATO DAL TRAFFICO STRADALE PER LA CITTA DI VERONA 2.1 Presentazione La conoscenza dei livelli di rumore che caratterizzano un determinato territorio costituisce un passo

Dettagli

COMUNICAZIONE DI ISCRIZIONE ALL ELENCO PROVINCIALE DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA AMBIENTALE DOTT. ING. SETARO... 30

COMUNICAZIONE DI ISCRIZIONE ALL ELENCO PROVINCIALE DEI TECNICI COMPETENTI IN ACUSTICA AMBIENTALE DOTT. ING. SETARO... 30 INDICE 1. PREMESSA... 2 2. RIFERIMENTI NORMATIVI... 3 3. STRUMENTAZIONE USATA... 4 4. DATI IDENTIFICATIVI DEL PROFESSIONISTA CHE HA ESEGUITO L'ANALISI... 5 5. IDENTIFICAZIONE DEL COMMITTENTE... 5 6. DESCRIZIONE

Dettagli