Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Roberto Zanella Alta 5

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 2010 Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Roberto Zanella Alta 5"

Transcript

1 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso 1 20 Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Alta 2 20 Città del nuovo welfare 2 Rivitalizzazione del bilancio partecipativo Federico Palma Media Città bene comune 1 Creare forme di cittadinanza attiva Paolo Gurgone Media Città per lo sport Città dei valori condivisi Città che dialoga e partecipa 1 Acquisizione aree per ampliamento spazi per lo sport Commemmorazione centenario Grande Guerra Revisione del regolamento sulla partecipazione Federico Palma Antonio Peritore Alta 0 Belinda Gottardi Bassa Federico Palma Alta 200 Città che dialoga e partecipa 2 Istituzione della Consulta dei Giovani Marco Boni Alta 200 Città che dialoga e partecipa Città che dialoga e partecipa Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta frazionale di Sabbiuno/Castello Istituzione della Consulta frazionale di Primo Maggio Costituzione della Consulta dei talenti femminili Federico Palma Alta Federico Palma Alta Belinda Gottardi Alta

2 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso 200 Città che dialoga e partecipa 30 Città di opportunità e di lavoro 1 Costituzione della consulta della mobilità dolce Agevolazioni fiscali per i giovani imprenditori e per favorire l'occupazione Paolo Gurgone Alta Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città di opportunità e di lavoro Città che lavora ed innova 1 Rafforzare le azioni di politica attiva Francesco Baldacci Licia Crescimbeni sui temi del lavoro e della formazione Media Individuazione di un soggetto gestore del mercato contadino Francesco Baldacci Antonio Peritore Media Città che guarda avanti 1 Attivazione del FA-LAB Paolo Gurgone Alta Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 1 Copertura gratuita WIFI del centro cittadino e delle principali zone di aggregazione Luca De Paoli Licia Crescimbeni Media 1 40 Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 2 Copertura gratuita WIFI bando regionale Luca De Paoli Licia Crescimbeni Media 1 40 Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 3 Superamento Digital Divide Luca De Paoli Licia Crescimbeni Bassa Città di diritti e legalità 1 Regolamentazione gioco d'azzardo Federico Palma Media Città di diritti e legalità 2 Organizzazione di incontri formativi e di approfondimento sulla presenza delle mafie Federico Palma Bassa

3 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Priorità Codice Descrizione Codice Descrizione Adesione alla Rete Nazionale delle Città di diritti e legalità 3 Pubbliche Amministrazioni Anti Federico Palma Bassa Discriminazioni. Peso Città equa 1 Valorizzazione del patrimonio - alienazione beni mobili Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Bassa Città equa 2 Valorizzazione del patrimonio - generale Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Media Città equa 3 Valorizzazione del patrimonio Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città equa 4 Potenziare i servizi ai cittadini in ambito tributario Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città equa Incrementare la riscossione coattiva Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città sicura 1 Istituzione albo Assistenti civici Federico Palma Alta Città sicura 2 Organizzazione incontri sulla sicurezza Federico Palma Media 2 41 Città sana 1 Adesione al progetto Carta d identità Donazione organi Belinda Gottardi Media Città sana 2 Defibrillatori Barbara Giannerini Bassa

4 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Priorità Codice Descrizione Codice Descrizione Definizione interventi di 31 0 Città verde 1 efficientamento energetico degli Paolo Gurgone Media edifici comunali Peso 32 0 Città verde 2 Approvazione variante Piano Attività Estrattive (PAE) Paolo Gurgone Alta Città verde 3 Promuovere la cultura del risparmio energetico e lo sviluppo delle energie Paolo Gurgone Media rinnovabili 34 0 Città verde Città verde Potenziare l'educazione ambientale nelle scuole Porre in essere i principi e gli impegni della Carta Spreco Zero Paolo Gurgone Media Paolo Gurgone Bassa 3 0 Città verde Incrementare gli orti comunali Paolo Gurgone Media Città in movimento Città in movimento Città di opere pubbliche 1 Potenziamento collegamento bus con Bologna Realizzazione del tratto Corticella/Castello della Ciclovia del Navile Completamento collaudo materna CIPI Paolo Gurgone Media Paolo Gurgone Alta 1 Paolo Gurgone Media Città di opere pubbliche 2 Adeguamento normativo delle scuole Paolo Gurgone Alta 40

5 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso Città di opere pubbliche Città di opere pubbliche Città di diritti e legalità Governance interna 1 Progettazione nuovo polo scolastico comparto 4M Adeguamento antincendio archivio comunale Rafforzamento delle misure di prevenzione e contrasto della corruzione e della trasparenza Attivazione processi di costumer satisfaction Paolo Gurgone Media Belinda Gottardi Media 0 Belinda Gottardi Monica Tardella Media 30 Luca De Paoli Monica Tardella Media Governance interna Città che guarda all'europa 1 Riorganizzazione della struttura comunale a seguito del trasferimento di funzioni Promuovere e sostenere progetti di cooperazione e sviluppo internazionale Luca De Paoli Monica Tardella Alta 40 Federico Palma Bassa

6 1 Affari generali e servizi istituzionali Barbara Giannerini - Federico Palma 20-1 Ricostituzione della consulta sportiva Città del nuovo welfare Individuazione componenti e convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

7 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Rivitalizzazione del bilancio partecipativo Città del nuovo welfare RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Presentazione alle consulte frazionali della nuova formula 2 Raccolta delle proposte 3 Screening da parte dei settori comunali Comitato Resp.li 4 Assegnazione risorse nei limiti del budget assegnato Licia Crescimbeni Progettazione partecipata Resp.le dei fondi Realizzazione di quanto progettato Resp.le dei fondi Rendicontazione alle consulte ALTRI UFFICI COINVOLTI

8 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone - Federico Palma Creare forme di cittadinanza attiva Citta bene comune Individuare uno spazio verde o altro spazio pubblico da rivitalizzare e gestire tramite cittadini singoli o associazioni RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione dello spazio 2 Individuazione dei soggetti interessati 3 Definizione del rapporto con i soggetti interessati 4 Avvio dell'intervento e della gestione ALTRI UFFICI COINVOLTI

9 Edilizia e urbanistica Antonio Peritore Federico Palma Acquisizione aree per ampliamento spazi per lo sport Città per lo sport Acquisizionone delle aree RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definione convenzione con il Comune di Bologna Antonio Peritore 2 Approvazione in Consiglio Comunale dell'atto di Antonio Peritore cessione 3 Definione contenuti convenzione con le società Antonio Peritore sportive per gestione nuova area 4 Stipula atto di cessione Antonio Peritore Segreteria generale ALTRI UFFICI COINVOLTI

10 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Commemmorazione centenario Grande Guerra Città dei valori condivisi Organizzazione di una manifestazione celebrativa della Grande Guerra in occasione del centenario 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Realizzazione iniziativa Staff Sindaco

11 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma 201 Revisione del regolamento sulla partecipazione Città che dialoga e partecipa Aggiornamento del regolamento comunale sulla partecipazione prevedendo una regolamentazione comune per le consulte. RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione modifiche al regolamento 2 Approvazione consiliare del regolamento Segreteria generale 3 ALTRI UFFICI COINVOLTI

12 Affari generali e servizi istituzionali Marco Boni Istituzione della Consulta dei Giovani Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Delibera di Consiglio di approvazione della Consulta Ufficio del Sindaco 2 Raccolta dei nominativi dei partecipanti Ufficio del Sindaco 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta Ufficio del Sindaco 4 Convocazione Consulta Ufficio del Sindaco

13 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Istituzione della Consulta frazionale di Sabbiuno/Castello Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

14 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Istituzione della Consulta frazionale di Primo Maggio Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

15 200-1 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Costituzione della Consulta dei talenti femminili Città che dialoga e partecipa Convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

16 1 Affari generali e servizi istituzionali Paolo Gurgone - Federico Palma 200- Costituzione della consulta della mobilità dolce Città che dialoga e partecipa Convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

17 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci MEDIA/ Agevolazioni fiscali Città di opportunità e di lavoro Introdurre una riduzione della Tari ai giovani imprenditori per i primi tre anni di attività e per le attività produttive, commerciali o di servizi che creino nuova occupazione Utilizzo dei f.di per almeno il 0% stanziato 1 Modifica regolamento RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Stanziamento F.di 3 Predisposizione modulistica 4 Aggiornamento sito Pubblicizzazione evento Analisi domande Riconoscimento riduzione e relativo contributo

18 30-3 MEDIA/ Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Rafforzare le azioni di politica attiva sui temi del lavoro e della formazione Città di opportunità e di lavoro Aumento dell' utenza storica misurabile anche da un incremento dei curricula redatti e dei contratti con le imprese del territorio Accessi sportello 201> accessi curricula 201>curricula 2014 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Intensificare l'attività di front office aumentando l' apertura di 3 ore con l' attuale gestore 2 Affidamento ampliamento servizio 3 4

19 Edilizia e urbanistica Antonio Peritore Francesco Baldacci Individuazione di un soggetto gestore del mercato contadino Città che lavora ed innova Definizione del rapporto RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Definizione dell modalità di gestione del mercato Antonio Peritore contadino 2 Individuazione del gestore Antonio Peritore Segreteria Generale 3 Definzione del rapporto Antonio Peritore Segreteria Generale

20 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Attivazione del FA-LAB Città che guarda avanti Ristrutturare-adeguare uno spazio per la realizzazione del FA-LAB RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione dello spazio 2 Definizione degli interventi di ristrutturazione/adeguamento 3 Affidamento interventi Segreteria generale 4 Realizzazione degli interventi ALTRI UFFICI COINVOLTI

21 40-1 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Copertura gratuita WIFI del centro cittadino e delle principali zone di aggregazione Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Attivare la connessione Wi-fi in almeno 2 punti in parchi pubblici del centro e in un punto a Primo Maggio e Trebbo di Reno tenendo conto delle esigenze dei giovani Numero accessi medi settimanali > 0 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Individuazione da parte della Giunta dei punti ritenuti 1 strategici da collegare con wi fi e linee di indirizzo per Licia Crescimbeni il loro utilizzo. 2 Verifica e sopralluoghi da parte di UT e SIA U.RG SIA dell' Unione Reno presenza di infrastrutture per passaggio fibra Galliera 3 Definizione degli interventi da effettuare Lavori Pubblici Richiesta preventivi prioritariamente a Lepida e altri 4 Licia Crescimbeni operatori del settore Affidamento lavori SIA dell' Unione Reno Galliera Lavori Pubblici Esecuzione lavori Lavori Pubblici Acquisizione beni a patrimonio e destinazione degli SIA dell' Unione Reno Licia Crescimbeni stessi alla RG Galliera Comunicazione ai cittadini delle zone via via Licia Crescimbeni Ufficio del Sindaco interessate da questa opportunità

22 40-2 MEDIA Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Copertura gratuita WIFI partecipazione bando regionale Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Ottenimento nuovi punti wi-fi attraverso bando regionale SI/NO RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Presa visione del bando regionale. Richiesta dati ad 1 Licia Crescimbeni Tonelli, Campana altri settori 2 Istruttoria punti specifici del bando (n ) 3 Dichiarazioni per la partecipazione Licia Crescimbeni Tonelli, Campana 4 Predisposizione materiale per manifestazione di interesse Licia Crescimbeni

23 40-3 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Superamento Digital Divide Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Fornire servizi di connettività a banda larga e ultralarga nel territorio comunale, coprendo annualmente 1/ di quanto pianificato Miglioramento velocità di navigazione rispetto RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Incontro con operatori di telecomunicazione per 1 capire lo stato attuale e di previsione della copertura Licia Crescimbeni Lavori Pubblici/SIA del territorio 2 Individuazione da parte della Giunta dei punti ritenuti strategici da collegare con banda larga/ultralarga Licia Crescimbeni 3 Verifica e sopralluoghi da parte di UT e SIA U.RG SIA dell' Unione Reno presenza di infrastrutture per passaggio fibra Galliera 4 Definizione degli interventi da effettuare Lavori Pubblici Richiesta preventivi prioritariamente a Lepida e altri Licia Crescimbeni operatori del settore Affidamento lavori Lavori Pubblici Esecuzione lavori Lavori Pubblici Comunicazione agli stakeholder delle zone/immobili via via interessati da questa opportunità Sergio Secondino Ufficio del Sindaco

24 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma - Barbara Giannerini Regolamentazione gioco d'azzardo Città di diritti e legalità Definire gli orari in cui è consentito lo svolgimento dei giochi leciti (artt. / TULPS) RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione degli indirizzi 2 Ordinanza sindacale di definizione orari 3 Diffusione ordinanza Ufficio del Sindaco 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

25 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Città di diritti e legalità 201 Organizzazione di incontri formativi e di approfondimento sulla presenza delle mafie Organizzare incontri destinati a cittadini e dipendenti sul tema delle mafie, della legalità e della corruzione 1 Programmazione nuovi incontri e appuntamenti RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Attivazione interventi 3 4

26 Affari generali e servizi istituzionali Belina Gottardi Adesione alla Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni. Città di diritti e legalità Adesione alla rete e definizione interventi da porre in essere 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Approvazione deliberazione di adesione alla rete Ufficio del Sindaco 2 Individuazione delle associazioni LGBTT del territorio Ufficio del Sindaco 3 Individuazione di azioni antidiscriminazione da attuare Ufficio del Sindaco nel

27 400-1 BASSA Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio - alienazione beni mobili Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Rendere disponibili gli spazi per la vendita/affitto o altra destinazione SI/NO RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Censimento beni depositati: non utilizzati, non 1 inventariati, di cui non è reperibile il titolo di Licia Crescimbeni provenienza 2 Delibera di giunta di indirizzo della destinazione dei beni: asta pubblica o donazione o rottamazione Licia Crescimbeni 3 Asta pubblica di vendita dei beni o delibera di donazione Licia Crescimbeni 4 Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni

28 400-2 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio - generale Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di giunta di indirizzo della destinazione dei Licia Crescimbeni beni 2 Richiesta di valutazione economica dei beni (valore Licia Crescimbeni affitto e vendita) prioritariamente agenzia delle entrate 3 Bando per individuazione soggetto che proceda alla Licia Crescimbeni valutazione economica dei beni (valore affitto e 4 Affidamento incarico Licia Crescimbeni Acquisizione perizie Licia Crescimbeni Delibera di Consiglio di eventuale alienazione con Licia Crescimbeni variazione di bilancio e piano triennale delle Indizione bandi Licia Crescimbeni Segreteria Generale Individuazione del notaio ed invio documentazione Segreteria Generale Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni ALTRI UFFICI COINVOLTI

29 400-3 ALTA/40 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale RESPONSABILE OBIETTIVO Delibera di Consiglio di variazione del RUE Antonio Peritore SUE Richiesta ed acquisizione del più probabile valore di 2 Licia Crescimbeni Agenzia delle Entrate mercato dell immobile di p.zza amendola n.1; Eventuale variante urbanistica per le aree individuate 3 ai fg 23mapp. 1 di mq 3, fg. 23 mapp. di Antonio Peritore SUE mq 0, fg. mapp.4. Richiesta del più probabile valore di mercato delle 4 aree individuate ai fg 23 mapp. 1 di mq 3, fg. 23 Licia Crescimbeni Agenzia delle Entrate mapp. di mq 0, fg. mapp. 4 Bando di vendita dell immobile di p.zza amendola n.1 e delle aree individuate ai fg 23 mapp. 1 di mq Licia Crescimbeni 3, fg. 23 mapp. di mq 0, fg. mapp. 4 Nel caso di bando deserto incarico legale per parere sulla fattibilità della eventuale permuta alla luce dei vincoli normativiimposti per le acquisizioni DL Licia Crescimbeni /20, Legge di stabilità 2013 art.1 c. 13; Procedere con l interpello aperto per verificare se è presente l interesse attraverso la permuta pura dei Licia Crescimbeni beni. ALTRI UFFICI COINVOLTI

30 400-3 ALTA/40 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale Trasmissione all Agenzia del Demanio delle Perizie di Valutazione dei beni redatte dal Settore Tecnico dell Ente per la valutazione della congruità dei valori Licia Crescimbeni immobiliari Acquisizione della congruità dei valori di acquisto rispettivamente da parte dell agenzia delle entrate e Licia Crescimbeni del demanio Nel caso di bando deserto si procede con la valutazione delbene dell intervento urbanistico denominato P.U. sub comparto Ya già oggetto di Licia Crescimbeni istanza con prot. 11/2014 Predisposizione atto consigliare per la eventuale Licia Crescimbeni permuta "pura" Individuazione del notaio ed invio documentazione Segreteria Generale 13 Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni

31 400-4 ALTA/1 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Potenziare i servizi ai cittadini in ambito tributario Città equa Aumentare la consapevolezza dei cittadini delle attività e degli strumenti messi a disposizione per l' assolvimento dei propri obblighi tributari. Ampliare l' utilizzo dei servizi on-line/canali web per diminuire l' accesso allo sportello Questionario - custumer Incremento almeno del % degli accessi alle pagine tributi RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Predisposizione materiale illustrativo Cadenzare incontri periodici con: consulta AAPP, 2 Trebbo, eventuali nuove consulte frazionali 3 Invio news letter 4 Predisposizione del questionario e sua distribuzione Analisi dei risultati ottenuti

32 400- ALTA/30 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Incrementare la riscossione coattiva Città equa Riscossione almeno del 30% delle somme sottoposte ad ingiunzione Avvissi riscossi/avvisi emessi *0 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Attivazione convenzione Intercent-ER per riscossione 1 entrate e patrimoniali attroverso ingiunzione fiscale 2 Sottoscrizione convenzione e affidamento incarico. Individuazione soggetto abilitato all' ingiunzione (LT 3 Prefettura), apertura ccp, abilitazione Ente e utenti 4 Verifica tracciati, verifica fac simili Invio elenchi di prova Invio definitivo elenco riscossione patrimoniali Invio definitivo elenco riscossione tributarie

33 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Città sicura Istituzione albo Assistenti civici Selezione e formazione di un gruppo di volontari da impiegare quali assistenti civici sotto la direzione della polizia municipale RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Definizione delle modalità di attuazione Polizia Municipale organizzazione e gestione degli assistenti civici 2 Pubblicazione del bando di selezione 3 Chiusura bando e valutazione concorrenti Polizia Municipale 4 Formazione volontari Polizia Municipale Nomina primi assistenti ed avvio attività Polizia Municipale

34 400-2 Ufficio del Sindaco Federico Palma Organizzazione incontri sulla sicurezza Città sicura Organizzazione di incontri informativi specifici per la sicurezza degli anziani in collaborazione con CC e PM RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Organizzazione incontri Polizia Municipale Carabinieri

35 41/1 1 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Città sana 201 Adesione al progetto Carta d identità Donazione organi Acquire la dichiarazione de consenso alla donazione degli organi e tessuti da parte dei cittadini al momento del rinnovo/rilascio della carta d'identità RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adeguamento del software Comune di Bologna 2 Contatti con l'ospedale S. Orsola per formazione personale 3 Formazione personale 4 Campagna pubblicitaria di sensibilizzazione Inizio ricevimento dichiarazioni Ufficio del Sindaco

36 41-1 Unione reno Galliera/Lavori Pubblici Giannerini Barbara 201 Defibrillatori Città sana Razionalizzare la collocazione dei defibrillatori nel territorio e creare una segnaletica indicante la loro ubicazione; formare persone abilitate all'impiego RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Verifica della localizzazione dei defibrillatori e Unione RG collocazione di nuovi apparecchi 2 censimento dei soggetti abilitati all'utilizzo e Unione RG formazione di nuovo addetti 3 Realizzazione di una mappa contenente l'ubicazione Unione RG dei defibrillatori 4 Realizzazione ed istallazione di segnaletica indicante la localizzazione dei defibrillatori ALTRI UFFICI COINVOLTI

37 0-1 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone Definizione interventi di efficientamento energetico degli edifici comunali Città verde Definire una serie di interventi di efficentamento energetico degli edifici comunali RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Censimento consumi energetici delle strutture C.I.S.A. pubbliche in collaborazione con CI.S.A 2 Definizione di azioni per l efficientamento energetico delle strutture

38 0-2 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Approvazione variante Piano Attività Estrattive (PAE) Città verde Approvare entro i termini previsti la variante al Piano delle attività estrattive RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Rapporti con il progettista per la edazione e istruttoria variante PAE in contraddittorio con i soggetti interessati 2 Adozione PAE 3 Approvazione PAE 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

39 0-3 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Promuovere la cultura del risparmio energetico e lo sviluppo delle energie rinnovabili Città verde Realizzare almeno due iniziative nel corso dell'anno Monitoraggio degli accessi allo sportello RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Curare la formazione personale UT sui contenuti del Unione PAES anche attraverso la partecipazione alle iniziative promosse dall Unione Reno Galliera 2 Definire una serie di iniziative di divulgazione del PAES alla cittadinanza e nelle scuole 3 Realizzazione delle iniziative divulgative previste Ufficio del Sindaco 4 Attivare uno sportello di consulenza ai cittadini in RENO GALLIERA materia di risparmio energetico ufficio politiche energetiche

40 0-4 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Potenziare l'educazione ambientale nelle scuole Città verde Coinvolgere almeno il 30% delle classi di Castel Maggiore RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adesione all'iniziativa "Puliamo il mondo" in Ufficio scuola collaborazione con le scuole e con le associazioni di volontariato del territorio 2 Incentivare l attività del piedibus, con l'anaisi della Ufficio scuola fattibiità di introdurre nuovi percorsi 3 Definire con Geovest e le scuole una serie di iniziative di promozione della raccolta differenziata x x 4

41 0-3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 3 Porre in essere i principi e gli impegni della Carta "Spreco Zero" Città verde Realizzare almeno due iniziative di sensibilizzazione RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adesione alla neo costituita associazione Spreco zero net Fondata dal Comune di Sasso Marconi 2 Definire una serie di iniziative di sensibilizzazione per ufficio stampa rinforzare le promozione della lotta agli sprechi negli Enti locali 3 Realizzazione delle iniziative di sensibilizzazione ufficio stampa

42 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone - Federico Palma 0- Incrementare gli orti comunali Città verde Ampliare di almeno il 30% l offerta di orti comunali destinando porzioni di alcuni parchi pubblici per consentire l affidamento anche ad utenza diversa dai cittadini pensionati - Numero lotti assegnati RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione nei parchi pubblici o attraverso accordi urbanistici di nuove aree da destinare ad orti 2 Predisposizione delle aree individuate 3 Revisione del regolamento degli orti Zanella Roberto 4 Predisposizione del bando ed assegnazione dei lotti Zanella Roberto ALTRI UFFICI COINVOLTI

43 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Potenziamento collegamento bus con Bologna Città in movimento Aumento delle corse di collegamento con Bologna nelle ore serali dal Capoluogo RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione convenzione con Tiper servizi aggiuntivi 2 Avvio prolungamento ultima corsa linea 2 Ufficio del Sindaco (sabato) 3 Avvio corsa serale supplementare linea Ufficio del Sindaco 4 monitoraggio della fase sperimentale ALTRI UFFICI COINVOLTI

44 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Realizzazione del tratto Corticella/Castello della Ciclovia del Navile Città in movimento Completamento dell'opera RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Acquisizione aree 2 Approvazione progetto 3 Indizione e gestione gara per affidamento lavori Segreteria Generale 4 Affidamento lavori Conclusione lavori e collaudi ALTRI UFFICI COINVOLTI

45 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Completamento collaudo materna CIPI Città di opere pubbliche Completamento procedure collaudo CIPI per incassare finanziamento provincia RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Completamento documentazione necessaria al collaudo 2 Approvazione certificato collaudo 3 Trasmissione certificato collaudo Provincia Bologna e richiesta erogazione contributo 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

46 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Adeguamento normativo delle scuole Città di opere pubbliche Acquisire il CPI negli edifici scolastici entro il termine indicato dalla normativa RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Validazione ed approvazione progetti interventi di adeguamento 2 Gestione Gare Segreteria generale 3 Inizio Lavori 4 Conclusione lavori Presentazione SCIA antincendio

47 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Progettazione nuovo polo scolastico comparto 4M Città di opere pubbliche Realizzare internamente il progetto avvalendosi di supporti esterni solo per le progettazioni specialistiche (strutturali impiantistiche ecc.) 1 Redazione progetto preliminare RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Confronti su progetto preliminare con le autorità scolastiche Revisione ed approvazione progetto preliminare Redazione del progetto definitivo Confronti sul progetto definitivo con le autorità scolastiche Approvazione progetto definitivo

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 102 del 23/10/2015 TRANSIZIONE" CONFERENZA "ALIMENTAZIONE SOSTENIBILE" IL 30 OTTOBRE 2015 L'anno duemilaquindici, addì ventitre del mese di ottobre alle

Dettagli

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 122 del 11/12/2015 INDIRIZZI PER INTEGRAZIONE PARTE VARIABILE FONDO INCENTIVANTE ANNO 2015 L'anno duemilaquindici, addì undici del mese di dicembre alle

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI

CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI CONSUNTIVO RESPONSABILE: DOTT. EMANUELE TONELLI Centro di costo: 1. Servizi Informatici Telematici e SIT SETTORE: SISTEMI INFORMATIVI RESPONSABILE: Dott. Tonelli Emanuele Centro di Costo: Servizi Informatici

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014)

Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Piano di informatizzazione delle procedure ai sensi dell art. 24 comma 3bis DL 90/2014 (L. 114/2014) Comune di Argelato Comune di Bentivoglio Comune di Castel Maggiore Comune di Castello d Argile Comune

Dettagli

Azioni/fasi della performance 2013 e 2014

Azioni/fasi della performance 2013 e 2014 OBIETTIVO N.1 RPP 2013/2015 PINEROLO STAZIONE APPALTANTE PER LA GARA DI DISTRIBUZIONE GAS Programma 1A34 Sindaco L obiettivo consiste: - nelle attività propedeutiche all individuazione della Città di Pinerolo

Dettagli

PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013

PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 Allegato A alla deliberazione della G.C. n. 137 del 01.08.2013 COMUNE DI VILLACIDRO PIANO DEGLI OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 1 OBIETTIVI DI PERFORMANCE INDIVIDUALE ANNO 2013 SERVIZIO

Dettagli

Prot.n. 7483 Crespellano, li 10/05/2011 VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AI FINI DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO

Prot.n. 7483 Crespellano, li 10/05/2011 VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AI FINI DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO Prot.n. 7483 Crespellano, li 10/05/2011 VALUTAZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE AI FINI DELLA RETRIBUZIONE DI RISULTATO FATTORE 1 : VALUTAZIONE DELL ATTIVITA ORDINARIA DI COMPETENZA DELLA STRUTTURA ASSEGNATA

Dettagli

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA

APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA APPALTO IN GLOBAL SERVICE di SERVIZI INTEGRATI PER LA MANUTENZIONE DEGLI EDIFICI DELL AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI GENOVA CONTESTO PATRIMONIALE GENERALE Consistenza : 265 unità/attività (n. 200 edifici)

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

Direttore DIREZIONE. Direttore

Direttore DIREZIONE. Direttore DIREZIONE Rapporti istituzionali relativi ai Comuni del Parco e dei SIC di competenza, all Area Marina Protetta, alla rete dei Parchi, Conferenza tecnica, rete CEA e INFEA Segreteria Presidente e Rapporti

Dettagli

COMUNE DI LANGHIRANO

COMUNE DI LANGHIRANO COMUNE DI LANGHIRANO REGOLAMENTO SPECIALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI e MOBILI Approvato con atto Consiglio Comunale n. 39 dell 1/10/2012 Modificato con atto Consiglio Comunale n. 46 del 27/07/2015

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno 2015. SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno 2015. SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico PIA ESECUTIVO DI GESTIONE DI SETTORE anno SETTORE 3 L.L.P.P. Urbanistica edilizia privata S.U.A.P. ambiente sistema informatico DIRIGENTE GIANNI ZERBINATI Obiettivi Strategici Formulazione Piani di Azione

Dettagli

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE CITTA' DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 20 del 29/04/2015 OGGETTO: NOMINA COLLEGIO DEI REVISORI 2015/2018 L'anno duemilaquindici, addì ventinove

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO

REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO REGOLAMENTO SUGLI INTERVENTI DI VOLONTARIATO Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 126 del 22.11.1999 www.comune.genova.it Regolamento sugli interventi di volontariato ART. 1 Finalità In

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA

PROTOCOLLO DI INTESA PROTOCOLLO DI INTESA TRA COMUNE DI BERGAMO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI BERGAMO CDP INVESTIMENTI SGR S.P.A. PER LA RIQUALIFICAZIONE E RICONVERSIONE FUNZIONALE DELLA SEDE STORICA DEGLI OSPEDALI RIUNITI DI

Dettagli

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA

Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA COMUNE DI REGGIO EMILIA Estratto del Verbale di Seduta DELLA GIUNTA COMUNALE DI REGGIO EMILIA I.D. n. 238 in data 20-09-2011 P.G. n. 16673 L'anno duemilaundici addì 20-venti- del mese settembre alle ore

Dettagli

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3

PUC3 COMUNE DI PARRANO. Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 PUC3 COMUNE DI PARRANO Programmi Integrati di Sviluppo Urbano PUC3 Interventi per la rivitalizzazione e rifunzionalizzazione delle aree urbane e dei centri storici Riqualificazione dell insediato storico

Dettagli

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa RESPONSABILE: ANNA BRUZZO 2. Sportello Unico Attività Produttive-Edilizia e pratiche sismiche RESPONSABILE: NARA BERTI

Dettagli

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE

C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE C I T T A D I I S C H I A Provincia di Napoli REGOLAMENTO COMUNALE DI PROTEZIONE CIVILE INDICE - Art. 1 ISTITUZIONE DEL SERVIZIO - Art. 2 COMPITI DEL SERVIZIO - Art. 3 ORGANI COMUNALI DI PROTEZIONE CIVILE

Dettagli

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR.

POLIZIA LOCALE 295.217,00 265.048,00 SERVIZI DEMOGRAFICI 127.898,00 84.251,70 COSTO SOSTENUTO PER IL PERSONALE ADDETTO AL SERVIZIO NR. AGLI UTENTI ANNO 0 * POLIZIA LOCALE 9.,00.0,00 attivita' di informazione e rilascio documenti per autorizzazioni pubblicita' fonica giorni attivita' di rilascio atti conseguenti ad incidenti stradali 0

Dettagli

Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE

Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE Anna Rosa Ciccia 1 2 LE POLITICHE DEL PIANO GENERALE DI SVILUPPO ATTINENTI LA DIREZIONE GENERALE 3 4 5 6 LA GESTIONE DEI PROGETTI A LIVELLO DI

Dettagli

COMUNE DI CASTEL MAGGIORE Bologna. STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI 2015-2017 al 30/06/2015

COMUNE DI CASTEL MAGGIORE Bologna. STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI 2015-2017 al 30/06/2015 COMUNE DI CASTEL MAGGIORE Bologna STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI 2015-2017 al 30/06/2015 COMUNE DI CASTEL MAGGIORE Bologna AFFARI GENERALI E SERVIZI ISTITUZIONALI UFFICIO DEL SINDACO 2 Denominazione

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

Comune di VICCHIO (FI) Scheda progetto esercizio 2011 Servizio: Urbanistica-Edilizia-Ambiente

Comune di VICCHIO (FI) Scheda progetto esercizio 2011 Servizio: Urbanistica-Edilizia-Ambiente Linea di indirizzo: Linee di mandato amministrativo Relazione previsionale e programmatica Triennio 0/0 Responsabile del progetto: Arch. Riccardo Sforzi N. Nome Progetto: Smaltimento del carico pregresso

Dettagli

PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA

PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA DEMANIO E PATRIMONIO Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Rebellato Martino Breve descrizione

Dettagli

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2015 2017 ED INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI OPERATIVI E STRATEGICI PER L ANNO 2015

PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2015 2017 ED INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI OPERATIVI E STRATEGICI PER L ANNO 2015 COMUNE DI ANZANO DI PUGLIA PIANO DEGLI OBIETTIVI E DELLE PERFORMANCE 2015 2017 ED INDIVIDUAZIONE DEGLI OBIETTIVI OPERATIVI E STRATEGICI PER L ANNO 2015 Adottato con deliberazione della Giunta Comunale

Dettagli

Nuovo Regolamento DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DI ROMA CAPITALE. ROMA CITTà DELLO SPORT PER TUTTI

Nuovo Regolamento DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DI ROMA CAPITALE. ROMA CITTà DELLO SPORT PER TUTTI Nuovo Regolamento DI GESTIONE DEGLI IMPIANTI SPORTIVI DI PROPRIETÀ DI ROMA CAPITALE ROMA CITTà DELLO SPORT PER TUTTI STRATEGIA DI GOVERNO -1 GOVERNO DEL PATRIMONIO - PARTE INTEGRANTE DELLA «CITTÀ PUBBLICA»

Dettagli

Comune di Scarperia. Settore Gestione del Territorio RESPONSABILE PAOLO BINI INDIVIDUAZIONE PROCEDIMENTI/ATTIVITÀ DEGLI UFFICI DEL SETTORE

Comune di Scarperia. Settore Gestione del Territorio RESPONSABILE PAOLO BINI INDIVIDUAZIONE PROCEDIMENTI/ATTIVITÀ DEGLI UFFICI DEL SETTORE Comune di Scarperia Settore Gestione del Territorio RESPONSABILE PAOLO BINI INDIVIDUAZIONE PROCEDIMENTI/ATTIVITÀ DEGLI UFFICI DEL SETTORE Unità operative del settore Servizi Gestione del Territorio: Ufficio

Dettagli

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio

Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Area Pianificazione urbana, Tutela ambientale e Casa Assessorato Casa, Housing sociale e Valorizzazione patrimonio Servizio Housing sociale e Piani di Zona Servizio Patrimonio ed Inventari Servizio Casa

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 (PRIMA EDIZIONE)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 (PRIMA EDIZIONE) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2014-2015-2016 (PRIMA EDIZIONE) Il seguente Programma Triennale della Trasparenza e Integrità si struttura attraverso le seguenti sezioni: 1) Premessa

Dettagli

CENTRO DI RESPONSABILITA

CENTRO DI RESPONSABILITA CENTRO DI RESPONSABILITA 06 - SERVIZI AL TERRITORIO RESPONSABILE: DOTT. POLENGHI STEFANO ELENCO DEI PROGETTI 1. GESTIRE IL PROTOCOLLO E L ARCHIVIO 2. GESTIONE GIURIDICA ED ECONOMICA DELLE RISORSE UMANE

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

a) curricula dei titolari di posizioni Pubblicato Aggiornamento

a) curricula dei titolari di posizioni Pubblicato Aggiornamento COMUNE DI TERNO D ISOLA Provincia di Bergamo PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA (P.T.T.I.) 2014/2016 1. INTRODUZIONE: ORGANIZZAZIONE E FUNZIONI DELL ENTE Il Comune di Terno d Isola è

Dettagli

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE

CITTA' DI CASTEL MAGGIORE CITTA' DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 6 del 31/03/2015 OGGETTO: IMPOSTA UNICA (IUC) - RICONFERMA ALIQUOTE E DETRAZIONI IMU E TASI 2014 ANCHE PER

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009) ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009) Approvato con D.C. n.110 del 2/12/2013

Dettagli

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 COMUNE DI BORGETTO PROVINCIA DI PALERMO ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 SINDACO SEGRETARIO COMUNALE GIUNTA MUNICIPALE AREA 1^ AREA 2^ AREA 3^ AREA 4^

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo)

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) SERVIZIO: U.O. N. 6 TECNICO LL.PP. (allegato 1) COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) Protocollo n. 7572 del 14/04/2015 allegati n.: (da citare eventualmente nella corrispondenza) Responsabile del procedimento:

Dettagli

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma)

C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) C O M U N E D I S O R B O L O (Provincia di Parma) PIANO TRIENNALE ai sensi dell art. 2 commi da 594 a 595 Legge n. 244 del 24.12.2007 PREMESSA La Legge Finanziaria per il 2008 (Legge n. 244 del 24 dicembre

Dettagli

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro

Progetto BES delle Province (PSU-00003) maggio 2013, abstract. Diffusione dell innovazione tecnologica. Combattere la delocalizzazione del lavoro Standard materiali di vita/ Benessere economico Salute/ Salute attivita' in collaborazione con i Comuni nel settore economico, produttivo, commerciale e turistico Servizi sanitari, di igiene e profilassi

Dettagli

SPECIALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI

SPECIALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI COMUNE DI PERUGIA SEGRETERIA GENERALE UNITA OPERATIVA CONTRATTI PATRIMONIO E SERVIZI CIMITERIALI REGOLAMENTO SPECIALE PER LA VENDITA DI BENI IMMOBILI Approvato con atto Consiglio Comunale n. 110 del 07.07.2003

Dettagli

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI

COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI COMUNE DI PONTEDERA Provincia di Pisa REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEI BENI IMMOBILI Art. 1 - OGGETTO 3 Art. 2 - CARATTERISTICHE DEI BENI DA ALIENARE 3 Art. 3 - STIMA SOMMARIA 3 Art. 4 - CLASSIFICAZIONE

Dettagli

6 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 6 - Venerdì 07 febbraio 2014

6 Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 6 - Venerdì 07 febbraio 2014 6 Bollettino Ufficiale D.g.r. 30 gennaio 2014 - n. X/1314 Approvazione del Programma 2014 per il contrasto, la prevenzione e la riduzione del rischio della dipendenza dal gioco patologico LA GIUNTA REGIONALE

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE

REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE COMUNE DI OLEGGIO PROVINCIA DI NOVARA REGOLAMENTO PER L ALIENAZIONE DEGLI IMMOBILI DI PROPRIETA COMUNALE Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 25 del 22.06.2011 Pagina 1 di 8 INDICE ART.

Dettagli

Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 18 dd. 27.01.2014

Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 18 dd. 27.01.2014 Edilizia Privata Edilizia Privata Gestione degli atti abilitativi (concessioni edilizie, permessi di costruire, autorizzazioni paesaggistiche, agibilità edilizia, ecc.) Controllo della segnalazione di

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150) COMUNE DI CAROVIGNO ( P r o v. d i B r i n d i s i ) Via Verdi,1-72012 Carovigno (Br) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

Dettagli

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Abstract: La costituzione dell Unione dei Comuni per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni è

Dettagli

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI Determinazione N. del 15 2 104 2013 OGGETTO: Ridefinizione assetto

Dettagli

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1 Allegato C1 FUNZIIONIIGRAMMA AREA AMMIINIISTRATIIVA E AFFARII GENERALII. personale gestiti dall Area; Contratti di competenza dell Area e tenuta del repertorio dei contratti rogati dall Ente Archivio storico

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

Comune di Baranzate Provincia di Milano

Comune di Baranzate Provincia di Milano Comune di Baranzate Provincia di Milano Area Gestione del Territorio RELAZIONE AL RENDICONTO DI GESTIONE PER L'ANNO 2013 Responsabile arch. Sonia Pagnacco Assessore all'urbanistica ed Edilizia privata

Dettagli

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo)

COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) COMUNE DI BIBBIENA (Provincia di Arezzo) Via Berni, 25 52011 BIBBIENA (Arezzo) 0575/5305 - FAX 0575/530667 www.comune.bibbiena.ar.it Partita IVA 00137130514 Conto corrente postale n. 124529 SERVIZIO: U.O.

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Centrale Unica Acquisti Avvocatura e Contratti Patrimonio DIRETTORE GHILARDI avv. LAMBERTO Numero di registro Data dell'atto 1359 21/09/2015 Oggetto : Affidamento

Dettagli

COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017

COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 COMUNE DI GAVORRANO (Provincia di Grosseto) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2015-2017 Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 7 del 29.01.2015 1 SOMMARIO 1. Introduzione:

Dettagli

Tra. il Comune di Verona, in persona del Sindaco Pro tempore, Flavio Tosi, domiciliato per la carica in Verona, Piazza Brà n. 1

Tra. il Comune di Verona, in persona del Sindaco Pro tempore, Flavio Tosi, domiciliato per la carica in Verona, Piazza Brà n. 1 SCHEMA ACCORDO DI PROGRAMMA ai sensi dell art. 7 della L. R. V. 11/2004 e dell art. 34 del D. Lgs 267/2000 PER LA VALORIZZAZIONE E LA RILOCALIZZAZIONE DELLA SEDE DELL ULSS 20 DI VERONA Tra il Comune di

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2018

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2018 Pag: 1 di 12 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2016-2018 Approvato dal Presidente del Consiglio di Amministrazione con provvedimento d urgenza n 3 del 29 gennaio 2016. Seguirà ratifica

Dettagli

PROGRAMMA N. 2: PER L INNOVAZIONE E IL LAVORO

PROGRAMMA N. 2: PER L INNOVAZIONE E IL LAVORO PROGRAMMA N. 2: PER L INNOVAZIONE E IL LAVORO 15 16 PROGETTO 2.1: TRASPARENZA E PARTECIPAZIONE ATTIVA OBIETTIVI PER IL TRIENNIO 2014-2016 Titolo obiettivo 1: Ascolto attivo e citizen satisfaction indicatori

Dettagli

I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia

I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia I COMUNI INCONTRANO REGIONE LOMBARDIA Roberto Scanagatti Presidente ANCI Lombardia Lombardia - Milano Incontro importante per condividere analisi individuare bisogni e problemi dei Comuni condividere iniziative

Dettagli

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000)

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) COMUNE DI FAENZA REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) Il presente lavoro è redatto e comunicato, ai sensi della citata normativa, per l adempimento degli obblighi propri

Dettagli

Comune di Dueville (Provincia di Vicenza)

Comune di Dueville (Provincia di Vicenza) Comune di Dueville (Provincia di Vicenza) DIREZIONE GENERALE Servizio programmazione e sviluppo organizzativo Servizio informatica Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014 2016 1 Introduzione:

Dettagli

COMUNE DI BUSSERO. (Provincia di Milano) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014

COMUNE DI BUSSERO. (Provincia di Milano) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 COMUNE DI BUSSERO (Provincia di Milano) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2012-2014 (Art. 13. C. 6, lettera e) del D.Lgs. 27/10/2009 n. 150) Approvato con deliberazione Commissariale

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA

Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Comune di Padova REGOLAMENTO PER LE ALIENAZIONI DEL PATRIMONIO IMMOBILIARE DEL COMUNE DI PADOVA Approvato con deliberazione consiliare n. 35 del 3 aprile 2001 INDICE DEGLI ARTICOLI: ART.1 FINALITA ED OGGETTO

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE 13/2015 Promossa dalla Giunta al Consiglio Comunale nella seduta del 5 febbraio 2015 OGGETTO: Realizzazione del Campus sportivo di Beata Giuliana. Affidamento della costruzione e gestione mediante concessione

Dettagli

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI Il programma garantisce il funzionamento degli uffici e dei servizi di carattere generale: tra questi i più importanti riguardano: a) la segreteria generale dell ente per

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017. (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017. (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013) Allegato 1) COMUNE DI PAVIA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017 (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013) PREMESSA Il tema della trasparenza quale principio fondamentale

Dettagli

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016

Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Programma per la Trasparenza e l Integrità 2015-2016 Pag. 1 a 10 Sommario 1 Premessa...3 2 Programma per la Trasparenza e l Integrità...3 2.1 Il principio della Trasparenza e la politica per la Trasparenza...3

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015 www.comune.bottanuco.bg.it mail: comune.bottanuco@tin.it p.e.c. : comune.bottanuco@postecert.it PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2013/2015 (Art. 11, comma 2, del D.Lgs 27.10.2009,

Dettagli

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI

ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI Rag. Roberta Cesana Segreteria-affari istituzionali Organi istituzionali Ufficio di supporto agli organi di direzione politica Archivio messi

Dettagli

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna N. di prot: 1872 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N 9 del 31/01/2011 OGGETTO: APPROVAZIONE DEL BILANCIO DI PREVISIONE 2011, DELLA

Dettagli

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna

CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna CITTA DI CASTEL MAGGIORE Provincia di Bologna N. di prot: 30125 VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE ORIGINALE N 51 del 19/12/2012 OGGETTO: ADOZIONE VARIANTE AL RUE N 2/2012 RELATIVA ALLE AREE

Dettagli

Determina Personale Organizzazione/0000026 del 18/02/2016

Determina Personale Organizzazione/0000026 del 18/02/2016 Comune di Novara Determina Personale Organizzazione/0000026 del 18/02/2016 Area / Servizio Area Organizzativa (05.UdO) Proposta Istruttoria Unità Area Organizzativa (05.UdO) Proponente santacroce Nuovo

Dettagli

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE

ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGIONE FORMAT ACCORDO MINISTERO DELLO REGIONE SVILUPPO ECONOMICO ACCORDO DI PROGRAMMA PER LO SVILUPPO DELLA BANDA LARGA SUL TERRITORIO DELLA REGIONE IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO E REGIONE VISTO l articolo

Dettagli

Programma Amministrativo Alla gente di Ranica chiederemo sempre di partecipare e di esprimere le opinioni e le proposte di ciascuno sui vari problemi: sarà per noi il punto di partenza per risolverli.

Dettagli

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA'

E D i S U E N T E P E R I L D I R I T T O A L L O S T U D I O U N I V E R S I T A R I O PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' PAV I A PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA E L'INTEGRITA' Triennio -2016 Articolo 1 Premessa Il Piano contiene le disposizioni per assicurare la trasparenza e l accessibilità delle informazioni e dei dati detenuti

Dettagli

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa RESPONSABILE: ANNA BRUZZO

Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa RESPONSABILE: ANNA BRUZZO Centri di costo: 1. Sportello Unico Attività Produttive Commercio Progetti d Impresa RESPONSABILE: ANNA BRUZZO ANNO 2015 Verifica di metà anno e nuovi obiettivi OBIETTIVI PERMANENTI SPORTELLO UNICO Gestione

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali

REGOLAMENTO COMUNALE DEL BILANCIO PARTECIPATO 2015. Capo I - Disposizioni generali Comune di c Caronno Pertusella Provincia di Varese Iniziativa del Sindaco di Caronno Pertusella coordinata da Marco Giudici: Assessore Bilancio, Tributi, Attività Economiche Produttive, Tempo Libero. REGOLAMENTO

Dettagli

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010

Presentazione Programma Amministrativo. Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 Presentazione Programma Amministrativo Valle Talloria 23 marzo 2010 Ricca 25 marzo 2010 Diano Capoluogo 26 marzo 2010 FILOSOFIA E PRINCIPI ISPIRATORI DELLA LISTA N.1 INSIEME PER DIANO - al servizio della

Dettagli

CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL "NUOVO" MODELLO DI ENTE LOCALE

CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL NUOVO MODELLO DI ENTE LOCALE CONOSCERE E GESTIRE PER VALORIZZARE IL PATRIMONIO COME LEVA STRATEGICA DI SVILUPPO PER IL "NUOVO" MODELLO DI ENTE LOCALE LA PROPOSTA LOGOS PA PER LA GESTIONE INTEGRATA DEL PATRIMONIO. DAL D.LGS. 77/95

Dettagli

Prot. n. 1035/B15 Taranto, 31.10.2012

Prot. n. 1035/B15 Taranto, 31.10.2012 Prot ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE G. GALILEI Vico Carducci, 9 74123 TARANTO - tel. 099.4706866 tel. e fax 0994707447 Codice Fiscale 80010490730 Codice meccanografico: taic802004 www. scuolagalilei.it e-mail:

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Area Segretario Generale DIRETTORE CRISCUOLO avv. PASQUALE Numero di registro Data dell'atto 2064 16/12/2015 Oggetto : Approvazione contratto cessione azioni Autocamionale

Dettagli

C O M U N E D I D E R U T A

C O M U N E D I D E R U T A C O M U N E D I D E R U T A PROVINCIA DI PERUGIA OGGETTO: Piano Attuativo di iniziativa privata in Variante al PRG Parte Operativa, sensi e per gli effetti della L.R. 11/2005, riguardante l ambito urbano

Dettagli

OBIETTIVI OPERATIVI 2014

OBIETTIVI OPERATIVI 2014 OPERATIVI 1 Sviluppare politiche di incentivazione e di supporto all'autofinanziamento e all'incremento della produzione scientifica 2 Migliorare l'organizzazione di servizi volti a promuovere la 1.Definire

Dettagli

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n 265 del 23.12.2003 Uffici di staff al sindaco Gabinetto del Sindaco Programmazione, innovazione e

Dettagli

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità

AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità AREA SERVIZI AL CITTADINO Direzione Centrale DECENTRAMENTO E SERVIZI AL CITTADINO Direzione di Progetto Area metropolitana e Municipalità «Decentramento e Municipalità: i casi di Bologna, Napoli, Roma»

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Città di Potenza MODELLO ORGANIZZATIVO

Città di Potenza MODELLO ORGANIZZATIVO Città di Potenza MODELLO ORGANIZZATIVO UNITÀ DI DIREZIONE PATRIMONIO - MANUTENZIONI PATRIMONIO EDILIZIO - SICUREZZA LUOGHI DI LAVORO L Unità di Direzione si occupa di tutte le attività di gestione tecnico/amministrativa

Dettagli

Fiera Forum: Risorse comuni 9 febbraio 2005

Fiera Forum: Risorse comuni 9 febbraio 2005 Fiera Forum: Risorse comuni 9 febbraio 2005 Real Estate & Space Management e la Governance dell Ente Locale. Nuove metodologie per l analisi del patrimonio immobiliare per l Ente Pubblico Angelo Giornelli:

Dettagli

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO)

Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE (Art. 71, comma 2, D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267) (Comuni sino a 15.000 abitanti) Comune di CASTAGNETO PO (Prov. TORINO) Votazioni del giorno 25/05/2014 P

Dettagli

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2014-2016 AGGIORNAMENTO 2015

PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2014-2016 AGGIORNAMENTO 2015 PIANO TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2014-2016 AGGIORNAMENTO 2015 L Istituto Comprensivo di Siliqua, ISTITUTO COMPRENSIVO SILIQUA Programma Triennale per la Trasparenza e Integrità AGGIORNAMENTO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN GIOVANNI BOSCO Via Dante n. 18 92028 Naro (AG) Tel. 0922 956081 Fax 0922 956041 E- mail agic85300c@istruzione.it P.E.C. agic85300c@pec.istruzione.it C.F. 82002930848 PROGRAMMA

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

COMUNE DI EMPOLI. ANALISI PER UFFICI E PER CENTRI DI COSTO/RICAVO Rendiconto 2007

COMUNE DI EMPOLI. ANALISI PER UFFICI E PER CENTRI DI COSTO/RICAVO Rendiconto 2007 Allegato al Referto del Controllo di Gestione 2007 COMUNE DI EMPOLI Provincia di Firenze ANALISI PER UFFICI E PER CENTRI DI COSTO/RICAVO Rendiconto 2007 Presentazione L analisi che segue e stata condotta

Dettagli