Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Roberto Zanella Alta 5

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "1 2010 Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Roberto Zanella Alta 5"

Transcript

1 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso 1 20 Città del nuovo welfare 1 Ricostituzione della consulta sportiva Barbara Giannerini Alta 2 20 Città del nuovo welfare 2 Rivitalizzazione del bilancio partecipativo Federico Palma Media Città bene comune 1 Creare forme di cittadinanza attiva Paolo Gurgone Media Città per lo sport Città dei valori condivisi Città che dialoga e partecipa 1 Acquisizione aree per ampliamento spazi per lo sport Commemmorazione centenario Grande Guerra Revisione del regolamento sulla partecipazione Federico Palma Antonio Peritore Alta 0 Belinda Gottardi Bassa Federico Palma Alta 200 Città che dialoga e partecipa 2 Istituzione della Consulta dei Giovani Marco Boni Alta 200 Città che dialoga e partecipa Città che dialoga e partecipa Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta frazionale di Sabbiuno/Castello Istituzione della Consulta frazionale di Primo Maggio Costituzione della Consulta dei talenti femminili Federico Palma Alta Federico Palma Alta Belinda Gottardi Alta

2 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso 200 Città che dialoga e partecipa 30 Città di opportunità e di lavoro 1 Costituzione della consulta della mobilità dolce Agevolazioni fiscali per i giovani imprenditori e per favorire l'occupazione Paolo Gurgone Alta Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città di opportunità e di lavoro Città che lavora ed innova 1 Rafforzare le azioni di politica attiva Francesco Baldacci Licia Crescimbeni sui temi del lavoro e della formazione Media Individuazione di un soggetto gestore del mercato contadino Francesco Baldacci Antonio Peritore Media Città che guarda avanti 1 Attivazione del FA-LAB Paolo Gurgone Alta Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 1 Copertura gratuita WIFI del centro cittadino e delle principali zone di aggregazione Luca De Paoli Licia Crescimbeni Media 1 40 Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 2 Copertura gratuita WIFI bando regionale Luca De Paoli Licia Crescimbeni Media 1 40 Città connessa, intelligente, che forma e che comunica 3 Superamento Digital Divide Luca De Paoli Licia Crescimbeni Bassa Città di diritti e legalità 1 Regolamentazione gioco d'azzardo Federico Palma Media Città di diritti e legalità 2 Organizzazione di incontri formativi e di approfondimento sulla presenza delle mafie Federico Palma Bassa

3 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Priorità Codice Descrizione Codice Descrizione Adesione alla Rete Nazionale delle Città di diritti e legalità 3 Pubbliche Amministrazioni Anti Federico Palma Bassa Discriminazioni. Peso Città equa 1 Valorizzazione del patrimonio - alienazione beni mobili Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Bassa Città equa 2 Valorizzazione del patrimonio - generale Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Media Città equa 3 Valorizzazione del patrimonio Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città equa 4 Potenziare i servizi ai cittadini in ambito tributario Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città equa Incrementare la riscossione coattiva Francesco Baldacci Licia Crescimbeni Alta Città sicura 1 Istituzione albo Assistenti civici Federico Palma Alta Città sicura 2 Organizzazione incontri sulla sicurezza Federico Palma Media 2 41 Città sana 1 Adesione al progetto Carta d identità Donazione organi Belinda Gottardi Media Città sana 2 Defibrillatori Barbara Giannerini Bassa

4 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Priorità Codice Descrizione Codice Descrizione Definizione interventi di 31 0 Città verde 1 efficientamento energetico degli Paolo Gurgone Media edifici comunali Peso 32 0 Città verde 2 Approvazione variante Piano Attività Estrattive (PAE) Paolo Gurgone Alta Città verde 3 Promuovere la cultura del risparmio energetico e lo sviluppo delle energie Paolo Gurgone Media rinnovabili 34 0 Città verde Città verde Potenziare l'educazione ambientale nelle scuole Porre in essere i principi e gli impegni della Carta Spreco Zero Paolo Gurgone Media Paolo Gurgone Bassa 3 0 Città verde Incrementare gli orti comunali Paolo Gurgone Media Città in movimento Città in movimento Città di opere pubbliche 1 Potenziamento collegamento bus con Bologna Realizzazione del tratto Corticella/Castello della Ciclovia del Navile Completamento collaudo materna CIPI Paolo Gurgone Media Paolo Gurgone Alta 1 Paolo Gurgone Media Città di opere pubbliche 2 Adeguamento normativo delle scuole Paolo Gurgone Alta 40

5 Prog. PROGRAMMA PROGETTO Responsabile Responsabile politico tecnico Codice Descrizione Codice Descrizione Priorità Peso Città di opere pubbliche Città di opere pubbliche Città di diritti e legalità Governance interna 1 Progettazione nuovo polo scolastico comparto 4M Adeguamento antincendio archivio comunale Rafforzamento delle misure di prevenzione e contrasto della corruzione e della trasparenza Attivazione processi di costumer satisfaction Paolo Gurgone Media Belinda Gottardi Media 0 Belinda Gottardi Monica Tardella Media 30 Luca De Paoli Monica Tardella Media Governance interna Città che guarda all'europa 1 Riorganizzazione della struttura comunale a seguito del trasferimento di funzioni Promuovere e sostenere progetti di cooperazione e sviluppo internazionale Luca De Paoli Monica Tardella Alta 40 Federico Palma Bassa

6 1 Affari generali e servizi istituzionali Barbara Giannerini - Federico Palma 20-1 Ricostituzione della consulta sportiva Città del nuovo welfare Individuazione componenti e convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

7 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Rivitalizzazione del bilancio partecipativo Città del nuovo welfare RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Presentazione alle consulte frazionali della nuova formula 2 Raccolta delle proposte 3 Screening da parte dei settori comunali Comitato Resp.li 4 Assegnazione risorse nei limiti del budget assegnato Licia Crescimbeni Progettazione partecipata Resp.le dei fondi Realizzazione di quanto progettato Resp.le dei fondi Rendicontazione alle consulte ALTRI UFFICI COINVOLTI

8 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone - Federico Palma Creare forme di cittadinanza attiva Citta bene comune Individuare uno spazio verde o altro spazio pubblico da rivitalizzare e gestire tramite cittadini singoli o associazioni RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione dello spazio 2 Individuazione dei soggetti interessati 3 Definizione del rapporto con i soggetti interessati 4 Avvio dell'intervento e della gestione ALTRI UFFICI COINVOLTI

9 Edilizia e urbanistica Antonio Peritore Federico Palma Acquisizione aree per ampliamento spazi per lo sport Città per lo sport Acquisizionone delle aree RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definione convenzione con il Comune di Bologna Antonio Peritore 2 Approvazione in Consiglio Comunale dell'atto di Antonio Peritore cessione 3 Definione contenuti convenzione con le società Antonio Peritore sportive per gestione nuova area 4 Stipula atto di cessione Antonio Peritore Segreteria generale ALTRI UFFICI COINVOLTI

10 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Commemmorazione centenario Grande Guerra Città dei valori condivisi Organizzazione di una manifestazione celebrativa della Grande Guerra in occasione del centenario 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Realizzazione iniziativa Staff Sindaco

11 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma 201 Revisione del regolamento sulla partecipazione Città che dialoga e partecipa Aggiornamento del regolamento comunale sulla partecipazione prevedendo una regolamentazione comune per le consulte. RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione modifiche al regolamento 2 Approvazione consiliare del regolamento Segreteria generale 3 ALTRI UFFICI COINVOLTI

12 Affari generali e servizi istituzionali Marco Boni Istituzione della Consulta dei Giovani Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Delibera di Consiglio di approvazione della Consulta Ufficio del Sindaco 2 Raccolta dei nominativi dei partecipanti Ufficio del Sindaco 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta Ufficio del Sindaco 4 Convocazione Consulta Ufficio del Sindaco

13 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Istituzione della Consulta frazionale di Sabbiuno/Castello Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

14 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Istituzione della Consulta frazionale di Primo Maggio Città che dialoga e partecipa Istituzione della Consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

15 200-1 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Costituzione della Consulta dei talenti femminili Città che dialoga e partecipa Convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

16 1 Affari generali e servizi istituzionali Paolo Gurgone - Federico Palma 200- Costituzione della consulta della mobilità dolce Città che dialoga e partecipa Convocazione della consulta 201 RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di Giunta di istituzione della Consulta 2 Apertura bando di partecipazione 3 Delibera di Giunta di nomina della Consulta 4 Convocazione Consulta ALTRI UFFICI COINVOLTI

17 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci MEDIA/ Agevolazioni fiscali Città di opportunità e di lavoro Introdurre una riduzione della Tari ai giovani imprenditori per i primi tre anni di attività e per le attività produttive, commerciali o di servizi che creino nuova occupazione Utilizzo dei f.di per almeno il 0% stanziato 1 Modifica regolamento RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Stanziamento F.di 3 Predisposizione modulistica 4 Aggiornamento sito Pubblicizzazione evento Analisi domande Riconoscimento riduzione e relativo contributo

18 30-3 MEDIA/ Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Rafforzare le azioni di politica attiva sui temi del lavoro e della formazione Città di opportunità e di lavoro Aumento dell' utenza storica misurabile anche da un incremento dei curricula redatti e dei contratti con le imprese del territorio Accessi sportello 201> accessi curricula 201>curricula 2014 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Intensificare l'attività di front office aumentando l' apertura di 3 ore con l' attuale gestore 2 Affidamento ampliamento servizio 3 4

19 Edilizia e urbanistica Antonio Peritore Francesco Baldacci Individuazione di un soggetto gestore del mercato contadino Città che lavora ed innova Definizione del rapporto RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Definizione dell modalità di gestione del mercato Antonio Peritore contadino 2 Individuazione del gestore Antonio Peritore Segreteria Generale 3 Definzione del rapporto Antonio Peritore Segreteria Generale

20 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Attivazione del FA-LAB Città che guarda avanti Ristrutturare-adeguare uno spazio per la realizzazione del FA-LAB RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione dello spazio 2 Definizione degli interventi di ristrutturazione/adeguamento 3 Affidamento interventi Segreteria generale 4 Realizzazione degli interventi ALTRI UFFICI COINVOLTI

21 40-1 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Copertura gratuita WIFI del centro cittadino e delle principali zone di aggregazione Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Attivare la connessione Wi-fi in almeno 2 punti in parchi pubblici del centro e in un punto a Primo Maggio e Trebbo di Reno tenendo conto delle esigenze dei giovani Numero accessi medi settimanali > 0 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Individuazione da parte della Giunta dei punti ritenuti 1 strategici da collegare con wi fi e linee di indirizzo per Licia Crescimbeni il loro utilizzo. 2 Verifica e sopralluoghi da parte di UT e SIA U.RG SIA dell' Unione Reno presenza di infrastrutture per passaggio fibra Galliera 3 Definizione degli interventi da effettuare Lavori Pubblici Richiesta preventivi prioritariamente a Lepida e altri 4 Licia Crescimbeni operatori del settore Affidamento lavori SIA dell' Unione Reno Galliera Lavori Pubblici Esecuzione lavori Lavori Pubblici Acquisizione beni a patrimonio e destinazione degli SIA dell' Unione Reno Licia Crescimbeni stessi alla RG Galliera Comunicazione ai cittadini delle zone via via Licia Crescimbeni Ufficio del Sindaco interessate da questa opportunità

22 40-2 MEDIA Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Copertura gratuita WIFI partecipazione bando regionale Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Ottenimento nuovi punti wi-fi attraverso bando regionale SI/NO RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Presa visione del bando regionale. Richiesta dati ad 1 Licia Crescimbeni Tonelli, Campana altri settori 2 Istruttoria punti specifici del bando (n ) 3 Dichiarazioni per la partecipazione Licia Crescimbeni Tonelli, Campana 4 Predisposizione materiale per manifestazione di interesse Licia Crescimbeni

23 40-3 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Luca De paoli Superamento Digital Divide Città connessa, intelligente, che forma e che comunica Fornire servizi di connettività a banda larga e ultralarga nel territorio comunale, coprendo annualmente 1/ di quanto pianificato Miglioramento velocità di navigazione rispetto RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Incontro con operatori di telecomunicazione per 1 capire lo stato attuale e di previsione della copertura Licia Crescimbeni Lavori Pubblici/SIA del territorio 2 Individuazione da parte della Giunta dei punti ritenuti strategici da collegare con banda larga/ultralarga Licia Crescimbeni 3 Verifica e sopralluoghi da parte di UT e SIA U.RG SIA dell' Unione Reno presenza di infrastrutture per passaggio fibra Galliera 4 Definizione degli interventi da effettuare Lavori Pubblici Richiesta preventivi prioritariamente a Lepida e altri Licia Crescimbeni operatori del settore Affidamento lavori Lavori Pubblici Esecuzione lavori Lavori Pubblici Comunicazione agli stakeholder delle zone/immobili via via interessati da questa opportunità Sergio Secondino Ufficio del Sindaco

24 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma - Barbara Giannerini Regolamentazione gioco d'azzardo Città di diritti e legalità Definire gli orari in cui è consentito lo svolgimento dei giochi leciti (artt. / TULPS) RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione degli indirizzi 2 Ordinanza sindacale di definizione orari 3 Diffusione ordinanza Ufficio del Sindaco 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

25 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Città di diritti e legalità 201 Organizzazione di incontri formativi e di approfondimento sulla presenza delle mafie Organizzare incontri destinati a cittadini e dipendenti sul tema delle mafie, della legalità e della corruzione 1 Programmazione nuovi incontri e appuntamenti RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Attivazione interventi 3 4

26 Affari generali e servizi istituzionali Belina Gottardi Adesione alla Rete Nazionale delle Pubbliche Amministrazioni Anti Discriminazioni. Città di diritti e legalità Adesione alla rete e definizione interventi da porre in essere 201 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Approvazione deliberazione di adesione alla rete Ufficio del Sindaco 2 Individuazione delle associazioni LGBTT del territorio Ufficio del Sindaco 3 Individuazione di azioni antidiscriminazione da attuare Ufficio del Sindaco nel

27 400-1 BASSA Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio - alienazione beni mobili Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Rendere disponibili gli spazi per la vendita/affitto o altra destinazione SI/NO RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Censimento beni depositati: non utilizzati, non 1 inventariati, di cui non è reperibile il titolo di Licia Crescimbeni provenienza 2 Delibera di giunta di indirizzo della destinazione dei beni: asta pubblica o donazione o rottamazione Licia Crescimbeni 3 Asta pubblica di vendita dei beni o delibera di donazione Licia Crescimbeni 4 Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni

28 400-2 MEDIA 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio - generale Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Delibera di giunta di indirizzo della destinazione dei Licia Crescimbeni beni 2 Richiesta di valutazione economica dei beni (valore Licia Crescimbeni affitto e vendita) prioritariamente agenzia delle entrate 3 Bando per individuazione soggetto che proceda alla Licia Crescimbeni valutazione economica dei beni (valore affitto e 4 Affidamento incarico Licia Crescimbeni Acquisizione perizie Licia Crescimbeni Delibera di Consiglio di eventuale alienazione con Licia Crescimbeni variazione di bilancio e piano triennale delle Indizione bandi Licia Crescimbeni Segreteria Generale Individuazione del notaio ed invio documentazione Segreteria Generale Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni ALTRI UFFICI COINVOLTI

29 400-3 ALTA/40 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale RESPONSABILE OBIETTIVO Delibera di Consiglio di variazione del RUE Antonio Peritore SUE Richiesta ed acquisizione del più probabile valore di 2 Licia Crescimbeni Agenzia delle Entrate mercato dell immobile di p.zza amendola n.1; Eventuale variante urbanistica per le aree individuate 3 ai fg 23mapp. 1 di mq 3, fg. 23 mapp. di Antonio Peritore SUE mq 0, fg. mapp.4. Richiesta del più probabile valore di mercato delle 4 aree individuate ai fg 23 mapp. 1 di mq 3, fg. 23 Licia Crescimbeni Agenzia delle Entrate mapp. di mq 0, fg. mapp. 4 Bando di vendita dell immobile di p.zza amendola n.1 e delle aree individuate ai fg 23 mapp. 1 di mq Licia Crescimbeni 3, fg. 23 mapp. di mq 0, fg. mapp. 4 Nel caso di bando deserto incarico legale per parere sulla fattibilità della eventuale permuta alla luce dei vincoli normativiimposti per le acquisizioni DL Licia Crescimbeni /20, Legge di stabilità 2013 art.1 c. 13; Procedere con l interpello aperto per verificare se è presente l interesse attraverso la permuta pura dei Licia Crescimbeni beni. ALTRI UFFICI COINVOLTI

30 400-3 ALTA/40 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Valorizzazione del patrimonio Città equa Riduzione dei costi di gestione per dismissione patrimonio. Massimizzazione dei profitti da reinvestire sul conto capitale Trasmissione all Agenzia del Demanio delle Perizie di Valutazione dei beni redatte dal Settore Tecnico dell Ente per la valutazione della congruità dei valori Licia Crescimbeni immobiliari Acquisizione della congruità dei valori di acquisto rispettivamente da parte dell agenzia delle entrate e Licia Crescimbeni del demanio Nel caso di bando deserto si procede con la valutazione delbene dell intervento urbanistico denominato P.U. sub comparto Ya già oggetto di Licia Crescimbeni istanza con prot. 11/2014 Predisposizione atto consigliare per la eventuale Licia Crescimbeni permuta "pura" Individuazione del notaio ed invio documentazione Segreteria Generale 13 Sottoscrizione dell atto di vendita dei beni Licia Crescimbeni

31 400-4 ALTA/1 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Potenziare i servizi ai cittadini in ambito tributario Città equa Aumentare la consapevolezza dei cittadini delle attività e degli strumenti messi a disposizione per l' assolvimento dei propri obblighi tributari. Ampliare l' utilizzo dei servizi on-line/canali web per diminuire l' accesso allo sportello Questionario - custumer Incremento almeno del % degli accessi alle pagine tributi RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Predisposizione materiale illustrativo Cadenzare incontri periodici con: consulta AAPP, 2 Trebbo, eventuali nuove consulte frazionali 3 Invio news letter 4 Predisposizione del questionario e sua distribuzione Analisi dei risultati ottenuti

32 400- ALTA/30 2 Servizi Finanziari Licia Crescimbeni Francesco Baldacci Incrementare la riscossione coattiva Città equa Riscossione almeno del 30% delle somme sottoposte ad ingiunzione Avvissi riscossi/avvisi emessi *0 RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI Attivazione convenzione Intercent-ER per riscossione 1 entrate e patrimoniali attroverso ingiunzione fiscale 2 Sottoscrizione convenzione e affidamento incarico. Individuazione soggetto abilitato all' ingiunzione (LT 3 Prefettura), apertura ccp, abilitazione Ente e utenti 4 Verifica tracciati, verifica fac simili Invio elenchi di prova Invio definitivo elenco riscossione patrimoniali Invio definitivo elenco riscossione tributarie

33 Affari generali e servizi istituzionali Federico Palma Città sicura Istituzione albo Assistenti civici Selezione e formazione di un gruppo di volontari da impiegare quali assistenti civici sotto la direzione della polizia municipale RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Definizione delle modalità di attuazione Polizia Municipale organizzazione e gestione degli assistenti civici 2 Pubblicazione del bando di selezione 3 Chiusura bando e valutazione concorrenti Polizia Municipale 4 Formazione volontari Polizia Municipale Nomina primi assistenti ed avvio attività Polizia Municipale

34 400-2 Ufficio del Sindaco Federico Palma Organizzazione incontri sulla sicurezza Città sicura Organizzazione di incontri informativi specifici per la sicurezza degli anziani in collaborazione con CC e PM RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Organizzazione incontri Polizia Municipale Carabinieri

35 41/1 1 Affari generali e servizi istituzionali Belinda Gottardi Città sana 201 Adesione al progetto Carta d identità Donazione organi Acquire la dichiarazione de consenso alla donazione degli organi e tessuti da parte dei cittadini al momento del rinnovo/rilascio della carta d'identità RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adeguamento del software Comune di Bologna 2 Contatti con l'ospedale S. Orsola per formazione personale 3 Formazione personale 4 Campagna pubblicitaria di sensibilizzazione Inizio ricevimento dichiarazioni Ufficio del Sindaco

36 41-1 Unione reno Galliera/Lavori Pubblici Giannerini Barbara 201 Defibrillatori Città sana Razionalizzare la collocazione dei defibrillatori nel territorio e creare una segnaletica indicante la loro ubicazione; formare persone abilitate all'impiego RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Verifica della localizzazione dei defibrillatori e Unione RG collocazione di nuovi apparecchi 2 censimento dei soggetti abilitati all'utilizzo e Unione RG formazione di nuovo addetti 3 Realizzazione di una mappa contenente l'ubicazione Unione RG dei defibrillatori 4 Realizzazione ed istallazione di segnaletica indicante la localizzazione dei defibrillatori ALTRI UFFICI COINVOLTI

37 0-1 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone Definizione interventi di efficientamento energetico degli edifici comunali Città verde Definire una serie di interventi di efficentamento energetico degli edifici comunali RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Censimento consumi energetici delle strutture C.I.S.A. pubbliche in collaborazione con CI.S.A 2 Definizione di azioni per l efficientamento energetico delle strutture

38 0-2 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Approvazione variante Piano Attività Estrattive (PAE) Città verde Approvare entro i termini previsti la variante al Piano delle attività estrattive RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Rapporti con il progettista per la edazione e istruttoria variante PAE in contraddittorio con i soggetti interessati 2 Adozione PAE 3 Approvazione PAE 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

39 0-3 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Promuovere la cultura del risparmio energetico e lo sviluppo delle energie rinnovabili Città verde Realizzare almeno due iniziative nel corso dell'anno Monitoraggio degli accessi allo sportello RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Curare la formazione personale UT sui contenuti del Unione PAES anche attraverso la partecipazione alle iniziative promosse dall Unione Reno Galliera 2 Definire una serie di iniziative di divulgazione del PAES alla cittadinanza e nelle scuole 3 Realizzazione delle iniziative divulgative previste Ufficio del Sindaco 4 Attivare uno sportello di consulenza ai cittadini in RENO GALLIERA materia di risparmio energetico ufficio politiche energetiche

40 0-4 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 4 Potenziare l'educazione ambientale nelle scuole Città verde Coinvolgere almeno il 30% delle classi di Castel Maggiore RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adesione all'iniziativa "Puliamo il mondo" in Ufficio scuola collaborazione con le scuole e con le associazioni di volontariato del territorio 2 Incentivare l attività del piedibus, con l'anaisi della Ufficio scuola fattibiità di introdurre nuovi percorsi 3 Definire con Geovest e le scuole una serie di iniziative di promozione della raccolta differenziata x x 4

41 0-3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 3 Porre in essere i principi e gli impegni della Carta "Spreco Zero" Città verde Realizzare almeno due iniziative di sensibilizzazione RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Adesione alla neo costituita associazione Spreco zero net Fondata dal Comune di Sasso Marconi 2 Definire una serie di iniziative di sensibilizzazione per ufficio stampa rinforzare le promozione della lotta agli sprechi negli Enti locali 3 Realizzazione delle iniziative di sensibilizzazione ufficio stampa

42 3 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone - Federico Palma 0- Incrementare gli orti comunali Città verde Ampliare di almeno il 30% l offerta di orti comunali destinando porzioni di alcuni parchi pubblici per consentire l affidamento anche ad utenza diversa dai cittadini pensionati - Numero lotti assegnati RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Individuazione nei parchi pubblici o attraverso accordi urbanistici di nuove aree da destinare ad orti 2 Predisposizione delle aree individuate 3 Revisione del regolamento degli orti Zanella Roberto 4 Predisposizione del bando ed assegnazione dei lotti Zanella Roberto ALTRI UFFICI COINVOLTI

43 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Potenziamento collegamento bus con Bologna Città in movimento Aumento delle corse di collegamento con Bologna nelle ore serali dal Capoluogo RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Definizione convenzione con Tiper servizi aggiuntivi 2 Avvio prolungamento ultima corsa linea 2 Ufficio del Sindaco (sabato) 3 Avvio corsa serale supplementare linea Ufficio del Sindaco 4 monitoraggio della fase sperimentale ALTRI UFFICI COINVOLTI

44 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Realizzazione del tratto Corticella/Castello della Ciclovia del Navile Città in movimento Completamento dell'opera RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Acquisizione aree 2 Approvazione progetto 3 Indizione e gestione gara per affidamento lavori Segreteria Generale 4 Affidamento lavori Conclusione lavori e collaudi ALTRI UFFICI COINVOLTI

45 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Completamento collaudo materna CIPI Città di opere pubbliche Completamento procedure collaudo CIPI per incassare finanziamento provincia RESPONSABILE OBIETTIVO 1 Completamento documentazione necessaria al collaudo 2 Approvazione certificato collaudo 3 Trasmissione certificato collaudo Provincia Bologna e richiesta erogazione contributo 4 ALTRI UFFICI COINVOLTI

46 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Adeguamento normativo delle scuole Città di opere pubbliche Acquisire il CPI negli edifici scolastici entro il termine indicato dalla normativa RESPONSABILE ALTRI UFFICI OBIETTIVO COINVOLTI 1 Validazione ed approvazione progetti interventi di adeguamento 2 Gestione Gare Segreteria generale 3 Inizio Lavori 4 Conclusione lavori Presentazione SCIA antincendio

47 Lavori pubblici e ambiente Paolo Gurgone 201 Progettazione nuovo polo scolastico comparto 4M Città di opere pubbliche Realizzare internamente il progetto avvalendosi di supporti esterni solo per le progettazioni specialistiche (strutturali impiantistiche ecc.) 1 Redazione progetto preliminare RESPONSABILE OBIETTIVO ALTRI UFFICI COINVOLTI Confronti su progetto preliminare con le autorità scolastiche Revisione ed approvazione progetto preliminare Redazione del progetto definitivo Confronti sul progetto definitivo con le autorità scolastiche Approvazione progetto definitivo

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune

Comune di Fusignano ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa. Sottoreport Comune CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AMMINISTRATIVA RESPONSABILE: GIANGRANDI TIZIANA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Amministrativa 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

Comune di Bagnara di Romagna

Comune di Bagnara di Romagna CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR009 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. SEGRETERIA GENERALE AREA AMMINISTRATIVA (URP E SERVIZI DEMOGRAFICI - UFFICIO SEGRETERIA) CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo.

LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27. dalle fondamenta alla copertura un organismo edilizio funzionalmente autonomo. 17875 LEGGE REGIONALE 20 maggio 2014, n. 27 Disposizioni urgenti in materia di prevenzione del rischio e sicurezza delle costruzioni Istituzione del fascicolo del fabbricato. IL CONSIGLIO REGIONALE HA

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

Comune di Bagnacavallo

Comune di Bagnacavallo CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: SETTORE SEGRETERIA RESPONSABILE: GRATTONI ANGELA 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Settore Segreteria 1 SETTORE SEGRETERIA

Dettagli

Comune di Massa Lombarda

Comune di Massa Lombarda CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA AFFARI GENERALI RESPONSABILE: CANTAGALLI PAOLO 100 Miglioramento e razionalizzazione delle attività ordinarie Area Affari Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO

Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO Taviano Città dei Fiori (Lecce Italy) Decreto sindacale 02 lì 22 gennaio 2014 Decreto di attribuzione di posizioni organizzative ai responsabili di settore IL SINDACO VISTA la legge 191/98, recante modifiche

Dettagli

Avviso Pubblico Giovani Attivi

Avviso Pubblico Giovani Attivi All. A Avviso Pubblico Giovani Attivi P.O.R. Campania FSE 2007-2013 Asse III Obiettivo Specifico: g) Sviluppare percorsi di integrazione e migliorare il (re)inserimento lavorativo dei soggetti svantaggiati

Dettagli

Repertorio n. CONVENZIONE PER LA CESSIONE IN PROPRIETA DI AREA P.E.E.P. GIA CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI ROCCASTRADA (Provincia di Grosseto) L anno duemila il giorno

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

Comune di Sant'Agata sul Santerno

Comune di Sant'Agata sul Santerno CdC CDR009 RESP. SEGRETERIA GENERALE PROGETTO RPP: AREA SERVIZI GENERALI RESPONSABILE: RAMBELLI STEFANO 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie Area Servizi Generali 1 UFFICIO SEGRETERIA

Dettagli

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008

B I L A NC I O DI PR E V I SI ONE 2008 T itolo 1 Spese correnti 01 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di con-trollo 01. 04 Gestione delle entrate tributarie e servizi fiscali 01. 01. 04. 01 Personale 01. 01. 04. 03 Prestazioni

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping)

Art. 11 Studio di Impatto Ambientale (S.I.A.) Art. 12 Definizione dei contenuti del S.I.A. (scoping) LEGGE REGIONALE 18 maggio 1999, n. 9 DISCIPLINA DELLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE DELL'IMPATTO AMBIENTALE Testo coordinato con le modifiche apportate da: L.R. 16 novembre 2000 n. 35 Titolo III PROCEDURA DI

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 404 PARTE PRIMA L E G G I - R E G O L A M E N T I DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Art. 2 (Finalità) 1. La Regione con la promozione della progettazione di qualità ed il ricorso alle procedure concorsuali,

Dettagli

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che

dello dei E DEI Stato Sta tale dell per CF Mini e dei cotra Via 69, per delle che , con zzetta dest 63, ), ha per 147, che dest per il euro che A LLEGATO Min nistero delle Infrastrutture e dei Trasporti DIPARTIMENTO PER LE INFRASTRUTTURE, I SERVIZI INFORMATIVI E STATISTICI DIREZIONE GENERALE EDILIZIA STATALE E INTERVENTI SPECIALI CONVENZIONE TRA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE DELL ELENCO DI CITTADINI A CUI PRIORITARIAMENTE DEVONO ESSERE CEDUTI GLI ALLOGGI RESIDENZIALI NELLE AREE PREVISTE DAL P.R.G., NEL CAPOLUOGO E NELLE FRAZIONI. Approvato con

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI

Comune di Cotignola ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - PROGETTO RPP: RESPONSABILE: UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI CdC ATTIVITA' ORDINARIE 2013 - CDR005 PROGETTO RPP: RESPONSABILE: RESP. COMUNICAZIONE UFFICIO URP - SPORTELLO POLIFUNZIONALE BARBERINI GIOVANNI 100 Miglioramento e razionalizzazione attività ordinarie

Dettagli

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE

Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Condono Edilizio ROMA CAPITALE ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici Ufficio Condono Edilizio Ufficio Diritto di Accesso Agli Atti Mod. 10/E (10.06.2013 )

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI

COMUNE DI ROTTOFRENO Provincia di Piacenza SETTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: SE UFFICIO: COMMERCIO cod: ELENCO DEI PROCEDIMENTI rev.0 -data:pagina 1 di 10 TTORE: SVILUPPO ECONOMICO cod: 01 COM 1- Esercizio di vicinato: (Sup di vendita fino a 250 mq.) apertura, trasferimento di sede, ampliamento della superficie, subentro, cessazione,

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE

REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE REGOLAMENTO PER LA LOCAZIONE E CONCESSIONE IN USO DI LOCALI ED IMMOBILI COMUNALI DEL PATRIMONIO DISPONIBILE Approvato dal Consiglio Comunale nella seduta del 13 maggio 2013 - Delibera n. 35 INDICE: Articolo

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2013 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 203 Funzion Servizi. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizi 0. 02 Segreteria generale,personale e organizzazione Servizi 0. 03

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11

SEZIONE I LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 SEZIONE I 12.4.2006 - BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE TOSCANA - N. 11 LEGGI E REGOLAMENTI REGIONALI LEGGE REGIONALE 3 aprile 2006, n. 12 Norme in materia di polizia comunale. IL CONSIGLIO REGIONALE

Dettagli

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8

TABELLA B. RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 TABELLA B RISORSE INFRASTRUTTURALI E LOGISTICHE di cui all art. 8 1 B1) Disponibilità dei locali B1.1) Scansione del documento di disponibilità esclusiva dei locali della sede operativa per almeno tre

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013

LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 LEGGE REGIONALE N. 15 DEL 30 OTTOBRE 2013 DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SOCIETA PARTECIPATE DALLA REGIONE CAMPANIA DEL POLO SVILUPPO, RICERCA E I.C.T. IL CONSIGLIO REGIONALE ha approvato

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009

RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 2009 RIEPILOGO GENERALE DELLE SPESE 009 Funzion 9 0 3 Servizio. Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 0 Segreteria

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI

Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Comune di Pistoia REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PATROCINI O ALTRE UTILITA' ECONOMICHE A SOGGETTI RICHIEDENTI Approvato con Deliberazione consiliare n 94 del 21 giugno 2004 INDICE Articolo

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E DI FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA S U E Settore URBANISTICA ED EDILIZIA PRIVATA Febbraio 2013 TITOLO I PRINCIPI GENERALI... 3 Art. 1 Definizioni... 3

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it

TARZIA SALVATORE. s.tarzia@regcal.it C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O INFORMAZIONI PERSONALI Nome TARZIA SALVATORE Telefono 0961 857310 Fax 0961 857279 E mail s.tarzia@regcal.it Nazionalità Luogo di Nascita Data di

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO

DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO DIREZIONE URBANISTICA SERVIZIO Edilizia Privata, DISCIPLINA DI SALVAGUARDIA DEL REGOLAMENTO URBANISTICO ADOTTATO Deliberazione Consiglio Comunale n. 13/2014 SCHEDA INFORMATIVA Aprile 2014 In data 25 marzo

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n.

TRA. REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato alla sottoscrizione del presente atto a seguito di deliberazione della Giunta regionale n. PROTOCOLLO D INTESA PER LO SMOBILIZZO DEI CREDITI DEI SOGGETTI DEL TERZO SETTORE NEI CONFRONTI DEGLI ENTI LOCALI E DEL SERVIZIO SANITARIO DELLA TOSCANA TRA REGIONE TOSCANA (C.fisc. in persona di autorizzato

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO

COMUNE DI MONTOPOLI IN VAL D'ARNO Paragrafo 1a D ATI GENERALI (singoli professionisti) Cognome e nome Comune di nascita Comune di Residenza Codice Fiscale Data Indirizzo Partita IVA Titolo di Studio Iscritto all'ordine/collegio Provincia

Dettagli

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33

PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Settore Segreteria e Direzione generale Ufficio Trasparenza e Comunicazione PROGRAMMA PER LA TRASPARENZA DECRETO LEGISLATIVO 14 MARZO 2013 N. 33 Relazione anno 2014 a cura del Segretario Generale e della

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2013

CONTO DEL BILANCIO 2013 CONTO DEL BILANCIO 03 IMPEGNI PER SPESE CORRENTI I N T E R V E N T I C O R R E N T I Personale Acquisto di beni di Consumo e/o di Materie Prime Prestazioni di servizi Utilizzo di Beni di terzi Trasferimenti

Dettagli

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres.

L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26. DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. L.R. 15/2014, art. 9, c. 29 B.U.R. 4/3/2015, n. 9 L.R. 13/2014, art. 26 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REGIONE 18 febbraio 2015, n. 036/Pres. Regolamento attuativo dell articolo 9, commi da 26 a 34 della

Dettagli

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici

Anagrafe, Stato Civile, Elettorale. n. 5 monitor n. 3 stampanti laser di rete n. 3 stampanti ad aghi n. 1 calcolatrice n. 3 apparecchi telefonici Indicazione delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell automazione dell ufficio Segreteria SS.DD. - Affari Generali Anagrafe, Stato Civile, Elettorale Segreteria,

Dettagli

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI

SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA DELL AMMINISTRAZIONE QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI SCHEDA 1: PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE AAAA/AAAA QUADRO DELLE RISORSE DISPONIBILI TIPOLOGIE RISORSE Entrate aventi destinazione vincolata per legge Entrate acquisite mediante contrazione di

Dettagli

ELENA. European Local Energy Assistance

ELENA. European Local Energy Assistance ELENA European Local Energy Assistance SOMMARIO 1. Obiettivo 2. Budget 3. Beneficiari 4. Azioni finanziabili 5. Come partecipare 6. Criteri di selezione 7. Contatti OBIETTIVI La Commissione europea e la

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE

LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE 6 PARTE PRIMA LEGGI - REGOLAMENTI - DECRETI - ATTI DELLA REGIONE Sezione I LEGGI REGIONALI LEGGE REGIONALE 17 settembre 2013, n. 16. Norme in materia di prevenzione delle cadute dall alto. Il Consiglio

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

L anno duemila il giorno del mese di TRA

L anno duemila il giorno del mese di TRA CONVENZIONE PER LA GESTIONE IN FORMA ASSOCIATA DELLE FUNZIONI CATASTALI DI CUI ALL ART. 3, COMMA 2, lett. A), D.P.C.M. 14 GIUGNO 2007 (OPZIONE DI 1 LIVELLO). L anno duemila il giorno del mese di TRA 1.

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO

II - COMPETENZE DELLA REGIONE E DEGLI ENTI LOCALI IN MATERIA DI TUTELA DELL'AMBIENTE DALL'INQUINAMENTO ACUSTICO Legge Regionale n 12 del 20/03/1998 Disposizioni in materia di inquinamento acustico emanata da: Regione Liguria e pubblicata su: Bollettino. Uff. Regione n 6 del 15/04/1998

Dettagli

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito

RISOLUZIONE N. 69/E. Quesito RISOLUZIONE N. 69/E Roma, 16 ottobre 2013 Direzione Centrale Normativa OGGETTO: Consulenza giuridica Art. 2, comma 5, d.l. 25 giugno 2008, n. 112 IVA - Aliquota agevolata - Opere di urbanizzazione primaria

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA

PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA PROTOCOLLO D INTESA RELATIVO ALLE MODALITA E TEMPI DI RIVERSAMENTO DEL TRIBUTO PER L ESERCIZIO DELLE FUNZIONI AMBIENTALI (TEFA) TRA L Amministrazione Città metropolitana di Roma Capitale, con sede in Roma,

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE

FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE REGOLAMENTO DELLA STRUTTURA DI PROTEZIONE CIVILE FEDERAZIONE ITALIANA NUOTO (F.I.N.) - ASSOCIAZIONE NAZIONALE DI VOLONTARIATO DI PROTEZIONE CIVILE Premessa La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento di Protezione Civile, in base alla Legge

Dettagli

I.U.C. Imposta Unica Comunale

I.U.C. Imposta Unica Comunale COMUNE DI MARCON I.U.C. Imposta Unica Comunale Con la Legge n. 147/2013 (Legge di stabilità 2014) è stata istituita a decorrere dal 01/01/2014 l Imposta Unica Comunale (IUC). L imposta unica comunale (IUC)

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO

COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO COMUNE DI SCARNAFIGI PROVINCIA DI CUNEO OGGETTO : PIANO ESECUTIVO CONVENZIONATO PER L AREA D1 DELLA ZONA P1.8 DEL P.R.G.C. RIF. CATASTALI : FOGLIO 26 MAPP.NN.232(ex36/a), 233(ex37/a, 112, 130, 136, 171,

Dettagli

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015

Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria. Roma, 18 marzo 2015 Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria Audizione del Direttore dell Agenzia del Demanio Roma, 18 marzo 2015 Indice Audizione presso la Commissione Parlamentare di Vigilanza sull

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014

Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Circolare n. 64 del 15 gennaio 2014 Ordinativo informatico locale - Revisione e normalizzazione del protocollo sulle regole tecniche ed obbligatorietà dell utilizzo nei servizi di tesoreria PREMESSA L

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

CONTO DEL BILANCIO 2012

CONTO DEL BILANCIO 2012 CONTO DEL BILANCIO 0 9 0 3 Funzion 0 Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo Servizio 0. 0 Organi istituzionali, partecipazione e decentramento 7.640,44 750,00 8.66,48 5.343,90

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n.

Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. Premesso che: - con decreto del Direttore regionale delle foreste e dei parchi, ora Direzione centrale risorse rurali, agroalimentari e forestali, n. 613 di data 12 novembre 1992 è stata affidata in concessione

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO IMMEDIATAMENTE ESEGUIBILE Deliberazione n. 217 del 14/11/2013 VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO CESSIONE IN PROPRIETÀ DI AREA GIÀ CONCESSA IN DIRITTO DI SUPERFICIE NELL AMBITO DEL

Dettagli

attività regolamentate BOVELACCI ANNELISA 50,00% -5,00% 45,00%

attività regolamentate BOVELACCI ANNELISA 50,00% -5,00% 45,00% Modifiche alle risorse umane rispetto il Piano Performance 2013 vers.1 approvato con Delibera di Giunta Camerale n. 15 del 31/01/2013 Tabella A) Codice Descrizione Nominativo Perc. Var. Totale 3.4.1.1

Dettagli

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE

INCENTIVI PER ATTIVITA DI PROGETTAZIONE E DI PIANIFICAZIONE II Commissario delegato per la ricostruzione - Presidente della Regione Abruzzo STRUTTURA TECNICA DI MISSIONE Azioni di supporto ai Comuni colpiti dal sisma del 6 aprile 2009 INCENTIVI PER ATTIVITA DI

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali

Regolamento per l assegnazione dei contributi per edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi e per centri civici e sociali Regolamento per l assegnazione dei contributi per "edifici di culto ed altri edifici per servizi religiosi" e per "centri civici e sociali attrezzature culturali e sanitarie." (Deliberazioni del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI ROVELLASCA

COMUNE DI ROVELLASCA COMUNE DI ROVELLASCA Provincia di COMO REGOLAMENTO SERVIZIO DI VOLONTARIATO CIVICO COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 5 del 13.04.2015 Ripubblicato all Albo pretorio dal 13.05.2015 al 28.05.2015

Dettagli

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013

LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM 07.08.2013. Siena, 10 maggio 2013 Ministero dell Interno Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile Comando Provinciale Vigili del fuoco SIENA "Noctu et Die Vigilantes" LA NUOVA PREVENZIONE INCENDI DM

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7

Allegato A al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE In Atto Art. 1) Ai sensi della Legge 7 Allegato "A" al N. 67357/8101 di repertorio Milano il 10.02.2009 STATUTO DELL ASSOCIAZIONE CULTURALE "In Atto" Art. 1) Ai sensi della Legge 7 dicembre 2000, n. 383 e delle norme del codice civile in tema

Dettagli