Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano"

Transcript

1 N /05 RGPM Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano PROVVEDIMENTO DI ISCRIZIONE O AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE NOTIZIE DI REATO ~ art. 335 c.p.p. ~ Il Pubblico Ministero visti gli atti e particolarmente la nota del 28 novembre 2007, n /TMC/l /\ di protocollo del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano, documento che espone i risultati delle indagini delegate da questo Ufficio congiuntamente al detto Nucleo di P.T. ed altresì al Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza, terzo Gruppo di Sezioni; Rilevato che alla stregua delle indagini compiute emerge che il reato di aggiotaggio ex art. 110, 81 cpv. c.p., 185 TUF connesso al tentativo di scalata condotto da UnipoI per acquisire il controllo di BNL nel corso del 2005, commessq in Milano tra il maggiqed il 18 luglio fino ad oggi iscritto nei confronti degli indagati Giovanni Consorte, Ivano Sacchetti, Carlo Cimbri, Giampiero Fiorani e Gianfranco Boni, generalizzati in atti - deve essere iscritto anche nei confronti dei soggetti che hanno apportato un contributo consapevole ed effettivo affiancando UnipoI nel tentativo di scalata DISPONE iscriversi al registro delle notizie di reato le persone sotto indicate per il reato p. e p. dagli artt. 110,81 cpv. c.p., 185 D. L.vo n. 58 del 1998 (Testo Unico Finanziario), commesso in Milano tra ilio maggio ed il 18 luglio ) Guido Leoni, nato a Reggio Emilia il 17 aprile 1940; 2) Giovanni Zonin nato a Gambellara (VI) il 15 gennaio 1938; 3) Divo Gronchi, nato a Pisa il 21 gennaio 1939; 4) Giovanni Alberto Berneschi, nato a Genova il 25 maggio 1937; 5) Emilio Gnutti, nato a Brescia il 6 agosto 1947; 6) Mario Zucchelli, nato a Castelfranco Emilia (MO) il 23 gennaio 1946; -->; 7) Fabrizio G,!llone, nato a Vische (TO) il 28 dicembre 1939; 8) Alessandro Ghibellini, nato a Genova il 15 ottobre 1947; 9) Pierluigi Stefanini, nato a Sant'Agata Bolognese (BO) il 28 giugno 1943; lo) Luigi Grasso, nato a Roma il4 maggio 1965; 11) Luigi De Vecchi, nato a Roma il giorno lo novembre 1964; 12) Marco Mazzucchelli, nato a Milano il 30 dicembre 1962; 13) Marcellino Gavio, nato a Castelnuovo Scrivia (AL) il giorno Il aprile 1932; 14) Alvaro Pascotto, nato a Roma 1'8 marzo 1939, 15) Filippo De Nicolais, da identificare;

2 Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano fòglio nr. 2 16) Raphael Gil Alberti, da identificare; 17) Antonio Fazio, nato a Alvito (FR) il giorno Il ottobre 1936; 18) Francesco Maria Frasca, nato a Roma il giorno 8 settembre 1943; 19) Francesco Gaetano Caltagirone, nato a Roma il 2 marzo 1943; 20) Stefano Ricucci, nato a Roma il giorno mll ottobre 1962; 21) Danilo Coppola, nato a Roma il25 maggio 1967; 22) Giuseppe Statuto, nato a Aversa (CE) il26 febbraio 1967; 23) Vito Bonsignore, nato a Bronte (CT) il 3 luglio 1943; ), 24) Ettore Lonati, nato a Botticino Sera (BS) il giorno 8 giugno 1938; 25) Tiberio Lonati, nato a Botticino Sera (BS) il 27 giugno 1944; 26) Giulio Grazioli, nato a Roma il IO giugno RILEVATO ALTRESì Che a seguito della recente sentenza della Corte Costituzionale le intercettazioni "casuali" intervenute tra l'indagato Giovanni Consorte ed alcuni esponenti parlamentari sono utilizzabili nei suoi confronti Che, ancora, emerge che lo stesso Consorte ha violato l'art c.c. ostacolando l'attività di vigilanza della Consob iscriversi nei confronti di Giovanni Consorte DISPONE il reato ex artt. 81 cpv. c.p., 184 comma 11ett. b), o. L.vo n. 58 del 1998 (Testo Unico Finanziario), accertato in Milano nel corso del 2007 il reato p. e p. dagli artt. 81 cpv. c.p., 2638 commi 1 e 2 c.c.. Commesso in Roma il 23 il 23 maggio MANDA alla segreteria per gli adempimenti di competenza. Milano, 14 dicembre 2007.

3 N /05 R.G.N.R. mod Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano PROVVEDIMENTO DI ISCRIZIONE E AGGIORNAMENTO DEGLI ILLECITI AMMINISTRATIVI DIPENDENTI DA REATO DEGLI ENTI ~ art. 335 cpp. e 55 D.Lgs n ~ Il Pubblico Ministero visti gli atti del procedimento in epigrafe indicato e particolarmente la nota del 28 novembre 2007, n /TMC/l/\ di protocollo del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Milano, documento che espone i risultati delle indagini delegate da questo Ufficio congiuntamente al detto Nucleo di P.T. ed altresì al Nucleo Speciale di Polizia Valutaria della Guardia di Finanza, terzo Gruppo di Sezioni; Rilevato che alla stregua delle indagini compiute emerge che il reato di manipolazione del mercato ex artt. 110,81 cpv. c.p., 185 TUF connesso al tentativo di scalata condotto da Unipol per acquisire il controllo di BNL nel corso del 2005, commesso in Milano tra il maggio ed il ]8 luglio è presupposto rispetto alla responsabilità ex artt. 5 comma l lettera a) e 25 sexies D. Lgs , DISPONE iscriversi al registro delle notizie di reato per il reato p. e p. dagli artt. 110, 81 cpv. c.p., 185 D. L.vo n. 58 del 1998 (Testo Unico Finanziario), commesso in Milano tra il 10 maggio ed il ]8 luglio 2005 con riferimento agli artt. 5 comma l lettera a) e 25 sexies D. Lgs , le società sotto indicate: l. COMPAGNIA ASSICURATRICE UNIPOL SPA, P.I.: , con sede 111 Bologna, via Stalingrado 45 - Rappresentante: Stefanini Pierluigi (STFPLG53H28Il91 K) 2. COOP ESTENSE S.C., P.I.: 00] , con sede in Modena viale Virgilio, 20 Rappresentante: Zucchelli Mario (ZCCMRA46A23C107Q) 3. NOVA COOP S.C., P.I.: , con sede in Galliate (NO), via Trieste 104 Rappresentante: Dalle Rive Ernesto (DLLRST60T02L219M) 4. TALEA SOCIETA' DI GESTIONE IMMOBILIARE SPA, P.I.: con sede in Savona via Francesco Baracca l R - Rappresentante: Ghibellini Alessandro (GHBLSN47R15D969R)

4 ca Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano 2r)/..jt;'g Qq4 lo r._ 5. COOP ADRIATICA SOc. COOP. ARL : P.I.: con sede in Castenaso (BO), Via Villanova Rappresentante: Coffari Gilberto (CFFGBR46H12A809U) 6. BANCA POPOLARE ITALIANA SOC.COOP. : P.I.: , con sede centrale e direzione generale in Lodi via Polenghi Lombardo 13 - Rappresentante: Giarda Dino Piero Mario (GRDDPR36T09F205D) 7. BANCA CARIGE SPA - CASSA DI RISPARMIO DI GENOVA E IMPERIA (CARIGE) : P.I , con sede in Genova via Cassa di Risparmio, 15 Rappresentante: Berneschi Giovanni Albelio (BRNG1\ìN37L25D969E) 8. BANCA POPOLARE DI VICENZA SCPA : P.l.: , con sede in Vicenza via Btg. Framarin 18 - Rappresentante: Breganze Marino (BRGMRN47B25L840B) 9. BANCA POPOLARE DELL'EMILIA ROMAGNA SCRL (BPER) : P.I.: con sede in Modena via San Carlo 8/20 - Rappresentante: Marani Giovanni (MRNGNN38P21 D450C) 1O.HOPA S.p.A. : P.I.: , con sede in Brescia corso Zanardelli 32 Rappresentante: Gnutti Emilio (GNTMLE47M06B 157E) 11. SOCIETA' INIZIATIVE AUTOSTRADALI E SERVIZI SPA - (SIAS) : P.l.: , con sede in Torino via Bonzanigo 22 - Rappresentante: Binasco Bruno (BNSBRN44M06L304Q) 12. NOMURA INTERNATIONAL PLC - Uffici in Italia: NOMURA ITALIA SIM S.p.A. Milano via Palestro DEUTSCHE BANK AG LONDON : - DEUTSCHE BANK Spa con sede sociale (' direzione generale in Milano piazza del Calendario CREDIT SUISSE FIRST BOSTON INTERNATIONAL, - CREDIT SUISSE ITALY SPA con sede in Milano via Santa Margherita nr. 3 MANDA alla segreteria per gli adempimenti di competenza. Milano, 18 dicembre IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA Luigi ORSI - Sosto,.

5 Nr /05 RGNRlMod. g Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Milano Milano, 15 dicembre 2007 AL NUCLEO DI POLIZIA TRIBUTARIA DELLA GUARDIA DI FINANZA DI MILANO Oggetto: Indagini preliminari nei confronti di Giovanni Consorte ed altri in relazione alla vicenda BNL-UNIPOL. Notifica all'indagato dell'invito a rendere interrogatorio. Prego notificare entro oggi l'invito in oggetto che trasmetto nel numero di copie necessario. Ringrazio per la collaborazione.

6 Nr /05 R.G. notizie di reato/mod.21 I l'. '; 'f CtJL,\ PrOCllra della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano INVITO PER LA PRESENTAZIONE DI PERSONA SOTTOPOSTA AD INDAGINI - art. 375 c.p.p. - Il Pubblico Ministero dotto Luigi Orsi, Eugenio Fusco, Giulia Perrotti, Sos1. Procuratore della Repubblica, visti gli atti del procedimento di cui in epigrafe nei confronti di: Giovanni Consorte ed altri INVITA Giovanni Consorte, n. a Chieti il 16 aprile 1948 difeso dagli avvocati Filippo Sgubbi del Foro di Bologna, con studio in Bologna via Santo Stefano n. 103, fax n e Giovanni Maria Dedola del Foro di Milano, con studio in Milano via Visconti di Modrone n. 8/6, fax n elettivamente domiciliato nello studio del primo in Bologna via Santo Stefano n. 103, fax n a presentarsi in qualità di persona sottoposta alle indagini per il predetto reato, giorno 19 dicembre 2007 ore 10,00 innanzi a questo P.M. in - Palazzo di Giustizia,, piano 4o, stanza 31, per essere sottoposto ad interrogatorio sui fatti per i quali si procede e precisamente A) del reato previsto e punito dagli artt. 110, 112 I comma n. I, 81 cpv. c.p. e 185 TUF perché in concorso con gli in.frascritti,, in più di cinque persone - ciascuno in ragione della condotta di seguito specificata - con più azioni esecutive di un medesimo disegno criminoso, promuovevano, conducevano e prendevano parte ad una scalata occulta al capitale della Banca Nazionale del Lavoro (BNL) intesa ad acquisire il controllo della banca ed a contrastare - in elusione della normativa che disciplina le offerte pubbliche di acquisto - l'offerta pubblica di scambio annunciata dal BBVA il 29 marzo 2005 (in relazione alla quale la Consob rilasciava nulla osta alla pubblicazione del documento di offèrta il 14 aprile 2005, la Banca d'italia rilasciava autorizzazione alla acquisizione il 13 maggio - con offerta superiore al 50% del capitale di BNL - ed il 10 giugno con offerta anche in.feriore al 50% del capitale di BNL), offerta promossa il 20 giugno 2005, compiendo atti di manipolazione nella forma degli "altri

7 artifici" e della diffusione di false notizie concretamente idonei a provocare una sensibile alterazione del prezzo dell 'azione ordinaria della BNL. In particolare: - dallo maggio al 15 luglio 2005, acquistavano di concerto e secondo un accordo mantenuto ignoto al mercato, pacchetti di azioni BNL nella misura complessiva esattamente necessaria e sufficiente a raggiungere quella quota azionaria (il 24,128%) del capitale di BNL che - sommata alla quota detenuta dai soci di BNL detti "contropattisti" (il 26,78%) - supera la maggioranza assoluta del capitale di BNL (attingendo il 50,908%) e specificamente: - Gianpiero Fiorani e Gianfranco Boni, amministratore delegato il primo e direttore fìnanziario il secondo di Banca Popolare Italiana Spa, tra il lo ed il 16 maggio 2005 facevano acquistare alla detta banca sul mercato telematico di Milano attraverso l'intermediario Centrosim di Milano, n azioni BNL, pari all '1,67% del capitale; - Guido Leoni, amministratore delegato della Banca Popolare dell 'Emilia Romagna, faceva acquistare "ai blocchi" il 17 maggio 2005 alla detta banca, su suggerimento di Fiorani e attraverso l'intermediario Centrosim, 1'1,97% del capitale di BNL, n azioni acquisite da Leonardo Capitai Fund; - Giovanni Zonin e Divo Gronchi, presidente ed amministratore delegato della Banca Popolare di Vicenza, facevano acquistare alla detta banca, complessive azioni BNL tra il 28 ed il 30 giugno acquisti ordinati da Cimbri all 'intermediario Euromobiliare Spa di Milano che li acquisiva "ai blocchi" daifondi GLG Partners LP e Compania Finanziera; - Giovanni Alberto Berneschi, presidente di Carige Spa, il 4 luglio 2005 facevano acquisire alla banca, su suggerimento di Consorte e Cimbri, n azioni BNL - ciò che portava la quota di Carige nel capitale di BNL all'1,47 % - vendutigli "ai blocchi" tramite /"intermediario Centrosim da Leo Venture Fund; - Consorte, Ivano Sacchetti e Carlo Cimbri, quali amministratori delegati i primi due e direttore generale il terzo di Unipol Spa, facevano acquistare ad Unipol (che fino al 23 maggio 2005 deteneva 1'1,97% del capitale di BNL) una quota complessiva di azioni che al 15 luglio 2005 raggiungeva il 14,9 %, quota conseguita mediante acquisti ufficiali laddove Unipol era autorizzata a detenere la quota e mediante acquisti condotti da fiduciari presso i quali venivano parcheggiate le quote che superavano le soglie autorizzate e specificamente: - il 23 maggio 2005 facevano acquistare al gruppo Unipol "ai blocchi" da Leonardo Capitai Fund n azioni BNL pari al 2,96% del capitale; lo stesso giorno chiedevano all 'intermediario Euromobiliare Spa di acquistare per conto di Unipol nr azioni BNL, pari all'1,87% del capitale, titoli acquisiti "ai blocchi" dai venditori Chenye Cap Fumi, K Cap K Offshr Ubs, Tisbury Gs, Glg Partners Lp e Leo Fund: - il 24 maggio 2005 chiedevano ad Euromobiliare Spa di vendere le n azioni BNL dette a Dresdner Kleinwort Benson che lo stesso giorno stipulava due contratti di opzione (call e put) con la Aurora Spa del gruppo Unipol avente scadenza 7giugno 2005;

8 il 25 maggio 2005 chiedevano a Bayerische Hypo und Vereinbank Ag (HVB) di acquistare "ai blocchi" presso Leonardo CapitaI Fund n azioni BNL pari ali '1,32% del capitale; - tra il 29 ed il 30 giugno chiedevano ad HVB di acquistare n azioni BNL (1,64% del capitale), a Dresner Kleinwort Ben.'ìOn di acquistare n di azioni BNL (0,82%), a Deutsche Bank London di acquistare n azioni BNL (2,48%), quali titoli le predette banche acquisivano "ai blocchi" presso Leo Fund, Glg Partners, Chenye Cap Fund, Compania Finanziera, Newmann Rag Fund, Tisbury; - il 30 maggio 2005 facevano acquistare al gruppo Unipol n azioni BNL (1,5% del capitale), titoli ceduti "ai blocchi" dal fondo Paulson & Co.; - il 31 maggio 2005 facevano acquistare ad Unipol azioni BNL (0,31 % del capitale), venditore "ai blocchi" Leonardo CapitaI Fund; - il 7 giugno 2005, esercitando i contratti derivati stipulati, facevano intestare ad Aurora ed Unipol le azioni parcheggiate il 24 e 25 maggio presso Dresder e HVB; l'1 luglio 2005 stipulavano con HBV, Dresner e Deutsche Bank London contratti di opzione relativi ai titoli da queste acquisiti tra il 29 ed il 30 maggio, con scadenza 18 luglio 2005; - il 15 luglio 2005 esercitavano le opzioni predette, facendo intestare ad Unipol le azioni BNL (4,96%) che acquistavano "ai blocchi "; - nel predetto arco temporale, mentre accrescevano la quota di Unipol nel capitale di BNL con le modalità sopra descritte, manifestavano al mercato l'intenzione di crescere nel capitale di BNL esclusivamente per "tutelare l'investimento nella BNL VITA SPA", società controllata di BNL della quale erano soci al 50%. Così con il comunicato del 16 maggio 2005 e nella risposta del 23 maggio 2005 alle richieste di chiarimenti formulate da Com'ob il 18 e 19 maggio 2005; ancora nei medesimi termini, con i comunicati del 6, 17 giugno e 20 giugno Utilizzavano detta fittizia e comunque non decisiva motivazione l'11 maggio 2005 nella richiesta a Banca d'italia di autorizzazione all'incremento della partecipazione in BNL dall' 1,97% al 9,99% ed in quella successiva per salire dal 10% al 15%; - nel medesimo arco temporale Consorte, Sacchetti e Cimbri e con il contributo di Fiorani: - da un lato negoziavano con i "contropattisti" Caltagirone, Ricucci, Statuto, Coppola, Bonsignore, Lonati e Grazioli, l'acquisto delle azioni BNL da questi detenute nell 'ambito di una trattativa che al 7 luglio 2005 già individuava in Unipol il reale acquirente,' - dall'altro, non essendo Unipol autorizzata a superare la soglia del 10% (sino al 15 luglio 2005) e del 15% (il 15 luglio) del capitale di BNL e non avendo essa i mezzi per lanciare immediatamente e da sola l'opa totalitaria, prendevano accordi con soggetti, disponibili ad intestarsi neli'interesse di Unipol le quote dei "contropattisti", e che si sarebbero palesati al mercato il 18 luglio 2005;

9 - in presenza di questa situazione, il 7 luglio 2005 i "contropattisti" ed Unipol concordavano e diramavano i seguenti comunicati: " si è tenuto in data odierna un incontro a Roma tra i propri rappresentanti e i membri del cosiddetto "contropatto". Oggetto dell 'incontro è stata la verifica circa la possibilità di definire accordi relativi alle partecipazioni rispettivamente possedute. L'incontro è stato di carattere interlocutorio e non ha portato alla defìnizione di alcuna intesa. " [comunicato Unipol]; "si è tenuta in data odierna una riunione informale del patto nella quale sono state esaminate le varie opzioni possibili in merito alla partecipazione in BNL. Al termine della riunione vi è stato un incontro con i rappresentanti di Unipol per verificare la possibilità di eventuali accordi. Tale incontro è stato di natura interlocutoria." [comunicato contropatto]; comunicati reticenti e non veritieri, redatti in violazione dell'art. 114 TUF perché non informavano il mercato di notizie (l'esistenza di un concerto tra Unipol, Banca Popolare Italiana, Banca Popolare dell 'Emilia Romagna, Banca Popolare di Vicenza e Carige già operante quanto meno dal 10 maggio 2005, gli accordi raggiunti con il "contropatto" e con i soggetti che nel! 'interesse di Unipol si impegnavano ad intestarsi le azioni dei "contropattisti" il 18 luglio 2005) "price sensitive" in quanto di carattere preciso, non già rese pubbliche, tali da poter influire in modo sensibile sui prezzi del titolo BNL e ciò tanto più in quanto in quel momento era in corso l'offerta pubblica di scambio promossa da BBVA, iniziativa il cui terminefìnale cadeva il 21 luglio 2005; il 18 luglio 2005 i contropattistiformalizzavano la vendita dei loro pacchetti di azioni BNL in favore dei seguenti acquirenti fiduciari che operavano per conto e nell'interesse di Unipol: - Hopa Spa. facente capo a Gnutti, acquistava il 4,99% di BNL da Michele Amari srl e Tikal Plaza, venditori facenti capo ai "contropattisti" Statuto e Coppola; - Talea Spa, presieduta da Ghibellini, Coop Estense, presieduta da Zucchelli, Nova Coop, presieduta da Gallone, Coop Adriatica, presieduta da Stefanini, acquistavano 1'1% ciascuno di BNL, venditore la Michele Amari srl facente i capo al "contropattista" Statuto; - Credit Suisse First Boston, in virtù di accordi negoziati con i dirigenti De Vecchi e Mazzucchelli, acquistava il 4,50% del capitale di BNL da Pianini Lavori Spa, Capitolium, Fin.ced, Compact Campania, Fincal 2000, soggetti facenti capo al "controppatista,. Caltagirone; - Nomura Bank, in virtù di accordi negoziati con il dirigenti Grasso, acquistava il 4,97% del capitale di BNL da Magiste Internationalfacente capo a Ricucci, Fincal 2000facente capo a Caltagirone e da So. Gen. Lux; - Deutsche Bank, in virtù di accordi stipulati con i dirigenti De Nicolais e Gil Alberti, acquistava il 4,99 % del capitale di BNL da Gefìp Holding Sa facente capo a Bonsignore, da Ettore e Tiberio Lonati, da Massimo Capuli e Michele Amari srl; -Banca Popolare dell'emilia Romagna, in virtù di accordi intervenuti con Leoni, acquistava 1'1.98% del capitale di BNL, venditori i.fratelli Lonati; - Banca Popolare di Vicenza, in virtù di accordi con il presidente Zonin e l'a.d. Gronchi, acquistava lo 0,35% del capitale di BNL, venditori Michele Amari srl e Tikal Plaza;

10 - Sias Spa, facente capo a Gavio, acquistava lo 0,50% del capitale di BNL, venditori Magiste International facente capo a Ricucci, i fratelli Lonati e BPL Suisse facente capo a Fiorani; - Pascotto, acquistava lo 0,50% del capitale di BNL da Leo Fund; lo stesso 18 luglio 2005 Unipol comunicava al mercato: di avere sottoscritto con Coop Adriatica, Coop Estense., Talea S.p.A., Nova Coop, Nomura International Plc, Banca Carige S.p.A. e Hopa S.p.A. un patto parasociale che detiene il 30,86% del capitale sociale ordinario di BNL; di avere sottoscritto con Credit Suisse First Boston International un altro accordo parasociale ed un accordo separato, disciplinante un 'opzione di acquisto a favore di Unipol e un 'opzione di vendita a favore di CSFB della partecipazione di CSFB in BNL pari al 4,18% e che potrebbe estendersi fino ad una partecipazione pari al 4,50%; di avere stipulato con Banca Popolare Italiana, Sias Spa., Banca Popolare Vicentina e con Alvaro Pascotto ulteriori accordi parasociali e disciplinanti, tra l'altro, la concessione, a favore di Unipol, di un diritto di acquistare le azioni BNL da essi detenute, rappresentanti complessivamente il 6,6% del capitale sociale della stessa BNL; di avere sottoscritto con Deutsche Bank AG London non già patti parasociali ma accordi in virtù dei quali Unipol ha acquistato da DBL opzioni "cali" esercitabili per un periodo di 6 mesi, la banca estera ha acquistato da Unipol opzioni "put" con scadenza a 3 anni sul 4,99% del capitale sociale di BNL e si è altresì impegnata a non conferire le azioni BNL in altre offerte pubbliche in quel momento in corso; Unipol comunicava altresì che la sottoscrizione degli accordi parasociali faceva sorgere l'obbligo solidale, in capo a Unipol ed agli altri stipulanti (esclusa Deutsche Bank, di promuovere un 'offerta pubblica di acquisto sulla totalità delle azioni ordinarie BNL, impegno che sarà adempiuto esclusivamente da Unipoi; - comunicato falso almeno sotto due aspetti: innanzitutto perché rappresentava come costituiti quel giorno i patti parasociali anzidetti; in secondo luogo perché non dava conto del fatto che anche Banca Popolare dell 'Emilia Romagna e Deutsche Bank erano partecipi del concerto occulto; condotta complessivamente istigata, promossa ed esecutivamente assecondata dal governatore della Banca d'italia Fazio e dal dirigente del medesimo Istituto Frasca i quali, in violazione dei doveri d'ufficio: o Fazio promuoveva l'idea della costituzione di una cordata italiana che contrastasse l'iniziativa di BBVA e ciò con indicazione specificamente rivolta a Fiorani e da questi coltivata nei contatti con Caltagirone e quindi con Consorte e Sacchetti; o Fazio e Frasca operavano per il rilascio delle autorizzazioni richieste da Unipol a salire prima al 10% e poi al 15%, operando con tempistica sollecitamente favorevole e aderendo ad una motivazione (la tutela della partecipazione BNL VITA) che sapevanofittizia e comunque non decisiva; o Ostacolavano e comunque rendevano meno agevole l'offerta pubblica di scambio promossa da BEVA, alla quale rilasciavano autorizzazione capziosamente vincolata al superamento del 50% del capitale di BNL e, a seguito della doglianza del richiedente, rilasciavano autorizzazione condizionata al superamento del 30% ma - ulteriore condizione idonea ad

11 indurre incertezza nell 'offerente e nel mercato - "assicurando stabilità alla gestione e garantendo la fluidità dei processi decisionali ". Condotte, tutte, concretamente idonee a provocare una sensibile alterazione del prezzo del titolo BNL. Fatti di manipolazione del mercato consumati in Milano tra il 10 maggio ed il 18 luglio B) del reato p. e p. dagli artt. 81 cpv. c.p., 2638 commi l e 2 c.c, perché in continuazione con i fatti di cui al capo che precede, quale amministratore delegato di Unipoi Spa, consapevolmente ostacolava le funzioni di vigilanza della Conso'b allorché nella risposta del 23 maggio 2005 alle richieste di chiarimenti formulate da Com'ob il 18 e 19 maggio 2005, negava che Unipoi stesse puntando ad una opa sul capitale di BNL e dichiarava che gli acquisti di azioni BNL in corso erano esclusivamente finalizzati a "tutelare l'investimento nella BNL VITA SPA", In Roma, il 23 maggio C) del reato p. e p. dagli artt. 81 cpv. c.p., 184 comma 1lett. b) TUF perché, con più azioni esecutive del medesimo disegno cnmmoso, essendo in possesso delle informazioni privilegiate di cui al capo che precede in ragione della sua qualità di amministratore delegato di Unipoi Spa, comunicava informazioni relative al tentativo di scalata, ali 'identità dei partecipanti, alle modalità tecniche e contrattuali, ai supporti finanziari utili e necessari per svolgere l'operazione e ciò faceva comunicando al telefono - al difuori del normale esercizio di lavoro, della professione, dellafunzionecon l'onorevole Fassino il 5, il, il 9 luglio 2005, con il senatore Latorre il 6, il 7, il 14, il 15 ed il 17 luglio Fatto accertato in Milano, a seguito del procedimento di richiesta di autorizzazione inoltrato al Parlamento italiano nel corso del con l'assistenza dei difensori di fiducia (fatta avvertenza a' sensi e per gli effetti di cui alla L n.217 che l'interessato potrà chiedere l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato qualora ricorrano le condizioni previste dalla citata legge e che, comunque, vi è obbligo di retribuzione del difensore nominato d'ufficio); visti gli artt 369 e 369 bis cpp INFORMA L'indagato che questo Ufficio sta procedendo ad indagini in ordine al predetto reato, laddove è stata qui depositata dalla Guardia di Finanza la nota 28 novembre 2007, che riassume le indagini sinora svolte. INVITA - qualora non si sia già provveduto - a dichiarare od eleggere domicilio nei modi di legge con avvertimento della sussistenza dell'obbligo di comunicare ogni mutamento del domicilio

12 dichiarato od eletto e che in caso di mancanza, insufficienza od inidoneità della dichiarazione o della elezione, le successive notificazioni verranno eseguite nel luogo in cui è stato notificato il presente atto. AVVISA che la difesa tecnica nel processo penale è obbligatoria; - che ciascun soggetto sottoposto ad indagini ha diritto di nominare non più di due difensori di fiducia la nomina dei quali è fatta con dichiarazione resa all'autorità procedente ovvero consegnata alla stessa da difensore o trasmessa con raccomandata; - che al difensore competono le facoltà e i diritti che la legge riconosce all'indagato a meno che essi siano riservati personalmente a quest'ultimo e che l'indagato ha le facoltà ed i diritti attribuiti dalla legge tra cui in particolare: di presentare memorie istanze, richieste e impugnazioni; ad ottenere l'assistenza di un interprete se straniero; a conferire con il difensore anche se detenuto; di ricevere avvisi e notificazioni; di togliere effetto, con espressa dichiarazione contraria, all'atto compiuto da difensore prima che, in relazione allo stesso sia intervenuto un provvedimento del giudice; di richiedere a proprie spese copia degli atti depositati; di presentare istanza di patteggiamento; di rendere dichiarazioni alla Polizia Giudiziaria ed al Pubblico Ministero; di presentare istanza di oblazione nei casi in cui è consentito dalla legge; di avere notizie sulle iscrizioni a suo carico; - che vi è obbligo di retribuzione del difensore nominato d'ufficio ove non sussistano le condizioni per accedere al patrocinio a spese dello Stato di cui al punto che segue, e che in caso di insolvenza si procederà ad esecuzione forzata; - che ai sensi e per gli effetti di cui alla L n. 217 potrà essere richiesta l'ammissione al patrocinio a spese dello Stato qualora ricorrano le condizioni previste dalla citata legge ed in particolare che secondo l'art. 3 della legge stessa: l. Può essere ammesso al patrocinio a!jpese dello Stato chi è titolare di un reddito imponibile ai fini dell'imposta personale sul reddito, risultante dall'ultima dichiarazione, non superiore a lire otto milioni nell'anno 1990 e dal 2000 a lire Se l'interessato convive con il coniuge o con altri familiari, il reddito ai fini del presente articolo è costituito dalla somma dei redditi conseguiti nel medesimo periodo da ogni componente della famiglia ivi compreso l'istante. In tal caso, i limiti indicati al comma l sono elevati di lire due milioni per ognuno dei familiari conviventi con l'interessato. 3. Ai fini della determinazione dei limiti di reddito indicati nel comma l si tiene conto anche dei redditi che per legge sono esenti dall'irpef o che sono soggetti a ritenuta alla fonte a titolo d'imposta, ovvero ad imposta sostitutiva. 4. Si tiene conto del solo reddito personale nei procedimenti in cui gli interessi del richiedente sono in conflitto con quelli degli altri componenti il nucleofamiliare con lui conviventi. Si notifichi all'indagato entro il 15 dicembre Manda alla Segreteria per gli adempimenti di competenza. Milano, 14 dicembre IL PROCURATORE DELLA REPUBBLICA ~ (d t. Luigi Orsi - S (do t

13 Il,I Nr /05 R.G.N.R. modo 21 A '. Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano Al Nucleo Speciale Polizia Valutaria III Gruppo di Sezioni Milano OGGETTO: Attività delegata di polizia giudiziaria Questo ufficio ha la necessità di acquisire elementi informativi circa la residenza e/o il domicilio in Italia di: - GRASSO Luigi, nato a Roma il 4 maggio 1965 e residente in Londra, Flat nr. 1 del nr. 21 Hyde Park Square. Pregasi pertanto di acquisire presso l'ufficio Anagrafe del Comune di Roma, ogni utile notizia afferente la detta persona fisica, nonché informazioni circa la residenza e/o domicilio di eventuali parenti e affini. Ringrazio IL PROCURA RE ELLA RE (dott. Luigi Orsi - Sost. BUCA

14 Il IIII Guardia di Finanza COMANDO NUCLEO SPECIALE POLIZIA VALUTARIA - III Gruppo - Sezione Tutela del Risparmio - Via G. B. Pirelli, Milano - Te! / Fax Nr. /IIIITR/4493 Schedo Milano, "" / _ OGGETTO: Procedimento penale n /05/R.G.N.R./Mod. 21. Trasmissione atti. ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE ORDINARIO DI =MILANO = (alla c.a. dei Sostt.- dotto L. ORSI, dott.ssa G. PERROTTI e dotto E. FUSCO) Si trasmette, in esecuzione della delega del a firma del dott. Luigi Orsi, sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale Ordinario di Milano, la documentazione acquisita presso l'ufficio anagrafe del Comune di Roma, afferente la residenza e/o il domicilio in Italia di Grasso Luigi, nonché informazioni circa la residenza e il domicilio di eventuali parenti e affini. 2. Si prega di voler restituire copia della presente munita degli estremi di ricevuta. IL COMANDANTE DEL NUCLEO SPECIALE (Col. t. ST Bruno Buratti) d'ordine IL COMANDANTE EL III GRUPPO DI SEZIONI (Ten. C Fabio Canziani ) ~v\

15 18/01/ :32 13DF LA F:USTICA F'AG DJ ROMA Servizi Demografici MOd. j 1\ (codice 2'1 -GRASSO LUIGI vivo a.i.r.e. da CARMELO e da GAZZANIGA IRIS nato il 04/05/1965 a ROMA (RM) a.tto N p. l s. A07 ;-;tnno 19SE, :iscritto ne:.~l cord.llne. di ROMA (RM) cjttadinan~a ITALIANA Gon.i l.lgp;\. to con GHASST GIOVANNA il 01./05/ a LOND.RA (GRAN BRETAGNA) atto N p. 2 s. C07 anno 1997 residente a LONDON (GRAN BRETAGNA) CAP (W2 2JR ) CONSOLA'1"O GENERALE D' ITAJJIA - LONDRA ~ GRAN BRETAGNA abit. in 21 HYDE?ARK SQUA.H.E) FLAT l iscritto in questa anagr3fe dalla nascit~ emigrato il 23/11/1992 a LONDRA (GRAN BRETAGNA) prqt. am iscritto all'a.i.r.e. dal 19/11/19R6 per ESPATRIO E/O RESiDENZA ALLI ESTERO possiede c~rta d'identita' n. ANR MUN. XII rilasciata dal Comune di ROMA in da.ta 15/1/2007 valida. P <'H" l! espa.trio CAR'I'A VA1,IDA NON ESISTE OS~'A'l'IVA RILASCIO CARTA D l IDENTITA t VALIDA PER 1, t ESPATRIO non possiede lih~etto di lavoro cod.inrl.oe cod.fam.35d12491 co0.3nd.cng eod.fis. GRSLGU65E04H501S Cnd.AIRE Rn!l1a,,18/1/200P,

16 18/01/ :32 RO.M..A Servizi Demografici F'AI; 04 Moci, 11\ (codlc82) - GRASSO CARMELO vivo resjdente da SANTI e da CAIZZONE ANGELA nato il lo/oz/lq33 a BARCELLONA POZZO I)T GOTTO (ME) atto N p. 1 anno 1933 isn'itto ngl ComlJne di BARr:B~LLONA pozzo Dr GOTTO (ME) cittadinanza ITALTANA con i llg::-t te) con GAZZANIGA IRI~\ il 21/09/1964 a ROMA (RM) atto N p Ao2 anno 1964 ab.i I;..in VIA EUFRA'J'E N. 3 se. A PI.1 IN. 'I. TTlun:ì. (: j TI i o 12, resj.d(~nt('j dal 26/0:3/1960 provo da BARCE1,LONA P07.'.7.0 DI GO'r'rO (ME) possiede carta d'identita' n. AM6508R53 MUN. XII rilasciata dal CnmUDe di ROMA in data 1/7/2005 valida per l'esp~trio CARTA VALIDA NON ESISTE OS'T'ATT.ìTA RILASCIO CARTA D t TI)EN 'l' I 'T'A ' VA.T.IDA PER L' ESPATR lo non possiede J.ibretto di lavoro Libretto Pensione n CatAgoria LIBR.PEN.DIRETTA Ente Erogatore ì:>-iin. TESORO 1ST. PREV. cod.ind.oaobg082 cod.fam cod.ind.cng.oa Cod.Fis. GRSCML33BIOA638U Rorna,18/1/2008

17 18/81/ :32 DE22'3::::e::::DB 13DF LA PU~;TICA MOli. 1 Il (codice 2) Servizi Demografici - GAZZANIGA IRIS viva resid81ltp da LUIGI e da MARCHI ANGELA nata il 28;04/1941 a ROMA (RH) atto N p. l s. A anno 1941 J~.,:;cri tto nel COTnll,n(-'.' di ROHA (RH.) cittadinan~a ITALIANA coniug~t~ con GRASSO CARMELO il 21/09/1964 a ROMA (RM) atto N p. 2 s, A02 anno 1964 abito in VIA GIULIA N.il6 se.e PI.3 IN.5 municipio 01 residente dalla nasçi ta possiede carta d'identita' n. AKB MUN. XII rilasciata dal Comune di ROMA in data 9/9/2004 valida per l'espatrio CARTA VALIDA NON ESISTE OSTATIVA RJLASCIO CARTA D'IDENTITA' VALIDA PER I,'' :SPA'T'RIO non possiede libretto di lavoro Libretto Pensione n p Categoria LIBR.PEN.nIRETTA Ente Erogatore FERROVIE corl.ind.os cod.fam cod.ind.cng.or Cad.Fis. GZZRSI41D68H501G Rmna, 18/1/2OO8 l":.. '~. '... ~... tt E f-

18 18/01/ :32 ROMA. Servizi Demografici \I~j ''-/'' Com'.me di Roma MOcl, 1 A (codicp. 2) - GRASSO ANGELA viva residente da CARMELO e da GAZZANIGO IRIS nala il 30/11/1970 a ROMA (RH) atto N p. 1 s. A15 anno 1970 iscritto nel comune di ROMA (RH) cittadinanza ITALIANA NUBILE abito in VIA IRIS VERSARI N.192 Se.E PI.3 IN.? municipio 1.2 residente dalla nascita professione INSEGNANTE pos~i~d.(~ ca.rtl3. d'identjta' n. AK MUN. XJJ ri la.sc;,ia.ta. da.l Comune di ROMA in da. t;;" 14/1.0/2004 validi':!. per l'espa.trio CART.A VALIDA NON ESISTE OS'tA'l'IVA RILASCIO CARTA DI ID'ENTITA I VALIDA PER 1J' ESPATRIO possiede libretto di lavoro n rilasciato dal comune di ROMA in data 13/9/1994 cod.ind.oa cod.fam Cod. Fi,r;;. GRSNG1,70S70H501K Roma,.l8/1/2008

19 .. Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano - UFFICIO DEL P.M. DOTT. LUIGI ORSI VERBALE DELLE OPERAZIONI COMPIUTE L'anno 2007, addì 13 del mese di DICEMBRE, in Milano, presso la Procura della Repubblica di Milano stanza 447, viene redatto il presente verbale. VERBALIZZANTI M.a. SAMMITO Salvatore M.a. PALUMMIERI Leonardo PARTE CONSOB con sede in Via G.B. Martini n. 3 ROMA in questo atto rappresentata dalla dotto MAZZARELLA Maria nata il 10/ a Napoli nella sua qualità di responsabile dell 'ufficio OPA e assetti proprietari di CONSOB FATTO In data odierna, alle ore Il :30, i sottoscritti Ufficiali di p.g. su disposizioni impartite verbalmente dal Sost. Proc. Dott. Luigi Orsi hanno provveduto a consegnare la sotto elencata documentazione nelle mani della dott.sa MAZZARELLA sopra generalizzata. In particolare si è provveduto alla consegna in copia di documentazione agli atti del p.p /05 richiesta dalla CONSOB con missiva n del : - Incidente probatorio innanzi al GIP dott.sa FORLEO dell'indagato Fiorani Gianpiero del (156 pagg. + copertina); Progetto dello studio Vitale e Associati datato ; Progetto dello studio Vitale e Associati relativo all'ipotesi di acquisizione di azioni BNL da parte di UNIPOL datato ; Progetto dello studio Vitale e Associati datato ; Verbale ex art. 351 cpp redatto in data nei confronti di Ivan SIMETOVIC quadro della EUROMOBILIARE SIM SpA; Verbale ex art. 351 cpp redatto in data nei confronti di Edward Giuseppe DUVAL funzionario della EUROMOBILIARE SIM SpA; Verbale ex art. 362 cpp redatto in data nei confronti Edward Giuseppe DUVAL; Verbale di interrogatorio dell'indagato Gianpiero Fiorani del ; Verbali di interrogatorio dell'indagato Gianfranco BONI del e del ; Si dà atto che in data odierna la CONSOB ha consegnato all'ufficio la documentazione richiamata nella missiva n dell' Le operazioni, così come sopra descritte, sono terminate alle ore 12:30 odierne. Fatto, letto e chiuso in data e luogo come sopra viene sottoscritto dai verbalizzanti e dalla parte alle ore 13: lo ~ ALZ~!,-,,/ ~_dn:q_ // / ",/ " ///' (' ~)-1- y t...sj-?~~ ~ ~ LA PARTE kc!-- kl\ f,~~

20 l.!,:121 \'I!i \'''l} \'i\,~j{ill, ~J! w., ; : 'i}"~"1 '{,l!~. jj'~')i'll{~:tt~i', J [AMANO] CONSOB C()\l\lI''lO\f NVION.I! l'. l'l R l i SI)([I' 1\ l U Hl W,,\ DIVISIONE CONSULENZA LEGALE Ufficio Rapporti con la Magistratura e Contenzioso (R~ferimenti da citare nella ris12osta) Protocollo: 7,,'/1')4 l L "+ C._( Procedimento: Nella risposta si prega riportare il codice destinatario sotto indicato. Cod. destinatario: Alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Milano Via Freguglia, n. l MILANO Alla c.a. dei Sostituti Procuratori Dott. Francesco Greco Dott. Luigi Orsi OGGETTO: Vicenda BNL - UNIPOL - Proc. peno 19195/05 R.G. N.R /05 RoGo GIP -,, Richiesta di informazioni e di documenti ex art. l 87-decies, comma 3, del d. 19s. no 58/1998. In relazione alla vicenda in oggetto, concernente il tentativo di "scalata" da parte di UNIPOL S.p.A alla Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. tra il 18 marzo e 18 luglio 2005, si comunica che, presso i competenti Uffici della scrivente Commissione, sono in corso accertamenti di vigilanza dai quali potrebbero emergere fatti configuranti un'ipotesi di manipolazione del mercato, ex art. 185 d. 19s. n. 58/1998 (TUF). In relazione a tanto, atteso che presso codesto Ufficio di Procura risulta pendente il proc. penale di cui all'oggetto, riguardante i medesimi fatti relativi alla vicenda BNL-UNIPOL, ai fini della prosecuzione dell'attività di vigilanza di competenza della scrivente Commissione, si chiede ai sensi dewart. 187-decies, comma 3 TUF, di voler trasmettere copia della seguente documentazione, citata nell'ordinanza emessa in data 20 luglio 2007 dal GIP, Dott.ssa Clementina Forleo, nell'ambito del menzionato procedimento penale: l) interrogatorio di Fiorani del lo giugno 2006 (cfr. pago 4 ordinanza); - 2) I progetto del consulente Vitale & Associati stilato il 31 marzo 2005 (cfr. pago 7 ordinanza); - 3) II progetto del consulente Vitale e Associati stilato il 17 maggio 2005 (cfr. pagg. 7 e 8 ordinanza); 4) III progetto del consulente Vitale & Associati stilato il 20 maggio 2005 (cfr. pago 8 ordinanza); 5) dichiarazioni degli opertatori Edward Giuseppe Duval e Ivan Simetovic di Euromobiliare SIM (cfr. pagg. 9 e lo ordinanza). (}Oil)('1 1\(;',l\.\'I,\(lJ~ \1\1\\''''11.; li[ ;;{}~-), -"~! l,' I!.l{) ', 5 (J( '; ';f! ~ '(.I" '

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14

PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 PROTOCOLLO SULLE MODALITÁ ATTUATIVE DELLA MESSA ALLA PROVA EX L. 67/14 Il Tribunale di Imperia, la Procura della Repubblica sede, l Ufficio Esecuzione Penale Esterna Sede di Imperia, l Ordine degli avvocati

Dettagli

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA

PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA PROCURA DELLA REPUBBLICA DI TORINO TRIBUNALE DI TORINO VADEMECUM PER L APPLICAZIONE NELLA FASE DELLE INDAGINI SOSPENSIONE CON MESSA ALLA PROVA (Elaborato a seguito delle disposizioni contenute nella L.

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ

BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ BREVI OSSERVAZIONI sul LAVORO DI PUBBLICA UTILITÀ Tra le modifiche introdotte nell agosto 2010 all art. 186, C.d.S., vi è anche l inserimento del nuovo comma 9 bis, che prevede l applicazione del lavoro

Dettagli

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno

Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno Repertorio n. 7885 Raccolta n. 5360 VERBALE DI RIUNIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE REPUBBLICA ITALIANA L'anno duemilaquindici, in questo giorno di martedì trenta del mese di giugno, alle ore 10 e

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto

3. Operazioni di compravendita effettuate dai manager (Internal dealing) Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Direttiva livello 1 Direttiva livello 2 TUF Regolamento Proposto Regolamento emittenti TITOLO II CAPO II SEZIONE IV Art. 87 (Comunicazioni dei capigruppo Comunicazioni delle operazioni di compravendita

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec...

Il sottoscritto... nato il.. a... in qualità di... dell impresa... con sede in... via. n. telefono...n. fax... indirizzo e-mail...pec... ALLEGATO A Istanza di inserimento nell Elenco operatori economici consultabile dall AGC 14 Trasporti e Viabilità Settore Demanio Marittimo Opere Marittime nelle procedure negoziate di cui all art. 125

Dettagli

"OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI

OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI "OPERAZIONI EFFETTUATE DA SOGGETTI RILEVANTI E DA PERSONE STRETTAMENTE LEGATE AD ESSI Ai sensi dell art. 114, comma 7, D. Lgs. 24 febbraio 1998, n. 58 e dal Regolamento Emittenti adottato dalla Consob

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell'art. 2 e dell'art. 6 delle disposizioni AIM Italia in tema di Parti Correlate del maggio 2012, nonché

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO

Procura della Repubblica presso il Tribunale di MILANO INFORMAZIONI GENERALI PER LA PERSONA INFORMATA SUI FATTI CITATA A COMPARIRE DAVANTI AL PUBBLICO MINISTERO Il decreto di citazione di persona informata sui fatti, per rendere sommarie informazioni testimoniali

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI

ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI ISTANZA PER L AMMISSIONE AL PATROCINIO A SPESE DELLO STATO PER PROCEDIMENTI CIVILI E AMMINISTRATIVI D.P.R. 30 maggio 2002 n. 115 T.U. delle disposizioni legislative regolamentari in materia di spese di

Dettagli

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48 comma 3 del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n. Iccrea Banca S.p.A. Istituto Centrale del Credito Cooperativo STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SU STRUMENTI FINANZIARI Documento redatto ai sensi dell art. 46 comma 1 e dell art. 48

Dettagli

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014.

Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014. Rivista scientifica bimestrale di Diritto Processuale Civile ISSN 2281-8693 Pubblicazione del 23.10.2014 La Nuova Procedura Civile, 6, 2014 Editrice Comitato scientifico: Elisabetta BERTACCHINI (Professore

Dettagli

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Consiglio di Stato. in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE N. 01133/2010 01471/2009 REG.DEC. REG.RIC. R E P U B B L I C A I T A L I A N A ha pronunciato la presente IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Sesta) DECISIONE

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE

CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE CONVENZIONE TRA LA SANTA SEDE E IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA IN MATERIA FISCALE La Santa Sede ed il Governo della Repubblica Italiana, qui di seguito denominati anche Parti contraenti; tenuto conto

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Perché AIM Italia? (1/2)

Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia Perché AIM Italia? (1/2) AIM Italia si ispira ad un esperienza di successo già presente sul mercato londinese Numero di società quotate su AIM: 1,597 Di cui internazionali: 329 Quotazioni su

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte.

N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO. Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte. N. 00244/2015 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte (Sezione Seconda) ha pronunciato la presente SENTENZA ex art. 60 cod. proc.

Dettagli

Ai Signori Segretari Regionali

Ai Signori Segretari Regionali Venezia, 14 GEN. 1993, prot. n. 313/SGP Oggetto: L. 7 agosto 1990, n. 241 Ai Signori Segretari Regionali Ai Signori Assistenti Alla Segreteria Generale Ai Signori Assistenti Alla Segreteria per il Territorio

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE

ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE ACCORDO TRA IL GOVERNO DELLA REPUBBLICA ITALIANA E IL GOVERNO DEL PRINCIPATO DI MONACO SULLO SCAMBIO DI INFORMAZIONI IN MATERIA FISCALE Articolo 1 Oggetto e Ambito di applicazione dell Accordo Le autorità

Dettagli

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ

CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD: MANUALE/FAQ A) ASPETTI GENERALI SU CONFCOMMERCIO MEMBERSHIP CARD na Carta di Credito TOP senza uguali sul mercato. Per gli Associati che non vorranno o non potranno avere

Dettagli

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche

Normativa FATCA. Clienti Persone Fisiche Copia per il cliente Normativa FATCA L acronimo FATCA (Foreign Account Tax Compliance Act) individua una normativa statunitense, volta a contrastare l evasione fiscale di contribuenti statunitensi all

Dettagli

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA

AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIA-ROMAGNA AGENZIA TERRITORIALE DELL EMILIAROMAGNA PER I SERVIZI IDRICI E RIFIUTI CAMB/2014/71 del 30 dicembre 2014 CONSIGLIO D AMBITO Oggetto: Proroga delle scadenze temporali previste dall'art. 12 del "Regolamento

Dettagli

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego

Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego Forme e termini del procedimento disciplinare nel pubblico impiego La riforma Brunetta, introdotta dal D.Lgs. 150/09, ha modificato profondamente il sistema disciplinare nel pubblico impiego, intervenendo

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE

PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 41 DEL 5 SETTEMBRE 2006 1 PARTE PRIMA ATTI DELLA REGIONE REGOLAMENTI DELLA GIUNTA REGIONALE REGOLAMENTO N. 2 del 31 luglio 2006 Regolamento per l accesso

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015

POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI. Versione 9.0 del 09/03/2015. Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 POLICY DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Versione 9.0 del 09/03/2015 Aggiornata dal CDA nella seduta del 30/03/2015 1 INDICE PREMESSA... 3 1. Significato di Best Execution... 3 2. I Fattori di

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02

Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Strategia di Trasmissione degli Ordini Versione n. 02 Approvata con delibera CdA del 04/09/ 09 Fornite ai sensi dell art. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob 16190/2007. LA NORMATIVA MIFID

Dettagli

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n.

TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA VERBALE DI UDIENZA REDATTO DA FONOREGISTRAZIONE. PAGINE VERBALE: n. . TRIBUNALE DI MILANO RITO COLLEGIALE SEZIONE I PENALE DOTT.SSA ICHINO GIOVANNA DOTT.SSA BERTOJA ANTONELLA DOTT.SSA RIZZARDI BRUNA Presidente Giudice a latere Giudice a latere VERBALE DI UDIENZA REDATTO

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo

Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo ALL. 1) Articolo 55 D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Elettorato passivo 1. Sono eleggibili a sindaco, presidente della provincia, consigliere comunale, provinciale e circoscrizionale gli elettori di un qualsiasi

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities

R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale italiana Sheet nr.1 for the Italian tax authorities R/GB-I/3 Esemplare n.1 per l'amministrazione fiscale Sheet nr.1 for the Italian tax authorities DOMANDA DI RIMBORSO PARZIALE-APPLICATION FOR PARTIAL REFUND * applicata sui canoni pagati da residenti dell'italia

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi

Regolamento per l'accesso agli atti amministrativi MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO LICEO GINNASIO STATALE "M. T. CICERONE" RMPC29000G Via Fontana Vecchia, 2 00044 FRASCATI tel. 06.9416530 fax 06.9417120 Cod.

Dettagli

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Documento di Sintesi - Documento adottato con delibera del Consiglio di Amministrazione del 07/07/ 2009 Ai sensi degli artt, 45-46-47-48 del Regolamento

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI

REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI REGOLAMENTO COMUNALE PER L'ACCESSO AGLI ATTI, AI DOCUMENTI E ALLE INFORMAZIONI Art. 1 Finalità ed ambito di applicazione Art. 2 Informazione e pubblicità Art. 3 Accesso ai documenti amministrativi Art.

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969).

Nel procedimento per la sospensione dell esecuzione del provvedimento impugnato (art. 5, L. 742/1969). Il commento 1. Premessa La sospensione feriale dei termini è prevista dall art. 1, co. 1, della L. 07/10/1969, n. 742 1, il quale dispone che: Il decorso dei termini processuali relativi alle giurisdizioni

Dettagli

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015)

DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) DDL 1345-S in materia di delitti ambientali. (Approvazione in Senato 4 marzo 2015) Il testo inserisce nel codice penale un nuovo titolo, dedicato ai delitti contro l'ambiente, all'interno del quale vengono

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO

DOCUMENTO INFORMATIVO DOCUMENTO INFORMATIVO Redatto ai sensi dell art. 5 del Regolamento approvato dalla Consob con Delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, e successive modificazioni PROROGA DELLA FIDEIUSSIONE DA PARTE DELL AZIONISTA

Dettagli

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust:

Sezione A1) da compilare in caso di società, ente anche pubblico, fondazione, trust: DICHIARAZIONE AI SENSI E PER GLI EFFETTI DEL D. LGS. N. 231 DEL 21 NOVEMBRE 2007 IN TEMA DI ANTIRICICLAGGIO MODULO DI IDENTIFICAZIONE E DI ADEGUATA VERIFICA DELLA CLIENTELA (AI SENSI DEGLI ARTT. 18 E 19

Dettagli

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR

DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Al Dirigente Scolastico DICHIARAZIONE AI FINI DELLA LIQUIDAZIONE DEL TFR Il/La sottoscritto/a Cognome: Nome: -C.F. Luogo di nascita: (Prov. )- data di nascita: Luogo di residenza -Prov. - C.A.P. Indirizzo:

Dettagli

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI

PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI PROCEDIMENTI RELATIVI AI REATI PREVISTI DALL ARTICOLO 96 DELLA COSTITUZIONE TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE... 3 TRASMISSIONE DI DECRETI DI ARCHIVIAZIONE PARZIALE... 5 DOMANDE DI AUTORIZZAZIONE

Dettagli

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi

Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari. Documento di Sintesi Strategia di Trasmissione degli Ordini su Strumenti Finanziari Documento di Sintesi Documento redatto ai sensi dell art. 48, comma 3, del Regolamento Intermediari adottato dalla CONSOB con delibera n.

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT

A A GUIDA ALL INTERPELLO WWW.AGENZIAENTRATE.IT L A G E N Z I A I N F O R M A A A DELLE ENTRATE AGENZIA GENZI DELLE ENTRATE Progetto grafico: FULVIO RONCHI UFFICIO RELAZIONI ESTERNE GUIDA ALL INTERPELLO COME OTTENERE DALL AGENZIA DELLE ENTRATE LA RISPOSTA

Dettagli

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE

MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI 20 ANNI SUONANO BENE 1. Soggetto promotore Società promotrice è il Consorzio Centro Nova con sede in

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO.

DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. 5 del consiglio di Amministrazione 242 Allegato A DEFINIZIONE DELLE COMPETENZE E DELLE MODALITA PER ACCERTAMENTO DELLA RESPONSABILITA DISCIPLINARE IN CAPO AI DIPENDENTI DELL ERSU DI CAMERINO. Art. 1 Oggetto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI

REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI REGOLAMENTO PER IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI DELL ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI TRENTO (Approvato con delibera del Consiglio in data 12 gennaio

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI

REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Allegato alla Deliberazione n. 1576 del 19/11/2012 REGOLAMENTO SUGLI ACCERTAMENTI DELLA IDONEITÀ/INIDONEITÀ PSICO-FISICA DEL PERSONALE DELLA ASL CAGLIARI Art. 1 OGGETTO E DESTINATARI Il presente regolamento

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro.

2. 1. Il datore di lavoro, imprenditore o non imprenditore, deve comunicare per iscritto il licenziamento al prestatore di lavoro. L. 15 luglio 1966, n. 604 (1). Norme sui licenziamenti individuali (2). (1) Pubblicata nella Gazz. Uff. 6 agosto 1966, n. 195. (2) Il comma 1 dell art. 1, D.Lgs. 1 dicembre 2009, n. 179, in combinato 1.

Dettagli

ha pronunciato la presente

ha pronunciato la presente N. 02866/2015REG.PROV.COLL. N. 10557/2014 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Consiglio di Stato in sede giurisdizionale (Sezione Quarta) ha pronunciato la presente SENTENZA sul

Dettagli

Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI"

Documento di sintesi STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Documento di sintesi "STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI" Documento del 1 aprile 2011 1 1 INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Fornite ai sensi degli

Dettagli

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario

L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario L ATTIVITA DI DIREZIONE E COORDINAMENTO. La pubblicità dei gruppi nella riforma del diritto societario Di Claudio Venturi Sommario: - 1. Premessa. 2. Ambito di applicazione. 3. Principi fondamentali. 3.1.

Dettagli

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari

Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Gennaio 2010 Stop press Disposizioni di vigilanza sulle partecipazioni detenibili dalle banche e dai gruppi bancari Introduzione In data 10 dicembre 2009, la Banca d'italia ha pubblicato un documento per

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI

REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI REGOLE DI ESECUZIONE DELLE ISTRUZIONI I. Disposizioni generali 1. Le presenti Regole di esecuzione delle istruzioni dei clienti riguardanti i contratti di compensazione delle differenze (CFD) e gli strumenti

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale)

CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI. Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) CODICE DI COMPORTAMENTO DEI DIPENDENTI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Art. 1 (Disposizioni di carattere generale) 1. I princìpi e i contenuti del presente codice costituiscono specificazioni esemplificative

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

COMUNE DI ABBIATEGRASSO

COMUNE DI ABBIATEGRASSO Delibera N. 35 del 14/02/2013 COMUNE DI ABBIATEGRASSO Verbale di Deliberazione della Giunta Comunale Oggetto: PROMOZIONE APPROFONDIMENTI SULL'EDILIZIA SOCIALE AI FINI DELL' AGGIORNAMENTO DEL P.G.T.. L'anno

Dettagli

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini -

- Politica in materia di esecuzione e trasmissione degli ordini - Unipol Banca S.p.A. Sede Legale e Direzione Generale: piazza della Costituzione, 2-40128 Bologna (Italia) tel. +39 051 3544111 - fax +39 051 3544100/101 Capitale sociale i.v. Euro 897.384.181 Registro

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI

TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI TRIBUNALE CIVILE DI SASSARI UFFICIO ESECUZIONI IMMOBILIARI Disposizioni generali in materia di espropriazione immobiliare Modalità di presentazione delle offerte e di svolgimento delle procedure di VENDITA

Dettagli

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI

INFORMAZIONI SULLA STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI SOCIETA COOPERATIVA Sede Legale in Viale Umberto I n. 4, 00060 Formello (Rm) Tel. 06/9014301 Fax 06/9089034 Cod.Fiscale 00721840585 Iscrizione Registro Imprese Roma e P.Iva 009260721002 Iscritta all Albo

Dettagli

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio

Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio Modalità di iscrizione nel registro delle imprese e nel REA dei soggetti esercitanti l attività di mediatore disciplinata dalla legge 3 febbraio 1989, n. 39, in attuazione degli articoli 73 e 80 del decreto

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI

DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI DOCUMENTO INFORMATIVO DI SINTESI SULLA STRATEGIA DI TRASMISSIONE E DI ESECUZIONE DEGLI ORDINI INFORMAZIONI GENERALI La Direttiva MIFID (2004/39/CE), relativa ai mercati degli strumenti finanziari, introduce

Dettagli

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini

Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Approvato dal CDA in data 28 luglio 2009 Informazioni sulla Strategia di esecuzione e trasmissione degli ordini Fornite ai sensi degli artt. 46 c. 1 e. 48 c. 3 del Regolamento Intermediari Delibera Consob

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli