Prospetti contabili 70 Note illustrative 75 Allegati 148 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 158 Relazione della Società di revisione 159

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Prospetti contabili 70 Note illustrative 75 Allegati 148 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 158 Relazione della Società di revisione 159"

Transcript

1 Esercizio 2009

2 Indice Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Caratteristiche professionali dei componenti il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 28 L economia e l evoluzione settoriale internazionale 30 Andamento economico e finanziario nel Andamento della gestione per Paese e per settore di attività 46 Progetto energia 56 Rapporti con parti correlate 57 Sistemi informativi 59 Sviluppo sostenibile 59 Progettazione, assistenza tecnica, ricerca e sviluppo 63 Innovazione 64 E-business 65 Vertenze e procedure in corso 66 Fatti di rilievo avvenuti dopo la chiusura dell esercizio 67 Evoluzione prevedibile della gestione 68 Bilancio consolidato Prospetti contabili 70 Note illustrative 75 Allegati 148 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 158 Relazione della Società di revisione 159 Bilancio Italcementi S.p.A. Relazione del Consiglio di amministrazione sulla gestione Risultati e fatti di rilievo nell esercizio 163 Fondazione Italcementi Cav. Lav. Carlo Pesenti 167 Rapporti con parti correlate 168 Ricerca e sviluppo 170 Risorse umane 170 Vertenze e procedure in corso 175 Andamento delle principali società controllate 175 Corporate governance 177 Piani di stock option 213 Deliberazione 225 Bilancio d esercizio Prospetti contabili 234 Note illustrative 239 Allegati 296 Attestazione ex art. 154-bis comma 5 TUF 302 Relazione del Collegio sindacale 303 Relazione della Società di revisione 307

3

4

5 Esercizio 2009 Italcementi S.p.A. Via G. Camozzi, Bergamo - Italia Capitale Sociale Registro delle Imprese di Bergamo Società soggetta all attività di direzione e coordinamento da parte di Italmobiliare S.p.A.

6

7 Lettera agli stakeholders Giampiero Pesenti Presidente Carlo Pesenti Consigliere Delegato Rigore, flessibilità e sviluppo Il 2009 è stato caratterizzato da una forte recessione mondiale dopo anni di crescita incontrastata dell economia. Il quadro per il 2010 non si profila, per il nostro settore di attività, con significativi segnali di cambiamento: la linea d orizzonte continua ad essere indefinita, la congiuntura continua ad essere caratterizzata da un alto grado di incertezza e volatilità nei paesi industrializzati mentre segnali di ripresa giungono da alcuni paesi emergenti. In un contesto economico particolarmente difficoltoso, il mercato, per sua natura, diventa vieppiù competitivo e il perseguimento di una sempre maggiore efficienza deve essere l elemento che caratterizza l azione del management di un grande gruppo industriale. Alla prima riunione dei dirigenti del Gruppo dopo l acquisizione di Ciment Français, oltre quindici anni fa, a Montecarlo, era il 94, il management elaborò lo slogan low cost producer quale parola d ordine per uscire dalla crisi dei primi anni Novanta e per ritrovare nuovo slancio verso la crescita. Tre anni dopo, nel 97, il Gruppo consolidava la propria visione strategica e rinveniva le risorse per una robusta espansione internazionale soprattutto nei paesi emergenti. A fine 2008, al manifestarsi di una crisi così profonda che alcuni osservatori definiscono epocale, è stato un movimento naturale per le donne e gli uomini di Italcementi ricompattarsi intorno a quella linea tracciata a Montecarlo. Oggi il Gruppo è molto più diversificato sotto il profilo dei mercati e più forte patrimonialmente rispetto ad allora, il management ha ormai salde esperienze internazionali, la governance si attesta ai più elevati livelli. Le condizioni interne, in un complesso scenario esterno, sono certamente più solide, ma quel low cost producer è rimasto e traccia ancora la nostra rotta. Non una visione conservativa, ma una visione che coniugando rigore e flessibilità, sappia trarre, dalla maggiore efficienza, le risorse per continuare un processo di crescita per linee interne e/o esterne, secondo un corretto equilibrio tra risorse finanziarie e sviluppo industriale. In quest ottica l anno passato è stato caratterizzato da: piani di efficienza che hanno determinato risparmi per circa 240 milioni di euro consentendo di confermare i margini operativi in rapporto ai minori volumi di vendita. Il Mol corrente sui ricavi è rimasto stabile al 19,4%; una scrupolosa gestione del circolante che ha contribuito al miglioramento del cash flow e quindi della posizione finanziaria netta (259 milioni di euro il saldo attivo rispetto a fine 2008); un consistente flusso di investimenti (742 milioni di euro) destinato in larga misura a migliorare ulteriormente l efficienza industriale del Gruppo attraverso la realizzazione di nuovi impianti. Quattro importanti progetti: negli Stati Uniti, in India, in Marocco e in Italia, a conferma dell impegno della società per lo sviluppo con uno sguardo attento al futuro. L impegno profuso nella conduzione del business caratterizza, di pari passo, anche la gestione dei parametri economici, sociali e ambientali della nostra responsabilità d impresa. La sostenibilità dello sviluppo, coniugata in una difficile congiuntura, costituisce il segno distintivo della nostra cultura d impresa che declina quotidianamente ogni rapporto con i nostri interlocutori all interno e all esterno del Gruppo. Una prospettiva di crescita nel lungo termine che si basa su un attenta valutazione e soddisfacimento dei bisogni reali di tutti gli stakeholders. L innovazione tecnologica e di prodotto, fattore chiave per una crescita competitiva e sostenibile, sarà sempre più orientata verso nuovi processi e prodotti a ridotto impatto ambientale, verso l uso più consapevole delle risorse naturali non rinnovabili e verso il continuo miglioramento delle condizioni di sicurezza sul lavoro. Crediamo nelle persone che lavorano nel nostro Gruppo impegnate con sacrificio e con passione nel tradurre, nella gestione quotidiana, il perseguimento di questi obiettivi. Il 2010 appare come un anno di difficile transizione che comporterà il mantenimento di un severo rigore gestionale, ma anche di un adeguato grado di flessibilità per saper cogliere le opportunità che si dovessero manifestare. 5

8 Organi sociali Consiglio di amministrazione (Scadenza: approvazione bilancio al ) Giampiero Pesenti 1 Presidente Pierfranco Barabani 1 Vice presidente operativo Carlo Pesenti 1-2 Consigliere delegato Alberto Bombassei 6 Alberto Clô Federico Falck 5-6 Pietro Ferrero 6 Danilo Gambirasi Karl Janjöri 4-6 Italo Lucchini 4 Emma Marcegaglia 6 Sebastiano Mazzoleni Yves René Nanot 1 Marco Piccinini Ettore Rossi 6-7 Attilio Rota Carlo Secchi 5-6 Emilio Zanetti 4-6 Paolo Santinoli 8 Segretario Collegio sindacale (Scadenza: approvazione bilancio al ) Sindaci effettivi Maria Martellini Mario Comana Luciana Gattinoni Sindaci supplenti Fabio Bombardieri Carlo Luigi Rossi Leonardo Cossu Giovanni Ferrario Carlo Bianchini Reconta Ernst & Young S.p.A. Presidente 1 Membro del Comitato esecutivo 2 Amministratore esecutivo incaricato di sovrintendere alla funzionalità del sistema di controllo interno 3 Lead independent director 4 Membro del Comitato per la remunerazione 5 Membro del Comitato per il controllo interno 6 Consigliere indipendente (ai sensi del Codice di autodisciplina) 7 Membro dell Organismo di vigilanza 8 Segretario del Comitato esecutivo Direttore generale Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari Società di revisione 6

9 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Caratteristiche professionali dei componenti il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale Consiglio di amministrazione Giampiero Pesenti Nato a Milano il 5 maggio 1931 Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Nel 1958 inizia la sua attività in Italcementi S.p.A., l'azienda di famiglia fondata nel 1864, nell ambito della Direzione Tecnica. Nel 1983 diventa Direttore Generale, nel 1984 Consigliere Delegato e dal 2004 ricopre la carica di Presidente di Italcementi S.p.A. Sempre nel 1984 assume la carica di Presidente-Consigliere Delegato di Italmobiliare S.p.A., la società holding che controlla Italcementi S.p.A., il Gruppo Sirap Gema, ed altre società finanziarie e bancarie. Ricopre, inoltre, la carica di consigliere di amministrazione di Pirelli & C. S.p.A., Mittel S.p.A., Allianz S.p.A., Compagnie Monegasque de Banque ed in altre società appartenenti al Gruppo Italmobiliare. Pierfranco Barabani Nato a Milano il 9 settembre 1936 Laurea in ingegneria civile - Politecnico di Milano Esercita la libera professione fino al 1970, anno in cui entra in Italcementi S.p.A. dove ricopre diversi incarichi: Assistente al Direttore Generale, Direttore Immobiliare, Direttore Centrale Affari Generali. Nel 1993 è nominato Direttore Generale della Società, incarico ricoperto fino al settembre Carlo Pesenti Nato a Milano il 30 marzo 1963 Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Master di Economia e management - Università Bocconi di Milano Inizia la sua attività nel gruppo Italcementi svolgendo un significativo training presso diverse unità produttive del Gruppo e, in particolare, presso la Direzione centrale finanza amministrazione e controllo. Dopo aver ricoperto la carica di Condirettore generale, nel maggio 2004 è nominato Consigliere Delegato di Italcementi. Direttore generale di Italmobiliare. 7

10 Alberto Bombassei Nato a Vicenza il 5 ottobre 1940 Nel 2003 l Università degli Studi di Bergamo gli ha conferito la Laurea honoris causa in Ingegneria Meccanica È Presidente e Amministratore delegato di Brembo S.p.A., società leader nel mercato mondiale per la progettazione e produzione di sistemi frenanti nonché innovatore riconosciuto della tecnologia degli impianti frenanti a disco. Nel 2004 è stato nominato Cavaliere del Lavoro. Da giugno 2001 a maggio 2004 ha ricoperto la carica di Presidente di Federmeccanica. Da maggio 2004 è Vicepresidente di Confindustria per le Relazioni Industriali e gli Affari sociali. È membro, inoltre, del Consiglio di Amministrazione di Atlantia S.p.A., Pirelli & C. S.p.A., Ciccolella S.p.A.; Nuovo Trasporto Viaggiatori S.p.A. Alberto Clô Nato a Bologna il 26 gennaio 1947 Laurea in Scienze politiche - Università degli studi di Bologna Professore ordinario di Economia Industriale ed Economia dei Servizi Pubblici presso l Università di Bologna. Autore di numerosi libri, saggi e articoli sulle problematiche dell economia industriale ed energetica, fondatore della rivista Energia di cui è direttore responsabile dal Ministro dell Industria e del Commercio Estero nel governo Dini ( ). Federico Falck Nato a Milano il 12 agosto 1949 Laurea in ingegneria meccanica - Politecnico di Milano Inizia la propria attività professionale nel 1977 presso le Acciaierie e Ferriere Lombarde Falck S.p.A. (oggi Falck S.p.A. ); dopo uno stage negli Stati Uniti presso aziende del settore siderurgico, si occupa principalmente di produzione e acquisti per l attività siderurgica; ricopre per molti anni la carica di Direttore Acquisti e di Direttore Generale. Attualmente ricopre la carica di Presidente del Consiglio di amministrazione di FALCK S.p.A. e Presidente del Consiglio di Amministrazione di ACTELIOS S.p.A., società del Gruppo Falck quotata alla Borsa Valori di Milano (Segmento STAR). Pietro Ferrero Nato a Torino l 11 settembre 1963 Laurea in Biologia - Università degli Studi di Torino Ha iniziato a lavorare nel Gruppo Ferrero nel 1985 dapprima nello stabilmento di Allendorf e, successivamente, in quello di Alba, occupandosi di tematiche tecniche e produttive. Nel 1992 assume la responsabilità della gestione operativa nella Divisione Europea del Gruppo Ferrero. Attualmente è Presidente della Ferrero S.p.A. con unico azionista, società italiana del Gruppo e Chief Executive Officer della Ferrero International S.A., società lussemburghese top holding del Gruppo. 8

11 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Danilo Gambirasi Nato a Bergamo il 22 gennaio 1932 Diploma di Liceo scientifico Ricopre in Italcementi S.p.A. dapprima l incarico di vice capo del Servizio Centrale Approvvigionamenti, quindi quello di responsabile della Direzione Relazioni Internazionali e Approvvigionamento Combustibili, incarico lasciato nel 1997 per raggiunti limiti d età. Karl Janjori Nato a Patzen-Fardun - Canton Grigioni (Svizzera) il 23 febbraio 1935 Ricopre nella Union Bank of Switzerland incarichi sempre di maggiore responsabilità fino a diventare nel 1991 Executive Vice President e Member of the Group Executive Board. Ricopre, altresì, la carica di: Consigliere dal 1987 e Presidente dal 1997 al 2005 del Banco di Lugano; Consigliere dal 1986 e Presidente dal 1999 al 2004 di Forbo Holding A.G.; Consigliere dal 1981 al 2000 di EMS Chemie Holding A.G. Italo Lucchini Nato a Bergamo il 28 dicembre 1943 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Prima Assistente all Università Bocconi e professore incaricato all Università di Bergamo, esercita la professione di dottore commercialista conducendo un avviato studio in Bergamo. Ricopre la carica di Consigliere di sorveglianza nella Unione di Banche Italiane S.c.p.a. e la carica di Presidente del Collegio Sindacale della BMW Italia S.p.A. e delle sue controllate. Emma Marcegaglia Nata a Mantova il 24 dicembre 1965 Laurea in Economia Aziendale - Università Bocconi di Milano Master in Business Administration presso la New York University In passato ha ricoperto gli incarichi di: Membro del Consiglio di Amministrazione di Finecobank S.p.A. Vice Presidente di Confindustria per l Europa dal 2000 al 2002 Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria dal 1996 al 2000 Vice Presidente Nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria dal 1994 al 1996 Presidente dello YES (Young Entrepreneurs for Europe) dal È attualmente Amministratore Delegato della Marcegaglia S.p.A. azienda leader nel settore della trasformazione dell acciaio ed in altre società del Gruppo, alcune delle quali attive anche nel settore del turismo. Dal maggio 2004 al maggio 2008 ha ricoperto la carica di Vice Presidente di Confindustria con delega per le infrastrutture, l energia, i trasporti e l ambiente e rappresentante per l Italia nel Gruppo di alto livello su Energia, Competitività e Ambiente creato dalla Commissione Europea. Dal mese di maggio 2008 è Presidente di Confindustria. 9

12 Sebastiano Mazzoleni Nato a Milano l 11 maggio 1968 Laurea in Geologia - Università Statale di Milano Master in Business Administration (MBA) - SDA Bocconi, Milano Comincia la sua carriera professionale nel 1996 presso CTG S.p.A. dove, in qualità di geologo ricercatore, è responsabile di attività di valutazione di giacimenti di materie prime per la fabbricazione del cemento, coordinando gruppi di lavoro in Italia, Francia, Spagna e Thailandia. Nel 2000 passa in forza alla Direzione Marketing di Italcementi S.p.A. dove, in qualità di Project Manager, è stato corresponsabile della stesura di piani di marketing per nuovi prodotti e di analisi di benchmark per la realizzazione di matrici di posizionamento competitivo. Nel 2003 contribuisce alla realizzazione della nuova Direzione di Gruppo Marketing per Nuovi Prodotti, ove è stato responsabile della gestione dell innovazione per Stati Uniti, Grecia, Bulgaria, Turchia, Egitto, Thailandia, Kazakhstan ed India. È stato anche responsabile a livello di Gruppo del nuovo progetto di valorizzazione di risorse recuperabili. Yves René Nanot Nato ad Asnières (Francia) il 27 marzo 1937 Laurea in ingegneria a Parigi Master e Ph.D. in Business Administration presso la University of California a Los Angeles Dopo vari incarichi ricoperti presso la Dupont de Nemours e poi nel Gruppo Total, dal 1993 è entrato in Ciments Français dove ricopre la carica di Presidente. Marco Piccinini Nato a Roma il 2 luglio 1952 Ha frequentato il liceo scientifico e la Facoltà di Architettura. Ha successivamente ricevuto una formazione sulle "Tecniche del Negoziato Internazionale" presso l'institut des Hautes Etudes Internationales di Ginevra. È amministratore di diverse società - quotate e non - nei seguenti settori: bancario, assicurativo, automobilistico, lusso, servizi e turismo. Ettore Rossi Nato a Vicosoprano (Svizzera) il 4 agosto 1934 Laurea in Economia e Commercio - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Ha svolto la sua attività lavorativa presso la società Italcementi dal settembre 1953 al 31 dicembre 1999, sempre nell ambito della Direzione Amministrativa Centrale. Dirigente Amministrativo dal 1967, ha ricoperto l incarico di Capo della Segreteria della Direzione amministrativa Centrale (1977/1985), di Condirettore Amministrativo Centrale (1985/1986), di Direttore Centrale Finanza Amministrazione e Controllo (1986/1995) e di Vice Direttore Generale Amministrativo (1995/1999). È stato componente di Consigli di amministrazione e Collegi Sindacali di numerose società del Gruppo. 10

13 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Attilio Rota Nato a Bergamo il 5 dicembre 1935 Laurea in giurisprudenza - Università degli studi di Pavia È stato componente di consigli di amministrazione e collegi sindacali di diverse società nel settore editoriale, cementiero, agricolo nonché di enti pubblici e privati. Avvocato libero professionista in Bergamo. Consigliere-Censore della Banca d Italia filiale di Bergamo. Carlo Secchi Nato a Mandello del Lario (LC) il 4 febbraio 1944 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Diploma in Economic Planning (Institute of Social Studies - Den Haag ) Studi di perfezionamento presso il Netherlands Economic Institute e il Centre for Development Planning, Erasmus University (Rotterdam ) Professore ordinario di Politica Economica Europea dal 1 novembre 1983 e direttore dell Istituto di Studi Latino-Americani e dei Paesi in Transizione (ISLA) presso l Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano. Nell ambito dell attività di ricerca fa parte di numerosi comitati scientifici o consigli di amministrazione di enti a carattere scientifico-culturale. È amministratore di diverse società quotate e non. Emilio Zanetti Nato a Bergamo il 26 ottobre 1931 Laurea honoris causa in Economia e Commercio Ha ricoperto l incarico di Presidente di BPU BANCA - Banche Popolari Unite da luglio 2003 a marzo Attualmente ricopre i seguenti incarichi: Presidente del Consiglio di Gestione di UBI BANCA - Unione di Banche Italiane da aprile 2007 Presidente di Banca Popolare di Bergamo S.p.A. (già Banca Popolare di Bergamo - Credito Varesino) da luglio 1985 Presidente S.E.S.A.A.B..S.p.A. Vice Presidente S.A.C.B.O. S.p.A. 11

14 Collegio sindacale Maria Martellini Nata a Roma l 8 luglio 1940 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Specializzazione in Economics of Industry presso la London School of Economics di Londra. Professore ordinario di Economia e gestione delle imprese. Dottore commercialista e Revisore contabile. Amministratore di diverse società, quotate e non. Mario Comana Nato a Bergamo il 22 gennaio 1957 Laurea in Economia e Commercio - Università di Bergamo Specializzazione alla Harvard University, Cambridge Dal 2000, professore ordinario di «Economia degli intermediari finanziari» presso la LUISS Guido Carli di Roma. Dottore Commercialista e autore di numerose pubblicazioni in campo bancario, svolge attività professionale come consulente per intermediari finanziari e di perito di parte e di ufficio per il Tribunale in materia finanziaria ed estimativa. Luciana Gattinoni Nata a Bergamo il 29 novembre 1950 Laurea in Economia e Commercio - Università Bocconi di Milano Svolge ininterrottamente l attività di Dottore commercialista dal 1976 con prevalente riguardo agli aspetti societari, tributari e aziendalistici ed allo svolgimento di incarichi giudiziari affidati dal Tribunale di Bergamo nell'ambito di procedure concorsuali (Curatore, Commissario Giudiziale, Liquidatore Giudiziale). È altresì revisore in Fondazioni e Associazioni senza scopo di lucro che operano in ambiti culturali, assistenziali e scientifici. Leonardo Cossu Nato a Verona il 23 maggio 1958 Laurea in economia e commercio - Università di Brescia Iscritto all albo unico dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili ed al Registro dei Revisori Contabili. Ha maturato particolare esperienza professionale nel campo societario in generale, svolgendo anche, da oltre dodici anni, la carica di amministratore in società quotata alla Borsa Valori di Milano, sia come consigliere indipendente che non, seguendo l iter della quotazione della stessa fin dal principio, con riguardo ai vari aspetti operativi, nonché al rapporto tra la società e gli azionisti. Presidente del Collegio Sindacale, Sindaco effettivo, Consigliere di amministrazione e Consigliere delegato di numerose società operanti nel campo finanziario, bancario ed industriale. 12

15 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Fabio Bombardieri Nato ad Alzano Lombardo (BG) il 14 agosto 1959 Iscritto all Ordine dei Commercialisti ed Esperti contabili ed al Registro dei Revisori Contabili Ricopre numerosi incarichi sia nell ambito della volontaria giurisdizione che delle procedure concorsuali. Svolge la propria attività professionale prevalentemente nei confronti di società di medie dimensioni. Ricopre la carica di amministratore/sindaco in società operanti nel settore creditizio ed editoriale e di alcune fondazioni ed enti non commerciali. Carlo Luigi Rossi Nato ad Alzano Lombardo (BG) l 11 ottobre 1947 Laurea in Economia e Commercio - Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Titolare dal giugno 1975 dell'omonimo Studio professionale specializzato in consulenze contabili, amministrative, societarie e fiscali. Ricopre numerosi incarichi nell'ambito delle procedure concorsuali. Sempre nell'ambito giudiziario civile ricopre incarichi quale Consulente Tecnico del Giudice, mentre in quello penale quelli di Perito del Pubblico Ministero. 13

16 Convocazione di Assemblea I Signori Azionisti sono convocati in Assemblea in prima convocazione il giorno 16 aprile 2010 alle ore 10, in Bergamo, via Madonna della Neve n. 8, ed in seconda convocazione il giorno 19 aprile 2010, stessa ora e medesimo luogo, per deliberare sul seguente Ordine del giorno 1) Relazioni del Consiglio di amministrazione e del Collegio sindacale sull esercizio 2009: esame del bilancio al 31 dicembre 2009 e deliberazioni conseguenti; 2) Autorizzazione all acquisto ed alla disposizione di azioni proprie; 3) Nomina del Consiglio di amministrazione previa determinazione della durata in carica e del numero dei suoi componenti; 4) Deliberazioni in ordine ai compensi a comitati e organismi istituiti con riferimento alla struttura di Corporate governance. * * * Ai sensi di legge e di statuto avranno diritto di intervenire all Assemblea i Signori Azionisti titolari di azioni ordinarie per i quali sia pervenuta alla società la comunicazione prevista dall art cod. civ. secondo comma, nel termine di due giorni non festivi precedenti la data fissata per l assemblea. * * * La documentazione relativa agli argomenti in discussione e la Relazione sul Governo societario e sugli assetti proprietari saranno messe a disposizione del pubblico presso la sede sociale e la Borsa Italiana S.p.A. almeno 15 giorni prima della data fissata per la prima convocazione. I soci hanno facoltà di ottenerne copia. La medesima documentazione sarà consultabile, altresì, entro gli stessi termini, all indirizzo internet * * * I soci che, anche congiuntamente, siano titolari di almeno un quarantesimo del capitale sociale rappresentato da azioni con diritto di voto, possono chiedere, entro 5 giorni dalla pubblicazione del presente avviso, l integrazione dell ordine del giorno dell Assemblea, indicando nella domanda gli ulteriori argomenti proposti. Le richieste di integrazione dell ordine del giorno devono essere accompagnate da una relazione illustrativa che deve essere depositata presso la sede sociale al più tardi entro il decimo giorno precedente la data dell assemblea di prima convocazione. L integrazione dell ordine del giorno non è ammessa per gli argomenti sui quali l Assemblea delibera, a norma di legge, su proposta degli amministratori o sulla base di un progetto o di una relazione da essi predisposta. L avviso integrativo dell ordine del giorno sarà pubblicato con le stesse modalità del presente avviso, entro i termini di legge. La regolare costituzione dell Assemblea e la validità delle deliberazioni sulle materie all ordine del giorno, sono disciplinate dalla legge. Il capitale sociale è di euro , suddiviso in n azioni ordinarie ed in n azioni di risparmio, da nominali euro 1 cadauna. Alla data di pubblicazione del presente avviso, il numero delle azioni ordinarie che rappresentano il capitale sociale con diritto di voto, al netto quindi delle n azioni ordinarie proprie detenute dalla Società, è pari a n * * * 14

17 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 Ai sensi dello statuto sociale, la nomina del Consiglio di amministrazione avviene sulla base di liste. Hanno diritto di presentare le liste soltanto gli Azionisti che, soli o unitamente ad altri soci, documentino di essere complessivamente titolari di una quota di partecipazione al capitale sociale con diritto di voto non inferiore al 2%. Ciascun azionista non può presentare o concorrere a presentare, neppure per interposta persona o società fiduciaria, più di una lista. I soci appartenenti al medesimo gruppo e i soci che aderiscono ad un patto parasociale avente ad oggetto azioni della Società non possono presentare più di una lista, neppure per interposta persona o per il tramite di società fiduciarie. Le liste presentate in violazione di tali divieti non sono accettate. In ciascuna lista i nomi dei candidati devono essere elencati mediante un numero progressivo. Ogni candidato potrà presentarsi in una sola lista a pena di ineleggibilità. Le liste devono essere depositate presso la sede sociale almeno quindici giorni prima di quello fissato per l Assemblea in prima convocazione, unitamente alla seguente documentazione: a) le dichiarazioni con le quali i singoli candidati accettano la propria candidatura e attestano, sotto la propria responsabilità, l inesistenza di cause di ineleggibilità e il possesso dei requisiti di onorabilità stabiliti dalla legge; b) un sintetico curriculum vitae riguardante le caratteristiche personali e professionali di ciascun candidato con l indicazione degli incarichi di amministrazione e controllo ricoperti presso altre società; c) le dichiarazioni di ciascun candidato circa l eventuale possesso dei requisiti di indipendenza richiesti dalla legge e dal Codice di autodisciplina; d) le informazioni relative all identità dei soci che hanno presentato le liste con l indicazione della percentuale di partecipazione complessivamente detenuta e di una certificazione dalla quale risulti la titolarità di tale partecipazione; e) la dichiarazione dei soci, diversi da quelli che detengono, anche congiuntamente, una partecipazione di controllo o di maggioranza relativa, attestante la presenza, ovvero l assenza, di rapporti, anche indiretti, di collegamento, come definiti e disciplinati dalle vigente disposizioni. La lista presentata senza l osservanza delle norme di cui sopra è considerata come non presentata. Il Consiglio di amministrazione (Avviso pubblicato il 13 marzo 2010 su Il Sole - 24 Ore ) 15

18 Presenza internazionale (al 31 dicembre 2009) NORD AMERICA ESSROC CIMENT QUEBEC ESSROC SAN JUAN RIVERTON ARROW CAMBRIDGE CRIDER & SHOCKEY FRANCIA CIMENTS FRANCAIS CIMENTS CALCIA GSM UNIBÉTON AXIM SPAGNA FINANCIERA Y MINERA ITALIA ITALCEMENTI CALCESTRUZZI CTG AXIM ITALIA ITALGEN BELGIO CCB TERMINALI Albania Gambia Kuwait Sri Lanka Mauritania (centro di macinazione) 16

19 Esercizio 2009 Presentazione Informazioni generali Organi sociali 6 Bilancio consolidato Italcementi S.p.A. Caratteristiche professionali dei componenti Bilancio Italcementi S.p.A. il Consiglio di amministrazione ed il Collegio sindacale 7 Convocazione di Assemblea 14 Presenza internazionale 16 Highlights 18 In Borsa 19 BULGARIA DEVNYA CEMENT VULKAN CEMENT GRECIA HALYPS CEMENT TURCHIA SET CIPRO VASSILIKO CEMENT EGITTO SUEZ CEMENT TOURAH CEMENT HELWAN CEMENT RMB MAROCCO CIMENTS DU MAROC ARABIA SAUDITA INTERNATIONAL CITY FOR READY MIX (JV) KAZAKISTAN SHYMKENT CEMENT INDIA ZUARI CEMENT THAILANDIA JALAPRATHAN CEMENT ASIA CEMENT CINA SHAANXI FUPING CEMENT 17

20 Highlights Contribuzione ai ricavi consolidati per settore di attività (milioni di euro) Var. % Cemento (11,9) Calcestruzzo / Inerti (16,7) Altre attività (17,1) Totale (13,3) ,5% 23,1% 5,4% *variazione a perimetro e cambi costanti -13,6% ,7% 22,2% 5,1% Margine operativo lordo corrente (milioni di euro) Vendite e consumi interni per settore di attività Altri Nord America Europa centro-occidentale *variazione a parità di perimetro Principali dati economici, finanziari e patrimoniali del Gruppo (milioni di euro) * Ricavi Margine operativo lordo corrente Margine operativo lordo Risultato operativo Risultato dell esercizio Risultato attribuibile al Gruppo Flussi per investimenti Patrimonio netto totale Patrimonio netto di Gruppo Indebitamento finanziario netto Numero dipendenti al 31 dicembre *rielaborato in base al principio rivisto IAS 23 18

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso.

Si precisa che nessuna delle modifiche rientra tra le ipotesi che attribuiscono ai soci il diritto di recesso. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE MODIFICHE DEGLI ARTICOLI 15, 17, 27 E 28 DELLO STATUTO SOCIALE, E SULL INTRODUZIONE DELL ART. 28 BIS. La presente Relazione ha lo scopo di illustrare in

Dettagli

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente

INDICE. - Categorie di dipendenti o di collaboratori dell Emittente e delle società controllanti o controllate da tale Emittente 1 INDICE Premessa 4 Soggetti Destinatari 6 - Indicazione nominativa dei destinatari che sono componenti del Consiglio di Amministrazione dell Emittente, delle società controllanti e di quelle, direttamente

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com

ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com ALBA PRIVATE EQUITY S.P.A. www.alba-pe.com RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLE PROPOSTE CONCERNENTI LE MATERIE POSTE ALL ORDINE DEL GIORNO DELLA ASSEMBLEA DEGLI AZIONISTI DEL

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni

MTA. Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni MTA Mercato Telematico Azionario: dai forma alle tue ambizioni L accesso ai mercati dei capitali ha permesso a Campari di percorrere una strategia di successo per l espansione e lo sviluppo del proprio

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE (ai sensi dell art. 4 del Regolamento adottato da Consob con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010, come successivamente modificato ed integrato) INDICE 1. OBIETTIVI

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO

COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO COMUNICATO STAMPA L ASSEMBLEA DEI SOCI DI BANCA FINNAT HA APPROVATO IL BILANCIO AL 31 DICEMBRE 2014 CHE CHIUDE CON UN UTILE NETTO CONSOLIDATO DI EURO 4,25 MILIONI LA DISTRIBUZIONE DI UN DIVIDENDO LORDO

Dettagli

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari Format per la relazione sul governo societario e gli assetti proprietari V Edizione (gennaio 2015) Premessa alla quinta edizione (gennaio 2015) Questa nuova edizione del format per la redazione della relazione

Dettagli

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA PER L EFFETTUAZIONE DI OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ADOTTATA AI SENSI DELL ART. 4 DEL REGOLAMENTO CONSOB 17221 DEL 12 MARZO 2010 (e successive modifiche) Bologna,1 giugno 2014 Indice 1. Premessa...

Dettagli

Regolamento emittenti

Regolamento emittenti E Regolamento emittenti Adottato con delibera n. 11971 del 14 maggio 1999 Allegato 5-bis Calcolo del limite al cumulo degli incarichi di amministrazione e controllo di cui Aggiornato con le modifiche apportate

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE ai sensi della delibera Consob 17221 del 12 marzo 2010 approvate dal Consiglio di Amministrazione di Davide Campari-Milano S.p.A. l 11 novembre 2010 e in

Dettagli

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013

Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni di euro del 2013 COMUNICATO STAMPA Milano, 28 aprile 2015 SAES Group: l Assemblea approva il bilancio 2014 Fatturato consolidato dell esercizio pari a 131,7 milioni di euro, in crescita del 2,5% rispetto a 128,5 milioni

Dettagli

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero

Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione. Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Banca Popolare di Sondrio Principi contabili e criteri di valutazione Camilla Burato Ilaria Fava Gloria Covallero Il profilo della Banca Fondata nel 1871, è una della prime banche popolari italiane ispirate

Dettagli

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA

CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA ORDINARIA Mid Industry Capital S.p.A Sede Legale Galleria Sala dei Longobardi 2, 20121 Milano Cod. Fisc. e P.IVA R.I. Milano 05244910963, R.E.A. Mi 1806317, Capitale Sociale Euro 5.000.225 i.v. CONVOCAZIONE DI ASSEMBLEA

Dettagli

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURE PER LE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE PROCEDURA DELLE OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Questa procedura definisce le modalità adottate di approvazione ed esecuzione delle operazioni poste in essere

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

INDICE NOTA DI SINTESI...

INDICE NOTA DI SINTESI... INDICE NOTA DI SINTESI................................................................................ Caratteristiche del fondo................................................................................................

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI

Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI Regolamento del Prestito Obbligazionario DEXIA CREDIOP S.P.A. 2005-2010 REAL ESTATE BASKET DI NOMINALI FINO AD EURO 15 MILIONI CODICE ISIN IT0003809826 SERIES : 16 Art. 1 - Importo e titoli Il Prestito

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001

GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA. ex D.Lgs. n. 231/2001 GTECH S.p.A. REGOLAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA ex D.Lgs. n. 231/2001 Approvato dal consiglio di amministrazione in data 31 luglio 2014 INDICE ARTICOLO 1 - SCOPO ED AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 ARTICOLO

Dettagli

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n.

Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. Bologna, 25 maggio 2006 Comunicato al mercato ex art. 114 TUF del D.Lgs. n. 58/1998 e ex art. 66 del Regolamento adottato con delibera CONSOB n. 11971/1999 Gli organi amministrativi di Lopam Fin S.p.A.

Dettagli

Rendiconto finanziario

Rendiconto finanziario OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Rendiconto finanziario Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica

Dettagli

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri

L Emittente, Offerente e Responsabile del Collocamento. Banca di Credito Cooperativo di Flumeri Prospetto Informativo Semplificato per l offerta al pubblico di strumenti diversi dai titoli di capitale emessi in modo continuo o ripetuto da banche di cui all art. 34-ter, comma 4 del Regolamento Consob

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA STATUTO FONDAZIONE ORDINE DEGLI ARCHITETTI, PIANIFICATORI, PAESAGGISTI E CONSERVATORI DELLA PROVINCIA DI CASERTA 1. A norma degli articoli 14 e seguenti del Codice Civile è costituita la Fondazione dell

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA

Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Comitato per la Corporate Governance CODICE DI AUTODISCIPLINA Luglio 2014 2014 Comitato per la Corporate Governance Tutti i diritti di riproduzione, di adattamento totale o parziale e di memorizzazione

Dettagli

Il nuovo bilancio consolidato IFRS

Il nuovo bilancio consolidato IFRS S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO Il nuovo bilancio consolidato IFRS La nuova informativa secondo IFRS 12 e le modifiche allo IAS 27 (Bilancio separato) e IAS 28 (Valutazione delle partecipazioni

Dettagli

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo

Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo Il Commissario Delegato per la Ricostruzione Presidente della Regione Abruzzo DECRETO N. 12 (Disposizioni regolamentari per la costituzione dei consorzi obbligatori ai sensi dell art. 7 dell ordinanza

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE

REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE REGOLAMENTO OPERAZIONI CON PARTI CORRELATE Delibera n. 17221 del 12.3.2010 A cura della Divisione Tutela del Consumatore Ufficio Relazioni con il Pubblico Giugno 2010 [pagina bianca] Regolamento recante

Dettagli

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v.

LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma. Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. LOTTOMATICA S.p.A. Viale del Campo Boario, 56/d - 00153 Roma Capitale sociale Euro 150.212.152,00 i.v. Partita IVA, codice fiscale ed iscrizione presso il registro delle imprese di Roma n. 08028081001

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018

IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 IL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DI DIGITAL MAGICS APPROVA IL PROGETTO DI BILANCIO DEL 2013 E IL PIANO INDUSTRIALE 2014-2018 Nel 2013 ingresso in 11 startup, di cui 6 startup innovative, una cessione, una

Dettagli

C O M U N E DI M O L I T E R N O

C O M U N E DI M O L I T E R N O C O M U N E DI M O L I T E R N O (Provincia di Potenza) REGOLAMENTO SUI CONTROLLI INTERNI Approvato con delibera consiliare n.05 del 6/02/2013 modificato con delibera consiliare n. 54 del 30/11/2013 Indice

Dettagli

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE

STATUTO ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE ART. 1) DENOMINAZIONE FINALITA SEDE STATUTO L Associazione denominata CORILA - Consorzio per il coordinamento delle ricerche inerenti al sistema lagunare di Venezia, è costituita ai sensi degli artt. 14

Dettagli

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF )

RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) RELAZIONE SUL GOVERNO SOCIETARIO E GLI ASSETTI PROPRIETARI ai sensi dell articolo 123 bis del Decreto Legislativo 58/1998 ( TUF ) (modello di amministrazione e controllo tradizionale) Emittente: SALINI

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008.

L Offerta di cui al presente Prospetto è stata depositata in CONSOB in data 31 gennaio 2008 ed è valida dal 1 febbraio 2008. Offerta pubblica di sottoscrizione di CAPITALE SICURO prodotto finanziario di capitalizzazione (Codice Prodotto CF900) Il presente Prospetto Informativo completo si compone delle seguenti parti: Parte

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BORSA

INTRODUZIONE ALLA BORSA INTRODUZIONE ALLA BORSA Informazioni guida per gli insegnanti delle scuole superiori CHE COSA È LA BORSA? Una piazza, dove avviene la compravvendita di titoli. La determinazione delle quotazioni è di solito

Dettagli

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni

IFRS 2 Pagamenti basati su azioni Pagamenti basati su azioni International Financial Reporting Standard 2 Pagamenti basati su azioni FINALITÀ 1 Il presente IRFS ha lo scopo di definire la rappresentazione in bilancio di una entità che

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto

Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Bilancio finale di liquidazione e piano di Riparto Natura e composizione Non vi sono specifiche indicazioni in merito alle modalità di redazione del bilancio; Il bilancio finale di liquidazione dovrebbe

Dettagli

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia

La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Comitato per la Corporate Governance La disclosure e il monitoraggio della corporate governance in Italia Gabriele Galateri di Genola e Carmine Di Noia Milano, 16 aprile 2014 1 La disclosure della corporate

Dettagli

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana

Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina. Roma, 18/10/2012. Francesco La Manno Borsa Italiana Il sistema di controllo interno e di gestione dei rischi nel nuovo Codice di Autodisciplina Roma, 18/10/2012 Francesco La Manno Borsa Italiana Il Codice di Autodisciplina 1999: Prima versione del Codice

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE

DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELL ORGANISMO DI VIGILANZA D.LGS 231/01 DI GALA S.P.A. DOCUMENTO APPROVATO DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DEL 12 DICEMBRE 2013 INDICE ARTICOLO 1 SCOPO E AMBITO DI APPLICAZIONE..3

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE

PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI MEDIOLANUM S.P.A. IN BANCA MEDIOLANUM S.P.A. *** *** *** REDATTO AI SENSI E PER GLI EFFETTI DELL ARTICOLO 2501-TER DEL CODICE CIVILE PREMESSA A norma dell articolo

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea

Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea Relazione illustrativa del Consiglio di Amministrazione di Salini Impregilo S.p.A. sul terzo punto all ordine del giorno dell Assemblea straordinaria, recante: Attribuzione al Consiglio di Amministrazione

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

STATUTO DELLA S.I.A.

STATUTO DELLA S.I.A. STATUTO DELLA S.I.A. Art. 1 È costituita a tempo indeterminato una Associazione sotto la denominazione Società Italiana di Agopuntura S.I.A. Art. 2 La Società Italiana di Agopuntura ha lo scopo di dare

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013)

COMUNICATO STAMPA. Proposto un dividendo di 8 centesimi di euro per azione (6 centesimi nel 2013) COMUNICATO STAMPA Conferma della solida patrimonializzazione del Gruppo: Common Equity Tier 1 ratio phased in al 31 dicembre 2014: 12,33% 1 (13% al 30/09/2014) Common Equity Tier 1 ratio pro forma stimato

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L.

INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE S.R.L.R.L. INFORMAZIONI ESSENZIALI AI SENSI DELL ART. 130 E 131 DEL REGOLAMENTO CONSOB 14 MAGGIO 1999 N. 11971 RELATIVE AL PATTO PARASOCIALE FRA EQUILYBRA CAPITAL PARTNERS S.P.A., L&B CAPITAL S.P.A., ROOFTOP VENTURE

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI )

( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) ( PROCEDURA REGISTRO PERSONE RILEVANTI ) PROCEDURA RELATIVA ALLA TENUTA E AGGIORNAMENTO DEL REGISTRO DELLE PERSONE CHE HANNO ACCESSO AD INFORMAZIONI PRIVILEGIATE IN GIOVANNI CRESPI SPA Approvata dal Consiglio

Dettagli

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile

INSER S.P.A. Ordine di Milano. Giugno 2014. Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile INSER S.P.A. Proposta di Agevolazione RC Professionale Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili Ordine di Milano Riservato e Confidenziale Documento non riproducibile Giugno 2014 Indice Proposta di

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A.

. T. I. P. O. TIP - PRE IPO S.P.A. Milano, 4 giugno 2014 Perché TIPO? 1. Esiste un mercato potenziale interessante 2. Le imprese italiane hanno bisogno di equity 3. Attuale disponibilità di liquidità UNA CHIUSURA PROATTIVA DEL CIRCUITO

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE

IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE CAPITOLO 19 IL GIUDIZIO SUL BILANCIO DEL REVISORE LEGALE di Piero Pisoni, Fabrizio Bava, Donatella Busso e Alain Devalle 1. PREMESSA La relazione del revisore legale deve esprimere il giudizio sull attendibilità

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio

ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE. Dott. Elbano De Nuccio ANALISI DI BILANCIO LA RICLASSIFICAZIONE FINANZIARIA E FUNZIONALE Dott. Elbano De Nuccio L analisi di bilancio si propone di formulare un giudizio sull EQUILIBRIO ECONOMICO e FINANZIARIO/PATRIMONIALE della

Dettagli

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE

DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE DOCUMENTO INFORMATIVO RELATIVO AD OPERAZIONI DI MAGGIORE RILEVANZA CON PARTI CORRELATE ai sensi dell art. 5 e dell art. 12 del Regolamento Consob n. 17221 del 12 marzo 2010 e successivamente modificato

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA

PROVINCIA DI REGGIO EMILIA PROVINCIA DI REGGIO EMILIA REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL IDONEITA PROFESSIONALE PER L ESERCIZIO DELL ATTIVITA DI CONSULENZA PER LA CIRCOLAZIONE DEI MEZZI DI TRASPORTO - Approvato con deliberazione

Dettagli

Corso di Valutazioni d Azienda

Corso di Valutazioni d Azienda Andrea Cardoni Università degli Studi di Perugia Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline Giuridiche e Aziendali Corso di Laurea Magistrale in Economia e Management Aziendale Corso di Valutazioni

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018

BANCO POPOLARE S.C. SERIE 356 TASSO MISTO CON CAP 31.10.2013 31.10.2018 Banco Popolare Società Cooperativa - Sede legale in Verona, Piazza Nogara, n. 2 Società capogruppo del Gruppo bancario Banco Popolare Iscritta all albo delle banche al n. 5668 Capitale sociale, al 31 marzo

Dettagli

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale

AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale AIM Italia / Mercato Alternativo del Capitale Agenda I II III AIM Italia Il ruolo di Banca Finnat Track record di Banca Finnat 2 2 Mercati non regolamentati Mercati regolamentati AIM Italia Mercati di

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI

COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI COMPRENSIONE DELL IMPRESA E DEL SUO CONTESTO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI DI ERRORI SIGNIFICATIVI UNIVERSITA ROMA TRE FACOLTA DI ECONOMIA PROF. UGO MARINELLI Anno accademico 007-08 1 COMPRENSIONE DELL IMPRESA

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Relazione sulle Politiche di Remunerazione

Relazione sulle Politiche di Remunerazione SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE Società cooperativa con sede legale in Verona, Lungadige Cangrande n. 16 Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all Albo dei Gruppi Assicurativi 019

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata

Le società di capitali. Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le società di capitali Società Per Azioni Società in accomandita per azioni Società a responsabilità limitata Le Società per azioni Art. 2325. Responsabilità. Nella societa' per azioni per le obbligazioni

Dettagli