LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni"

Transcript

1 LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Seminario Ance sulla nuova programmazione dei fondi strutturali europei Roma, 2 marzo 216

2 La programmazione a livello nazionale 2

3 La nuova programmazione in Italia: 6 miliardi finora ripartiti su 115 miliardi Tra fondi strutturali e FSC, sono previsti finanziamenti complessivi per 115 miliardi di euro nel periodo Fondi strutturali (+): ad oggi, programmi approvati per circa 51,8 miliardi di euro. In attesa la ripartizione di 8 miliardi di euro FSC: ad oggi, risorse attribuite per circa 8 miliardi di euro e 36 miliardi sono da programmare in queste settimane (11 miliardi da programmare dopo la revisione di metà periodo da effettuare nel 217/218) 3

4 La ripartizione dei 6 miliardi di fondi strutturali europei PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI EUROPEI 6 MILIARDI DI EURO 12 PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 16,1 miliardi di euro 39 PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI 35,7 miliardi di euro PROGRAMMI COMPLEMENTARI E COLLEGATI 8 miliardi di euro 4

5 Permane una situazione di incertezza sulla ripartizione dei 55 miliardi del Fondo Sviluppo e Coesione PROGRAMMAZIONE FONDO SVILUPPO E COESIONE 54,8 MILIARDI DI EURO RISORSE GIA ASSEGNATE 8,1 miliardi di euro di cui 4,8 miliardi attribuiti per via legislativa RISORSE ANCORA DA ASSEGNARE 35,7 miliardi di euro Scadenza iniziale prevista aprile 215 FINANZIAMENTI DA ATTRIBUIRE DOPO LA REVISIONE DI MEDIO PERIODO 11 miliardi di euro 5

6 La ripartizione degli 8,1 miliardi del Fondo Sviluppo e Coesione già attribuiti FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE: LE RISORSE ASSEGNATE - Valori in milioni di euro Descrizione Importo Assegnazioni con delibera CIPE 3.345,93 Banda ultra larga 2.2, Rischio idrogeologico 55, Contratti di sviluppo 25, Programma di metanizzazione nel Mezzogiorno 14, Edilizia scolastica (#Scuolebelle) 6, Polo industriale di Piombino 5, Cittadella giudiziaria di Salerno 26,53 Sito di Interesse Nazionale (SIN) di Brindisi 25, Investimenti per l'isola di Lampedusa e Linosa 2, Area industriale di Trieste 15,4 Istituto italiano per gli studi storici e Istituto italiano per gli studi filosofici 6, Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria 3, Assegnazioni per via legislativa 4.78,9 Interventi infrastrutturali "Sblocca Italia" 3.5, Incentivi alle imprese 1.53,9 Finanziamento zone franche urbane 175, Legge di stabilità 215 (tab.e) 4, Servizi socio educativi per la prima infanzia 12, TOTALE 8.126,83 Elaborazione Ance su documenti pubblici 6

7 La dotazione finanziaria dei programmi dei fondi strutturali

8 La dotazione finanziaria dei programmi nazionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI NAZIONALI DEI FONDI STRUTTURALI Valori in milioni di euro Programma nazionale Totale Fondi strutturali di cui fondi UE di cui fondi nazionali Governance e capacità istituzionale 827,7 583,8 243,9 Città Metropolitane 892,9 588,1 34,8 Per la Scuola 3.19, ,2 1.44,1 Sistemi di politiche attive per l'occupazione 2.176,5 1.18,7 995,8 Inclusione 1.238,9 827,2 411,7 Iniziativa Occupazione Giovani 1.513, , 378,3 Ricerca e innovazione* 1.286, 926,3 359,8 Imprese e competitività e Iniziativa PMI** 2.419, 1.776, 643, Cultura e Sviluppo*** 49,9 368,2 122,7 Infrastrutture e reti*** 1.843, ,8 46,9 Legalità*** 377,7 283,3 94,4 TOTALE 16.86, 1.666, ,5 * Programma relativo alle 8 regioni del Mezzogiorno ** 2 Programmi relativi alle 8 regioni del Mezzogiorno (iniziativa PMI da 12,5 M ) ***Programma relativo alle 5 regioni meno sviluppate (Basilicata, Calab ria, Campania, Puglia e Sicilia) Elaborazione Ance su documenti ufficiali 8

9 La dotazione finanziaria dei programmi regionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI REGIONALI DEI FONDI STRUTTURALI Valori in milioni di euro Regione Totale Fondi di cui di cui strutturali POR POR Emilia-Romagna 1.268,1 481,9 786,3 Friuli Venezia Giulia 57,2 23,8 276,4 Lazio 1.815,6 913,1 92,5 Liguria 747,1 392,5 354,5 Lombardia 1.94,9 97,5 97,5 Marche 625,4 337,4 288, PA Bolzano 273,2 136,6 136,6 PA Trento 218,6 18,7 11, Piemonte 1.838,1 965,8 872,3 Toscana 1.525,4 792,5 733, Umbria 593,8 356,3 237,5 Valle d'aosta 119,9 64,4 55,6 Veneto 1.364,3 6,3 764, Subtotale Regioni più sviluppate ,9 6.35, ,2 Abruzzo 374, 231,5 142,5 Molise* 153,6 15,9 47,7 Sardegna 1.375,8 931, 444,8 Subtotale Regioni in transizione 1.93, ,4 635, Basilicata 1.115,7 826, 289,6 Calabria* 2.379, 2.39,8 339,1 Campania 4.95, ,5 837,2 Puglia* 7.121, 5.576, ,8 Sicilia 5.378, 4.557,9 82,1 Subtotale Regioni meno sviluppate 2.944, ,5 3.83,8 TOTALE , , , * Regione che ha predisposto un unico POR congiunto tra e Elaborazione Ance su documenti ufficiali 9

10 La strategia complessiva a livello nazionale per l utilizzo delle risorse 1

11 La ripartizione dei 51,8 miliardi di euro dei programmi dei fondi strutturali europei RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO ,6 milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 11

12 Le strategie di utilizzo dei fondi a livello regionale 12

13 ABRUZZO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR ABRUZZO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Abruzzo IMPORTO 374 milioni 28 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 13

14 BASILICATA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR BASILICATA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Basilicata IMPORTO milioni 72 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 14

15 CALABRIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR - CALABRIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Calabria IMPORTO milioni 57 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 15

16 CAMPANIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E CAMPANIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 69 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 16

17 EMILIA-ROMAGNA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR EMILIA ROMAGNA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Emilia-Romagna IMPORTO milioni 43 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 17

18 FRIULI VENEZIA GIULIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR FRIULI-VENEZIA GIULIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Friuli-Venezia Giulia IMPORTO 57 milioni 26 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 18

19 LAZIO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E LAZIO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Lazio IMPORTO milioni 44 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 19

20 LIGURIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR LIGURIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Liguria IMPORTO 747 milioni 3 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 2

21 LOMBARDIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR LOMBARDIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 34 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 21

22 MARCHE RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR MARCHE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Marche IMPORTO 625 milioni 4 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 22

23 MOLISE 35 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL POR - MOLISE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Molise IMPORTO 154 milioni 33 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 23

24 PIEMONTE RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E 4 35 PIEMONTE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Piemonte IMPORTO milioni 37 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 24

25 PUGLIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL POR - PUGLIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su POR Regione Puglia IMPORTO milioni 69 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 25

26 SARDEGNA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E SARDEGNA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 6 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 26

27 SICILIA 1.2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR SICILIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Sicilia IMPORTO milioni 76 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 27

28 TOSCANA 4 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR e POR TOSCANA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Toscana IMPORTO milioni 31 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 28

29 TRENTINO P.A. BOLZANO 7 6 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO E PO P.A. BOLZANO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Provincia Autonoma di Bolzano IMPORTO 273 milioni 22 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 29

30 TRENTINO P.A. TRENTO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO E PO P.A. TRENTO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Provincia Autonoma di Trento IMPORTO 219 milioni 16 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 3

31 UMBRIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR UMBRIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Umbria IMPORTO 594 milioni 45 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 31

32 VALLE D AOSTA 25 2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR VALLE D'AOSTA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Valle d'aosta IMPORTO 12 milioni 23 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 32

33 VENETO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR VENETO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Veneto IMPORTO milioni 37 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 33

34 Alcuni raffronti tra le scelte regionali 11 Regioni e Province autonome su 21 hanno previsto un Asse dedicato allo Sviluppo Urbano sostenibile 786 milioni di euro 11 Regioni e Province autonome su 21 hanno previsto misure per la riduzione del rischio idrogeologico milioni di euro 34

35 Le strategie di utilizzo dei fondi nei programmi nazionali 35

36 PON Città Metropolitane RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "CITTA' METROPOLITANE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Città Metropolitane IMPORTO 893 milioni 13 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 36

37 PON Cultura e Sviluppo RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "CULTURA E SVILUPPO" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Cultura e Sviluppo IMPORTO 491 milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 37

38 PON Per la scuola 3. RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "PER LA SCUOLA" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Per la scuola IMPORTO 3.19 milioni 1 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 38

39 PON Inclusione 1.2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INCLUSIONE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Inclusione IMPORTO milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 39

40 PON Infrastrutture e reti RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INFRASTRUTTURE E RETI" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Infrastrutture e Reti IMPORTO milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 4

41 PON Legalità RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "LEGALITA'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Legalità IMPORTO 378 milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 41

42 PON Occupazione Giovani RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INIZIATIVA OCCUPAZIONE GIOVANI" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Iniziativa Occupazione Giovani IMPORTO milioni 1 categoria di intervento scelte (su 123 possibili) 42

43 PON Sistemi di politiche attive per l occupazione RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "SISTEMI DI POLITICHE ATTIVE PER L'OCCUPAZIONE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Sistemi di politiche attive per l'occupazione IMPORTO milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 43

44 PON Ricerca e innovazione RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "RICERCA E INNOVAZIONE'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Ricerca e Innovazione IMPORTO milioni 9 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 44

45 PON Imprese e competitività ( e iniziativa PMI) RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "IMPRESE E COMPETITIVITA'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Imprese e Competitività IMPORTO milioni 19 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 45

46 PON Governance e capacità istituzionale RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "GOVERNANCE E CAPACITA' ISTITUZIONALE'" Valori in milioni di euro 68 Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Governance e capacità istituzionale IMPORTO 828 milioni 6 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 46

47 La stima delle misure di interesse del settore 47

48 Circa 15 miliardi di euro in grado di attivare domanda edilizia Secondo le stime dell Ance, dei 51,8 miliardi di euro di fondi strutturali europei , circa 15,2 miliardi sono in grado di attivare domanda edilizia, senza considerare le numerose misure di carattere trasversale che possono interessare il settore. Programmi operativi 51,8 miliardi 48

49 La ripartizione delle risorse nei Programmi Operativi Regionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI REGIONALI DEI FONDI STRUTTURALI E RELATIVA STIMA DELLA CAPACITA' DI ATTIVARE DOMANDA EDILIZIA - Valori in milioni di euro Regione Totale Fondi di cui di cui Stima possibile strutturali POR POR impatto settore Emilia-Romagna 1.268,1 481,9 786,3 129,4 Friuli Venezia Giulia 57,2 23,8 276,4 69,3 Lazio 1.815,6 913,1 92,5 36,4 Liguria 747,1 392,5 354,5 124,1 Lombardia 1.94,9 97,5 97,5 262,6 Marche 625,4 337,4 288, 97,3 PA Bolzano 273,2 136,6 136,6 77, PA Trento 218,6 18,7 11, 23,1 Piemonte 1.838,1 965,8 872,3 274,6 Toscana 1.525,4 792,5 733, 214,4 Umbria 593,8 356,3 237,5 98,6 Valle d'aosta 119,9 64,4 55,6 34,9 Veneto 1.364,3 6,3 764, 213,2 Subtotale Regioni più sviluppate ,9 6.35, , ,7 Abruzzo 374, 231,5 142,5 59,8 Molise* 153,6 15,9 47,7 23,5 Sardegna 1.375,8 931, 444,8 346,8 Subtotale Regioni in transizione 1.93, ,4 635, 43,1 Basilicata 1.115,7 826, 289,6 44,8 Calabria* 2.379, 2.39,8 339, ,6 Campania 4.95, ,5 837, , Puglia* 7.121, 5.576, , ,5 Sicilia 5.378, 4.557,9 82, , Subtotale Regioni meno sviluppate 2.944, ,5 3.83, , TOTALE , , , ,8 * Regione che ha predisposto un unico POR congiunto tra e Elaborazione e stime Ance su documenti ufficiali NB: A queste risorse, si aggiungono quelle di interesse del settore nei PON per 3,4 miliardi di euro 49

50 Le tipologie di misure di interesse del settore FONDI STRUTTURALI EUROPEI: LE RISORSE DI INTERESSE DEL SETTORE Valori in milioni di euro Descrizione Importo Ferrovie 1.81,23 Rinnovo infrastrutture pubbliche sul piano dell'efficienza energetica (compresi alloggi) 1.7,23 Rischio idrogeologico 1.124,39 Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio culturale pubblico 1.7,7 Trattamento acque reflue 1.5,8 Trasporti urbani 886,84 TIC: rete a banda larga ad altissima velocità 715,83 Porti marittimi 65,3 Altre infrastrutture sociali per lo sviluppo regionale e locale 62,71 Edilizia scolastica (istruzione primaria e secondaria) 487,46 Infrastrutture edilizie 43, Infrastrutture per la sanità 49,42 Infrastrutture per l'educazione e la prima infanzia 315,33 Recupero dei siti industriali e dei terreni contaminati 27,11 Fornitura di acqua per consumo umano 28,75 Piste ciclabili e percorsi pedonali 131,5 Misure per la riduzione dei rischi naturali non connessi al clima (terremoti, ecc) 26,45 Strade 25,72 Altre misure diffuse 3.32,66 TOTALE 15.2,9 Elaborazione e stime Ance su documenti pubblici 5

51 Gli altri strumenti operativi messi a disposizione del sistema Oltre alla breve descrizione fornita nelle slide precedenti, viene messa a disposizione un quadro di dettaglio delle categorie di operazioni scelte dalle regioni e dei ministeri (cfr. tabelle A3 allegate). Il quadro di dettaglio di ciascun programma offre invece un utile punto di riferimento per le idee progettuali che potranno essere sviluppate a livello territoriale nell ambito dei partenariati istituzionali E anche la logica dell Agenda Urbana Europea che dovrà essere declinata a livello nazionale Non si tratta di un punto di arrivo ma un punto di partenza; un punto di partenza di nuovo approccio alla programmazione europea dove la logica è diventata quella di vedere queste risorse pubbliche non più come singole opportunità di lavoro per le nostre imprese ma come catalizzatori di progetti di sviluppo del territorio, in grado di mobilitare anche consistenti risorse private. 51

52 Le risorse pubbliche come catalizzatori di progetti di sviluppo del territorio 52

53 Cambiare approccio rispetto ai fondi europei «Uno Stato che non ha i mezzi per cambiare non ha i mezzi per mantenersi» Edmund Burke Riflessioni sulla rivoluzione francese

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015

Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 Affitti Quota Latte - Periodo 2014/2015 PIEMONTE 603 1.127 87.148.771 13,0 144.525 VALLE D'AOSTA 80 88 1.490.121 0,2 18.627 LOMBARDIA 1.503 2.985 280.666.835 41,8 186.738 PROV. AUT. BOLZANO 1 1 31.970

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H , ,76 Basilicata H Struttura Ex asl impegni prestazioni costo prestazioni Ticket Regione H02 102 4.663 6.145 159.302,40 51.697,76 Basilicata H03 102 9.222 12.473 252.025,98 136.892,31 Basilicata H04 102 3.373 3.373 230.650,00

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

I FINANZIAMENTI EUROPEI E NAZIONALI PER LO SVILUPPO E LA COESIONE TERRITORIALE

I FINANZIAMENTI EUROPEI E NAZIONALI PER LO SVILUPPO E LA COESIONE TERRITORIALE I FINANZIAMENTI EUROPEI E NAZIONALI PER LO SVILUPPO E LA COESIONE TERRITORIALE 2014-2020 2020 Ing. Romain Bocognani Direzione Affari Economici e Centro Studi Seminario ANCE Messina 19 maggio 2015 Cambiare

Dettagli

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA

REGIME QUOTE LATTE AFFITTI DI QUOTA AZIENDE RILEVATARIE PER CLASSIFICAZIONE C-Montana Aziende 6.000 B-Svantaggiata A-Non svantaggiata 5.000 4.000 3.000 524 450 499 336 597 305 803 394 629 358 532 413 572 454 609 441 697 592 818 609 627 481

Dettagli

Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione

Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Roma, 15 febbraio 2006 Fondi strutturali 2000-2006 per l Italia: evitato per il quarto anno consecutivo il disimpegno automatico Il Dipartimento

Dettagli

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA

LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA LE COSTRUZIONI IN BREVE: CAMPANIA Ottobre A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario SCHEDA CAMPANIA... 3 TAVOLE REGIONALI E PROVINCIALI... 9 Occupazione... 11 Imprese... 15 Permessi

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione

Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione Struttura Ex asl impegni prestazioni costo Ticket Regione H02 102 3.244 4.234 prestazioni 106.541,38 39.721,59 Basilicata H03 102 6.820 9.139 183.359,67 103.341,43 Basilicata H04 102 2.243 2.243 150.815,00

Dettagli

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire)

Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni (valori nominali in migliaia di lire) Grafico 1 - Enti locali Contributi erariali per ente - Anni -1999 - (valori nominali in migliaia di lire) 35... 3... 25... 2... 15... à montane 1... 5... 1998 1999 Grafico 2 - Enti locali Contributi erariali

Dettagli

Programmazione FSC

Programmazione FSC Percorso formativo PAR FSC 2007-2013: attuazione, controllo, programmazione seminario conclusivo Programmazione FSC 2014-2020 Presidenza del Consiglio dei Ministri Dott.ssa Daniela Labonia Programmazione

Dettagli

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario... 3 Mercato immobiliare residenziale...

Dettagli

LE OPPORTUNITA PER IL RILANCIO DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI E IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

LE OPPORTUNITA PER IL RILANCIO DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI E IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI LE OPPORTUNITA PER IL RILANCIO DEGLI INVESTIMENTI PUBBLICI E IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Ing. Romain Bocognani Direzione Affari Economici e Centro Studi «Programmare e costruire al tempo del pareggio

Dettagli

LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016

LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016 LA FINANZA TERRITORIALE IN ITALIA RAPPORTO 2016 XXXVII Conferenza scientifica annuale AISRe Il finanziamento degli investimenti degli Enti locali e territoriali: gli strumenti ed il loro utilizzo Ancona,

Dettagli

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011

Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie. Roma, 8 giugno 2011 Iniziativa di sospensione delle rate dei mutui alle famiglie Roma, 8 giugno 2011 Agenda 1. Campione esaminato 2. Classificazione delle domande 3. Analisi territoriale 2 Classificazione delle banche Enti

Dettagli

I PSR delle Regioni italiane: un opportunità per l Innovation Broker Anna Vagnozzi

I PSR delle Regioni italiane: un opportunità per l Innovation Broker Anna Vagnozzi I PSR 2014-2020 delle Regioni italiane: un opportunità per l Innovation Broker Anna Vagnozzi Accademia dei Georgofili L INNOVATION BROKER UNA NUOVA FIGURA PROFESSIONALE IN AGRICOLTURA Firenze, 10 marzo

Dettagli

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica

Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica 1 Approfondimento 1 - Rsu per comparto e per ripartizione geografica ripartizione geografica votanti partec. voti validi CGIL CISL UIL ALTRE LISTE AGENZIE FISCALI Nord Ovest 85 12.904 11.248 87,17 10.922

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' GARVIN PAOLA

DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' GARVIN PAOLA REGIONE TOSCANA DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' Il Dirigente Responsabile: GARVIN PAOLA Decreto soggetto

Dettagli

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Messaggio numero 3244 del

Istituto Nazionale della Previdenza Sociale. Messaggio numero 3244 del Istituto Nazionale della Previdenza Sociale Messaggio numero 3244 del 12-05-2015 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 12-05-2015

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN NOTIZIARIO STATISTICO ANNO - NUMERO 1 AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER

Dettagli

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali politiche attive, i servizi per il lavoroo e la formazione

Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali politiche attive, i servizi per il lavoroo e la formazione Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione Generale per le politiche attive, i servizi per il lavoroo e la formazione COMITATO DI SORVEGLIANZA CONGIUNTO DEI PROGRAMMI OPERATIVI INIZIATIVA

Dettagli

Scuola dell'infanzia Regione

Scuola dell'infanzia Regione Scuola dell'infanzia Abruzzo 30 Basilicata 37 Calabria 144 Campania 278 Emilia Romagna 54 Lazio 118 Liguria 16 Lombardia 88 Marche 35 Molise 11 Piemonte 47 Puglia 136 Sardegna 48 Sicilia 246 Toscana 82

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA

CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA CONSIGLIO NAZIONALE GEOLOGI Centro Studi NOTA STAMPA FRANE E ALLUVIONI: SEI MILIONI DI PERSONE A RISCHIO Emilia Romagna, Campania e Lombardia tra le regioni più esposte ausa del consapevolezza nella società

Dettagli

Per ulteriori informazioni:

Per ulteriori informazioni: Tab. 1 - Persone nate in paesi non-ue per tipologia di carica Dati al 31 marzo 2016 Carica Persone Amministratore 141.748 Socio* 54.934 Titolare 357.152 Altre cariche 14.915 568.749 * La carica di socio

Dettagli

Punto 5 dell ordine del giorno: A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale

Punto 5 dell ordine del giorno: A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale Punto 5 dell ordine del giorno: Informativa sulle azioni attivate A - Analisi della risposta all Invito per la presentazione di progetti di ricerca industriale Comitato di Sorveglianza 16 giugno 2010 Roma

Dettagli

Ticket Regionali Specialistica e Diagnostica Studenti Universitari

Ticket Regionali Specialistica e Diagnostica Studenti Universitari NB. Nelle tabelle che seguono sono riportati i costi (in Euro) delle principali prestazioni ambulatoriali e specialistiche previste dal nostro Sistema Sanitario Nazionale a favore degli Studenti Universitari,

Dettagli

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione...

Pensioni ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE. DIREZIONE Regionale PENSIONI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE. Presentazione... ISTITUTO DELLA PREVIDENZA SOCIALE DIREZIONE Regionale PIANIFICAZIONE E CONTROLLO DI GESTIONE Pensioni PENSIONI Presentazione...2 Totale categorie...3 Vecchiaia...4 Invalidità...5 Superstiti...6 Presentazione

Dettagli

La scommessa. Sensitività alla crescita e alla spesa per interessi (valori percentuali)

La scommessa. Sensitività alla crescita e alla spesa per interessi (valori percentuali) Regione Lombardia, 1 aprile 2016 La scommessa Sensitività alla crescita e alla spesa per interessi (valori percentuali) Fonte: documento programmatico di bilancio 2016 La scommessa Stimolo domanda interna

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTO l articolo 1, comma 7, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 19 luglio 1993, n. 236, che istituisce il Fondo per l occupazione presso il Ministero del

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011.

Area Turismo. I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 2002 al 2011. Area Turismo I dati relativi al turismo sono stati forniti dall Assessorato Regionale al Turismo e riguardano gli anni dal 22 al 211. Glossario: Arrivi: il numero di clienti, italiani e stranieri, ospitati

Dettagli

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009

Il divario Nord-Sud. di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 Il divario Nord-Sud di Gianfranco Viesti (Università di Bari) FSP, Bologna 29 marzo 2009 IL DIVARIO DI REDDITO Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 Fonte: Daniele V, Malanima,P. 2007 PIL pro capite nelle

Dettagli

Ufficio V Bando 2.0

Ufficio V Bando 2.0 Bando Cl@ssi 2.0 Premessa La Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi (DGSSSI) del MIUR, nel quadro del piano di sostegno dell Innovazione Digitale, promuove l allestimento

Dettagli

MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA

MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA Attuazione finanziaria, situazione al 30 giugno 2016 Sistema Nazionale di Monitoraggio del Quadro Strategico Nazionale

Dettagli

Banda massima in upload (Percentile 95 della velocità di trasmissione in

Banda massima in upload (Percentile 95 della velocità di trasmissione in Modello elettronico Qualità dei servizi di accesso ad internet da postazione fissa - Delibere 131/06/CSP - 244/08/CSP e s.m.i. REGIONE Toscana (offerta/profilo 7 Mbps Download / 256 Kbps Upload) Kbps 4708

Dettagli

Trasporto Ferroviario. Fermi a Eboli

Trasporto Ferroviario. Fermi a Eboli 1 Trasporto Ferroviario Fermi a Eboli ALTA VELOCITA COLLEGAMENTI 2 Offerta sull Alta Velocità Frecciarossa Milano Roma /Napoli 88 collegamenti Torino - Napoli 12 di cui 5 fino Salerno Milano Rimini - Ancona

Dettagli

L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI

L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Analisi dei PSR sulle Nuove SFIDE dell Health Check PARTE SECONDA - ASPETTI FINANZIARI Aggiornamento L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento realizzato nell ambito delle attività della Rete Rurale

Dettagli

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE 1 Condannati definitivi Per di e per Durata della Pena Residua Situazione al 13/05/2010 Fino a 1 anno Da 1 a 2 Durata della pena residua Da 2 a 3 Da 3 a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 20 Da 20 in poi Ergastolo Totale

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione PUBBLICAZIONE QUADRIMESTRALE Secondo Quadrimestre 2016 Procedure di affidamento perfezionate di importo superiore o uguale a 40.000 Grafici e Tabelle Il rapporto quadrimestrale seguente è suddiviso in

Dettagli

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN

Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN Direzione Generale del Personale e degli Affari Generali e Amministrativi SERVIZIO STATISTICO - UFFICIO SISTAN AFFLUENZA ALLE URNE DEI GENITORI E DEGLI STUDENTI PER LE ELEZIONI DEGLI ORGANI COLLEGIALI

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso BOOK 2014 DELLA MEDIAZIONE E DEL CONTENZIOSO (IMPOSTE SUI REDDITI, IVA, IRAP, IMPOSTA DI REGISTRO ED ALTRI TRIBUTI INDIRETTI) FLUSSO ISTANZE DI MEDIAZIONE - Settore entrate Periodo di riferimento: 2013-2014

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione PUBBLICAZIONE QUADRIMESTRALE Primo Quadrimestre 2016 Procedure di affidamento perfezionate di importo superiore o uguale a 40.000 Grafici e Tabelle Il rapporto quadrimestrale seguente è suddiviso in 4

Dettagli

Dossier prezzi carburanti

Dossier prezzi carburanti Dossier prezzi carburanti Rilevazione dei prezzi praticati alla pompa Il 19/02/2015 Elaborazioni Staffetta Quotidiana su dati dell'osservatorio prezzi carburanti del ministero dello Sviluppo economico

Dettagli

LIVELLO GENERALE DI ILLEGALITÀ

LIVELLO GENERALE DI ILLEGALITÀ ANALISI QUANTITATIVA LIVELLO NAZIONALE L attività operativa dell anno 2002 in tutto il territorio nazionale ha prodotto 8.760 controlli su 4.612 obiettivi, nel cui ambito sono state accertate 2.925 infrazioni

Dettagli

Programmazione dei fondi strutturali di investimento europei

Programmazione dei fondi strutturali di investimento europei Programmazione dei fondi strutturali di investimento europei 2014-2020 Roma, 30 settembre 2015 1 l Accordo di partenariato è il documento predisposto da uno Stato membro in collaborazione con le istituzioni

Dettagli

Area di gara 1 (Lombardia-Bolzano-Trento) Base d'asta Tornata febbraio 2008 Tornata febbraio 2008 Tornata febbraio 2008

Area di gara 1 (Lombardia-Bolzano-Trento) Base d'asta Tornata febbraio 2008 Tornata febbraio 2008 Tornata febbraio 2008 Area di gara 1 (Lombardia-Bolzano-Trento) Lombardia Prov. Aut. Bolzano Prov. Aut. Trento 3.295.000 9.040.000 9.040.000 9.040.000 3.295.000 8.280.000 8.280.000 8.680.000 2.990.000 5.670.000 8.010.000 8.010.000

Dettagli

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 Direzione Affari economici e Centro Studi Ing. Romain Bocognani «I finanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle

Dettagli

Il consumo di suolo in Campania e l importanza dell osservatorio campano Anna Savarese, Vicepresidente Legambiente Campania

Il consumo di suolo in Campania e l importanza dell osservatorio campano Anna Savarese, Vicepresidente Legambiente Campania Il consumo di suolo in Campania e l importanza dell osservatorio campano Anna Savarese, Vicepresidente Legambiente Campania 12,0% ANDAMENTO DEL CONSUMO DI SUOLO NELLE REGIONI D ITALIA: CAMPANIA AI PRIMI

Dettagli

Infrastrutture e sistema della mobilità per l EXPO 2015

Infrastrutture e sistema della mobilità per l EXPO 2015 Infrastrutture e sistema della mobilità per l EXPO 2015 di Norberto Achille Presidente FNM Milano, 10 Febbraio 2009 L Italia evidenzia un gap infrastrutturale rispetto ai principali Paesi europei, in termini

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Disponibilità al 1/1/2012 per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA

Disponibilità al 1/1/2012 per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA Disponibilità al 1/1/2012 per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA Comparto Blu* Grigie** Totale Totale % ASL 930 18 720 19 650 32.2% AUTORITÀ TERRITORIALI E PORTUALI 42 119 161

Dettagli

Autorità Nazionale Anticorruzione

Autorità Nazionale Anticorruzione PUBBLICAZIONE QUADRIMESTRALE Primo Quadrimestre 2015 Sezione Grafici e Tabelle Procedure di affidamento perfezionate di importo superiore o uguale a 40.000 Il rapporto quadrimestrale seguente è suddiviso

Dettagli

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil MANOVRA ECONOMICA: SE TUTTE LE REGIONI ALLE PRESE CON L EXTRADEFICIT SANITARIO AUMENTASSERO L IRPEF REGIONALE POSSIBILI AUMENTI MEDI DEL 47,4% (221

Dettagli

La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione

La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione Il concorso La percentuale di probabilità di superare il concorso in base al numero di candidati ammessi e ai posti disponibili, regione per regione NOTA: I candidati possono partecipare anche per più

Dettagli

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Nei primi otto mesi dell anno sono stati pubblicati circa 1.300 bandi in

Dettagli

I Comuni e la programmazione dei Fondi Europei : strumenti, impegni, opportunità

I Comuni e la programmazione dei Fondi Europei : strumenti, impegni, opportunità I Comuni e la programmazione dei Fondi Europei 2014 2020: strumenti, impegni, opportunità Milano, 26 novembre 2014 Simona ELMO IFEL Fondazione per la finanza e l economia locale Area Servizi regionalizzati

Dettagli

GLI STRUMENTI FINANZIARI NAZIONALI ISMEA. 16 aprile 2014 Lametia.

GLI STRUMENTI FINANZIARI NAZIONALI ISMEA. 16 aprile 2014 Lametia. GLI STRUMENTI FINANZIARI NAZIONALI ISMEA 16 aprile 2014 Lametia www.ismea.it www.ismeaservizi.it AGENDA Il fondo di garanzia a prima richiesta Interventi ad abbattimento delle commissioni I numeri Criticità

Dettagli

Inventari regionali di gas serra e politiche di riduzione

Inventari regionali di gas serra e politiche di riduzione Inventari regionali di gas serra e politiche di riduzione Riccardo De Lauretis APAT Inventari gas serra e piani di risanamento Necessità di elaborare inventari di gas serra a livello regionale consistenti

Dettagli

Scuola infanzia e primaria

Scuola infanzia e primaria Scuola infanzia e primaria Definizione della disponibilità per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria La tabella 1) che segue calcola le cessazioni dal servizio

Dettagli

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca MIUR.AOOUFGAB.REGISTRO DECRETI.0000157.11-03-2016 Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca VISTA la legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma del sistema nazionale di istruzione

Dettagli

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo «L integrazione delle reti orizzontali e verticali: una sfida ed un opportunità da affrontare in sinergia» Roma,

Dettagli

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010

LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO. Report statistico al 1 giugno 2010 LAVORO OCCASIONALE DI TIPO ACCESSORIO Report statistico al 1 giugno 21 Dati forniti dall INPS Dati relativi al mese di maggio 21 Voucher venduti nel mese di maggio 21 per provincia e settore Provincia

Dettagli

M inistero dell Istruzione, dell U niversit e della R icerca. Scuola infanzia e primaria

M inistero dell Istruzione, dell U niversit e della R icerca. Scuola infanzia e primaria M inistero dellistruzione, dellu niversit e della R icerca Scuola infanzia e primaria Definizione della disponibilità per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria

Dettagli

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * *

IL SETTORE TERMALE. Caratteristiche strutturali e performance. Federterme. Rimini, 12 maggio 2011 * * * IL SETTORE TERMALE Caratteristiche strutturali e performance * * * Federterme Rimini, 12 maggio 2011 Numero delle imprese termali per aree geografiche al 31/12/2010 378 Imprese 259 Società di capitali

Dettagli

STRUMENTI E INTERVENTI PER LE AREE RURALI: obiettivi, strategie e misure dell ASSE 3

STRUMENTI E INTERVENTI PER LE AREE RURALI: obiettivi, strategie e misure dell ASSE 3 7-11 settembre 2009 Principi e strumenti della politica di sviluppo rurale Hotel Diana, Via Principe Amedeo, 4 - Roma STRUMENTI E INTERVENTI PER LE AREE RURALI: obiettivi, strategie e misure dell ASSE

Dettagli

Nuovo apprendistato: stato dell arte regionale

Nuovo apprendistato: stato dell arte regionale www.fareapprendistato.it, 18 giugno 2012 Nuovo apprendistato: stato dell arte regionale a cura di Enrica Carminati REGIONI APPRENDISTATO PER LA QUALIFICA E IL DIPLOMA PROFESSIONALE ART. 3 D. LGS. N. 167/2011

Dettagli

Nidi e servizi integrativi in Italia: l indagine sulla spesa sociale dei Comuni

Nidi e servizi integrativi in Italia: l indagine sulla spesa sociale dei Comuni NIDI E SERVIZI PER L INFANZIA Conoscere per governare Nidi e servizi : l indagine sulla spesa sociale dei Comuni Giulia Milan - Istat Servizio Sanità e assistenza Unità Operativa Interventi e servizi sociali

Dettagli

Il futuro delle politiche di sviluppo rurale

Il futuro delle politiche di sviluppo rurale Il futuro delle politiche di sviluppo rurale Regione Liguria Settore Politiche Agricole Genova, 30 Novembre 2005 Piano regionale di Sviluppo Rurale per il periodo 2000-2006 2006 risultati conseguiti nell

Dettagli

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media

Provenienza dei turisti italiani. Graduatoria delle presenze e permanenza media PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 33,30% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti che arrivano dall Est Europa (tra cui spiccano Romania, Russia

Dettagli

Ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale dell Area dogane dell Agenzia

Ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale dell Area dogane dell Agenzia Ripartizione della dotazione organica del personale non dirigenziale dell Area dogane dell Agenzia Con determinazione direttoriale n. 22086 dell 8 ottobre 2015 è stata ripartita la dotazione organica complessiva

Dettagli

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014)

TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TASSE E TARIFFE LOCALI: 58,7 MILIARDI DI EURO (PIU 6% DAL 2012 AL 2014) TRA ADDIZIONALI IRPEF, IMU, TASI, TARIFFE RIFIUTI, BOLLO AUTO IMPOSTA RC AUTO NEL 2014 UN ESBORSO DI 966 EURO MEDI PRO CAPITE TRA

Dettagli

sdf La mappa degli Operatori dell Agricoltura Sociale

sdf La mappa degli Operatori dell Agricoltura Sociale sdf La mappa degli Operatori dell Agricoltura Sociale Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia Romagna Friuli Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise Piemonte Prov. Aut. Bolzano Puglia

Dettagli

D.L. 35/2013 SBLOCCA DEBITI

D.L. 35/2013 SBLOCCA DEBITI D.L. 35/2013 SBLOCCA DEBITI STATO DI ATTUAZIONE Aggiornamento del 4 settembre 2013 P.A.: pagati 7,2 mld di debiti Lo Stato ha messo a disposizione degli Enti debitori il 90% dei fondi stanziati dal DL

Dettagli

La Rete Ferroviaria FS oggi

La Rete Ferroviaria FS oggi LOMBARDIA Estensione complessiva linee: 1569 km Binario semplice: 57% Binario doppio: 42% Not defined: 1% BEM 16% BCA 46% ALT 4% BA/BAB 34% DC 36% DL 28% CTC 36% Elettrica: 82% Diesel: 18% PIEMONTE Estensione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Classificazione sismica La classificazione sismica del territorio nazionale si effettua sulla base di criteri emanati nel 2003, criteri individuati a partire da studi ed elaborazioni relativi alla pericolosità

Dettagli

Rilevazione sulle forze di lavoro

Rilevazione sulle forze di lavoro 28 aprile 2010 Rilevazione sulle forze di lavoro Media 2009 Sul sito www.istat.it sono da oggi disponibili i dati della media 2009 della rilevazione sulle forze di lavoro. In questa statistica in breve

Dettagli

LE FONTI DI INFORMAZIONE SUI BANDI DEI PROGRAMMI DEI FONDI STRUTTURALI

LE FONTI DI INFORMAZIONE SUI BANDI DEI PROGRAMMI DEI FONDI STRUTTURALI LE FONTI DI INFORMAZIONE SUI BANDI DEI PROGRAMMI DEI FONDI STRUTTURALI 2000-2006 ENEA CASACCIA 28 MARZO 2006 Dott. Piero Fazio 1 Regione Sardegna www.regione.sardegna.it Dalla home page, attraverso i link,

Dettagli

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche

Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere. Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Le nuove imprese vincenti: le leve strategiche per tornare a crescere Stefania Trenti Direzione Studi e Ricerche Casale Monferrato, 8 giugno 2016 1 Premessa 2 I nuovi protagonisti della crescita 3 Focus

Dettagli

Figura 1 - Territorio con copertura artificiale -Anno 2009 (incidenza percentuale sulla superficie totale)

Figura 1 - Territorio con copertura artificiale -Anno 2009 (incidenza percentuale sulla superficie totale) Allegato statistico Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Enrico Giovannini Commissione XIII Territorio, Ambiente e Beni ambientali del Senato della Repubblica Roma, 18 gennaio

Dettagli

INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015

INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015 INVALSI 2015: I RISULTATI DEL PIEMONTE Sintesi estratta dal rapporto INVALSI 2015 a cura dell Osservatorio sul sistema formativo piemontese ARTICOLO 3/2015 Chi ha partecipato ai test Invalsi? SOMMARIO

Dettagli

Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento

Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento PROGRAMMAOPERATIVO NAZIONALE Per la Scuola - competenze e ambienti per l apprendimento Programmazione2014-2020 Avviso pubblico Prot. n. 398 del 5/01/2016 rivolto ai Centri provinciali per l istruzione

Dettagli

Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo.

Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo. Cod. ISTAT INT 00004 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Giustizia Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo. Titolare: Dipartimento per le

Dettagli

Università degli Studi di Salerno. Crescita, divari regionali e politiche di coesione. Roberto Basile

Università degli Studi di Salerno. Crescita, divari regionali e politiche di coesione. Roberto Basile Università degli Studi di Salerno Crescita, divari regionali e politiche di coesione Roberto Basile ISAE (Istituto di Studi e Analisi Economica), Piazza dell Indipendenza, 4 00185, Roma Tel. 06-44482874

Dettagli

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var.

Il SINAB è un progetto di: L AGRICOLTURA BIOLOGICA AL 31/12/2009 Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione TOTALE. Var. Il SINAB è un progetto di: Tabella 1 Numero operatori per tipologia e regione produttori esclusivi preparatori esclusivi importatori esclusivi produttori / preparatori produttori / preparatori / importatori

Dettagli

La predetta proposta potrà avere attuazione nel rispetto delle seguenti condizioni:

La predetta proposta potrà avere attuazione nel rispetto delle seguenti condizioni: INTESA IN CONFERENZA STATO REGIONI IN ATTUAZIONE DELL ARTICOLO 46, COMMA 6, DEL DECRETO LEGGE N. 66 DEL 2014, COME MODIFICATO DALL ARTICOLO 1, COMMA 398, DELLA LEGGE N. 190/2014, NONCHÉ DELL ARTICOLO 1,

Dettagli

Conto Energia: il premio per la sostituzione di coperture in eternit

Conto Energia: il premio per la sostituzione di coperture in eternit Conto Energia: il premio per la sostituzione di coperture in eternit Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa PROVINCIA ETERNIT FREE Roma, 30 settembre 2010 www.gse.it 2 Indice Il Gestore dei Servizi

Dettagli

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA

Provincia di Verona PROVINCIA DI VERONA PROVINCIA DI VERONA Il turismo nell intera Provincia di Verona è rappresentato dal 69,10% da turisti stranieri, tra cui spiccano i turisti di area tedesca (tedeschi e austriaci) con presenze pari a 2.032.589

Dettagli

Rapporto Epidemiologico InfluNet

Rapporto Epidemiologico InfluNet Casi per 1.000 assistiti Rapporto Epidemiologico InfluNet Settimana 2015-49 Il rapporto presenta i risultati nazionali e regionali relativi alla sorveglianza epidemiologica dell influenza, elaborati dal

Dettagli

Tabella 3 Piano di prevenzione per gli effetti delle ondate di calore nelle città italiane

Tabella 3 Piano di prevenzione per gli effetti delle ondate di calore nelle città italiane Tabella 3 Piano di prevenzione per gli effetti delle ondate di calore nelle città italiane Città con un sistema di allarme HHWWS operativo Città ANCONA BARI BOLOGNA BOLZANO BRESCIA CAGLIARI CAMPOBASSO

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Rapporto Epidemiologico InfluNet

Rapporto Epidemiologico InfluNet Casi per 1.000 assistiti Rapporto N. 10 del 4 gennaio 2017 Rapporto Epidemiologico InfluNet Settimana 2016-52 Il rapporto presenta i risultati nazionali e regionali relativi alla sorveglianza epidemiologica

Dettagli

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016

DATI INAIL NAZIONALI Anno 2016: aggiornamento al 31/7/2016 CE.S.I.L. RE Centro Studi Infortuni sul lavoro Reggio Emilia, 2//2016 Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro a cura del Centro Studi Infortuni sul Lavoro di Conflavoro Pmi Reggio Emilia

Dettagli

Progetto: Sviluppa la crescita personale e migliora le tue conoscenze ID POSDRU/129/5.1/G/ Le professioni in Italia nel 2015

Progetto: Sviluppa la crescita personale e migliora le tue conoscenze ID POSDRU/129/5.1/G/ Le professioni in Italia nel 2015 Pag.1/6 oameni! Progetto: Sviluppa la crescita personale e migliora le tue conoscenze ID Le professioni in Italia nel 2015 Settembre 2015 L andamento delle professioni è sempre soggetto a variazioni lungo

Dettagli

1 SEM. Anno di riferimento: 2013 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero

1 SEM. Anno di riferimento: 2013 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero S/A Tempo di attivazione dei servizi di accesso ad internet a banda larga Servizi di accesso ad internet a banda larga su linee telefoniche attive Servizi di accesso ad internet a banda larga su nuove

Dettagli

* * * Roma, 10 agosto 2016

* * * Roma, 10 agosto 2016 * * * Roma, 10 agosto 2016 Comunicato stampa IL CIPE ASSEGNA 15 MILIARDI DI EURO DEL FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE, 13,4 MILIARDI DI EURO PER I PATTI PER IL SUD, 9 MILIARDI PER LA RETE FERROVIARIA,

Dettagli

Disponibilità attuale per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA****

Disponibilità attuale per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA**** Disponibilità attuale per assegnazione [macrotipologie] e comparto. Stima sull'intera PA**** Comparto Blu* Grigie con autista** Altre*** Totale Totale % ASL 169 749 17 900 18 818 31.1% AUTORITÀ TERRITORIALI

Dettagli

Andrea Ciaffi

Andrea Ciaffi REGIONE AUTONOMA FRIULI VENEZIA GIULIA REGIONI E AIUTI DI STATO: UN OPPORTUNITÀ PER LE ISTITUZIONI E PER LE IMPRESE ALL AVVIO DELLA NUOVA PROGRAMMAZIONE 2014-2020 I rapporti tra Stato e Regioni alla luce

Dettagli

Oltre il Pil 2013: la nuova geografia del benessere in Italia

Oltre il Pil 2013: la nuova geografia del benessere in Italia Oltre il Pil 2013: la nuova geografia del benessere in Italia Rapporto Oltre il Pil 2013, 3 luglio 2013 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere 1 Pilastri Domini Sottodomini (fondo

Dettagli