LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni"

Transcript

1 LA PROGRAMMAZIONE DEI FONDI STRUTTURALI EUROPEI Le opportunità per il settore delle costruzioni A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Seminario Ance sulla nuova programmazione dei fondi strutturali europei Roma, 2 marzo 216

2 La programmazione a livello nazionale 2

3 La nuova programmazione in Italia: 6 miliardi finora ripartiti su 115 miliardi Tra fondi strutturali e FSC, sono previsti finanziamenti complessivi per 115 miliardi di euro nel periodo Fondi strutturali (+): ad oggi, programmi approvati per circa 51,8 miliardi di euro. In attesa la ripartizione di 8 miliardi di euro FSC: ad oggi, risorse attribuite per circa 8 miliardi di euro e 36 miliardi sono da programmare in queste settimane (11 miliardi da programmare dopo la revisione di metà periodo da effettuare nel 217/218) 3

4 La ripartizione dei 6 miliardi di fondi strutturali europei PROGRAMMAZIONE FONDI STRUTTURALI EUROPEI 6 MILIARDI DI EURO 12 PROGRAMMI OPERATIVI NAZIONALI 16,1 miliardi di euro 39 PROGRAMMI OPERATIVI REGIONALI 35,7 miliardi di euro PROGRAMMI COMPLEMENTARI E COLLEGATI 8 miliardi di euro 4

5 Permane una situazione di incertezza sulla ripartizione dei 55 miliardi del Fondo Sviluppo e Coesione PROGRAMMAZIONE FONDO SVILUPPO E COESIONE 54,8 MILIARDI DI EURO RISORSE GIA ASSEGNATE 8,1 miliardi di euro di cui 4,8 miliardi attribuiti per via legislativa RISORSE ANCORA DA ASSEGNARE 35,7 miliardi di euro Scadenza iniziale prevista aprile 215 FINANZIAMENTI DA ATTRIBUIRE DOPO LA REVISIONE DI MEDIO PERIODO 11 miliardi di euro 5

6 La ripartizione degli 8,1 miliardi del Fondo Sviluppo e Coesione già attribuiti FONDO PER LO SVILUPPO E LA COESIONE: LE RISORSE ASSEGNATE - Valori in milioni di euro Descrizione Importo Assegnazioni con delibera CIPE 3.345,93 Banda ultra larga 2.2, Rischio idrogeologico 55, Contratti di sviluppo 25, Programma di metanizzazione nel Mezzogiorno 14, Edilizia scolastica (#Scuolebelle) 6, Polo industriale di Piombino 5, Cittadella giudiziaria di Salerno 26,53 Sito di Interesse Nazionale (SIN) di Brindisi 25, Investimenti per l'isola di Lampedusa e Linosa 2, Area industriale di Trieste 15,4 Istituto italiano per gli studi storici e Istituto italiano per gli studi filosofici 6, Palazzo di Giustizia di Reggio Calabria 3, Assegnazioni per via legislativa 4.78,9 Interventi infrastrutturali "Sblocca Italia" 3.5, Incentivi alle imprese 1.53,9 Finanziamento zone franche urbane 175, Legge di stabilità 215 (tab.e) 4, Servizi socio educativi per la prima infanzia 12, TOTALE 8.126,83 Elaborazione Ance su documenti pubblici 6

7 La dotazione finanziaria dei programmi dei fondi strutturali

8 La dotazione finanziaria dei programmi nazionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI NAZIONALI DEI FONDI STRUTTURALI Valori in milioni di euro Programma nazionale Totale Fondi strutturali di cui fondi UE di cui fondi nazionali Governance e capacità istituzionale 827,7 583,8 243,9 Città Metropolitane 892,9 588,1 34,8 Per la Scuola 3.19, ,2 1.44,1 Sistemi di politiche attive per l'occupazione 2.176,5 1.18,7 995,8 Inclusione 1.238,9 827,2 411,7 Iniziativa Occupazione Giovani 1.513, , 378,3 Ricerca e innovazione* 1.286, 926,3 359,8 Imprese e competitività e Iniziativa PMI** 2.419, 1.776, 643, Cultura e Sviluppo*** 49,9 368,2 122,7 Infrastrutture e reti*** 1.843, ,8 46,9 Legalità*** 377,7 283,3 94,4 TOTALE 16.86, 1.666, ,5 * Programma relativo alle 8 regioni del Mezzogiorno ** 2 Programmi relativi alle 8 regioni del Mezzogiorno (iniziativa PMI da 12,5 M ) ***Programma relativo alle 5 regioni meno sviluppate (Basilicata, Calab ria, Campania, Puglia e Sicilia) Elaborazione Ance su documenti ufficiali 8

9 La dotazione finanziaria dei programmi regionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI REGIONALI DEI FONDI STRUTTURALI Valori in milioni di euro Regione Totale Fondi di cui di cui strutturali POR POR Emilia-Romagna 1.268,1 481,9 786,3 Friuli Venezia Giulia 57,2 23,8 276,4 Lazio 1.815,6 913,1 92,5 Liguria 747,1 392,5 354,5 Lombardia 1.94,9 97,5 97,5 Marche 625,4 337,4 288, PA Bolzano 273,2 136,6 136,6 PA Trento 218,6 18,7 11, Piemonte 1.838,1 965,8 872,3 Toscana 1.525,4 792,5 733, Umbria 593,8 356,3 237,5 Valle d'aosta 119,9 64,4 55,6 Veneto 1.364,3 6,3 764, Subtotale Regioni più sviluppate ,9 6.35, ,2 Abruzzo 374, 231,5 142,5 Molise* 153,6 15,9 47,7 Sardegna 1.375,8 931, 444,8 Subtotale Regioni in transizione 1.93, ,4 635, Basilicata 1.115,7 826, 289,6 Calabria* 2.379, 2.39,8 339,1 Campania 4.95, ,5 837,2 Puglia* 7.121, 5.576, ,8 Sicilia 5.378, 4.557,9 82,1 Subtotale Regioni meno sviluppate 2.944, ,5 3.83,8 TOTALE , , , * Regione che ha predisposto un unico POR congiunto tra e Elaborazione Ance su documenti ufficiali 9

10 La strategia complessiva a livello nazionale per l utilizzo delle risorse 1

11 La ripartizione dei 51,8 miliardi di euro dei programmi dei fondi strutturali europei RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO ,6 milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 11

12 Le strategie di utilizzo dei fondi a livello regionale 12

13 ABRUZZO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR ABRUZZO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Abruzzo IMPORTO 374 milioni 28 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 13

14 BASILICATA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR BASILICATA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Basilicata IMPORTO milioni 72 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 14

15 CALABRIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR - CALABRIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Calabria IMPORTO milioni 57 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 15

16 CAMPANIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E CAMPANIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 69 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 16

17 EMILIA-ROMAGNA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR EMILIA ROMAGNA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Emilia-Romagna IMPORTO milioni 43 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 17

18 FRIULI VENEZIA GIULIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR FRIULI-VENEZIA GIULIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Friuli-Venezia Giulia IMPORTO 57 milioni 26 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 18

19 LAZIO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E LAZIO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Lazio IMPORTO milioni 44 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 19

20 LIGURIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR LIGURIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Liguria IMPORTO 747 milioni 3 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 2

21 LOMBARDIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR LOMBARDIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 34 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 21

22 MARCHE RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR MARCHE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Marche IMPORTO 625 milioni 4 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 22

23 MOLISE 35 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL POR - MOLISE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Molise IMPORTO 154 milioni 33 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 23

24 PIEMONTE RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E 4 35 PIEMONTE Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Piemonte IMPORTO milioni 37 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 24

25 PUGLIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL POR - PUGLIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su POR Regione Puglia IMPORTO milioni 69 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 25

26 SARDEGNA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E SARDEGNA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali IMPORTO milioni 6 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 26

27 SICILIA 1.2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR SICILIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Sicilia IMPORTO milioni 76 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 27

28 TOSCANA 4 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR e POR TOSCANA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Toscana IMPORTO milioni 31 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 28

29 TRENTINO P.A. BOLZANO 7 6 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO E PO P.A. BOLZANO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Provincia Autonoma di Bolzano IMPORTO 273 milioni 22 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 29

30 TRENTINO P.A. TRENTO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PO E PO P.A. TRENTO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Provincia Autonoma di Trento IMPORTO 219 milioni 16 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 3

31 UMBRIA RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR UMBRIA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Umbria IMPORTO 594 milioni 45 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 31

32 VALLE D AOSTA 25 2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR VALLE D'AOSTA Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Valle d'aosta IMPORTO 12 milioni 23 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 32

33 VENETO RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI POR E POR VENETO Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali Regione Veneto IMPORTO milioni 37 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 33

34 Alcuni raffronti tra le scelte regionali 11 Regioni e Province autonome su 21 hanno previsto un Asse dedicato allo Sviluppo Urbano sostenibile 786 milioni di euro 11 Regioni e Province autonome su 21 hanno previsto misure per la riduzione del rischio idrogeologico milioni di euro 34

35 Le strategie di utilizzo dei fondi nei programmi nazionali 35

36 PON Città Metropolitane RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "CITTA' METROPOLITANE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Città Metropolitane IMPORTO 893 milioni 13 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 36

37 PON Cultura e Sviluppo RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "CULTURA E SVILUPPO" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Cultura e Sviluppo IMPORTO 491 milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 37

38 PON Per la scuola 3. RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON - "PER LA SCUOLA" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Per la scuola IMPORTO 3.19 milioni 1 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 38

39 PON Inclusione 1.2 RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INCLUSIONE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Inclusione IMPORTO milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 39

40 PON Infrastrutture e reti RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INFRASTRUTTURE E RETI" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Infrastrutture e Reti IMPORTO milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 4

41 PON Legalità RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "LEGALITA'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Legalità IMPORTO 378 milioni 8 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 41

42 PON Occupazione Giovani RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "INIZIATIVA OCCUPAZIONE GIOVANI" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Iniziativa Occupazione Giovani IMPORTO milioni 1 categoria di intervento scelte (su 123 possibili) 42

43 PON Sistemi di politiche attive per l occupazione RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "SISTEMI DI POLITICHE ATTIVE PER L'OCCUPAZIONE" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Sistemi di politiche attive per l'occupazione IMPORTO milioni 12 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 43

44 PON Ricerca e innovazione RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "RICERCA E INNOVAZIONE'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Ricerca e Innovazione IMPORTO milioni 9 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 44

45 PON Imprese e competitività ( e iniziativa PMI) RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "IMPRESE E COMPETITIVITA'" Valori in milioni di euro Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Imprese e Competitività IMPORTO milioni 19 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 45

46 PON Governance e capacità istituzionale RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEL PON "GOVERNANCE E CAPACITA' ISTITUZIONALE'" Valori in milioni di euro 68 Elaborazione Ance su documenti ufficiali PON Governance e capacità istituzionale IMPORTO 828 milioni 6 categorie di intervento scelte (su 123 possibili) 46

47 La stima delle misure di interesse del settore 47

48 Circa 15 miliardi di euro in grado di attivare domanda edilizia Secondo le stime dell Ance, dei 51,8 miliardi di euro di fondi strutturali europei , circa 15,2 miliardi sono in grado di attivare domanda edilizia, senza considerare le numerose misure di carattere trasversale che possono interessare il settore. Programmi operativi 51,8 miliardi 48

49 La ripartizione delle risorse nei Programmi Operativi Regionali RIPARTIZIONE DELLE RISORSE DEI PROGRAMMI REGIONALI DEI FONDI STRUTTURALI E RELATIVA STIMA DELLA CAPACITA' DI ATTIVARE DOMANDA EDILIZIA - Valori in milioni di euro Regione Totale Fondi di cui di cui Stima possibile strutturali POR POR impatto settore Emilia-Romagna 1.268,1 481,9 786,3 129,4 Friuli Venezia Giulia 57,2 23,8 276,4 69,3 Lazio 1.815,6 913,1 92,5 36,4 Liguria 747,1 392,5 354,5 124,1 Lombardia 1.94,9 97,5 97,5 262,6 Marche 625,4 337,4 288, 97,3 PA Bolzano 273,2 136,6 136,6 77, PA Trento 218,6 18,7 11, 23,1 Piemonte 1.838,1 965,8 872,3 274,6 Toscana 1.525,4 792,5 733, 214,4 Umbria 593,8 356,3 237,5 98,6 Valle d'aosta 119,9 64,4 55,6 34,9 Veneto 1.364,3 6,3 764, 213,2 Subtotale Regioni più sviluppate ,9 6.35, , ,7 Abruzzo 374, 231,5 142,5 59,8 Molise* 153,6 15,9 47,7 23,5 Sardegna 1.375,8 931, 444,8 346,8 Subtotale Regioni in transizione 1.93, ,4 635, 43,1 Basilicata 1.115,7 826, 289,6 44,8 Calabria* 2.379, 2.39,8 339, ,6 Campania 4.95, ,5 837, , Puglia* 7.121, 5.576, , ,5 Sicilia 5.378, 4.557,9 82, , Subtotale Regioni meno sviluppate 2.944, ,5 3.83, , TOTALE , , , ,8 * Regione che ha predisposto un unico POR congiunto tra e Elaborazione e stime Ance su documenti ufficiali NB: A queste risorse, si aggiungono quelle di interesse del settore nei PON per 3,4 miliardi di euro 49

50 Le tipologie di misure di interesse del settore FONDI STRUTTURALI EUROPEI: LE RISORSE DI INTERESSE DEL SETTORE Valori in milioni di euro Descrizione Importo Ferrovie 1.81,23 Rinnovo infrastrutture pubbliche sul piano dell'efficienza energetica (compresi alloggi) 1.7,23 Rischio idrogeologico 1.124,39 Protezione, sviluppo e promozione del patrimonio culturale pubblico 1.7,7 Trattamento acque reflue 1.5,8 Trasporti urbani 886,84 TIC: rete a banda larga ad altissima velocità 715,83 Porti marittimi 65,3 Altre infrastrutture sociali per lo sviluppo regionale e locale 62,71 Edilizia scolastica (istruzione primaria e secondaria) 487,46 Infrastrutture edilizie 43, Infrastrutture per la sanità 49,42 Infrastrutture per l'educazione e la prima infanzia 315,33 Recupero dei siti industriali e dei terreni contaminati 27,11 Fornitura di acqua per consumo umano 28,75 Piste ciclabili e percorsi pedonali 131,5 Misure per la riduzione dei rischi naturali non connessi al clima (terremoti, ecc) 26,45 Strade 25,72 Altre misure diffuse 3.32,66 TOTALE 15.2,9 Elaborazione e stime Ance su documenti pubblici 5

51 Gli altri strumenti operativi messi a disposizione del sistema Oltre alla breve descrizione fornita nelle slide precedenti, viene messa a disposizione un quadro di dettaglio delle categorie di operazioni scelte dalle regioni e dei ministeri (cfr. tabelle A3 allegate). Il quadro di dettaglio di ciascun programma offre invece un utile punto di riferimento per le idee progettuali che potranno essere sviluppate a livello territoriale nell ambito dei partenariati istituzionali E anche la logica dell Agenda Urbana Europea che dovrà essere declinata a livello nazionale Non si tratta di un punto di arrivo ma un punto di partenza; un punto di partenza di nuovo approccio alla programmazione europea dove la logica è diventata quella di vedere queste risorse pubbliche non più come singole opportunità di lavoro per le nostre imprese ma come catalizzatori di progetti di sviluppo del territorio, in grado di mobilitare anche consistenti risorse private. 51

52 Le risorse pubbliche come catalizzatori di progetti di sviluppo del territorio 52

53 Cambiare approccio rispetto ai fondi europei «Uno Stato che non ha i mezzi per cambiare non ha i mezzi per mantenersi» Edmund Burke Riflessioni sulla rivoluzione francese

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

Dossier I dati regionali. Dossier Casa I dati regionali. A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Dossier Casa I dati regionali A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Sommario... 3 Mercato immobiliare residenziale...

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' GARVIN PAOLA

DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' GARVIN PAOLA REGIONE TOSCANA DIREZIONE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE SETTORE POLITICHE DI WELFARE REGIONALE, PER LA FAMIGLIA E CULTURA DELLA LEGALITA' Il Dirigente Responsabile: GARVIN PAOLA Decreto soggetto

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTO l articolo 1, comma 7, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 19 luglio 1993, n. 236, che istituisce il Fondo per l occupazione presso il Ministero del

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020

LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 LA NUOVA POLITICA REGIONALE DELL UNIONE EUROPEA PER IL PERIODO 2014-2020 Direzione Affari economici e Centro Studi Ing. Romain Bocognani «I finanziamenti europei diretti ed indiretti per il settore delle

Dettagli

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015

CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Direzione Affari Economici e Centro Studi CONTINUA IL TREND DI CRESCITA DEI BANDI DI GARA PER LAVORI PUBBLICI NEL CORSO DEL 2015 Nei primi otto mesi dell anno sono stati pubblicati circa 1.300 bandi in

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTO l articolo 1, comma 7, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 19 luglio 1993, n. 236, che istituisce il Fondo per l occupazione presso il Ministero del

Dettagli

I fondi europei per la coesione. passodopopasso

I fondi europei per la coesione. passodopopasso I fondi europei per la coesione >> passodopopasso FONDI EUROPEI 2014-2020 All Italia spettano 44 miliardi di Euro (22.2 miliardi alle Regioni del Sud) Sviluppo regionale Fondo Europeo di Sviluppo Regionale

Dettagli

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso

Direzione Centrale Affari Legali e Contenzioso BOOK 2014 DELLA MEDIAZIONE E DEL CONTENZIOSO (IMPOSTE SUI REDDITI, IVA, IRAP, IMPOSTA DI REGISTRO ED ALTRI TRIBUTI INDIRETTI) FLUSSO ISTANZE DI MEDIAZIONE - Settore entrate Periodo di riferimento: 2013-2014

Dettagli

Trasporto Ferroviario. Fermi a Eboli

Trasporto Ferroviario. Fermi a Eboli 1 Trasporto Ferroviario Fermi a Eboli ALTA VELOCITA COLLEGAMENTI 2 Offerta sull Alta Velocità Frecciarossa Milano Roma /Napoli 88 collegamenti Torino - Napoli 12 di cui 5 fino Salerno Milano Rimini - Ancona

Dettagli

Supplemento ordinario alla GAZZETTA UFFICIALE Serie generale - n.185 NOTE ESPLICATIVE

Supplemento ordinario alla GAZZETTA UFFICIALE Serie generale - n.185 NOTE ESPLICATIVE Allegato n. 1 NOTE ESPLICATIVE Le graduatorie sono trentaquattro, come di seguito specificato : 1) PIEMONTE speciale (All. n. 2/1) 2) PIEMONTE ordinaria (All. 2/2) 3) VALLE D AOSTA ordinaria (All. n. 2/3)

Dettagli

Scuola infanzia e primaria

Scuola infanzia e primaria Scuola infanzia e primaria Definizione della disponibilità per i corsi di laurea magistrale a ciclo unico in scienze della formazione primaria La tabella 1) che segue calcola le cessazioni dal servizio

Dettagli

Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo.

Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo. Cod. ISTAT INT 00004 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Giustizia Andamento delle procedure di rilascio di immobili ad uso abitativo. Titolare: Dipartimento per le

Dettagli

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil

A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil A Cura del Servizio Politiche Territoriali della Uil MANOVRA ECONOMICA: SE TUTTE LE REGIONI ALLE PRESE CON L EXTRADEFICIT SANITARIO AUMENTASSERO L IRPEF REGIONALE POSSIBILI AUMENTI MEDI DEL 47,4% (221

Dettagli

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE

DIPARTIMENTO AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO STAMPA E RELAZIONI ESTERNE 1 Condannati definitivi Per di e per Durata della Pena Residua Situazione al 13/05/2010 Fino a 1 anno Da 1 a 2 Durata della pena residua Da 2 a 3 Da 3 a 5 Da 5 a 10 Da 10 a 20 Da 20 in poi Ergastolo Totale

Dettagli

L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI

L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Analisi dei PSR sulle Nuove SFIDE dell Health Check PARTE SECONDA - ASPETTI FINANZIARI Aggiornamento L AGRICOLTURA A BENEFICIO DI TUTTI Documento realizzato nell ambito delle attività della Rete Rurale

Dettagli

Rapporto Epidemiologico InfluNet

Rapporto Epidemiologico InfluNet Casi per 1.000 assistiti Rapporto Epidemiologico InfluNet Settimana 2015-49 Il rapporto presenta i risultati nazionali e regionali relativi alla sorveglianza epidemiologica dell influenza, elaborati dal

Dettagli

LIVELLO GENERALE DI ILLEGALITÀ

LIVELLO GENERALE DI ILLEGALITÀ ANALISI QUANTITATIVA LIVELLO NAZIONALE L attività operativa dell anno 2002 in tutto il territorio nazionale ha prodotto 8.760 controlli su 4.612 obiettivi, nel cui ambito sono state accertate 2.925 infrazioni

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Circolare N. 58 del 20 Aprile 2016

Circolare N. 58 del 20 Aprile 2016 Circolare N. 58 del 20 Aprile 2016 Garanzia Giovani: assunzione di tirocinanti su tutto il territorio nazionale Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che sono stati recentemente forniti

Dettagli

17.3 FORMAZIONE AMBIENTALE

17.3 FORMAZIONE AMBIENTALE 17.3 FORMAZIONE AMBIENTALE ISPRA e le Agenzie regionali e provinciali per la protezione dell ambiente promuovono e realizzano programmi formativi per lo sviluppo delle competenze delle figure professionali

Dettagli

La spesa turistica nelle regioni italiane 2000-2014

La spesa turistica nelle regioni italiane 2000-2014 La spesa turistica nelle regioni italiane 2000- Andrea Alivernini XVI Conferenza CISET L Italia e il turismo internazionale Risultati e tendenze per incoming e outgoing nel 2015 dai dati Banca d Italia

Dettagli

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013)

Redditi Irpef e Toscana nel 2014 (anno d imposta 2013) Settore Sistema Informativo di Supporto alle Decisioni. Ufficio Regionale di Statistica Redditi Irpef e nel 2014 (anno d imposta 2013) SINTESI Redditi Irpef e nel 2014 La seguente presentazione offre una

Dettagli

La Rete Ferroviaria FS oggi

La Rete Ferroviaria FS oggi LOMBARDIA Estensione complessiva linee: 1569 km Binario semplice: 57% Binario doppio: 42% Not defined: 1% BEM 16% BCA 46% ALT 4% BA/BAB 34% DC 36% DL 28% CTC 36% Elettrica: 82% Diesel: 18% PIEMONTE Estensione

Dettagli

VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA

VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA Mattone Misura dell appropriatezza GdLA 26 Settembre 2006 VALUTAZIONE D IMPATTO DELLE POLITICHE REGIONALI PER LA PROMOZIONE DELL APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA QUESITI DELLA RICERCA Qual è stato l impatto

Dettagli

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO

CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO CAPITOLATO D ONERI - ALLEGATO A DISTRIBUZIONE TERRITORIALE DEI PUNTI DI VENDITA DI GIOCO IPPICO Procedura di selezione per l affidamento in concessione dell esercizio dei giochi pubblici di cui all articolo

Dettagli

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL

ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF a cura del Servizio Politiche Territoriali della UIL ADDIZIONALI REGIONALI IRPEF: NEL 2014 BUSTE PAGA PIÚ LEGGERE DI 58 EURO MEDI PER 7,2 MILIONI DI CONTRIBUENTI UN AUMENTO

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico

Ministero dell'istruzione, dell'università e della Ricerca Dipartimento per l'istruzione Direzione Generale per il Personale Scolastico TABELLA "A" Dotazioni organiche regionali COMPLESSIVE - anno scolastico 2014-2015 a.s. 2011/12 a.s. 2012/13 a.s. 2014/15 rispetto a.s. 2011/12 a b c d e=d-a Abruzzo 5.195 5.124 5.119 5.118-77 Basilicata

Dettagli

Europa 2020 Obiettivi:

Europa 2020 Obiettivi: Europa 2020 Obiettivi: 1. Occupazione 2. R&S innalzamento al 75% del tasso di occupazione (per la fascia di età compresa tra i 20 e i 64 anni) dell'ue aumento degli investimenti in ricerca e sviluppo al

Dettagli

MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA

MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA MONITORAGGIO INTERVENTI COMUNITARI PROGRAMMAZIONE 2007/2013 OBIETTIVO COMPETITIVITA Attuazione finanziaria, situazione al 30 giugno 2016 Sistema Nazionale di Monitoraggio del Quadro Strategico Nazionale

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE:

IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE: IL CONTRATTO DI RICOLLOCAZIONE: QUALI MODELLI DI IMPLEMENTAZIONE E QUALI STRATEGIE DI VALUTAZIONE? 4 giugno 2015 LA DISCIPLINA DELL ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO (2010-2014) 16 Regioni 11 Regioni

Dettagli

PRESENTAZIONE (DETTA ANCHE PRE-CAMPAGNA) in tutta ITALIA

PRESENTAZIONE (DETTA ANCHE PRE-CAMPAGNA) in tutta ITALIA PRESENTAZIONE Servizio Affissioni Comunali Piccoli Formati 70x100 e 100x140 (DETTA ANCHE ) in tutta ITALIA Agenzia Leader in Italia dal 1996 VAL D AOSTA PIEMONTE LOMBARDIA TRENTINO ALTO ADIGE VENETO EMILIA

Dettagli

Rapporto Epidemiologico InfluNet

Rapporto Epidemiologico InfluNet Casi per 1.000 assistiti Rapporto Epidemiologico InfluNet Settimana 2016-05 Il rapporto presenta i risultati nazionali e regionali relativi alla sorveglianza epidemiologica dell influenza, elaborati dal

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

Carta d identità. Delta 2012-2011 % Perimetro GRI KPI UM 2012 2011 2010 GENERAZIONE

Carta d identità. Delta 2012-2011 % Perimetro GRI KPI UM 2012 2011 2010 GENERAZIONE Carta d identità GRI KPI UM 2012 2011 2010 EU1 EU2 GENERAZIONE Capacità installata Potenza efficiente netta per fonte energetica primaria Potenza efficiente netta termoelettrica (MW) 56.559 57.059 57.222-500

Dettagli

Offerta E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte)

Offerta E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte) A) B) E-Light Gas uso riscaldamento (calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte) AMBITO TARIFFARIO: NORD OCCIDENTALE (Valle d'aosta, Piemonte, Liguria) 120 116,76 123,81-7,05-5,69% 480 254,33

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati

COMUNICATO STAMPA. Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati COMUNICATO STAMPA Garanzia Giovani: a cinque settimane dall avvio sono 74.394 i giovani che si sono registrati I dati del 5 report settimanale Il primo maggio 2014 è partita ufficialmente la Garanzia Giovani.

Dettagli

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE

AVVISO PUBBLICO IL DIRETTORE GENERALE Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

Le imprese giovanili 1 in Piemonte

Le imprese giovanili 1 in Piemonte Le imprese giovanili 1 in Piemonte A fine 2015, le imprese giovanili registrate in Italia hanno raggiunto quota 623.755 unità, il 10,3% delle imprese complessivamente censite presso i Registri delle Camere

Dettagli

val d aosta piemonte veneto

val d aosta piemonte veneto val d aosta piemonte veneto alto adige friuli venezia giulia trentino friuli venezia giulia emilia romagna champagne blanquette de limoux franciacorta champagne metodo classico spumanti metodo charmat

Dettagli

I numeri di Poste Italiane

I numeri di Poste Italiane I numeri di Poste Italiane 2008 2007 Numero medio dipendenti (*) 148.550 152.311 152.474 Numero Uffici Postali 13.992 13.991 13.944 (*) Il numero medio dei dipendenti (espresso in full time equivalent)

Dettagli

Prospetto 4.1. Pesi per unità di volume dei principali materiali strutturali

Prospetto 4.1. Pesi per unità di volume dei principali materiali strutturali 4.PESI PROPRI DEI MATERIALI STRUTTURALI. I pesi per unità di volume dei più comuni materiali, per la determinazione dei pesi propri. strutturali, possono essere assunti pari a quelli riportati nel prospetto

Dettagli

Analisi del traffico sulla direttrice S.Vittore (A1) Termoli (A24) con diramazione per Foggia. scala regionale

Analisi del traffico sulla direttrice S.Vittore (A1) Termoli (A24) con diramazione per Foggia. scala regionale Analisi del traffico sulla direttrice S.Vittore (A1) Termoli (A24) con diramazione per Foggia Analisi del traffico sulla direttrice S.Vittore (A1) Termoli (A24) con diramazione per Foggia Costruzione del

Dettagli

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE

UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE UNA STRATEGIA PER LA CULTURA. UNA STRATEGIA PER IL PAESE Rapporto Annuale Federculture 2013 - Dati e analisi - Focus SICILIA - La spesa e i consumi culturali Nel 2012, dopo un lungo trend di crescita costante

Dettagli

Croce Rossa Italiana

Croce Rossa Italiana Croce Rossa Italiana Fase I OFFERTA DI MOBILITA Dati aggiornati al 10 marzo 2016 ore 12.00... 1 Sezione 1 Partecipazione... 2 Tab. 1.1 - Amministrazioni partecipanti alla rilevazione dei fabbisogni per

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 MARZO 2014 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione

Dettagli

Le consistenze e la natimortalità

Le consistenze e la natimortalità Rete carburanti, contrazione di imprese,consumi in rosso per la rete, perdita secca in autostrada. 2014 da dimenticare. Le consistenze e la natimortalità Nei primi dieci mesi del 2014 le imprese che operano

Dettagli

fiavet Le vacanze per modalità di prenotazione [Digitare il testo]

fiavet Le vacanze per modalità di prenotazione [Digitare il testo] Le vacanze per modalità di prenotazione 2011 Italia All'estero Totale Fai da te 87,9 65,8 83,4 Agenzia di viaggio (pacchetti anche web) 8,1 29,3 12,5 Organizzazione parallela 3,9 4,9 4,1 Totale 100,0 100,0

Dettagli

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012

DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 DIFFERENZE REGIONALI NELLA SPESA TERRITORIALE E NEL CONSUMO DEI FARMACI NEI PRIMI NOVE MESI DEL 2012 In calo la spesa farmaceutica convenzionata in tutte le Regioni italiane, le maggiori riduzioni si registrano

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

PATTO DI STABILITA INTERNO: L OPZIONE REGIONALIZZAZIONE

PATTO DI STABILITA INTERNO: L OPZIONE REGIONALIZZAZIONE Direzione Affari Economici e Centro Studi PATTO DI STABILITA INTERNO: L OPZIONE REGIONALIZZAZIONE La regionalizzazione, principale strumento a disposizione delle Regioni per liberare i pagamenti bloccati

Dettagli

La pianificazione delle politiche e della progettazione europea

La pianificazione delle politiche e della progettazione europea La pianificazione delle politiche e della progettazione europea Il contesto organizzativo Modello basato su: un ufficio di coordinamento centrale della Direzione Pianificazione e Sviluppo Organizzativo

Dettagli

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo

Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo Road Show Comitato Smart Building: L edificio in rete. Una grande occasione di sviluppo «L integrazione delle reti orizzontali e verticali: una sfida ed un opportunità da affrontare in sinergia» Roma,

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013

A cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi. 8 novembre 2013 INVESTIMENTI DEGLI ENTI TERRITORIALI E PATTO DI STABILITA INTERNO - L incompatibilità dei vincoli di finanza pubblica con una politica di sviluppo del territorio A cura della Direzione Affari Economici

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani

Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il ruolo dei generi: Indagine sul rapporto tra genere e professioni tra gli italiani Il campione 2 Chi è stato intervistato? Un campione di 100 soggetti maggiorenni che risiedono in Italia. Il campione

Dettagli

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati

Distribuzione di Internet a livello generale (persone fisiche e giuridiche italiane e straniere): Ranking Regioni Numero domini registrati Generale Anche per il 2009 la regione Trentino Alto Adige risulta essere la prima in termini di tasso di (numero dei domini rapportati alla popolazione). Distribuzione di Internet a livello generale (persone

Dettagli

Accordo di partenariato 2014-2020. I fondi europei per la coesione

Accordo di partenariato 2014-2020. I fondi europei per la coesione Accordo di partenariato 2014-2020 I fondi europei per la coesione 4 Novembre 2014 Presidenza del Consiglio dei Ministri 1 cos è la politica di coesione la politica di coesione(o politica regionale comunitaria)

Dettagli

Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013

Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013 Il turismo in Puglia e nelle regioni italiane: l analisi di benchmarking nel periodo 2007-2013 Competitività, internazionalizzazione e turismo: la Puglia nel contesto globale Laura Leoni Istat Direzione

Dettagli

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente

Dimensione socio-demografica. Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011. N comuni. Pop. residente Numerosità e popolazione residente dei comuni italiani, per regione, 2011 Regione N comuni Pop. residente Densità territoriale Piemonte 1.206 4.457.335 175 Valle d Aosta 74 128.230 39 Lombardia 1.544 9.917.714

Dettagli

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca

Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca MIUR.AOOUFGAB.REGISTRO DECRETI.0000157.11-03-2016 Il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca VISTA la legge 13 luglio 2015, n. 107, recante riforma del sistema nazionale di istruzione

Dettagli

L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia

L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia L attuazione delle politiche di coesione 2007-2013 al 30 giugno 2015: un focus sul turismo nelle politiche comunitarie in Italia Al 30 giugno 2015, i progetti finanziati dagli strumenti programmatici delle

Dettagli

Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento AA.SS. 2010/2011 e 2011/12

Alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento AA.SS. 2010/2011 e 2011/12 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione

Dettagli

Variazione del Numero di Banche in Italia

Variazione del Numero di Banche in Italia TIDONA COMUNICAZIONE del Numero di Banche in Italia Anni: 2000-2014 Analisi statistica Tidona Comunicazione Srl - Via Cesare Battisti, 1-20122 Milano Tel.: 02.7628.0502 - Fax: 02.700.525.125 - - info@tidonacomunicazione.com

Dettagli

chimica di base risultati delle indagini settoriali Ministero del Lavoro

chimica di base risultati delle indagini settoriali Ministero del Lavoro Ministero del Lavoro Organismo Bilaterale Nazionale per la Formazione indagine nazionale sui fabbisogni formativi risultati delle indagini settoriali chimica di base PARTE B giugno 2000 indice parte A

Dettagli

Supporto alle Politiche Sociali nella Programmazione nazionale e regionale 2014-2020

Supporto alle Politiche Sociali nella Programmazione nazionale e regionale 2014-2020 Obiettivo Competitività Regionale e Occupazione Programma Operativo Nazionale Azioni di Sistema (FSE) 2007-2013 [IT052PO017] Obiettivo Convergenza Programma Operativo Nazionale Governance e Azioni di Sistema

Dettagli

ALFID. Associazione Laica Famiglie in Difficoltà

ALFID. Associazione Laica Famiglie in Difficoltà ALFID Associazione Laica Famiglie in Difficoltà Separazione e Divorzio: alcuni dati a confronto sui principali recenti cambiamenti in Provincia di Trento e nel resto d Italia a cura di Marco Brusegan Il

Dettagli

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna

Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna Fondi Europei 2014-2020 La Programmazione dei Fondi Strutturali europei in Emilia-Romagna 1 STRATEGIA EUROPA 2020 http://ec.europa.eu/europe2020/index_it.htm 2 EMILIA ROMAGNA: 2.457 MILIONI DI EURO Fondo

Dettagli

Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno 2012

Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno 2012 Utenti di veicoli a 2Ruote coinvolti in incidente stradale per localizzazione e conseguenza dell incidente Anno Motociclisti Ciclisti Conducenti e passeggeri di Ciclomotori Localizzazione Urbano 38.916

Dettagli

RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012

RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012 RISULTATI DELL INDAGINE CONGIUNTURALE RELATIVA AL II TRIMESTRE 2012 La produzione industriale per Paesi/1 230 Indice destagionalizzato della produzione industriale (Anno 2000=100) 220 Anni 2000-2012 210

Dettagli

USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ. Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012

USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ. Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012 USCIRE DALLA CRISI: CHIAREZZA SUI NUMERI DELLA SANITÀ Conferenza stampa del Ministro della Salute Prof. Renato Balduzzi 19 dicembre 2012 IL FINANZIAMENTO DEL SSN 110,0 Trend finanziamento corrente a carico

Dettagli

Descrizione del fabbisogno e definizione dell oggetto dell incarico

Descrizione del fabbisogno e definizione dell oggetto dell incarico Allegato n. 2 Fabbisogno Assistenza Tecnica all attuazione dell Accordo di Partenariato Fabbisogno di n. 7 esperti per attività di assistenza tecnica di supporto all Agenzia per la Coesione Territoriale

Dettagli

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE

EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE EDILIZIA, LA CRISI DIMEZZA I PERMESSI DI COSTRUIRE Scendono del 50% le richieste per l edilizia residenziale, -30% per quella non residenziale. Tengono gli immobili destinati all agricoltura (-12,9%),

Dettagli

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34

Gennaio. Aprile 2015 223 187 36 82 34 48 305. In occasione. di lavoro. di trasporto 48. di lavoro Senza mezzo In itinere. mezzo di trasporto 34 OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/0/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

La campagna PROMISE e l'impegno della Regione Emilia Romagna per la qualificazione ambientale delle Produzioni e dei Consumi

La campagna PROMISE e l'impegno della Regione Emilia Romagna per la qualificazione ambientale delle Produzioni e dei Consumi La campagna PROMISE e l'impegno della Regione Emilia Romagna per la qualificazione ambientale delle Produzioni e dei Consumi La campagna nasce nell ambito del progetto Life PROMISE (Sostenibilità dei principali

Dettagli

Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA. Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 Rete Rurale Nazionale 2007-2013 REPORT MENSILE

Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA. Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 Rete Rurale Nazionale 2007-2013 REPORT MENSILE 17 novembre 2015 Reg. (CE) 1698/2005 Reg. (CE) 1290/2005 ITALIA Programmi di Sviluppo Rurale 2007-2013 La programmazione finanziaria, l avanzamento del bilancio comunitario e della spesa pubblica effettivamente

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Siae Società Italiana degli Autori ed Editori Ufficio Statistica

Siae Società Italiana degli Autori ed Editori Ufficio Statistica Tavola 1 I dati elaborati dalla Siae hanno carattere censuario e non campionario: ossia i valori esposti sono la sintesi di tutte le informazioni raccolte sul territorio dai 650 uffici della SIAE. la rilevazione

Dettagli

La Lombardia è la regione con il numero maggiore di imprese attive (circa 803.000): la metà sono imprese individuali, ¼ sono società di capitale e ¼

La Lombardia è la regione con il numero maggiore di imprese attive (circa 803.000): la metà sono imprese individuali, ¼ sono società di capitale e ¼ Analisi di settore Questo documento è un analisi sintetica sulle caratteristiche delle imprese italiane suddivise nei principali settori merceologici. L analisi è realizzata da CRIBIS.it con l ausilio

Dettagli

INCONTRO ANNUALE 2010

INCONTRO ANNUALE 2010 Cagliari,14-15 ottobre 2010 INCONTRO ANNUALE 2010 tra la Commissione Europea e le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi FESR La ricerca nei POR 1 Presentazione 1. Attività di ricerca delle imprese

Dettagli

14 novembre C. Melani - R. Picus OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO PROVINCIALE

14 novembre C. Melani - R. Picus OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO PROVINCIALE REGISTRO PROTESI D ANCA - P.A. BZ 14 novembre 2012 C. Melani - R. Picus OSSERVATORIO EPIDEMIOLOGICO PROVINCIALE REGISTRO PROVINCIALE ISTITUZIONE DEL REGISTRO PROVINCIALE L.P. 13 maggio 2011, n. 3 Articolo

Dettagli

PILASTRI DELLA POLITICA

PILASTRI DELLA POLITICA PILASTRI DELLA POLITICA DI SOSTEGNO EUROPEA STRATEGIA DI LISBONA 13.12.2007 firma del Trattato di Lisbona 1.12.2009 entrata in vigore del Trattato che modifica il Trattato sull UE e del Trattato che istituisce

Dettagli

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020

ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 ACCORDO QUADRO PER PER LO SVILUPPO DELLA BANDA ULTRALARGA SUL TERRITORIO NAZIONALE VERSO GLI OBIETTIVI EU2020 (ai sensi della delibera CIPE 6 agosto 2015, n.65) L anno 2016, il giorno 11 del mese di febbraio,

Dettagli

il nuovo sistema elettorale

il nuovo sistema elettorale il nuovo sistema elettorale Cosa cambia con Il testo approvato dalla Camera INIZIO /7 Numero di seggi alla Camera dei deputati Quanti deputati si eleggono? DAI VOTI ESPRESSI DAGLI ITALIANI ALL ESTERO:

Dettagli

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI

DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETI, DELIBERE E ORDINANZE MINISTERIALI DECRETO 19 novembre 2014. Ripartizione territoriale delle dotazioni organiche del personale civile del Ministero della difesa, adottato in attuazione del comma

Dettagli

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA?

DOBBIAMO AVER PAURA DELLA PIOGGIA? Nuovo Rapporto Ance Cresme alluvioni con una scia ininterrotta di disastri, vittime e costi altissimi per i cittadini. Un territorio martoriato da Nord a Sud e L aggiornamento del rapporto Ance Cresme

Dettagli

I giovani Neet registrati

I giovani Neet registrati Roma, 24 Ottobre 2014 - L adesione al programma da parte dei giovani continua. Al 23 ottobre 2014 1 si sono registrati a Garanzia Giovani 262.171 giovani, di questi il 51% (134.071 giovani) lo ha fatto

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

PUBBLICITÀ INERENTE ALLA TIRATURA DELLE TESTATE QUOTIDIANE

PUBBLICITÀ INERENTE ALLA TIRATURA DELLE TESTATE QUOTIDIANE PUBBLICITÀ INERENTE ALLA TIRATURA DELLE TESTATE QUOTIDIANE 2015 Tabella 1 Editoria quotidiana: quote di mercato in volume (2015) Gruppo di riferimento Soggetto Denominazione Testata RCS GELE CALTAGIRONE

Dettagli

La cooperazione mediterranea: una prospettiva 2014-2020

La cooperazione mediterranea: una prospettiva 2014-2020 Regione Siciliana Ufficio di Bruxelles La cooperazione mediterranea: una prospettiva 2014-2020 Giugno 2015 Giornate informative Impresa Europa - Bruxelles Politica europea di vicinato (PEV): 2004 in corso

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA PROGRAMMAZIONE E DELL ORDINAMENTO DEL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE DIREZIONE GENERALE DELLA PROGRAMMAZIONE SANITARIA COMITATO PERMANENTE PER LA VERIFICA DELL EROGAZIONE

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006

Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione. Numeri del Sud. Indicatori regionali del QCS 2000-2006 Ministero dello Sviluppo Economico Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e di Coesione Numeri del Sud Indicatori regionali del QCS 2-26 Bollettino statistico a cura dell'unità di Valutazione degli

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC

Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale. Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Innovazione della PA locale e innovazione del contesto territoriale Stefano Kluzer,, Coord. scientifico rete CRC Il Rapporto sull innovazione nelle regioni d Italia Ad oggi, citate, ma mai approfondite

Dettagli

Indice delle tavole statistiche su cd-rom

Indice delle tavole statistiche su cd-rom Indice delle tavole statistiche su cd-rom Pensionati nel complesso Tavola 1 Pensionati ed importo annuo delle pensioni, complessivo e medio per sesso, regione di residenza, classe di età e Tavola 2 Beneficiari

Dettagli

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali

Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali Roma, 7 maggio 2013 Intesa 2 sottoscritta il 25 ottobre 2012 in sede di Conferenza Unificata Ministro Pari opportunità, Regioni e Autonomie locali E la naturale prosecuzione degli interventi previsti da

Dettagli