I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa"

Transcript

1 L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET - Università Ca Foscari TURISMO INCOMING E OUTGOING: I TREND DI MERCATO Cambia il comportamento di vacanza: non si rinuncia al viaggio, ma si ricercano destinazioni più a buon mercato o soluzioni più economiche, anche riducendo la durata del soggiorno Cambiano le formule di vacanza: rimane interesse per il pacchetto all inclusive (prezzo certo), ma cresce esigenza di personalizzazione e autonomia di scelta Cresce lo spending divide : aumentano i turisti di fascia alta e medio-bassa, diminuisce il turista a capacità di spesa media Cambiano le formule di acquisto: cresce l interesse soluzioni low cost/low fare e last minute, ma anche per l advanced booking

2 IL FENOMENO LOW COST: COME CAMBIA IL TURISMO NEL MEDIO RAGGIO Q Competizione nel trasporto aereo e mutamento modelli di mobilità (effetto di sostituzione sul mezzo privato/treno) Q Aumento frequenza di viaggio (soprattutto short break) e allargamento clientela (nuova domanda addizionale residente al di fuori delle aree metropolitane/urbane) Q Crescita turismo fai da te (business e leisure), ma anche sostituzione tra agenzie di viaggio e tour operator come assemblatori di vacanza Q Influenza su scelta della destinazione (effetto di sostituzione) Q Ampliamento destinazioni, valorizzazione aeroporti minori e impatto sul territorio L OFFERTA LOW COST/LOW FARE IN ITALIA In Europa e Italia proliferazione di nuovi vettori c.d. Low Cost/Low Fare Ryanair 9% Easyjet 2% Altri LCC 6% Vettori non low cost 83% I due principali vettori low cost consolidano l 11% del traffico internazionale da/per l Italia e ben il 64% del traffico low cost complessivo Fonte: MKT Consulting,

3 IL MERCATO INCOMING LOW COST/LOW FARE Quadro generale MERCATO INCOMING E TURISTI LOW COST Viaggiatori pernottanti (*) % che viaggia in aereo % che utilizza un vettore low cost/low fare sui viaggiatori aerei 38,7% 30,5% 43,0% 33,2% (*) Viaggiatori alle frontiere con almeno un pernottamento v Leggera flessione del turismo in entrata (-1,6% tra e ) v In forte crescita gli arrivi per via aerea (+9%), trainati da coloro che scelgono i collegamenti low cost/low fare (+19%)

4 I TURISTI STRANIERI NO FRILLS: DA DOVE VENGONO? Quote % sul totale turisti Altri Svezia 2,2% 2,5% 9,8% 8,0% Irlanda 3,1% 3,9% USA 3,8% 4,1% Francia Belgio 4,8% 7,3% 5,1% 5,3% Olanda 5,5% 5,8% Spagna 9,3% 5,4% Germania 20,3% 24,2% Regno Unito 36,0% 33,0% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% 40% Regno Unito e Germania coprono il 56% del mercato turistico low cost (57% nel ) Boom dei turisti no frills dalla Spagna (+105% tra e, quota al 9,3%) Voli low cost utilizzati da turisti USA per collegamenti da hub europei verso l Italia In forte crescita i flussi dai paesi dell Est Europeo (es. Polonia), ma peso ancora marginale MOTIVO DEL VIAGGIO E DELLA VACANZA IN ITALIA Il viaggio (*) 20% 2/3 dei turisti low cost si muove per vacanza, 11% per business Gli altri motivi (visite a parenti e amici, studio, shopping, cure e terme, ecc.) raccolgono il 20% Business 11% Leisure 69% = viaggi di nozze, studio, cure e terme, shopping, ecc. Sportiva Enogastronomica 0,8% 0,9% 6,6%.. e la vacanza Verde, Agriturismo 2,2% Montagna 2,3% Lago 2,5% Mare 13,4% Culturale, città d'arte 71,2% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% Turismo culturale e in città d arte in testa alle preferenze ed in crescita rispetto al (era il 68%) Al secondo posto la vacanza la mare, la cui incidenza cala rispetto al (era il 15%) = crociere, assistere ad eventi, ecc.

5 PRINCIPALI REGIONI/PROVINCE DI DESTINAZIONE Quote % sul totale turisti Altre Abruzzo Piemonte Sardegna Emilia R. Sicilia Campania Toscana Lombardia Veneto Lazio 7,7% 10,6% 1,3% 0,9% 1,8% 1,7% 3,3% 2,8% 3,5% 3,7% 5,0% 4,9% 6,4% 7,8% 12,1% 12,0% 13,5% 14,7% 15,3% 16,2% 24,5% 30,1% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% N.B. Si tratta della destinazione principale della vacanza in Italia, indip. dall aeroporto di arrivo Crescita a due cifre dei turisti low cost in tutte le principali regioni, ad eccezione Campania Lazio e Roma principali destinazioni (30% flussi low cost nel, +46% rispetto al ) Seguono Veneto (Venezia), Lombardia (Milano) e Toscana (Firenze), che sommano 40% dei flussi COLLEGAMENTI LOW COST E AREA DI GRAVITAZIONE TURISTICA: L ESEMPIO DI VENEZIA E TREVISO Forte concentrazione territoriale: nel oltre l 80% dei turisti stranieri low cost negli aeroporti di Venezia e Treviso ha avuto come meta il Veneto e la provincia di Venezia. In espansione i flussi verso le province di Treviso (+40%) e di Verona/Garda (+52%) Aumenta il ruolo di hub per le aree limitrofe: i turisti low cost arrivati a Venezia o Treviso e diretti in Friuli Venezia Giulia sono cresciuti del +25% rispetto al (dal 5% al 6% sui turisti totali). In espansione anche quelli diretti in Trentino A.A. Più contenuto, ma in crescita, il ruolo di hub per un turismo itinerante in Italia: il 6% dei turisti low cost che arrivano a Venezia o Treviso si spostano verso Toscana e Lazio (4% nel )

6 ALLOGGIO E STAGIONALITA DELLA VACANZA L alloggio.. I turisti low cost prediligono l albergo (60% nel ) In crescita anche l utilizzo della casa di parenti ed amici (turismo etnico, studio) Casa proprietà Campeggio 2% 2% Ostello Casa 3% affitto/agrit. 8% Ospite parenti/amici 20% 2% Albergo 63% 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 14,4% 16,2% 29,2% 27,7% 32,5% 31,0% 23,8% 25,1% Inverno Autunno Estate Primavera.. e la stagionalità Più del 30% dei turisti low cost viaggia in estate, il 28% in autunno Rispetto al, cresce l incidenza di primavera e inverno I TURISTI LOW COST ORGANIZZATI: QUANTI SONO? Pacchetto si o no. Cresce ruolo portali turistici, agenzie di viaggio online e tradizionali come assemblatori di vacanza Il 14% dei turisti ha acquistato un pacchetto con due o più servizi, che comprende volo low cost (12% nel ) 85,7% 14,3% 87,5% 12,5% 0% 20% 40% 60% 80% 100% No pacchetto Con pacchetto 50,8% 8,5% 5,7% 35,0% i servizi compresi 7,2% 39,2% 10,4% 43,2% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Viaggio A/R + alloggio Viaggio A/R + trasporto locale + alloggio Viaggio A/R + alloggio+ristorazione Più del 50% acquista il trasporto (che può comprendere anche spostamenti interni) e l alloggio Maggiore varietà di composizione dei pacchetti rispetto ai turisti organizzati in generale (es. biglietti per eventi, ecc.)

7 LA SPESA A DESTINAZIONE (valori in Euro) Spesa media pc giornaliera dei turisti low cost 82,36 78,06 5,21 5,81 Shopping 12,58 12,46 Trasp.interno 5,87 6,32 Vitto 18,21 18,45 Alloggio 36,19 39,31 Totale 78,06 82, (Euro) Ripartizione spesa giornaliera per voce L alloggio copre oltre il 45% della spesa giornaliera dei turisti low cost, mentre il vitto il 23% Rispetto a, cala spesa media per alloggio e trasporto interno, mentre pressoché stabili altre spese (ristorazione, shopping, ecc.) FOCUS: TEDESCHI E INGLESI A CONFRONTO

8 DIMENSIONE E CARATTERISTICHE DEI MERCATI Viaggiatori pernottanti (*) % che viaggia in aereo % che utilizza un vettore low cost/low fare sui viaggiatori aerei (*) Viaggiatori alle frontiere con almeno un pernottamento ,4% 49,4% ,0% 56,1% v A fronte di una flessione generale del turismo tedesco nel (-10,3%), tiene il segmento che viaggia per via aerea e soprattutto coloro che utilizzano i voli low cost/low fare v In forte crescita i turisti inglesi in Italia nel (+9%) e soprattutto quelli che arrivano su voli low cost/low fare (+30%), grazie ai nuovi collegamenti aperti da varie compagnie MOTIVO DEL VIAGGIO E DELLA VACANZA IN ITALIA Il viaggio Quasi l 80% dei turisti inglesi usa i collegamenti low cost per vacanza (69% media stranieri) Tra i turisti tedeschi no frills il 15% circa si sposta per business (11% media stranieri) Inglesi 78,0% 7,3% 14,8% Tedeschi 64,9% 14,7% 20,5% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Leisure Business (*) (*) 6,5% 9,7% Sportiva 1,1% 0,3% Enogastronomica 1,2% 0,6% Montagna 2,8% 1,0% Lago 3,5% 1,1% Verde, agriturismo 3,5% 1,7% Mare 13,9% 20,1% Città d'arte 67,5% 65,5% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% = viaggi di nozze, studio, cure e terme, shopping, ecc... e la vacanza Turismo culturale e d arte in testa alle preferenze per entrambi i segmenti (68% media stranieri) Il volo low cost competitivo su auto privata per il turismo balneare tedesco (20% contro 13% su media stranieri) = crociere, assistere ad eventi, ecc. Tedeschi Inglesi

9 PRINCIPALI REGIONI/PROVINCE DI DESTINAZIONE Quote % sul totale turisti per paese Altre Liguria Sicilia Piemonte Emilia R. Campania Sardegna Lombardia Toscana Veneto Lazio 8,1% 8,2% 1,4% 0,9% 2,1% 13,4% 2,5% 0,9% 4,2% 3,0% 5,2% 7,2% 6,2% 0,7% 11,9% 11,2% 13,2% 11,1% 17,2% 10,7% 28,0% 32,6% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Tedeschi Inglesi N.B. Si tratta della destinazione principale della vacanza in Italia, indip. dall aeroporto di arrivo Lazio, Sicilia, Lombardia e Toscana destinazioni preferite dai turisti tedeschi low cost Lazio, Veneto, Toscana e Lombardia destinazioni preferite dai turisti inglesi low cost Il fenomeno isole: Sicilia più gettonata dai tedeschi, Sardegna dagli inglesi ALLOGGIO E ORGANIZZAZIONE DELLA VACANZA L alloggio.. I turisti inglesi privilegiano l hotel (68% contro 63% media stranieri) Per tedeschi low cost maggiore preferenza per l extralberghiero e l alloggio privato (*) Campeggio Casa proprietà Casa affitto/agritur. Ospite parenti/amici Albergo, villaggio tur. 1,6% 2,1% 2,4% 2,2% 2,7% 3,0% 7,1% 9,1% 15,4% 21,4% 68,4% 60,3% 0% 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% Tedeschi Inglesi Inglesi 83,6% 16,4%.. e l organizzazione Tedeschi 88,6% 11,4% 0% 20% 40% 60% 80% 100% 11% dei turisti tedeschi low cost acquista un pacchetto tramite un intermediario online o offline (7% nel ) Gli inglesi che viaggiano in low cost acquistando un pacchetto sono il 16% (14% nel ) No pacchetto Con pacchetto

10 LA SPESA A DESTINAZIONE (valori in Euro) Spesa media pc giornaliera dei turisti low cost di cui: Alloggio Vitto Trasporto interno Shopping Tedeschi 73,33 35,49 16,94 6,00 9,89 5,01 Inglesi 92,52 42,21 22,97 6,60 14,82 5,93 L alloggio pesa per il 48% nel paniere di spesa dei tedeschi low cost, contro il 46% in quello degli inglesi Il vitto e lo shopping rappresentano, rispettivamente, il 25% e il 16% della spesa complessiva degli inglesi low cost (23% e 14% per i tedeschi) TURISMO OUTGOING: GLI ITALIANI LOW COST

11 DIMENSIONE E CARATTERISTICHE DEL MERCATO Viaggiatori pernottanti (*) % che viaggia in aereo % che utilizza un vettore low cost/low fare sui viaggiatori aerei (*) Viaggiatori alle frontiere con almeno un pernottamento 46,0% 17,5% 50,1% 21,3% v In crescita il turismo degli italiani all estero (+6,6% nel ) v In forte espansione le partenze per via aerea (+15%), trainate da coloro che scelgono i collegamenti low cost/low fare (+41%) I TURISTI ITALIANI NO FRILLS: DA DOVE VENGONO? Quote di mercato sul totale turisti Altre 13,2% 13,8% Puglia 3,5% 6,3% Piemonte 4,2% 4,1% Toscana 4,9% 5,3% Sardegna 5,2% 4,1% Sicilia 5,8% 7,3% Emilia R. 6,7% 7,4% Campania 8,1% 5,6% Veneto 11,7% 9,2% Lazio 12,2% 12,1% Lombardia 24,5% 24,6% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% I turisti provenienti da Lombardia, Lazio e Veneto coprono il 48% del mercato (46% nel ) In forte espansione i flussi da Campania, Veneto e Sardegna (rispettivamente, +104% per la prima, +79% per le altre due rispetto al )

12 MOTIVO DEL VIAGGIO E DELLA VACANZA ALL ESTERO Il viaggio Nell outgoing più alta incidenza viaggi low cost per turismo business: 19% contro 58% di viaggi leisure Gli altri motivi raccolgono il 22% (studio, visite a parenti e amici, eventi,ecc.) (*) 23% Business 19% Leisure 58% = viaggi di nozze, studio, cure e terme, shopping, ecc. Enogastronomica Lago 0,3% 0,3%.. e la vacanza Montagna Sportiva Verde, agriturismo Mare Città d'arte 0,6% 0,8% 1,3% 9,1% 10,8% 76,8% Oltre due terzi dei turisti italiani low cost viaggia per turismo culturale e d arte (70% nel ) Al secondo posto la vacanza la mare, la cui incidenza cala rispetto al (era il 12,5%) 0% 20% 40% 60% 80% 100% = crociere, assistere ad eventi, ecc. I PRINCIPALI PAESI DI DESTINAZIONE Quote % sul totale turisti Altri Grecia Polonia Romania Irlanda Belgio Olanda Francia Germania Spagna Regno Unito 9,3% 10,2% 1,3% 1,3% 1,8% 1,9% 1,9% 1,0% 4,2% 5,1% 4,3% 4,6% 7,1% 7,1% 8,7% 14,2% 13,3% 13,1% 17,6% 13,7% 30,3% 27,8% 0% 5% 10% 15% 20% 25% 30% 35% Regno Unito e Spagna coprono il 48% del mercato low cost (41% nel ) Crescita a due cifre dei turisti low cost verso tutti i principali paesi, ad eccezione di Francia (-13%) Boom del turismo no frills verso Spagna e Romania (rispett., +82%, +170% rispetto a )

13 ALLOGGIO E STAGIONALITA DELLA VACANZA L alloggio.. Rispetto ai turisti incoming, diminuisce la scelta dell albergo (era 63%) Più elevato, invece, l uso della casa di parenti /amici (28%: turismo etnico) o della casa in affitto/agriturismo (11%) Casa proprietà Campeggio 2% 1% Ostello 5% Casa affitto/agriturismo 11% Ospite parenti/amici 28% 2% Albergo/villaggio 51% 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% 15,5% 29,5% 20,4% 20,1% 33,7% 34,3% 21,3% 25,2% Inverno Autunno Estate Primavera.. e la stagionalità Oltre 1/3 dei turisti low cost viaggia in estate Rispetto al, diminuiscono i viaggi in autunno (da 29% a 20%), mentre crescono in primavera (da 21% a 25%) e in inverno (da 15% a 20%) I TURISTI LOW COST ORGANIZZATI: QUANTI SONO? Pacchetto si o no. A differenza turisti incoming, gli italiani sembrano tendenzialmente più autonomi Rispetto al, cresce acquisto di un solo servizio o comunque organizzazione fai da te rispetto a pacchetto (offline e online) 87,3% 12,7% 84,0% 16,0% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Senza pacchetto Con pacchetto 30,4% 16,3% 14,0% 39,2% i servizi compresi 28,5% 13,4% 8,1% 50,0% 0% 20% 40% 60% 80% 100% Viaggio A/R+alloggio Viaggio A/R+trasp. Interni+alloggio Viaggio A/R+trasp. Interni+alloggio+vitto Quasi il 50% acquista il trasporto (che nel 16% dei casi comprende anche spostamenti interni) e l alloggio Rispetto al, aumenta la predferenza per i due servizi di base (viaggio A/R e alloggio)

14 LA SPESA A DESTINAZIONE (valori in Euro) Spesa media pc giornaliera dei turisti low cost 65,00 68,00 4,84 4,85 Shopping 9,16 9,19 Trasp.locale 4,84 4,76 Vitto 16,50 14,28 Alloggio 32,53 31,89 Spesa totale 67,88 64, (Euro) Ripartizione spesa p.c. giornaliera per voce Gli italiani all estero che viaggiano in low cost spendono meno degli stranieri no frills in Italia Rispetto al, la spesa complessiva aumenta del +5% L alloggio copre oltre il 48% della spesa giornaliera, mentre la crescita maggiore riguarda il vitto (+16%) CONCLUDENDO. Q Il turismo low cost/low fare conta ormai il 20-30% della domanda turistica in Italia che viaggia in aereo, sia incoming che outgoing Q Dinamica eccellente nel su entrambi i mercati: +19% per l incoming, +41% per l outgoing Q Rotte più gettonate: da e verso Regno Unito, Germania e Spagna Q Prevalgono leisure e altre motivazioni (turismo etnico, studio, ecc.), ma cresce il turismo business soprattutto tra gli italiani che vanno all estero Q A livello territoriale, la regione che presenta il saldo positivo più elevato tra flussi incoming e outgoing low cost è il Lazio, mentre quella che presenta un saldo negativo è la Lombardia Q Cresce il ruolo degli intermediari nella vendita di voli low cost e come assemblatori di pacchetti turistici che includono tali collegamenti, soprattutto all estero Q Il budget di spesa giornaliera a destinazione del turista low cost è generalmente inferiore a quello del turista medio (stranieri: 78 Euro, Italiani: 68 Euro)

15 L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 GRAZIE PER L ATTENZIONE! Valeria Minghetti CISET - Università Ca Foscari ( URL:

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica

La fedeltà nella scelta della destinazione turistica 1 La fedeltà nella scelta della destinazione turistica L Italia ed il turismo internazionale Venezia 15 Dicembre 2009 PAOLO SERGARDI Contesto 2 Ad Aprile 2008 è stata inserita una nuova domanda nel questionario

Dettagli

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale

FOCUS settembre 2015. Il viaggio dei pugliesi all estero, in base all indagine della Banca d Italia. Fonti: Banca d Italia Turismo internazionale struttura. Il confronto dei dati dell Istat con le stime della Banca d Italia sembra evidenziare la presenza di altri fenomeni, oltre quello misurato dalle presenze straniere nelle strutture ricettive.

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro dell opera: Termine

Dettagli

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE

Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica. Russia: alcuni dati statistici CONSTAT CONSTAT. Mo sca. 600 miliardi USD RUBLO CAPITALE Obiettivo Russia: Quadro della domanda turistica Russia: alcuni dati statistici CAPITALE Mo sca SUPERFICIE (kmq) 17 075 200 POPOLAZIONE 143 500 000 P.I.L. 600 miliardi USD TASSO DI INFLAZIONE 11,7 MONETA

Dettagli

Il turismo in Veneto nel 2015

Il turismo in Veneto nel 2015 Federico Caner Assessore all'attuazione del programma, rapporti con Consiglio regionale, programmazione fondi UE, turismo, commercio estero Palazzo Balbi Venezia, 18 febbraio 216 I numeri del turismo Veneto

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Gennaio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO

LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO in collaborazione con LE PERFORMANCE DI VENDITA DELLE IMPRESE DEL RICETTIVO Ottobre 2011 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane

Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane RISORSE NATURALI E CULTURALI COME ATTRATTORI QSN 2007-2013 Attrattività e immagine di alcune aree turistiche italiane Roma, 28 settembre 2005 INDAGINI DOXA PER IL MINISTERO ATTIVITA PRODUTTIVE - PON ATAS

Dettagli

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO

INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE SULLE PRENOTAZIONI/PRESENZE NELLE AREE TURISTICHE E SUI SEGMENTI DI PRODOTTO Maggio 2010 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

Imago Report mercato turistico

Imago Report mercato turistico Imago Report mercato turistico REPORT SULLE NUOVE TENDENZE DEL TURISTA ITALIANO ED ESTERO FOCUS SUL TURISTA ENOGASTRONOMICO 22 LUGLIO 2015 Indice: I principali trend del turismo in Italia Il turista ESTERO

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2006, IL TURISMO IN ITALIA HA PIU VELOCITA : PIU PRODOTTI PER PIU TURISTI SOPRATTUTTO STRANIERI 3 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

REPORT MERCATO TURISTICO

REPORT MERCATO TURISTICO REPORT MERCATO TURISTICO Report sulle nuove tendenze del turismo italiano ed estero Focus sul turista enogastronomico 22 luglio 2015 INDICE Trend del turismo estero in Italia.. pag. 3 Trend del turismo

Dettagli

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI

BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI COMUNICATO STAMPA BIBIONE: CON IL WEB IL TURISMO REGGE ALLA CRISI Secondo uno studio dell'associazione Bibionese Albergatori, nella stagione 2012 Bibione ha ospitato più di 770.000 turisti. Prenotazioni

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO ESTATE 2005: 2 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze nelle

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Agosto 2010 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze dei residenti in... 4 Nota metodologica... 13 Periodo

Dettagli

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing

ENIT - AGENZIA NAZIONALE DEL TURISMO SEDE CENTRALE. A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing L Italia nel contesto internazionale A cura dell Ufficio Studi, Programmazione e Marketing I primi dati provvisori dell Organizzazione Mondiale del Turismo relativi all anno 2006 confermano il trend positivo

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA REGIONE MARCHE INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE Settembre 2014 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. Scpa Committente: Unioncamere Marche Termine

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 17 febbraio 2010 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA ANALISI DEI COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA NAZIONALE E INTERNAZIONALE Le vacanze dei liguri 2008 - Abstract Aprile 2009 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici.

Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana. Progetto Check Markets. in collaborazione con il Centro Studi Turistici. Estate 2011 Prospettive per il turismo in Toscana Alberto Peruzzini Progetto Check Markets in collaborazione con il Centro Studi Turistici Dirigente Servizio Turismo Toscana Promozione Firenze, 20 giugno

Dettagli

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012

Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario. Roma 22 giugno 2012 Quindici anni di turismo internazionale dell'italia (1997-2011) Andrea Alivernini, Emanuele Breda ed Eva Iannario Roma 22 giugno 2012 Arrivi e spesa per viaggi internazionali nel mondo (milioni di viaggiatori

Dettagli

OSSERVATORIO SUL TURISMO

OSSERVATORIO SUL TURISMO UFFICIO STUDI E RICERCHE OSSERVATORIO SUL TURISMO Tra prospettive di sviluppo e criticità La vocazione turistica del nostro Paese è ben nota. Oltre alla presenza di risorse territoriali e amenities (la

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013

Il turismo a Bologna nel 2013. Aprile 2013 Il turismo a Bologna nel 213 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE

Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE Osservatorio sul Turismo Giovanile 5 EDIZIONE Indagine sulle famiglie italiane con under 18 1427 interviste 992 famiglie Indagine sulle famiglie vacanziere Indagine sui ragazzi in vacanza da soli 250 bambini/ragazzi

Dettagli

SCHEDE MERCATO BRASILE

SCHEDE MERCATO BRASILE SCHEDE MERCATO BRASILE Dicembre 2011 in collaborazione con Sommario Quadro d insieme... 1 Il mercato turistico brasiliano... 3 Conclusioni... 11 Nota metodologica... 12 Quadro d insieme Caratteristiche

Dettagli

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze

Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Settore cultura, turismo, moda, eccellenze Flussi Turistici di Milano e Provincia 2013 in attesa di validazione da parte di ISTAT, i dati sono da ritenersi provvisori e soggetti a modifica Indice 1. Capacità

Dettagli

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso

Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso Elaborazioni dai dati ufficiali 2009-2010 Evoluzione dell andamento turistico in Provincia di Treviso - Osservatorio Turistico Provinciale - I flussi turistici nei primi mesi del 2010 ARRIVI Valori Assoluti

Dettagli

Il turismo a Bologna nel 2012

Il turismo a Bologna nel 2012 Il turismo a Bologna nel 212 Aprile 213 Capo Dipartimento Programmazione: Gianluigi Bovini Direttore Settore Statistica: Franco Chiarini Redazione: Paola Ventura Le elaborazioni sono state effettuate sui

Dettagli

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi

Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi Dal Marketing di di destinazione al al Marketing di di motivazione Tendenze di di mercato e proposte per rimanere competitivi ALESSANDRO TORTELLI Direttore Centro Studi Turistici Firenze Via Piemonte 7

Dettagli

Osservatorio Turistico della Regione Liguria

Osservatorio Turistico della Regione Liguria Osservatorio Turistico della Regione LE DIMENSIONI ED I COMPORTAMENTI DELLA DOMANDA TURISTICA ITALIANA ATTUALE E POTENZIALE Le vacanze dei liguri - Febbraio 2011 A cura di Sommario Premessa... 3 Le vacanze

Dettagli

L'ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2006 Risultati e tendenze per incoming e outgoing

L'ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2006 Risultati e tendenze per incoming e outgoing VIII CONFERENZA CISET-UIC L'ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL 2006 Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, Auditorium S. Margherita, 17 Aprile 2007 COMUNICATO STAMPA Il 2006 è stato

Dettagli

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007

Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Statistiche in breve 29 giugno 2007 Turismo a cura di Roberta Savorelli e Manuela Genetti Risultati definitivi stagione invernale 2006-2007 Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli

Dettagli

Progetto Info Point 2006*

Progetto Info Point 2006* Progetto Info Point 2006* Attività di rilevazione Attività di informazione e accoglienza OBIETTIVO Costruire un campione statistico in grado di evidenziare le informazioni riferite al complesso della domanda

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni ed elaborazioni Istat.

Dettagli

XX Edizione Italian Workshop

XX Edizione Italian Workshop XX Edizione Italian Workshop 24 Novembre 2010 Per i mercati: Svezia - Norvegia Danimarca -Finlandia Lettonia - Estonia - Lituania Scheda Paese: AREA SCANDINAVA Totale n. abitanti ca. 25.000.000 PIL/ab.

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2004: GERMOGLI DI RIPRESA 1 Rapporto Indagine sulle prenotazioni/presenze

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011

OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 OSSERVATORIO TURISTICO REGIONALE DELLA LIGURIA RAPPORTO ANNUALE 2011 Focus Provincia di Savona Maggio 2012 A cura di I flussi turistici nelle strutture ricettive Le principali dinamiche e tendenze manifestate

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 18 febbraio 2009 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel. Le informazioni provengono dall

Dettagli

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING Dalla spesa del turista all analisi della filiera,

Dettagli

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011

Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 Movimento turistico periodo gennaio agosto 2011 MOVIMENTI TURISTICI Dati per province Periodo di riferimento Gennaio Agosto 2011 Arrivi: 522.704 Presenze: 3.364.619 Arrivi: 598.394 Presenze: 3.049.349

Dettagli

Forum del turismo invernale

Forum del turismo invernale Forum del turismo invernale Focus 2009 Febbraio 2010 A cura di Sommario 1. Il turismo in Italia nel 2009...3 2. Le prospettive per il 2010... 14 3. Focus sulla montagna... 16 3.1 Le performance delle strutture

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 19 febbraio 2007 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno 2006 L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2006. Le informazioni provengono

Dettagli

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE

INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE per Osservatorio Nazionale del turismo INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO INTERNAZIONALE GIAPPONESE Maggio 2008 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente: Versione: 1.0 Quadro

Dettagli

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali

La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali La vendita dei viaggi organizzati nella destinazione Italia nel 2014 e le previsioni per il 2015: i grandi buyer internazionali Il sistema dei viaggi organizzati nel mondo e verso l Italia Il sistema dei

Dettagli

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007

Gli italiani in vacanza nella Regione Molise. Anno 2007 I Numeri dell Osservatorio Economico Statistico Regionale -TURISMO n. 2/2008 Periodico dell Unioncamere Molise Poste Italiane SpA spedizione in abbonamento postale D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2007

Dettagli

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015

La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Turismo & Toscana La Toscana del turismo tra crisi e capacità competitiva Enrico Conti Firenze, 8 luglio 2015 Il turismo nell economia Toscana Nel 2014 oltre 43,5 milioni di presenze ufficiali (+ 3 milioni

Dettagli

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO 13 febbraio 2013 Anno 2012 VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO Nel 2012 i viaggi con pernottamento effettuati in Italia e all estero dai residenti sono stati 78 milioni e 703 mila. Rispetto all anno

Dettagli

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012

tab.2.1.1consistenza delle strutture ricettive della provincia di Brindisi. Periodo 2006/2012 Il Turismo 1 Nel 2012 la provincia di Brindisi ha migliorato la propria offerta ricettiva ed ha registrato un incremento degli indicatori quali-quantitativi della ricettività locale (densità degli esercizi

Dettagli

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO 12 febbraio 2014 Anno 2013 VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO Nel 2013, i residenti in Italia hanno effettuato 63 milioni e 154 mila viaggi con pernottamento, contro i 78 milioni e 703 mila dell anno

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento

Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento Newsletter VisitItaly in lingua italiana, tedesca e inglese. Il mezzo più veloce per raggiungere il proprio target di riferimento [pag. 2] Cos è la Newsletter di VisitItaly [pag. 3] Perché promuoversi

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 4 bollettino mensile Aprile 2009 Maggio 2009 A cura di Storia

Dettagli

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays

La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays La promozione dell azienda agrituristica Il punto di vista di un Tour Operator Farm Holidays Andrea Mazzanti Agriturismo Villa Tombolina Montemaggiore al Metauro (PU) 19 Novembre 2008 Agriturismo in Italia

Dettagli

Viaggi e vacanze in Italia e all estero

Viaggi e vacanze in Italia e all estero 20 febbraio 2008 Viaggi e vacanze in Italia e all estero Anno 2007 L Istat presenta le stime preliminari dei principali aggregati relativi alla domanda di turismo in Italia nel 2007. Le informazioni provengono

Dettagli

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO

SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO SVILUPPO E SOSTENIBILITA DEL TURISMO VENETO Disegno di Legge di Iniziativa della Giunta Regionale PUNTI SALIENTI E NOVITA Venezia, 18 maggio 2011 Quanto perderebbe l economia del Veneto senza il turismo?

Dettagli

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012

Turismo Veneto: il lago di Garda. Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Turismo Veneto: il lago di Garda Giovanni Altomare Direttore Federalberghi Garda Veneto Verona, 4 maggio 2012 Il turismo in Italia Il turismo in Italia rappresenta il 9,5% del PIL, oltre 130 miliardi di

Dettagli

La stagione turistica estiva 2013*

La stagione turistica estiva 2013* Novembre 2013 La stagione turistica estiva 2013* Il Servizio Statistica presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche della stagione estiva (1) 2013 sulla base delle informazioni trasmesse

Dettagli

Il peso del turismo nell economia Toscana

Il peso del turismo nell economia Toscana Turismo & Toscana Il turismo in Toscana: un modello export led alla prova della crisi Enrico Conti Firenze, 13 giugno 2014 Il peso del turismo nell economia Toscana Nel 2013 oltre 43 milioni di presenze

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici

Le imprese ricettive nel Comune di Livorno. Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Le imprese ricettive nel Comune di Livorno Le caratteristiche dell offerta ricettiva L andamento dei flussi turistici Origine dei dati di rilevazione Rilevazione censuaria movimentazione clienti strutture

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO PASQUA 2003: GLI ITALIANI AL VERDE NEGLI AGRITURISMI 1 Rapporto Indagine

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 1-2 bollettino mensile Gennaio Febbraio 2009 Marzo 2009 A cura

Dettagli

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende

Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Dalla spesa del visitatore ai risultati di bilancio delle aziende Regione Toscana Giunta Regionale Direzione Generale dello Sviluppo Economico

Dettagli

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012

Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 PROVINCIA DI LIVORNO Osservatorio Turistico di Destinazione (NECSTOUR) 2011 2012 Provincia di Livorno Il mercato turistico in provincia di Livorno Anno 2011 maggio 2012 1 1. Sintesi dei risultati Il mercato

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica

A.P.T. della Provincia di Venezia - Ufficio Studi & Statistica RELAZIONE flussi turistici /2012 STL JESOLO ED ERACLEA 1. ARRIVI / PRESENZE 2. COMPARTO alberghiero ed extraalberghiero 3. PROVENIENZE 4. RICETTIVO 5. FOCUS: SETTEMBRE 2013 1. ARRIVI / PRESENZE Nel periodo

Dettagli

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO

LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Firenze 8 luglio 2015 Dott. Alberto Peruzzini LA FASE CONGIUNTURALE DEL MERCATO Crescita sostenuta nei primi cinque mesi del 2015, trainata dalla domanda straniera malgrado le incognite del quadro internazionale

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013

OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013 OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI PRIMO SEMESTRE 2013 1 RAPPORTO 2013 Luglio 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T.

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 5 bollettino mensile Maggio 2009 Giugno 2009 A cura di Storia

Dettagli

Il turismo internazionale dall aeroporto di Orio al Serio

Il turismo internazionale dall aeroporto di Orio al Serio Il turismo internazionale dall aeroporto di Orio al Serio Caratteristiche, comportamenti e impatto sul territorio Gennaio 2012 CASI CeSTIT Università degli Studi di Bergamo SOMMARIO OBIETTIVI E METODOLOGIA...

Dettagli

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali

IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali IV edizione del Workshop Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali Il capitale territoriale: una leva per lo sviluppo? Bologna, 17 aprile 2012 Il ruolo delle infrastrutture nei processi di

Dettagli

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane

Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane Tendenze del turismo internazionale nelle regioni italiane A. Alivernini, M. Gallo, E. Mattevi e F. Quintiliani Conferenza Turismo internazionale: dati e risultati Roma, Villa Huffer, 22 giugno 2012 Premessa:

Dettagli

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO

VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO 10 febbraio 2016 VIAGGI E VACANZE IN ITALIA E ALL ESTERO Anno Nel, si stima che i residenti in Italia abbiano effettuato 57 milioni e 910 mila viaggi con pernottamento, valore stabile rispetto all anno

Dettagli

Il turismo in Puglia nel 2011

Il turismo in Puglia nel 2011 Il turismo in Puglia nel 2011 Key words Internazionalizzazione Consolidamento Innovazione A cura di: Osservatorio del Turismo della Regione Puglia PUGLIA 2011: INTERNAZIONALIZZAZIONE E CONSOLIDAMENTO La

Dettagli

I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di

I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di I I passeggeri Low Cost dell Aeroporto Internazionale di Pisa A cura di Alessandro Tortelli Direttore Scientifico Centro Studi Turistici di Firenze Via Piemonte 7 50145 Firenze Tel 055 3438733-055 3438726

Dettagli

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013

Il movimento turistico in provincia di Pistoia. anno 2013 Il movimento turistico in provincia di Pistoia anno 2013 Francesco Spinetti Lucia Capecchi Provincia di Pistoia Servizio Sviluppo Economico e Statistica Pistoia 20.5.2014 il notiziario sul turismo Il notiziario

Dettagli

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo

Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano - Pescara Intervento del Dott. Pier Giorgio Togni Direttore Generale Turismo III CONFERENZA ITALIANA PER IL TURISMO 30 settembre 1 ottobre 2006 Montesilvano-Pescara

Dettagli

IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR

IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR IMPATTO ECONOMICO DEI COLLEGAMENTI RYANAIR 1 Le politiche incentivanti Muovendo, correttamente, dal presupposto che le spese effettuate dai turisti che visitano la regione costituiscono una buona parte

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO

OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO Unioncamere Unione Italiana delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura OSSERVATORIO NAZIONALE SUL TURISMO ITALIANO INDAGINE SUL TURISMO ORGANIZZATO EUROPEO luglio 2004 a cura di SOMMARIO

Dettagli

I comportamenti turistici dei mercati stranieri: i mutamenti della domanda

I comportamenti turistici dei mercati stranieri: i mutamenti della domanda Osservatorio turistico Regione Toscana I comportamenti turistici dei mercati stranieri: i mutamenti della domanda Settembre 2013 A cura di Storia del documento Copyright: IS.NA.R.T. scpa Committente: Unioncamere

Dettagli

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO

Destinazione Italia SCENARI DEL TURISMO Destinazione Italia I viaggi organizzati verso il nostro Paese mostrano segnali positivi di ripresa. Premiata la qualità e la varietà dell offerta. Meglio se certificate testo e foto di Aura Marcelli Cresce

Dettagli

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%)

Nel 2010 si è assistito ad una decisa ripresa dei flussi turistici (arrivi +6,7%) Il monitoraggio dei dati per la formulazione dell offerta turistica regionale a cura dell Osservatorio turistico Dipartimento regionale turismo, sport e spettacolo 1. Lo scenario e le macrodinamiche Nel

Dettagli

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO

ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO ANDAMENTO DEL TURISMO IN ITALIA, IN EUROPA E NEL MONDO Roma 30 luglio 2014 INDICE DEI CONTENUTI Il turismo in Italia: gli andamenti recenti. Il turismo in Italia: i primi risultati 2014. Le previsioni

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 7 bollettino mensile Luglio 2009 Agosto 2009 A cura di Storia

Dettagli

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI

in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI in collaborazione con OSSERVATORIO NAZIONALE DEL TURISMO BOLLETTINO MENSILE INDAGINE QUANTITATIVA SUI COMPORTAMENTI TURISTICI DEGLI ITALIANI 12 bollettino mensile Dicembre 2009 Gennaio 2010 A cura di Storia

Dettagli

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche

IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING. Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche IL TURISMO ORGANIZZATO INCOMING Dalla spesa del turista all analisi della filiera, all individuazione delle aree critiche Dalla spesa del turista all analisi della filiera, l individuazione delle aree

Dettagli

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ).

Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). Il Turismo Degli Appartamenti Per Vacanza ( SECONDE CASE ). (febbraio 2008) Codice Prodotto- OSPS13-R01-D01 Copyright 2008 Osservatorio del Turismo della Campania Tutti i diritti riservati Osservatorio

Dettagli

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010

SISTAN. Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 SISTAN P r o v i n c i a d i P i s t o i a N O T II Z II A R II O S T A T II S T II C O Marzo 2011 IL MOVIMENTO TURISTICO IN PROVINCIA DI PISTOIA NEL 2010 Il contesto internazionale e nazionale I risultati

Dettagli

LE PRINCIPALI DESTINAZIONI DEI CONGRESSISTI STRANIERI NEL 2011

LE PRINCIPALI DESTINAZIONI DEI CONGRESSISTI STRANIERI NEL 2011 TURISMO CONGRESSUALE IN ITALIA Mercato e fattori di competitività Mara Manente IL TURISMO CONGRESSUALE INTERNAZIONALE IN ITALIA: CONSISTENZA ED EVOLUZIONE (migliaia) Notti Fatturato 2006 4.335 582.269

Dettagli

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13

Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 luglio 2013 Movimento turistico Stagione invernale 2012/13 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle presenze turistiche registrati

Dettagli

Capitolo 18. Turismo

Capitolo 18. Turismo Capitolo 18 Turismo 18. Turismo Il sistema delle statistiche ufficiali sul turismo si avvale di diverse fonti informative, la maggior parte delle quali rappresentate da rilevazioni e elaborazioni Istat.

Dettagli

Osservatorio della Montagna emiliano-romagnola L OFFERTA NEVE REGIONALE

Osservatorio della Montagna emiliano-romagnola L OFFERTA NEVE REGIONALE Inverno 2010/2011 Osservatorio della Montagna emiliano-romagnola L OFFERTA NEVE REGIONALE Cosa è successo lo scorso inverno La clientela della montagna bianca: italiani vs stranieri A livello nazionale

Dettagli

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri

Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri 19 TURISMO Nel 2012, l Istat rileva 33.728 esercizi alberghieri (-0,6 per cento rispetto al 2011) e 123.500 esercizi extra-alberghieri (+3,1 per cento). Il flusso dei clienti nel 2013 (dati provvisori)

Dettagli

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013

Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Osservatorio Le vacanze degli italiani a Natale 2013 A cura del Centro Studi TCI Dicembre 2013 Per comprendere cosa succederà in queste imminenti festività natalizie, in particolare nel periodo tra metà

Dettagli

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015

LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 2015 LA DINAMICA DELLE IMPRESE GIOVANILI, FEMMINILI E STRANIERE NEL 3 TRIMESTRE 215 Saldi positivi ma in leggera flessione Nel terzo trimestre 215 i saldi tra iscrizioni e cessazioni di imprese liguri giovanili,

Dettagli

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA

OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA OSSERVATORIO TURISTICO DELLA LIGURIA LA SODDISFAZIONE DEL CLIENTE E LE RICADUTE ECONOMICHE DEL TURISMO NELLA REGIONE LIGURIA FOCUS SUI PRODOTTI PRINCIPALI DEL TERRITORIO Rapporto annuale 2015 Marzo 2016

Dettagli

Il turismo in Trentino nell estate 2014

Il turismo in Trentino nell estate 2014 Il turismo in Trentino nell estate 2014 dicembre 2014 Il Servizio Statistica della Provincia autonoma di Trento presenta i dati definitivi relativi agli arrivi e alle turistiche nella stagione estiva 2014,

Dettagli

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009

Tavola 8.1 - Capacità degli esercizi ricettivi per tipo di alloggio - Comune di Lecce - Anno 2009 8. Turismo Nel 2009 nella categoria esercizi alberghieri gli alberghi a 4 stelle costituiscono il 40,0% degli esercizi con una dotazione di posti letto pari al 59,4% del totale. La permanenza media del

Dettagli