Collegio di Presidenza: Michele Marangi, Edo Polidori, Claudio Renzetti. Insegnanti di sostegno: Claudio Cippitelli, Pierfrancesco Pacoda.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Collegio di Presidenza: Michele Marangi, Edo Polidori, Claudio Renzetti. Insegnanti di sostegno: Claudio Cippitelli, Pierfrancesco Pacoda."

Transcript

1 Collegio di Presidenza: Michele Marangi, Edo Polidori, Claudio Renzetti. Insegnanti di sostegno: Claudio Cippitelli, Pierfrancesco Pacoda. Le bidelle: Claudia Bregli, Pamela Chiarini. LE ISCRIZIONI SONO DA RITENERSI VALIDE SOLO SE CONFERMATE DALL ORGANIZZAZIONE.

2 Corso A: Docente: Michele Marangi Critico Cinematografico (Max 45 partecipanti) Una questione di sguardi I media contemporanei come strumenti operativi per chi lavora nei contesti sanitari e sociali. I formati mediali (dal cinema ai videoclip, dagli spot ai tg, dai social network al video-making) appaiono uno snodo chiave della contemporaneità per riconnettere la molteplicità delle rappresentazioni, personali e sociali, con la complessità del reale, e per ri-codificare e trasformare non solo ciò che si vede, ma anche i contesti in cui si agisce, sia nella dimensione d équipe che nelle relazioni con il territorio e con le persone che lo abitano. A partire da esempi concreti, riferiti agli ambiti di riferimento dei partecipanti, e privilegiando il più possibile l interattività, il modulo vuole essere un occasione di confronto e di sperimentazione concreta delle potenzialità di sintesi e delle possibilità di utilizzo dei media come strumenti chiave, e a bassa soglia, per chi lavora sui temi delle dipendenze, degli stili di vita giovanili (e non), dei comportamenti a rischio. Per scoprire che uno schermo non è solo una finestra per osservare, ma può trasformarsi in uno specchio per riflettere o in una soglia per comunicare.

3 Corso B: Il paradosso di Ulisse. Il laboratorio autobiografico: scrivere di sé e avere un testimone. Docenti: Lucia Portis, Susanna Ronconi Collaboratrici scientifiche della Libera Università dell Autobiografia di Anghiari (AR) (Max 20 partecipanti) Alla corte dei Feaci, Ulisse si commuove e piange sulla propria storia solo dopo averla udita raccontare dall aedo. Come lui, noi diventiamo consapevoli della nostra vita solo quando il nostro viaggio si fa narrazione. Non basta viverla, la vita, per trovarvi nessi, significati e apprendimenti, dobbiamo avere un testimone cui raccontarla e, magari, da cui riascoltarla. Il laboratorio autobiografico è un esperienza formativa centrata sul soggetto nella relazione con se stessi e con gli altri, è un contesto narrativo che consente di riportare alla luce vissuti e significati, con scopi di consapevolezza di sé, autoformazione e autotrasformazione. Nel laboratorio il gruppo è uno strumento importante, un testimone che permette meccanismi di rispecchiamento e reciprocità. Corso C: Tutela degli utenti e tutela degli operatori nelle relazioni di aiuto e nelle funzioni di cura. Docenti: Simona Ardesi Avvocato iscritto all Ordine degli avvocati di Brescia, esercita prevalentemente nel campo del diritto di famiglia e minorile Claudio Renzetti Sociologo, formatore e supervisore nell ambito delle dipendenze e della salute mentale (Max 20 partecipanti) Chi tutela chi? E da che cosa? è a partire da queste domande, apparentemente semplici, che prenderà il via una riflessione etico-giuridica sull intreccio tra poteri/doveri degli operatori e diritti degli utenti nei contesti di cura e presa in carico. Cruciale sarà la questione della responsabilità che interroga gli operatori sociali e sanitari in modo crescente soprattutto sotto il profilo giuridico; la complessità degli interventi, lo sviluppo di nuove modalità di lavoro, il mutato panorama normativo, hanno via via evidenziato la necessità di fare chiarezza circa le responsabilità giuridiche dei singoli professionisti e degli enti di appartenenza. In particolare si avverte l esigenza di un serio approfondimento circa i rischi da responsabilità civile, penale e disciplinare potenzialmente insiti nell esercizio delle professioni sociali e sanitarie, a tutela in primo luogo delle persone di cui ci si occupa ma certamente anche degli operatori. Etica e diritto si confrontano attorno a parole chiave e a storie esemplari, nel tentativo da un lato di liberarsi dai timori paralizzanti legati a un concetto nebuloso di responsabilità, dall altro di avere piena consapevolezza delle conseguenze delle proprie azioni o omissioni.

4 ORE 13:00 PROGRAMMA Prima Giornata 21 novembre 2011 APERTURA ISCRIZIONI ORE 14:15 APERTURA DE La Scuolina Saluti e benvenuto ORE 15:00 Chiacchiere da bar domande poco chiare e risposte confuse (e viceversa) con Claudio, Edo, Michele, Pierfrancesco e Claudio. ORE 17,00 PRIMO MODULO CORSO A: VEDERE La vista è un senso. Ma cosa vediamo, quando, dove e, soprattutto, come? Una passeggiata dietro alcune finestre di ieri ed oggi, tra pittura e fotografia. CORSO B: INTRODUZIONE METODOLOGICA. Le quattro fasi di un laboratorio autobiografico. CORSO C: ETICA DELLA CURA E CURA DELL ETICA Riflessioni introduttive a cura di Claudio Renzetti. Poteri, doveri e responsabilità giuridiche Riflessioni introduttive a cura di Simona Ardesi. Ore 18,30 Spigolature di Claudio Renzetti Ore 09,00 Seconda Giornata 22 novembre 2011 SECONDO MODULO CORSO A: GUARDARE Il senso del vedere: come si attribuisce significato a ciò che appare di fronte ai nostri occhi. Persone, storie, temi: il cinema aiuta a guardare oltre le apparenze. CORSO B: AUTOPRESENTAZIONI: LA STORIA DEL MIO NOME. LETTURE IN GRUPPO Cos è per me la scrittura. CORSO C: LA RESPONSABILITÀ CIVILE: PAROLE CHIAVE ED ESPOSIZIONE DEL TEMA ORE 10:30 Ore 11:00 TERZO MODULO CORSO A: RIFLETTERE Affinare lo sguardo, riconoscere nel messaggio la dialettica tra codici e stili narrativi, attribuzioni sociali e sensibilità personali. Gli spot pubblicitari come palestra per aguzzare la vista. CORSO B: EVENTI MARCATORI: LA SPIRALE AUTOBIOGRAFICA. Esercitazione sugli eventi marcatori della vita professionale. Salienze in piccolo gruppo. CORSO C: UNA STORIA ESEMPLARE DA COMMENTARE ORE 12:30 Pausa pranzo

5 Ore 15:00 QUARTO MODULO CORSO A: INTERPRETARE Un unica cosa vista, più possibilità di significato. Come accettare la molteplicità di ingressi di fronte a ciò che sembra univoco? I videoclip musical: stop making sense o dirty bit of (our) time? CORSO B: SCRITTURA ATTORNO A UN EVENTO Lettura in piccolo gruppo (indicazioni sull ascolto). CORSO C: LA RESPONSABILITÀ PENALE: PAROLE CHIAVE ED ESPOSIZIONE DEL TEMA ORE 16:30 Ore 17:00 QUINTO MODULO CORSO A: CONTESTUALIZZARE La realtà, chi la racconta. E se la notizia fosse più nelle forme della comunicazione che nel fatto raccontato I tg, l opacità del reale, la (presunta) trasparenza dell informazione. CORSO B: L ALTRO: IL PAZIENTE CHE NON DIMENTICHERÒ MAI VISTA DAL PAZIENTE: SCRITTURA DELLO SDOPPIAMENTO Condivisione a coppie. CORSO C: UNA STORIA ESEMPLARE DA COMMENTARE Ore 18,30 Spigolature di Claudio Renzetti ORE 19:00 Fine Seconda Giornata Ore 09,00 Terza Giornata 23 novembre 2011 SESTO MODULO CORSO A: PROGETTARE Dalla vista al tatto, dalla postura analitica al mettersi in gioco. Tre passi chiave per progettare comunicazione sociale, utilizzando immagini, suoni, narrazioni (non necessariamente insieme). CORSO B: L ARCIPELAGO DELL IO. SCRITTURA: IL MIO IO SILENTE Condivisione in piccoli gruppi (poster). CORSO C: LA RESPONSABILITÀ DEONTOLOGICA/DISCIPLINARE: PAROLE CHIAVE ED ESPOSIZIONE DEL TEMA ORE 10:30 Ore 11,00 SETTIMO MODULO CORSO A: REALIZZARE Abbassare la soglia, favorire l espressione del sé (o del noi). Il video-making come opportunità concreta per far emergere differenti sguardi, per stimolare dialettica sociale. CORSO B: RESTITUZIONE IN PLENARIA. CORSO C: UNA STORIA ESEMPLARE DA COMMENTARE ORE 12:30 Pausa pranzo

6 Ore 15:00 OTTAVO MODULO CORSO A: COMUNICARE Oggi non basta più sapere cosa e come comunicare. È necessario capire anche dove, quando, per quanto, con quali obiettivi. Web e social network: nuova mediapolis o ipermercato digitale? CORSO B: PROGETTARE CONTESTI NARRATIVI: IL LABORATORIO. Introduzione metodologica: i contesti socio-sanitari e la narrazione autobiografica. CORSO C: RISPONDERE PER/RISPONDERE VERSO: ALLA RICERCA DI STRUMENTI DI GARANZIA PER UTENTI E OPERATORI Considerazioni conclusive a cura di Simona Ardesi e Claudio Renzetti ORE 16:30 Ore 17:00 Tutti insieme appassionatamente. Com è andata? Cosa bolle in pentola? Saluti & Baci con Simona Ardesi, Michele Marangi, Pierfrancesco Pacoda, Lucia Portis, Claudio Renzetti, Susanna Ronconi. ORE 18:00... arrivederci al Forse. DATE: novembre 2011 SEDE: Hotel Globus Via Traiano Imperatore, 4 SISTEMAZIONI ALBERGHIERE: Hotel Globus Via Traiano Imperatore, Hotel Executive V.le Vittorio Veneto, 3/E Hotel Michelangelo Via Buonarroti, 4/ Hotel della Città e de la Ville C.so della Repubblica, Hotel Masini Corso G. Garibaldi, Hotel Marta Via Carlo Cignani, Hotel Lory Via Giovita Lazzarini, Hotel Gardenia Via Archimede Mellini,

18 19 20 novembre 2013. Hotel Globus via Traiano Imperatore, 4-47122- Forlì (FC)

18 19 20 novembre 2013. Hotel Globus via Traiano Imperatore, 4-47122- Forlì (FC) Ben ritrovati, anche quest anno, per la gioia di molti, torna La Scuolina 6 per rimetterci tutti in gioco sui banchi di scuola. La proposta formativa è articolata in tre corsi e sarà introdotta dalle solite

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

Presentazione del programma. Pratiche narrative e formazione del Sé professionale. L identità del Sé personale e professionale

Presentazione del programma. Pratiche narrative e formazione del Sé professionale. L identità del Sé personale e professionale Presentazione del programma Pratiche narrative e formazione del Sé professionale L identità del Sé personale e professionale 1. L identità semplessa (testo di F. Pulvirenti) 2. L identità narrativa (testo

Dettagli

Metodi e strumenti per l analisi di video sui temi della prevenzione del rischio

Metodi e strumenti per l analisi di video sui temi della prevenzione del rischio CORSO DI FORMAZIONE A.S.L. TO4 Comunicazione e prevenzione: strategie efficaci per trasmettere messaggi di salute rivolti a target diversi di popolazione Ivrea, 8 febbraio 2011 Metodi e strumenti per l

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016

PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 PROGETTO EDUCATIVO DI ISTITUTO (PEI) SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO 2015-2016 Il Progetto Educativo di Istituto (PEI) che definisce l identità e le finalità educative e culturali dell istituto Bertoni

Dettagli

CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA

CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA CINEAMANDO LO SVILUPPO DELLA PERSONA ATTRAVERSO IL CINEMA 1. PREMESSA Il nostro tempo è caratterizzato da continui e complessi cambiamenti culturali e dalla contemporanea disponibilità di numerose informazioni

Dettagli

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO

L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO L EDUCAZIONE AI MEDIA PROMOSSA DAGLI ENTI LOCALI Marco Grollo - PROGETTO AVIANO Negli ultimi anni i media sono sempre più al centro dell attenzione, per la loro sempre più rapida diffusione, soprattutto

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO INTERDISCIPLINARE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO INTERDISCIPLINARE UNITÀ DI APPRENDIMENTO INTERDISCIPLINARE Classe I Scuola Primaria CONOSCERE CON I SENSI. Esplorare l ambiente attraverso i sensi Senso formativo del percorso L argomento degli organi di senso viene trattato

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA

ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA ISTITUTO COMPRENSIVO «V.MUZIO» SCUOLA DELL INFANZIA LA SCUOLA DELL INFANZIA La scuola dell infanzia si rivolge a tutte le bambine e i bambini dai tre ai sei anni di età E la risposta al loro diritto all

Dettagli

00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9. Introduzione

00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9. Introduzione 00_romane_rivoltella 26-10-2006 16:53 Pagina 9 Introduzione Sono 50 milioni i giovani europei in Internet. Quasi tutti hanno un telefono cellulare, scambiano e scaricano musica con i loro amici, leggono

Dettagli

a chi la racconti? laboratorio di storytelling per lo sviluppo organizzativo Gestire la complessità Trento, 9 ottobre - 12 dicembre 2015

a chi la racconti? laboratorio di storytelling per lo sviluppo organizzativo Gestire la complessità Trento, 9 ottobre - 12 dicembre 2015 Gestire la complessità Trento, 9 ottobre - 12 dicembre 2015 CFSI TCIC Centro Training per la Formazione Centre for alla Solidarietà International Internazionale Cooperation a chi la racconti? laboratorio

Dettagli

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015

PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 PRIMO ISTITUTO COMPRENSIVO di PALAZZOLO S/O via Zanardelli n.34 Anno scolastico 2014/2015 CURRICOLI DISCIPLINARI SCUOLA DELL INFANZIA e PRIMO CICLO di ISTRUZIONE Percorso delle singole discipline sulla

Dettagli

Piano Formativo Crescere professionisti del Lavoro Sociale a cura della Commissione Formazione. anno 2015

Piano Formativo Crescere professionisti del Lavoro Sociale a cura della Commissione Formazione. anno 2015 Piano Formativo Crescere professionisti del Lavoro Sociale a cura della Commissione Formazione anno 2015 CONVEGNO Quello che presentiamo è il primo Piano Formativo che il CROAS propone alla comunità professionale

Dettagli

SEMINARIO DI FORMAZIONE

SEMINARIO DI FORMAZIONE Centro Interdisciplinare di Promozione della Salute e Formazione Responsabile : Nadia Galler Assistente sanitaria/clinico della formazione SEMINARIO DI FORMAZIONE IL BENESSERE ORGANIZZATIVO E LE PROFESSIONI

Dettagli

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare Premio rina gatti 2013-2014 per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VOLUMNIO PONTE SAN GIOVANNI A SPASSO NEL TEMPO Il premio è dedicato alla memoria

Dettagli

Progetto Formativo: Comunicare Con e Tra le storie Finanziato dalla PROVINCIA DI LIVORNO

Progetto Formativo: Comunicare Con e Tra le storie Finanziato dalla PROVINCIA DI LIVORNO Progetto Formativo: Comunicare Con e Tra le storie Finanziato dalla PROVINCIA DI LIVORNO 4 Dipartimento delle Culture, della Formazione e del Lavoro Unità di Servizio 4.2 Formazione Professionale BANDO

Dettagli

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA

I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA Scuola dell Infanzia Porto Cervo 1 SEZIONE Insegnanti: Derosas Antonella, Sanna Paola I QUATTRO ELEMENTI ARIA ACQUA TERRA FUOCO SETTEMBRE: Progetto accoglienza: Tutti a scuola con i quattro elementi OTTOBRE-

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA Plesso CESARE BATTISTI ARNATE Plesso ALESSANDRO MANZONI MADONNA IN CAMPAGNA CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE 4^ ITALIANO l allievo prende la parola negli scambi comunicativi dimostrando di aver colto l

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE CAPACCIO PAESTUM Località Villaggio 84047 CAPACCIO (SA) - C.M. SAIC8AZ00C Tel. 0828725413/0828724471 Fax. 0828720747/0828724771 e-mail SAIC8AZ00C@istruzione.it Ascolta i bambini

Dettagli

La scelta del giusto candidato

La scelta del giusto candidato efacile Come fare... La scelta del giusto candidato di Michela Merighi e Gabriele Garbucelli Forma del Tempo srl Chi cerco Dove lo trovo Come lo valuto Come lo inserisco QUESTO EBOOK È UN'ANTEPRIMA GRATUITA

Dettagli

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Corsi di formazione per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Il cinema e le nuove tecnologie come strumenti di inclusione Oltre il muro Oltre il muro è un progetto

Dettagli

Evangelizzazione e... Arte e M usica. Liturgia. Iconografia. Multimedialità. Drammatizzazione. Narrazione. Arcidiocedi di Bari-Bitonto

Evangelizzazione e... Arte e M usica. Liturgia. Iconografia. Multimedialità. Drammatizzazione. Narrazione. Arcidiocedi di Bari-Bitonto Evangelizzazione e... Arte e M usica Liturgia Iconografia Multimedialità Laboratori della Fede Arcidiocedi di Bari-Bitonto Drammatizzazione Narrazione Laboratori della Fede tra tradizione e creatività

Dettagli

Indicazioni Nazionali 2012 per il curricolo della scuola dell Infanzia e del 1 ciclo d istruz ione. 26 marzo e 12 aprile 2013 LE DISCIPLINE

Indicazioni Nazionali 2012 per il curricolo della scuola dell Infanzia e del 1 ciclo d istruz ione. 26 marzo e 12 aprile 2013 LE DISCIPLINE SEMINARIO Per i docenti e dirigenti scolastici delle scuole statali della provincia di Torino Indicazioni Nazionali 2012 per il curricolo della scuola dell Infanzia e del 1 ciclo d istruz ione Una bussola

Dettagli

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE

ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE ARTE E IMMAGINE DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: ARTE E IMMAGINE DISCIPLINE CONCORRENTI:TUTTE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO 2012 TRAGUARDI ALLA FINE DELLA

Dettagli

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura!

Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Ogni scuola un grande Laboratorio dei Valori Programma nazionale La mia scuola per la pace 2010-2011 Costruiamo insieme una nuova cultura! Guida per la realizzazione dei laboratori Introduzione 7 operazioni

Dettagli

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura

Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura Corso di formazione specialistica su dialogo, tecnologie e comunicazione globale promosso dalla rete nazionale di scuole Rete Dialogues (retedialogues.it) Scoprire il dialogo, riscoprire la scrittura INTRODUZIONE

Dettagli

FAUSTA FAGNONI RESPONSABILE AREA DONNE E BAMBINI

FAUSTA FAGNONI RESPONSABILE AREA DONNE E BAMBINI FAUSTA FAGNONI RESPONSABILE AREA DONNE E BAMBINI DISAGIO ED EDUCAZIONE Educazione come elemento fondamentale della risposta al disagio coniugando il concetto di cura con quello di promozione della persona.

Dettagli

Collegamento con discipline scuola primaria. Cittadinanza e costituzione. Storia/ cittadinanza e costituzione. Cittadinanza e costituzione

Collegamento con discipline scuola primaria. Cittadinanza e costituzione. Storia/ cittadinanza e costituzione. Cittadinanza e costituzione IL SE e L ALTRO Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. Sviluppa il senso dell identità personale,

Dettagli

A cura di Roberta Ferdenzi, componente del Coordinamento pedagogico provinciale di Piacenza

A cura di Roberta Ferdenzi, componente del Coordinamento pedagogico provinciale di Piacenza Provincia di Piacenza Settore Sistema Scolastico e servizi alla persona e alla comunità RIFLESSIONI SUL LAVORO DEL COORDINATORE CHE OPERA PER FACILITARE, SUPPORTARE, SVILUPPARE LA CRESCITA PROFESSIONALE

Dettagli

MINIMASTER Lavorare con le Famiglie e i Minorenni

MINIMASTER Lavorare con le Famiglie e i Minorenni MINIMASTER Lavorare con le Famiglie e i Minorenni Lavorare con le famiglie e i minorenni sottoposti a procedimenti dell Autorità Giudiziaria Milano, 23 ottobre 20 novembre, 11 dicembre, 15 gennaio, 19

Dettagli

Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015

Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015 Progetto di plesso Scuola primaria di Lama Anno scolastico 2014/2015 Segui sempre le 3 R : Rispetto per te stesso. Rispetto per gli altri. Responsabilità per le tue azioni. (Dalai Lama) Impara le regole,

Dettagli

Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui.

Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui. 2 Ciao, intanto grazie per essere arrivato/a fin qui. Probabilmente ti stai chiedendo se posso aiutarti, la risposta è sì se: vuoi raccontare qualcosa di te o di quello che fai; vuoi dei testi che descrivano

Dettagli

Dai segnali di fumo al web Forme e Strumenti della comunicazione per promuovere un dialogo consapevole.

Dai segnali di fumo al web Forme e Strumenti della comunicazione per promuovere un dialogo consapevole. ASL 4 Chiavarese e Rete delle Istituzioni Scolastiche Tigullio Paradiso C.Merani in collaborazione con l Ufficio Scolastico Provinciale di Genova Dai segnali di fumo al web Forme e Strumenti della comunicazione

Dettagli

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives

COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI. Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives COME SPIEGARE AI PICCOLI LE COSE DEI GRANDI Action 1 - Youth for Europe Sub-Action 1.2 - Youth Initiatives Prefazione Se mi fosse chiesto di indicare il senso di Fiabe giuridiche, lo rintraccerei nelle

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

E possibile comprendere il valore formativo della narrazione scritta alla luce di un modello con tre focus di attenzione

E possibile comprendere il valore formativo della narrazione scritta alla luce di un modello con tre focus di attenzione E possibile comprendere il valore formativo della narrazione scritta alla luce di un modello con tre focus di attenzione Filosofia orientativa e sfondo di senso che sostiene il discorso Metodologia educativa

Dettagli

Idea progettuale per una I/II classe: Au Restaurant

Idea progettuale per una I/II classe: Au Restaurant Idea progettuale per una I/II classe: Il Contesto e l idea progettuale: Per migliorare l apprendimento di classe prima/seconda e facilitare l approccio con una nuova disciplina, quale il francese, ho pensato

Dettagli

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni)

IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Per prepararci all evento finale IDEE PER LA DOCUMENTAZIONE (estratto dalle precedenti edizioni) Mentre le attività scolastiche e quelle delle ACS stanno svolgendosi ancora a pieno ritmo, cominciamo a

Dettagli

Energia per la vita: cibo e non solo!

Energia per la vita: cibo e non solo! Scuola secondaria di primo grado Mastro Giorgio Nelli Gubbio Anno scolastico 2015-2016 PROGETTO di ISTITUTO Energia per la vita: cibo e non solo! Classi Prime - Cibo che passione: le cose belle della Terra

Dettagli

Master Specialistico. La comunicazione in ambito medico-sanitario. Teoria e pratica per una gestione efficiente del conflitti

Master Specialistico. La comunicazione in ambito medico-sanitario. Teoria e pratica per una gestione efficiente del conflitti Master Specialistico La comunicazione in ambito medico-sanitario Teoria e pratica per una gestione efficiente del conflitti Presentazione: Il master è frutto del lavoro di un gruppo eterogeneo e interdisciplinare

Dettagli

MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE

MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE MATERIA ITALIANO PROGRAMMAZIONE INIZIALE ANNO SCOLASTICO: 2014-2015 INSEGNANTE: Claudia Palone CLASSE: 1A SETTORE: socio-sanitario INDIRIZZO: odontotecnico FINALITA DELLA DISCIPLINA (finalità formative

Dettagli

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA.

I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. I TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE RELATIVI ALL IRC NEI CAMPI DI ESPERIENZA. (Cfr. Indicazioni nazionali per il curricolo Sc. Infanzia D.P.R. dell 11-02-2010) Il sé e l altro Le grandi domande,

Dettagli

PROGRAMMA. Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA

PROGRAMMA. Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA PROGRAMMA Tematica: LA SCRITTURA, STRUMENTO INDISPENSABILE DI EVOLUZIONE E CIVILTA Durata: da ottobre 2011 a maggio 2012, per complessive n. 80 ore di formazione suddivise in tre sessioni (24 ore in presenza

Dettagli

controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat

controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat controlamafiascritturateatroconosce nza,controlamafiascritturateatrocono scenza,controlamafiascritturateatroc onoscenza,controlamafiascritturateat PROGETTO EDUCATIVO roconoscenzacontrolamafiascritturat

Dettagli

Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale

Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Libera Università del Volontariato e dell'impresa Sociale Corso di formazione EDUCAZIONE ALLA NARRAZIONE DI SÈ Narrazione e Scrittura Diaristica nei contesti del Disagio Giovanile Sito internet: uniluvis.it

Dettagli

RE) CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE ESPRESSIONE ARTISTICA E MUSICALE

RE) CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE CULTURALE ESPRESSIONE ARTISTICA E MUSICALE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA con riferimento alle Competenze chiave europee e alle Indicazioni Nazionali 2012 declinato nelle microabilità di ogni annualità (a cura di Franca DA RE) CONSAPEVOLEZZA ED ESPRESSIONE

Dettagli

CLASSE PRIMA ARTE E IMMAGINE COMPETENZA CHIAVE

CLASSE PRIMA ARTE E IMMAGINE COMPETENZA CHIAVE CLASSE PRIMA SPECIFICHE DISCIPLINARI TRAGUARDI PER LO SVILUPPO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLE Esprimersi attraverso il colore in modo creativo e significativo. Sviluppare abilità fino-motorie e di coordinazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) REDAZIONE DI RISTRETTI CASA DI RECLUSIONE DUE PALAZZI - PADOVA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GIOVANNI XXIII PIANIGA (VE) Anno scolastico 2012/2013

Dettagli

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi

FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi FIORI PER DIRE E RACCONTARE Documentazione del percorso Sezioni Balene verdi UN DISEGNO PER DIRE Terza tappa Il percorso Fiori per dire e raccontare prende avvio dal dono di un fiore che ogni bambino della

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE 2016

PROPOSTE FORMATIVE 2016 PROPOSTE FORMATIVE 2016 L attività formativa della Scuola IRS di Aggiornamento e Formazione per il Sociale si caratterizza per lo sviluppo di cinque linee di intervento: Formazione alle funzioni di programmazione

Dettagli

Il mio. A partire. Arci 2014. o in fase di richiesta

Il mio. A partire. Arci 2014. o in fase di richiesta IO RIFLESSO Il mio opposto, l'opposto dei generi Corso base di fotografia tenuto da Marco Dabbicco 10 lezioni da 2 ore ciascuna Ogni giovedì dalle 20 alle 22 A partire dal 6 febbraio Costo: 130 euro Il

Dettagli

Progettazione annuale

Progettazione annuale Scuola dell Infanzia PORRANEO Paritaria di ispirazione Salesiana dal 1899 Progettazione annuale Anno scolastico 2013/2014 TITOLO DELLA PROGETTAZIONE MARILU E I 5 SENSI Alla scoperta dei cinque sensi: Gustare

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO

UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO UNITA DI APPRENDIMENTO AREA MATEMATICA CONTO E CONFRONTO Denominazione Conto e confronto Prodotti Tavola pitagorica ad immagini Competenze mirate Comuni/cittadinanza Competenze Chiave Europee La competenza

Dettagli

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan)

Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) PROGETTO: Una vita, tante storie Possa tu costruire la scala che conduce alle stelle e percorrerne ogni gradino (Bob Dylan) Introduzione: Il racconto della propria vita è il racconto di ciò che si pensa

Dettagli

Scuola dell Infanzia Santa Caterina

Scuola dell Infanzia Santa Caterina Scuola dell Infanzia Santa Caterina Figura 28 Disegno di Sergio - Scuola dell'infanzia Santa Caterina psicomotricità: Bambini in gioco Il progetto aiuta i bambini a migliorare la propria autonomia personale,

Dettagli

Scuola primaria A. Manzoni Anno scolastico 2013-2014

Scuola primaria A. Manzoni Anno scolastico 2013-2014 Scuola primaria A. Manzoni Anno scolastico 2013-2014 1) Programmazione annuale di plesso 2) Programmazione primo e secondo bimestre per le classi prima e seconda 3) programmazione primo e secondo bimestre

Dettagli

STRATEGIE DIDATTICHE E QUALITA DELL INSEGNAMENTO.

STRATEGIE DIDATTICHE E QUALITA DELL INSEGNAMENTO. Appunti incontro di giovedì 11 nov. 2002 Italo Fiorin STRATEGIE DIDATTICHE E QUALITA DELL INSEGNAMENTO. E ormai convinzione consolidata che, nell insegnamento, non si possa parlare di un metodo capace

Dettagli

Programmazione preventiva Italiano

Programmazione preventiva Italiano Programmazione preventiva Italiano Prof. ssa Gabriela Fantato Classe: 1 B- ITE Anno scol. 2014-15 PROGRAMMA PREVENTIVO FINALITÀ DELLA DISCIPLINA L insegnamento della disciplina, tenendo conto della centralità

Dettagli

ARTE IMMAGINE (E MUSICA): LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE

ARTE IMMAGINE (E MUSICA): LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE ARTE IMMAGINE (E MUSICA): LINGUAGGI, CREATIVITA, ESPRESSIONE COMPETENZE SPECIFICHE Padroneggiare gli strumenti necessari ad un utilizzo dei linguaggi espressivi, artistici e visivi SCUOLA INFANZIA TRAGUARDI

Dettagli

PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE

PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE PROGETTO DI GEMELLAGGIO TRA SCUOLE AFRICABOUGOU associazione onlus via spluga 10 20052 Monza (MB) tel. 039327425 email. info@africabougou.org AFRICABOUGOU ASSOCIAZIONE ONLUS AFRICABOUGOU ONLUS é una Associazione

Dettagli

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva

Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design. Corso di laurea in Comunicazione visiva Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana Dipartimento ambiente costruzioni e design Corso di laurea in Comunicazione visiva Dipartimento ambiente costruzioni e design Il Dipartimento

Dettagli

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda di valutazione delle classi di Scuola Primaria C. Goldoni

Dettagli

7. AREA DELLA PROGETTUALITA

7. AREA DELLA PROGETTUALITA 7. AREA DELLA PROGETTUALITA - Ambito didattico progettuale - Ampliamento dell offerta formativa 2015/16 N.B.: LE PAGINE 142,143,144 DELLA SEZIONE 7 SONO ANCORA IN FASE DI ALLESTIMENTO! 139 AMBITO DIDATTICO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO

CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO CURRICOLO FORMATIVO CONTINUO E' un percorso educativo e didattico perseguito nei tre ordini di scuola che rende più organico il lavoro compiuto dai docenti; sono state condivise le mete comuni ed è in

Dettagli

CAMPUS PALINDROMO Non esiste un solo modo per leggere

CAMPUS PALINDROMO Non esiste un solo modo per leggere Struttura Complessa di Neuropsichiatria Infantile SAVIGLIANO SALUZZO FOSSANO CAMPUS PALINDROMO Non esiste un solo modo per leggere Il Campus PALINDROMO, nasce nel 2003 dalla collaborazione tra l Istituto

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE AL MOVIMENTO

CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE AL MOVIMENTO CURRICOLO VERTICALE DI EDUCAZIONE AL MOVIMENTO Nei primi anni di vita dei bambini il movimento riveste un importanza fondamentale negli apprendimenti e nella socializzazione. Corpo e movimento costituiscono

Dettagli

ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj ISTITUTO COMPRENSIVO CALVISANO klzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwer Anno scolastico 2014-2015

ertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghj ISTITUTO COMPRENSIVO CALVISANO klzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwer Anno scolastico 2014-2015 qwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdf ghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmq wertyuiopasdfghjklzxcvbnmqwertyuiopasdfg CURRICOLO DI ARTE E IMMAGINE hjklzxcvbnmqwertyuiopasdfghjklzxcvbnmqw ELABORATO

Dettagli

FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa Maila Pentucci)

FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa Maila Pentucci) SCHEDA ANALITICA PROGETTUALE TITOLO DEL PROGETTO: LA RETE DA SCRIVERE A.S.2013-2014 FARE STORIA CON I LUOGHI DI MEMORIA: SPAZIO E TEMPO TRA TERRITORIO E RETE (con l affiancamento dell esperta Prof.ssa

Dettagli

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI Istituto Beata Vergine Addolorata via Calatafimi, 10-20122 Milano tel: +39.02.58.10.11.85 info@ibva.it www.ibva.it italianopertutti@ibva.it tel: 02.4952.4600 SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI

Dettagli

Nutrivending e Promozione della Salute a scuola

Nutrivending e Promozione della Salute a scuola MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE VENETO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI BELLUNO Dirigente dott. Domenico Martino Nutrivending e Promozione della Salute a scuola JOB&Orienta,

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione

Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Anno scolastico 2014-2015 CONCORSO BASTA CONOSCERSI! III edizione Il concorso Basta conoscersi! nasce dall idea di alcuni ragazzi di offrire ai propri coetanei la possibilità di vivere un esperienza concreta

Dettagli

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media

Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Presentazione Progetti a.s. 2013-2014 - Scuola Media Interventi di prevenzione delle situazioni di disagio a scuola Percorsi educativi Classi Prime Educazione psico-affettiva L educazione psico-affettiva,

Dettagli

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE

CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE 1 CONOSCERE, FORMARE per CAMBIARE Percorsi educativi per l affermazione di una cultura di genere Contro ogni forma di violenza e discriminazione Piena cittadinanza delle differenze A cura dell Associazione

Dettagli

LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI

LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI LABORATORIO DI ANIMAZIONE TEATRALE TEATRO DEI GENITORI Anno scolastico 2013/2014 PREMESSA Negli ultimi anni il rapporto scuola-famiglie è notevolmente mutato. I genitori sentendosi, a giusta ragione, parte

Dettagli

Inspiring presentations

Inspiring presentations I programmi di alta formazione I laboratori di perfezionamento Terza riga intro Il potere dell autenticità nel comunicare in pubblico Edizione di Cagliari Scuola estiva 21-23 luglio 2014 Benvenuti alla

Dettagli

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE

MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE MAKE UP BASE ED EFFETTO SPECIALE Il workshop di make up base ed effetto speciale è tenuto da Darioloris Cerfolli, make up artist che lavora per cinema, moda, pubblicità e per tutte le donne che concepiscono

Dettagli

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire.

PERCHE FARE FORMAZIONE sull accompagnamento al morire. UNA PROPOSTA FORMATIVA: il parere del geriatra Evelina Bianchi * LA FORMAZIONE Ho consultato la Treccani, enciclopedia della lingua italiana, alla voce formazione: deriva dal latino formatio, -onis e indica

Dettagli

LARA UNIVERSITÀ: Laboratorio sulle relazioni

LARA UNIVERSITÀ: Laboratorio sulle relazioni in collaborazione con le di in collaborazione con le di Bologna - Facoltà di Scienze della Formazione Bolzano - Facoltà di Scienze della Formazione Firenze - Facoltà di Psicologia Pavia Facoltà di Medicina

Dettagli

Proposta formativa A.S. 2014 2015

Proposta formativa A.S. 2014 2015 Proposta formativa A.S. 2014 2015 Premio Consiglio Comunale di Portogruaro 12^ Edizione Laboratorio audiovisivo sul tema della promozione nuova Biblioteca comunale La Biblioteca con i tuoi occhi! Premesse

Dettagli

NOVEMBRE - FEBBRAIO UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T

NOVEMBRE - FEBBRAIO UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T TITOLO: AREA DI APPRENDIMENTO: CLASSE: PERIODO: LE CONSONANTI AREA LINGUISTICA PRIMA NOVEMBRE - FEBBRAIO ANNO SCOLASTICO: 2010/2011 UNITA DI LAVORO LE CONSONANTI M-R-S-L F-P-N-V Z-D-B-T ASCOLTO, COMPRENSIONE

Dettagli

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA

RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA 1 INS. BORTOLATO GIUSEPPINA CLASSE E7 RELAZIONE FINALE PROGETTO: LA STORIA OLTRE LA STORIA Il progetto LA STORIA OLTRE LA STORIA è stato realizzato per far comprendere al bambino, che quando, ci sono modifiche

Dettagli

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado

CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE. Scuola Primaria / Secondaria I grado CURRICOLO VERTICALE DI ARTE E IMMAGINE Scuola Primaria / Secondaria I grado TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L'alunno utilizza le conoscenze e le abilità relative

Dettagli

Percorso Linguistico Classe seconda elementare

Percorso Linguistico Classe seconda elementare Percorso Linguistico Classe seconda elementare A cura della dott.ssa Maria Piscitelli Insegnanti collaboratrici che hanno sperimentato in classe il Percorso Linguistico. Gianna Campigli ed Attilia Greppi

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

CINEMA E FORMAZIONE IL CINEMA CHE STA NEL MONDO CHE STA NEL CINEMA

CINEMA E FORMAZIONE IL CINEMA CHE STA NEL MONDO CHE STA NEL CINEMA CINEMA E FORMAZIONE IL CINEMA CHE STA NEL MONDO CHE STA NEL CINEMA appunti sul convegno tenutosi a Milano, Università degli studi Bicocca, il 17 e 18 ottobre 2003 venerdì 17 Intervento di Gianni Canova,

Dettagli

Cortomania. un viaggio alla scoperta della magia del cinema

Cortomania. un viaggio alla scoperta della magia del cinema Cortomania un viaggio alla scoperta della magia del cinema CORTOMANIA: ALLA SCOPERTA DELLA MAGIA DEL CINEMA ATTRAVERSO LABORATORI FINALIZZATI ALLA PRODUZIONE DI UN AUDIOVISIVO CON GRUPPI CLASSE La Cooperativa

Dettagli

CURRICOLI SCUOLA INFANZIA/PRIMARIA ARTE E IMMAGINE

CURRICOLI SCUOLA INFANZIA/PRIMARIA ARTE E IMMAGINE CURRICOLI SCUOLA INFANZIA/PRIMARIA ARTE E IMMAGINE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE (DALLE INDICAZIONI NAZIONALI) TERMINE SCUOLA INFANZIA Il bambino comunica, esprime emozioni, racconta, utilizzando

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

TITOLO: LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA Scrittura giocata: dal gesto al segno mi muovo con l alfabeto

TITOLO: LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA Scrittura giocata: dal gesto al segno mi muovo con l alfabeto TITOLO: LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA Scrittura giocata: dal gesto al segno mi muovo con l alfabeto DESTINATARI: Il progetto è rivolto al gruppo omogeneo per età dei bambini di 5 anni (sezione B) della

Dettagli

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CRESCERE CON I MASS MEDIA: BAMBINI E PUBBLICITÀ

DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE L.R. 55/1999 VOUCHER EDUCATIVI CRESCERE CON I MASS MEDIA: BAMBINI E PUBBLICITÀ TITOLO PERCORSO Ente no profit Sede legale Referente progetto DIRITTI UMANI E CULTURA DI PACE CRESCERE CON I MASS MEDIA: BAMBINI E PUBBLICITÀ Alternativa Nord/Sud per il XXI secolo (ANS-XXI ONLUS) Via

Dettagli

20 anni: un nuovo volto?

20 anni: un nuovo volto? Associazione con il patrocinio di Volontari Ospedalieri H REGGIO EMILIA 20 anni: un nuovo volto? Ventennale dell Associazione Volontari Ospedalieri di Reggio Emilia Domenica 10 Ottobre 2004 presso le Aule

Dettagli

GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI

GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI GRUPPI DI SOSTEGNO ALLE FAMIGLIE NATURALI Nell ambito del progetto Due per uno- Famiglie e Servizi per l affido- gli operatori del Servizio Minori hanno gestito l intervento relativo al sostegno di gruppo

Dettagli

La rapa gigante. EsPerienze. saperi / pr atica pensante / itinerari / info

La rapa gigante. EsPerienze. saperi / pr atica pensante / itinerari / info saperi / pr atica pensante / itinerari / info La rapa gigante di Maria Teresa Malvicini Insegnante Scuola dell Infanzia di Corte Palasio (LO) Direzione Didattica IV Circolo Lodi. Dirigente Scolastica:

Dettagli

Programmazione didattica

Programmazione didattica Programmazione didattica di italiano IN BASE AL LIVELLO LOGICO COGNITIVO ESPRESSIVO DELLA CLASSE E DEI PROCESSI INTELLETTIVI E PSICODINAMICI DELL ETÀ EVOLUTIVA, SI INDIVIDUANO: GLI OBIETTIVI FORMATIVI

Dettagli

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA

IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA IL CURRICOLO DELLA SCUOLA DELL INFANZIA I CAMPI DI ESPERIENZA Gli insegnanti accolgono, valorizzano ed estendono le curiosità, le esplorazioni, le proposte dei bambini e creano occasioni di apprendimento

Dettagli

CAPIRE PER PREVENIRE. Convegno di studio e approfondimento. Gli incidenti mancati e la consapevolezza del lavoratore

CAPIRE PER PREVENIRE. Convegno di studio e approfondimento. Gli incidenti mancati e la consapevolezza del lavoratore Convegno di studio e approfondimento CAPIRE PER PREVENIRE Gli incidenti mancati e la consapevolezza del lavoratore Relatore: Luca Lodi BRESCIA, martedì 3 febbraio 2015 dalle ore 14:30 alle ore 17:30 Le

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CAVAION CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CAVAION CURRICOLO PER LA SCUOLA PRIMARIA LINGUA INGLESE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PER LA messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. aspetti del proprio vissuto e del proprio ambiente ed elementi che si riferiscono a bisogni Interagisce

Dettagli