Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL MESE DI MARZO 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL MESE DI MARZO 2010"

Transcript

1 rof. a Contratto in edagogia Generale e Sociale presso l Università Statale dell Insubria di Varese (A.A. 8-9) Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL ESE DI ARZO 21 1) 47 amme 41 apa TOTALI: 88 AE E AA AA' AE 1 Federico Fenzio -Consulente edagogico- Via XX Settembre, 7 Sesto Calende (VA) artita IVA

2 2) Età del figlio/a in mesi: Sotto l anno di vita (2) Dagli 1 ai 2 anni (22) Dai 2 ai 3 anni (21) Sopra i 3 anni (2) ETA DEL FIGLIO Sotto l'anno Dagli 1 ai 2 Dai 2 ai 3 Sopra i 3 - agina 2 -

3 3) E figlio/a unico/a? Si 23 No 24 FIGLIO UNICO SI NO - agina 3 -

4 4) Se no, quanti fratelli e sorelle ha e quanti anni hanno? 1 (2) 2 (3) 3 (1) QUANTI FRATELLI E SORELLE agina 4 -

5 ) Se, metaforicamente, fare il genitore fosse una professione, quale sarebbe? ROFESSIONE ETAFORICA TOTALI - agina -

6 ROFESSIONE ETAFORICA AA E AA DIVISI - ALTRO AE: Accompagnatore (2) Cuoco (1) AA : Il genitore stesso (1) Allenatore sportivo (1) - agina 6 -

7 AE: erché? Insegnante e psicologo perché bisogna insegnare ogni giorno analizzando la psiche dei propri figli sicologo perché devi interpretare i suoi bisogni e ogni giorno è una scoperta Insegnante per fare crescere il bambino Guida turistica perché guidi il bambino verso la vita Insegnante perché educa e insegna a vivere Guida turistica perché in viaggio verso la vita Scutore perché dovrebbe creare un opera d arte o meglio aiutare l opera d arte a crescere e a formarsi Giardinierie perché un figlio va accompagnato nella crescita rispettando i suoi tempi e le sue caratteristiche e bisogni Giardiniere per come si prende cura delle piante ersonal Trainer perché lo scopo è quello di allenarlo per affrontare da solo la vita Insegnante perché è una guida e una persona chiave nella crescita di un bambino Accompagnatore perché affiancare il figlio è consigliarlo al meglio ersonal Trainer perchè un genitore deve aiutare il figlio a sviluppare al massimo le sue potenzialità, in primis perché possa essere felice Scultore perché dovrebbe far uscire la personalità del bambino Accompagnatore nel verso senso della parola, accompagno mio figlio a diventare non grande ma adulta Guida turistica perché deve sapere guidare e fare conoscere il mondo per poi lasciarlo andare avendo già visto e conosciuto quei posti Giardiniere perché coltiva per far sbocciare un bellissimo fiore Scultore perché il figlio va plasmato per renderlo un capolavoro Autista per accompagnare alla crescita Insegnante e medico di base perché da un lato insegnanto, dall altro quando un bambino sta male la mamma soprattutto sa più o meno cosa ha il suo bambino Insegnante perché trasmette conoscenze ed educa Cantastorie perché accompagna con fare e sapere creativo e aiuta a dare significato Giardiniere perché vuol dire prendersi cura e creare qualcosa di bello Guida turistica per guidare mio figlio nel mondo, ogni cosa è una scoperta Scultore perché come lo scultore può plasmare e modificare in positivo la sua opera così il genitore interviene plasmando il crescere di un bambino (che è la sua opera) Giardiniere perché la cura verso la crescita è sin dal primo momento della semina Guida turistica perché spero di fargli conoscere il più possibile il mondo sicologo per essere in grado di capirlo Insegnante perché il genitore è il primo insegnante della vita Insegnante perché deve trasmettere tutto il bagaglio che può servire al figlio per affrontare poi la vita con le sue forze Cuoco per usare gli ingredienti giusto al momento giusto - agina 7 -

8 AA: erché? Insegnante per insegnare a vivere Giardiniere perché ci si prende cura totalmente della pianta: crescita, salute, bisogni Guida turistica perché il genitore accompagna nella vita il proprio figlio Giardiniere perché implica il saper guidare una crescita personale senza costringere o imporre Scultore per formare Insegnante perché educa Giardiniere per creare un buon contesto per la crescita Autista per guidarlo nella crescita Guida turistica perché si deve guidare la propria vita Guida turistica per fargli scoprire una parte di mondo Insegnante perché crea una persona preparandola ad affrontare la vita Giardiniere perché assorbono come un terreno secco, e crescono come un fiore Insegnante perché insegni al bambino la vita sicologo perché bisogna capire il suo comportamento e carattere per insegnargli a crescere Autista perché si prova a guidarli verso l età adulta ersonal Trainer perché lo si aiuta a crescere in maniera unica e adatta solo a lui sicologo perché bisogna capire i problemi sicologo perché bisogna cercare di capire le loro esigenze, desideri, problemi ecc Insegnante e psicologo perchè educare e capire il bambino impegna il genitore ogni giorno Carabiniere perché bisogna dare severità Insegnante perché ritengo che la figura indicata abbia un ruolo affettivo ed educativo per un bambino Il genitore stesso come insieme di diverse attività sopra elencate senza però dimenticarae che per le sopra indicate bisogna, per praticarle, avvalersi di un titolo e quindi di una preparazione non indifferente Insegnante per formare il loro carattere Insegnante perché cerco di insegnare tutto ciò che gli serve sicologo perché voglio capirlo e rispettare la sua personalità - agina 8 -

9 6) Come ritieni il tuo stile educativo: STILE EDUCATIVO AE E AA aterno ermissivo 1 Rigido Autoritario Autorevole 2 2 AE AA' 3 Altro Altro AA: Ci sono dei momenti in cui devi essere serio e non rigido perché con l essere rigido non si ottiene niente, il bambino poi non si esprime con i genitori Altro AA : utevole in base alle circostanze, Bilanciato, Comprensivo - agina 9 -

10 STILE EDUCATIVO IN FAIGLIA aterno ermissivo Rigido Autoritario Autorevole Altro - agina 1 -

11 7) In cosa incontri maggiori difficoltà nella relazione con tuo/a figlio/a? AGGIORI DIFFICOLTA Dir di no Essere coerente AE AA' 1 Restare fermo nei no Far rispett regole Essere ascoltato appa Nanna Altro AA Altro: Trovare il modo di svolgere alcune attività casalinghe e mangiare in santa pace! Gestire il suo dolore (vaccinazioni, visite...) Gestire i risvegli notturni AA Altro: Gestire i capricci - agina 11 -

12 AGGIORI DIFFICOLTA TOTALI Dir di no Essere coerente Restar fermo nei no Far rispett regole Essere ascoltato appa Nanna Altro - agina 12 -

13 8) A casa, ritieni di avere lo stesso stile educativo del tuo compagno / della tua compagna? A A TOT STESSA LINEA COENSAZ NO, ROBLEA - agina 13 -

14 9) Con chi sei in più disaccordo rispetto alla relazione educativa con tuo/a figlio/a? AGGIOR DISACCORDO TOT Compagno/a Genitori Suoceri Educatrici Zii - agina 14 -

15 1) er te il Nido è stata una scelta: NIDO COE SCELTA TOT Obbligata: organiz Obbligata da compagno/a irata ragioni educative Obbligata inizialm A tornando indietro... Nido per tutti e gratuito - agina 1 -

16 11) Quante ore vedi quotidianamente tuo/a figlio/a in settimana? QUANTE ORE QUOTIDIANAENTE IN SETTIANA TOT eno di 3 iù di 3 meno di 6 iù di - agina 16 -

17 12) Come intervieni maggiormente per punire tuo/a figlio/a? COE INTERVIENI AGGIORENTE ER UNIRE TOT Voce Alta Scappellotto Spiegare con calma Spiego ma poi mi arrabbio Ignoro Castigo Togliendo giochi etc Altro - agina 17 -

18 13) Rispetto alle punizioni pensi che: UNIZIONI TOT Inutili Quando ci vogliono sono neces i sento in colpa ma le applico Non ho bisogno di punire Il mio compagno/a esagera Non riesco ma qualch scappel ci vorreb - agina 18 -

19 14) Quante ore guarda tuo/a figlio/a quotidianamente la TV? ORE TV: ercezione materna e paterna Neanche 1 Da 1 a 3 Da 3 a olte nei week end Altro ercez ercez - agina 19 -

20 1) Rispetto alla nanna, tuo/a figlio/a SITUAZIONE NANNA Lettone con noi Lettino ns stanza Lettone con mio/a comp Stanza da solo Stanza con frat / sor rima solo e poi lettone Divano e poi da solo Con ciuccio,ninna nanna Va da solo a letto - agina 2 -

21 16) Sei al supermercato e tuo/a figlio/a vuole un gioco e fa i capricci: LA ROVA DEL SUERERCATO Tot Negaz e poi compro Compro subito per no urla Negazione e resto fermo Compro solo se necess (indipend capricci) Non compro per principio Lo ignoro tutto il tempo Negoziazione Esco dal supermercato Non lo porto mai al supermercato - agina 21 -

22 17) Sei contento che tuo figlio/a frequenti bambini di diversa cultura / nazionalità / religione? ALTRA RELIGIONE / CULTURA TOT No, ma accetto Si è fondamentale No, ed insegno a starne alla larga i è indifferente Note (mamma) Soprattutto più per la religione che per la cultura - agina 22 -

23 18) Come gestisci i capricci di tuo/a figlio/a? GESTIONE DEI CARICCI TOT Ignoro Dò spiegaz Coccolo Gli dò quello che vuole rima fermo e poi gli dò unizione - agina 23 -

24 19) A tuo parere le regole: RARESENTAZIONE DELLE REGOLE TOT Flessibili Chiare e ferme eno di 4 anni non comprende E' il mio compagno/a che le dà referisco che comprenda da solo E' difficile farle mantenere Non fanno per me: mai avute io - agina 24 -

25 2) Rispetto alla relazione che hai avuto con i tuoi genitori: ODELLO GENITORIALE Tot Nello stesso modo E' stato difficile ma ho capito aniera opposta: non ho avuto niente aniera opposta: ho avuto tutto iù o meno uguale, correggendo - agina 2 -

26 21) Cosa ti fa più paura in relazione a tuo/a figlio/a, nel presente? AURE DEL RESENTE TOT Adulti possano fargli male Soffra come me Accadere qls di brutto Non essere felice Soffrire nel rapporto con Altri Che qlc possa divent più import di me Che io non sia in grado di farmi rispet Attacchi di rabbia Non mi fa paura niente Non è autonomo Non riuscire a distaccarsi da noi referisce il mio compagno/a erderlo per il poco tempo Altro AA: La compagnia che avrà Estranei alla famiglia - agina 26 -

27 22) Cosa ti piace fare di più con tuo figlio/a? COSA I IACE FARE CON IO/A FIGLIO/A: TOT Coccole Giocare Fiabe Bagnetto Cartoni con lui/lei rendirmi cura arco a giocare asseggino In mezzo a natura Altro AA Altro: Vederlo giocare con il fratello Tutto Fare lavoretti iscina AA Altro: Leggere libri - agina 27 -

28 23) er me l autostima di mio/a figlio/a si forma se: GENESI DELL AUTOSTIA TOT Ottiene desideri Capire quando può desid e quando no Capire rinuncia Cavarsela da solo Imporsi sugli altri - agina 28 -

29 24) Rispetto all uso della forza, pensi che tuo/a figlio/a: USO DELLA FORZA TOT ai usarla Solo se necessità Si imponga sempre eglio usarla che subirla - agina 29 -

30 2) Cosa ti fa più paura pensando a quando tuo/a figlio/a sarà più grande? AURE DEL FUTURO TOT Scuola Comportam Adolescenz ondo difficile Soc ulticultur Gli altri Accettaz altri Soffrire per miei sbabli Non saperlo aiutare Non ci penso reoccupaz generica Andrà tutto bene - agina 3 -

31 26) ensando anche al futuro, vorrei che principalmente mio figlio/a fosse: FUTURO: RARESENTAZIONE DEL RORIO FIGLIO/A TOT Altro AA: In grado di saper scegliere/scoprire la sua vocazione Un valutatore di chi gli sta intorno Tutte le qualità possibili Creativo Intelligente Furbo/a Forte Indipendente Sereno/a Superare il dolore da solo Leader Buono/a Relizzato/a Desiderato/a iù amicizie possib Altro AA : In salute - agina 31 -

32 27) Se penso al Nido mi viene in mente: ENSANDO AL NIDO TOT ax fiducia educatrici Difficoltà consigli educatrici Ognuno al suo posto Tempo non passato con figli Regole ci pensano le educatrici Luogo risolto problemi organiz Luogo dove mio figlio cresce e gioca con altri Educatrici riescono a farsi rispettare, io no Luogo dove mio figlio dovreb sfogarsi e divertirsi Altro Altro AA: Un luogo dove mio figlio cresce e gioca con altri bambini sotto la guida di educatrici esperti e competenti Vorrei essere lì senza essere vista per vedere come vive lì - agina 32 -

33 28) Le tante o le poche cose che non vanno di mio/a figlio/a derivano da: ORIGINI DI CIO CHE NON VA DI IO/A FIGLIO/A TOT No sintonia con compagno/a No sintonia con altre fig famigl No sintonia con educatr Responsabilità mie Responsabilità mio compagno/a E' nato così io figlio non mi dà nessun probl - agina 33 -

34 29) Indica da a 6 ( molto basso, 6 molto alto) come vedi tuo/a figlio/a rispetto: RARESENTAZIONE VALORE RAORTO CON GLI ALTRI RARESENTAZIONE VALORE INCERTEZZA SITUAZIONE NUOVE agina 34 -

35 RARESENTAZIONE VALORE EOZIONALITA OSITIVA RARESENTAZIONE VALORE EOZIONALITA NEGATIVA agina 3 -

36 RARESENTAZIONE VALORE ATTENZIONE RARESENTAZIONE VALORE ATTIVITA OTORIA agina 36 -

37 RARESENTAZIONI TOTALI DIVISI ER AA E AA Rapporto con altri Incertezza situaz nuove Emoz positive Emoz negative Attenzione Attività motoria RARESENTAZIONI A CONFRONTO TOTALI Rapporto con altri Incertezza Emoz os Emoz Neg Attenz Attiv ot - agina 37 -

38 3) Se mio/a figlio/a fa i capricci per mangiare: ROVA DELLA AA Tot Salta pranzo/cena Lo rincorro Lo costringo Gli dò quello che vuole Altro amma (note): Non succede quasi mai Se li fa è perché è malata AA Altro: Aspetto che passa - agina 38 -

39 31) Quando mio/a figlio/a fa una cosa che non mi piace gli/le dico spesso che: COSA DICO QUANDO IO/A FIGLIO/A FA QUALCOSA CHE NON I IACE TOT Non ha fatto il bravo Sono arrabbiato con lui/lei Non mi piace ciò che ha fatto Arriva la mamma/il papà Arriva lupo cattivo etc Non gli dico niente Gli prometto un regalo etc Lo minaccio con scappel - agina 39 -

40 32) Se una persona da cui mio/a figlio/a fa fatica a distaccarsi se ne deve andare: GESTIONE SEARAZIONI TOT Lo distraggo Spiegaz con possibili pianti - agina 4 -

41 33) L inserimento al Nido di mio/a figlio/a per me è stato: VISSUTO INSERIENTO AL NIDO TOT Tragedia Ancora difficile oggi Difficile per me Esperienza indiment omento come altri - agina 41 -

42 34) Indica se sei tendenzialmente d accordo (si) o in disaccordo (no) con le frasi seguenti: Al Nido principalmente i bambini devono divertirsi D'accordo Disaccordo Al Nido principalmente i bambini devono imparare le regole D'accordo Disaccordo Al Nido e a casa possono esserci regole differenti D'accordo Disaccordo - agina 42 -

43 Devo essere il primo / la prima a rispettare le regole che dò a mio figlio/a D'accordo Disaccordo Vivo principalmente per mio figlio/a D'accordo Disaccordo E più importante l autonomia che l autostima D'accordo Disaccordo - agina 43 -

44 E meglio che mio figlio/a abbia tutto adesso perchè il futuro sarà duro D'accordo Disaccordo io figlio/a deve avere ciò che io non ho avuto D'accordo Disaccordo Alcune volte le educatrici esagerano D'accordo Disaccordo agina 44 -

45 E meglio che mio figlio/a capisca da solo i suoi errori D'accordo Disaccordo referirei un Nido e una scuola con persone principalmente di cultura italiana D'accordo Disaccordo Quando un bambino ha un raffreddore vorrei non si avvicinasse a mio/a figlio/a D'accordo Disaccordo - agina 4 -

46 E meglio che in futuro abbia vestiti firmati per non essere rifiutato D'accordo Disaccordo 1 6 E meglio avere pochi giocattoli ma buoni D'accordo Disaccordo Voglio gustarmi mio/a figlio/a finché posso quindi lo/la faccio dormire con me D'accordo Disaccordo agina 46 -

47 Voglio dare a mio/a figlio/a quello che io non ho avuto D'accordo Disaccordo Non sono disposto/a a rinunciare ai miei bisogni da adulto per mio/a figlio/a D'accordo Disaccordo E giusto che la mamma sia più comprensiva e il papà più severo D'accordo Disaccordo - agina 47 -

48 E più importante l autostima che l avere tanti amici D'accordo Disaccordo E più importante l avere tanti amici che il rispetto delle regole sociali D'accordo Disaccordo La colpa principale dei problemi di mio figlio/a è da attribuire ai nonni D'accordo Disaccordo agina 48 -

49 Tornando indietro, avrei preferito non mandarlo al Nido D'accordo Disaccordo 1 2 er fortuna c è la TV altrimenti non avrei un momento di pace per me stesso/a D'accordo Disaccordo 1 E giusto che mio/a figlio/a si senta in colpa per i suoi sbagli D'accordo Disaccordo - agina 49 -

50 Le uniche persone che possono imporre le regole a mio/a figlio/a sono i genitori D'accordo Disaccordo iuttosto che sentire piangere mio figlio/a gli/le dò quello che vuole D'accordo Disaccordo agina -

51 3) Cosa non sopporto di più di mio figlio/a: COSA NON SOORTO DI IU IN IO FIGLIO TOT Capricci ianti Stizze Non ascolta Non ubbidisce Non dorme Non mangia Non vuole vestirsi Non vuole nanna i prende in giro Altro Altro amma: Quando sputa se lo rimproveri Altro apà: Non me la prendo, lui deve imparare - agina 1 -

52 36) Quali argomenti ti interesserebbe trattare attraverso degli incontri con il pedagogista? (max 3 risposte) RACCOLTA BISOGNI FORATIVI Altro (AE): Come affrontare i problemi in modo costruttivo Intelligenza emotiva - agina 2 -

53 37) Quali argomenti ti interesserebbe trattare con altri esperti (dietologo, medico etc.)? AA sicologia infantile La correta alimentazione Il gioco Diversità culturali e fisiche Alimentazione dell età in relazione ai cibi dannosi Alimentazione, allergie e intolleranze sicologia dell età evolutiva Essere genitori oggi Nutrizionista per insegnare a mangiare correttamente Ricevere dei consigli per un alimentazione equilibrata Le vaccinazioni Dietologo Educazione alimentare: come far accettare gusti diversi e come cucinare cose sane edico: approccio alle malattie più comuni per fascie d età L Alimentazione dei bambini Dietologo sicologo Con un dietologo l educazione alimentare Dietologo Adolescenza Dieta corretta ediatra reparare i pasti Le malattie del bambino usica Il crescere sano Dietologo Ortopedico Dentista Rapporto con il cibo AA Nutrizione corretta Alimentazione (3) Dietologo (2) sicologo (2) edico (2) Salute e prevenzione Dentista ediatra e malattie Alimentazione nelle fasi della crescita Le dinamiche familiari - agina 3 -

54 38) Dagli incontri con il pedagogista vorresti: DESIDERI RISETTO AGLI INCONTRI TOT reziosi consigli Confronto Capire dove sbaglio - agina 4 -

55 39) Indica quali in quali giorni e fasce orarie saresti libero/a per partecipare ai 3 incontri pedagogici previsti: DISONIBILITA GIORNI E ORARI ER INCONTRI TOT Sab matt 1-12 art 18-2 art erc 18-2 erc Giov 18-2 Giov Qls sera dopo 21 Sempre Non interessato Altro Dalla lettura delle disponibilità, si ipotizzano i seguenti incontri: - Sabato mattina (Discussione e confronto sul questionario) dalle 1 alle 13 - artedì ore Giovedì sera ore agina -

56 ALLEGATO: QUESTIONARIO 1) Sei: La mamma Il papà 2) Età del figlio/a in mesi:. 3) E figlio/a unico/a? a. Si b. No 4) Se no, quanti fratelli e sorelle ha e quanti anni hanno?... ) Se, metaforicamente, fare il genitore fosse una professione, quale sarebbe? a. Insegnante b. Carabiniere c. Giardiniere d. Autista e. Guida turistica f. ersonal Trainer g. Scultore h. Cantastorie i. Infermiera j. edico di base k. sicologo l. Ingegnere m. Avvocato n. Altro.... (indicare) erché?... 6) Come ritieni il tuo stile educativo: a. aterno b. ermissivo c. Rigido d. Autoritario e. Autorevole f. Altro (indicare) - agina 6 -

57 7) In cosa incontri maggiori difficoltà nella relazione con tuo/a figlio/a? A dire di no Ad essere coerente Nel rimanere fermo/a nei miei no A far rispettare le regole Ad essere ascoltato/a Nel momento della pappa Nel momento della nanna Altro (indicare) 8) A casa, ritieni di avere lo stesso stile educativo del tuo compagno / della tua compagna? Si, siamo perfettamente sulla stessa linea d onda No, ma ci compensiamo a vicenda No, ed è proprio questo il problema 9) Con chi sei in più disaccordo rispetto alla relazione educativa con tuo/a figlio/a? Il mio compagno / la mia compagna I miei genitori o uno di essi I miei suoceri o uno di essi Le educatrici del Nido o parte di queste Gli zii (di mio figlio/a) o uno di essi 1) er te il Nido è stata una scelta: Obbligata per ragioni organizzative (lavoro etc.) Obbligata dal mio compagno / dalla mia compagna irata, per ragioni educative Obbligata inizialmente, ma tornando indietro sceglierei il Nido per ragioni educative er me il Nido dovrebbe essere obbligatorio e gratuito per tutti i bambini Altro (indicare) 11) Quante ore vedi quotidianamente tuo/a figlio/a in settimana? Lo vedo solo nei week-end eno di 3 iù di 3 e meno di 6 iù di - agina 7 -

58 12) Come intervieni maggiormente per punire tuo/a figlio/a? Alzando la voce Con qualche scappellotto Cercando di spiegare con calma quello che c è che non va Cercando di spiegare ma se continua allora mi arrabbio Ignorandolo ettendolo in castigo Togliendo giochi o impedendogli di fare qualcosa (vedere la TV etc.) Altro (indicare) 13) Rispetto alle punizioni pensi che: Siano inutili Anche se non riesco, qualche scappellotto ci vorrebbe Quando ci vogliono, sono necessarie i sento in colpa ma le applico Non ho mai avuto bisogno di punire mio/a figlio/a perché mi ascolta sempre Il mio compagno / la mia compagna esageri 14) Quante ore guarda tuo/a figlio/a quotidianamente la TV? Neanche una Da 1 a 3 ore Da 3 a ore oche in settimana ma molte nei week-end urtroppo dai nonni molte ore 1) Rispetto alla nanna, tuo/a figlio/a Dorme ancora nel lettone con noi Dorme nel lettino nella nostra / mia stanza Dorme nel lettone con la mia compagna / il mio compagno Dorme nella sua stanza da solo/a Dorme nella sua stanza con il fratello / con la sorella Dorme prima da solo/a ma poi durante la notte viene nel lettone Si addormenta principalmente sul divano e poi lo portiamo nel suo letto Senza coccole o ninna nanna o ciuccio non si addormenta ma poi si addormenta Va a letto da solo Altro (indicare) - agina 8 -

59 16) Sei al supermercato e tuo/a figlio/a vuole un gioco e fa i capricci: Dopo una tua iniziale negazione, alla fine glielo compri Glielo compri subito per non sentirlo/a urlare Dopo una tua negazione, resti fermo/a sulla tua posizione Glielo compri indipentemente dai capricci, solo se lo ritieni necessario Non glielo compri per principio, con capricci o senza capricci Lo/la ignoro per tutto il tempo Cerco una negoziazione Esci dal supermercato perché i suoi capricci ti imbarazzano Non lo porto mai al supermercato 17) Sei contento che tuo figlio/a frequenti bambini di diversa cultura / nazionalità / religione? No, ma lo accetto Assolutamente si, credo sia fondamentale No, mi dà fastidio e insegno mio/a figlio/a a starne alla larga Ciò mi è indifferente 18) Come gestisci i capricci di tuo/a figlio/a? Lascio che passano ignorandoli Lascio che passano cercando di dargli/darle spiegazioni Lo/la coccolo finché non gli/le passano Gli/le dò quello che vuole subito o quasi subito perché non voglio che lui/lei soffra Inizialmente sono fermo/a ma poi, se vedo che esagera, gli/le dò quello che vuole Lo/la punisco Altro... (indicare) 19) A tuo parere le regole: Devono essere flessibili Devono essere chiare e ferme nel tempo Non posso pensare che prima dei 4 anni mio/a figlio/a le comprenda E il mio compagno / la mia compagna che le dà referisco che sia mio/a figlio/a a comprenderle da solo/a E difficile farle mantenere Non fanno per me, io non le ho mai avute dai miei genitori - agina 9 -

60 2) Rispetto alla relazione che hai avuto con i tuoi genitori: Intendo comportarmi nella stessa maniera con mio/a figlio/a: ho avuto tutto Intendo comportarmi nella stessa maniera con mio/a figlio/a: è stato difficile ma giusto, dopo molti anni ho capito Intendo comportarmi nella maniera opposta con mio/a figlio/a: non intendo ripetere gli stessi errori Intendo comportarmi nella maniera opposta con mio/a figlio/a: ho avuto tutto e questo mi ha creato dei problemi Intendo comportarmi più o meno nello stesso modo, correggendo gli errori e valorizzando gli aspetti positivi 21) Cosa ti fa più paura in relazione a tuo/a figlio/a, nel presente? Che gli adulti possano fargli/farle del male Che soffra come ho sofferto io Che possa accadergli/le qualcosa di brutto (ad esempio: ammalarsi) Che non sia felice o che soffra Che possa soffrire nel confronto con gli altri Che qualcun altro/a possa diventare più importante di me (io ci sono poco) Che io non sia in grado di farmi rispettare I suoi attacchi di rabbia Non mi fa paura niente Il fatto che non sia autonomo/a Il fatto che non riesca a distaccarsi da me oppure da noi Il fatto che sembra nettamente preferire la mia compagna / il mio compagno Che possa perderlo/la per il poco tempo passato con lui/lei 22) Cosa ti piace fare di più con tuo figlio/a? Coccolarlo/a Giocare con lui/lei Raccontargli/le fiabe o le storie Fargli/le il bagnetto Guardare con lui / lei i cartoni rendirmi cura di lui/lei ortarlo/a al parco a giocare ortarlo/a in giro con il passeggino ortarlo/a in mezzo alla natura Altro...(indicare) - agina 6 -

61 23) er me l autostima di mio/a figlio/a si forma se: Riesce ad ottenere sempre i suoi desideri Riesce a capire quando può avere quello che desidera e quando non può Riesce a capire perché deve rinunciare a ciò che desidera Riesce da solo a cavarsela nelle situazioni Riesce ad imporsi sugli altri prima che gli altri si impongano su di lui/lei 24) Rispetto all uso della forza, pensi che tuo/a figlio/a: Non la debba usare mai neanche se ha ragione La debba usi se costretto da necessità Si imponga sempre e comunque eglio usarla che subirla: che si faccia furbo/a 2) Cosa ti fa più paura pensando a quando tuo/a figlio/a sarà più grande? roblemi scolastici roblemi comportamentali roblemi adolescenziali (brutte compagnie, droga etc.) Il fatto che sia un mondo difficile per realizzarsi La società sempre più multiculturale Sono gli altri che mi fanno paura Che gli altri possano non accettarlo/a Che possa soffrire per i miei sbagli di cui non sono consapevole La possibilità di non saperlo/la aiutare er adesso non ci penso Sento una preoccupazione generica un pò per tutto Sinceramente non mi fa paura niente, andrà tutto bene 26) ensando anche al futuro, vorrei che principalmente mio figlio/a fosse: Intelligente Furbo/a Forte Indipendente Sereno/a Capace di superare da solo/a il dolore Leader Buono/a Realizzato/a Desiderato/a dagli altri Con più amici/amiche possibili Con più autostima possibile Altro... (indicare) - agina 61 -

62 27) Se penso al Nido mi viene in mente: La massima fiducia nelle educatrici e nei loro consigli La difficoltà che ho/abbiamo nel seguire i consigli delle educatrici Le educatrici pensano ad educare mio/a figlio/a al Nido, e noi pensiamo ad educare nostro/a figlio/a a casa: ognuno deve stare al suo posto Il tempo che mi piacerebbe passare con mio/a figlio/a Il fatto che ci pensano le educatrici a dare delle regole a mio/a figlio/a Un luogo che ha risolto i miei problemi organizzativi Un luogo dove mio figlio/a cresce e gioca con altri bambini Il fatto che le educatrici riescono a farsi rispettare, io invece no Un luogo dove mio/a figlio/a dovrebbe divertirsi, sfogarsi e giocare il più possibile Altro...(indicare) 28) Le tante o le poche cose che non vanno di mio/a figlio/a derivano da: Una mancanza di sintonia con il mio compagno / la mia compagna Una mancanza di sintonia con altre figure famigliari (esempio nonni) Una mancanza di sintonia con il personale del Nido Responsabilità principalmente mie Responsabilità principalmente del mio compagno / della mia compagna E nato/a così e non posso farci niente io/a figlio/a non mi dà nessun problema 29) Indica da a 6 ( molto basso, 6 molto alto) come vedi tuo/a figlio/a rispetto: Rapporto con gli altri Incertezza nelle situazioni nuove Emozioni positive (contentezza ) Emozioni negative (pianto ) Attenzione Attività motoria ) Se mio/a figlio/a fa i capricci per mangiare: Salta il pranzo / la cena Lo/la rincorro per la casa dandole/gli il cibo Lo/la costringo a mangiare sgridandolo/a perché è una regola Gli/le dò quello che desidera mangiare al posto di quello che le/gli ho preparato - agina 62 -

63 31) Quando mio/a figlio/a fa una cosa che non mi piace gli/le dico spesso che: Non ha fatto il bravo/a Sono arrabbiato con lui/lei Non mi piace la cosa che ha fatto Arriva la mamma / il papà Arriva il lupo cattivo / l uomo nero / etc. Non gli/le dico niente perché tanto non mi ascolta Gli/le dico che se la smette gli/le compro un bel regalo o le/gli dò un dolcetto Lo minaccio con uno scappellotto 32) Se una persona da cui mio/a figlio/a fa fatica a distaccarsi se ne deve andare: Lo/la distraggo affinché non se ne accorga Gli/le spiego che questa persona deve andarsene, andando incontro a possibili pianti Faccio il possibile per far in modo che questa persona rimanga fino a che mio/a figlio/a non è pronto/a 33) L inserimento al Nido di mio/a figlio/a per me è stato: Una tragedia E ancora difficile oggi Una cosa difficile soprattutto per me Un esperienza indimenticabile Un momento come tanti altri 34) Indica se sei tendenzialmente d accordo (si) o in disaccordo (no) con le frasi seguenti: Al Nido principalmente i bambini devono divertirsi si no Al Nido principalmente i bambini devono imparare le regole si no Al Nido e a casa possono esserci regole differenti si no Devo essere il primo / la prima a rispettare le regole che dò a mio figlio/a si no Vivo principalmente per mio figlio/a si no E più importante l autonomia che l autostima si no E meglio che mio figlio/a abbia tutto adesso perchè il futuro sarà duro si no io figlio/a deve avere ciò che io non ho avuto si no Alcune volte le educatrici esagerano si no E meglio che mio figlio/a capisca da solo i suoi errori si no referirei un Nido e una scuola con persone principalmente di cultura italiana si no Quando un bambino ha un raffreddore vorrei non si avvicinasse a mio/a figlio/a si no E meglio che in futuro abbia vestiti firmati per non essere rifiutato si no E meglio avere pochi giocattoli ma buoni si no - agina 63 -

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO

LA TEORIA DEL CUCCHIAIO 90 ICARO MAGGIO 2011 LA TEORIA DEL CUCCHIAIO di Christine Miserandino Per tutti/e quelli/e che hanno la vita "condizionata" da qualcosa che non è stato voluto. La mia migliore amica ed io eravamo nella

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Arcangela Mastromarco

Arcangela Mastromarco Autore: Con la collaborazione di: Arcangela Mastromarco Lidia Scarabelli 1 Unità 1 Questa è la mia famiglia. Io mi chiamo Meijiao. Faccio la IV elementare. La mattina mi alzo alle 7.00, mi vesto e faccio

Dettagli

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore

Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Esser Genitori dei Bambini Indaco e Cristallo: Crescerli col Cuore Crescere un bambino Indaco o Cristallo è un privilegio speciale in questo momento di turbolenze e cambiamenti. Come genitori, state contribuendo

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO

LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO LING RACCONTA IL SUO VIAGGIO Sono arrivata in Italia in estate perché i miei genitori lavoravano già qui. Quando ero in Cina, io e mia sorella Yang abitavamo con i nonni, perciò mamma e papà erano tranquilli.

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER

COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER COSA CERCA UN CANE IN UN LEADER LEADER: 1. Colui che conduce o guida. 2. Colui che ha la responsabilità o il comando di altri. 3. Colui che ha influenza o potere. ESSERE LEADER: Innanzitutto avere una

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì

pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 1 Quand'ero piccolo mi ammalai: mi sentivo sempre stanco, volevo sempre bere e fare pipì pag. 2 La mamma diceva che ero dimagrito e così mi portò dal medico. Il dottore guardò le urine, trovò dello

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

33. Dora perdona il suo pessimo padre

33. Dora perdona il suo pessimo padre 33. Dora perdona il suo pessimo padre Central do Brasil (1998) di Walter Salles Il film racconta la storia di una donna cinica e spietata che grazie all affetto di un bambino ritrova la capacità di amare

Dettagli

Opuscolo per i bambini

Opuscolo per i bambini I bambini hanno dei diritti. E tu, conosci i tuoi diritti? Opuscolo per i bambini Ref. N. Just/2010/DAP3/AG/1059-30-CE-0396518/00-42. Con approvazione e supporto finanziario del Programma della Unione

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

10 passi. verso la salute mentale.

10 passi. verso la salute mentale. 10 passi verso la salute mentale. «La salute mentale riguarda tutti» La maggior parte dei grigionesi sa che il movimento quotidiano e un alimentazione sana favoriscono la salute fisica e che buone condizioni

Dettagli

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime

Tutto iniziò quando il mio capo mi chiese di trascorrere in America tre lunghissime Indice Introduzione 7 La storia delle rose: quando la mamma parte 9 Il bruco e la lumaca: quando i genitori si separano 23 La campana grande e quella piccola: quando nasce il fratellino 41 La favola del

Dettagli

Che cosa fai di solito?

Che cosa fai di solito? Che cosa fai di solito? 2 1 Ascolta la canzone La mia giornata, ritaglia e incolla al posto giusto le immagini di pagina 125. 10 dieci Edizioni Edilingua unità 1 2 Leggi. lindylindy@forte.it ciao Cara

Dettagli

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD

IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD IL RAPPORTO CON SE STESSO E CON GLI ALTRI NEL BAMBINO CON ADHD CHIARA DE CANDIA chiaradecandia@libero.it 1 IL CONCETTO DI SE È la rappresentazione delle proprie caratteristiche e capacità in relazione

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

Ci relazioniamo dunque siamo

Ci relazioniamo dunque siamo 7_CECCHI.N 17-03-2008 10:12 Pagina 57 CONNESSIONI Ci relazioniamo dunque siamo Curiosità e trappole dell osservatore... siete voi gli insegnanti, mi insegnate voi, come fate in questa catastrofe, con il

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori

ALLATTAMENTO AL SENO Elementi informativi per gli operatori a cura del Comitato nazionale multisettoriale per l allattamento materno 1. Tutte le mamme hanno il latte Allattare al seno è un gesto naturale. Fin dall inizio del mondo, attraverso il proprio latte le

Dettagli

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo?

I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? I nonni di oggi: com è cambiato il loro ruolo? In Italia, secondo valutazioni ISTAT, i nonni sono circa undici milioni e cinquecento mila, pari al 33,3% dei cittadini che hanno dai 35 anni in su. Le donne

Dettagli

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste.

storia dell umanità sarebbe veramente molto triste. FIGLI DI DIO Cosa significa essere un figlio di Dio? E importante essere figli di Dio? Se sono figlio di Dio che differenza fa nella mia vita quotidiana? Queste sono questioni importanti ed è fondamentale

Dettagli

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio

Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio Scuola aperta 2015 Un allegro pomeriggio con Giulio Coniglio alla scoperta dell Asilo di Follina... l Asilo di Follina: LINEE PEDAGOGICO EDUCATIVE IL PROGETTO EDUCATIVO DIDATTICO. Il curricolo della scuola

Dettagli

CIO CHE SPINGE L UOMO

CIO CHE SPINGE L UOMO CIO CHE SPINGE L UOMO RIFLESSIONI E PROSPETTIVE SU COME PERCEPIAMO IL MONDO INTORNO A NOI COSA CI SPINGE? Cosa ci fa agire, cosa ci fa scegliere un alternativa piuttosto che un altra, cosa ci attrae e

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni

IL LUNEDÌ SCOMPARSO. Dai 5 anni PIANO DI L ETTURA IL LUNEDÌ SCOMPARSO Silvia Roncaglia Dai 5 anni Illustrazioni di Simone Frasca Serie Arcobaleno n 5 Pagine: 34 (+ 5 di giochi) Codice: 978-88-384-7624-1 Anno di pubblicazione: 2006 L

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini,

Civilewww.edurisk.it. Care bambine, cari bambini, Cari bambini, Civile questo libretto che vi viene oggi proposto vi aiuterà a conoscere i rischi e ad imparare come difendervi, in particolare dai rischi legati al terremoto. Questo come tutti sapete è

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato

2- Quando entrambi hanno una vita di coppia soddisfacente per cui si vive l amicizia in modo genuino e disinteressato L amicizia tra uomo e donna. Questo tipo di relazione può esistere? Che rischi comporta?quali sono invece i lati positivi? L amicizia tra uomini e donne è possibile solo in età giovanile o anche dopo?

Dettagli

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica

IDI IRCCS Roma. CRESCERE con l EB. Elisabetta Andreoli. Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica IDI IRCCS Roma CRESCERE con l EB Elisabetta Andreoli Servizio di Psicologia Clinica e Psicoterapia Psicosomatica EB: patologia organica che interessa l ambito fisico e solo indirettamente quello psicologico

Dettagli

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto

Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto Francesco Villa Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto La Milano che (non) vorrei... 13 aprile 2014 Anche per oggi suona la campanella che annuncia la fine delle lezioni! Insieme ai miei compagni di

Dettagli

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT

una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT una città a misura di bambino IGNAZIO MARINO SINDACO IGNAZIOMARINO.IT SEGUI LE STORIE DI IGNAZIO E DEL SUO ZAINO MAGICO Ciao mi chiamo Ignazio Marino, faccio il medico e voglio fare il sindaco di Roma.

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

Malati di cancro: come dirlo ai figli? Un informazione per genitori con consigli per i docenti

Malati di cancro: come dirlo ai figli? Un informazione per genitori con consigli per i docenti Malati di cancro: come dirlo ai figli? Un informazione per genitori con consigli per i docenti Perché parlare di cancro con i figli? Quando una madre o un padre si ammala di cancro, cambia la vita di tutti

Dettagli

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B.

unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A. Ignone - M. Pichiassi unità 01 un intervista Attività di pre-ascolto Abbinate le parti della colonna A a quelle della colonna B. A B 1. È un sogno a) vuol dire fare da grande quello che hai sempre sognato

Dettagli

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to

ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to ASILO NIDO PARCO PINETA San Salvatore M.to Progetto educativo "Le quattro stagioni" ANNO 2011-2012 Il progetto Le stagioni al nido intende proporre ai bambini un viaggio nelle stagioni e nel tempo finalizzato

Dettagli

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA?

L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? dott.ssa Anna Campiotti Marazza (appunti non rivisti dall autrice; sottotitoli aggiunti dal redattore) L ADULTO CHE SA EDUCARE: REGOLE O PRESENZA? primo incontro del ciclo Il rischio di educare organizzato

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

COME ALLENERO QUEST ANNO?

COME ALLENERO QUEST ANNO? COME ALLENERO QUEST ANNO? Io sono fatto così!!! Io ho questo carattere!!! Io sono sempre stato abituato così!!!! Io ho sempre fatto così!!!!!! Per me va bene così!!!!! Io la penso così!!! Quando si inizia

Dettagli

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana

AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente. Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana AUTOSTIMA e l'immagine del SE' nel bambino e nell'adolescente Dott.ssa Barbara Tonin Psicoterapeuta Analista Junghiana PERCHÉ PENSIAMO CHE AVERE AUTOSTIMA SIA IMPORTANTE? AUTOSTIMA E' la considerazione

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16

ALLA SCUOLA MATERNA UNITÁ 16 ALLA SCUOLA MATERNA Marzia: Buongiorno, sono venuta per iscrivere il mio bambino. Maestra: Buongiorno, signora. Io sono la maestra. Come si chiama il bambino. Marzia: Si chiama Renatino Ribeiro. Siamo

Dettagli

Flame of Hope maggio 2015

Flame of Hope maggio 2015 Flame of Hope maggio 2015 Cari amici, Quand è che si apprezza maggiormente la vita e si è consapevoli di essere vivi e ne siamo grati? Quando quel dono prezioso è minacciato e poi si apprezza la vita il

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze:

Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: Vivere accanto a una persona con problemi di dipendenze: che fare? Alcol, droghe illegali, medicinali, gioco d azzardo Una persona a voi cara soffre di dipendenze. Vi sentite sopraffatti? Impotenti? Avete

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

Una libera pensatrice.

Una libera pensatrice. Passato prossimo/imperfetto 1 Leggi il testo e scegli il verbo corretto. Una libera pensatrice. In primavera, quando l aria si riscaldava/si è riscaldata e è diventata/diventava piacevole, noi bambini

Dettagli

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE

TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE TUTTO CIO CHE SERVE PER TORNARE A SE STESSI CORSO ANNUALE 2015-2016 CORSO ANNUALE 2015-2016 SILVIA PALLINI Credo che ogni creatura che nasce su questa nostra Terra, sia un essere meraviglioso, unico e

Dettagli

Trasformazione attivo-passivo

Trasformazione attivo-passivo Trasformazione attivo-passivo E possibile trasformare una frase attiva in passiva quando: 1. il verbo è transitivo 2. il verbo è seguito dal complemento oggetto. Si procede in questo modo: 1. il soggetto

Dettagli

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari

'' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari '' Vola solo chi osa farlo '' di Alyssia Molinari Io ho tanto coraggio ma certe volte non lo dimostro. Per esempio: io ho coraggio a dire in faccia le cose, ma qualche volta no perché non mi fido e allora

Dettagli

Dov è finita la voglia di studiare?

Dov è finita la voglia di studiare? Dov è finita la voglia di studiare? Demo5vazione, insicurezza, paura di me:ersi alla prova, difficoltà a ges5re gli insuccessi: vissu5 frequen5 del percorso scolas5co di oggi CERCASI VOGLIA DI STUDIARE!!!

Dettagli

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94

DAL MEDICO UNITÁ 9. pagina 94 DAL MEDICO A: Buongiorno, dottore. B: Buongiorno. A: Sono il signor El Assani. Lei è il dottor Cannavale? B: Si, piacere. Sono il dottor Cannavale. A: Dottore, da qualche giorno non mi sento bene. B: Che

Dettagli

Sensibilizzazione dei genitori

Sensibilizzazione dei genitori Sensibilizzazione dei genitori Precisione e chiarezza Quando si vogliono comunicare ai genitori le difficoltà del bambino, delle quali andrebbero valutate la natura, la gravità e le modalità di intervento,

Dettagli

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!!

UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! UNA ZUPPA CON UN SASSO? E NON SOLO PERCHE LE VERDURE DANNO SAPORE!!! SEDANO CAVOLO FINOCCHIO INTERPRETAZIONE GRAFICA DAL VERO CAROTA ZUCCHINA POMODORO E IL SASSO?...NON SI MANGIA MA SI USA PER GIOCARE

Dettagli

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione

MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME. AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione MI PIACE LA MAGGIOR PARTE DI ME AUTOSTIMA E SCUOLA Strategie di gestione Percorsi didattico-educativi Sabato 7 febbraio 2009 Dr.ssa ANNA STROPPA psicologa e psicoterapeuta dell et età evolutiva GIUSE TIRABOSCHI

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa

Il colore dei miei pensieri. Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa Il colore dei miei pensieri Pierluigi De Rosa 2007 Scrivere.info Tutti i diritti di riproduzione, con qualsiasi mezzo, sono riservati. In copertina: Yacht

Dettagli

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO

La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO La Convenzione Onu sui diritti dei bambini I DIRITTI DEI BAMBINI NELLA VITA DI OGNI GIORNO Che cos è la Convenzione Onu sui diritti dei bambini? La Convenzione sui diritti dei bambini è un accordo delle

Dettagli

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE

GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE GLI ITALIANI, IL DISAGIO EMOTIVO E LA SOLITUDINE un indagine demoscopica svolta da Astra Ricerche per Telefono Amico Italia con il contributo di Nokia Qui di seguito vengono presentati i principali risultati

Dettagli

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche

Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Giro, ghirotondo e altre storie ortografiche Strumenti per la didattica, l educazione, la riabilitazione, il recupero e il sostegno Collana diretta da Dario Ianes Rossana Colli e Cosetta Zanotti Giro,

Dettagli

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente...

1. In generale, direbbe che la sua salute è: (Indichi un numero) Eccellente... 1 Molto buona... 2 Buona..3 Passabile... 4 Scadente... ISTRUZIONI: Il questionario intende valutare cosa lei pensa della sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere aggiornati su come si sente e su come riesce a svolgere le sue attività' consuete.

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

Identikit del drogato da lavoro

Identikit del drogato da lavoro INTERVISTA Identikit del drogato da lavoro Chi sono i cosiddetti workaholic? quanto è diffusa questa patologia? Abbiamo cercato di scoprirlo facendo qualche domanda al dottor Cesare Guerreschi, fondatore

Dettagli

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE

COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE COME AFFORONTARE LA DEPRESSIONE Se sei una persona depressa le informazioni che verranno di seguito fornite ti aiuteranno a capire meglio la tua depressione e ad iniziare a fare qualcosa per affrontarla.

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

LIMITI CHE SOSTENGONO

LIMITI CHE SOSTENGONO LIMITI CHE SOSTENGONO Molti genitori al giorno d oggi non si sentono autorizzati ad educare con disciplina i propri figli. I genitori hanno bisogno di avere fiducia nel fatto che la disciplina è un aspetto

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

" CI SON DUE COCCODRILLI... "

 CI SON DUE COCCODRILLI... PROGRAMMAZIONE ANNUALE DI RELIGIONE CATTOLICA ANNO SCOLASTICO 2014-2015 " CI SON DUE COCCODRILLI... " Le attività in ordine all'insegnamento della religione cattolica, per coloro che se ne avvalgono, offrono

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis

Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Stadio della socializzazione, identità e immaginazione (3-6 anni) Dott.ssa Maria Cristina Theis Obiettivo dell incontro - Descrivere la fase evolutiva del bambino (fase 3-6 anni). - Attivare un confronto

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

La Sua Salute e il Suo Benessere

La Sua Salute e il Suo Benessere La Sua Salute e il Suo Benessere ISTRUZIONI: Questo questionario intende valutare cosa Lei pensa della Sua salute. Le informazioni raccolte permetteranno di essere sempre aggiornati su come si sente e

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli