Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL MESE DI MARZO 2010

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL MESE DI MARZO 2010"

Transcript

1 rof. a Contratto in edagogia Generale e Sociale presso l Università Statale dell Insubria di Varese (A.A. 8-9) Rielaborazione questionario genitori dei bambini del Nido di Sesto Calende EFFETTUATA NEL ESE DI ARZO 21 1) 47 amme 41 apa TOTALI: 88 AE E AA AA' AE 1 Federico Fenzio -Consulente edagogico- Via XX Settembre, 7 Sesto Calende (VA) artita IVA

2 2) Età del figlio/a in mesi: Sotto l anno di vita (2) Dagli 1 ai 2 anni (22) Dai 2 ai 3 anni (21) Sopra i 3 anni (2) ETA DEL FIGLIO Sotto l'anno Dagli 1 ai 2 Dai 2 ai 3 Sopra i 3 - agina 2 -

3 3) E figlio/a unico/a? Si 23 No 24 FIGLIO UNICO SI NO - agina 3 -

4 4) Se no, quanti fratelli e sorelle ha e quanti anni hanno? 1 (2) 2 (3) 3 (1) QUANTI FRATELLI E SORELLE agina 4 -

5 ) Se, metaforicamente, fare il genitore fosse una professione, quale sarebbe? ROFESSIONE ETAFORICA TOTALI - agina -

6 ROFESSIONE ETAFORICA AA E AA DIVISI - ALTRO AE: Accompagnatore (2) Cuoco (1) AA : Il genitore stesso (1) Allenatore sportivo (1) - agina 6 -

7 AE: erché? Insegnante e psicologo perché bisogna insegnare ogni giorno analizzando la psiche dei propri figli sicologo perché devi interpretare i suoi bisogni e ogni giorno è una scoperta Insegnante per fare crescere il bambino Guida turistica perché guidi il bambino verso la vita Insegnante perché educa e insegna a vivere Guida turistica perché in viaggio verso la vita Scutore perché dovrebbe creare un opera d arte o meglio aiutare l opera d arte a crescere e a formarsi Giardinierie perché un figlio va accompagnato nella crescita rispettando i suoi tempi e le sue caratteristiche e bisogni Giardiniere per come si prende cura delle piante ersonal Trainer perché lo scopo è quello di allenarlo per affrontare da solo la vita Insegnante perché è una guida e una persona chiave nella crescita di un bambino Accompagnatore perché affiancare il figlio è consigliarlo al meglio ersonal Trainer perchè un genitore deve aiutare il figlio a sviluppare al massimo le sue potenzialità, in primis perché possa essere felice Scultore perché dovrebbe far uscire la personalità del bambino Accompagnatore nel verso senso della parola, accompagno mio figlio a diventare non grande ma adulta Guida turistica perché deve sapere guidare e fare conoscere il mondo per poi lasciarlo andare avendo già visto e conosciuto quei posti Giardiniere perché coltiva per far sbocciare un bellissimo fiore Scultore perché il figlio va plasmato per renderlo un capolavoro Autista per accompagnare alla crescita Insegnante e medico di base perché da un lato insegnanto, dall altro quando un bambino sta male la mamma soprattutto sa più o meno cosa ha il suo bambino Insegnante perché trasmette conoscenze ed educa Cantastorie perché accompagna con fare e sapere creativo e aiuta a dare significato Giardiniere perché vuol dire prendersi cura e creare qualcosa di bello Guida turistica per guidare mio figlio nel mondo, ogni cosa è una scoperta Scultore perché come lo scultore può plasmare e modificare in positivo la sua opera così il genitore interviene plasmando il crescere di un bambino (che è la sua opera) Giardiniere perché la cura verso la crescita è sin dal primo momento della semina Guida turistica perché spero di fargli conoscere il più possibile il mondo sicologo per essere in grado di capirlo Insegnante perché il genitore è il primo insegnante della vita Insegnante perché deve trasmettere tutto il bagaglio che può servire al figlio per affrontare poi la vita con le sue forze Cuoco per usare gli ingredienti giusto al momento giusto - agina 7 -

8 AA: erché? Insegnante per insegnare a vivere Giardiniere perché ci si prende cura totalmente della pianta: crescita, salute, bisogni Guida turistica perché il genitore accompagna nella vita il proprio figlio Giardiniere perché implica il saper guidare una crescita personale senza costringere o imporre Scultore per formare Insegnante perché educa Giardiniere per creare un buon contesto per la crescita Autista per guidarlo nella crescita Guida turistica perché si deve guidare la propria vita Guida turistica per fargli scoprire una parte di mondo Insegnante perché crea una persona preparandola ad affrontare la vita Giardiniere perché assorbono come un terreno secco, e crescono come un fiore Insegnante perché insegni al bambino la vita sicologo perché bisogna capire il suo comportamento e carattere per insegnargli a crescere Autista perché si prova a guidarli verso l età adulta ersonal Trainer perché lo si aiuta a crescere in maniera unica e adatta solo a lui sicologo perché bisogna capire i problemi sicologo perché bisogna cercare di capire le loro esigenze, desideri, problemi ecc Insegnante e psicologo perchè educare e capire il bambino impegna il genitore ogni giorno Carabiniere perché bisogna dare severità Insegnante perché ritengo che la figura indicata abbia un ruolo affettivo ed educativo per un bambino Il genitore stesso come insieme di diverse attività sopra elencate senza però dimenticarae che per le sopra indicate bisogna, per praticarle, avvalersi di un titolo e quindi di una preparazione non indifferente Insegnante per formare il loro carattere Insegnante perché cerco di insegnare tutto ciò che gli serve sicologo perché voglio capirlo e rispettare la sua personalità - agina 8 -

9 6) Come ritieni il tuo stile educativo: STILE EDUCATIVO AE E AA aterno ermissivo 1 Rigido Autoritario Autorevole 2 2 AE AA' 3 Altro Altro AA: Ci sono dei momenti in cui devi essere serio e non rigido perché con l essere rigido non si ottiene niente, il bambino poi non si esprime con i genitori Altro AA : utevole in base alle circostanze, Bilanciato, Comprensivo - agina 9 -

10 STILE EDUCATIVO IN FAIGLIA aterno ermissivo Rigido Autoritario Autorevole Altro - agina 1 -

11 7) In cosa incontri maggiori difficoltà nella relazione con tuo/a figlio/a? AGGIORI DIFFICOLTA Dir di no Essere coerente AE AA' 1 Restare fermo nei no Far rispett regole Essere ascoltato appa Nanna Altro AA Altro: Trovare il modo di svolgere alcune attività casalinghe e mangiare in santa pace! Gestire il suo dolore (vaccinazioni, visite...) Gestire i risvegli notturni AA Altro: Gestire i capricci - agina 11 -

12 AGGIORI DIFFICOLTA TOTALI Dir di no Essere coerente Restar fermo nei no Far rispett regole Essere ascoltato appa Nanna Altro - agina 12 -

13 8) A casa, ritieni di avere lo stesso stile educativo del tuo compagno / della tua compagna? A A TOT STESSA LINEA COENSAZ NO, ROBLEA - agina 13 -

14 9) Con chi sei in più disaccordo rispetto alla relazione educativa con tuo/a figlio/a? AGGIOR DISACCORDO TOT Compagno/a Genitori Suoceri Educatrici Zii - agina 14 -

15 1) er te il Nido è stata una scelta: NIDO COE SCELTA TOT Obbligata: organiz Obbligata da compagno/a irata ragioni educative Obbligata inizialm A tornando indietro... Nido per tutti e gratuito - agina 1 -

16 11) Quante ore vedi quotidianamente tuo/a figlio/a in settimana? QUANTE ORE QUOTIDIANAENTE IN SETTIANA TOT eno di 3 iù di 3 meno di 6 iù di - agina 16 -

17 12) Come intervieni maggiormente per punire tuo/a figlio/a? COE INTERVIENI AGGIORENTE ER UNIRE TOT Voce Alta Scappellotto Spiegare con calma Spiego ma poi mi arrabbio Ignoro Castigo Togliendo giochi etc Altro - agina 17 -

18 13) Rispetto alle punizioni pensi che: UNIZIONI TOT Inutili Quando ci vogliono sono neces i sento in colpa ma le applico Non ho bisogno di punire Il mio compagno/a esagera Non riesco ma qualch scappel ci vorreb - agina 18 -

19 14) Quante ore guarda tuo/a figlio/a quotidianamente la TV? ORE TV: ercezione materna e paterna Neanche 1 Da 1 a 3 Da 3 a olte nei week end Altro ercez ercez - agina 19 -

20 1) Rispetto alla nanna, tuo/a figlio/a SITUAZIONE NANNA Lettone con noi Lettino ns stanza Lettone con mio/a comp Stanza da solo Stanza con frat / sor rima solo e poi lettone Divano e poi da solo Con ciuccio,ninna nanna Va da solo a letto - agina 2 -

21 16) Sei al supermercato e tuo/a figlio/a vuole un gioco e fa i capricci: LA ROVA DEL SUERERCATO Tot Negaz e poi compro Compro subito per no urla Negazione e resto fermo Compro solo se necess (indipend capricci) Non compro per principio Lo ignoro tutto il tempo Negoziazione Esco dal supermercato Non lo porto mai al supermercato - agina 21 -

22 17) Sei contento che tuo figlio/a frequenti bambini di diversa cultura / nazionalità / religione? ALTRA RELIGIONE / CULTURA TOT No, ma accetto Si è fondamentale No, ed insegno a starne alla larga i è indifferente Note (mamma) Soprattutto più per la religione che per la cultura - agina 22 -

23 18) Come gestisci i capricci di tuo/a figlio/a? GESTIONE DEI CARICCI TOT Ignoro Dò spiegaz Coccolo Gli dò quello che vuole rima fermo e poi gli dò unizione - agina 23 -

24 19) A tuo parere le regole: RARESENTAZIONE DELLE REGOLE TOT Flessibili Chiare e ferme eno di 4 anni non comprende E' il mio compagno/a che le dà referisco che comprenda da solo E' difficile farle mantenere Non fanno per me: mai avute io - agina 24 -

25 2) Rispetto alla relazione che hai avuto con i tuoi genitori: ODELLO GENITORIALE Tot Nello stesso modo E' stato difficile ma ho capito aniera opposta: non ho avuto niente aniera opposta: ho avuto tutto iù o meno uguale, correggendo - agina 2 -

26 21) Cosa ti fa più paura in relazione a tuo/a figlio/a, nel presente? AURE DEL RESENTE TOT Adulti possano fargli male Soffra come me Accadere qls di brutto Non essere felice Soffrire nel rapporto con Altri Che qlc possa divent più import di me Che io non sia in grado di farmi rispet Attacchi di rabbia Non mi fa paura niente Non è autonomo Non riuscire a distaccarsi da noi referisce il mio compagno/a erderlo per il poco tempo Altro AA: La compagnia che avrà Estranei alla famiglia - agina 26 -

27 22) Cosa ti piace fare di più con tuo figlio/a? COSA I IACE FARE CON IO/A FIGLIO/A: TOT Coccole Giocare Fiabe Bagnetto Cartoni con lui/lei rendirmi cura arco a giocare asseggino In mezzo a natura Altro AA Altro: Vederlo giocare con il fratello Tutto Fare lavoretti iscina AA Altro: Leggere libri - agina 27 -

28 23) er me l autostima di mio/a figlio/a si forma se: GENESI DELL AUTOSTIA TOT Ottiene desideri Capire quando può desid e quando no Capire rinuncia Cavarsela da solo Imporsi sugli altri - agina 28 -

29 24) Rispetto all uso della forza, pensi che tuo/a figlio/a: USO DELLA FORZA TOT ai usarla Solo se necessità Si imponga sempre eglio usarla che subirla - agina 29 -

30 2) Cosa ti fa più paura pensando a quando tuo/a figlio/a sarà più grande? AURE DEL FUTURO TOT Scuola Comportam Adolescenz ondo difficile Soc ulticultur Gli altri Accettaz altri Soffrire per miei sbabli Non saperlo aiutare Non ci penso reoccupaz generica Andrà tutto bene - agina 3 -

31 26) ensando anche al futuro, vorrei che principalmente mio figlio/a fosse: FUTURO: RARESENTAZIONE DEL RORIO FIGLIO/A TOT Altro AA: In grado di saper scegliere/scoprire la sua vocazione Un valutatore di chi gli sta intorno Tutte le qualità possibili Creativo Intelligente Furbo/a Forte Indipendente Sereno/a Superare il dolore da solo Leader Buono/a Relizzato/a Desiderato/a iù amicizie possib Altro AA : In salute - agina 31 -

32 27) Se penso al Nido mi viene in mente: ENSANDO AL NIDO TOT ax fiducia educatrici Difficoltà consigli educatrici Ognuno al suo posto Tempo non passato con figli Regole ci pensano le educatrici Luogo risolto problemi organiz Luogo dove mio figlio cresce e gioca con altri Educatrici riescono a farsi rispettare, io no Luogo dove mio figlio dovreb sfogarsi e divertirsi Altro Altro AA: Un luogo dove mio figlio cresce e gioca con altri bambini sotto la guida di educatrici esperti e competenti Vorrei essere lì senza essere vista per vedere come vive lì - agina 32 -

33 28) Le tante o le poche cose che non vanno di mio/a figlio/a derivano da: ORIGINI DI CIO CHE NON VA DI IO/A FIGLIO/A TOT No sintonia con compagno/a No sintonia con altre fig famigl No sintonia con educatr Responsabilità mie Responsabilità mio compagno/a E' nato così io figlio non mi dà nessun probl - agina 33 -

34 29) Indica da a 6 ( molto basso, 6 molto alto) come vedi tuo/a figlio/a rispetto: RARESENTAZIONE VALORE RAORTO CON GLI ALTRI RARESENTAZIONE VALORE INCERTEZZA SITUAZIONE NUOVE agina 34 -

35 RARESENTAZIONE VALORE EOZIONALITA OSITIVA RARESENTAZIONE VALORE EOZIONALITA NEGATIVA agina 3 -

36 RARESENTAZIONE VALORE ATTENZIONE RARESENTAZIONE VALORE ATTIVITA OTORIA agina 36 -

37 RARESENTAZIONI TOTALI DIVISI ER AA E AA Rapporto con altri Incertezza situaz nuove Emoz positive Emoz negative Attenzione Attività motoria RARESENTAZIONI A CONFRONTO TOTALI Rapporto con altri Incertezza Emoz os Emoz Neg Attenz Attiv ot - agina 37 -

38 3) Se mio/a figlio/a fa i capricci per mangiare: ROVA DELLA AA Tot Salta pranzo/cena Lo rincorro Lo costringo Gli dò quello che vuole Altro amma (note): Non succede quasi mai Se li fa è perché è malata AA Altro: Aspetto che passa - agina 38 -

39 31) Quando mio/a figlio/a fa una cosa che non mi piace gli/le dico spesso che: COSA DICO QUANDO IO/A FIGLIO/A FA QUALCOSA CHE NON I IACE TOT Non ha fatto il bravo Sono arrabbiato con lui/lei Non mi piace ciò che ha fatto Arriva la mamma/il papà Arriva lupo cattivo etc Non gli dico niente Gli prometto un regalo etc Lo minaccio con scappel - agina 39 -

40 32) Se una persona da cui mio/a figlio/a fa fatica a distaccarsi se ne deve andare: GESTIONE SEARAZIONI TOT Lo distraggo Spiegaz con possibili pianti - agina 4 -

41 33) L inserimento al Nido di mio/a figlio/a per me è stato: VISSUTO INSERIENTO AL NIDO TOT Tragedia Ancora difficile oggi Difficile per me Esperienza indiment omento come altri - agina 41 -

42 34) Indica se sei tendenzialmente d accordo (si) o in disaccordo (no) con le frasi seguenti: Al Nido principalmente i bambini devono divertirsi D'accordo Disaccordo Al Nido principalmente i bambini devono imparare le regole D'accordo Disaccordo Al Nido e a casa possono esserci regole differenti D'accordo Disaccordo - agina 42 -

43 Devo essere il primo / la prima a rispettare le regole che dò a mio figlio/a D'accordo Disaccordo Vivo principalmente per mio figlio/a D'accordo Disaccordo E più importante l autonomia che l autostima D'accordo Disaccordo - agina 43 -

44 E meglio che mio figlio/a abbia tutto adesso perchè il futuro sarà duro D'accordo Disaccordo io figlio/a deve avere ciò che io non ho avuto D'accordo Disaccordo Alcune volte le educatrici esagerano D'accordo Disaccordo agina 44 -

45 E meglio che mio figlio/a capisca da solo i suoi errori D'accordo Disaccordo referirei un Nido e una scuola con persone principalmente di cultura italiana D'accordo Disaccordo Quando un bambino ha un raffreddore vorrei non si avvicinasse a mio/a figlio/a D'accordo Disaccordo - agina 4 -

46 E meglio che in futuro abbia vestiti firmati per non essere rifiutato D'accordo Disaccordo 1 6 E meglio avere pochi giocattoli ma buoni D'accordo Disaccordo Voglio gustarmi mio/a figlio/a finché posso quindi lo/la faccio dormire con me D'accordo Disaccordo agina 46 -

47 Voglio dare a mio/a figlio/a quello che io non ho avuto D'accordo Disaccordo Non sono disposto/a a rinunciare ai miei bisogni da adulto per mio/a figlio/a D'accordo Disaccordo E giusto che la mamma sia più comprensiva e il papà più severo D'accordo Disaccordo - agina 47 -

48 E più importante l autostima che l avere tanti amici D'accordo Disaccordo E più importante l avere tanti amici che il rispetto delle regole sociali D'accordo Disaccordo La colpa principale dei problemi di mio figlio/a è da attribuire ai nonni D'accordo Disaccordo agina 48 -

49 Tornando indietro, avrei preferito non mandarlo al Nido D'accordo Disaccordo 1 2 er fortuna c è la TV altrimenti non avrei un momento di pace per me stesso/a D'accordo Disaccordo 1 E giusto che mio/a figlio/a si senta in colpa per i suoi sbagli D'accordo Disaccordo - agina 49 -

50 Le uniche persone che possono imporre le regole a mio/a figlio/a sono i genitori D'accordo Disaccordo iuttosto che sentire piangere mio figlio/a gli/le dò quello che vuole D'accordo Disaccordo agina -

51 3) Cosa non sopporto di più di mio figlio/a: COSA NON SOORTO DI IU IN IO FIGLIO TOT Capricci ianti Stizze Non ascolta Non ubbidisce Non dorme Non mangia Non vuole vestirsi Non vuole nanna i prende in giro Altro Altro amma: Quando sputa se lo rimproveri Altro apà: Non me la prendo, lui deve imparare - agina 1 -

52 36) Quali argomenti ti interesserebbe trattare attraverso degli incontri con il pedagogista? (max 3 risposte) RACCOLTA BISOGNI FORATIVI Altro (AE): Come affrontare i problemi in modo costruttivo Intelligenza emotiva - agina 2 -

53 37) Quali argomenti ti interesserebbe trattare con altri esperti (dietologo, medico etc.)? AA sicologia infantile La correta alimentazione Il gioco Diversità culturali e fisiche Alimentazione dell età in relazione ai cibi dannosi Alimentazione, allergie e intolleranze sicologia dell età evolutiva Essere genitori oggi Nutrizionista per insegnare a mangiare correttamente Ricevere dei consigli per un alimentazione equilibrata Le vaccinazioni Dietologo Educazione alimentare: come far accettare gusti diversi e come cucinare cose sane edico: approccio alle malattie più comuni per fascie d età L Alimentazione dei bambini Dietologo sicologo Con un dietologo l educazione alimentare Dietologo Adolescenza Dieta corretta ediatra reparare i pasti Le malattie del bambino usica Il crescere sano Dietologo Ortopedico Dentista Rapporto con il cibo AA Nutrizione corretta Alimentazione (3) Dietologo (2) sicologo (2) edico (2) Salute e prevenzione Dentista ediatra e malattie Alimentazione nelle fasi della crescita Le dinamiche familiari - agina 3 -

54 38) Dagli incontri con il pedagogista vorresti: DESIDERI RISETTO AGLI INCONTRI TOT reziosi consigli Confronto Capire dove sbaglio - agina 4 -

55 39) Indica quali in quali giorni e fasce orarie saresti libero/a per partecipare ai 3 incontri pedagogici previsti: DISONIBILITA GIORNI E ORARI ER INCONTRI TOT Sab matt 1-12 art 18-2 art erc 18-2 erc Giov 18-2 Giov Qls sera dopo 21 Sempre Non interessato Altro Dalla lettura delle disponibilità, si ipotizzano i seguenti incontri: - Sabato mattina (Discussione e confronto sul questionario) dalle 1 alle 13 - artedì ore Giovedì sera ore agina -

56 ALLEGATO: QUESTIONARIO 1) Sei: La mamma Il papà 2) Età del figlio/a in mesi:. 3) E figlio/a unico/a? a. Si b. No 4) Se no, quanti fratelli e sorelle ha e quanti anni hanno?... ) Se, metaforicamente, fare il genitore fosse una professione, quale sarebbe? a. Insegnante b. Carabiniere c. Giardiniere d. Autista e. Guida turistica f. ersonal Trainer g. Scultore h. Cantastorie i. Infermiera j. edico di base k. sicologo l. Ingegnere m. Avvocato n. Altro.... (indicare) erché?... 6) Come ritieni il tuo stile educativo: a. aterno b. ermissivo c. Rigido d. Autoritario e. Autorevole f. Altro (indicare) - agina 6 -

57 7) In cosa incontri maggiori difficoltà nella relazione con tuo/a figlio/a? A dire di no Ad essere coerente Nel rimanere fermo/a nei miei no A far rispettare le regole Ad essere ascoltato/a Nel momento della pappa Nel momento della nanna Altro (indicare) 8) A casa, ritieni di avere lo stesso stile educativo del tuo compagno / della tua compagna? Si, siamo perfettamente sulla stessa linea d onda No, ma ci compensiamo a vicenda No, ed è proprio questo il problema 9) Con chi sei in più disaccordo rispetto alla relazione educativa con tuo/a figlio/a? Il mio compagno / la mia compagna I miei genitori o uno di essi I miei suoceri o uno di essi Le educatrici del Nido o parte di queste Gli zii (di mio figlio/a) o uno di essi 1) er te il Nido è stata una scelta: Obbligata per ragioni organizzative (lavoro etc.) Obbligata dal mio compagno / dalla mia compagna irata, per ragioni educative Obbligata inizialmente, ma tornando indietro sceglierei il Nido per ragioni educative er me il Nido dovrebbe essere obbligatorio e gratuito per tutti i bambini Altro (indicare) 11) Quante ore vedi quotidianamente tuo/a figlio/a in settimana? Lo vedo solo nei week-end eno di 3 iù di 3 e meno di 6 iù di - agina 7 -

58 12) Come intervieni maggiormente per punire tuo/a figlio/a? Alzando la voce Con qualche scappellotto Cercando di spiegare con calma quello che c è che non va Cercando di spiegare ma se continua allora mi arrabbio Ignorandolo ettendolo in castigo Togliendo giochi o impedendogli di fare qualcosa (vedere la TV etc.) Altro (indicare) 13) Rispetto alle punizioni pensi che: Siano inutili Anche se non riesco, qualche scappellotto ci vorrebbe Quando ci vogliono, sono necessarie i sento in colpa ma le applico Non ho mai avuto bisogno di punire mio/a figlio/a perché mi ascolta sempre Il mio compagno / la mia compagna esageri 14) Quante ore guarda tuo/a figlio/a quotidianamente la TV? Neanche una Da 1 a 3 ore Da 3 a ore oche in settimana ma molte nei week-end urtroppo dai nonni molte ore 1) Rispetto alla nanna, tuo/a figlio/a Dorme ancora nel lettone con noi Dorme nel lettino nella nostra / mia stanza Dorme nel lettone con la mia compagna / il mio compagno Dorme nella sua stanza da solo/a Dorme nella sua stanza con il fratello / con la sorella Dorme prima da solo/a ma poi durante la notte viene nel lettone Si addormenta principalmente sul divano e poi lo portiamo nel suo letto Senza coccole o ninna nanna o ciuccio non si addormenta ma poi si addormenta Va a letto da solo Altro (indicare) - agina 8 -

59 16) Sei al supermercato e tuo/a figlio/a vuole un gioco e fa i capricci: Dopo una tua iniziale negazione, alla fine glielo compri Glielo compri subito per non sentirlo/a urlare Dopo una tua negazione, resti fermo/a sulla tua posizione Glielo compri indipentemente dai capricci, solo se lo ritieni necessario Non glielo compri per principio, con capricci o senza capricci Lo/la ignoro per tutto il tempo Cerco una negoziazione Esci dal supermercato perché i suoi capricci ti imbarazzano Non lo porto mai al supermercato 17) Sei contento che tuo figlio/a frequenti bambini di diversa cultura / nazionalità / religione? No, ma lo accetto Assolutamente si, credo sia fondamentale No, mi dà fastidio e insegno mio/a figlio/a a starne alla larga Ciò mi è indifferente 18) Come gestisci i capricci di tuo/a figlio/a? Lascio che passano ignorandoli Lascio che passano cercando di dargli/darle spiegazioni Lo/la coccolo finché non gli/le passano Gli/le dò quello che vuole subito o quasi subito perché non voglio che lui/lei soffra Inizialmente sono fermo/a ma poi, se vedo che esagera, gli/le dò quello che vuole Lo/la punisco Altro... (indicare) 19) A tuo parere le regole: Devono essere flessibili Devono essere chiare e ferme nel tempo Non posso pensare che prima dei 4 anni mio/a figlio/a le comprenda E il mio compagno / la mia compagna che le dà referisco che sia mio/a figlio/a a comprenderle da solo/a E difficile farle mantenere Non fanno per me, io non le ho mai avute dai miei genitori - agina 9 -

60 2) Rispetto alla relazione che hai avuto con i tuoi genitori: Intendo comportarmi nella stessa maniera con mio/a figlio/a: ho avuto tutto Intendo comportarmi nella stessa maniera con mio/a figlio/a: è stato difficile ma giusto, dopo molti anni ho capito Intendo comportarmi nella maniera opposta con mio/a figlio/a: non intendo ripetere gli stessi errori Intendo comportarmi nella maniera opposta con mio/a figlio/a: ho avuto tutto e questo mi ha creato dei problemi Intendo comportarmi più o meno nello stesso modo, correggendo gli errori e valorizzando gli aspetti positivi 21) Cosa ti fa più paura in relazione a tuo/a figlio/a, nel presente? Che gli adulti possano fargli/farle del male Che soffra come ho sofferto io Che possa accadergli/le qualcosa di brutto (ad esempio: ammalarsi) Che non sia felice o che soffra Che possa soffrire nel confronto con gli altri Che qualcun altro/a possa diventare più importante di me (io ci sono poco) Che io non sia in grado di farmi rispettare I suoi attacchi di rabbia Non mi fa paura niente Il fatto che non sia autonomo/a Il fatto che non riesca a distaccarsi da me oppure da noi Il fatto che sembra nettamente preferire la mia compagna / il mio compagno Che possa perderlo/la per il poco tempo passato con lui/lei 22) Cosa ti piace fare di più con tuo figlio/a? Coccolarlo/a Giocare con lui/lei Raccontargli/le fiabe o le storie Fargli/le il bagnetto Guardare con lui / lei i cartoni rendirmi cura di lui/lei ortarlo/a al parco a giocare ortarlo/a in giro con il passeggino ortarlo/a in mezzo alla natura Altro...(indicare) - agina 6 -

61 23) er me l autostima di mio/a figlio/a si forma se: Riesce ad ottenere sempre i suoi desideri Riesce a capire quando può avere quello che desidera e quando non può Riesce a capire perché deve rinunciare a ciò che desidera Riesce da solo a cavarsela nelle situazioni Riesce ad imporsi sugli altri prima che gli altri si impongano su di lui/lei 24) Rispetto all uso della forza, pensi che tuo/a figlio/a: Non la debba usare mai neanche se ha ragione La debba usi se costretto da necessità Si imponga sempre e comunque eglio usarla che subirla: che si faccia furbo/a 2) Cosa ti fa più paura pensando a quando tuo/a figlio/a sarà più grande? roblemi scolastici roblemi comportamentali roblemi adolescenziali (brutte compagnie, droga etc.) Il fatto che sia un mondo difficile per realizzarsi La società sempre più multiculturale Sono gli altri che mi fanno paura Che gli altri possano non accettarlo/a Che possa soffrire per i miei sbagli di cui non sono consapevole La possibilità di non saperlo/la aiutare er adesso non ci penso Sento una preoccupazione generica un pò per tutto Sinceramente non mi fa paura niente, andrà tutto bene 26) ensando anche al futuro, vorrei che principalmente mio figlio/a fosse: Intelligente Furbo/a Forte Indipendente Sereno/a Capace di superare da solo/a il dolore Leader Buono/a Realizzato/a Desiderato/a dagli altri Con più amici/amiche possibili Con più autostima possibile Altro... (indicare) - agina 61 -

62 27) Se penso al Nido mi viene in mente: La massima fiducia nelle educatrici e nei loro consigli La difficoltà che ho/abbiamo nel seguire i consigli delle educatrici Le educatrici pensano ad educare mio/a figlio/a al Nido, e noi pensiamo ad educare nostro/a figlio/a a casa: ognuno deve stare al suo posto Il tempo che mi piacerebbe passare con mio/a figlio/a Il fatto che ci pensano le educatrici a dare delle regole a mio/a figlio/a Un luogo che ha risolto i miei problemi organizzativi Un luogo dove mio figlio/a cresce e gioca con altri bambini Il fatto che le educatrici riescono a farsi rispettare, io invece no Un luogo dove mio/a figlio/a dovrebbe divertirsi, sfogarsi e giocare il più possibile Altro...(indicare) 28) Le tante o le poche cose che non vanno di mio/a figlio/a derivano da: Una mancanza di sintonia con il mio compagno / la mia compagna Una mancanza di sintonia con altre figure famigliari (esempio nonni) Una mancanza di sintonia con il personale del Nido Responsabilità principalmente mie Responsabilità principalmente del mio compagno / della mia compagna E nato/a così e non posso farci niente io/a figlio/a non mi dà nessun problema 29) Indica da a 6 ( molto basso, 6 molto alto) come vedi tuo/a figlio/a rispetto: Rapporto con gli altri Incertezza nelle situazioni nuove Emozioni positive (contentezza ) Emozioni negative (pianto ) Attenzione Attività motoria ) Se mio/a figlio/a fa i capricci per mangiare: Salta il pranzo / la cena Lo/la rincorro per la casa dandole/gli il cibo Lo/la costringo a mangiare sgridandolo/a perché è una regola Gli/le dò quello che desidera mangiare al posto di quello che le/gli ho preparato - agina 62 -

63 31) Quando mio/a figlio/a fa una cosa che non mi piace gli/le dico spesso che: Non ha fatto il bravo/a Sono arrabbiato con lui/lei Non mi piace la cosa che ha fatto Arriva la mamma / il papà Arriva il lupo cattivo / l uomo nero / etc. Non gli/le dico niente perché tanto non mi ascolta Gli/le dico che se la smette gli/le compro un bel regalo o le/gli dò un dolcetto Lo minaccio con uno scappellotto 32) Se una persona da cui mio/a figlio/a fa fatica a distaccarsi se ne deve andare: Lo/la distraggo affinché non se ne accorga Gli/le spiego che questa persona deve andarsene, andando incontro a possibili pianti Faccio il possibile per far in modo che questa persona rimanga fino a che mio/a figlio/a non è pronto/a 33) L inserimento al Nido di mio/a figlio/a per me è stato: Una tragedia E ancora difficile oggi Una cosa difficile soprattutto per me Un esperienza indimenticabile Un momento come tanti altri 34) Indica se sei tendenzialmente d accordo (si) o in disaccordo (no) con le frasi seguenti: Al Nido principalmente i bambini devono divertirsi si no Al Nido principalmente i bambini devono imparare le regole si no Al Nido e a casa possono esserci regole differenti si no Devo essere il primo / la prima a rispettare le regole che dò a mio figlio/a si no Vivo principalmente per mio figlio/a si no E più importante l autonomia che l autostima si no E meglio che mio figlio/a abbia tutto adesso perchè il futuro sarà duro si no io figlio/a deve avere ciò che io non ho avuto si no Alcune volte le educatrici esagerano si no E meglio che mio figlio/a capisca da solo i suoi errori si no referirei un Nido e una scuola con persone principalmente di cultura italiana si no Quando un bambino ha un raffreddore vorrei non si avvicinasse a mio/a figlio/a si no E meglio che in futuro abbia vestiti firmati per non essere rifiutato si no E meglio avere pochi giocattoli ma buoni si no - agina 63 -

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali

Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Q-RAS Questionario di Rilevazione delle Abilità Sociali Autore: Fabio Bocci Insegnamento di Pedagogia Speciale, Università degli Studi Roma Tre 1. Quando l insegnante parla alla classe, di solito io :

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013

QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI. elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 QUESTIONARIO SULLE DIPENDENZE da MEZZI TECNOLOGICI elaborato dagli alunni della 3E a.s. 2012-2013 F= risposta degli alunni/figli G = risposta dei genitori F: 1- Cosa pensi della dipendenza elettronica?

Dettagli

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI

ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI ALLEGATO P. O. F. QUESTIONARI CONOSCITIVI 1 ISTITUTO COMPRENSIVO ALDO MORO / CAROSINO Anno scolastico 2013-2014 QUESTIONARIO CONOSCITIVO Nota: Il presente questionario è predisposto per gli alunni del

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente).

QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO. La valutazione dovrà essere espressa in scala da 1 (per niente) a 5 (pienamente). QUESTIONARIO DI EFFICACIA DELL INCONTRO Gentile genitore, le sottoponiamo il presente questionario anonimo al termine dell incontro a cui ha partecipato. La valutazione da lei espressa ci aiuterà a capire

Dettagli

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!!

MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI!! MODULO UNO : La tua STORIA con i SOLDI Ciao e Benvenuta in questo straordinario percorso che ti permetterà di compiere un primo passo per IMPARARE a vedere finalmente il denaro in modo DIFFERENTE Innanzitutto

Dettagli

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI:

1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: 1044 PIAZZE PER I 40 ANNI DELLA LEGGE 1044 SUI NIDI PENSIERI DEI NOSTRI GENITORI: L Asilo nido è un servizio essenziale per noi genitori lavoratori, sarebbe impossibile concepire l assenza di un servizio

Dettagli

Come si fa a stare bene insieme?

Come si fa a stare bene insieme? Come si fa a stare bene insieme? Stare insieme è bello. Alle volte per noi bambini è difficile. Abbiamo intrapreso questo viaggio alla scoperta di un modo migliore per vivere a scuola e non solo. Progetto

Dettagli

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata

VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI. Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata VENGO ANCH IO CONDIVIDERE LA MALATTIA E LE CURE CON I FIGLI I BENEFICI DELLA COMUNICAZIONE IN FAMIGLIA Dott.ssa Lucia Montesi Psicologa Psicoterapeuta U.O. Oncologia Area Vasta 3, Macerata FORMATO FAMIGLIA

Dettagli

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini:

1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 1 1. Ascolta la canzone e metti in ordine le immagini: Pag. 2 Adesso guarda il video della canzone e verifica le tue risposte. 2. Prova a rispondere alle domande adesso: Dove si sono incontrati? Perché

Dettagli

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015

Io..., papà di... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Io..., papà di...... ricordo, mi emoziono, racconto! giugno 2015 Lettura albo, strumento utilizzato in un Percorso di Sostegno alla Genitorialità biologica EMAMeF - Loredana Plotegher, educatore professionale

Dettagli

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa

TIMSS & PIRLS 2011. Questionario studenti. Field Test. Classe quarta primaria. Etichetta identificativa Etichetta identificativa TIMSS & PIRLS 2011 Field Test Questionario studenti Classe quarta primaria Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e formazione via Borromini,

Dettagli

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo.

La felicità per me è un sinonimo del divertimento quindi io non ho un obiettivo vero e proprio. Spero in futuro di averlo. Riflessioni sulla felicità.. Non so se sto raggiungendo la felicità, di certo stanno accadendo cose che mi rendono molto più felice degli anni passati. Per me la felicità consiste nel stare bene con se

Dettagli

Come migliorare la tua relazione di coppia

Come migliorare la tua relazione di coppia Ettore Amato Come migliorare la tua relazione di coppia 3 strategie per essere felici insieme I Quaderni di Amore Maleducato Note di Copyright Prima di fare qualunque cosa con questo Quaderno di Amore

Dettagli

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI

L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI L AUTOVALUTAZIONE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI Mi figura dla rujenedes Meine Sprachenfigur La mia figura delle lingue Silvia Goller Scuola dell infanzia Santa Cristina/Val Gardena Le bambine e i bambini

Dettagli

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO?

TELEFONO AZZURRO. dedicato ai bambini COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? COS E IL BULLISMO? IL BULLISMO? 1 Ehi, ti e mai capitato di assistere o essere coinvolto in situazioni di prepotenza?... lo sai cos e il bullismo? Prova a leggere queste pagine. Ti potranno essere utili.

Dettagli

*** SASHA per SEMPRE ***

*** SASHA per SEMPRE *** *** SASHA per SEMPRE *** Siamo una coppia di portoghesi che abita in Italia da più di 10 anni. Abbiamo un figlio piccolo e nel 2010 abbiamo deciso di avventurarci in un progetto di solidarietà e di Amore:

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

------------------------------------------------------------------------------------------------------- pelle su pelle Testo tratto dalle interviste realizzate in occasione della festa del volontariato - Casalecchio di Reno 22 aprile 2013 a cura dell associazione di promozione sociale Gruppo Elettrogeno

Dettagli

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI

QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI QUESTIONARI PER GENITORI E BAMBINI UISP SEDE NAZIONALE Largo Nino Franchellucci, 73 00155 ROMA tel. 06/43984345 - fax 06/43984320 www.diamociunamossa.it www.ridiamociunamossa.it progetti@uisp.it ridiamociunamossa@uisp.it

Dettagli

Cosa ti porti a casa?

Cosa ti porti a casa? 8. L o p i n i o n e d e i r a g a z z i e d e l l e r a g a z z e Cosa ti porti a casa? A conclusione dell incontro di restituzione è stato richiesto ai ragazzi di riportare in forma anonima una valutazione

Dettagli

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST -

RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - RICOMINCIARE UNA NUOVA VITA IN AUSTRALIA? - UN SIMPATICO TEST - INIZIO Ricominciare una nuova vita da zero mi spaventa peró so che tante persone ce la fanno, posso farcela anch io! preferirei continuare

Dettagli

Ricerca azione LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE. Dott.ssa Stefania Ferrari

Ricerca azione LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE. Dott.ssa Stefania Ferrari Ricerca azione LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE LINGUISTICHE Dott.ssa Stefania Ferrari Villafranca, Marzo/Maggio 2010 Osservazione delle competenze di ascolto e produzione orale nella narrazione Insegnanti

Dettagli

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO

IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO IL COUNSELING NELLE PROFESSIONI D AIUTO Obiettivi: Conoscere le peculiarità del counseling nelle professioni d aiuto Individuare le abilità del counseling necessarie per svolgere la relazione d aiuto Analizzare

Dettagli

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N

LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N LA RETE SIAMO NOI QUESTIONARIO N CIAO! Abbiamo bisogno di te. Vogliamo sapere come i ragazzi e le ragazze della tua età usano il cellulare e la rete Internet. Non scrivere il tuo nome. 1. Sei? 1 Un ragazzo

Dettagli

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio

Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio Riflessioni della classe IV^A dopo l'incontro con Padre Fabrizio L incontro con padre Fabrizio è stato molto importante per capire che noi siamo fortunatissimi rispetto a tante altre persone e l anno prossimo

Dettagli

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna...

Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna... Se fossi donna molto probabilmente avrei un comportamento diverso. Il mio andamento scolastico non è dei migliori forse a causa dei miei interessi (calcio,videogiochi, wrestling ) e forse mi applicherei

Dettagli

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze

Comune di Russi QUESTIONARIO. Per alunni neo-arrivati. Fonte: COSPE Firenze Comune di Cervia Comune di Ravenna Comune di Russi QUESTIONARIO Per alunni neo-arrivati Fonte: COSPE Firenze 1 Ciao! Sei appena arrivato in questa scuola e anche nella nostra città. Sappiamo che per te,

Dettagli

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le

Sin da quando sono molto piccoli, i bambini sperimentano il mondo attraverso le Indice Introduzione 7 Miagolina si presenta 11 Quella volta che Miagolina è caduta nel buco della vasca 24 Quando è nato Spigolo 44 Miagolina e le parole storte 56 Spigolo va all asilo 75 Miagolina si

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere!

Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Anna La Prova Bambini oppositivi e provocatori 9 regole per sopravvivere! Chi sono i bambini Oppositivi e Provocatori? Sono bambini o ragazzi che sfidano l autorità, che sembrano provare piacere nel far

Dettagli

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE

COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Emanuele Lajolo di Cossano COME AFFRONTARE UN COLLOQUIO DI SELEZIONE Università degli Studi - Torino, 19 aprile 2010 La prima cosa da fare PERCHE SONO QUI? QUAL E IL MIO OBIETTIVO? CHE COSA VOGLIO ASSOLUTAMENTE

Dettagli

Vediamo dei piccoli passi da fare:

Vediamo dei piccoli passi da fare: L assertività L assertività è una caratteristica del comportamento umano che consiste nella capacità di esprimere in modo chiaro e valido le proprie emozioni e opinioni senza offendere né aggredire l interlocutore.

Dettagli

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name:

TIMSS 2011. Questionario studente. Scuola secondaria di I grado classe terza. School ID: School Name: Identification Etichetta identificativa Label School ID: School Name: TIMSS 2011 Questionario studente Scuola secondaria di I grado classe terza Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani

Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani Survey Internazionale sulla Famiglia Risultati italiani L indagine Obiettivo Indagare l opinione delle utenti di alfemminile sul concetto di famiglia al giorno d oggi. Date ottobre 2011 Numero di rispondenti

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore

Io l ho risolta. dritte di conciliazione da genitore a genitore Io l ho risolta così dritte di conciliazione da genitore a genitore La fretta e l ansia già di prima mattina Il problema: essere di corsa, e in ritardo, già alle otto di mattina. Sveglia alle 7.30, mezz

Dettagli

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay

La storia di Quim....ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay La storia di Quim...ovvero, per sapere qualcosa di più sulla bassa statura... Mònica Peitx Triay Editorial Glosa, S.L. Avinguda de Francesc Cambò, 21 V Piano 08003 Barcellona Telefono: 932 684946 / 932

Dettagli

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.

Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio. Illustrazioni, ideazione grafica e impaginazione realizzate da MoaiStudio di Canovi Christian e Roggerone Maurizio www.moaistudio.com Storia di Milena Lanzetta SE C È UN GIORNO DELLA SETTIMANA CHE FILIPPO

Dettagli

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente.

Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Il mio cane. Il mio cane si chiame Carmen è un Golden Retriver femmina di 10 anni molto buono ed intelligente. Le piace molto stare in compagnia,le piace giocare con me con papà e con Alessandro anche

Dettagli

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze.

Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Il mister, la squadra, i genitori, la società. Mister Roberto Babini descrive il suo ruolo e le sue competenze. Roberto Babini (Allenatore di base con Diploma B UEFA) svolge da 13 anni l attività di allenatore.

Dettagli

Reference 1-0,73% Coverage

Reference 1-0,73% Coverage - 1 reference coded [0,73% Coverage] Reference 1-0,73% Coverage Dove ti piacerebbe andare ma anche vivere sì, sì. All interno dell Europa, sicuramente. Però mi piacerebbe vedere anche

Dettagli

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati).

CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). CONSIGLI PER GIOVANI NAVIGANTI (anche già navigati). HEY! SONO QUI! (Ovvero come cerco l attenzione). Farsi notare su internet può essere il tuo modo di esprimerti. Essere apprezzati dagli altri è così

Dettagli

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi

Concorso Nazionale di poesia città di Foligno. Sezione Ragazzi Concorso Nazionale di poesia città di Foligno Sezione Ragazzi LA VITA La vita è come un libro illustrato Dal quale spesso rimani affascinato A tal punto che resteresti incollato E vorresti sfogliarla tutta

Dettagli

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate!

Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Assistenza sanitaria a misura di bambino - Bambini e giovani: diteci cosa ne pensate! Il Consiglio d'europa è un'organizzazione internazionale con 47 paesi membri. La sua attività coinvolge 150 milioni

Dettagli

COSA STA SUCCEDENDO IN LIBIA

COSA STA SUCCEDENDO IN LIBIA COSA STA SUCCEDENDO IN LIBIA Un bambino ha raccontato ai suoi amici le immagini della guerra in Libia dicendo: Ho visto la guerra, ci sono delle persone che combattono e vogliono mandare via un uomo e

Dettagli

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010

Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento. Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Strategie e indicazioni per favorire l apprendimento Dott.ssa Francesca Valori Pontedera, 15 maggio 2010 Obiettivo: Fornire conoscenze relative alla comunicazione tra istruttore e allievo e strategie funzionali

Dettagli

ESSERE FELICI E MEGLIO!

ESSERE FELICI E MEGLIO! ESSERE FELICI E MEGLIO! I 5 MOTIVI PER ESSERLO di Carla Favazza Questo manuale contiene materiale protetto dalle leggi sul Copyright nazionale ed internazionale. Qualsiasi riproduzione senza il consenso

Dettagli

Impariamo a volare...

Impariamo a volare... Impariamo a volare... Francesca Maccione IMPARIAMO A VOLARE... www.booksprintedizioni.it Copyright 2012 Francesca Maccione Tutti i diritti riservati L amore è longanime, è benigno, l amore non ha invidia,

Dettagli

Papà Missione Possibile

Papà Missione Possibile Papà Missione Possibile Emiliano De Santis PAPÀ MISSIONE POSSIBILE www.booksprintedizioni.it Copyright 2015 Emiliano De Santis Tutti i diritti riservati Non insegnate ai bambini la vostra morale è così

Dettagli

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo.

Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Nella palestra la parete attrezzata fu presto pronta e Simone si appassionò tantissimo. Gli sembrava di scalare il mondo e di salire in alto nel cielo, oltre le nuvole, per vedere la terra dallo spazio.

Dettagli

PIRLS - ICONA 2006 QUESTIONARIO STUDENTE. Progress in International Reading Literacy Study. Indagine sulla Comprensione della lettura a Nove Anni

PIRLS - ICONA 2006 QUESTIONARIO STUDENTE. Progress in International Reading Literacy Study. Indagine sulla Comprensione della lettura a Nove Anni Ministero dell Istruzione dell Università e Ricerca Istituto Nazionale per la Valutazione del Sistema Educativo di Istruzione e di Formazione Progress in International Reading Literacy Study Indagine sulla

Dettagli

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi

Introduzione. A chi è destinato il programma? Obiettivi Introduzione Tina e Toni è un programma di prevenzione globale destinato alle strutture che accolgono bambini dai 4 ai 6 anni, come le scuole dell infanzia, le strutture d accoglienza e i centri che organizzano

Dettagli

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta

Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Il campus che EMOZIONE!!!! Dott.ssa Silvia Tonelli Psicologa Psicoterapeuta Confusione nell ambiente: cos è un dsa Fino a che una persona non si mette nei panni dell altro è facile sentir parlare di DSA

Dettagli

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione -

DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - PROVA DI ITALIANO DOLCI RICORDI - Adattamento e riduzione - Molti anni fa vivevo con la mia famiglia in un paese di montagna. Mio padre faceva il medico, ma guadagnava poco perché i suoi malati erano poveri

Dettagli

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento

IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento IL SIGNIFICATO DEI COMPITI A CASA: oltre la necessità di apprendimento Riflessioni su tempo, sviluppo, regole, autonomia, fiducia, sostegno Dr.ssa Nadia Badioli IL SENSO DEI COMPITI STRUMENTO PER: incentivare

Dettagli

SOS GIOCO! ARTICOLO 31

SOS GIOCO! ARTICOLO 31 ARTICOLO 31 1. Gli Stati parti riconoscono al fanciullo il diritto al riposo ed allo svago, a dedicarsi al gioco e ad attività ricreative proprie della sua età, ed a partecipare liberamente alla vita culturale

Dettagli

..conoscere il Servizio Volontario Europeo

..conoscere il Servizio Volontario Europeo ..conoscere il Servizio Volontario Europeo 1. LʼEDITORIALE 1. LʼEDITORIALE Cari amici, il tempo dell estate è un tempo che chiede necessariamente voglia di leggerezza. Proprio di questa abbiamo bisogno

Dettagli

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013

Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Bambini e Lutto Farra, 24 febbraio 2013 Obiettivi: - informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara - dare alcune indicazioni pratiche - suggerire alcuni

Dettagli

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice

U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008. Codice U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione PROGETTO DI PREVENZIONE 2007/2008 Dimmi come mangi Codice 1 2 3 1. Inserisci qui l iniziale del nome di tua mamma 2. Inserisci qui le ultime tre cifre del

Dettagli

NANNA E PAPPA: AIUTAMI A ESSERE AUTONOMO! Dott.ssa Arianna Di Natale 17 Marzo 2015 arianna.dinatale@email.it

NANNA E PAPPA: AIUTAMI A ESSERE AUTONOMO! Dott.ssa Arianna Di Natale 17 Marzo 2015 arianna.dinatale@email.it NANNA E PAPPA: AIUTAMI A ESSERE AUTONOMO! Dott.ssa Arianna Di Natale 17 Marzo 2015 arianna.dinatale@email.it L INAPPETENZA Mio figlio NON MI MANGIA! Clima del pasto conflittuale e frustrante! Pur di farlo

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO

UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Associazione di Volontariato per la Qualità dell Educazione UN VIAGGIO NEL VOLONTARIATO Esplora con noi il mondo del volontariato! con il contributo della con il patrocinio Comune di Prepotto Club UNESCO

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO

COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO COME MOTIVARE IL PROPRIO FIGLIO NELLO STUDIO Studiare non è tra le attività preferite dai figli; per questo i genitori devono saper ricorrere a strategie di motivazione allo studio, senza arrivare all

Dettagli

MA TU QUANTO SEI FAI?

MA TU QUANTO SEI FAI? MA TU QUANTO SEI FAI? 1. VALORIZZARE IL PASSATO PER UN FUTURO MIGLIORE a. Quante volte al mese vai a cercare notizie sulla storia del tuo paese/città nella biblioteca comunale? o 3 volte o 1 volta b. Ti

Dettagli

Bambini in comunità e bambini in affido

Bambini in comunità e bambini in affido Bambini in comunità e bambini in affido I bambini, allontanati dal loro nucleo familiare, che si trovano presso le comunità o presso le famiglie affidatarie hanno tante cose in comune e tante differenze

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it

Favorire l autostima nel bambino. Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it Favorire l autostima nel bambino Mario Di Pietro www.educazione-emotiva.it segreteria@mariodipietro.it 1 Un senso di impotenza si sviluppa in seguito all incapacità di influenzare positivamente le proprie

Dettagli

La mia Storia. nome. cognome. Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. By Maestra Luciana. Spazio riservato alla foto del bambino

La mia Storia. nome. cognome. Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. By Maestra Luciana. Spazio riservato alla foto del bambino La mia Storia nome Spazio riservato alla foto del bambino cognome Istituto Comprensivo di Scuola Primaria di Classe II sez. Questa è la copia del mio documento d identità: ( Spazio riservato alla copia

Dettagli

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena.

Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Bambini. Università per Stranieri di Siena. Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2

Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Progetto Europeo: SELL La voce degli studenti dell'italiano L2 Intervista iniziale Raccolta delle storie di vita Nome dell'apprendente Pablo sesso: m Data di nascita Paese di provenienza Brasile Nome dell'interprete

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

Il potere del Rinforzo. Lucia D Amato

Il potere del Rinforzo. Lucia D Amato Il potere del Rinforzo Lucia D Amato Definizione di Rinforzo Il Rinforzo è qualsiasi EVENTO che avviene subito dopo il comportamento e che produce un aumento (nella frequenza, nell intensità, nella quantità)

Dettagli

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista

Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Un pasto di Pietro Un episodio di vita al Nido: due punti di vista Il punto di vista dell educatrice Pietro ha 20 mesi, già da 6 frequenta il Nido e il momento del pasto è vissuto con molta tensione: l

Dettagli

!"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente

!#$%&%'()*#$*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente !"#$%&%'()*#$"*'' I 3 Pilastri del Biker Vincente Il Terzo Pilastro del Biker Vincente La Mountain Bike e la Vita Ciao e ben ritrovato! Abbiamo visto nelle ultime due lezioni, come i dettagli siano fondamentali

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ALTINO

SCUOLA PRIMARIA ALTINO SCUOLA PRIMARIA ALTINO PROGETTO CONTINUITA : MANGIA SANO E VAI LONTANO Incontro con i bambini di 5 anni delle scuole dell infanzia di Altino Durante gli incontri di continuità con la Scuola dell Infanzia

Dettagli

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de

TANDEM Köln www.tandem-koeln.de info@tandem-koeln.de Nome: Telefono: Data: Kurs- und Zeitwunsch: 1. Ugo è a. italiano b. da Italia c. di Italia d. della Italia 3. Finiamo esercizio. a. il b. lo c. gli d. l 5. Ugo e Pia molto. a. non parlano b. non parlare

Dettagli

E Penelope si arrabbiò

E Penelope si arrabbiò Carla Signoris E Penelope si arrabbiò Rizzoli Proprietà letteraria riservata 2014 RCS Libri S.p.A., Milano ISBN 978-88-17-07262-5 Prima edizione: maggio 2014 Seconda edizione: maggio 2014 E Penelope si

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

YOUNITE YOUNITE DREAM CAMP

YOUNITE YOUNITE DREAM CAMP YOUNITE L obbiettivo di Younite è di insegnare ai ragazzi a gestire meglio se stessi, a rispondere alle proprie domande e ad aumentare la propria autostima. Durante lo Younite Camp ci impegneremo soprattutto

Dettagli

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione

Dal libro Per Amore solo per Amore - Introduzione I poeti generalmente amano i gatti, perché i poeti non nutrono dubbi sulla loro superiorità. Marion C. Garrety che per prima leggi nel mio dolore e silenziosamente ti offri a lenirlo senza chiedere nulla

Dettagli

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza.

E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. E possibile educare e imparare la prosocialità? una proposta curricolare per un educazione alla cittadinanza. Per definizione la Prosocialità è l insieme di quei comportamenti che, senza la ricerca di

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 2

Test di ascolto Numero delle prove 2 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e messaggi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del

Dettagli

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione

1. Nome del corso. A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito. 2. Descrizione 1. Nome del corso A TUTTO BENESSERE Il tuo benessere a 360 Mente Corpo Spirito 2. Descrizione Cosa significa benessere a 360 gradi? Secondo la filosofia olistica, è necessario nutrire ed educare l'intero

Dettagli

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle!

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle! VIAGGIO ALLA SCOPERTA della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Scopri come affrontarle e dominarle! Impara cose importanti. Trova gli alleati per il tuo viaggio! Scopri le armi in tuo possesso.

Dettagli

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in

Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Sono nato in Marocco. Ho un esperienza di lavoro di 14 anni nel mio paese. Ho fatto anche ruolo di sindacato anche nel mio paese. Sono venuto qua in Italia non solo per motivi di lavoro, ma per motivi

Dettagli

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER

SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER SLOWEAR A SLOW TALE CONTEST GIULIA MENICONZI UN AMORE IMPOSSIBILE PARTNER Idea Una ragazza è innamorata della sua istruttrice, ma è spaventata da questo sentimento, non avendo mai provato nulla per una

Dettagli

INSIEME A LUPO ROSSO

INSIEME A LUPO ROSSO Istituto Comprensivo n.1 Bologna Anno Scolastico 2007-2008 Scuola dell'infanzia "Giovanni XXIII" INSIEME A LUPO ROSSO IMPARIAMO LE REGOLE DELLA STRADA PROGETTO DI EDUCAZIONE STRADALE GUIDATO DA SILVIA

Dettagli

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011

ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 ΤΠΟΤΡΓΔΙΟ ΠΑΙΓΔΙΑ ΚΑΙ ΠΟΛΙΣΙΜΟΤ ΓΙΔΤΘΤΝΗ ΜΔΗ ΔΚΠΑΙΓΔΤΗ ΚΡΑΣΙΚΑ ΙΝΣΙΣΟΤΣΑ ΔΠΙΜΟΡΦΩΗ ΣΕΛΙΚΕ ΕΝΙΑΙΕ ΓΡΑΠΣΕ ΕΞΕΣΑΕΙ ΥΟΛΙΚΗ ΥΡΟΝΙΑ 2010-2011 Μάθημα: Ιταλικά Δπίπεδο: 2 Γιάρκεια: 2 ώρες Ημερομηνία: 23 Μαΐοσ

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA

Dalla DIPENDENZA All AUTONOMIA. Dall AUTOSUFFICIENZA All INTERDIPENDENZA USCIRE DALL INFANZIA Il coraggio di educare: avere un progetto per i propri figli Paolo Ragusa Fano, 29 aprile 2015 Il nostro progetto come adulti (genitori e operatori) è aiutare bambini e ragazzi ad USCIRE DALL INFANZIA

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO

CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO CAPITOLO TRE IL MIO MODO DI GIOCARE E LE ESCHE CHE MI ATTIRANO Sommario Nel primo capitolo di questo quaderno lei ha ritenuto che il gioco d azzardo sta causando problemi nella sua vita. Si è posto obiettivi

Dettagli