Comunicazione scientifica

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Comunicazione scientifica"

Transcript

1 Comunicazione scientifica Articolo scientifico (paper e paper-review) Capitolo di libro Tesi Progetto di ricerca Articolo divulgativo Presentazione a convegno (comunicazione, poster) Lezione

2 Comunicazione scientifica Obiettivo: condividere le conoscenze e contribuire all avanzamento della scienza 1)Apportare di nuove conoscenze oppure 2) Riassumere e chiarire le conoscenze in un settore

3 Chiara Comunicazione scientifica Precisa (terminologia adatta) Breve (economia delle parole) Adattata all audience (ricercatori, studenti, tecnici) Onesta e obiettiva

4 Title Abstract Introduction Materials and Methods Results Discussion Conclusions References Acknowledgements Tables and Figures Paper Results and Discussion IMRAD format In un paper-review possono mancare alcune parti come Materials and methods e Results

5 Il lavoro di pubblicazione deve iniziare già nell impostazione delle prove sperimentali

6 Title E la parte più letta di ogni lavoro Deve essere: preciso (non generico, deve differenziare il lavoro) conciso (7-12 parole) attrattivo Idealmente deve contenere le parole chiave Non deve contenere abbreviazioni o sigle Va abbozzato all inizio della stesura del paper ma ridefinito alla fine

7 Title Deve spiegare chiaramente l argomento del lavoro 1. Fattori manipolati (o controllati) 2. Parametri misurati 3. Organismo (o ambito) studiato Effects of Light and Temperature on Escherichia coli Effect of Environmental Factors on Growth of Escherichia coli Effects of Light and Temperature on the Growth of an Organism The Effects of Light and Temperature on the Growth of Escherichia coli If several factors were manipulated: Effects of Several Environmental Factors on Growth of Escherichia coli

8 Title In qualche caso un titolo che riassuma i risultati può essere più efficace: Effect of smoking on academic performance of students Students who smoke get lower grades Effects of dietary fatty acid sources on linoleic acid concentration in dairy cow milk Dietary fatty acid sources affect conjugated linoleic acid concentrations in dairy cow milk

9 Title Il titolo può anche essere spezzato in due parti: Studio psicosociale del comportamento violento in una popolazione di adolescenti a Milano Adolescenti e comportamento violento. Uno studio psicosociale Soluzione adottata di frequente per le reviews: Nutritional factors influencing the nitrogen composition of bovine milk: a review

10 Title Può anche essere espresso in forma interrogativa: Effects of milk intake during childhood on risk of osteoporotic fractures in later life Does milk intake in childhood protect against later osteoporosis?

11 Running title Appare in alto nelle pagine dell articolo: deve riassumere l essenziale in pochissime parole (4-6)

12 Numero degli autori Authors Il primo autore è in genere colui che ha seguito il lavoro in prima persona e normalmente anche colui che lo ha scritto Spesso l ultimo autore è colui che ha ottenuto i finanziamenti Corresponding author

13 Abstract Dopo il titolo è la sezione più letta di ogni lavoro Spesso determina se l articolo verrà letto o meno E di fatto l annuncio pubblicitario del lavoro

14 Abstract Meglio che sia informativo e che riporti i più importanti risultati numerici (non troppi) Non deve mai riportare informazioni che non siano presenti anche nel testo No citazioni, no tabelle o figure, meglio evitare sigle e abbreviazioni Generalmente si usa la terza persona: è stata effettuata una visita presso l azienda XY, e non abbiamo visitato l azienda XY ; si può concludere che i risultati e non posso concludere che i risultati

15 Abstract In genere l estensione è limitata a parole Con sufficiente spazio inserire la motivazione del lavoro al tempo presente Una frase per gli obiettivi al passato Approccio metodologico al passato Risultati al passato Una o due frasi di conclusione al presente E l ultima sezione che viene scritta

16 Abstract Behaviour, performance and health indicators of welfare for dairy cows housed in strawyard or cubicle systems Objective methods are required to assess the welfare of livestock in different environments. Two experiments were conducted to determine comparative indicators of welfare in the two most common loose-housing systems for dairy cows, strawyards and cubicles. Experiment I examined the animal responses to the two housing systems with 16 high- and 16 low-yielding Holstein Friesian cows in a changeover design over two, 4-week periods. Experiment II was carried out over 17 weeks to assess the longer-term responses to the two systems with 24 Holstein Friesian cows. In experiment I cows in the strawyard system had a significantly greater lying time, ruminating time and synchronisation of lying behaviour than the cubicle system. The cows were significantly cleaner in the cubicle system but there were no significant differences between systems in milk production, cell count or locomotion score. High yield cows had a shorter lying time but longer feeding time than low yield cows. The cows of different milk yield level responded similarly to the housing systems, indicating that cows of high milk yield do not require different housing systems from low yield cows. In experiment II there were no significant differences between housing systems in lying, ruminating or synchronisation of lying behaviour. Milk yields were significantly lower in the strawyard than in the cubicle system due to a significantly higher incidence of clinical mastitis. Cell-counts were significantly lower and cows were significantly cleaner in cubicles. There were no significant effects of housing system on hoof dimensions, locomotion score or clinical lameness. It was concluded that total lying time, lying synchrony, milk cell count and locomotion score are potential indicators for the assessment of dairy cow welfare in different housing environments

17 Summary Diverso dall abstract, a volte più lungo Richiesto talvolta per la valutazione dei lavori da ammettere a convegni A differenza dell abstract può in qualche caso contenere tabelle e figure Lo scopo principale è quello di convincere il valutatore dell importanza del lavoro

18 Introduction Parte dal generale per scendere nel particolare Deve: persuadere il lettore che l argomento della ricerca è importante riassumere brevemente le ricerche precedenti, evidenziando ciò che è stato fatto e ciò che non è stato fatto mostrare quali sono le domande aperte sull argomento (e a cui il lavoro spera di rispondere)

19 Introduction Non deve essere una review particolareggiata Inserire solo le informazioni relative all argomento in oggetto Per l introduzione è meglio usare il tempo presente L introduzione si conclude con l obiettivo, al tempo passato. L obiettivo deve essere conciso e chiarissimo

20

21

22

23 Materials and Methods Chiara e completa descrizione delle metodologie sperimentali, analitiche e statistiche adottate Idealmente in ordine cronologico (es.: scelta del gruppo sperimentale, modalità di campionamento, tecniche analitiche, elaborazione dati e analisi statistica) Può essere suddiviso in sottosezioni per maggiore chiarezza

24 Materials and Methods Inserire informazioni sufficienti a consentire la ripetizione del test da parte di un altro ricercatore (anche dati quantitativi) ma omettere i dettagli inutili Eventualmente citare procedure già pubblicate Generalmente si usa il tempo passato

25 Results and Discussion Possono essere separati o combinati Se sono separati, la sezione Results deve riportare solo i risultati della sperimentazione Riportare i risultati più importanti tra quelli mostrati nelle tabelle e nelle figure (eventualmente anche altri non mostrati in tabella) evidenziando differenze e andamenti e non solo i valori numerici Menzionare anche i risultati svantaggiosi per le ipotesi formulate In genere si usa il tempo passato

26 Results and Discussion La sezione Discussion deve: correlare i risultati con le premesse introduttive e con gli obiettivi di cui possono essere o meno la conferma confrontare i dati con altri risultati della letteratura cercare di interpretare i dati ottenuti indicare i limiti del lavoro Se staccata da Results, i risultati e la citazione di tabelle e figure non devono essere ripetuti in questa sezione In genere si usa il tempo presente

27 Conclusions Alle volte la sezione Conclusions può essere fusa con la sezione Discussion Se è staccata dalla discussione deve: riassumere i principali risultati della ricerca chiarire cosa significano per l avanzamento delle conoscenze indicare le applicazioni pratiche oppure suggerire l orientamento di ulteriori ricerche

28 Conclusions No citazioni, abbreviazioni e acronimi Meglio usare il tempo presente Attenzione alle libere interpretazioni o estrapolazioni eccessive: qualsiasi conclusione deve essere solidamente fondata sui risultati del lavoro

29 Conclusions

30 Aknowledgements Ringraziamenti generali: non dimenticate di nominare gli Enti finanziatori (alle volte è prevista una sezione apposita per i finanziamenti) Ringraziamenti specifici: tecnici, colleghi, persone coinvolte Appendix Materiale supplementare non necessario per la comprensione ma utile: questionari, dati, formule, dettaglio di procedure analitiche, ecc. Più frequente nelle tesi

31 Cole et al., 2009

32 References La maggior parte delle citazioni deve riguardare articoli pubblicati su riviste scientifiche peer reviewed Sono ammesse anche altre fonti ma devono essere la minima parte (libri, lavori presentati a convegni, ecc.) Meglio poche citazioni molto autorevoli che molte di basso livello Limitare le autocitazioni (Purtroppo) citare lavori della stessa rivista su cui si vuol pubblicare è ben visto dall editor perché contribuisce ad aumentare l IF della rivista

33 References Ogni rivista scientifica ha il suo formato specifico da rispettare rigorosamente J.Dairy Science Livestock Science

34 References Controllare sempre più e più volte che tutti i lavori citati nel testo siano elencati nella sezione References e viceversa Tipicamente ci sono più errori nella sezione References che in ogni altra sezione Esistono dei software per la gestione delle citazioni bibliografiche L Ateneo di Milano è abbonato a Endnote Web a cui si può accedere tramite credenziali di Ateneo

35 Endnote web Gestisce archivi personalizzati di citazioni scaricabili da banche dati o da riviste o inserite manualmente Consente di inserire la bibliografia all interno di un testo Permette la formattazione della bibliografia con lo stile richiesto dalla rivista Consente la condivisione della bibliografia con altri ricercatori

36

37 Tables and Figures Non presentare mai gli stessi risultati in forma tabulare e grafica contemporaneamente Tabelle quando si vuole dare enfasi ai valori numerici di dati o di parametri statistici Grafici quando si vogliono evidenziare andamenti, distribuzioni, relazioni tra parametri Tutte le tabelle e le figure devono essere citate nel testo. Nel testo evitare di ripetere semplicemente i numeri ma evidenziare andamenti, differenze,ecc.

38 Tables and Figures Non impiegare tabelle o figure per evidenziare risultati che possono essere scritti in breve nel testo Tutte le tabelle e le figure devono essere leggibili e interpretabili da sole Importanza del titolo di tabelle e figure: breve ma chiaro Impiegare le note per rendere tabelle e figure più chiare e meno piene di testo Usare meno abbreviazioni possibile

39 Tables Se è possibile evitare tabelle troppo larghe che obblighino a ruotare la pagina Evitare le linee verticali e ridurre al minimo quelle orizzontali Arrotondare i numeri (3 cifre) Indicare sempre le unità di misura e preferibilmente la numerosità Accompagnare le medie con una misura di dispersione

40 Tables

41 Scegliere accuratamente la migliore disposizione dei dati

42 Figures Devono dare informazioni utili e non ridondanti rispetto al testo o alle tabelle Non devono avere solo valore estetico Attenzione che siano chiare e leggibili, alle volte vengono molto rimpicciolite In genere sono pubblicate in bianco e nero Unità di misura

43 Literature review Literature review (=rassegna bibliografica): analisi dei risultati bibliografici in maniera aggregata, organizzata e critica in maniera tale da poter arrivare a nuove o più definite conclusioni Presentazione dei risultati in forma comparata con evidenza di risultati concordanti e contrastanti L introduzione delle tesi è un tipico esempio di Literature Review

44 Literature review Introduzione generale più varie sezioni che affrontano le diverse aree della tematica Le sezioni devono seguire una sequenza logica e devono andare dal generale al particolare Prima delle conclusioni può esserci un capitolo di General discussion Le conclusioni dovrebbero suggerire nuove aree di ricerca per colmare le lacune della conoscenza

45 Literature review Citare sempre, se possibile, i lavori originali, non altre review o libri a meno che le review non siano arrivate a conclusioni originali superando i lavori Meglio scegliere di riferirsi a pochi lavori molto significativi piuttosto che a molti secondari Attenzione all interpretazione corretta dei risultati dei lavori: non facciamo dire agli autori ciò che non hanno detto

46 Literature review Riportare anche qualche dato numerico, non soltanto le opinioni o le conclusioni degli autori Può essere utile combinare i dati derivanti da diversi lavori in un unica tabella o figura Hussein and Sakuma, 2004

47 Thesis L introduzione di una tesi segue le regole di una literature review L introduzione può essere molto ampia e divisa in sezioni Deve concludersi con l evidenza delle carenze della conoscenza sull argomento Colmare tali carenze sarà l obiettivo del lavoro

48 Thesis Il corpo centrale della tesi può essere diviso in più capitoli che illustrano i diversi esperimenti condotti Se gli esperimenti condotti sono diversi tra loro ciascuno avrà propri Materiali e metodi, propri Risultati e discussione e proprie Conclusioni Seguiranno Conclusioni generali (eventualmente precedute da Discussione generale) Se invece gli esperimenti sono simili è possibile fare un solo capitolo di Materiali e metodi e un solo capitolo di Conclusioni

49 Research proposal Simile ad un articolo scientifico Title, Summary, Introduction, Research objectives Research Plan (materiale e metodi) Time schedule (materiale e metodi) Expected outcomes (risultati) Dissemination Budget Collaborating institutions Literature references Competence of applicants (CV)

50 Articoli su riviste divulgative Adattamento all audience Meno dettagli e più spiegazioni rispetto ad un articolo scientifico Più attenzione nell attrarre l interesse Titolo breve e molto attraente Premessa che sottolinei l importanza del tema La descrizione dell approccio metodologico deve essere breve e essenziale

51 Scientific paper

52 Peer review (revisione paritaria) Invio del manoscritto al comitato editoriale della rivista Prima valutazione dell editor Quindi il manoscritto viene sottoposto a due o più referees (revisori), esperti nel settore scientifico e anonimi (e non pagati!) I referees redigono un parere motivatamente favorevole o contrario alla pubblicazione (referee's report), sulla base della correttezza, completezza, originalità e rilevanza del lavoro, nonché della conformità alle linee editoriali della rivista. il report (responso) di ciascun referee è inviato agli autori del lavoro

53 Peer review Report: Accepted Accepted with minor revision Accepted with major revision Rejected gli autori possono quindi inviare una nuova versione dell'articolo che tenga conto dei rilievi formulati, o anche contestare le obiezioni mosse Se alla fine di questo processo i pareri dei referees risultano contrastanti, la decisione finale sulla pubblicazione è presa dal comitato editoriale

54 Peer review E un processo lungo (6-12 mesi) che può rallentare il progresso delle conoscenze Non è detto che sia obiettivo e riproducibile A study of the most cited manuscripts in chemistry indicates that graded referee judgements were negatively correlated with later judgements of merit, as measured by citations (Campanario, 2000)

55 Peer review php.scripts.psu.edu

56 Paper su rivista scientifica Si stima che dal 50 al 90% dei papers inviati a riviste scientifiche non vengano accettati Veterinary Records: 25% of submissions rejected without external peer review Annals of Botany: average rejection rate 70% Nature: receives 10,000 papers/year, 60 % by editors; publishes about 7 % of submissions 14 Food Research journals (Meat Sci., Dairy Sci., ecc.): papers published 348 days after submission; 86% of manuscripts are corrected (Amat, 2007)

57 Paper su rivista scientifica Scegliere bene la rivista target (anche in funzione dell IF ma non solo) Leggere un po di abstract recenti di lavori pubblicati Ragionevolmente la rivista potrebbe/dovrebbe comparire nei lavori citati nel tuo paper E probabile che tra i referees ci sarà un autore che ha pubblicato spesso su quella rivista e che tu hai citato Scrivere seguendo attentamente le regole della rivista ma pensando anche allo stile e filosofia della rivista

58 Impact factor and rejection percentage 60 scientific journals in Ecology Aarsen et al., 2008

59 Impact factor IF - indicatore di natura bibliometrica, assai noto internazionalmente Detti: X: il numero di citazioni di articoli della rivista considerata, rilevate complessivamente nel biennio precedente all'anno di riferimento Y: il numero di articoli pubblicati dalla rivista considerata nel biennio precedente all'anno di riferimento il rapporto X/Y viene definito come "fattore di impatto" IF della rivista per l'anno considerato la variabile più importante che determina lo IF di una rivista è certamente il numero di citazioni che sono abituati ad inserire nei loro lavori gli autori che vi contribuiscono (Barbieri)

60 Impact factor Institute of Scientific Information (ISI), raccoglie i dati necessari per calcolare l IF (istituto privato!) Archivio elettronico delle citazioni Science Citation Index (SCI). Journal Citation Report accessibile biblioteca digitale di ateneo

61

62 Impact factor

63 Strumenti da ridere SCIgen is a program created by scientists at the Massachusetts Institute of Technology that randomly generates nonsense in the form of computer science research papers, including graphs, diagrams, and citations. One useful purpose for such a program is to auto-generate submissions to conferences that you suspect might have very low submission standards. In 2005 a paper generated by SCIgen, Rooter: A Methodology for the Typical Unification of Access Points and Redundancy, was accepted as a "non-reviewed" paper to the 2005 World Multiconference on Systemics, Cybernetics and Informatics and the authors were invited to speak.

64

65

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo

I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche. di Laura Colombo I sistemi di valutazione delle pubblicazioni scientifiche di Laura Colombo Ultimo aggiornamento: marzo 2011 Sommario L analisi bibliometrica Indicatori bibliometrici o Impact Factor o Immediacy Index o

Dettagli

Per far sviluppare appieno la

Per far sviluppare appieno la 2008;25 (4): 30-32 30 Maria Benetton, Gian Domenico Giusti, Comitato Direttivo Aniarti Scrivere per una rivista. Suggerimenti per presentare un articolo scientifico Riassunto Obiettivo: il principale obiettivo

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Prodotto Isi Web Knowledge

Prodotto Isi Web Knowledge Guida pratica all uso di: Web of Science Prodotto Isi Web Knowledge acura di Liana Taverniti Biblioteca ISG INMP INMP I prodotti ISI Web of Knowledge sono basi di dati di alta qualità di ricerca alle quali

Dettagli

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO

CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO CHE COS E UN ARTICOLO SCIENTIFICO è il resoconto di uno studio completo e originale, con struttura ben definita e costante: rappresenta il punto finale di una ricerca (in inglese: paper, article) STRUTTURA

Dettagli

Come si trova l Impact Factor di una rivista?

Come si trova l Impact Factor di una rivista? Journal Citation Report ovvero: Come si trova l Impact Factor di una rivista? a cura di Francesca De Rosa Biblioteca Dermatologica dell Istituto San Gallicano Indice: Che cos è l Impact Factor? Come si

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi

Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Aggiornamenti CIO Rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi Istruzioni per gli Autori Informazioni generali Aggiornamenti CIO è la rivista ufficiale del Club Italiano Osteosintesi e pubblica articoli

Dettagli

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni

Citazioni bibliografiche: criteri e indicazioni. di Ilaria Moroni : criteri e indicazioni di Ilaria Moroni Ultimo aggiornamento: giugno 2010 A) Sistema classico (autore-titolo) nel corpo del testo: es. frase citata da un libro ¹ [N nota in apice] in nota a piè di pag.:

Dettagli

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search

Web of Science SM QUICK REFERENCE GUIDE IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? General Search T TMTMTt QUICK REFERENCE GUIDE Web of Science SM IN COSA CONSISTE WEB OF SCIENCE? Consente di effettuare ricerche in oltre 12.000 riviste e 148.000 atti di convegni nel campo delle scienze, delle scienze

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna

Come scrivere un articolo scientifico La rassegna Come scrivere un articolo scientifico Con il termine "rassegna" si intende una sintesi critica dei lavori pubblicati su uno specifico argomento. Essa, pertanto, va incontro ad una esigenza particolarmente

Dettagli

Come scrivere una Review

Come scrivere una Review Come scrivere una Review Federico Caobelli per AIMN Giovani Fondazione Poliambulanza - Brescia federico.caobelli@gmail.com SOMMARIO Nel precedente articolo, scritto da Laura Evangelista per AIMN Giovani,

Dettagli

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida

Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida Come recuperare il Citation Index di un articolo o di un autore: breve guida A cura del Gruppo Informazione e comunicazione della Biblioteca Biomedica Redazione: Tessa Piazzini Premessa: Solitamente parlando

Dettagli

Istruzioni per gli autori

Istruzioni per gli autori Istruzioni per gli autori Informazioni generali LO SCALPELLO OTODI Educational è la rivista ufficiale della Società Italiana degli Ortopedici e Traumatologi Ospedalieri d Italia (OTODI) e pubblica articoli

Dettagli

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS

Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS CONFERENCE Institutional archives for research: experiences and projects in open access Istituto Superiore di Sanità Rome, 30/11-1/12 2006 Definizione di una policy per l archivio istituzionale ISS Paola

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi

EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi ENDNOTE WEB EndNote Web è un servizio online per la gestione di bibliografie personalizzate integrabili nella redazione di testi: paper, articoli, saggi EndNote Web consente di: importare informazioni

Dettagli

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.

Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx. Qual è l errore più comune tra i Trader sul Forex e come possiamo evitarlo? David Rodriguez, Quantitative Strategist drodriguez@dailyfx.com Avvertenza di Rischio: Il Margin Trading su forex e/o CFD comporta

Dettagli

Web of Science. Institute for Scientific Information

Web of Science. Institute for Scientific Information Web of Science Institute for Scientific Information Web of Knowledge è la piattaforma che che permette di raggiungere le prestigiose banche dati prodotte dall'institute of Scientific Information (ISI).

Dettagli

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche

GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB. A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche GOOGLE, WIKIPEDIA E VALUTAZIONE SITI WEB A cura delle biblioteche Umanistiche e Giuridiche ISTRUZIONI PER Usare in modo consapevole i motori di ricerca Valutare un sito web ed utilizzare: Siti istituzionali

Dettagli

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC

EndNote Web. Quick Reference Card THOMSON SCIENTIFIC THOMSON SCIENTIFIC EndNote Web Quick Reference Card Web è un servizio online ideato per aiutare studenti e ricercatori nel processo di scrittura di un documento di ricerca. ISI Web of Knowledge, EndNote

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA

LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA LINEE GUIDA PER LA REVISIONE SISTEMATICA DI LETTERATURA report tecnico nr. 03/08 v. 1 indice dei contenuti 1. Utilità delle RSL Pag. 1 2. Principali metodi Pag. 2 3. Esempi di RSL Pag. 3 4. Protocollo

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Art. 3 Procedura di selezione

Art. 3 Procedura di selezione Regolamento per l'attribuzione a professori e ricercatori dell'incentivo di cui all'articolo 29, comma 19 della legge 240/10 (Emanato con Decreto del Rettore n.110 del 4 aprile 2014) Art. 1 Oggetto 1.

Dettagli

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso

Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA. Premesso Criteri, parametri e indicatori per l abilitazione scientifica nazionale AREA 01 MATEMATICA E INFORMATICA Premesso che l attività scientifica e di ricerca nei settori MAT/01-09 e INF/01 consiste principalmente

Dettagli

Ministero, dell'istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero, dell'istruzione, dell Università e della Ricerca Prot. n. 612 Spedito il 30/3/2010 All On.le Ministro SEDE OGGETTO: Valutazione della ricerca. Adunanza del 25.03.2010 IL CONSIGLIO UNIVERSITARIO NAZIONALE APPROVA IL SEGUENTE DOCUMENTO: Introduzione Ogni

Dettagli

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013

Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza assolute e relative delle risposte alle domande. Ottobre 2013 Consultazione Pubblica per l istituzione dell Anagrafe Nazionale Nominativa dei Professori e dei Ricercatori e delle Pubblicazioni Scientifiche (ANPRePS) Appendice 2: Tabelle delle distribuzioni di frequenza

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale 1 Oggetto 2 2 Obiettivo 2 3 Requisiti 2 3.1 Contenuto 2 3.2 Forma 2 3.3 Volume 3 3.4 Lingua 3 3.5 Lavoro individuale

Dettagli

RefWorks Guida all utente Versione 4.0

RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Accesso a RefWorks per utenti registrati RefWorks Guida all utente Versione 4.0 Dalla pagina web www.refworks.com/refworks Inserire il proprio username (indirizzo e-mail) e password NB: Agli utenti remoti

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet

Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet scrivere in medicina Come scrivere un articolo scientifico La bibliografia: citare da Internet L emergere di Internet come fonte preziosa di informazioni, ha reso necessaria la definizione di alcune regole

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia

Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Dati della ricerca. Quali i risultati? Jonathan Trobia Introduzione I percorsi di Arte Terapia e Pet Therapy, trattati ampiamente negli altri contributi, sono stati oggetto di monitoraggio clinico, allo

Dettagli

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita

Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita Modificazioni dello spazio affettivo nel ciclo di vita di Francesca Battisti Come gestiamo le nostre emozioni? Assistiamo ad esse passivamente o le ignoriamo? Le incoraggiamo o le sopprimiamo? Ogni cultura

Dettagli

Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo?

Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo? Procedure di presentazione e di valutazione delle Proposte in FP7: cosa c é di nuovo? Mario Catizzone RTD: I/1 Valutazione delle proposte di ricerca in FP7 il processo di valutazione ha raggiunto uno standard

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici

Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici Documento di accompagnamento: mediane dei settori non bibliometrici 1. Introduzione Vengono oggi pubblicate sul sito dell ANVUR e 3 tabelle relative alle procedure dell abilitazione scientifica nazionale

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology

QUEST. Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology QUEST Quebec User Evaluation of Satisfaction with assistive Technology versione 2.0 L. Demers, R. Weiss-Lambrou & B. Ska, 2000 Traduzione italiana a cura di Fucelli P e Andrich R, 2004 Introduzione Il

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti

La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Seminario Valutazione PON Roma, 29 marzo 2012 La valutazione degli effetti dei Programmi: il progetto PQM e altre indagini sui dati acquisiti Elena Meroni - Università di Padova e INVALSI Daniele Vidoni

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

attività motorie per i senior euro 22,00

attività motorie per i senior euro 22,00 Le attività motorie Chi è il senior? Quali elementi di specificità deve contenere la programmazione delle attività motorie destinate a questa tipologia di utenti? Quali sono le capacità motorie che necessitano

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Università di Camerino

Università di Camerino Università di Camerino FONDO DI ATENEO PER LA RICERCA Bando per il finanziamento di Progetti di Ricerca di Ateneo Anno 2014-2015 1. Oggetto del bando L Università di Camerino intende sostenere e sviluppare,

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta)

- transitivi Gianni ha colpito Pietro Ha mangiato (la pasta) Teoria tematica Ogni predicato ha una sua struttura argomentale, richiede cioè un certo numero di argomenti che indicano i partecipanti minimalmente coinvolti nell attività/stato espressi dal verbo stesso.

Dettagli

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC

il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC il software per la gestione del programma scientifico SEMTIFIC le principali funzioni 1/2 CARATTERISTICHE DEL CONGRESSO SCIENTIFICO - Possibilità di predefinire le caratteristiche del congresso a supporto

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD)

LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) LINEE GUIDA per la compilazione della Scheda Unica Annuale della Ricerca Dipartimentale (SUA-RD) Indice 1. Le basi normative e aspetti generali 2. Parte I: obiettivi, risorse e gestione del Dipartimento

Dettagli

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007

OCS in un ora. Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0. OCS in un ora. Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 Introduzione a Open Conference Systems Versione 2.0 Ultimo aggiornamento: dicembre 2007 1 Open Conference Systems è un iniziativa di ricerca sviluppata dal Public Knowledge Project dell Università della

Dettagli

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1

SUA-RD. Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara. 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 SUA-RD Presidio Qualità Ateneo Università di Ferrara 8 Gennaio 2015 Presidio Qualità Ateneo 1 Finalità della presentazione Questa presentazione ha lo scopo di esaminare le modalità di compilazione della

Dettagli

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro.

Behavior-Based BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro. Behavior-Based Based Safety (B-BS) BS) Riduzione degli incidenti e sviluppo della cultura della sicurezza agendo sui comportamenti nei luoghi di lavoro Italo Viganò Cosa causa gli incidenti Behavior &

Dettagli

Linee Guida. Redazione e Valutazione. Abstract

Linee Guida. Redazione e Valutazione. Abstract Società Italiana di Farmacia Ospedaliera e dei Servizi Farmaceutici delle Aziende Sanitarie Linee Guida Redazione e Valutazione Abstract Questo documento è di proprietà della SIFO. Ogni riproduzione, se

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

Linee guida per il reporting di sostenibilità

Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Linee guida per il reporting di sostenibilità 2000-2011 GRI Versione 3.1 2000-2011 GRI Versione 3.1 Linee guida per il reporting di sostenibilità RG Indice Prefazione Lo sviluppo sostenibile e l imperativo

Dettagli

OSSERVATORIO DELLA RICERCA. Definizione e principali criteri di valutazione dei prodotti della ricerca

OSSERVATORIO DELLA RICERCA. Definizione e principali criteri di valutazione dei prodotti della ricerca OSSERVATORIO DELLA RICERCA Definizione e principali criteri di valutazione dei prodotti della ricerca Bologna Giugno 2013 INDICE INTRODUZIONE L ANAGRAFE DELLA RICERCA DEFINIZIONI - 4 - - 5 - - 6 - CONTRIBUTO

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001

Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Energy Data Management System (EDMS): la soluzione software per una gestione efficiente dell energia secondo lo standard ISO 50001 Oggi più che mai, le aziende italiane sentono la necessità di raccogliere,

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

SUR+ OA: Configurazione del processo di import. Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010

SUR+ OA: Configurazione del processo di import. Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010 SUR+ OA: Configurazione del processo di import Versione: 0.6 (draft) 25 agosto 2010 Autore: Andrea Bollini 1. Premessa E possibile configurare un mapping dei dati recuperati da banche dati esterne verso

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Energy risk management

Energy risk management Il sistema di supporto alle tue decisioni Energy risk management Un approccio orientato agli attori M.B.I. Srl, Via Francesco Squartini 7-56121 Pisa, Italia - tel. 050 3870888 - fax. 050 3870808 www.powerschedo.it

Dettagli

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE???

Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Istituto Tecnico Commerciale Indirizzo AFM articolazione SIA PERCHE??? Opportunità di lavoro: ICT - Information and Communication Technology in Azienda Vendite Acquisti Produzione Logistica AFM SIA ICT

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

La ricerca non sperimentale

La ricerca non sperimentale La ricerca non sperimentale Definizione Ricerca osservazionale: : 1. naturalistica Ricerca osservazionale: : 2. osservatori partecipanti Ricerca d archiviod Casi singoli Sviluppo di teorie e verifica empirica

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

ECTS - Guida per l'utente

ECTS - Guida per l'utente ECTS - Guida per l'utente Ulteriori informazioni sull Unione Europea compaiono nel sito http://europa.eu Titolo originale: ECTS Users Guide edito nel 2009 dalla Commissione Europea Traduzione in Italiano

Dettagli

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure.

Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. Condivisione delle risorse e Document Delivery Internazionale: Principi e linee guida per le procedure. TRADUZIONE A CURA DI ASSUNTA ARTE E ROCCO CAIVANO Prima versione dell IFLA 1954 Revisioni principali

Dettagli

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA?

HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE. Cosa è l HTA? HTA: PRINCIPI, LOGICHE OPERATIVE ED ESPERIENZE Cosa è l HTA? Marco Marchetti Unità di Valutazione delle Tecnologie Policlinico Universitario "Agostino Gemelli Università Cattolica del Sacro Cuore L Health

Dettagli

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza.

Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. Condizioni di utilizzo aggiuntive di Acrobat.com Ultimo aggiornamento avvenuto il 18 giugno 2014. Sostituisce la versione del 2 maggio 2013 nella sua interezza. SERVIZI ONLINE ADOBE RESI DISPONIBILI SU

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM

CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM CRITERI PER L ASSEGNAZIONE DI CREDITI ALLE ATTIVITA ECM 1. Introduzione 2. Pianificazione dell attività formativa ECM 3. Criteri per l assegnazione dei crediti nelle diverse tipologie di formazione ECM

Dettagli

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014)

Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti. (testo in vigore al 1º luglio 2014) Regolamento d esecuzione del Trattato di cooperazione in materia di brevetti (testo in vigore al 1º luglio 2014) Nota dell editore: Per ottenere i dettagli delle modifiche del Regolamento d Esecuzione

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema

Process mining & Optimization Un approccio matematico al problema Res User Meeting 2014 con la partecipazione di Scriviamo insieme il futuro Paolo Ferrandi Responsabile Tecnico Research for Enterprise Systems Federico Bonelli Engineer Process mining & Optimization Un

Dettagli

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO

Presentazioni multimediali relative al senso del tatto DIMENSIONI LIVELLO INIZIALE LIVELLO INTERMEDIO LIVELLO AVANZATO PERCORSO DI INSEGNAMENTO/APPRENDIMENTO TIPO DI UdP: SEMPLICE (monodisciplinare) ARTICOLATO (pluridisciplinare) Progetto didattico N. 1 Titolo : Let s investigate the world with our touch! Durata: Annuale

Dettagli