John J. Stropko, DDS. Stephen F. Schwartz, DDS, MS

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "John J. Stropko, DDS. Stephen F. Schwartz, DDS, MS"

Transcript

1 Volume 12 Numero 1, Anno 2009 Poste Italiane S.p.A. Spedizione in abbonamento postale - contiene I.P. John J. Stropko, DDS Stephen F. Schwartz, DDS, MS Nr. 1 Anno 2009

2 Sommario Pag. 4 Il successo in endodonzia: tutto ruota intorno al terzo apicale. E. Steve Senia, DDS, MS, BS Pag. 16 I Twisted File: la più grande generazione di strumenti rotanti in nichel titanio Philippe Sleiman Pag. 28 La tecnica del sistema S :il sigillo dell intero sistema canalare per il successo John J. Stropko, DDS Pag. 48 Anestesia pulpare: decidere in base all evidenza scientifica Stephen F. Schwartz, DDS, MS Pag. 54 Notizie da tutto il mondo L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr. 1 1 Trimestre 2009 Direttore Responsabile Dr. Arnaldo Castellucci Impaginazione e grafica copertina Mauro Coira - Comitato Scientifico Dr. Enrico Cassai, Dr. Marco Colla, Dr. Gianpaolo Conforti, Dr.ssa Antonella Dell Agnola, Dr. Lucio Della Toffola, Dr.ssa Rada Innamorato, Dr. Davide Pansecchi, Dr. Stefano Patroni, Dr. Claudio Pisacane, Dr.ssa Alessandra Rossi, Dr. Luigi Scagnoli, Dr.ssa Ornella Tulli, Dr. Simone Vaccari Editore Dental Top Distribution S.r.l. Sede Legale Via Monte Barro 6/ Vercurago - Lecco Direzione, redazione, pubblicità, abbonamenti e diffusione Tel Fax e.mal: Registrazione Tribunale di Firenze n 4661 del Spedizione in abbonamento postale Stampa Bardelli Arti Grafiche Srl - Albizzate (VA) Abbonamenti Via Monte Barro 6/ Vercurago - Lecco Per informazioni sulle modalità di abbonamento scrivere all indirizzo sopra indicato o telefonare al numero L abbonamento può avere inizio in qualsiasi periodo dell anno e comprende l invio di quattro numeri. Per il rinnovo dell abbonamento attendere l avviso di scadenza. Per iil cambio di indirizzo informare il Servizio Abbonamenti almeno 30 giorni prima del trasferimento: il servizio è gratuito. Abb. Italia: 98,00. Il pagamento può essere effettuato tramite c/c postale intestato a Dental Top Distribution Srl o mediante invio di Assegno Bancario Non Trasferibile intestato a Dental Top Distribution Srl - Via Monte Barro 6/ Vercurago - Lecco. Abb. Paesi Europei: 196,00 Abb. USA e Canada: US$ 294,00 Abb. Paesi America Latina: US$ 320,00 Arretrati I numeri arretrati, fuori abbonamento, vanno richiesti a Dental Top Distribution Srl - via Monte Barro 6/ Vercurago - Lecco - Tel Fax inviando anticipatamente l importo pari a a copia, con Assegno Bancario Non Trasferibile o mediante versamento con bollettino di c/c postale n intestato a Dental Top Distribution Srl. La disponibilità di copie arretrate è limitata, salvo i numeri esauriti. Finito di stampare nel Giugno 2009 Pag. - 3

3 E. Steve Senia, DDS, MS, BS Il successo in endodonzia: tutto ruota intorno al terzo apicale. È inutile dirlo che come professionisti dovremmo batterci per un livello di successo che sia il più alto possibile. Tuttavia, dovendo definire e determinare il successo a lungo termine non è sempre tutto o bianco o nero. Per esempio, un dente che fa male durante la masticazione è davvero un successo? Alcuni dicono di sì, dato che esso è ancora in bocca. Non condivido questo modo di pensare. Per potersi definire un successo i casi devono consentire la funzione masticatoria e non devono evocare dolore. Analogamente, quanto tempo dovrebbe trascorrere prima di poter decretare il successo di un trattamento canalare? Comunemente tre anni. Terapie canalari inadeguate ed anche molto mediocri spesso hanno almeno quella durata, o persino di più, grazie ad un efficiente sistema immunitario. Credo che la maggior parte dei fallimenti di origine endodontica sia causata da un inadeguata detersione apicale. E basta! All università ci hanno insegnato che la detersione e l otturarazione dei canali, specialmente nel loro terzo apicale, sono le fasi più critiche della terapia endodontica. Il concetto base non è cambiato e neanche il fatto che strumentare il terzo apicale è di solito la parte più difficile della procedura. Nei miei tanti anni di insegnamento e di attività di relatore, non ho mai riscontrato che queste convinzioni largamente accettate venissero seriamente messe in discussione. Dato che quasi tutti i dentisti sono d accordo su quanto appena dettto, perché in così gran numero adoperano ancora strumenti e tecniche che non si addicono a questioni di vitale importanza come queste? Perché siamo stati lenti a convertirci a strumenti e tecniche migliori? La risposta è nella pigrizia. È più semplice continuare a fare la stessa cosa ripetutamente piuttosto che cambiare. Ma è forse questo il modo di comportarsi di un professionista attento e scrupoloso? Circa 20 anni fa Bill Wildey ed io mettemmo in discussione il design antiquato di strumenti tipo K-File. Imparammo che i metalli e le tecnologie meccaniche esistenti erano i fattori limitanti. Puoi sognare lo strumento ideale, ma puoi avere solo ciò che attualmente può essere costruito. Persino oggi le tecnologie meccaniche ed i materiali sono ancora i fattori limitanti, ma essi hanno fatto progressi enormi. Se da una parte il NI-TI è preferibile all acciaio per molti versi, dall altra i costruttori hanno semplicemente cambiato il materiale ma hanno conservato il disegno base con la sua conicità. Una via di mezzo. Dopo aver esaminato al microscopico un numero molto elevato di sezioni trasversali di denti trattati endodonticamente, divenne penosamente ovvio per me e Bill che molte volte i trattamenti canalari non puliscono adeguatamente il terzo apicale dei canali. Necessitavamo chiaramente di strumenti e tecniche migliori. Sviluppammo prototipi del nostro design levigando i K-File fino a formare uno strumento con lama corta posta alla fine di un gambo lungo, liscio e Pag. - 6

4 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr flessibile. Perché proprio questo design? Noi teorizzammo che pulire la parte più estrema di un lungo tubo (canale) richiedesse uno strumento simile ad un utensile meccanico da pulizia idraulica, prodotto dalla azienda americana Roto-Rooter (un tagliente corto alla fine di un gambo lungo e flessibile) (Fig.1). Nel 1992 riportammo i nostri pensieri e le nostre scoperte in un articolo titolato Un altro look alla strumentazione canalare. 1 ANATOMIA CANALARE La tomografia computerizzata ha reso la visualizzazione dei sistemi canalari un compito molto più semplice. Abbiamo imparato che quasi tutti i canali sono curvi. Quello che può apparire come un canale dritto in una radiografia bidimensionale, quasi sempre ha qualche grado di curvatura su un piano non visibile. In più la forma della sezione trasversa della maggior parte dei canali non è rotonda ma ovale (mimando la forma ovale della maggior parte delle radici). In ultimo, pochi canali hanno una conicità costante; al contrario essi mostrano pareti pressoché parallele in segmenti multipli attraverso tutta la lunghezza del canale. Ecco alcune generalizzazioni circa l anatomia canalare degne di essere ricordate: 1) Nella maggior parte dei casi i canali sono curvi in una o più direzioni. Più severa è la curva, più difficile è il trattamento. 2) Nella maggior parte dei casi i canali sono ellittici in sezione trasversa. I canali ellittici hanno due diametri, uno minore (più piccolo) e uno maggiore 1 (più grande). La qualità della detersione dipende da una strumentazione che arrivi al diametro più largo, la Larghezza di Lavoro (Fig. 2a). La Larghezza di Lavoro viene meglio compresa studiando le sezioni trasverse del tratto apicale dei canali. Se viene misurato il diametro più grande del canale originale, la corretta larghezza di lavoro è quella di uno strumento di una taglia appena più grande rispetto a quella dimensione. 3) La costrizione apicale è il punto più stretto del canale, con un diametro che in media è di poco al disotto di 0.30 mm. Comunque, è questo è importante, appena coronalmente alla costrizione apicale i diametri canalari aumentano significativamente in un range che va da 0.35 a 1.00 mm e ancora di più. 2-4 L IMPORTANZA DELLA SENSI- BILITA TATTILE Dato che non abbiamo la possibilità di vedere in profondità all interno dei canali curvi, noi facciamo affidamento Fig.1 Un serpente idraulico in un articolo di endodonzia? I consulenti in business management lo chiamano Best Practices riferendosi al modo in cui altri hanno risolto un problema simile e con tale termine vogliono indicare l applicazione dei loro princìpi alla tua specifica situazione. Pag. - 7

5 PROFILO DELL AUTORE Il Dr. E. Steve Senia ha ottenuto la laurea in Odontoiatria presso la Marquette University nel Nel 1969 ha ricevuto il Master e la Specializzazione in Endodonzia presso la Ohio State University. E stato Professor and Director dell Endodontic Postdoctoral Program presso la University of Texas Dental School di San Antonio fino al 1992, anno in cui è andato in pensione. Il Dr. Senia è Diplomate of the American Board of Endodontics. E stato membro dell Editorial Board e dello Scientific Advisory Panel del Journal of Endodontics, Editorial sulla risposta di tipo tattile che riceviamo dallo strumento al fine di ottenere indizi circa l anatomia canalare. Le statistiche sui canali sono utili, ma dato che questi differiscono ampiamente fra loro, noi lavoriamo alla cieca senza ricevere informazioni dagli strumenti. Finiamola di pensare che i canali hanno di base la stessa taglia e forma, poiché non è così. La soluzione è quella di smettere di indovinare e iniziare ad utilizzare gli strumenti che forniscano un accurata risposta. Noi dovremmo personalizzare ognuna delle nostre preparazioni canalari. Come affermò giustamente Spangberg, trattare i canali in modo similare è come costringere ognuno a calzare scarpe della stessa taglia: non esiste una sola taglia adatta per tutti! 5 I CAMBIAMENTI SI INIZIANO METTENDO IN DISCUSSIONE GLI ORIENTAMENTI ATTUALI E CREANDO NUOVI PARADIGMI Dato che i canali nella maggior parte dei casi sono curvi, gli strumenti non dovrebbero essere più flessibili possibile? Non dovrebbero avvisarci quando incontrano una curva tanto severa da portarli vicino alla frattura? Dato che la frattura dello strumento è argomento di grande interesse e preoccupazione, coloro che li costruiscono non dovrebbero renderli più sicuri? Non abbiamo smesso di guidare le auto; piuttosto abbiamo installato cinture di sicurezza, sistemi frenanti antibloccaggio (ABS) e Airbag per una maggiore sicurezza. Superare il rischio della frattura adoperando gli strumenti una sola volta è una soluzione costosa e che d altra parte non sempre funziona. Dato che i canali sono ovali (Fig. 2a), uno strumento non dovrebbe dirci Fig. 2a Un canale puramente ovale è qualcosa di semplicistico, ma aiuta a rendere l idea. L ampiezza di lavoro viene compresa meglio analizzando le sezioni trasverse del tratto apicale dei canali. Se il diametro più ampio del canale originario viene misurato, la corretta ampiezza di lavoro è quella dello strumento di una taglia appena più grande di quella dimensione. Fig. 2b Uno strumento che taglia solo al minor diametro lascia gran parte delle pareti non trattate. 2a 2b Pag. - 8

6 Advisor della rivista Endodontic Practice e consulente per il Nasa Space Program. Ha insegnato e pubblicato numerosi articoli ed è coinventore degli strumenti LightSpeedLSX e del sistema per otturazione scanalare Simplifill. Il Dr. Senia può essere contattao all indirizzo L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr Fig. 2c Alcuni strumenti possono dirti quando stai lavorando e tagliando al diametro minore ma è estremamente più utile quando ti avvisano che lo stai facendo con lo strumento che taglia al diametro maggiore. Fig. 2d Gli strumenti devono essere della taglia appropriata e abbastanza flessibili da rimanere centrati nel canale. La corretta taglia dello strumento produce più danni che benefici se non è flessibile e si verifica un trasporto d apice. 2c quando non sta tagliando a livello delle pareti canalari del terzo apicale, quando lo sta facendo a livello del diametro minore (Fig. 2b) e quando invece sta tagliando su tutte le pareti canalari, avendo raggiunto la dimensione del diametro maggiore (Fig. 2c)? Sperimentando questi passaggi, potremmo essere in grado di sapere quando la strumentazione apicale è completa. Chiaramente se terminiamo la strumentazione al diametro minore, le due estremità allungate del canale rimarrebbero non strumentate e piene di residui. Tuttavia, strumentare solamente fino al corretto diametro non è sufficiente. Uno strumento rigido che trasporta il forame può fare più male che bene (Fig. 2d). Nella maggior parte dei casi, i canali non hanno conicità costante. In molti casi le pareti canalari sono parallele in alcuni tratti del canale. Questa forma non sempre si presta ad essere strumentata fino ad una forma conica ideale. Così, perché i nostri strumenti dovrebbero essere di una certa conicità e 2d perché dovremmo insistere su una forma conica artificiale se sappiamo che ciò non si accorda con l anatomia naturale? Al contrario la strumentazione canalare dovrebbe riprodurre strettamente l anatomia originaria, dall orifizio fino alla lunghezza di lavoro. I canali differiscono ampiamente nei diametri apicali (Figg. 3a, 3b), di solito da 0.35 a 1.00 mm o più. Gli strumenti dovrebbero dirci quando il canale è 3a Pag. - 9

7 Il successo in endodonzia: tutto ruota intorno al terzo apicale. questa solamente una manovra di marketing ostentata in barba alle schiaccianti prove cliniche e alle evidenze scientifiche che la dimensione dei canali varia ampiamente? Non è forse arrivato il momento di mettere in discussione le tecniche che promuovono solo pochi strumenti? Dobbiamo forse avere così tanta fretta da compromettere le strutture anatomiche e i risultati clinici? 3b Figg. 3A e 3b Le tavole mostrano le misure delle preparazioni canalari nel terzo apicale (range di larghezza di lavoro). Notare che la taglia minore è 0.35 (corrispondente a strumenti di calibro 35 in punta). Comunque nella maggior parte dei casi, i valori relativi a queste ampiezze sono molto maggiori. Lo scopo della strumentazione è usare il corretto Final Apical Size (strumento di una misura finale giudicata corretta per ciascun canale), abbastanza flessibile da rimanere centrato nel canale. Come ho detto prima, gli strumenti più rigidi causano più danni che benefici. Figg. 4a e 4b L LSX ha una lama tagliente corta, una punta non lavorante e un gambo altamente flessibile e liscio. Questo design lo rende ideale per preparare il terzo apicale del canale - la parte più importante e difficile da preparare in modo appropriato. Esso possiede anche un sistema a rilascio di sicurezza che riduce enormemente le possibilità di lasciare uno strumento rotto nel canale. stato preparato in modo appropriato. Se non lo fanno, allora come supponiamo di poterlo fare noi? In più, non dovrebbe essere resa disponibile un ampia gamma di strumenti per uguagliare l ampia gamma di misure canalari? Non è piuttosto stupefacente il fatto che alcuni costruttori attualmente vantano un sistema di strumenti che ne contiene solo pochi? Non è dunque 4a 4b Applicazione di un nuovo paradigma Il nuovo strumento LightSpeed LSX e il Sistema d irrigazione EndoVac sono i punti fermi di un nuovo paradigma che chiamiamo Smart Endodontics. Discuteremo su come l Endovac stia creando un nuovo paradigma d irrigazione in un futuro articolo. Per ora ci soffermeremo su come l LSX (Figg. 4a, 4b) stia spostando il nostro modo di pensare lontano dai correnti paradigmi di strumentazione. Flessibilità Se paragonato agli strumenti conici, l LSX è di gran lunga il più flessibile. Per uno stesso diametro in punta, nessun design di altri strumenti gli si avvicina minimamente. La flessibilità permette la strumentazione di quei diametri apicali larghi che per natura ci capita di affrontare. Ormai non dobbiamo più compromettere la pulizia del canale, terminando le nostre preparazioni con strumenti di piccola dimensione per evitare trasporti e gradini. Strumentare alla corretta misura apicale (evitando sia la sotto-strumentazione che la sovra-strumentazione), è solo metà del nostro Pag. - 10

8 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr compito. Lo strumento della misura corretta dovrà rispettare i limiti anatomici del canale, o il trasporto che ne consegue può arrecare più danni che benefici. Sicurezza Gli strumenti si rompono a causa delle curve. La maggior parte degli strumenti conici percorreranno curve improvvise solo per fratturarsi senza avvertirci. Gli LSX ci avvertono quando incontrano simili curve (perché non procedono a meno che non li si spinga con eccessiva forza). La buona notizia è che l LSX è stato disegnato con la caratteristica di avere un distacco di sicurezza che riduce enormemente le possibilità che il frammento fratturato resti impossibile da rimuovere. Quando un LSX è stressato al di sopra delle proprie possibilità e si verifica il distacco di sicurezza, il gambo si rompe libero dal manico o ruota su sé stesso (Fig. 4). Lo strumento non può più essere usato, ma può essere rimosso. Nell eventualità remota che la frattura si verifichi altrove, la corta lama a forma di vanga consente comunque una buona possibilità di essere bypassata. I risultati preliminari di uno studio ancora in corso all università di Creighton e che coinvolge studenti universitari del corso di laurea, mostra come la percentuale di fratture di strumenti non recuperabili si aggiri fra 0.3 e 0.5%. Questi valori sono di gran lunga minori di quelli che vanno dal 3 all 8% (ed anche più) riguardanti gli strumenti conici. FEEDBACK TATTILE La lama più piccola degli LSX è di calibro 0.20, ed è più piccola della maggior parte dei canali. Essendo più piccola, la lama scivola gentilmente lungo la parete. Se sta contattando le pareti, perché la lama in rotazione non taglia? Perché il gambo, che è molto flessibile, non spinge la porzione tagliente contro la parete con forza sufficiente da superare la durezza della dentina. Quando la lama è abbastanza larga da contattare simultaneamente due pareti canalari, allora inizia a tagliare. Dove? Dove la distanza fra le due pareti è la più corta, cioè al diametro minore (Fig. 2b). Nel momento in cui il taglio avviene al diametro minore la risposta dello strumento è tale da rivelare che esso non sta lavorando molto intensamente, difatti è proprio così, esso sta solamente tagliando a livello di una piccola sezione di canale. Nel momento in cui passiamo a strumenti LSX via via più grandi, possiamo sentire la lama lavorare sempre più, tagliando maggiormente la dentina fino a che non si raggiunge il diametro maggiore (Fig. 2c). A questo punto il canale è rotondo e la strumentazione è terminata. Non è auspicabile adoperare strumenti di maggiore grandezza, superando dunque le dimensioni già raggiunte. La taglia dello strumento che raggiunge l obbiettivo di rendere rotondo il canale è chiamato Final 4 Pag. - 11

9 Il successo in endodonzia: tutto ruota intorno al terzo apicale. Fig. 5 Gli otturatori SimpliFill sono fatti appositamente per canali preparati dagli strumenti LSX. Rendono l otturazione predicibile, veloce, semplice e forniscono un sigillo eccellente. Apical Size (FAS). Dato che la strumentazione non può sempre essere perfetta a causa della complessa anatomia apicale, consiglio una meticolosa irrigazione con l EndoVac, che utilizza la pressione negativa apicale per aiutarci ad assicurare la detersione del canale. Gli strumenti conici non sono in grado di fornire un accurato feedback tattile, soprattutto nel terzo apicale dove è più necessario, perché le loro lunghe lame tagliano sempre da qualche parte. La presenza di detriti dentinali alla punta della parte tagliente, non significa (come alcuni credono) che essa stia contattando tutte le pareti canalari. Le scanalature presenti nella porzione lavorante di uno strumento si possono riempire di dentina anche se il taglio avviene su una sola parete canalare, dato che lo strumento ruota, con il risultato che le altre pareti non vengono toccate (Fig. 2d). Non sto affermando che gli strumenti conici non devono essere adoperati. Piccoli K-File conici ci servono per creare il sentiero di scorrimento fino alla lunghezza di lavoro. Gli strumenti rotanti con conicità sono utili per detergere e creare una svasatura imbutiforme del terzo coronale. Ciò aiuta a migliorare il sentiero di scorrimento nel terzo medio della radice. Comunque si usi prudenza nel terzo medio onde evitare pericolosi assottigliamenti della dentina o persino uno stripping nella zona della biforcazione. Il termine sagomatura profonda realizzata con l utilizzo di strumenti più grandi e più rigidi mi lascia sconcertato. Specialmente nelle curve del terzo medio, non lo fate! Rispettate e mantenete l anatomia originale. So bene che alcuni lettori si staranno chiedendo come otturare un canale senza un ideale forma conica. Abbiamo sviluppato un sistema di otturazione chiamato Simplifill (Fig. 5). Grazie al suo design non dobbiamo creare una forma conica artificiale finalizzata solo ad otturare con coni conici o ad adoperare dispositivi da condensazione in profondità nel canale. La capacità del Simplifill di sigillare il canale è buona se non addirittura migliore rispetto alle altre tecniche. Richiede molto meno tempo, meno esperienza, meno armamentario e meno pazienza. 5 Pag. - 12

10 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr STRUMENTARE FINO AL CORRETTO DIAMETRO La tomografia computerizzata ha reso la visualizzazione dei sistemi canalari un compito molto più semplice. Abbiamo imparato che quasi tutti i canali sono curvi. Quello che può apparire come un canale dritto nella rx bi-dimensionale, quasi sempre presenta alcuni gradi di curvatura su un piano che non vediamo. Larghezza di lavoro: se non hai confidenza con questo termine non essere sorpreso. È relativamente nuovo. La larghezza di lavoro è relativa al diametro canalare coronale alla costrizione apicale. È stato adoperato per la prima volta dal Dr. Jou dell università della Pennsylvania. 8 Mi piace molto questo termine perché è un prezioso promemoria della tridimensionalità dei canali. Ciò significa che tutte le tecniche di strumentazione devono battersi per raggiungere sia una lunghezza di lavoro che una larghezza di lavoro. Per inciso, questa zona del canale (coronale alla costrizione apicale) fu chiamata giustamente da Carl Hawrish, un endodontista canadese (deceduto) La dimensione dimenticata. 8 Il tuo scopo dovrebbe essere quello di evitare sia la sotto- che la sovra-preparazione del canale. Il raggiungimento di questo obiettivo non deve rappresentare più alcun mistero. Le ricerche anatomiche ci dicono che i canali presentano diametri molto differenti, da piccoli a molto ampi. Pertanto realizziamo gli LSX di molte misure, da 20 a 160, con il FAS (Final Apical Size o strumento della misura apicale finale) più comune che va da 45 a 80. La dimostrazione è nella sezione trasversa. Nei nostri corsi pratici i partecipanti strumentano e otturano denti estratti con LSX e SimpliFill e in tempo reale possono vederne i risultati. È questo uno dei momenti più salienti del corso. I denti vengono tagliati in sezioni traverse, fotografati sotto microscopio e proiettati su un grande schermo per stimolare il dibattito e la valutazione. Nessuno si deve preoccupare, non vengono dati voti, è un processo di apprendimento. I partecipanti sono stupiti di come lavorano bene con questa tecnica: più del 90% raggiunge il Final Apical Size correttamente sin dal primo momento. Con la pratica poi riesce tutto più naturale. Si possono visionare i campioni di sezioni traverse nel sito Mentre sei sul sito, cerca i case report, i programmi dei corsi, le guide tecniche e più di 100 referenze bibliografiche a supporto di quanto sopra discusso. Tecnica LSX Questo piccolo articolo non ci permette di entrare nel dettaglio, pertanto ecco qui una panoramica: 1) realizza un accesso rettilineo al canale e allarga il terzo coronale. 2) stabilisci un sentiero di scorrimento fino alla Lunghezza di Lavoro (LL)con un K-File 20. 3) inizia la preparazione rotante Pag. - 13

11 Il successo in endodonzia: tutto ruota intorno al terzo apicale. Fig. 6 L Endovac è l unico sistema brevettato che funziona con una vera pressione apicale negativa. L Endovac consente la circolazione dell irrigante dalla camera fino in apice grazie ad un ago di piccolo diametro collegato all alta velocità dell aspirazione. Questo assicura un irrigazione sicura e perfetta del terzo apicale. 1. La Master Delivery Tip deposita e aspira contemporaneamente gli irriganti, consentendo una irrigazione sicura, abbondante e frequente La Macrocannula permette la disinfezione e la detersione dei residui più macroscopici dalle porzioni più profonde dei canali. 3. La Microcannula consente la massima asportazione dei batteri fino alla lunghezza di lavoro. Fig. 7 La pistola da backfill cordless HotShot consente un otturazione semplice ed efficace coronalmente agli otturatori SimpliFill. 6 con l LSX 20 fino alla Lunghezza di Lavoro. Continua con strumenti di taglia via via maggiore, fino a che la sensibilità tattile ti indica che il FAS è stato raggiunto. 4) sottrai 4 mm dalla lunghezza di lavoro e strumenta fino a tale lunghezza con L LSX di taglia immediatamente più ampia dell ultimo adoperato. Ciò completa la preparazione del terzo apicale (5mm). 5) prepara il terzo medio con le successive misure 2 o 3 volte più ampie di LSX. 6) irriga con Endovac adoperando gli irriganti che preferisci (Fig. 6). 7) ottura i 5mm apicali con 5 mm di Simplifill, guttaperca o Resilon, posizionato con un carrier rimovibile. Completa l otturazione del terzo medio 7 e coronale con la Hot Shot, la pistola da backfill cordless, o con la tecnica che preferisci. E adesso, che fare di questa serie di informazioni? Cercare di vincere l indolenza con una conoscenza approfondita dell argomento può essere difficile; la maggior parte di noi proprio non ama i cambiamenti. È una nostra speranza che le evidenze scientifiche esistenti ti convincano a vincere l apatia, liberarti dal vecchio, spingerti nel nuovo ed abbracciare il futuro, ora e non più tardi. Passa lentamente a questa tecnica, inizia con casi facili e gradualmente spostati verso i più complessi quando la tua familiarità con la tecnica e la tua abilità aumentano. Ricorda, non hai imparato neanche la tua attuale tecnica in un sol giorno. Se sei pronto a cambiare, chiama la Discus Dental all Ti invieranno un CD gratuito che ti illustrerà tutto ciò che riguarda la Smart Endodontics. Desidero ringraziare Steven S. Senia per il suo prezioso contributo a questo articolo. Pag. - 14

12 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr BIBLIOGRAFIA 1. William L. Wildey, E. Steve Senia and Steve Montgomery. Another look at root canal instrumentation. Oral Surg Oral Med Oral Pathol 1992; 74: Kasmer Kerekes and Leif Tronstad. Morphometric observations on root canals of human anterior teeth. J Endod. 1997; 3: Kasmer Kerekes and Leif Tronstad. Morphometric observations on root canals of human premolars. J Endod. 1997; 3: Kasmer Kerekes and Leif Tronstad. Morphometric observations on root canals of human molars. J Endod. 1997; 3: Spangberg L. The wonderful world of rotary canal preparation. Oral Surg Oral Med Oral Pathol Oral Radiol Endod 2001; 92: Peter Parashos, Ian Gordon and Harold H. Messer. Factors influencing defects of rotary nickel-titanium endodontic instruments after clinical use. J Endod. 2004; 30: Satish B. Alapati, William A. Brantly, Timothy A. Svec et al. SEM observations of nickeltitanium rotary endodontic instruments that fractured during clinical use. J Endod. 2005; 31: Jou YT., Karabucak B. Levin J. et al. Endodontic working width: current concepts and techniques. Dent Clin North Am 2004; 48: E. Steve Senia. Canal diameter: the forgotten dimension. Dentistry Today 2001 (May); 20: Traduzione dell articolo originale Endodontic success: it s all about the apical third Roots, Vol.4 (1):14-19, 2008 Pag. - 15

13 Philippe Sleiman I Twisted File: la più grande generazione di strumenti rotanti in nichel titanio Gli strumenti rotanti in nichel titanio (NiTi) sono comunemente costruiti per incisione della lega nichel titanio, che contiene dal 54 al 57 % di nichel. Fino ad oggi tutti gli strumenti rotanti NiTi (tranne uno) sono stati costruiti molando un filo di NiTi (diversamente dagli strumenti in acciaio che vengono semplicemente attorcigliati per costruire una lima o un allargacanali). Di conseguenza, gli strumenti NiTi possono presentare delle tipiche imperfezioni, come segni di fresature, lame arricciolate etc. L incisione della lega NiTi comporta dei limiti sulle possibili geometrie delle sezioni degli strumenti NiTi. Questo ha delle conseguenze sull efficacia clinica. Sono stati fatti numerosi tentativi per fabbricare strumenti rotanti in NiTi con diversi metodi e con leghe che avessero diverse memorie di forma. Purtroppo però, per una serie di motivi, nessuno di questi tentativi ha avuto successo dal punto di vista commerciale. Il processo di incisione del NiTi crea delle microfratture sulla superficie del metallo che possono rappresentare l origine della frattura degli strumenti se il metallo viene esposto ad eccessiva torsione e/o fatica ciclica. Tra gli altri metodi, sono stati usati vari trattamenti di superficie (più usato l elettro-polishing) nel tentativo di eliminare il rischio di rottura associato alle microfratture. Mentre l elettro-polishing ha dimostrato di riuscire a ridurre il potenziale di frattura, d altra parte il processo può smussare le lame degli strumenti rotanti in NiTi, riducendo così la loro efficacia di taglio. Gli strumenti rotanti in NiTi, nonostante i loro grandi vantaggi rispetto all uso delle lime manuali e delle frese di Gates Glidden, hanno dei limiti. Frattura, trasporto, difficoltà di sequenza, intasamenti, oltre ad altri problemi di minore importanza, sono tutte difficoltà legate all esperienza del clinico e alle difficoltà anatomiche del caso. In conseguenza di tutto ciò, ha avuto ovviamente valore continuare la ricerca di: - una nuova lega più robusta - un nuovo modo di costruire gli strumenti - una nuova sezione - una combinazione delle precedenti caratteristiche Approfondite ricerche nel tentativo di trovare metodi alternativi per incidere gli strumenti hanno portato a nuove conoscenze nel campo della scienza dei materiali e a modifiche nei disegni delle sezioni. I progressi fatti hanno portato alla possibilità di creare una fase cristallina del NiTi intermedia tra la austenite e la martensite, detta pre-martensite, nota anche come fase R. Nella fase R il NiTi può essere attorcigliato, cosa che è impossibile nella fase austenitica. Questa proprietà è alla base della creazione dei Twisted File (SybronEndo, Orange, Calif. USA). L attorcigliamento del NiTi impedisce di tagliare nella struttura granulare del metallo ed è responsabile delle numerose caratteristiche tipiche dei Twisted File. Ricerche condotte in maniera autonoma sui Twisted File hanno dimostrato che, grazie all utilizzo della fase Pag. - 18

14 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr R, essi possono sopportare un torque molto maggiore, un maggior numero di giri e un maggiore stress quando ruotano in curva rispetto agli strumenti rotanti in NiTi tradizionali. I Twisted File sono notevolmente più resistenti grazie all attorcigliamento e al trattamento della loro superficie rispetto agli strumenti rotanti in Niti fabbricati per incisione. Queste avanzate funzioni e il disegno di questi nuovi strumenti sono in parte dovuti al diverso comportamento della struttura cristallina di questa particolare lega e della sua particolare memoria di forma quando sottoposta a stress. Il nichel titanio, in fase di riposo, è in fase cristallina. Sotto stress, modifica temporaneamente la sua fase cristallina in fase martensitica. Quando lo stress cessa, la lega torna in fase austenitica. Questa capacità di ritornare alla sua forma originale rende il nichel titanio una particolare lega dalla memoria di forma. In altre parole è superelastica in quanto può cambiare forma per poi tornare alla sua configurazione cristallina originale. Questa capacità è basata su un fenomeno conosciuto come formazione martensitica indotta da stress. La deformazione macroscopica (la curvatura dello strumento durante la sua funzione) è ottenuta dalla formazione della fase martensitica. Durante la prima fase di deformazione sotto stress, dalla austenite al momento in cui si piega (il momento cioè di deformazione della lima), la struttura cristallina della lega modifica gli angoli e le forme dei lati della struttura cristallina di base e torna poi alla fase simile quando lo stress viene rimosso. Questa è la caratteristica della forma di elasticità Hookiana (il tipo di elasticità in cui la deformazione o sollecitazione del materiale è proporzionale alla forza applicata, in accordo con la legge di Hooke). Dal livello della deformazione a quello della frattura il metallo mostra un plateau di deformazione da stress, un plateau che ha un costante livello di torque mentre l angolo di rotazione aumenta. In alternativa, se lo stress viene rimosso prima del punto di deformazione, la martensite torna alla fase precedente di austenite e il campione torna alla sua forma originale. Il nichel titanio, grazie alla sua memoria di forma, è 500 volte più flessibile dell acciaio. Il NiTi superelastico può essere sollecitato molte volte di più delle leghe metalliche ordinarie senza subire deformazione plastica, cosa che riflette il suo comportamento tipo gomma. Quanto detto fin ora, comunque, si osserva solo entro un particolare range di temperatura. La quantità di stress che uno strumento rotante in NiTi può assorbire durante il suo uso clinico prima di deformarsi si chiama deformazione elastica. Una volta che il metallo diventa deformato, diventa duttile o plastico, cioè è deformato ma non è ancora fratturato. Al limite della plasticità, il metallo non può più tollerare ulteriore deformazione e si frattura (Fig. 1). Per descrivere questo fenomeno più in dettaglio e il suo rapporto con i Twisted File, quando in fase austenite, una molecola di titanio al centro è circondata da otto atomi di nichel disposti a reti- Pag. - 19

15 PROFILO DELL AUTORE 1 Fig. 1. Austenite, martensite e fase R, fasi di trasformazione della lega Nichel Titanio. Il grafico mostra i cambiamenti del reticolo causati da stress esterni sull acciaio o sulla lega superelastica NiTi. Nell acciaio gli stress esterni causano inizialmente un cambiamento reversibile tipo Hookian nella fase elastica. Nella fase plastica, si attua una deformazione per un meccanismo chiamato scivolamento. Questa deformazione è irreversibile. Nella lega superelastica NiTi gli stress esterni causano un doppio tipo di accomodamento che è reversibile e scompare alla rimozione della forza esterna. Il Prof. Philippe Sleiman si è laureato in Odontoiatria presso la Lebanese University School of Dentistry nel Si è specializzato in Endodonzia presso la St. Joseph University ed ha ottenuto il PhD presso la Lebanese University Dental School. Ha scritto numerosi articoli su riviste internazionali. Ha brevettato la sua linea di strumenti con la Hu-Friedy ed ha contribuito allo sviluppo di numerosi progetti. Ha tenuto conferenze in numerosi congressi internacolo cubico, corrispondente alla struttura cristallina di base della lega di nichel titanio. In questo reticolo cubico perfetto, tutti gli angoli sono di 90 e tutti i lati sono uguali. Questa è chiamata anche fase parente o fase stabile della lega. Durante la terapia canalare, questo reticolo cubico è sottoposto ad uno sforzo di taglio che risulta in una struttura modificata intermedia tra la fase austenitica senza stress e la martensitica indotta da stress. Tra queste due fasi (austenite e martensite) ce n è una intermedia detta fase R che inizia dalla austenite al punto di deformazione. Fino a quel punto, il metallo torna alla fase precedente quando lo stress viene rimosso. Superato il punto di deformazione, la lega entra in una fase irreversibile (deformazione plastica) e il metallo sarà più soggetto a fratturarsi una volta raggiunto il limite di plasticità. Il riscaldamento e lo scaricamento delle forze può restaurare circa l 8% della tensione (8% della deformazione del metallo). La tensione al di là del valore limite (il punto di deformazione) resterà come deformazione plastica permanente. La temperatura di lavoro per gli strumenti con memoria di forma non deve allontanarsi troppo dal range di trasformazione, altrimenti le caratteristiche della memoria di forma possono risultare alterate. L utilizzo della fase R per i Twisted File comporta numerosi vantaggi, tra cui: - Il cambiamento della struttura cristallina garantisce durante la funzione un maggiore range di tollerabilità rispetto alla lega originale, che dà ai Twisted File un aumento del 100% di stress sopportato. - Il range tra il punto di deformazione e il punto di rottura del metallo non è costante, se paragonato al plateau della deformazione delle comuni leghe in nichel titanio. Durante la funzione dei Twisted File il livello di torque aumenta con l angolo di rotazione, fino a che raggiunge un livello superiore, chiamato livello di deformazione ultima. In questo momento, esiste un piccolo plateau di deformazione ad un livello costante di torque, prima della frattura. Questa caratteristica unica consente ai Twisted File di sopportare stress di un livello più elevato rispetto ad altri strumenti rotanti in NiTi con maggiore flessibilità, e questo è sicuramente un grande vantaggio clinico. In pratica, la fase R consente alla nuova lega di aumentare l elasticità Hookiana, caratteristica Pag. - 20

16 zionali. E istruttore presso la Lebanese University e istruttore internazionale presso la University of North Carolina. E membro dell International College of Dentistry e dell American Association of Endodontists. Il Prof. Sleiman ha il suo studio privato a Beirut, Libano, e a Dubai. L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr questa senz altro desiderabile. I vantaggi clinici derivanti da queste proprietà metallurgiche sono enormi, e tra questi: - minori fratture di strumenti - preparazioni canalari più rapide e più efficaci - minori rischi di trasporti canalari - maggiore flessibilità delle lime - minore numero di strumenti richiesti - le lime possono essere utilizzate con diverse sequenze, tra cui la crown-down - in molti casi si può utilizzare la tecnica del file singolo - se non si può eseguire la preparazione canalare con un singolo file, la maggior parte delle volte ne bastano 2 o 3 - i Twisted File possono essere usati ad una velocità maggiore rispetto agli strumenti NiTi fabbricati per incisione. L aumentata velocità di rotazione riduce lo stress torsionale sopportato da questi strumenti, riducendo il loro impegno contro le pareti dentinali. - i Twisted File possono essere utilizzati in tutti i tipi di canali. Non esistono curvature o anatomie canalari che richiedano l utilizzo di altri sistemi rotanti in NiTi. Il sistema Twisted File e il loro disegno I Twisted File sono disponibili in 5 conicità, 0.12, 0.10, 0.08, 0.06 e Al momento sono disponibili solo con la punta di calibro 25, nelle lunghezze di 23 e 27 mm, con anelli lungo il gambo per controllare le varie lunghezze di lavoro. I Twisted File possono essere acquistati nella cosiddetta configurazione grande (0.10, 0.08 e 0.06) o nella piccola (0.08, 0.06 e 0.04), così come in misure singole. I Twisted File hanno: - una sezione triangolare - una punta pilota non attiva - un angolo delle lame variabile - l ampiezza e la profondità delle lame variabile - la lunghezza delle lame variabile nelle diverse conicità, tranne che per le conicità 0.04 e Le lunghezze delle lame sono rispettivamente: * mm * mm * mm * mm * mm - anelli sul gambo per controllare la lunghezza di lavoro - sono fabbricati da un unico filo di nichel titanio: il gambo fa tutt uno con il manico - un condizionamento della superficie che pulisce il metallo senza smussare le lame taglienti e che mantiene la durezza della lima - una codificazione con colore sia per la conicità che per la dimensione della punta. Dal momento che, come abbiamo già detto, i Twisted File hanno una punta fissa di calibro 25, la banda colorata in basso è per tutti rossa. La banda colorata in alto indica invece la conicità: * 0.12 porpora * 0.10 rosa * 0.08 acqua * 0.06 arancio * 0.04 verde chiaro - una codificazione colorata per le Pag. - 21

17 I Twisted File: la più grande generazione di strumenti rotanti in nichel titanio 2 Fig. 2. La sequenza dei Twisted File (SybronEndo, Orange, Calif., USA). diverse confezioni: * Nera Confezioni individuali * Blu Confezione assortita grande * Grigia Confezione assortita piccola Uso clinico dei Twisted File E necessario aver ottenuto un accesso rettilineo e il triangolo cervicale di dentina deve essere rimosso. L irrigazione deve essere abbondante e frequente. Dopo l inserimento di ogni Twisted File, il canale viene nuovamente irrigato, ricapitolato e lo strumento rimosso e pulito dai residui. Il canale deve essere pervio e allargato fino alla misura di una lima 15 manuale (cioè deve essere sempre creato il Glide Path). Il motore reciprocante M4 (SybronEndo, Orange, California, USA) è un ottimo strumento per minimizzare la fatica della strumentazione manuale e per creare un glide path predicibile ed efficace. I Twisted File vanno inseriti gentilmente, passivamente, cominciando dalle conicità maggiori alle minori, secondo le necessità. Non vanno mai forzati in direzione apicale. Quando si sente resistenza, devono essere rimossi. Devono essere inseriti nei canali già in rotazione e il loro inserimento in genere richiede 2 3 secondi. Clinicamente, quando s incontra resistenza si deve rimuovere il file. A questo punto si noterà che circa 4 5 millimetri delle lame sono piene di detriti. E difficile spiegare solo a parole quanto sia più facile sondare un canale e tagliare la dentina con questi strumenti, rispetto ai precedenti ricavati per incisione. La differenza è tangibile. La SybronEndo raccomanda di far ruotare i Twisted File a 500 giri. Vanno sempre inseriti già in rotazione e rimossi ancora in rotazione. Non devono mai essere usati da fermi nei canali. I Twisted File devono essere usati una sola volta, sia che si stia lavorando in un canale singolo che in un singolo molare. Per quanto riguarda il controllo del torque, è questione di preferenze cliniche. Possono essere montati su qualsiasi motore elettrico. Il motore Elements (SybronEndo, Orange, California, USA) è un ottima scelta grazie al suo controllo di torque, all autoreverse e all ampia gamma di velocità di rotazione. Non c è bisogno di utilizzare le frese di Pag. - 22

18 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr Fig. 3. Caso clinico trattato con l utilizzo di un solo Twisted File. Fig. 4. Caso clinico ritrattato con l utilizzo di due Twisted File. 3 4a Gates-Glidden o le frese Largo per aprire gli orifizi dei canali per facilitare l inserzione dei Twisted File. Il sistema non ha bisogno di orifice openers per funzionare. Il più conico Twisted File introdotto nel terzo coronale è generalmente la maggiore conicità che viene poi portata nel terzo apicale. La scelta del primo Twisted File da inserire nel terzo coronale viene fatta in base alla dimensione iniziale del canale. Canali larghi e pervi di solito vengono inizialmente allargati con Twisted File 0.12 e Canali di dimensioni medie con Twisted File 0.10 e Canali stretti, curvi e sottili con Twisted File 0.08 e Il Twisted File è flessibile e taglia talmente bene da consentire generalmente di portare all apice la stessa conicità che era stata usata inizialmente all orifizio. Sia che i Twisted File vengano usati come unico strumento o con la tecnica crown-down, la sensazione tattile che deriva dal loro utilizzo è la stessa. Molti canali consentono di essere preparati con un singolo file (circa il %). Gli altri possono essere suddivisi in canali che richiedono due file e canali che ne richiedono tre. La scelta di quale tecnica usare, se uno, due o tre file, è 4b questione di preferenze personali. Con l esperienza, il numero di file utilizzati molto facilmente si riduce. La scelta se usare un solo file o due dipende in gran parte dalla capacità di apprezzare quando è il momento di rimuovere il file dal canale dopo la sua inserzione. Se il Twisted File viene inserito nel canale come è stato descritto qui e non si continua a spingere la lima quando dovrebbe essere rimossa, con i successivi inserimenti il clinico si renderà conto che esso raggiunge la lunghezza di lavoro dopo 3 o 4 inserzioni dello stesso strumento, specialmente se inizialmente a livello dell orifizio si è scelta la conicità giusta. La scelta iniziale della conicità è molto importante. Il Twisted File, grazie alla sua flessibilità e alla sua efficienza di ta- Pag. - 23

19 I Twisted File: la più grande generazione di strumenti rotanti in nichel titanio glio, consente l utilizzo nel terzo apicale di conicità più grandi di quelle utilizzate fino ad ora. Ad esempio, nella tecnica di utilizzo di un singolo file, nella maggior parte dei canali dei molari si può utilizzare per l intera lunghezza di lavoro la conicità Questo non è mai stato possibile fino ad ora. Una conicità adeguata tra quelle elencate prima, scelta inizialmente e poi utilizzata per l intera lunghezza del canale, può garantire la formazione di una conicità continua per l intera preparazione. Protocollo di utilizzo e precauzioni Il Twisted File è di per sé molto sicuro. Detto questo, ci sono alcune considerazioni da tenere presente per farne un uso corretto: Perforazione apicale: è di vitale importanza che l operatore sia costantemente consapevole della sua posizione relativa all interno del canale. In altre parole, se la presunta lunghezza di lavoro è di 22 mm e l operatore comincia ad allargare il terzo apicale, è di importanza fondamentale accertare la finale e reale lunghezza di lavoro del canale prima di portare il Twisted File più in profondità nel terzo apicale. In alcuni casi, a causa della sua efficacia, è possibile che venga superata la costrizione apicale del forame e che l apice venga perforato. Stripping: a causa dell efficacia di taglio del Twisted File, se in un canale molto sottile si porta un Twisted File molto conico, si può creare una perforazione da stripping esattamente come succederebbe se si utilizzasse uno strumento rotante in NiTI costruito per incisione. A causa dell efficacia di taglio dei Twisted File, l uso della conicità maggiore, 0.12, deve essere limitato ai canali ampi, pervi, facilmente sondabili e con curvature minime. Negli incisivi centrali, nelle distali di molti molari inferiori, nelle palatine dei molari superiori etc., l uso della conicità 0.12 è un ottima scelta. Mentre non va mai usata, per esempio, nelle mesiali dei molari inferiori o nelle vestibolari dei superiori. Risposte alla domande più frequenti Quante volte si può usare il Twisted File? La SybroEndo raccomanda un uso singolo. Può essere montato su qualsiasi motore elettrico e il controllo del torque è una scelta personale del clinico. Nei canali estremamente curvi è necessario modificare la tecnica di utilizzo? La tecnica d uso dei Twisted File non richiede alcuna modifica se applicata nella maniera appena descritta. Questi strumenti infatti sono più che flessibili, abbastanza da risolvere anche i casi clinici più complessi. Quello che alcuni clinici possono fare è strumentare il canale inizialmente fino ad una conicità minore per poi portare una conicità maggiore, in altre parole usare i file con tecnica step-back nel terzo apicale. Per Pag. - 24

20 L INFORMATORE ENDODONTICO Vol. 12, Nr esempio, da un punto di vista clinico, si può usare all inizio una conicità 0.04 alla lunghezza di lavoro per poi portare alla stessa profondità la conicità 0.06 o Si possono usare i Twisted File nei ritrattamenti? I Twisted File possono efficacemente rimuovere la guttaperca, le paste e i Thermafil. In questi casi, eventualmente, così come è consigliato con altri strumenti rotanti in NiTi, può essere utile aumentare il numero dei giri per avere una maggiore efficacia. Qual è il cono e qual è il cemento utilizzato per adattarsi alla preparazione fatta con i Twisted File? Le preparazioni canalari eseguite con i Twisted File possono essere otturate con i coni di guttaperca Twisted File, cioè con i coni che si adattano perfettamente alle conicità e ai calibri di questi strumenti. Se il clinico usa un endodonzia adesiva, utilizzando per esempio prodotti come il RealSeal, in tal caso può utilizzare i vari coni Real- Seal di calibro 25 (SybronEndo, Orange, Calif., USA). Per quanto riguarda il cemento, con i coni di guttaperca Twisted File si può usare qualsiasi tipo di cemento endodontico disponibile sul mercato. La tecnica di otturazione non è minimamente influenzata dalla preparazione fatta con questi strumenti. Può infatti essere eseguita con la condensazione laterale, con le tecniche a caldo e con i Thermafil. Quanta pressione si deve esercitare al momento dell inserzione dei Twisted File? I Twisted File devono essere inseriti fino a sentire una leggera resistenza. Al momento in cui il clinico avverte questa resistenza, il Twisted File è pronto per essere rimosso. Di solito un canale risulta strumentato dopo 3 4 inserimenti, a volte di più, a volte di meno. Con l esperienza, diventa intuitivo capire qual è la pressione ottimale per quel particolare Twisted File che stiamo usando in quel canale. Se vedo che il Twisted File ha le lame svolte, devo gettarlo via? Si. Il Twisted File è uno strumento monouso: un canale o al massimo un dente (fino a 5 canali). Visto che i Twisted File sono disponibili in un unica misura, come si fa per ottenere un diametro apicale più ampio? Il clinico può ottenere un maggiore diametro apicale in qualsiasi maniera lo desideri. Alcuni clinici possono desiderare di creare diametri maggiori, mentre altri no. I Twisted File possono essere abbinati a qualsiasi altro sistema di strumenti rotanti in NiTi se il clinico lo desidera. Non è necessario usare le frese di Gates-Glidden, i Piezo reamers o qualsiasi altro orifice opener per allargare il canale inizialmente prima dei Twisted File. Pag. - 25

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE

LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE LA MIGLIORE PERFORMANCE IN T UTTE LE CIRCOSTANZE ProTaper Universal è la nuova versione di strumenti endodontici NiTi più famosi nel mondo + Più facile una sola sequenza operativa per ogni tipo di canale

Dettagli

Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden

Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 4 n 2, 2001 Utilizzazione clinica delle frese di Gates Glidden PIERRE MACHTOU, DDS DOMINIQUE MARTIN, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Utilizzazione clinica

Dettagli

Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità

Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 8 n 1, 2005 Progressi in Endodonzia Fare dell eccelza una conseguenza della semplicità BARRY L. MUSIKANT, DMD IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Progressi in

Dettagli

La semplicità è la vera innovazione

La semplicità è la vera innovazione La semplicità è la vera innovazione Vi siete mai sentiti frustrati dalla complessità di certe cose? Un unico strumento NiTi per il trattamento canalare utilizzabile nella maggior parte dei casi Efficacia

Dettagli

La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento

La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 8 n 4, 2005 La risoluzione di uno dei più comuni incidenti in Endodonzia: la frattura di uno strumento STEVEN J. COHEN, DDS GARY D. GLASSMANN, DDS RICHARD E.

Dettagli

N D O E N D O D O N T I C S 2 0 1 4

N D O E N D O D O N T I C S 2 0 1 4 OBIETTIVO DEL CORSO La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive che consentano di formulare correttamente diagnosi e piani di trattamento. Il corso si prefigge, inoltre,

Dettagli

La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di

La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di OBIETTIVO DEL CORSO La finalità del corso è quella di fornire ai partecipanti solide basi cognitive nella formulazione di diagnosi e piani di trattamento corretti. Il corso si prefigge, inoltre, di assicurare

Dettagli

PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE

PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE PER UN ENDODONZIA EFFICIENTE L endodonzia di LM LM-EndoLine offre una soluzione globale per il trattamento dei canali radicolari. Gli strumenti manuali ergonomici e quelli canalari, così come il dispositivo

Dettagli

pratico (su modelli in plastica e denti naturali estratti), attraverso incontri completamente dedicati, consentirà ai corsisti di

pratico (su modelli in plastica e denti naturali estratti), attraverso incontri completamente dedicati, consentirà ai corsisti di OBIETTIVO DEL CORSO Il corso Base si prefigge di assicurare un adeguata conoscenza teorica ed applicata delle innovazioni tecniche e scientifiche che dominano il panorama endodontico, evidenziandone luci

Dettagli

CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA PROGRAMMA

CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA PROGRAMMA CORSO TEORICO- PRATICO DI ENDODONZIA Relatore: Dr.Michele Berenice PROGRAMMA I Incontro : Sessione Teorica Venerdi 28 Gennaio - Definizione, scopi ed indicazioni dell Endodonzia - Fasi basilari del trattamento

Dettagli

Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale. Provider accreditato Standard n 326

Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale. Provider accreditato Standard n 326 Cenacolo Odontostomatologico Italiano Associazione Italiana Odontoiatria Generale Provider accreditato Standard n 326 Programma del Corso Innovazione In Endodonzia : Le Nuove Tecnologie Nella Pratica Quotidiana

Dettagli

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras Studio Dentistico Dr. Francesco Maria Farnararo 3 Ottobre 2015 - Marzo 2016 Sei uno studente del sesto anno? Concorri al bando

Dettagli

Obiettivi EndoForum:

Obiettivi EndoForum: Obiettivi EndoForum Obiettivi EndoForum: L obiettivo del 5 Simit Day è quello di fornire le linee guida che permettano ai partecipanti di apprendere le migliori soluzioni per la detersione, sagomatura

Dettagli

flexible performance *

flexible performance * 0459 MAILLEFER INSTRUMENTS HOLDING S.à.r.l. CHEMIN DU VERGER 3 CH-1338 BALLAIGUES SWITZERLAND www.dentsplymaillefer.com DISTRIBUTORE ESCLUSIVO SIMI T-DENTAL s.r.l I - 46100 MANTOVA Italy - Via Pisacane,

Dettagli

LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi. Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura!

LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi. Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura! LA NUOVA GENERAZIONE DI FILE NiTi Un miracolo di flessibilità e resistenza alla frattura! Elevata flessibilità Estrema resistenza alla frattura Preparazione canalare centrata I file sono prodotti utilizzando

Dettagli

THERMAFIL. Virtuosity. is in your hands. Una tecnica di otturazione canalare affidabile. Creatività nell arte odontoiatrica

THERMAFIL. Virtuosity. is in your hands. Una tecnica di otturazione canalare affidabile. Creatività nell arte odontoiatrica Virtuosity is in your hands THERMAFIL Una tecnica di otturazione canalare affidabile DISTRIBUTORE ESCLUSIVO I 46100 MANTOVA Italy Via Pisacane, 5/A Tel. (0376) 267.811 r.a. Fax (0376) 381.261 e-mail: info@simitdental.it

Dettagli

TEORICO - PRATICO CORSO%MASTER%SU%PAZIENTE% % CLINICO%PRATICO% DI%% ENDODONZIA% 24;25;26#Luglio# 2015# Roma;OsDa# Dr#Roberto#Dionisi#

TEORICO - PRATICO CORSO%MASTER%SU%PAZIENTE% % CLINICO%PRATICO% DI%% ENDODONZIA% 24;25;26#Luglio# 2015# Roma;OsDa# Dr#Roberto#Dionisi# Dentalica per la formazione elatore: r. Andrea Guida utor: Dr. Roberto Dionisi Dr#Roberto#Dionisi# Dr.ssa Marchetti Dr.#Elena#Marche3# Dr.#Giuseppe#Santoro# Angelo Sonaglia Dr.#Giuseppe#Del#Vecchio# Dr.

Dettagli

Le seghe a nastro. Figura N 1 Esempio di nastri per seghe. Larghezza

Le seghe a nastro. Figura N 1 Esempio di nastri per seghe. Larghezza Le seghe a nastro Generalità La lama da sega a nastro è adatta per ogni genere di taglio; essa taglia ininterrottamente senza movimenti discontinui come invece avviene nelle seghe alternative. Con le seghe

Dettagli

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras

CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras CORSO Semestrale di ENDODONZIA Dr. Claudio Farnararo - Dr. Francesco Piras Sirona Point Sei uno studente del sesto anno? Concorri al Bando e partecipa Gratis 17 Settembre 2016-11 Febbraio 2017 OBIETTIVI

Dettagli

CORSO MASTER TEORICO - PRATICO DI ENDODONZIA 2010/2011. Relatore: Dr. Andrea Guida. Dentalica per la formazione

CORSO MASTER TEORICO - PRATICO DI ENDODONZIA 2010/2011. Relatore: Dr. Andrea Guida. Dentalica per la formazione Dentalica per la formazione CORSO MASTER Relatore TEORICO - PRATICO Relatore: Dr. Andrea Guida DI ENDODONZIA Tutor: Dr. Roberto Dionisi Dr.ssa Elena Marchetti Dr. Giuseppe Santoro 2010/2011 Dr. Angelo

Dettagli

CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI

CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI 1 CORSO INTENSIVO SU RIUNITO E SU SIMULATORI DI ENDODONZIA E RADIOLOGIA SU DENTI PER TRASPARENZA E SU DENTI VERI CORSO COMPLETO (PARTE A + PARTE B): 30 CREDITI ECM PARTE A: 15 CREDITI ECM PARTE B: 15 CREDITI

Dettagli

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA

PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA PROGRAMMA MASTER IN ENDODONZIA CLINICA 2014 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. Tipologia del corso: teorico-pratico; lezioni teoriche frontali ed esercitazioni pratiche (workshop) su modelli didattici.

Dettagli

Contenuti. 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo

Contenuti. 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo Contenuti 2 Caratteristiche Flexi-Post Fiber 3 Componenti Flexi-Post Fiber e loro utilizzo 4 Dettagli Flexi-Post Fiber 5 Utilizzi raccomandati per Flexi-Post Fiber TECNICA: 6 Uso del Regolo di profondità

Dettagli

Photon Induced Photoacoustic Streaming

Photon Induced Photoacoustic Streaming Photon Induced Photoacoustic Streaming La più importante rivoluzione in endodonzia degli ultimi 50 anni Tecnologia esclusiva Fotona Photon Induced Photoacoustic Streaming Cos è PIPS? PIPS è un metodo rivoluzionario

Dettagli

Parodontologia. Scaler. Scaler. Microscaler LM 301-302. Scaler LM204S LM 303-304. Miniscaler LM 311-312. Scaler LM23 LM 313-314.

Parodontologia. Scaler. Scaler. Microscaler LM 301-302. Scaler LM204S LM 303-304. Miniscaler LM 311-312. Scaler LM23 LM 313-314. - Scaler - Curette universali - Strumenti speciali - Curette di finitura Gracey - LM-ErgoMix con punte intercambiabili - Serie LM-DuraGradeMAX - Serie Implant - Kit di strumenti - Manico chirurgico Scaler

Dettagli

La forma per ogni esigenza clinica. Il materiale ad alta resistenza

La forma per ogni esigenza clinica. Il materiale ad alta resistenza I perni Over Post rispondono a tutti i requisiti di un perno ideale per soddisfare le aspettative dei Professionisti più esigenti. Quali sono i motivi per scegliere il perno Over Post? Perni Over Post

Dettagli

Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro)

Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro) Capacità di assorbire una deformazione plastica senza rompersi: alta=duttile (es. oro) bassa=fragile (es. vetro) E dipendente dalla temperatura:capacità di riposizionamento di difetti ed atomi (diffusione

Dettagli

Simone Grandini DDS, MSc, PhD

Simone Grandini DDS, MSc, PhD Simone Grandini DDS, MSc, PhD CURRICULUM VITAE del Prof. Aggr. Simone Grandini Dati personali Recapito Università degli Studi di Siena Dipartimento di Scienze Odontostomatologiche Viale Bracci 53100 Siena

Dettagli

www.biomedimplant.com

www.biomedimplant.com IMPIANTO GCS MINI IMPIANTO MONOLITICO the innovative implant surface www.biomedimplant.com PROTOCOLLO DI INSERIMENTO IMPIANTO MONOLITICO GCS MINI CONNESSIONE Impianto monopezzo per l utilizzo di stabilizzazione

Dettagli

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Il nichel-titanio in endodonzia Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso

Dettagli

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1

MASTER IN ENDODONZIA CLINICA Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015. ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Roma, 23 gennaio 2015 16 maggio 2015 ACCREDITAMENTO ECM EVENTO N. 450-116048 Ed. 1 Pagina 2 Relatore del corso: Prof. Livio Gallottini. 2015 Tipologia del corso: teorico pratico; lezioni teoriche frontali

Dettagli

Guida alla fresatura Spianatura 1/24

Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SPIANATURA Guida alla fresatura Spianatura 1/24 SCELTA INSERTO/FRESA Una fresa con un angolo di registrazione inferiore a 90 agevola il deflusso dei trucioli aumentando la resistenza del tagliente. Gli

Dettagli

Sistema AlphaKite. Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi

Sistema AlphaKite. Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi Sistema AlphaKite Preparazione meccanica del sistema canalare con strumenti in NiTi Tutti i diritti di distribuzione, anche tramite riproduzione fototecnica, ristampa (anche di estratti) o memorizzazione

Dettagli

La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace

La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace L. Stephen Buchanan, DDS, FICD, FACD La cavità d accesso: preparazione sicura ed efficace Fig. 1. La cavità d accesso inadeguata fa flettere lo strumento a livello cervicale. Questo può portare facilmente

Dettagli

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA

Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA Dott.ssa Eva Pellegrini Carta Servizi ODONTOIATRIA CONSERVATIVA L integrità di un dente può essere compromessa da molte cause, tra cui le più comuni sono: carie, erosione/abrasione e traumi. La Conservativa

Dettagli

Sistema EasyShape. Preparazione meccanica del canale radicolare con la tecnica Full Length

Sistema EasyShape. Preparazione meccanica del canale radicolare con la tecnica Full Length Sistema EasyShape Preparazione meccanica del canale radicolare con la tecnica Full Length Consulenza scientifica: Prof. Edgar Schäfer Indirizzo per la corrispondenza: Clinica universitaria di Münster Centro

Dettagli

Corso avanzato di Endodonzia clinica. Dott. Alessandro Iorio Siciliano. 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli

Corso avanzato di Endodonzia clinica. Dott. Alessandro Iorio Siciliano. 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli 2 ottobre 2015-12 dicembre 2015 Napoli Dott. Alessandro Iorio Siciliano 50 crediti crediti ECM attribuiti ECM attribuiti Corso avanzato di Endodonzia clinica NAPOLI Studio Odontoiatrico Iorio Siciliano

Dettagli

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA:

LE DOMANDE PIU FREQUENTI AL VOSTRO DENTISTA: Lo sbiancamento Posso fare lo sbiancamento? Ci sono determinate situazioni in cui lo sbiancamento non è utile o non avrebbe un buon risultato oppure ha delle controindicazioni. E consigliabile eseguire

Dettagli

Patient Education. Migliora la qualità della tua vita. Impianti dentali Zimmer: La soluzione naturale

Patient Education. Migliora la qualità della tua vita. Impianti dentali Zimmer: La soluzione naturale Patient Education Le informazioni inserite in questo opuscolo sono materiale informativo redatto da Zimmer Dental, azienda leader nel campo della innovazione biomedica per impianti e protesi dentali. Per

Dettagli

Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Come si usano gli strumenti Smartburs II?

Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Come si usano gli strumenti Smartburs II? Cosa sono gli strumenti Smartburs II? Caratteristiche del prodotto Perché scegliere Smartburs II per le lesioni profonde? Vantaggi per dentista e paziente Come si usano gli strumenti Smartburs II? Supporto

Dettagli

X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012

X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012 X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA Ven 30.11.2012 Luogo: Arborea (OR) Categoria: Corsi e Convegni - 2012 Informazioni aggiuntive: X SIMPOSIO AIO SARDEGNA PRE SIMPOSIO SESSIONE ENDODONZIA

Dettagli

Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT

Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita ZMKG 11 2.0 10/2015-IT Terapia endodontica non chirurgica endoscopicamente assistita Lo scopo della terapia endodontica è la rimozione delle

Dettagli

Società. Italiana di. Endodonzia

Società. Italiana di. Endodonzia Società Italiana di Endodonzia Commissione Accettazione Soci Concorso Under 32 Casi Esempio Case-report Mauro Rigolone Vercelli (VC) Sez. Piemontese (S.P.E.) Franco Ongaro Trieste (TS) Sez. Triveneta (S.T.E.)

Dettagli

Successo degli strumenti canalari Mtwo Nove anni di evidenze cliniche e commerciali

Successo degli strumenti canalari Mtwo Nove anni di evidenze cliniche e commerciali 22 Notizie dalle Aziende Anno VI n. 10 - Ottobre 2010 Italian Edition TePe, produttore svedese leader di articoli per l igiene orale, ha aperto la sua filiale in Italia Da settembre 2010 TePe è presente

Dettagli

Oltre alla necessaria conoscenza

Oltre alla necessaria conoscenza Denti dall aspetto giovanile mediante tecnica di stratificazione senza contouring Wanderley de Almeida Cesar Jr. Wanderley de Almeida Cesar Jr. Odontoiatra, Chirurgo dentale, specializzato in odontoiatria

Dettagli

Endodonzia Ortograda & Chirurgica

Endodonzia Ortograda & Chirurgica Una Medicina Migliore Endodonzia Ortograda & Chirurgica Tecniche, tecnologie, strumenti e materiali CORSO TEORICO PRATICO SEMESTRALE 2004 27-28 febbraio, 26-27 marzo, 16-17 aprile, 28-29 maggio, 25-26

Dettagli

L odontoiatria conservativa

L odontoiatria conservativa Gianfranco Politano L odontoiatria conservativa come ripariamo un dente cariato Una pubblicazione dello: L autore! Gianfranco Politano Laureato in odontoiatria e protesi dentale all universita di Modena

Dettagli

Riabilitazioni implanto-protesiche a carico immediato - Parte II -

Riabilitazioni implanto-protesiche a carico immediato - Parte II - Riabilitazioni implanto-protesiche a carico immediato - Parte II - Ramon Cuadros Cruz Nella seconda parte di questo articolo proseguiamo nella descrizione di casi clinici, che dimostrano come questo sistema

Dettagli

Esame finale in modulo di Odontoiatria Restaurativa. Superamento di una prova scritta ed orale in modulo di Odontoiatria Restaurativa

Esame finale in modulo di Odontoiatria Restaurativa. Superamento di una prova scritta ed orale in modulo di Odontoiatria Restaurativa CORSO DI LAUREA Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria C.I. di Odontoiatria Restaurativa V Anno Docente Prof. Alfredo De Rosa, Prof. Felice Femiano Anno V anno Corso di studi Tipologia Esame finale

Dettagli

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA

Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA PARTECIPAZIONE GRATUITA Preiscrizione obbligatoria sul sito www.simitday.it Sabato 14 Maggio 2016 CENTRO CONGRESSI VERONAFIERE Viale del Lavoro 8 - VERONA Presentazione Egregio Dott. / Gentile Dott.ssa,

Dettagli

Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico. Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali

Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico. Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali dental dialogue www.teamwork-media.com Riabilitazioni protesiche su denti anteriori; tecniche e materiali Maurizio Rostello Introduzione Il continuo sviluppo di nuove tecnologie impone all odontotecnico

Dettagli

Perche l, igiene orale si impara da piccoli!

Perche l, igiene orale si impara da piccoli! Prevenzione avanzata della carie Perche l igiene orale si impara da piccoli! I tuoi denti.. un mondo pieno di sorprese Lo sapevi che......i tuoi primi dentini si sono formati ancor prima di nascere? Nella

Dettagli

Studio Associato Ambu-Piccinini 04 maggio 2015. Endodonzia. Dal problema alla risoluzione. Endodonzia, Pagina 1

Studio Associato Ambu-Piccinini 04 maggio 2015. Endodonzia. Dal problema alla risoluzione. Endodonzia, Pagina 1 Endodonzia Dal problema alla risoluzione Endodonzia, Pagina 1 Problemi endodontici Cisti e granulomi: cosa sono? Granulomi o cisti sono lesioni benigne che sono conseguenza della infezione da parte dei

Dettagli

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE

RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE RICOSTRUZIONI POST ENDODONTICHE p.74 p.82 p.83 Garantiscono alti valori di resistenza alla flessione, alla trazione, al taglio e alla fatica e permettono un adesione chimica ideale tra il perno, il cemento

Dettagli

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure

POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure POSA DEL PAVIMENTO UNICLIC Tavolati piccoli / 3 misure 1) Generalità I pannelli del sistema UNICLIC si possono fissare in due diversi modi: A Per incastrare i pannelli, si possono ruotare inserendo la

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Allo stato attuale dell arte, gli otturatori delle valvole

Allo stato attuale dell arte, gli otturatori delle valvole INGEGNERIA DI MANUTENZIONE Innovazioni sulle valvole dei compressori alternativi Studi ed esperienze per migliorarne la capacità di tenuta e l efficienza fluidodinamica M. Schiavone, A. Bianchi, Dott.

Dettagli

FLUOROSEAL. Estratto Bibliografico. a cura di: International Dental Supply Srl e Scientific Pharmaceutical Inc.

FLUOROSEAL. Estratto Bibliografico. a cura di: International Dental Supply Srl e Scientific Pharmaceutical Inc. FLUOROSEAL Sottofondo foto polimerizzabile auto adesivo con idrossiapatite Estratto Bibliografico a cura di: International Dental Supply Srl e Scientific Pharmaceutical Inc. con la collaborazione di: Dott.

Dettagli

Metallo-ceramica. Manuale tecnico. Moncone senza spalla preformata

Metallo-ceramica. Manuale tecnico. Moncone senza spalla preformata IT Metallo-ceramica Manuale tecnico Moncone senza spalla preformata Protesizzazione provvisoria con cuffia in policarbonato.0mm 5.0mm 6.5mm.0 x 6.5 5.0 x 6.5 6.5 x 6.5 1 SCELTA DELLA CUFFIA IN POLICARBONATO

Dettagli

8. Realizzazione di prototipi di endoscopi

8. Realizzazione di prototipi di endoscopi 8. Realizzazione di prototipi di endoscopi 8.1 Introduzione In parallelo al lavoro di analisi e sintesi riportato nel capitolo 6, sono stati realizzati vari prototipi per verificare la fattibilità pratica

Dettagli

SCELTA DEL TIPO DI FRESA

SCELTA DEL TIPO DI FRESA LAVORAZIONE CON FRESE A CANDELA SCELTA DEL TIPO DI FRESA La scelta del tipo di fresa a candela dipende dal grado di tolleranza e finitura superficiale richiesti. Utilizzare una fresa riaffilabile per applicazioni

Dettagli

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!!

IL TUO CORPO NON E STUPIDO! Nonostante se ne parli ancora oggi, il concetto di postura corretta e dello stare dritti è ormai superato.!! IL TUO CORPO NON E STUPIDO Avrai sicuramente sentito parlare di postura corretta e magari spesso ti sei sentito dire di stare più dritto con la schiena o di non tenere le spalle chiuse. Nonostante se ne

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO 1 CCOPPIMENTI LBERO - ccoppiare due o più elementi di un qualsiasi complessivo, significa predisporre dei collegamenti in modo da renderli, in qualche maniera, solidali. Ciò si realizza introducendo dei

Dettagli

Istituto Tecnico per Geometri Corso di Costruzioni Edili

Istituto Tecnico per Geometri Corso di Costruzioni Edili Istituto Tecnico per Geometri Corso di Costruzioni Edili Prof. Giacomo Sacco LEZIONI SUL CEMENTO ARMATO Sforzo normale, Flessione e taglio CONCETTI FONDAMENTALI Il calcestruzzo ha una bassa resistenza

Dettagli

Sez. K Sistemi e tecnologie ad aria compressa, di ausilio alla produzione SISTEMI DI RAFFREDDAMENTO

Sez. K Sistemi e tecnologie ad aria compressa, di ausilio alla produzione SISTEMI DI RAFFREDDAMENTO BY COOL ART Sez. K Sistemi e tecnologie ad aria compressa, di ausilio alla produzione SISTEMI DI RAFFREDDAMENTO DC COOLING By COOL ART RAFFREDDAMENTO UTENSILI FRIGID-X TM TOOL COOLING SYSTEM Documentazione

Dettagli

Una nuova forma implantare per ottimizzare il risultato estetico

Una nuova forma implantare per ottimizzare il risultato estetico Una nuova forma implantare per ottimizzare il risultato estetico L implantologia dentale osteointegrata è diventata in questo ultimo ventennio discriminante nella formulazione del Piano di Trattamento

Dettagli

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA

IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA IGIENE DOMICILIARE PER PAZIENTI CON ORTODONZIA Linee guida per l igiene orale in caso di apparecchi ortodontici. Durante il periodo di trattamento con l apparecchiatura ortodontica il paziente deve mantenere

Dettagli

SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso.

SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. SORRIDI SEI CON BTK! ECCO LA GUIDA A TUTTO QUELLO CHE AVRESTI VOLUTO SAPERE SULL IMPLANTOLOGIA DENTALE. Lavoriamo con il sorriso, per il sorriso. www.bioteconline.com SORRISO il nostro biglietto da visita

Dettagli

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica

Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Semplificazione dei restauri diretti in composito in zona estetica Autore_Ian E. Shuman, USA _Web Article Questo articolo è presente sul sito www.dental-tribune.com _La possibilità di creare restauri diretti

Dettagli

VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO ACCADEMIA ITALIANA ENDODONZIA AIE 2016

VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO ACCADEMIA ITALIANA ENDODONZIA AIE 2016 VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO AIE 2016 VIII CONTINUING EDUCATION e III CORSO AVANZATO Cari Amici, il Continuing Education, proposto dall Accademia Italiana di Endodonzia per la prima

Dettagli

l informatore endodontico

l informatore endodontico Volume 10 Numero 1, Anno 2007 P o s t e I t a l i a n e S. p. A. Spedizione in abbonamento postale 70% DCB Firenze 1 contiene I.P. l informatore endodontico Cerilyn G. Sheets, DDS Jacinthe M. Paquette,

Dettagli

1. Leghe a memoria di forma (SMA)

1. Leghe a memoria di forma (SMA) 1. Leghe a memoria di forma (S) Vanno sotto il nome di leghe a memoria di forma (shape memory alloys o S) un gruppo di particolari composti metallici di varia composizione chimica (NiTi, CuZnl, CulNi)

Dettagli

Torque di inserzione elevato. Punto di rottura 110 Ncm

Torque di inserzione elevato. Punto di rottura 110 Ncm Torque di inserzione elevato. Punto di rottura 110 Ncm O-ball spianato in testa per eliminare il carico masticatorio Quadro esagonale smussato per il massimo comfort del paziente Collare liscio sopra e

Dettagli

I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA

I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA I NUOVI TRAGUARDI DELL IMPLANTOLOGIA La chirurgia Piezo aiuta a risolvere i casi più difficili. Intervento del Dott. Stefano Dallari - Specialista in Odontostomatologia Profilo biografico Il Dott. Stefano

Dettagli

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO

STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO STUDIO DI UN NUOVO MATERIALE PER LA RICOSTRUZIONE DI MONCONI CON L AUSILIO DI PERNI IN FIBRA DI CARBONIO INTRODUZIONE Il successo del restauro del dente trattato endodonticamente e con notevole distruzione

Dettagli

Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa

Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 6 n 1, 2003 Punte da ultrasuoni per odontoiatria restaurativa CHERILYN G. SHEET, DDS JACINTHE M. PAQUETTE, DDS IL TRIDENTE EDIZIONI ODONTOIATRICHE Punte da ultrasuoni

Dettagli

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore Corso ECM a distanza a cura di SANITANOVA Provider accreditato ECM FAD nazionale n. 12 del 10/06/2010 Le basi del trattamento endodontico moderno Responsabile Scientifico del corso: Prof. Giuseppe Cantatore

Dettagli

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA

Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA Pensa al rendimento del costo, Pensa HSS SEGATURA SOMMARIO SEGA A NASTRO 2 Le basi della sega a nastro 3 HSS e rivestimenti 4 Il concetto bimetallico 5 Affilatura del dente 6 Passo e forme del dente 7

Dettagli

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN

MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN MISURAZIONE DELLE PROPRIETA TECNOLOGICHE I.T.S.T J.F. KENNEDY - PN Le proprietà tecnologiche dei materiali indagano la loro risposta alla lavorabilità ovvero forniscono indicazioni sulla risposta dei materiali

Dettagli

Classe 3^ - Tecnologie mecc. di proc. e prod. - UdA n 2: Materia e Materiali - Prova di durezza Vickers DUREZZA

Classe 3^ - Tecnologie mecc. di proc. e prod. - UdA n 2: Materia e Materiali - Prova di durezza Vickers DUREZZA DUREZZA La durezza é comunemente intesa come la resistenza di un materiale a lasciarsi penetrare da un corpo più duro. Su tale principio si basano le più importanti prove di durezza: Brinell, Rockwell,

Dettagli

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing

Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Quello Che Non Ti Dicono Sul Network Marketing Ciao da Matteo Nodari di Network Marketing Top Strategy! Come ti dicevo il network marketing è uno dei settori più controversi e fraintesi di tutti i tempi.

Dettagli

Endo FAQ. un contributo per un Endodonzia migliore

Endo FAQ. un contributo per un Endodonzia migliore Endo FAQ un contributo per un Endodonzia migliore Bibliografia: 1. Ca s te l l u c c i A.: ENDODONTICS. Ed. Odontoiatriche Il Tridente 2008 2. Sc h i l d e r H.: Cleaning and Shaping the root canal Dent

Dettagli

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda

Rebilda DC. Rebilda Post System. Rebilda Rebilda DC Rebilda Post System Rebilda Rebilda DC Ricostruzione coronale sistematica Attualmente, i moderni sistemi compositi e adesivi permettono la ricostruzione di denti gravemente compromessi, anche

Dettagli

Il futuro dell endodonzia

Il futuro dell endodonzia L. Sthephen Buchanan, DDS Il futuro dell endodonzia Parte II Osservazioni di un endodontista/implantologo Nella prima parte di questo articolo mi sono occupato dei tre fattori che minano la credibilità

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

ODONTOIATRIA PRATICA DI BASE

ODONTOIATRIA PRATICA DI BASE O P B ODONTOIATRIA PRATICA DI BASE corso 2015-2016 Dott. Francesco Saverio Saba Dott. Simone Gismondi TEORIA E PRATICA SU MODELLI Studio Dott. Gismondi Via dei Monti di Primavalle, 48, 00168 Roma Centro

Dettagli

PARODONTOLOGIA PERFETTA

PARODONTOLOGIA PERFETTA PARODONTOLOGIA PERFETTA Le vostre mani e i pazienti meritano LM La pratica dell igiene dentale ha rivolto l attenzione verso l ergonomia. Al posto degli strumenti con manici in metallo, sempre più dentisti

Dettagli

26.02-ITA. Calcolare e assecondare la crescita termica linea di tubazioni

26.02-ITA. Calcolare e assecondare la crescita termica linea di tubazioni Tutti i materiali, inclusi tubi, macchinari, strutture ed edifici, subiscono variazioni nelle proprie dimensioni a causa delle variazioni di temperatura. In questo report sono contenute alcune considerazioni

Dettagli

Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica

Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica L INFORMATORE ENDODONTICO Estratto dal Vol. 1 n 1, 1997 Peparazione ultrasonica: recenti progressi in Micro-Endodonzia Chirurgica GARY D. GLASSMAN, DDS, FRCD(C) KENNETH. SEROTA, DDS, MMSC IL TRIDENTE EDIZIONI

Dettagli

1) Ricostruzione virtuale tridimensionale partendo da tac

1) Ricostruzione virtuale tridimensionale partendo da tac Oggetto: studio di processo per la realizzazione di protesi in idrossiepatite La presente relazione si propone di esporre un processo costruttivo per la realizzazione di protesi in idrossiepatite utilizzando

Dettagli

Nuovo metodo di preparazione del sito implantare

Nuovo metodo di preparazione del sito implantare 0476 0123 patented Nuovo metodo di preparazione del sito implantare ESPANSIONE OSSEA PROGRESSIVA CONDENSAZIONE OSSEA PROGRESSIVA ESPANSIONE OSSEA VERTICALE Soft Dilators, innovativi strumenti progressivi

Dettagli

Highlights 2016. Edizione 2016, 2 o trimestre. Chirurgia dentale, orale, maxillo-facciale

Highlights 2016. Edizione 2016, 2 o trimestre. Chirurgia dentale, orale, maxillo-facciale Highlights 2016 Edizione 2016, 2 o trimestre Chirurgia dentale, orale, maxillo-facciale Scialoendoscopi ALL-IN-ONE Caratteristiche: Endoscopi miniaturizzati semiflessibili per l esplorazione dei dotti

Dettagli

Proprietà elastiche dei corpi

Proprietà elastiche dei corpi Proprietà elastiche dei corpi I corpi solidi di norma hanno una forma ed un volume non facilmente modificabili, da qui deriva la nozioni di corpo rigido come corpo ideale non deformabile. In realtà tutti

Dettagli

LE VENDITE COMPLESSE

LE VENDITE COMPLESSE LE VENDITE COMPLESSE 1 LE VENDITE COMPLESSE - PRINCIPI GENERALI Le vendite complesse differiscono da quelle semplici per molti importanti aspetti. Per avere successo è essenziale comprendere la psicologia

Dettagli

Tempo di lettura 4 minuti. (Charlie Chaplin) Tutto quello da sapere sull Implantologia dentale

Tempo di lettura 4 minuti. (Charlie Chaplin) Tutto quello da sapere sull Implantologia dentale Tempo di lettura 4 minuti (Charlie Chaplin) Tutto quello da sapere sull Implantologia dentale 10 buone ragioni per sorridere 1 Sorridere migliora il nostro umore. L atto del sorridere rilascia, oltre a

Dettagli

LEGHE A MEMORIA DI FORMA e principali applicazioni. Ludovica Rovatti

LEGHE A MEMORIA DI FORMA e principali applicazioni. Ludovica Rovatti LEGHE A MEMORIA DI FORMA e principali applicazioni Ludovica Rovatti LEGHE A MEMORIA DI FORMA NEI METALLI Shape Memory Alloys o SMAs sono leghe metalliche che godono della proprietà di memorizzare una certa

Dettagli

CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate

CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate CESAB M300 1.5 3.5 tonnellate Carrelli Elevatori Endotermici Mettili alla prova! Avvicinati al nuovo M300, noterai la differenza. Capacità di carico da 1.5 fino a 3.5 tonnellate Robusto telaio per una

Dettagli

Rilevatore Apicale e micromotore endodontico. Root ZX mini

Rilevatore Apicale e micromotore endodontico. Root ZX mini Offerte Amici di Brugg 2015 Rilevatore Apicale e micromotore endodontico Root ZX mini Il nuovo Root ZX mini combina precisione e design. Misurazioni precise del canale radicolare e disegn attraente in

Dettagli