N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia Piazza De Amicis invasa dalle

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia 18-02-2007 2 Piazza De Amicis invasa dalle"

Transcript

1 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia Piazza De Amicis invasa dalle maschere Il Piccolo Gorizia Assemblea dei soci de La Salute Il Piccolo Gorizia Cimitero di Giasbana da sistemare Il Piccolo Gorizia Riprende la trattativa per la cessione di Finmek Il Piccolo Gorizia A Gorizia i talenti europei under 20 Il Piccolo Gorizia Comune e Regione: si' al liceo classico Il Piccolo Monfalcone Inaugurato un laboratorio Il Piccolo Monfalcone Incontro pubblico sul Tfr Messaggero Veneto Gorizia Dal buio alla luce Messaggero Veneto Gorizia Goriziani in corteo Messaggero Veneto Gorizia Festosa invasione di maschere Messaggero Veneto Gorizia

2 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 22 Nei primi giorni della prossima settimana la decisione definitiva in merito all istituzione del nuovo corso di studi Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante All istituto di viale 20 Settembre saranno mantenute comunque le due sezioni A Monfalcone si è ormai certi della costituzione di una classe quarta ginnasiale al polo scolastico Duca d Abruzzi. I numeri ci sarebbero e l appoggio forte degli amministratori - che ne sottolineano l enorme opportunità formativa per il territorio - pure. Anche se la preside Laura Fasiolo getta acqua sul fuoco e raccomanda prudenza, mantenendosi piuttosto cauta: «Il dato oggettivo che sarà comunicato alla direzione regionale e all ufficio scolastico provinciale entro i primi giorni della settimana si riferisce agli alunni iscritti all anno didattico 2007/2008. Solo in seguito l amministrazione regionale definirà classi, posti disponibili e docenti». L istituzione del classico a Monfalcone non avrà ripercussioni negative per quello goriziano: anche il prossimo anno al liceo Dante saranno formate due prime classi, come ormai avviene regoalrmente da diversi anni. Rimane comunque critico nei confronti di Monfalcone il capogruppo della lista civica Per Gorizia, Erminio Tuzzi: «Già a suo tempo avevo detto che le autorizzazioni sono solitamente preventive, non successive. Ora le carte dovranno seguire una certa trafila burocratica, ma a mio avviso il veto finale spetta comunque al ministero. Che già da tempo ha posto lacci e laccioli per frenare la costituzione di indirizzi doppioni, responsabili di arrecare, come unica conseguenza, l aggravio delle spese a carico del settore pubblico. Per quanto mi riguarda aggiunge sono sempre del parere che sia preferibile potenziare le strutture esistenti, posto che la distanza tra le due città, in un ottica di pendolarismo, non è così ragguardevole. Certo, comprendo anche la volontà, per le famiglie di Monfalcone, di ottenere un liceo classico a due passi da casa, quindi direi che non ci resta che attendere il responso finale. Così da vedere se l indirizzo emerso dalla conferenza dei sindaci di cinque anni fa vale ancora oggi». Una cosa è certa: l assessore regionale alla Cultura Roberto Antonaz non fa mistero di appoggiare al 100% la scelta di aprire un indirizzo classico a Monfalcone. E difatti già ieri aveva escluso, sulla base dei contatti avviati, l eventualità di un parere negativo da parte dell Istituto regionale. D accordo pure Enrico Gherghetta, presidente della Provincia: «Ritengo che il polo classico a Monfalcone contribuisca ad accrescere l offerta formativa del territorio isontino e per questo mi dico soddisfatto». Concorde anche il vicesindaco di Monfalcone, Silvia Altran: «Dal punto di vista istituzionale sono molto contenta e ritengo che un tale risultato sia stato raggiunto anche grazie alla grande opera di sensibilizzazione effettuata tra la cittadinanza». Laura Fasiolo Taglio medio

3 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 22 I bambini protagonisti del Carnevale organizzato dal quartiere Montesanto-Piazzutta Piazza De Amicis invasa dalle maschere Si è concluso con una piazza De Amicis gremita di folla il carnevale organizzato dal quartiere di Montesanto Piazzutta. Protagonisti i tantissimi bambini che, con i loro costumi, hanno animato la manifestazione. Per quanto riguarda i vincitori, ecco le scelte della giuria. Fra le scuole, sono risultati vincitori i piccoli «ecoterrestri» della «Frinta», mentre secondi sono giunti i coetanei della «Pecorini» con «coloriamo il mondo». Nella categoria carretti, medaglia d oro al Mappamondo, argento a Galli e Polli e bronzo al Semaforo di Franco Zotti. Premi anche ai partecipanti anagraficamente più giovani: primo posto per Stefano Bradaschia, secondo per Siria Pasqualini e terzo per Jonathan Ciaccia. In termini assoluti, il premio per la migliore caricatura è andato agli Scozzesi, quello per la migliore esecuzione del costume ai Veneziani, quello per la migliore interpretazione a Pulcinella, quello per l originalità a Raghetto e, infine, quello per l uso dei materiali più poveri a Pippi Calzelunghe. «È stata una festa bellissima, oltre le più rosee aspettative ha commentato la presidente del quartiere di Montesanto-Piazzutta, Pinuccia Cibej ed è la dimostrazione che quando si lavora assieme le ciambelle vengono per forza con il buco». All organizzazione hanno collaborato anche Comune, Provincia e fondazioni Carigo e Coronini. E adesso, appuntamento a mercoledì per il funerale di Bepo Zanet. Nicola Comelli Bambini protagonisti del Carnevale La fantasia quest anno non è certo mancata Un gruppo mascherato si diverte e fa divertire gli spettatori durante il suo passaggio Taglio basso

4 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 23 Oggi alle Assemblea dei soci dell associazione «La Salute» di Lucinico L associazione sanitaria di volontari «La Salute» di Lucinico si riunisce oggi per la tradizionale assemblea annuale dei soci. La riunione si svolgerà alle al centro civico di Lucinico, in piazza San Giorgio. In tale occasione verrà inoltre inaugurata e benedetta una nuobva ambulanza alla presenza dell arcivescovo di Gorizia, monsignor Dino De Antoni. Presenti anche altre autorità del Comune di Gorizia e della Provincia. Breve

5 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 26 SAN FLORIANO Il Comune va alla ricerca di finanziamenti. Riunione con la giunta provinciale Cimitero di Giasbana da sistemare SAN FLORIANO Interventi di manutenzione dei cimiteri e delle scuole. Il Comune di San Floriano va alla ricerca delle risorse per far fronte ai costi delle manutenzioni. Ed è stato questo soprattutto il filo conduttore della riunione tra le giunte provinciale e comunale. A fronte della necessità espressa dal sindaco Corsi della realizzazione di alcuni interventi ai cimiteri di San Floriano e di Giasbana, e di edilizia scolastica, «la giunta provinciale ha espresso la propria disponibilità - si legge in una nota - a individuare l iter amministrativo più idoneo al reperimento dei finanziamenti». Si è parlato poi del coinvolgimento del Comune di San Floriano nel progetto Marketing del Collio che prevede interventi in tutto il Collio per 4 milioni di euro, per la gran parte impiegati per strade vicinali, piste ciclabili, pontili, sentieri e valorizzazione del territorio nel suo complesso. Successivamente, le due giunte hanno fatto il punto della situazione sulla provincializzazione della strada Cormons-San Floriano, il cui iter non si è ancora concluso. «La Provincia - si rimarca - ha garantito il suo impegno a presentare un progetto preliminare per la sistemazione della strada e spera di avere nel 2008 le risorse necessarie per un primo intervento. Si tratta comunque della prima opera viaria da mettere in cantiere dopo quanto già programmato». Infine, si è parlato della nuova programmazione Ue 2007/2013 sul territorio collinare e della necessità di un coordinamento tra la Provincia e i Comuni coinvolti. Taglio basso

6 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 28 OCCUPAZIONE Incontro in Regione il 23 febbraio. L unica offerta d acquisto resta quella della goriziana Mw Riprende la trattativa per la cessione di Finmek I sindacati puntano a salvaguardare il maggior numero di posti possibile RONCHI Si riapre il 23 febbraio la procedura di cessione dello stabilimento Finmek Access Media di Ronchi dei Legionari, coinvolto ormai da oltre quattro anni nella pesantissima crisi della società fondata dall'industriale friulano Carlo Fulchir e dove dai quasi 600 dipendenti degli anni '90 si è passati agli attuali 252. La trattativa, che sarà ospitata dalla Regione, riprenderà dall' unica offerta d'acquisto presentata nella primavera del 2006 dalla società isontina Mw di Francesco Fantuzzi e dall'imprenditore Pietro Nobile. Il nuovo soggetto, secondo il piano industriale presentato a fine maggio dello scorso anno al tavolo sempre coordinato dalla Regione, avrebbe un capitale sociale di 2,5 milioni di euro e intenzione di acquisire l immobile che è di proprietà di Sviluppo 24, una società che è creditrice di Finmek e si è quindi insinuata nella procedura fallimentare del gruppo. Il piano industriale prevede inoltre investimenti nelle attrezzature da sviluppare tra l anno in corso e il 2009 per un totale di 9 milioni di euro. Due milioni sarebbero stati investiti già entro la fine dello scorso anno, se l'operazione fosse andata a buon fine. I due imprenditori stimavano che il fatturato di gruppo (esiste un altro stabilimento a Reggio Emilia che occupa 240 persone) potrebbe attestarsi sui 50 milioni di euro entro il 2007 di cui 15 frutto dell attività della fabbrica di Ronchi dei Legionari. Il piano industriale prevedeva però pesanti ricadute occupazionali, cioé la conferma di 140 dei 250 posti di lavoro. L'appuntamento del 23 febbraio, convocato dal commissario straordinario della società, Gianluca Vidal, arriva comunque dopo la conclusione della cessione dello stabilimento di Caluso (Torino) che ha visto la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, anche se diluita nell' arco di quattro anni. Le organizzazioni sindacali dei metalmeccanici puntano quindi ad avvicinarsi il più possibile a una soluzione di questo tipo, anche perché Un presidio Finmek Finmek Access Media è una delle poche realtà industriali a prevalente presenza femminile rimaste nell'isontino. La presenza della Provincia di Gorizia, competente in materia di politiche attive del lavoro, non è comunque casuale, perché si sta com'è logico già pensando ai percorsi per la ricollocazione sul territorio dei dipendenti che non saranno confermati. Lo stabilimento di Ronchi sta intanto lavorando e continuerà a farlo fino al 15 aprile grazie proprio all'affitto della Mw. La Finmek Access Media è impegnata nella produzione di modem e rooter e carico di lavoro e numero di clienti starebbero aumentando. L'organico della fabbrica, tra lavoratori attivi e cassintegrati, è comunque sceso a 252 unità rispetto ai 265 di qualche mese fa. Al centinaio di lavoratori impiegati dalla Mw alla Finmek Access Media se ne aggiunge un'altra decina che lavora, per la Mw, nello stabilimento di Savogna, mentre sono una quindicina le persone che nella fabbrica di Ronchi dipendono direttamente dalla gestione commissariale e un'altra decina le lavoratrici assunte con contratti interinali all'alcatel di Trieste. Laura Blasich Taglio medio

7 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Sport pagina 32 PRESENTAZIONE A luglio il campionato continentale di categoria in città e a Nova Gorica A Gorizia i talenti europei under 20 Trenta partite a Gorizia e altrettante a Nova Gorica: sarà l Europeo di basket per la categoria under 20, in programma dal 6 al 15 luglio prossimi, la prima manifestazione della Fiba a essere organizzata a livello transfrontaliero. La seconda manifestazione cestistica continentale del 2007 per importanza - dopo l Eurobasket che quest anno si svolgerà a Madrid - assumerà dunque un significato simbolico particolare con il torneo che si giocherà in due Paesi e in due città adiacenti ma separate da un confine che fino a pochi anni fa coincideva con la cortina di ferro, due città però oggi sempre più unite nella collaborazione transfrontaliera, tanto che il comitato organizzatore dell evento vede come presidente il sindaco di Nova Gorica, Brandolin illustra il torneo Mirko Brulc, e come vicepresidente il primo cittadino di Gorizia, Vittorio Brancati (la manifestazione era stata inizialmente affidata alla città slovena che ha poi deciso di allargare l organizzazione a Gorizia). La manifestazione è stata presentata ieri ufficialmente nella sede municipale del capoluogo isontino. «Si tratta di un appuntamento di altissimo livello, nel quale potremo ammirare alcuni dei talenti che segneranno il futuro del basket internazionale» ha dichiarato il presidente della Fip regionale, Ezio Cipolat. Al torneo parteciperanno in tutto 16 squadre suddivise in 4 gruppi. L Italia, inserita nel gruppo D con Lettonia, Georgia e Bulgaria, giocherà la fase preliminare a Gorizia, nel cui palasport si terrà anche la finale 3-4 posto, mentre la finale si svolgerà a Nova Gorica. Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte anche il presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta, il sindaco Brancati e Andrej Miska del Comune di Nova Gorica: tutti hanno posto l accento sulla valenza simbolica e transfrontaliera dell iniziativa. Taglio alto

8 18 FEB 2007 Il Piccolo Monfalcone Città pagina 23 Istituzioni impegnate a sostenere l iter per la costituzione di una quarta ginnasio. Ancora perplessità da Gorizia Comune e Regione: sì al liceo classico Silvia Altran: «Una conquista per tutti». Antonaz: «I pareri favorevoli arriveranno» Regione, Provincia e Comune fanno quadrato per difendere il classico di Monfalcone. Ormai ci siamo: a giorni partirà la richiesta di costituzione di una quarta ginnasio al liceo scientifico Buonarroti. Roberto Antonaz Studenti all uscita dalla sede del liceo Buonarroti (Altran) I numeri ci sarebbero e l appoggio forte degli amministratori - che ne sottolineano l enorme opportunità formativa per il territorio - pure. Ciononostante i rapporti con la vicina Gorizia, dove già esiste un polo umanistico consolidato, rimangono tesi e l ipotesi di realizzarne un altro nella città dei cantieri non è certo appoggiata con entusiasmo. Anche per questo, onde limitare al minimo gli attriti, la preside Fasiolo getta acqua sul fuoco e raccomanda prudenza, mantenendosi piuttosto cauta: «Il dato oggettivo che sarà comunicato alla direzione regionale e all ufficio scolastico provinciale entro i primi giorni della settimana si riferisce agli alunni iscritti all anno didattico 2007/2008. Solo in seguito l amministrazione regionale definirà classi, posti disponibili e docenti». Una cosa è certa, l assessore regionale alla Cultura Roberto Antonaz non fa mistero di appoggiare al 100% la scelta di aprire un indirizzo classico a Monfalcone. E difatti già ieri aveva escluso, sulla base dei suoi contatti, l eventualità di un parere negativo da parte dell Istituto regionale. D accordo pure Enrico Gherghetta, presidente della Provincia: «Ritengo che il polo classico a Monfalcone contribuisca ad accrescere l offerta formativa del territorio isontino e per questo mi dico soddisfatto. Non ritengo che l attivazione di un nuovo indirizzo possa determinare un depauperamento delle realtà esistenti, al contrario lo vedo come un arricchimento per tutti». Concorde anche il vicesindaco di Monfalcone, Silvia Altran: «Dal punto di vista istituzionale sono molto contenta e ritengo che un tale risultato sia stato raggiunto anche grazie alla grande opera di sensibilizzazione effettuata nella cittadinanza. L organico c è già e l inaugurazione della nuova classe non comporterà spese maggiori a carico dello Stato, poiché all interno del corpo docenti del Buonarroti ci sono degli insegnati abilitati all insegnamento del greco e delle materie classiche». Se sul fronte della Sinistra Isonzo s imprime dunque una vigorosa accelerata, diversamente accade nel capoluogo provinciale, dove il capogruppo della lista civica Per Gorizia, Erminio Tuzzi, ribatte: «Già a suo tempo avevo detto che le autorizzazioni sono solitamente preventive, non successive. Ora le carte dovranno seguire una certa trafila burocratica, ma a mio avviso il veto finale spetta comunque al ministero. Che già da tempo ha posto lacci e laccioli per frenare la costituzione di indirizzi doppioni, responsabili di arrecare, come unica conseguenza, l aggravio delle spese a carico del settore pubblico». «Per quanto mi riguarda aggiunge sono sempre del parere che sia preferibile potenziare le strutture esistenti, posto che la distanza tra le due città, in un ottica di pendolarismo, non è così ragguardevole. Certo, comprendo anche la volontà, per le famiglie di Monfalcone, di ottenere un liceo classico a due passi da casa, quindi direi che non ci resta che attendere il responso finale. Così da vedere se l indirizzo emerso dalla conferenza dei sindaci di 5 anni fa vale ancora oggi. A risultare antipatico conclude Tuzzi è invece il fatto che mai come oggi si assiste a una vera e propria rincorsa per accaparrarsi gli studenti, quasi fossimo a un supermercato: una cosa quanto mai deleteria nell ambito scolastico». Tiziana Carpinelli Apertura

9 18 FEB 2007 Il Piccolo Monfalcone Città pagina 23 Inaugurato un laboratorio informatico per lo studio delle lingue straniere Un nuovo laboratorio con quindici postazioni, che consentiranno a trenta alunni di fare pratica linguistica e approfondimenti tramite la tecnologia e l accesso ad internet. La struttura, della quale d ora in poi potrà fregiarsi il liceo Buonarroti, è stata inaugurata alla presenza del rappresentante della Carigo, Adriano Persi, grazie al cui contributo è stato possibile realizzare il progetto. «La struttura permetterà ai ragazzi di fare pratica sotto la guida di un insegnante alla consolle - ha spiegato la responsabile del progetto lingue del liceo, Annamaria Cino. I ragazzi potranno quindi usufruire di materiale in update in diverse lingue, e confrontarsi con la pronuncia originale così da capire i propri limiti e migliorarli, con una sorta di continua autovalutazione». Il liceo in realtà possiede altre due strutture di questo tipo: una - un laboratorio linguistico - è situata in via Bonavia, nella sede staccata. L altra è nella sede centrale, ma si tratta di una struttura dedicata all informatica e alla matematica. Questo laboratorio invece, pur essendo a base linguistica, potrà essere adattato per tutte le altre materie. «Il nostra grazie va anche alla Provincia ha spiegato la preside Laura Fasiolo che ha lavorato d impegno per garantire il collegamento della rete informatica in tempi utili. Il prossimo passo sarà quello di intervenire per un ammodernamento del laboratorio informatico già esistente». L impegno della scuola in campo linguistico non si ferma alla creazione di un laboratorio: da ricordare il progetto «Il milione» per lo studio del cinese, al secondo anno di attività, che presto si tradurrà in esperienze di scambio con scuole dell Estremo Oriente. Il laboratorio informatico Taglio medio

10 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 2 ORGANIZZATO DALL UGL Incontro pubblico sul Tfr venerdì in Provincia Fornire informazioni corrette ed esaustive sul Tfr, il Trattamento di fine rapporto, illustrando quello che il governo impone attraverso la relativa legge. È questo l obiettivo con cui l Unione generale del lavoro di Gorizia proporrà venerdì 23 un incontro pubblico, che si svolgerà alle 18 in Provincia. «Il governo e le altre organizzazioni sindacali evidentemente non ritengono che l informazione sul controverso problema della destinazione del Tfr sia prioritaria», ha rimarcato Paolo Persi, segretario regionale per il terziario, nell ambito della conferenza di presentazione dell assemblea. L iniziativa si propone sostanzialmente di diffondere un messaggio: l Ugl è a disposizione dei cittadini e dei lavoratori che vogliono saperne di più su quanto deciso dalla legge, in modo da aiutarli a muoversi con la massima consapevolezza. Ma nello stesso tempo il sodalizio precisa che non intende assolutamente sostituirsi ai singoli in merito alla scelta sulla destinazione del Tfr. Ha poi ricordato l impegno dell Unione: «L Ugl si fa carico del compito di fornire tutti gli strumenti necessariaffinchéillavoratoreabbia chiarociò cheilgovernoimpone conquestalegge, qui a Gorizia, così come nel resto del paese. Non bisogna dimenticare che l Ugl non ha firmato l accordo sul Tfr, pur essendo presente al tavolo delle trattative.perquestomotivohaorganizzato lo scorso novembre una manifestazione a Roma, che ha raccolto l adesione di circa lavoratori». Monica Marcolini, dirigente provinciale per il terziario, si è invece soffermata sulle difficoltà che caratterizzano il mondo del lavoro nell Isontino: «La situazione economica e occupazionale di Gorizia sta soffrendo ancora di un antico retaggio assistenziale, che purtroppo ha fatto sì che non si sviluppasse un imprenditoria concorrenziale, con tutte le ovvie conseguenze sulla mancata occupazione. Fra le altre cose non si comprende come mai la Provincia oggi non dia il nullaosta per la costruzione del centro commercialeinviaiiiarmata,adducendomotivazionideltuttoincomprensibili e non considerando fra le altre cose che la struttura permetterebbe di creare nuovi posti di lavoro». Alla presentazione dell assemblea è intervenuta tra gli altri anche Ilva Greatti, segretaria provinciale di Assocasa. Spalla destra

11 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 3 Dal buio alla luce a palazzo Attems Nell ambito della giornata internazionale M illumino di meno, volta alla sensibilizzazione del risparmio energetico, anche Gorizia si è vista coinvolta venerdì scorso nei numerosieventitesiasostenereunmigliorutilizzodell energia. Propriomentresispegnevano le luci del castello, anche a palazzo Attems si è svolto un incontro denominato Dal buio alla luce, in un atmosfera delicata grazie alla voce narrante di Tiziana Perini e alla luce azzurrognola di cinque candeleaccese afare dasottofondoallestorieraccontatealla presenza di un attento pubblico e dell assessore provinciale Marko Marincic. LaPerini nelcorsodella serata ha narrato storie di popoli e di culture diverse in una sortadigirodelmondoapartire dalle sue origini più antiche, dai canti dell Oceania alla filosofia indiana, arrivando alla suggestione dell Africa finoall EuropaealFriuli,ognuno con la sua intensità e il suo linguaggio. Stare insieme al buio,senzabisognodielettrici- tà,conlasemplicitàdiunritor- no alle origini e alle tradizioni popolari, con l ascolto e la parola che diventano in questa occasioneluce:questohavoluto comunicare l incontro e dal silenzio attento dei presenti pare abbia suscitato non poca emozione. Consegnate anche delle bandierine-gadget, realizzate a mano con la data della giornata, per ricordarsi tuttol annocheilrisparmioel intelligente uso dell energia sonounacosachenonva dimenticata. Samantha Visentin Taglio medio

12 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 3 Goriziani in corteo coi pacifisti Alcune decine a Vicenza per la manifestazione anti-base Usa Don Bellavite: è stata una festa, infondate le preoccupazioni L assessore Marincic: impressionante la partecipazione che ha superato ogni aspettativa Un clima di grande festa, con partecipanti di tutte le età che hanno cantato e ballato. È questa l atmosfera che si è respirataierinelcorteosvoltosi a Vicenza per protestare contro la base militare Usa, a cui hannopresoparte anchealcunedecine di goriziani. Qualcuno è partito già di prima mattina, altri hanno approfittato della corriera organizzata a Monfalconeealtriancora hanno preso il trenogiuntoadestinazione poco prima dell inizio della manifestazione. «Èstataunagrande festa per la gentedipace,chehadimostratochetuttelepreoccupazioni emerse alla vigilia erano infondate», rimarca don Andrea Bellavite, direttore di Voce isontina. Malgrado i timori della vigilia, non c è assolutamente stata alcuna forma di tensione: «Vi hannopartecipatobambini,giovani, anziani, persone appartenenti a correnti politiche diverse. È stata una manifestazione di grande respiro, che ha unito tutte le anime operanti per la pace.ipoliziottinoneranoassolutamente in assetto di guerra, tantoche ho visto io stesso molti manifestanti fermarsi a ringraziarli per aver contribuito al mantenimento dell aria di festa». Impressionante per Marko Marincic, assessore provincialealla Pace, è statalapartecipazione, che infatti ha superato ogni aspettativa: «Noi ci siamo accodati al corteo, e quando la testa è arrivata a destinazione, coprendo i sei chilometri del percorso, la coda non si era ancoramossa. Dalpalcohosentito cheparlavanodicentomilapersone, ma secondo me erano anche di più. Non sono rimasto sorpresodell atmosferadi festa, nel senso che altre volte in situazionianalogheèstatocosì, peresempio al Social forum di Firenze. Più cercano di fare terrorismo psicologico, piùlamanifestazione si trasforma in una festa della città. È stato bello vedere i vicentini affacciati alle finestre, o battere il tempo con i mestoli contro le pentole». Si è trattato di una manifestazione emozionante anche per donalbertodenadai, direttore della comunità Arcobaleno: «È stata una bella festa. Finalmente c è stato qualcosa di positivo, nonostante tutte le preoccupazioni che erano state espresse alla vigilia». Date le finalità del corteo,nonpotevaandarediversamente secondo una giovane operatrice della stessa comunità: «È stata una manifestazione pacifica così come doveva essere. Si è dato tantopeso ai timori, ma le polemiche sono state solo un deterrente per limitare la partecipazione». (f.s.) Un immagine del corteo di ieri a Vicenza Taglio medio

13 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Festosa invasione di maschere Riuscita edizione del Carnevale in piazza Premi per tutti sul palco dinanzi a palazzo Attems Se il Comune vuoi aiutare con il rosso devi passare. Conquestoslogan siè aperto ieri pomeriggio il 21esimo Carnevale in piazza organizzato dal Consiglio di quartiere Montesanto-Piazzutta, quando, nelle strade del centro, si sono riversatecirca150maschereprecedutedaunprimocarrettodedicato alle sventure semaforiche della cittadinanza. La giornata di sole, anche se attraversata ogni tanto da folate di ventogelido, hapermesso lariuscita di questa manifestazione genuinamente schietta e popolare,passata,dopotantianni,dalla supervisione degli Amici del Tajeto a quella del Cdq presieduto da Pinuccia Cibej. Gli Amici hannocomunquecollaborato fino alla fine delle premiazioni tenutesi in Piazza De Amicis, al suono della voce squillante di Franco Glessi. Qui, sul palco posto come di consueto di fronte a Palazzo Attems,sièsvoltalapazientecatalogazione, ad opera della giuria, delle diverse categorie di maschere,cheeranoquestavolta molto varie e numerose. Di seguitoelenchiamoquindiivincitori ai quali sono andate coppe, cesticarichi di vettovaglie e buoni-spesa: per la categoria miglior caricatura, si sono classificati primi gli Scozzesi ; per la migliore esecuzione del costume la Veneziana ; per il miglior uso di materiali poveri, Pippi calzelunghe ; la migliore maschera era il Fondo marino (al quale è andata la coppa degli Amici del Tajeto); la migliore interpretazione è spettata a Pulcinella e la maschera più originale era il ragnetto. Venendo ai gruppi, alprimo postotroviamorappresentata la Cina, con quattrosuoiantichi abitanti in costume d epoca; al secondo posto, troviamo la formazione Coccinella compostadamamma, figlia e due yorkshire abbigliaticon cappottino a pois neri su sfondo rosso (si evince, visto che per i gruppi il numero di persone minimo doveva essere di tre, che due cani di piccola taglia possano equivalere ad un goriziano medio a Carnevale). Terzo invece il Bosco incantato. Un cesto di cotechini è andato quindi al gruppo di Religiosi, per sapida concessione del Cdq di Sant Andrea. Per quello che riguarda i carretti,alprimopostotroviamo il mappamondo, al secondo galli e polli mentre solo al terzo il semaforo che pur tantospazioavevatrovatonelleparole di Glessi, come si deduce dalla frase esemplificativa : Ma tu dove abiti, al di qua o aldilà del semaforo? Pensa che una volta si diceva così dell Isonzo, spiega il goliarda storico del Tajeto. Le coppe offerte dall Ugg sono andate alle migliori maschere, indossate da: Siria Pasqualini, Stefano Bradaschia, Jonathan Ciaccia, Giorgia Visin e Tommaso Concetti. Ai nonni in maschera, unasplendidacoppiadipavoni che si tenevano per mano, andrà il rebechin romantico offerto da una nota locanda gorizianamentre,concludendo,mariademarchihavintoilconcorso per la migliore frittola goriziana. Perla manifestazione, il Cdq ha ricevuto (e ringrazia) il contributo di numerosi enti, tra i quali il Comune e la Provincia digorizia,laregione,lefondazioni Cassa di Risparmio e Coronini, nonché l aiuto pratico della segreteria del sindaco e dei vigili. L appuntamento ora è per mercoledì 21 febbraio quando si terrà il funerale di Re Carnevale, alias Bepo Zanet, con la lettura delle sue volontà testamentariecherisolverannodefinitivamente, come anticipato da Glessi, gi annosi problemi del Tocai e delle multe. Emanuela Masseria Apertura

14 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 La manifestazione è stata curata quest anno dal Cdq di Montesanto Apertura

15 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Apertura

16 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Apertura

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Tesi per il Master Superformatori CNA

Tesi per il Master Superformatori CNA COME DAR VITA E FAR CRESCERE PICCOLE SOCIETA SPORTIVE di GIACOMO LEONETTI Scorrendo il titolo, due sono le parole chiave che saltano agli occhi: dar vita e far crescere. In questo mio intervento, voglio

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

STATUTO. Art. 1. Art. 2

STATUTO. Art. 1. Art. 2 STATUTO Art. 1 E costituita tra l Università Politecnica delle Marche e l Università degli Studi di Urbino Carlo Bo un associazione denominata UNIADRION. Art. 2 L associazione ha sede in Ancona, presso

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO

ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO ANNUNCI SEGRETERIA NUOTO Le comunicazioni che seguono sono suggerimenti che serviranno ad una buona gestione della Manifestazione e ad ottenere una uniformità interpretativa in tutte le gare. Sono suggerimenti

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni )

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) I NUMERI NEGATIVI Lezione tratta da http://www.maecla.it/bibliotecamatematica/af_file/damore_oliva_numeri/mat_fant_classe4.pdf

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI

LEZIONE 4 DIRE, FARE, PARTIRE! ESERCIZI DI ITALIANO PER BRASILIANI In questa lezione ci siamo collegati via Skype con la Professoressa Paola Begotti, docente di lingua italiana per stranieri dell Università Ca Foscari di Venezia che ci ha parlato delle motivazioni che

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO

SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO SINTESI DDL CITTA METROPOLITANE, PROVINCE, UNIONI COMUNI SENATO Il disegno di legge 1212 Disposizioni sulle Città metropolitane, sulle Province, sulle unioni e fusioni di Comuni approvato dal Senato ha

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30 11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI Il settore della PA è tra le priorità dell agenda

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

Esempi di utilizzazione dell ADVP

Esempi di utilizzazione dell ADVP Esempi di utilizzazione dell ADVP G. Cappuccio Ipssar P. Borsellino ESERCIZIO DI REALIZZAZIONE IL VIAGGIO Guida per l insegnante Questo esercizio è un modo pratico per coinvolgere l alunno nel progetto

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

CORSO ANTINCENDIO BASE

CORSO ANTINCENDIO BASE Evento formativo Corso di addestramento CORSO ANTINCENDIO BASE 1. Premessa Il D.Lgs. 81/2008 e D.M. 10.03.98 stabiliscono, tra l altro, i criteri per la valutazione dei rischi incendio nei luoghi di lavoro

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE

MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE 66 Bologna, 11 febbraio 2015 MEGLIO COSÌ: TRE EVENTI PER CELEBRARE CIÒ CHE CI UNISCE Per dare feste non serve sempre un motivo. Ma quelle di Meglio Così, il ciclo di eventi che si terrà a Bologna tra febbraio

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N.

di Claudio Facchini, dirigente del settore sviluppo economico del Comune di Faenza ARTICOLO PUBBLICATO NELLA RIVISTA AZIENDITALIA N. SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA E SPORTELLO UNICO PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE A CONFRONTO Nell articolo vengono messe in luce le differenze radicali tra il procedimento disciplinato dal DPR 447/1998, per

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa

Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio. Quell imbroglione di Mazalorsa Scuola primaria di Avio Anno scolastico 2010-11 Classe IV^A Istituto Comprensivo di Avio Biblioteca Comunale di Avio Quell imbroglione di Mazalorsa Autori e illustratori CAMPOSTRINI GABRIELE MABBONI EMILIANO

Dettagli

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA

INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA INDAGINE LAST CMR (COMMUNITY MEDIA RESEARCH) PER LA STAMPA L epoca in cui viviamo, caratterizzata dalla velocità e dall informazione, vede limitate le nostre capacità previsionali. Non siamo più in grado

Dettagli

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore.

rancore Vita libera, abbastanza libera, e quindi restituita, nostra unica occasione finalmente afferrata. Una vita libera dal rancore. Commozione Si commuove il corpo. A sorpresa, prima che l opportunità, la ragionevolezza, la buona educazione, la paura, la fretta, il decoro, la dignità, l egoismo possano alzare il muro. Si commuove a

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica

Il carnevale degli animali. Grande fantasia zoologica Il carnevale degli animali di Camille Saint Saёns Grande fantasia zoologica Per due pianoforti e piccola orchestra Obiettivi del nostro lavoro Imparare a riconoscere il timbro di alcuni strumenti musicali.

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale

VERBALE DI DELIBERAZIONE N. 031 della Giunta Comunale COMUNE DI FOLGARIA Provincia di Trento Via Roma, 60 - C.A.P. 38064 Tel. 0464/729333 - Fax 0464/729366 Codice Fiscale e P. IVA 00323920223 E-mail: info@comune.folgaria.tn.it PEC: comune@pec.comune.folgaria.tn.it

Dettagli

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO

ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Ufficio XVI - Ambito territoriale per la provincia di Reggio Emilia Ufficio Educazione Fisica e Sportiva ELEMENTI DI NOVITÀ E DI CAMBIAMENTO Prof. PAOLO SECLÌ Docente di Attività motoria per l età evolutiva

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti

STATUTO del CNCP. Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti STATUTO del CNCP Associazione CNCP: Coordinamento Nazionale Counsellor Professionisti ARTICOLO 1 DENOMINAZIONE E costituita ai sensi degli articoli 36 e seguenti del codice civile un Associazione di rappresentanza,

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli