N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia Piazza De Amicis invasa dalle

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia 18-02-2007 2 Piazza De Amicis invasa dalle"

Transcript

1 N Titolo Testata-Edizione Data 1 Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante Il Piccolo Gorizia Piazza De Amicis invasa dalle maschere Il Piccolo Gorizia Assemblea dei soci de La Salute Il Piccolo Gorizia Cimitero di Giasbana da sistemare Il Piccolo Gorizia Riprende la trattativa per la cessione di Finmek Il Piccolo Gorizia A Gorizia i talenti europei under 20 Il Piccolo Gorizia Comune e Regione: si' al liceo classico Il Piccolo Monfalcone Inaugurato un laboratorio Il Piccolo Monfalcone Incontro pubblico sul Tfr Messaggero Veneto Gorizia Dal buio alla luce Messaggero Veneto Gorizia Goriziani in corteo Messaggero Veneto Gorizia Festosa invasione di maschere Messaggero Veneto Gorizia

2 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 22 Nei primi giorni della prossima settimana la decisione definitiva in merito all istituzione del nuovo corso di studi Il ginnasio a Monfalcone non toglie classi al Dante All istituto di viale 20 Settembre saranno mantenute comunque le due sezioni A Monfalcone si è ormai certi della costituzione di una classe quarta ginnasiale al polo scolastico Duca d Abruzzi. I numeri ci sarebbero e l appoggio forte degli amministratori - che ne sottolineano l enorme opportunità formativa per il territorio - pure. Anche se la preside Laura Fasiolo getta acqua sul fuoco e raccomanda prudenza, mantenendosi piuttosto cauta: «Il dato oggettivo che sarà comunicato alla direzione regionale e all ufficio scolastico provinciale entro i primi giorni della settimana si riferisce agli alunni iscritti all anno didattico 2007/2008. Solo in seguito l amministrazione regionale definirà classi, posti disponibili e docenti». L istituzione del classico a Monfalcone non avrà ripercussioni negative per quello goriziano: anche il prossimo anno al liceo Dante saranno formate due prime classi, come ormai avviene regoalrmente da diversi anni. Rimane comunque critico nei confronti di Monfalcone il capogruppo della lista civica Per Gorizia, Erminio Tuzzi: «Già a suo tempo avevo detto che le autorizzazioni sono solitamente preventive, non successive. Ora le carte dovranno seguire una certa trafila burocratica, ma a mio avviso il veto finale spetta comunque al ministero. Che già da tempo ha posto lacci e laccioli per frenare la costituzione di indirizzi doppioni, responsabili di arrecare, come unica conseguenza, l aggravio delle spese a carico del settore pubblico. Per quanto mi riguarda aggiunge sono sempre del parere che sia preferibile potenziare le strutture esistenti, posto che la distanza tra le due città, in un ottica di pendolarismo, non è così ragguardevole. Certo, comprendo anche la volontà, per le famiglie di Monfalcone, di ottenere un liceo classico a due passi da casa, quindi direi che non ci resta che attendere il responso finale. Così da vedere se l indirizzo emerso dalla conferenza dei sindaci di cinque anni fa vale ancora oggi». Una cosa è certa: l assessore regionale alla Cultura Roberto Antonaz non fa mistero di appoggiare al 100% la scelta di aprire un indirizzo classico a Monfalcone. E difatti già ieri aveva escluso, sulla base dei contatti avviati, l eventualità di un parere negativo da parte dell Istituto regionale. D accordo pure Enrico Gherghetta, presidente della Provincia: «Ritengo che il polo classico a Monfalcone contribuisca ad accrescere l offerta formativa del territorio isontino e per questo mi dico soddisfatto». Concorde anche il vicesindaco di Monfalcone, Silvia Altran: «Dal punto di vista istituzionale sono molto contenta e ritengo che un tale risultato sia stato raggiunto anche grazie alla grande opera di sensibilizzazione effettuata tra la cittadinanza». Laura Fasiolo Taglio medio

3 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 22 I bambini protagonisti del Carnevale organizzato dal quartiere Montesanto-Piazzutta Piazza De Amicis invasa dalle maschere Si è concluso con una piazza De Amicis gremita di folla il carnevale organizzato dal quartiere di Montesanto Piazzutta. Protagonisti i tantissimi bambini che, con i loro costumi, hanno animato la manifestazione. Per quanto riguarda i vincitori, ecco le scelte della giuria. Fra le scuole, sono risultati vincitori i piccoli «ecoterrestri» della «Frinta», mentre secondi sono giunti i coetanei della «Pecorini» con «coloriamo il mondo». Nella categoria carretti, medaglia d oro al Mappamondo, argento a Galli e Polli e bronzo al Semaforo di Franco Zotti. Premi anche ai partecipanti anagraficamente più giovani: primo posto per Stefano Bradaschia, secondo per Siria Pasqualini e terzo per Jonathan Ciaccia. In termini assoluti, il premio per la migliore caricatura è andato agli Scozzesi, quello per la migliore esecuzione del costume ai Veneziani, quello per la migliore interpretazione a Pulcinella, quello per l originalità a Raghetto e, infine, quello per l uso dei materiali più poveri a Pippi Calzelunghe. «È stata una festa bellissima, oltre le più rosee aspettative ha commentato la presidente del quartiere di Montesanto-Piazzutta, Pinuccia Cibej ed è la dimostrazione che quando si lavora assieme le ciambelle vengono per forza con il buco». All organizzazione hanno collaborato anche Comune, Provincia e fondazioni Carigo e Coronini. E adesso, appuntamento a mercoledì per il funerale di Bepo Zanet. Nicola Comelli Bambini protagonisti del Carnevale La fantasia quest anno non è certo mancata Un gruppo mascherato si diverte e fa divertire gli spettatori durante il suo passaggio Taglio basso

4 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Città pagina 23 Oggi alle Assemblea dei soci dell associazione «La Salute» di Lucinico L associazione sanitaria di volontari «La Salute» di Lucinico si riunisce oggi per la tradizionale assemblea annuale dei soci. La riunione si svolgerà alle al centro civico di Lucinico, in piazza San Giorgio. In tale occasione verrà inoltre inaugurata e benedetta una nuobva ambulanza alla presenza dell arcivescovo di Gorizia, monsignor Dino De Antoni. Presenti anche altre autorità del Comune di Gorizia e della Provincia. Breve

5 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Isontino pagina 26 SAN FLORIANO Il Comune va alla ricerca di finanziamenti. Riunione con la giunta provinciale Cimitero di Giasbana da sistemare SAN FLORIANO Interventi di manutenzione dei cimiteri e delle scuole. Il Comune di San Floriano va alla ricerca delle risorse per far fronte ai costi delle manutenzioni. Ed è stato questo soprattutto il filo conduttore della riunione tra le giunte provinciale e comunale. A fronte della necessità espressa dal sindaco Corsi della realizzazione di alcuni interventi ai cimiteri di San Floriano e di Giasbana, e di edilizia scolastica, «la giunta provinciale ha espresso la propria disponibilità - si legge in una nota - a individuare l iter amministrativo più idoneo al reperimento dei finanziamenti». Si è parlato poi del coinvolgimento del Comune di San Floriano nel progetto Marketing del Collio che prevede interventi in tutto il Collio per 4 milioni di euro, per la gran parte impiegati per strade vicinali, piste ciclabili, pontili, sentieri e valorizzazione del territorio nel suo complesso. Successivamente, le due giunte hanno fatto il punto della situazione sulla provincializzazione della strada Cormons-San Floriano, il cui iter non si è ancora concluso. «La Provincia - si rimarca - ha garantito il suo impegno a presentare un progetto preliminare per la sistemazione della strada e spera di avere nel 2008 le risorse necessarie per un primo intervento. Si tratta comunque della prima opera viaria da mettere in cantiere dopo quanto già programmato». Infine, si è parlato della nuova programmazione Ue 2007/2013 sul territorio collinare e della necessità di un coordinamento tra la Provincia e i Comuni coinvolti. Taglio basso

6 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Provincia pagina 28 OCCUPAZIONE Incontro in Regione il 23 febbraio. L unica offerta d acquisto resta quella della goriziana Mw Riprende la trattativa per la cessione di Finmek I sindacati puntano a salvaguardare il maggior numero di posti possibile RONCHI Si riapre il 23 febbraio la procedura di cessione dello stabilimento Finmek Access Media di Ronchi dei Legionari, coinvolto ormai da oltre quattro anni nella pesantissima crisi della società fondata dall'industriale friulano Carlo Fulchir e dove dai quasi 600 dipendenti degli anni '90 si è passati agli attuali 252. La trattativa, che sarà ospitata dalla Regione, riprenderà dall' unica offerta d'acquisto presentata nella primavera del 2006 dalla società isontina Mw di Francesco Fantuzzi e dall'imprenditore Pietro Nobile. Il nuovo soggetto, secondo il piano industriale presentato a fine maggio dello scorso anno al tavolo sempre coordinato dalla Regione, avrebbe un capitale sociale di 2,5 milioni di euro e intenzione di acquisire l immobile che è di proprietà di Sviluppo 24, una società che è creditrice di Finmek e si è quindi insinuata nella procedura fallimentare del gruppo. Il piano industriale prevede inoltre investimenti nelle attrezzature da sviluppare tra l anno in corso e il 2009 per un totale di 9 milioni di euro. Due milioni sarebbero stati investiti già entro la fine dello scorso anno, se l'operazione fosse andata a buon fine. I due imprenditori stimavano che il fatturato di gruppo (esiste un altro stabilimento a Reggio Emilia che occupa 240 persone) potrebbe attestarsi sui 50 milioni di euro entro il 2007 di cui 15 frutto dell attività della fabbrica di Ronchi dei Legionari. Il piano industriale prevedeva però pesanti ricadute occupazionali, cioé la conferma di 140 dei 250 posti di lavoro. L'appuntamento del 23 febbraio, convocato dal commissario straordinario della società, Gianluca Vidal, arriva comunque dopo la conclusione della cessione dello stabilimento di Caluso (Torino) che ha visto la salvaguardia di tutti i posti di lavoro, anche se diluita nell' arco di quattro anni. Le organizzazioni sindacali dei metalmeccanici puntano quindi ad avvicinarsi il più possibile a una soluzione di questo tipo, anche perché Un presidio Finmek Finmek Access Media è una delle poche realtà industriali a prevalente presenza femminile rimaste nell'isontino. La presenza della Provincia di Gorizia, competente in materia di politiche attive del lavoro, non è comunque casuale, perché si sta com'è logico già pensando ai percorsi per la ricollocazione sul territorio dei dipendenti che non saranno confermati. Lo stabilimento di Ronchi sta intanto lavorando e continuerà a farlo fino al 15 aprile grazie proprio all'affitto della Mw. La Finmek Access Media è impegnata nella produzione di modem e rooter e carico di lavoro e numero di clienti starebbero aumentando. L'organico della fabbrica, tra lavoratori attivi e cassintegrati, è comunque sceso a 252 unità rispetto ai 265 di qualche mese fa. Al centinaio di lavoratori impiegati dalla Mw alla Finmek Access Media se ne aggiunge un'altra decina che lavora, per la Mw, nello stabilimento di Savogna, mentre sono una quindicina le persone che nella fabbrica di Ronchi dipendono direttamente dalla gestione commissariale e un'altra decina le lavoratrici assunte con contratti interinali all'alcatel di Trieste. Laura Blasich Taglio medio

7 18 FEB 2007 Il Piccolo Gorizia Sport pagina 32 PRESENTAZIONE A luglio il campionato continentale di categoria in città e a Nova Gorica A Gorizia i talenti europei under 20 Trenta partite a Gorizia e altrettante a Nova Gorica: sarà l Europeo di basket per la categoria under 20, in programma dal 6 al 15 luglio prossimi, la prima manifestazione della Fiba a essere organizzata a livello transfrontaliero. La seconda manifestazione cestistica continentale del 2007 per importanza - dopo l Eurobasket che quest anno si svolgerà a Madrid - assumerà dunque un significato simbolico particolare con il torneo che si giocherà in due Paesi e in due città adiacenti ma separate da un confine che fino a pochi anni fa coincideva con la cortina di ferro, due città però oggi sempre più unite nella collaborazione transfrontaliera, tanto che il comitato organizzatore dell evento vede come presidente il sindaco di Nova Gorica, Brandolin illustra il torneo Mirko Brulc, e come vicepresidente il primo cittadino di Gorizia, Vittorio Brancati (la manifestazione era stata inizialmente affidata alla città slovena che ha poi deciso di allargare l organizzazione a Gorizia). La manifestazione è stata presentata ieri ufficialmente nella sede municipale del capoluogo isontino. «Si tratta di un appuntamento di altissimo livello, nel quale potremo ammirare alcuni dei talenti che segneranno il futuro del basket internazionale» ha dichiarato il presidente della Fip regionale, Ezio Cipolat. Al torneo parteciperanno in tutto 16 squadre suddivise in 4 gruppi. L Italia, inserita nel gruppo D con Lettonia, Georgia e Bulgaria, giocherà la fase preliminare a Gorizia, nel cui palasport si terrà anche la finale 3-4 posto, mentre la finale si svolgerà a Nova Gorica. Alla conferenza stampa di presentazione hanno preso parte anche il presidente della Provincia di Gorizia, Enrico Gherghetta, il sindaco Brancati e Andrej Miska del Comune di Nova Gorica: tutti hanno posto l accento sulla valenza simbolica e transfrontaliera dell iniziativa. Taglio alto

8 18 FEB 2007 Il Piccolo Monfalcone Città pagina 23 Istituzioni impegnate a sostenere l iter per la costituzione di una quarta ginnasio. Ancora perplessità da Gorizia Comune e Regione: sì al liceo classico Silvia Altran: «Una conquista per tutti». Antonaz: «I pareri favorevoli arriveranno» Regione, Provincia e Comune fanno quadrato per difendere il classico di Monfalcone. Ormai ci siamo: a giorni partirà la richiesta di costituzione di una quarta ginnasio al liceo scientifico Buonarroti. Roberto Antonaz Studenti all uscita dalla sede del liceo Buonarroti (Altran) I numeri ci sarebbero e l appoggio forte degli amministratori - che ne sottolineano l enorme opportunità formativa per il territorio - pure. Ciononostante i rapporti con la vicina Gorizia, dove già esiste un polo umanistico consolidato, rimangono tesi e l ipotesi di realizzarne un altro nella città dei cantieri non è certo appoggiata con entusiasmo. Anche per questo, onde limitare al minimo gli attriti, la preside Fasiolo getta acqua sul fuoco e raccomanda prudenza, mantenendosi piuttosto cauta: «Il dato oggettivo che sarà comunicato alla direzione regionale e all ufficio scolastico provinciale entro i primi giorni della settimana si riferisce agli alunni iscritti all anno didattico 2007/2008. Solo in seguito l amministrazione regionale definirà classi, posti disponibili e docenti». Una cosa è certa, l assessore regionale alla Cultura Roberto Antonaz non fa mistero di appoggiare al 100% la scelta di aprire un indirizzo classico a Monfalcone. E difatti già ieri aveva escluso, sulla base dei suoi contatti, l eventualità di un parere negativo da parte dell Istituto regionale. D accordo pure Enrico Gherghetta, presidente della Provincia: «Ritengo che il polo classico a Monfalcone contribuisca ad accrescere l offerta formativa del territorio isontino e per questo mi dico soddisfatto. Non ritengo che l attivazione di un nuovo indirizzo possa determinare un depauperamento delle realtà esistenti, al contrario lo vedo come un arricchimento per tutti». Concorde anche il vicesindaco di Monfalcone, Silvia Altran: «Dal punto di vista istituzionale sono molto contenta e ritengo che un tale risultato sia stato raggiunto anche grazie alla grande opera di sensibilizzazione effettuata nella cittadinanza. L organico c è già e l inaugurazione della nuova classe non comporterà spese maggiori a carico dello Stato, poiché all interno del corpo docenti del Buonarroti ci sono degli insegnati abilitati all insegnamento del greco e delle materie classiche». Se sul fronte della Sinistra Isonzo s imprime dunque una vigorosa accelerata, diversamente accade nel capoluogo provinciale, dove il capogruppo della lista civica Per Gorizia, Erminio Tuzzi, ribatte: «Già a suo tempo avevo detto che le autorizzazioni sono solitamente preventive, non successive. Ora le carte dovranno seguire una certa trafila burocratica, ma a mio avviso il veto finale spetta comunque al ministero. Che già da tempo ha posto lacci e laccioli per frenare la costituzione di indirizzi doppioni, responsabili di arrecare, come unica conseguenza, l aggravio delle spese a carico del settore pubblico». «Per quanto mi riguarda aggiunge sono sempre del parere che sia preferibile potenziare le strutture esistenti, posto che la distanza tra le due città, in un ottica di pendolarismo, non è così ragguardevole. Certo, comprendo anche la volontà, per le famiglie di Monfalcone, di ottenere un liceo classico a due passi da casa, quindi direi che non ci resta che attendere il responso finale. Così da vedere se l indirizzo emerso dalla conferenza dei sindaci di 5 anni fa vale ancora oggi. A risultare antipatico conclude Tuzzi è invece il fatto che mai come oggi si assiste a una vera e propria rincorsa per accaparrarsi gli studenti, quasi fossimo a un supermercato: una cosa quanto mai deleteria nell ambito scolastico». Tiziana Carpinelli Apertura

9 18 FEB 2007 Il Piccolo Monfalcone Città pagina 23 Inaugurato un laboratorio informatico per lo studio delle lingue straniere Un nuovo laboratorio con quindici postazioni, che consentiranno a trenta alunni di fare pratica linguistica e approfondimenti tramite la tecnologia e l accesso ad internet. La struttura, della quale d ora in poi potrà fregiarsi il liceo Buonarroti, è stata inaugurata alla presenza del rappresentante della Carigo, Adriano Persi, grazie al cui contributo è stato possibile realizzare il progetto. «La struttura permetterà ai ragazzi di fare pratica sotto la guida di un insegnante alla consolle - ha spiegato la responsabile del progetto lingue del liceo, Annamaria Cino. I ragazzi potranno quindi usufruire di materiale in update in diverse lingue, e confrontarsi con la pronuncia originale così da capire i propri limiti e migliorarli, con una sorta di continua autovalutazione». Il liceo in realtà possiede altre due strutture di questo tipo: una - un laboratorio linguistico - è situata in via Bonavia, nella sede staccata. L altra è nella sede centrale, ma si tratta di una struttura dedicata all informatica e alla matematica. Questo laboratorio invece, pur essendo a base linguistica, potrà essere adattato per tutte le altre materie. «Il nostra grazie va anche alla Provincia ha spiegato la preside Laura Fasiolo che ha lavorato d impegno per garantire il collegamento della rete informatica in tempi utili. Il prossimo passo sarà quello di intervenire per un ammodernamento del laboratorio informatico già esistente». L impegno della scuola in campo linguistico non si ferma alla creazione di un laboratorio: da ricordare il progetto «Il milione» per lo studio del cinese, al secondo anno di attività, che presto si tradurrà in esperienze di scambio con scuole dell Estremo Oriente. Il laboratorio informatico Taglio medio

10 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 2 ORGANIZZATO DALL UGL Incontro pubblico sul Tfr venerdì in Provincia Fornire informazioni corrette ed esaustive sul Tfr, il Trattamento di fine rapporto, illustrando quello che il governo impone attraverso la relativa legge. È questo l obiettivo con cui l Unione generale del lavoro di Gorizia proporrà venerdì 23 un incontro pubblico, che si svolgerà alle 18 in Provincia. «Il governo e le altre organizzazioni sindacali evidentemente non ritengono che l informazione sul controverso problema della destinazione del Tfr sia prioritaria», ha rimarcato Paolo Persi, segretario regionale per il terziario, nell ambito della conferenza di presentazione dell assemblea. L iniziativa si propone sostanzialmente di diffondere un messaggio: l Ugl è a disposizione dei cittadini e dei lavoratori che vogliono saperne di più su quanto deciso dalla legge, in modo da aiutarli a muoversi con la massima consapevolezza. Ma nello stesso tempo il sodalizio precisa che non intende assolutamente sostituirsi ai singoli in merito alla scelta sulla destinazione del Tfr. Ha poi ricordato l impegno dell Unione: «L Ugl si fa carico del compito di fornire tutti gli strumenti necessariaffinchéillavoratoreabbia chiarociò cheilgovernoimpone conquestalegge, qui a Gorizia, così come nel resto del paese. Non bisogna dimenticare che l Ugl non ha firmato l accordo sul Tfr, pur essendo presente al tavolo delle trattative.perquestomotivohaorganizzato lo scorso novembre una manifestazione a Roma, che ha raccolto l adesione di circa lavoratori». Monica Marcolini, dirigente provinciale per il terziario, si è invece soffermata sulle difficoltà che caratterizzano il mondo del lavoro nell Isontino: «La situazione economica e occupazionale di Gorizia sta soffrendo ancora di un antico retaggio assistenziale, che purtroppo ha fatto sì che non si sviluppasse un imprenditoria concorrenziale, con tutte le ovvie conseguenze sulla mancata occupazione. Fra le altre cose non si comprende come mai la Provincia oggi non dia il nullaosta per la costruzione del centro commercialeinviaiiiarmata,adducendomotivazionideltuttoincomprensibili e non considerando fra le altre cose che la struttura permetterebbe di creare nuovi posti di lavoro». Alla presentazione dell assemblea è intervenuta tra gli altri anche Ilva Greatti, segretaria provinciale di Assocasa. Spalla destra

11 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 3 Dal buio alla luce a palazzo Attems Nell ambito della giornata internazionale M illumino di meno, volta alla sensibilizzazione del risparmio energetico, anche Gorizia si è vista coinvolta venerdì scorso nei numerosieventitesiasostenereunmigliorutilizzodell energia. Propriomentresispegnevano le luci del castello, anche a palazzo Attems si è svolto un incontro denominato Dal buio alla luce, in un atmosfera delicata grazie alla voce narrante di Tiziana Perini e alla luce azzurrognola di cinque candeleaccese afare dasottofondoallestorieraccontatealla presenza di un attento pubblico e dell assessore provinciale Marko Marincic. LaPerini nelcorsodella serata ha narrato storie di popoli e di culture diverse in una sortadigirodelmondoapartire dalle sue origini più antiche, dai canti dell Oceania alla filosofia indiana, arrivando alla suggestione dell Africa finoall EuropaealFriuli,ognuno con la sua intensità e il suo linguaggio. Stare insieme al buio,senzabisognodielettrici- tà,conlasemplicitàdiunritor- no alle origini e alle tradizioni popolari, con l ascolto e la parola che diventano in questa occasioneluce:questohavoluto comunicare l incontro e dal silenzio attento dei presenti pare abbia suscitato non poca emozione. Consegnate anche delle bandierine-gadget, realizzate a mano con la data della giornata, per ricordarsi tuttol annocheilrisparmioel intelligente uso dell energia sonounacosachenonva dimenticata. Samantha Visentin Taglio medio

12 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 3 Goriziani in corteo coi pacifisti Alcune decine a Vicenza per la manifestazione anti-base Usa Don Bellavite: è stata una festa, infondate le preoccupazioni L assessore Marincic: impressionante la partecipazione che ha superato ogni aspettativa Un clima di grande festa, con partecipanti di tutte le età che hanno cantato e ballato. È questa l atmosfera che si è respirataierinelcorteosvoltosi a Vicenza per protestare contro la base militare Usa, a cui hannopresoparte anchealcunedecine di goriziani. Qualcuno è partito già di prima mattina, altri hanno approfittato della corriera organizzata a Monfalconeealtriancora hanno preso il trenogiuntoadestinazione poco prima dell inizio della manifestazione. «Èstataunagrande festa per la gentedipace,chehadimostratochetuttelepreoccupazioni emerse alla vigilia erano infondate», rimarca don Andrea Bellavite, direttore di Voce isontina. Malgrado i timori della vigilia, non c è assolutamente stata alcuna forma di tensione: «Vi hannopartecipatobambini,giovani, anziani, persone appartenenti a correnti politiche diverse. È stata una manifestazione di grande respiro, che ha unito tutte le anime operanti per la pace.ipoliziottinoneranoassolutamente in assetto di guerra, tantoche ho visto io stesso molti manifestanti fermarsi a ringraziarli per aver contribuito al mantenimento dell aria di festa». Impressionante per Marko Marincic, assessore provincialealla Pace, è statalapartecipazione, che infatti ha superato ogni aspettativa: «Noi ci siamo accodati al corteo, e quando la testa è arrivata a destinazione, coprendo i sei chilometri del percorso, la coda non si era ancoramossa. Dalpalcohosentito cheparlavanodicentomilapersone, ma secondo me erano anche di più. Non sono rimasto sorpresodell atmosferadi festa, nel senso che altre volte in situazionianalogheèstatocosì, peresempio al Social forum di Firenze. Più cercano di fare terrorismo psicologico, piùlamanifestazione si trasforma in una festa della città. È stato bello vedere i vicentini affacciati alle finestre, o battere il tempo con i mestoli contro le pentole». Si è trattato di una manifestazione emozionante anche per donalbertodenadai, direttore della comunità Arcobaleno: «È stata una bella festa. Finalmente c è stato qualcosa di positivo, nonostante tutte le preoccupazioni che erano state espresse alla vigilia». Date le finalità del corteo,nonpotevaandarediversamente secondo una giovane operatrice della stessa comunità: «È stata una manifestazione pacifica così come doveva essere. Si è dato tantopeso ai timori, ma le polemiche sono state solo un deterrente per limitare la partecipazione». (f.s.) Un immagine del corteo di ieri a Vicenza Taglio medio

13 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Festosa invasione di maschere Riuscita edizione del Carnevale in piazza Premi per tutti sul palco dinanzi a palazzo Attems Se il Comune vuoi aiutare con il rosso devi passare. Conquestoslogan siè aperto ieri pomeriggio il 21esimo Carnevale in piazza organizzato dal Consiglio di quartiere Montesanto-Piazzutta, quando, nelle strade del centro, si sono riversatecirca150maschereprecedutedaunprimocarrettodedicato alle sventure semaforiche della cittadinanza. La giornata di sole, anche se attraversata ogni tanto da folate di ventogelido, hapermesso lariuscita di questa manifestazione genuinamente schietta e popolare,passata,dopotantianni,dalla supervisione degli Amici del Tajeto a quella del Cdq presieduto da Pinuccia Cibej. Gli Amici hannocomunquecollaborato fino alla fine delle premiazioni tenutesi in Piazza De Amicis, al suono della voce squillante di Franco Glessi. Qui, sul palco posto come di consueto di fronte a Palazzo Attems,sièsvoltalapazientecatalogazione, ad opera della giuria, delle diverse categorie di maschere,cheeranoquestavolta molto varie e numerose. Di seguitoelenchiamoquindiivincitori ai quali sono andate coppe, cesticarichi di vettovaglie e buoni-spesa: per la categoria miglior caricatura, si sono classificati primi gli Scozzesi ; per la migliore esecuzione del costume la Veneziana ; per il miglior uso di materiali poveri, Pippi calzelunghe ; la migliore maschera era il Fondo marino (al quale è andata la coppa degli Amici del Tajeto); la migliore interpretazione è spettata a Pulcinella e la maschera più originale era il ragnetto. Venendo ai gruppi, alprimo postotroviamorappresentata la Cina, con quattrosuoiantichi abitanti in costume d epoca; al secondo posto, troviamo la formazione Coccinella compostadamamma, figlia e due yorkshire abbigliaticon cappottino a pois neri su sfondo rosso (si evince, visto che per i gruppi il numero di persone minimo doveva essere di tre, che due cani di piccola taglia possano equivalere ad un goriziano medio a Carnevale). Terzo invece il Bosco incantato. Un cesto di cotechini è andato quindi al gruppo di Religiosi, per sapida concessione del Cdq di Sant Andrea. Per quello che riguarda i carretti,alprimopostotroviamo il mappamondo, al secondo galli e polli mentre solo al terzo il semaforo che pur tantospazioavevatrovatonelleparole di Glessi, come si deduce dalla frase esemplificativa : Ma tu dove abiti, al di qua o aldilà del semaforo? Pensa che una volta si diceva così dell Isonzo, spiega il goliarda storico del Tajeto. Le coppe offerte dall Ugg sono andate alle migliori maschere, indossate da: Siria Pasqualini, Stefano Bradaschia, Jonathan Ciaccia, Giorgia Visin e Tommaso Concetti. Ai nonni in maschera, unasplendidacoppiadipavoni che si tenevano per mano, andrà il rebechin romantico offerto da una nota locanda gorizianamentre,concludendo,mariademarchihavintoilconcorso per la migliore frittola goriziana. Perla manifestazione, il Cdq ha ricevuto (e ringrazia) il contributo di numerosi enti, tra i quali il Comune e la Provincia digorizia,laregione,lefondazioni Cassa di Risparmio e Coronini, nonché l aiuto pratico della segreteria del sindaco e dei vigili. L appuntamento ora è per mercoledì 21 febbraio quando si terrà il funerale di Re Carnevale, alias Bepo Zanet, con la lettura delle sue volontà testamentariecherisolverannodefinitivamente, come anticipato da Glessi, gi annosi problemi del Tocai e delle multe. Emanuela Masseria Apertura

14 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 La manifestazione è stata curata quest anno dal Cdq di Montesanto Apertura

15 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Apertura

16 18 FEB 2007 Messaggero Veneto Gorizia Città pagina 4 Apertura

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

LA GRANDE GUERRA sui media

LA GRANDE GUERRA sui media LA GRANDE GUERRA sui media 1 IL CENTRO http://ilcentro.gelocal.it/pescara/cronaca/2015/11/21/news/marini-la-grande-guerra-e-il-terrorismo- 1.12485624 Il CENTRO 22 novembre 2015 2 Il Messaggero 22 novembre

Dettagli

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena

RASSEGNA STAMPA. Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014. A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena RASSEGNA STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i 60 anni dalla nascita 3 dicembre 2014 A cura dell Ufficio Comunicazione di CNA Forlì-Cesena COMUNICATO STAMPA Futuro: noi ci siamo! CNA festeggia i

Dettagli

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle

L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle L anno scolastico era cominciato tra mille difficoltà, al punto che, a causa delle proteste dei docenti contro le ultime disposizioni del governo, avevamo deciso di non offrire nessuna attività extra-

Dettagli

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA

GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA GIORNATA DELL'ACCOGLIENZA Mercoledì 11 dicembre abbiamo accolto gli amici delle quinte: vi raccontiamo la giornata...speciale. E' stato molto interessante ed istruttivo, a parer mio, far visitare, nel

Dettagli

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA

Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: La Nuova Ferrara RASSEGNA STAMPA Da: Estense.com Vigarano, ecco il nuovo polo scolastico Paron: Scelta la data dell'11 settembre per riprenderci il futuro di Federica Pezzoli Vigarano Mainarda. Quello

Dettagli

Livello A2 Unità 7 Istruzione

Livello A2 Unità 7 Istruzione Livello A2 Unità 7 Istruzione Chiavi Lavoriamo sulla comprensione 1. Ascolta il testo. Vero o Falso? Testo 1 - Ciao Marta. - Ciao Habiba, come stai? - Bene grazie. - E Aziz? Lo hai già iscritto scuola?

Dettagli

CREDITO ALLE INDUSTRIE

CREDITO ALLE INDUSTRIE CREDITO ALLE INDUSTRIE COFIRE: CONSORZIO FIDI DELL INDUSTRIA DI REGGIO EMILIA ASSEMBLEA DI BILANCIO 2015. OLTRE 36 MILIONI DI EURO EROGATI NELL ESERCIZIO NETTA CRESCITA SU ANNO PASSATO. RIPRESI GLI INVESTIMENTI

Dettagli

Donna Ì : un milione di no

Donna Ì : un milione di no Ì : un milione di no IL NOSTRO TEAM Siamo un trio ma siamo anche una coppia di fidanzati, due fratelli, due amici che da qualche anno convive e condivide esperienze di vita ma anche interessi sociali e

Dettagli

www.internetbusinessvincente.com

www.internetbusinessvincente.com Come trovare nuovi clienti anche per prodotti poco ricercati (o che necessitano di essere spiegati per essere venduti). Raddoppiando il numero di contatti e dimezzando i costi per contatto. Caso studio

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.)

DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) DEL REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI (C.C.R.) (Approvato con deliberazione consiliare n. 30 del 24.06.2010 e successiva modifica con deliberazione consiliare n. 50 del 25.09.2012) PREMESSA

Dettagli

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015

ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 ECCELLENZE LICEO ESAME DI STATO 2015 100 E LODE VIGLIANI VALENTINA 5B 100/100 GATTUSO GIANLUCA 5 A PERRERO JESSICA 5 B CARIGNANO SILVIA 5 C 100/100 CIVIDINO DAVIDE 5C CIELO ANDREA 5 D RIZZA DAVIDE 5 D

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 74 del 29 Settembre 2006 Modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 66

Dettagli

Comitato Libro Parlato San Vito sezione staccata dell Associazione Centro Internazionale del Libro Parlato A.Sernagiotto Relazione giugno 2009

Comitato Libro Parlato San Vito sezione staccata dell Associazione Centro Internazionale del Libro Parlato A.Sernagiotto Relazione giugno 2009 Comitato LibroParlato SanVito sezionestaccatadell Associazione CentroInternazionaledelLibroParlato A.Sernagiotto Relazionegiugno2009 Quest anno,oltreadivulgaregliargomentiprincipalilegatialladonazionedivoce,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo

ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM. Biblioteca Interculturale Mobile. Nei libri il mondo ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Scuola Secondaria di Primo Grado Giuseppe Mezzanotte BIM Biblioteca Interculturale Mobile Nei libri il mondo Classe I - II A docente referente: prof.ssa Patrizia Monetti

Dettagli

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI

Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI SCOIATTOLI VOLPI TOPINI Eccoci qua a raccontarvi la prima tappa del nostro viaggio di crescita, di scoperte e di conquiste!!! CONIGLIETTI Siamo il gruppo più numeroso della scuola e assieme alle maestre Meri e Silvia siamo diventati

Dettagli

Attività a Tema in Branca L/C

Attività a Tema in Branca L/C in Branca L/C Queste note fanno seguito al laboratorio sulle del 13 marzo 2013 a Roma e riprendono il sussidio, ormai introvabile, concepito nel 1973 e rivisto nel 1982. Le nascono nella Branca Lupetti

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL

1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL 1. I VOLONTARI DELLA CRI: UNA COMUNITÀ PER IL BENE COMUNE Una comunità di oltre 139 mila soci impegnati, nel quotidiano come nelle emergenze, in attività sociali e sanitarie di aiuto alle persone in difficoltà

Dettagli

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini

Nota. Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. On. Stefania Giannini Nota Incontro con il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca On. Stefania Giannini Roma, 28 maggio 2014 Premessa Come è noto le Province si occupano del funzionamento, della manutenzione

Dettagli

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori

frutto della collaborazione fra Volontari della Caritas Parrocchiale, Alunni e Alunne, Insegnanti e Comitato dei Genitori La Scuola Primaria PAOLO NEGLIA di Vanzago, nell ambito delle manifestazioni organizzate per la Festa di fine anno scolastico, ha promosso la seguente iniziativa frutto della collaborazione fra Volontari

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Report finale sportello Ricomincio da qui

Report finale sportello Ricomincio da qui Report finale sportello Ricomincio da qui Contesto generale del progetto Ricomincio da qui Lo sportello Ricomincio da qui offre supporto e sostegno a tutti coloro che sono residenti a Spinea e cercano

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA

AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA AMA TE STESSO PUOI GUARIRE LA TUA VITA HEAL YOUR LIFE WORKSHOP 4/5 OTTOBRE 2014 PRESSO CENTRO ESTETICO ERIKA TEMPIO D IGEA 1 E il corso dei due giorni ideato negli anni 80 da Louise Hay per insegnare il

Dettagli

I giovani del Medio Campidano

I giovani del Medio Campidano I giovani del Medio Campidano Indagine sulla condizione giovanile nella Provincia Ufficio Provinciale Giovani - Associazione Orientare Pagina 1 Il questionario è stato predisposto e realizzato dall Associazione

Dettagli

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis

Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Vincono famiglie e studenti pendolari: fino a giugno si viaggia gratis Un incontro dai toni piuttosto accesi è quello che si è svolto presso la sala consiliare del comune di Santa Croce. Da una parte genitori

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6

Plurilinguismo: dal mondo a casa nostra Poster 6 1 Plurilingue?! Si, ma come? Spiegazioni Domande Risposte Corrette Note Non è assolutamente possibile dare una breve definizione scientifica che sia in grado di rendere la complessità del sistema di segni

Dettagli

Rimini Fiera 7-10 novembre 07 ECOMONDO

Rimini Fiera 7-10 novembre 07 ECOMONDO Rimini Fiera 7-10 novembre 07 Presentazione La presenza dell U.O.S. Tutela dell Ambiente Naturale fra le iniziative previste nella manifestazione fieristica 2007 nasce dal desiderio di approfittare di

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti'

Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Ist. Viganò: i ragazzi di 3^ e 4^ G raccontano con una mostra Corleone e la lotta alla mafia di cui sono stati 'testimoni diretti' Merate Hanno deciso di condividere con studenti, professori, amici e parenti

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO

PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO anno scolastico 2012/2013 MOTIVAZIONE PROGETTO ORIENTAMENTO SCUOLA SECONDARIA PRIMO GRADO Perché orientamento nella scuola secondaria di primo grado.

Dettagli

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero)

RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) RELAZIONE SUL PERCORSO ESPERIENZIALE (prof. Trinchero) Ins. Margherio Guglielmina. Scuola Primaria di Mazzè. Classe Seconda. Anno scolastico 2013-2014 Gli incontri con il prof. Trinchero sono stati molto

Dettagli

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma 2 Scuola, tecnologie e innovazione didattica La tecnologia sembra trasformare

Dettagli

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto.

L AZIENDUCCIA. Personaggi: Cav. Persichetti, Agente 008, Cav. Berluscotti, Assunto. L AZIENDUCCIA Analisi: Sketch con molte battute dove per una buona riuscita devono essere ben caratterizzati i personaggi. Il Cavalier Persichetti e il cavalier Berluscotti devono essere 2 industriali

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi. In quale luogo puoi ascoltare i testi? Scegli una delle tre proposte che ti diamo. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013

ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 ISTITUTO COMPRENSIVO BUONARROTI CORSICO PROGETTO TEATRO SCUOLA SECONDARIA I GRADO BUONARROTI A.S. 2012-2013 Il Progetto Teatro viene proposto ogni anno a gruppi di classe individuati in base alle scelte

Dettagli

Paola, Diario dal Cameroon

Paola, Diario dal Cameroon Paola, Diario dal Cameroon Ciao, sono Paola, una ragazza di 21 anni che ha trascorso uno dei mesi più belli della sua vita in Camerun. Un mese di volontariato in un paese straniero può spaventare tanto,

Dettagli

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI

Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI Versione del gennaio 2012 DEFINIZIONE DEI COMPITI DEI COMPONENTI DELLA PRESIDENZA DEL CIRCOLO A GRANDI PRESIDENTE: (Art. 22 del Regolamento della Struttura di Base) 1. convoca la Presidenza almeno una

Dettagli

edizione 2016 Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con:

edizione 2016 Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con: Servizio di salute mentale di Trento In collaborazione con: Unità Operativa Psicologia clinica di Trento edizione 2016 Programma formativo sul disagio psico-sociale e sulla valorizzazione della famiglia

Dettagli

GLI ALUNNI DELLA I A

GLI ALUNNI DELLA I A GLI ALUNNI DELLA I A Descrivi la festa di Halloween soffermandoti sui preparativi, che l hanno preceduta, sul suo svolgimento e parla delle tue impressioni al riguardo. Con la scuola elementare di Puccianiello

Dettagli

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo.

Estate_. - Se fosse per te giocheremmo solo a pallamuso. - aggiunse Morbidoso, ridendo. Estate_ Era una giornata soleggiata e piacevole. Né troppo calda, né troppo fresca, di quelle che ti fanno venire voglia di giocare e correre e stare tra gli alberi e nei prati. Bonton, Ricciolo e Morbidoso,

Dettagli

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1.

Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Castelfranco E., 13 04-2013 Oggetto: descrizione dettagliata del progetto Un curricolo verticale per il successo formativo, Linea 1. Come già specificato il progetto, parte integrante del POF della scuola,

Dettagli

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni

Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Accordo di rete per l innovazione della didattica Studenti 2.0: educare ai media le nuove generazioni Documentazione del lavoro svolto Anno scolastico 2010/2011 Scuola Primaria Statale Pennabilli Capoluogo

Dettagli

PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA

PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA PROMEMORIA PER MAMMA E PAPA Anno scolastico 2014 2015 1 Lettera aperta ai genitori Cari genitori, data la necessità di realizzare insieme a voi le condizioni migliori per favorire un buon inserimento del

Dettagli

venerdì 28 giugno 2013, 17:22

venerdì 28 giugno 2013, 17:22 A tutto Gas 1 Cambiare il mondo si può A tutto Gas Un modo semplice e rivoluzionario di fare la spesa venerdì 28 giugno 2013, 17:22 di Silvia Allegri A tutto Gas 2 A tutto Gas 3 A tutto Gas 4 A tutto Gas

Dettagli

l intervista Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione m m

l intervista Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione m m Mario GERMANI, una Vita per la Manutenzione Mario Donato Germani, titolare della ditta di manutenzione, GERMAR srl, compie 70 anni di vita e 50 di attività. Lo abbiamo incontrato ed intervistato perché

Dettagli

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo

Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo Il trailer di Handy sbarca al cinema: una mano protagonista sul grande schermo di Redazione Sicilia Journal - 09, ott, 2015 http://www.siciliajournal.it/il-trailer-di-handy-sbarca-al-cinema-una-mano-protagonista-sul-grandeschermo/

Dettagli

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA

REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA REGOLAMENTO CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI DELLA CITTA DI LENDINARA Introduzione Che cos è il Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR)? Si tratta di uno degli istituti di partecipazione all amministrazione

Dettagli

NE FANNO PARTE: PALAZZO VERDE, GENOA PORT CENTER E MUVITA SCIENCE CENTRE.

NE FANNO PARTE: PALAZZO VERDE, GENOA PORT CENTER E MUVITA SCIENCE CENTRE. NASCE A GENOVA S.C.E.L. - SMART CITY EDUCATION LABS UNA RETE DI STRUTTURE SCIENTIFICHE E DIDATTICHE PER FARE INFORMAZIONE E DIVULGAZIONE SUI TEMI DELLA SMART CITY. NE FANNO PARTE: PALAZZO VERDE, GENOA

Dettagli

La parola agli addetti ai lavori.

La parola agli addetti ai lavori. La parola agli addetti ai lavori. Il parere degli Amministratori condominiali sulla riforma. Commenti, critiche e consigli degli amministratori. (a cura dell Avv. Nicola Nicodemo Damiano) Intervista all

Dettagli

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15

PROMUOVERSI MEDIANTE INTERNET di Riccardo Polesel. 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 Indice Introduzione pag. 9 Ringraziamenti» 13 1. Promuovere il vostro business: scrivere e gestire i contenuti online» 15 1. I contenuti curati, interessanti e utili aiutano il business» 15 2. Le aziende

Dettagli

DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013

DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013 DOSSIER UNIMORE Giovedì, 19 dicembre 2013 Dossier Unimore Gli studenti delle superiori puntano a Oriente, al via i corsi di... 1 Da La Nuova Prima Pagina del 2013 12 19T06:02:00 Progetto Cina: corsi in

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

"Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli

Fratello Lupo Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Fratello Lupo - 2003 n.2 "Fratello Lupo" Lettere dal carcere a cura di Fra Beppe Prioli Caro Fra Beppe, ti ringrazio della lettera che mi hai scritto, e come vedi ti do mie notizie. Io qui sto lavorando

Dettagli

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE

COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL. CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE COMUNE DI CASARANO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE dei RAGAZZI e delle RAGAZZE Approvato con deliberazione del Consiglio comunale n. 2 del 23.01.2015 Art. 1 ISTITUZIONE

Dettagli

PROGETTO di COORDINAMENTO CISL GIOVANI FROSINONE

PROGETTO di COORDINAMENTO CISL GIOVANI FROSINONE PROGETTO di COORDINAMENTO CISL GIOVANI FROSINONE Di ENRICO COPPOTELLI PROGETTO DI COORDINAMENTO DENOMINATO: COORDINAMENTO CISL GIOVANI. MOTIVAZIONE: Parlando della CISL di Frosinone si parla inequivocabilmente

Dettagli

PROGETTO DONNE & SCIENZA. progettazione e realizzazione di moduli didattici sulle differenze di genere

PROGETTO DONNE & SCIENZA. progettazione e realizzazione di moduli didattici sulle differenze di genere PROGETTO DONNE & SCIENZA progettazione e realizzazione di moduli didattici sulle differenze di genere Contesto Normativo Nascita 1989 Comitato pari opportunità presso il Ministero della Pubblica Istruzione

Dettagli

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi

Comune di Polverara Provincia di Padova. Consiglio Comunale dei Ragazzi Comune di Polverara Provincia di Padova Consiglio Comunale dei Ragazzi Premessa La Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell'infanzia (28.11.89) ratificata a tutt'oggi da ben 191 paesi, racchiude

Dettagli

scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!!

scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!! scuola elementari kugy - scuola materna rutteri 13 maggio 2011 LA PRIMA FESTA DI PRIMAVERA che bella giornata o no?!! Quest anno il comitato genitori della scuola di Banne ha organizzato in concomitanza

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015

ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 ABC LA FENICE ASD PRESENTAZIONE GENERALE DELL ASSOCIAZIONE DELLE ATTIVITÀ SPORTIVE STAGIONE SPORTIVA 2014-2015 Abc La Fenice A.S.D. Sede legale: via Castello 10 Candiana (PD) C.F. 92209820288 P.IVA 04340930280

Dettagli

Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata:

Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata: Progetto di massima per la valorizzazione e la promozione del turismo religioso nella Regione Basilicata: Predisposto da Don Pierluigi Vignola e Patrizio Pinnarò Introduzione Il turismo religioso in Regione

Dettagli

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano

1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, Tre storie che ci raccontano Tre storie che ci raccontano 1 Sono molti anni che collaboro con aziende che si occupano di stampa, 2 3 un graphic designer di esperienza racconta l incontro con Botticelli La Stampa. La nostra azienda

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE

RUOLO E FINALITA DELLE ASSOCIAZIONI FEMMINILI IN UNA SOCIETA IN RAPIDA E CONTINUA EVOLUZIONE Carissime amiche, nel ringraziare ancora per avermi eletta nel ruolo di vice Presidente del Distretto Sud Est, vi saluto augurandovi un Anno Sociale all insegna dell impegno e dell amicizia vera. Il mio

Dettagli

IL BENESSERE EMOTIVO IN CLASSE IL SUO LEGAME CON L APPRENDIMENTO E IL CURRICOLO DI SCUOLA

IL BENESSERE EMOTIVO IN CLASSE IL SUO LEGAME CON L APPRENDIMENTO E IL CURRICOLO DI SCUOLA IL BENESSERE EMOTIVO IN CLASSE IL SUO LEGAME CON L APPRENDIMENTO E IL CURRICOLO DI SCUOLA Mario Polito Psicologo www.mariopolito.it info@mariopolito.it Priorità della dimensione emotiva

Dettagli

Sarà perché la popolarità delle

Sarà perché la popolarità delle Banca etica Adulta a 15 anni Nata nel 1999, è ormai una struttura consolidata, che finanzia 7.500 progetti coniugando solidarietà e mercato di Nerina Trettel Sarà perché la popolarità delle banche continua

Dettagli

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007

Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Convegno Gli altri e noi: la sfida dell educazione interculturale Roma, 26-27 febbraio 2007 Quadro statistico: alunni con cittadinanza non italiana nelle scuole statali e non statali di Vinicio Ongini

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo.

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI. Art.1 Finalità. Art. 2 Competenze. 2. Il CCR svolge le proprie funzioni in modo libero ed autonomo. REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO COMUNALE DEI RAGAZZI Art.1 Finalità 1. Allo scopo di promuovere i diritti, accrescere le opportunità e favorire una idonea crescita socio-culturale dei ragazzi, nella piena consapevolezza

Dettagli

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania

Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Donacibo 2015 Liceo classico statale Nicola Spedalieri di Catania Sono Graziella, insegno al liceo classico e anche quest anno non ho voluto far cadere l occasione del Donacibo come momento educativo per

Dettagli

! Scuola di Cittadinanza ATtiva!

! Scuola di Cittadinanza ATtiva! s C at! Scuola di Cittadinanza ATtiva! PROGETTO SCAT! scuola di cittadinanza attiva 2013/2014 un progetto ideato da 1 RIME (Responsabilità, Impegno, Memoria, Educazione) è un associazione di promozione

Dettagli

Articolo giornale campo scuola 2014

Articolo giornale campo scuola 2014 Articolo giornale campo scuola 2014 Condivisione, stare assieme sempre, conoscersi? In queste tre parole racchiuderei la descrizione del campo estivo. Sono sette giorni bellissimi in cui si impara prima

Dettagli

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO

INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO INAUGURAZIONE ANNO ACCADEMICO 2014/15 INTERVENTO DEL RAPPRESENTANTE DEGLI STUDENTI NEL CDA SIMONE MAGNANO Castellanza, 10 novembre 2014 Signor Presidente, Magnifico Rettore, colleghi Studenti, Autorità

Dettagli

Orientamento, conoscere per scegliere. Educazione alla cittadinanza europea

Orientamento, conoscere per scegliere. Educazione alla cittadinanza europea Orientamento, conoscere per scegliere Educazione alla cittadinanza europea Progetto per le scuole a.s. 2006/2007 1 Orientamento: conoscere per scegliere Educazione alla cittadinanza europea Premessa Da

Dettagli

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA

CARTA del VOLONTARIO ASSOCIAZIONE PORTA APERTA CARTA del VOLONTARIO Le poche note che caratterizzano la Carta del volontario vogliono essere solamente un aiuto a vivere serenamente e con responsabilità il servizio che ognuno di noi liberamente sceglie

Dettagli

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER TECNICO INFORMATICO WEB MASTER Corso di Formazione Professionale Por Puglia 2000-2006 Complemento Di Programmazione Asse III Mis. 3.4 - Az. a) Unione Europea Fondo Sociale Europeo REGIONE PUGLIA Assessorato

Dettagli

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere

Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA. La gioia di vendere Colloquio di vendita GRUPPO TELECOM ITALIA La gioia di vendere Il nostro processo comunicativo 1) 2) 3) 4) 5) 6) 7) 8) 9) 10) Presentazione Personale Feeling Motivo dell'incontro Conferma consulenza Analisi

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

del Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile della Puglia

del Coordinamento provinciale del volontariato di Protezione civile della Puglia Il I convegno dei Coordinamenti provinciali del volontariato di Protezione civile della Puglia CONVEGNI Quale futuro per il volontariato di Protezione civile pugliese? : è stato questo il tema di un interessante

Dettagli

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone.

La nuova adozione a distanza della Scuola. Secondaria di Primo Grado di Merone. La nuova adozione a distanza della Scuola Secondaria di Primo Grado di Merone. Riflessione sull Associazione S.O.S. INDIA CHIAMA L' India è un' enorme nazione, suddivisa in tante regioni (circa 22) ed

Dettagli

La macchina fantastica: il libro dentro un computer Percorsi di esplorazione tecnologica nella scuola dell infanzia

La macchina fantastica: il libro dentro un computer Percorsi di esplorazione tecnologica nella scuola dell infanzia 1 Difficile raccontare un esperienza vissuta in modo così coinvolgente lavorando fianco a fianco con un piccolo gruppo di bambini di cinque anni. Difficile essere credibili in una relazione tecnica che

Dettagli

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA

PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA CLASSI PRIME A/B ANNO SCOLASTICO 2014 2015 PROGETTO STAR BENE INSIEME A SCUOLA Premessa Le attuali classi prime sono composte da 44 alunni, 35 dei quali provengono dalla scuola dell Infanzia del quartiere

Dettagli

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010.

Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. Sono molto lieto di essere qui oggi, in occasione della Cerimonia di premiazione dei progetti vincitori del Label Europeo delle lingue 2010. L occasione mi è gradita per ricordare che la Società Dante

Dettagli

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni )

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) I NUMERI NEGATIVI Lezione tratta da http://www.maecla.it/bibliotecamatematica/af_file/damore_oliva_numeri/mat_fant_classe4.pdf

Dettagli

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI

SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Classi 3-5 II Livello SGUARDOPOLI PARLARE E ASCOLTARE GUARDANDOSI NEGLI OCCHI Motivazione: una buona capacità comunicativa interpersonale trova il suo punto di partenza nel semplice parlare e ascoltare

Dettagli

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA

Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA Comune di Castelfranco Emilia RASSEGNA STAMPA 13 aprile 2013 Indice rassegna - Gazzetta di Modena pag. 33 - Il Resto del Carlino pag. 23 - Prima Pagina pag. 15 - Modena Qui pag. 15 Sezione: Provincia Data:

Dettagli

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA

CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA CI SONO SCELTE CHE FANNO LA DIFFERENZA ISTITUTO PARITARIO D.M. 15.02.2014 Liceo Internazionale Quadriennale IL NUOVO MODO DI FARE SCUOLA. WWW.LICEOINTERNAZIONALE.ORG Liceo Internazionale Quadriennale In

Dettagli

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA

STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA STATUTO DELLA ASOCIACIÓN DE MADRES Y PADRES DE ALUMNOS DEL LICEO ESPAÑOL CERVANTES DE ROMA Atto Constitutivo e Statuto del 1998, modificato nelle Assemblee del 09.06.10 e 11.06.12 ITALIANO STATUTO DELLA

Dettagli

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI

FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI FORUM COMUNALE DEI GIOVANI E DELLE AGGREGAZIONI GIOVANILI REGOLAMENTO Regolamento Forum dei Giovani Pag. 1 di 8 ART.1 Istituzione Il Consiglio Comunale della Città di Pollena Trocchia riconosciuto: l importanza

Dettagli

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria.

Le fasi del lavoro. sede: via Luzzatti, 15 47813 Igea Marina Tel. 0541 341642 zaffiria@comune.bellaria-igea-marina.rn.it - www.zaffiria. Scuola Secondaria Pazzini Villa Verucchio Per l anno scolastico 2011 la scuola secondaria Pazzini di Villa Verucchio ha scelto per la classe I F il laboratorio Adolescenza a fumetti, per le classi II H,

Dettagli

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo

Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale. Forum di settore e incontro conclusivo Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale Forum di settore e incontro conclusivo anni 2013/2014 Il ruolo dello Sport Veneto nel panorama nazionale FORUM di SETTORE e INCONTRO CONCLUSIVO Nell ambito

Dettagli

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro

Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Michele Pizzarotti: lezione di famiglia e visione del futuro Guardando al domani mi sento di dire con certezza che continueremo a promuovere l'organizzazione perché possa esprimere sempre più le capacità

Dettagli