PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER"

Transcript

1 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Modulo 1 Concetti di base dell ICT

2 Indice generale 0. Algoritmi e linguaggi 1. Hardware 2. Software 3. Reti 4. ICT nella vita di ogni giorno 5. Sicurezza 6.Aspetti giuridici gatta maurizio 2

3 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.0 Algoritmi e linguaggi

4 Il computer è una macchina perfetta per eseguire in modo mostrousamente veloce i programmi per cui è stato programmato. Nel momento cui si ha una necessità da soddisfare con il computer, bisogna: 1. Creare lo schema della risoluzione (algoritmo) 2. Convertire l algoritmo in un programma scritto con un linguaggio ad alto livello comprensibile dall uomo 3. Trasformare il programma scritto in linguaggio ad alto livello in un linguaggio comprensibile dall elaboratore (linguaggio macchina) gatta maurizio 4

5 1.0.1 Risoluzione di un problema Bisogna stabilire l obiettivo finale, individuare i dati costanti ei dati variabili e sviluppare un metodo di risoluzione che operando sui dati del problema con relazioni logiche e/o calcolo ci permette di raggiungerlo (montaggio di un tavolo o di una scrivania) gatta maurizio 5

6 1.0.1 Algoritmo Successione finita di operazioni (dette anche passi o istruzioni) che consentono di risolvere tutti i problemi di una determinata classe e produrre il risultato stabilito. gatta maurizio 6

7 1.0.1 Algoritmo (caratteristiche) Finito numero finito di passi eseguiti per un numero finito di volte; Deterministico a partire dagli stessi dati in input deve produrre sempre i medesimi risultati; Non ambiguo le operazioni che lo costituiscono devono poter essere interpretate in modo univoco anche da esecutori diversi; Generale deve fornire la soluzione per tutti i problemi che appartengono alla medesima classe. gatta maurizio 7

8 1.0.1 Algoritmo (elementi) Schema o rappresentazione grafica della soluzione del problema. Per rendere visivamente comprensibile la descrizione della successione logica delle istruzioni che lo compongono, si utilizzano: Diagrammi di flusso e diagrammi a blocchi o flow-chart gatta maurizio 8

9 1.0.1 Algoritmo (diagramma di flusso) scontrino supermercato Codice a barra Quantità scontrino Elaborazione articoli articoli Vendite gatta maurizio 9

10 1.0.1 Algoritmo (flow-chart) Calcola il cubo se il numero è > 0 e il quadrato se il numero è <= 0 Num = numero Ris = Risultato gatta maurizio 10

11 1.0.1 Algoritmo (flow-chart) Inserire il cognome, l età ed un codice per indicare che la persona è un dipendente pubblico, privato o pensionato di massimo 20 persone. Visualizzare il numero dei minorenni e degli ultrasessantenni, quanti dipendenti pubblici e privati e pensionati abbiamo inserito e l età e l occupazione del sign. Rossi, se inserito. gatta maurizio 11

12 1.0.1 Algoritmo (flow-chart) gatta maurizio 12

13 1.0.1 Algoritmi Dati Variabili e dati Costanti Operatori logici e relazionali Blocchi (figure geometriche) Connettori Linee di giunzione/direzioni flussi gatta maurizio 13

14 1.0.1 Algoritmo (simboli) gatta maurizio 14

15 1.0.1 Algoritmo (simboli) gatta maurizio 15

16 1.0.1 Operatori Aritmetici Legano fra loro variabili, costanti e valori e permettono l esecuzione di calcoli matematici + - * / ^ Es. a= b-10; tot = Imp + Imp * 21 / 100 c = a^3 + 2^2 gatta maurizio 16

17 1.0.1 Operatori Relazionali Mettono in relazione 2 entità (variabile, costante e valore) e stabilisce una relazione che sarà true/false sulla base delle entità e dell operatore utilizzati > > = not > not < <> a = b; a > c^2; a + b <> c+d; gatta maurizio 17

18 1.0.1 Operatori Logici Utilizzano 2 espressioni A e B che vengono messe in relazioni fra loro e creano una 3^ proposizione C che sarà true/false tenendo conto dei valori delle 2 proposizioni e dell operatore utilizzato And (congiunzione) Or (disgiunzione) Not (negazione) gatta maurizio 18

19 1.0.2 Sistema di numerazione binario Sistema di numerazione basato su 2 cifre 0 e 1. In una stanza premendo l interruttore per accendere/spegnere la luce, si preme l interruttore per aprire/chiudere il circuito elettrico, per cui la lampadina può essere solo accesa/spenta. Poiché la memoria di un computer è una sequenza di elementi elettronici/magnetici che può assumere solo 2 valori (magnetizzato e non magnetizzato) il sistema di numerazione binario è perfetto. Ad ogni elemento corrisponde il bit(binary digit), che rappresenta l unità più piccola di memorizzazione = 1 *2 3 +0*2^2+ 0*2 1 +1*2 0 = 9 gatta maurizio 19

20 1.0.2 BIT - BYTE 8 Bit = 1 BYTE Tabella standard di codifica = Tabella codici ASCII (american Standard Code for Information Interchange) Primi 128 caratteri, numeri e simboli sono universali, mentre i rimanenti rappresentano la tabella ACII estesa, con varie versioni a carattere nazionale. gatta maurizio 20

21 1.0.2 Digitale/Analogico digit (cifra) indica tutto quello che può essere rappresentato da numeri. Ci sono tante situazioni rappresentabili con numeri (numero di penne nell astuccio) e quindi con grandezze o valori ben definiti. Altre situazioni, come ad esempio il suono generato da un microfono si presentano in modo analogico, in quanto, in un intervallo, il segnale può assumere infiniti valori. gatta maurizio 21

22 1.0.2 Immagine digitale Il computer è in grado di operare solo su dati rappresentati da valori binari, nel momento in cui incontra un fenomeno analogici (immagine, suono,..) bisogna procedere ala sua digitalizzazione, cioè conversione in cifre binarie. Una foto viene divisa in tanti piccoli quadrati o rettangoli, detti pixel, ognuno dei quali assume di uno dei tonalità di colori possibili, se si utilizza il modello di colori RGB. Ad ogni pixel viene associato un numero variabile di byte, a secondo del colore che deve essere rappresentato. Tali byte indicano l intensità di rosso, verde e blue che deve essere associata al relativo punto dell immagine. Per questo motivo,in relazione al numero di pixel di cui si compone e al numero di bytes necessari per ogni pixel, può raggiungere dimensioni a volte molto elevate gatta maurizio 22

23 1.0.2 Immagine digitale Maggiore sarà la risoluzione, più piccoli saranno i pixel e migliore sarà la qualità dell immagine sotto il profilo della nitidezza e precisione. Poiché ad una maggiore risoluzione corrisponde un maggior numero di pixel e quindi un maggior utilizzo di memoria, si sono create tecniche di compressione oppure formati di memorizzazione quali.gif,.jpeg,.bmp,.tif., con una perdita di qualità quasi impercettibile perché la rappresentazione digitale è approssimata al valore analogico. gatta maurizio 23

24 1.0.3 Linguaggi Insieme di parole che devono rispettare le regole per la costruzione della frase. (linguaggio naturale) Il calcolatore non può gestire informazioni ambigue Necessità di un algoritmo che definisca nei particolari il compito che deve svolgere Non è in grado di eseguire direttamente l algoritmo, ma necessita nella trasformazione dell algoritmo in istruzioni per lui comprensibili, cioè in un programma gatta maurizio 24

25 1.0.3 Linguaggi macchina Primi computer utilizzavano il linguaggio macchina. E costituito da una sintassi molto rigida e limitatissima composta da cifre binaria (0 e 1). Il programmatore, dopo aver fatto l algoritmo con lo schema della risoluzione, lo convertiva usando una tabella che gli permetteva di tradurre tutti i comandi nella sequenza binaria corrispondente. Bastava sbagliare una cifra per mettere in crisi il sistema. Funzionavano solo sul tipo di CPU sulla quale erano stati creati. Il linguaggio Assembler è linguaggio di basso livello e ha le stesse strutture del linguaggio macchina e quindi è strettamente legato alle caratteristiche dell eleboratore per il quale è stato creato). gatta maurizio 25

26 1.0.3 Linguaggi di alto livello I linguaggi di programmazione o linguaggi di alto livello sono una via di mezzo fra il linguaggio naturale e quello macchina. Permettono di definire l algoritmo in ogni sua parte, con completezza e precisione e con una ricchezza espressiva simile ai linguaggi naturali, facilitando il lavoro dei programmatori. La loro sintassi non dipende dal funzionamento del computer di certe CPU ma è indipendente dall elaboratore su cui sarà eseguito. gatta maurizio 26

27 1.0.3 Linguaggi I programmi scritti con i linguaggi di alto livello non erano comprensibili per l elaboratore. C era a questo punto la necessità di convertire i programmi scritti in linguaggio di alto livello in programmi scritti in linguaggio macchina. gatta maurizio 27

28 1.0.3 Linguaggi Programmi compilatori traducono il programma, scritto in un linguaggio di alto livello, prima controllando la sintassi ed il lessico di tutte le istruzione e poi creando il file in linguaggio macchina che sarà eseguito successivamente dal computer. Programmi interpreti traducono, controllando la sintassi ed il lessico della istruzione che devono eseguire per poi, se corretta, trasformarla in linguaggio macchina ed eseguirla. gatta maurizio 28

29 1.0.3 Linguaggi Fortran creato per eseguire calcoli di tipo scientifico Cobol per applicazioni di tipo gestionali Java per applicazione per Internet C creato per applicazioni di tipo ingegneristico Pascal linguaggio adatto per la didattica della programmazione Basic inizialmente progettato per applicazioni didattiche e scientifiche attualmente si utilizza su ogni tipo di problema. Oggi VisualBasic. gatta maurizio 29

30 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.1 Hardware

31 1.1.1 Concetti di base L elaboratore è uno strumento che lavora sulle informazioni: le memorizza, le trasforma, le archivia in modo organizzato e le elabora per produrre nuove informazioni. E un insieme di dispositivi fisici (hardware) in grado di accettare informazioni dall esterno, di elaborarle secondo schemi ben definiti chiamati programmi (software applicativo) per produrre e comunicare, all esterno, i risultati finali. gatta maurizio 31

32 1.1.1 Concetti di base HARDWARE: indica la struttura fisica dell elaboratore, cioè l insieme di tutte le sue parti: la tastiera, il video, l unità centrale, le unità periferiche, ecc. SOFTWARE: Insieme di programmi che svolgono attività e compiti specifici. gatta maurizio 32

33 1.1.1 HARDWARE HARDWARE: indica la struttura fisica dell elaboratore, cioè l insieme di tutte le sue parti: la tastiera, il video, l unità centrale, le unità periferiche, ecc. gatta maurizio 33

34 1.1.1 Tipi di computer Mainframe anni 40 Minicomputer anni 60 (Digital Hp) Home Computer (Commodore 64) Personal Computer Laptop o Computer Portatile o Notebook Tablet gatta maurizio 34

35 1.1.1 Dispositivi Portatili PDA (Personal Digital Assistant) o Palmari Smartphone Cellulari Lettori Multimediali gatta maurizio 35

36 1.1.1 Tipi di terminali Dispositivo hardware elettronico o elettromeccanico che viene usato per inserire dati in input ad un computer o di un sistema di elaborazione e riceverli in output per la loro visualizzazione. E composto da una tastiera e da un video. Terminale Stupido solo serve inserire e visualizzare dati Terminale intelligente connesso ad un grande computer è abbastanza potente e autonomo in certe operazioni, ma non può memorizzare i dati. gatta maurizio 36

37 1.1.1 Componenti di un computer - 1 C.P.U. è il cervello del P.C. in cui avvengono tutti i processi di elaborazione Memoria centrale: conserva le istruzioni per l avvio del PC e memorizza informazioni, dati e programmi; Memorie di massa supporti magneto-otticielettronici per memorizzare dati e programmi in modo permanente. gatta maurizio 37

38 1.1.1 Componenti di un computer (2) Periferiche di input consentono l immissione di dati e di istruzioni all interno del computer Periferiche di output permettono la comunicazione all esterno dei dati elaborati finali e intermedi Bus canali di comunicazione fra i dispositivi interni e permettono la trasmissione dei dati e delle istruzioni. gatta maurizio 38

39 1.1.1 Architettura di un elaboratore Memoria Unità di ingresso Unità di elaborazione (ALU) Unità di uscita Unità di controllo (CU) Unità di elaborazione centrale (C.P.U.) gatta maurizio 39

40 1.1.1 Componenti di un Personal-Computer Una scatola (case o cabinet) orizzontale (desktop) o verticale (tower e minitower) Davanti il lettore DVD, il disco fisso, il masterizzatore, il lettore di floppy-disk, alcune spie e il pulsante di avvio. Dietro ci sono dei connettori o porte Tastiera, mouse ed eventuale joystick Casse audio ed eventualmente microfono e telecamere Monitor, stampante e scanner Modem e cavo di rete gatta maurizio 40

41 1.1.1 Componenti di un computer - case Internamente, aprendo la scatola, vediamo: Una scheda più grande delle altre (scheda Madre) dove sono inseriti tutti i dispositivi o sono ad essa collegati, mediante cavi piatti particolari; Un alimentatore; Un disco fisso, un lettore di floppy, un lettore DVD e un masterizzatore connessi attraverso un cavo IDE Speciali connettori chiamati slot, di varie dimensioni e tipologia, sui quali è possibile montare la scheda video, la scheda rete e la scheda audio. gatta maurizio 41

42 1.1.1 Componenti di un computer scheda madre Su un particolare connettore si trova la CPU (Pentium / Amd / Celeron) o microprocessore che elabora i dati provenienti da e per la scheda video,l la memoria RAM e ed il disco fisso. Se manca il PC non funziona. La scheda video connessa con il monitor; La scheda audio connessa con le casse audio esternamente ed internamente con il masterizzatore La scheda di rete collegata con il cavo di rete Distribuiti soprattutto sul retro vi sono numerosi connettori che permettono il collegamento delle periferiche esterne gatta maurizio 42

43 1.1.1 Le porte Servono per collegare i dispositivi esterni o device e permettono la trasmissione dei dati e delle istruzioni dall interno all esterno e viceversa. Porta USB (Universal Serial Bus) consente un altissima velocità nel trasferimento dei dati e la connessione può avvenire anche a computer acceso. Porta seriale (Com Communication) trasmette 1 bit alla volta ed è molto lenta (modem) gatta maurizio 43

44 1.1.1 Le porte Parallela (LPT Line Printer) permette la trasmissione 8 bit alla volta stampante webcam lettori hard-disk esterni,.) Porta di rete per collegare switch, hub, bridge, gateway e rooter Porta FireWire per collegare dispositivi e archiviazione video (Webcam, TV digitali, lettori musica digitale). Più veloce della porta Usb. gatta maurizio 44

45 1.1.1 Le porte gatta maurizio 45

46 1.1.2 Prestazioni di un computer Velocità dei bus Tipo di CPU e velocità del clock (possono eseguire alcuni miliardi di operazioni al secondo) Memoria Cache (memoria ad accesso rapido) Memoria Ram Velocità o giri e dimensioni dell hard-disk Scheda grafica (per grafica, animazioni ed effetti tridimensionali) Numero di applicazioni in esecuzione (multitasking) Equilibrio nell insieme gatta maurizio 46

47 1.1.2 C. P. U. Central Processing Unit Elabora i dati in ingresso e fornisce una risposta in uscita Corrisponde nei personal computer al microprocessore E alloggiata nella scheda madre Lavori a impulsi scanditi da un orologio interno detto clock Lavora con una frequenza prestabilita nell ambito dei gigahertz gatta maurizio 47

48 1.1.2 C. P. U. La sua velocità si misura in hertz 1 hertz(h 2 ) è un ciclo al secondo 1 kilohertz(kh 2 ) corrisponde a 1000 H 2 cioè a cicli al secondo; 1 megahertz(mh 2 ) corrisponde a 1000 KH 2 cioè a cicli al secondo 1 gigahertz(gh 2 ) corrisponde a 1000 MH 2 cioè a cicli al secondo gatta maurizio 48

49 1.1.2 C. P. U. Unità logico-aritmetica (ALU) per svolgere le operazioni logiche ed aritmetiche Unità di governo (CU) collegata a tutte le parti della CPU coordina e sovrintende a tutte le operazioni Set di registri speciali per memorizzare le istruzioni da eseguire e i dati da elaborare; Unità per il calcolo a virgola mobile Unità per interfaccia con i bus Unità per la gestione della memoria RAM gatta maurizio 49

50 1.1.3 Memoria centrale R.O.M ROM (Read only memory) o memoria di sola lettura. E una memoria non volatile. Esiste una particolare ROM denominata ROM BIOS che viene utilizzata per memorizzare in modo permanente il firmware, software fornito dalla casa costruttrice dell elaboratore che contiene quelle istruzioni (software di boot) che permettono di avviare il computer: autodiagnostica o autotest di tutti i componenti hardware, riconoscimento di tutte le periferiche di input e output (B.I.O.S. Basic Input Output Sistem) caricamento del sistema operativo dal disco fisso ad una zona di R.A.M. gatta maurizio 50

51 1.1.3 Memoria centrale RAM - Cache RAM Random Access Memory memoria ad accesso casuale memoria di lavoro e dinamica E di tipo volatile Cache molto veloce e molto costosa, è incorporata all interno della CPU una piccola riserva di dati, quelli utilizzati più frequentemente. gatta maurizio 51

52 1.1.3 Le unità di misura della memoria Bit: La più piccola parte di informazione elaborata da un computer. Corrisponde a una singola cifra binaria. Byte: Serie di 8 bit che costituiscono, generalmente, la codifica di un carattere. KiloByte (KB): 2 10 =1024 bit/byte = CRT. MegaByte (MB): 2 10 =1024 Kb/KB = CRT. gatta maurizio 52

53 1.1.3 Le unità di misura della memoria GigaByte (GB): 2 10 =1024 MB = CRT. Terabyte (TB): 2 10 =1024 GB PetaByte (PB): 2 10 =1024 GB. ExaByte (EB): 2 10 =1024 PB. ZettaByte (ZB): 2 10 =1024 EB. Yottabyte (YB): 2 10 =1024 ZB gatta maurizio 53

54 1.1.3 Memorie di massa Si intendono i dispositivi magnetici, ottici ed elettronici che permettono di memorizzare dati e programmi in modo permanente, finchè l utente non li rimuove. Sono una risorsa illimitata. In base al supporto utilizzato, abbiamo: Magnetici Ottici Elettronici gatta maurizio 54

55 1.1.3 Memorie di massa Dispositivi magnetici nastri, hard-disk, hard-disk usb, hard-disk di rete e floppy disk. Dispositivi ottici CD-ROM e DVD, riscrivibili e non riscrivibili. Dispositivi elettronici (penna USB e memory card o scheda di memoria e unità di memorizzazione online) gatta maurizio 55

56 1.1.4 Le periferiche di input Sono costituite dai dispositivi che permettono il trasferimento di dati e programmi dal computer all esterno e viceversa. Input permettono solo il trasferimento, all interno del computer, di dati e programmi. Output permettono solo la comunicazione, all esterno e la relativa visualizzazione dei dati elaborati, dei risultati finali o intermedi. Input-Output permettono sia operazioni in entrata che in uscita dal computer. gatta maurizio 56

57 1.1.4 Le periferiche di input Tastiera Mouse, trackball e touchpad Penna ottica Joystick Scanner Webcam Macchina fotografica digitale Microfoni... gatta maurizio 57

58 1.1.4 Le periferiche di output (monitor) a cristalli liquidi o LCD, al plasma e a tubo catodico o RCT. dimensione si misura in pollici qualità dell immagine espressa con la risoluzione, cioè una quantità di punti o pixel contenuti in una certa unità di misura. Più alto è il numero di pixel e migliore è la visualizzazione. gatta maurizio 58

59 1.1.4 Le periferiche di output (stampante) a getto d inchiostro: piccoli getti d inchiostro prodotti da impulsi di tipo elettrico o magnetico. Laser il raggio laser compone la pagina sul tamburo rotante, che ruotando aderisce al foglio di carta in movimento e gli trasferisce il toner. Il foglio poi passa poi fra 2 cilindri molto caldi che fanno sciogliere la polvere d inchiostro, fondendola con la superficie cartacea. Ad aghi aghi posizionati sulla testina di stampa, battono un nastro copiativo un nastro inchiostrato posto sopra la carta.). gatta maurizio 59

60 1.1.4 Le periferiche di output Plotter un carrello in grado di muoversi autonomamente nel foglio utilizzando le coordinate cartesiane Casse acustiche o autoparlanti Cuffie ed auricolari.. gatta maurizio 60

61 1.1.4 Le periferiche di input/output Modem Floppy disk Hard disk Nastri... gatta maurizio 61

62 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.2 Software

63 1.2.1 I tipi di software Software Applicativo Interfaccia Grafica (GUI) Sistema Operativo Firmware gatta maurizio 63

64 1.1.2 SOFTWARE Insieme di programmi che svolgono attività e compiti specifici e risiede nella memoria del computer o nei supporti di memorizzazione. Permette la gestione delle stampe, delle periferiche, dei files e cartelle, le personalizzazioni del computer, interagisce con l hardware e fornisce la GUI o interfaccia utente. gatta maurizio 64

65 1.2.1 I tipi di software Firmware: insieme di programmi forniti dalla Casa costruttrice dell elaboratore che risiedono in ROM. Sistema Operativo: insieme di programmi che gestisce le risorse di un computer, le applicazioni e le periferiche, interagisce con l hardware e con l utente e fornisce l interfaccia grafica. Ci sono programmi di utilità reperibili fra gli accessori GUI: Interfaccia grafica al sistema operativo. Software applicativo: programmi che svolgono attività e compiti specifici, per determinati tipi di lavori, settori, e comunque finalizzati al soddisfacimento dei bisogni dell utente. gatta maurizio 65

66 FIRMWARE Detto anche software di BOOT è fornito dalla casa costruttrice dell elaboratore e risiede nella memoria ROM, FLASH o altra non volatile Alla accensione del computer o fase di BOOTSTRAP si avvia automaticamente Il BIOS verifica il funzionamento della macchina carica nella RAM il sistema operativo lo fa partire Il BIOS ha esaurito il suo compito ed il sistema operativo prende possesso del computer gatta maurizio 66

67 SISTEMA OPERATIVO Rende possibile l esecuzione di programmi e lo scambio di dati fra la CPU e le periferiche per l archiviazione e/o la distribuzione Controlla il trasferimento di dati dalla memoria del computer ad una periferica/memoria di massa e viceversa Gestisce le code di stampa Consente di operare su file e cartelle Fornisce l interfaccia grafica. gatta maurizio 67

68 1.2.1 SISTEMA OPERATIVO Deve essere sottoposto a periodiche revisioni, per cui bisogna installare, quando sono disponibili, gli aggiornamenti, per migliorane le prestazioni e l efficienza. E di due tipi: A interfaccia grafica: schermate colorate, ed utilizzo del mouse e delle icone. Molto semplice ed intuitivo A linee di comando: schermata nera e comandi digitati con la tastiera. Occorre conoscere la sintassi dei comandi per digitarli correttamente. gatta maurizio 68

69 1.2.1 Sistemi operativi MSDOS - (MicroSoft Disk Operating System) primo S.O a linee di comando perché l interfaccia grafica non esisteva WindowsXX - S.O. a interfaccia grafica maggiormente diffuso Linux - S.O per PC open-source, cioè libero Unix - S.O. particolarmente complesso Mac OS - S.O installato su PC Macintosh OS/2 - adatto per elaboratori che consentono la gestione del multitasking. gatta maurizio 69

70 1.2.1 SOFTWARE APPLICATIVO Insieme di programmi che svolgono che svolgono funzioni specifiche per determinati tipi di lavori e settori, e comunque finalizzati al soddisfacimento dei bisogni degli utenti. Si dividono in tre categorie: Office automation (lavoro d ufficio, catalogazione di documenti,..) Uso Aziendale (gestione magazzino, contabilità, ) Applicazioni multimediali gatta maurizio 70

71 1.2.1 Interfaccia grafica Grafics User Interface I comandi non sono digitati ma sono impartiti con il mouse tramite le icone Che sono posizionate su uno schermo piatto detto desktop o scrivania Vi sono altri oggetti come ad esempio barre, cartelle, pulsanti ed un cestino dove mettere gli oggetti che si desidera eliminare gatta maurizio 71

72 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.3 Reti

73 1.3.1 Tipi di reti Una rete di computer si basa sul principio della condivisione di una o più risorse (file e cartelle) o di dispositivi collegati al nostro computer (stampanti,.) che mettiamo a disposizione degli altri utenti per scambiare, con loro, informazioni e condividere le risorse. gatta maurizio 73

74 1.3.1 Condividere i dispositivi Nomi: A B C LASER Rete gatta maurizio 74 Collegata direttamente con C Condividere un dispositivo significa rendere disponibile un attrezzatura hardware anche ad altri computer presenti sulla rete locale. Attivare la condivisione ad A della stampante LASER collegata fisicamente al computer C, significa permettere ad A di stampare su LASER i suoi file

75 1.3.1 Condividere i files Nomi: Disco fisso di A A B C \...\Scambio Dati Rete Condividere una cartella significa rendere disponibili le informazioni presenti nella cartella anche ad altri computer presenti sulla rete. Condividere la cartella Scambio Dati sul disco fisso del computer A significa permettere al computer C di accedere ai file e alle cartelle presenti. gatta maurizio 75

76 1.3.1 Tipi di reti Se si utilizza il criterio della estensione abbiamo:. LAN (Local Area Network) rete di computer situata in un area fisicamente limitata (ufficio, edificio o più edifici ma vicini) con connessioni e trasmissione dati tramite cavi dedicati con integrazione di soluzioni wireless. WLAN (Wireless ) rete LAN con connessioni e trasmissione dati via radiofrequenza (RF) o via infrarosso (IR). In questi ultimi tempi sta prendendo piede la banda larga. MAN (Metropolitan Area Network) rete di computer a livello cittadino o limitata all ambito di un area urbana. WAN (Wide Area Network) rete di computer di vaste dimensioni. I componenti possono essere dislocati in città, nazioni e continenti diversi. gatta maurizio 76

77 1.3.1 Tipi di reti Se si guarda il tipo di collegamento, ci sono: Rete client-server: tutte le richieste che arrivano da una stazione di lavoro (computer client) devono essere autorizzate da un centro di amministrazione (computer server). I server sono spesso collegati tra loro in modo da permettere ai client di accedere a servizi forniti da altri server. Un insieme di server è solitamente raggruppato in una unità di lavoro chiamato DOMINIO. Rete peer-to-peer: Tutti i computer sono uguali e gli utenti dei computer decidono se e cosa condividere con altri collaboratori. In pratica ogni computer è un server. gatta maurizio 77

78 Le topologie di rete I percorsi che le informazioni seguono nella loro trasmissione da un computer ad un altro dipendono dalla struttura della rete che li collega (topologia). In questo caso abbiamo: Topologia a Stella Topologia ad Anello Topologia a Bus Topologia ad Anello a Stella Topologia a Bus a Stella Topologia a maglia gatta maurizio 78

79 1.3.1 Topologia a Stella I computer sono connessi ad un HUB centrale e la comunicazione avviene sempre attraverso di lui. Se si interrompe un nodo, la rete funziona per tutti gli altri computer. Si tratta di reti geografiche e di LAN molto estese. gatta maurizio 79

80 1.3.1 Topologia ad Anello I computer sono connessi tramite una serie di nodi a T collegati con un unico cavo circolare privo di terminatori. I dati viaggiano in una unica direzione e, se si interrompe un nodo, la rete non funziona. Si tratta di reti locali e, di norma, di piccole dimensioni. gatta maurizio 80

81 1.3.1 Topologia a Bus E' il metodo più semplice di connettere in rete dei computer e tutti i nodi sono collegati ad un unico bus. Si possono avere, come diramazioni, bus secondari, assumendo quindi una struttura ad albero. Si tratta di reti locali e, di norma, di piccole dimensioni. gatta maurizio 81

82 1.3.1 Topologia ad Anello a Stella Anche detta ad Anello con cablaggio a Stella gli hub non sono collegati fra loro ma attraverso un hub principale gatta maurizio 82

83 1.3.1 Topologia a Bus a Stella Più reti a stella sono collegate tramite cavi a bus lineari. Il malfunzionamento di un computer non influenza il resto della rete gatta maurizio 83

84 1.3.1 Topologia a maglia E quella utilizzata da Internet. Ogni singolo nodo è collegato con tantissimi altri nodi. Le informazioni vengono inoltrate scegliendo uno fra i molteplici percorsi disponibili, sulla base del traffico della rete. E il più affidabile perché se non nodo smette di funzionare, si utilizzano percorsi alternativi gatta maurizio 84

85 1.3.1 Cosa serve per essere in rete un dispositivo elettronico collegato al computer in grado di ricevere e trasmettere i dati (scheda di rete, modem, hub, bridge, gateway, router, ); software che consente di capire le informazioni trasmesse da/per il dispositivo elettronico (protocolli di rete, ); programma che consente di utilizzare i mezzi precedenti (Internet Explorer, ). gatta maurizio 85

86 1.3.1 Hub Dispositivi di connessione NIC-NIC Hub-Hub Collegano dispositivi Mbps gatta maurizio 86

87 1.3.1 Il modem E un dispositivo mediante il quale è possibile trasformare un segnale digitale in analogico e viceversa. Modem Modem Linea telefonica gatta maurizio 87

88 1.3.1 Internet Internet: Insieme di reti di elaboratori interconnesse mediante il protocollo di trasmissione TCP/IP. E anche noto come World Wide Web, o più semplicemente Web. TCP/IP (Trasmission Control Protocol/Internet Protocol): Insieme di regole ben definite utilizzate per le comunicazioni tra elaboratori. E a commutazione di pacchetti ed è necessario per collegarsi in Internet. gatta maurizio 88

89 1.3.1 Internet Componente IP suddivide i dati da inviare in piccoli pacchetti numerati contenenti i dati del mittente del destinatario che viaggeranno suddivisi, utilizzando connessioni diverse Componente TCP assicura la completa e corretta trasmissioni dei pacchetti che saranno riassemblati al momento della ricezione Vantaggi: altissima velocità di trasmissione, utilizzi di percorsi diversi far i vari pacchetti e attivazione di molteplici connessioni saranno ricomposti gatta maurizio 89

90 1.3.1 Servizi offerti da INTERNET WWW e HTTP ((Hiper Text Transfer Protocol) Posta elettronica o Trasferimento di file protocollo FTP Newsgroup e mailing list Chat line Blog Telnet consente la connessione e l accesso ad un computer fisicamente distante; Conversazioni telefoniche con tecnologie VOIP gatta maurizio 90

91 1.3.1 Intranet - Extranet Una "Intranet" è una rete chiusa, basata sul protocollo TCP/IP e sull'utilizzo delle altre tecnologie tipiche di Internet (web server, browser, ecc.) che permette l accesso solo a utenti autorizzati tramite password/accreditamento. Si tratta solitamente di reti con accesso esclusivo, ma limitato da password per i propri dipendenti (rete di una clinica privata a cui accede il personale, ma non gli utenti e le farmacie) Una Extranet" è uguale alla precedente ma sono previsti accessi dall esterno ovviamente autorizzati tramite password/accreditamento. (rete di U.S.L. a cui accedono le farmacie per prenotare visite ed esami). gatta maurizio 91

92 1.3.1 HTML HTML o HyperText Markup Language (traduzione letterale: linguaggio a marcatori per ipertesti) è il linguaggio per la formattazione di documenti ipertestuali disponibili nel World Wide Web sotto forma di pagine Web. La formattazione consiste nell'inserimento nel testo di marcatori o etichette detti tag, che descrivono caratteristiche come la funzione, il colore, le dimensioni, la posizione relativa all'interno della pagina. gatta maurizio 92

93 1.3.1 HTML Non è un linguaggio di programmazione (in quanto non prevede alcuna definizione di variabili, strutture di controllo, dati,..), ma solamente un linguaggio di formattazione che descrive le modalità di impaginazione o visualizzazione grafica (layout) del contenuto, testuale. E un linguaggio di pubblico dominio ed è basato su un altro linguaggio avente scopi più generici, l SGML. È stato sviluppato verso la fine degli an ni 80 da un ricercatore al CERN di Ginevra assieme al noto protocollo HTTP. Verso il 1994 ha avuto una forte diffusione in seguito ai primi utilizzi commerciali del web. Nel corso degli anni è stato soggetto a revisioni, ampliamenti e miglioramenti. Ora abbiamo l XHTML (applicazione a HTML di regole e sintassi in stile XML). gatta maurizio 93

94 1.3.1 BROWSER - PROVIDER - URL Browser programma che, interpretando i codici HTML, permette la navigazione Provider. Colui che gratuitamente o a pagamento, gestisce i servizi di internet URL: (Uniform resource locator) Indirizzo univoco di una pagina nel Web. http matrox.com int.html protocollo per accedere alla pagina nome del server nome del file contenente la pagina gatta maurizio 94

95 1.3.1 Il problema della sicurezza Firewall: Sistema di sicurezza per impedire l accesso alla rete, dei computer e degli utenti non autorizzati. HTTPS: protocollo di connessione sicuro che garantisce il trasferimento dei dati in maniera sicura e riservata basato su una logica a doppia chiave. gatta maurizio 95

96 1.3.2 Trasferimento dei dati Download prelevare o scaricare files dalla rete per memorizzarli nell hard disk o in una memoria di massa Upload inviare alla rete files memorizzati nell hard disk o in una memoria di massa Velocità di trasmissione dipende dalle caratteristiche del modem e dalla larghezza della banda (in bit al secondo che la linea utilizzata è in grado di trasmettere). Si misura in bps (bit per secondo), Kbps e Mbps. gatta maurizio 96

97 Tipo di di linee telefoniche PSTN (Public Switched Telephone Network, RTG in Italia Rete Telefonica Generale ), rete analogica che sta rapidamente diventando digitale, con connessione di tipo: 1. dial-up a commutazione di circuito 2. a commutazione di pacchetti con il servizio ADSL quando la connessione è sempre attiva e quella telefonica non è occupata gatta maurizio 97

98 1.3.2 DIAL UP Il collegamento si realizza grazie al modem se si usa la linea analogica PSTN oppure per mezzo del servizio digitale ISDN (Integrated Services Digital Network) grazie ad un adattatore ISDN. Velocità di connessione da 56Kbps per la linea analogica a 128Kbps per il servizio ISDN. La connessione si attiva al momento della chiamata, interrotta quando termina e la line risulta, durante la connessione occupata gatta maurizio 98

99 1.3.2 COMMUTAZIONE PACCHETTI La connessione è sempre attiva e la linea telefonica non risulta essere occupata (ad esempio linea ADSL=Asimmetric Digital Subscriber Line). Trasmette informazioni digitali ad alta velocità su linee telefoniche esistenti, utilizzando canali diversi per la voce e la trasmissione. gatta maurizio 99

100 1.3.2 COMMUTAZIONE PACCHETTI E una linea asimmetrica perché la velocità di trasmissione è molto, più bassa di quella in ricezione Le velocità di ricezione/trasmissione dichiarate dai gestori, sono puramente virtuali (traffico di rete, ), anche se la tecnologia porterà, a breve a velocità ancora superiori. ADSL detta anche a banda larga consente la trasmissione dei dati in modo simultaneo. gatta maurizio 100

101 1.3.2 Modalità di connessione Linea telefonica modalità più diffusa e la velocità di trasmissione varia a secondo del tipo di linea Linea cablata grazie a dispositivi fisici, quali cavi, schede, connettori,..) è possibile la connessione. L I.S.P. fornisce la connessione e le attrezzature di base, per cui si trasforma una connessione per un utente singolo in una connessione condivisa e associata ad una rete esistente. gatta maurizio 101

102 1.3.2 Modalità di connessione Telefono cellulare Tecnologia di telefonia mobile di 3^ generazione UMTS (Universal Mobile Telecommunication System,) Attraverso una chiamata ci si collega al ripetitore più vicino che dopo aver verificato che il cellulare possa utilizzare la rete, invia la chiamata alla linea telefonica terrestre, dove server e gateway Wap (Wireless Access Protocol) permettono la navigazione e la visualizzazione della pagina desiderata. gatta maurizio 102

103 1.3.2 Modalità di connessione SATELLITE Bisogna installare di una parabola satellitare. Si digita l indirizzo del sito utilizzando la linea telefonica, la richiesta viene inoltrata al provider che la inoltra al server-web. Il server-web indirizza le pagine desiderate al centro operativo della rete (NOC) tramite collegamenti speciali ad elevata velocità. Quest ultimo detto anche stazione di terra, le invia al satellite geostazionario che le restituisce alla parabola dell utente gatta maurizio 103

104 1.3.2 Modalità di connessione Wireless tecnologia basata sullo standard che permette la connessione ad una rete senza fili. C è un Access Point o punto di accesso collegato fisicamente alla rete cablata oppure via radio ad un altro Access Point, che trasmette/riceve in segnale radio ad utente connesso tramite un computer dotato di di un dispositivo trasmittente/ricevente gatta maurizio 104

105 1.3.2 Banda Larga (costi) Detta anche broad band, può essere: Flat connessione a tariffa fissa permette di rimanere collegati per molto tempo senza doversi necessariamente disconnettere dando modo agli hacker di sfruttare i lunghi accessi ad internet Free connessione a tariffa oraria gatta maurizio 105

106 1.3.2 Connesssioni (rischi) broad band Flat o connessione a banda larga a tariffa fissa : possiamo rimanere collegati per molto tempo senza doversi necessariamente disconnettere ma permettiamo agli hacker di sfruttare, per i propri scopi, i nostri lunghi accessi ad internet Dial Up con modem analogico e connessioni veloci, rischi minimi, perché il provider ad ogni accesso assegna un nuovo indirizzo IP, che un hacker ha difficoltà ad individuare, dati i tempi brevi di connessione. gatta maurizio 106

107 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.4 I.C.T. nella vita di ogni giorno

108 1.1.1 Concetti di base INFORMATICA è la scienza che si propone di raccogliere, organizzare, conservare e distribuire le informazioni utilizzando sistemi automatici INFORMATICA = INFORmazione automatica L Information Technology (IT) o Information and Communication Technology (ICT) nasce dalla integrazione fra informatica e telecomunicazioni con il collegamento in rete dei computer per condividere INFORMAZIONI e accedere a BANCHE DATI gatta maurizio 108

109 1.1.1 Concetti di base MULTIMEDIALITA capacità dei computer moderni di integrare audio (voci, musiche e rumori) immagini (foto, disegni e video) e testi COMPUTER macchina a programma memorizzato, cioè progettato per eseguire operazioni in base a programmi registrati nella sua memoria PROGRAMMI sequenza finita di istruzioni che eseguite in un ordine ben preciso, permettono l esecuzione di operazioni ben definite gatta maurizio 109

110 1.4.1 Il mondo elettronico E-Commerce E-banking E-governance gatta maurizio 110

111 1.4.1 E-commerce Compravendita di prodotti utilizzando internet Compilazione di un form Dlgs. 185/99 contiene garanzie per il consumatore, con facoltà di recesso nonché restituzione Vantaggi (acquisto in ogni momento, informazioni dettagliate e precise, comparazioni fra prodotti simili molto rapida, possiamo farlo da casa, ) Svantaggi (Possesso non immediato, rischio di pagamento, incidenza delle spese di viaggio e mancanza di contatto con il venditore) gatta maurizio 111

112 1.4.1 E-banking Il cliente utilizza internet per connettersi con il server del proprio istituto di credito e può sia consultare il proprio conto corrente, conto titoli, fondo pensione,.. che eseguire operazioni bancarie (acquisto titoli, bonifici, giroconti,.) Non è necessario uscire di casa Ci sono condizioni migliori e quindi oneri bancari più bassi Servizi disponibili 24 ore al giorno, festivi inclusi Purtroppo ci sono truffe online di ogni tipo gatta maurizio 112

113 E-governement Insieme che la P.A. offre ai cittadini mediante l utilizzo di nuove tecnologie e di internet potendo così dialogare online. (anagrafe comunale, gestione del catasto, previdenza sociale, casellario giudiziario, tenuta del PRA, automazione dell attività fiscale,..) gatta maurizio 113

114 1.4.1 E-learning Detta anche apprendimento in rete questa attività formativa online, permette allo studente di connettersi, tramite internet, a determinati siti che gli permettono di assistere a lezioni/seminari con enormi vantaggi, perchè non esistono vincoli di presenza, posto ed orario ed è facile reperire il materiale necessario che è sempre online. Inoltre abbiamo l opportunità di contattare il tutor via e- mail, di far parte di classi virtuali che rendono possibile il dialogo fra studenti anche se fisicamente distanti con costi molto più bassi gatta maurizio 114

115 1.4.1 Telelavoro Utilizzando una connessione ad internet e con l ausilio di strumenti e dispositivi telematici, possiamo adempiere alle nostre mansioni lavorative dalla nostra abitazione. Conviene perché azzeriamo tempi e costi di spostamento ma non possiamo partecipare a lavori in team, mancano i contatti personali con i colleghi e siamo completamente distaccati dalla attività lavorativa. gatta maurizio 115

116 1.4.2 Comunicazione invio e recezione di con allegati di vario tipo Messaggistica istantanea scambio in tempo reale di brevi messaggi (Windows live Messanger e Yahoo!Messanger), creazione di cartelle condivise per la trasmissione di file o flussi di streaming (audio e video in tempo reale) e creazione di un elenco di contatti disponibili per la conversazione VOIP Conversazione telefonica avvalendosi della tecnologia di Internet Telefonate dirette da un computer ad un altro tramite cuffie ed autoparlanti o cuffie con microfono Utilizzo della linea ADSL gatta maurizio 116

117 1.4.2 Comunicazione Feed RSS Canale informativo preferenziale che rileva le nuove notizie presenti in un sito e le comunica in tempo reale all utente che lo ha sottoscritto Blog Paginer WEB gestiste dall utente che pubblica i propri pensieri, opinioni e altro creando un diario personale (tipi: Blog personali, di attualità basati su argomenti attuali e tematici) Podcast file, audio o video compresso didsponibile su un sito che viena scaricato automaticamente dall utente che ha sottoscritto l abbonamento (feed Rader o Itunes) p153 gatta maurizio 117

118 1.4.3 Comunità virtuali Un gruppo di persone che tramite internet, si incontrano virtualmente sul WEB per chiacchierare, discutere su argomenti quotidiani, Possono essere definiti, spazi virtuali perché fanno incontrare persone distanti fra loro. Si tratta di siti sociali Bisogna registrasi al sito che chiede le generalità, si accede tramite user-name e password e solitamente si utilizza un nickname, cioè uno pseudonimo gatta maurizio 118

119 1.4.3 Forum Internet Chat Room Forum Internet gli utente lasciano messaggi in relazione al tema oggetto della discussione. Si tratta di uno scambio asincrono ed i messaggi rimangono memorizzati favorendo la discussione ed il loro approfondimento. Si tratta di utenti abituali ed è presente un moderatore, scelto dal gestore del forum Chat Room o conversazione in tempo reale. Spazi virtuali in cui ad ogni argomento si riserva un canale e noi accediamo utilizzando software specifico emulando una conversazione sincrona gatta maurizio 119

120 1.4.3 Giochi informatici in rete Giochi informatici in rete Giochi digitali che richiedono una connessione ad Internet. Sono eseguiti in rete, sia quelli sul WEB che quelli che necessitano una connessione peer to peer, ed sufficiente, per giocare, una console o un telefono cellulare. Ci sono giochi multiplayer (un giocatore deve essere accettato dagli altri) e altri dover possono partecipare tutti. Si tratta di: gatta maurizio 120

121 1.4.3 Giochi informatici in rete Browser game o minigame gratuiti per 1 giocatore Advergame o pubblicità tramite un gioco Giochi di rete giochi online mediante PC o console. Richiedono la tecnologia a banda larga ed una connessione FLAT Massively multiplayer game contemplano un numero elevato di giocatori. Si tratta dei giochi di ruolo in cui i giocatori assumono l identità di personaggi di fantasia e creano la storia. Si creano cos comunità virtuali e si sviluppano dinamiche sociali gatta maurizio 121

122 1.4.3 Rischi A causa dei nostri comportamenti e di errori del software che gesti il gioco, si rischia: Trasmissione dei virus Attacchi di Hacker o Craker Adescamenti e truffe (phishing) Durante la chat si rischi che il nostro interlocutore diventi aggressivo, pericoloso o tentare di invadere la nostra privacy gatta maurizio 122

123 1.4.3 Rischi Se utilizziamo un computer pubblico, cancellare il file di log, per evitare che l utente successivo possa accedere ai nostri dati e contatti personali. Mantenere il proprio profilo privato ed evitare di condividere o fornire i nostri dati personali Non accettare incontri perché il nostro interlocutore è comunque uno sconosciuto, può averci comunicato intenzioni e generalità non veritiere gatta maurizio 123

124 1.4.4 Tutela della salute ERGONOMIA = studio delle condizioni e dell ambiente di lavoro per adattarle all esigenze psico-fisiche del lavoratore in modo che l integrazione fra i diversi elementi o dispositivi di un ambiente e l uomo avvengano nel migliore dei modi. gatta maurizio 124

125 1.4.4 Dlgs 81/2008. o Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro stabilisce norme che rendono confortevole e sicuro l ambiente di lavoro. Disciplina i diversi settori produttivi, stabilisce sanzioni nel caso di mancato rispetto delle leggi e stabilisce il rafforzamento degli organici dell ispettorato del lavoro, a cui spetta il controllo. gatta maurizio 125

126 1.4.4 D. M. 02/10/2000 Stabilisce le linee guida per evitare disturbi muscolo-scheletrici e disturbi visivi e mentali derivanti dall utilizzo del videoterminale. Punto 3 illuminazione ambienti lavorativi evitare riflessi sul video ed eccessivi contrasti di luminosità - orientamento corretto rispetto alle finestre illuminazione artificiale della stanza con lampade schermate prive di sfarfallio linea occhio lampada angolo > 60 gatta maurizio 126

127 1.4.4 D. M. 02/10/2000 Punto 5 per evitare l insorgenza di problemi visivi, illuminazione naturale, quando possibile ed artificiale con illuminazioni non eccessive e con illuminamenti non eccessivi e con fonti luminose poste fuori dal campo visivo e con intensità tale da evitare contrasti eccessivi. Orientamento e posizione schermo per evitare, quando possibile, riflessi sul monitor gatta maurizio 127

128 1.4.4 D. M. 02/10/2000 Caratteristiche della scrivania (stabile, regolabile in altezza, posizionare adeguatamente il monitor e permettere una comoda posizione al lavoratore (avambracci appoggiati al tavolo, polsi e mani) Sedia stabile, dotata di 5 ruote per facilitare il movimento, regolabile in altezza anche nello schienale, per permettere un buon appoggio ai piedi ed il sostegno della schiena Una tastiera opaca, antiriflessi dissociata dallo schermo e inclinata Mouse efficiente Monitor inclinabile ed orientabile gatta maurizio 128

129 1.4.4 D. M. 02/10/2000 Per cui volendo assumere una postura corretta, Occhi 50/70 cm. dal monitor all altezza del bordo superiore Digitazione e uso del mouse non devono provocare irrigidimento delle dita e dei polsi e con gli avambracci appoggiati sul tavolo per diminuire la tensione dei muscoli del collo e delle spalle. Piedi ben appoggiati al pavimento o a un poggiapiedi con schienale sedia e sedile regolati adeguatamente Posizione di lavoro per tempi prolungati devono essere evitate gatta maurizio 129

130 1.4.4 D. M. 02/10/2010 Se si lavora opera per molte ore mantenendo la stessa posizione, eseguire frequenti esercizi di stretching per evitare contratture, tendiniti, tenosinoviti.. ) Se si opera davanti ad un terminale, 15 minuti di pausa ogni 2 ore di lavoro per evitare eccessivi affaticamenti che possono portare stati ansiosi, o a cattiva circolazione sanguigna, oltre a disturbi visivi Per gli occhi, ridurre la luminosità dello schermo, distogliere lo sguardo dal monitor guardando oggetti lontani e n ei momenti di pausa, fare una attività che non comporti un intenso impegno visivo. La legge prevede il controllo della vista ogni due o 5 anni, a seconda dell età e di disturbi già presenti. gatta maurizio 130

131 1.4.5 Ambiente Riciclaccio di toner e cartucce inkjet, per poterli rigenerare ed evitando lo smaltimento in discarica o all inceneritore con conseguente vantaggio economico (la cartuccia rigenerata cosata di meno), ottime prestazioni (si utilizza inchiostro e toner di qualità) e rispetto per l ambiente (una cartuccia può essere rigenerata più volte). gatta maurizio 131

132 1.4.5 Ambiente Risparmio sul consumo della carte che può essere riciclata. Verificare il documento su video (anteprima di stampa) prima di stamparlo e a riciclare, per altre stampe i fogli stampati su una sola facciata. Uso delle moderne tecnologie per archiviare documenti che non devono essere stampati per poterli archiviare Inviare documenti utilizzando la posta elettronica e non via fax o la classica lettera. gatta maurizio 132

133 1.4.5 Ambiente Risparmio energetico del computer impostando le classiche opzioni che gestiscono il risparmio energetico, Impostando la disattivazione automatica dello schermo quando non si usa Porre il computer in stand-by per pause lavorative Quando si termina il lavoro, spegnere il computer e tutti i dispositivi ad esso collegati. gatta maurizio 133

134 PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER Sezione 1.5 Sicurezza

135 1.5.1 Identità ed autenticazione Per una corretta protezione dei dati, e controllare gli accessi utilizzare: ID (nome utente o username) può essere anche un nome pubblico PASSWORD deve essere scelta dall utente stesso, privata e riservata. Login o procedura di riconoscimento Profilo con cui ci si fa riconoscere dal sistema, che ci abilita ad operare. gatta maurizio 135

136 1.5.1 Identità ed autenticazione Una PASSWORD, utilizzata per accedere alla propria area riservata, deve essere efficace, per cui deve essere: non riconducibile al proprietario memorizzata e mantenuta segreta abbastanza lunga complessa (cioè deve essere formata da lettere maiuscole, minuscole e cifre cambiata regolarmente diversa per ogni servizio a cui si accede gatta maurizio 136

137 1.5.2 Sicurezza dei dati E necessario approntare tutte le misure necessarie per difendere i propri archivi da: Rottura fisica dei dispositivi ed errori degli operatori Malfunzionamento dei sistemi operativi Contagio dei virus e attacco dagli hacker Black-out elettrici e incendi Eventi naturali (terremoti, allagamenti,. ) gatta maurizio 137

138 1.5.2 Sicurezza dei dati Per cui bisogna effettuare: Backup Backup online Firewall o sistema di sicurezza (Paratia antifuoco) che filtra tutte le informazioni in entrata e in uscita da una rete o da un computer con lo scopo di intercettare o bloccare eventuali tentativi di intrusione esterni. E un dispositivo hardware che può essere reso più efficace con il software. gatta maurizio 138

139 1.5.2 Sicurezza dei dati Per impedire l accesso di estranei alle postazioni di lavoro: 1. Sistema di riconoscimento basato su user name, password e login 2. Smart-card o tessere magnetiche dove è stato memorizzato user name, password, firma digitale, codici e altre informazioni 3. Prevenzione furto PC mediante l utilizzo di cavi di sicurezza gatta maurizio 139

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen

5. Quale tra le seguenti unità di input ha la stessa funzione del mouse? Scanner Plotter Trackball Touch screen Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte 1. Quale delle seguenti affermazioni è corretta? Nella trasmissione a commutazione di pacchetto: Sulla stessa linea

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo Alla base del concetto di rete informatica c è quello di condivisione delle risorse.

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo O mentre ci sono più risposte corrette per le domande con il simbolo

Dettagli

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea

Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Test di verifica 1.2 per il Modulo 1 della Patente Europea Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte, mentre ci sono più risposte corrette per le domande con

Dettagli

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT

Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Tipi di Personal Computer Mainframe Network Computer (Server) Personal Desktop/Portatili digital Assistant (PDA) 2/45 Confronto fra PC Classe Mainframe Server

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it INFORMATION TECNOLOGY 1 a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it 1 IT, HARDWARE E SOFTWARE Information Tecnology (o Informazione automatica): tecnologia hadware e software utilizzata per la progettazione

Dettagli

Le Reti (gli approfondimenti a lezione)

Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Le Reti (gli approfondimenti a lezione) Per migliorare la produttività gli utenti collegano i computer tra di loro formando delle reti al fine di condividere risorse hardware e software. 1 Una rete di

Dettagli

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale

MODULO 1. 1.1 Il personal computer. ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale MODULO 1 1.1 Il personal computer ISIS STRINGHER Corso Serale Anno scolastico 2010/11 Classe 1 Commerciale 1.1 Il personal computer Il PC Hardware e software Classificazioni del software Relazione tra

Dettagli

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer

Ferrante Patrizia Ghezzi Nuccia Pagano Salvatore Previtali Ferruccio Russo Francesco. Computer Computer Il computer, o elaboratore elettronico, è la macchina per la gestione automatica delle informazioni Componenti: Hardware (la parte fisica del computer) Software (la parte intangibile, insieme

Dettagli

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer

MONIA MONTANARI. Appunti di Trattamento Testi. Capitolo 1 Il Computer MONIA MONTANARI Appunti di Trattamento Testi Capitolo 1 Il Computer 1. Introduzione La parola informatica indica la scienza che rileva ed elabora l informazione, infatti : Informatica Informazione Automatica

Dettagli

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C.

Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Il termine informatica deriva dall unione di due parole: informazione e automatica. Il P.C. Hardware: parte fisica, cioè l insieme di tutte le componenti fisiche, meccaniche, elettriche e ottiche, necessarie

Dettagli

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com

Born T Develop. VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com Born T Develop VICOLO ANDREA GLORIA, 1 PADOVA 35132 TELEFONO: 049 2023938 EMAIL: info@borntodevelop.com ARGOMENTI TRATTATI Hardware Comprendere il termine hardware Comprendere cosa è un personal computer

Dettagli

APPUNTI CONCETTI DI BASE

APPUNTI CONCETTI DI BASE www.informarsi.net APPUNTI CONCETTI DI BASE Struttura di un elaboratore Un computer è paragonabile a una grande scatola in cui sono immessi dei dati, i quali, una volta immagazzinati, elaborati e processati,

Dettagli

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web

CORSO EDA Informatica di base. Introduzione alle reti informatiche Internet e Web CORSO EDA Informatica di base Introduzione alle reti informatiche Internet e Web Rete di computer Una rete informatica è un insieme di computer e dispositivi periferici collegati tra di loro. Il collegamento

Dettagli

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L.

Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Materiali per il Modulo 1 E.C.D.L. Queste due sigle indicano LAN Local Area Network Si tratta di un certo numero di Computer (decine centinaia) o periferici connessi fra loro mediante cavi UTP, coassiali

Dettagli

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale

MODULO 1. Testo 1.02. 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale MODULO 1 Testo 1.02 1. Quale tra le seguenti è una unità di output? % Touchpad % Track ball % Scanner % Sintetizzatore vocale 2. Come possono essere classificati in modo corretto i componenti fisici e

Dettagli

Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo.

Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo. 1 Concetti di base dell ICT Il seguente Syllabus è relativo al Modulo 1, Concetti di base dell ICT, e fornisce i fondamenti per il test di tipo teorico relativo a questo modulo. Scopi del modulo Modulo

Dettagli

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di:

Il Computer. Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: Il Computer Cos'è il computer? Per capire che cosa è il computer, occorre partire dal concetto di: INFORMATICA = INFORmazione automatica E' la scienza che si occupa del trattamento automatico delle informazioni.

Dettagli

Componenti di base di un computer

Componenti di base di un computer Componenti di base di un computer Architettura Von Neumann, 1952 Unità di INPUT UNITA CENTRALE DI ELABORAZIONE (CPU) MEMORIA CENTRALE Unità di OUTPUT MEMORIE DI MASSA PERIFERICHE DI INPUT/OUTPUT (I/O)

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER

PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER PROGRAMMA FORMATIVO: ARCHITETTURA DEI COMPUTERS, PERIFERICHE, SOFTWARE APPLICATIVO, SISTEMI OPERATIVI, INTERNET E SERVIZI, WEB, RETI DI COMPUTER Architettura dei calcolatori (hardware e software base )

Dettagli

Reti informatiche 08/03/2005

Reti informatiche 08/03/2005 Reti informatiche LAN, WAN Le reti per la trasmissione dei dati RETI LOCALI LAN - LOCAL AREA NETWORK RETI GEOGRAFICHE WAN - WIDE AREA NETWORK MAN (Metropolitan Area Network) Le reti per la trasmissione

Dettagli

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it.

Conoscere il computer ed il software di base. Concetti base dell ICT TIPI DI COMPUTER. Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it. Concetti base dell ICT Conoscere il computer ed il software di base Prof. Francesco Procida procida.francesco@virgilio.it Fase 1 Information technology Computer Tecnologia utilizzata per la realizzazione

Dettagli

MODULO 1. Testo 1.01. 1. Quale tra le seguenti non è una periferica di input? % Scanner % Digitalizzatore vocale % Sintetizzatore vocale % Mouse

MODULO 1. Testo 1.01. 1. Quale tra le seguenti non è una periferica di input? % Scanner % Digitalizzatore vocale % Sintetizzatore vocale % Mouse 1 MODULO 1 Testo 1.01 1. Quale tra le seguenti non è una periferica di input? % Scanner % Digitalizzatore vocale % Sintetizzatore vocale % Mouse 2. L unità di input è: % Un dispositivo hardware per immettere

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione

Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Corso ECDL Concetti di base della Tecnologia dell'informazione Modulo 1 Le reti informatiche 1 Le parole della rete I termini legati all utilizzo delle reti sono molti: diventa sempre più importante comprenderne

Dettagli

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica

La società dell informazione. La tecnologia dell informazione. Informatica La società dell informazione Sapersi orientare nell eccesso di informazione Avere criteri, strumenti, modelli di interpretazione consapevole dei mass-media audiovisivi Adeguare la propria pratica comunicativa

Dettagli

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN

6. Quale è l unità che esegue le singole istruzioni e governa le varie parti del computer? % ALU % CPU % LAN % WAN MODULO 1 Testo 1.03 1. In una istruzione, un operando è: % Il dato su cui operare % L indirizzo di memoria di un dato su cui operare % Il tipo di operazione da eseguire % Il risultato di una istruzione

Dettagli

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo

Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Esercitazione per esame Ecdl - 1 modulo Nome:... Cognome... Telefono... 1. Il millennium bug è: % Un problema hardware di tutti i computer al cambio del millennio % Un problema del software di tutti i

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it

INFORMATION TECNOLOGY. a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it INFORMATION TECNOLOGY 2 a cura di Alessandro Padovani padoale@email.it LE MEMORIE - 1 MEMORIA CENTRALE (O PRINCIPALE) Da questa memoria l unità centrale estrae i dati che servono per eseguire i programmi

Dettagli

8. Quali delle seguenti affermazioni sono corrette? Il computer è: Preciso Veloce Intelligente Creativo

8. Quali delle seguenti affermazioni sono corrette? Il computer è: Preciso Veloce Intelligente Creativo Esiste una sola risposta corretta per le domande che riportano il simbolo per le scelte, mentre ci sono più risposte corrette per le domande con il simbolo 1. Quale tra le seguenti non è una periferica

Dettagli

Tecnologia dell Informazione

Tecnologia dell Informazione Tecnologia dell Informazione Concetti di base della tecnologia dell informazione Materiale Didattico a cura di Marco Musolesi Università degli Studi di Bologna Sede di Ravenna Facoltà di Giurisprudenza

Dettagli

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA

Francia dalla contrazione delle parole INFORmazione e automatica. Elaborazione e trattamento automatico delle informazioni INFORMATICA INFORMATICA La parola INFORMATICA indica l insieme delle discipline e delle tecniche che permettono la trattazione automatica delle informazioni che sono alla base delle nostre conoscenze e delle loro

Dettagli

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante

1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante CONOSCENZE DI INFORMATICA 1) Una periferica di input è: A) il mouse B) il monitor C) la stampante 2) Una memoria in sola lettura con la particolarità di essere cancellata in particolari condizioni è detta:

Dettagli

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014

Corso: Informatica+ Andrea Cremonini. Lezione del 20/10/2014 Corso: Informatica+ Andrea Cremonini Lezione del 20/10/2014 1 Cosa è un computer? Un elaboratore di dati e immagini Uno smartphone Il decoder di Sky Una console di gioco siamo circondati! andrea.cremon

Dettagli

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware.

Con questo termine si individuano tutti i componenti fisici dei sistemi informatici. Tutto quello che si può toccare è hardware. 2008-10-28 - pagina 1 di 7 Informatica (Informazione Automatica) memorizzare elaborazione trasmissione (telematica) Complessità operazione testo audio immagini video realtà virtuale memorizzare 1 10 100

Dettagli

Input Elaborazione Output. Output. Componenti di elaborazione. Periferiche di. Periferiche di Input

Input Elaborazione Output. Output. Componenti di elaborazione. Periferiche di. Periferiche di Input Hardware e Software Hardware: : Tutti i componenti fisici del sistema di elaborazione (tutto ciò che si può toccare) Software: : Tutti i programmi installati nel nostro sistema di elaborazione Fasi di

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Uso del computer e gestione dei file Elaborazione testi Fogli di Calcolo Reti informatiche Laboratorio di Informatica - CLEF 7 Ci sono due modi per non

Dettagli

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio

COMPUTER ESSENTIAL 1.1. Esperto Emilia Desiderio COMPUTER ESSENTIAL 1.1 Esperto Emilia Desiderio INFORMATICA Definizione: disciplinain continua evoluzione che cerca di riprodurre le capacità del cervello umano. lostudio sistemico di algoritmi che descrivono

Dettagli

Germano Pettarin ECDL Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT

Germano Pettarin ECDL Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT Germano Pettarin ECDL Modulo 1 Concetti di base delle tecnologie ICT E-book per la preparazione all ECDL Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 1: Concetti di base 2 Modulo 1 Concetti base

Dettagli

Il sistema di elaborazione

Il sistema di elaborazione Il sistema di elaborazione Hardware e software Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche parti software: componenti logiche i dati da trattare le correlazioni

Dettagli

Componenti del Sistema di Elaborazione

Componenti del Sistema di Elaborazione Componenti del Sistema di Elaborazione Il Sistema di Elaborazione Monitor Tastiera Processore Memoria Centrale (Programmi + Dati) Memorie di massa Altre periferiche Rete Rete a.a. 2002-03 L. Borrelli 2

Dettagli

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica)

PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) Istituto Kandinsky Anno Scolastico 2011-2012 PROGRAMMA di INFORMATICA E LABORATORIO Classi prime Servizi Commerciali (Grafica) INFORMAZIONE, DATI E LORO CODIFICA o Definizione di Informatica o Differenza

Dettagli

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012

Modello del Computer. Componenti del Computer. Architettura di Von Neumann. Prof.ssa E. Gentile. a.a. 2011-2012 Corso di Laurea Magistrale in Scienze dell Informazione Editoriale, Pubblica e Sociale Modello del Computer Prof.ssa E. Gentile a.a. 2011-2012 Componenti del Computer Unità centrale di elaborazione Memoria

Dettagli

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete

Finalità delle Reti di calcolatori. Le Reti Informatiche. Una definizione di Rete di calcolatori. Schema di una Rete Finalità delle Reti di calcolatori Le Reti Informatiche Un calcolatore isolato, anche se multiutente ha a disposizione solo le risorse locali potrà elaborare unicamente i dati dei propri utenti 2 / 44

Dettagli

MODULO 01. Come è fatto un computer

MODULO 01. Come è fatto un computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 03 Conosciamo i tipi di computer e le periferiche In questa lezione impareremo: a conoscere le periferiche di input e di output, cioè gli strumenti

Dettagli

Modulo 1 Concetti teorici di base

Modulo 1 Concetti teorici di base Modulo 1 Concetti teorici di base 1 Quale delle seguenti frasi rappresenta il significato di ICT (Tecnologie per l informazione e la comunicazione)? La progettazione e l utilizzo dei computer Le scienze

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4)

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.4) Prof. Valerio Vaglio Gallipoli Rielaborazione e integrazione: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio Rete di computer E un insieme

Dettagli

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web

Reti di computer- Internet- Web. Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Reti di computer- Internet- Web Concetti principali sulle Reti Internet Il Web Condivisione di risorse e comunicazione con gli altri utenti n n n Anni 70: calcolatori di grandi dimensioni, modello timesharing,

Dettagli

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008

Reti di computer. Agostino Lorenzi - Reti di computer - 2008 Reti di computer Telematica : termine che evidenzia l integrazione tra tecnologie informatiche e tecnologie delle comunicazioni. Rete (network) : insieme di sistemi per l elaborazione delle informazioni

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell informazione

Concetti di base della Tecnologia dell informazione Concetti di base della Tecnologia dell informazione Modulo 1 ECDL Syllabus 4 A cura di Pieralberto Boasso pieralberto.boasso@istruzione.it boasso@econ.unito.it Indice 1.1: Concetti generali 1.2: Hardware

Dettagli

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012

Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012 Liceo Scientifico G. Galilei Trebisacce Anno Scolastico 2011-2012 INFORMATICA: Hardware e Software Alunno: Classe: 1 C 08 novembre 2011 prof. Mimmo Corrado Effettua i seguenti calcoli nel sistema binario:

Dettagli

Termini che è necessario capire:

Termini che è necessario capire: Per iniziare 1........................................ Termini che è necessario capire: Hardware Software Information Technology (IT) Mainframe Laptop computer Unità centrale di elaborazione (CPU) Hard

Dettagli

Il sistema di elaborazione Hardware e software

Il sistema di elaborazione Hardware e software Il sistema di elaborazione Hardware e software A. Lorenzi M. Govoni TECNOLOGIE INFORMATICHE. Release 2.0 Atlas Hardware e software Un sistema di elaborazione è formato da: parti hardware: componenti fisiche

Dettagli

MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE

MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE MEMORIE DI MASSA E PERIFERICHE Tecnologie Informatiche 1 Il computer» È una macchina elettronica con lo scopo di elaborare dati in modo automatico, veloce, sicuro ed efficiente.» E formato dall hardware

Dettagli

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/

Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Informatica di Base http://www.di.uniba.it/~laura/infbase/ Dip di Informatica Università degli studi di Bari Argomenti Reti di calcolatori Software applicativo Indirizzi URL Browser Motore di ricerca Internet

Dettagli

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori

3 Capitolo primo Informatica e calcolatori I n d i c e 3 Capitolo primo Informatica e calcolatori 7 Capitolo secondo La rappresentazione delle informazioni 11 2.1 La codifica dei caratteri 2.1.1 Il codice ASCII, p. 11-2.1.2 Codifiche universali,

Dettagli

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione

Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Sistemi Di Elaborazione Dell informazione Dott. Antonio Calanducci Lezione III: Reti di calcolatori Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Anno accademico 2009/2010 Reti di calcolatori Una rete

Dettagli

MODULO 01. MODULO 01 Unità didattica 3. In questa lezione impareremo: Come è fatto un computer. Periferiche e tipi di computer

MODULO 01. MODULO 01 Unità didattica 3. In questa lezione impareremo: Come è fatto un computer. Periferiche e tipi di computer MODULO 01 Come è fatto un computer MODULO 01 Unità didattica 3 Periferiche e tipi di computer In questa lezione impareremo: a conoscere le periferiche di input e di output, cioè gli strumenti che permettono

Dettagli

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono.

Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Lezione 3 Hardware Hardware Per definizione l hardware di un computer è l insieme dei pezzi materiali che lo compongono. Esistono vari tipi di computer: Notebook: sono i computer portatili. Mainframe:

Dettagli

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012

Elementi hardware di un personal computer desktop 2012 IIS Bonfantini Novara -Laboratorio di informatica 2012 Pagina 1 PERSONAL COMPUTER I personal computer sono quelli usati per lavoro d'ufficio o in ambito domestico da un solo utente per volta. Un ulteriore

Dettagli

Concetti di base delle tecnologie ICT

Concetti di base delle tecnologie ICT Concetti di base delle tecnologie ICT Parte 2 Reti Informatiche Servono a collegare in modo remoto, i terminali ai sistemi di elaborazione e alle banche dati Per dialogare fra loro (terminali e sistemi)

Dettagli

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.2)

Modulo 1. Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.2) Modulo 1 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione ( Parte 1.2) Prof. Valerio Vaglio Gallipoli Rielaborazione: prof. Claudio Pellegrini - Sondrio LA CPU Central Processing Unit Detto anche processore,,

Dettagli

Università degli studi di Napoli Federico II

Università degli studi di Napoli Federico II Università degli studi di Napoli Federico II Facoltà di Sociologia Corso di Laurea in culture digitali e della comunicazione Corso di Elementi di informatica e web Test ingresso per il bilancio delle competenze

Dettagli

Bus di sistema. Bus di sistema

Bus di sistema. Bus di sistema Bus di sistema Permette la comunicazione (scambio di dati) tra i diversi dispositivi che costituiscono il calcolatore E costituito da un insieme di fili metallici che danno luogo ad un collegamento aperto

Dettagli

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI

Architettura del Personal Computer AUGUSTO GROSSI Il CASE o CABINET è il contenitore in cui vengono montati la scheda scheda madre, uno o più dischi rigidi, la scheda video, la scheda audio e tutti gli altri dispositivi hardware necessari per il funzionamento.

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo

DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo DIREZIONE DIDATTICA DI SAN GIUSEPPE JATO Programma Operativo Nazionale Fondo Sociale Europeo - Competenze per lo sviluppo Cos è un computer? Un computer (o elaboratore elettronico) è uno strumento utilizzato

Dettagli

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione

51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione Conoscenze Informatiche 51) Linux è: A) un sistema operativo B) una periferica C) un applicazione 52) Un provider è: A) un ente che fornisce a terzi l accesso a Internet B) un protocollo di connessione

Dettagli

INFORMATICA, IT e ICT

INFORMATICA, IT e ICT INFORMATICA, IT e ICT Informatica Informazione automatica IT Information Technology ICT Information and Communication Technology Computer Mini Computer Mainframe Super Computer Palmare Laptop o Portatile

Dettagli

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa

Un Sistema Operativo di Rete nasconde all utente finale la struttura del calcolatore locale e la struttura della rete stessa LE RETI INFORMATICHE Un calcolatore singolo, isolato dagli altri anche se multiutente può avere accesso ed utilizzare solo le risorse locali interne al Computer o ad esso direttamente collegate ed elaborare

Dettagli

1. Convertire il seguente numero decimale nella sua rappresentazione binaria, scrivendo i passaggi: 299 10

1. Convertire il seguente numero decimale nella sua rappresentazione binaria, scrivendo i passaggi: 299 10 Corso di Informatica Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Lauree triennali Esempi di domande Ogni domanda a risposta multipla ha una e una sola risposta corretta. Tutti gli esercizi devono essere

Dettagli

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni

Reti di computer. Tecnologie ed applicazioni Reti di computer Tecnologie ed applicazioni Da I.T a I.C.T Con I.T (Information Tecnology) si intende il trattamento delle informazioni attraverso il computer e le nuove apparecchiature tecnologiche ad

Dettagli

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato

Reti Locali. Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti Locali Lezione tenuta presso l Istituto I.I.S.S. Egidio Lanoce Maglie, 26 Ottobre 2011 Prof Antonio Cazzato Reti di Calcolatori una rete di calcolatori è costituita da due o più calcolatori autonomi

Dettagli

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti

Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti Informatica di base: esame scritto del 2 febbraio 2004 Docente: Prof. Viviana Patti 22 domande, 7 pagine Cognome e nome Matricola Turno di Laboratorio Domande con risposta multipla 1 Quanti byte occupa

Dettagli

INFORMATION TECNOLOGY

INFORMATION TECNOLOGY PROGETTAZIONE CLASSI PRIMA A E B CONCETTI DI BASE INFORMATION TECNOLOGY SIGNIFICATO DI INFORMATION TECNOLOGY il sistema informatico La classificazione dei computer in base all uso Principali componenti

Dettagli

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta

Quiz ecdl primo modulo. Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta Quiz ecdl primo modulo Riflettere prima di decidere la risposta ritenuta esatta 1 Che cosa è il Bit? British Information Target Binary Digit La misura dell'informazione DIA 2 DI 67 Che differenza c'è tra

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5. Cos è Internet

G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5. Cos è Internet G. Pettarin ECDL Modulo 7: Internet 5 Cos è Internet Che cosa è Internet ormai è noto a tutti. Internet è la rete a livello mondiale che mette a disposizione degli utenti collegati informazioni, file,

Dettagli

CHE COSA FAREMO INSIEME?

CHE COSA FAREMO INSIEME? CHE COSA FAREMO INSIEME? Impareremo a conoscere il computer per poter sfruttare al meglio alcune sue caratteristiche Raccoglieremo informazioni preziose perché non si può amare chi non si conosce IL COMPUTER

Dettagli

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8. Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica

Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8. Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica Insegnamento di Informatica CdS Scienze Giuridiche A.A. 2007/8 Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica Lez11 del 30.11.06 Strumenti di comunicaione e di lavoro cooperativo 1 Reti

Dettagli

Registro dell'insegnamento

Registro dell'insegnamento Registro dell'insegnamento Anno accademico 2015/2016 Prof. ALESSANDRO MARTINELLI Settore inquadramento null - null Scuola Scienze della Salute Umana Dipartimento NEUROSCIENZE, AREA DEL FARMACO E SALUTE

Dettagli

Modulo 1 Test di verifica. Concetti teorici di base delle T.I.C.

Modulo 1 Test di verifica. Concetti teorici di base delle T.I.C. Modulo 1 Test di verifica Concetti teorici di base delle T.I.C. Test n. 1 Quali tra le seguenti non sono memorie di massa? CDROM Hard disk RAM Floppy disk Cache Test n. 1 Quali tra le seguenti non sono

Dettagli

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012

CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 CAD B condotto da Daniela Sidari 05.11.2012 COS È L INFORMATICA? Il termine informatica proviene dalla lingua francese, esattamente da INFORmation electronique ou automatique ; tale termine intende che

Dettagli

LEZIONE 8. Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica

LEZIONE 8. Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica LEZIONE 8 Strumenti di lavoro cooperativo: reti Internet posta elettronica Proff. Giorgio Valle Raffaella Folgieri Lez8 Strumenti di comunicaione e di lavoro cooperativo 1 Reti e dati RETI Perchè: Risparmio

Dettagli

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet

Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale. Reti di Calcolatori e Internet Tecnologie per il web e lo sviluppo multimediale Reti di Calcolatori e Internet Luca Pulina Corso di Laurea in Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Sassari A.A. 2015/2016 Luca Pulina (UNISS)

Dettagli

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre

Hardware, software e periferiche. Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Hardware, software e periferiche Facoltà di Lettere e Filosofia anno accademico 2008/2009 secondo semestre Riepilogo - Concetti di base dell informatica L'informatica è quel settore scientifico disciplinare

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI

CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI CORSO DI LAUREA IN SCIENZE ERBORISTICHE E DEI PRODOTTI NUTRACEUTICI Informatica con esercitazioni Prof. Onofrio Greco Modulo 1 Concetti di base dell ICT Modulo 2 Uso del Computer e Gestione dei File Modulo

Dettagli

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni.

Book 1. Conoscere i computer. Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Book 1 Conoscere i computer Cos'è un dispositivo: Hardware, Software, Sistemi operativi e Applicazioni. Centro Servizi Regionale Pane e Internet Redazione a cura di Roger Ottani, Grazia Guermandi, Sara

Dettagli

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19)

Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Facoltà di Scienze Politiche Corso di Laurea in Scienze dell'amministrazione curriculum di base (Cl. 19) Programma di Informatica Codice 37902 Prof. Camillo Bella camillo@camillobella.it camillobella@gmail.com

Dettagli

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona

ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione. Prof. Michele Barcellona ECDL MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione Prof. Michele Barcellona Hardware Software e Information Technology Informatica INFOrmazione automatica La scienza che si propone di raccogliere,

Dettagli

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA

CAPITOLO 1 - INTRODUZIONE ALL INFORMATICA Da sempre l uomo ha bisogno di rappresentare, trasmettere ed elaborare informazioni di varia natura, ad esempio numeri, frasi, immagini, suoni, concetti o addirittura sensazioni. Tutte le nostre attività

Dettagli

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14 Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro

POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14 Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro DISPENSA I.C.T. T POR Regione Campania 2000-2006 Misura 3.14 Promozione della partecipazione Femminile al Mercato del Lavoro Dispensa INFORMATION TECHNOLOGY INDICE DEFINIZIONE... 3 TIPOLOGIE DI COMPUTER...

Dettagli

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet

La rete ci cambia la vita. Le persone sono interconnesse. Nessun luogo è remoto. Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: Reti di computer ed Internet nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

Reti di computer ed Internet

Reti di computer ed Internet Reti di computer ed Internet La rete ci cambia la vita Lo sviluppo delle comunicazioni in rete ha prodotto profondi cambiamenti: nessun luogo è remoto le persone sono interconnesse le relazioni sociali

Dettagli

La classificazione delle reti

La classificazione delle reti La classificazione delle reti Introduzione Con il termine rete si intende un sistema che permette la condivisione di informazioni e risorse (sia hardware che software) tra diversi calcolatori. Il sistema

Dettagli

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori

Programma del corso. Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Programma del corso Introduzione Rappresentazione delle Informazioni Calcolo proposizionale Architettura del calcolatore Reti di calcolatori Architettura di Von Neumann Memorie secondarie Dette anche Memoria

Dettagli

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano

IL COMPUTER APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE. A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano IL COMPUTER LA MACCHINA DELLA 3 RIVOLUZIONE INDUSTRIALE APPUNTI PER LEZIONI NELLE 3 CLASSI A CURA DEL Prof. Giuseppe Capuano LA TRASMISSIONE IN BINARIO I computer hanno un loro modo di rappresentare i

Dettagli

TEST DI INGRESSO Corso Saper Utilizzare il PC

TEST DI INGRESSO Corso Saper Utilizzare il PC TEST DI INGRESSO Corso Saper Utilizzare il PC Pagina 1 1. Che cos'è il Case? A Unità di Peso dei Computer. B Microprocessore. C Scatola metallica che racchiude tutte le componenti fisiche di un computer

Dettagli

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione

Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Modulo 1 - Syllabus 5 Concetti di base della Tecnologia dell Informazione Corso ECDL 2013 prof. A. Costa presentazione Information Technology 1.0 fondamenti 1.1 Hardware 1.2 Software Concetti di base della

Dettagli

Modulo 1 - Syllabus 1.0. Computer Essential. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa

Modulo 1 - Syllabus 1.0. Computer Essential. Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa Modulo 1 - Syllabus 1.0 Computer Essential Corso NUOVA ECDL 2015 prof. A. Costa presentazione Computer Essential 1 Computer e dispositivi 2 Desktop, icone, impostazioni 3 Testi e stampe Concetti e competenze

Dettagli

CRIAD 1. Corso di Introduzione all Informatica v v v v. Contenuti del Modulo 1. Hardware e Software. Hardware

CRIAD 1. Corso di Introduzione all Informatica v v v v. Contenuti del Modulo 1. Hardware e Software. Hardware Corso di Introduzione all Informatica v v v v Contenuti del Modulo 1 Concetti generali Hardware Software Dispositivi di memoria CRIAD 1 CRIAD 2 Hardware e Software Hardware vil funzionamento di un computer,

Dettagli

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1

Sommario. MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 Sommario MODULO 1 Concetti di base della tecnologia dell informazione, 1 UD 1.1 Algoritmo, 3 L algoritmo, 4 Diagramma di flusso, 4 Progettare algoritmi non numerici, 5 Progettare algoritmi numerici, 5

Dettagli

Foglio1 CAD. Case. Case. Dentro il case... Computer. Crittografia riguarda. Desktop publishing

Foglio1 CAD. Case. Case. Dentro il case... Computer. Crittografia riguarda. Desktop publishing CAD Case Case. Dentro il case... Computer Crittografia riguarda Desktop publishing Diritti d'autore sono dovuti Dispositivi di input Dispositivi di output DPI Le fasi dell'attività di Firmware Hardware

Dettagli