The Systems Thinker. DIALOGIC LEADERSHIP William N. Isaacs. Volume 10 Number 1Feb 1999

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "The Systems Thinker. DIALOGIC LEADERSHIP William N. Isaacs. Volume 10 Number 1Feb 1999"

Transcript

1 TheSystemsThinker Volume10Number1Feb1999 DIALOGIC LEADERSHIP WilliamN.Isaacs Trad.diJacopoNicelli ProofreadingdiLorenzoCampese 2012SocietyforOrganizationalLearning Quandol annoscorso,lasocietàmonsantoel AmericanHomeProducts,hannoannullatolaloro fusione,da34,4miliardidi$,nonèdipesonédaunamancanzadisinergiastrategicaodimercato, né dall intrusione dell ente di regolamentazione. Secondo un articolo del New York Times, l accordoèfallito acausadiunainsormontabilelottadipoteritraiceodelledueaziende (The NewYorkTimes,14Ottobre,1998http://tiny.cc/uzajo). Lefratturenelleinterazioniumaneenellacomunicazione,giocanounruolofondamentalenella vita organizzativa. Nel caso della Monsanto e di American Home Products, gli Amministratori Delegati delle due aziende avevano stili di Leadership molto differenti. Uno trascorreva la sua pausa pranzo giocando a pallacanestro con gli impiegati. L altro si rifiutava di trasferirsi nella nuovasededell aziendae preferiva rimanereincontatto con isuoi piùstretticollaboratori, via mail.piùpassavailtempoepiùidueleaderiniziaronoamettereindiscussioneireciprociscopie decisioni. Per esempio, quando uno dei due CEO propose un candidato per la posizione di Direttore Amministrativo, l altro divulgò una comunicazione secondo cui questa persona non sarebbemairiuscitoaricoprirelaposizione.ognunodeidueavevalasensazionechel altrostesse cercandodicompromettereilsuoruoloelasuaazienda.infine,hannodimostratodinonessere ingradodilavorareinsiemeelafusioneènaufragata.

2 Alcunevolte,anchel efusionidiapparentesuccessomostranorapidamentesegnalididifficoltà.. Ottomesidopolaloroiniziativa,Citigroup,larecentefusionediTravelersGroupeCiticorp,ha licenziatojamesdimon,lapersonachehaagitodamediatoretraleparti,,echecisiaspettava chesarebbestatoilsicuroerededeidueceo.dimongodevadiampiorispetto;lasuadipartita non è dipesa da risultati scadenti bensì, a detta di un manager, da questioni di politica aziendale. I dirigenti che sono stati intervistati in seguito, hanno dichiarato che il tracollo dell affare tra Monsantoel AmericanHomeProducts nonèstatoneimiglioriinteressidegliazionisti echela sorprendenteuscitadiscenadidimon èstatalacosamiglioreperilbusiness. Tuttavia,questi tipididiscorsi,occultanoladescrizionefedelediciòcheèaccaduto.secondolacronaca,inmolte situazioni,ileaderhannoraggiuntolivelliinopportunidiconflittualitàcircauninsiemequestioni sostanziali: controllo estremo ini uno scenario coceo, appartenenza ad executive team di rilievoeiltempismodell integrazionedivariecultureebusiness. Infine,lepersonecoinvolte,non sono riuscite a trovare una modalità efficace per pensare e parlare insieme e per risolvere le questionicomplessechestavanoaffrontando. Seppure nessuno di noi viene abitualmente coinvolto in modo diretto da fusioni miliardarie,, complesseevacillanti,siamoprobabilmenteabituatiasituazionianalogherispettoalledifficoltà nellacomunicazione, allacarenzadifiduciaealmodoincuiquestesituazionicompromettonoin modosostanzialelaperformanceorganizzativa.comepossiamoquindicrearedegliambientiche possonotrasformarequestedifficoltàinsuccessi? Questo articolo analizza come la Leadership Dialogica, un approccio che si è sviluppato dai concettiprincipali nelcampodel dialogo,possaportareallosviluppodicontestichepossono dissiparela aframmentazioneefaremergerelasaggezzacollettiva. IlConcettodiDialogo Nellanuovaeconomiaebasatasullaconoscenzaesulnetworking,lacapacitàdiparlareepensare insieme, è una fonte di vantaggio competitivo e di efficacia organizzativa. Questo è dovuto al fatto che il genere umano crea, perfeziona e condivide conoscenza attraverso il dialogo. In un

3 mondoincuilatecnologiahaportatoall erosionedeitradizionalilivelligerarchicieincuiaziende cheeranoprecedentementeconcorrenti(comeexxonemobil),contemplanodiandareanozze,il l collantechetieneinsiemelecosenonèpiù dire mabensì conversare. Iltermine dialogo originadalgrecoesignificail flussodisignificati.l essenzadeldialogoè nella domanda che fa emergere idee, percezioni e comprensione, che le persone non hanno ancora. Di norma non succede così: normalmente arriviamo preparati adeguatamente ad una conversazione importante. Per molti di noi è un fatto comune, quello di non aver sorprese durantenostreriunioni.tuttavia,questaèl antitesideldialogo.ildialogoesistenelmomentoin cuivengonoesploratelesituazionidiincertezzarispettoallequalinessunohadellerisposte.in questomodo,siiniziaapensareinsiemeenonsemplicementeamanifestaredeivecchipensieri.. Nel dialogo, le persone imparano ad utilizzare le energie della diversità per sviluppare la loro saggezzacollettiva. IlDialogopuòesserecontrappostoa discussione,unaparolal ecuiradicisignificano rottura.. Lediscussioni,sonoconversazioniincuilepersonedifendonoemantengonolelorodifferenze.La speranza è che la lotta di opinioni illumini dei percorsi produttivi per generare azione e comprensione. Nella pratica, tuttavia, la discussione sovente regredisce fino a diventare un dibattito rigido in cui le persone si percepiscono come opinioni da accogliere o rifiutare e non comepartnerdiunarelazioneviventeevitale.questiscambisimanifestanocomeuninsiemedi stradeasensounicoeirisultatifinalisonosoventeciòche lepersonenonauspicavano;discussionipolarizzateincui Gli esseri umani,, creano, le persone trattengono informazioni vitali e precludono perfezionano e condividono opzionicreative. conoscenza, attraverso la Seppurepotrebbeavereunsensoavereundialogochesi conversazione. rifà al nostro repertorio, può sembrare sia illusorio che antiquato. Altempostesso,rimaneilfattocheognisforzo strategico ed organizzativo necessita ad un certo punto, chelepersonesisiedanoeparlinoinsieme.infine,nullapuòsostituireilcontattointerpersonale.. Sfortunatamente,moltideinostridiscorsirinforzanoiproblemichecerchiamodirisolvere.Ciòdi cui c è bisogno, è un nuovo approccio alla conversazione, una modalità che dia la possibilità ai managerdifaremergereitalenticollettivielasaggezzainutilizzata. La LeadershipDialogica èilterminechehoassegnatoaunmododiesprimerelaleadership,, che con assiduità, svela, attraverso la conversazione, il potenziale creativo nascosto in ogni situazione.visono4distinteabilitàasupportodiquestoprocesso:l abilitàdi: 1. Suscitarel opinionesinceradellepersone 2. Ascoltareprofondamente 3. Rispettareedarecredibilitàl egittimaaipuntidivistadeglialtri 4. Ampliarelaprospettivaelaconsapevolezza Inaltreparole,ilLeaderDialogicoèequilibratoestimolaequilibrio,perchériesceadesprimere tuttequattroleabilitàedèingradodiattivarleneglialtri. Questo concetto è ben illustrato da una vecchia storia su Gandhi. Un uomo si recò in visita da Gandhi con suo figlio, lamentandosi che mangiava troppi zuccheri. L uomo chiese consiglio.. Gandhipensòperunmomentoepoirispose, Andateviaetornatetratregiorni. L uomofece come gli venne detto e tornò dopo tre giorni. A questo punto Gandhi disse al ragazzo, Devi smetterladimangiarecosìtantizuccheri. Ilpadredelragazzo,,aquelpuntoeradisorientatoe chiese, Perchéhaavutobisognoditregiorniperdirgliquellacosa? Gandhirispose, Perprima cosadevoessereioasmetteredimangiarezuccheri. Inmodoanalogo,laLeadershipDialogica

4 richiede la condizione di essere un esempio vivente di ciò di cui si parlasignifica, dimostrare questequalitànellavitaquotidiana. QuattrocapacitàdiazionedeiLeaderDialogici LequattroqualitàdelLeaderDialogico,descritteprecedentemente,sonorispecchiateindiverse tipologiediazionicheunapersonapuòintraprendereinqualsiasiconversazione.questeazioni sonostateidentificatedadavidkantor,unnototerapistafamigliare(vedereilfourplayermodel a p.2 ). Kantor suggerisce che alcune persone muovono danno vita ad idee e propongono direzione. Altri seguono concludono ciò che viene detto da altri, aiutano le persone a dare chiarezza ai loro pensieri e forniscono il loro supporto a ciò che sta accadendo. Altri ancora si oppongono contestanoquellochevienedettodaglialtrienemettonoindiscussionelavalidità. E altri curiosano (si comportano da spettatore e osservano) fanno caso a ciò che accade e fornisconolaloroprospettivainmeritoallesituazioni. Osservare i comportamenti delle persone, può dare approfondite informazioni rispetto alla qualitàdellelorointerazioni(relazioni),efornireindicazionisulladirezionedalorointrapresase verso il dialogo o verso la discussione. Per esempio, in un sistema dialogico, una persona può assumere qualsiasi dei quattro ruoli in ogni momento. Seppure le persone hanno dei ruoli preferiti,ogniindividuoèingradodimuovereedareinizio,seguireecompletarelecose,opporsi eosservareefornireprospettive.nessunruoloèmeglioopeggiodeglialtri.sonotuttinecessari pergarantireilbuonfunzionamentodelsistema.mentrelepersoneprendonoattodiquestivari ruoliepossonoagirepartendodalfattodiriconoscerli,inizianoacreareunaseriediinterazioni cheagisconoperportarelaconversazioneversounequilibrio. Inunsistemachesiallontanadallostatodiequilibrio,ècomunechelepersonesianointrappolate in una delle quattro posizioni. Per esempio, alcuni sono intrappolati nel ruolo di muovere; esprimonoun ideaeprimachesiastata,metabolizzataoagita,propongonoun altraideaepoi un altra ancora, rendendo difficile agli interlocutori, concentrarsi e comprendere le priorità. Tuttavia, le forme più significative di relazioni non dialogiche, sono le interazioni ritualizzate e ripetitiveincuisiritrovanoabitualmentelepersone,checosìfannoinmododiescludereunaopiù posizioni. NelcasodellafusionedellaMonsanto,adesempio,idueCEOsiritrovaronointrappolatiinuna dinamicaincui,unodavavitaadunaazioneel altrosiopponevaelaneutralizzava,facendosìche il primo mettesse in campo una azione di contrasto con ancora maggior vigore. In seguito, il conflittosiintensificòalpuntochel accordofucompromesso. Unaintensasequenzacombinatamuovereopporre,agita,comeinquestocaso,dapartedeidue attoridielevatoprofilo,impedisceallealtrepersonecoinvolte,dimettereinattoipropriruolidi curiosare e seguire. Le persone che svolgono il ruolo di curiosare, che sono in grado di rendersicontodelleinterazioniinefficaci,spessodivengono disabilitati,pensandochenessuno abbiainteressenellorocontributo,utileadidentificareciòchestaaccadendo.quindi,vieneperso illorobagagliodiconoscenze.altempostesso,lepersonecheavrebberoinclinazioneadagireil ruolodiseguireunaol altrapersona,peraiutarliadarecompletezzaaciòchevienedetto,sene stannoindisparte,perlapauradiesserecolpitidalfuocoincrociato.ilrisultatofinale,èchela relazionerimanesquilibrata. Lanaturaelaqualitàdeidiversiruolipuòspessocausaredeiproblemi.Peresempio,chisvolge preferibilmente il ruolo di opposizione, viene visto dagli altri come piantagrane, perché gli oppositori, mettono in discussione la saggezza diffusa, mentre gli altri vorrebbero che ci fosse accordo.perquestomotivo,sovente,lealtrepersoneliescludono.ilfattodinonriconoscereil valore delle prospettive di chi si oppone, fa sì che le altre persone coinvolte, alzino la voce e alcunevolte,aumentinoiltonocriticodeilorocommenti.inquesticasi,lepersonepercepiscono

5 lacritica,manonloscoposottostante,cheèquasisemprequellodichiarire,correggere,portare equilibrioointegritàallasituazione. Il leader dialogico, cercherà spesso modalità per ristabilire l equilibrio nelle interazioni delle persone.peresempio,potrebberafforzarelepersonechesioppongonosesonotroppodebolio stimolare le persone che osservano se gli altri, non condividono le loro informazioni. Facendo spazio, in modo genuino, per coloro che vogliono accettare la sfida, fa sì che le altre persone,, attenuinoillorotonodivocestridenteedamaggioripossibilitàachideveascoltarlidisentireciò chedicono.rafforzandoestandoalfiancodellepersonechehannoinformazionidelicateevitali, glioffrelapossibilitàdirivelarle.qui,lasempliceregolaè:prestareattenzionealleazioni(ruoli) ) mancantiefornirleinprimapersonaoincoraggiarealtriafarlo. BilanciareL AdvocacyeL Inquiry Unadimensionefondamentaleneldialogo,èl emergerediunprecisoequilibriotraleposizioni che le persone patrocinano (Advocatesupportano) e la loro volontà di effettuare una ricerca (Inquire)deipuntidi vistapropriedeglialtri.iprofessorichrisargyrisedonschönhannoper primipropostoiconcettidi Advocacy einquiry perfavorireleconversazionichepromuovono l apprendimento (una spiegazione più approfondita è presente nel loro libro Organizational Learning, AddisonWesley, 1978). Nella maggior parte delle situazioni, è l Advocacy a farla da padrone:le epersonesonoformate(modellate)adesprimereilloropuntodivistaconla amaggiore tempestività possibile. Come a volte viene detto, le persone non ascoltano, si ricaricano. r Attribuisconosignificatiedascrivonomotivazioni,senzanemmenosvolgereunaricerca(Inquiry) ) rispettoaciòcheglialtriintendevanoovolevanodire.questo,èciòcheèchiaramenteavvenuto,, nella situazione della fusione descritta precedentemente. Una azione di Advocacy bellicosa reprimel Inquiryel apprendimento. IlFourPlayermodelattribuisceulterioresignificatoallerelazionechesiinstauratraAdvocacye Inquiry (vedere Bilanciare l Advocacy e l Inquiry ). Per agire in modo adeguato l azione di Advocacy, è necessario muovere ed opporsi in modo corretto. Per attuare l Inquiry, bisogna seguire e osservare. Al tempo stesso, l assenza di qualsiasi dei quattro elementi compromette l interazione. Per esempio, qualcuno che si oppone, ma omette di dire ciò che pensa (cioè, muove),saràmenoefficacenellasuaazionediadvocacy.inmodoanalogo,chisegueciòchegli altri dicono ( dimmi di più ) enon offrono mai la loro prospettiva, possono acquisire maggiori informazionimaaltempostessononapprofondir Inquiry.Quindil immaginedelmodello

6 Equilibrare Advocacy e Inquiry mette in risalto un altro modo per analizzare gli accadimenti all internodiunaconversazioneefornireilnecessarioequilibrio. QuattroazioniperlaLeadershipDialogica L azione equilibrata, nel senso qui descritto, è una necessaria precondizione per il dialogo.. Tuttavia,nonèsufficiente.Ildialogoèunoscambioqualitativamentedifferente.ILeaderDialogici hannol orecchiofinoperquestadifferenzainterminiqualitativiesonocontinuamenteallaricerca digenerarlainlorostessieneglialtri.horilevatochevisonoquattrodistinteazionichehannoil potenzialedisvilupparelaqualitàdellaconversazione..questequattroazionicorrispondoinmodo efficaceallequattroposizionidescritteprecedentemente. Adesempio,èpossibilemuovereconmodalitàdifferenti:dicendolaveritàedincoraggiandole altre persone a fare lo stesso, o imponendo il proprio punto di vista nei confronti degli altri. È possibileopporsiconlaconvinzionedisapernepiùdichiunquealtro,oassumereunaposizione umile e rispettosa, attraverso la quale si prende coscienza del fatto che i propri colleghi posseggonounasaggezzadicuinonsièpienamentealcorrente.inmodoanalogo,èpossibile seguire, ascoltando in modo selettivo, attribuendo la propria interpretazione di ciò che l interlocutorestadicendo.inalternativa,sipuòascoltareinmodocompassionevole,basandola propriacomprensionediciòchevienedettosulleesperienzeosservabilidirettamente.infine,è possibileosservareapartiredall ideachesolovoiavetelapossibilitàdivederecomestannole coseo,inalternativa,,sospenderelepropriecertezze,accettandocheglialtripossonoavereuna prospettivarispettoallaqualesietemiopi.perpoterfaredellescelteconsapevoliecomportarcidi conseguenza, è necessario diventare consapevoli delle proprie intenzioni e dell impatto delle nostreazionineiconfrontideglialtri. Qui,visono4comportamentisuggeriti:direciòchesipensaveramenteedincoraggiareglialtria comportarsinellostessomodo;ascoltaredapartecipante;rispettarelacoerenzadeipuntidivista deglialtrieposporrelepropriecertezze.ognicomportamentorichiedeunosviluppoeunacura intenzionale(vedere LequattroazioniperleLeadershipDialogica ).

7 Direcente,duranteuncorsochestavofacilitando,unmanagermihadetto, Sa,misonosempre allenatoaparlare.tuttavianonmisonomaipreparatoadascoltare. Questoèdovutoalfattoche diamo per scontato l ascolto, seppure sia molto difficile farlo in modo adeguato. Seguire adeguatamente,richiedelanecessitàdisvilupparecapacitàdiascolto,piuttostocheattribuirein modo semplicistico un significato alle parole di altri. Seguire in modo profondo, significa compenetrarsiconqualcunoalpuntodiparteciparepienamentenellacomprensionedicomegli altricomprendono.tuttociòchecirimanequandononascoltiamo,èlanostrainterpretazione. Dialtrettantaimportanza,èlacapacitàdiascoltareinsieme.Ascoltareinsieme,significaimparare adesserepartediuninsiememaggiore;lavoceeilsignificato,chenonemergonosolodame,ma datuttinoi.sovente,ildialogohalacaratteristicadiessereunamanifestazionecondivisa,incuiil parlareinsieme,fasìchelepersonesirendonocontochestavanopensandoallastessacosa.sono colpiti,quandoinizianoasentireipropripensieriemergeredallaboccadeglialtri.spessononè necessario prendere delle decisioni, il successivo passo adeguato (corretto/funzionale/migliore) diventaovviopertutti.questogenerediflusso,seppureraro,divienepossibilequandoallentiamo la presa, rispetto a ciò a cui pensiamo, e ascoltiamo quello che gli altri potrebbero pensare. In questesituazioni,iniziamononsoloaseguircireciprocamente,manotiamoancheilflussodella comparsadisignificatoinseperse. Il rispetto, è l azione che modifica la qualità della nostra opposizione. Come dice Humberto Maturana, il rispetto significa vedere le persone come altri significativi. Una atmosfera di rispetto incoraggia le persone a cercare il significato di ciò che gli altri dicono e pensano. Rispettaresignificaascoltarelacoerenzadeiloropuntidivistaanchesetroviamoinaccettabileciò chedicono. Peter Garrett, un mio collega, negli ultimi quattro anni, ha avuto sessioni di dialogo, nei penitenziari di massima sicurezza in Inghilterra. Settimanalmente, Peter, ha a che fare, con i peggioriepiùviolenticriminalidelpaese.insieme,hannoottenutodeirisultatiragguardevoli.ad esempio,iprigionierisirifiutanodipartecipareaqualsiasialtrasessionemanonseneperdono una sul dialogo. I colpevoli, che iniziano gli incontri, parlando in modo incomprensibile, e che convivono con delle profonde ferite emotive, progressivamente imparano ad esprimere i loro pensierieadascoltare.peter,haunastraordinariaabilitànelrispettarelepersone,chefasìche rafforzierassicurilagenuinitàaltrui.questasuamodalità,gliconsentedimettereallaprovae opporsiaciòcheidetenutidiconosenzaprovocareinloroalcunareazioneviolenta.glihochiesto dicondividerel apprendimentoprincipalechehatrattodalsuolavoro.mihadettoche L Inquiry elaviolenzanonpossonocoesistere. Ilverorispettofacilital Inquiryallostatopuro. Quandoascoltiamoqualcunocheparla,citroviamodifronteadunadecisionecritica(dilemma). Daunlato,possiamoopporcialpuntodivistadelnostrointerlocutore.Possiamoprovareafarein modochel altrapersonacomprendaedaccettiil giusto mododivederelecose.andiamoalla ricercadielementiinconfutabilichedannosostegnoallanostraidea,rispettoalfattocheglialtri sisbaglianoedattenuiamol evidenzachepotrebbefarrisaltareinostridifettidilogica.questo comportamento genera ciò che un giornalista del New York Times ha chiamato monologhi seriali invecedeldialogo. Dall altro lato possiamo imparare ad interrompere la nostra opinione e le certezze che la sostengono.sospenderesignificache,nesopprimiamociòchepensiamo,neglidiamoappoggio (advocate)conconvinzioneunilaterale.piuttosto,esponiamoilnostropensieroinmodochadiaa noieaglialtrilapossibilitàdivederloecomprenderlo.semplicemente,prendiamocoscienzadei nostripensierieliosserviamomentreemergono,senzasentirelanecessitàpressantediagirein

8 conseguenzaadessi..questomododiaffrontareinostripensierihailpotenzialediliberareuna sostanziale quantità di energia creativa. Sospendere significa quindi osservare con consapevolezza, che ci da la possibilità di osservare ciò che sta accadendo con maggiore oggettività. Adesempio,inunasessionedidialogocondeimetalmeccaniciedeidirigenti,unrappresentante sindacalehadetto dobbiamometterefineaquestaparolasindacale.quandolasentitevoidite Mmmm. Quandolasentiamonoidiciamo Ahh. Perchésuccedecosì?Questaaffermazione,ha sollecitato un livello di riflessione mai riscontrato precedentemente tra i manager e i rappresentantisindacali.nellanostraricerca,sievidenziailfattochelasospensioneèunadelle moltepliciazionichesonoessenzialiperfavorireildialogo. Infine, esprimere i nostri pensieri, è forse uno degli aspetti maggiormente sfidanti della Leadership Dialogica. Il poeta David White, nel suo libro The Heart Aroused parla di ComunicazioneCoraggiosa checi hasempremessoinsoggezione. Questoaccade, dicelui,in quantomanifestainmodoevidentelanostravitainteriore.parlareapertamenteimplicailfattodi svelare ciò che è vero per ognuno di noi,, al di là di qualsiasi influenza esterna che potrebbe condizionarci. Nel dicembre del 1997, attorno ad un tavolo affollato nel palazzo presidenziale in Tatarstan,, Russia, un gruppo di ufficiali anziani, Russi e Ceceni, e i loroospiti,o stavano cenando insieme.. Durantelagiornata,vieranostateparecchietensioninelterritorio.LaCeceniaavevadirecente dichiarato la loro indipendenza anche attraverso attacchi di guerriglierig e azioni terroristico militaricontroirussi.iceceniavevanoscioccatoilmondoforzandol esercitorussoalritiroead acconsentire alle loro richieste di riconoscere alla Cecenia lo statuss di indipendenza. I Ceceni nutrivanomoltadiffidenzaversogliaccademicieipoliticioccidentali,chesieranoriunitiinsieme inquellasala;icecenitemevanochetuttociòfosseilrisultatodeltentativorussodifarderagliare leintenzionidiindipendenzacecene.dalcantoloro,i Russi,temevanodiaggiungerelegittimitàa ciòcheconsideravanogiàessereunasituazionecomplicataeproblematica. E comunque, nonostante tutti questi sospetti, dopo un paio d ore le persone iniziarono a rilassarsi. Al primo ILeaderDialogici brindisi della serata, il negoziatore/facilitatore sviluppanol ascolto,il dell incontro, si alzò in piedi e disse, Fino a un paio di rispetto,lasospensionee giorni fa, ero con mia madre nel Nuovo Messico, negli l espressione Stati Uniti. Sta morendo di cancro. Ho dibattuto con lei circa l opportunità di venire qui e partecipare a questo incontro.ma,quandolehodetto,chevenivoquiafacilitareildialogotratuttivoi,inquestoluogo importantedelleterra,mihaordinatodivenirequi.nonc èstataalcunadiscussione.equindi,, eccomiqui.alzoquestocalicein onoredituttelemadri. Seguìun lungomomentodisilenzio nellasala. Èdurantemomenticoraggiosicomequestochevienesentitalavoceautenticadiciascuno.Tali manifestazionidionestàeveritàpossonofareinmododifarciuscire(trascendere)danoistessi.. Ci mostrano un orizzonte più ampio e danno prospettiva alle cose. Momenti come questi, ci rammentano della nostra resilienza e ci spingono ad impegnarci maggiormente nel superare qualsiasi difficoltà stiamo affrontando. Quando ci muoviamo esprimendo la nostra parte più autentica,diamounnuovoordineallecose,,sviluppiamonuovepossibilitàecreiamo.

9 Modificarelaqualitàdell azione I Leader Dialogici sviluppano questi quattro aspetti ascoltare, rispettare, sospendere ed esprimere consestessieduranteleconversazionichehannoconglialtri.cosìfacendo,elevano la qualità dell interazione in modi significativi e al tempo stesso modificano i risultati che le personeottengono.ometteredicomportarsiconquestaprospettiva,limitalanostravisualeeci rendemiopiallealternativechepotrebberoessereutiliatutti. Peresempio,delcasodellafusionedellaMonsanto,nonsembrachegliADsisianocomportati rispettandolacoerenzadeipuntidivistareciproci.ognunohatrovatolaposizionedell altrovia via sempre meno accettabile. Seppure non ne siamo completamente certi, sembra che i due contendentinonabbianoriflettutosulleprospettivediversedalleproprie,pregiudicandoquindila possibilità di ampliare le alternative. In questo caso, il paradosso è che sospendendo il proprio punto di vista e lasciando spazio al fatto che la prospettiva dell altra persona possa avere una validità, potrebbe aprire delle porte che diversamente rimarrebbero chiuse. Bloccandosi in un insieme rigido di azioni, i due leader hanno escluso la possibilità di intraprendere un approccio qualitativamentedifferente quellocheavrebberoaltresìpotutoagireseavesseroapplicatole quattroazionidialogichedescritteprecedentemente. LaLeadershipDialogicaconcentralapropria attenzione suduelivellicontemporaneamente:la natura delle azioni che le persone intraprendono durante una interazione e la qualità delle interazioni.ilmodellodikantorèunsupportopoderosonelfavorireladiagnosidell assenzadi equilibrio nell azione in qualsiasi conversazione. Osservando quale prospettiva del modello è mancante, è possibile iniziare a riflettere sulle motivazioni di questo stato delle cose e quindi acquisirerilevantiinformazionisullemotivazioniriguardolasituazionenelsuocomplesso. La Leadership Dialogica può manifestarsi ovunque, a qualsiasi livello organizzativo. Mentre le persone applicano i principi descritti precedentemente, imparano a pensare insieme, aumentando quindi le probabilità di creare quelle relazioni estese necessarie per sviluppare il successonellanuovaeconomia. WilliamN.IsaacsèilpresidentediDia Logos,unasocietàdiconsulenzaconsedeaCambridge,Massachusetts,e professoreall MITSloanSchoolofManagement.Questoarticoloètrattodalsuonuovolibro,Dialogueandthethe ArtofThinkingToghether,pubblicatonelmaggiodel1999daDoubleday.

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012

QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 QUADRO AC DI COMPETENZE Versione riveduta Giugno 2012 Competenze di coaching per Tutti i Coach 1. Rispettare le linee guida etiche, legali e professionali 2. Stabilire il contratto di coaching e gli obiettivi

Dettagli

IL COACHING delle Ambasciatrici

IL COACHING delle Ambasciatrici IL COACHING delle Ambasciatrici European Commission Enterprise and Industry Coaching ambasciatrici WAI-Women Ambassadors in Italy, Ravenna, 20/05/2010 2 FASE 1 Le motivazioni e gli scopi FASE 2 L analisi

Dettagli

Lo Sviluppo delle Capacità

Lo Sviluppo delle Capacità Lo Sviluppo delle Capacità 1 Come elaborare un Piano di sviluppo: premesse e processo 3 2 Appendice A: Una guida per la Diagnosi degli ostacoli 7 3 Appendice B: Una guida per la scelta delle Tecniche 8

Dettagli

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone)

SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) SULLA LEADERSHIP (3 parte) (liberamente tratto dalla letteratura manageriale anglosassone) Dopo una prima descrizione dei sei stili di leadership, si espongono di seguito ulteriori evidenze emerse dalla

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto.

Tutto questo può andare bene a patto che, nel contempo, abbiamo inserito nella nostra vita una doppia velocità, la Linea della Vita appunto. PROGRAMMARE IL 2011 Come ben sappiamo gli ultimi giorni dell anno sono giorni di bilancio: di fronte al conto economico della vita dovremmo valutare gli Attivi e i Passivi e quindi comprendere se l annata

Dettagli

Report Leadership Matching

Report Leadership Matching Leader: Mario Rossi Collaboratore: Francesca Colombo Questo Report è un prodotto di PDA International. PDA International è leader nell approvvigionamento di valutazioni comportamentali utilizzate per reclutare,motivare

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1

LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 LEADLAB LAVORO 1 e 2 Incontro 1 Sintesi per le partecipanti Laboratorio LAVORO 1 e 2 Progetto Leadership femminile aprile-giugno 2013 Elena Martini Francesca Maria Casini Vanessa Moi 1 LE ATTESE E LE MOTIVAZIONI

Dettagli

L IMPORTANZA DEL COACHING NELLE AZIENDE

L IMPORTANZA DEL COACHING NELLE AZIENDE Di cosa si tratta: Nasce negli Stati Uniti negli Anni 80, e successivamente importato dalle multinazionali Americane nelle loro Sedi in Europa. Il Coaching suggerisce l idea di un percorso da uno stato

Dettagli

Professional Coaching:

Professional Coaching: Professional Coaching: un supporto alla crescita della Persona per lo sviluppo di Imprese, Imprenditori e Professionisti 22 Novembre 2011 - ItaliaProfessioni - Unione Confcommercio Milano 1 IL COACHING

Dettagli

Donne al comando per un mutamento efficace dei valori nell economia

Donne al comando per un mutamento efficace dei valori nell economia Donne al comando per un mutamento efficace dei valori nell economia Risultati del Controllo delle Competenze in quattro stati europei secondo il Modello Interno Con lealtà verso il successo Progetto Competenze

Dettagli

LEAN LEADERSHIP COSA SIGNIFICA?

LEAN LEADERSHIP COSA SIGNIFICA? LEAN LEADERSHIP COSA SIGNIFICA? VISIONE UMILTA LEAN LEADERSHIP? INCORAGGIAMENTO CORAGGIO VISIONE Il Compito di un Leader è portare il proprio popolo da dove si trova a dove non è mai stato - Henry Kissinger

Dettagli

EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività

EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività EDUCARE È COSA DEL CUORE Educare figli adolescenti: sfida o percorso di crescita condiviso? Educare alle emozioni e all'affettività Stili educativi riferiti alle emozioni Di fronte alle emozioni, alla

Dettagli

Realizzare la valutazione inclusiva

Realizzare la valutazione inclusiva LA VALUTAZIONE NELLE CLASSI COMUNI IT Realizzare la valutazione inclusiva La fase conclusiva del progetto La valutazione nelle classi comuni dell Agenzia ha visto un dibattito e una spiegazione del concetto

Dettagli

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale

Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Domande in materia di gestione per l Amministrazione federale Le Domande in materia di gestione sostituiscono le Direttive sulla gestione nell amministrazione federale (DGA) del 1974. Si fondano sulla

Dettagli

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network

Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Esperienza possibile Progettare un intervento pastorale su Social Network Elaborazione di un esperienza pastorale utilizzando come mezzo di comunicazione un Social Network. I punti di partenza sono: Proposta

Dettagli

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui?

Giovanna - Quali sono gli argomenti che si trattano all interno di questi colloqui? A PROPOSITO DI COACHING Giovanna Combatti intervista Giacomo Mosca Abbiamo chiesto a Giacomo Mosca, Formatore e Coach, Counsellor in Analisi Transazionale associato al CNCP (Coordinamento Nazionale Counsellor

Dettagli

Restaurant Manager Academy

Restaurant Manager Academy Restaurant Manager Academy 1 La conoscenza non ha valore se non la metti in pratica L Accademia Un percorso formativo indispensabile per l attività di un imprenditore nel settore della ristorazione e dell

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan * Abstract Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, propose per primo il Global Compact in un discorso al World Economic

Dettagli

Traccia per Focus Group

Traccia per Focus Group Traccia per Focus Group Introduzione per i docenti Gentili docenti, un ringraziamento anticipato, e non di circostanza, per la vostra collaborazione all'attività di approfondimento della sperimentazione.

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

LO5.2.: SESSIONE 2 - Analisi con la vittima e il gruppo

LO5.2.: SESSIONE 2 - Analisi con la vittima e il gruppo 1. Analizzare l evento: con la vittima da sola con altri che sono coinvolti con tutto il gruppo con gli educatori LO5.2.: SESSIONE 2 - Analisi con la vittima e il gruppo BREVE DESCRIZIONE DELL ATTIVITÀ

Dettagli

IMPARARE AD IMPARARE

IMPARARE AD IMPARARE Istituto Comprensivo "E. Q. Visconti" Roma via della Palombella 4, tel 066833114, fax 0668803438 mail: rmic818005@istruzione.it IMPARARE AD IMPARARE Il laboratorio come metodo di studio: competenze, strategie,

Dettagli

...Chi è di scena!!: l improvvisazione teatrale per lo sviluppo dell orientamento al Cliente in Trenitalia

...Chi è di scena!!: l improvvisazione teatrale per lo sviluppo dell orientamento al Cliente in Trenitalia ...Chi è di scena!!: l improvvisazione teatrale per lo sviluppo dell orientamento al Cliente in Trenitalia di Massimo Tricarico e Giordana Tirocchi PREMESSA Il mondo FS è sempre stato caratterizzato da

Dettagli

Risparmi, scelte consapevoli, banche, finanza etica, economia e impresa sui banchi di scuola.

Risparmi, scelte consapevoli, banche, finanza etica, economia e impresa sui banchi di scuola. REPORT 2012/2014 Risparmi, scelte consapevoli, banche, finanza etica, economia e impresa sui banchi di scuola. Sbankiamo è un progetto innovativo che porta in Italia il meglio delle esperienze internazionali

Dettagli

UN GRUPPO DI LAVORO EVOLVE

UN GRUPPO DI LAVORO EVOLVE GRUPPI DI LAVORO GRUPPO DI LAVORO Un gruppo di lavoro è costituito da un insieme di individui che interagiscono tra loro con una certa regolarità, nella consapevolezza di dipendere l uno dall altro e di

Dettagli

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia

Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola /Famiglia Istituto Comprensivo - Monte Urano Via Vittorio Alfieri 1 - Monte Urano - prov. Ascoli Piceno - cap.63015 telefono 0734/840605 Fax 0734/840880 Per costruire e migliorare il rapporto di collaborazione Scuola

Dettagli

Perché un libro di domande?

Perché un libro di domande? Perché un libro di domande? Il potere delle domande è la base per tutto il progresso umano. Indira Gandhi Fin dai primi anni di vita gli esseri umani raccolgono informazioni e scoprono il mondo facendo

Dettagli

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO

LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO LA VINCOLATA LIBERTA DEL VOLONTARIO di Lorenzo Sartini 1. Quali necessità nell azione del volontario? Ciò che contraddistingue le associazioni di volontariato fra le altre organizzazioni che agiscono per

Dettagli

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009

Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 Progetto di laboratorio musicale A.S. 2008 - --2009 PRESENTAZIONE OBIETTIVI FINALITA Il corso di educazione al suono, al movimento ed all immagine si rivolge principalmente ai bambini delle scuole elementari.

Dettagli

Il tuo profilo personale

Il tuo profilo personale Il tuo profilo personale 1 Ti piacerebbe sapere come ti descrive un affermatissimo sistema di Sviluppo Personale? Ti piacerebbe scoprire le tue potenzialità, i tuoi lati forti ed esplorare quelli migliorabili?

Dettagli

Progetto di formazione e ricerca SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. ITALIANO Competenze linguistico-comunicative. Competenze di cittadinanza

Progetto di formazione e ricerca SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO. ITALIANO Competenze linguistico-comunicative. Competenze di cittadinanza Progetto di formazione e ricerca SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ITALIANO Competenze linguistico-comunicative Competenze di cittadinanza NUCLEI FONDANTI: ASCOLTARE PARLARE LEGGERE SCRIVERE RIFLETTERE

Dettagli

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà

La Scuola Primaria. Affrontare insieme le difficoltà La Scuola Primaria Un percorso di crescita fondamentale nello sviluppo delle competenze e delle conoscenze. Un ambiente educativo sereno e inclusivo nel quale è possibile promuovere, sostenere ed accompagnare

Dettagli

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA

LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA LEADERSHIP E COESIONE DI SQUADRA SECONDO I PRINCIPI DELLA METODOLOGIA OPERATIVA Sul tema della leadership già a partire dai primi anni del novecento sono stati sviluppati diversi studi, che consideravano

Dettagli

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma

dopo la crisi rinnoviamo la professione di Patrizia Bonaca ODCEC di Roma Il mondo delle professioni sta affrontando un periodo di profondi cambiamenti dovuti all evoluzione culturale che l attuale crisi economica richiede. E in atto un vero e proprio cambio di paradigma, che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SAN DANIELE DEL FRIULI CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE MODELLO DI MATRICE ADOTTATA PER LA COSTRUZIONE DEL CURRICOLO CITTADINANZA E COSTITUZIONE Periodo di riferimento Traguardi

Dettagli

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA

MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA MASTER CLASS IN PARI OPPORTUNITA Il corso si inserisce nell ambito di un percorso formativo dedicato esclusivamente alle donne professioniste, volto a fornire competenze e strumenti comportamentali e organizzativi

Dettagli

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011

Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 Diventare affidatari DOCUMENTO DEL COORDINAMENTO NAZIONALE SERVIZI AFFIDI n.8 / 2011 1 PREMESSA Il CNSA riconosce e valorizza le specificità di ciascun Ente Locale, delle singole professionalità e delle

Dettagli

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo

APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO. di Gaetana Fatima Russo APPENDICE 1 IL PROGETTO FLOW S CHOICE COME CONTRIBUTO INNOVATIVO NELLE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO di Gaetana Fatima Russo Nella logica del percorso ROAD MAP che abbiamo assunto nel progetto Analisi delle

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO

ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 1 programmazionescinfdonmandirc14.15 ISTITUTO COMPRENSIVO LEONARDO DA VINCI LIMBIATE scuole dell infanzia don Milani e Andersen anno scolastico 2014-2015 ORGANIZZAZIONE DEL CURRICOLO 2 GIORNATA SCOLASTICA

Dettagli

Questionario Service Standard CoC CTCY. Utenti ragazze madri

Questionario Service Standard CoC CTCY. Utenti ragazze madri Questionario Service Standard CoC CTCY Utenti ragazze madri QUESTIONARIO SUGLI STANDARD DELLE COMUNITA PER MINORI RIVOLTO ALLE UTENTI MADRI OSPITI CON I LORO FIGLI Simone Bruschetta Catania, 2012 Versione

Dettagli

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH

,O7HPSRGHOOH'RQQH $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH ,O7HPSRGHOOH'RQQH Progetto ID 158160 Azioni di sistema E1 FSE Obiettivo 3 http://www.iltempodelledonne.it $1$/,6,(17,($=,(1'(',6(59,=, /HRUJDQL]]D]LRQLLQWHUYLVWDWH Per lo studio dei servizi sul territorio,

Dettagli

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati

High Impact Programs. Performance Technology Solutions 2014 Tutti i diritti riservati High Impact Programs 1 Chi siamo Performance Technology Solutions (PTS) è una società di consulenza organizzativa e formazione manageriale Il nostro nome deriva dalla metodologia di origine statunitense

Dettagli

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati

Indice. Il bilancio delle competenze. Il curriculum vitae Il mio progetto. Banche dati Indice Il bilancio delle competenze Competenze Il curriculum vitae Il mio progetto Stabilire mete Banche dati Il bilancio delle competenze La consapevolezza di sé comporta la conoscenza dei propri stati

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014. CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA

Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014. CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA Relazione Incontro del 28 Ottobre 2014 CASA DOLCE CASA Gli ingredienti per STARE BENE IN FAMIGLIA Relatrici: Dott.ssa Barbara Meroni (Psicologa e psicoterapeuta gestaltica) L argomento della serata è dedicato

Dettagli

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO

2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO AIMC PIEMONTE S. DAMIANO ( convegno UCIIM) 2 OTTOBRE LA CRISI DELL ETICA PROFESSIONALE E IL MERITO Sentiamo ormai da qualche anno parlare di emergenza educativa ma io amo di più l espressione Sfida educativa

Dettagli

Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015

Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015 Scuola dell infanzia paritaria Rosa Gattorno P.O.F. Piano dell offerta formativa A.S. 2014/2015 MANEGGIARE CON CURA PREMESSA: In questo nuovo anno scolastico è nostra intenzione lavorare con i bambini

Dettagli

Basi del Processo Decisionale con il Consenso

Basi del Processo Decisionale con il Consenso Basi del Processo Decisionale con il Consenso Questo documento è pensato per servire come introduzione al processo decisionale basato sul consenso per le comunità che stanno provando sul campo le proposte

Dettagli

Catalogo formativo Anno 2012-2013

Catalogo formativo Anno 2012-2013 Catalogo formativo Anno 2012-2013 www.kaleidoscomunicazione.it marketing & innovazione >> Email Marketing >> L email è ad oggi lo strumento di comunicazione più diffuso tra azienda e cliente e dunque anche

Dettagli

Cosa significa comunicare su un rischio in situazioni di emergenza

Cosa significa comunicare su un rischio in situazioni di emergenza Cosa significa comunicare su un rischio in situazioni di emergenza (Parte dei contenuti del testo sono tratti dai contributi di Mauro Palazzi ai corsi di formazione sul rischio in situazioni di emergenza)

Dettagli

La Leadership efficace

La Leadership efficace La Leadership efficace 1 La Leadership: definizione e principi 3 2 Le pre-condizioni della Leadership 3 3 Le qualità del Leader 4 3.1 Comunicazione... 4 3.1.1 Visione... 4 3.1.2 Relazione... 4 pagina 2

Dettagli

1valore. SESSIONE UNO IO VALGO

1valore. SESSIONE UNO IO VALGO 1valore. SESSIONE UNO IO VALGO MATERIALE RICHIESTO: banconote, volantini Io valgo ( vedi appendice da B a C), tesserini di riconoscimento con nome, due gioielli, sacchettino di carta marrone, scatolino

Dettagli

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza

La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza La Scuola di Formazione del Gruppo Galgano è attiva dal 1962 con formatori di notevole esperienza Percorso per Responsabili di Unità Organizzative. Da capo a leader: imparare a valorizzare e sviluppare

Dettagli

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI

DI APPRENDIMENTO: GLI STILI E LE MODALITA DI La progettazione formativa e didattica GLI STILI E LE MODALITA DI DI APPRENDIMENTO: dalle dalle conoscenze alla alla interiorizzazione dei dei comportamenti organizzativi 1 IL IL PERCORSO DELL APPRENDIMENTO

Dettagli

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29

Scritto da Simona Straforini Martedì 03 Marzo 2015 11:27 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 04 Marzo 2015 15:29 Sono qui da 15 giorni e ho già avuto il primo grosso scombussolamento emotivo: un ondata di dubbi, paure, rabbia, senso di inadeguatezza, solitudine e chi più ne ha, più ne metta. Il tutto stimolato da

Dettagli

Didattica delle materie tecnico-artistiche: esempi operativi

Didattica delle materie tecnico-artistiche: esempi operativi Prevenzione dei disturbi specifici di apprendimento Didattica delle materie tecnico-artistiche: esempi operativi M. Cauduro - Illustratrice - AID N. Bombini - Insegnante - AID Caratteri generali dell'allievo

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

la crescita è la chiave

la crescita è la chiave AREA LEADERSHIP PROFESSIONALE IL COACHING Lo strumento di manutenzione dell uomo LeadershipLab Training Gubbio (Perugia) N.Verde 800.960.318 la crescita è la chiave MARCO MERANGOLA Tel 366 37.72.330 Fax

Dettagli

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa

LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini. Premessa Convegno Nazionale La Mediazione familiare, una risorsa per genitori e bambini nella separazione Bologna, 1 e 2 dicembre 2006 LA SCUOLA COME RISORSA EDUCATIVA PER AFFRONTARE UN CAMBIAMENTO Patrizia Orsini

Dettagli

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009

COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 COMPETENZE DI BASE ICF Aggiornamento 2009 Le 11 competenze di base del coaching sono state sviluppate per permettere una migliore comprensione delle competenze e degli approcci utilizzati nell ambito della

Dettagli

LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO

LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO LA CLASSE CONTESTO DIFFICILE IL MEGLIO DI NOI LO DIAMO QUANDO INTERPRETIAMO LE SITUAZIONI DIFFICILI COME PROBLEMI CHE AMMETTONO SOLUZIONI 1 PASSO PERCEPIRE IL PROBLEMA, AVENDO BEN CHIARA LA DIFFERENZA

Dettagli

Abilità e competenze. Conoscenze, abilità, competenze: Tentativo di una definizione

Abilità e competenze. Conoscenze, abilità, competenze: Tentativo di una definizione Abilità e competenze Qual è il confine tra abilità e competenza? Conoscenze, abilità, competenze: Tentativo di una definizione Conoscenze indicano il risultato dell assimilazione di informazioni (fatti,

Dettagli

APPRENDIMENTO ed EDUCAZIONE

APPRENDIMENTO ed EDUCAZIONE EDUCARE è COSTRUZIONE DI SENSO gruppo classe = gruppo di lavoro? ma si differenzia da questo, che è regolato da ruoli, norme e obiettivi precisi e condivisi, perché non è la norma nella sua interezza che

Dettagli

Comunicare le regole del gioco del sistema premiante

Comunicare le regole del gioco del sistema premiante Comunicare le regole del gioco del sistema premiante HR 2008 Banche e Risorse Umane I. Pinucci 8 maggio 2008 Cinque punti da ricordare Comunicare conviene a tutti Conosciamo meglio i nostri clienti: preferiscono

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN!

UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN! Scuola dell Infanzia Ad Onore degli Eroi UNITÀ DI APPRENDIMENTO: HELLO CHILDREN! LABORATORIO DI APPROCCIO ALLA LINGUA INGLESE PER I BAMBINI DI CINQUE ANNI Anno Scolastico 2013-2014 Anno Scolastico 2013-2014

Dettagli

PROBLEM DETECTION PROGRAM:

PROBLEM DETECTION PROGRAM: Pag.1 di 7 PROBLEM DETECTION PROGRAM: IL RUOLO ATTIVO DELLA BANCA PER CONOSCERE E FIDELIZZARE I CLIENTI Marina Mele - Luigi Riva In un settore che si caratterizza per elementi di forte dinamicità, fidelizzare

Dettagli

La comunicazione interpersonale. Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta

La comunicazione interpersonale. Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta La comunicazione interpersonale Dr. Savio Stocco, psicologo e psicoterapeuta Comunicazione interpersonale Quella che avviene tra due persone o all interno di un gruppo definito. E immediata e prevede la

Dettagli

Istituto Comprensivo Taverna Montalto Uffugo Scuola Primaria Progetto di un intervento didattico su Italiano Titolo dell attività Dimmi cosa mangi.

Istituto Comprensivo Taverna Montalto Uffugo Scuola Primaria Progetto di un intervento didattico su Italiano Titolo dell attività Dimmi cosa mangi. Istituto Comprensivo Taverna Montalto Uffugo Scuola Primaria Progetto di un intervento didattico su Italiano Titolo dell attività Dimmi cosa mangi. Premessa: L importanza della prevenzione come tappa fondamentale

Dettagli

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale

Acquisire una metodologia strutturata ed efficace nello sviluppo della capacità comunicativa e commerciale nel ruolo di consulente commerciale La gestione creativa dei conflitti L ARTE STRATEGICA DI GESTIRE I CONFLITTI (L autodifesa conversazionale) Potenziare la capacità di gestione delle dinamiche conflittuali e di trarre occasioni di crescita

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

CORSO TEAM BUILDING MAKING MOVIE!

CORSO TEAM BUILDING MAKING MOVIE! CORSO TEAM BUILDING MAKING MOVIE! L impresa Video Shaping Video Shaping (www.vi-shaping.com) è un agenzia di servizi video, specializzata nella realizzazione di filmati di eventi e cerimonie, spot e demo

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

Creating a Community based on Respect. Learning through Inquiry

Creating a Community based on Respect. Learning through Inquiry Learning through Inquiry Creating a Community based on Respect Demonstrating International Mindedness The International School of Milan is committed to high standards in learning and the promotion of international

Dettagli

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations

Economic and Social Council ECOSOC. United Nations Economic and Social Council ECOSOC United Nations 2010 Coordination segment New York, 6 July Address by Antonio MARZANO, President of AICESIS International Association of Economic and Social Councils and

Dettagli

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto:

www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: www.servizisocialionline.it Sezione Articoli L auto/mutuo aiuto e il conflitto: Spunti di riflessione per operatori sociali e facilitatori di gruppi di auto/mutuo aiuto. di Silvia Clementi* Le dinamiche

Dettagli

Studio dei casi - Scuole elementary

Studio dei casi - Scuole elementary Valutazione dei progetti: Valutazione formativa Studio dei casi - Scuole elementary Studio delle rane in una classe di seconda elementare Gli studenti di seconda elementare del professor Giorgi stanno

Dettagli

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO

CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSI QUARTE A e D S. Aleramo SPICCHIO CLASSE QUARTA B G.Galilei VINCI INSEGNANTI: Melani Cinzia, Parri Donatella, Voli Monica, Anno Scolastico 2011-2012 COMPETENZE INTERESSATE: Raccogliere, organizzare

Dettagli

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI

LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI LA GESTIONE EFFICACE DEI COLLABORATORI La qualità organizzativa passa attraverso la qualità delle persone 1. Le ragioni del corso Nella situazione attuale, assume una rilevanza sempre maggiore la capacità

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

Hashomer Hatzair World Movement

Hashomer Hatzair World Movement Autonomia Giovanile Definizione: L'autonomia giovanile è lo sviluppo della confidenza e dell' autocoscienza nei giovani, che da loro il potere di agire e raggiungere i propri obiettivi con la libertà di

Dettagli

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F.

S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. FORMAZIONE MANAGERIALE S&A Change Srl www.sa-change.it E-mail: info@sa-change.it Via Cesare Boldrini, 24 40121 Bologna Tel. 051.240180 Fax 051.240420 Via F. Baracca, 235/E 50127 Firenze Tel. 055.3436516

Dettagli

Come avviare una consulenza al ruolo?

Come avviare una consulenza al ruolo? Come avviare una consulenza al ruolo? Alcune riflessioni a cura di Daniela Patruno 1. La settimana scorsa ho visto un film appena uscito: Le coach, del regista di O. Doran, con Richard Berry nel ruolo

Dettagli

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA

AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA AMPLIAMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DON AGOSTINO ROSCELLI P:zza Paolo da Novi,11 16129 Genova ANNO SCOLASTICO 2014 2015 La scuola dell infanzia non è scuola dell obbligo,

Dettagli

MANAGHAIR. Con Te & Per Te. Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI

MANAGHAIR. Con Te & Per Te. Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI MANAGHAIR 2012 Lelio lele Canavero PERCORSI FORMATIVI D ECCELLENZA Con Te & Per Te RISERVATI AGLI ACCONCIATORI & ALLE LORO AMBIZIONI Dal 1996 dedico la parte più importante della mia vita professionale

Dettagli

Discussione e confronti

Discussione e confronti farescuola Elena Troglia Discussione e confronti I bambini imparano proponendo problemi, discutendone, cercando soluzioni argomentative. La discussione diviene un importante strumento didattico: i ragazzi

Dettagli

Il Counseling Maieutico Orientamenti teorici e operativi

Il Counseling Maieutico Orientamenti teorici e operativi IlCounselingMaieutico Orientamentiteoricieoperativi 1.IlconflittocomerisorsaperilCounselingMaieutico Dr.DanieleNovara Responsabilescientifico Il Counseling Maieutico è uno strumento innovativo nato dopo

Dettagli

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF

Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le undici competenze chiave del coaching secondo ICF Le seguenti undici competenze chiave del coaching sono state sviluppate per fornire una maggiore comprensione rispetto alle capacità ed agli approcci

Dettagli

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015)

UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) UN ALBO, ALCUNI INDIZI, TANTE INTERPRETAZIONI: ma un interpretazione può essere più corretta delle altre? di Roberta Casali (agosto 2015) Da circa otto mesi sto svolgendo un percorso di letture ad alta

Dettagli

GIOCHIAMO CHE IO ERO...?

GIOCHIAMO CHE IO ERO...? QUADERNO DIDATTICO GIOCHIAMO CHE IO ERO...? SI APRE IL SIPARIO Il titolo del quaderno, che riprende una delle frasi spontanee più ricorrenti nei giochi dei bambini, esprime da solo la relazione esistente

Dettagli

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico

DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico DA GRANDE ITALIA A IL MONDO IN SCALA WORKSHOP STUDENTI di Micol Metzinger e Antonella Panico il primo giorno era un po strano tra noi ragazzi c era molto silenzio poi la situazione è migliorata penso che

Dettagli

Diocesi di Rieti. La Pastorale della Salute

Diocesi di Rieti. La Pastorale della Salute Diocesi di Rieti La Pastorale della Salute Che cos è la Pastorale della Salute? Con Pastorale si intende l azione multiforme della comunità cristiana dentro le concrete situazioni della vita. La Pastorale

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BARI ALDO MORO INDAGINI SUL BENESSERE ORGANIZZATIVO, SUL GRADO DI CONDIVISIONE DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE E SULLA VALUTAZIONE DEL SUPERIORE GERARCHICO RELATIVE ALL ANNO 2013 Documento

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana

Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Individuare le proprie competenze Questionario sulle situazioni della vita quotidiana Cognome : Nome : Data : Istruzioni Non si tratta di una valutazione. Si tratta di individuare le proprie competenze

Dettagli

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO

4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4.0 IL PROGETTO EDUCATIVO 4. 1 LA MISSION La Direzione Didattica San Giovanni conferma le scelte educative delineate nel corso degli ultimi anni, coerenti con le finalità e gli obiettivi del sistema nazionale

Dettagli

SECONDA LINGUA COMUNITARIA: FRANCESE, SPAGNOLO,TEDESCO.

SECONDA LINGUA COMUNITARIA: FRANCESE, SPAGNOLO,TEDESCO. LINGUA COMUNITARIA: FRANCESE, SPAGNOLO,TEDESCO. TRAGUARDI PER LO SVILIPPO DELLE COMPETENZE DELLA SCUOLA RIA DI PRIMO GRADO PER LA LINGUA COMUNITARIA I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE PROGRAMMAZIONE DIPARTIMENTO DI LINGUA INGLESE DISCIPLINE DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI

Dettagli