CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA. Criterio di aggiudicazione: offerta al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del Dlgs.vo 163/06 e smi.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO SPECIALE PROCEDURA APERTA. Criterio di aggiudicazione: offerta al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del Dlgs.vo 163/06 e smi."

Transcript

1 CAPITOLATO SPECIALE CAPITOLATO SPECIALE PER L AFFIDAMENTO IN APPALTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTI E TRASLOCHI, DEL SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE INTERNA MATERIALE FARMACEUTICO E SANITARIO E DEL SERVIZIO TRASPORTO CAMPIONI DA EFFETTUARSI PRESSO I POR MARCHE DELL ISTITUTO. PROCEDURA APERTA Criterio di aggiudicazione: offerta al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del Dlgs.vo 163/06 e smi. Durata contratto: cinque anni RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO: Sig. Piero Calvaresi ADDETTO ALL ISTRUTTORIA: SIG.RA RAFFAELLA MONACI TEL. 071/ E.MAIL TEL E MAIL Si accetta incondizionatamente Timbro e firma della ditta..

2 CAPITOLATO SPECIALE PER IL SERVIZIO TRASPORTI E TRASLOCHI, IL SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE INTERNA DI MATERIALE FARMACEUTICO E SANITARIO E DEL SERVIZIO DI TRASPORTO CAMPIONI DA EFFETTUARSI PRESSO I DIVERSI PRESIDI INRCA DELLE MARCHE ART. 1 OGGETTO DEL SERVIZIO E DURATA Oggetto del presente Capitolato Speciale è l affidamento in appalto, per un periodo di cinque anni, dei seguenti servizi: LOTTO 1 : Servizio di trasporti e traslochi da effettuarsi presso il Por di Ancona, il Por di Fermo, il Por di Appignano, l Amministrazione d Istituto, il Polo Scientifico Tecnologico; LOTTO 2: Servizio di movimentazione interna di materiale farmaceutico e sanitario presso il Por di Ancona e il Por di Fermo; LOTTO 3: Servizio di trasporto campioni/materiale biologico e documentazione varia da effettuarsi presso il Por di Ancona e il Por di Fermo. Il contratto avrà durata di cinque (5) anni solari con decorrenza dalla data di effettivo inizio di ogni singolo servizio. Sarà facoltà dell Istituto proseguire i servizi oggetto del rapporto contrattuale per un periodo di sei (6) mesi o, comunque, fino all espletamento della procedura relativa alla nuova gara d appalto, senza che la Ditta aggiudicataria abbia diritto di recesso da tale proroga. Durante il suddetto periodo, la Ditta aggiudicataria percepirà i medesimi compensi spettanti alla data di scadenza del contratto. E escluso ogni tacito rinnovo. Inoltre l Istituto, secondo le disposizioni normative vigenti al momento della scadenza contrattuale, si riserva la facoltà di rinnovare il contratto qualora sussistano ragioni di convenienza e di pubblico interesse, per un periodo non superiore a 2 (due) anni, e la Ditta dovrà effettuare il servizio suppletivo senza pretendere condizioni diverse da quelle già in atto. L Istituto inoltre si riserva la facoltà di recedere anticipatamente qualora, nel corso dell appalto, la Consip spa attivi una convenzione avente per oggetto analogo servizio a condizioni economiche più favorevoli o intervengano nuove disposizioni regionali/nazionali in merito alla gestione dei contratti di appalto. Il servizio verrà automaticamente a cessare contemporaneamente ad eventuali provvedimenti dell Autorità Amministrativa con i quali venga pronunciata la revoca, il ritiro, la decadenza, la sospensione e l annullamento delle autorizzazioni di legge rilasciate alla Ditta Aggiudicataria. ART. 2 QUADRO GIURIDICO DI RIFERIMENTO L appalto verrà esperito con l osservanza delle norme legislative e regolamentari vigenti, con particolare riferimento al D.Lgs n. 163 del Codice dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture in attuazione delle delibere 2004/17/CE e 2004/18/CE e s.m.i. Le Ditte concorrenti dovranno adeguarsi a tutte le norme di legge o regolamenti sopramenzionati, nazionali, regionali e provinciali, eventualmente anche se non sopra indicate, nonché a quelle emanate successivamente nel corso della durata dell appalto e di eventuali proroghe dello stesso.

3 ART. 3 MODIFICHE ED AMPLIAMENTO DELL APPALTO L Istituto si riserva inoltre, per esigenze di forza maggiore qualora debba diminuire o cessare la propria attività sul territorio o di nuove necessità, di modificare l elenco dei Presidi Ospedalieri interessati, riducendo o ampliando il servizio. Le condizioni di ampliamento o riduzione verranno di volta in volta concordate e definite con le Direzioni Mediche e le Direzioni Amministrative di Presidio. ART. 4 ONERI A CARICO DELLA DITTA AGGIUDICATARIA L organizzazione del servizio è a totale carico della Ditta aggiudicataria, la quale deve utilizzare propri mezzi, propri materiali e proprio personale al fine di garantire lo svolgimento del servizio stesso. La Ditta Aggiudicataria ed il personale da essa dipendente devono uniformarsi a quanto previsto nel presente capitolato e a tutte le eventuali direttive di carattere generale e speciale impartite dall Istituto per una corretta esecuzione del servizio. La Ditta Aggiudicataria: è responsabile nei confronti dell Istituto dell esatta e puntuale realizzazione del servizio affidato e dell opera dei propri dipendenti, è tenuta ad assicurare l assoluta continuità nello svolgimento del servizio in appalto, concordando con i referenti dell Istituto eventuali comportamenti da seguire in presenza di situazioni che ne dovessero compromettere la regolarità; è tenuta ad adottare, a sua cura e spese, tutte le misure idonee per evitare danni, fermo restando che il risarcimento degli stessi, quando abbiano a verificarsi, è a completo carico della medesima, senza alcun indennizzo da parte dell Istituto; dovrà applicare, nei confronti dei lavoratori impiegati nel servizio, condizioni normative, retributive, previdenziali ed assicurative conformi a quelle fissate dalle disposizioni legislative e dai contratti ed accordi collettivi di lavoro applicabili alla categoria e, in generale, da tutte le leggi e norme vigenti o emanate nel corso dell appalto, sollevando l Istituto da ogni responsabilità. ART. 5 PERSONALE Per assicurare il corretto espletamento delle prestazioni contrattuali, l'appaltatore si avvarrà di proprio personale, opportunamente formato per svolgere i servizi richiesti, che sarà impiegato sotto la sua esclusiva responsabilità. L'appaltatore, ad inizio gestione, dovrà fornire l'elenco nominativo del personale dipendente con l'indicazione della qualifica professionale di ciascun addetto. L'appaltatore solleva l Istituto da qualsiasi obbligo e responsabilità per retribuzioni, contributi assicurativi e previdenziali, assicurazioni infortuni, libretti sanitari e responsabilità verso terzi. Nessun rapporto di lavoro subordinato verrà ad istaurarsi tra l Istituto ed il personale addetto nell espletamento delle prestazioni assunte dalla ditta aggiudicataria che costituisce l unica controparte dell Istituto. Gli addetti ai servizi oggetto del presente capitolato dovranno portare in modo visibile l'indicazione di appartenenza alla ditta, con idoneo tesserino di riconoscimento. Il personale della ditta aggiudicataria dovrà indossare sempre la divisa il cui colore e foggia dovranno essere tali da impedire il confondersi con quelle utilizzate dai dipendenti dell Istituto. Le spese per le divise e distintivi sono a completo carico dell aggiudicatario.

4 ART. 6 NORME IN MATERIE DI SICUREZZA SUL POSTO DI LAVORO La ditta aggiudicataria ha l obbligo di garantire per i propri dipendenti il rispetto e l'attuazione delle misure di prevenzione e protezione dai rischi sul lavoro incidenti sull'attività lavorativa oggetto dell'appalto nonché di attenersi a quanto previsto dalla normativa in materia di Miglioramento della Salute e della Sicurezza sui luoghi di Lavoro D.L. 626/94 e sue successive modificazioni ed integrazioni. Prima dell inizio del servizio verrà effettuata una ricognizione, tra il Responsabile della Ditta aggiudicataria e l INRCA, per l individuazione dei rischi specifici sul luogo di lavoro. L INRCA è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni od altro che dovessero accadere al personale della Ditta aggiudicataria nell esecuzione del contratto. ART. 7 IMPORTO DEI SERVIZI Il valore a base d asta complessivo è stimato in ,66I.V.A. esclusa, suddiviso nei seguenti lotti: LOTTO 1 SERVIZIO TRASPORTI E TRASLOCHI: importo complessivo quinquennale a base d asta ,00 (Iva esclusa): POR DI ANCONA ,00 POR DI FERMO 7.500,00 POR DI APPIGNANO (TREIA) ,00 AMMINISTRAZIONE D ISTITUTO 7.500,00 POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO 7.500,00 LOTTO 2 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE INTERNA DI MATERIALE FARMACEUTICO E SANITARIO: importo complessivo quinquennale a base d asta ,00 (Iva esclusa): POR DI ANCONA ,00 POR DI FERMO ,00 LOTTO 3 SERVIZIO DI TRASPORTO CAMPIONI / MATERIALE BIOLOGICO / DOCUMENTAZIONE VARIA : importo complessivo quinquennale a base d asta ,00 (Iva esclusa): POR DI ANCONA ,00 POR DI FERMO ,00 ART. 8 CARATTERISTICHE TECNICHE E PERIODO FORNITURA LOTTO 1 SERVIZIO TRASPORTI E TRASLOCHI Il servizio contemplerà il trasferimento di materiale obsoleto, spostamenti di apparecchiature, di reparti (mobili, attrezzature e quanto altro presente nel reparto) e dovrà essere prestato all interno delle strutture dell Istituto e presso i magazzini esterni siti a Castelferretti AN. L espletamento dell attività sarà concordato con il referente dell Istituto e si ritiene che gli interventi esterni potranno avere una frequenza settimanale.

5 La ditta aggiudicataria dovrà indicare un referente e dovrà fornire il numero di telefono ove lo stesso potrà essere rintracciato. L I.N.R.C.A. indicherà, da parte sua, un proprio referente che coordinerà tutti gli spostamenti. Le ore annuali da prevedere per lo svolgimento del servizio sono così suddivise: POR DI ANCONA POR DI FERMO POR DI APPIGNANO (TREIA) AMMINISTRAZIONE D ISTITUTO POLO SCIENTIFICO TECNOLOGICO ore annue 100 ore annue 600 ore annue 100 ore annue 100 ore annue Per il servizio di trasporto e traslochi, l automezzo da utilizzare dovrà essere chiuso e con portata non inferiore ai 14 quintali; LOTTO 2 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE INTERNA DI MATERIALE FARMACEUTICO E SANITARIO DEI SEGUENTI POR: 1) POR ANCONA Il servizio consiste nel garantire il trasporto, carico, scarico e consegna ai Reparti e ai Servizi, del Presidio Ospedaliero di Ancona, di farmaci e materiale sanitario. La ditta dovrà espletare il servizio dalle ore 08,00 alle ore 12,00, dal lunedì al sabato con tre persone muniti di patente di guida. Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste: dal lunedì al sabato: ORARIO DI TRAGITTO PARTENZA 08,00 Sosta al magazzino economale 08,45 Sosta al magazzino farmaceutico 09,00 Giro interno ospedale 10,50 Sosta al magazzino economale 12,00 Rientro dal magazzino Carico materiale sanitario PRESTAZIONE Carico farmaci e materiale sanitario Scarico farmaci e materiale sanitario direttamente alle varie Unità Operative e Servizi; Ritiro contenitori porta farmaci vuoti e loro successivo scarico nel montacarichi del magazzino farmaceutico Carico materiale sanitario; Scarico materiale alle varie Unità Operative e Servizi Fine servizio Eventuali variazioni di orario e di organizzazione del servizio saranno comunicate alla ditta aggiudicataria dal Dirigente Amministrativo del Por di Ancona.

6 Per l espletamento delle prestazioni dettagliatamente elencate nel sopra menzionato prospetto, la ditta è tenuta a relazionarsi direttamente con il Responsabile del Magazzino del Por di Ancona. 2) POR FERMO Il servizio consiste nel garantire il trasporto, carico, scarico e consegna ai Reparti e ai Servizi, del Presidio Ospedaliero di Fermo, di farmaci e materiale sanitario. La ditta dovrà espletare il servizio dalle ore 7,00 alle ore 12,00, il martedì e il giovedì con una persona munita di patente di guida. Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste: il martedì e il giovedì: ORARIO DI TRAGITTO PRESTAZIONE PARTENZA 07,00 Magazzino di Ancona Sosta per preparazione farmaci materiale sanitario e relativo carico su apposito veicolo 07,30 Partenza dal magazzino Trasporto materiale verso il Por di Fermo di Ancona 09,30 Giro interno ospedale Scarico farmaci e materiale sanitario direttamente alle Por di Fermo 11,00 Rientro al magazzino di Ancona varie Unità Operative e Servizi; Fine servizio Eventuali variazioni di orario e di organizzazione del servizio saranno comunicate alla ditta aggiudicataria dal Dirigente Amministrativo del Por di Fermo. Per l espletamento delle prestazioni dettagliatamente elencate nel sopra menzionato prospetto, la ditta è tenuta a relazionarsi direttamente con il Responsabile del Magazzino del Por di Fermo. Le ore annuali da prevedere per lo svolgimento del servizio sono 4018 cosi suddivise: POR DI ANCONA POR DI FERMO 3528 ore per 12 mesi 490 ore per 12 mesi Il fornitore nell espletamento del servizio dovrà utilizzare un proprio automezzo, e potrà essere una normale autovettura furgonata e/o aperta e con portata non inferiore ai 14 quintali. LOTTO 3 SERVIZIO DI TRASPORTO CAMPIONI / MATERIALE BIOLOGICO / DOCUMENTAZIONE VARIA DEI SEGUENTI POR: 1) POR ANCONA Il servizio consiste nel garantire il trasporto di campioni, materiale biologico e documentazione varia delle varie Sedi del POR di Ancona. La ditta dovrà espletare il servizio dal lunedì al sabato con una persona munita di patente di guida. Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste delle attività programmate:

7 dal lunedì al sabato: ORARIO DI PRESTAZIONE PARTENZA 07,30 Trasporto sacche di sangue e documentazione sanitaria dall Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I G:M: Lancisi G.Salesi di Torrette di Ancona al Complesso Ospedaliero INRCA di Ancona via Della Montagnola,81 (percorrenza inferiore ai 15 Km.). 09,00 Trasporto documentazione varia (consegna e ritiro posta) da Sedi INRCA a Sedi INRCA del POR di Ancona (percorrenza inferiore ai 15 Km.). 10,30 Consegna provette e campioni dall Ospedale INRCA via della Montagnola 81 all Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I G:M: Lancisi G.Salesi di Torrette di Ancona e ritiro referti da portare al Complesso Ospedaliero INRCA di Ancona via Della Montagnola,81 (percorrenza inferiore ai 30 Km.).; Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste delle attività urgenti su chiamata: dal lunedì alla domenica: TRASPORTI URGENTI PRESTAZIONE PRESUNTI Trasporto urgenti di campioni, materiale biologico e documentazione varia su chiamata dal Complesso Ospedaliero INRCA di Ancona via Della NR. 600 DIURNI Montagnola,81 all Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I G:M: Lancisi G.Salesi di Torrette di Ancona (percorrenza inferiore ai 15 Km.). Trasporto urgenti di campioni, materiale biologico e documentazione varia su chiamata dal Complesso Ospedaliero INRCA di Ancona via Della NR NOTTURNI Montagnola,81 all Azienda Ospedaliero Universitaria Ospedali Riuniti Umberto I G:M: Lancisi G.Salesi di Torrette di Ancona (percorrenza inferiore ai 15 Km.). Eventuali variazioni di orario e di organizzazione del servizio saranno comunicate alla ditta aggiudicataria dalla Direzione Medica di Presidio del Por di Ancona Fermo Appignano. Per l espletamento delle prestazioni dettagliatamente elencate nel sopra menzionato prospetto, la ditta è tenuta a relazionarsi direttamente con la Direzione Medica di Presidio del Por di Ancona Fermo Appignano. 2) POR FERMO Il servizio consiste nel garantire il trasporto di campioni, materiale biologico e documentazione varia del Presidio Ospedaliero di Fermo. La ditta dovrà espletare il servizio dal lunedì al sabato con una persona munita di patente di guida. Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste delle attività programmate: dal lunedì al sabato:

8 ORARIO DI PRESTAZIONE PARTENZA 10,30 Consegna provette e campioni dal Complesso Ospedaliero dell INRCA di Fermo all Ospedale Civile di Fermo e ritiro referti da portare al Presidio Ospedaliero INRCA di Fermo (percorrenza inferiore ai 10 Km.). Di seguito vengono elencate le prestazioni richieste delle attività urgenti su chiamata: dal lunedì alla domenica: TRASPORTI URGENTI PRESUNTI NR. 50 DIURNI PRESTAZIONE Trasporto urgenti di campioni, materiale biologico e documentazione varia su chiamata dal Complesso Ospedaliero INRCA di Fermo all Ospedale Civile di Fermo (percorrenza inferiore ai 15 Km.). Eventuali variazioni di orario e di organizzazione del servizio saranno comunicate alla ditta aggiudicataria dalla Direzione Medica di Presidio del Por di Ancona Fermo Appignano. Per l espletamento delle prestazioni dettagliatamente elencate nel sopra menzionato prospetto, la ditta è tenuta a relazionarsi direttamente con la Direzione Medica di Presidio del Por di Ancona Fermo Appignano. Il fornitore nell espletamento del servizio dovrà utilizzare un proprio automezzo in possesso dell autorizzazione all esercizio dell attività di trasporto sanitario e dovrà utilizzare mezzi da lui stesso messi a disposizione conformi alla normativa nazionale e regionale per il trasporto sanitario. ART. 9 ASSICURAZIONI ED OBBLIGHI DERIVANTI DAI RAPPORTI DI LAVORO La ditta aggiudicataria s impegna ad ottemperare a tutti gli obblighi verso i propri dipendenti in base alle disposizioni legislative ed ai regolamenti vigenti in materia di lavoro e di assicurazioni sociali, assumendo a suo carico tutti gli oneri relativi. Pertanto la stessa è tenuta ad osservare ed applicare tutte le norme sulla tutela, sicurezza, protezione, assicurazione, previdenza ed assistenza dei lavoratori. La ditta aggiudicataria inoltre, è obbligata ad assumere in proprio ogni responsabilità in caso di infortuni ed in caso di danni arrecati eventualmente a persone, o cose sia dell amministrazione che di terzi, che potessero derivare dall espletamento del servizio. La ditta dovrà fornire una polizza assicurativa R.C.T. (Responsabilità Civile Terzi), accesa con principale società assicuratrice, inclusa la garanzia a cose trasportate, sollevate, caricate, scaricate, ecc. ecc., con un massimale di ,00; inoltre, nel caso di trasporti da una Sede ad un altra, è necessario prevedere una polizza trasporti che comprende oltre alle norme generali dei capitolati assicurativi, anche il furto, rapina, cattivo stivaggio, operazioni di carico e scarico, per un valore assicurato a Primo Rischio di ,00. Tale ultima polizza dovrà essere prodotta prima di ogni trasporto. La ditta dovrà depositare, entro quindici (15) dalla data di inizio del servizio, copia della polizza assicurativa presso la Direzione Amministrativa della sede di Ancona. La mancata presentazione della polizza assicurativa comporta la risoluzione del contratto ai sensi dell art c.c. Clausola risolutiva espressa.

9 ART. 10 OFFERTA TECNICA La ditta dovrà presentare, pena l esclusione, una relazione dalla quale si evinca l organizzazione che intende attuare in caso di aggiudicazione dell appalto. In particolare la ditta dovrà specificare: o il numero delle risorse umane o le mansioni o le qualifiche o il numero e il tipo di automezzi Relativamente al lotto C Trasporto campioni le ditte partecipanti dovranno redigere una dichiarazione, rilasciata ai sensi del DPR 445/00 a firma del legale rappresentante, dalla quale risulti di essere accreditate che la Ditta è autorizzata all esercizio dell attività di trasporto sanitario e che i mezzi di trasporto utilizzati per il sevizio sono conformi alla normativa nazionale e regionale per il trasporto sanitario. ART. 11 OFFERTA ECONOMICA L offerta economica, articolata sulla falsariga del modulo offerta economica allegato al presente capitolato quale parte integrante e sostanziale (Allegato A/B/C), dovrà: essere compilata su carta semplice, in lingua italiana indicare: esatta denominazione o ragione sociale della Società; domicilio, codice fiscale e partita IVA; timbro e firma del titolare o legale rappresentante della stessa essere presentata in busta sigillata. LOTTO 1 SERVIZIO TRASPORTI E TRASLOCHI Il prezzo complessivo proposto dovrà essere la risultante dell impiego dei seguenti fattori per i quali viene chiesta la quantificazione : costo manodopera (con il numero degli addetti impiegati, ore di lavoro, CCNL applicato). Nel caso in cui il costo della manodopera non dovesse rispettare quello previsto dai contratti nazionali di lavoro, la ditta dovrà darne opportuna e puntuale motivazione. Costo gestione automezzi Oneri relativi alla sicurezza Spese generali Utile di impresa L offerta dovrà contenere la dichiarazione che la ditta, nel redigerla, ha: tenuto conto degli obblighi relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, condizioni di lavoro, previdenza ed assistenza. tenuto conto del costo del lavoro stabilito dal CCNL applicabile. tenuto conto che il prezzo complessivo offerto è impegnativo ed invariabile per tutta la durata dell appalto fatto salvo quanto stabilito all art. 15 Revisione periodica dei prezzi del Capitolato Speciale. tenuto conto che l offerta è stata stabilita in base a calcoli di sua proprietà ed esclusiva convenienza e a proprio rischio.

10 tenuto conto che l offerta è indipendente da qualunque eventualità che non sia stata tenuta presente. Tenuto conto che la ditta non potrà avanzare pretese di sovrapprezzi ed indennità speciali per qualsiasi circostanza sfavorevole che possa verificarsi dopo l aggiudicazione. Il prezzo finale dovrà essere calcolato arrotondando il valore alla terza cifra decimale. LOTTO 2 SERVIZIO DI MOVIMENTAZIONE INTERNA DI MATERIALE FARMACEUTICO E SANITARIO Il prezzo complessivo proposto dovrà essere la risultante dell impiego dei seguenti fattori per i quali viene chiesta la quantificazione : costo manodopera (con il numero degli addetti impiegati, ore di lavoro, CCNL applicato). Nel caso in cui il costo della manodopera non dovesse rispettare quello previsto dai contratti nazionali di lavoro, la ditta dovrà darne opportuna e puntuale motivazione. Costo gestione automezzi Oneri relativi alla sicurezza Spese generali Utile di impresa L offerta dovrà contenere la dichiarazione che la ditta, nel redigerla, ha: tenuto conto degli obblighi relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, condizioni di lavoro, previdenza ed assistenza. tenuto conto del costo del lavoro stabilito dal CCNL applicabile. tenuto conto che il prezzo complessivo offerto è impegnativo ed invariabile per tutta la durata dell appalto fatto salvo quanto stabilito all art. 15 Revisione periodica dei prezzi del Capitolato Speciale. tenuto conto che l offerta è stata stabilita in base a calcoli di sua proprietà ed esclusiva convenienza e a proprio rischio. tenuto conto che l offerta è indipendente da qualunque eventualità che non sia stata tenuta presente. Tenuto conto che la ditta non potrà avanzare pretese di sovrapprezzi ed indennità speciali per qualsiasi circostanza sfavorevole che possa verificarsi dopo l aggiudicazione. Il prezzo finale dovrà essere calcolato arrotondando il valore alla terza cifra decimale. LOTTO 3 SERVIZIO DI TRASPORTO CAMPIONI / MATERIALE BIOLOGICO / DOCUMENTAZIONE VARIA Il prezzo complessivo proposto dovrà essere la risultante dell impiego dei seguenti fattori per i quali viene chiesta la quantificazione : costo manodopera (con il numero degli addetti impiegati, ore di lavoro, CCNL applicato). Nel caso in cui il costo della manodopera non dovesse rispettare quello previsto dai contratti nazionali di lavoro, la ditta dovrà darne opportuna e puntuale motivazione. Costo gestione automezzi Oneri relativi alla sicurezza Spese generali Utile di impresa L offerta dovrà contenere la dichiarazione che la ditta, nel redigerla, ha:

11 tenuto conto degli obblighi relativi alle disposizioni in materia di sicurezza, condizioni di lavoro, previdenza ed assistenza. tenuto conto del costo del lavoro stabilito dal CCNL applicabile. tenuto conto che il prezzo complessivo offerto è impegnativo ed invariabile per tutta la durata dell appalto fatto salvo quanto stabilito all art. 15 Revisione periodica dei prezzi del Capitolato Speciale. tenuto conto che l offerta è stata stabilita in base a calcoli di sua proprietà ed esclusiva convenienza e a proprio rischio. tenuto conto che l offerta è indipendente da qualunque eventualità che non sia stata tenuta presente. Tenuto conto che la ditta non potrà avanzare pretese di sovrapprezzi ed indennità speciali per qualsiasi circostanza sfavorevole che possa verificarsi dopo l aggiudicazione. Il prezzo finale dovrà essere calcolato arrotondando il valore alla terza cifra decimale. ART. 12 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE Il servizio sarà aggiudicato per singolo lotto nel suo complesso a favore della ditta che avrà praticato l offerta al prezzo più basso ai sensi dell art. 82 del D. Lgs n. 163/06 e s.m.i. Le offerte, IVA esclusa, non dovranno essere superiori alla base di gara indicata all art.7 del presente capitolato, pena esclusione dalla gara. Non sono ammesse offerte parziali. L Amministrazione dell Istituto perverrà all aggiudicazione anche alla presenza di una sola offerta ammessa. L aggiudicazione s intende definitiva per l Amministrazione solo dopo l intervenuta esecutività ai termini di legge del relativo atto di aggiudicazione e l accertamento dei requisiti previsti dalla vigente normativa antimafia, mentre la ditta aggiudicataria rimarrà vincolata sin dal momento di presentazione dell offerta. L Istituto si riserva di non procedere all aggiudicazione per errori formali o per motivi di opportunità. ART. 13 FATTURAZIONE E MODALITA DI PAGAMENTO La fatturazione mensile, dovrà essere distinta per Sede, ed intestata a: INRCA Via Santa Margherita 5, Ancona P. IVA Il pagamento della fattura sarà disposto entro 90 gg. dalla data di ricevimento della fattura. Per quanto riguarda i pagamenti oltre il termine previsto di 90 giorni, nel caso in cui la ditta aggiudicataria non accetti la proposta di cui agli ultimi successivi due capoversi del presente articolo, troverà applicazione il citato DLgs 231/2002 Art. 4. comma 1 e 2 che recita: 1. Gli interessi decorrono, automaticamente, dal giorno successivo alla scadenza del termine per il pagamento. 2. Salvo il disposto dei commi 3 e 4, se il termine per il pagamento non e' stabilito nel contratto, gli interessi decorrono, automaticamente, senza che sia necessaria la costituzione in mora, alla scadenza del seguente termine legale: a) trenta giorni dalla data di ricevimento della fattura da parte del debitore o di una richiesta di pagamento di contenuto equivalente; b) trenta giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla data di prestazione dei servizi, quando non e' certa la data di ricevimento della fattura o della richiesta equivalente di pagamento;

12 c) trenta giorni dalla data di ricevimento delle merci o dalla prestazione dei servizi, quando la data in cui il debitore riceve la fattura o la richiesta equivalente di pagamento e' anteriore a quella del ricevimento delle merci o della prestazione dei servizi; d) trenta giorni dalla data dell'accettazione o della verifica eventualmente previste dalla legge o dal contratto ai fini dell'accertamento della conformità della merce o dei servizi alle previsioni contrattuali, qualora il debitore riceva la fattura o la richiesta equivalente di pagamento in epoca non successiva a tale data. L Istituto da parte sua propone che nei casi in cui il pagamento non avvenga entro il termine sopra stabilito il ritardo verrà valutato, in deroga a quanto previsto dal DLgs. n. 231/2002 ed in accordo tra le parti: senza interessi, se il ritardo non supera 6 mesi; con interessi del 2% per il ritardo relativo al periodo successivo (6 mesi + 1 giorno) fino ad 1 anno; al tasso di interesse della Banca Centrale Europea, applicato alla sua più recente operazione di rifinanziamento principale effettuata il primo giorno di calendario del semestre in questione, al netto di qualsiasi commissione o gravame, per il ritardo relativo al periodo successivo (1 anno + 1 giorno); Si attende che la ditta accetti detta proposta o proponga in sede di offerta un diverso accordo, purché migliorativo rispetto ai termini di cui al DLgs.n.231/2002. L amministrazione procederà al pagamento delle fatture previa verifica di regolarità della Ditta circa il versamento dei contributi assicurativi obbligatori e previdenziali dei dipendenti adibiti al servizio. Inoltre i pagamenti saranno assoggettati alla verifica prevista all art. 48 bis del DPR 29/09/1973 n ART. 14 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI La ditta aggiudicataria è tenuta ad assolvere a tutti gli obblighi previsti dall art. 3 della legge n. 136/2010 al fine di assicurare la tracciabilità dei movimenti finanziari relativi all appalto. In caso di subappalto l Impresa si impegna ad inserire nei contratti sottoscritti con subappaltatori e/o con i subcontaraenti un apposita clausola con la quale ciascuno di essi assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari come previsto dall art. 3 della Legge n. 136/2010. Una copia dei suddetti contratti verrà inviata all Istituto al fine di verificare l apposizione della suddetta clausola. Qualora la Ditta aggiudicataria non assolva agli obblighi previsti dall art. 3 della Legge 13 agosto 2010, n. 136 per la tracciabilità dei flussi finanziari relativi all appalto, l Istituto risolverà il contratto di diritto, ai sensi del comma 8 del medesimo art. 3 della L.136/2010 e dell art cod. civ., dandone comunicazione alla Ditta Aggiudicataria con raccomandata a.r.. ART. 15 REVISIONE PERIODICA DEI PREZZI I prezzi di aggiudicazione resteranno invariati per il primo anno di validità del contratto. Successivamente, a richiesta della parte interessata, i prezzi potranno essere soggetti a revisione periodica annuale, in base ai costi standardizzati per tipo di servizio e fornitura, determinati da parte dell Osservatorio dei contratti pubblici, ai sensi dell art. 7, comma 4, lettera c) del Codice. In mancanza della pubblicazione di tali dati e di parametri di riferimento accettati da entrambe le parti, si procederà alla revisione in base all indice ISTAT per le famiglie di operai e impiegati (FOI), riferito al mese di scadenza di ogni annualità del contratto rispetto allo stesso mese dell anno precedente. La revisione prezzi non avrà comunque effetto retroattivo e decorrerà dall inizio del mese in cui la richiesta sarà stata notificata all altra parte contraente.

13 Si precisa che qualsiasi adeguamento dei prezzi verrà svolto nel rispetto delle disposizioni di cui all at. 115 del D. Lgs n. 163/2006. ART. 16 SUBAPPALTO Le Ditte che intendono procedere al subappalto devono attenersi alle disposizioni previste all art. 118 del DLgs n. 163/06 e successive modifiche ed integrazioni. L intenzione di subappaltare a terzi parte del servizio deve essere indicato nell offerta e nella documentazione tecnica (come previsto dalla vigente normativa in materia). La parte del servizio subappaltabile non potrà superare il 30% delle prestazioni che costituiscono l oggetto del contratto. La ditta subappaltatrice dovrà essere in possesso dei requisiti e delle autorizzazioni di cui all art. 38 del presente capitolato, per la parte del servizio che verrà a svolgere. In caso di subappalto rimane invariata la responsabilità della Ditta contraente, la quale continua a rispondere pienamente ed in proprio di tutti gli obblighi contrattuali. Al pagamento del subappaltatore dovrà provvedere la Ditta Aggiudicataria. Le Ditte che intendono procedere al raggruppamento temporaneo, devono attenersi alle disposizioni previste dall art. 37 del DLgs n. 163 e successive modifiche ed integrazioni. ART. 17 DIVIETO DI SOSPENSIONE DEL SERVIZIO E fatto divieto assoluto sospendere o interrompere il servizio anche nei casi di mancato o ritardato pagamento da parte dell Istituto, fatta salva ogni altra forma di tutela prevista dalla legge. ART. 18 DUVRI Con riferimento ai rischi da interferenza, l aggiudicatario avrà l obbligo di conformarsi alle prescrizioni e alle cautele indicate dall Istituto nel DUVRI allegato al presente capitolato ovvero a quelle successivamente precisate in occasione della riunione obbligatoria di coordinamento (con l Ufficio Prevenzione Protezione), consegna, installazione e di tutte le successive attività di accesso. La violazione di tale obbligo importerà inadempimento contrattuale, sanzionabile a norma del presente capitolato. Successivamente alla comunicazione di aggiudicazione, l aggiudicatario avrà l obbligo di contattare l Ufficio Prevenzione e Protezione INRCA per il coordinamento e gli adempimenti previsti dal D.Lgv.81/2008 in materia di sicurezza. ART. 19 PENALITA E RISOLUZIONE DEL CONTRATTO Le penalità e le condizioni che possono determinare la risoluzione del contratto sono quelle di cui all art. 26 del Capitolato Generale, mentre per gli effetti della risoluzione si applica l art. 27 del medesimo. Per quanto non espressamente previsto trovano applicazione gli artt. dal 1453 e ss. del Codice Civile. La ditta riconosce all Istituto il diritto di applicare, nel caso di ritardato servizio o parte del servizio (per causa non dipendente da forza maggiore), una penalità del 5% da calcolare sull importo mensile per il quale si è verificato un ritardo superiore a 10 (dieci) giorni. Ove però tale ritardo (di tutto o parte del servizio) dovesse protrarsi per un periodo superiore a 20 giorni, l Istituto potrà risolvere il contratto ed applicare le penalità previste dal successivo punto. L Istituto potrà esperire l azione in danno, per cui la Ditta sarà tenuta al pagamento dell eventuale maggiore spesa che l Istituto dovesse sostenere, per richiedere il servizio di cui trattasi presso altre imprese seguendo la graduatoria di gara.

14 La ditta aggiudicataria sanerà nel più breve tempo possibile le eventuali contestazioni. In caso di reiterata inadempienza dei patti contrattuali, l INRCA ove non intenda agire diversamente potrà pronunciare la risoluzione del contratto, mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. Con la risoluzione del contratto sorge per l Istituto il diritto di affidare a terzi il servizio, in danno alla ditta inadempiente.

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa

PER IMPRESE/SOCIETA. Presentata dall Impresa PER IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITÀ NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M.Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI CONCERNENTI

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD

TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD TERMINI E CONDIZIONI DI ACQUISTO STANDARD Le presenti condizioni generali di acquisto disciplinano il rapporto tra il Fornitore di beni, opere o servizi, descritti nelle pagine del presente Ordine e nella

Dettagli

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711

ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 1 ALL UFFICIO DI PIANO Via Garibaldi n. 1 08048 Tortolì ( Og ) Telefono 0782 600 715 Fax 0782 600711 www.plusogliastra.it plusogliastra@pec.it ISTANZA DI PARTECIPAZIONE LOTTO DESCRIZIONE BARRARE IL LOTTO

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO. Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO Ai sensi dell art. 1, comma 2, lett. A) della legge 9 dicembre 1998 n 431 e degli artt. 1571 e seguenti del codice civile. CON LA PRESENTE SCRITTURA PRIVATA la CAMERA

Dettagli

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA

CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA CONTRATTO DI PRESTAZIONE IN REGIME DI COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA L'Università degli Studi di Parma con sede in Parma, via Università n. 12 codice fiscale n. 00308780345 rappresentata dal

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria

Azienda Unità Locale Socio Sanitaria Regione del Veneto Azienda Unità Locale Socio Sanitaria OVEST VICENTINO Servizio: UOA APPROVVIGIONAMENTI Data: 29 dicembre 2010 Spett.le Ditta Prot. n.: 46520 da citare nella risposta Vs. rif.: Oggetto:

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Area Vigilanza AVVISA

Area Vigilanza AVVISA COMUNE DI VILLASOR Provincia di Cagliari Area Vigilanza P.zza Matteotti, 1 - C.A.P. 09034 Part. IVA 00530500925 Tel 070 9648023 - Fax 070 9647331 www.comune.villasor.ca.it C.F: 82002160925 MANIFESTAZIONE

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito

chiede l ammissione dell impresa medesima alla gara indetta per l affidamento del servizio in oggetto. Al proposito ALLEGATO 1 Via A. Picco Oggetto: istanza di ammissione alla gara relativa servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria delle macchine operatrici di ACAM Ambiente s.p.a.. Il sottoscritto...., nato

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara

fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara fac-simile dichiarazione di cui alla Busta 1) punto 1.2 dell art. 2 del disciplinare di gara Oggetto: Procedura aperta per la fornitura di generatori di molibdeno tecnezio per l U.O.C. di Medicina Nucleare

Dettagli

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000

ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 ALLEGATO C FACSIMILE DICHIARAZIONE RILASCIATA ANCHE AI SENSI DEGLI ARTT. 46 E 47 DEL D.P.R. 445/2000 (N.B. la presente dichiarazione deve essere prodotta unitamente a copia fotostatica non autenticata

Dettagli

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI.

DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. MODULO PER DICHIARAZIONI REQUISITI TECNICI/ECONOMICI E DI IDONEITÀ MORALE DA COMPILARSI DA PARTE DI CIASCUN COMPONENTE IL RTI. OGGETTO: Gara per l affidamento del servizio di pulizia delle sedi del Ministero

Dettagli

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila

Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila Modello B) REGIONE ABRUZZO CONSIGLIO REGIONALE Servizio Amministrativo di Supporto alle Autorità Indipendenti Via Michele Iacobucci, 4 L Aquila acquisito di materiale di cancelleria per l Ufficio amministrativo

Dettagli

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA

cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA VÉÅâÇx w MARIGLIANO cüéä Çv t w atñéä SETTORE POLIZIA MUNICIPALE Tel.081 8851605 Fax 081 8852867 BANDO DI GARA D'APPALTO - PROCEDURA APERTA ENTE APPALTANTE: Comune di Marigliano Corso Umberto 1-80034 Marigliano

Dettagli

Art. 1 Oggetto del servizio

Art. 1 Oggetto del servizio CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO TRASLOCHI NEGLI ISTITUTI SCOLASTICI, NEI CENTRI SCOLASTICI, NEI CENTRI DI FORMAZIONE PROFESSIONALE E NEGLI UFFICI DI COMPETENZA PROVINCIALE

Dettagli

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO

Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO Allegato H SCHEMA DI CONTRATTO AFFIDAMENTO ANNUALE DELLA GESTIONE DELLA CASA FAMIGLIA PER DISABILI ADULTI SITA IN LARGO FRATELLI LUMIERE, 36, NONCHÉ QUELLA DEL CENTRO DIURNO SE FINANZIATO DA ROMA CAPITALE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA AL COMUNE DI OLGIATE MOLGORA VIA STAZIONE 20 - OLGIATE MOLGORA (LC) GARA A PROCEDURA APERTA PER L APPALTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E TRASPORTO

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEI REQUISITI GENERALI DI CUI ALL ART. 38, C. 1 DEL D.LGS. N. 163/06 PROCEDURA APERTA, AI SENSI DELL ART. 124 DEL D.LGS. 163/2006 E DELL ART. 326 DEL DPR 207/2010, PER L AFFIDAMENTO QUADRIENNALE DEL SERVIZIO DI CONSULENZA E BROKERAGGIO ASSICURATIVO. CIG: 30590339E1 DICHIARAZIONE

Dettagli

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa

Per IMPRESE/SOCIETA. Presentata dalla Impresa MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per IMPRESE/SOCIETA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 - Roma CIG 03506093B2

Dettagli

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV.

Ente Appaltante: Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE - VIA PISA - P.ZZA GIOVANNI XXIII - 95037 - SAN GIOVANNI LA PUNTA (PROV. All. 2) al Disciplinare di gara Spett.le Istituto Comprensivo Statale GIOVANNI FALCONE Via Pisa - P.zza Giovanni XXIII 95037 - San Giovanni La Punta Oggetto: GARA PER L AFFIDAMENTO DEI LAVORI RELATIVI

Dettagli

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate.

LETTERA D INVITO SI INVITA. codesta Ditta a partecipare alla procedura di gara in oggetto, secondo le modalità di seguito indicate. Roma, 5 marzo 2010 AREA COORDINAMENTO AFFARI AMMINISTRATIVI Ufficio Affari Amministrativi Contabilità e Bilancio Prot. UAA-AIFA F.3./a.23734/P OGGETTO: Gara d appalto mediante cottimo fiduciario per l

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

00185 Roma Via Castelfidardo, 41

00185 Roma Via Castelfidardo, 41 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI SEDE DEGLI UFFICI DELL ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA DEI VETERINARI (VIA CASTELFIDARDO, 41), DELLE PARTI COMUNI DELL IMMOBILE

Dettagli

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it

15067 NOVI LIGURE AL. Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143 321556 e-mail: srtspa@srtspa.it Allegato 4) Regolamento... li... ALLA SRT - SOCIETA PUBBLICA PER IL RECUPERO ED IL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI S.p.A. Strada Vecchia per Boscomarengo s.n. 15067 NOVI LIGURE AL Tel.: 0143 744516 - Fax: 0143

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA

L anno, il giorno del mese di in, con la presente scrittura privata valida a tutti gli effetti di legge TRA Allegato n.3 Schema di contratto per il comodato d uso gratuito di n. 3 autoveicoli appositamente attrezzati per il trasporto di persone con disabilità e n. 2 autoveicoli per le attività istituzionali

Dettagli

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O

Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O Modello n. 1) Spett.le Comune di Schio Settore 04 Servizio Amministrativo di Settore Ufficio Appalti e Assicurazioni Via Pasini n. 33 36015 S C H I O AUTODICHIARAZIONE Oggetto: Appalto n. FNN2012/0003

Dettagli

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in

Oggetto: Offerta per l'acquisto dell'immobile sito in MODELLO PER PERSONE FISICHE ACI SERVIZIO PATRIMONIO E APPROVVIGIONAMENTI Coordinamento e Controllo Gestione Immobili Via Marsala 8 00185 - Roma OFFERTA A TRATTATIVA PRIVATA Oggetto: Offerta per l'acquisto

Dettagli

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014

PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 PROCEDURA APERTA AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SCOLASTICO DEI COMUNI DI VOLTERRA E CASTELNUOVO VAL DI CECINA A.S. 2012/2013 2013/2014 (CIG ) (CPV ) Io sottoscritto... nato a... il...... nella mia

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO

DICHIARAZIONE DI CUI ALL'ART. 14.2 DELLA LETTERA D'INVITO Modello B Comune di Saluzzo Via Macallè, 9 12037 SALUZZO PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO DELLA POLIZZA DI ASSICURAZIONE A FAVORE DEL COMUNE DI SALUZZO RELATIVA A INCENDIO E ALTRI EVENTI, FURTO E

Dettagli

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24

ALLEGATO 4. Allegato 5 Schema di Contratto Pag. 1 di 24 ALLEGATO 4 SCHEMA DI CONTRATTO PER I SERVIZI DI DISINFESTAZIONE, DISINFEZIONE, DERATTIZZAZIONE, SANIFICAZIONE E CURA DEL VERDE DA EFFETTUARSI NEL TERRITORIO DEL COMUNE DI ROMA. Lotto Allegato 5 Schema

Dettagli

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo

2) RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO: Ins. Maria Lorizio Istruttore Direttivo Amm.vo COMUNE DI PUTIGNANO BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA PER IL SERVIZIO DI FACCHINAGGIO E DI POSIZIONAMENTO, TENUTA IN EFFICIENZA E RIMOZIONE TRANSENNE E SEGNALETICA MOBILE. Allegato A alla determina dirigenziale

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE

Allegato sub. A alla Determinazione n. del. Rep. CONVENZIONE Allegato sub. A alla Determinazione n. del Rep. C O M U N E D I T R E B A S E L E G H E P R O V I N C I A D I P A D O V A CONVENZIONE INCARICO PER LA PROGETTAZIONE DEFINITIVA - ESECUTIVA, DIREZIONE LAVORI,

Dettagli

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il

LETTERA DI PRESENTAZIONE E MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALL ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO SOPRA ELENCATO. Il sottoscritto nato a il SCHEMA DI MANIFESTAZIONE D INTERESSE Spett.le COMUNE DI SANTA LUCIA DI PIAVE Ufficio Lavori Pubblici Piazza 28 ottobre 1918, n. 1 31025 Santa Lucia di Piave (TV) comune.santaluciadipiave.tv@pecveneto.it.

Dettagli

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85

AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO. ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 MOD. 2 - Busta A AVVALIMENTO DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DEL SOGGETTO AUSILIATO ALL AUTORITA NAZIONALE ANTICORRUZIONE Via M. Minghetti 10 00187 Roma CIG 6253408B85 GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma

SCHEMA DI CONTRATTO. L'anno duemila..., il giorno del mese di...in Roma SCHEMA DI CONTRATTO L'anno duemila..., il giorno del mese di.....in Roma TRA Lottomatica Group S.p.A. con sede in Roma, Viale del Campo Boario n. 56/d - 00154 Codice Fiscale e Partita IVA n. 08028081001,

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di

FOGLIO INFORMATIVO. relativo alle operazioni di FOGLIO INFORMATIVO relativo alle operazioni di FINANZIAMENTI IMPORT, ANTICIPI E PREFINANZIAMENTI EXPORT, FINANZIAMENTI SENZA VINCOLO DI DESTINAZIONE (questi ultimi se non rientranti nel credito ai consumatori)

Dettagli

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10

IL DIRETTORE. Data 20.03.2015. Protocollo 7481-VII.1. Rep. DDIP n. 169. Settore Amministrazione e contabilità. Oggetto 1/10 Protocollo 7481-VII.1 Data 20.03.2015 Rep. DDIP n. 169 Settore Amministrazione e contabilità Responsabile Maria De Benedittis Oggetto Procedura selettiva pubblica per titoli e colloquio per la stipula

Dettagli

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale).

DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). Allegato al MOD. PRES. Mod. DICH/14. DICHIARAZIONE REQUISITI DI AMMISSIONE IL SOTTOSCRITTO... NATO A... IL. IN QUALITA DI (carica sociale). DELLA IMPRESA (denominazione e ragione sociale). SEDE LEGALE

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

La Consegna dei Lavori

La Consegna dei Lavori La Consegna dei Lavori Il contratto viene posto in esecuzione dall Amministrazione con La consegna dei lavori. Si tratta, complessivamente, di una serie di atti di carattere giuridico e di operazioni materiali,

Dettagli

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta

COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta COMUNE DI ACQUAVIVA PLATANI Provincia Regionale di Caltanissetta PIAZZA MUNICIPIO C.F.81000730853 P.IVA. 01556350856 BANDO DI GARA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA COMUNALE (periodo dall 01/01/2011

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA

CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA ALLEGATO E) CONTRATTO DI SERVIZIO CIVILE REGIONALE TRA Regione Toscana DG Diritti di Cittadinanza e Coesione Sociale Settore Politiche di Welfare regionale, per la famiglia e cultura della legalità, C.F.

Dettagli

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE

ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE Allegato 1 - Domanda di ammissione ALBO FORNITORI GTT - DOMANDA DI AMMISSIONE DICHIARAZIONE (da rendere da parte dei soggetti a ciò tenuti e accompagnata dalla copia di un documento di identità personale

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito

CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in., alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito CONTRATTO DI LOCAZIONE AD USO ABITATIVO (CANALE CONCERTATO) Tra i signori, nato a, il, residente in, alla Via, C.F. (di seguito locatore) (assistito da in persona di ), e, nato a, il, residente in, alla

Dettagli

CAPITOLATO/DISCIPLINARE

CAPITOLATO/DISCIPLINARE CAPITOLATO/DISCIPLINARE Il presente bando è finalizzato all acquisto di nr. 1 trattore stradale usato per traino semirimorchi da utilizzare per il servizio di trasporto RSU prodotti nel territorio del

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI)

DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) DOCUMENTO UNICO DI VALUTAZIONE RISCHI DA INTERFERENZE (DUVRI) COMPITI DELLE IMPRESE E DOCUMENTAZIONE CONTRATTUALE AI SENSI DI QUANTO PREVISTO DAL D.L.GS 8108 e s.m.i. TIPOLOGIA APPALTO: SERVIZIO DI PULIZIA

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA

FONDO DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELLA PUBBLICA SICUREZZA GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA. PREORDINATA ALL AFFIDAMENTO AI SENSI DEL D. LGS. 163/06 DEI SERVIZI DI PULIZIA DEI LOCALI, DEGLI IMPIANTI SPORTIVI E DELLE ATTREZZATURE PRESSO IL CENTRO SPORTIVO DELLA

Dettagli

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI

Capitolo 10. LE SOSPENSIONI DEI LAVORI LE SOSPENSIONI DEI LAVORI 10.1- Profili generali della sospensione dei lavori. 10.2- Le sospensioni legittime dipendenti da forza maggiore. Casi in cui si tramutano in illegittime. 10.3- Le sospensioni

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente

Ente aderente. Ente aderente. Ente aderente STAZIONE UNICA APPALTANTE GUIDA ALLA CONVENZIONE AMBITO DI OPERATIVITA La si occupa dei seguenti appalti: lavori pubblici di importo pari o superiore ad 150.000,00 forniture e servizi di importo pari o

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA

MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA MODELLO DELLA DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA Spett.le ACSM-AGAM S.p.A. Via P. Stazzi n. 2 22100 COMO CO Oggetto: Dichiarazione sostitutiva in merito al possesso dei requisiti di ordine generale prescritti dall

Dettagli

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO

ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA Direzione Generale Direzione Centrale per l Attività Amministrativa e la Gestione del Patrimonio CAPITOLATO TECNICO SERVIZIO DI FACCHINAGGIO CON GESTIONE DEL CICLO LOGISTICO COMPRENSIVA DEL MONITORAGGIO INFORMATIZZATO E TRASPORTO COSE ALL INTERNO E TRA LE VARIE SEDI ISTAT DI ROMA CAPITOLATO TECNICO 1 INDICE 1. OGGETTO

Dettagli

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario

Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario Denuncia alla Commissione Europea riguardante inadempimento del diritto comunitario 1) Dati identificativi del denunciante: ACER Associazione dei Costruttori Edili di Roma e Provincia in persona del legale

Dettagli

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO

CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO CONTRATTO DI COLLABORAZIONE A PROGETTO AVVERTENZE PER LA REDAZIONE 1. La bozza di contratto proposta è da utilizzare come linea guida, potrà essere integrata e/o ridotta in funzione alle specifiche necessità.

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale

Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale Da riportare su carta intestata Mod. 1 sez A Al Comune di Acireale - Capofila Distretto n.14 Via degli Ulivi 21 - Acireale DOMANDA DI ISCRIZIONE ALL ALBO DEGLI ENTI DEL DISTRETTO SOCIO-SANITARIO 14 PER

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

Al Responsabile del S.U.A.P.

Al Responsabile del S.U.A.P. Marca da bollo Da inviare al Comune competente mediante lettera A/R Al Responsabile del S.U.A.P. Comune di Penna Sant Andrea (TE) M0297/83-AB OGGETTO: Domanda di rilascio nuova autorizzazione di tipo A

Dettagli

RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV

RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV RICHIESTA DI SUBAPPALTO ATTIVITÀ IN TITOLO I E IN TITOLO IV DOCUMENTI A CURA DELL APPALTATORE DA INOLTRARE ALL AREA ACQUISTI ALMENO 10 GIORNI PRIMA DELLA DATA PRESUNTA DI INIZIO LAVORI (DA ALLEGARE ALLA

Dettagli

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012

Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 Prot. n. 536 Settore: Tecnico Rif.: AP/AP Class. 10-9-0 Arbus, 10/01/2014 F: 1_2012 AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO PER L INDIVIDUAZIONE DEI PROFESSIONISTI DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER L AFFIDAMENTO

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso

Spett.le * * * Si invita a far pervenire, esclusivamente a mezzo raccomandata o posta celere oppure consegnato a mano, presso LETTERA INVITO A TRATTATIVA PRIVATA APERTA per Fornitura di Servizi di TRASLOCO di mobili e documenti da ufficio da Roma, Via Cristoforo Colombo 283/A (8 piano) a Roma, Quintino Sella, 42, CIG: Z9C0C2C891

Dettagli

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C

Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C Procedura aperta per l affidamento della fornitura di disinfestanti e derattizzanti. ALLEGATO C ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE La dichiarazione che segue deve essere resa dall Impresa concorrente completa

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato

Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello Stato Direzione Affari Legali e Societari LEGALEONLINE Documento Normativa di Gruppo Documenti correlati: Condizioni Generali di Contratto per gli Appalti di forniture delle Società del Gruppo Ferrovie dello

Dettagli

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI

CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Corso di laurea in Ingegneria Edile CORSO DI SICUREZZA NEI CANTIERI Anno Accademico 2011/2012 Definire: Obbiettivi della lezione Rischi Interferenziali - DUVRI e PSC Rischi Propri - POS Conoscere gli aspetti

Dettagli