La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie"

Transcript

1 La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007

2 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario binario, composto, da un lato, dalle scuole universitarie (UNI) e, dall altro, dalle scuole universitarie professionali (SUP; ivi incluse le alte scuole pedagogiche). Le prime includono i due politecnici federali e le dieci università cantonali. Le seconde sono costituite da circa 90 sedi, raggruppate in otto istituzioni mantello. Le UNI hanno un orientamento teorico-accademico e sono principalmente attive nel campo della ricerca fondamentale. Nelle SUP, invece, la formazione è piuttosto di tipo pratico-professionale e più vicina alla ricerca applicata. La formazione può inoltre essere effettuata parallelamente all attività lavorativa. In seguito alla dichiarazione di Bologna, i livelli bachelor e master sono stati introdotti progressivamente nelle università. A partire dall anno accademico 2006/07, tutti i nuovi studenti sono ormai sottoposti al nuovo sistema, ad eccezione di quelli in medicina. L alta formazione comprende anche il livello del dottorato di ricerca e dei corsi di aggiornamento e di specializzazione, i quali, tuttavia, non sono stati considerati nella presente analisi. Nel semestre invernale 2005/06, circa studenti si sono immatricolati nelle scuole universitarie svizzere per conseguire una licenza, un diploma, un bachelor o un master; circa i due terzi presso le UNI (89 221) e un terzo presso le SUP (48 131) 1. Il 26% degli studenti seguivano una formazione in scienze sociali e in educazione, il 17% in scienze economiche. Gli altri indirizzi di studio raggruppavano tra l 1% e il 12% degli studenti; le scienze tecniche, l agricoltura e la selvicoltura l 11%, le scienze naturali ed esatte il 9% e le scienze della costruzione il 5%. I risultati scaturiti dall indagine sulla situazione sociale degli studenti del 2005 permettono di paragonare la situazione svizzera con quella dei Paesi europei partecipanti all indagine «Eurostudent». Il presente opuscolo mostra una selezione di Paesi europei e illustra la situazione degli studenti in Svizzera. 1 Fonte: Sistema d informazione universitario svizzero (SIUS) 2005/06

3 Uomini e donne nelle università In quasi tutti i Paesi presentati, le donne costituiscono la maggioranza degli iscritti. Fanno eccezione la Germania e la Svizzera, ove la presenza femminile è minoritaria, benché soltanto minimamente (rispettivamente 48% e 49%). Quota di studenti maschi e femmine in alcuni Paesi europei G AT DE FI FR IT NL UK CH Uomini Donne Fonti: Eurostudent e UST In Svizzera, le donne sono lievemente più numerose dei maschi nelle UNI (51%) ma nettamente in minoranza nelle SUP (45%). Tali differenze nascono dalle preferenze accordate dai due sessi alle discipline di studio. Nelle UNI, le donne sono maggioritarie nelle scienze umane e sociali (66%) ma restano fortemente minoritarie nelle scienze tecniche (18%) ed economiche (26%). Nelle SUP, la maggioranza degli studenti è iscritta alle discipline economiche ed tecniche, che attirano soprattutto i maschi (più dell 8 di uomini negli indirizzi «tecnica e IT» e «architettura, edilizia e pianificazione»). Gli indirizzi di studio con molte donne (più dell 8 in «salute» e «linguistica applicata») posseggono un numero ristretto di studenti. Quota di studenti maschi e femmine nelle scuole universitarie svizzere G UNI SUP Totale Uomini Donne Fonte: UST

4 Origine sociale In tutti i Paesi esaminati, la quota di persone con formazione superiore (universitaria o equivalente) è più elevata tra i genitori degli studenti universitari rispetto al resto della popolazione totale della stessa classe d età. Un valore uguale a 2 significa che vi sono due volte più persone con una formazione superiore tra i genitori degli studenti che nella popolazione della stessa classe d età. Più il valore si avvicina ad 1, più l accesso alla formazione universitaria diventa paritetico. Gli scarti meno elevati si riscontrano nei Paesi Bassi. In Svizzera il rapporto è di 1,8 per i padri e di 1,6 per le madri. Genitori degli studenti con formazione superiore, rispetto alla popolazione della stessa classe d età* in alcuni Paesi europei G 3 3,0 2,5 2,6 2,6 2,0 1,5 2,2 2,2 1,7 1,6 2,0 2,0 1,7 1,7 1,6 1,8 1,6 1,2 1,0 AT DE FI FR IT NL UK CH Rapporto padri Rapporto madri *Classi d età AT, DE, FI, FR, NL: anni; IT: anni; CH: anni Nota: dati non disponibili per il Regno Unito Fonti: Eurostudent e UST

5 In Svizzera, uno studente su tre proviene da una famiglia in cui almeno uno dei genitori possiede un diploma di grado universitario (livelli ISCED 5A o 6). Tale rapporto varia però fortemente a seconda del gruppo di studenti preso in esame. Se nelle UNI il 4 degli studenti ha almeno uno dei genitori che beneficia di una formazione superiore, tale proporzione scende al 22% nelle SUP. Per una maggiore precisione: nelle UNI, il 38% dei padri e il 17% delle madri degli studenti possiedono un titolo di studio universitario, nelle SUP rispettivamente il e l 8%. L arrivo delle SUP nel sistema universitario svizzero ha così permesso di aprire la strada della formazione superiore anche agli strati sociali meno elevati. Formazione più elevata dei genitori degli studenti delle scuole universitarie svizzere G UNI SUP Totale Senza formazione post-obbligatoria (ISCED 0, 1, 2) Grado secondario II: formazione professionale (ISCED 3B, 4B) Grado secondario II: formazione generale (ISCED 3A, 4A) Formazione professionale superiore (ISCED 5B) Università, scuola universitaria superiore (ISCED 5A, 6) Nota: l indagine non permette di distinguere tra i livelli ISCED 3 e 4 Fonte: UST

6 Condizioni di abitazione La maggioranza degli studenti non abita più con i genitori. L unica eccezione è costituita dall Italia, ove il 76% degli studenti abita con i genitori. Le case dello studente sono utilizzate come abitazione tra il 1 (Austria) e il 32% (Paesi Bassi) degli studenti, a parte in Italia e in Svizzera, dove meno del 5% degli studenti ricorrono a una tale sistemazione. Condizioni di abitazione degli studenti in alcuni Paesi europei G AT DE FI FR IT NL UK CH Genitori Fonti: Eurostudent e UST Comunità abitativa/ Appartamento privato/ Sub-locazione Case per studenti

7 Gli studenti che vivono con i genitori sono più numerosi nelle SUP che nelle UNI. Tale differenza è in parte dovuta all ubicazione delle sedi delle SUP, più disseminate sul territorio nazionale rispetto alle UNI. Che uno studente SUP inizi i suoi studi presso un istituto nelle vicinanze della casa dei genitori è quindi cosa più facile. Inoltre, poiché ogni SUP è composta da più stabilimenti, un gran numero di sedi regionali non dispone di case di accoglienza. Questo è il motivo per il quale la quota di studenti che ricorrono a tale sistemazione è meno elevata tra gli studenti SUP (2%) che UNI (4%). Infine, gli studenti SUP sono in media più anziani dei loro colleghi UNI e questo spiega il fatto che siano più numerosi a vivere in coppia. Condizioni di abitazione degli studenti in Svizzera G UNI SUP Totale Genitori Comunità abitativa Con il partner/i figli Solo/a in un appartamento Case per studenti Stanza presso economia domestica e altro Fonte: UST

8 Lavoro e studio Ad eccezione della Francia e dell Italia, oltre la metà degli studenti esercitava un attività lavorativa remunerata durante il semestre di studio. In Svizzera tale quota era del 68%. In generale, la necessità di svolgere un lavoro cresce con l avanzare dell età. Al fine di eliminare l influenza dovuta all età, il grafico presenta anche la quota di studenti di 21 anni con attività lavorativa. Benché le percentuali diminuiscano lievemente (salvo per l Italia), la tendenza resta la stessa. Nella maggioranza dei Paesi la metà degli studenti di 21 anni esercitava un attività lavorativa durante il semestre di studio. Quota di studenti con attività remunerate durante il semestre di studio in alcuni Paesi europei G AT DE FI FR IT NL UK CH Totale studenti Studenti di 21 anni Fonti: Eurostudent e UST

9 In Svizzera, gli studenti esercitano un attività lavorativa principalmente per motivi finanziari; desiderano avere una maggiore libertà finanziaria (64%), ritengono che il reddito dell attività lavorativa sia indispensabile per vivere (56%) e vogliono essere finanziariamente più indipendenti (53%). Il 4 degli studenti dichiara di dover esercitare tale attività a causa di sussidi insufficienti o inesistenti. I motivi finanziari sono più sentiti tra gli studenti SUP rispetto agli studenti UNI. Un altra ragione addotta dagli studenti (particolarmente da quelli delle SUP) per l esercizio di un attività lavorativa è legata alla necessità di acquisire un esperienza professionale. Infine, il riconoscimento sociale costituisce una motivazione per il 26% degli studenti ed è più importante tra gli studenti delle UNI che tra quelli delle SUP. Motivi principali per cui gli studenti in Svizzera svolgono un attività lavorativa remunerata in parallelo agli studi* Ragioni finanziare UNI SUP Totale Per avere una maggiore libertà finanziaria 66% 59% 64% Perché è indispensabile per vivere 52% 65% 56% Per essere più indipendente dai genitori 53% 52% 53% Perché non ricevo una borsa di studio/ un prestito o questo/a è insufficiente 39% 43% 4 Ragioni socio-professionali UNI SUP Totale Per acquisire un esperienza pratica utile per la futura carriera professionale 5 54% 51% Per aumentare le proprie opportunità sul mercato del lavoro 38% 41% 39% Per allacciare contatti in vista di un futuro lavoro 31% 35% 32% Per sentirsi meglio integrati socialmente 27% 23% 26% * Posizioni 4 e 5 su una scala da 1=«assolutamente non pertinente» a 5=«assolutamente pertinente» Fonte: UST

10 Origine delle risorse Le risorse finanziarie degli studenti che non vivono più con i genitori provengono principalmente da tre fonti: l attività lavorativa, i genitori e gli aiuti agli studi provenienti dallo Stato (borse o prestiti di studio). L entità di tali risorse varia tuttavia secondo i Paesi. I contributi ottenuti dai genitori costituiscono la risorsa principale degli studenti in Germania, Svizzera e Francia. In Finlandia, Austria e Paesi Bassi, l apporto finanziario principale deriva dalla propria attività lavorativa. Nel Regno Unito, i prestiti di studio stanziati dallo Stato costituiscono la fonte principale delle entrate degli studenti. Origine delle risorse mensili degli studenti con propria abitazione* in alcuni Paesi europei G AT DE FI FR NL IT UK CH Famiglia Attività lavorativa Aiuti agli studi dello Stato Altro *Sono esclusi gli studenti che alloggiano nelle case per studenti Nota: dati non disponibili per l Italia Fonti: Eurostudent e UST

11 In Svizzera, il 14% degli studenti beneficia di aiuti finanziari che provengono dallo Stato (borse o prestiti di studio). Per questi studenti, gli aiuti rappresentano una fonte finanziaria molto importante e costituiscono il 4 delle risorse per coloro che abitano fuori casa e il 31% per coloro che abitano con i genitori. Quanto agli studenti che non godono di tali aiuti, le loro risorse provengono principalmente dai genitori. Origine delle risorse mensili degli studenti in Svizzera secondo le condizioni di abitazione e il fatto di essere a beneficio di un aiuto agli studi G Con aiuto agli studi Senza aiuto agli studi Totale Con aiuto agli studi Senza aiuto agli studi Totale Alloggio presso i genitori Famiglia Attività lavorativa Aiuti agli studi dello Stato Altro Alloggio indipendente* *Sono esclusi gli studenti che alloggiano nelle case per studenti Fonte: UST

12 Fonti Eurostudent I dati internazionali sono tratti dalla pubblicazione «Eurostudent 2005» che raggruppa i risultati delle indagini sulla situazione sociale degli studenti di undici Paesi europei (Austria, Finlandia, Francia, Germania, Irlanda, Italia, Lituania, Portogallo, Spagna, Paesi Bassi e Regno Unito). Per il raffronto con i dati svizzeri ci si è avvalsi dei risultati di sette Paesi. Nella maggioranza dei casi, le indagini nazionali hanno avuto luogo nel I risultati riguardano gli studenti (non stranieri) iscritti principalmente al grado di studio ISCED 5A. La sintesi degli indicatori e i profili nazionali dei Paesi sono reperibili on-line all indirizzo: Situazione sociale degli studenti I dati svizzeri sono tratti dall indagine sulla situazione sociale degli studenti, realizzata mediante questionari on-line nel semestre estivo 2005 su un campione di studenti immatricolatisi a una scuola universitaria svizzera al fine di seguire dei corsi di studio di diploma/licenza, bachelor o master. Il tasso di risposta è stato del 64%. Il rapporto principale nonché ulteriori informazioni sull indagine sono disponibili all indirizzo: Al fine di ottenere dati comparabili con l indagine «Eurostudent 2005» sono stati esclusi dalle analisi svizzere gli studenti stranieri formatisi all estero. Per tale ragione, i dati qui presentati possono differire da quelli comparsi nei rapporti svizzeri già pubblicati. Ulteriori informazioni sulle scuole universitarie svizzere Per le UNI: Per le SUP: Statistiche delle scuole universitarie: bfs.admin.ch Abbreviazioni utilizzate UNI = scuole universitarie SUP = scuole universitarie professionali e alte scuole pedagogiche Paesi: AT=Austria; DE=Germania; FI=Finlanda; FR=Francia; IT=Italia; NL=Paesi Bassi; UK=Regno Unito (Inghilterra e Galles); CH=Svizzera Informazioni Ufficio federale di statistica, Sezione sistemi formativi e scienza, Numero di ordinazione:

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2

DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 5.2.4 DIVISIONE DELLE CONTRIBUZIONI Bellinzona, gennaio 2009 CIRCOLARE N. 4/2008 Abroga la circolare n. 4/2007 del gennaio 2008 DEDUZIONI PER FIGLI AGLI STUDI (ART. 34 LT) Pag. 1. Presupposti 2 2. Scuole

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione.

Le difficoltà cui fanno fronte i giovani italiani per trovare un lavoro rischiano di compromettere gli investimenti nell istruzione. Il rapporto dell OCSE intitolato Education at a Glance: OECD Indicators è una fonte autorevole d informazioni accurate e pertinenti sullo stato dell istruzione nel mondo. Il rapporto presenta dati sulla

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL

TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVOROL EUROPEAN TRADE UNION CONFEDERATION (ETUC) SCHEDA INFORMATIVA TENDENZE RIGUARDANTI L ORARIO DI LAVORO 01 Tendenze generali riguardanti l orario

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza

Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Cambiare corso universitario: la mobilità come riorientamento e second chance Una ricerca su 410.000 studenti della Sapienza Giuseppe Carci La mobilità universitaria tra dispersione e riorientamento Con

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Riscatto degli anni di laurea

Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea Riscatto degli anni di laurea scuola Chi è giovane e fresco di laurea, di regola, non vede l ora di mettersi a lavorare e, certamente, per prima cosa non pensa alla pensione.

Dettagli

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste

I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste I redditi 2011 dichiarati dai cittadini di Trieste N.B. Tutti i dati presentati in questo studio sono stati elaborati dall ufficio statistica del Comune (dott.ssa Antonella Primi) per esigenze di conoscenza

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio

La cittadinanza in Europa. Deborah Erminio La cittadinanza in Europa Deborah Erminio Dicembre 2012 La normativa per l acquisizione della cittadinanza nei diversi Paesi dell Unione europea varia considerevolmente da paese a paese e richiama diversi

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007

STATISTICA (A-K) a.a. 2007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 2007 A STATISTICA (A-K) a.a. 007-08 Prof.ssa Mary Fraire Test di STATISTICA DESCRITTIVA Esonero del 007 STESS N.O. RD 00 GORU N.O. RD 006 ) La distribuzione del numero degli occupati (valori x 000) in una provincia

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata

REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata REPUBBLICA POPOLARE CINESE Ambasciata Ufficio Istruzione dell Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese nella Repubblica Italiana Indirizzo: Via Armando Spadini 9, 00197, Roma Tel: 06-32629872 Fax:06-32502846

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO

scolastici europei dellõ istruzione in Europa2012 Sistemi scolastici europei 2012 Sistemi di valutazione ALCUNI PAESI A CONFRONTO n n u u m e r r o m o n o g r a nf i u c m o e r o m Sistemi scolastici europei Sistemi 2012 Sistemi di valutazione scolastici europei Sistemi sc dellõ istruzione in Europa2012 ALCUNI PAESI A CONFRONTO

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU

BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU BANDO PER LA COLLABORAZIONE PART-TIME DEGLI STUDENTI AI SERVIZI ERSU Ai sensi delle seguenti disposizioni: Legge 02.12.1991, n. 390 Articolo 13 D.P.C.M. 09/04/2001 Articolo 4 comma 17 D.P.C.M. 05/12/2013

Dettagli

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015

La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna. Giugno 2015 La popolazione in età da 3 a 5 anni residente nel comune di Bologna Giugno 2015 La presente nota è stata realizzata da un gruppo di lavoro dell Area Programmazione, Controlli e Statistica coordinato dal

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione

Il lavoro. 4.1 L attività e l inattività della popolazione Capitolo 4 L analisi del territorio nella programmazione degli interventi di sviluppo agricolo capitolo 4 Il lavoro Gli indicatori presentati in questo capitolo riguardano la condizione di occupazione.

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012. Uno sguardo sull'istruzione 2012. Summary in Italian. Sintesi in italiano

OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012. Uno sguardo sull'istruzione 2012. Summary in Italian. Sintesi in italiano OECD Multilingual Summaries Education at a Glance 2012 Summary in Italian Read the full book on: 10.1787/eag-2012-en Uno sguardo sull'istruzione 2012 Sintesi in italiano Lo studio intitolato Uno sguardo

Dettagli

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale?

HELPDESK PER LE AZIENDE. 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? HELPDESK PER LE AZIENDE AZIENDE OSPITANTI 1. Che cos è uno stage o tirocinio internazionale? E un tipo di formazione sul lavoro che si realizza in aziende di un Paese diverso da quello nel quale il giovane

Dettagli

Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni

Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni Nuova legge sulla formazione professionale: un bilancio dopo sei anni Rapporto del Consiglio federale sul sostegno alla formazione professionale duale (in adempimento al postulato Favre 08.3778) Berna,

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese.

Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. Aspetti economici della separazione e del divorzio: differenze tra la legislazione italiana e inglese. È a tutti noto che ormai da alcuni anni sono in aumento, anche in materia di diritto di famiglia,

Dettagli

Bando Tipologia A (20 tirocini)

Bando Tipologia A (20 tirocini) Bando Tipologia A (20 tirocini) Destinazioni e periodo di realizzazione dei tirocini: Irlanda - 5 tirocini Regno Unito - 2 tirocini Spagna - 8 tirocini Germania - 3 tirocini Francia - 2 tirocini L'esperienza

Dettagli

Gli anziani e Internet

Gli anziani e Internet Hans Rudolf Schelling Alexander Seifert Gli anziani e Internet Motivi del (mancato) utilizzo delle tecnologie dell informazione e della comunicazione (TIC) da parte delle persone sopra i 65 anni in Svizzera

Dettagli

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA

LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA la mobilità nella formazione dei docenti in europa LA MOBILITÀ NELLA FORMAZIONE DEI DOCENTI IN EUROPA MIUR Direzione Generale per gli Affari Internazionali Eurydice Direzione Generale per gli Affari Internazionali

Dettagli

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita

Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita Adult Literacy and Life skills (ALL) - Competenze della popolazione adulta e abilità per la vita 1 di Vittoria Gallina - INVALSI A conclusione dell ultimo round della indagine IALS (International Adult

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28

I QUADERNI DI EURYDICE N. 28 Ministero d e l l i s t r u z i o n e, d e l l università e della r i c e r c a (MIUR) Di r e z i o n e Ge n e r a l e p e r g l i Affari In t e r n a z i o n a l i INDIRE Un i t à It a l i a n a d i Eu

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA

INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA PROGRAMMA EDUCATION INSEGNANTI ITALIANI: EVOLUZIONE DEMOGRAFICA E PREVISIONI DI PENSIONAMENTO Anticipazioni per la stampa dal Rapporto 2009 sulla scuola in Italia della Fondazione Giovanni Agnelli (dicembre

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio

Regione Toscana. Bando di concorso a.a. 2014/2015. Borse di studio Posti alloggio Regione Toscana Bando di concorso a.a. 2014/2015 Borse di studio Posti alloggio Luglio 2014 Pubblicazione a cura del Servizio Comunicazione Impaginazione a cura di: Leda Lazzerini Redazione testo: Servizi

Dettagli

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo.

In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. In Edumeter le domande proposte nei questionari possono avere quattro risposte: 2 con valore negativo e 2 con valore positivo. Le risposte negative vengono memorizzate con i valori 1 e 2. Le risposte positive

Dettagli

Progetto n. 244265. Acronimo del progetto: kidsinnscience

Progetto n. 244265. Acronimo del progetto: kidsinnscience Progetto n. 244265 Acronimo del progetto: kidsinnscience Titolo del progetto: Innovazione nell istruzione scientifica Introdurre i ragazzi alla scienza Livello di diffusione: PU Priorità tematica: la scienza

Dettagli

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi

Divisione Studenti Divisione Studenti ciale Luigi Bocconi Università Commer Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Divisione Studenti Servizi agli Studenti Divisione Studenti ISU BOCCONI Università Commerciale Luigi Bocconi Guida alla borsa di studio ISU Bocconi Questo documento riassume le caratteristiche principali

Dettagli

Bambini e adolescenti ai margini

Bambini e adolescenti ai margini UNICEF Centro di Ricerca Innocenti Report Card 9 Bambini e adolescenti ai margini Un quadro comparativo sulla disuguaglianza nel benessere dei bambini nei paesi ricchi uniti per i bambini La Innocenti

Dettagli

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it

800723999 Area riservata per gli studenti urp@laziodisu.i www.laziodisu.it www.tornosubito.laziodisu.it www.regione.lazio.it Bando unico dei concorsi a.a. 2014/2015 1 Gentile studente, il Bando unico che segue registra significative modifiche e novità rispetto agli anni precedenti. Frutto di un percorso di ascolto promosso da

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale

Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale Commenti alle Direttive concernenti la tesi di Master of Science in formazione professionale 1 Oggetto 2 2 Obiettivo 2 3 Requisiti 2 3.1 Contenuto 2 3.2 Forma 2 3.3 Volume 3 3.4 Lingua 3 3.5 Lavoro individuale

Dettagli

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/

Previdenza professionale. Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale Informazioni utili sul 2 pilastro/ Previdenza professionale obbligatoria (LPP) in Svizzera Stato gennaio 2015 Sommario Il 2 pilastro nel sistema previdenziale svizzero 3 Obbligo

Dettagli

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita

Lavoro e conciliazione dei tempi di vita CAPITOLO 3 Lavoro e conciliazione dei tempi di vita L importanza di una buona occupazione Un attività adeguatamente remunerata, ragionevolmente sicura e corrispondente alle competenze acquisite nel percorso

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Elementi di Statistica

Elementi di Statistica Elementi di Statistica Contenuti Contenuti di Statistica nel corso di Data Base Elementi di statistica descrittiva: media, moda, mediana, indici di dispersione Introduzione alle variabili casuali e alle

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility

ERASMUS PLUS. KA1 School education staff mobility/ Adult education staff mobility ERASMUS PLUS Disposizioni nazionali allegate alla Guida al Programma 2015 Settore Istruzione Scolastica, Educazione degli Adulti e Istruzione Superiore KA1 School education staff mobility/ Adult education

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI

4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI 4.04 Prestazioni dell AI Rendite d invalidità dell AI Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Hanno diritto a prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) gli assicurati cui un danno alla salute di lunga

Dettagli

Nucleo di Valutazione Interna

Nucleo di Valutazione Interna Nucleo di Valutazione Interna Il presente studio è stato redatto dal Nucleo di valutazione interna dell Università degli studi di Firenze e dall Ufficio di Supporto ed è stato approvato nella riunione

Dettagli

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università

Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Università degli Studi di Milano - Bicocca Nucleo di Valutazione Addio agli studi. L impatto dei fattori sociali e delle motivazioni individuali sulla scelta di abbandonare l università Alessandra Caserini

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Le ragazze e le carriere scientifiche

Le ragazze e le carriere scientifiche Le ragazze e le carriere scientifiche La cittadinanza subalterna delle donne nelle carriere scientifiche Perché le donne sono tanto poco rappresentate ai vertici delle carriere scientifiche, sia nel settore

Dettagli

1.03 Stato al 1 gennaio 2012

1.03 Stato al 1 gennaio 2012 1.03 Stato al 1 gennaio 2012 Accrediti per compiti assistenziali Base legale 1 Le disposizioni legali prevedono che, per il calcolo delle rendite, possano essere conteggiati anche accrediti per compiti

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI CAGLIARI DIREZIONE PER LA DIDATTICA E L ORIENTAMENTO D. R. 767 del 30/06/2014 MANIFESTO GENERALE DEGLI STUDI ANNO ACCADEMICO 2014/2015 IL RETTORE VISTA la Legge 19 novembre 1990

Dettagli

Corsi di General English

Corsi di General English Corsi di General English 2015 A Londra e in altre città www.linglesealondra.com Cerchi un corso di inglese a Londra? Un soggiorno studio in Inghilterra o in Irlanda? I nostri corsi coprono ogni livello

Dettagli

Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals

Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals Analisi statistica di dati biomedici Analysis of biologicalsignals II Parte Verifica delle ipotesi (a) Agostino Accardo (accardo@units.it) Master in Ingegneria Clinica LM in Neuroscienze 2013-2014 e segg.

Dettagli

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei.

Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Innovazione e competitività: un confronto settoriale tra l Italia e gli altri Paesi europei. Alessia Amighini (Università del Piemonte Orientale) Versione preliminare Intervento al convegno Innovare per

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Le professioni nello studio medico dentistico

Le professioni nello studio medico dentistico Le professioni nello studio medico dentistico L assistente dentale AFC L assistente di profilassi La segretaria odontoiatrica L igienista dentale SSS L assistente dentale AFC Requisiti Buona formazione

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con delibera del Senato Accademico del 19 luglio 2011) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli