Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI"

Transcript

1 Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 1/16

2 1. FOCUS MACRO 1.1. CRESCITA E INFLAZIONE diff.da aprile GDP, constant prices(%) Consumer Price Index (%) 2010 (%) E 2011E 2010E 2011E E 2011E Australia 2,4 1,3 3,0 3,5-1,0 0,2 4,4 1,8 3,1 3,2 Brazil 5,1-0,2 7,1 4,2 1,6 0,1 5,7 4,9 5,1 4,6 Canada 0,5-2,5 3,6 2,8 0,5-0,4 2,4 0,2 1,8 1,9 China 9,6 9,1 10,5 9,6 0,5-0,3 5,9-0,1 3,4 3,1 France 0,1-2,5 1,4 1,6-0,1-0,2 3,2 0,1 1,7 1,5 Germany 1,2-4,9 1,4 1,6 0,2-0,1 2,8 0,1 1,1 1,4 India 6,4 5,7 9,4 8,4 0,6 0,0 8,3 10,9 13,2 8,6 Italy -1,3-5,0 0,9 1,1 0,1-0,1 3,5 0,5 1,5 1,6 Japan -1,2-5,2 2,4 1,8 0,5-0,2 1,4-1,4-0,9-0,1 Russia 5,6-7,9 4,3 4,1 0,3 0,8 14,1 11,7 7,0 5,7 Spain 0,9-3,6-0,4 0,6 0,0-0,3 4,1-0,3 1,2 0,7 United Kingdom 0,5-4,9 1,2 2,1-0,1-0,4 3,6 2,2 3,1 2,4 United States 0,4-2,4 3,3 2,9 0,2 0,3 3,8-0,3 1,6 1,6 Fonte: IMF. Le stime sono fornite da Reuters e IMF e aggiornate ad agosto 2010 Anche il mese di Agosto è trascorso nel segno dell incertezza; è questo sentimento infatti a dominare le cronache economiche e di conseguenza i mercati finanziari, riflettendosi in un trading range che sembra interminabile. Infatti, la ripresa economica sembra essere entrata in una fase di stallo: l effetto di ricostituzione delle scorte è terminato e la domanda interna nei paesi sviluppati stenta a riprendersi nonostante il livello eccezionalmente basso dei tassi di interesse. Se la fine del processo di ricostituzione delle scorte è tipico di questa fase del ciclo economico, la debolezza della domanda è ciò che differenzia questo ciclo dai precedenti: la necessità di ridurre la leva di molti operatori finanziari e anche dei consumatori in diversi paesi (in primis USA, ma anche UK, Spagna, Grecia, ) impedisce al meccanismo monetario di sostenere la ripresa attraverso l espansione del credito. L attenzione dunque è tutta rivolta alle prossime mosse delle autorità fiscali e governative, e molti operatori si attendono la ripresa del quantitative easing da parte della Federal Reserve, e la possibile proroga da parte del governo americano di alcune misure di incentivo fiscale. La ripresa dell economia americana del resto sembra essere condizione necessaria affinché anche l economia europea ed in particolare quella tedesca possa continuare la sua corsa. In questo scenario le borse potrebbero trovare la forza di uscire verso l alto da questo trading range, ed i tassi d interesse potrebbero riportarsi a livelli più consoni ad una fase di ripresa economica. Esiste tuttavia la possibilità di uno scenario meno positivo: seppure è vero che il cosiddetto double dip è un fenomeno assolutamente raro nella storia economica, l eventuale mancanza di interventi da parte delle autorità americane e/o FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 2/16

3 l aggravarsi della crisi in alcuni paesi periferici europei potrebbero innescare nuovamente la spirale recessiva con evidenti effetti sui mercati finanziari e sull economia dei paesi sviluppati. Rimaniamo convinti che i prossimi mesi saranno decisivi per lo sviluppo della situazione economica, e che comunque questa fase di transizione in un modo o nell altro, volgerà a termine DEBITO PUBBLICO E DEFICIT DI BILANCIO Government balance Government gross debt E 2011E E 2011E Australia 1,5-0,8-4,0-4,9-3,5 Brazil Canada 1,6 0,1-2,0-3,0-1,5 64,2 62,7 81,6 82,3 80,9 China France -2,7-3,4-4,9-4,6-4,5 63,8 67,5 77,4 84,2 88,6 Germany -0,5-0,1-1,1-3,8-3,7 63,4 67,1 72,5 76,7 79,6 India Italy -1,5-2,7-3,9-3,5-3,4 103,5 105,7 115,8 118,6 120,5 Japan -2,5-5,8-7,4-7,5-7,4 187,7 196,6 217,6 227,2 234,1 Russia Spain 2,2-3,8-8,4-7,3-7,2 United Kingdom -2,6-5,1-7,8-7,6-6,2 44,1 52,0 68,7 78,2 84,9 United States -2,8-5,9-7,9-9,2-7,3 61,9 70,4 83,2 92,6 97,4 Continua la fase di incertezza sull andamento dell economia americana che si riflette nell andamento altalenante dei mercati azionari. Riteniamo che le prossime mosse adottate dalle autorità americane saranno decisive per lo sviluppo dell economia, che rimane ancora dipendente dalle misure di stimolo. Interventi decisi potrebbero riportare fiducia sui mercati azionari, mentre le obbligazioni potrebbero correggere E possibile però che si realizzi uno scenario negativo, nel caso le autorità dovessero essere troppo prudenti e/o la crisi di alcuni paesi periferici europei (in primis Grecia) dovesse aggravarsi FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 3/16

4 2. MERCATI AZIONARI 2.1. ANALISI GEOGRAFICA DJ Estoxx 50 S&P 500 Nel report di luglio si sottolineava come i mercati azionari avessero assunto un impostazione rialzista, facendo registrare nuovi massimi; ebbene, ancora una volta, nelle settimane successive, gli indici azionari europei e americani hanno invertito tendenza, mostrando la loro difficoltà ad assumere una direzionalità stabile di medio periodo. Questa fase laterale ha visto alternarsi movimenti rialzisti a repentini ribassi, i primi alimentati dai buoni risultati aziendali e dai bassi multipli di molte delle società quotate, i secondi causati dalle non rassicuranti notizie che giungevano dal fronte macroeconomico. Il risultato è stato quello della formazione di un ampio trading range all interno del quale si sono mossi i maggiori indici azionari dei paesi occidentali e che per l indice Eurostoxx50 è compreso tra i due livelli di 2450 e 2850 punti. Al rialzo di luglio le borse hanno quindi fatto seguire, ad agosto, una nuova correzione che ha portato l Eurostoxx50 a perdere il 4,3% e l indice americano S&P500 il 4,7%. Tra i principali mercati europei il peggiore è stato quello italiano con un ribasso del 6,1%, mentre il più forte si è confermato quello tedesco, il cui indice DAX30 ha limitato il ribasso al 3,6%. Tra i paesi periferici ha mostrato estrema debolezza la Grecia con un -7,5% e al contrario, una sensibile forza relativa il Portogallo con un +0,30%. Ad alimentare la debolezza dei mercati azionari sono state le notizie macroeconomiche provenienti da oltreoceano che hanno mostrato una congiuntura americana penalizzata dal calo dei consumi. Un cedimento che si è ripercosso sul comparto dei titoli industriali, i quali non si sono dimostrati molto sensibili ai migliori dati provenienti dal fronte europeo ed al buono stato di salute delle imprese tedesche testimoniato dalla ripresa dell indice di fiducia Ifo. Quindi, ciò che ha spaventato di più gli investitori è stato il riaffacciarsi dello FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 4/16

5 spettro della recessione negli USA, timore alimentato anche dalla notizia della contrazione del mercato immobiliare (con la vendita di case nuove a -12,4% e quella delle case esistenti a -27%, i minimi da 15 anni). Se da una parte le borse sono state penalizzate dalle nuove incertezze sul fronte macroeconomico, dall altra i ribassi vengono visti spesso dagli investitori come buone opportunità di acquisto, in un contesto in cui lo spread tra dividend yield azionari e rendimento obbligazionari ha raggiunto livelli record sia negli USA che in Europa. Questa è probabilmente la spiegazione dell indecisione che domina da mesi le borse occidentali e l uscita da questa situazione di stallo avverrà solo quando i segnali riguardanti la ripresa economica saranno più netti. In tale contesto il nostro consiglio è quello di incrementare l investimento in azioni su rottura verso l alto dell attuale trading range in cui sono racchiusi gli indici, che per l Eurostoxx 50 è rappresentato dalla già citata fascia , mentre per il Dax è la zona , per il CAC e per il MIB Agosto è stato un mese di correzione anche per i mercati azionari emergenti, con l indice BRIC50 scivolato del 3,9%. Negli ultimi mesi però, le borse dei Paesi Emergenti, a differenze di quelle dei Paesi Sviluppati, si sono distinte per essersi mosse in un canale rialzista, piuttosto che in un trend laterale. A far da traino, come sempre è la Cina, sulla quale è stato ufficializzato il dato del sorpasso al PIL giapponese. L indice di Shangai ha confermato la buona intonazione del mercato cinese riuscendo a chiudere il mese invariato ANALISI SETTORIALE A livello settoriale il ribasso di agosto, come quelli dei mesi precedenti, ha colpito soprattutto i finanziari: l Eurostoxx Bank è stato il peggior indice settoriale con una discesa dell 8,7%. Anche gli assicurativi hanno mostrato estrema debolezza (Eurostoxx Insurance -7,6%). Il settore finanziario è stato negli ultimi mesi quello più sensibile alle notizie provenienti dal fronte macro e anche quello che ha risentito meno positivamente dei buoni risultati usciti dalle semestrali, fattore che ha invece favorito i titoli industriali (il cui indice settoriale, non brillante ad agosto, è comunque sui massimi degli ultimi 2 anni) e i titoli media (-2,2% ad agosto). Anche le azioni legate alle costruzioni hanno sofferto molto (Eurostoxx Construction -8,6%), appesantite dai dati negativi del settore immobiliare americano e dalla mancanza di segnali di ripresa delle aziende europee operanti nel comparto. Tra i settori migliori si conferma, come nel mese precedente, quello delle telecomunicazioni: l indice Eurostoxx Telecom ha messo a segno una performance del +1,8% ed è stato l unico a chiudere su nuovi massimi relativi. Dopo 4 mesi di debolezza, anche il settore farmaceutico ha dato segnali di risveglio dimostrando notevole forza relativa (Eurostoxx Pharma +1,2%). I settori anticiclici hanno continuato a sovraperformare l indice generale contenendo le perdite (Eurostoxx Food & Beverage -1,2%). Ad agosto gli indici azionari hanno invertito nuovamente direzione scendendo verso la base del trading range che contiene i movimenti da diversi mesi; Ad alimentare la debolezza dei mercati azionari sono state le notizie macroeconomiche provenienti da oltreoceano che hanno mostrato una congiuntura americana penalizzata dal calo dei consumi e dal crollo della vendita di case; A livello settoriale la performance peggiore spetta ai titoli finanziari, la migliore ai titoli delle telecomunicazioni, tornati sotto i riflettori per l elevato dividend yield che li caratterizza. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 5/16

6 Bank Basic Insurance Food & Beverage FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 6/16

7 Media Oil & Gas Healthcare Technology Telecommunication Utility FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 7/16

8 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 3.1 GOVERNMENT BOND: T-BOND & BUND Bund Future T-Bond Future Ad agosto il Bund Future ha messo a segno una delle migliori performance mensili della sua storia, guadagnando 5,85 punti (pari ad un +4,55%); il bund, partito ad inizio mese da 128,58, ha rotto l importante resistenza posta a 130 punti e si è lanciato in una corsa senza sosta fino ad arrivare a 134,7. Le motivazioni alla base di questa impressionante forza rialzista sono quelle già descritte nei report precedenti: il bund è stato visto dagli investitori come un lido sicuro su cui convogliare l ingente liquidità che circola nel sistema finanziario globale, in un contesto in cui le prospettive di crescita economica sono incerte e persiste un alta avversione nei confronti degli investimenti a rischio. Il 2,10% di rendimento raggiunto dal bund ha assunto connotati storici: esso sconta che per i prossimi anni avremo crescita ed inflazione quasi nulle ed esprime un rendimento reale inferiore allo 0,50% in 10 anni. Analogo discorso può essere fatto per il T-bond americano, il quale, rotta la resistenza posta a 129 si è spinto fino a 136,8, chiudendo il mese con un guadagno di 7,7 punti (+5,98%). Oltre ai fattori già citati sopra per il bund, ciò che ha spinto al rialzo le quotazioni del T-bond è stata la prospettiva di un ulteriore quantitative easing da parte della FED in seguito all uscita di dati macroeconomici preoccupanti (in primis il dato sulla vendita di nuove unità abitative). Lo yield sulle obbligazioni americane ed europee è ai Il bund future chiude il mese in leggera correzione, in Il bund future ad agosto ha messo a segno una seguito sia ai minori timori legati ai titoli governativi dei performance storica, guadagnando 5,85 punti, con il paesi periferici,sia ai buoni risultati degli stress test sugli decennale tedesco arrivato al rendimento del 2,10%; istituti bancari (che hanno fatto venir meno il fenomeno del flight Rialzo to record quality); anche per il T-bond, salito fino a 136,8 punti spinto da nuove prospettive di quantitative easing da In rafforzamento il trend rialzista del T-bond, alimentato dai parte della FED. buoni risultati aziendali diffusi con le trimestrali. breve periodo, nonostante il trend di medio-lungo rimanga nettamente rialzista. minimi di sempre. Per gli USA la sola volta in cui i decennali hanno reso meno di ora è stata negli anni 40. Allo stesso tempo il rendimento dei dividendi azionari è superiore a quello dei bond governativi sia negli USA che in Europa, Gran Bretagna e Giappone. Quest ultima considerazione, unita al livello di ipercomprato raggiunto da Bund e T-bond ad agosto, rende probabile una correzione di entrambi i future nel FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 8/16

9 23/03/ /04/ /04/ /05/ /05/ /06/ /06/ /06/ /07/ /07/ /08/ /08/ /03/ /04/ /05/ /06/ /07/ /08/ CORPORATE: ITRAXX EURO 5Y & ITRAXX CROSS OVER 5Y Il flight to quality degli investitori verso il bund e la sua conseguente discesa dei rendimenti ha portato ad un ampliamento degli spread dei titoli corporate. Al momento, rispetto ai bond governativi ci sembra più interessante dal punto di vista del rapporto rischio/rendimento guardare al lato corporate del mondo obbligazionario. Sebbene i rendimenti a scadenza siano scesi nell ultimo mese, l accenno di ripresa dell attività economica in Germania, con il miglioramento dei fondamentali e la presentazione di bilanci sempre più solidi e con indebitamento ridotto fa sì che l obbligazionario societario riesca ancora ad offrire una curva piuttosto inclinata soprattutto sulle lunghe durate. Significativo è il rialzo dei prezzi delle obbligazioni High Yield, che dimostra come gli investitori stiano ricominciando a dare fiducia al settore societario riducendo quell avversione al rischio che finora aveva favorito prevalentemente il bund. ITRAXX EURO 5Y itraxx Cross Over 5Y 150,00 140,00 130,00 120,00 110,00 100,00 90,00 80,00 70, Il flight to quality verso il bund ha aumentato gli spread dei titoli corporate; I corporate bond offrono ancora una curva dei rendimenti piuttosto inclinata, soprattutto sulle lunghe durate. In questo scenario di bassi rendimenti obbligazionari continuiamo a privilegiare l acquisto di corporate bond con scadenze medie di 3-5 anni, preferendolo all investimento in titoli governativi. Potrebbero essere inseriti in portafoglio anche titoli non investment grade, i cui rendimenti sono ancora molto interessanti, ma solo dopo un attenta analisi della solidità patrimoniale della società emittente. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 9/16

10 COMMODITIES DJ Agriculture DJ Industrial Metals Wti Crudeoil Cmx Gold I dati macro usciti ad agosto hanno riportato alla ribalta i timori sulla ripresa economica americana e quelli sulla sostenibilità degli attuali tassi di crescita delle economie emergenti asiatiche. Ciò ha originato nuovi ribassi delle borse e afflussi di capitale verso porti ritenuti sicuri, come il bund tra le attività finanziarie e l oro tra le commodities. Si è ripetuto quindi il copione a cui assistiamo da mesi nei momenti di maggiore incertezza, che viene riassunto col termine flight to quality, e che vede solitamente l oro massicciamente comprato dagli investitori avversi al rischio. Ad agosto il prezzo dell oro è stato protagonista di una ascesa costante e regolare che lo ha portato da 1182 a 1239 per un guadagno del 4,8%. Per le stesse motivazioni descritte sopra c è stato un ribasso altrettanto sensibile del petrolio i cui consumi sono direttamente collegati al ciclo economico. Il Crude Oil ha archiviato il mese con una pesante caduta dell 8,9% arrivando a sfiorare di nuovo la zona di supporto posta a 70$ al barile. Dal punto di vista tecnico l oro mantiene una configurazione nettamente rialzista e consigliamo di mantenere le posizioni lunghe. Una seria inversione di tendenza la si avrebbe solo sotto 1150 $/oncia. Il petrolio crude oil si trova invece in un trend ribassista di breve periodo e in un trend laterale di medio periodo racchiuso nel range FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 10/16

11 $/barile. I primi veri segnali rialzisti li avremo quindi sopra le medie mobili di lungo periodo (poste in area 77,5 $) e ancor di più sopra il tetto del trading range a 87 $. Nuovi rialzi per l oro favorito dalla debolezza delle borse; Il petrolio crude oil subisce un pesante ridimensionamento dei prezzi a causa dei rinnovati timori sulla ripresa economica americana; Forte rally delle commodities agricole sulle notizie delle calamità che hanno colpito i raccolti in Russia e Asia. Passando alle commodities agricole, il mese di agosto è stato all insegna di una elevata volatilità. Il frumento (wheat) nella prima parte del mese ha proseguito la sua corsa al rialzo iniziata a luglio e causata dalle calamità che hanno colpito i raccolti in USA e Asia. Ad agosto il Wheat future ha fatto registrare presso la borsa di Chicago un guadagno del 3,6% dopo aver toccato il 19% di rialzo da inizio mese. Notevole anche la performance del mais (corn), il cui prezzo, correlato a quello del frumento, è salito dell 8%. Da ultimo sottolineiamo il rialzo del prezzo del Riso il cui future quotato al Cbot è salito del 7,3%; per il riso si stima una produzione 2010/2011 record, ma le inondazioni in Pakistan faranno diminuire l export del 20% e la Cina prevede un raccolto in calo del 5%. Tra i metalli industriali il prezzo del rame (Cmx copper future) sale dell 1,48%, mentre quello del nickel scende del 2,1%. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 11/16

12 5. VALUTE Il mese di luglio aveva visto l Euro apprezzarsi sensibilmente verso il Dollaro; tale movimento è continuato fino a tutta la prima settimana di agosto quando il cambio ha toccato un massimo a 1,333. Nelle settimane successive l Euro ha ricominciato ad indebolirsi scendendo fino a 1,259 e archiviando il mese con una perdita del 2,8%. L indebolimento dell Euro è avvenuto quando gli investitori hanno spostato le preoccupazioni dall Economia USA a quella europea: c è stata una rotazione e il focus è tornato nuovamente sulle condizioni nella zona Euro. Inoltre, lo spettro del rischio default in Europa non è del tutto scomparso e l aumento degli spread tra bond dei paesi periferici e bund non ha di certo aiutato l Euro. Nell ultima settimana del mese il dato macro del crollo delle vendite di case negli Stati Uniti ha tamponato la caduta dell euro che si è riportato sopra 1,27. A nostro parere, nonostante il buon recupero dell Euro nei mesi di giugno e luglio, la valuta europea non è uscita dal trend ribassista di medio-lungo periodo, confermato dalla tenuta della resistenza rappresentata dalla media esponenziale a 200. Una netta risalita sopra 1,33 aprirebbe nuovi scenari rialzisti, mentre una discesa sotto 1,26 confermerebbe il trend di fondo potendo causare una sua accelerazione. EURO/DOLLARO EURO/STERLINA EURO/YEN EURO/DOLLARO CANADESE Ma è stato lo Yen il vero protagonista delle ultime settimane, con un guadagno del 5,41% sull Euro e del 2,6% sul Dollaro. L accresciuta avversione al rischio, complici i timori sulla ripresa economica, e l immobilismo delle autorità politiche e monetarie giapponesi nel limitare il rally della moneta, hanno spinto la valuta nipponica ai massimi da 15 anni sul dollaro e da 9 anni su Euro. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 12/16

13 Il mese di agosto vede l Euro indebolirsi nuovamente in seguito ai dati ancora incerti provenienti dal fronte macro e all aumento degli spread sui bond dei paesi periferici; Lo yen si è apprezzato notevolmente verso Euro e US Dollar complici i timori sulla ripresa economica e l immobilismo delle autorità politiche e monetarie giapponesi nel limitare il rally della moneta nipponica. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 13/16

14 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI PORTAFOGLIO LARGE CAP Facciamo uscire dal portafoglio: - Delhaize: ha abbassato le stime di crescita per l'anno in corso - Siemens: ha abbassato le stime di crescita per l'anno in corso Inseriamo nel portafoglio: - Christian Dior: la società, leader nel settore del lusso, ha alzato le stime e mantiene una eccellente impostazione tecnica rialzista - Bekaert: società operante nella trasformazione avanzata di metalli e produzione di cavi; Bekaert ha alzato di nuovo le stime che continuano ad alimentare il trend rialzista dei prezzi PORTAFOGLIO SMALL/MID CAP Non apportiamo variazioni al precedente portafoglio FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 14/16

15 FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 15/16

16 PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONI GOVERNATIVE Facciamo uscire dal portafoglio: - Poland, republic Of feb ,5%: Il titolo ha corso parecchio durante il mese di agosto e riteniamo il suo rendimento effettivo non più interessante. Inseriamo nel portafoglio: - South Africa, Republic Of apr ,5%: questa obbligazione ci permette di aumentare il rendimento medio del portafoglio, aumentando leggermente classe di rischio e duration. PORTAFOGLIO OBBLIGAZIONI CORPORATE Non apportiamo variazioni al precedente portafoglio FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 16/16

17 IL REPORT MENSILE È PUBBLICATO DA FINLABO RESEARCH, LA DIVISIONE RICERCA DI FINLABO SIM SPA QUESTA PUBBLICAZIONE VIENE DISTRIBUITA AL SOLO FINE INFORMATIVO E NON RAPPRESENTA NÉ UN OFFERTA NÉ UNA SOLLECITAZIONE DI OFFERTA DIRETTA ALLA COMPRAVENDITA DI PRODOTTI DI INVESTIMENTO O DI ALTRI PRODOTTI SPECIFICI. ALCUNI PRODOTTI E SERVIZI SONO SOGGETTI A RESTRIZIONI LEGALI E NON POSSONO ESSERE OFFERTI IN TUTTO IL MONDO IN MODO INCONDIZIONATO E/O POTREBBERO NON ESSERE IDONEI ALLA VENDITA A TUTTI GLI INVESTITORI. TUTTE LE INFORMAZIONI E LE OPINIONI ESPRESSE IN QUESTO DOCUMENTO SONO STATE OTTENUTE DA FONTI RITENUTE ATTENDIBILI ED IN BUONA FEDE, TUTTAVIA SI DECLINA QUALSIASI RESPONSABILITÀ, CONTRATTUALE O TACITA PER MANCANZA DI ACCURATEZZA O COMPLETEZZA. TUTTE LE INFORMAZIONI E LE OPINIONI COSÌ COME I PREZZI INDICATI SI RIFERISCONO UNICAMENTE ALLA DATA DELLA PRESENTE PUBBLICAZIONE E SONO SOGGETTI A CAMBIAMENTI SENZA PREAVVISO DA PARTE NOSTRA. L ANALISI CONTENUTA NELLA PRESENTE PUBBLICAZIONE SI BASA SU NUMEROSI PRESUPPOSTI. PRESUPPOSTI DIVERSI POTREBBERO DARE RISULTATI SOSTANZIALMENTE DIVERSI. LE OPINIONI QUI ESPRESSE POSSONO DISCOSTARSI O ESSERE CONTRARIE ALLE OPINIONI ESPRESSE DA ALTRE AREE DI ATTIVITÀ DI FINLABO SIM SPA A SEGUITO DELL UTILIZZO DI PRESUPPOSTI E/O CRITERI DIVERSI. IN OGNI MOMENTO FINLABO SIM SPA (O DIPENDENTI DI QUESTE SOCIETÀ) POSSONO AVERE POSIZIONI LUNGHE O CORTE IN QUESTI STRUMENTI FINANZIARI O EFFETTUARE OPERAZIONI IN CONTO PROPRIO O IN CONTO TERZI. ALCUNI INVESTIMENTI POSSONO NON ESSERE IMMEDIATAMENTE REALIZZABILI, DAL MOMENTO CHE LO SPECIFICO MERCATO PUÒ ESSERE ILLIQUIDO, E DI CONSEQUENZA LA VALUTAZIONE DELL INVESTIMENTO E LA DETERMINAZIONE DEL RISCHIO POSSONO ESSERE DIFFICILI DA QUANTIFICARE. IL RISULTATO PASSATO DI UN INVESTIMENTO NON RAPPRESENTA ALCUNA GARANZIA DELLA SUA FUTURA EVOLUZIONE. ULTERIORI INFORMAZIONI VERRANNO FORNITE SU RICHIESTA. ALCUNI INVESTIMENTI POSSONO ESSERE SOGGETTI AD IMPROVVISE E GROSSE PERDITE DI VALORE E ALLO SMOBILIZZO DELL INVESTIMENTO È ANCHE POSSIBILE RICEVERE UNA SOMMA INFERIORE A QUELLA INIZIALMENTE INVESTITA O DOVER EFFETTUARE UN VERSAMENTO INTEGRATIVO. LE VARIAZIONI DEI CORSI DI CAMBIO POSSONO AVERE UN EFFETTO NEGATIVO SUL PREZZO, SUL VALORE O SUL REDDITO DI UN INVESTIMENTO. CONSIDERATA LA NOSTRA IMPOSSIBILITÀ DI TENERE CONTO DEGLI OBIETTIVI D INVESTIMENTO, DELLA SITUAZIONE FINANZIARIA E DELLE ESIGENZE PARTICOLARI DI OGNI SINGOLO CLIENTE, VI RACCOMANDIAMO DI RIVOLGERVI A UN CONSULENTE FINANZIARIO E/O FISCALE PER DISCUTERE LE IMPLICAZIONI, COMPRESE QUELLE FISCALI, DELL INVESTIMENTO IN UNO QUALUNQUE DEI PRODOTTI MENZIONATI NEL PRESENTE DOCUMENTO. PER GLI STRUMENTI FINANZIARI STRUTTURATI ED I FONDI IL PROSPETTO DI VENDITA É LEGALMENTE VINCOLANTE. QUESTO DOCUMENTO NON PUÒ ESSERE RIPRODOTTO E COPIE DI QUESTO DOCUMENTO NON POSSONO ESSERE DISTRIBUITE SENZA LA PREVENTIVA AUTORIZZAZIONE DI FINLABO SIM SPA. FINLABO SIM SPA PROIBISCE ESPRESSAMENTE LA DISTRIBUZIONE ED IL TRASFERIMENTO PER QUALSIASI RAGIONE DI QUESTO DOCUMENTO A PARTI TERZE. FINLABO SIM SPA NON SI RITERRÀ PERTANTO RESPONSABILE PER RECLAMI O AZIONI LEGALI DI PARTI TERZE DERIVANTI DALL USO O LA DISTRIBUZIONE DI QUESTO DOCUMENTO. QUESTO DOCUMENTO É DESTINATO ALLA DISTRIBUZIONE SOLO SECONDO LE CIRCOSTANZE PERMESSE DALLA LEGGE APPLICABILE. FINLABO SIM SPA TUTTI I DIRITTI RISERVATI. FinLABO SIM SpA- N.8 Settembre Pag. 17/16

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI FinLABO SIM SpA- N.20 Settembre 2011 - Pag. 1/17 Titolo asse 1. FOCUS

Dettagli

Technical View (01/10/2015)

Technical View (01/10/2015) Technical View (01/10/2015) 1 Indice azionario Europa (STOXX600) Lo STOXX600 è tornato a ritestare la trend line dinamica che passa a 330/340 punti disegnando una sorta di doppio minimo. Crediamo che da

Dettagli

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI FinLABO SIM SpA- N.1 Gennaio 2010 - Pag. 1/15 1. FOCUS MACRO 1.1. CRESCITA

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5

maggio 2015 ( i mercati azionari e in generale, trasversalmente, le asset class più rischiose - comprese quindi le 1/5 maggio 2015 Mantenere la rotta in mezzo alla volatilità Nonostante il paracadute della Bce nelle ultime settimane sui mercati è tornato il nervosismo. A medio termine lo scenario resta favorevole alle

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi.

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi. SCENARIO 2009 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità

Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Logo azienda Possibili modelli di asset allocation e controllo dei rischi in una fase di grande incertezza e volatilità Nicola Carcano, Chief Investment Officer, MVC & Partners e Docente presso l Università

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 24 ottobre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta mediamente debole, ma dai minimi del 3 ottobre è in recupero- ha chiuso a 1,267 - Il cambio

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE I segnali di ripresa del ciclo internazionale si sono rafforzati in maniera significativa nel corso dell estate. Gli effetti stimolativi della politica economica americana hanno

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Strategie di investimento per i mercati azionari

Strategie di investimento per i mercati azionari Strategie di investimento per i mercati azionari Aggiornamento al giugno 2006 Torino, 22 giugno 2006 I mercati azionari nel 2006 I mercati internazionali Le performance dei principali mercati mondiali

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi Macro: Cina & India Pag.8 - Analisi del Rischio Pag.11

Dettagli

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE

FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE FONDI COMUNI DI INVESTIMENTO MOBILIARE ZENIT MC BREVE TERMINE ZENIT MC OBBLIGAZIONARIO ZENIT MC PIANETA ITALIA ZENIT MC EVOLUZIONE ZENIT MC PARSEC ZENIT MC MEGATREND RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2014

Dettagli

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011

Anthilia Capital Partners SGR 05/14. Analisi di scenario Maggio. Maggio 2014 2011 05/14 Anthilia Capital Partners SGR Analisi di scenario Maggio Maggio 2014 2011 Maggio 2014 Analisi di scenario Mercati 22/05/2014 2 Analisi di scenario Il nuovo Conundrum Tra le principali sorprese del

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 6 giugno 2011 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 Gennaio 2014 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10

Alternative Spot. HEDGE INVEST (SUISSE) SA Via Balestra 27, 6900 Lugano (Svizzera) T +41 91 912 57 10 Alternative Spot Dic 2013 L outlook di Hedge Invest per il 2014 Scenario macroeconomico: la visione per il 2014 EUROZONA Prevediamo ancora pressioni al ribasso sulla crescita a breve termine, a causa di

Dettagli

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI

Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI Report sui Mercati 1. FOCUS MACRO 2. MERCATI AZIONARI 3. MERCATI OBBLIGAZIONARI 4. COMMODITIES 5. VALUTE 6. PORTAFOGLI CONSIGLIATI FinLABO SIM SpA- N.28 Dicembre 2012 - Pag. 1/14 1. FOCUS MACRO Gli ultimi

Dettagli

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA

NOTA FINANZIARIA. 31 marzo 2014 (weekly) I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA I MERCATI FINANZIARI NELLA SCORSA SETTIMANA MERCATO MONETARIO E MERCATO OBBLIGAZIONARIO La scorsa settimana ha visto un andamento differenziato dei tassi tra area euro ed area dollaro: se infatti quelli

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014-

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Le Georges V 14, Avenue de Grande Bretagne MC 98000 Monaco Tél : +377 97 98 29 80 Fax : +377 97 98 29 88

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 19 dicembre) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in tendenza ribassista ed ha fatto nuovi minimi annuali- ha chiuso a 1,223 - Il cambio Usd/Yen

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 10 marzo 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 10 marzo 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Nel corso delle ultime settimane abbiamo rivisto al

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00):

27-mag-2015. Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): 27-mag-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): +0,17% Australia (Asx All Ordinaries): -0,80% Hong Kong (Hang Seng): +0,63% Cina (Shangai) -1,22% Singapore (Straits Times) -0,39%

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 2 Aprile 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La politica monetaria nelle economie avanzate sta

Dettagli

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 8 Luglio 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico La pesante flessione del PIL degli USA nel primo trimestre

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 Febbraio 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Le prime settimane dell anno sono state caratterizzate

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 gennaio 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 10 luglio) (12-lug-2015) Facciamo prima un breve quadro Intermarket: Valute: L Eur/Usd (1,1157) resta in fase di indecisione- l Usd/Yen (122,75) è in correzione dal 5 giugno. Commodities: il Crb Index (218,25) è

Dettagli

- La Volatilità Implicita in Usa (Vix) è anch essa scesa- valore 15%.

- La Volatilità Implicita in Usa (Vix) è anch essa scesa- valore 15%. Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale VALUTE: - L Euro/Dollaro ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3794 - Il cambio Usd/Yen è in fase di incertezza- ha chiuso a 102,264 COMMODITIES: - l Indice

Dettagli

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS

Outlook dei mercati. I Trimestre 2015 ARCA FOCUS ARCA FOCUS Outlook dei mercati I Trimestre 2015 Ad uso esclusivo dei Soggetti Collocatori, vietata la diffusione alla clientela. Il presente documento ha semplice scopo informativo. 1 Indice Outlook di

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

ANALISI MACROECONOMICA E DEI MERCATI FINANZIARI

ANALISI MACROECONOMICA E DEI MERCATI FINANZIARI ANALISI MACROECONOMICA E DEI MERCATI FINANZIARI Luglio 2015 ECONOMIC RESEARCH AND MARKETS STRATEGY Salvo diversa specificazione, Thomson Reuters è la fonte per i dati ed i grafici riportati. CONGIUNTURA

Dettagli

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso.

Market movers Europa: oggi la produzione industriale della Francia, Itala e Regno Unito. Stati Uniti: oggi le vendite all ingrosso. Morning Call 10 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Grecia, rendimento del benchmark a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: in rialzo il saldo della bilancia commerciale tedesca a 19,1 mld di euro;

Dettagli

scenario 2009 piccole e medie imprese macroeconomia e mercati Vicini a voi.

scenario 2009 piccole e medie imprese macroeconomia e mercati Vicini a voi. scenario 2009 macroeconomia e mercati AGGIORNAMENTO 1 semestre piccole e medie imprese Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Alla ricerca del rendimento perduto

Alla ricerca del rendimento perduto Milano, 10 aprile 2012 Alla ricerca del rendimento perduto Dalle obbligazioni alle azioni. La ricerca del rendimento perduto passa attraverso un deciso cambio di passo nella composizione dei portafogli

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007

Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori. Novembre 2007 Quali strategie per superare la crisi dei mercati finanziari Il ruolo degli investitori e quello dei gestori Novembre 2007 Premessa L ipotesi che l economia americana debba conoscere alcuni trimestri di

Dettagli

SCENARIO INTERNAZIONALE

SCENARIO INTERNAZIONALE 1 SCENARIO INTERNAZIONALE Nel corso dell ultimo mese non sono emersi segnali tali da modificare i percorsi evolutivi ipotizzati per le maggiori economie, che restano pertanto incamminate su sentieri di

Dettagli

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio)

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Prima un breve cenno alla situazione Macroeconomica che interessa questi 2 mercati- Anche qui ha pesato

Dettagli

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 13 1.1 Cenni sull economia Nel 2013 l economia mondiale è cresciuta ad un ritmo modesto. Il Prodotto Interno Lordo (PIL) mondiale è salito del 3% circa, in linea con il +3,1%

Dettagli

La crescita accelera nella seconda metà del 2013

La crescita accelera nella seconda metà del 2013 Approfondimento mensile sulla situazione attuale e sui probabili sviluppi dei mercati globali 21 agosto 2013 Analisi dei Mercati L outlook di mercato è positivo, grazie ai solidi indicatori economici e

Dettagli

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto)

Vediamo ora la Situazione Ciclica sui vari mercati che seguo (dati di chiusura del 7 agosto) (9-ago-2015) Iniziamo con un breve quadro Intermarket: Valute: Eur/Usd (1,0963) è in fase di incertezza anche se sta tentando una ripresa dai minimi del 21 luglio- Usd/Yen (124,229) resta forte ed in ripresa

Dettagli

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0.

Prima di tutto vediamo il contesto Ciclico: S&P500. eugenio sartorelli - www.investimentivincenti.it 1. Ciclo Trimestrale 51,0. In questa occasione farò un aggiornamento con il quadro generale su tutti i mercati che seguo. In un altro articolo (nella Sezione Opzioni) darò invece le indicazioni Operative di massima che intendo seguire.

Dettagli

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Morning Call 18 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento I temi del giorno Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Il Fomc riduce di 25bp le proiezioni

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA

MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 80 MEDIOLANUM RISPARMIO ITALIA CRESCITA NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti,

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura 9 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro dopo i massimi annuali (1,3995) ha corretto con decisione- ha chiuso a 1,3762 - Il cambio Usd/Yen è in

Dettagli

Dopo aver ritardato per diverso

Dopo aver ritardato per diverso Fondi obbligazionari absolute return per generare performance positive anche con tassi al rialzo L'analisi dei fondi Fixed income alternativi ha messo in evidenza l'elevata allocazione nei bond americani,

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi

Dalla crisi finanziaria alla crisi economica: Non si arresta il crollo dei prezzi dei non ferrosi COMMENTO GENERALE DEI METALLI NON FERROSI LME ANALISI E TENDENZE ANALISI DEL 13-10-2008 I dati utilizzati sono relativi alla prima seduta del LME di Londra e sono espressi in $/tonn. Dalla crisi finanziaria

Dettagli

Mercati azionari e tassi di interesse: considerazioni in vista di una stretta monetaria

Mercati azionari e tassi di interesse: considerazioni in vista di una stretta monetaria Mercati azionari e tassi di interesse: considerazioni in vista di una stretta monetaria Torino, 26 maggio 2004 Schema della presentazione In che modo il rialzo dei tassi incide sul prezzo delle azioni

Dettagli

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE

NEL 2012, RENDIMENTO, QUALITÀ E DIVERSIFICAZIONE SARANNO LA CHIAVE DEGLI INVESTIMENTI IN UN QUADRO ECONOMICO MONDIALE IN PROGRESSO MA ANCORA DEBOLE Comunicato stampa Bank of America Merrill Lynch Financial Centre 2 King Edward Street London EC1A 1HQ Per ulteriori informazioni: Ana Iris Reece Gonzalez Donatella Cifarelli Brunswick tel: 02 9288 6200

Dettagli

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio?

I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? I rendimenti USA sono in salita Cosa significa per il tuo portafoglio? 14 marzo, 2011 Dovrebbe essere sufficiente dire che il più grande fondo obbligazionario mondiale, Pimco, ha deciso di uscire dal mercato

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Gennaio/Febbraio 2015 Si preferiscono gli USA L inizio dell anno è cautamente positivo se parliamo dei

Dettagli

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale

Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale No. 4 - Giugno 2013 Tre motivi per investire in fondi alternativi nel contesto attuale Nelle ultime settimane si sono verificati importanti

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari.

Nel complesso nessun dato di oggi è realmente di rilievo per i Mercati Finanziari. 22-lug-2015 Chiusura Borse Asia/Pacifico (ore 09:00): Giappone (Nikkei225): -1,19% Australia (Asx All Ordinaries): -1,49% Hong Kong (Hang Seng): -1,12% Cina (Shangai) +0,21% Singapore (Straits Times) -0,43%

Dettagli

Osservatori metà giugno 2013

Osservatori metà giugno 2013 Osservatori metà giugno 2013 Mercati azionari I mercati azionari hanno iniziato a correggere dal 22 maggio e prodotto nel mese rendimenti divergenti: il mercato americano poco mosso, quello europeo negativo,

Dettagli

Sofia SGR Commodities

Sofia SGR Commodities Sofia SGR Commodities 11 aprile 2013 1 Commodities e Valute Questo mese il nostro report si concentra sulle seguenti trade ideas: Palladio: (view LONG) Update Commodities: Oro, Gas Naturale, Rame, Petrolio,

Dettagli

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre Morning Call 30 OTTOBRE 2015 I temi della settimana Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. la Fed, possibile il rialzo a dicembre Pil Usa del terzo trimestre in calo all 1,5%

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati

MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati MIGLIORI TRADE SUL FOREX PER IL 2012 Ci troviamo di fronte a mercati che, durante il 2011, hanno mostrato fortissima volatilità e che sono stati mossi da diversi fattori macroeconomici, ormai noti alla

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa

Market Focus. Outlook. Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Market Focus Outlook 2015 Un 2015 trainato dagli USA, aspettando l Europa Indice Outlook 2015 05 Scenario 10 Asset Allocation 13 Azioni 19 Obbligazioni 25 Materie Prime 27 Real Estate e Alternativi 28

Dettagli

Settimanale Mercati e Valute, 27 ottobre 2014 In vetta? Valute, azioni e obbligazioni sul crinale fra salita e discesa

Settimanale Mercati e Valute, 27 ottobre 2014 In vetta? Valute, azioni e obbligazioni sul crinale fra salita e discesa Settimanale Mercati e Valute, 27 ottobre 2014 In vetta? Valute, azioni e obbligazioni sul crinale fra salita e discesa Nelle escursioni in alta quota, prima di raggiungere la vetta e poi discenderla, spesso

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

Desenzano del Garda, 14 gennaio 2013. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 14 gennaio 2013. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 14 gennaio 2013 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 10 novembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 9 luglio 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari

View. Fideuram Investimenti. 9 luglio 2015. Scenario macroeconomico. Mercati Azionari. Mercati Obbligazionari 9 luglio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Il rischio dell uscita della Grecia dall euro è fortemente

Dettagli