SEGRATE INVESTE SUI GIOVANI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SEGRATE INVESTE SUI GIOVANI"

Transcript

1 SEGRATE INVESTE SUI GIOVANI I giovani sono la nostra principale risorsa. Per questo vogliamo dar loro scuole moderne, strutture sportive in ogni quartiere, nuovi spazi di aggregazione e servizi loro dedicati che, affiancati al fondamentale ruolo educativo della famiglia, possano prevenire qualsiasi tipo di disagio. Per questo continueremo a sostenere anche il ruolo fondamentale svolto dalle parrocchie e dagli oratori. (A. Alessandrini )

2 Le opere: 7.01 Realizzare la nuova biblioteca di Segrate Centro all interno della sede, completamente riqualificata del vecchio Comune di via XXV Aprile con spazi di aggregazione per giovani e anziani, caffetteria, auditorium per concerti e conferenze, spazio espositivo e spazi per associazioni culturali del territorio. La biblioteca diventerà il motore delle attività culturali del centro città attraverso eventi di diffusione e condivisione della lettura che potranno trovare una scenografica sede anche nel vicinissimo Centroparco.

3 Obiettivi: La biblioteca pubblica fornisce servizi finalizzati a soddisfare le esigenze di istruzione, informazione, sviluppo personale e svago dei cittadini. La nuova Biblioteca consentirà di usufruire di spazi nuovi ed ampi adatti a stimolare la lettura e l approfondimento culturale grazie anche alla multifunzionalità degli strumenti a disposizione Target: Cittadini, city users, associazioni e altri stakeholder in genere Centro di responsabilità: Sezione Lavori Pubblici - Sezione Cultura, Sport e No Profit Biblioteca Comunale Risorse: Sono stati stanziati circa mila euro, via via incrementati

4 Cosa abbiamo fatto Il progetto di ristrutturazione dell ex sede municipale, approvato nel 2009 e oggetto di successive varianti, è in fase di ultimazione. A completamento dell intervento nel 2012 è stato anche approvato il progetto di riqualificazione delle aree esterne per un importo di euro. Dal vecchio Comune di via XXV Aprile nascerà un nuovo Centro civico, culturale polifunzionale. In questa nuova sede, la biblioteca, che conta su un patrimonio di circa 45 mila volumi, oltre che una consistente quantità di materiali audiovisivi e multimediali, avrà a disposizione spazi più ampi e più idonei alle proprie funzioni. Le attività aumenteranno e gli orari di apertura saranno più ampi per soddisfare pienamente i bisogni dei cittadini. La biblioteca occuperà il primo piano del Centro, dove ci saranno anche sale multimediali, lo spazio You Point dedicato ai giovani dai 15 ai 25 anni, uno spazio per le novità librarie, un area bambini e ragazzi (da 0 a 15 anni). Gli utenti avranno a disposizione internet e rete wireless e potranno leggere e ascoltare cd e dvd. La biblioteca offrirà servizio di prestito e prestito interbibliotecario, accesso a biblioteche digitali e servizi online. Fungerà inoltre da Informagiovani e reference. Continuerà a organizzare attività per bambini e ragazzi, mostre bibliografiche, incontri con autori, gruppi di lettura I nuovi spazi della biblioteca insieme al centro culturale, saranno inaugurati con una settimana di eventi dal 25 maggio al 2 giugno 2013.

5 Le opere: 7.08 Ampliare la zona esterna della piscina comunale con la realizzazione di una nuova vasca all aperto e di un area di giochi d acqua attrezzata

6 Obiettivi: L obiettivo è quello di dare ai cittadini segratesi una struttura sempre più ricca di servizi per lo sport e il tempo libero sia degli adulti che dei ragazzi. Target: Cittadini, city users, famiglie Centro di responsabilità: Sezione Lavori Pubblici - Sezione Cultura, Sport e No Profit Cosa abbiamo fatto: Il Comune ha contattato il nuovo gestore della Piscina per sondare la possibilità che lo stesso realizzi l ampliamento della zona esterna

7 Le opere: 7.09 Riqualificare la zona sportiva di Via XXV Aprile, realizzando un nuovo Palazzetto dello Sport e un campo di calcio in sintetico con spogliatoi e sede della Polisportiva Città di Segrate

8 Obiettivi: Spostare gli impianti sportivi di Segrate Centro dedicati al calcio e al calcetto in un unica struttura consentirà di liberare lo spazio attualmente occupato nel centro sportivo di via XXV Aprile. Spazio che servirà all ampliamento della piscina, la realizzazione di un parcheggio a servizio della nuova area pedonale e del nucleo commerciale e amministrativo della città, e la realizzazione di un area verde attrezzata per il gioco e lo svago dei bambini e dei giovani. Target: Giovani e cittadini Centro di responsabilità: Sezione Lavori Pubblici Risorse: Circa sono stati utilizzati per la riqualificazione del centro sportivo Pastrengo di via I Maggio e per la realizzazione di alcuni locali accessori per i servizi annessi agli spogliatoi. Il palazzetto dello sport, mentre si valuta l ipotesi di realizzazione di una nuova struttura, è stato interessato da lavori di adeguamento per circa 210 mila euro

9 Cosa abbiamo fatto: Il progetto di riqualificazione del centro di via XXV Aprile è stato suddiviso in tre fasi, in via di attuazione. Nella prima fase è stato realizzato il nuovo campo di calcio sintetico nel centro sportivo Pastrengo; nella seconda fase, si procederà a demolire i campi da calcio e da calcetto di via XXV Aprile e a spostare i campi di bocce al centro civico Cascina Nuova; nella fase tre, infine, avverrà l ampliamento della piscina e la realizzazione dell area giochi centrale.

10 Le opere: 7.10 Proseguire nella riqualificazione e manutenzione degli impianti sportivi esistenti

11 Obiettivi: Migliorare il livello qualitativo degli impianti sportivi, permettendo un miglior utilizzo degli stessi, aumentando il livello di sicurezza e riducendo i costi di gestione. Target: Cittadini e city users Centro di responsabilità: Sezione Lavori Pubblici Risorse: Nel 2010 sono stati stanziati euro per lavori di manutenzione e euro per opere di riqualificazione. Nel 2011, sono stati messi a bilancio 39 mila euro per le manutenzioni e per le riqualificazioni. Nell elenco annuale 2012 agli impianti sportivi sono stati destinati complessivamente euro, di cui di manutenzione (rifacimento recinzione campo calcio Novegro) e per la riqualificazione delle strutture

12 Cosa abbiamo fatto: Gli interventi hanno riguardato, oltre la manutenzione routinaria in diversi impianti sportivi, la sostituzione della copertura pressostatica al centro di Milano la realizzazione, al Centro Sportivo Pastrengo, di un nuovo campo di calcio in materiale sintetico a 9 giocatori e, trasversalmente, di due campi a 5 giocatori, di nuovi spogliatori e locali di servizio lavori di adeguamento del Palazzetto dello Sport la realizzazione dell alloggio del custode centro sportivo Don Giussani lo spostamento dei campi di bocce al centro civico Cascina Nuova.

13 Le azioni: 7.a Promuovere progetti di educazione alla legalità in funzione antibullismo

14 Obiettivi: Il bullismo è un fenomeno che coinvolge sempre più ragazzi delle nuove generazioni, sia come vittime sia come carnefici, in comportamenti scorretti, illegali e spesso violenti. Attivare percorsi di formazione sul tema significa agire nei contesti dove già il fenomeno purtroppo si è generato proponendo modelli di comportamento e relazionali alternativi. Inoltre intervenendo già dall infanzia è possibile prevenire il fenomeno iniziando i ragazzi alla tolleranza, alla solidarietà e alla risoluzione pacifica dei conflitti. Target: Studenti, giovani, minori, famiglie, operatori scolastici e del sociale. Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi Sezione Trasporti Sezione Rendicontazione Sociale

15 Cosa abbiamo fatto: Nell ambito del servizio di trasporto scolastico sono stati organizzati corsi incentrati sulla problematica del bullismo. Nel 2010 il corso era riservato ai soli operatori del settore, mentre nel 2011 è stato organizzato un corso aperto anche a tutti i segratesi, con particolare riguardo ai genitori dei studenti delle scuole medie. Nel 2012 il contratto relativo al servizio di accompagnamento e assistenza al trasporto scolastico ha previsto la proroga del solo servizio principale, non comprendendo quindi l effettuazione di ulteriori corsi sul bullismo. L esperienza fatta nei tre anni, si è ritenuta conclusa per quello che riguarda gli aspetti puramente informativi e si è sviluppata su altri livelli coinvolgendo direttamente i ragazzi e quindi le scuole cittadine, con cuisono stati realizzati diversi progetti non solo in materia di bullismo, ma anche per educare alla legalità e a comportarsi correttamente sulle strade, far conoscere diritti e doveri, i pericoli del web, riflettere sulla criminalità organizzata, affrontare le problematiche dell adolescenza. A novembre 2012, nell ambito del bando regionale "progettare la parità, è partito il progetto "differenze in gioco, che prevede laboratori rivolti agli studenti e ai genitori delle scuole secondarie di primo grado del territorio sul tema della lotta agli stetreotipi

16 Le azioni: 7.b Promuovere progetti di educazione all utilizzo consapevole delle nuove tecnologie informatiche e dei social network

17 Obiettivi: Innovare e rendere più efficace l insegnamento e l apprendimento delle materie curricolari introducendo le nuove tecnologie nella didattica; potenziare le capacità logiche e comunicative dei ragazzi, stimolarli e migliorarne la motivazione, personalizzare i percorsi didattici e aumentare il successo formativo Target: Studenti, giovani, minori, famiglie, operatori scolastici e del sociale, famiglie Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi

18 Cosa abbiamo fatto: Tutte le scuole secondarie di primo grado sono state dotate di Lavagne Interattive Multimediali (LIM), presenti al momento nel 90% delle classi. L Ente continua a investire in questa direzione. Il contributo regionale di 10 mila euro vinto dal Comune aggiudicandosi il titolo di Ente semplice 2012, è stato destinato infatti all acquisto di altre LIM. Ciò, unitamente all estensione delle aree wifi, ha favorito la fruizione delle tecnologie multimediali e ha consentito ai ragazzi di ottenere una buona alfabetizzazione digitale e di imparare a usare i nuovi strumenti telematici con un approccio multidisciplinare nello studio. Oltre a fornire le nuove LIM, il Comune ha organizzato corsi di formazione ad hoc per i docenti. Grazie ai fondi del Piano per il Diritto allo Studio, la Scuola secondaria di 1 grado Sabin ha potuto sperimentare l uso delle nuove tecnologie in tutte le classi. Ciò ha consentito ai ragazzi di ottenere una buona alfabetizzazione digitale, di imparare ad usare le tecnologie nell attività di studio, di imparare le tecniche di videoscrittura e sperimentare nei laboratori informaticoscientifici e nella produzione di microvideo. L acquisto di una work station Apple dedicata all'editing e alla produzione video ha permesso ai ragazzi di partecipare con "Trash Life" al concorso Kid Witness News di Panasonic e di entrare in finale al concorso italiano "Corti Sonici. Le tecnologie utilizzate, inoltre, sono servite per i contatti con le scuole straniere del corso a indirizzo linguistico e ad accedere al portale E- schoolnet. Le seconde e terze classi del corso A, inoltre, hanno consolidato l'attività di robotica effettuando oltre 100 ore di lezione in un anno, entrando in un percorso didattico che verrà riproposto e ampliato di anno in anno e realizzando dei veri e propri robot.

19 Le azioni: 7.c Potenziare la diffusione della conoscenza dell inglese con affiancamento di docenti madrelingua per l insegnamento in lingua straniera di alcune materie

20 Obiettivi: Migliorare la padronanza della lingua straniera per consentire ai ragazzi di esprimersi adeguatamente nelle diverse situazioni della vita quotidiana. Target: Studenti e operatori scolastici Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi Cosa abbiamo fatto: Grazie ai fondi del Piano per il Diritto allo Studio hanno avuto accesso al progetto tutte le scuole secondarie di primo grado. I ragazzi con il supporto di docenti madrelingua hanno potuto svolgere attività interessanti come conversazioni di gruppo ed esposizioni orali anche in contesti ludici che hanno favorito l apprendimento e la partecipazione. Ciò ha consentito loro di sviluppare e ampliare le proprie abilità comunicative.

21 Le azioni: 7.d Valorizzare le tradizioni della storia locale implementando e arricchendo la dotazione della realtà museale cittadina di Cascina Ovi

22 Obiettivi: L obiettivo è quello di rilanciare ogni anno l attività del museo di Cascina Ovi in modo da contribuire alla diffusione dei valori culturali cittadini e in modo da sfruttare al massimo le potenzialità del centro polifunzionale a disposizione della cittadinanza. Il nuovo museo di Cascina Ovi, chiamato M.Ovi (Museo Ovi) sarà il fulcro di tutta l attività di valorizzazione della storia locale Target: Cittadini, city users, giovani, anziani, famiglie, associazioni e altri stakeholder in genere Centro di responsabilità: Sezione Cultura, Sport e No Profit Risorse: Sono stati utilizzati stanziamenti di bilancio interni, ma anche contributi concessi dalla Provincia di Milano

23 Cosa abbiamo fatto: Cascina Ovi è oggi un centro civico polifunzionale che ospita tra l altro una sala convegni, utilizzata per gli incontri con gli autori organizzati dalla Biblioteca, e un museo, nel quale è possibile allestire mostre temporanee e permanenti. In particolare il museo ha ospitato nel 2011 la mostra per i 150 anni dell Unità d Italia e la mostra dedicata ad Anna Frank, realizzata in collaborazione con il Governo olandese, la Provincia di Milano e l Anna Frank House. Nel corso del 2012 la mostra dell attività agricola, già ospitata nel 2011, è stata ampliata con l esposizione di modellini di macchine agricole, ma anche di macchine agricole vere e proprie. Ogni anno tutte le scuole cittadine sono invitate a visitare le mostre organizzate. Per promuovere il MOVI e lanciare un attività di merchandising del bookshop interno, si sta studiando un logo ad hoc

24 Le azioni: 7.d Potenziare la diffusione dei camp estivi per bambini e ragazzi

25 Obiettivi: L obiettivo è quello di fornire un supporto sempre più efficace alle famiglie nella gestione dei tempi di lavoro e dei tempi di vita. I camp estivi sono un importante strumento di conciliazione: consentono ai ragazzi di vivere un esperienza relazionale e ludica significativa e ai genitori di continuare a svolgere il proprio lavoro anche nei periodi in cui la scuola è chiusa, potendo lasciare in mani sicure i propri figli Target: Minori e famiglie Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi e Sezione Servizi alla Persona - Sezione Rendicontazione Sociale Sezione Cultura, Sport e No Profit

26 Cosa abbiamo fatto: Il Comune ha già avviato con successo i camp estivi nella stagione Ai camp hanno partecipato circa 1000 ragazzi di tutte le età, coinvolti tra metà giugno e la prima settimana di settembre. Il Comune ha inoltre organizzato un Camp di Natale che ha coinvolto circa 100 bambini dal 27 al 29 dicembre 2011 e dal 3 al 5 gennaio L Amministrazione, dopo aver interpellato i cittadini attraverso un sondaggio, ha accolto la proposta di prevedere un ulteriore camp da svolgersi durante le vacanze di Pasqua, anche queste spesso momento difficile per le famiglie che lavorano. Il primo Camp di Pasqua si è svolto nella primavera del Nel 2012, il City Camp di Acquamarina Sport&Life ha avuto una media di 50 iscritti a settimana; il Blu Camp di SportManagement 25 iscritti a settimana, il CAMP RUGBY del Cus Milano Rugby 25 iscritti a settimana.

27 I servizi: Dotare tutte le classi di Lavagne Interattive Multimediali (LIM) con videoproiettore e computer centrale per innalzare il livello e la qualità dell offerta formativa

28 Obiettivi: Innovare e rendere più efficace l insegnamento e l apprendimento delle materie curricolari. Target: studenti, insegnanti, educatori. Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi Cosa abbiamo fatto: Col semplice utilizzo dei relativi stanziamenti di bilancio tutte le scuole secondarie di primo grado e le scuole primarie sono state già dotate delle LIM

29 I servizi: 2. Introdurre il nuovo sistema di self service per la refezione scolastica nelle scuole ancora sprovviste Le opere: 6. Realizzare il nuovo refettorio nella scuola di Rovagnasco

30 Obiettivi: Rendere più agevole e veloce il servizio di ristorazione scolastica Target: studenti, insegnanti, educatori Centro di responsabilità: Sezione Servizi Educativi Cosa abbiamo fatto: Anche in questo caso gli stanziamenti di bilancio hanno garantito l introduzione del self service in tutte le scuole secondarie di primo grado e in cinque scuole primarie: Fermi, Redecesio, Rodari, Novegro, Rovagnasco. Presso la scuola elementare di Rovagnasco è stato realizzato, attraverso un cofinanziamento di circa fra Comune e società Sodexo, un nuovo refettorio della capienza di 280 posti.

31 I servizi: Realizzare il nuovo portale comunale con servizi online

32 Obiettivi: L obiettivo primario è fornire un servizio sempre più veloce, trasparente e interattivo. Si punta a consentire ai cittadini di accedere con molta più facilità alle informazioni e ai servizi senza doversi recare necessariamente in Comune. Si intende inoltre pubblicizzare e promuovere iniziative ed eventi in maniera efficace e integrata attraverso i media di vecchia e nuova generazione, raggiungendo target diversi, riducendo i costi di stampa e materiale cartaceo, promuovendo l informatizzazione e la digitalizzazione. Target: Cittadini, city users, imprese, associazioni, istituzioni pubbliche e private, altri stakeholder in genere Centro di responsabilità: Sezione Sistemi informatici Risorse: Cosa abbiamo fatto: Il nuovo sito del Comune è andato online a gennaio 2012 arricchito di tanti servizi accessibili direttamente da casa per rendere il rapporto dei cittadini con il Comune più agile e veloce pagamenti online di servizi scolastici (refezione, prescuola e doposcuola, retta asili nido, scuolabus) diritti di segreteria relativi all Ufficio Edilizia Privata e al SUAP, illuminazione votiva (quest ultimo è il più utilizzato) iscrizione online al nido e ai servizi scolastici in generale: refezione, Commissione Mensa, buono libro, trasporto scolastico (più di mille persone hanno gestito le operazioni senza venire in Comune) prenotazione online per il rilascio/rinnovo della carta d identità elettronica e cartacea e per il cambio di residenza (azzerando i tempi di attesa per questi servizi) In arrivo nel corso del 2013 anche la possibilità di visualizzare le multe online e pagarle tramite carta di credito

33 I servizi: Potenziare la web tv comunale

34 Obiettivi: L obiettivo è quello di realizzare un canale privilegiato di informazione espressamente dedicato al Comune e ai suoi cittadini e di strutturare una comunicazione efficace e mirata sui servizi, le attività, gli eventi dell Ente, ma anche sulle emergenze e le problematiche del territorio. Target: Cittadini, city users, imprese, associazioni, istituzioni pubbliche e private, altri stakeholder in genere Centro di responsabilità: Sezione Sistemi informatici Cosa abbiamo fatto: Gli alti costi di gestione della web tv comunale hanno portato il Comune a decidere di convogliarne i contenuti su un canale dedicato di YouTube, collegato direttamente al nuovo sito web. Questa risorsa non comporta spese e garantisce gli stessi risultati: consentirà comunque di mantenere il contatto con i cittadini utenti della Rete

35 Cosa resta ancora da fare entro il 2015: 2. Realizzare un nuovo Centro Civico a Lavanderie nello spazio del mercato coperto, dotato di aule studenti e spazi di aggregazione per i giovani 3. Realizzare una nuova piscina coperta e scoperta a Redecesio con la prospettiva di renderla centro federale del Coni 5.Completare il plesso scolastico della Leopardi in Segrate Centro con la realizzazione della scuola elementare e istituire un servizio di trasporto dedicato da tutta Segrate 7.Completare la scuola di Novegro con la realizzazione di una tensostruttura a copertura del campo basket e spogliatoi

36 Percentuale di raggiungimento degli obiettivi:

10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO

10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO 10. SEGRATE UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO Ancora più efficienza della macchina comunale grazie alla costante estensione dei servizi ottenuta mediante l ottimizzazione dei costi e dei tempi. Il Comune

Dettagli

8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI

8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI 8. SEGRATE: PIU TEMPO PER LA FAMIGLIA E I FIGLI L impegno sarà quello di promuovere azioni di armonizzazione e conciliazione dei tempi di vita, di lavoro e personali: l obiettivo è offrire un aiuto concreto

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. 036272147 - Fax 0362333550 - E-mail: info@icviacialdini.it- CF:83010500151

Dettagli

San Gabriele. Istituto SCUOLA PARITARIA CATTOLICA. iscrizioni 2015-16

San Gabriele. Istituto SCUOLA PARITARIA CATTOLICA. iscrizioni 2015-16 Istituto San Gabriele SCUOLA PARITARIA CATTOLICA L offerta formativa 2015-16 Scuola dell infanzia Scuola primaria Scuola secondaria di I grado Liceo Classico Liceo delle Scienze Umane ec.soc. Liceo Scientifico

Dettagli

N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE Situazione e Caratteristiche. ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI Situazione e Caratteristiche

N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE Situazione e Caratteristiche. ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI Situazione e Caratteristiche ALLEGATO N 1 SCUOLA DELL INFANZIA VIA XXVIII APRILE ALLEGATO N 2 SCUOLA DELL INFANZIA VIA ROSTAGNI ALLEGATO N 3 SCUOLA PRIMARIA CORSO SOLERI ALLEGATO N 4 SCUOLA PRIMARIA LUGI EINAUDI ALLEGATO N 5 SCUOLA

Dettagli

INFORMARE PER COINVOLGERE:

INFORMARE PER COINVOLGERE: INFORMARE PER COINVOLGERE: I Servizi e i Progetti per i Giovani del Comune di Cinisello Balsamo Essere informati sui Servizi e sui Progetti che il Comune mette in campo per i giovani èessenziale: èla prima

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel.

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VIA CIALDINI di scuola dell infanzia, di scuola primaria, di scuola secondaria di primo grado Tel. 036272147 - Fax 0362333550 - E-mail: info@icviacialdini.it- CF:83010500151

Dettagli

Miglior sistema integrato di conciliazione

Miglior sistema integrato di conciliazione Miglior sistema integrato di conciliazione Cooperazione Dipendenti Comunali Internazionale Miglior sistema integrato di conciliazione City Users Cittadini Famiglia Azioni a supporto della cura dei figli

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla

Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Istituto Comprensivo Karol Wojtyla Sintesi del Piano Dell offerta Formativa A.S. 2014-2015 16 gennaio 2015: presentazione delle scelte educativo-didattiche ai genitori (ore 18.00) 17 gennaio 2015: scuola

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Scuola primaria XII OTTOBRE Via Galeazzo,28 - tel 010506665 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN FRUTTUOSO ad indirizzo musicale Via Berghini, 1-16132 Genova TEL. 010352712 fax 0105220210 e-mail geic808008@istruzione.it - www.icsanfruttuoso.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

Dettagli

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it

Il piano generale di sviluppo 2010-2014. Città di Seriate - www.comune.seriate.bg.it Il piano generale di sviluppo 2010-2014 1 Cos è il piano generale di sviluppo Uno degli strumenti di programmazione e di rendicontazione finanziaria di mandato Citato (solamente citato) in due norme sull

Dettagli

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico

DPR275/1999 L107/2015. Durata Annuale Triennale-revisione annuale. Indirizzi Consiglio d Istituto Dirigente Scolastico Prot. 4828/A22 Surbo, 25/09/2015 LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 PREMESSA La Legge 107/2015 di Riforma del sistema nazionale di istruzione e

Dettagli

PROGETTI TRASVERSALI PROGETTO FINALITÀ DESTINATARI

PROGETTI TRASVERSALI PROGETTO FINALITÀ DESTINATARI PROGETTI TRASVERSALI FINALITÀ DESTINATARI SCIENZE MOTORIE: 1. PSICOMOTRICITA 2. GIOCO-SPORT 3. SPORTIVAMENTE A SCUOLA Acquisire la conoscenza-coscienza del proprio Io corporeo e la capacità d interagire

Dettagli

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432

LE SCUOLE PRIMARIE. SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 LE SCUOLE PRIMARIE SCUOLA PRIMARIA B. FERRARI DI LANGHIRANO n. classi 20 n. alunni 432 La scuola primaria B. Ferrari è ospitata in un edificio storico di pregio la cui costruzione risale all anno 1927

Dettagli

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013.

ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. ASSESSORATO ALL ISTRUZIONE RELAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE DELL ESERCIZIO 2011 E BILANCIO PLURIENNALE 2011-2013. La scuola rappresenta un campo privilegiato per la formazione dei cittadini di domani.

Dettagli

Articolo 4 Oggetto Sociale

Articolo 4 Oggetto Sociale Articolo 4 Oggetto Sociale La Cooperativa, con riferimento ai requisiti e agli interessi dei soci, ha per oggetto: 1. Istituire o gestire comunità alloggio, a carattere residenziale o semiresidenziale,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte)

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO. TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO:TROVARE LA STRADA: percorsi, labirinti, sentieri in biblioteca (prima parte) SETTORE e Area di Intervento: D 01 PATRIMONIO ARTISTICO E CULTURALE

Dettagli

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA

Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) Il CONSIGLIO DI ISTITUTO ADOTTA Linee di indirizzo generali per le attività della scuola (delibera n. 109 - Consiglio di Istituto del 9 aprile 2015) VISTO il DPR 8 marzo 1999, n. 275 art. 3, c.3: Il Piano dell'offerta formativa è elaborato

Dettagli

PRESENTAZIONE DI CUBO CUBO

PRESENTAZIONE DI CUBO CUBO Carta dei Servizi PREMESSA La Carta dei Servizi è il documento che individua i principi, le disposizioni e gli standard qualitativi dei servizi offerti da CUBO, al fine di tutelare le esigenze dei visitatori

Dettagli

Scuola Primaria Gramsci Via Motrassino, 10. Scuola Primaria Romero Via Guarini, 19

Scuola Primaria Gramsci Via Motrassino, 10. Scuola Primaria Romero Via Guarini, 19 Scuola Primaria Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola Primaria Rigola Via G.Amati, 134 Scuola Primaria Romero Via Guarini, 19 a.s. 2015-2016 Scuola Primaria A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola Primaria O.Romero

Dettagli

Livorno città digitale

Livorno città digitale Comune di Livorno Livorno città digitale Livorno città digitale Uno degli adempimenti dei primi 100 giorni del mandato è stata l ideazione e la formalizzazione nel Libro Bianco dell Innovazione tecnologica,

Dettagli

Vivere il museo 2013

Vivere il museo 2013 OBIETTIVI DEL PROGETTO: 1. ACQUARIO CIVICO (Sede 91334) Scheda progetto Vivere il museo 2013 apporre migliorie alle vasche espositive del percorso interno supportando il lavoro dei biologi acquaristi nella

Dettagli

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato

Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato Presentazione dell Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini del Comune di Prato La nuova biblioteca pubblica della città di Prato, l Istituto Culturale e di Documentazione Lazzerini, è situata

Dettagli

PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA

PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA PROGRAMMA 03 TERRITORIO E QUALITA URBANA DEMANIO E PATRIMONIO Responsabile: sotto il profilo gestionale Aldini Laura Sotto il profilo di indirizzo amministrativo politico Rebellato Martino Breve descrizione

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO DELL ISTITUZIONE BIENNIO 2012-14

PIANO DI MIGLIORAMENTO DELL ISTITUZIONE BIENNIO 2012-14 ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO «BORGO VALSUGANA» 38051 Borgo Valsugana (TN) Via A. Spagolla, 1 CF 90009750226 tel 0461/753179 fax 0461/754131 segr.ic.borgovalsugana@scuole.provincia.tn.it

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018

LINEE DI INDIRIZZO PER LA STESURA DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA PER IL TRIENNIO 2015/2018 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE GOFFREDO PARISE Scuola dell Infanzia, Primaria, Secondaria di I grado Sede associata CPIA (VI) - Centro Provinciale Istruzione Adulti Via IV Martiri, 71-36071 ARZIGNANO (VI)

Dettagli

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it

OPEN DAY. Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico. Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it Istituto Comprensivo Luigi Settembrini via Sebenico OPEN DAY Sito web: luigisettembrini.gov.it E-Mail: rmic8ea00r@istruzione.it 1 Sede Operativa per la Formazione Continua e Superiore Attività conformi

Dettagli

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia

Istituto Comprensivo di Sedegliano. Tutti a scuola. Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia Istituto Comprensivo di Sedegliano Tutti a scuola Piccola guida alle nostre scuole dell infanzia gennaio 2009 Presentazione Istituto Comprensivo di Sedegliano Questo opuscolo contiene alcune informazioni

Dettagli

EDUCATORI DELL INFANZIA E DELL INTEGRAZIONE SOCIALE

EDUCATORI DELL INFANZIA E DELL INTEGRAZIONE SOCIALE CORSO DI LAUREA TRIENNALE EDUCATORI DELL INFANZIA E DELL INTEGRAZIONE SOCIALE Classe di Laurea L 19 DIPARTIMENTO DI SCIENZE UMANE COMUNICAZIONE, FORMAZIONE, PSICOLOGIA PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.

Dettagli

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL-

Fasi. Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Relazione finale della Progettazione Learning English through podcasting Docente Roberta Pizzullo Classe E12- Progettazione I anno Corso DOL- Contenuti I contenuti del progetto sono stati discussi e poi

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore VII Serviizii alllla Persona Attività e competenze dei servizi del Settore Servizi alla Persona Servizio Biblioteca - Organizzazione e funzionamento del servizio

Dettagli

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua Organizzazione oraria delle classi prime 8,25 Ingresso 8,30 10,15 Attività didattica 10,15 10,30 Pausa merenda e ricreazione 10,30-12,00 Attività didattica 12,00

Dettagli

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010

PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010 COMUNE DI CISLIANO Provincia di Milano PIANO DIRITTO ALLO STUDIO ANNO SCOLASTICO 2009/2010 Allegato a deliberazione C.C. n. del Pagina 1 di 13 Premessa Dall introduzione del regime di autonomia per le

Dettagli

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta

Meravigliarsi di tutto. è il primo passo della ragione verso la scoperta Meravigliarsi di tutto è il primo passo della ragione verso la scoperta L. P a s t e u r L I C E O S C I E N T I F I C O TA L I S I O T I R I N N A N Z I O r i g i n e Il liceo scientifico è nato nell

Dettagli

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014

ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 ASOLA IMPEGNO COMUNE PROGRAMMA PER LE ELEZIONI AMMINISTRATIVE 2014 La situazione economico e sociale dalla quale partiamo per la elaborazione del nostro programma elettorale è completamente variata rispetto

Dettagli

A. IL CONTESTO. A1. Elementi caratterizzanti il contesto. A.1 Il territorio

A. IL CONTESTO. A1. Elementi caratterizzanti il contesto. A.1 Il territorio A. IL CONTESTO A1. Elementi caratterizzanti il contesto A.1 Il territorio L ambiente socio culturale dei quattro comuni che afferiscono alla Direzione Didattica di Codroipo mostra una generale omogeneità

Dettagli

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015

Prot.n.8233/A32 Chieti, 1 ottobre 2015 ISTITUTO COMPRENSIVO N. 4 CHIETI Via Campobasso, 10-66100 CHIETI - tel. Segreteria : 0871 560525 - - fax: 0871565781 codice fiscale: 93048780691 - codice meccanografico: CHIC83700A Indirizzo di posta elettronica

Dettagli

SCEGLIERE LA SCUOLA SECONDARIA: Incontro con le famiglie

SCEGLIERE LA SCUOLA SECONDARIA: Incontro con le famiglie X ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE STEFANINI Scuola secondaria di I grado Stefanini SCEGLIERE LA SCUOLA SECONDARIA: Incontro con le famiglie Venerdì 23 Gennaio 2015 IL X ISTITUTO COMPRENSIVO Quartiere n. 4

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO STATALE FILIPPO MEDA DI INVERIGO Tel. 031. 607321 - E-mail: sms.inverigo@tiscali.it - Sito: www.icsinverigo.gov.it Direzione e Segreteria dell Istituto Comprensivo: Via

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet

PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet PROGETTO FORMATIVO Scuola e comunicazione nell era di internet La rivoluzione tecnologica innescata dal web e dai social network, ha accentuato l uso quotidiano di nuovi strumenti informatici entrati prepotentemente

Dettagli

Comune di Novedrate Provincia di Como

Comune di Novedrate Provincia di Como Pagina 1 di 16 Legge Regionale n. 31 del 20/03/1980 - Attribuisce al Comune il compito di individuare gli interventi più opportuni a favore di tutte le scuole presenti sul territorio, nel quadro degli

Dettagli

liceo scientifico sportivo

liceo scientifico sportivo imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein liceo scientifico sportivo L ISTITUTO SOBRERO RAPPRESENTA UN POLO FORMATIVO TECNICO-SCIENTIFICO DOTATO DI 35 LABORATORI MODERNI E DI

Dettagli

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI

VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI VI ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE B.CIARI Via Madonna del Rosario, 148 35100 PADOVA Tel. 049/617932 fax 049/607023 - CF 92200190285 e-mail: pdic883002@istruzione.it sito web:6istitutocomprensivopadova.gov.it

Dettagli

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA

UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA IST. COMPRENSIVO BARLASSINA Scuola Secondaria G.Galilei ad INDIRIZZO MUSICALE Dirigente Scolastico Daniela Colombo UN VIAGGIO VERSO LA CONOSCENZA 19/01/2013 educare per istruire Presentazione POF Secondaria

Dettagli

LINGUE E CULTURE MODERNE

LINGUE E CULTURE MODERNE CORSO DI LAUREA TRIENNALE LINGUE E CULTURE MODERNE Classe di Laurea L 11 DIPARTIMENTO DI SCIENZE ECONOMICHE, POLITICHE E DELLE LINGUE MODERNE PRESIDENTE DEL CORSO DI LAUREA Prof.ssa Benedetta Papasogli

Dettagli

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI

5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI PARTE SECONDA 5. LA SCUOLA PRIMARIA DELL'ISTITUTO 5.1. OBIETTIVI EDUCATIVI GENERALI La scuola Primaria promuove il benessere dei bambini e si impegna ad educarli tenendo conto delle diverse dimensioni

Dettagli

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara

La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria. Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara La lavagna interattiva multimediale nella scuola primaria Istituto Comprensivo F.De Pisis Ferrara Lim in classe o in laboratorio? Il progetto suggeriva l introduzione della Lim nelle singole classi, ma

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Ente proponente il progetto COMUNE DI SARROCH Titolo del progetto APERILIBRO Settore ed area di intervento del progetto Area D - Settore : Patrimonio Artistico e Culturale

Dettagli

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova

Mantova, città universitaria a misura di studente. Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova ALLEGATO E PROGETTO ESECUTIVO Mantova, città universitaria a misura di studente Comune Universitario proponente/capofila: Comune di Mantova 1. DATI PROGETTO Nome del Progetto: Mantova, città universitaria

Dettagli

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020

PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PROGRAMMA ELETTORALE MOVIMENTO 5 STELLE 2015-2020 PUNTO (3) SANITA E SERVIZI SOCIALI 1 2 SANITA' E SERVIZI SOCIALI L indirizzo sociale, ovvero il cittadino al centro del progetto comunale, è un punto fondamentale

Dettagli

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI

Liceo Linguistico Regina Mundi LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LICEO LINGUISTICO REGINA MUNDI LA NOSTRA IDENTITÀ Liceo Linguistico Regina Mundi Siamo una scuola cattolica e questa appartenenza ci definisce come uomini e professionisti Siamo impegnati a verificare

Dettagli

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI

PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA DELL INFANZIA 2014-2015 ISCRIZIONI ISTITUTO COMPRENSIVO DI SASSO MARCONI SCUOLA DELL INFANZIA PRIMARIA - SECONDARIA DI PRIMO GRADO Via Porrettana 258 40037 SASSO MARCONI tel.051.841185 fax 051-843224 e-mail: ic.sassomarconi@libero.it -

Dettagli

La scuola one time e i work shop

La scuola one time e i work shop 2 La scuola media del Collegio Rotondi si riconosce per un percorso culturale proiettato in una dimensione internazionale della form. La ricerca di nuove strade e nuove modalità del fare scuola coinvolge

Dettagli

Storia Geografia* Cittadinanza e Costituzione

Storia Geografia* Cittadinanza e Costituzione ISTITUTO ALLE STIMATE VERONA PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Secondaria di primo grado 1. QUADRO ORARIO SETTIMANALE A seguito delle ultime indicazioni ministeriali, l insegnamento di Lettere (che comprende

Dettagli

LA CITTA DEI GIOVANI

LA CITTA DEI GIOVANI LA CITTA DEI GIOVANI Provincia di Cuneo Comune di Bra Area tematica Informagiovani Minori/politiche giovanili/educativa territoriale Cultura/Biblioteca/Scuola di pace Turismo/manifestazioni/Cultura Numero

Dettagli

PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI OFFERTA FORMATIVA CURRICOLARE

PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI OFFERTA FORMATIVA CURRICOLARE PRINCIPI E FINALITÀ GENERALI LA SCUOLA: Concorre alla formazione dell uomo e del cittadino secondo i principi stabiliti dalla Costituzione. Rispetta e valorizza le diversità individuali, sociali e culturali.

Dettagli

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT)

Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) Via Sismondi, 17 - tel. 0572 476298 51017 Pescia (PT) La Scuola Primaria di Valchiusa è situata in una zona verdeggiante meglio conosciuta come Valchiusa e occupa parte della sede centrale dell Istituto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE Dati progettuali NOMINATIVO ENTE OPERATORE LOCALE PROGETTO SEDE DI SERVIZIO ANCI Lombardia / Comune di Cologno Monzese Mariagrazia Targa Biblioteca Civica di Cologno Monzese

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE SEDE DI Biblioteca Civica Via Padre Reginaldo Giuliani, 1 Tel.039.386984 TITOLO PROGETTO Dal centro alla periferia: i confini della lettura 4 OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI Giustino Pasciuti

Dettagli

FERMI da 50 anni! OFFERTA FORMATIVA 2012/13. Per saperne di più partecipa agli open day 17 dicembre e 28 gennaio 14,30-18,30 sede centrale

FERMI da 50 anni! OFFERTA FORMATIVA 2012/13. Per saperne di più partecipa agli open day 17 dicembre e 28 gennaio 14,30-18,30 sede centrale LICEO SCIENTIFICO STATALE ENRICO FERMI SEDE CENTRALE: VIA MAZZINI 176/2 BOLOGNA TEL.051 4298511 - FAX 051/392318 SEDE ASSOCIATA VIA NAZIONALE TOSCANA 1 S.LAZZARO SAVENA Telefono: 051/470141 - Fax: 051/478966

Dettagli

Scuola dell Infanzia Scuola Primaria

Scuola dell Infanzia Scuola Primaria Scuola dell Infanzia Scuola Primaria certificazione di qualità UNI EN ISO 9001:2008 L Istituto Gonzaga è accreditato come Test Center per il rilascio della patente informatica europea E.C.D.L. TRA PRESENTE

Dettagli

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15

9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 9. PROGETTI ANNUALI e ATTIVITA EXTRACURRICOLARI 2014-15 CENTRO DI INFORMAZIONE E CONSULENZA (C.I.C.) Il servizio prevede la consultazione psicologica individuale aperta a tutte le componenti scolastiche:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE SCUOLA DELL'INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE SCUOLA DELL'INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO ISTITUTO COMPRENSIVO OLCESE SCUOLA DELL'INFANZIA SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Distretto XV Via Olcese, 16 00155 ROMA Tel. 062301748 0623296321 Dirigente scolastico: prof.ssa Tiziana

Dettagli

OTTAVO CIRCOLO DI PIACENZA PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA. Direttiva M. 27/12/2012 e CM n 8 del 06/03/2013 Anno Scolastico 2013/2014

OTTAVO CIRCOLO DI PIACENZA PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA. Direttiva M. 27/12/2012 e CM n 8 del 06/03/2013 Anno Scolastico 2013/2014 OTTAVO CIRCOLO DI PIACENZA PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA Direttiva M. 27/12/2012 e CM n 8 del 06/03/2013 Anno Scolastico 2013/2014 Proposto dal G.L.I. d Istituto, per ultima revisione, in data 23 giugno

Dettagli

S uo u l o a l M e M di d a M T A E T R E IA I I I I R ligi g on o e n catt t o t l o ica Ita t liano

S uo u l o a l M e M di d a M T A E T R E IA I I I I R ligi g on o e n catt t o t l o ica Ita t liano SALESIANI DON BOSCO LA STORIA Una tradizione più che centenaria I SALESIANI OGGI A FIRENZE La Scuola Media Il Liceo Scientifico Residenza universitaria ParrocchiaOratorio Casa per ferie Sala Esse STILE

Dettagli

SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni

SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni SUMMER SPORT CAMP 2014 PROGETTO DI CAMPO ESTIVO SPORTIVO E DI POTENZIAMENTO DELLA LINGUA INGLESE DESTINATO AGLI STUDENTI dai 7 ai 14 anni La Società Cooperativa Sociale Kairos, organizza nella prossima

Dettagli

Educando tra Milano e Monza

Educando tra Milano e Monza Scheda progetto Educando tra Milano e Monza Il progetto si sviluppa in quattordici comuni delle provincie di Milano e Monza e in un Associazione di Milano. OBIETTIVI GENERALI La realizzazione del progetto

Dettagli

Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento

Progetto ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune) Ente. Comune di TORRE PELLICE. Settore d'intervento Progetto "ABC ( Asilo nido, Biblioteca, Comune)" Ente Comune di TORRE PELLICE Settore d'intervento Educazione e promozione culturale - Animazione sul territorio Obiettivi del progetto Coinvolgere i giovani,

Dettagli

Prot. 5984 /C23 COM. 4 Treviso, 29/7/2015. Oggetto: Nota informativa sulla quota obbligatoria e sul contributo volontario a. s. 2015/16.

Prot. 5984 /C23 COM. 4 Treviso, 29/7/2015. Oggetto: Nota informativa sulla quota obbligatoria e sul contributo volontario a. s. 2015/16. Prot. 5984 /C23 COM. 4 Treviso, 29/7/2015 Ai genitori degli studenti I.C. 2 Serena Ai rappresentanti di classe Ai docenti Al personale Ata Oggetto: Nota informativa sulla quota obbligatoria e sul contributo

Dettagli

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI

Rosario Montalbano. Assessore all istruzione, personale e servizi al cittadino IL SINDACO E LA GIUNTA INCONTRANO I CITTADINI Rosario Montalbano Assessore all istruzione, 7 NIDI COMUNALI totale iscritti 450 11 NIDI PRIVATI ACCREDITATI (convenzionati per un numero limitato di posti) totale posti 63 1 Sezione Primavera Comunale

Dettagli

PROGETTO CASCINA MONLUE

PROGETTO CASCINA MONLUE Associazione "La Nostra Comunità" TEL. e FAX +39 02 71 55 35 www.lanostracomunita.it E-mail: info@lanostracomunita.it Codice Fiscale n. 97026250155 PROGETTO CASCINA MONLUE non un nostro sogno ma un sogno

Dettagli

ISCRIZIONI a.s. 2014/15

ISCRIZIONI a.s. 2014/15 - 0652209322 ISCRIZIONI a.s. 2014/15 27/01/2014 ISCRIZIONI entro il 28 febbraio SCUOLA SECONDARIA I grado: on line 27/01/2014 Adempimenti delle famiglie - individuare la scuola d interesse (anche attraverso

Dettagli

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA

SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA SCUOLE PARROCCHIALI SAN BIAGIO SCUOLA DELL INFANZIA MARIA BAMBINA 1 COME INSEGNAMO La nostra scuola vive e opera come comunità educante, nella quale cooperano bambini insegnanti, genitori. Si dà molta

Dettagli

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI

GIOVANI E POLITICHE SOCIALI GIOVANI E POLITICHE SOCIALI Le Politiche per i Giovani L Amministrazione Comunale si è posta l obiettivo di potenziare gli interventi a favore dei giovani attraverso lo sviluppo della loro creatività ed

Dettagli

Proposta formativa A.S. 2014 2015

Proposta formativa A.S. 2014 2015 Proposta formativa A.S. 2014 2015 Premio Consiglio Comunale di Portogruaro 12^ Edizione Laboratorio audiovisivo sul tema della promozione nuova Biblioteca comunale La Biblioteca con i tuoi occhi! Premesse

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

COSA OFFRE IL PASCAL?

COSA OFFRE IL PASCAL? I. INDICE RAGIONATO COS E IL PASCAL? UN ISTITUTO ORGANIZZATO IN: 4 indirizzi sperimentali: - Informatico (Indirizzo Tecnico) - Linguistico (Indirizzo Tecnico) - Grafico-Beni Culturali (Liceo artistico)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88

ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 ISTITUTO COMPRENSIVO MARTIRI DELLA LIBERTA - SESTO SAN GIOVANNI Scuola dell'infanzia "E. Marelli 20099 SESTO SAN GIOVANNI (MI)- VIA CAVALLOTTI, 88 I nostri spazi 5 sezioni 2 bagni con servizi igienici

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI.

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO E SECONDO GRADO DI PRIMIERO (TN) Via delle Fonti, 10-38054 Transacqua

Dettagli

Liceo Scientifico "Corradino D'Ascanio" Montesilvano

Liceo Scientifico Corradino D'Ascanio Montesilvano Liceo Scientifico Statale Galilei Pescara - Capofila - Liceo Scientifico Statale D Ascanio - Montesilvano Scuola Secondaria I Grado Rossetti-Mazzini Pescara Associazione Focolare Maria Regina onlus che

Dettagli

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua. Scuola Primaria di Via Massaua

Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua. Scuola Primaria di Via Massaua Istituto Comprensivo Cardarelli-Massaua Scuola Primaria di Via Massaua ISCRIZIONI In data non ancora nota PRESSO LA SCUOLA DI VIA MASSAUA, 5 Da lunedì a venerdì: 8,30-13,30 Lunedì e mercoledì fino alle

Dettagli

Piano dell Offerta Formativa

Piano dell Offerta Formativa Piano dell Offerta Formativa 2014-2015 1 Indice Presentazione della scuola... 3 Carta di identità... 3 Finalità... 3 Filosofia della scuola... 3 AGeSC... 4 Contratto formativo... 5 Premessa... 5 Docenti...

Dettagli

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una

La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle. scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una La biblioteca si accinge a riproporre una serie di attività rivolta alle scolaresche; lo fa dopo un periodo intenso dedicato all allestimento di una nuova sede destinata ai bambini e ai ragazzi e che ha

Dettagli

IIS E.DE NICOLA ISTITUTO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ARTISTICO

IIS E.DE NICOLA ISTITUTO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ARTISTICO IIS E.DE NICOLA ISTITUTO TECNICO per il SETTORE ECONOMICO ISTITUTO TECNICO per il SETTORE TECNOLOGICO LICEO ARTISTICO sede mezzi di trasporto accessibilità studenti disabili presentazione scuola Via Saint

Dettagli

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA

MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA MODELLO DI PROPOSTA DI STRATEGIA DIDATTICA ( Scheda analitica dell idea progettuale 2.0 ) DATI ANAGRAFICI SCUOLA CODICE MECCANOGRAFICO DENOMINAZIONE ISTITUTO meic83503 ISTITUTO COMPRENSIVO DI FRANCAVILLA

Dettagli

lingue ed economia per conoscere il mondo TURISMO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING RELAZIONI INTERNAZIONALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI

lingue ed economia per conoscere il mondo TURISMO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING RELAZIONI INTERNAZIONALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI lingue ed economia per conoscere il mondo TURISMO AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING RELAZIONI INTERNAZIONALI SISTEMI INFORMATIVI AZIENDALI L I.I.S. A.Gritti rappresenta un importante punto di riferimento

Dettagli

PROGRAMMA 02 COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE

PROGRAMMA 02 COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE Linee Programmatiche 2010-2015 SEGRATE: UN COMUNE PIU VICINO AL CITTADINO PROGRAMMA 02 COMUNICAZIONE E RELAZIONI ESTERNE Ancora più efficienza della macchina comunale grazie alla costante estensione dei

Dettagli

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia

Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Anno scolastico 2015-16 Scuole dell Infanzia Scuola dell Infanzia A.Gramsci Via Motrassino, 10 Scuola dell Infanzia H.C.Andersen Via Buozzi di fronte al Liceo Juvarra Scuola dell Infanzia G.Rodari via

Dettagli

Candidatura N. 5032 1-9035 del 13/07/2015 - FESR - realizzazione/ampliamento rete LanWLan

Candidatura N. 5032 1-9035 del 13/07/2015 - FESR - realizzazione/ampliamento rete LanWLan Candidatura N. 5032 1-9035 del 13/07/2015 - FESR - realizzazione/ampliamento rete LanWLan Sezione: Anagrafica scuola Dati anagrafici Denominazione Codice meccanografico Tipo istituto IC 'MATTEI - DI VITTORIO'

Dettagli

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2002-2003

Nuovo X Attivato in continuità con interventi avviati a partire dall anno: 2002-2003 Comune sede progetto: Bolgare AT n. 4 - Grumello Progetto: Spazio Gioco Cerchio dei Piccoli Sede presso Sala polivalente Tel. fax e-mail Tipologia di progetto extrascuola Solo compiti X Compiti e proposte

Dettagli

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015

1.1. DIMENSIONE E COMPLESSITA DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA ORGANICO DI FATTO 2014/2015 PRESENTAZIONE Il Programma Annuale rappresenta lo strumento esecutivo fondamentale per il passaggio dalla fase programmatica all attuazione del Piano dell Offerta Formativa, attraverso l individuazione

Dettagli

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO

PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE DI CASTENASO PIANO ANNUALE PER L INCLUSIVITA ISTITUTO COMPRENSIVO DI CASTENASO ANNO SCOLASTICO 2013/2014 Nel piano annuale per l inclusività sono riassunti i principali dati

Dettagli

Piano dell Offerta formativa anno scolastico 2011/12

Piano dell Offerta formativa anno scolastico 2011/12 Tipologia di scuola Circolo Didattico Codice CHEE01000C Città Atessa Via Luigi Cinalli, 1 C.A.P. 66041 Provincia Chieti Tel./Fax 0872 866223 Codice Fiscale 81001900695 E-mail chee01000c@istruzione.it Sito

Dettagli

PIANO DI EROGAZIONE 2015

PIANO DI EROGAZIONE 2015 Fondazione della Comunità di Monza e Brianza PIANO DI EROGAZIONE 2015 Giovedì 19 Marzo -ore 17 Casa del Volontariato - MONZA 1 Un ultimo sguardo al 2014 2 QUALCHE NUMERO sul 2014 996.000 17 patrocini euro

Dettagli

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni

- Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni Indice L obbligo di istruzione - La scuola, oggi - Istruzione: un dovere e un diritto - A scuola fino a 16 anni - Dopo la terza media - Cosa scegliere? - L istruzione liceale - L istruzione tecnica - L

Dettagli

Biblioteca Scolastica Multimediale. "Pier Paolo Pasolini"

Biblioteca Scolastica Multimediale. Pier Paolo Pasolini Biblioteca Scolastica Multimediale "Pier Paolo Pasolini" Solo l amare, solo il conoscere/ conta, non l aver amato, /non l aver conosciuto. da Il pianto della scavatrice Pier Paolo Pasolini La Biblioteca

Dettagli

Ridurre l abbandono precoce, con attenzione particolare a specifici target

Ridurre l abbandono precoce, con attenzione particolare a specifici target Obiettivo tematico 10 Istruzione e Formazione Risultati attesi Obiettivi Specifici Azioni Interventi di sostegno agli studenti caratterizzati da particolari fragilità (azioni di tutoring e mentoring, attività

Dettagli