IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012"

Transcript

1 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano

2 Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che indica il tempo atmosferico (precisamente la pressione atmosferica) del momento in cui si compie la misurazione: confrontando il dato attuale a quello precedente, è possibile fare trarre qualche conclusione logica sul futuro; ma è uno strumento incompleto :ad esempio, mancano indicazioni sulla intensità e direzione del vento; tuttavia è stato un valido metodo per le previsioni del tempo; la sua validità è legata alla capacità di analisi, alla esperienza e conoscenza dei fenomeni atmosferici locali. Anche sui mercati possiamo confrontare i dati passati con quelli attuali, per ottenere delle indicazioni di massima ma sempre con una dose di buon senso 2 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

3 Il Barometro dei mercati Nel Barometro presenta una visione sintetica delle principali dinamiche dei mercati, da utilizzare per valutare la acquisizione dei fattori produttivi e avere una base di analisi per la definizione di previsioni e dei budget Il Barometro è diviso in due sezioni: Tassi d interesse europei - EURIBOR dedicata alla gestione finanziaria Tasso di cambio eurodollaro e commodity focalizzata alla dinamica della produzione/vendita E disponibile una breve guida alla lettura, con una spiegazione della terminologia adottata e un approfondimento metodologico 3 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

4 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Il fine anno è periodo di resoconto sugli andamenti dei mercati finanziari dell'anno precedente. Aldilà del forte pessimismo microeconomico che ha caratterizzato l'anno con le grosse difficoltà della nostra economia a portare avanti politiche di sviluppo non possiamo non notare che dal punto di vista dei mercati finanziari è stato un anno molto favorevole con molte asset class con performance positive anche importanti e con il listino italico che dopo molte turbolenze ha portato a casa un'annata moderatamente positiva con una performance complessiva positiva del 7,8%. Se il mercato azionario è andato abbastanza bene il mercato del credito è andato molto bene con le performance superiori viste sugli asset considerati più rischiosi mentre le obbligazioni governative hanno avuto performance più modeste almeno nelle componenti dei titoli considerati più sicuri. Sulle valute il 2012 oltre alla forte debolezza dello yen sopratutto dell'ultima parte dell'anno ha visto quasi tutte le valute rivalutarsi contro dollaro escludendo alcune valute minori come la valuta indiana ed il rand sudafricano. Infine le materie prime hanno avuto un'annata moderatamente positiva ma non particolarmente brillante sia in considerazione delle relativa debolezza del dollaro in cui sono prezzate sia perché le materie prime energetiche hanno sentito la pressione della produzione nordamericana in forte espansione grazie alle nuove tecniche estrattive. 4 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

5 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Come dicevamo prima aldilà delle mille turbolenze del 2012 i mercati azionari hanno chiusa un annata positiva; l'msci World AC, cioè l'indice che raggruppa tutti i principali listini azionari, ha avuto una performance positiva di oltre il 13% e così più o meno tutti gli indici mondiali da quelli europei a quelli americani. Tra gli indici meno brillanti si possono annoverare quello spagnolo alla presa con la crisi delle banche locali e quello cinese alle prese con un rallentamento economico ma ancora di più con un listino con delle difficoltà di scambi e con troppe restrizioni operative che favorisce inevitabilmente il listino di Hong Kong. 5 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

6 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sui mercati obbligazionari le performance sono state complessivamente positive ed in particolare ottime da parte dei titoli dei paesi emergenti con performance superiori a molti mercati azionari cosi come per le obbligazioni ad alto rischio e rendimento che hanno raggiunto un rendimento annuale di oltre il 15%. poco performante il decennale Inglese ed i titoli governativi dei paesi cosi detti sicuri che comunque hanno garantito la protezione del capitale nei mesi di alta turbolenza finanziaria 6 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

7 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sugli indici di credito sintetici le performance sono state impressionanti soprattutto nella componente finanziaria dove i cds (i titoli di protezione dal rischio di credito) sui titoli subordinati bancari sono andati all'inferno e ritorno con una performance annuale superiore al 50% ma anche i cds dei titoli senior finanziari hanno sfiorato performance vicine al 50% insieme al ritorno finanziario sul mercato dei titoli ABX tripla A cioè i titoli sintetici che raggruppano al proprio interno i cosi detti mutui subprime nella loro componente più sicura che hanno ripreso valore seppure da livelli estremamente compressi 7 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

8 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sui mercati valutari si è palesata la sfida svalutatrice che ha coinvolto le principali banche centrali mondiali che nell'ultima parte dell'anno ha mostrato una marcata debolezza dello yen che è ritornata ad essere la principale valuta di funding ed un dollaro che tendenzialmente si è mostrato debole salvo rare eccezioni come appunto lo yen precedentemente citato, il real brasiliano, il pesos di un Argentina che non esce dalle secche della ristrutturazione del debito, la rupia indiana, il rand sudafricano e poco altro 8 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

9 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Infine le materie prime hanno si mostrato un annata positiva ma più frutto della debolezza del dollaro piuttosto che della propria forza; le commodities agricole ed i metalli preziosi hanno sovra performato mentre le difficoltà dell'economia ed il boom estrattivo di natural gas e petrolio nord americano ha limitato la performance delle materie prime energetiche (sebbene in Europa questo effetto sia stato molto ridotto da un prezzo del gas naturale molto più alto che negli USA ed un costo di raffinazione del petrolio figlio delle difficoltà produttive di impianti di raffinazione obsoleti). 9 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

10 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 10 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

11 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 11 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

12 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 12 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

13 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 13 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

14 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 14 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

15 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 15 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

16 Tassi di interesse europei EURIBOR Commento sintetico La situazione europea è migliorata a livello finanziario, ma resta molto difficile per l economia reale e la crescita viene prevista ancora lontana: i passi del fiscal compact e della unione bancaria portano ad un governo economico unico per l unione europea La BCE ha ridotto le previsioni di crescita nel 2013, scese a 0,6% - 0,4% Si veda a pagina 23 la tabella delle previsioni Ernt&Young prevede ancora recessione in eurolandia nel 2013, con un nuovo record di disoccupati a 20 milioni, soprattutto in Grecia Spagna e Portogallo In Germania, l occupazione è ancora in crescita e le prossime elezioni nazionali di settembre dovrebbero confermare l attuale governo e la sua politica: test nelle prossime elezioni locali in Bassa Sassonia il 20 gennaio per il CDU, che ha subito una serie di rovesci nelle ultime consultazioni locali In Italia, nuove incertezze politiche saranno messe alla prova dalla prossime elezioni: la riduzione dello spread ( vedere slide a pagina 20), che è costata tanti sacrifici, può essere vanificata da un allentamento delle attuali politiche economiche In Gran Bretagna le continue operazioni di sostegno ai titoli di stato (QE) non hanno intaccato il rating, ancora tripla A, ma sia il debito che il deficit sono in aumento, anche se l occupazione sembra essere ancora sostenuta La situazione delle banche europee sembra migliorata, ma l obiettivo della vigilanza comune è stato di fatto spostato di un anno: La posizione tedesca è quella di sottoporre a vigilanza BCE gli istituti bancari maggiori, di fatto lasciando il sistema della Landsbanken sotto il controllo della BundesBank Stanno iniziando in questi giorni i colloqui per l introduzione di Basilea3, che se adottata richiederebbe maggiori accantonamenti alle banche con conseguente minor possibilità di concedere credito: in USA si è già deciso di posporre l adozione di un sistema così potenzialmente recessivo Lo scandalo LIBOR ha avuto un suo omologo nell EURIBOR, e una commissione d inchiesta inglese ha sottolineato come il sistema finanziario non sia in grado di autoregolarsi : nuove regole e nuovi controlli sono indispensabili per mantanere correttezza nel sistema finanziario Nel sistema bancario europeo ci sono 6mila miliardi di derivati, soprattutto nelle banche svizzere tedesche e francesi Per Deutche Bank i derivati rappresentano il 37% dell attivo e il 14% dei ricavi è da attività di trading, mentre le italo-spagnole sono sotto il 8% le regole che penalizzano gli attivi in titoli di stati in confronto al trading hanno quindi effetti diversi per i diversi sistemi bancari 16 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

17 Tassi di interesse europei EURIBOR Il punto sui mercati: tassi di interesse e accesso al credito La concessione di credito alle imprese è ancora in riduzione, a causa della doppia crisi dei debiti sovrani e dei bilanci bancari Sempre più imprese hanno difficoltà a ottenere credito, e molte sono dissuase da alti tassi di interesse richiesti Una indagine Bankitalia rileva come i criteri di concessione di prestiti siano diventati ancora più selettivi nel secondo semestre 2012, riducendo i volumi del fido accordato o richiedendo ulteriori garanzie Nel futuro, il deleveraging bancario continuerà a ridurre l offerta di credito Aumentano i crediti in sofferenza e quindi gli accantonamenti bancari L applicazione di Basilea 3 avrà effetti di assorbimento di liquidità dal sistema bancario Riduzione anche per il credito ai privati, specie nella concessione dei mutui (-49%) e nel credito al consumo (-12%), con effetti recessivi soprattutto nel settore immobiliare Le difficoltà nell ottenere credito diventano strutturali: le aziende devono gestire il capitale circolante con la massima attenzione; riportiamo le raccomandazioni dello scorso mese: Chiedete alle banche quali sia il vostro rating e su quali variabili è possibile agire per migliorarlo Costruire e tenere aggiornato un budget di cassa Le banche mostrano grande attenzione alle informazioni tratte dalla Centrale dei Rischi e dagli andamentali per valutare rischio impresa e dei suoi clienti: è consigliata una gestione della tesoreria proattiva. Il deterioramento del fatturato o della qualità del credito vengono immediatamente percepiti dalle banche, ed è bene essere molto attenti e puntuali nel predisporre relazioni periodiche sull andamento aziendale 17 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

18 -coin fonte: Banca d Italia 18 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

19 Tassi di interesse europei EURIBOR Si noti la correlazione tra EURIBOR tre mesi e tasso BCE Nel grafico si apprezza l aumento BCE di metà 2011, che accompagna la crescita dei tassi a breve e segue la crescita dei tassi a lungo, che iniziano la loro discesa già nel primo trimestre 2011 e la discesa generale fino a raggiungere i minimi storici attuali ; I tassi di medio/lungo periodo hanno raggiunto una stabilità ai livelli storici minimi, i tassi a breve sono ancora in lenta ma costante riduzione 19 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

20 Tassi di interesse europei EURIBOR Grafico spread BTP BUND fonte: Importante e rapida riduzione dello spread dopo le dichiarazioni BCE del 6 settembre, seguita da una ripresa legata alle incertezze politiche sulla effettiva gestione BCE e da rinnovate preoccupazioni su Spagna e Grecia ; oscillazioni legate alle incertezze sulle scelte politiche europee; raggiunti i minimi di periodo 20 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

21 Tassi di interesse europei EURIBOR grafico BUND Dopo una discesa fino a quota 135, da metà marzo il BUND è risalito a 142, ancora una volta in seguito a timori sul rischio dei debiti sovrani Nel dettaglio si nota come il BUND sia salito ai massimi da tre anni, in giugno ha avuto un importante storno e da settembre, in attesa e dopo le dichiarazioni BCE è in deciso calo seguito da una ripresa dei corsi per le incertezze sulla gestione del salvaspread da parte della BCE e da problemi economici e finanziari in Spagna ; recenti rialzi per tornare ai massimi storici : rapida discesa a fine anno per un flight-to-risk e da aspettative di riduzione degli asset detenuti dalla banche centrali 21 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

22 Tassi di interesse europei EURIBOR Curva dei tassi tedeschi: fonte Bloomberg Le scadenze fino ad un anno sono intorno allo zero, la scadenza 10y ( il BUND) è al 1,5%, in lieve risalita nell ultima settimana ma ancora lontana dal 2% del marzo Commissione Finanza e Controllo di Gestione

23 Forecast BCE aggiornamento quadrimestrale, prossimo aggiornamento 15 marzo Commissione Finanza e Controllo di Gestione

24 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 24 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

25 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 25 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

26 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 26 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

27 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico in USA l accordo sul fiscal cliff, concluso in extremis alla chiusura dell anno, ha evitato una crisi di fiducia dei mercati sulla tenuta delle politiche economiche USA L accordo sembra essere però deludente negli importi e nella qualità, dato che si è trattato solo sulle imposte e non sui tagli di spesa: si veda lo schema nella pagina seguente Anche il FMI ha detto che l accordo «Non basta a riportare i conti sulla retta via» La FED ha dichiarato di collegare gli stimoli all economia al tasso di disoccupazione Sono stati dichiarati espliciti target economici una disoccupazione scesa almeno al 6,5% con l inflazione a uno o due anni entro il 2,5% Le minute FED pubblicate nel 2013 mostrano però una posizione molto meno decisa : il sostegno potrebbe concludersi comunque nel 2013 Fitch ha sottolineato che la situazione del debito statunitense non è buona, e a febbraio si verificherà se sia il caso di fare un downgrade dalla doppia A Il debito pubblico USA è sopra il 120% del PIL A tra fine febbraio ed inizio marzo l'economia USA alla prova della politica: -deadline del limite del debito a fine febbraio -100 billions di sequester cuts a partire dal 1 di marzo -continuing budget resolution in scadenza il 27/03 Possibili quindi nuove incertezze legate alla posizione dei repubblicani sui tagli alla spesa 27 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

28 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico La Cina dà forti segnali di forza economica, e di fatto si presenta come la maggiore economia in espansione a tassi superiori al 7%, con il PIL in accelerazione nell ultimo trimestre a + 8,4% Anche se l export cinese è rallentato a +2,9% contro il 9% previsto, la domanda interna è in crescita Accelerazione dell industria: l indice Pmi del settore manifatturiero a dicembre è salito a quota 50,9 Le imprese cinesi si orientano verso i Bric e gli altri Paesi dell Asia, per calo dell export verso Europa e Stati Uniti. Prosegue il processo di urbanizzazione, che porterà un aumento degli investimenti Il congresso del Partito ha eletto una solida leadership per i prossimi 10 anni, garantendo fiducia e stabilità. La posizione politica cinese in oriente si sta scontrando con nuove resistenze da parte dei confinanti La Cina ha varato una portaerei e sta facendo manovre di addestramento Il conflitto con il Giappone sulla sovranità delle isole Senkaku-diaoyu ha influenzato le elezioni giapponesi, dove ha vinto la destra, anche a causa della delusione dell elettorato giapponese per il governo uscente 28 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

29 Tassi di cambio eurodollaro e commodity 29 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

30 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico (segue) I mercati delle commodity sono moderatamente ottimisti, ritenendo che la economia globale abbia smesso di ridursi anche se non ha ancora iniziato una solida ripresa: il superamento del fiscal cliff è stato visto positivamnente, anche se i mercati hanno avuto due settimane a volumi ridotti a causa delle festività Il petrolio chiude il 2012 con una media del Brent di 111,65 dollari al barile, Il Financial Times prevede Il prezzo del Brent al barile superiore a 100 $ per tutto il 2013, nonostante l'aumento del volume delle estrazioni in Nord America sull'onda della rivoluzione energetica delle estrazioni shale oil ; l'aumento della produzione di petrolio negli Stati Uniti e in Canada compenserà l'interruzione dell'estrazione di Norvegia e Gran Bretagna, a causa dell'esaurimento dei giacimenti Secondo un sondaggio condotto da Reuters tra 26 analisti, nel 2013 il prezzo del greggio dovrebbe calare intorno a 108 dollari al barile. Il rame si è incrementato nell ultimo mese le prospettive di una situazione fondamentale che negli anni futuri si manterrà favorevole a prezzi storicamente alti; si veda il grafico di lungo periodo nella slide seguente la soluzione del fiscal cliff e gli interventi del governo cinese a favore del mercato interno, dovrebbero definire l andamento del mercato nel prossimo semestre Si conferma la posizione degli Commodity Trading Advisors (Cta) che hanno spinto i prezzi, obbligando chi deteneva operazioni allo scoperto a coprire rapidamente le posizioni, con effetto di aumentare ancora di più i prezzi: assenti ancora dal mercato gli operatori più legati ai fondamentali: per adesso gli operatori cinesi si rivolgono al mercato interno, impiegando le scorte accumulate negli scorsi trimestri 30 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

31 Tassi di cambio eurodollaro e commodity 31 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

32 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Il punto sui mercati: La situazione americana del fiscal cliff e del conseguente rischio di sospensione degli stimoli monetari ha assorbito l attenzione dei mercati: ma appena passata la scadenza, altre preoccupazioni hanno agitato i mercati, sia da parte della FED che dalla mancata ripresa europea Dal punto di vista grafico, il mercato ha tentato più volte di raggiungere quota 1,33 ma è sempre stato respinto: nell ultima settimana ha perso due figure in due giorni, per scivolare poco sopra 1,30. La situazione rimane molto volatile, ma i bassi volumi delle settimane festive facilitano operazioni speculative e occorre aspettare la ripresa della attività per consolidare i prezzi, La volatilità implicita, pur con il rialzo del ultima settimana, è ancora sui minimi pluriennali La riduzione della volatilità indica una minor pressione in acquisto delle opzioni Il valore del future a marzo 2013 è 1, 3055(*) A titolo di mera indicazione operativa, i valori di opzioni (*): le call OTM base 1,3300 scadenza marzo 2013 sono pari a 0,0066 le put OTM base 1,2800 scadenza marzo 2013 sono pari a 0,0071 (*) Dati aggiornati al 4 gennaio Commissione Finanza e Controllo di Gestione

33 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico eurodollaro Sovrapposta la media mobile 100, indicatore comunemente utilizzato per mostrare il trend. Si nota come, dopo la crescita di inizio anno, da maggio a settembre è rimasto tra 1,45 e 1,40 a settembre è sceso fino ai minimi di 1,32 di ottobre per poi risalire dal mese di novembre ha preso una posizione negativa. Minimi di periodo a metà gennaio, poi ripresa fino a quasi 1,35; raggiunti i minimi dell anno a 1,20, costante ripresa con brusca impennata nei primi giorni di settembre fino a 1,28, oscillazioni in settembre e nuova crescita a 1,3070. Oscillazioni intorno a 1,30 seguendo le notizie su fiscal cliff e previsioni di ripresa economica, risalita sulla resistenza a 1,33 e poi brusca ridiscesa sotto 1,31 33 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

34 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzi del rame, considerato proxy dell andamento dell economia La media mobile sovraimposta aiuta a leggere i trend storici Nel 2012 una decisa risalita dei prezzi ma ancora inferiore ai massimi del 2011, risalita che nel mese di febbraio si è arrestata, segnalando poca forza nella economia reale; in marzo una quasi perfetta stabilità dei prezzi, da aprile una discesa ininterrotta dei prezzi verso i minimi di ottobre 2011; Ripresa dei corsi a fine giugno, e costante risalita con brusca impennata negli ultimi giorni legati a situazioni dei magazzini e speculative più che sulla futura crescita economica: oscillazioni in settembre, caduta dei corsi in ottobre per rinnovate incertezze sulla situazione economica mondiale, ripresa da novembre per stime sulla ripresa economica cinese e mondiale : livelli grafici di resistenza, che se superati potrebbero lasciare spazio per una ripresa dei corsi 34 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

35 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzo petrolio Crude Oil WTI. Nel 2012 una iniziale stabilità intorno a 100$, la rapida risalita fino a 110$ e una graduale discesa fino a 103$, grazie al parziale rientro delle tensioni in Iran. I timori sulla crescita economica prendono il sopravvento sulle tensioni geopolitiche e il prezzo scende rapidamente fino ai 80$ e non dà segni di rallentamento, raggiungendo quasi i minimi dell ultimo anno : rapida ripresa dalla fine di giugno, si per motivi legati a fattori legati alla estrazione che per deboli segni di ripresa economica : mercato incerto e volatile in settembre. Ottobre e novembre con violente oscillazioni, risalita in dicembre su speranze di crescita globale 35 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

36 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Andamento della volatilità implicita sull eurodollaro L indicatore è calcolato con la metodologia del VIX : volatilità implicita delle opzioni ATM a 30 giorni nel 2012 una costante anche se non lineare discesa con importante risalita fino a giugno : da metà giugno una discontinua discesa che però a dicembre si è interrotta : dopo il minimo a 7%, una brusca risalita a 9% Nell inserto, il dettaglio degli ultimi tre mesi: si nota la forte variabilità 36 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

IL BAROMETRO DEI MERCATI Marzo 2012

IL BAROMETRO DEI MERCATI Marzo 2012 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Marzo 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa Il barometro Il barometro è uno strumento che indica il tempo atmosferico

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Maggio 2012

IL BAROMETRO DEI MERCATI Maggio 2012 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Maggio 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che indica

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Luglio Agosto 2012

IL BAROMETRO DEI MERCATI Luglio Agosto 2012 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Luglio Agosto 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Settembre 2012

IL BAROMETRO DEI MERCATI Settembre 2012 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Settembre 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione -Milano Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che indica

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012

IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Gennaio 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa Il barometro Il barometro è uno strumento che indica il tempo

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Aprile 2013

IL BAROMETRO DEI MERCATI Aprile 2013 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Aprile 2013 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che indica

Dettagli

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati

Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Il contesto attuale e le prospettive dei mercati Petrolio, progressivo rialzo... Brent dal 2010 Fonte: Bloomberg 2 Tassi, in aumento l interbancario... Euribor 3 mesi e tasso Bce a confronto Fonte: Bloomberg

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Maggio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi del Rischio Pag.9 - Disclaimer 2 Analisi Macro Quadro

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi.

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi. SCENARIO 2009 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog

Asset allocation: settembre 2015. www.adviseonly.com www.adviseonly.com/blog Asset allocation: settembre 2015 /blog Come sono andati i mercati? Il rallentamento della Cina, la crisi in Grecia, il crollo delle materie prime e la moderata crescita dell economia americana hanno sollevato

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 12 maggio 2016 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Dopo la revisione al ribasso apportata alle stime

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi l indice dell attività nazionale elaborato dalla Fed di Chicago. Morning Call 24 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di Borsa di Shanghai: andamento I temi del giorno Proseguono le tensioni sui mercati: questa mattina Shanghai segna un -8,7% e il Nikkei segue con

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene

Morning Call 18 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Morning Call 18 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento I temi del giorno Oggi l incontro dei Ministri delle Finanze dell Area euro: nessun accordo su Atene Il Fomc riduce di 25bp le proiezioni

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Euro/dollaro Dopo aver toccato il livello minimo negli ultimi dodici anni, nel secondo trimestre

Dettagli

MICROMACRO. DASHBOARD n 11. NOVEMBRE 2015 (Documento aggiornato con dati disponibili al 23.11.2015) Novembre 2015 1

MICROMACRO. DASHBOARD n 11. NOVEMBRE 2015 (Documento aggiornato con dati disponibili al 23.11.2015) Novembre 2015 1 DASHBOARD n 11 NOVEMBRE 2015 (Documento aggiornato con dati disponibili al 23.11.2015) Novembre 2015 1 INDICE 1. SOMMARIO DEL TRIMESTRE pag. 3 2. QUADRO MACROECONOMICO TRIMESTRALE pag. 6 3. SCENARIO PREVISIONALE

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 Marzo 2014 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei rcati Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Performance deludenti per i titoli e le materie prime a più alto rischio dal momento che questa settimana

Dettagli

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 3 LUGLIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 3 LUGLIO 2015 Sotto i riflettori Usa, tasso di disoccupazione: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro Usa: rallenta la crescita dei nuovi occupati, +223mila a giugno; il tasso

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Morning Call 30 MARZO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Tassi: resta sui

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 13 1.1 Cenni sull economia Nel 2013 l economia mondiale è cresciuta ad un ritmo modesto. Il Prodotto Interno Lordo (PIL) mondiale è salito del 3% circa, in linea con il +3,1%

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 4 OTTOBRE 2015 Il commercio mondiale risente del rallentamento dei paesi emergenti, ma allo stesso tempo evidenzia una sostanziale tenuta delle sue dinamiche di fondo.

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Strategia d investimento obbligazionaria. Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Strategia d investimento obbligazionaria Bollettino mensile no. 8 agosto 2015 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi Disclaimer: tutte le informazioni e le opinioni contenute in questo documento rivestono

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015 12 ottobre 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Confermiamo di non aver apportato revisioni significative

Dettagli

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti.

Europa: oggi nessun dato di rilievo. Stati Uniti: oggi il dato finale sul Pil del Q3 e le vendite delle case esistenti. Morning Call 22 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Ibex: andamento I temi del giorno Macro: oggi il dato finale del Pil Usa del terzo trimestre Il voto spagnolo e lo stallo politico pesano su azionario

Dettagli

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 7 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Euribor ad 1 mese: andamento I temi del giorno Macro Usa: sotto le attese i nuovi occupati ad agosto a +173mila unità, tasso di disoccupazione al 5,1% Tassi:

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 1 Gennaio 214 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Comitato Investimenti 11.1.2016

Comitato Investimenti 11.1.2016 Comitato Investimenti 11.1.2016 1 SNAPSHOT Il 2016 non dovrebbe presentare delle sorprese nell'euro-zona, con ciò il Comitato Investimenti intende un rialzo dei rendimenti, perché l'inflazione è modesta

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Settembre 2015 La volatilità torna alla ribalta Nel 2015 l indice azionario S&P 500 non solo ha fatto registrare

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014

CONGIUNTURA FLASH APRILE 2014 5 APRILE 2014 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Le economie avanzate accelerano, le emergenti frenano ancora. Per la crescita globale la somma è positiva,

Dettagli

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO

I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO Incontro Annuale con gli Investitori del Fondo Sator I CAMBIAMENTI DELLO SCENARIO MACROECONOMICO di Stefano Fantacone (direttore del CER) Nell arco di pochi mesi, lo scenario macroeconomico è profondamente

Dettagli

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014-

Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Analisi Macroeconomica e Strategia di Investimento Aggiornamento Mensile -Gennaio/Febbraio 2014- Le Georges V 14, Avenue de Grande Bretagne MC 98000 Monaco Tél : +377 97 98 29 80 Fax : +377 97 98 29 88

Dettagli

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras Morning Call 22 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 6 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 6 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario globale è ulteriormente peggiorato. EinItalia la diminuzione del PIL proseguirà: il secondo trimestre

Dettagli

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed.

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed. Morning Call 2 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Dow Jones: andamento I temi del giorno Macro: nella manifattura in calo l Ism (Usa), stabile il Pmi (Area euro) Fmi: il rallentamento della Cina

Dettagli

Panoramica del primo trimestre 2011

Panoramica del primo trimestre 2011 Milano, 15 Aprile 2011 Panoramica del primo trimestre 2011 Con la fine del 2010 si è chiuso un periodo piuttosto convulso per l economia mondiale, mentre il 2011 si annunciava come una fase con meno turbolenze.

Dettagli

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo.

Outlook dei mercati. IV Trimestre 2015 ARCA FOCUS. Il presente documento ha semplice scopo informativo. ARCA FOCUS Outlook dei mercati IV Trimestre 2015 1 Indice Outlook di lungo periodo Mercati Azionari 3 Outlook di lungo periodo Mercati Obbligazionari 4 Outlook di medio periodo Opportunità e rischi 5 Outlook

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 4 settembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 9 settembre 2012 A cura dell Ufficio Ricerca

Dettagli

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 APRILE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 APRILE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro: nell Area euro a marzo i prezzi al consumo a -0,1% a/a, oggi i Pmi dell attività manifatturiera

Dettagli

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO

MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO RELAZIONE SEMESTRALE AL 29/06/2007 98 MEDIOLANUM CRISTOFORO COLOMBO NOTA ILLUSTRATIVA SULLA RELAZIONE SEMESTRALE DEL FONDO AL 29 GIUGNO 2007 Signori Partecipanti, il semestre

Dettagli

IL BAROMETRO DEI MERCATI Febbraio 2014

IL BAROMETRO DEI MERCATI Febbraio 2014 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Febbraio 2014 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano Premessa : il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014

Mathema Advisors: Market Report. Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 Mathema Advisors: Market Report Quadro Macro e Valutazione dei Rischi - Febbraio 2014 CONTENUTI Pag.3 - Analisi Macro: Quadro Globale Pag.6 - Analisi Macro: Cina & India Pag.8 - Analisi del Rischio Pag.11

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

La settimana appena conclusa non ha portato nuove buone notizie sul fronte crisi area euro. Da

La settimana appena conclusa non ha portato nuove buone notizie sul fronte crisi area euro. Da Quadro Macroeconomico attuale e previsioni future La settimana appena conclusa non ha portato nuove buone notizie sul fronte crisi area euro. Da Eurogruppo/Ecofin e dal G7 non sono emerse novità di rilievo.

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds

ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie. Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds ALETTI GESTIELLE SGR: View e strategie Valentino Bidone Senior Portfolio Manager Comparto Absolute Return Funds 1 Sintesi Gli attuali squilibri Le prospettive Le strategie nelle varie asset class 2 Gli

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi iornaliera dei Mercati 4 otto, 2010 isita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Si sono consolidati i mercati azionari del corso di questa settimana, dal momento che gli

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 Febbraio 2014 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Le prime settimane dell anno sono state caratterizzate

Dettagli

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70

Morning Call 18 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Morning Call 18 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Curva a scadenza dei Treasury: oggi e al 30 settembre 2015 I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: Ifo tedesco in calo a dicembre a 108,70 Mercati

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 gennaio 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 5 maggio 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015

Relazione Semestrale Consolidata. al 30 giugno 2015 Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2015 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE 1.09 POLITICA FINANZIARIA

Dettagli

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico

Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 DAILY. Sotto i riflettori. La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Morning Call 5 SETTEMBRE 2014 Sotto i riflettori Cambio Eur/Usd: andamento intraday ieri e oggi I temi del giorno La Bce riduce ancora il costo del denaro: tasso repo allo 0,05%, nuovo minimo storico Tassi:

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 14 GENNAIO 2016 Sotto i riflettori Indice S&P500: andamento I temi del giorno Macro Area euro: calo marcato per la produzione industriale dell Area, a dicembre -0,7% su base mensile Banche

Dettagli

MAGGIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-6 Pagine 5

MAGGIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-6 Pagine 5 5 MAGGIO 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 L economia italiana va meglio dell atteso. È indispensabile cogliere l opportunità di innalzare il potenziale

Dettagli

Scenario economico e politiche

Scenario economico e politiche Scenario economico e politiche Fedele De Novellis Bergamo, 14 giugno 2013 www.refricerche.it Schema generale Rallentamento economia globale nel 2012 (crisi della periferia europea) Reazione politiche monetarie

Dettagli

View. Mercati Obbligazionari

View. Mercati Obbligazionari 10 novembre 2015 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica

Maggio 2015. Nota congiunturale sintetica Maggio 2015 Nota congiunturale sintetica Eurozona Previsioni Nel primo trimestre del 2015, il Pil dell'eurozona è atteso in crescita a un ritmo dello 0,4%, che dovrebbe ripetersi anche nel secondo trimestre

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua

Morning Call 18 AGOSTO 2014 DAILY. Sotto i riflettori. Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Morning Call 18 AGOSTO 2014 Sotto i riflettori Rendimento Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: invariato t/t il Pil dell Area nel Q2, +0,7% su base annua Nuovi minimi storici per

Dettagli

Aggiornamento sui mercati obbligazionari

Aggiornamento sui mercati obbligazionari Aggiornamento sui mercati obbligazionari A cura di: Pietro Calati 20 Marzo 2015 Il quadro d insieme rimane ancora costruttivo Nello scorso aggiornamento di metà novembre dell anno passato i segnali per

Dettagli