IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012"

Transcript

1 Strumenti di finanza per commercialisti IL BAROMETRO DEI MERCATI Dicembre 2012 Commissione Finanza e Controllo di Gestione - Milano

2 Premessa Il concetto del barometro Il barometro è uno strumento che indica il tempo atmosferico (precisamente la pressione atmosferica) del momento in cui si compie la misurazione: confrontando il dato attuale a quello precedente, è possibile fare trarre qualche conclusione logica sul futuro; ma è uno strumento incompleto :ad esempio, mancano indicazioni sulla intensità e direzione del vento; tuttavia è stato un valido metodo per le previsioni del tempo; la sua validità è legata alla capacità di analisi, alla esperienza e conoscenza dei fenomeni atmosferici locali. Anche sui mercati possiamo confrontare i dati passati con quelli attuali, per ottenere delle indicazioni di massima ma sempre con una dose di buon senso 2 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

3 Il Barometro dei mercati Nel Barometro presenta una visione sintetica delle principali dinamiche dei mercati, da utilizzare per valutare la acquisizione dei fattori produttivi e avere una base di analisi per la definizione di previsioni e dei budget Il Barometro è diviso in due sezioni: Tassi d interesse europei - EURIBOR dedicata alla gestione finanziaria Tasso di cambio eurodollaro e commodity focalizzata alla dinamica della produzione/vendita E disponibile una breve guida alla lettura, con una spiegazione della terminologia adottata e un approfondimento metodologico 3 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

4 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Il fine anno è periodo di resoconto sugli andamenti dei mercati finanziari dell'anno precedente. Aldilà del forte pessimismo microeconomico che ha caratterizzato l'anno con le grosse difficoltà della nostra economia a portare avanti politiche di sviluppo non possiamo non notare che dal punto di vista dei mercati finanziari è stato un anno molto favorevole con molte asset class con performance positive anche importanti e con il listino italico che dopo molte turbolenze ha portato a casa un'annata moderatamente positiva con una performance complessiva positiva del 7,8%. Se il mercato azionario è andato abbastanza bene il mercato del credito è andato molto bene con le performance superiori viste sugli asset considerati più rischiosi mentre le obbligazioni governative hanno avuto performance più modeste almeno nelle componenti dei titoli considerati più sicuri. Sulle valute il 2012 oltre alla forte debolezza dello yen sopratutto dell'ultima parte dell'anno ha visto quasi tutte le valute rivalutarsi contro dollaro escludendo alcune valute minori come la valuta indiana ed il rand sudafricano. Infine le materie prime hanno avuto un'annata moderatamente positiva ma non particolarmente brillante sia in considerazione delle relativa debolezza del dollaro in cui sono prezzate sia perché le materie prime energetiche hanno sentito la pressione della produzione nordamericana in forte espansione grazie alle nuove tecniche estrattive. 4 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

5 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Come dicevamo prima aldilà delle mille turbolenze del 2012 i mercati azionari hanno chiusa un annata positiva; l'msci World AC, cioè l'indice che raggruppa tutti i principali listini azionari, ha avuto una performance positiva di oltre il 13% e così più o meno tutti gli indici mondiali da quelli europei a quelli americani. Tra gli indici meno brillanti si possono annoverare quello spagnolo alla presa con la crisi delle banche locali e quello cinese alle prese con un rallentamento economico ma ancora di più con un listino con delle difficoltà di scambi e con troppe restrizioni operative che favorisce inevitabilmente il listino di Hong Kong. 5 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

6 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sui mercati obbligazionari le performance sono state complessivamente positive ed in particolare ottime da parte dei titoli dei paesi emergenti con performance superiori a molti mercati azionari cosi come per le obbligazioni ad alto rischio e rendimento che hanno raggiunto un rendimento annuale di oltre il 15%. poco performante il decennale Inglese ed i titoli governativi dei paesi cosi detti sicuri che comunque hanno garantito la protezione del capitale nei mesi di alta turbolenza finanziaria 6 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

7 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sugli indici di credito sintetici le performance sono state impressionanti soprattutto nella componente finanziaria dove i cds (i titoli di protezione dal rischio di credito) sui titoli subordinati bancari sono andati all'inferno e ritorno con una performance annuale superiore al 50% ma anche i cds dei titoli senior finanziari hanno sfiorato performance vicine al 50% insieme al ritorno finanziario sul mercato dei titoli ABX tripla A cioè i titoli sintetici che raggruppano al proprio interno i cosi detti mutui subprime nella loro componente più sicura che hanno ripreso valore seppure da livelli estremamente compressi 7 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

8 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Sui mercati valutari si è palesata la sfida svalutatrice che ha coinvolto le principali banche centrali mondiali che nell'ultima parte dell'anno ha mostrato una marcata debolezza dello yen che è ritornata ad essere la principale valuta di funding ed un dollaro che tendenzialmente si è mostrato debole salvo rare eccezioni come appunto lo yen precedentemente citato, il real brasiliano, il pesos di un Argentina che non esce dalle secche della ristrutturazione del debito, la rupia indiana, il rand sudafricano e poco altro 8 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

9 Approfondimento del mese Un sintetico bilancio del 2012 Infine le materie prime hanno si mostrato un annata positiva ma più frutto della debolezza del dollaro piuttosto che della propria forza; le commodities agricole ed i metalli preziosi hanno sovra performato mentre le difficoltà dell'economia ed il boom estrattivo di natural gas e petrolio nord americano ha limitato la performance delle materie prime energetiche (sebbene in Europa questo effetto sia stato molto ridotto da un prezzo del gas naturale molto più alto che negli USA ed un costo di raffinazione del petrolio figlio delle difficoltà produttive di impianti di raffinazione obsoleti). 9 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

10 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 10 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

11 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 11 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

12 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 12 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

13 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 13 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

14 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 14 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

15 Tassi di interesse europei EURIBOR Le notizie più significative (headlines) 15 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

16 Tassi di interesse europei EURIBOR Commento sintetico La situazione europea è migliorata a livello finanziario, ma resta molto difficile per l economia reale e la crescita viene prevista ancora lontana: i passi del fiscal compact e della unione bancaria portano ad un governo economico unico per l unione europea La BCE ha ridotto le previsioni di crescita nel 2013, scese a 0,6% - 0,4% Si veda a pagina 23 la tabella delle previsioni Ernt&Young prevede ancora recessione in eurolandia nel 2013, con un nuovo record di disoccupati a 20 milioni, soprattutto in Grecia Spagna e Portogallo In Germania, l occupazione è ancora in crescita e le prossime elezioni nazionali di settembre dovrebbero confermare l attuale governo e la sua politica: test nelle prossime elezioni locali in Bassa Sassonia il 20 gennaio per il CDU, che ha subito una serie di rovesci nelle ultime consultazioni locali In Italia, nuove incertezze politiche saranno messe alla prova dalla prossime elezioni: la riduzione dello spread ( vedere slide a pagina 20), che è costata tanti sacrifici, può essere vanificata da un allentamento delle attuali politiche economiche In Gran Bretagna le continue operazioni di sostegno ai titoli di stato (QE) non hanno intaccato il rating, ancora tripla A, ma sia il debito che il deficit sono in aumento, anche se l occupazione sembra essere ancora sostenuta La situazione delle banche europee sembra migliorata, ma l obiettivo della vigilanza comune è stato di fatto spostato di un anno: La posizione tedesca è quella di sottoporre a vigilanza BCE gli istituti bancari maggiori, di fatto lasciando il sistema della Landsbanken sotto il controllo della BundesBank Stanno iniziando in questi giorni i colloqui per l introduzione di Basilea3, che se adottata richiederebbe maggiori accantonamenti alle banche con conseguente minor possibilità di concedere credito: in USA si è già deciso di posporre l adozione di un sistema così potenzialmente recessivo Lo scandalo LIBOR ha avuto un suo omologo nell EURIBOR, e una commissione d inchiesta inglese ha sottolineato come il sistema finanziario non sia in grado di autoregolarsi : nuove regole e nuovi controlli sono indispensabili per mantanere correttezza nel sistema finanziario Nel sistema bancario europeo ci sono 6mila miliardi di derivati, soprattutto nelle banche svizzere tedesche e francesi Per Deutche Bank i derivati rappresentano il 37% dell attivo e il 14% dei ricavi è da attività di trading, mentre le italo-spagnole sono sotto il 8% le regole che penalizzano gli attivi in titoli di stati in confronto al trading hanno quindi effetti diversi per i diversi sistemi bancari 16 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

17 Tassi di interesse europei EURIBOR Il punto sui mercati: tassi di interesse e accesso al credito La concessione di credito alle imprese è ancora in riduzione, a causa della doppia crisi dei debiti sovrani e dei bilanci bancari Sempre più imprese hanno difficoltà a ottenere credito, e molte sono dissuase da alti tassi di interesse richiesti Una indagine Bankitalia rileva come i criteri di concessione di prestiti siano diventati ancora più selettivi nel secondo semestre 2012, riducendo i volumi del fido accordato o richiedendo ulteriori garanzie Nel futuro, il deleveraging bancario continuerà a ridurre l offerta di credito Aumentano i crediti in sofferenza e quindi gli accantonamenti bancari L applicazione di Basilea 3 avrà effetti di assorbimento di liquidità dal sistema bancario Riduzione anche per il credito ai privati, specie nella concessione dei mutui (-49%) e nel credito al consumo (-12%), con effetti recessivi soprattutto nel settore immobiliare Le difficoltà nell ottenere credito diventano strutturali: le aziende devono gestire il capitale circolante con la massima attenzione; riportiamo le raccomandazioni dello scorso mese: Chiedete alle banche quali sia il vostro rating e su quali variabili è possibile agire per migliorarlo Costruire e tenere aggiornato un budget di cassa Le banche mostrano grande attenzione alle informazioni tratte dalla Centrale dei Rischi e dagli andamentali per valutare rischio impresa e dei suoi clienti: è consigliata una gestione della tesoreria proattiva. Il deterioramento del fatturato o della qualità del credito vengono immediatamente percepiti dalle banche, ed è bene essere molto attenti e puntuali nel predisporre relazioni periodiche sull andamento aziendale 17 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

18 -coin fonte: Banca d Italia 18 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

19 Tassi di interesse europei EURIBOR Si noti la correlazione tra EURIBOR tre mesi e tasso BCE Nel grafico si apprezza l aumento BCE di metà 2011, che accompagna la crescita dei tassi a breve e segue la crescita dei tassi a lungo, che iniziano la loro discesa già nel primo trimestre 2011 e la discesa generale fino a raggiungere i minimi storici attuali ; I tassi di medio/lungo periodo hanno raggiunto una stabilità ai livelli storici minimi, i tassi a breve sono ancora in lenta ma costante riduzione 19 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

20 Tassi di interesse europei EURIBOR Grafico spread BTP BUND fonte: Importante e rapida riduzione dello spread dopo le dichiarazioni BCE del 6 settembre, seguita da una ripresa legata alle incertezze politiche sulla effettiva gestione BCE e da rinnovate preoccupazioni su Spagna e Grecia ; oscillazioni legate alle incertezze sulle scelte politiche europee; raggiunti i minimi di periodo 20 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

21 Tassi di interesse europei EURIBOR grafico BUND Dopo una discesa fino a quota 135, da metà marzo il BUND è risalito a 142, ancora una volta in seguito a timori sul rischio dei debiti sovrani Nel dettaglio si nota come il BUND sia salito ai massimi da tre anni, in giugno ha avuto un importante storno e da settembre, in attesa e dopo le dichiarazioni BCE è in deciso calo seguito da una ripresa dei corsi per le incertezze sulla gestione del salvaspread da parte della BCE e da problemi economici e finanziari in Spagna ; recenti rialzi per tornare ai massimi storici : rapida discesa a fine anno per un flight-to-risk e da aspettative di riduzione degli asset detenuti dalla banche centrali 21 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

22 Tassi di interesse europei EURIBOR Curva dei tassi tedeschi: fonte Bloomberg Le scadenze fino ad un anno sono intorno allo zero, la scadenza 10y ( il BUND) è al 1,5%, in lieve risalita nell ultima settimana ma ancora lontana dal 2% del marzo Commissione Finanza e Controllo di Gestione

23 Forecast BCE aggiornamento quadrimestrale, prossimo aggiornamento 15 marzo Commissione Finanza e Controllo di Gestione

24 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 24 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

25 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 25 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

26 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Le notizie più significative (headlines) 26 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

27 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico in USA l accordo sul fiscal cliff, concluso in extremis alla chiusura dell anno, ha evitato una crisi di fiducia dei mercati sulla tenuta delle politiche economiche USA L accordo sembra essere però deludente negli importi e nella qualità, dato che si è trattato solo sulle imposte e non sui tagli di spesa: si veda lo schema nella pagina seguente Anche il FMI ha detto che l accordo «Non basta a riportare i conti sulla retta via» La FED ha dichiarato di collegare gli stimoli all economia al tasso di disoccupazione Sono stati dichiarati espliciti target economici una disoccupazione scesa almeno al 6,5% con l inflazione a uno o due anni entro il 2,5% Le minute FED pubblicate nel 2013 mostrano però una posizione molto meno decisa : il sostegno potrebbe concludersi comunque nel 2013 Fitch ha sottolineato che la situazione del debito statunitense non è buona, e a febbraio si verificherà se sia il caso di fare un downgrade dalla doppia A Il debito pubblico USA è sopra il 120% del PIL A tra fine febbraio ed inizio marzo l'economia USA alla prova della politica: -deadline del limite del debito a fine febbraio -100 billions di sequester cuts a partire dal 1 di marzo -continuing budget resolution in scadenza il 27/03 Possibili quindi nuove incertezze legate alla posizione dei repubblicani sui tagli alla spesa 27 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

28 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico La Cina dà forti segnali di forza economica, e di fatto si presenta come la maggiore economia in espansione a tassi superiori al 7%, con il PIL in accelerazione nell ultimo trimestre a + 8,4% Anche se l export cinese è rallentato a +2,9% contro il 9% previsto, la domanda interna è in crescita Accelerazione dell industria: l indice Pmi del settore manifatturiero a dicembre è salito a quota 50,9 Le imprese cinesi si orientano verso i Bric e gli altri Paesi dell Asia, per calo dell export verso Europa e Stati Uniti. Prosegue il processo di urbanizzazione, che porterà un aumento degli investimenti Il congresso del Partito ha eletto una solida leadership per i prossimi 10 anni, garantendo fiducia e stabilità. La posizione politica cinese in oriente si sta scontrando con nuove resistenze da parte dei confinanti La Cina ha varato una portaerei e sta facendo manovre di addestramento Il conflitto con il Giappone sulla sovranità delle isole Senkaku-diaoyu ha influenzato le elezioni giapponesi, dove ha vinto la destra, anche a causa della delusione dell elettorato giapponese per il governo uscente 28 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

29 Tassi di cambio eurodollaro e commodity 29 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

30 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Commento sintetico (segue) I mercati delle commodity sono moderatamente ottimisti, ritenendo che la economia globale abbia smesso di ridursi anche se non ha ancora iniziato una solida ripresa: il superamento del fiscal cliff è stato visto positivamnente, anche se i mercati hanno avuto due settimane a volumi ridotti a causa delle festività Il petrolio chiude il 2012 con una media del Brent di 111,65 dollari al barile, Il Financial Times prevede Il prezzo del Brent al barile superiore a 100 $ per tutto il 2013, nonostante l'aumento del volume delle estrazioni in Nord America sull'onda della rivoluzione energetica delle estrazioni shale oil ; l'aumento della produzione di petrolio negli Stati Uniti e in Canada compenserà l'interruzione dell'estrazione di Norvegia e Gran Bretagna, a causa dell'esaurimento dei giacimenti Secondo un sondaggio condotto da Reuters tra 26 analisti, nel 2013 il prezzo del greggio dovrebbe calare intorno a 108 dollari al barile. Il rame si è incrementato nell ultimo mese le prospettive di una situazione fondamentale che negli anni futuri si manterrà favorevole a prezzi storicamente alti; si veda il grafico di lungo periodo nella slide seguente la soluzione del fiscal cliff e gli interventi del governo cinese a favore del mercato interno, dovrebbero definire l andamento del mercato nel prossimo semestre Si conferma la posizione degli Commodity Trading Advisors (Cta) che hanno spinto i prezzi, obbligando chi deteneva operazioni allo scoperto a coprire rapidamente le posizioni, con effetto di aumentare ancora di più i prezzi: assenti ancora dal mercato gli operatori più legati ai fondamentali: per adesso gli operatori cinesi si rivolgono al mercato interno, impiegando le scorte accumulate negli scorsi trimestri 30 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

31 Tassi di cambio eurodollaro e commodity 31 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

32 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Il punto sui mercati: La situazione americana del fiscal cliff e del conseguente rischio di sospensione degli stimoli monetari ha assorbito l attenzione dei mercati: ma appena passata la scadenza, altre preoccupazioni hanno agitato i mercati, sia da parte della FED che dalla mancata ripresa europea Dal punto di vista grafico, il mercato ha tentato più volte di raggiungere quota 1,33 ma è sempre stato respinto: nell ultima settimana ha perso due figure in due giorni, per scivolare poco sopra 1,30. La situazione rimane molto volatile, ma i bassi volumi delle settimane festive facilitano operazioni speculative e occorre aspettare la ripresa della attività per consolidare i prezzi, La volatilità implicita, pur con il rialzo del ultima settimana, è ancora sui minimi pluriennali La riduzione della volatilità indica una minor pressione in acquisto delle opzioni Il valore del future a marzo 2013 è 1, 3055(*) A titolo di mera indicazione operativa, i valori di opzioni (*): le call OTM base 1,3300 scadenza marzo 2013 sono pari a 0,0066 le put OTM base 1,2800 scadenza marzo 2013 sono pari a 0,0071 (*) Dati aggiornati al 4 gennaio Commissione Finanza e Controllo di Gestione

33 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico eurodollaro Sovrapposta la media mobile 100, indicatore comunemente utilizzato per mostrare il trend. Si nota come, dopo la crescita di inizio anno, da maggio a settembre è rimasto tra 1,45 e 1,40 a settembre è sceso fino ai minimi di 1,32 di ottobre per poi risalire dal mese di novembre ha preso una posizione negativa. Minimi di periodo a metà gennaio, poi ripresa fino a quasi 1,35; raggiunti i minimi dell anno a 1,20, costante ripresa con brusca impennata nei primi giorni di settembre fino a 1,28, oscillazioni in settembre e nuova crescita a 1,3070. Oscillazioni intorno a 1,30 seguendo le notizie su fiscal cliff e previsioni di ripresa economica, risalita sulla resistenza a 1,33 e poi brusca ridiscesa sotto 1,31 33 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

34 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzi del rame, considerato proxy dell andamento dell economia La media mobile sovraimposta aiuta a leggere i trend storici Nel 2012 una decisa risalita dei prezzi ma ancora inferiore ai massimi del 2011, risalita che nel mese di febbraio si è arrestata, segnalando poca forza nella economia reale; in marzo una quasi perfetta stabilità dei prezzi, da aprile una discesa ininterrotta dei prezzi verso i minimi di ottobre 2011; Ripresa dei corsi a fine giugno, e costante risalita con brusca impennata negli ultimi giorni legati a situazioni dei magazzini e speculative più che sulla futura crescita economica: oscillazioni in settembre, caduta dei corsi in ottobre per rinnovate incertezze sulla situazione economica mondiale, ripresa da novembre per stime sulla ripresa economica cinese e mondiale : livelli grafici di resistenza, che se superati potrebbero lasciare spazio per una ripresa dei corsi 34 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

35 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Grafico andamento prezzo petrolio Crude Oil WTI. Nel 2012 una iniziale stabilità intorno a 100$, la rapida risalita fino a 110$ e una graduale discesa fino a 103$, grazie al parziale rientro delle tensioni in Iran. I timori sulla crescita economica prendono il sopravvento sulle tensioni geopolitiche e il prezzo scende rapidamente fino ai 80$ e non dà segni di rallentamento, raggiungendo quasi i minimi dell ultimo anno : rapida ripresa dalla fine di giugno, si per motivi legati a fattori legati alla estrazione che per deboli segni di ripresa economica : mercato incerto e volatile in settembre. Ottobre e novembre con violente oscillazioni, risalita in dicembre su speranze di crescita globale 35 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

36 Tassi di cambio eurodollaro e commodity Andamento della volatilità implicita sull eurodollaro L indicatore è calcolato con la metodologia del VIX : volatilità implicita delle opzioni ATM a 30 giorni nel 2012 una costante anche se non lineare discesa con importante risalita fino a giugno : da metà giugno una discontinua discesa che però a dicembre si è interrotta : dopo il minimo a 7%, una brusca risalita a 9% Nell inserto, il dettaglio degli ultimi tre mesi: si nota la forte variabilità 36 Commissione Finanza e Controllo di Gestione

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE

RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE A Ugo che ci ha insegnato con competenza e passione ad apprezzare ogni riga del Rapporto RAPPORTO 2014 SULL ECONOMIA REGIONALE Il presente rapporto è stato redatto

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde

LETTERA DA WALL STREET. Di John Mauldin. Dio salvi il dollaro. Tutti i privilegi del biglietto verde LETTERA DA WALL STREET Di John Mauldin Dio salvi il dollaro Tutti i privilegi del biglietto verde Il termine privilegio esorbitante si riferisce al presunto vantaggio da parte degli Stati Uniti di avere

Dettagli

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale

La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale La crisi finanziaria e il suo impatto sull economia globale n. 30 - febbraio 2012 a cura di Franco Bruni e Antonio Villafranca 1 ABSTRACT: La Nota fornisce una breve analisi e delle indicazioni di policy

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia DEL VIZIO E DELLA VIRTÙ 15 maggio 2014 Dollaro ed euro, cicale intelligenti e formiche così così Dissertazione per un esame di filosofia morale. È da considerare

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario!

Manuale del Trader. Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Manuale del Trader Benvenuti nel fantastico mondo del trading binario! Questo manuale spiega esattamente cosa sono le opzioni binarie, come investire e familiarizzare con il nostro sito web. Se avete delle

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica 32 l uscita dall euro non è la soluzione più pratica Lorenzo Bini Smaghi, precedentemente parte del del consiglio d amministrazione della BCE, e per molti anni uomo italiano a Francoforte (sede della BCE),

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE

EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 RAPPORTO NAZIONALE Standard Eurobarometer European Commission EUROBAROMETRO 63.4 OPINIONE PUBBLICA NELL UNIONE EUROPEA PRIMAVERA 2005 Standard Eurobarometer 63.4 / Spring 2005 TNS Opinion & Social RAPPORTO NAZIONALE ITALIA

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014

Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014 Commissione speciale dell Informazione (III) RAPPORTO SUL MERCATO DEL LAVORO 2013-2014 30 settembre 2014 Il Rapporto CNEL sul mercato del lavoro 2013-2014 è suddiviso in due sezioni realizzate da un gruppo

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

Patto per una Svizzera produttiva

Patto per una Svizzera produttiva Unia Segretariato centrale Weltpoststrasse 20 CH-3000 Berna 15 T +41 31 350 21 11 F +41 31 350 22 11 www.unia.ch Patto per una Svizzera produttiva La Svizzera ha bisogno di un fondo per la produzione basato

Dettagli

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili

La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni contabili S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE La centrale rischi interbancaria e le centrali rischi private: istruzioni per l uso La CR come strumento per la previsione dell insolvenza e la diagnosi delle manipolazioni

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010

2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2010 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova (*) Banca Popolare di Mantova Società per Azioni Sede legale: Via Risorgimento,

Dettagli

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it

I Derivati. a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it I Derivati a.a. 2013/2014 mauro.aliano@unica.it 1 Definizione di derivati I derivati sono strumenti finanziari (art.1 TUF) Il valore dello strumento deriva da uno o più variabili sottostanti (underlying

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Luglio 2014 L Osservatorio congiunturale sull industria delle costruzioni è curato dalla

Dettagli

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011

Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011 1 2011 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011 2 Relazione e Bilancio della Banca Popolare di Mantova al 31 dicembre 2011(*) Banca Popolare di Mantova Società per azioni

Dettagli

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito

Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Università degli Studi di Parma Corso di Asset and liability management (profili economico-aziendali) Il patrimonio di vigilanza e la misurazione del rischio di credito Prof.ssa Paola Schwizer Anno accademico

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit.

Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. Slide con esempi di prezzi di Futures e opzioni quotate su Borsa Italiana sulle azioni di Unicredit. http://www.borsaitaliana.it/borsa/azioni/scheda.html?isin=it0004781412&lang=en http://www.borsaitaliana.it/borsa/derivati/idem-stock-futures/lista.html?underlyingid=ucg&lang=en

Dettagli

1. La situazione economica e del mercato del lavoro

1. La situazione economica e del mercato del lavoro 1. La situazione economica e del mercato del lavoro Per la lettura dei dati non si può prescindere dal considerare l impatto dei molteplici fattori che hanno mutato radicalmente il mondo del lavoro a causa

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli