PARTE L AUMENTO GRATUITO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PARTE L AUMENTO GRATUITO"

Transcript

1 97MILA COPIE IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MERCOLEDI 18 LUGLIO NUMERO 1005 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE RESPONSABILE: ACHILLE OTTAVIANI SPED. IN A. P. 45% - ART. 2 COMMA 20/B - LEGGE 662/96 - FILIALE DI VERONA - AUT. TRIB. DI VERONA N DEL 20/01/ EDITORI ONLINE SRL - VIA LEONCINO, VERONA - TELEFONO FAX STAMPA IN PROPRIO - TUTTI I DIRITTI RISERVATI SU ISTAT L 11% DELLE FAMIGLIE ITALIANE E POVERO Nel 2011, l'11,1% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila). La soglia di povertà relativa, per una famiglia di due componenti, è pari a 1.011,03 euro. La sostan ziale stabilità della povertà relativa rispetto all'anno precedente deriva dal peggioramento del fenomeno per le famiglie in cui non vi sono redditi da lavoro o vi sono operai, compensato dalla diminuzione della povertà tra le famiglie di dirigenti/impiegati. In particolare, l'incidenza della povertà relativa aumenta dal 40,2% al 50,7% per le famiglie senza occupati né ritirati dal lavoro e dall'8,3% al 9,6% per le famiglie con tutti i componenti ritirati dal lavoro, essenzialmente anziani soli e in coppia. Tra quest'ultime aumenta anche l'incidenza di povertà assoluta (dal 4,5% al 5,5%). A fronte della stabilità della povertà relativa al Nord e al Centro, nel Mezzogiorno si osserva un aumento dell'intensità della povertà relativa: dal 21,5% al 22,3%. In questa ripartizione la spesa media equivalente delle famiglie povere si attesta a 785,94 euro (contro gli 827,43 e 808,72 euro del Nord e del Centro). SALE Mauro Sacchetti CATTOLICA ASSICURAZIONI PARTE L AUMENTO GRATUITO COME DELIBERATO DALL ASSEMBLEA DEI SOCI DEL 21 APRILE, LA SOCIETA EMETTERA NUOVE AZIONI ORDINARIE DEL VALORE DI TRE EURO CIASCUNA Tutto come previsto. Le pro - messe fatte dal presidente Pao lo Bedoni e dall ammini - stratore delegato Gian Bat tista Mazzucchelli sono state man - te nute. Il 23 luglio avrà ese - cuzione l aumento gratuito del capitale sociale di Cattolica As - sicu ra zioni deliberato dal l As - sem blea dei Soci del 21 aprile scorso, con l asse gna zione di una nuova a zione con godimento 1 gennaio 2012 ogni venti a zioni pos sedute. L o pe - ra zione pre vede l emissione di nuove azioni ordinarie del valore nominale di tre euro ciascuna, con par zia le utilizzo per euro della riserva so vra prezzo azioni. La ce dola rappresentativa del diritto di assegnazione è la n. 21. Le nuove azioni go dran no dei medesimi diritti delle azioni attualmente in circolazione e saranno rese disponibili agli aventi diritto per il tramite degli intermediari autorizzati aderenti alla Monte Titoli S.p.A. il terzo giorno lavorativo successivo alla data stacco. Pertanto, a partire dal 23 luglio, le azioni Cattolica Assicurazioni quo te - ranno ex assegnazione. Il Datalogic, società leader nei codici a barre, nel se - condo trimestre 2012 ha registrato ricavi preliminari per 121,4 milioni, in crescita del 15,3% rispetto allo stesso periodo del Paolo Bedoni e Gan Battista Mazzucchelli diritto di as segnazione non è negoziabile. Per facilitare l esecuzione dell operazione la so - cie tà ha conferito incarico a Inter monte SIM S.p.A., intermediario auto riz zato, di gestire gli eventuali resti rivenienti in Guarda la Fotogallery del giorno su Industriaefinanza.com GIU SCENDE sede di at tribuzione delle azioni. Cias cun intermediario potrà quindi prov vedere a compensare tali frazioni, fino ad un massimo di n. 19. L incarico a Inter monte SIM S.p.A. decorrerà dal 23 luglio 2012 e avrà termine il 30 settembre Per effetto dell esecuzione dell aumento di capitale gratuito, il capitale sociale di Cat tolica As - sicu razioni risulterà pari a euro suddiviso in azioni ordinarie del valore nominale di 3 euro ciascuna. Walter e Giovanni Burani Nove anni di carcere per bancarotta fraudolenta aggravata. E la condanna chiesta dal pm di Milano Orsi per i due imprenditori emiliani, accusati del fallimento delle tre società omonime. TUTTO ANCHE IN TELEVISIONE, INTERNET, TABLET E SMARTPHONE

2 2 18 luglio 2012

3 3 18 luglio 2012 Dal quarto posto nella clas - sifica del benessere oggettivo, il Veneto sprofonda al 12 - esimo in quella del be nes - sere percepito dai cittadini. Un dato drastico che e mer ge dall ultima ricerca, presentata stamattina nella se de di Union camere del Ve ne to, del gruppo di lavoro Oltre il Pil. Ba san dosi su da ti statistici aggiornati al 2011, il progetto ha stilato una classifica delle regioni italiane: il Veneto è quar to preceduto da Tren tino Al to Adige, Lom bar dia ed E - milia Romagna. Ma Oltre il Pil ha voluto verificare se il benessere rilevato dagli indicatori statistici tro vi effettiva Per sostenere la voca zione internazionale delle imprese padovane e al largare l orizzonte delle piccole e medie, Confin dustria Pa - dova e UniCredit hanno siglato oggi a Padova, nella sede di Confindustria, una convenzione per realizzare iniziative comuni a supporto dell interna zio na - lizza zio ne delle imprese associate. Hanno sottoscritto l intesa Massimo Pavin Presidente di Conf - in du stria Padova e Claudio Aldo Rigo Res pon sabile Ter ritorio Nord Est di MAPPA DELLA QUALITA DELLA VITA I CITTADINI BOCCIANO IL VENETO Poca fiducia nel lavoro e pubblica amministrazione, preoccupano fisco e giustizia. Dati dell ultima ricerca di Unioncamere regionale Gian Angelo Bellati corrispondenza col be nes - sere percepito dai cit tadini. Il quadro del Veneto muta ra - dicalmente: dal quarto posto il Veneto precipita al 12 e si mo. Negative le valutazioni per l istruzione (15 esi mo), mentre si ribalta la classifica della CONFINDUSTRIA PD E UNICREDIT Massimo Pavin UniCredit. Oggi si salvano le aziende che internazionalizzano - di chia ra Mas - simo Pavin, Pre si dente di Confin du stria Padova -. Il futuro delle nostre imprese sta, e lo sarà sempre di più, pubblica am ministrazione: da se con do il Veneto si piazza ter z ultimo. Calano sensibil - men te anche benessere ma - teriale (settimo) e insicurezza fisica ed economica (17 esi - mo). Il primato del Veneto per l ef ficienza amministrativa (se condo) non trova quindi ri - scon tro nella per ce zione delle famiglie che la mentano una situazione d inefficienza per fisco e giustizia. Sul fronte insicurezza, la leadership del Ve neto in termini di bassa crimi na lità e disoccupazione (ter zo) viene ignorata dalle fami glie, la cui per ce zio ne del rischio è molto elevata (17esi - mo). ACCORDO PER SOSTENERE LE PMI NEI NUOVI MERCATI ESTERI Verranno messe a disposizione delle imprese associate strutture, relazioni commerciali, consulenza e assistenza nella capacità di crescere sui mercati in forte espansione. Le Pmi della provincia di Padova hanno una consolidata presenza sui mercati, confermata nella prima parte di quest anno (+11% l export nel primo trimestre). Il nostro compito è offrire servizi e competenze per rendere accessibili queste opportunità al più largo numero di imprese, soprattutto alle piccole aziende della subfornitura oggi in difficoltà perché più dipendenti dal mercato interno. NOMINE ERIC GERRITSEN IN SKY ITALIA Eric Gerritsen Sky Italia annuncia la nomina di Eric Gerritsen a Exe cu - tive Vice President Com - munication & Public Affairs, a diretto riporto del l Am mini - stratore Dele gato An drea Zappia. Eric Gerritsen ar - riverà in Sky Italia a set tem - bre e coordinerà le attività della Direzione Com mu ni ca - tion & Public Affairs, che incorporerà le seguenti quattro aree: Relazioni Esterne, affidate a Carlo Ros sanigo, Publicity & Magazine, affidata a Flavio Natalia, Co mu ni - cazione Interna, affidata a Marzia Kronauer e Public Affairs, che sarà affidata ad interim allo stesso Gerritsen. Eric Gerritsen, 52 anni, si è laureato in Eco no mia Azien - dale presso la Cabot University nel 1982 ed ha maturato una lunga e ampia esperienza, sia in azienda che in agenzia, nel marketing, nella pubblicità e nelle pubbliche relazioni, che gli ha consentito di sviluppare un vero approccio integrato ai temi di comunicazione. Oggi ricopre il ruolo di Amministratore Delegato Italia e VP Emea Corporate & Crisis Communication in Burson-Marsteller, società leader nella consulenza, comunicazione e relazioni pubbliche.

4 4 18 luglio 2012

5 5 18 luglio 2012 Cronaca Spedizioni del Veneto Quotidiano on-line di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza ESTATE MERCOLEDI 18 LUGLIO NUMERO 854 ANNO 04 - QUOTIDIANO ON-LINE, VIAFAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE RESPONSABILE: ACHILLE OTTAVIANI - Suppl. Cronaca di Verona - Aut. Trib. di Verona n del 20/01/ Editori ONLINE SRL - Via Leoncino, Verona - Telefono Fax Stampa in proprio - COSTA 1 EURO - ULTIMA ORA Londra 2012: sono 21 gli atleti veneti in gara PADOVA LA CARICA DEI CENTOMILA Sono 21 gli atleti veneti che parteciperanno ai Giochi Olimpici di Londra 2012, 12 uomini e 9 donne, compresi due atleti nati all'estero ma cresciuti in Veneto. La provincia più rappresentata è Padova. Cortina: accertamenti per i commercianti L Agenzia delle Entrate di Belluno ha inviato avvisi di accertamento ai vari esercizi commerciali dove sono state riscontrate irregolarità durante il Capodanno Verona: lite con il padre si getta dal terrazzo Una banale discussione con il padre e poi il tuffo dal balcone. Protegonista una ragazza vero nese, la quale in seguito ad un litigio con il genitore per il fidanzato, si è gettata dal terrazzo riportando gravi traumi alla colonna vertebrale. Per saperne di più vai sul sito internet OK Ugo Soragni Il direttore regionale dei Beni architettonici e paesaggistici del Veneto è stato confermato dal ministro Lorenzo Ornaghi. Nonostante la crisi nella città del Santo è record di imprese. Grazie al terziario, manifatturiero e alla moda. Sono decine di migliaia le aziende che resistono Nella provincia patavina la crisi si fa sentire, eccome, ma nonostante le mille difficoltà c è ancora voglia di fare impresa. Quella padovana, secondo uno studio elaborato dalla Camera di Commercio, presieduta da Roberto Furlan, su dati Info camere aggiornati al 30 giugno, risulta essere l unica provincia in Veneto dove il tasso di crescita demografico è positivo (+0,3%). Le aziende in attività sono , delle quali operanti nei settori secondario e terziario. Un dato che dimostra come il sistema Padova si possa considerare tra i trainanti verso il rilancio produttivo. Secondo i dati in possesso della Camera di Com mercio sono le iscrizioni all ente, mentre le cessazioni raggiungono quota Un saldo positivo (+247 unità), contrariamente a quanto accade nelle altre sei province venete con dati preoccupanti nel vicentino (- 0, 4%) e nella Marca trevigiana (-1,1%), con la contrazione di settori un tempo trainanti come l agricoltura e l edilizia. Analizzando la situazione nei vari comparti, nel manifatturiero spicca la tenuta della moda, che riflette l aumento di imprese gestite da stranieri, mentre per il settore metalmeccanico le dinamiche sono negative. Sul fronte commercio si Roberto Furlan Leonardo Padrin La regolarizzazione della cannabis ad uso medico, liquidata dalla Commissione Sanità che presiede, ha avuto l immediato stop da parte del Governo. registra una sofferenza generale, compensata da lievi tassi di sviluppo nel commercio all ingrosso ( +0, 6%) e al dettaglio (+0,3%). Una tenue ripresa si registra nel settore del commercio e delle riparazioni di autoveicoli ( +2, 4%). Più contenute le variazioni nel comparto della ristorazione (+1,2%), mentre sono in calo gli alloggi (-3%). Giorgio Degani KO TUTTO ANCHE IN TELEVISIONE, INTERNET, TABLET E SMARTPHONE

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 -

MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - MOVIMPRESE NATALITA E MORTALITA DELLE IMPRESE ITALIANE REGISTRATE PRESSO LA CAMERA DI COMMERCIO DI BOLOGNA - 2 TRIMESTRE 2015 - Sono 96.369 le imprese registrate alla Camera di commercio al 30 giugno 2015,

Dettagli

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane

Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Oltre il Pil 2014: la geografia del benessere nelle regioni italiane e nelle città metropolitane Venezia, 27 gennaio 2015 Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto 1 Senza

Dettagli

Belluno 6.571 7.214 8.022 8.772 9.230 9.409 9.989 12.028 12.080. Rovigo 2.412 2.792 4.270 4.807 5.002 5.473 5.940 8.051 9.384

Belluno 6.571 7.214 8.022 8.772 9.230 9.409 9.989 12.028 12.080. Rovigo 2.412 2.792 4.270 4.807 5.002 5.473 5.940 8.051 9.384 Dossier Statistico ti ti Immigrazione 2009 Focus: i lavoratori stranieri in Veneto 28 ottobre 2009 Assicurati nati all'estero 2008 per provincia INAIL serie storica occupati netti PROVINCIA 2000 2001 2002

Dettagli

L UOMO CHE CI DICE LA VERITA

L UOMO CHE CI DICE LA VERITA 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MARTEDI 17 LUGLIO 2012 - NUMERO 1004 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015

Elaborazione flash. Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 119 117 114 69 52 28 14 1 343 267 242 215 444 607 736 946 938 1.168 1.066 1.622 Elaborazione flash Ufficio Studi Confartigianato Imprese Veneto 27/07/2015 Il caldo torrido di questa estate sembra aver

Dettagli

97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA

97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia GIOVEDI 11 APRILE 2013 - NUMERO 1159 ANNO 16 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

Il mercato del lavoro in provincia di Padova

Il mercato del lavoro in provincia di Padova Osservatorio sul Mercato del Lavoro della Provincia di Padova Il mercato del lavoro in provincia di Padova Anno 2011 e I semestre 2012 1 ottobre 2012 A cura di Anna Basalisco 1 Fonti proprie - Cubi OLAP

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata

Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata Con la crisi la povertà assoluta è raddoppiata Antonio Misiani In cinque anni la crisi economica ha causato la più forte contrazione dal dopoguerra del PIL (-6,9 per cento tra il 2007 e il 2012) e dei

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Veneto 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di lavoro sia dipendente

Dettagli

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015

Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/07/2015 OSSERVATORIO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 01: aggiornamento al 31/0/01 a cura dell Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega

Dettagli

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia

L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia L economia italiana nella Relazione della Banca d Italia Paolo Sestito Servizio struttura Economica, Banca d Italia Modena, 4 giugno 215 Il contesto internazionale e l area dell euro 2 Nei paesi emergenti,

Dettagli

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA

I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA I REDDITI E IL MERCATO DEL LAVORO NEL FRIULI VENEZIA GIULIA Contributo di Laura Chies Esperta dell Agenzia e Dises - Università di Trieste e di Chiara Donati e Ilaria Silvestri Servizio statistica e affari

Dettagli

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO

ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO Ufficio Comunicazione&Studi Confartigianato del Veneto ARTIGIANATO E PICCOLA IMPRESA NEL VENETO INDAGINE CONGIUNTURALE ANDAMENTO 2 SEMESTRE 2010 PREVISIONE 1 SEMESTRE 2011 In collaborazione con INDAGINE

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A

BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A BANCA D ITALIA E U R O S I S T E M A L economia del Veneto Venezia, 17 giugno 2014 Le imprese L'eredità della crisi Indice del PIL (2007=100) Nel Nord Est la riduzione cumulata del PIL è di 8 punti percentuali.

Dettagli

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere

Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere GreenItaly Rapporto NUTRIRE IL FUTURO 2013 Claudio GAGLIARDI Segretario Generale Unioncamere L attuale momento della vita economica del Paese AUMENTANO I FALLIMENTI 8.900 nei primi 9 mesi dell anno: +6%

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Presentazione del Rapporto L economia del Molise Francesco Zollino Servizio di Congiuntura e politica monetaria Banca d Italia Università degli Sudi del Molise, Campobasso 18 giugno 215 Il contesto internazionale

Dettagli

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro

IL LAVORO RIPARTE? POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro. 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro Provincia di LECCO POLO DI ECCELLENZA Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro 5 Rapporto dell Osservatorio Provinciale del Mercato del Lavoro IL LAVORO RIPARTE? Marzo 2014 Il rapporto di ricerca

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2013. 14 luglio 2014 14 luglio 2014 Anno 2013 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2013, il 12,6% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 3 milioni 230 mila) e il 7,9% lo è in termini assoluti (2 milioni 28

Dettagli

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013

ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 ANDAMENTO DEL MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA ANNO 2013 A CURA DELL AREA PROFESSIONALE STATISTICA A.G. GENNAIO 2014 ANDAMENTO MERCATO AUTOVETTURE IN ITALIA PER PROVINCIA E MACRO-AREA

Dettagli

Debito pubblico ed effetti delle manovre finanziarie sulle Amministrazioni locali Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto

Debito pubblico ed effetti delle manovre finanziarie sulle Amministrazioni locali Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Debito pubblico ed effetti delle manovre finanziarie sulle Amministrazioni locali Gian Angelo Bellati Segretario Generale Unioncamere Veneto Venezia, 19 marzo 2014 Il debito pubblico e l economia sommersa

Dettagli

Partita la procedura per l iscrizione all'elenco dei beneficiari del 5x1000 per il 2015

Partita la procedura per l iscrizione all'elenco dei beneficiari del 5x1000 per il 2015 Newsletter realizzata nell ambito del Piano di interventi per l associazionismo della Città metropolitana di Bologna Aprile 2015 Partita la procedura per l iscrizione all'elenco dei beneficiari del 5x1000

Dettagli

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis

Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Presentazione del Rapporto L economia del Molise Pietro de Matteis Filiale di Campobasso, Banca d Italia Campobasso, 18 giugno 2015 L economia italiana La prolungata flessione del PIL si è attenuata Andamento

Dettagli

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano

L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Filiali di Trento e di Bolzano L economia delle Province autonome di Trento e di Bolzano Bolzano, 18 giugno 2013 L ECONOMIA REALE Nel 2012 l economia delle province autonome di Trento e di Bolzano si è

Dettagli

AFFARI IN CINA: COME SI FA

AFFARI IN CINA: COME SI FA 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MARTEDI 06 MARZO 2012 - NUMERO 913 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

Imprese Under 35: continua la positività del saldo tra iscritte e cancellate

Imprese Under 35: continua la positività del saldo tra iscritte e cancellate Imprese Under 35: continua la positività del saldo tra iscritte e cancellate http://www.informamolise.com/economia/97021-imprese-under-35-continua-la-positivita... Page 1 of 6 22/10/2012 CERCA cerca...

Dettagli

IN 20 MILIONI... A SPASSO

IN 20 MILIONI... A SPASSO 97MILA COPIE E-MAIL, FAX E IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MERCOLEDI 28 SETTEMBRE 2011 - NUMERO 813 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO

Dettagli

STATO DI FATTO E DINAMICHE

STATO DI FATTO E DINAMICHE STATO DI FATTO E DINAMICHE Veneto e Treviso. Unità locali del totale economia DINAMICA RECENTE DEL TOTALE ECONOMIA ( numero indice 2012=100 ) VARIAZIONE PER MACROSETTORE 2012 2014 TREVISO 100,5 100 99,5

Dettagli

Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012

Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012 Accordi di Cassa Integrazione Guadagni in deroga sottoscritti in sede Regionale ai sensi art. 2.2. linee guida anno 2012 MONITORAGGIO accordi sottoscritti al 31 ottobre 2012 1. Nota introduttiva Dal 1

Dettagli

97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA. Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia

97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA. Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MERCOLEDI 30 LUGLIO 2014 - NUmEro 1455 ANNo 17 - QUoTIDIANo online, VIA FAX E IN EDICoLA - DIrETTorE responsabile: ACHILLE

Dettagli

RAPIDE. Nel 2001 la spesa media mensile. La povertà in Italia nel 2001 POVERTÀ NEL TEMPO E SUL TERRITORIO. 17 luglio 2002

RAPIDE. Nel 2001 la spesa media mensile. La povertà in Italia nel 2001 POVERTÀ NEL TEMPO E SUL TERRITORIO. 17 luglio 2002 SOTTO LA SOGLIA DI POVERTÀ IL 12% DELLE FAMIGLIE La povertà in Italia nel 2001 di povertà viene calcolata sulla base del numero di L incidenza famiglie (e relativi componenti) che presentano spese per

Dettagli

Promozioni e retrocessioni stagione 2014/2015

Promozioni e retrocessioni stagione 2014/2015 Campionati Regionali Serie C e D Promozioni e retrocessioni stagione 2014/2015 PROMOZIONI E RETROCESSIONI STAGIONE 2014/2015 SERIE C FEMMINILE Partenza Serie C 2013/2014 = squadre 42 Promosse in Serie

Dettagli

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri

La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia. Francesco Daveri La diffusione della crisi e il credit crunch in Italia Francesco Daveri 1 Le componenti del Pil nel 2008-09 (primo tempo della crisi).. (1) G ha svolto funzione anticiclica; (2) C diminuiti meno del Pil;

Dettagli

INSALATA ANTI-PSICOSI

INSALATA ANTI-PSICOSI Cronaca 27.000 Spedizioni del Veneto Quotidiano on-line di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza SABATO 04 GIUGNO 2011 - NUMERO 605 ANNO 03 - QUOTIDIANO ON-LINE, VIAFAX E IN EDICOLA

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia-

imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- DANIELE NICOLAI 1 Focus Introduzione imprese, sta attraversando una fase di lunga ed intensa recessione che si protrae da anni. La crisi si inserisce ovvia- e di recessione in Europa ma il nostro Paese

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Provincia di Piacenza 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di

Dettagli

info@swg.it Conoscere chi viene

info@swg.it Conoscere chi viene trieste 34133, via s. francesco 24 telefono +39.040.362525 fax +39.040.635050 milano 20144, via solari 8 telefono +39.02.43911320 fax +39.02.4986773 divisione comunicazione telefono +39.02.43911320 fax

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA

OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali Comune di Bologna OSSERVATORIO NAZIONALE SULLA FAMIGLIA SINTESI DELLA RICERCA SU: Le famiglie povere nelle regioni italiane. Aspetti oggettivi e soggettivi

Dettagli

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015

PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 PRONTI PER L INVERNO 2014-2015 Automobile Club Reggio Emilia Non rimanere bloccato... usa il trasporto pubblico con MI MUOVOCARD o tieni in tasca il tuo biglietto multicorsa MI MUOVO CARD Abbonamenti mensili

Dettagli

5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI*

5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI* L economia e la società regionale 5. LE FAMIGLIE E I CONSUMI* 5.1 Il contesto demografico Il 2012 per le famiglie venete era stato l anno in cui gli effetti del perdurare della crisi economica avevano

Dettagli

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag.

Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2. L appartenenza di genere pag. 4. Il settore di impiego e le condizioni contrattuali pag. Studi e ricerche sull economia dell immigrazione Le retribuzioni dei e i gap retributivi con gli italiani Anno 2011 Il differenziale salariale tra italiani e stranieri pag. 2 L appartenenza di genere pag.

Dettagli

Oltre il Pil. Ripartire dal benessere sociale per rilanciare lo sviluppo economico

Oltre il Pil. Ripartire dal benessere sociale per rilanciare lo sviluppo economico Oltre il Pil. Ripartire dal benessere sociale per rilanciare lo sviluppo economico Serafino Pitingaro Responsabile Area Studi e Ricerche Unioncamere Veneto SCUOLA DI FORMAZIONE SOCIALE E POLITICA Partecipare

Dettagli

SOLDI SMS PER I TERREMOTATI? SONO ANCORA NELLE BANCHE

SOLDI SMS PER I TERREMOTATI? SONO ANCORA NELLE BANCHE 97MILA COPIE E-MAIL E IN EDICOLA EDITORIALE ESODATI, TERRORE DELLE BANCHE di Achille Ottaviani Qualcuno aveva definito il Governo Monti il Governo delle banche. Credo che dovrà ricre - dersi. Il pasticcio

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI

IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI IL MERCATO DELLA R.C. AUTO IN ITALIA: ANDAMENTI, CRITICITÀ E CONFRONTI EUROPEI Dario Focarelli Direttore Generale ANIA Milano, 12 marzo 2013 «LA RESPONSABILITÀ CIVILE AUTOMOBILISTICA STRATEGIA, INNOVAZIONE

Dettagli

Il territorio, l economia, le imprese

Il territorio, l economia, le imprese Il territorio, l economia, le imprese Il territorio e la popolazione La Puglia è suddivisa dal punto di vista amministrativo in cinque province e 258 comuni, distribuiti su un territorio di oltre 300.000

Dettagli

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino

La situazione economica in Provincia di Treviso. e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino La situazione economica in Provincia di Treviso (sintesi del Rapporto Annuale 2010 della CCIAA) e conseguenti proposte di iniziativa del PD cittadino 1. STRUTTURA DEMOGRAFICA DELLA POVINCIA: Al 01.01.2010,

Dettagli

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE

EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE EXCELSIOR INFORMA I PROGRAMMI OCCUPAZIONALI DELLE IMPRESE RILEVATI DA UNIONCAMERE Provincia di Cremona 1 2015 Nel primo 2015, le imprese italiane prevedono di stipulare quasi 210.000 nuovi contratti di

Dettagli

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA

TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA TUTELA LA TUA PASSIONE TUTELA DELLA BICICLETTA Siamo fermamente convinti che redigere un preciso quadro di riferimento, attestante le coperture Assicurative di un Cliente, consenta allo stesso di potersi

Dettagli

Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile

Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile Il quadro socio- economico del Veneto e lo sviluppo sostenibile Serafino Pitingaro Centro Studi Unioncamere Veneto CSR in rete: un modello per lo sviluppo sostenibile delle PMI vicentine Vicenza, 22 gennaio

Dettagli

MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO

MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO MEDEC CENTRO DEMOSCOPICO METROPOLITANO Bologna City Marketing 1 Aumento della popolazione Invecchiamento della popolazione attiva Abbassamento dell indice di vecchiaia e incremento dell i.s.p.a. Dal si

Dettagli

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015)

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015) IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA (aggiornamento maggio 2015) Il Sistema Legno-Mobile Sedia costituisce uno degli assi portanti del manifatturiero in Provincia di Udine

Dettagli

Relazione sullo stato di attuazione del programma di governo e sull amministrazione regionale

Relazione sullo stato di attuazione del programma di governo e sull amministrazione regionale Giunta Regionale Area della Programmazione regionale Servizio Controllo strategico e valutazione politiche Relazione sullo stato di attuazione del programma di governo e sull amministrazione regionale

Dettagli

Livello CILS A1. Test di ascolto

Livello CILS A1. Test di ascolto Livello CILS A1 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati

a cura di Raffaella Massaro e Sandro Sanseverinati Elaborazione promossa dalla Sezione Servizi Innovativi e Tecnologici di CONFINDUSTRIA PADOVA IL RUOLO DEI SERVIZI INNOVATIVI E TECNOLOGICI NELLA STRUTTURA ECONOMICA DI PADOVA E DEL VENETO Settembre 2010

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI ISERNIA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 2 TRIMESTRE 2015 TAVOLE CONGIUNTURALI Elaborazioni a: Giugno 2015 Indice delle tavole Dati congiunturali a periodicità trimestrale Dinamismo

Dettagli

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio

Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio Riflettori sulle difficoltà delle famiglie: tra crisi ed opportunità Stati Generali del Sistema Acli del Lazio Analisi socio-economica delle famiglie del Lazio 18 aprile 2009 Cristina Morga Prima di iniziare

Dettagli

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015

CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 CONFESERCENTI Giovedì, 02 luglio 2015 02/07/2015 Il Resto del Carlino Pagina 24 PEREGO ACHILLE Gli italiani tornano formichine Consumi, oggi parte il test dei saldi

Dettagli

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2

RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 RICEVITORE TELEFONICO A 2 LINEE SD-T2 Ma nua le di IN STAL LA ZIO NE ED USO Ma nua le N 12110 Rev. B spa Le informazioni presenti in questo manuale sostituiscono quanto in precedenza pubblicato. Sicep

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. 1 Il riferimento è alla definizione di reddito complessivo comprensiva dei redditi di immobili ad uso abitativo dati in

COMUNICATO STAMPA. 1 Il riferimento è alla definizione di reddito complessivo comprensiva dei redditi di immobili ad uso abitativo dati in COMUNICATO STAMPA Il Dipartimento delle Finanze pubblica le statistiche sulle dichiarazioni dei redditi delle persone fisiche (IRPEF) relative all'anno d'imposta 2011, a sei mesi dal termine di presentazione

Dettagli

08.15 RAPPORTO MENSILE

08.15 RAPPORTO MENSILE 08.15 RAPPORTO MENSILE Agosto Crescita economica, Imprese 1 Mercato del lavoro 3 Inflazione 5 Commercio estero 6 Turismo 8 Credito 9 Frutticoltura, Costruzioni 10 Congiuntura internazionale 11 Autori Luciano

Dettagli

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi

Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Confartigianato lancia l allarme sommerso: in Italia 640.000 abusivi Calabria e Crotone maglia nera per il lavoro irregolare Primato positivo per Emilia Romagna e Bolzano L economia sommersa arruola un

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi

4. ANALISI DEL CONTESTO. 4.1 Analisi del Contesto Esterno. In sintesi 4. ANALISI DEL CONTESTO 4.1 Analisi del Contesto Esterno In sintesi Macro-ripartizione: Centro Superficie: 9.401,38 Km 2 Comuni: 236 Abitanti: 1.553.138 % di stranieri residenti: 9,0 Indice di vecchiaia

Dettagli

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL

LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL Relazioni con i Media Tel. 02/8515.5288/5224 cell. 335/6413321. Comunicati www.mi.camcom.it La ricerca: Il lavoro dei laureati in tempo di crisi LAUREATI, CRESCE IL TASSO DI DISOCCUPAZIONE: DAL 7% AL 12%

Dettagli

Le lancette dell economia bolognese. Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013

Le lancette dell economia bolognese. Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013 Le lancette dell economia bolognese Un primo bilancio delle principali tendenze del 2013 Aggiornamento: 7 aprile 2014 Indice Le principali tendenze dell'economia italiana pag. 3 L'andamento economico locale

Dettagli

Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI. Report 3 Trimestre 2012

Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI. Report 3 Trimestre 2012 Osservatorio Nazionale sul credito per le PMI Report 3 Trimestre 2012 Novembre 2012 INDICE Struttura dell Osservatorio nazionale sul credito per le PMI... Fonti... Executive Summary... Parte I... Analisi

Dettagli

RANA, CRESCITA CONTINUA

RANA, CRESCITA CONTINUA 97MILA COPIE E-MAIL E IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia SABATO 26 MAGGIO 2012 - NUMERO 968 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

LA FORNERO BOCCIA LA LAUREA

LA FORNERO BOCCIA LA LAUREA 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MERCOLEDI 30 MAGGIO 2012 - NUMERO 970 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

Audizione dell Istituto nazionale di statistica Dott. Gian Paolo Oneto Direttore Centrale della contabilità nazionale

Audizione dell Istituto nazionale di statistica Dott. Gian Paolo Oneto Direttore Centrale della contabilità nazionale Proposta di legge C. 1899 in materia di riconoscimento della detrazione delle spese per interventi di recupero del patrimonio edilizio e di riqualificazione energetica degli edifici mediante attribuzione

Dettagli

Rapporto Annuale sul Mercato del Lavoro

Rapporto Annuale sul Mercato del Lavoro Rapporto Annuale sul Mercato del Lavoro 32 ANALISI DEI DATI TRATTI DAL RAPPORTO ANNUALE SUL MERCATO DEL LAVORO Osservatorio Economico e Sociale di Treviso È stato presentato lo scorso 31 maggio il Rapporto

Dettagli

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1.

FAMIGLIA. 1 2 3 4 5 6 totale 2011 29.4 27.4 20.4 17.1 4.3 1.3 100 2012 30.1 27.3 20.3 16.5 4.5 1.3 100 2013 30.2 27.3 20.2 16.6 4.3 1. FAMIGLIA Numero di famiglie. Il numero di famiglie abitualmente dimoranti sul territorio nazionale è aumentato da 21.8 a 24.6 milioni nel 2013. Durante il periodo intercensuario le famiglie unipersonali

Dettagli

TRADE & SERVICES COMMERCIO E SERVIZI DELL ALTO ADIGE VISTI DA VICINO. Quali settori rientrano nel terziario? Che cosa ci rende una società di servizi?

TRADE & SERVICES COMMERCIO E SERVIZI DELL ALTO ADIGE VISTI DA VICINO. Quali settori rientrano nel terziario? Che cosa ci rende una società di servizi? TRADE & SERVICES COMMERCIO E SERVIZI DELL ALTO ADIGE VISTI DA VICINO 5 Quali settori rientrano nel terziario? Che cosa ci rende una società di servizi? Quali tipologie di commercio si sono sviluppate nel

Dettagli

ITALIA, PAESE DEL TERZO MONDO

ITALIA, PAESE DEL TERZO MONDO 97MILA COPIE E-MAIL E IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia SABATO 08 SETTEMBRE 2012 - NUMERO 1018 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

SAVE, LE MANI SUL RONCHI

SAVE, LE MANI SUL RONCHI 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MERCOLEDI 19 SETTEMBRE 2012 - NUMERO 1025 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

BPM: TAGLIARE PER CRESCERE

BPM: TAGLIARE PER CRESCERE 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia VENERDI 27 LUGLIO 2012 - NUMERO 1012 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

CATTOLICA OK AL PIANO D IMPRESA

CATTOLICA OK AL PIANO D IMPRESA 72MILA COPIE E-MAIL, FAX E IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia VENERDI 24 GIUGNO 2011- NUMERO 771 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

URBANO CAIRO SI PRENDE LA7

URBANO CAIRO SI PRENDE LA7 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia MARTEDI 05 MARZO 2013 - NUMERO 1133 ANNO 16 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

La specializzazione produttiva delle regioni, l effetto della crisi: una rottura?

La specializzazione produttiva delle regioni, l effetto della crisi: una rottura? La specializzazione produttiva delle regioni, l effetto della crisi: una rottura? Il gruppo di lavoro di RegiosS che ha collaborato all organizzazione dell evento e alla redazione del presente rapporto:

Dettagli

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia

Figura 1. Povertà relativa, 2002-2009. Fonte: Istat (vari anni), la povertà in Italia I dati della statistica ufficiale confermano che il contesto locale della provincia di Napoli e dell intera regione Campania si trovano ad affrontare in questi anni una crisi economica e sociale ancora

Dettagli

Camera di Commercio di Cremona

Camera di Commercio di Cremona BANCA D ITALIA Camera di Commercio di Cremona L Economia della Lombardia Lunedì 15 Giugno 2015 Le tendenze del sistema produttivo e finanziario in Lombardia ed in Italia Fabrizio Pezzani GRUPPO CARIPARMA

Dettagli

OGGETTO: MOZIONE PER LA TRASMISSIONE IN DIRETTA STREAMING DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE.

OGGETTO: MOZIONE PER LA TRASMISSIONE IN DIRETTA STREAMING DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE. Al sig. Sindaco del Comune di Padenghe sul Garda OGGETTO: MOZIONE PER LA TRASMISSIONE IN DIRETTA STREAMING DELLE SEDUTE DEL CONSIGLIO COMUNALE. I sottoscritti Roberta Gandelli, Noemi Bonapace e Monica

Dettagli

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Benevento. Settembre 2013. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche Benevento Settembre 213 Principali indicatori Società, lavoro e ricchezza indicatori Indicatori strutturali La provincia nella regione Economia e competitività Indicatori strutturali Valore aggiunto e

Dettagli

con il Patrocinio del VERONA INCENTIVI E STRATEGIE A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

con il Patrocinio del VERONA INCENTIVI E STRATEGIE A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE VERONA II a Edizione del Corso di Formazione INCENTIVI E STRATEGIE A SOSTEGNO DELLA INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Il processo di internazionalizzazione delle grandi imprese ha subito un'accelerazione

Dettagli

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan

Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding. Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan Saluto di Vincenzo Consoli Amministratore Delegato di Veneto Banca Holding Assemblea Unindustria Treviso Villa Spineda Gasparini Loredan venerdì 25 giugno 2010 Buon pomeriggio. Un cordiale saluto al Ministro

Dettagli

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI DEL VENETO: BILANCIO 2014 E PREVISIONI 2015

IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI DEL VENETO: BILANCIO 2014 E PREVISIONI 2015 IL MERCATO DELLE COSTRUZIONI DEL VENETO: BILANCIO 2014 E PREVISIONI 2015 2008-2014. In sei anni perso oltre un quarto del mercato, che nella nuova costruzione ha perduto il -50% degli investimenti. Tiene

Dettagli

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte

Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Dicembre 2014 Ufficio Studi Confartigianato Imprese Piemonte Via Andrea Doria, 15-10123 Torino - Tel. 011/8127500 011/8127416 Fax 011/8125775 www.confartigianato.piemonte.it e-mail: info@confartigianato.piemonte.it

Dettagli

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014

Le imprese attive nel comune di Bologna dal 2008 al 2014 Le imprese attive nel comune di Bologna dal 28 al 214 33. Imprese attive nel comune di Bologna 32.5 32. 31.5 31. Fonte: UnionCamere Emilia-Romagna Il numero delle imprese attive a Bologna tra il 28 e il

Dettagli

ACQUISTI ONLINE PIU SICURI

ACQUISTI ONLINE PIU SICURI 97MILA COPIE E-MAIL IN EDICOLA Il quotidiano economico-finanziario del Nord Italia GIOVEDI 03 MAGGIO 2012 - NUMERO 951 ANNO 15 - QUOTIDIANO ONLINE, VIA FAX E IN EDICOLA DAL MARTEDI AL SABATO - DIRETTORE

Dettagli

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari

1 a 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari 7. LE BANCHE E IL CREDITO* 7.1 I prestiti bancari Nel 21 il calo dei prestiti bancari alle imprese e alle famiglie consumatrici residenti in regione ha mostrato un attenuazione, cui hanno contribuito la

Dettagli

Congiuntura economica

Congiuntura economica Congiuntura economica Periodico trimestrale 1/2013 L economia mondiale L ultima pubblicazione del Fondo Monetario Internazionale - FMI (gennaio 2013), contenente le previsioni relative ai principali indicatori

Dettagli

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario

Prot. Novara, 20 luglio 2015. Date Impegni Orario Prot. Novara, 20 luglio 20 OGGETTO: CALENDARIO DEGLI IMPEGNI DI SETTEMBRE 20 Date Impegni Orario 1 settembre Collegio Docenti :00 2 settembre Prove studenti con giudizio sospeso (vedi elenco) 8:30 3 settembre

Dettagli

Edizione del: 04/02/14 Dir. Resp.: Pierluigi Visci. Estratto da pag.: 6. Peso: 59% Servizi di Media Monitoring

Edizione del: 04/02/14 Dir. Resp.: Pierluigi Visci. Estratto da pag.: 6. Peso: 59% Servizi di Media Monitoring Edizione del: 04/02/14 Dir. Resp.: Pierluigi Visci Estratto da pag.: 6 Sezione: POLITICA REGIONALE Tiratura: n.d. Diffusione: n.d. Lettori: n.d. Foglio: 1/1 075-134-080 Peso: 59% Edizione del: 04/02/14

Dettagli

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010

COMUNE DI REGGIO EMILIA. Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 2010 Osservatorio economico, coesione sociale, legalità Economia e Credito Luglio 21 1 Pagina Pagina Pagina Demografia delle imprese reggiane Andamento congiunturale Fallimenti Pagina Pagina Protesti Credito

Dettagli

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE

COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE Ce COMMERCIO ESTERO E INTERNAZIONALIZZAZIONE 06 Ce commercio estero e internazionalizzazione 1 01 Commercio estero e internazionalizzazione L Ufficio commercio estero e internazionalizzazione svolge attività

Dettagli

Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore. Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore

Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore. Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore Dare credito alla fiducia: la domanda di finanza del Terzo Settore Dimensione e struttura del mercato del credito per il Terzo Settore Roberto Felici, Giorgio Gobbi, Raffaella Pico Servizio Studi di Struttura

Dettagli