Piazza dell'aracoeli, Roma - tel * Bollettino del 26 Maggio 2014 A cura di Manlio Lo Presti ESERGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piazza dell'aracoeli, 12-00186 Roma - tel *30 06 6784168 Bollettino del 26 Maggio 2014 A cura di Manlio Lo Presti ESERGO"

Transcript

1 Piazza dell'aracoeli, Roma - tel * Bollettino del 26 Maggio 2014 A cura di Manlio Lo Presti ESERGO L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo. A. EINSTEIN, Pensieri di un uomo curioso, Mondadori, 1997, pag. 169 COMUNICAZIONI LIDU La Lidu è la più antica antica Organizzazione laica che difende i diritti dell Uomo. Si è aperta la campagna tesseramenti Sosteniamola affinché non si spenga una delle poche voci indipendenti esistenti in Italia L.I.D.U. Lega Italiana dei Diritti dell uomo TESSERAMENTO 2014 Socio Giovane quota minima 10,00= (fino a 30 anni) Socio Ordinario quota minima 50,00= Socio Sostenitore versamento minimo 200,00= Socio Benemerito versamento minimo 500,00= data ultima di versamento per il rinnovo 30 GIUGNO

2 NOTA Poiché la L.I.D.U. è un'associazione Onlus e la quota associativa è stata fissata ad euro 50,00- ogni versamento maggiore della quota suddetta, verrà considerata come versamento liberale e potrà essere dedotta, nei termini di legge, dalla dichiarazione dei redditi. La condizione necessaria è che il versamento debba essere effettuato direttamente alla L.I.D.U. nazionale, in qualsiasi forma, salvo che in contanti. L'attestato del versamento dovrà essere richiesta alla Tesoreria nazionale. si può effettuare il pagamento della quota dovuta a mezzo: contanti; assegno; bollettino di c/c/postale n bonifico bancario IBAN IT 90 W bonifico postale IBAN IT 34 N Intestati a: F.I.D.H. Fédération International des Droits de l Homme - Lega Italiana onlus x 1000 Come previsto dalla legge è possibile destinare il 5 x 1000 del reddito delle persone fisiche a fini sociali. La nostra Associazione è ONLUS e può beneficiare di tale norma. Per effettuare la scelta per la destinazione, occorre apporre la propria firma e indicare il Codice Fiscale nell'apposito riquadro previsto nei modelli dell'annuale denuncia dei redditi. Cari amici e amiche, il 30 maggio alle 17, vi sarà la presentazione del volume "Antiche novità", a cui ho partecipato con un breve saggio sulla giustizia penale internazionale. Poiché la presentazione si terrà al Senato, chi fosse interessato è pregato di comunicarmelo, in modo tale da poter far inserire il nominativo nella lista dei partecipanti. Questo è il link per maggiori dettagli: Minerva Eventi: prossimamente Antiche novita. Una guida transdisciplinare per interpretare il vecchio e il nuovo sala degli Atti parlamentari, venerdì 30 maggio 2014, ore 17

3 Presentazione del volume di Gabriele Balbi e Cecilia Winterhalter "Antiche novità. Una guida transdisciplinare per interpretare il vecchio e il nuovo" (Orthotes, 2013). Prefazione di Victoria De Grazia, con testi di Maria Stefania Cataleta, Massimo Cerulo, Alberto Fragio, Alessandra Guigoni e Marco Pedroni. Interventi di: Marco de Nicolò, Francesca Lagorio, Luca La Rovere. Cari saluti M. Stefania Cataleta Spett.le Lega Italiana Dei Diritti dell Uomo, con gentile preghiera di diffusione, Siamo lieti di comunicarle che, come di consueto da 10 anni a questa parte, ci avviamo a realizzare il Corso Robert Schuman Professione Legale Internazionale ed Europea per la Tutela dei Diritti Fondamentali dell'uomo, in programma a Strasburgo dal 14 luglio all' 8 agosto. Il Corso, promosso da DUit SRL (società editrice della Rivista "Diritti Umani in Italia, ISSN [online] in partnership con il CNR - Istituto di Studi Giuridici Internazionali (Sede di Napoli) e con lo lo Studio Legale Internazionale Romano, è già stato accreditato dal Consiglio Nazionale Forense per n. 24 CF. Quest'anno, specie in considerazione delle plurime condanne indirizzate all'italia, la ratio dell'iniziativa riposa sull'esigenza di promuovere e tutelare, fattivamente, concretamente e professionalmente, dinanzi alle autorità giurisdizionali domestiche prima, e sovranazionali poi, i diritti fondamentali, divenuti, ormai, sempre più marginali nell'attuale panorama segnato da una profonda crisi economica, politica e sociale. Progressivamente l Europa è stata in grado di dotarsi di strumenti giuridici eccezionali che rappresentano un unicum rispetto ad altri ordinamenti continentali, in grado di fornire una elevata protezione dei diritti fondamentali. Se sulla carta l Europa rappresenta, quindi, il baluardo della protezione dei diritti fondamentali, non può non rilevarsi come, aldilà delle dichiarazioni d intenti, i singoli Stati nazionali siano ancora ben lungi dal garantire una full compliance con gli standard di tutela codificati dal diritto europeo ed internazionale. In particolare, i gravi deficit di tutela di cui soffre il nostro paese dimostrano quanto sia ancora lunga la strada da percorrere. Alla luce di queste considerazioni, il Corso Robert Schuman intende offrire agli operatori giuridici gli strumenti idonei per conoscere, comprendere e competere in questi nuovi scenari, adeguando la propria professionalità alle mutate esigenze del sistema di garanzia

4 e tutela dei diritti fondamentali dell uomo. La riflessione e l approfondimento proposto avranno dunque quale scopo precipuo la formazione di una nuova classe dell avvocatura e della magistratura italiana, conscia dei problemi che affliggono il nostro ordinamento ma capace di proporre soluzioni in linea con gli standard di tutela dei diritti fondamentali codificati a livello sovranazionale. Durante il corso si offriranno spunti critici e di riflessione su problemi cruciali che interessano il nostro paese. Particolare impegno sarà profuso nell analisi dei risvolti squisitamente pratici delle materie oggetto del Corso - quali, ad esempio, il dialogo tra le corti nazionali, internazionali ed europee, il divieto di trattamenti inumani e la situazione carceraria italiana, la ragionevole durata del processo e le disfunzioni strutturali dell impianto processuale italiano, la tutela della proprietà e i relativi affaires legati a vicende espropriative, il rispetto del diritto alla salute e ad un ambiente salubre nonché il diritto ad un equo processo penale - affidandone la trattazione ad esperti avvocati operanti nel settore ed a giuristi provenienti dalle Corti Internazionali. In allegato alla presente, trasmettiamo il Bando Ufficiale del Corso. Cogliamo inoltre l'occasione per segnalarvi la possibilità di stipulare una Convenzione Operativa che preveda forme di collaborazione scientifica e formativa, oltre che agevolazioni a favore dei Vs. iscritti per l'iscrizione al Corso. Ringraziando per la gentile attenzione, e sicuri di un Vostro positivo riscontro, porgiamo Distinti Saluti. Dott.ssa Lidia Cappai Responsabile Area Formazione Tel Diritti Umani in Italia Rivista Scientifica di Informazione Giuridica ISSN DUit è una società attiva nel campo dell editoria, della formazione, dell informatica. Avvalendosi dell expertise dei propri soci e del proprio Staff, lancia nel 2010 la rivista scientifica online Diritti Umani in Italia - ISSN la quale, grazie anche al più vasto Database della Giurisprudenza CEDU in Italia, diventa rapidamente un punto di riferimento nel panorama giuridico nazionale, contando, nel suo primo anno di pubblicazione, oltre lettori al mese. In prima linea nel campo della formazione professionale per gli operatori del diritto, oltre al Corso Robert Schuman - organizzato annualmente a Strasburgo - realizza iniziative in partnership con Università, Ordini Professionali, Scuole per l Alta Formazione Professionale. DUit SRL - Sede Legale Via Valadier n. 43, Roma C.F. & P. IVA Numero REA : RM Società iscritta nel Registro degli Operatori della Comunicazione con numero 21671

5 RASSEGNA STAMPA Precarietà e lavoro, ora bisogna agire di Maria Vittoria Arpaia Il tema del lavoro è oggetto di dibattito e di studio da diversi anni. Nel corso del tempo gli aspetti sensazionalistici ed emotivi hanno prevalso sulle misurazioni statistiche generosamente sfornate da enti pubblici e da istituti di ricerca, con esiti molto spesso in contrasto fra loro. I ricercatori vengono poi invitati ad esporre le loro argomentazioni in articolati dibattiti nelle numerose trasmissioni politiche oramai presenti in ogni catena televisiva e in gran parte delle testate giornalistiche del Belpaese. La proliferazione di rubriche che trattano di politica e di economia induce a pensare che sia in atto un vero e proprio disegno di ingegneria sociale, con grande gioia dei complottisti che lo dicono da anni. Si parla di lavoro che non c è, di economia liquida, di democrazia liquida, di globalizzazione, ecc. Il mantra è ripetuto con martellante ossessività dappertutto, ma non abbiamo ancora visto la realizzazione di una qualsiasi decisione che affronti la disoccupazione con metodo e linearità. A questa inerzia negligente delle classi politiche precedenti ed attuali, va aggiunto il macigno dei limiti imposti (qualcuno ha ancora il coraggio di chiamarli accordi) dalle strutture decisionali apicali dell Unione Europea composte da funzionari strapagati e non eletti da nessuno. Ci riferiamo al Fiscal Compact, all interno del quale è prevista la totale immunità dei burocrati di Bruxelles anche in caso di errore conclamato! A dispetto delle dichiarazioni ottimistiche che provengono dal Quirinale, la situazione appare diversa, molto diversa. I governi dei Paesi membri avrebbero dovuto elaborare un vasto piano di riconversione dei lavoratori con ampio anticipo rispetto alle brutali trasformazioni che si sono poi realizzate in Europa, provocando una vera e propria macelleria sociale che ha letteralmente distrutto un intera generazione di cittadini. Parliamo dei giovani senza futuro e nell impossibilità di avere un lavoro dignitoso sia in termini di retribuzione netta, sia in termini di compatibilità con la vita privata. Si parla tanto di equilibrio lavoro/vita privata, ma tale equilibrio è inattuabile in presenza di un diffuso precariato che getta l Europa in mano a strutture per l impiego che assomigliano sempre più ai caporali che assumevano sulla piazza del paese alle quattro del mattino. La costruzione di un Unione Europea totalmente asservita alle esigenze delle imprese e delle banche multinazionali, ha prodotto scarsità di lavoro e quello che esiste è totalmente precario. La precarietà provoca enormi costi umani, ha raso al suolo le conquiste sociali e reso impotenti le persone a reagire agli abusi di datori di lavoro, sempre meno interessati alla crescita professionale dei propri addetti che possono assumere con costi ridotti nella ruota girevole delle agenzie per l impiego e pescando all interno dei Paesi dove le tutele sociali sono più deboli o addirittura inesistenti. La precarizzazione del lavoro, peraltro dequalificato perché tutto viene sempre più demandato alle macchine e all informatica, sta creando un paesaggio sociale lunare e privo di prospettive sociali di futuro. La natalità precipita a livelli esistenti nei conflitti armati. La tenuta sociale dei Paesi membri dell Unione sta scricchiolando sotto i colpi della crescente sfiducia verso le istituzioni comunitarie che cinicamente non intendono risolvere il problema disoccupazione, perché una manodopera affamata accetta comportamenti servili e salari più bassi.

6 La situazione non accennerà a migliorare finché non esisteranno strutture elettive aventi il potere di legiferare e di condurre l Europa lungo un disegno politico che ponga particolare attenzione alla piaga della disoccupazione, causata in gran parte dall assenza di piani nazionali di riconversione professionale adeguata alle nuove tecnologie e alle nuove logiche dello scambio che si sta affacciando in Europa e nell Occidente in generale. Il binomio formazione-lavoro stabile sarà la risposta giusta per abbassare i tragici numeri da guerra civile che oggi sono presenti nell Unione, con particolare gravità nell area sud. Il diluvio di chiacchiere, l assenza di formazione percepita come un costo e non come una opportunità, l assenza di investimenti innovativi delle filiere produttive e dell erogazione dei servizi non portano da nessuna parte, aggravano la disoccupazione ponendo in serio pericolo la tenuta sociale in Europa a favore della speculazione finanziaria che guadagna sul crollo dei Paesi in difficoltà, e con una struttura industriale sempre più gracile che getterà l intera Unione Europea nelle mani della Cina, dell India e della Russia. Saremo capaci di agire per tempo? All'Università si discute di diritti umani e politiche migratorie Mercoledì 28 maggio ultimo appuntamento del ciclo di seminari Justice&Legality UMG Sabato 24 Maggio :20 Si terrà mercoledì 28 maggio, a partire dalle ore 15.00, presso l aula Giovanni Paolo II dell Edificio di Scienze Giuridiche, Storiche, Economiche e Sociali di Catanzaro, l ultimo appuntamento del ciclo di seminari Justice&Legality UMG. Titolo dell incontro conclusivo, promosso in collaborazione con l European Law Student Association (ELSA) di Catanzaro nelle persone del suo presidente Antonio Arnò e del suo vice-presidente per le attività accademiche Domenico Costa, sarà: Diritti umani, politiche migratorie, normative comunitarie e l immigrazione. Interverranno i docenti dell Università Magna Græcia di Catanzaro : Alberto Scerbo - Professore Ordinario di Filosofia del Diritto presso, Andrea Lollo - docente di Giustizia Costituzionale e Ivan Valia Dottorando di Ricerca. Previste anche le relazioni dell Avvocato Francesco Trimboli e della Dott.ssa Donatella Cristiano, Presidente dell organizzazione

7 IN.CA.STRI. Modererà l incontro l avvocato del Foro di Catanzaro Aldo Costa. Saluti e ringraziamenti conclusivi affidati agli organizzatori del programma Justice&Legality UMG : Damiano Carchedi, Yves Catanzaro e Sebastian Ciancio. Previsto un ampio dibattito con il pubblico. "Diritti & rovesci" con Damatrà A scuola di diritti umani "Diritti & rovesci", il progetto triennale dedicato ai bambini delle scuole primarie della città Redazione23 maggio 2014 Educare i cittadini più giovani al rispetto dei diritti umani e alla cittadinanza attiva. E questo il principio che sta alla base del progetto triennale dedicato ai bambini delle scuole primarie della città, Diritti & Rovesci, promosso dall Assessorato all Istruzione del Comune di Udine e giunto in questi giorni alla sua conclusione. Ideato e curato dalla Cooperativa Damatrà onlus, grazie ad una Convenzione stipulata col Comune per gli anni , il percorso, dopo aver affrontato il tema del diritto all ambiente e alla legalità, in questa sua ultima annualità, ha coinvolto oltre 500 alunni in una riflessione maieutica sul tema del Diritto dei bambini all arte e alla cultura. Grazie alla fattiva collaborazione con il Teatro nuovo Giovanni da Udine e l Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia nell ambito delle attività teatroescuola sottolinea Mara Fabro, della Cooperativa Damatrà abbiamo cercato di dar vita a dei laboratori di cittadinanza in grado di far riflettere i cittadini più giovani sul valore civile del arte e dei luoghi della cultura, in particolare il teatro, con l obiettivo di trasformare il concetto veicolato in esperienza. Il percorso educativo, nello specifico, è iniziato nel dicembre scorso, con un appuntamento formativo per insegnanti, curato da Giuseppe Bevilacqua, direttore artistico del teatro Giovanni da Udine, con l intento di favorire la sinergia e l incontro tra scuola- teatro presidi culturali, e si è poi dipanato tra il Teatro nuovo e le classi. In questo modo - continua la Fabro siamo riusciti a relazionarci in maniera univoca e chiara con i bambini, ad offrire loro numerose attività culturali, a rilanciare la scuola come luogo di opportunità democratiche, favorendo nel contempo la partecipazione delle famiglie.

8 Guantanamo, tutte le promesse mancate di Obama di Monica Ricci Sargentini Campagne Un altro anno, gli stessi ingredienti mancanti. E questo il titolo del rapporto di Amnesty International che esce oggi, il 23 maggio, a un anno di distanza da quando Obama fece la sua promessa di chiudere il carcere di massima sicurezza di Guantanamo. Per questo le organizzazioni per i diritti umani, da Amnesty International a Witness Against Torture, si ritroveranno oggi, il 23 maggio, a Washington per chiedere al presidente Obama di chiudere finalmente Guantanamo e mettere fine alla detenzione preventiva a tempo indeterminato. Un anno fa Obama aveva detto che l America era a un bivio nella lotta al terrorismo: Dobbiamo definire la natura e lo scopo di questa lotta, altrimenti sarà lei a definire noi. Purtroppo, è il commento di Amnesty nel rapporto, un anno dopo poco è cambiato perché gli Usa continuano a non mettere il rispetto dei diritti umani al centro della strategia antiterrorismo, loro che si dichiarano da sempre i campioni dei diritti umani. La promessa del presidente americano, lo scorso anno, arrivò nel mezzo di uno sciopero della fame da parte di circa 100 detenuti nel carcere di massima sicurezza per protestare contro le loro condizioni di vita. Nelle parole dello stesso Obama Guantanamo era diventata il simbolo in tutto il mondo di un America che sfida le regole della legge. Eppure ancora oggi sono 140 i detenuti nel carcere ormai tristemente famoso. Il 23 maggio davanti alla Casa Bianca e in altre 35 città del mondo gli attivisti si presenteranno in tuta arancione in rappresentanza di quei detenuti cui è negato il diritto di parola. Giovedì 22 maggio la Camera ha bocciato a larga maggioranza un emendamento, sostenuto fortemente dalla Casa Bianca, che avrebbe permesso la chiusura del carcere a partire dal Peacekeeping e diritti umani: vertice europeo alla Sant'Anna Due giorni promossi dal professor Andrea De Guttry: oggi e domani, presenti anche i rappresentanti delle Nazioni Unite Pisa, 19 maggio Approfondire la cooperazione tra le istituzioni formative europee impegnate nel settore della formazione per attività di peace keeping, assistenza umanitaria, monitoraggio dei diritti umani, ricostruzione post bellica: sono i temi della riunione che inizia oggi e che si

9 concluderà domani (20 maggio) alla Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, con la partecipazione di tutti i centri europei di formazione del personale civile coinvolto nelle missioni internazionali raggruppate nel consorzio European New Training Initiative for Civilian Crisis Managament ( Entri ), finanziato dall Unione europea. L incontro è stato promosso su impulso di Andrea de Guttry, Ordinario di diritto internazionale e fondatore dell International training programma for conflict management. Alla riunione parteciperanno rappresentanti di alto livello delle Nazioni Unite, per verificare come attivare forme ulteriori di cooperazione con i partner europei. Secondo Andrea de Guttry, questa riunione rappresenta il riconoscimento all attività svolta dalla Scuola Superiore Sant Anna dal 1995 e che ha contribuito a renderla uno dei centri più conosciuti ed apprezzati in tutto il mondo per la qualità della formazione impartita in questo settore. Il Sant Anna, infatti, promuove ogni anno circa 20 corsi di alta specializzazione, gli ultimi dei quali si sono tenuti oltre che a Pisa e a Roma - in Egitto, per il personale impegnato in Somalia, in Somaliland, in Sud Africa, in Cameroon. Da sottolineare come un numero rilevante di queste attività di formazione sia organizzata in collaborazione con il Reggimento Tuscania del Arma dei Carabinieri. Latina, «Migrazioni di ieri e di oggi»: al liceo classico l'ultimo appuntamento di Cittadinanza attiva

10 LATINA - Giornata conclusiva del progetto Cittadinanza attiva. Diritti umani, uguaglianza e solidarietà. Migrazioni di ieri e di oggi: il caso pontino : martedì 20 maggio, alle 9, presso l Auditorium del Liceo Classico Dante Alighieri di Latina ultimo appuntamento del progetto selezionato dal Parlamento italiano nell ambito del concorso Lezioni di Costituzione. Nel corso della manifestazione saranno presentati i lavori prodotti dagli alunni e inaugurata la Mostra Nessuno resta dove è nato, «che rappresenta la sintesi - spiegano dal Liceo - delle molteplici attività svolte». Interverranno, insieme agli alunni e ai docenti del Liceo Classico, i partner del progetto: gli allievi di alcune scuole secondarie di primo grado del territorio, quali gli Istituti comprensivi Don Milani, Vito Fabiano, N. 5 di Via Tasso, Frezzotti-Corradini e i rappresentanti degli Enti locali coinvolti, come l Ordine degli Avvocati di Latina, la Fondazione Avvocatura Pontina M.Pierro, la Coldiretti di Latina, l Esel-Ente scuola formazione, Famiglia Migrante, SenzaFrontiereOnlus.

11 Lunedì 19 Maggio :07 Luigi Manconi Dove sono finiti i diritti umani I diritti umani in Italia sono costantemente violati. A dirlo è il Presidente della Commissione straordinaria per la tutela e la promozione dei diritti umani al Senato, Luigi Manconi, all'università Suor Orsola Benincasa di Napoli per la lezione conclusiva del ciclo d'incontri "Margini e Confini". Organizzati dalla Facoltà di Scienze della Formazione, questi appuntamenti segnano "un percorso interdisciplinare incentrato sul tema del margine declinato secondo diverse prospettive e proposto come cifra identificativa della società contemporanea", spiega la storica e curatrice dell'evento Vittoria Fiorelli. Ospite d'onore della giornata, Luigi Manconi ha spiegato perché l'italia non si trova in una buona condizione. "È stata sanzionata ripetutamente dalla Corte europea dei diritti dell'uomo sia per la condizione del nostro sistema penitenziario, sia per il trattamento nei confronti dei richiedenti asilo - dice il Presidente della commissione - Per due problematiche essenziali del nostro sistema giuridico l'italia è sotto osservazione e sotto sanzione. Per le carceri la sanzione è già stata inflitta. Il 28 maggio scade l'ultimatum per l'italia affinché rientri nella legalità". Le condizioni di salute delle nostre carceri non sono buone. Il nostro sistema penitenziario è "come un corpaccione malato, - spiega Manconi - che non ha bisogno di terapie ordinarie. Questa febbre altissima può essere abbassata solo con misure straordinarie come l'amnistia o l'indulto. Solo su un sistema non più febbricitante, com'è ora, si potranno operare le riforme del sistema giudiziario. L'altra sanzione inflitta al nostro Paese riguarda l'immigrazione: la politica di respingimenti dei governo Maroni-Berlusconi e le mancate verifiche delle richieste d'asilo. La lezione di Manconi, dedicata al tema "Diritti delle persone nello spazio dell'europa e dell'italia contemporanea", ha concentrato l'attenzione sul linguaggio prima ancora che sulle leggi. E' il linguaggio che noi usiamo che segna il confine tra lecito e illecito e condiziona la percezione della realtà. Dire clandestino, zingaro o vu cumprà non è dunque lo stesso del dire migrante, rom e straniero. "Nonostante oggi il reato di clandestinità sia stato abolito, - spiega Manconi - sia prima

12 che dopo la cancellazione, clandestino resta il termine più utilizzato per indicare l'immigrato". Questo termine è il punto d'arrivo di una perversione linguistica. "La parola 'clandestino' evoca l'idea di qualcuno che si nasconde nell'ombra, qualcuno che ci sta alle spalle, un'insidia". Per il Presidente della commissione Diritti umani "attraverso le parole noi costruiamo il mondo. Se io dico clandestino sto già operando per attribuire al migrante l'etichetta di nemico". Non si tratta solo di utilizzare un linguaggio politically correct, ma di mettere in discussione "una parte della classe politica che ha fatto di questo linguaggio uno strumento efficace per promuovere azioni ostili nei confronti dei migranti". Luigi Manconi non fa parte però del partito dell'antipolitica, perché ricorda che la colpa è anche dei cittadini: "La nostra responsabilità è di aver accettato questo linguaggio". Lisa D ignazio [ ] Onu: avviate anche per Italia procedure esame situazione diritti umani Articolo pubblicato il: 19/05/2014 Le Nazioni Unite hanno avviato anche per l'italia le procedure per il nuovo esame della situazione dei diritti umani in tutti i Paesi membri. Il Comitato interministeriale per i Diritti umani (Cidu), informa un suo comunicato, ha aperto una consultazione pubblica in vista della redazione del rapporto nazionale che sarà inoltrato al Segretariato del Consiglio dei Diritti Umani delle Nazioni Unite a Ginevra il 15 luglio Sarà poi il Consiglio dei Diritti Umani dell'onu (CDU), alla fine di ottobre, a valutare l'italia. L'esame degli Stati membri ha una cadenza ciclica di quattro anni e mezzo e si articola in quattordici sessioni di un apposito gruppo di lavoro del Consiglio dei Diritti Umani (UPR Working Group ). Tutte le informazioni sulle modalità di partecipazione alla consultazione pubblica si possono trovare sul sito del CIDU: eriodica_universale/

13 Arrestate lo straniero! La violazione dei diritti umani in Grecia 09/05/2014 Qui in questa stazione di polizia sono tre mesi che non vedo la luce del sole, questo denuncia uno dei tanti migranti trattenuti da mesi dalle forze di sicurezza greche in uno delle centinaia di centri di detenzione sorti all indomani dell avvio dell operazione Xenios Zeus, nell estate del Sono oltre gli stranieri fermati nel corso di questa brutale operazione che ha sbattuto in carcere migliaia di persone senza alcun precedente penale e con i documenti in regola. Mentre tutto questo accade intanto, ai porti, altre migliaia di persone cercano di nascondersi sotto i tir per imbarcarsi sui traghetti che partono alla volta dell Italia. Chi ci riesce, in molti casi torna indietro perché scoperto dalla polizia italiana allo sbarco, gli altri, tra riti propiziatori e disillusione, ci riprovano ininterrottamente, da anni, logorando mente e forze nel difficile tentativo di scappare da un Paese che non li vuole e di arrivare in un altro che, in molti casi, non è altro che l ennesima tappa del lungo viaggio alla volta del nord Europa. Amnistia e Indulto 2014, news da Napolitano: intollerabile situazione di sovraffollamento Stefano Gatto Amnistia e Indulto 2014: le parole di Napolitano e del Ministro Orlando. Torna ancora sotto i riflettori quando si parla di Amnistia e Indulto 2014 il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, protagonista nei mesi scorsi di discorsi indirizzati alle forze politiche in cui si invitava a porre rimedio a quella che è una situazione insostenibile dal punto di vista dei diritti umani. Del resto siamo nel mese in cui è prevista la scadenza del termine per ottemperare, fissata proprio dalla Corte Europea dei Diritti Umani, ad un problema così controverso che rimane di difficile soluzione. Amnisita e Indulto 2014 news: le parole di Napolitano Le parole del Presidente sono stavolta indirizzate non a forze politiche, ma proprio al Capo del Dipartimento dell'amministrazione Penitenziaria, a cui il Capo dello Stato si è rivolto sottolineando come sia "urgente" rimediare "all'intollerabile situazione di sovraffollamento". Nessun esplicito richiamo alle parole Amnistia e Indulto 2014 che tanti detenuti si aspettavano, alla vigilia dell'ultimatum che ci vede protagonisti e responsabili di un problema che è e rimane di

14 lontana soluzione. Se è vero che dalle forze politiche maggioritarie non c'è da aspettarsi provvedimenti quali Amnistia e Indulto nel 2014, l'unica strada percorribile, come più volte discusso, rimane quella delle pene alternative al carcere e una ridefinizione delle sanzioni da svolgersi in quest'ottica, per quanto non in linea con la scadenza fissata dalla Corte Europea. Amnistia e Indulto 2014 news: le parole del Ministro Orlando Anche il Ministro Orlando è sembrato a favore di quest'eventualità nonostante l'imminente scadenza, piuttosto che aderire a soluzioni più veloci quali Amnistia e Indulto. Tuttavia, le parole usate in occasione dell'ultima riunione del Csm individuano misure e "soluzioni rapide", "anche di carattere straordinario", che lascerebbe invece intendere proprio Amnistia ed Indulto, per quanto manchi anche nelle parole del ministro qualsiasi riferimento ad esse. Che sia la solita retorica politica priva di sostanza? Intanto i tempi si fanno sempre più stretti e un problema che grava sui diritti umani ci rende internazionalmente responsabili. Proprio il Ministro Orlando dovrebbe recarsi settimana prossima a Strasburgo a prendere atto delle decisioni della sopramenzionata Corte. In una dell'eventualità peggiori, scatterebbero le condanne al nostro paese per circa ricorsi pendenti relativamente al problema carceri, problema che se non venisse risolto in tempi a questo punto strettissimi attraverso Amnistia e Indulto o qualsivoglia altro mezzo, rischia di costare al nostro paese circa 28 milioni di euro. Queste le ultime notizie riguardo ad Amnistia e Indulto 2014 e più in generale al problema del sovraffollamento delle carceri. Voi cosa ne pensate? Fatecelo sapere utilizzando il box dei commenti posto in calce all'articolo! Reazione furiosa di Mosca Ucraina, allarme Onu per i diritti umani nell'est

15 Un rapporto delle Nazioni Unite denuncia "Assassinii, torture, apimenti e intimidazioni" contro civili, politici ucraini locali e giornalisti e 127 morti. Stati Uniti e Francia minacciano la Russia di "costi ulteriori" se continuerà con il suo atteggiamento "provocatorio e destabilizzante" in Ucraina. Prorussi a Sloviansk (Epa/Roman Pilipey) L'Onu accusa l Ucraina di uso illecito del proprio logo sugli elicotteri Ucraina, ultimatum dei filorussi a Kiev: ritiratevi o distruggiamo tutto Ucraina, Lavrov: "Paese sull'orlo della guerra civile". Al via il tavolo di unità nazionale 16 maggio 2014Uccisioni mirate, torture e pestaggi, rapimenti, intimidazioni e alcuni casi di molestie sessuali, per lo più svolte da gruppi filorussi ben organizzati e ben armati nell'est. Il nuovo rapporto dell'onu sull'ucraina punta il dito su Mosca e la Russia non sta a guardare: Mosca reagisce con furia e per il Cremlino la reazione dell'onu "manca totalmente di obiettività". Per la Russia, l'onu punta il dito contro una parte sola e il rapporto è un tentativo dell'occidente di "ripulire" le responsabilità dei governanti di Kiev. E in serata, alle parole seguono i fatti: Mosca ha annunciato manovre militari nel giorno delle elezioni presidenziali ucraine. Il Consiglio per i diritti umani presso la Presidenza russa ha esortato l'osce e l'onu a sostenere l'organizzazione dei negoziati tra le parti in conflitto in Ucraina. Da parte sua il Consiglio è pronto a partecipare come partner della missione degli osservatori dell'osce. Il Consiglio insiste sulla pubblicazione degli elenchi di tutti i detenuti catturati e arrestati da entrambi i lati e chiede il loro rilascio immediato sotto il controllo degli osservatori internazionali. Il Consiglio inoltre invita le competenti autorità ucraine a far entrare nelle regioni colpite dalla violenza le missioni umanitari e straniere, tra cui la Russia, per fornire assistenza medica e psicologica ai cittadini colpiti.

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014

MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 MOVIMENTO EUROPEO CONSIGLIO NAZIONALE ROMA Spazio Europa, 14 ottobre 2014 PREMESSA Il Consiglio nazionale del Movimento europeo ha discusso della situazione europea alla vigilia del voto di fiducia del

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA

DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO MAROTTA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia - Il Popolo della Libertà - Berlusconi Presidente 738 DICHIARAZIONE DI VOTO FINALE DELL ON. ANTONIO Disposizioni urgenti in materia

Dettagli

TTIP. Accordo sul commercio e gli investimenti tra gli Stati Uniti e l Europa

TTIP. Accordo sul commercio e gli investimenti tra gli Stati Uniti e l Europa TTIP Accordo sul commercio e gli investimenti tra gli Stati Uniti e l Europa Transatlantic Trade and Investmenti Partnership Obiettivo dichiarato è la creazione di una grande area di libero scambio transatlantica

Dettagli

Amnesty International e

Amnesty International e la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani AI Foto: Eleanor Roosevelt e la Dichiarazione universale dei diritti umani. Novembre 1949, New York 1. Premessa 1.1 Il 10 dicembre 2008 è il 60 anniversario

Dettagli

GINEVRA / ROMA (11 luglio 2014) - Il Gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulla detenzione

GINEVRA / ROMA (11 luglio 2014) - Il Gruppo di lavoro delle Nazioni Unite sulla detenzione I t a l i a / de t enz ione a rb i t r a r i a : "G l i e sper t i de l l e Naz ion i Uni t e ch i edono d i i n t e r ven i r e per por re fne a l sov ra f f o l l amento de l l e ca r ce r i e per pro

Dettagli

Smantellata con la II guerra mondiale

Smantellata con la II guerra mondiale Europa dopoguerra I organismo di cooperazione Devastata, sminuito il ruolo centrale del potere economico e politico Nasce a Ginevra, 10/01/1920 Inizialmente scarsi risultati politici Società delle Nazioni

Dettagli

L ACQUA FONTE DI VITA È UN BENE COMUNE CHE APPARTIENE A TUTTI GLI ABITANTI DELLA TERRA

L ACQUA FONTE DI VITA È UN BENE COMUNE CHE APPARTIENE A TUTTI GLI ABITANTI DELLA TERRA Il Manifesto dell acqua IL DIRITTO ALLA VITA Veniamo dall Africa, dall America Latina, dal Nord America, dall Asia e dall Europa. Ci siamo riuniti nel 1998 con nessun altra legittimità o rappresentatività

Dettagli

Il Comitato dei Ministri, secondo l articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa,

Il Comitato dei Ministri, secondo l articolo 15.b dello Statuto del Consiglio d Europa, Raccomandazione Rec (2012)5 del Comitato dei Ministri agli Stati membri sul Codice Europeo di Etica per il personale penitenziario (adottata dal Comitato dei Ministri il 12 aprile 2012 nel corso della

Dettagli

Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE

Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE Diritto all informazione e accesso ai documenti delle Istituzioni, degli organi e agenzie dell UE Isolde Quadranti Università degli Studi di Verona Centro di documentazione europea Diritto all informazione

Dettagli

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti

Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Mare Nostrum o di tutti? Italia e Unione europea alla prova dell emergenza migranti Seminario organizzato dalla Friedrich-Ebert-Stiftung e dalla Fondazione Italianieuropei Roma, venerdì 14 novembre ore

Dettagli

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi

Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Ruolo, funzionamento e politiche dell Unione europea oggi Il Trattato di Lisbona Padova, 19 marzo 2010 Istituto Tecnico Einaudi Matteo Fornara LA STORIA DELL UNIONE EUROPEA Storia breve: 50 anni Obiettivi

Dettagli

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato

Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato 150 idee per il libero mercato Politica, sindacati e Fiat: un rapporto antiquato di Andrea Giuricin Il futuro dello stabilimento di Termini Imerese è al centro del dialogo tra sindacati, Fiat e governo.

Dettagli

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO

L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO CELEBRAZIONI UFFICIALI ITALIANE PER LA GIORNATA MONDIALE DELL ALIMENTAZIONE 2009 Conseguire la sicurezza alimentare in tempi di crisi PARTE III L AZIONE CONTRO LA FAME NEL MONDO L Italia con l ONU contro

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE NELLA NUOVA U.E. ALLARGATA: UN INTRODUZIONE

I DIRITTI DELLE DONNE NELLA NUOVA U.E. ALLARGATA: UN INTRODUZIONE Ente accreditato dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia per la formazione professionale Servizio di promozione europea della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia. Punto della Rete informativa per

Dettagli

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto )

a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) I Numeri della Giustizia a cura di Irene Testa (Associazione Radicale Detenuto Ignoto ) Fonti: Le analisi di Confindustria, Confartigianato, Banca d Italia e Banca Mondiale Vediamolo nei numeri, questo

Dettagli

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE

MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE MEDIAZIONE E GIUSTIZIA ORDINARIA: TEMPI E COSTI PER LE IMPRESE ITALIANE maggio 2010 commissione conciliazione Marcello Guadalupi Laura Pigoli Massimo Oldani Pietro Biagio Monterisi PREMESSA Il presente

Dettagli

2.7. Concetto di responsabilità, rapporto diritti-doveri

2.7. Concetto di responsabilità, rapporto diritti-doveri 2.7. Concetto di responsabilità, rapporto diritti-doveri Il tema dei diritti trova da sempre un punto di congiunzione con quello dei doveri. La Dichiarazione Universale dei diritti dell uomo, all art.29

Dettagli

DALLA SOLIDARIETÀ AL DIRITTO: I RIFUGIATI E L ASILO

DALLA SOLIDARIETÀ AL DIRITTO: I RIFUGIATI E L ASILO Università degli Studi di Milano - Bicocca Facoltà di Giurisprudenza Dipartimento Giuridico delle Istituzioni Nazionali ed Europee In collaborazione con Amnesty International Sezione Italiana - Associazione

Dettagli

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze)

STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) STEFANIA SACCARDI (Assessore al Welfare del Comune di Firenze) È un piacere per il Comune di Firenze ospitare questo bellissimo incontro ricco di contenuti. Ho partecipato anche ai lavori di stamani. È

Dettagli

Rapporto sul mondo del lavoro 2014

Rapporto sul mondo del lavoro 2014 Rapporto sul mondo del lavoro 2014 L occupazione al centro dello sviluppo Sintesi del rapporto ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE DEL LAVORO DIPARTIMENTO DELLA RICERCA I paesi in via di sviluppo colmano il

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MIGLIOLI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato MIGLIOLI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3469 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato MIGLIOLI Disposizioni per il contrasto della violenza fisica e della persecuzione psicologica

Dettagli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli

CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli CROLLO BORSA/ 1. Sapelli: l Europa ha fallito il salvataggio dell Italia Il Sussidiario.it INT. Giulio Sapelli Già si erano visti alcuni segnali preoccupanti prima di Pasqua, con la Borsa di Milano tornata

Dettagli

Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini. L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi.

Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini. L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi. Abstract Tesi di Laurea di Serena Sartini L Unione Europea e gli aiuti umanitari. La Crisi dei Grandi Laghi. L oggetto principale dello studio è stata l analisi della politica di aiuto umanitario dell

Dettagli

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto

Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Amnistia-indulto, sondaggi a confronto Dopo il messaggio del Capo dello stato Giorgio Napolitano alle Camere si è acceso il dibattito sull amnistia e sui provvedimenti di clemenza. Gli istituti di ricerca

Dettagli

AMNESTY INTERNATIONAL

AMNESTY INTERNATIONAL AMNESTY INTERNATIONAL SEZIONE ITALIANA ACQUISTA ONLINE > 13 DUEMILA AMNESTY INTERNATIONAL RAPPORTO 2013 LA SITUAZIONE DEI DIRITTI UMANI NEL MONDO ASIA E PACIFICO COREA DEL NORD RAPPORTO 2013 COREA DEL

Dettagli

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio

Luca Masera. Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio Luca Masera Lampedusa: politiche di detenzione e rimpatrio 1. Per comprendere davvero quello che è successo e sta succedendo a Lampedusa, credo sia utile cercare di inserire tale vicenda all interno del

Dettagli

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA)

AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES (COHAFA) AUDIZIONE VM PISTELLI MARTEDÌ 22 LUGLIO 2014, BRUXELLES PRESENTAZIONE DEL PROGRAMMA PER IL SEMESTRE DI PRESIDENZA ITALIANA DEL GRUPPO DI LAVORO SULL AIUTO UMANITARIO (COHAFA) Spunti di intervento 1 INTRODUZIONE

Dettagli

SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI

SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI Con il patrocinio di SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI L esigenza di offrire alla classe forense e agli operatori del settore un occasione di approfondimento sui temi legati alla

Dettagli

Radio Pace 15 marzo 2011

Radio Pace 15 marzo 2011 Radio Pace 15 marzo 2011 Costruiamo Umanità Esperienze e testimonianze dal mondo del carcere Ben trovati a tutti da Francesca Boeri. Siete in ascolto della rubrica mensile che vuol far conoscere la vita

Dettagli

(Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948)

(Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948) 1 di 8 11/11/2011 10.30 (Approvata dall'assemblea delle Nazioni Unite il 10 dicembre del 1948) Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite ha approvato e proclamato la Dichiarazione Universale

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone :

LA RIVOLUZIONE FRANCESE. Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie di persone : LA RIVOLUZIONE FRANCESE In Francia la società è divisa in tre ordini o stati: 1) Nobiltà 2) Clero 3) Terzo Stato Nobiltà e clero godono di privilegi, non pagano tasse. Il terzo stato comprende varie categorie

Dettagli

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni

Il mondo diviso. Francesco Ciafaloni Menu Il mondo diviso Francesco Ciafaloni 30 gennaio 2016 Sezione: Mondo, Società Oggi circa l 80% della popolazione del mondo possiede solo il 6% della ricchezza. Circa il 61% non ha un contrattto di lavoro

Dettagli

L uso dell arbitrato internazionale nelle controversie commerciali: un indagine presso le imprese 1

L uso dell arbitrato internazionale nelle controversie commerciali: un indagine presso le imprese 1 L uso dell arbitrato internazionale nelle controversie commerciali: un indagine presso le imprese 1 Nello sviluppo e nelle dinamiche del commercio internazionale la sicurezza delle transazioni e la certezza

Dettagli

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE

UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE UN SISTEMA PREVIDENZIALE PIÙ FLESSIBILE ALDO SMOLIZZA* Qualche anno fa svolgevo un attività internazionale e a seguito di quell attività conoscevo molto bene le indicazioni del Fondo Monetario Internazionale.

Dettagli

Capece vs Bernardini

Capece vs Bernardini Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria Segreteria Generale: Via Trionfale, 79/A 00136 Roma Tel. 06.3975901 (6 linee r.a) Fax 06.39733669 Email: info@sappe.it Capece vs Bernardini Comunicato stampa in

Dettagli

Donne e violenza, le parole non bastano più

Donne e violenza, le parole non bastano più DISCUSSIONI Donne e violenza, le parole non bastano più Anna Maria Fellegara È un aberrazione dal costo individuale e sociale inaccettabile, come tutti gli studi dimostrano: il contrasto al fenomeno non

Dettagli

ITALIA REPUBBLICA ITALIANA. Capo di stato: Giorgio Napolitano. Capo di governo: Matteo Renzi

ITALIA REPUBBLICA ITALIANA. Capo di stato: Giorgio Napolitano. Capo di governo: Matteo Renzi ITALIA REPUBBLICA ITALIANA Capo di stato: Giorgio Napolitano Capo di governo: Matteo Renzi Oltre 170.000 rifugiati e migranti che cercavano di raggiungere l Italia dall Africa del Nord su imbarcazioni

Dettagli

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL

(LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL (LA RESPONSABILITÀ DELLA VERSIONE ITALIANA DEGLI ARTICOLI PUBBLICATI NEL BLOG DEL PROFESSOR NAVARRO È DEL TRADUTTORE, MICHELE ORINI) LA PRINCIPALE E PIÙ OCCULTATA CAUSA DELL AUMENTO DELLE DISEGUAGLIANZE

Dettagli

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani

Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Il PD vuole aprire le porte ai nuovi italiani Autore: Alban Trungu Categoria : Mondo Migrante Data : 15 febbraio 2011 Intervista con Khalid Chaouki, responsabile immigrazione e seconde generazioni dei

Dettagli

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE

UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE UGUAGLIANZA DI GENERE, SOLIDARIETÀ, AZIONE Attività del gruppo GUE/NGL nella commissione per i diritti delle donne e l uguaglianza di genere del Parlamento europeo Uguaglianza di genere, solidarietà, azione

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan * Abstract Il Segretario Generale delle Nazioni Unite, Kofi Annan, propose per primo il Global Compact in un discorso al World Economic

Dettagli

SISM Segretariato Italiano Studenti in Medicina

SISM Segretariato Italiano Studenti in Medicina DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI SISM Segretariato Italiano Studenti in Medicina Anno Associativo 2012/2013 INTRODUZIONE Nella conclusione al preambolo della Dichiarazione dei Diritti Universali

Dettagli

Il rinnovato impegno della comunità internazionale

Il rinnovato impegno della comunità internazionale Il rinnovato impegno della comunità internazionale La situazione dei Paesi poveri Sei anni fa le Nazioni Unite hanno lanciato il programma Millennium Development Goals (MDGs, ossia «Obiettivi per lo sviluppo

Dettagli

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE» a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente Forza Italia 1024 IL NOSTRO FACT-CHECKING SU DUE ANNI DI GOVERNO RENZI «TAVOLO 2: SICUREZZA E IMMIGRAZIONE»

Dettagli

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE

RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE RELAZIONE CONGRESSO DI CIRCOLO DELL 11 OTTOBRE 2014 CANDIDATO SEGRETARIO: LOCCI ROSALINA CONDIVISIONE - RESPONSABILITA - COMPETENZE Saluto tutti i presenti: iscritti, simpatizzanti rappresentanti dei partiti..

Dettagli

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri.

l amore criminale 5 uccise vanno solo a ingrossare il numero di una statistica. E a ricordare quelle figlie ammazzate restano solo le madri e i padri. «La famiglia ammazza piú della mafia». Tutto è iniziato da qui, dal titolo di un articolo che commentava i dati di una ricerca. Era il 2007 e in Italia la legge sullo stalking non esisteva ancora. Secondo

Dettagli

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena

UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena UIL Camera Sindacale Provinciale Cesena Via Natale Dell Amore 42\a Cesena - tel. 0547\21572 - fax 0547\21907 - e.mail cspcesena@uil.it Gentili ospiti, prima di introdurre le riflessioni che hanno dato

Dettagli

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto

Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Costruire un Partito Democratico Europeo Un Manifesto Ci sono momenti nella storia in cui i popoli sono chiamati a compiere scelte decisive. Per noi europei, l inizio del XXI secolo rappresenta uno di

Dettagli

DIPLOMA DI PERFEZIONAMENTO IN STUDI EUROPEI I ANNO

DIPLOMA DI PERFEZIONAMENTO IN STUDI EUROPEI I ANNO ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI (D.P.R. N 492 DEL 29/4/1956 E D.P.R. N 1126 DELL 11/10/1982) SCUOLA POST-UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI 53 ANNO ACCADEMICO 2007-2008 DIPLOMA DI PERFEZIONAMENTO

Dettagli

Una manovra di rigore ed equità.

Una manovra di rigore ed equità. Una manovra di rigore ed equità. Ispirata all'art. 3 della Costituzione: "È compito della Repubblica rimuovere gli ostacoli di ordine economico e sociale che impediscono il pieno sviluppo della persona".

Dettagli

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS

Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS Scheda didattica GLI ACCORDI DI BRETTON WOODS La fine della Seconda Guerra Mondiale aprì un periodo di gravi problemi economici, politici e sociali. Gli unici che uscirono economicamente rafforzati dalla

Dettagli

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore

Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore Chi ha una mano per combattere, anche solo con la penna e l arte dello scrivere, ha anche un cuore grande, capace di affrontare il sacrificio per lasciarci. Enzo Baldoni non è solo. Ognuno di noi è Unico

Dettagli

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita

Stefano Bartolini. Dal ben-avere al ben-essere. Colloqui di Dobbiaco 2011 01.10. 02.10.2011 Benessere senza crescita Stefano Bartolini Dal ben-avere al ben-essere SINTESI Come dimostrato dal paradosso di Easterlin, la crescita economica ha tradito largamente la sua promessa di aumentare il nostro benessere. Ma al di

Dettagli

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA

INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA INFANZIA PRIMARIA SECONDARIA CITTADINANZA TRAGUARDI DI SVILUPPO DELLE COMPETENZE prende coscienza della propria persona ed impara ad averne cura prende coscienza degli altri bambini e impara a lavorare

Dettagli

Presentazione tema dell anno 2014-2015

Presentazione tema dell anno 2014-2015 DISTRETTO 2080 COMMISSIONE LEGALITA E CULTURA DELL ETICA Presentazione tema dell anno 2014-2015 Anzio, novembre 2014 DA UN RAPPORTO DEL COMITATO DEI MINISTRI DEL CONSIGLIO D EUROPA 12 APRILE 2012.....

Dettagli

SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI

SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI Con il patrocinio di SUMMER SCHOOL LA TUTELA EUROPEA DEI DIRITTI FONDAMENTALI L esigenza di offrire alla classe forense e agli operatori del settore un occasione di approfondimento sui temi legati alla

Dettagli

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI

MASTER DI SPECIALIZZAZIONE IN STUDI EUROPEI ISTITUTO DI STUDI EUROPEI ALCIDE DE GASPERI (D.P.R. N 492 DEL 29/4/1956 E D.P.R. N 1126 DELL 11/10/1982) SCUOLA POST-UNIVERSITARIA DI STUDI EUROPEI 60 ANNO ACCADEMICO 2014-2015 MASTER DI SPECIALIZZAZIONE

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL UOMO E DEL CITTADINO E COSTITUZIONE A CONFRONTO. Testo Espositivo By Magenta

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL UOMO E DEL CITTADINO E COSTITUZIONE A CONFRONTO. Testo Espositivo By Magenta DICHIARAZIONE DEI DIRITTI DELL UOMO E DEL CITTADINO E COSTITUZIONE A CONFRONTO Testo Espositivo By Magenta La Dichiarazione dei Diritti dell Uomo e del Cittadino Déclaration des Droits de l'homme et du

Dettagli

Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004

Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004 Discorsi del Presidente della Fondazione Craxi Inaugurazione della Mostra "Tunisiaca" Tunisi, Museo Nazionale del Bardo, 19 gennaio 2004 Stefania Craxi Tunisiaca Tunisi Museo del Bardo 19.01.2004 Eccellenza,

Dettagli

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E

I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E IL LAVORO PUBBLICO TRA VINCOLI E PROCESSI DI INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A V I N C O L I E P R O C E S S I D I I N N O V A Z I O N E di Francesco Verbaro 1 La

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI DELL'UOMO DEL 1948 PREAMBOLO Considerato che il riconoscimento della dignità inerente a tutti i membri della famiglia umana, e dei loro diritti, uguali ed inalienabili,

Dettagli

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo

DICHIARAZIONE UNIVERSALE DEI DIRITTI UMANI. Preambolo Il 10 dicembre 1948, l'assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò e proclamò la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, il cui testo completo è stampato nelle pagine seguenti. Dopo questa solenne

Dettagli

Discorso del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna

Discorso del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna Discorso del Ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna Rivolgo a voi tutti un caloroso benvenuto, a nome del Governo italiano e mio personale. E per me un onore aprire ufficialmente i lavori di presentazione

Dettagli

Dirigente Generale - Provveditore Regionale

Dirigente Generale - Provveditore Regionale INFORMAZIONI PERSONALI Nome Cantone Carmelo Data di nascita 24/12/1957 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio I Fascia MINISTERO DELLA GIUSTIZIA Dirigente Generale -

Dettagli

3. Diritti delle minoranze, lotta contro le discriminazioni e rispetto dei diritti Umani

3. Diritti delle minoranze, lotta contro le discriminazioni e rispetto dei diritti Umani 1 Per Un Europa dei diritti Umani Manifesto dell AEDH e dei suoi membri in vista delle elezioni del 2014 del Parlamento europeo Bruxelles, l 11 novembre 2013 1. Cittadinanza e democrazia e rispetto dei

Dettagli

La manovra del governo Monti

La manovra del governo Monti 1 La manovra del governo Monti La manovra del governo Monti realizza un intervento di dimensioni sostanzialmente costanti, tra i 20 e i 21 miliardi, in ciascuno degli anni del triennio 2012-2014 (20,185

Dettagli

La via cinese alle riforme neoliberiste

La via cinese alle riforme neoliberiste Wan Zhe La via cinese alle riforme neoliberiste 50 Aspenia 73 2016 La Cina sta aggiornando il proprio modello di sviluppo con l adattamento delle teorie economiche neoliberiste la supply side economics

Dettagli

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy

Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Il Patto Globale. Corporate Leadership in the World Economy Kofi Annan Scegliamo di unire il potere dei mercati con l autorevolezza degli ideali universalmente riconosciuti. 1. Le opportunità del Patto

Dettagli

CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE

CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE CURRICULUM VITAE AVV. TERESA MANENTE PATROCINANTE IN CASSAZIONE INFORMAZIONI PERSONALI Data e luogo di nascita: 13.10.1957 in Castellabate ( Sa) Email: info@studiolegalemanente.it Numero di cellulare:

Dettagli

L imperfezione dei mercati Joseph Stiglitz. (Articolo tratto da Il Manifesto del 27 settembre 2014)

L imperfezione dei mercati Joseph Stiglitz. (Articolo tratto da Il Manifesto del 27 settembre 2014) L imperfezione dei mercati Joseph Stiglitz (Articolo tratto da Il Manifesto del 27 settembre 2014) Non ho bisogno spiegare quanto sia drammatica la situazione economica in Europa, e in Italia in particolare.

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini N. 392 Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 392 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato VOLONTÈ Norme contro il traffico e la vendita degli organi prelevati dai bambini Presentata

Dettagli

DOCUMENTO DI POSIZIONE

DOCUMENTO DI POSIZIONE Campagna internazionale sugli obiettivi di sviluppo del millennio I POVERI NON POSSONO ASPETTARE DOCUMENTO DI POSIZIONE Se lo Tsunami del 26 dicembre 2004 si fosse abbattuto sulle coste di un paese ricco,

Dettagli

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI

DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI 667 DICHIARAZIONE DI VOTO SULLA QUESTIONE DI FIDUCIA ON. CHIARELLI Disegno di legge di conversione del decreto-legge n. 36 del 2014: Disposizioni urgenti in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro. L Europa nel mondo

Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro. L Europa nel mondo Consultazione per il programma del PSE per le elezioni europee 2009: Documento di lavoro 1. La sfida L Europa nel mondo Negli ultimi 20 anni, il mondo è cambiato in modo irreversibile. La stessa natura

Dettagli

INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009)

INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009) INTERVENTO DI APERTURA DELL ON.LE SIG. MINISTRO ALLA CONFERENZA G8 SUI FATTORI DESTABILIZZANTI E SULLE MINACCE TRANSNAZIONALI (Roma, 23 aprile 2009) Cari colleghi, autorità, gentili ospiti, voglio darvi

Dettagli

Qualche dato sulla magistratura onoraria

Qualche dato sulla magistratura onoraria Lo stato dell arte Da un punto di vista definitorio i giudici onorari sono soggetti abilitati alla giurisdizione non appartenenti all ordine dei giudici professionali. La loro esistenza nel nostro ordinamento

Dettagli

Educazione ai diritti umani; campagna contro la

Educazione ai diritti umani; campagna contro la GIULIO TERZI MINISTRO DEGLI ESTERI 1 Educazione ai diritti umani; campagna contro la pena di morte; libertà di religione; diritti dei bambini nei conflitti; diritti delle donne e lotta contro le mutilazioni

Dettagli

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA

INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA INTERVENTO DEL MINISTRO DELLE PARI OPPORTUNITA Signor Presidente, Signore e Signori, Cari colleghi, ringrazio innanzitutto il Governo del Brasile per l ospitalità che ha voluto riservare alle delegazioni

Dettagli

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi Gentili ospiti e convenuti, dopo un incontro così denso di interventi e ricco di stimoli cercare di tirare

Dettagli

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009

LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 2009 LE IMPRESE ITALIANE IN RUSSIA: TRA CRISI E NUOVE OPPORTUNITÀ Manuela Marianera, Centro Studi Confindustria, dicembre 9 "Non importa quante volte cadi. Quello che conta è la velocità con cui ti rimetti

Dettagli

GLOBAL ECONOMICS AND SOCIAL AFFAIRS - GESAM LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016

GLOBAL ECONOMICS AND SOCIAL AFFAIRS - GESAM LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 GLOBAL ECONOMICS AND SOCIAL AFFAIRS - GESAM LIVELLO I - EDIZIONE III A.A. 2015-2016 Presentazione Il Global Economics and Social Affairs International Master (GESAM) è organizzato dall Università Ca Foscari

Dettagli

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop

SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012. Cassa a Pomigliano, colpa del mercato. Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop SOMMARIO DEL 19 LUGLIO 2012 Corriere della Sera Uff.Stampa Fismic La Stampa Agi Asca Gr1/TM News Prima Pagina Cassa a Pomigliano, colpa del mercato Alla Fiat di Pomigliano due settimane di stop Fismic,

Dettagli

PIL e tasso di crescita.

PIL e tasso di crescita. PIL e tasso di crescita. 1.1 Il lungo periodo PIL è una sigla molto usata per indicare il livello di attività di un sistema economico. Il Prodotto Interno Lordo, misura l insieme dei beni e servizi finali,

Dettagli

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA

ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà Berlusconi Presidente 87 ALTRO CHE ATTACCO ALLA MAGISTRATURA Stralcio del discorso del Presidente Silvio Berlusconi sulla

Dettagli

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010)

Introduzione. (Martha C. Nussbaum, Non per profitto. Perché le democrazie hanno bisogno della cultura umanistica, Il Mulino, 2010) 7 Introduzione «Cosa c è nell esistenza umana che rende così difficile sposare le istituzioni democratiche basate sul rispetto dei princìpi dell uguaglianza e delle garanzie del diritto, e così facile

Dettagli

Globalizzazione economica

Globalizzazione economica Globalizzazione economica Docente: Antonio Forte Lezione 06 La crisi dello SME-Sistema Monetario Europeo (capitolo 2) La crisi messicana (capitolo 2) La crisi dello SME - 1 La caduta degli accordi di Bretton

Dettagli

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini)

Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Se impariamo a conoscerci, se superiamo il disagio, se scopriamo l armonia della vita, prevenire è possibile. ( Vincenzo Masini) Fin dalla premessa ai programmi della scuola Primaria e Secondaria si è

Dettagli

PICTURES ON HUMAN RIGHTS

PICTURES ON HUMAN RIGHTS Luciano Nadalini ISBN 978-88-97046-01-1 euro 9,90 (i.i.) 9 788897 046011 CAMERA CHIARA EDIZIONI 4 Articolo 1 Tutti gli esseri umani nascono liberi ed eguali in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione

Dettagli

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI

BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI CAMERA DEI DEPUTATI 41 MARTEDÌ 20 GENNAIO 2015 XVII LEGISLATURA BOLLETTINO DELLE DELEGAZIONI PRESSO LE ASSEMBLEE PARLAMENTARI INTERNAZIONALI INDICE DELEGAZIONE PRESSO L ASSEMBLEA PARLAMENTARE DEL CONSIGLIO

Dettagli

La trappola della stagnazione

La trappola della stagnazione Conversazione con Michael Spence e Kemal Dervis La trappola della stagnazione 52 Aspenia 66 2014 ASPENIA. La crisi finanziaria esplosa nel 2008, divenuta una crisi economica semiglobale, si è negli anni

Dettagli

E l Europa decide di non decidere, ma non rinuncia a farci la predica

E l Europa decide di non decidere, ma non rinuncia a farci la predica E l Europa decide di non decidere, ma non rinuncia a farci la predica Sulla crisi della Libia e dei profughi del Nord Africa che sbarcano sulle coste italiane l Europa ha rivelato la sua assenza più clamorosa.

Dettagli

di prossima pubblicazione:

di prossima pubblicazione: di prossima pubblicazione: 1 (la sintesi) Fare cessare l artificiale scarsità di moneta in Italia L economia italiana sta asfissiando a causa della scarsità di moneta. Gli altri problemi di sprechi e inefficienze

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il delitto Custra e la fuga a Rio. Il latitante Mancini ora è libero, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta

Dettagli

Rinnovare l Europa. Per una comune politica industriale socio-ecologica in Europa

Rinnovare l Europa. Per una comune politica industriale socio-ecologica in Europa Rinnovare l Europa. Per una comune politica industriale socio-ecologica in Europa L Europa continua ad essere impantanata nella crisi. Dall inizio della grande crisi, nel 2007, la debolezza della crescita

Dettagli

Notizie dal Consiglio

Notizie dal Consiglio Notizie dal Consiglio NUMERO 11/2013 23 DICEMBRE 2013 z DALLE ISTITUZIONI 1. Dal nostro Consiglio - Auguri Natale - Nomina Presidente Fondazione dell Avvocatura torinese - Riorganizzazione Cancellerie

Dettagli