A..N.G.O.P.I. - Rassegna Emergenze - Marzo 2009 / Marzo 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "A..N.G.O.P.I. - Rassegna Emergenze - Marzo 2009 / Marzo 2012"

Transcript

1 quarta parte

2 168

3 169

4 170 Ormeggio subacqueo per il girovita Dagli studi per l ancoraggio della monoboa al largo del porto petroli di Multedo al sistema di sblocco-sgancio immediato dei cavi dalle motobarche in caso di emergenze È lungo il percorso che ha portato gli ormeggiatori di Genova verso le innovative bitte dei Mille e della Bettolo. Esse sono soltanto il più recente esempio dell intraprendenza del Gruppo. Che già in svariate occasioni ha mostrato il proprio dinamismo professionale dispiegato tanto all interno quanto fuori del loro ambiente lavorativo. Ma che dimostra pure la perizia degli addetti ai servizi di officina e falegnameria del Gruppo nel porre in pratica idee innovative e, soprattutto, l ambizione di porsi non solo al servizio della propria categoria, ma in particolare degli interessi generali del porto, migliorandone operatività e sicurezza ovunque si prefiguri la loro competenza. Competenza a cui risale anche la progettazione e la precisa sistemazione del

5 Preparazione del traliccio-respingente 1 Preparazione del traliccio-respingente 2 L arrivo del Sauro nello specchio acqueo della Darsena L ormeggio del Sauro a Calata Andalò Dinegro del Sauro nido atto a ricoverare il sommergibile Nazario Sauro, punto di richiamo turistico d eccellenza del Galata Museo del Mare (a fine maggio 2011 i visitatori sono stati ben 250 mila). Come mostrano le foto, il traliccio-respingente di metallo progettato dal Gruppo Antichi Ormeggiatori del Porto di Genova è stato sommerso lungo la banchina di Calata Andalò Dinegro da uomini e mezzi nautici del Gruppo stesso, a fine settembre 2008, e lì fissato. Esattamente nello spazio dove alcuni giorni dopo, assistito dai servizi tecnico nautici, si sarebbe posizionata la pancia sommersa del Sauro. Ovvero, il prominente giro vita subacqueo del sottomarino in disarmo giunto dall Arsenale della Spezia, ceduto al museo marinaro genovese e impeccabilmente ormeggiato nello spazio ad esso assegnato. e che la festa d inaugurazione cominci! 171

6 172

7 DA MONFALCONE, GIOIA TAURO, NAPOLI PER IL PORTO DI LIVORNO Via vai marino delle gru Paceco G ru Paceco a spasso sopra le onde del mar Tirreno, ma anche sull Adriatico nel periplo delle coste italiane. Qualcosa di più di semplici passeggiate, però, tenuto conto delle circa 1036 miglia marine che distanziano la Fincantieri di Monfalcone dal terminal container del porto di Livorno e le appena 405 che separano il corrispondente terminal di Gioia Tauro da quello del porto labronico. Eppure, per il trasferimento dei giganteschi impianti di sollevamento completamente montati da porto a porto, o - come nel caso della tratta tra Monfalcone e Livorno - da cantiere costruttore a terminal container, la via marittima è d obbligo. E così avviene che di tanto in tanto il mare sia solcato da maga-chiatte con su tali spettacolari carichi, trainate da rimorchiatori d altura ad una esasperante velocità ridotta a pochi nodi. Il che accade quando i responsabili dei terminal container decidono per motivi di opportunità industriale sia di potenziare le loro infrastrutture portuali con nuovi mezzi meccanici sia di trasferirne altri in località nelle quali sono ritenuti operativamente più congeniali. In entrambe le situazioni un ruolo di notevole rilevanza assumono gli ormeggiatori dei Gruppi presenti nei porti di partenza e di arrivo. Rilevanza non tanto per le operazioni di ormeggio e disormeggio delle chiatte che pure avvengono; ma, in maniera particolare, per fornire l equipaggio alle chiatte stesse, le quali essendone prive necessitano di professionalità marinaresche, insite negli uomini dei Gruppi ormeggiatori e barcaioli, per effettuare le occorrenti manovre, sia nei porti d imbarco delle gru Paceco sia in quelli di scarico. E, naturalmente, pure in quelli toccati lungo le rotte per motivi di forza maggiore: scali tecnici rari, ma possibili per via di guasti o di risistemazioni che richiedono acque ferme o interventi specialistici di officina. Come avvenuto nei giorni di maggio 2010 alla chiatta in navigazione tra Gioia Tauro e Livorno che ha dovuto interrompere il viaggio al molo 54 del porto di Napoli per effettuare, appunto, una sosta tecnica impossibile da rimandare. Fornitura di equipaggi professionalmente esperti è puntualmente avvenuta da parte dei Gruppi nel porto di Monfalcone come a Gioia Tauro, Livorno e anche Napoli, solo per citare le crociere intraprese nello scorso E, naturalmente, aggiungendovi le squadre di uomini addetti all ormeggio e disormeggio nonché imbarcati nella motobarca di assistenza. Napoli, esplosioni di celestiali meraviglie Non solo spazzatura e quartieri d inimmaginabile degrado. Napoli sa ancora presentarsi con altrettanto inimmaginabile fulgore. Come quell esplosione di colori che a inizio aprile, dopo un temporale pomeridiano che ha sferzato la città, con cui la Natura ha regalato un fenomeno di rara bellezza nel suo cielo. Sul lungomare il traffico si praticamente fermato, con decine di automobili, motociclette e scooter fermi per far ammirare un doppio spettacolare arcobaleno, capace di far scordare per qualche secondo i problemi che assillano la città. 173

8 Nel porto di Napoli

9 ...e in quello di Livorno TARGHE STRADALI PER TITO NERI E GAETANO D ALESIO Omaggio di Livorno a due illustri suoi figli U n a piccola piazza e una strada, ambedue affacciate sul porto; dal 24 febbraio 2011 sono intitolate a Tito Neri ( ) e Gaetano D Alesio ( ), due personaggi importanti della Livorno portuale e marittima del 900, due imprenditori che hanno animato e segnato profondamente la vita economica e la storia cittadina. A Tito Neri è stata dedicata la terrazza belvedere che guarda la Darsena Vecchia e la Fortezza Vecchia, un angolo tra i più suggestivi che, come ha detto il figlio Piero nel corso della cerimonia di intitolazione, non poteva essere più appropriato perché in questa darsena Tito Neri da giovanissimo usava ormeggiare i navicelli e fare la manutenzione ai velieri. Ha preso invece il nome di Gaetano D Alesio la strada che va da Scali Novi Lena a Piazza Luigi Orlando. Scelta, anche in questo caso, quanto mai felice: Qui di fronte - ha detto il figlio Nino - mio padre aveva gli uffici e noi bambini giocavamo in piazza. È un po come essere a casa nostra. La cerimonia di intitolazione, che nei due distinti momenti ha visto grande partecipazione, si è svolta alla presenza del sindaco Alessandro Cosimi e delle famiglie Neri e D Alesio (presenti diverse generazioni) e numerosi rappresentanti del mondo portuale. 175

10 176

11 177

12 178

13 179

14 180

15 181

16 182

17 183

18 184

19 PROGETTI ELABORATI SU INDICAZIONI DEL GRUPPO DI GENOVA Tracce di ormeggiatori sulle bitte per super-cruiser T recentocinquanta metri di banchina portuale per far fronte al vigoroso sviluppo delle crociere mediterranee, segnato dalla costante crescita di dimensioni e volumi delle navi di riferimento. L opera infrastrutturale è ciò che il settore crocieristico di Genova si avvia a concludere a Ponte dei Mille, al piano calata del monumentale e storico edificio della Stazione marittima, per accogliere i giganteschi cruiser di nuova generazione. Al costo complessivo di circa tredici milioni di euro, la nuova banchina è formata dall unione e allungamento di due moli pre-esistenti: impresa che - grazie anche ai dragaggi per l approfondimento dei fondali - apporterà primati tra i terminal passeggeri di livello mondiale. La rinnovata infrastruttura diverrà fruibile entro questa estate 2011, munita dei relativi arredi di servizio, tra cui la lunga sequenza delle bitte di ormeggio, di color blu intenso, cementate a bordo-banchina. ed è proprio dalla conformazione e sistemazione delle bitte che scaturisce una novità di grande rilievo nella consolidata prassi della progettualità portuale. Perché ognuna di esse porta in sé anche il taglio professionale degli ormeggiatori che le hanno suggerite alle Autorità, fidando della propria visione operativa e soprattutto di sicurezza. Visione derivata dall esperienza diretta dei primi utilizzatori di quel fondamentale accessorio marinaresco: nello specifico, dagli uomini del Gruppo Antichi Ormeggiatori del Porto di Genova, dalla notte dei secoli adusi a confrontarsi con esse. (Tempo addietro ciò era già avvenuto per talune bitte di ormeggio da porre su banchine del porto di Ravenna, tecnologicamente suggerite dalla sagacia operativa e di sicurezza degli ormeggiatori del porto ravennate. Bitte poi adottate dai responsabili tecnico-amministrativi di quella dirigenza portuale, ovviamente dopo approfonditi accertamenti di qualità e rispondenza d utilizzo, quasi a voler riconoscere e avvalorare - tanto a Ravenna quanto a Genova, così come in altre possibili realtà portuali - una specifica competenza professionale degli ormeggiatori: qui nell ambito delle bitte di ormeggio, strumento di utilizzo quotidiano, ma molto spesso in difforme presenza di condimeteo, di tipologia navale e pure in casi di emergenza). 185

20 Il dichiarato intento era di rendere un servizio migliore sia alla loro stessa categoria sia, in particolare, al porto di Genova e al naviglio che approda alle sue infrastrutture. A tale scopo avvenne che il Gruppo degli Antichi fornisse spunti da loro elaborati a tecnici di fonderie per essere trasformati in progetti e prototipi di bitte che a parere degli ormeggiatori avrebbero meglio risposto in termini operativi e di sicurezza su nascenti nuovi attracchi portuali. Questo, in previsione tanto del potenziamento della super banchina crocieristica di Ponte dei Mille quanto per i futuri punti di attracco del nuovo terminal container dell ex Calata Bettolo, ai piedi della Lanterna, in via di realizzazione, con previsto completamento nel 2014 e dotata di banchina lunga circa 750 metri lineari. Nella corrispondenza inviata dal Gruppo all Autorità portuale e all Autorità marittima si è puntualmente informato del progetto e del suo procedere. Significativa nella sua concretezza l iniziale segnalazione inviata oltre un anno fa alle suddette Autorità, dove si compendiano sia gli intenti dell iniziativa sia il suo concreto riscontro. Recita il testo:, valutate le esigenze cui devono e dovranno rispondere le bitte rispetto alla conformazione e orientamento delle nuove banchine che saranno realizzate e valutate le dimensione sempre maggiori del naviglio che scala il nostro porto, abbiamo provato ad aprire un confronto con chi per l appunto fabbrica bitte di ormeggio, al fine di concepire una bitta che rispondesse alle esigenze di cui sopra, anche secondo la nostra esperienza. La comunicazione del capogruppo Alessandro Serra prosegue con l affermazione di avere ottenuto un ottimo riscontro, rispetto alle istanze che abbiamo posto, dalla Fonderia Galliatese, che ha realizzato il prototipo di una bitta in scala 1:1 (risultato per altro, di una iniziativa finanziata dal Gruppo, quale sorta di reale riscontro di compartecipazione allo sviluppo della portualità genovese). Prototipo associato a relativa documentazione, dagli ormeggiatori fornita in copia ad entrambe le Autorità. Da tutto ciò il Gruppo si dice certo che la bitta è corrispondente nella forma e nelle misure alla caratteristica principale che deve avere laddove non sia possibile posizionarne due, per noi ormeggiatori: riceve i cavi di più navi senza che siano incattivati reciprocamente, garantendo al contempo un ormeggio sicuro. In una successiva comunicazione, relativa alle bitte di ormeggio del futuro terminal container di calata Bettolo, il Gruppo degli Antichi propone alcuni suggerimenti, rifacendosi alla propria competenza tecnica e operativa. E sempre nell intento di dare un modesto, ma speriamo prezioso contributo per offrire al naviglio che scalerà il nuovo terminal e il nostro porto il servizio migliore possibile. Di tali suggerimenti eccone un paio, meno ovvi di quanto parrebbe di primo acchito. Ma considerato anche che la soluzione bitte di ormeggio sottoposta alle Autorità dagli ormeggiatori è stata completamente recepita; e anzi, già dislocata a bordo banchina di Ponte dei Mille, mentre la si adotterà al terminal Bettolo. I due suggerimenti sono: a) la bitta sia montata incassata per almeno 8 cm e non più di 17 cm dei 18 cm complessivi del suo basamento; giova ricordare che in tutti i casi, i 5 perni vanno chiusi o tappati, in quanto negli stessi possono incattivarsi le cime di ormeggio; inoltre, il loro alloggiamento finirebbe per essere costantemente allagato con le prevedibili conseguenze per i perni stessi derivanti dal contatto con acqua, sia piovana sia marina. Ecco perché la soluzione che si fa preferire è quella di incassare 17 cm dei 18 cm totali del basamento. b) valutate l esposizione ai venti dominanti della nuova banchina e la dimensione e la tipologia del naviglio cui parrebbe destinato il nuovo terminal, la distanza tra le quotidianamente bitte sia di 20 metri. Nelle foto: pagina precedente in alto: la nuova banchina di Ponte dei Mille della Stazione marittima del porto di Genova in via di ultimazione; sotto: la banchina del costruendo terminal container della ex Calata Bettolo, prevista in esercizio entro il 2014, con capacità annua pari a mila teu. In questa pagina: immagini di Ponte dei Mille arredata con le bitte di ormeggio realizzate attraverso concetti progettuali operativi e di sicurezza suggeriti dal Gruppo Antichi Ormeggiatori e adottati - come le future da impiantare al terminal Bettolo - da Autorità portuale e da Autorità marittima. Le fotografie scattate sia dal piano calata di Ponte dei Mille (in raqdice e in testata) sia dal viadotto sovrastante Calata Santa Limbania mostrano l eccezionale lunghezza dell infrastruttura (350 metri!) che le consente l ormeggio di navi cro ciera di qualsiasi dimensione. Nelle due pagine successive: riproduzioni documentali e di prototipi dei progetti di bitte elaborati dalla Fonderia Galliatese su indicazioni del Gruppo ormeggiatori di Genova. Le riproduzioni pubblicate attestano tanto la complessità progettuale contenuta dalle indicazioni operative e di sicurezza avanzate dagli ormeggiatori quanto l accuratezza costruttiva della bitte di ormeggio. 186

21 187

22 188

23 L avanguardia? Ma da noi è di casa! L ufficio di monitoraggio del Golfo di Trieste/zona portuale è supportato da una serie di condivisioni remote con possibilità di visualizzare e modificare i dati dei computers in ufficio e all esterno tramite smartphone con sistemi operativi android e ios. La schermata che si vede qui a lato si riferisce ad uno smartphone con ios. Tutto il sistema viene gestito da macchine Macintosh,abbiamo scelto gli imac all in one da 27 (http://www.apple.com/ it/imac/features.html), il primo imac ci permette di visualizzare l A.I.S. (Automatic Identification System), e un database con lo storico delle navi movimentate nel nostro Golfo;il secondo imac tramite un client di visualizzazione remota su server windows 2008, (Remote Desktop Connection),dei Piloti del Porto di Trieste, ci permette di visualizzare la situazione dei movimenti di tutte le navi per la giornata lavorativa, eliminando così di fatto il vecchio fax,sistema che utilizzavamo per tenerci aggiornati; sempre con lo stesso computer controlliamo la nostra tabella della turnistica. Il terzo imac visualizza la tabella delle navi ormeggiate in Porto e la centralina meteo, posizionata sul traliccio sopra il tetto della sede,assieme all antenna del VHF e l AIS. Tutti e tre gli imac possono esser visualizzati/gestiti contemporaneamente,nelle stanze della visualizzazione remota,cioè la sala da pranzo e la stanza del guardiano; in questo caso però non ci sono degli imac a gestire il tutto, ma due macmini (http://www.apple.com/it/macmini/) che si interfacciano con le Tv LCD (32 e 42 ) che servono da monitor. Inoltre, nella stanza principale al primo piano della palazzina, possiamo monitorare tutti i monitor dei computers (A.I.S./Remote desktop/tabelle etc) su un Tv LCD da 60. Un altro imac è posizionato nella stanza del Presidente; è l unica macchina non censurata,mentre tutte le altre sono controllate avendo configurato dei blocchi per non creare disguidi tecnici; la principale censura è sul web;solo alcuni siti si possono visualizzare,ma anche moltissime funzioni del sistema operativo sono amministrate. Nella sala adiacente a quella operativa ci sono 2 computer windows con accesso diretto alla rete e senza censure,stessa cosa nella sala da pranzo,dove c è un altro windows disponibile per i soci. Un altro macmini è posizionato nell armadio dati (Rack): ha la funzione di gestire la telefonia; tutto viene controllato da un sistema chiamato DEXGATE che si interfaccia con MAC OSX, il sistema operativo di macintosh; ogni telefono ha un suo indirizzo di rete e volendo può essere utilizzato come modem connettendo qualsiasi dispositivo che abbia la scheda di rete. Abbiamo 11 telefoni snom VOIP (http://www.snom.com) e due cordless siemens. Per le chiamate su rete fissa utilizziamo la classica telecom, mentre l uscita verso numeri cellulari avviene tramite un GSM box con all interno due sim card,con abbonamento aziendale, abbinato anche ai telefoni cellulari che i soci hanno a disposizione. La stampante EPSON AcuLaser è collegata a tutti i computers grazie al cablaggio strutturato e per i portatili la connessione avviene tramite wifi. L azienda che ha fornito assistenza e macchine si chiama BipComputer, è un Apple premiun reseller : 189

24 Flashback di storia recente Friuli e Venezia Giulia in una mappa del 1601 La nuova sede del Gruppo ormeggiatori del porto di Trieste prima della ristrutturazione Maggio 2010: in visita alla nuova sede Gruppo ormeggiatori appena approntata Ormeggio al campo boe Colpi di bora 190 A..N.G.O.P.I. - Rassegna Emergenze - Marzo 2009 / Marzo Movimento 2012 di nave senza equipaggio, Movimento di nave senza equipaggio presa del cavo del rimorchiatore

25 Navi nel porto di Trieste nella seconda metà dell Ottocento L area della futura nuova sede del Gruppo ormeggiatori negli anni 30 dello scorso secolo Nave incendiata senza equipaggio, con ormeggiatori in sostituzione a bordo Si sale a bordo della nave incendiata Emergenza bora Strappo di un cavo d ormeggio Messa in sicurezza di una nave in un giorno di bora 191

26 LA STAMPA LOCALE Ormeggiatori, la sicurezza nelle mani della tecnologia Il gruppo locale inaugurerà martedì la nuova sede di Molo Fratelli Bandiera Organizzata l assise nazionale della categoria con 200 delegati in arrivo di Furio Baldassi E sistono già dal 1919, per la precisione dal 1 giugno di quell anno. Non manca molto, dunque, per il centenario di un servizio, quello degli ormeggiatori del porto, da sempre legato a doppio filo con la vita della città. Un service importante e quotato che nella settimana entrante è atteso da un vero tour de force di impegni. Si inizia martedì 14, con l inaugurazione ufficiale della loro nuova sede hi-tech di molo Fratelli Bandiera (in realtà operativa da più di un anno ma mai presentata alla città) e successivo likoff per poi proseguire mercoledì e giovedì al Savoia Excelsior con l assise nazionale della categoria, che farà confluire in città circa 200 ormeggiatori da tutta Italia e anche dall estero e chiudere venerdì con una tavola rotonda alla Stazione Marittima con molti relatori di prestigio su L efficienza dei servizi relativi al sistema logistico: il ruolo e il contributo dei servizi dei porti. Quella stessa richiesta di efficienza che, in effetti, è anche alla base dell allestimento della nuova casa della categoria, come spiega il presidente della Cooperativa ormeggiatori, Giorgio Regolin. «Per tenere sotto controllo un porto delle dimensioni e delle caratteristiche di quello di Trieste, con un area d influenza che va dal Porto Vecchio al canale navigabile e poi ai pontili della Siot bisognava essere estremamente aggiornati e credo che ci siamo arrivati, sia pure con esborsi non indifferenti». La nuova sala operativa, in effetti, parla da sola. Una serie di monitor e computer hanno costantemente sotto controllo tutta questa parte dell Adriatico, dall Istria in su, grazie al sistema Ais (acronimo che sta per Automatic identification system) che individua con tanto di nome tutte le navi in arrivo. Ai lati, le stanzette per il riposo degli uomini impegnati in turni per 24 ore su 24, 365 giorni all anno), sono attrezzate a loro volta con radiotrasmittenti e monitor, per tenere sempre la situazione sotto controllo. Spetta poi ai piloti, d intesa con la Capitaneria, avvisare gli ormeggiatori sulla destinazione finale, le caratteristiche dello scafo, le condizioni esterne eccetera. A quel punto entrano in scena gli ormeggiatori, 27 soci operativi più due amministrativi che con le loro sette motobarche (attive anche come servizio Aci del mare)fanno la spola tra i vari moli. Il famoso lancio della cima o della gomena, per dire, è solo l aspetto più appariscente di un lungo lavoro di preparazione per far attraccare la barca. «Le difficoltà non mancano - conferma Regolin - perché basta ad esempio una bora a soli 100 km/h per far scarrocciare i traghetti, che hanno poco pescaggio, e farci lavorare in condizioni di estrema difficoltà». Una lunga lista di apprezzamenti, appesa alle pareti, testimonia in effetti dell apprezzamento, della Capitaneria in primis, per il lavoro svolto. E non a caso da queste parti si ricorda, con malcelato orgoglio, che i primi ad essere chiamati quando cessarono gli effetti del devastante incendio che distrusse un traghetto turco in arrivo a Trieste al largo dell Istria furono proprio loro. «La barca era un tizzone fumante - ricorda Regolin - e le foto che abbiamo scattato all epoca sono buone testimoni. Ciononostante, con lo scafo mezzo piegato, siamo riusciti a farla attraccare all Arsenale». Nella foto qui a lato: un prossimo candidato al concorso per ormeggiatore? 192

27 193

28 194

29 Tutti con me, Per i più grandicelli la giornata trascorsa nel porto di Genova è l avventura da narrare, ma è anche lo svago di fanciullesche fantasticherie che li trasforma in intrepidi marinai, o compagne di giochi di aggraziate creature del mare; per dal mare alla tavola i più piccoli, invece, è lo sgranar d occhi nella meraviglia di qualcosa mai prima conosciuto. Sono, queste, alcune delle sensazioni che sabato 25 ottobre si è cercato di suscitare a una trentina di bambini, in cura all istituto Gaslini di Genova e presso la divisione di pediatria del San Paolo di Savona. Bimbi che in quelle ore di straordinaria trasferta su moli e banchine hanno vissuto un intensa giornata marinara, organizzata per loro dall associazione onlus Il porto dei piccoli, con l affettuosa complicità del Gruppo antichi ormeggiatori. Ormeggiatori che ai piccoli e così speciali ospiti oltre alle sensazioni marinaresche hanno predisposto altri momenti di evasione, culminati nell allegra sarabanda attorno ai tavoli della mensa del Gruppo, imbanditi con valanghe di gustose acciughe fritte e altre ghiottonerie della cucina tradizionale genovese e ligure. La giornata inizia con una sorta di gradevole didattica applicata, rivolta sia ai piccoli ospiti sia ai loro genitori e ai quattro volontari-accompagnatori dell Area Esplorazione e Avventura della onlus. Le lezioni cominciano subito dopo l arrivo 195

30 Nelle foto: immagini della giornata marinaresca trascorsa nel porto di Genova da piccoli ospiti, accolti, accompagnati e festeggiati con affetto dal Gruppo antichi ormeggiatori. 196

31 della comitiva a ponte Colombo, nella sede degli Antichi ormeggiatori, lì trasportata da pullmini della Capitaneria di porto Guardia costiera. Facendole visitare uffici, sala operativa, officina e altri ambienti si spiega il chi, come, quando, dove e perché delle attività di categoria. Insomma, un panorama dell impegno lavorativo degli ormeggiatori, capace d impressionare gli ascoltatori, soprattutto quelli di età adulta. Anche perché nell addentrarsi delle delucidazioni si illuminano i lati generalmente meno noti e visibili della vastità d interventi della categoria, sovente compiuti con indici di alta professionalità. Poi, la parte più attesa, l imbarco della giovane, eterogenea ciurma sulle imbarcazioni del Gruppo, per l eccitante navigazione sino alla diga foranea. Ma non su battelli turistici, bensì sulle reali barche da lavoro usate in porto. Dunque, quasi a contatto con il mare! Indossati i salvagente i gitanti s imbarcano su alcune motobarche, mescolandosi con i familiari di ormeggiatori che con affetto e premura hanno condiviso la festa riservata ai bimbi in cura pediatrica. Una traversata sotto il benevolo sguardo delle torreggianti prue delle navi ormeggiate e infine lo sbarco sulla diga foranea, nei pressi del lanternino, di fronte al porto con i suoi impianti e alla città con i suoi grattacieli, le cupole e i campanili delle sue chiese, le palazzate dell angiporto e del lungomare e la cornice delle alture alle sue spalle, visti da una prospettiva insolita, affascinante nonostante la leggera velatura atmosferica. Una breve parentesi di ammirazione, semplice, ma di grande effetto, capace di imprimersi nell animo; e non soltanto dei fanciulli. E un efficace preliminare all atto conclusivo della festa, opportunamente intitolata: Dal Mare alla Tavola: mestieri, cucina e tradizione sotto la Lanterna, alla quale festa manca ancora l appuntamento con cucina e tavola. Ed è proprio nella cucina della mensa degli ormeggiatori che molti dei bimbi ospiti scatenano la loro contagiosa allegria. Incaricati dai cuochi del Gruppo di preparare l infarinatura per le acciughe fritte ben presto si trasformano in piccoli mugnai, infarinandosi a vicenda tra di loro con sommo. generale divertimento. Poi, tutti a tavola, alle prese con le squisitezze della cucina tradizionale, tra pesci, pizzette, quadretti di focaccia e quant altro di gustoso. Tornati bambini tra i bimbi gli ormeggiatori e i loro familiari si lasciano coinvolgere nel giocondo putiferio, qualcuno addirittura accrescendolo, suscitando ammirati commenti a Gloria Camurati, presidente dell associazione Il porto dei piccoli, nata tre anni fa con l intento di organizzare momenti di evasione a bimbi in cura presso ospedali o all esterno delle strutture ospedaliere. È con molta gratitudine che ricordo quella giornata, il contatto diretto dei bimbi con persone così genuine, con il mare, con la farina Ma soprattutto mi ha colpito e commosso la fraterna, affettuosa sensibilità solidale mostrata da tutti gli ormeggiatori, che con i loro congiunti, mogli e figli, ci hanno collocato nel confortevole centro del calore famigliare. 197

32 198

33 MOTOBARCA E PONTONE DEL GRUPPO IN SERVIZIO D APPOGGIO AGLI ATLETI Bracciate olimpiche sul Canale di Piombino L intesa era di trovarsi sul Canale di Piombino il 6 e il 9 giugno Si dovevano svolgere gare natatorie di fondo di 10 e 25 km per le qualificazioni nazionali alle Olimpiadi. Sia gli atleti che il proprio entourage erano stati puntuali. E così pure gli uomini e i mezzi nautici del Gruppo ormeggiatori e barcaioli del porto di Piombino, il cui compito condotto nella migliore delle maniere - era quello di fornire il supporto logistico a entrambe le prove. Soprattutto sul pontone acquistato del Gruppo mesi addietro a Genova da una compagnia di navigazione. Pontone attrezzato alla bisogna, su cui si erano sistemati tanto gli allenatori quanto gli assistenti dei nuotatori incaricati in particolare di alimentare gli atleti impegnati nella fatica natatoria di fondo, nella quale davano fondo a tutte le loro energie. 199

34 200

35 CAPITANERIA DI PORTO E GRUPPO ORMEGGIATORI BARCAIOLI PER IL SOCIALE Solidarietà a Gela a favore dei Il capogruppo Vincenzo Casciana diversamente abili Il comandante Scordio L a ad Associazioni di diversamente abili insieme per una gita in barca. Infatti, grazie alla solidarietà degli uomini solidarietà non è acqua! è la frase con cui Vincenzo Casciana, capogruppo degli ormeggiatori e barcaioli di Gela nonché estensore del sottostante resoconto, accompagna la foto qui sopra pubblicata. E che si riferisce della Capitaneria di porto di Gela e del Gruppo ormeggiatori e barcaioli dello stesso scalo marittimo siciliano, le varie associazioni hanno potuto far vivere a ragazzi e adulti con diverse abilità l esperienza di un viaggio in barca, avvenuta il 20 giugno 2011 nella rada prospiciente l arenile e l abitato gelese. Il comandante della Capitaneria di porto, capitano di fregata (CP) Rosario Loreto, ha messo a disposizione dei partecipanti i propri natanti e ha altresì coinvolto il Gruppo ormeggiatori e barcaioli che non si sono certamente tirati indietro. Ma che, al contrario, si sono serviti del Gabbiano (l imbarcazione più grande del Gruppo, capitanata da Franco Casciana e Salvatore Scordio) per farvi salire coloro i quali sono costretti a vivere su una sedia a rotelle. L escursione in mare si è svolta all insegna del divertimento e dello stupore per i partecipanti che hanno potuto assistere anche ad una esercitazione antincendio. I getti d acqua e la brina da essi provocata hanno ulteriormente rallegrato i partecipanti all iniziativa. Ancora una volta si è avuta una premurosa attenzione da parte della Capitaneria di porto di Gela, assieme alla collaborazione degli ormeggiatori e barcaioli, per persone sfavorite dalla sorte; e soprattutto la disponibilità a ripetere per i prossimi anni la bellissima esperienza, quale contributo alla sensibilizzazione all integrazione sociale del diversamente abile. 201

36 202

37 203

38 UOMINI E MEZZI DEL GRUPPO PRIMI AD ACCORRERE SU UN SINISTRO SIMULATO Tempestività di ormeggiatori e barcaioli L a nota di compiacimento che, in data 14 aprile 2011, il comandante della Capitaneria di Porto di Gela, capitano di fregata (CP) Rosario Loreto, ha rivolto al Gruppo Ormeggiatori e Barcaioli di Gela e Licata è telegrafica. Tra il titolo dell argomento e la firma dell Ufficiale intercorrono soltanto quattro righe di testo, per altro molto significative. Eccole. ARGOMENTO: Esercitazione Antincendio Portuale del La presente per formulare il vivo compiacimento della Scrivente per il livello di professionalità e la prontezza operativa del personale e dei mezzi di codesto Gruppo, che si è potuta apprezzare nel corso dell esercitazione in argomento. IL COMANDANTE C.F. (CP) Rosario LORETO Da tale laconicità, è comunque possibile presumere che l apprezzamento del comandante Loreto sia stato soprattutto volto alla prontezza operativa dimostrata da uomini e mezzi nautici del Gruppo. Che, infatti, sono stati i primi a giungere nell epicentro del sinistro simulato e attuare con tempestività le opportune azioni sia di soccorso alle persone sia per fronteggiare plausibili conseguenze dell incendio virtuale. Per la cronaca, l esercitazione antincendio, particolarmente importante per un centro petrolchimico quale è il porto di Gela, si è svolta presso il pontile di ponente del terminal petrolifero, richiamando forze e organizzazioni di terra e di mare, secondo una prassi sempre più affinata nei suoi meccanismi. Vi si sono simulate un incendio su una nave lì ormeggiata nonché diverse altre avverse situazioni collaterali, tra cui la caduta di un uomo in mare e l eventualità di persone ferite. In tale contesto - benché soltanto inscenato - le squadre degli ormeggiatori e barcaioli del Gruppo si sono prodigati - loro si realmente - con le proprie imbarcazioni nelle azioni loro assegnate. Nella foto. In alto: motobarche del Gruppo Ormeggiatori e Barcaioli di Gela al largo del polo petrolchimico (costruito nel 1963/64), del quale, a destra, si scorge parte del pontile d attracco delle navi-cisterna. In copertina: operazioni di disormeggio al pontile; nella pagina seguente: assistenze al naviglio cisterniero. 204

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI!

EVENTI! LABORATORI! ESCURSIONI! ESTATE 2015 EVENTI LABORATORI ESCURSIONI Con il patrocinio di: In collaborazione con www.sopraesottoilmare.net ESTATE 2015 UNA PROPOSTA INNOVATIVA SOPRA E SOTTO IL MARE PROPONE UN ATTIVITA UNICA IN ITALIA

Dettagli

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015

Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 GRAND SOLEIL CUP CALA GALERA 2015 Bando - Avviso Grand Soleil Cup 30 Aprile 3 Maggio 2015 Il Circolo Nautico e della Vela Argentario, in collaborazione con il Marina Cala Galera, il Cantiere del Pardo,

Dettagli

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014).

Stabile la movimentazione passeggeri via traghetto negli scali considerati attesa a fine 2015 (+0,32% sul 2014). COMUNICATO STAMPA ADRIATIC SEA FORUM: al via oggi a Dubrovnik la seconda edizione di Adriatic Sea Forum cruise, ferry, sail & yacht, evento internazionale itinerante dedicato ai settori del turismo via

Dettagli

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE

DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE DESCRIZIONE DEL TERMINALE DI GNL E DELLA SUA GESTIONE 1) PREMESSA...2 2) DESCRIZIONE DEL TERMINALE...2 2.1) RICEZIONE...3 2.2) STOCCAGGIO...3 2.3) RIGASSIFICAZIONE...4 2.4) RECUPERO BOIL-OFF GAS (BOG)...4

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine

Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine Procedure tecniche da seguire nel caso di sollevamento persone con attrezzature non previste a tal fine INDICE 1. Premessa 2. Scopo della procedura e campo di applicazione 3. Definizioni 4. indicazioni

Dettagli

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo

TONNARA di SCOPELLO Comunione Tonnare Scopello & Guzzo Vi preghiamo di tener presente che le sistemazioni offerte sono in linea con lo spirito del luogo, lontane dal comfort e dagli standard delle strutture ricettive. In particolare, alcune abitazioni hanno

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015

-AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 -AUDAX 24h- 18-19 luglio 2015 Arcore 26/03/2015 REGOLAMENTO Art. 1 - ORGANIZZAZIONE Il GILERA CLUB ARCORE con sede in Arcore via N. Sauro 12 (mail : motoclubarcore@gmail.com) e il MOTO CLUB BIASSONO con

Dettagli

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione

16 Tronchetti - esercizi per busto. 17 Sbarre per potenziamento. 21 Tronchetti per tonificazione Riscaldamento Anello Anello Anello 1 2 3 1 25 2 24 23 22 3 4 21 20 5 6 7 18 8 9 10 15 11 12 13 14 19 17 16 Defaticamento 1 2 3 4 Piattaforme per stiramento arti inferiori Twister per tonificazione busto

Dettagli

http://www.tassisto.it/

http://www.tassisto.it/ F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome TASSISTO FRANCESCO Indirizzo VIA MARTIRI DELLA LIBERAZIONE, 80/2A 16043 CHIAVARI Telefono 0185325331 Cellulare

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia

LA VALUTAZIONE PUBBLICA. Altri ponti. di Pierluigi Matteraglia LA VALUTAZIONE PUBBLICA Altri ponti di Pierluigi Matteraglia «Meridiana», n. 41, 2001 I grandi ponti costruiti recentemente nel mondo sono parte di sistemi di attraversamento e collegamento di zone singolari

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova

Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Il progetto MED APICE ovvero valutazione e mitigazione delle emissioni inquinanti delle attività portuali: il caso di Genova Paolo Prati Dipartimento di Fisica Università di Genova Modelli a RECETTORE

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

L Astrofisica su Mediterranea

L Astrofisica su Mediterranea Is tuto Nazionale di Astrofisica Consorzio Interuniversitario per la Fisica Spaziale Proge o Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea L Astrofisica su Mediterranea è un progetto d introduzione all Astrofisica

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE

LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE MEZZI PETROLIERE LE PETROLIERE DELL ULTIMA GENERAZIONE L evoluzione delle navi cisterna in termini di sicurezza contro i rischi di inquinamento ha subito negli ultimi anni una forte accelerazione che ha

Dettagli

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI

ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI ALLA CAPITANERIA DI PORTO DI Il sottoscritto... nato a...il... e residente a...provincia di... in via... n C.A.P.. recapito telefonico.../... CHIEDE di essere iscritto, nella Gente di Mare di... categoria

Dettagli

Dispositivi di comunicazione

Dispositivi di comunicazione Dispositivi di comunicazione Dati, messaggi, informazioni su vettori multipli: Telefono, GSM, Rete, Stampante. Le comunicazioni Axitel-X I dispositivi di comunicazione servono alla centrale per inviare

Dettagli

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020

QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 QUESTIONARIO CANDIDATURA ITALIANA GIOCHI DELLA XXXII OLIMPIADE 2020 documento redatto sulla base del questionario CIO Candidature Acceptance Procedure Games of the XXXI Olympiad 2016 PREMESSA ESTRATTO

Dettagli

wewelcomeyou fate la vostra scelta

wewelcomeyou fate la vostra scelta wewelcomeyou fate la vostra scelta State cercando la vostra prossima destinazione per l estate? Volete combinare spiagge splendide con gite in montagna e nella natura? Desiderate un atmosfera familiare

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012

Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Bilancio della competizione di Judo alle Olimpiadi di Londra 2012 Qualche giorno dopo la fine della competizione olimpica di judo è venuto il momento di analizzare quanto successo a Londra. Il mondo del

Dettagli

S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia VII

S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia VII S.E.Port. s.r.l. al servizio del Porto di Civitavecchia Premessa L Autorità Portuale di Civitavecchia ha da tempo avviato un processo di ammodernamento del Porto affinché assuma le connotazioni di un moderno

Dettagli

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI

REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI COMUNE DI ALA REGOLAMENTO GRUPPO ALLIEVI VIGILI DEL FUOCO VOLONTARI Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd. 19.06.2003 Modificato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 11 dd.

Dettagli

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia

Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar. Classe IV. Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia Scuola Primaria Istituto Casa San Giuseppe Suore Vocazioniste Meno male che c è Lucky!!! La missione del W.F.P. in Madagascar Classe IV Maestre: Cristina Iorio M. Emanuela Coscia È il 19 febbraio 2011

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011

PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PIANO TRIENNALE DI FORMAZIONE INTERNA 2009-2011 PROPOSTA TECNICA Genova, Giugno 2009 SOMMARIO 1 PREMESSA... 3 2 QUADRO NORMATIVO DI RIFERIMENTO...4 2.1 LE NORME CONTRATTUALI... 4 2.2 LA FORMAZIONE OBBLIGATORIA

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 1 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web INTRODUZIONE INDEX 3 6 9 L importanza di avere un dominio e gli obiettivi di quest opera Come è cambiato

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA

COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA COME E FATTA E COME DEVE ESSERE APPOSTA E composta dalla sigla CE e, nel caso un Organismo Notificato debba intervenire nella fase del controllo della produzione, contiene anche il numero d identificazione

Dettagli

in evidenza 2013-2014

in evidenza 2013-2014 in evidenza 2013-2014 Liberty of the Seas, la nave più incredibile del Mediterraneo A inaugurare gli imbarchi da Napoli sarà Liberty of the Seas, una nave straordinaria in partenza per la prima volta dall

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI ITALIANO - Scuola Primaria - Classe Seconda Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI ITALIANO Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

alluvioni e frane Si salvi chi può!

alluvioni e frane Si salvi chi può! alluvioni e frane Che cos è l alluvione? L alluvione è l allagamento, causato dalla fuoriuscita di un corso d acqua dai suoi argini naturali o artificiali, dopo abbondanti piogge, nevicate o grandinate,

Dettagli

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE

PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE PIANO DEGLI ELETTRODOTTI DELLA RETE ELETTRICA DI TRASMISSIONE NAZIONALE Nuovo collegamento sottomarino a 500 kv in corrente continua SAPEI (Sardegna-Penisola Italiana) SCHEDA N. 178 LOCALIZZAZIONE CUP:

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

La bellezza è la perfezione del tutto

La bellezza è la perfezione del tutto La bellezza è la perfezione del tutto MERANO ALTO ADIGE ITALIA Il generale si piega al particolare. Ai tempi di Goethe errare per terre lontane era per molti tutt altro che scontato. I viandanti erano

Dettagli

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II.

Piano Stralcio di Bacino per l Assetto Idrogeologico (P.A.I.) (ART.1 D.L. 180/98 CONVERTITO CON MODIFICHE CON LA L.267/98 E SS.MM.II. REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato Regionale del Territorio e dell Ambiente DIPARTIMENTO REGIONALE DELL AMBIENTE Servizio 3 "ASSETTO DEL TERRITORIO E DIFESA DEL SUOLO (P.A.I.) (ART.1 D.L.

Dettagli

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te

Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Il progetto Boat DIGEST ha bisogno di te Lo spettacolo di una vecchia fatiscente imbarcazione da diporto, sia in decomposizione nel suo ormeggio che mezza affondata con gli alberi che spuntano dall acqua

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO

DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI E RELATIVE MISURE ADOTTATE PER L ELIMINAZIONE DELLE INTERFERENZE DERIVANTI DA ATTIVITÀ IN APPALTO E SUBAPPALTO (ai sensi dell articolo 26 del D.Lgs. 81/2008) Allegato

Dettagli

LIBRO PRIMO 1-2. Codice della navigazione e regolamento per la navigazione marittima. Dell ordinamento amministrativo della navigazione.

LIBRO PRIMO 1-2. Codice della navigazione e regolamento per la navigazione marittima. Dell ordinamento amministrativo della navigazione. 1-2 Codice della navigazione e regolamento per la navigazione marittima 93 LIBRO PRIMO Dell ordinamento amministrativo della navigazione. 2. - D.P.R. 15 Febbraio 1952 n. 328. Approvazione del Regolamento

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI

CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI CAPITOLATO DI APPALTO PER IL SERVIZIO DI PULIZIA DEGLI UFFICI DI ROMA ENTRATE SPA E FORNITURA DEL MATERIALE PER I RELATIVI SERVIZI IGIENICI Art. 1 Oggetto del capitolato Il presente appalto prevede: la

Dettagli

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore.

L ASCENSORE. Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. COS È L ANACAM. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. L ASCENSORE Conoscerlo meglio per gestirlo ed usarlo correttamente. Saper affrontare le emergenze. Quando non usare l ascensore. Cosa fare? Cosa non fare? Questo pieghevole è offerto dal vostro ascensorista

Dettagli

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA

Convenzione tra. Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione tra Federazione Italiana Nuoto F.I.N. e Centro Nazionale Sportivo FIAMMA C.N.S.FIAMMA Convenzione F.I.N. C.N.S. FIAMMA La Federazione Italiana Nuoto (F.I.N.), con sede legale in Roma, rappresentata

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE.

IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. Storia della Navigazione sui Laghi Maggiore, Garda e Como IL PROGRESSO TECNOLOGICO E L'INTRODUZIONE DEL VAPORE NELL'ESERCIZIO DELLA NAVIGAZIONE. La produzione di energia attraverso l'uso del vapore, fu

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA

I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA I PROGETTI PER IL NODO FERROVIARIO DI GENOVA Intervista all Ing. Mercatali di RFI Metrogenova.com ha recentemente incontrato l ingegner Gianfranco Mercatali, Direttore Compartimentale Infrastruttura di

Dettagli

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI

IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI IMPIANTI FOTOVOLTAICI PER LA PRODUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA INSTALLATI SU EDIFICI LINEE D INDIRIZZO PER LA VALUTAZIONE DEI RISCHI CORRELATI ALL INSTALLAZIONE DI IMPIANTI FOTOVOTAICI SU EDIFICI DESTINATI

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"?

Seggiolini auto: dov è il vantaggio per le famiglie? Ufficio stampa del TCS Vernier Tel +41 58 827 27 16 Fax +41 58 827 51 24 www.pressetcs.ch Comunicato stampa Seggiolini auto: dov è il "vantaggio per le famiglie"? Emmen, 15 novembre 2012. Il test del TCS

Dettagli

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI

GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI GUIDA ALLA REALIZZAZIONE DEI VANI TECNICI PER ASCENSORI E PIATTAFORME ELEVATRICI Introduzione Le dimensioni delle cabine degli ascensori debbono rispettare valori minimi stabiliti dalle normative vigenti,

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

Un workshop eccezionale

Un workshop eccezionale Un posto splendido Ischia, l isola bella nel Golfo di Napoli, nata da un vulcano. Al sud dell Isola si trova un albergo in mezzo alla natura, 200 m sopra il mare, in un giardino romantico con le palme,

Dettagli

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah

POWER BANK CON TORCIA LED. Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED. mah POWER BANK Batteria di Emergenza Slim con Torcia LED mah 2800 CON TORCIA LED Batteria Supplementare Universale per ricaricare tutti i dispositivi portatili di utlima generazione Manuale d uso SPE006-MCAL

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20.

La gita è riservata ai soci di Ostia in Bici XIII in regola con l iscrizione. Il numero minimo di partecipanti è fissato a 10, il massimo a 20. Versione del 9/3/2015 Pag.1 di 5 FIAB - Ostia in Bici XIII Il Salento in bici 20-28 giugno 2015 Panoramica Una settimana nel Salento: un omaggio ad una delle bellezze d Italia, che ci racconterà di natura,

Dettagli

Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo.

Concorso La Fiorentina che vorrei. Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Concorso "La Fiorentina che vorrei". Chiara Portone (2^D) partecipa con questo bellissimo testo. Mi chiamo Chiara abito a Sesto Fiorentino e per iniziare voglio fare una premessa. Io di calcio ci capisco

Dettagli

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore

RFI:Informativa e invio documentazione. Verbale di accordo e comunicato unitario. Convocazione comitato di settore ATTIVITA FERROVIARIE RFI:Informativa e invio documentazione ACI GLOBALE Verbale di accordo e comunicato unitario AUTONOLEGGIO Comunicato unitario di proclamazione sciopero TRASPORTO MERCI LOGISTICA AUTOSTRADE

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO

ISTRUZIONI PER LA PROGETTAZIONE DEI SISTEMI DI PROTEZIONE CONTRO LE CADUTE DALL ALTO Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via S. Andrea, 8 32100 Belluno Tel. 0437 516927 Fax 0437 516923 e-mail: serv.spisal.bl@ulss.belluno.it Dipartimento di Prevenzione SERVIZIO SPISAL Via Borgo

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti

Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Club Alpino Italiano Sezione di Valenza Davide e Luigi Guerci Magica Sardegna dal blu del mare al Gennargentu 19-27 Settembre 2015-9 giorni / 8 notti Sabato 19 settembre 2015 Viaggio andata Ritrovo dei

Dettagli

GUIDA ALLE SOLUZIONI

GUIDA ALLE SOLUZIONI La caratteristica delle trasmissioni digitali è " tutto o niente ": o il segnale è sufficiente, e quindi si riceve l'immagine, oppure è insufficiente, e allora l'immagine non c'è affatto. Non c'è quel

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno.

UPPLEVA. 5 anni di GARANZIA. Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. UPPLEVA Soluzioni integrate di mobili, smart TV e sistema audio. Tutto in uno. 5 anni di GARANZIA INCLUSA NEL PREZZO I televisori, i sistemi audio e gli occhiali 3D UPPLEVA sono garantiti 5 anni. Per saperne

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE

Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Cognome... Nome... LE CORRENTI MARINE Le correnti marine sono masse d acqua che si spostano in superficie o in profondità negli oceani: sono paragonabili a enormi fiumi che scorrono lentamente (in media

Dettagli

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe

06/09/2013. Gianfranco Tripi. Deroghe CORSO BASE DI SPECIALIZZAZIONE DI PREVENZIONE INCENDI Analisi di rischio e individuazione delle misure di sicurezza equivalenti. Individuazione delle misure di prevenzione e/o di protezione che permettono

Dettagli