GESTIONE DI RETI IDRICHE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GESTIONE DI RETI IDRICHE"

Transcript

1 GESTIONE DI RETI IDRICHE Introduzione alla gestione delle perdite commerciali e criteri di gestione economica del parco contatori Marco Fantozzi, Studio Marco Fantozzi (Membro dell IWA Water Loss Specialist Group) Studio Marco Fantozzi - Via Forcella Gussago (BS) Tel: Fax: Mobile: web: Corte Ospitale Rubiera (RE) 08 OTTOBRE 2013

2 Sommario Quali strategie per ridurre le perdite commerciali Calcolare e raggiungere il livello economico di perdita Presentazione di casi di studio

3 Strategia di Riduzione delle Perdite: Che fare? Step 1: Determinare il Volume di Acqua dispersa: Usare la terminologia e il sistema di calcolo del Bilancio Idrico migliori, con limiti di confidenza del 95% Step 2: Identificare come stiamo operando : Usando i performance indicators più significativi Step 3: Analizzare i dati e sviluppare la propria strategia Usando i migliori concetti e software disponibili Step 4: Definire obiettivi, prendersi l impegno, iniziare, imparare dal proprio lavoro L uso di software specifico e della consulenza di esperti può accelerare i progressi!

4 Il Bilancio Idrico Standard IWA Consumi Consumi Autorizzati Fatturati Consumo Fatturato Misurato Consumo Fatturato Non Misurato Revenue Water Volume Autorizzati Consumi Autorizzati Non Fatturati Consumo Non Fatturato Misurato Consumo Non Fatturato Non Misurato Immesso in Rete Perdite Apparenti Consumo Non Autorizzato Imprecisione dei Contatori Errori di gestione dei dati Acqua Non Fatturata System Input Volume Perdite Idriche Perdite Reali Perdite nella Rete di Trasporto e di Distribuzione Perdite e Sfiori dai Serbatoi Perdite dalle Prese d Utenza fino al Contatore Non Revenue Water

5 Il Bilancio Idrico e i PI IWA Nazioni ed organizzazioni che ora usano (o raccomandano) il Bilancio Idrico IWA sono i seguenti: Germania (DVGW) Malta Sud Africa (Water Research Commission) Australia (Water Services Association) Nuova Zelanda (New Zealand Water and Waste Association) Canada (Canadian Federation of Municipalities) USA (American Water Works Association) Versioni del Bilancio Idrico IWA sono ora disponibili con il software PIFastCalcs, con il limiti di confidenza del 95% Ora anche la Regione Emilia Romagna e la Regione Piemonte stanno progressivamente applicando la metodologia e gli indicatori IWA

6 Esempio di Analisi BABE delle componenti di Perdita In questo caso, ridurre la sottoregistrazione dei contatori rappresenta la priorità economica di intervento per il gestore!

7 Attualmente la IWA WLTF sta sviluppando l ALI =Apparent Loss Index Errori Active di Analisi Leakage dei Control Dati Imprecisione Pressure Management Contatori Perdite Apparenti di Riferimento Annuali Capire le Perdite Apparenti Livello Economico Perdite Apparenti Speed Errori di and Trasferimento quality dei of Dati repairs Perdite Apparenti Economicamente Potenzialmente Recuperabili Usi Illegali Perdite Apparenti Annuali

8 Capire le Perdite Apparenti Quando si pensa alle Perdite Apparenti, normalmente si pensa alla Precisione dei contatori! Ci sono anche altri fattori : Selezione & Tipo contatori Dimensionamento contatori Installazione contatori Lettura contatori Gestione Dati Manutenzione Connessioni Illegali, Manomissioni & Furti

9 Capire le Perdite Apparenti Speed Errori and di Trasferimento quality dei of repairs Dati In molte situazioni i dati possono essere registrati correttamente ma trasferiti erroneamente per: Problemi di scala di misura Azzeramenti Errori di lettura Errori nella gestione delle letture Adeguate Procedure di Controllo, Ispezione, Tracciato Dati e di Validazione delle letture possono risolvere molti di questi problemi

10 Capire le Perdite Apparenti Errori di Analisi Active dei Leakage Control Dati Errori possono essere fatti anche una volta che i dati sono arrivati al Gestore. Per cui: Adeguate Procedure di Gestione Aggiornamento del database clienti Audit della catena: lettura data processing fatturazione Analisi statistica dei valori di consumo Adeguato Addestramento degli Operatori possono risolvere molti di questi problemi

11 Capire le Perdite Apparenti Illegal Use Usi Illegali Possono esistere situazioni per le quali un cliente: Non risulta nel Sistema Clienti Ha eseguito un by-pass o ha manomesso il contatore Utilizza impropriamente la rete anti incendio (pulizia, riempimento serbatoi ecc.) Adeguate Procedure di Ispezione e Controlli in campo, Confronto dei consumi del cliente con i consumi medi, Campagne di informazione Verifiche mediante incrocio sistemi informatici acqua/en. el. ecc. possono risolvere molti problemi

12 Capire le Perdite Apparenti I contatori possono risultare imprecisi per diversi motivi: Imprecisione Pressure Portate eccessive o acque abrasive Management Contatori Installazione errata o mancanza di manutenzione Errato dimensionamento o tipologia del contatore Usura per vetustà del contatore Adeguate Procedure di Selezione, Dimensionamento, Test, Installazione e Sostituzione dei contatori possono risolvere questo tipo di errori

13 Introduzione alla politica di cambio dei contatori Nella maggior parte dei casi i gestori Italiani installano i contatori domestici ma li sostituiscono solo quando si rompono, anche perché non ci sono ancora normative che richiedono la sostituzione periodica dei contatori. In molti paesi i contatori vengono verificati e/o sostituiti con frequenza compresa tra i 5 ed i 10 anni. Come conseguenza il parco contatori Italiano è abbastanza vecchio ed impreciso. Una metodologia per la raccolta e l analisi dei dati, che considera la perdita di fatturato conseguente all imprecisione dei contatori è stata sviluppata ed applicata ad alcuni casi di studio. Vengono qui presentate la metodologia e valutati i benefici ottenibili con un piano di cambio ottimizzato del parco contatori che tenga in considerazione i costi di sostituzione ed i benefici ottenibili in termini di maggior fatturato.

14 Introduzione alla politica di cambio dei contatori Il metodo utilizza dati tecnici (profilo di consumo dei clienti, errori di misura dei contatori alle diverse portate, ecc.) e dati economici (prezzo di vendita dell acqua, costo di installazione del contatore, ecc.) e consente di definire un piano di cambio ottimizzato dei contatori per massimizzare il ritorno economico dell investimento Il metodo è stato applicato a 3 casi di studio Italiani Inoltre l UFR (unmeasured flow reducer) un apparecchio che trasforma le basse portate sotto la soglia di sensibilità in impulsi di portata misurabili dal contatore è stato testato sia in campo che in laboratorio. I consumi non misurati alle basse portate sono stati valutati e di conseguenza i benefici dell installazione dell UFR come parte del programma di sostituzione dei contatori.

15 Caratteristiche di un contatore di classe C DPR 854/82 Contatore DN 15mm Q n =1,5 m 3 /h Portata di avviamento Q avv ~5-10 l/h Portata minima Q min = 0,01xQ n = 15 l/h Portata di transizione Q t = 0,015xQ n = 22,5 l/h e 5% e 2% In linea teorica un contatore con una Q avv =10 l/h può fare transitare un volume giornaliero di 240 litri senza misurare nulla!

16 Analisi dei dati e calcolo dell errore medio pesato e dell acqua perduta Questa figura (basata su test di laboratorio) mostra la curva media di errore di contatori nel tempo. Con l età la soglia di sensibilità e l errore alle basse portate aumentano. Perdite e consumi sotto la soglia di sensibilità non sono misurati E importante tenere in considerazione l errore alle basse portate and in particolare quando la portata è compresa traqae Q Source: IWA Integrated Water Meter Management (Arregui et Al. ) Soglia di Sensibilità La curva di errore è generalmente stabile nel tempo alle portate medie e alte

17 Gestione dei contatori Dobbiamo rispondere a due quesiti: - QUALI contatori devo comprare? - QUANDO devo sostituirli? Nuove tecnologie?

18 Definire il periodo di cambio ottimale Per rispondere a questi quesiti devo sapere: - Qual è l ERRORE dei contatori? - Come si EVOLVE l errore nel tempo? Dobbiamo testare i contatori! METER EVALUATION Software DATABASE Risultati dei test sui contatori Profili di consumo Software di analisi dati Informazioni economiche e su errori dei contatori Piano di cambio contatori

19 Definire il periodo di cambio ottimale Il periodo ottimale di sostituzione è quello per il quale viene minimizzato il costo totale dei contatori Costo Totale = Costo Acquisto Costo Installazione + + Costo dell acqua non misurata Costi Iniziali Costi distribuiti Viene calcolato il costo totale per diversi scenari possibili: 1) sostituzione contatori solo se rotti o bloccati NON FARE (normalmente caratterizzato dal costo più elevato). COSTA!! 2) sostituzione massiva dei contatori in base a calcolo tecnico economico 3) sostituzione massiva dei contatori e installazione di apparecchi di recupero del flusso non misurato (UFR) in base a calcolo tecnico economico

20 Definire il periodo di cambio ottimale Assunzioni normalmente utilizzate per il calcolo: L errore medio pesato () e la sensibilità (Qa) evolvono linearmente nel tempo = - 6% = - 7,8% ~ 0,3 % / anno Qa = 13 l/h Qa = 10,7 l/h ~ 5 % / anno = - 9,6% Qa = 8 l/h = 1,4 = 1,3 = 1,2 anno 0 anno 6 anno 12 Il volume di acqua usato dai clienti rimane costante o varia secondo indicazioni del gestore Il tasso di interesse e l inflazione rimangono costanti Il prezzo di vendita varia secondo indicazioni del gestore ~ 0,017 Euro / anno anno 0 anno 6 anno 12 anno 0 anno 6 anno 12 Nota: I tre grafici sono riportati a titolo di esempio e si riferiscono ai dati di uno specifico caso di studio Italiano

21 Definire il periodo di cambio ottimale Il piano di cambio ottimale dei contatori viene calcolato pari in base a questi parametri: Informazioni utilizzate per il calcolo: Esempio Tasso attualizzazione Inflazione Aumento prezzo vendita H2O (%/anno) Prezzo H2O (P) [ /mc] Consumo Medio (CM) [mc/anno] Fatturato medio annuo = Fa= P*CM [ /anno] Costo acquisto contatore (Ca) Valore 5,00% 2,30% 1,00% 1, ,00 Costo sostituzione contatore (Cs) 22,00 Altri costi (Cv) 2,00 Costo totale = Ct = Ca + Cs + Cv 42,00 Errore iniziale (%) -6 Aumento errore (%/anno) 0,25 Rapporto V = Ct / Fa 0,21 Sensibilità iniziale (l/h) 8 Aumento sensibilità (%/anno) 10 A seconda della specifica situazione del sistema idrico il periodo di cambio ottimale può variare tra 5 e 20 anni Per avere il massimo beneficio, il piano di cambio ottimale va definito in modo specifico per ogni sistema idrico

22 3 casi di studio Italiani: dati principali Risultati economici con il piano di cambio contatori e l UFR Casi di studio A B C D Parco misuratori interessati Calibro misuratori DN 15 DN 13 e DN 20 DN 13 e DN 20 DN 13 Età del parco misuratori > 10 anni 72,00% 87,00% 55,00% 20,00% > 20 anni 49,00% 51,00% 27,00% 48,00% Campione testato Determinazione della perdita 12% 9% 20% 28% Errore di misura 3% 1% 8% 6% Prelievi non registrati sotto la soglia di sensibilità 9% 8% 12% 22% Volume d'acqua totale transitato in mc/anno Volume d'acqua perso in mc/anno Valutazione dell'età economica solo cambio del contatore (rientro contatori 19 anno anno 9-10 anno anno dall'investimento) cambio contatori e UFR 10 anno anno 4 anno anno Piano d investimento prescelto 10 anni 19 anni 9 anni 10 anni Risultato economico con piano di investimento più con UFR conveniente prescelto senza UFR

23 Profilo di consumo di un utenza non domestica B A L esempio mostra un profilo di consumo e come due contatori rispondono al profilo in termini di precisione. Il contatore A con range base di portata (R80) non registra le portate sotto 1 m3/h ed è accurato solo sopra i 2 m3/h. Il contatore B con range esteso di portata (R500), installato nello stesso sito, misura le portate superiori a 0.09 m3/h ed è accurato sopra 0.32 m3/h. La differenza di misura è di circa il 17% del volume totale.

24 UFR Principio di funzionamento La sotto-registrazione dei contatori è un significativo problema di Perdita Apparente, con contatori che spesso leggono valori compresi tra il 50% ed il 95% dei consumi effettivi. Erroneamente, gli sforzi si sono concentrati fin qui solo sul miglioramento della misura invece di cambiare le caratteristiche della portata misurata. Flow Apparecchi come l UFR (Unmeasured-Flow Reducer) consentono allle portate sotto soglia di sensibilità di essere misurate con precisione.

25 UFR Principio di funzionamento L UFR (Unmeasured Flow Reducer) comincia ad operare a portate molto basse e crea impulsi di portata che il contatore può misurare. Variando il regime di portata l UFR consente al contatore di misurare anche i prelievi che avvengono alle basse portate. Senza UFR Con UFR Start up Flow Rate Sensibilità

26 Calcolo Costi/Benefici Al fine di calcolare i benefici economici di una politica di sostituzione dei contatori e dell installazione dell UFR, sono stati considerati i tre seguenti scenari: 1 scenario: sostituzione dei contatori solo quando si rompono o si bloccano. 2 scenario: sostituzione dei contatori in base ad un calcolo economico. 3 rd scenario: sostituzione dei contatori e installazione dell UFR in base ad un calcolo economico. In questo caso viene considerato un volume aggiuntivo di acqua recuperata così come il costo aggiuntivo di installazione dell UFR.

27 Calcolo Costi/Benefici Per i tre diversi scenari viene calcolato: Il volume perso nel tempo, Il periodo di sostituzione dei contatori, e per gli scenari di cambio massivo e di cambio con installazione dell UFR: Il tempo di recupero dell investimento Il beneficio economico (Net Present Value, NPV) Volume perso nei 3 scenari nel tempo Anno Normalmente lo scenario con UFR da i risultati migliori in termini di flusso di cassa cumulato e di NPV. Nota: Le figure descrivono un caso di studio Italiano

28 Come la tecnologia AMR può aiutare l industria idrica? Dispute resolution, Theft prevention, Virtual turn on/turn off, Conservation monitoring, Peak demand, TOU billing, Meter right sizing, System optimisation, Customer usage comparisons, End use analysis Designing retrofit programs

29 Funzionalità di un software di supervisione AMR Analisi del punto di misura: profilo di consumo ed efficienza del contatore Informazioni del cliente: cliente, tipo e posizione del contatore Ricerca elenco clienti: ricerca clienti, contatori, selezione per zone, aggregazioni Indicazioni di allarmi: contatore bloccato, consumi anomali, ritorno di flusso, portata elevata, pressione bassa, presenza perdita, Analisi consumi e pressioni

30 Esempio di bolletta di Sidney Water (Australia) Better Communication with Customers Your Usage Against Sylvania District Daily Average am 12.00pm 10.00pm 12.00pm Kilolitres Your Usage District Average You may have an internal leakage. Please do a tap test or contact you Sydney Water office for further information

31 Time of use billing Inoltre, i profili di consumo consentiranno di applicare ai clienti differenti tariffe per usi che avvengono in momenti differenti del giorno

32 Conclusioni Le perdite apparenti rappresentano una componente importante della acqua non fatturata, soprattutto dal punto di vista economico, come evidenziabile mediante l esecuzione di un Water Audit e del Calcolo del Bilancio Idrico IWA. La sotto registrazione dei contatori è spesso la priorità economica di intervento per il gestore! Sebbene finora i contatori sono stati normalmente sostituiti di norma solo quando si bloccano o si rompono, è possibile pianificare un piano di sostituzione dei contatori che consenta di migliorare l efficienza e la economicità della gestione, con significativi benefici economici finanziari per i gestori. Il momento della sostituzione del contatore è ideale per installare anche l UFR, in quanto anche i contatori nuovi non misurano le portate molto basse e la soglia di sensibilità del contatore aumenta con la vita del contatore. Ciò consente anche di minimizzare i costi di installazione. L AMR consente di avere: Indicazioni di allarmi (contatore bloccato, consumi anomali, ritorno di flusso, portata elevata, pressione bassa, presenza perdita), Analisi del punto di misura (profilo di consumo ed efficienza del contatore ecc.). IN CONCLUSIONE: GESTIRE IN MODO ECONOMICO ED EFFICIENTE E POSSIBILE DA SUBITO, NON AGIRE E PIU COSTOSO!!

33 Workshop Tecnologie all avanguardia a supporto di gestioni innovative delle reti di distribuzione idrica Corte Ospitale Rubiera (RE) 08 Ottobre 2013 Grazie per l attenzione! Introduzione alla gestione delle perdite commerciali e criteri di gestione economica del parco contatori Marco Fantozzi, Studio Marco Fantozzi (Membro dell IWA Water Loss Specialist Group) Studio Marco Fantozzi - Via Forcella Gussago (BS) Tel: Fax: Mobile: web:

Sistemi Allaccio Utenze Acqua e. Unmeasured Flow Reducer

Sistemi Allaccio Utenze Acqua e. Unmeasured Flow Reducer 1 Sistemi Allaccio Utenze Acqua e Sistemi Riduzione Allaccio delle Utenze Perdite Acqua e Riduzione Non Misurate delle Perdite Unmeasured Non Misurate Flow Reducer Unmeasured Flow Reducer Renato Brocchetta

Dettagli

IWA Water Loss Task Force Water 21 Articolo n. 6

IWA Water Loss Task Force Water 21 Articolo n. 6 IWA Water Loss Task Force Water 21 Articolo n. 6 La valutazione delle Perdite Reali, comprensiva dell Analisi delle Componenti e di Considerazioni Economiche Un Approccio Pratico In questo sesto articolo

Dettagli

LE MIGLIORI TECNOLOGIE INTERNAZIONALI PER LA STIMA, IL MONITORAGGIO E IL CONTROLLO DELLE PERDITE. M. Farley 1 & M. Fantozzi 1

LE MIGLIORI TECNOLOGIE INTERNAZIONALI PER LA STIMA, IL MONITORAGGIO E IL CONTROLLO DELLE PERDITE. M. Farley 1 & M. Fantozzi 1 LE MIGLIORI TECNOLOGIE INTERNAZIONALI PER LA STIMA, IL MONITORAGGIO E IL CONTROLLO DELLE PERDITE M. Farley 1 & M. Fantozzi 1 (1) Membri della Water Loss Task Force dell International Water Association.

Dettagli

Approccio e risultati ottenuti con la gestione efficiente dei sistemi idrici in Iren Reggio Emilia

Approccio e risultati ottenuti con la gestione efficiente dei sistemi idrici in Iren Reggio Emilia Soluzioni innovative per la misura, l analisi ed il controllo delle reti di distribuzione idrica Approccio e risultati ottenuti con la gestione efficiente dei sistemi idrici in Iren Reggio Emilia F. Ferretti,

Dettagli

La gestione delle reti di distribuzione. Le perdite apparenti e sottomisurazione. GDurante gli ultimi due anni il CONTATORI

La gestione delle reti di distribuzione. Le perdite apparenti e sottomisurazione. GDurante gli ultimi due anni il CONTATORI Le perdite apparenti e sottomisurazione CONTATORI GDurante gli ultimi due anni il gestore del servizio idrico di Palermo, AMAP S.p.A., e l Università degli Studi di Palermo hanno esaminato la sottoregistrazione

Dettagli

La gestione di perdite

La gestione di perdite La gestione di perdite esperienze e pressioni idriche a Reggio Emilia Iren Emilia ha applicato i concetti dell International Water Association (IWA) per ridurre le perdite nei sistemi idrici della provincia

Dettagli

Premessa sull approccio pratico IWA alla gestione delle perdite

Premessa sull approccio pratico IWA alla gestione delle perdite Q34 - Quali indicatori di Performance sarebbe più efficace usare per supportare, facilitare e obbligare i gestori a ridurre i volumi di acqua non fatturata? Suggerimenti di Marco Fantozzi (membro del Water

Dettagli

THE RTCP SYSTEM LA MIGLIORE SOLUZIONE PER LA GESTIONE ATTIVA DELLA PRESSIONE IN UNA SMART WATER NETWORK. Ing. Emilio Benati

THE RTCP SYSTEM LA MIGLIORE SOLUZIONE PER LA GESTIONE ATTIVA DELLA PRESSIONE IN UNA SMART WATER NETWORK. Ing. Emilio Benati LA MIGLIORE SOLUZIONE PER LA GESTIONE ATTIVA DELLA PRESSIONE IN UNA SMART WATER NETWORK THE RTCP SYSTEM THE CONTROL TECHNOLOGY GROUP Ing. Emilio Benati 1 THE RTCP (Real Time Critical Point) SYSTEM RCTP

Dettagli

Architettura a rete fissa EverBlu per Watergrid. Napoli, 11 Aprile 2015

Architettura a rete fissa EverBlu per Watergrid. Napoli, 11 Aprile 2015 Architettura a rete fissa EverBlu per Watergrid Napoli, 11 Aprile 2015 Efficienza Idrica e Smart Metering La telelettura intelligente dei misuratori idrici (Smart Metering) è il pilastro fondamentale per

Dettagli

APPLICAZIONE IN ITALIA DEI PIU RECENTI SVILUPPI NEL CALCOLO DELLA FREQUENZA ECONOMICA DI CONTROLLO PERDITE

APPLICAZIONE IN ITALIA DEI PIU RECENTI SVILUPPI NEL CALCOLO DELLA FREQUENZA ECONOMICA DI CONTROLLO PERDITE APPLICAZIONE IN ITALIA DEI PIU RECENTI SVILUPPI NEL CALCOLO DELLA FREQUENZA ECONOMICA DI CONTROLLO PERDITE Marco FANTOZZI, Allan O. LAMBERT Parole Chiave: Intervento economico; livello economico di perdita;

Dettagli

www.autoleak.eu Autoleak DMS - A tool to decide if, when and where leakage detection is worthwhile Ing. Claudio Serrani

www.autoleak.eu Autoleak DMS - A tool to decide if, when and where leakage detection is worthwhile Ing. Claudio Serrani www.autoleak.eu Autoleak DMS - A tool to decide if, when and where leakage detection is worthwhile Ing. Claudio Serrani Italian DHI Conference 201 ..... Bisogno di Integrazione PROBLEMA 1 I dati sono spesso

Dettagli

- 1 - UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Idraulica, dei Trasporti e del Territorio

- 1 - UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Idraulica, dei Trasporti e del Territorio UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PISA FACOLTA DI INGEGNERIA Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Idraulica, dei Trasporti e del Territorio SINTESI DELLA TESI DI LAUREA STATO DELL ARTE SULLE PERDITE NELLE

Dettagli

Abstract. Il mercato dell Energy & Utilities: l offerta Reply. Scenario

Abstract. Il mercato dell Energy & Utilities: l offerta Reply. Scenario Abstract Il mercato dell Energy & Utilities in Italia è stato completamente liberalizzato da alcuni anni. A valle di pluriennali processi di unbundling gestionale e societario, gli operatori sono ormai

Dettagli

Reti Idriche Intelligenti

Reti Idriche Intelligenti Reti Idriche Intelligenti Shaping a Smarter Future Adrià Presas, 27/03/2014 SCENARIO GLOBALE / & IMPATTO UMANO 31 Ottobre 2011 Ufficialmente siamo 7 miliardi di esseri umani sulla terra Secondo l ONU e

Dettagli

Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale?

Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale? Perchè usare un parzializzatore di potenza residenziale? Perchè posso accumulare l energia in eccesso prodotta dal mio impianto fotovoltaico come acqua calda nel boiler! Scenario con un interruttore meccanico

Dettagli

Comunicazione a 169MHz

Comunicazione a 169MHz Comunicazione a 169MHz La sperimentazione in corso Tommaso Poncemi Iren Emilia Dott. Stefano Tondelli - Ing. Nicola Tobia Gruppo Iren: principali aree di business Produzione energia elettrica Distribuzione

Dettagli

Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva

Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva MARIA GISELLA CONCA GESTIONE DELLA QUALITÀ Gli approcci alla Qualità Lo scenario della Certificazione Lezione introduttiva LIUC - Castellanza febbraio - maggio 2001 CERTIFICAZIONE: DIFFUSIONE E NORMATIVA

Dettagli

Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili

Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili Innovazione Affidabilità e Sostenibilità nelle Energie Rinnovabili Product People Process Environment is our common future! Chi siamo Operiamo in Europa dal 1980 nel campo della Qualità, Sicurezza, Energia,

Dettagli

TELELAVORO IN POSTE ITALIANE

TELELAVORO IN POSTE ITALIANE Telelavoro in Poste Italiane 1 TELELAVORO IN POSTE ITALIANE 10 novembre 2008 Telelavoro Customer Services 2 Il Il risultati Employee Satisfaction Index 2008 nel CS Focus sul Telelavoro ESI Customer Services

Dettagli

Economia e organizzazione aziendale

Economia e organizzazione aziendale Economia e organizzazione aziendale Corso di Laurea: Ing. Meccanica Ing. e Informatica Prof. Fabio Bertoni Esercizi su analisi degli investimenti Esercizio 1 Un impresa intende valutare la possibilità

Dettagli

L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore per le aziende

L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore per le aziende MICROSOFT BUSINESS DESKTOP MICROSOFT ENTERPRISE CLUB Disponibile anche sul sito: www.microsoft.com/italy/eclub/ L ottimizzazione dei processi con Microsoft Office System: come generare e misurare il valore

Dettagli

Il ruolo dello smart metering nelle gare per l affidamento del servizio gas naturale

Il ruolo dello smart metering nelle gare per l affidamento del servizio gas naturale Il ruolo dello smart metering nelle gare per l affidamento del servizio gas naturale prof. ing. Furio Cascetta (furio.cascetta@unina2.it) Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell Informazione SECONDA

Dettagli

I progetti di Innovazione tecnologica del Ministero dell Economia e delle Finanze e la misurazione del loro impatto

I progetti di Innovazione tecnologica del Ministero dell Economia e delle Finanze e la misurazione del loro impatto I progetti di Innovazione tecnologica del Ministero dell Economia e delle Finanze e la misurazione del loro impatto Roma, 9 Aprile 2006 Ministero Economia e Finanze 1 Executive Summary L introduzione ed

Dettagli

Gestione della pressione e delle perdite in un sistema idrico:

Gestione della pressione e delle perdite in un sistema idrico: Gestione della pressione e delle perdite in un sistema idrico: IL PROGETTO DI RIDUZIONE DELL ACQUA NON FATTURATA DI TEA ACQUE NEL BACINO IDRICO DI MANTOVA M. Pedroni, F. Leoni, M. Zaghini, A. Fengoni TeaAcque

Dettagli

L Italia si colloca all avanguardia sul tema della Telegestione Elettrica. Cos è la telegestione?

L Italia si colloca all avanguardia sul tema della Telegestione Elettrica. Cos è la telegestione? group Telegestione CONTESTO BENEFICI CARATTERISTICHE OFFERTA CASE HISTORY CONTESTO BENEFICI CARATTERISTICHE OFFERTA CASE HISTORY Cos è la telegestione? La Telegestione, che si colloca nell attività di

Dettagli

Sviluppo e Gestione dei Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it

Sviluppo e Gestione dei Progetti. docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Sviluppo e Gestione dei Progetti docente: Prof. Filippo Ghiraldo f.ghiraldo@bep.co.it Metodologie operative Il progetto come investimento Alcune definizioni Se investo PV ( valore attuale ) oggi al tasso

Dettagli

L esperienza di MM nella gestione idrica

L esperienza di MM nella gestione idrica L esperienza di MM nella gestione idrica Progetti e innovazioni Carlo Alessandro Carrettini Davide Segalini Emilio Attilio Lanfranchi RETE ACQUEDOTTO Popolazione servita 1.3 M residenti e 0.7 M fluttuanti

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO

TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO TUTTO QUELLO CHE OCCORRE SAPERE PER RESTARE COMPETITIVI SUL MERCATO Proposte Corsi OFFERTA I contenuti sono stati sviluppati per rispondere ai fabbisogni formativi specifici per poter realizzare piani

Dettagli

Ufficio Tecnico del Genio Civile Sede di Pistoia

Ufficio Tecnico del Genio Civile Sede di Pistoia Ufficio Tecnico del Genio Civile Sede di Pistoia E2.5.pdf Poggio Gagliardo - Comune di Montescudaio (PI) INDICE 1 PREMESSA...2 2 VALUTAZIONE DEI COSTI GESTIONALI...2 2.1 COSTI RELATIVI AL CONSUMO DI ENERGIA

Dettagli

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione

Value Manager. Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager Soluzione integrata per la pianificazione e il controllo di gestione Value Manager è una soluzione completa

Dettagli

PREVEDERE LE VENDITE PER IL REVENUE MANAGEMENT

PREVEDERE LE VENDITE PER IL REVENUE MANAGEMENT Lezione n. 2 - PREVISIONE 1 PREVEDERE LE VENDITE PER IL REVENUE MANAGEMENT AUTORI Paolo Desinano Centro Italiano di Studi Superiori sul Turismo di Assisi Riccardo Di Prima Proxima Service INTRODUZIONE

Dettagli

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti

L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti L AUMENTO DELL AUTOMAZIONE - come introdurre sul mercato i contatori intelligenti INTRODUZIONE I contatori intelligenti sono strumenti per il monitoraggio in tempo reale dei consumi e per l invio automatico

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE PIEMONTE, GLI AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI E GESTORI DEL SERVIZIO

PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE PIEMONTE, GLI AMBITI TERRITORIALI OTTIMALI E GESTORI DEL SERVIZIO Allegato B) alla deliberazione della Conferenza dell Autorità d Ambito n. 2 n. 190 del 04/04/2007 CONFERENZA IL SEGRETARIO DELLA (Dott. Piero Gaetano Vantaggiato) PROTOCOLLO D INTESA TRA LA REGIONE PIEMONTE,

Dettagli

Sede Legale e Operativa. Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest.

Sede Legale e Operativa. Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest. Sede Legale e Operativa Viale Andrea Doria, 55-95123 Catania (Italy) Tel. 0039 095 8320733 info@pec.idragest.it info@idragest.it www.idragest.it PRESENTAZIONE AZIENDA Idragest è una S.r.l. che fornisce

Dettagli

Cogenerazione con una Energy Service Company: i vantaggi senza i problemi. 5 Giugno 2014

Cogenerazione con una Energy Service Company: i vantaggi senza i problemi. 5 Giugno 2014 Cogenerazione con una Energy Service Company: i vantaggi senza i problemi 5 Giugno 2014 Chi siamo: Heat & Power nasce nel 2004 come società di servizi energetici (ESCo). Il Gruppo opera su quattro aree:

Dettagli

ANALISI COMPUTERIZZATA DELLA POSTURA A LETTO E SEDUTA

ANALISI COMPUTERIZZATA DELLA POSTURA A LETTO E SEDUTA ANALISI COMPUTERIZZATA DELLA POSTURA A LETTO E SEDUTA (COMPUTER ANALYSIS POSTURE BED AND SITTING) FT. Costante Emaldi FT. Rita Raccagni Will you care for me in my old age? SISTEMA a rilevazione di pressione

Dettagli

Cogenerazione ESCo nella produzione della pasta. 5 marzo 2014

Cogenerazione ESCo nella produzione della pasta. 5 marzo 2014 Cogenerazione ESCo nella produzione della pasta 5 marzo 2014 Attività Heat & Power nasce nel 2004 come società di servizi energetici (ESCo). Il Gruppo opera su quattro aree: 1. Area Cogenerazione: Heat

Dettagli

Wazee. il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda.

Wazee. il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda. Wazee il sistema che mette a dieta gli eccessivi consumi della tua azienda. Produrre meglio consumando meno. WAZEE CREA UNA DIETA PERSONALIZZATA PER OGNI AZIENDA E AIUTA A METTERE IN FORMA I CONSUMI. L

Dettagli

A. Pretner SGI, Sarmeola di Rubano (PD), Italy; e-mail: augusto.pretner@sgi-spa.it

A. Pretner SGI, Sarmeola di Rubano (PD), Italy; e-mail: augusto.pretner@sgi-spa.it PROGETTO EUROPEO T.I.L.D.E. Tool for Integrated Leakage DEtection (Strumento Integrato di Ricerca e Controllo delle Perdite Idriche) A. Pretner SGI, Sarmeola di Rubano (PD), Italy; e-mail: augusto.pretner@sgi-spa.it

Dettagli

Guida utente User Manual made in Italy Rev0

Guida utente User Manual made in Italy Rev0 Guida utente User Manual Rev0 made in Italy Indice/Index Informazioni generali General Info... 3 Guida Rapida per messa in funzione Start Up procedure... 3 Login Login... 3 Significato dei tasti Botton

Dettagli

La tua Software House in Canton Ticino. La piattaforma per garantire l efficienza energetica

La tua Software House in Canton Ticino. La piattaforma per garantire l efficienza energetica La tua Software House in Canton Ticino La piattaforma per garantire l efficienza energetica Il CRM: controllo e performance Il CRM, customer relationship management, è una strategia competitiva basata

Dettagli

Soluzioni ABB per l efficienza energetica

Soluzioni ABB per l efficienza energetica Flavio Beretta, Senior Vice President ABB Full Service and Global Consulting, Aprile 2013 Soluzioni ABB per l efficienza energetica Il sistema di misura come strumento per la gestione dell energia Dicembre

Dettagli

IL CERVELLO DEGLI IMPIANTI FV. Tecnologia all avanguardia per progetti di successo

IL CERVELLO DEGLI IMPIANTI FV. Tecnologia all avanguardia per progetti di successo IL CERVELLO DEGLI IMPIANTI FV Tecnologia all avanguardia per progetti di successo Valerio Natalizia, SMA Italia Next Wave PV, elemens Milano, 22 Maggio 2013 SMA: il gruppo I numeri Gamma di prodotti completa

Dettagli

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO

MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO MIGLIORA LA TUA ENERGIA EFFICIENZA E RISPARMIO EFFICIENZA ENERGETICA Utilizzare le risorse energetiche e idriche in modo corretto e responsabile, ridurre gli sprechi e le perdite, ottimizzare il ciclo

Dettagli

ECOMONDO 2011 - WORKSHOP OROBLU Francesca Mondello, Telecom Italia TC.M.SS

ECOMONDO 2011 - WORKSHOP OROBLU Francesca Mondello, Telecom Italia TC.M.SS ECOMONDO 2011 - WORKSHOP OROBLU Francesca Mondello, Telecom Italia TC.M.SS Rimini 9/11/2011 per l ottimizzazione delle risorse e il contenimento dei consumi (energia, acqua, gas ). Nuvola IT Energreen

Dettagli

Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali

Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali Geomarketing: nuove soluzioni alle problematiche aziendali Agenda del corso Introduzione al geomarketing Definizione di geomarketing Ambiti di applicazione Il GMKTG nelle strategie aziendali, esempi di

Dettagli

Omron Water Energy Day. Marco Vecchio ANIE Automazione

Omron Water Energy Day. Marco Vecchio ANIE Automazione Omron Water Energy Day Marco Vecchio ANIE Automazione Federazione ANIE Federazione Nazionale Imprese Elettrotecniche ed Elettroniche 13 Associazioni Oltre 1.200 Aziende Membro permanente di Confindustria

Dettagli

Dialog 3G System. Gestione di reti wireless

Dialog 3G System. Gestione di reti wireless Dialog 3G System Gestione di reti wireless ARAD Technologies Sviluppo strumenti e sistemi per la gestione di reti sofisticate AMR Nata nel 2000, l'azienda ha installato più di 2.000.000 metri azienda a

Dettagli

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura

Capitolo quindici. Produzione globale, outsourcing e logistica. Caso di apertura EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo quindici Produzione globale, outsourcing e logistica Caso di apertura 15-3 Quando ha introdotto la console video-ludica X-Box, Microsoft dovette decidere se produrre

Dettagli

COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS?

COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS? COME MIGLIORARE IL PROPRIO BUSINESS? Le soluzioni INNOVA CRM sono la risposta L ESIGENZA DI UN NUOVO SISTEMA GESTIONALE E tipico e auspicabile per un Azienda, nel corso degli anni, avere un processo di

Dettagli

Performance migliore, rendimento assicurato.

Performance migliore, rendimento assicurato. Performance migliore, rendimento assicurato. Servizi di gestione e manutenzione per centrali solari Tutto il necessario per un impianto ben funzionante. Vi offriamo un pacchetto all inclusive Massimi rendimenti

Dettagli

LE OPPORTUNITÀ DEL CONTO ENERGIA

LE OPPORTUNITÀ DEL CONTO ENERGIA LE OPPORTUNITÀ DEL CONTO ENERGIA Il fotovoltaico conveniente PERCHÉ IL FOTOVOLTAICO Questione ambientale, il pianeta soffre degli effetti del surriscaldamento (effetto serra)ogni anno vengono immessi in

Dettagli

Analisi Costi e Benefici. Laura Vici. laura.vici@unibo.it LEZIONE 6. Rimini, 2 maggio 2006. La Net Present Value (NPV) Decision Rule

Analisi Costi e Benefici. Laura Vici. laura.vici@unibo.it LEZIONE 6. Rimini, 2 maggio 2006. La Net Present Value (NPV) Decision Rule Analisi Costi e Benefici Laura Vici laura.vici@unibo.it LEZIONE 6 Rimini, 2 maggio 2006 1 La Net Present Value (NPV) Decision Rule Come usare la NPV Decision Rule per accettare o rifiutare progetti? Se

Dettagli

Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni. Dott. Marco Bellentani

Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni. Dott. Marco Bellentani Il ruolo del fornitore di macchine nella manutenzione preventiva e calibrazioni Dott. Marco Bellentani 1 Sommario Obiettivi del cliente Supporto del fornitore durante la fornitura della macchina Analisi

Dettagli

rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica

rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica www.sispasicurezza.it rilevazione incendi peculiarità sistemi autronica Distributore esclusivo per i marchi 1 indice 1. CARATTERISTICHE UNICHE DI AUTRONICA 4 2. CARATTERISTICHE COMUNI ALLE MIGLIORI MARCHE

Dettagli

Un mondo di Soluzioni

Un mondo di Soluzioni Un mondo di Soluzioni Risparmio energetico con gestione autoconsumo e monitoraggio energie rinnovabili. 1 kw 22 kwh 6,2 kg/co 2 6,6 New Il modo intelligente per massimizzare l uso della tua energia fotovoltaica!

Dettagli

SISTEMA INCENTIVANTE NEL FOTOVOLTAICO TERZO CONTO ENERGIA

SISTEMA INCENTIVANTE NEL FOTOVOLTAICO TERZO CONTO ENERGIA SISTEMA INCENTIVANTE NEL FOTOVOLTAICO TERZO CONTO ENERGIA D.M. 6 Agosto 2010 (G.U. n 197 del 25/8/2010) per impianti entrati in esercizio fino al 31/12/2013. INCENTIVAZIONE DELLE FONTI RINNOVABILI Feed-in

Dettagli

ENERGY HUNTERS. dettagli sulla procedura di lavoro per il mini eolico

ENERGY HUNTERS. dettagli sulla procedura di lavoro per il mini eolico ENERGY HUNTERS dettagli sulla procedura di lavoro per il mini eolico ENERGY HUNTERS E IL VENTO Il core business di Energy Hunters, nonchè la risorsa e l idea che ci ha motivato è il vento, e in particolare

Dettagli

Report di Smart Reporting. Esempio Hotel Ottobre 2012

Report di Smart Reporting. Esempio Hotel Ottobre 2012 Report di Smart Reporting Esempio Hotel Ottobre 212 Agenda We ReFeel The World Report Introduzione e premesse 3 Metodologia e Note specifiche 4 Smart Metering: meters e utenze monitorate 5 Analisi consumi

Dettagli

Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI

Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI Economia e Organizzazione Aziendale ESERCIZIO 1 ESERCIZI SUGLI INVESTIMENTI La Fispo è una media azienda che produce motori elettrici per piccoli elettrodomestici. La fase di assemblaggio del prodotto

Dettagli

Risultati del sondaggio condotto tra i rivenditori SONDAGGIO SUI RIVENDITORI

Risultati del sondaggio condotto tra i rivenditori SONDAGGIO SUI RIVENDITORI Risultati del sondaggio condotto tra i rivenditori SONDAGGIO SUI RIVENDITORI 2 KROLL ONTRACK INTRODUZIONE Kroll Ontrack ha condotto un sondaggio tra 700 rivenditori in tutto il mondo per identificare i

Dettagli

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations

Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations CUSTOMER SUCCESS STORY LUGLIO 2015 Lexmark Favorisce la Trasformazione dell IT con le Soluzioni CA Agile Operations PROFILO DEL CLIENTE Settore: servizi IT Azienda: Lexmark Dipendenti: 12.000 Fatturato:

Dettagli

Managing water is managing life

Managing water is managing life USO EFFICIENTE DELLE RISORSE IDRICHE IN AGRICOLTURA, STRUMENTI E PROSPETTIVE The new way to design Managing water is managing life Workshop Camera di Commercio 22/10/2014 Palermo 1 Irrigazione e uniformità

Dettagli

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas

Enermanagement 2014. Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Enermanagement 2014 Efficienza in, inside and out Milano, 4 dicembre 2014 Efficienza energetica e mercati dell elettricità e del gas Marco De Min Direzione Mercati Unità Produzione di energia, fonti rinnovabili

Dettagli

CMX Professional. Software per Tarature completamente personalizzabile.

CMX Professional. Software per Tarature completamente personalizzabile. CMX Professional Software per Tarature completamente personalizzabile. CMX Professional Software per tarature con possibilità illimitate. Chi deve tarare? Che cosa? Quando? Con quali risultati? Pianificare,

Dettagli

Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete.

Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete. Il Teleriscaldamento 2.0 Nuove offerte per i clienti, riduzione dei costi, nuovi allacci alla rete. Conferenza Stampa Comune di Reggio Emilia 12 luglio 2012 Il Teleriscaldamento: di cosa stiamo parlando.

Dettagli

Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici

Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici Strumenti di Previsione, Monitoraggio e Controllo dei consumi energetici Dott. Marco Giusti, Sales Manager di Inspiring Software Agenda Energy management L approccio metodologico Formazione Survey & Assessment

Dettagli

Configuration Management

Configuration Management Configuration Management Obiettivi Obiettivo del Configuration Management è di fornire un modello logico dell infrastruttura informatica identificando, controllando, mantenendo e verificando le versioni

Dettagli

Workshop Energy Optimization System. Parma, 23 Maggio 2012

Workshop Energy Optimization System. Parma, 23 Maggio 2012 Workshop Energy Optimization System Parma, 23 Maggio 2012 Panorama Attuale Schneider Electric leader mondiale sia nella distribuzione elettrica sia nell automazione industriale Da sempre due offerte specifiche

Dettagli

Sistemi per le decisioni Dai sistemi gestionali ai sistemi di governo

Sistemi per le decisioni Dai sistemi gestionali ai sistemi di governo Sistemi per le decisioni Dai sistemi gestionali ai sistemi di governo Obiettivi. Presentare l evoluzione dei sistemi informativi: da supporto alla operatività a supporto al momento decisionale Definire

Dettagli

MondoHedge Risk Management

MondoHedge Risk Management MondoHedge Risk Management Il primo software italiano sul risk management per i fondi di fondi hedge Un prodotto di MondoHedge S.p.A. Che cosa è? Un software finanziario finalizzato al monitoraggio del

Dettagli

Gestione integrata del sistema idrico di Milano

Gestione integrata del sistema idrico di Milano SERvIzI a REtE GENNaIO-fEbbRaIO 2015 1 - Modello idraulico di Milano: tubi e nodi Gestione integrata del sistema idrico di Milano Strategia e iniziative di MM, gestore del servizio idrico integrato di

Dettagli

Analisi Costi e Benefici. Emanuela Randon. emanuela.randon@unibo.it LEZIONE 6

Analisi Costi e Benefici. Emanuela Randon. emanuela.randon@unibo.it LEZIONE 6 93 Analisi Costi e Benefici Emanuela Randon emanuela.randon@unibo.it LEZIONE 6 La Net Present Value (NPV) Decision Rule Come usare la NPV Decision Rule per accettare o rifiutare progetti? Se NPV 0 si accetta

Dettagli

G. M. Patti Direttore Generale - Proteo S.p.A., Catania

G. M. Patti Direttore Generale - Proteo S.p.A., Catania L EVOLUZIONE DEI SISTEMI DI TELECONTROLLO DA SEMPLICE STRUMENTO GESTIONALE A SISTEMA DI KNOWLEDGE MANAGEMENT: IL SISTEMA DI TELEGESTIONE INTEGRATA GORI G. M. Patti Direttore Generale - Proteo S.p.A., Catania

Dettagli

FORUM TELECONTROLLO 2013

FORUM TELECONTROLLO 2013 FORUM TELECONTROLLO 2013 Relazione Titolo: Sulla strada per la Smart City Tecnologie e soluzioni innovative per aumentare l efficienza delle Reti Idriche. Relazione: Le città si stanno trasformando in

Dettagli

a) Relazione Illustrativa

a) Relazione Illustrativa COMUNE DI ACI CATENA Provincia di Catania Progetto per la costruzione produzione e di distribuzione dell'acqua potabile mediante applicazione di tecnologia di gestione remotizzata di tele - controllo e

Dettagli

Requisiti di riferimento per il successo

Requisiti di riferimento per il successo Requisiti di riferimento per il successo In questa seconda parte della nostra newsletter in cui si parla del recente report di Aberdeen sui fattori chiave di successo per la logistica di magazzino, si

Dettagli

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO:

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO: Terranova, azienda leader in Italia per le soluzioni Software rivolte al mercato delle Utilities, propone la soluzione Software RETICDM, (Consumption Data Management), per la gestione integrale dei processi

Dettagli

Web Communication Strategies

Web Communication Strategies Web Communication Strategies The internet is becoming the town square for the global village of tomorrow. Bill Gates 1 ottobre 2013 Camera di Commercio di Torino Barbara Monacelli barbara.monacelli@polito.it

Dettagli

Galileo Assistenza & Post Vendita

Galileo Assistenza & Post Vendita Galileo Assistenza & Post Vendita SOMMARIO PRESENTAZIONE... 2 AREE DI INTERESSE... 2 PUNTI DI FORZA... 2 Caratteristiche... 3 Funzioni Svolte... 4 ESEMPI.7-1 - PRESENTAZIONE Sempre più spesso ci si riferisce

Dettagli

UN NUOVO METODO NON INTRUSIVO PER IL CONTROLLO DELLA CORROSIONE IN LINEA

UN NUOVO METODO NON INTRUSIVO PER IL CONTROLLO DELLA CORROSIONE IN LINEA UN NUOVO METODO NON INTRUSIVO PER IL CONTROLLO DELLA CORROSIONE IN LINEA F. Vullo GE Measurement & Control Solutions, Via Cardano 2, 20864 Agrate Brianza (MB) Tel: +39 0396561403 Cell: +39 3494694165 Fax:

Dettagli

GESTIONE DELLE TECNOLOGIE AMBIENTALI PER SCARICHI INDUSTRIALI ED EMISSIONI NOCIVE LEZIONE 6. Angelo Bonomi

GESTIONE DELLE TECNOLOGIE AMBIENTALI PER SCARICHI INDUSTRIALI ED EMISSIONI NOCIVE LEZIONE 6. Angelo Bonomi GESTIONE DELLE TECNOLOGIE AMBIENTALI PER SCARICHI INDUSTRIALI ED EMISSIONI NOCIVE LEZIONE 6 Angelo Bonomi ECONOMIA E AMBIENTE Il documento Draft Reference Document on Economics and Cross- Media Effects

Dettagli

Selta Smart Metering 4H2O: una soluzione di ottimizzazione dei costi e dei consumi sviluppata per il gruppo Acea

Selta Smart Metering 4H2O: una soluzione di ottimizzazione dei costi e dei consumi sviluppata per il gruppo Acea Enterprise Communication, Automation & Smart grid, Defence & Cyber security Selta Smart Metering 4H2O: una soluzione di ottimizzazione dei costi e dei consumi sviluppata per il gruppo Acea Fernando Leonardi,

Dettagli

SMS Strategic Marketing Service

SMS Strategic Marketing Service SMS Strategic Marketing Service Una piattaforma innovativa al servizio delle Banche e delle Assicurazioni Spin-off del Politecnico di Bari Il team Conquist, Ingenium ed il Politecnico di Bari (DIMEG) sono

Dettagli

Sistema di monitoraggio ed analisi dei flussi energetici e della qualità della rete elettrica (power quality)

Sistema di monitoraggio ed analisi dei flussi energetici e della qualità della rete elettrica (power quality) Sistema di monitoraggio ed analisi dei flussi energetici e della qualità della rete elettrica (power quality) power of technology SISTEMA DI MONITORAGGIO ED ANALISI DEI FLUSSI ENERGETICI E DI POWER QUALITY

Dettagli

Allegato D Schede di dettaglio fabbisogni. Scheda A

Allegato D Schede di dettaglio fabbisogni. Scheda A Allegato D Schede di dettaglio fabbisogni Scheda A Sfida sociale: Città e Territori sostenibili (DGR 477 del 17/03/2014), scheda di descrizione fabbisogno Il fabbisogno di innovazione Piattaforme di Adaptive

Dettagli

La gestione degli Investimenti in Beni Patrimoniali. Mario Morolli

La gestione degli Investimenti in Beni Patrimoniali. Mario Morolli La gestione degli Investimenti in Beni Patrimoniali Mario Morolli Convegno ABI Costi & Business Roma, 18 e 19 novembre 2003 INDICE PRESENTAZIONE DEL GRUPPO UNILEVER ITALIA STRATEGIA ED INVESTIMENTI TIPOLOGIE

Dettagli

ESI International Project Management & Business Analysis Solutions

ESI International Project Management & Business Analysis Solutions ESI International Project Management & Business Analysis Solutions ESI International Leader globali nei servizi di PERFORMANCE IMPROVEMENT in: Project Management Business Analysis AGILE Project Management

Dettagli

Service Soluzioni per la Gestione degli Impianti Gas

Service Soluzioni per la Gestione degli Impianti Gas www.fiorentini.com Service Soluzioni per la Gestione degli Impianti Gas FP505-I-a Riempimento & Trasporto Rilevazione e mappatura Servizi Manutenzione Adeguamento Normativo Impianti a Iniezione Dispositivi

Dettagli

Gestione ed ottimizzazione degli impianti di pompaggio fognario e depurazione di acque reflue

Gestione ed ottimizzazione degli impianti di pompaggio fognario e depurazione di acque reflue Incontro sul tema: Gestione ed ottimizzazione degli impianti di pompaggio fognario e depurazione di acque reflue Criteri di funzionamento dei sistemi di telecontrollo Alcuni casi di applicazioni di sistemi

Dettagli

La tariffa pro capite

La tariffa pro capite La tariffa pro capite Il Piano di Tutela delle Acque della Regione Emilia-Romagna indica tra le misure per il conseguimento del risparmio idrico nel settore civile l adozione da parte delle Agenzie di

Dettagli

ISO Revisions Whitepaper

ISO Revisions Whitepaper ISO Revisions ISO Revisions ISO Revisions Whitepaper Processi e procedure Verso il cambiamento Processo vs procedura Cosa vuol dire? Il concetto di gestione per processi è stato introdotto nella versione

Dettagli

Formazione Aziendale per la Qualità

Formazione Aziendale per la Qualità 4 Corsi e Formazione per la Qualità Formazione Aziendale per la Qualità Il nostro obiettivo L organizzazione, l analisi e l interpretazione dei dati aziendali all interno del proprio business, può rappresentare

Dettagli

Valutazione costi/benefici delle scelte progettuali. Ing. Elisa Di Giuseppe Università Politecnica delle Marche

Valutazione costi/benefici delle scelte progettuali. Ing. Elisa Di Giuseppe Università Politecnica delle Marche Valutazione costi/benefici delle scelte progettuali Ing. Elisa Di Giuseppe Università Politecnica delle Marche Il contesto normativo: La direttiva 2010/31/CE Priorità del passato Contenimento consumi energetici

Dettagli

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE

CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE CHIMICA e CHIMICO AMBIENTALE Aggiornato il 12 Marzo 2009 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 6 5. COMPETENZE... 7 Quali competenze sono necessarie?...

Dettagli

Omron Water Energy Day. Marco Filippis Omron

Omron Water Energy Day. Marco Filippis Omron Omron Water Energy Day Marco Filippis Omron Sistema di Gestione dell Energia Il SGE rappresenta una politica energetica mediante la quale si identificano degli obiettivi ed il piano d azione da seguire.

Dettagli

Impianti Residenziali e Accumulo

Impianti Residenziali e Accumulo Impianti Residenziali e Accumulo Sunny Days 2014 AG 7 maggio 2014 IMPIANTI RESIDENZIALI E SISTEMI DI ACCUMULO Presentazione servizi Portfolio prodotti SMA Smart Home Il nuovo sistema di accumulo integrato:

Dettagli

RICERCA OPERATIVA. Questi due tipi di costi contribuiscono a determinare il costo totale di produzione così definito:

RICERCA OPERATIVA. Questi due tipi di costi contribuiscono a determinare il costo totale di produzione così definito: RICERCA OPERATIVA Prerequisiti Rappresentazione retta Rappresentazione parabola Equazioni e disequazioni Ricerca Operativa Studio dei metodi e delle strategie al fine di operare scelte e prendere decisioni

Dettagli

Profilo professionale: GESTORE DI PICCOLI ALBERGHI Livello: 3

Profilo professionale: GESTORE DI PICCOLI ALBERGHI Livello: 3 Profilo professionale: GESTORE DI PICCOLI ALBERGHI Livello: 3 Competenze Materie Competenze associate C1 C2 COMPITI INERENTI LA DIREZIONE PIANIFICAZIONE SUPERVISIONARE LA CORRISPONDENZA CON I REQUISITI

Dettagli