Applicativo PAGHE PROJECT

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Applicativo PAGHE PROJECT"

Transcript

1 Applicativo PAGHE PROJECT Paghe per Aziende, Banche ed Assicurazioni, Enti Pubblici Versione del 13 Marzo 2015 Elenco contenuti 1 - Importazione dati da tabelle predefinite Versamenti fiscali e F IRAP Deduzione per incremento occupazionale lavoratori part-time Credito D.L. 66/ Incentivo L.190/ Liquidazione mensile TFR (QU.I.R.) Prospetto TFR Prevedi e Cooperlavoro: contributo contrattuale Casse edile - M.U.T Utilità/Migliorie varie Recupero dati Anagrafico Nuove funzioni a menu...22 Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 1 / 23

2 1 - Importazione dati da tabelle predefinite Gli archivi indicati di seguito devono essere OBBLIGATORIAMENTE copiati in quanto necessari alle elaborazioni. Si ricorda che per procedere all'effettiva copia dei dati è necessario attivare l'opzione Copia dati. ATTENZIONE: Durante la fase di importazione Archivi Predefiniti l'applicativo effettua le seguenti verifiche: se il dato non esiste, si procede alla copia; se il dato esiste, viene aggiornato solo se ha mantenuto la caratteristica di Predefinito ossia non risulta essere stato modificato dall'utente IMPORTANTE Si ricorda che, dopo aver effettuato la copia tabelle predefinite nel proprio ambiente di lavoro, è obbligatorio prendere visione delle seguenti stampe di controllo, presenti nello spool di stampa: Copia tabelle predefinite che contiene le sole segnalazioni di tipo [INSERITO] e/o [AGGIORNATO] Copia tabelle predefinite - segnalazioni che contiene le segnalazioni di tipo [SALTATO] e/o [ERRORE], quindi da verificare da parte dell'utente Quest'ultima evidenzia i record che, nell'ambiente in cui è stata eseguita la copia, non sono più predefiniti [SALTATO] o hanno delle incongruenze tecniche [ERRORE]. Pertanto, per ogni segnalazione emessa nella stampa Copia tabelle predefinite - segnalazioni, non è stato aggiornato o inserito il record dalla relativa copia. In tal caso, la verifica e la relativa manutenzione e/o integrazione è a cura dell'utente. Al fine di prendere atto dell'impostazione fornita con l'aggiornamento, in merito a tali record, collegarsi all'ambiente Predefinito con la chiave indicata nella stampa. 1.1 Aggiornamento addizionali comunali all'irpef Si rendono disponibili le aliquote, per il calcolo dell'addizionale comunale all'irpef. Le percentuali e le esenzioni sono state ricavate dal sito internet del Dipartimento delle finanze, all'indirizzo: prelevandole: dall'elenco denominato add2015.csv, scaricato in data 10/03/2015, aggiornato al 09/03/2015. Per eseguire le copie dall'ambiente predefinito delle addizionali comunali, operare come segue: (da: Utilità Aggiornamento Copia tabelle predefinite Copia) Versione AGG_ Aggiornamento_versione Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 2 / 23

3 Cod Argomento TAB.FISC_ADDIZ. Cod Elemento COMUNALI Tabelle fiscali - Addizionale Aggiornamento addizionali comunali 1.2 INAIL Denuncia di infortunio telematica Sono state apportate le modifiche previste dall'inail a seguito di pubblicazione, nel sito internet, della seguente documentazione: Istat Asl dal 6 marzo 2015.xls, aggiornato al 4 marzo 2015 e Sedi Inail vigenti dal 6 marzo 2015.xls, aggiornato al 25 febbraio Minimali di retribuzione giornaliera L'INAIL, con circolare n. 38 del 10/03/2015, ha comunicato i limiti minimi di retribuzione imponibile giornaliera per il calcolo dei premi assicurativi per l'anno Pertanto, nella tabella Regola per calcolo imponibile (da: Tabelle INAIL) sono stati variati i seguenti codici: Generica (con part-time 14 mensilità) Generica (con part-time 13 mensilità) Facchini (con part-time 14 mensilità) Facchini (con part-time 13 mensilità) ATTENZIONE: I nuovi valori sono stati inseriti con validità 01/01/ /12/2999, mentre quelli validi per l'anno precedente, sono stati storicizzati con data fine validità 31/12/2014. Per gli utenti che avessero la necessità di ricalcolare i cedolini dei mesi precedenti, elaborati con i valori validi nel 2014, deve opportunamente modificare le date di validità dei record presenti nella Regola per calcolo imponibile (da: Tabelle INAIL Regola per calcolo imponibile). Per eseguire le copie dall'ambiente predefinito delle addizionali comunali, operare come segue: (da: Utilità Aggiornamento Copia tabelle predefinite Copia) Versione AGG_ Aggiornamento_versione_ Cod Argomento TAB.INAIL_CALC.IMP. Tabelle INAIL - Regole di calcolo imponibile Cod Elemento REG.CALC.IMP. Generiche Versione AGG_ Aggiornamento_versione_ Cod Argomento TAB.INAIL_CALC.IMP. Tabelle INAIL - Regole di calcolo imponibile Cod Elemento REG.CALC.IMP._05 Facchini 1.3 Incentivo L.190/2014 Di seguito sono indicate le copie che servono per l'impianto tabellare dell'incentivo L.190/2014. Seguiranno a breve ulteriori implementazioni. Si consiglia quindi di non modificare le tabelle che vengono copiate. Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 3 / 23

4 Per eseguire le copie dall'ambiente predefinito operare come segue: (da: Utilità Aggiornamento Copia tabelle predefinite Copia) Versione AGG_ Aggiornamento_versione Cod ArgomentoTAB_VOCI PAGA Tabelle voci paga Cod Elemento VOCI_INC_TRIE Voci per incentivo TRIE in UNIEmens Versione AGG_ Aggiornamento_versione Cod ArgomentoTAB.PREV.GRPCTB Tabelle previdenziali - Raggrup.contrib. Cod Elemento GRPCTB_IN2_IN5 Raggr.contr. per incentivo L.190/2014 Versione AGG_ Aggiornamento_versione Cod ArgomentoTAB.PREV.GRPREC Tabelle previdenziali - Raggrup.recuperi Cod Elemento GRPREC_IN2_IN5 Raggr.recupero incentivo L.190/2014 Versione AGG_ Aggiornamento_versione Cod ArgomentoREG_INC_190_2014 Regola per incentivo L.190/2014 Cod Elemento REG_DA_001_A_003 Regole da 001 a Versamenti fiscali e F Gestione dati versamenti fiscali (Da: Elaborazioni post-paghe Versamenti fiscali) Nella gestione in oggetto, nella griglia di selezione è stata aggiunta la colonna "Rit. operate sosp." mediante la quale verranno evidenziati i tributi con valorizzate sia le ritenute operate sia le ritenute recuperate, per i quali le ritenute operate sono stata sospese (non verranno esposte in F24) perché inferiori al limite minimo di versamento. 2.2 Ottenimento dati F24 (Da: Elaborazioni post-paghe Gestione modello F24) Nella maschera di selezione è stato aggiunto il campo "Gestione crediti rinviati" disattivando il quale non verranno generati in automatico i versamenti rinviati a periodi successivi in presenza di crediti non compensati in delega. Si precisa che il nuovo campo e il preesistente campo "Suddivisione crediti" sono stati predisposti per agevolare l'utente nel controllo del modello in presenza di crediti che necessitano di essere suddivisi in più pagine. ATTENZIONE: affinché la delega risulti corretta, la modalità definitiva di ottenimento consigliata è con i due suddetti campi attivati (spuntati). Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 4 / 23

5 2.3 Supporti F24 A decorrere dal 1 ottobre 2014 sono entrate in vigore le nuove regole sul modello F24 telematico. In dettaglio l'articolo 11 del D.L. n. 66/2014, convertito in legge n. 89/2014, ha stabilito nuove modalità di versamento, che dovranno essere effettuate: con sistema Entratel o FiscoOnLine (piattaforma Agenzia entrate), per gli F24 a compensazione integrale (saldo zero); con sistema Entratel o FiscoOnLine, nonché con sistemi di remote banking messi a disposizione dalla propria banca, per gli F24 con compensazione parziale e saldo a debito; Quindi gli utenti che utilizzano il supporto F24 Remote Banking a decorrere dal 01/10/2014 non possono più mantenere nel supporto le deleghe con saldo zero. L'esclusione di tali deleghe era già possibile escludendo le singole pagine dalla maschera di selezione aziende/enti e modelli. Tuttavia la nuova modalità di esposizione dei crediti in delega ha provocato la generazione più frequente di pagine di F24 con saldo zero. Quindi per agevolare gli utenti nella doppia gestione dei supporti F24 sono state effettuate le seguenti implementazioni: Archivio telematico F24 Remote Banking (Da: Elaborazioni post-paghe Gestione modello F24 Archivio telematico F24 Remote Banking ) Durante l'ottenimento del supporto verranno escluse le pagine con saldo zero e verrà segnalata l'esclusione di tali pagine nella stampa di controllo del supporto Archivio telematico F24 Diretto / Archivio telematico F24 Cumulativo (Da: Elaborazioni post-paghe Gestione modello F24 ) (Da: Elaborazioni post-paghe Gestione modello F24 Archivio telematico F24 Remote Cumulativo) Nelle maschere di selezione dei supporti in oggetto è stato aggiunto il campo "Considera solo pagine con saldo zero" attivando il quale verranno considerate nei supporti stessi solo le pagine con saldo zero Cruscotto elaborazioni (Da: Elaborazioni paghe Cruscotto elaborazioni) Sono stati adeguati i processi : Ottenimento arch. telemat.f24 Diretto Ottenimento arch. telemat.f24 Cumulativo aggiungendo nella tabella "Gruppo" (da: Elaborazioni paghe Cruscotto elaborazioni) il campo "Considera solo pagine con saldo zero". Durante il caricamento dell'aggiornamento una conversione automatica ha provveduto ad impostare per tutti i gruppi nei quali siano presenti i due processi sopra citati, i campi nuovi con il valore "No" (campo non spuntato). Sarà cura dell'utente valorizzarli in modo differente nel caso in cui sia necessario ottenere tali supporti solo con le pagine con saldo zero. Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 5 / 23

6 2.3.4 Ottenimento F24 (Da: Elaborazioni post-paghe Gestione modello F24 ) Per limitare i casi di generazione di pagine di F24 con saldo zero è stata effettuata un'implementazione per cui se l'unico credito di Erario presente in delega è un credito relativo al tributo "1655=Rec.somme erogate DL66/2014" tale tributo verrà esposto come primo rigo della sezione citata. 3 - IRAP Deduzione per incremento occupazionale lavoratori part-time In merito al calcolo dell'importo della deduzione per incremento occupazionale, per quanto riguarda, in particolare, il calcolo della deduzione spettante in presenza di lavoratori a tempo parziale, mentre fino ad oggi la deduzione è stata rapportata alla percentuale di lavoro part time, a seguito di ulteriori verifica effettuata e di un confronto con l'agenzia delle Entrate (tenute in considerazione le interpretazioni fornite nelle Circolari dell'agenzia Entrate n. 7/E del e n. 26/E del emanate con riferimento alla previgente analoga agevolazione applicata fino al periodo d'imposta in corso al ), si è modificato il calcolo sinora adottato, non applicando la riduzione in base alla percentuale part time. 4 - Credito D.L. 66/2014 La legge di stabilità (L.190/2014) in vigore dal 2015, stabilisce che per la determinazione del reddito complessivo utile al riconoscimento del bonus non si devono applicare le disposizioni legate al rientro dei lavoratori in Italia (che prevedono una riduzione pari al 80% e al 70% del reddito) e al rientro dei ricercatori (che prevedono una riduzione pari al 90% del reddito). Di conseguenza, l'applicativo, è stato adeguato in base alle nuove disposizioni. 4.1 Simulazione netto/lordo e costo azienda (Da: Utilità Netto/Lordo) La funzione di utilità in oggetto è stata implementata e, da questo aggiornamento, gestisce anche il credito D.L. 66/2014. Nella sezione Ulteriori dettagli Dati fiscali, l'utente ha la possibilità di impostare il diritto al credito e in base alla scelta effettuata ed ai canonici criteri di spettanza, potrà rientrare nella simulazione. 5 - Incentivo L.190/14 Al fine di promuovere forme di occupazione stabile, ai datori di lavoro privati, e con riferimento alle nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato (con esclusione dei contratti di apprendistato e dei contratti di lavoro domestico) decorrenti dal 1º gennaio 2015, con riferimento a contratti stipulati non oltre il 31 dicembre 2015, è riconosciuto, per un periodo massimo di trentasei mesi, ferma restando l'aliquota di computo delle prestazioni pensionistiche, l'esonero dal versamento dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro, con esclusione dei premi e contributi Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 6 / 23

7 dovuti all'inail, nel limite massimo di un importo di esonero pari a euro su base annua. L'INPS con la circolare 17 del 29 Gennaio 2015 e successivamente con il messaggio 1144 del 13 Febbraio 2015 ha dettato le regole per l'applicazione dell'incentivo stesso. Con il presente aggiornamento vengono anticipate alcune modifiche tabellari utili al calcolo dell'incentivo. Durante il caricamento dell'aggiornamento una conversione automatica provvederà ad alimentare le tabelle per le quali non è stato possibile prevedere una copia (vedi copie riportate nel capitolo Importazione dati da tabelle predefinite" Incentivo L.190/2014 ). ATTENZIONE: Si precisa che entro la fine della prossima settimana verrà rilasciato l'adeguamento definitivo del calcolo del cedolino. 5.1 Regole di calcolo incentivo L.190/14 (Da: Tabelle Previdenziali Contributi) Poiché l'incentivo deve essere limitato alla contribuzione dovuta dal datore di lavoro e deve essere dichiarata presso l'istituto previdenziale di competenza, è necessario riconoscere quanto dovuto dettagliato per ente. Per riconoscere i contributi dovuti ad ogni ente, è stata predisposta una nuova tabella nella quale sarà possibile specificare, per ogni regola, il raggruppamento contributi/recuperi suddiviso per istituto previdenziale (ad esempio Uniemens-Ctb. per incentivo L.190/14 codice 001, Agricoli-Ctb. per inc. L.190/14 codice 002, Agric/Uniem-Ctb. per inc. L.190/14 codice 003 ). Si precisa che il codice regola potrà essere impostato: nella tabella Opzioni generali per la singola azienda/ente oppure per l'azienda generica (codice Azienda/Ente ). Una conversione ha impostato in tutte le regole presenti il valore Uniemens-Ctb. per incentivo L.190/14 codice 001 ; in forzatura nell' Inquadramento previdenziale (da: Tabelle Previdenziali Contributi sezione Altri dati). La tabella sarà implementata in concomitanza con l'adeguamento del calcolo dell'incentivo nel cedolino; in forzatura nel Rapporto di lavoro (da: HR Anagrafici sezione Paghe Enti Contributi). La manutenzione del campo sarà a cura dell'utente. 5.2 Rapporto di lavoro Per attivare l'incentivo, sarà necessario inserire nel Rapporto di lavoro (da: HR Anagrafici Rapporto di lavoro sezione Paghe Cedolini Voci automatiche) la voce utile alla valorizzazione dell'incentivo corrente (Esonero contr. L.190/14 -TRIE codice voce WINC11). Si precisa che le date inizio/fine validità rappresentano il periodo per il quale l'incentivo deve essere valorizzato. Nel caso in cui l'incentivo fosse da sospendere, l'utente potrà intervenire impostando il campo Erogazione sospesa ed eventualmente posticipando la data di fine validità dell'incentivo stesso. Si precisa che in presenza di più cedolini (cantieri/mensilità), l'applicativo provvederà a Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 7 / 23

8 calcolare i dati sul cedolino nel quale la voce viene generata tramite gli automatismi di generazione (da: HR Anagrafici Rapporto di lavoro sezione Paghe Cedolini Voci automatiche). Per questo motivo è quindi molto importante impostare con attenzione i dati relativi agli automatismi di generazione per valorizzare l'incentivo solo sull'ultimo cedolino del mese. In presenza di cedolini multipli l'incentivo verrà valorizzato automaticamente su tutti i cedolini elaborati, in proporzione alla competenza degli stessi. 5.3 Tabella Opzioni generali (Da: Tabelle Generiche) Nella tabella delle Opzioni generali (sezione Opzioni di calcolo Gestione incentivo L190/14) sono stati introdotti e impostati automaticamente i seguenti campi: Importo massimo incentivo : contiene il valore annuo dell'incentivo pari a 8060 euro. Tipo contributo da considerare : indica quale tipo di contributo deve essere considerato per la determinazione del tetto dato dai contributi azienda; Cod regola calcolo incentivo L.190/14 : contiene i Cod raggr.contributi Cod raggr.recuperi utili alla valorizzazione della contribuzione a carico del datore di lavoro, che a livello mensile farà da importo massimo di incentivo spettante. La conversione ha impostato il codice regola Uniemens-Ctb. per incentivo L.190/14 (codice 001) che permette il recupero dell'intero incentivo sulla denuncia UNIEmens. Sarà a cura dell'utente modificare tale impostazione, associando un altro codice regola, nel caso in cui l'incentivo debba essere recuperato, per l'azienda in gestione, su denunce differenti dall'uniemens. (ad esempio potrà essere utilizzato il codice Agricoli-Ctb. per inc. L.190/14 codice 002 per effettuare il recupero nella Denuncia lavoratori agricoli ). Si ricorda che la regola calcolo incentivo può essere forzata nell' Inquadramento previdenziale (da: Tabelle Previdenziali Contributi sezione Altri dati) e/o nel Rapporto di lavoro (da: HR Anagrafici sezione Paghe Enti Contributi). Oltre ai suddetti parametri utili al calcolo dell'incentivo spettante, è stato necessario introdurre dei codici voce che permetteranno di effettuare il recupero delle quote arretrate e il conguaglio continuo dell'incentivo stesso. Nello specifico sono state predisposte le seguenti voci: Eson.Ctb L.190/14 Altri enti (codice voce WINC12) che è stato impostato nel campo Incentivo altri enti. La voce contiene l'importo corrente dell'incentivo da recuperare su denunce differenti dall'uniemens e verrà valorizzata solo in presenza di una Regola di calcolo incentivo L.190/2014 (da: Tabelle Previdenziali Contributi) contenente il raggruppamento Altri enti. La voce dovrà essere indirizzata nella denuncia di competenza. Arr.eson.contr. L 190/14 -TRIE (codice voce WARR11) che è stato impostato nel campo Importo arretrato. La voce contiene l'importo dell'incentivo spettante per i mesi di Gennaio/Febbraio e sarà esposta nella denuncia UNIEmens nell elemento <ImportoArrIncentivo>. Eson.Arr L.190/14-Altri enti (codice voce WARR12) che è stato impostato nel campo Importo arretrato altri enti. La voce contiene l'importo dell'incentivo spettante per i mesi di Gennaio/Febbraio e dovrà essere indirizzata nella denuncia di Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 8 / 23

9 competenza. Inc. L 190/14 L700 (codice voce WIL700) che è stato impostato nel campo Importo L.700. La voce contiene l'importo del conguaglio dell'incentivo applicato nel cedolino in elaborazione e sarà esposto nella denuncia UNIEmens con il codice L700 Recupero residuo esonero contributivo articolo unico, commi 118 e seguenti, legge n. 190/2014. Si precisa che in presenza di altri enti, l'importo del conguaglio dell'incentivo andrà ad incrementare l'incentivo corrente ( Eson.Ctb L.190/14 Altri enti (codice voce WINC12) ). Recupero inc. under30 DL76/13 (codice voce WREC30): contiene l'eventuale conguaglio per recuperare delle quote di incentivo under 30 non più spettanti. Tale conguaglio può essere determinato dalla convivenza dei due incentivi (vedi cirolare INPS 17 del 29/01/2015). L190/14 - Inc. non utilizzato (codice voce WINCMS): contiene l'importo dell'incentivo che, non essendo stato utilizzato in misura intera in quanto i contributi erano di importo inferiore al limite mensile, può essere utilizzato nei cedolini successivi (conguaglio continuo dell'incentivo). L199/14 - Ctb da recuperare (codice voce WICBMS): contiene l'importo dei contributi eccedenti il limite mensile dell'incentivo che, non essendo stato recuperati nel mese, potranno essere oggetto di recupero nei cedolini successivi (conguaglio continuo dell'incentivo). 5.4 Calcolo cedolino Il calcolo del cedolino è stato adeguato per la valorizzazione dell'incentivo L.190/2014. Si precisa che: durante l'elaborazione dei cedolini di Marzo 2015 verrà valorizzato l'importo spettante per i mesi di Gennaio/Febbraio Il valore dell'incentivo verrà calcolato in automatico dalla data di inizio validità della voce presente nel rapporto di lavoro (da: HR Anagrafici Rapporto di lavoro sezione Paghe Cedolini Voci automatiche). La data inizio validità della voce dovrà essere coincidente con la data di assunzione/trasformazione del rapporto da tempo determinato a indeterminato. Nel caso in cui la data inizio di validità della voce fosse antecedente alla data di assunzione del dipendente, verrà utilizzata quest'ultima come data di inizio del diritto all'incentivo; l'incentivo verrà valorizzato applicando la soglia massima riferita al periodo di paga che sarà pari, a livello mensile, ad euro 671,66 ( 8.060,00/12) e, per rapporti di lavoro instaurati ovvero risolti nel corso del mese sarà pari, a livello giornaliero ad euro 22,08 ( 8.060,00/365 gg.) per ogni giorno di fruizione dell esonero contributivo; per i rapporti di lavoro part-time (di tipo orizzontale, verticale ovvero misto), l'importo dell'incentivo verrà ridotto in proporzione alla percentuale part-time/job sharing indicata nel Rapporto di lavoro (da: HR Anagrafici sezione Rapporto organico); nel calcolo del cedolino verrà valorizzato prima l'incentivo di competenza del mese e solo successivamente verrà effettuato il conguaglio per recuperare eventuali quote che non hanno trovato capienza nei cedolini/mesi precedenti. L'introduzione del presente incentivo, così come specificato nella circolare INPS 17 del Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 9 / 23

10 29/01/2015, ha effetti anche sulla valorizzazione dell'incentivo under 30 corrente. Infatti, come precisato dall'inps,...per quanto concerne l incentivo sperimentale per l assunzione a tempo indeterminato di giovani entro i 29 anni di età, di cui all art. 1, del d.l. n. 76/2013, pari a 1/3 della retribuzione lorda entro il limite mensile di euro 650,00, la cumulabilità con l esonero contributivo triennale della Legge di stabilità 2015 è ammessa in misura limitata. Difatti, nel concorso di altri regime agevolati, l ammontare dell incentivo di cui al D.L. n. 76/2013 non può comunque superare l importo dei contributi previdenziali a carico del datore di lavoro, per cui, unitamente allo sgravio contributivo triennale, il citato incentivo per l assunzione di giovani entro i 29 anni di età opererebbe solo con riferimento all eventuale quota di contribuzione a carico del datore di lavoro superiore alla soglia mensile di euro 671,66 (euro 8.060,00/12). 6 - Liquidazione mensile TFR (QU.I.R.) Sono state effettuate delle variazioni propedeutiche alla gestione della liquidazione mensile del TFR che, non essendo ancora stato pubblicato il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, non è ancora applicabile. Nello specifico sono state introdotte le seguenti variazioni: Anagrafico azienda/ente (da: Anagrafici sezione Paghe Generici): è stato introdotto il flag Accesso al credito Rapporto di lavoro (da: Anagrafici sezione Paghe Ratei TFR): sono stati introdotti i campi Liquidazione mensile TFR L. 190/2014, Data scelta e Accesso al credito per liquidazione quota. Archivi TFR (da: Elaborazioni paghe TFR Dati mensili/annuali Dati dipendente): sono stati adeguati per la liquidazione mensile del TFR Recupero previdenza complementare/generazione voci pregresso (da: Elaborazioni paghe TFR): è stata introdotta un'opzione per verificare la natura del recupero pregresso. Nello specifico sarà possibile definire se il recupero è relativo al conferimento (scelta TFR del dipendente) o alla liquidazione mensile del TFR (Qu.I.R.) Opzioni generali (da: Tabelle Generiche): sono state introdotti nuovi campi relativi alla generazione delle voci relative al TFR, la cui generazione verrà realizzata con la prossima versione 7 - Prospetto TFR La stampa dei dati mensili/annuali (da: Elaborazioni paghe TFR Prospetti e stampe) in modalità Totale / Totale 2 è stata implementata per permettere l'esposizione dell'imposta sostitutiva nelle seguenti modalità: cassa: l'imposta sostitutiva verrà riportata nel prospetto solo se il periodo di stampa comprende i mesi per i quali è dovuta l'imposta sostitutiva (Novembre Dicembre) competenza: l'imposta sostitutiva verrà riportata nel prospetto in ogni mese ma con il valore maturato sulla rivalutazione alla data Inoltre, oltre all'adeguamento per esporre il TFR liquidato mensilmente (Qu.I.R.), sono state Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 10 / 23

11 effettuate le seguenti implementazioni: Totale 2 : è stato introdotto un campo a totale che rappresenta il saldo TFR alla data Prospetto csv : sono stati introdotti dei nuovi campi contenenti i valori di TFR rimasti in azienda, che sono comunque un di cui del TFR totale che era già presente 8 - Prevedi e Cooperlavoro: contributo contrattuale I rinnovi dei ccnl per l'industria, l'artigianato e la cooperazione del settore edile prevedono dal 1 gennaio 2015 il versamento di un contributo mensile a carico del datore di lavoro a favore di tutti i dipendenti a cui vengano applicati i contratti Edilizia Industria, Edilizia Artigianato e Edilizia Cooperative. Tale contributo contrattuale deve essere versato a: Prevedi (Fondo Pensione complementare per i lavoratori delle imprese industriali e artigiane); Cooperlavoro (Fondo Pensione complementare delle imprese e degli enti cooperativi). In data 23 febbraio 2015, la CNCE ha pubblicato un vademecum dove vengono esplicitate le regole per poter calcolare tale contributo, di seguito riportate: Dipendenti mensilizzati: il contributo (valore mensile) deve essere riconosciuto per intero se nel mese il dipendente ha lavorato almeno 15 giorni di calendario, nel caso contrario il contributo non è dovuto. Non si considerano utili al raggiungimento dei 15 giorni le giornate di assenza per malattia (compresi gli infortuni extraprofessionali), cassa integrazione e aspettativa non retribuita. Dipendenti retribuiti a ore: il contributo (valore orario) sarà calcolato sulle ore ordinarie effettivamente prestate. 8.1 Tabelle utili alla gestione del nuovo contributo Elenchiamo le varie tabelle rilasciate con il presente aggiornamento utili al calcolo del contributo: Tabella utente (Da: Tabelle Generiche) E' stata creata la tabella utente CCED1 - Valore Contributo Contrattuale, contenente per ogni contratto, qualifica e livello, il valore orario e/o mensile del contributo contrattuale. I contratti gestiti nella tabella sono : F105 - Edilizia Industria F300 - Edilizia Artigianato F500 - Edilizia Cooperative Dato utente (Da: Tabelle - Generiche Dati utente) E' stato creato il dato utente CCED1 - CCE:Sospensione Diritto. Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 11 / 23

12 8.1.3 Tabella Contributo e relativi Inquadramenti previdenziali (Da: Tabelle Previdenziali Contributi) Contributo contrattuale Prevedi: E' stato creato il nuovo contributo F67 - PREVEDI ctb contr. Il contributo è stato inserito nel già esistente inquadramento previdenziale F024/A001 Contribuzione minima 1% dip.te - 1% azi. Per i dipendenti non iscritti a Prevedi è stato invece predisposto il nuovo inquadramento previdenziale F024/A002 Contribuzione Contrattuale. Quest'ultimo dovrà essere utilizzato per i dipendenti non ancora iscritti al fondo Prevedi per i quali è applicato il contratto F105 - Edilizia industria oppure F300 - Edilizia artigianato. Contributo contrattuale Cooperlavoro: E' stato creato il nuovo contributo F68 - COOPERLAVORO contr.. Il contributo è stato inserito nel già esistente inquadramento previdenziale F018/C004 Dipendenti CCNL Coop.Costruzioni/Edili. Per i dipendenti non iscritti a Cooperlavoro è stato invece predisposto il nuovo inquadramento previdenziale F018/C005 Contribuzione Contrattuale. Quest'ultimo dovrà essere utilizzato per i dipendenti non ancora iscritti al fondo Cooperlavoro per i quali è applicato il contratto F500 - Edilizia cooperative. Precisazione: per entrambi i contributi, nella sezione definizione è stato indicato, nel campo Identificativo tipologia contributo il nuovo valore Contributo contrattuale fondi previdenza, al fine di identificare il contributo Tabella Regola calcolo imponibile (Da: Tabelle Previdenziali Contributi) Per poter calcolare il contributo contrattuale è stata creata la nuova regola di calcolo imponibile CCE1 - Contributo Contrattuale Edili. La regola è stata poi utilizzata negli inquadramenti previdenziali sopra citati Gruppo rateo (Da: Tabelle Contrattuali Ratei) E' stato creato il nuovo gruppo per ratei generici CCE - Contributo Contrattuale EDILE Ratei Generici (Da: Tabelle Contrattuali Ratei) Sono stati creati i seguenti ratei generici: CCED09 CCE: Diritto Mese (con calcolo da formula CCED10) CCED10 CCE: Diritto Progressivo (con calcolo da formula CCED10) CCED11 CCE: Contributo mese (con calcolo da formula CCED01) CCED12 CCE: Contributo progressivo (con calcolo da formula CCED01) Inoltre, dato che il contributo contrattuale per gli impiegati è calcolato per quattordici mensilità, in relazione ai ratei maturati per l'erogazione della 13ma e 14ma, sono stati creati Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 12 / 23

13 anche i seguenti ratei generici: Rateo 13ma: CCED20 - CCE: Diritto Mese 13^ (con calcolo da formula CCED20) CCED21 - CCE: Diritto Progressivo 13^ (con calcolo da formula CCED20) CCED22 - CCE: Valore maturato mese 13^ (con calcolo da formula CCED22) CCED23 - CCE: Valore Maturato Progres.13^ (con calcolo da formula CCED22) CCED24 - CCE: Valore Pagata Mese 14^ (con calcolo da formula CCED02) Rateo 14ma: CCED30 - CCE: Diritto Mese 14^ (con calcolo da formula CCED30) CCED31 - CCE: Diritto Progressivo 14^ (con calcolo da formula CCED30) CCED32 - CCE: Valore maturato mese 14^ (con calcolo da formula CCED32) CCED33 - CCE: Valore Maturato Progres.14^ (con calcolo da formula CCED32) CCED34 - CCE: Valore Pagata Mese 14^ (con calcolo da formula CCED03) Tabella Raggruppamento ratei generici (Da: Tabelle Contrattuali Ratei) E' stato creato il raggruppamento ratei generici CCE - Contributo contrattuale edili Formule (Da: Formule) Per valorizzare il nuovo contributo sono state create le seguenti nuove formule: CCED01 - CCE: Contributo mese CCED02 - CCE: Importo Su Ratei 13^ Erogate CCED03 - CCE Importo Su Ratei 14^ Erogate CCED10 - CCE: Diritto CCED20 - CCE: Diritto Mese 13^ CCED22 - CCE: Valore Maturato mese 13^ CCED30 - CCE: Diritto Mese14^ CCED32 - CCE: Valore Maturato Mese 14^ CCED50 - CCE: Calcolo Su Mese CCED70 - CE MUT: Contributo mese CCED71 - CE MUT: Contributo pregresso CCED72 - CE MUT: Mese inizio pregresso CCED73 - CE MUT: Mese fine pregresso CCED74 - CE MUT: Anno pregresso CCED75 - CE MUT: Mese inizio versamento Raggruppamento per calcolo voci paga (Da: Tabelle Voci paga) Per riconoscere le voci di saldo e/o liquidazione delle mensilità aggiuntive sono stati creati i seguenti due nuovi raggruppamenti per calcolo: CCR CCE: Voci di Liquidazione 13^ mensilità contenente la voce R4100; Versione Data rilascio 13/03/2015 Pag. 13 / 23

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015)

PER AZIENDE AVENTI ALLE PROPRIE DIPENDENZE SOLO IMPIEGATI (VERSIONE AGGIORNATA AL 23 GENNAIO 2015) Procedura relativa alla gestione delle adesioni contrattuali e delle contribuzioni contrattuali a Prevedi ex art. 97 del CCNL edili-industria del 1 luglio 2014 e ex art. 92 del CCNL edili-artigianato del

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale Visto l articolo 2120 del codice civile; Visto l articolo 3 della legge 29 maggio 1982, n. 297; Visto il decreto legislativo 5 dicembre 2005, n. 252; Visto l articolo 1, comma 755, della legge 27 dicembre

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA. Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011

COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA. Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011 COSTRUTTIVA LA FESTA DELL EDILIZIA Il controllo dei PART - TIME Perugia 08/09/2011 Le novità del rinnovo CCNL industria Ieri Ieri L art. 78 del CCNL industria siglato il 18/06/2008 già prevedeva i limiti

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE. Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Documento aggiornato il 28 maggio 2015 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE Decreto Legislativo 5 dicembre 2005, n. 252 Documento aggiornato 28 maggio 2015 Via Savoia, 82-00198 Roma,

Dettagli

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999

DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 20 DICEMBRE 1999 «Trattamento di fine rapporto e istituzione dei fondi pensione dei pubblici dipendenti». (Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2000

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

Sommario. Definizione 3

Sommario. Definizione 3 Sommario Definizione 3 1. Contratto di solidarietà difensivo 4 1.1 Contenuto del contratto 7 1.2 Riflessi sul rapporto di lavoro 15 1.3 codici autorizzazione Inps 17 2. Contratto di solidarietà espansivo

Dettagli

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014)

PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) PART TIME IN EDILIZIA Riepilogo normativa e regolarizzazione rapporti nel MUT (Aggiornato Aprile 2014) CONTRATTI PART TIME ATTIVATI DOPO L 01/01/2011 LIMITI DI ASSUNZIONE Il C.C.N.L. edilizia industria

Dettagli

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE

IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE CICLO DI LEZIONI SPERIMENTALI PER GLI STUDENTI DEGLI ITC IL COSTO DEL LAVORO DIPENDENTE A cura del prof. Santino Furlan Castellanza, 2 marzo 2001 Il costo del lavoro dipendente Le voci che compongono il

Dettagli

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013

I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Dicembre 2013 I CONGUAGLI DI FINE ANNO 2013 Con l approssimarsi della fine dell anno abbiamo ritenuto opportuno predisporre, a supporto degli Utenti, una specifica circolare riepilogativa sugli aspetti

Dettagli

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0

DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA. EDIZIONE Novembre 2010 1.0 DIREZIONE REGIONALE PIEMONTE VALLE D AOSTA MODELLO PA04 EDIZIONE AGGIORNATA AL TRIENNIO 2010 2012 SEMPLIFICATO PER LE SCUOLE EDIZIONE Novembre 2010 1.0 1 COMPILAZIONE MOD. PA04 SEMPLIFICATO INDICAZIONI

Dettagli

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza

Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza Le ferie del lavoratore, normativa e giurisprudenza di Pietro Gremigni Consulente aziendale in Milano in breve Argomento Il mese di agosto è considerato di solito il periodo classico di utilizzazione delle

Dettagli

GUIDE Il lavoro part time

GUIDE Il lavoro part time Collana Le Guide Direttore: Raffaello Marchi Coordinatore: Annalisa Guidotti Testi: Iride Di Palma, Adolfo De Maltia Reporting: Gianni Boccia Progetto grafico: Peliti Associati Illustrazioni: Paolo Cardoni

Dettagli

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15)

GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) GENERALI GLOBAL Fondo Pensione Aperto a contribuzione definita Documento sul regime fiscale (ed. 03/15) Allegato alla Nota Informativa Pagina 2 di 8 - Pagina bianca Edizione 03.2015 Documento sul regime

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI

GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI GUIDA ALLA CORREZIONE EGLI ERRORI Cosa è un Emens/Uniemens Errato e il Codice Errore Pag. 6 Consultazione del rendiconto Individuale Pag. 8 Eliminazione Emens Pag. 11 Eliminazione Uniemens Pag. 13 Elementi

Dettagli

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti

FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR. Le risposte alle domande più frequenti FONDO MARIO NEGRI GUIDA AL TFR Le risposte alle domande più frequenti Scelta sulla 1. destinazione del Tfr Linee di investimento 2. dedicate al Tfr 3. Prestazioni Regime fiscale delle 4. prestazioni previdenziali

Dettagli

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS

Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Come si calcolano,nel 2013, le pensioni dei lavoratori iscritti all INPS Salvatore Martorelli 0 Le regole e il sistema di calcolo delle pensioni INPS I vertiginosi cambiamenti nella normativa sulle pensioni

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA Approvato il 3 agosto 2011 Indice Disposizioni generali Art. 1 Oggetto del Regolamento Art. 2 Requisiti, obbligatorietà e modalità di iscrizione Art. 3 Casi particolari di prosecuzione

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Le pensioni nel 2004

Le pensioni nel 2004 Le pensioni nel 2004 Con la presente si trasmette il consueto aggiornamento annuale sugli aspetti di maggiore interesse per i nostri associati concernenti la normativa previdenziale INPS, ad eccezione

Dettagli

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it

COLF E BADANTI. Via Abruzzi, 3-00187 Roma tel. 06/8440761 - fax 06/42085830 caaf.nazionale@cisl.it www.caafcisl.it COLF E BADANTI Lo sportello Colf e Badanti del Caf Cisl nasce per fornire alle famiglie tutta l assistenza necessaria per la gestione del rapporto di lavoro di colf, assistenti familiari, baby sitter,

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

Circolare n. 1 del 20/01/2015

Circolare n. 1 del 20/01/2015 Circolare n. 1 del 20/01/2015 Inviato da adminweb il 19 Gennaio 2015 SERVIZIO ENTRATE CONTRIBUTIVE Circolare n. 1 del 20/01/2015 e p.c. A TUTTE LE AZIENDE E LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI ISCRITTE Loro Sedi

Dettagli

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa

TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa TITOLO X Tempo parziale (Part Time) Premessa Le parti, nel ritenere che il rapporto di lavoro a tempo parziale possa essere mezzo idoneo ad agevolare l incontro fra domanda e offerta di lavoro, ne confermano

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 20/03/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 20/03/2015 Circolare n. 63 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Prot. 6/cp Vercelli, 11 febbraio 2011

Prot. 6/cp Vercelli, 11 febbraio 2011 Prot. 6/cp Vercelli, 11 febbraio 2011 A TUTTE LE IMPRESE ISCRITTE - LORO SEDI- Oggetto: Lavoro part-time. In seguito alle comunicazioni CNCE n. 433 del 27 luglio 2010, n. 436 del 29 settembre 2010, n.

Dettagli

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil

SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA. Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil SINTESI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO INDUSTRIA TURISTICA PARTI CONTRAENTI Federturismo Confindustria, Aica, Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil DATA DI STIPULA 3 febbraio 2008 FINALITÀ

Dettagli

I VERSAMENTI VOLONTARI

I VERSAMENTI VOLONTARI I VERSAMENTI VOLONTARI Le Guide Inps Direttore Annalisa Guidotti Capo Redattore Iride di Palma Testi Daniela Cerrocchi Fulvio Maiella Antonio Silvestri Progetto grafico Peliti Associati Impaginazione Aldo

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

l inabilità temporanea, l invalidità permanente

l inabilità temporanea, l invalidità permanente Inabilità temporanea e invalidità permanente Quali sono le tutele che intervengono in questi casi? Ecco il primo articolo di approfondimento sul tema degli eventi da esorcizzare Con questo primo articolo

Dettagli

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP)

Riscatto anni di studio e servizio militare. ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) Riscatto anni di studio e servizio militare ENPAM-INPS( Ex-INPDAP) ENPAM Riscatto di Laurea, Specializzazione, Servizio militare o civile Requisiti generali Età inferiore a quella di pensionamento di vecchiaia

Dettagli

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012

CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. 22 LUGLIO 1998, N. 322 RELATIVA ALL'ANNO 2012 CERTIFICAZIONE DI CUI ALL'ART. 4, COMMI 6-ter e 6-quater DEL D.P.R. LUGLIO 998, N. 3 RELATIVA ALL'ANNO 0 Pagina AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D'IMPOSTA Codice fiscale Cognome

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego

Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego Il decreto spiega tutte le possibilità e i limiti dell'eventuale cumulo Pensione più lavoro part-time, i criteri nel pubblico impiego (Dm Funzione pubblica 331 del 29.7.1997) da CittadinoLex del 12/9/2002

Dettagli

Il Part-Time in Poste Italiane

Il Part-Time in Poste Italiane Il Part-Time in Poste Italiane Vademecum Che cos è? Il contratto a tempo parziale è un contratto di lavoro subordinato che prevede una prestazione di lavoro di durata inferiore rispetto alle 36 ore settimanali

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE

DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE DECRETO RENZI IL BONUS DI 80 AL MESE E I VANTAGGI PER I FONDI PENSIONE RIFERIMENTI NORMATIVI: Decreto legge n. 66 del 24 aprile 2014 Circolare Agenzia delle Entrate, 8/E/2014 ASPETTI GENERALI: Il DL 66/2014

Dettagli

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME

Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Scheda approfondita LAVORO PART-TIME Nozione Finalità Ambito soggettivo di applicazione Legenda Contenuto Precisazioni Riferimenti normativi Ambito oggettivo di applicazione Forma Durata Trattamento economico

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE

I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE Giugno 2014 I Trattamenti di Fine Servizio nel pubblico impiego (TFS-TFR): TEMPI LIQUIDAZIONE a cura di G. Marcante Da 24 a 48 mesi di attesa! come è possibile? Premessa L art. 1, commi 484 e 485 della

Dettagli

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI

GUIDA INCENTIVI all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI GUIDA all ASSUNZIONE e alla CREAZIONE d IMPRESA AGEVOLAZIONI SU DISPOSIZIONI NAZIONALI, REGIONALI E PROVINCIALI Aggiornata al 28 febbraio 2015 PROGRAMMA POT Pianificazione Territoriale Operativa 2 Sommario

Dettagli

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015

OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 OSSERVATORIO SUL PRECARIATO gennaio-marzo 2015 RAPPORTI DI LAVORO ATTIVATI (1) NEI MESI GENNAIO-MARZO DEGLI ANNI 2013, 2014 E 2015 A. NUOVI RAPPORTI DI LAVORO A1. Assunzioni a tempo indeterminato gen-mar

Dettagli

responsabile procedimento respons abile

responsabile procedimento respons abile Elaborazione indennità mensili amministratori Cedolino mensile per Sindaco e Assessori mensile - no entro il 27 di ogni mese Predisposizione F24EP (per versamento oneri previdenziali e ritenute operate

Dettagli

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015

Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Ai gentili clienti Loro sedi Gestione separata INPS: gli aumenti dal 1 gennaio 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che, in assenza di provvedimenti sul punto da parte della L.

Dettagli

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013

Differenze tra il trattamento di mobilità in deroga annualità 2012 e annualità 2013 Vademecum per la gestione del trattamento di mobilità in deroga Annualità 2013 Istruzioni per la compilazione della domanda di mobilità in deroga e informazioni generali sul trattamento. Differenze tra

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34

TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Pagina 1 di 7 TESTO AGGIORNATO DEL DECRETO-LEGGE 20 marzo 2014, n. 34 Testo del decreto-legge 20 marzo 2014, n. 34 (in Gazzetta Ufficiale - serie generale - n. 66 del 20 marzo 2014), coordinato con la

Dettagli

Il programma è articolato in due parti.

Il programma è articolato in due parti. 1 Il programma è articolato in due parti. La prima parte: illustra il sistema per la gestione dell anagrafica delle persone fisiche, con particolare riferimento all inserimento a sistema di una persona

Dettagli

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Pensioni. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Pensioni Roma, 10/04/2015 Circolare n. 74 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE

JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Lavoro Modena, 02 agosto 2014 JOBS ACT : I CHIARIMENTI SUL CONTRATTO A TERMINE Legge n. 78 del 16 maggio 2014 di conversione, con modificazioni, del DL n. 34/2014 Ministero del Lavoro, Circolare n. 18

Dettagli

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24

Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 A cura di Raffaella Pompei, dottore commercialista, funzionario dell Ufficio fiscale Dal 1 ottobre 2014 nuove regole per i pagamenti con modello F24 Il Decreto Renzi ha ampliato i casi in cui è necessario

Dettagli

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta

IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta a cura di Enzo Mologni e dell Uffi cio Comunicazione CGIL di Bergamo 4 Ottobre 2013 IN PENSIONE Come si calcola, quando se ne ha diritto, a quanto ammonta Presentiamo in questo numero alcune informazioni

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360

Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini. Consulenza 360 Do.Ma.Consulting S.a.s di Marianna Bertini Consulenza 360 Do.Ma.Consulting è DO.MA. Consulting s.a.s. nasce come centro elaborazione dati ed opera principalemente nel settore del lavoro; avvalendosi di

Dettagli

(1) Livello Inquadramento

(1) Livello Inquadramento di Mutualità ed Assistenza MACERATA Via Gramsci, 38 Tel. 0733 230243 Fax. 0733 232145 E mail: info@cassaedilemacerata.it www. cassaedilemacerata.it DATI ANAGRAFICI DEL LAVORATORE ( per i nuovi assunti

Dettagli

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale

Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale Prot. n. 2012/140335 Approvazione delle modifiche al modello di versamento F24 enti pubblici ed alle relative specifiche tecniche Introduzione del secondo codice fiscale IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014

JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE N. 78 DEL 16/05/2014 DI CONVERSIONE DEL D.L. N. 34 DEL 20/03/2014 Tipologia: LAVORO Protocollo: 2006614 Data: 26 maggio 2014 Oggetto: Jobs Act: disposizioni Legge n. 78 del 16/05/2014 di conversione del D.L. n. 34 del 20/03/2014 Allegati: No JOBS ACT: DISPOSIZIONI LEGGE

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro

Paghe. Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Lavoro part-time: il minimale ai fini contributivi Fabio Licari - Consulente del lavoro Obblighi contributivi Calcolo dei contributi Con l instaurazione del rapporto di lavoro, sorge anche l obbligazione

Dettagli

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI

L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI L INCENTIVO PER LE ASSUNZIONI DEI GIOVANI DI ETA COMPRESA TRA I 18 ED I 29 ANNI (pubblicato sul n. 51 della rivista: "The world of il Consulente") (Le considerazioni che seguono sono frutto esclusivo del

Dettagli

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee

La riforma delle pensioni. Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee La riforma delle pensioni Obiettivi e strumenti Nuove regole Misure temporanee Obiettivi Strumenti 2 Obiettivi e strumenti della riforma sostenibilità I REQUISITI DI PENSIONAMENTO SONO LEGATI ALLA LONGEVITA'

Dettagli

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l.

Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Gas-acqua - Rinnovo del c.c.n.l. Con l'ipotesi di accordo 14 gennaio 2014 le Parti stipulanti (Anfida, Anigas, Assogas, Confindustria Energia, Federestrattiva, Federutility con Filctem-Cgil, Femca-Cisl,

Dettagli

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014

Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal. 1 gennaio 2014 Istituto Nazionale Previdenza Sociale Direzione Centrale Entrate Tabelle delle aliquote contributive in vigore dal 1 gennaio 2014 A cura di Leonardo Pascarella Aggiornamento DICEMBRE 2014 Responsabile:

Dettagli

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione

Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Rassegna stampa del 02 Febbraio 2009 Fonte Il sole 24 ore Lavoro. Le istruzioni per adeguarsi al nuovo obbligo utilizzando il calendario parzialmente o totalmente sfasato rispetto alla maturazione Il libro

Dettagli

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA

L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA L'EVOLUZIONE DEL PART-TIME NEL CONTRATTO DEL COMPARTO NAZIONALE DELLA SANITA' PUBBLICA a cura del Nucleo Promozione e Sviluppo Responsabile: Cesare Hoffer Il presente documento non ha la pretesa di essere

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali

DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015. Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali DISEGNO DI LEGGE DI STABILITA 2015 Titolo I Risultati differenziali e gestioni previdenziali Art. 1 (Risultati differenziali del bilancio dello Stato) 1. I livelli massimi del saldo netto da finanziare

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone:

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento Dispone: Prot. n. 2013/87896 Imposta sulle transazioni finanziarie di cui all articolo 1, comma 491, 492 e 495 della legge 24 dicembre 2012, n. 228. Definizione degli adempimenti dichiarativi, delle modalità di

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO

Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO Riflettori su... La disciplina del trattamento di fine rapporto di Pietro DE FELICE SOMMARIO - Aspetti civilistici dell istituto introdotto, per i dipendenti del comparto privato, nel 1982; - Le circostanze

Dettagli

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps

Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps Numero 75 Gennaio 2014 Testi a cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani Speciale rinnovo 2014 pensioni erogate dall'inps L'INPS ha pubblicato, con propria circolare n^7 del 17/01/2014, le tabelle per

Dettagli

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione)

.. OMISSIS. Art. 2. (Armonizzazione) Legge 8 agosto 1995, n. 335. Riforma del sistema pensionistico obbligatorio e complementare... OMISSIS Art. 2. (Armonizzazione).. OMISSIS 26. A decorrere dal 1 gennaio 1996, sono tenuti all'iscrizione

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015

La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 La perequazione automatica delle pensioni dal 1 gennaio 2015 All'interno: Importo pensioni base; Bonus di 154,94; Quattordicesima sulle pensioni basse; Integrazione al trattamento minimo e integrazione

Dettagli

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014

Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al giugno 2014 Prescrizione e decadenza in materia di contributi e prestazioni INPS Quando il tempo non è galantuomo. A cura di S. Martorelli & P. Zani Corso aggiornamento Agenti sociali FNP CISL Milano Aggiornato al

Dettagli

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time

Decreto Part-time. Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time Decreto Part-time Decreto legislativo varato il 28-1-2000 dal Consiglio dei ministri in base alla direttiva 97/81/Ce sul lavoro part-time ARTICOLO 1 Definizioni 1.Nel rapporto di lavoro subordinato l assunzione

Dettagli

riduzioni di disagio L Associazione

riduzioni di disagio L Associazione ASSOCIAZIONE ITALIANA PER LAA PREVIDENZA E ASSISTENZAA COMPLEMENTARE Studio per un PROGETTO di WELFARE integrato - Primi risultati Ipotesi di intervento tramite un fondoo pensione per fronteggiare eventuali

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi

La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge Fornero e la tutela dei lavoratori sospesi o cessati dal rapporto di lavoro. Antonino Sgroi Andrea Rossi La legge n. 92 del 2012 è intervenuta nella materia previdenziale laddove la stessa appresta

Dettagli