Consolidato Nazionale Consolidato Mondiale Novità 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consolidato Nazionale Consolidato Mondiale Novità 2012"

Transcript

1 Manuale Operativo Consolidato Nazionale Consolidato Mondiale Novità 2012 UR

2 Wolters Kluwer Italia s.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in qualsiasi forma o mezzo, elettronico, meccanico o altri, senza la preventiva autorizzazione di Wolters Kluwer Italia s.r.l. I manuali/schede programma sono costantemente aggiornate, tuttavia i tempi tecnici di redazione possono comportare che le esemplificazioni riportate e le funzionalità descritte non corrispondano esattamente a quanto disponibile all utente. L utente potrebbe avere attive tutte o solamente alcune delle funzioni descritte nel presente documento, per le diverse condizioni commerciali a cui ha aderito.

3 INDICE INTRODUZIONE... 4 CONSOLIDATO NAZIONALE... 5 Flusso operativo... 5 Compilazione quadro GN... 7 GESTIONE VERSAMENTI... 8 Passaggio versamenti in Delega F Gestione utilizzo crediti Quadro CC... 8 CONSOLIDATO MONDIALE Flusso operativo STAMPE Stampe Simulate Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 3/12

4 INTRODUZIONE La riforma dell imposizione sul reddito delle società ha introdotto l istituto del Consolidato Fiscale Nazionale e Mondiale per le Società di Capitali. L'istituto prevede che la società Consolidante determini: il reddito complessivo globale del gruppo di imprese partecipanti al consolidato. Detto reddito è dato dalla somma dei redditi/perdite di tutte le società del gruppo; l IRES sulla base del reddito complessivo di gruppo. Per determinare il reddito complessivo globale del gruppo, la società Consolidante deve presentare una nuova dichiarazione detta Consolidato secondo linee guida ministeriali: se il gruppo è costituito da imprese residenti, la dichiarazione è detta Consolidato Nazionale ; se il gruppo è costituito da imprese non residenti, la dichiarazione è detta Consolidato Mondiale ; se il gruppo è costituito da imprese residenti e non residenti (per esempio, società controllata non residente per il tramite di una controllata residente), la dichiarazione è detta Consolidato Nazionale e Mondiale. Per la gestione delle Dichiarazioni Consolidato Nazionale e Mondiale è necessario attivare lo specifico modulo CONFIS. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 4/12

5 Flusso operativo CONSOLIDATO NAZIONALE Di seguito sono elencate le operazioni preliminari da eseguire per gestire correttamente il Modello di Consolidato. Nel modulo "Unico Altre Società" Operazioni da eseguire per le società Consolidate e società Consolidanti per le quali si gestiscono i Modelli Unico: 1. Nella gestione dei Versamenti, verificare i dati presenti in EI Estremi Imposte / Anno Precedente Eccedenze di imposta ed acconti versati all interno della Gestione dati società. 2. Compilare il quadro F Redditi d Impresa. 3. Compilare gli altri quadri della dichiarazione. 4. Nelle singole sezioni del quadro U Crediti di imposta concessi a favore delle Imprese è presente il rigo Credito ceduto alla trasparenza/consolidato, che deve essere compilato manualmente perché l importo sia riportato nel quadro GN Consolidato. 5. Sul quadro X Compensazioni Rimborsi, verificare i dati presenti. Per il riporto al rigo GN20 Eccedenze da quadro RK deve essere compilata la colonna Credito Consolidato con la gestione (M)anuale del rigo. 6. In Visualizza, verificare i dati riportati in automatico dalla procedura nel quadro GN Consolidato. Si riporta l elenco dei righi di maggior rilievo: Reddito per trasparenza => Sul campo viene riportato il rigo RF57,col.2 campo redditi in società trasparenti dal 4/7/06 ; così facendo le perdite esercizi precedenti NON compensano i redditi per trasparenza. GN1,col.1 => Campo di inserimento manuale. GN1,col.2 => L importo è uguale a REDDITO - GN1,col.1, dove REDDITO deve essere uguale a RF61,col.1 RF62,col.1 + RF73,col.2 se tale differenza è positiva, altrimenti deve essere uguale a zero. GN2 => L importo è uguale al valore assoluto di RF73,col.2 - RF62,col.1, se tale differenza è negativa, altrimenti deve essere uguale a zero. GN3,col.2 => Ammontare del credito di imposta sui proventi percepiti in rapporto alla partecipazione a fondi comuni di investimento. GN4,col.3 => RF63, colonna e Perdite dei periodi di imposta precedenti da quadro S fino a capienza di (GN1,col.6 GN2,col.1 + GN3,col.1). GN6, col.2 => Ammontare risultante dalla somma algebrica, se positiva, tra gli importi dei righi da GN1, col. 2 a GN4, col. 3; qualora risulti compilata la colonna 1 del presente rigo (Reddito minimo)indicare il maggiore tra l importo indicato nella predetta colonna e la somma algebrica tra gli importi dei righi da GN1, col. 2, a GN4, col. 3; GN6, col.3 => l ammontare indicato nel rigo RS113, colonna 10, fino a concorrenza dell importo indicato nella colonna 2; Sezione ECCEDENZA UTIL. / ACCONTI VERSATI / ACC. COMPENSATI GN21,col. Acc.Compensati: E attivo il tasto funzione per il recupero dei crediti utilizzati in compensazione F24. Il tasto funzione recupera il codice tributo 2120 a credito. GN21,col. Importo: GN21,col.1 + GN21,col.2 - GN21,col.3 - GN21,col.4. Sezione DATI RILEVANTI AI FINI DELLE RETTIFICHE DI CONSOLIDAMENTO GN35 Int.passivi a.96 c.5bis - col. Vs partecipanti: Campo di inserimento manuale. GN35 Int.passivi a.96 c.5bis - col. Verso esterni: Campo di inserimento manuale. GN36 Interessi passivi art. 96 c. 7 TUIR - col. Ecc. int.passivi: F121,col.2. GN36,col. Eccedenza ROL: F120,col.2. Nella Dichiarazione Consolidato Operazioni da eseguire per la sola società Consolidante, che presenta la dichiarazione del Consolidato e versa l imposta IRES per tutto il gruppo. 1. In Gestione dati società richiamare l anagrafica della Consolidante. Se non è ancora presente in archivio, caricare i dati con l apposito tasto funzione. Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 5/12

6 2. Nella scelta Base / DG Dati Generali, valorizzare con (S) il Tipo dichiarazione Consolidato Nazionale 3. Nella scelta EC Elenco società Consolidate inserire o richiamare le anagrafiche di tutte le Consolidate facenti parte del gruppo. 4. Nella gestione dei Versamenti, EI Estremi Imposte / Anno Precedente Eccedenze di imposta ed acconti versati eseguire il Recupero crediti utilizzati in compensazione F24 sui righi CN16 Ecc.d imposta F24, con il tasto funzione abilitato. 5. Se nel gruppo ci sono Consolidate per le quali non è stata gestita la dichiarazione Unico SC, è necessario selezionare il quadro GN Quadri GN dalle Utilità per inserire i dati delle società appartenenti al gruppo; diversamente, questa funzione non è utilizzabile. I dati inseriti verranno riportati nella Dichiarazione Consolidato. 6. Dalle Utilità RI Recupero da Unico SC eseguire il travaso dati del quadro GN delle società appartenenti al gruppo. Confermando l operazione, il programma travasa i dati presenti sul quadro GN dell Unico di ogni società indicata nell Elenco Consolidate. Qualora non siano presenti in questo archivio, la ricerca viene eseguita sul quadro GN del Consolidato (gestito manualmente). Qualora vengano modificati alcuni dati nella dichiarazione Unico o nel quadro GN manuale, è necessario ripetere il recupero dati per aggiornare i quadri del Consolidato. 7. Nella Dichiarazione Consolidato, verificare gli importi nei quadri compilati dalla procedura di travaso. La tabella indica l origine degli importi presenti nel quadro GN: Quadro GN GN6,col.2 GN5,col.3 GN6,col.1 GN6,col.2 acconti GN5,col.3 acconti GN6,col.1 acconti rideterminato rideterminato rideterminato GN9 GN12-GN14,col.1 GN12-GN14,col.2 GN15 GN16 tipo GN16 anno GN16 spesa GN17 GN18 GN19 GN20 GN21 riga Acconti versati col. Eccedenze utilizzate GN21 riga I acconto campo acconti versati-gn21 campo Acconti ceduti-gn21 campo Acconti compensati. GN21 riga II acconto campo acconti versati precedente. GN sez.v col.1 GN sez.v col.2 GN sez.v col.3 GN sez.vi col.1 GN sez.vi col.2 Riporto automatico Da NF1 a NF6 campo reddito o perdita Da NF1 a NF6 campo reddito o perdita Da NF1 a NF6 campo reddito minimo Da NF1 a NF6 campo reddito o perdita rideterminata acconti. Se il campo GN6col.2 rideterminato acconti non è compilato, sul campo reddito o perdita rideterminata acconti viene riportato GN6col.2 del saldo. Da NF1 a NF6 campo reddito o perdita rideterminato acconti. Se il campo GN5col.3 rideterminato acconti non è compilato, sul campo reddito o perdita rideterminato acconti viene riportato GN5col.3 Da NF1 a NF6 campo reddito minimo rideterminato acconti. Se il campo GN6 col.1 rideterminato acconti non è compilato, viene riportato GN6 col.1 del saldo. Da NX41 a NX46 Da NX63 a NX68 campo codice tributo Da NX63 a NX68 campo importo Da NX1 a NX6 campo Altri oneri Da NX1 a NX6 campo tipo Da NX1 a NX6 campo anno Da NX1 a NX6 campo spesa Da NX15 a NX20 Da NX22 a NX27 Da NX29 a NX34 Da NX48 a NX53 Da NX56 a NX61 campo Eccedenze utilizzate Da NX56 a NX61 campo I acconto Da NX56 a NX61 campo II acconto Da NX36 a NX40 col.1 (campo codice credito) Da NX36 a NX40 col.2 (campo anno) Da NX36 a NX40 col.4 (campo importo trasferito) Da NR1 a NR8 col.2 (campo codice estero) Da NR1 a NR8 col.3 (campo anno) Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 6/12

7 Quadro GN Riporto automatico GN sez.vi col.3 Da NR1 a NR8 col.4 (campo reddito) GN sez.vi col.4 Da NR1 a NR8 col.13 (campo art. 165 comma 5) GN sez.vi col.5 Da NR1 a NR8 col.5 (campo imposta estera) GN sez. VII col.1 Da NX69 a NX73 col.2 (campo anno) GN sez.vii col.2 Da NX69 a NX73 col.3 (campo codice estero) GN sez.vii col.3 Da NX69 a NX73 col.4 (campo ecc.nazionale) GN sez.vii col.4 Da NX69 a NX73 col.5 (campo ecc.estera) GN3,col.2 Da NX8 a NX13 importo GN35,col.1 Da NF17 a NF22 col.2 GN35,col.2 Da NF17 a NF22 col.3 GN36,col.1 Da NF25 a NF30 col.2 GN36,col.2 Da NF25 a NF30 col.3 GN37,col.1 Da NF13 col.2 a NF16 col.2 GN37,col.2 Da NF13 col.3 a NF16 col.3 I righi di calcolo sono di sola visualizzazione; la gestione manuale di alcuni righi è permessa da un apposito tasto funzione "[FX] Imputazione Dati presente solo sui campi che prevedono l intervento manuale. Compilazione quadro GN La compilazione del quadro GN può quindi avvenire nei seguenti modi: nell Unico SC, tramite la gestione completa di tutta la dichiarazione; nell Unico SC, inserendo direttamente il quadro con forzatura MD Manutenzione Dichiarazione e senza obbligo di gestire la dichiarazione. Riabilitando il quadro, i dati inseriti vengono rielaborati e sostituiti a quelli inseriti; nella dichiarazione Consolidato, tramite la funzione Quadro GN. Se viene gestito il Modello Unico SC successivamente al caricamento del quadro GN della dichiarazione del Consolidato, i dati del quadro GN presenti sull Unico, verranno sostituti a quelli del quadro GN precedentemente inseriti. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 7/12

8 Passaggio versamenti in Delega F24 GESTIONE VERSAMENTI Prima di eseguire l abilitazione degli importi è necessario compilare il campo <Codice anagrafico per la stampa Delega F24> presente nella funzione EI Estremi imposte Modalità di versamento inserendo obbligatoriamente gli stessi dati anagrafici della Consolidante, ma indicando un codice anagrafico diverso da quello utilizzato per la dichiarazione del Consolidato ed indicando (S) alla domanda di forzatura del codice fiscale in quanto già presente nel database anagrafico. Di seguito sono riportati i righi ed i codici relativi al periodo di versamento riportati in Delega F24. Rigo Codice Descrizione Sezione Periodo CN20 campo importo da versare 2003 IRES SALDO Erario 23 CN24 campo in compensazione 2003 IRES SALDO Erario 23 I rata acconto campo imp.da versare 2001 IRES Acconto I rata Erario 23 II rata acconto campo imp.da versare 2002 IRES Acconto II rata Erario 24 Gestione utilizzo crediti Quadro CC Elenco dei codici tributo riportati nel modulo F24: Cod. Credito Codice Tributo Descrizione Teleriscaldamento con biomassa Esercenti sale cinematografiche Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Investimenti delle imprese editrici Investimenti delle imprese editrici Esercizio di servizio taxi Finanziamenti agevolati sisma Abruzzo/banche Finanziamenti agevolati sisma Abruzzo/banche Imprese autotrasporto merci Investimenti in agricoltura VS 6734 Investimenti ex art. 8 L.388/00 TS 6742 INVESTIMENTI ex art.10 D.L. 138/ INCENTIVI PER LA RICERCA SCIENTIFICA VEICOLI ELETTRICI, A METANO O GPL Caro Petrolio Carta per editori Imposte anticipate Ricerca scientifica Assunzione detenuti Mezzi antincendio Software farmacie Rottamazione trasporto promiscuo Acquisto e rottamazione autoveicoli Acquisto e rottamazione autocarri Acquisto veicoli ecologici Acquisto e rottamazione motocicli Promozione pubblicitaria imp.agricole Ricerca e sviluppo Agricoltura 2007 Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 8/12

9 Cod. Credito Codice Tributo Descrizione Misure sicurezza PMI Misure sicurezza rivendita monopoli Incremento occupazione art Rottamazione autoveicoli Rottamazione motocicli Rottamazione auto Rottamazione autocarri Nuovi investimenti aree svantaggiate Tassa automobilistica Imprese produzione cinematografica Imprese produzione esecutiva e post produzione Apporti in denaro per la produzione di opere cinematografiche Imprese distribuzione cinematografica Imprese di esercizio cinematografico Sostituzione autovetture trasporto promiscuo Sostituzione autoveicoli/autocaravan Acquisto autovetture gas/metano Acquisto autocarri gas/metano Sostituzione motocicli/ciclomotori Tassa automobilistica autotrasportatori Mezzi pesanti autotrasportatori Tassa automobilistica autotrasportatori In attesa di codice tributo Indennità di mediazione Investimenti Regione Siciliana 82 In attesa di codice tributo Nuovo lavoro stabile nel Mezzogiorno 99 Codice indicato dall utente Altri crediti di imposta Elenco dei codici tributo riportati dal modulo F24 al campo <Com. F24 acconti> con il tasto funzione [Recupero crediti compensati F24]: Cod. Credito Codice Tributo Descrizione Teleriscaldamento con biomassa Esercenti sale cinematografiche Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Incentivi occupazionali Investimenti delle imprese editrici Investimenti delle imprese editrici Esercizio di servizio taxi Giovani calciatori Finanziamenti agevolati sisma Abruzzo/banche Finanziamenti agevolati sisma Abruzzo/banche Imprese autotrasporto merci Investimenti in agricoltura VS 6734 Investimenti ex art. 8 L.388/00 TS 6742 INVESTIMENTI ex art.10 D.L. 138/ INCENTIVI PER LA RICERCA SCIENTIFICA VEICOLI ELETTRICI, A METANO O GPL Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 9/12

10 Cod. Credito Codice Tributo Descrizione Caro petrolio Carta per editori Imposte anticipate Ricerca scientifica Assunzione detenuti Mezzi antincendio Software farmacie Rottamazione autoveicoli per trasporto promiscuo Acquisto/rottamazione autovetture e autoveicoli Acquisto e rottamazione autocarri Acquisto veicoli ecologici Acquisto e rottamazione motocicli Promozione pubblicitaria imp. agricole Ricerca e sviluppo Agricoltura Misure sicurezza PMI Misure sicurezza rivenditori generi monopolio Incremento occupazione Rottamazione autoveicoli Acquisto/rottamazione motocicli Acquisto/rottamazione autovetture e autoveicoli Acquisto/rottamazione autocarri Nuovi investimenti aree svantaggiate Tassa automobilistica Imprese produzione cinematografica Imprese produzione esecutiva e post produzione Apporti in denaro per la produzione di opere cinematografiche Imprese distribuzione cinematografica Imprese di esercizio cinematografico Sostituzione autovetture trasporto promiscuo Sostituzione autoveicoli/autocaravan Acquisto autovetture gas/metano Acquisto autocarri gas/metano Sostituzione motocicli/ciclomotori Tassa automobilistica autotrasportatori Mezzi pesanti autotrasportatori Tassa automobilistica autotrasportatori In attesa di codice tributo Indennità di mediazione Investimenti Regione Siciliana Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta Altri crediti di imposta ASSUNZIONI EX ART.4, L.449/ ASSUNZIONI EX ART.4, L.448/1998 Inizio documento Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 10/12

11 Flusso operativo CONSOLIDATO MONDIALE Di seguito sono elencate le operazioni preliminari da eseguire per gestire correttamente il Modello di Consolidato Mondiale. I quadri sono di inserimento manuale; non è previsto alcun riporto dal Modello Unico SC. Nella Dichiarazione Consolidato 1. In Gestione dati società richiamare l anagrafica della Consolidante. Se non è ancora presente in archivio, caricare i dati con l apposito tasto funzione. 2. Nella scelta Base / DG Dati Generali, valorizzare con (S) il Tipo dichiarazione Consolidato Mondiale. 3. Nella scelta EC Elenco società Consolidate inserire o richiamare le anagrafiche di tutte le Consolidate facenti parte del gruppo. 4. Nella gestione 'Consolidato Mondiale, inserire i dati nei quadri: MF Determinazione Reddito Complessivo, MR Crediti esteri art.165 TUIR MC Crediti esteri art TUIR ME Riepilogo crediti art.165' MX Trasferimenti al gruppo 5. Nella gestione dei Versamenti, EI Estremi Imposte / Anno Precedente Eccedenze di imposta ed acconti versati verificare le imposte e le eccedenze indicate. 6. Selezionare il quadro GN Quadri GN dalle Utilità per inserire i dati delle società appartenenti al gruppo; 7. Nella gestione 'Quadri_Riepilogo verificare gli importi del quadro CN Determinazione dell IRES. I dati esposti sono solo in visualizzazione. 8. Nella gestione dei Versamenti, AI Abilita importi confermare il travaso dei dati nella Delega Unica F24. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 11/12

12 Stampe Simulate STAMPE Sono previste le stampe simulate di controllo con possibilità di selezionare/deselezionare i singoli quadri da stampare. Inizio documento Wolters Kluwer Italia Consolidato Nazionale / Consolidato Mondiale Pag. 12/12

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri

Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri HELP DESK Nota Salvatempo 0006 MODULO Maggior IVA, Adeguamento Studi e Parametri Quando serve La normativa Termini presentazione Consente la rilevazione automatica sui registri IVA dell adeguamento agli

Dettagli

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012

CIRCOLARE N.3/E. Roma, 28 febbraio 2012 CIRCOLARE N.3/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 febbraio 2012 OGGETTO: Articolo 24, comma 31, del decreto-legge 6 dicembre 2011 n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011,

Dettagli

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013

Circolare n. 12/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 3 maggio 2013 Circolare n. 12/E Direzione Centrale Normativa Roma, 3 maggio 2013 OGGETTO: Commento alle novità fiscali - Decreto legge 18 ottobre 2012, n. 179, convertito, con modificazioni, dall articolo 1, comma 1,

Dettagli

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1

Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 genzia ntrate 2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 Modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini dell applicazione degli studi di settore Istruzioni Quadro F - Tipologia 1 Il contribuente, per la compilazione

Dettagli

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro

Procedure del personale. Disciplina fiscale delle auto assegnate. ai dipendenti; Svolgimento del rapporto. Stefano Liali - Consulente del lavoro Disciplina fiscale delle auto assegnate ai dipendenti Stefano Liali - Consulente del lavoro In quale misura è prevista la deducibilità dei costi auto per i veicoli concessi in uso promiscuo ai dipendenti?

Dettagli

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA

TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO, ALTRE INDENNITA E SOMME SOGGETTE A TASSAZIONE SEPARATA punto 94: ammontare corrisposto nel 2007: - al netto di quanto corrisposto in anni precedenti casella 95; - ridotto

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2015 IN BASE ALLA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi della Certificazione Unica (CU) che DEVONO essere inseriti

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA

Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA Prot. 2015/25992 Accesso alla dichiarazione 730 precompilata da parte del contribuente e degli altri soggetti autorizzati IL DIRETTORE DELL AGENZIA In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate

Dettagli

LE IMPOSTE SUL REDDITO

LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO LE IMPOSTE SUL REDDITO Il risultato che scaturisce dal bilancio redatto in base alla normativa del codice civile rappresenta il valore di partenza a cui fa riferimento la disciplina

Dettagli

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi

Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le novità del DL n. 91/2014 (cd. decreto competitività) Credito d imposta per investimenti in beni strumentali nuovi Le informazioni fornite nel presente documento hanno esclusivamente scopo informativo

Dettagli

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale

MODELLO 730/2014 redditi 2013 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale MODELLO 730/204 redditi 203 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dell'assistenza fiscale Mod. N. Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONFORME AL PROVVEDIMENTO AGENZIA

Dettagli

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI

LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Circolare N. 21 Area: TAX & LAW Periodico plurisettimanale 18 marzo 2011 LA COMPENSAZIONE DEI RUOLI ERARIALI Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del DM 10 febbraio 2011, trovano piena attuazione

Dettagli

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 01 FASCICOLO 1. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 2 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 02 FASCICOLO 2 Quadro RH Quadro RL Quadro RM Quadro RT Quadro RR Redditi di partecipazione in

Dettagli

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO

IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO IRAP 2015 : DETERMINAZIONE DELLA BASE IMPONIBILE PER IL 2014 E NOVITA' PER IL CORRENTE ANNO a cura di Celeste Vivenzi Premessa generale Come noto la Legge finanziaria del 2008 ha profondamente modificato

Dettagli

Uscita dal regime dei minimi

Uscita dal regime dei minimi Fiscal Adempimento La circolare di aggiornamento professionale N. 08 03.03.2014 Uscita dal regime dei minimi A cura di Devis Nucibella Categoria: Regimi speciali Sottocategoria: Contribuenti minimi Dopo

Dettagli

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità

La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La comunicazione dei dati relativi al Tfr e altre indennità La sezione relativa all esposizione sintetica e analitica dei dati relativi al Tfr, alle indennità equipollenti e alle altre indennità e somme,

Dettagli

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES

ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Circolare Monografica 12 maggio 2014 n. 1971 DICHIARAZIONI ACE: le novità 2014 per i soggetti IRES Le istruzioni per i soggetti IRES di Ivan Cemerich Il 2014 è un anno di svolta per l'applicazione dell'aiuto

Dettagli

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi

Redditi diversi Prof. Maurizio Sebastiano Messina. Redditi diversi Redditi diversi Redditi diversi - art. 67 Sono redditi diversi se non costituiscono redditi di capitale, ovvero se non sono conseguiti nell esercizio di arti e professioni o di imprese commerciali, o da

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013

INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 INDICAZIONI SULLA COMPILAZIONE DEI QUADRI DEL MOD. 730/2013 IN BASE AL MOD. CUD 2013 Di seguito, riepiloghiamo i principali campi del CUD che DEVONO essere inseriti nel 730: Reddito lavoro dipendente Punto

Dettagli

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI

l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI 5 2008 l agenzia in f orma IL FISCO PER IL LAVORATORE DIPENDENTE E LE AGEVOLAZIONI SUGLI STRAORDINARI INDICE 1. IL REDDITO DA LAVORO DIPENDENTE 2 La definizione 2 I redditi assimilati al lavoro dipendente

Dettagli

Roma, 28 aprile 2015

Roma, 28 aprile 2015 Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti RISOLUZIONE N. 42/E Roma, 28 aprile 2015 Oggetto: Estensione alla modalità di versamento F24 Enti pubblici dei codici tributo utilizzati con il modello F24 per

Dettagli

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO

OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Numero circolare 3 Data 16/03/2011 Abstract: OPERATIVA LA COMPENSAZIONE DEI DEBITI ERARIALI ISCRITTI A RUOLO Entrano a regime le modalità per la compensazione delle somme iscritte a ruolo per debiti erariali,

Dettagli

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa

Roma, 11 marzo 2011. 1. Premessa CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Accertamento Roma, 11 marzo 2011 OGGETTO : Attività di controllo in relazione al divieto di compensazione, in presenza di ruoli scaduti, di cui all articolo 31, comma

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE

IL DIRETTORE DELL AGENZIA DISPONE Prot. n. 2012/74461 Approvazione del modello di versamento F24 Semplificato per l esecuzione dei versamenti unitari di cui all articolo 17 del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241 e successive modificazioni

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO

DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO DATA EFFETTO SCIOGLIMENTO Art 2484 Cause indipendenti dalla volontà dei soci Cause dipendenti dalla volontà dei soci Dichiarazione amministratori da eseguire senza indugio Delibera assembleare Iscrizione

Dettagli

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA

(invio telematico accessibile a partire dal 15 giugno 2015) NOVITA NOTE ILLUSTRATIVE PER LA DETERMINAZIONE DEI CONTRIBUTI DOVUTI IN AUTOLIQUIDAZIONE - MOD. 5/2015 (Comunicazione obbligatoria ex artt. 17 e 18 della Legge n. 576/1980, artt. 9 e 10 della legge n. 141/1992

Dettagli

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi Le principali novità in materia di tassazione dei redditi fondiari Bologna, 29 maggio 2013 Lucio Agrimano (*) Direzione Regionale dell'emilia Romagna Settore Servizi e Consulenza Ufficio Gestione Tributi

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici

Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il regime fiscale degli interessi e degli altri redditi derivanti dai Titoli di Stato domestici Il presente documento ha finalità meramente illustrative della tassazione degli interessi e degli altri redditi

Dettagli

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012

La deduzione IRAP. DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 Art. 11 D.Lgs. 446/1997, come modificato dall art. 1, commi 484 e 485, L. 228/2012 LE DEDUZIONI IRAP 2013 E 2014 La quota forfetaria deducibile per ogni singolo lavoratore subordinato

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR

NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR NOTA ESPLICATIVA A CURA DEL SERVIZIO POLITICHE FISCALI UIL SULLA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE DEL TFR Nell'ambito degli interventi sul prelievo fiscale, la finanziaria 2008 (legge 24 dicembre 2007, n. 244),

Dettagli

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del

ntrate genzia Informativa sul trattamento dei dati personali ai sensi dell art. 13 del D.Lgs. n. 196 del 2003 Finalità del genzia ntrate BENI CONCESSI IN GODIMENTO A SOCI O FAMILIARI E FINANZIAMENTI, CAPITALIZZAZIONI E APPORTI EFFETTUATI DAI SOCI O FAMILIARI DELL'IMPRENDITORE NEI CONFRONTI DELL'IMPRESA (ai sensi dell articolo,

Dettagli

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale

MODELLO 730/2015 redditi 2014 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale Mod. N. MODELLO 0/0 redditi 0 dichiarazione semplificata dei contribuenti che si avvalgono dellʼassistenza fiscale genzia ntrate Gli importi devono essere indicati in unità di Euro CONTRIBUENTE Dichiarante

Dettagli

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE.

ASPETTI CIVILISTICI DEL RECESSO DEL SOCIO NELLE SOCIETA DI PERSONE. Trattamento delle somme corrisposte da una società di persone al socio nel caso di recesso, esclusione, riduzione del capitale, e liquidazione, ed aspetti fiscali per la società. Questo convegno ci offre

Dettagli

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate

Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Legnano, 21/04/2015 Alle imprese assistite Oggetto: il mod. 730 precompilato e i chiarimenti dell Agenzia delle Entrate Come noto, ai sensi dell art. 1, D.Lgs. n. 175/2014, Decreto c.d. Semplificazioni,

Dettagli

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti

l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco facile per piccoli imprenditori e professionisti 1 2008 l agenzia in f orma CONTRIBUENTI MINIMI : ADEMPIMENTI MINIMI il fisco

Dettagli

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti

OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti CIRCOLARE 11/E Roma, 23 marzo 2015 OGGETTO: Dichiarazione 730 precompilata Risposte a quesiti 2 INDICE 1 DESTINATARI DELLA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA... 5

Dettagli

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015

Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Circolare N. 2 del 8 Gennaio 2015 Credito annuale IVA 2014 al via la compensazione fino ad 5.000,00 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che dal 1 gennaio 2015, è possibile procedere

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica»

Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO DICHIARAZIONE DEI REDDITI 2013 Disciplina delle società «non operative» e «in perdita sistematica» Gianluca Cristofori 31 maggio 2013 Sala Orlando - Corso

Dettagli

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO

IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO Patrizia Clementi IL REGIME FISCALE E CONTRIBUTIVO DEL LAVORO A PROGETTO La legge Biagi 1 ha disciplinato sotto il profilo civilistico le collaborazioni coordinate e continuative, già presenti nel nostro

Dettagli

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA

IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA IL TRATTAMENTO FISCALE DELLE SPESE DI RAPPRESENTANZA Una circolare dell Agenzia delle entrate chiarisce il trattamento fiscale delle spese di rappresentanza Con la circolare in oggetto, l Agenzia delle

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008

CIRCOLARE N. 12/E. Roma, 19 febbraio 2008 CIRCOLARE N. 12/E Direzione Centrale Normativa e Contenzioso Roma, 19 febbraio 2008 OGGETTO: Profili interpretativi emersi nel corso della manifestazione Telefisco 2008 del 29 Gennaio 2008 e risposte ad

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI

Modello 730/2015. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO 01 INTRODUZIONE ASPETTI GENERALI Modello 730/2015 PERIODO D IMPOSTA 2014 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 INTRODUZIONE 1. Perché conviene il Modello 730 2 2. Modello 730 precompilato 2 3. Modello 730 ordinario (non precompilato) 4 4.

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE

VARIAZIONE IN AUMENTO. RF7/8 - PLUSVALENZE e SOPRAVVENIENZE ATTIVE Analisi di alcune fattispecie di variazione in aumento ed in diminuzione maggiormente significative per la determinazione del reddito d'impresa nel Modello Unico SC/2010 Il quadro RF contenuto nel Modello

Dettagli

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO

UNICO 02 FASCICOLO 2. Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1. ntrate PERIODO D IMPOSTA 2014. genzia ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE MODELLO GRATUITO PERIODO D IMPOSTA 2014 genzia ntrate UNICO Persone fisiche 2015 - FASCICOLO 1 ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE 01 FASCICOLO 1 02 FASCICOLO 2 03 FASCICOLO 3 MODELLO GRATUITO I SERVIZI PER L ASSISTENZA FISCALE

Dettagli

GESTIONE CENTRI DI COSTO

GESTIONE CENTRI DI COSTO GESTIONE CENTRI DI COSTO Basta attribuire un conto economico ad un solo centro di costo fisso, oppure ad un centro di costo generico che, a sua volta, ridistribuisce a percentuale fissa su altri centri

Dettagli

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC

OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI. Imposte sul reddito. Agosto 2014. Copyright OIC OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Imposte sul reddito Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito, nella veste giuridica di

Dettagli

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile

Fisco & Contabilità La guida pratica contabile Fisco & Contabilità La guida pratica contabile N. 17 07.05.2014 Riporto perdite e imposte differite Categoria: Bilancio e contabilità Sottocategoria: Varie Il meccanismo del riporto delle perdite ex art.

Dettagli

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria

IMU - che cos'è. Se possiedi questi immobili, hai tempo fino al 16 giugno 2014 per pagare l acconto. Cos è l IMU Imposta municipale propria IMU - che cos'è L IMU si continua a pagare sulle case di lusso (categorie A/1, A/8 e A/9), sulle seconde case e su tutti gli altri immobili (ad esempio laboratori, negozi, capannoni, box non di pertinenza

Dettagli

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale

Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Fringe benefits e rimborsi spese ai lavoratori: trattamento fiscale Mauro Porcelli 1 I fringe benefits sono emolumenti aggiuntivi della retribuzione costituiscono vantaggi accessori servono a motivare

Dettagli

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES)

GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) WWW.SARDEGNAIMPRESA.EU GUIDA DI APPROFONDIMENTO L IMPOSTA SUL REDDITO DELLE SOCIETÀ (IRES) A CURA DEL BIC SARDEGNA SPA 1 SOMMARIO INTRODUZIONE... 3 I REQUISITI... 3 I SOGGETTI PASSIVI.....4 LA PROPORZIONALITÀ

Dettagli

News per i Clienti dello studio

News per i Clienti dello studio News per i Clienti dello studio Ai gentili clienti Loro sedi Il nuovo regime forfettario previsto dalla legge di stabilità per il 2015 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che con la

Dettagli

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013

La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 La Comunicazione annuale dei dati IVA: scadenza al 28 febbraio 2013 Premessa rmativa Entro il 28 febbraio 2013 i soggetti pasvi IVA devo presentare telematicamente il Modello per la comunicazione dati

Dettagli

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015

CIRCOLARE N. 18/E. Roma, 28 aprile 2015 CIRCOLARE N. 18/E Direzione Centrale Normativa Roma, 28 aprile 2015 OGGETTO: Addizionale IRES per il settore energetico (c.d. Robin Hood Tax) - Articolo 81, commi 16, 17 e 18, del decreto legge 25 giugno

Dettagli

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA

DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA DICHIARAZIONE 730 PRECOMPILATA PER CHI E PREDISPOSTA COSA OCCORRE PER VISUALIZZARLA QUANDO E ONLINE I DATI PRESENTI NELLA DICHIARAZIONE MODIFICA E PRESENTAZIONE I VANTAGGI DEL MODELLO PRECOMPILATO Direzione

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su:

I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell IRAP su: Pag. 5030 n. 43/98 21/11/1998 I chiarimenti delle Finanze per l applicazione dell su: regolarizzazione degli omessi o insufficienti versamenti relativi al primo acconto modifiche recate dal decreto legislativo

Dettagli

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese

2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2. L iscrizione nel Registro delle Imprese 2.1 Gli effetti dell iscrizione nel Registro delle Imprese L art. 2 del d.lgs. 18 maggio 2001, n. 228 (in materia di orientamento e modernizzazione del settore

Dettagli

Contratti di Solidarietà Difensivi

Contratti di Solidarietà Difensivi Manuale Operativo Contratti di Solidarietà Difensivi (SOL) UR1206125000 Wolters Kluwer Italia S.r.l. - Tutti i diritti riservati. Nessuna parte di questi documenti può essere riprodotta o trasmessa in

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI

INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI 2003 AGENZIA DELLE ENTRATE INTEGRAZIONE E DEFINIZIONE PER GLI ANNI PREGRESSI DEFINIZIONE DEI RITARDATI OD OMESSI VERSAMENTI artt. 8, 9, 9-bis e 14 della legge 27 dicembre 2002, n. 289, e successive modificazioni

Dettagli

CONTABILITA GENERALE

CONTABILITA GENERALE CONTABILITA GENERALE 5 SCRITTURE DI RETTIFICA SU ACQUISTI e SCRITTURE RELATIVE AL REGOLAMENTO DEI DEBITI 24 ottobre 2010 Ragioneria Generale e Applicata - Parte seconda - La contabilità generale 1 3) Rettifiche

Dettagli

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone

= + + Imposte differite ed anticipate In caso di ripartizione in più periodi della plusvalenza imponibile, si pone RISULTATO DELL ESERCIZIO ANTE IMPOSTE VARIAZIONI IN AUMENTO Negli esercizi dal 2005 al 2008 sono state realizzate plusvalenze o altri proventi rateizzati? = In base all'art. 86 del TUIR è ammessa la rateazione

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE

l agenzia in f orma GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE 6 l agenzia in f orma 2006 GUIDA OPERATIVA AL MODELLO F24 ON LINE INDICE INTRODUZIONE 2 1. I VERSAMENTI TELEMATICI 3 I vantaggi dei versamenti on line 3 Come si effettuano 3 Il conto su cui addebitare

Dettagli

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO

I RAPPORTI DI LAVORO IN AMBITO SPORTIVO DILETTANTISTICO SERVIZIO DECENTRAMENTO E ASSISTENZA AMMINISTRATIVA AI PICCOLI COMUNI SERVIZIO PROGRAMMAZIONE E GESTIONE ATTIVITA TURISTICHE E SPORTIVE www.provincia.torino.gov.it FORUM IN MATERIA DI ENTI SPORTIVI DILETTANTISTICI

Dettagli

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti

Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti ........ Reperimento risorse per interventi in ambito culturale e sociale Il comune non può costituire una fondazione per ricerca di finanziamenti di Federica Caponi Consulente di enti locali... Non è

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi

Dott. Massimiliano Teruggi. Studio Coda Zabetta, Mongiardini& Partners-Rag. Fabio Mongiardini, Dott. Massimiliano Teruggi IL TRATTAMENTO FISCALE DEI COMPENSI AGLI AMMINISTRATORI 1 Inquadramento degli amministratori persone fisiche: a. rapporto di collaborazione b. amministratore e lavoro dipendente c. amministratore e lavoro

Dettagli

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli)

speciale Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) 2013 Maggio Lordo Netto 2013 In vigore dal 1 gennaio 2013 (a cura di Gianfranco Serioli) Note introduttive Tabella Lordo Netto 2013 Il contributo di solidarietà Introdotto con il Dl n. 138/2011 (legge

Dettagli

Adempimenti fiscali nel fallimento

Adempimenti fiscali nel fallimento ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI LECCO Adempimenti fiscali nel fallimento A cura della Commissione di studio in materia fallimentare e concorsuale Febbraio 2011 INDICE 1. Apertura

Dettagli

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI

BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI BENEFICI A FAVORE DI DIPENDENTI, AMMINISTRATORI Si esamina il trattamento dei benefici concessi a dipendenti, collaboratori e amministratori - collaboratori. I fringe benefits costituiscono la parte della

Dettagli

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012

COMUNE DI MORGONGIORI. I.M.U. anno 2012 COMUNE DI MORGONGIORI PROVINCIA DI ORISTANO IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA I.M.U. anno 2012 VADEMECUM ILLUSTRATIVO Con l art. 13 del D.L. 6 dicembre 2011, n. 201, convertito in Legge 22 dicembre 2011, n. 214

Dettagli

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * *

PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * PROCEDURALE RELATIVO ALLA CONCESSIONE DEI BENEFICI FISCALI SUL GASOLIO PER USO AUTOTRAZIONE UTILIZZATO NEL SETTORE DEL TRASPORTO * * * * * Al fine di fornire un pratico vademecum sugli adempimenti necessari

Dettagli

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali

l agenzia in f orma GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE di PAGAMENTO Ufficio Prodotti Editoriali 1 l agenzia in f orma 2006 GUIDA PRATICA alle COMUNICAZIONI FISCALI e alle CARTELLE

Dettagli

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014

CIRCOLARE N. 21/E. Roma, 10 luglio 2014 CIRCOLARE N. 21/E Direzione Centrale Normativa Roma, 10 luglio 2014 OGGETTO: Fondi di investimento alternativi. Articoli da 9 a 14 del decreto legislativo 4 marzo 2014, n. 44 emanato in attuazione della

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

Recuperi, rimborsi e abbuoni

Recuperi, rimborsi e abbuoni Recuperi, rimborsi e abbuoni Ing. Donato Rosa Rimborsi Il rimborso in materia tributaria, rappresenta una applicazione dei principi civilistici della ripetizione dell indebito (art. 2033 c.c.). L imposta

Dettagli

I contributi pubblici nello IAS 20

I contributi pubblici nello IAS 20 I contributi pubblici nello IAS 20 di Paolo Moretti Il principio contabile internazionale IAS 20 fornisce le indicazioni in merito alle modalità di contabilizzazione ed informativa dei contributi pubblici,

Dettagli

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO

QUICK GUIDE ESAMI DI STATO QUICK GUIDE ESAMI DI STATO Le operazioni da eseguire sono semplici e lineari, ma è opportuno ricordarne la corretta sequenza nella quale vanno eseguite. Flusso delle operazioni da eseguire: 1. Inserimento

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015

CIRCOLARE N. 13/E. Roma, 26 marzo 2015 CIRCOLARE N. 13/E Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 26 marzo 2015 OGGETTO: Articolo 1, comma 154, legge 23 dicembre 2014, n. 190 (Legge stabilità 2015) Contributo del cinque per mille dell

Dettagli

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna

Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna PREVIDENZA COMPLEMENTARE E TFR Guida al Lavoro Il regime fiscale delle anticipazioni erogate dai fondi pensione Michela Magnani Dottore commercialista in Bologna 14 Confronto di convenienza, anche fiscale,

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA SENATO DELLA REPUBBLICA Attesto che il Senato della Repubblica, il 21 dicembre 2007, ha approvato il seguente disegno di legge, d iniziativa del Governo, già approvato dal Senato e modificato dalla Camera

Dettagli

Roma, 19 settembre 2014

Roma, 19 settembre 2014 CIRCOLARE N. 27 Direzione Centrale Amministrazione, Pianificazione e Controllo Direzione Centrale Servizi ai Contribuenti Roma, 19 settembre 2014 OGGETTO: Modalità di presentazione delle deleghe di pagamento

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Esenzione dall IMU, prevista per i terreni agricoli, ai sensi dell articolo 7, comma 1, lettera h), del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504.

Esenzione dall IMU, prevista per i terreni agricoli, ai sensi dell articolo 7, comma 1, lettera h), del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 504. Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 284 del 6 dicembre 2014 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso.

Deutsche Bank Easy. db contocarta. Guida all uso. Deutsche Bank Easy. Guida all uso. . Le caratteristiche. è il prodotto di Deutsche Bank che si adatta al tuo stile di vita: ti permette di accedere con facilità all operatività tipica di un conto, con

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI

> IL RIMBORSO PARTE VI DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI PARTE VI > IL RIMBORSO DELLE IMPOSTE 1. COME OTTENERE I RIMBORSI Rimborsi risultanti dal modello Unico Rimborsi eseguiti su richiesta 2. LE MODALITÀ DI EROGAZIONE DEI RIMBORSI Accredito su conto corrente

Dettagli

HELP 03 RIMBORSI SPESE

HELP 03 RIMBORSI SPESE a cura di Flavio Chistè RIMBORSI SPESE RIMBORSI SPESE Nella gestione ordinaria degli enti non commerciali accade spesso che vengano erogate delle somme ai collaboratori, ai professionisti e ai dipendenti

Dettagli

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014

CIRCOLARE N. 14/E. Roma, 4 giugno 2014 CIRCOLARE N. 14/E Roma, 4 giugno 2014 OGGETTO: Le perdite e svalutazioni su crediti La nuova disciplina ai fini IRES e IRAP introdotta dall articolo 1, commi 158-161, della legge 27 dicembre 2013, n. 147

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli