MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128"

Transcript

1 INDICE 1. PRELIMINARI INTRODUZIONE IDENTIFICAZIONE TARGHETTA NOTE DI SICUREZZA MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAMBIO OLII E CONTROLLI PERIODICI RICERCA GUASTI TROUBLESHOOTING INTERVENTI STRAORDINARI COMPONENTI DI STERZO SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA SNODO E MOZZO RUOTA SMONTAGGIO MONTAGGIO MOZZO PORTASATELLITI SMONTAGGIO MONTAGGIO FRENI A DISCO IN BAGNO D OLIO SMONTAGGIO MONTAGGIO SBLOCCO MECCANICO DEL FRENO NEGATIVO STRUTTURA PORTANTE LATERALE SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA DIFFERENZIALE STANDARD E LSD SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA CENTRALE E PIGNONE CONICO SMONTAGGIO MONTAGGIO COLLAUDO E ACCORGIMENTI FINALI COLLAUDI ACCORGIMENTI FINALI / 66

2 1. PRELIMINARI 1.1. INTRODUZIONE Questo manuale contiene le informazioni necessarie per le operazioni di interventi di manutenzione straordinaria del ponte differenziale, qualora si debba eseguirne la riparazione di anomalie di funzionamento ad esso connesse. La costante osservanza delle norme in esso contenute darà come risultato un minor numero di ore necessarie per l esecuzione delle operazioni di smontaggio e assemblaggio, e consentirà di ridurre al minimo il rischio di errati interventi di manutenzione. La certezza di esecuzione ottimale dell intervento di riparazione è affidata alle persone che eseguono tale operazione. E quindi importante che il personale a ciò deputato abbia dettagliate informazioni relativamente al ripristino delle corrette condizioni che garantiscono il funzionamento del ponte differenziale, limitatamente a ciò per cui è stato progettato. Il presente opuscolo ha lo scopo di portare a conoscenza di coloro che eseguono materialmente la manutenzione straordinaria del prodotto i criteri da seguire per il conseguimento del risultato finale: ristabilire e garantire nel tempo la funzionalità del ponte differenziale. Questo manuale deve perciò essere letto dal personale autorizzato all intervento di riparazione, prima di eseguire qualsiasi operazione a tal riguardo, con il fine di garantirne il positivo risultato IDENTIFICAZIONE TARGHETTA Targhetta di identificazione dell assale CODICE N MATRICOLA PRELIMINARI 2 / 66

3 1.3. NOTE DI SICUREZZA L osservanza e il rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza vigenti e delle normative di legge sono il presupposto assoluto per preservare le persone da lesioni e salvaguardare il prodotto e l ambiente da danni. Il personale, addetto alle riparazioni, deve disporre di competenze ed esperienze specifiche per riparare questi o ponti differenziali analoghi. In mancanza di tali conoscenze, vanno effettuati corsi e addestramenti specifici, tenuti da personale autorizzato. Gli interventi di riparazione vanno effettuati unicamente dopo aver letto ed appreso bene quanto riportato nel Manuale delle istruzioni per le riparazioni. Prima di intervenire sugli assali, ancora montati, mettere la macchina in sicurezza: - Parcheggiare la macchina su una superficie piana e solida. - Poggiare l attrezzatura di lavoro al suolo. - Inserire il freno di stazionamento. - Spegnere il motore. - Estrarre la chiave dal blocchetto. - Bloccare le ruote della macchina con l'apposito cuneo. - Osservare scrupolosamente le indicazioni delle targhette d'avvertimento e segnalazione, disposte sulla macchina. Tutti gli attrezzi e mezzi ausiliari devono essere in condizioni d uso, perfettamente sicure. PRELIMINARI 3 / 66

4 2. MANUTENZIONE PROGRAMMATA 2.1. CAMBIO OLII E CONTROLLI PERIODICI Lubrificanti : SAE 85W90 (API GL4) con additivi per freni a bagno d olio. Esempi di oli utilizzabili: Mobil Super Universal 20W40, Mobil Fluid 422, ELF SF3, AGIP MULTI THT 80W Per ponti con presenza di differenziale autobloccante: SAE 85W90 (API GL5) con additivi per freni a bagno d olio e additivi per differenziale autobloccante (LS Limited Slip). Esempi di oli utilizzabili: SHELL SPIRAX HD 85W90, FUCHS TITAN GEAR 85W90 LS, CASTROL LSC SAE 90, ELF SF3 Noi raccomandiamo in entrambi i casi Shell Donax TD Olio freni: Per l impianto frenante impiegare esclusivamente olio minerale Agip ATF II D o eventualmente oli ATF Dexron II Grasso: Noi consigliamo l impiego di grasso Shell Retinax HDX2. Gli intervalli di manutenzione indicati sono per un impiego normale della macchina, nel caso di impieghi particolarmente gravosi intervenire con maggior frequenza. Operazione Primo Intervento Manutenzione ordinaria Cambio olio assale 200 ore stagionale / 1000 ore (1) Pulizia tappo magnetico olio primo cambio olio ogni cambio olio Controllo e rabbocco olio 100 ore mensile / 300 ore (1) Pulizia sfiato olio 400 ore mensile / 300 ore (1) Ingrassaggio (dove previsto) 200 ore (2) sett.le / 200 ore (1)(2) (1) quale delle due condizioni si verifica prima (2) 50 ore nel caso di impiego gravoso 4 / 66

5 Tappo livello olio assale Tappo livello carico scarico mozzo ruota Tappi scarico olio assale Tappo carico e sfiato olio assale Sostituzione olio: Verificare sul dimensionale dell assale la posizione dei tappi e la loro funzione. Assicurarsi che la macchina sia in piano, posizionare adeguati recipienti di raccolta, quindi svitare i tappi di scarico olio. Attendere che l olio fuoriesca completamente dall assale. Riempimento ponte rigido: Le varie camere dell assale sono collegate fra loro ed è il tappo di livello assale che definisce il corretto livello olio. Inserire olio dai tappi di carico fino a quando non fuoriesce dal tappo di livello, mantenere i fori sui mozzi aperti posizionati sopra la mezzaria per favorire il deflusso dell aria. Riempimento ponte sterzante: Le camere dei gruppi sterzanti sono separate dalle camere dell assale. Inserire olio dal tappo di carico nella parte centrale fino al raggiungimento del livello definito dal tappo di livello. Sul gruppo sterzante si trova un unico tappo che funge da scarico livello/carico in base alla posizione dove si trova. Quando è nel punto più basso funge da scarico, quando si trova sulla mezzaria funge da carico e livello. Attenzione l olio si distribuisce lentamente quindi bisognerà attendere qualche minuto e poi aggiungere nuovamente olio, fino a quando il livello non sia abbassa più. 5 / 66

6 3. RICERCA GUASTI 3.1. TROUBLESHOOTING PROBLEMA CAUSA AZIONI Coppia conica: Rottura verso l'estremità esterna del dente corona. 1. Carico dell'ingranaggio eccessivo rispetto a quello previsto. 2. Regolazione ingranaggio scorretto (gioco eccessivo). 3. Ghiera del pignone allentata. Coppia conica: Rottura verso l'estremità interna del dente corona. Coppia conica: Denti del pignone e della corona usurati o rigati. Coppia conica: Denti della corona e del pignone surriscaldati. Guardare se i denti dell'ingranaggio hanno una colorazione alterata. Coppia conica: Pitting dei denti del pignone. Coppia conica: Rottura per fatica del dente pignone (controllare presenza linee di frattura caratteristiche). 1. Urto da carico. 2. Regolazione ingranaggio scorretto (gioco insufficiente). 3. Ghiera del pignone allentata. 1. Lubrificazione insufficiente. 2. Lubrificante sporco. 3. Lubrificante errato o con additivi impoveriti. 4. Cuscinetti del pignone usurati che provocano un gioco assiale del pignone e un contatto tra pignone e corona scorretto. 1. Funzionamento prolungato a temperatura eccessiva. 2. Lubrificante scorretto. 3. Livello dell'olio basso. 4. Lubrificante sporco. 1. Uso estremamente intenso. 2. Lubrificazione insufficiente. 1. Uso eccessivo. 2. Sovraccarico continuo. Sostituire la coppia conica. Seguire attentamente le operazioni raccomandate di regolazione del gioco della corona dentata e del pignone e per la rilevazione dell impronta del dente. Sostituire la coppia conica. Seguire attentamente le operazioni raccomandate di regolazione del gioco della corona dentata e del pignone e per la rilevazione dell impronta del dente. Sostituire la coppia conica. Sostituire i cuscinetti del pignone facendo attenzione a sistemare correttamente la corona, il pignone e i precarichi dei cuscinetti. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. 6 / 66

7 Coppia conica: Rottura di schianto dei denti pignone e corona Gruppo differenziale: Scanalato dell'ingranaggio planetario differenziale consumato (gioco eccessivo) Gruppo differenziale: Superfici delle ralle di rasamento ingranaggi differenziale usurate o segnate. Gruppo pignone: Usura dell accoppiamento scanalato della flangia di entrata Struttura: Corpo portante laterale dell'assale danneggiato. Cuscinetti: Usura e pitting dei cuscinetti. Variazione di colorazione. Elementi di tenuta: Perdite di olio da tenute e guarnizioni. Semiasse: Semiasse deformato o fratturato. MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128 Carico d'urto dei componenti del differenziale. Uso estremamente intenso 1. Lubrificazione insufficiente 2. Lubrificazione scorretta 3. Lubrificante sporco 1. Uso estremamente intenso. 2. Ghiera del pignone o vite ritegno flangia allentate. 3. Gioco assiale del pignone. 1. Sovraccarico del veicolo. 2. Veicolo incidentato. 3. Urto da carico. 1. Lubrificazione insufficiente. 2. Lubrificante sporco. 3. Uso estremamente intenso. 4. Consumo normale. 5. Perdita della corretta registrazione. 6. Surriscaldamento eccessivo. 1. Funzionamento prolungato con temperatura dell'olio eccessiva. 2. Guarnizione dell'olio montata male. 3. Bordo della guarnizione tagliata o intaccata 4. Lubrificante sporco Funzionamento estremamente intenso del veicolo, sovraccarico. Controllare e/o sostituire eventualmente anche altri componenti del differenziale. Sostituire il gruppo gruppo differenziale. Sostituire il semiasse, se necessario. Sostituire tutte le ralle segnate e quelle con uno spessore di 0,1 mm inferiore a quello delle ralle nuove. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la flangia Controllare che la scanalatura del pignone non sia eccessivamente consumata. Sostituire la coppia conica, se necessario. Sostituire il corpo portante laterale dell'assale e altri componenti danneggiati. Sostituire i cuscinetti. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Registrarli correttamente. Sostituire la guarnizione e la superficie di accoppiamento se danneggiata. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire il semiasse 7 / 66

8 Rumore: Rumore durante la guida. Rumore: Rumore durante l andatura in folle Rumore: Rumore intermittente Rumore: Rumore in curva MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S Gioco tra corona e pignone eccessivo. 2. Pignone e corona usurati. 3. Cuscinetti del pignone usurati. 4. Cuscinetti del pignone con gioco. 5. Cuscinetti del differenziale usurati. 6. Cuscinetti del differenziale con gioco. 7. Corona non in posizione 8. Livello lubrificante basso. 9. Lubrificante errato 10. Semiasse piegato 11. Giunto cardanico con gioco eccessivo sulla crociera. 12. Cuscinetti del mozzo ruota usurati. 13. Ingranaggeria del gruppo ruota eccessivamente usurata o danneggiata. 1. I rumori provenienti dall'assale con il veicolo in movimento di solito si sentono durante l andatura in folle anche se non molto forti. 2. Errato gioco tra pignone e corona (il rumore che si sente decelerando sparisce all aumentare della velocità). 3. Usura accoppiamento scanalato pignone o flangia entrata 1. Ingranaggio danneggiato 2. Viti di chiusura della scatola del gruppo differenziale allentate. 1. Satelliti planetari differenziale consumati 2. Scatola differenziale e/o perni del differenziale consumati 3. Ralle di rasamento del differenziale consumate 4. Scanalature del semiasse consumate 1. Regolare 2. Sostituire 3. Sostituire 4. Regolare 5. Sostituire 6. Regolare 7. Sostituire 8. Rabboccare 9. Sostituire 10. Sostituire 11. Sostituire 12. Sostituire 13. Sostituire 1. Regolare o sostituire (vedere sopra) 2. Regolare 3. Sostituire 1. Sostituire ingranaggio 2. Serrare a coppia 1. Sostituire 2. Sostituire 3. Sostituire 4. Sostituire 8 / 66

9 4. INTERVENTI STRAORDINARI SMONTAGGIO Prima di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione, occorre pulire esternamente la trasmissione con getto di vapore. Sigillare tutte le aperture prima della pulizia, per evitare che acqua e sporcizia entrino e possano danneggiare parti vitali. Lo smontaggio dei particolari del ponte, è subordinato alla smontaggio del ponte differenziale dalla macchina. Tale smontaggio prevede inoltre, lo stacco delle ruote, lo stacco dei tubi idraulici del circuito frenante, e lo svuotamento dall olio contenuto nel differenziale e nei mozzi, togliendo gli appositi tappi. Al termine delle operazioni di smontaggio, rimuovere attentamente la sporcizia su ogni singolo pezzo, avendo cura di cestinare tutti quei particolari che per loro natura, nel montaggio dovranno essere rimpiazzati con altri in perfette condizioni: guarnizioni, cuscinetti usurati, viti con filettatura non più in condizione ottimale. MONTAGGIO Più del 90% dei cuscinetti si rompe a causa della sporcizia che è sempre abrasiva. La sporcizia può entrare nella trasmissione durante il montaggio od essere trasportata dal lubrificante durante il funzionamento. La sporcizia può entrare anche attraverso le tenute, gli sfiati od anche per mezzo dei contenitori per l aggiunta ed il cambio dell olio. Prima del montaggio, è necessario pulire accuratamente ciascun pezzo, e per quelli in cui è necessario, provvedere ad oliarli. I componenti per i quali è prevista tale operazione, devono essere lubrificati con olio nuovo prima di essere montati. N.B. Nelle operazioni di rimontaggio è inoltre essenziale sostituire tutte le tenute. Fare attenzione a non pizzicare i paraoli durante l assemblaggio. 9 / 66

10 UTENSILI SPECIALI Rif. Codice Capitolo Descrizione T T Tampone piantaggio pista cuscinetti a rulli conici mozzo ruota Tampone piantaggio anello di tenuta a cassetta mozzo ruota T Tampone piantaggio cuscinetto su fusello ruota T04 T05 T06 T07 T Accessorio per torsiometro verifica rotolamento cuscinetti mozzo ruota Tampone piantaggio corona riduttore ruota su prigionieri Tampone piantaggio bronzina scatola snodo Tampone piantaggio anelli di tenuta scatola snodo Accessorio per torsiometro verifica rotolamento cuscinetti scatola snodo T Tampone piantaggio gruppo rullini nel satellite T Tampone piantaggio piantaggio boccole elastiche. T Tampone inserimento pistone T Tampone inserimento pistone T Attrezzatura montaggio freno T Tampone piantaggio cuscinetti sferici T Tampone piantaggio piste cuscinetti differenziale T Attrezzatura piantaggio piste cuscinetti pignone T Tampone piantaggio cuscinetti pignone T Accessorio per torsiometro per verifica coppia pignone Nota: Gli utensili speciali possono essere acquistati direttamente da Comer Industries oppure può essere fornito il disegno su richiesta Cliente. 10 / 66

11 4.1. COMPONENTI DI STERZO SMONTAGGIO 1 Rimuovere il dado (4). 2 Separare il tirante di sterzo (3) dalla scatola snodo. 3 Svitare il tirante di sterzo (3) dallo stelo del cilindro di sterzo (1). 11 / 66

12 4 Rimuovere le viti di fissaggio (2) del cilindro di sterzo (1) alla scatola centrale e recuperarlo. 12 / 66

13 MONTAGGIO 1 Prima di procedere ad installare il cilindro di sterzo (1) sulla scatola centrale verificare che lo stelo del cilindro sia centrato rispetto al piano mediano verificando che la sporgenza dello stelo stesso sia eguale tra i due lati. Eventualmente centrate lo stelo battendone l estremità con un martello. 2 Installare il cilindro di sterzo (1) sulla scatola centrale tramite le viti di fissaggio (2). Serrare le viti con chiave dinamometrica alla coppia di 15 danm. 3 Avvitare il tirante (3) sullo stelo del cilindro di sterzo (1) con opportuna chiave a quadro (T01) applicando Loctite 243. Serrare il tirante alla coppia di 15 danm. 13 / 66

14 4 Posizionare il cono del tirante (3) nella relativa sede della scatola snodo. 5 Serrare il dado (4) alla coppia di 28 danm. 6 Eseguire la verifica della convergenza del sistema di sterzo installando su ciascun piano di appoggio cerchione una barra. Misurare la distanza tra le due barre sia anteriormente (lato cilindro di sterzo) che posteriormente (lato albero di trasmissione) il ponte. ATTENZIONE: la differenza tra le 2 misure non devono superare 1mm. 7 Agire sul tirante di sterzo come in figura per ottenere il parallelismo tra le barre: con una chiave impedire la rotazione dello stelo del cilindro, con l altra chiave avvitare/svitare il filetto interno dello tirante di sterzo. 8 Ottenuto il parallelismo tra i piani serrare il controdado di fermo del filetto interno del tirante di sterzo alla coppia di 15 danm e verificare la registrazione delle viti di fine corsa sulla scatola snodo. 14 / 66

15 9 In caso di sostituzione di una scatola snodo, sterzare le ruote fino a quando uno dei due fermi della scatola già registrata arriva a fine corsa. 10 Svitare il fermo della scatola sostituita fino a portarlo a contatto, quindi serrare il controdado alla coppia di 20 danm con Loctite 270. Eseguire la stessa operazione sterzando nel senso opposto. 11 In caso di sostituzione di entrambe le scatole snodo si deve misurare l angolo di sterzo, quindi si portano a contatto i due fermi (ruota Dx e ruota Sx) serrando poi il controdado alla coppia di 20 danm con Loctite 270, quindi eseguire la stessa operazione misurando questa volta l angolo nella sterzata opposta alla precedente. 15 / 66

16 4.2. SCATOLA SNODO E MOZZO RUOTA SMONTAGGIO ATTENZIONE assicurare il sottogruppo riduttore ruota sterzante ad un opportuno sostegno. 1 Rimuovere le viti di fissaggio (7) e estrarre il perno snodo sferico inferiore (6). 2 Rimuovere l ingrassatore (5) 16 / 66

17 3 Rimuovere le viti di fissaggio (7) del perno snodo sferico superiore. 4 Estrarre il perno di snodo sferico superiore (6) con gli spessori (8). 5 Recuperare gli spessori (8) 6 Rimuovere il cuscinetto (6*) 7 Separare il sottogruppo riduttore ruota sterzante con doppio giunto cardanico dalla struttura portante laterale. 17 / 66

18 8 Rimuovere le due viti (29) di fissaggio del sottogruppo supporto portasatelliti al mozzo. 9 Separare il sottogruppo mozzo porta satelliti (26) dal gruppo snodo. ATTENZIONE: non far cadere il riduttore se necessita, sostenerlo con una fune. 10 Recuperare l anello o-ring (25) dal mozzo. 11 Rimuovere l anello seeger (24). 12 Rimuovere l anello di rasamento (23). 18 / 66

19 13 Sfilare il doppio giunto cardanico (1) dalla scatola snodo (4). 14 Rimuovere gli otto dadi (21) dai prigionieri (9). 15 Rimuovere l anello di chiusura (22). 16 Separare il sottogruppo corona-porta corona ( ) dalla scatola snodo con l aiuto di 2 leve. NOTA: se il ponte è rigido, il sottogruppo è installato direttamente sulla struttura portante laterale. 17 Recuperare gli spessori (20). 19 / 66

20 18 Rimuovere l anello elastico (14) di fermo del porta corona con l aiuto di un cacciavite. 19 Separare il portacorona (18) dalla corona (19). 20 Rimuovere il sottogruppo mozzo ruota ( ) dalla scatola snodo (4) con estrattore. 21 Separare il sottogruppo mozzo e recuperare il cuscinetto esterno (13). 22 Rimuovere il cuscinetto interno (11) dalla scatola snodo con estrattore. 20 / 66

21 23 Rimuovere con cacciavite i 2 anelli di tenuta (2) dalla scatola snodo (4). 24 Rimuovere con cacciavite la bronzina (3) dalla scatola snodo (4). Nota: Gli anelli di tenuta (2) e la bronzina (3) vanno sempre sostituiti. 25 Rimuovere con un cacciavite dal mozzo ruota (12) le piste del cuscinetto interno ed esterno (11 e 13). Rimuovere con un cacciavite l anello di tenuta (10). Nota: L anello di tenuta va sempre sostituito. 21 / 66

22 MONTAGGIO 1 Piantare con utensile speciale (T01) la pista del cuscinetto esterno a rulli conici (13) sul mozzo ruota (12). 2 Piantare con utensile speciale (T01) la pista del cuscinetto interno a rulli conici (11) sul mozzo ruota (12). 3 Installare con utensile speciale (T02) l anello di tenuta a cassetta (10) sul mozzo ruota (12). 22 / 66

23 4 Piantare con opportuno spintore (T03) il cuscinetto interno a rulli conici (11) sul fusello della scatola snodo (4). Attenzione: se il ponte è rigido da questa fase fino alla 4.22 sono svolte sul fusello della struttura portante rigida e non sulla scatola snodo. 5 Installare il sottogruppo mozzo premontato sulla scatola snodo (4) avendo cura di non danneggiare l anello di tenuta (10). 6 Piantare con opportuno spintore (T03) il cuscinetto esterno a rulli conici (13) sul fusello della scatola snodo (4). 7 Con l aiuto di un martello in gomma assestare i cuscinetti del mozzo ruota in modo da eliminare il precarico. 8 Verificare coppia di trascinamento dovuta al solo paraolio (10) tramite torsiometro. (T04) Accessorio per torsiometro. 23 / 66

24 9 Posizionare gli spessori (20) sul portacorona (18). 10 Installare il portacorona con gli spessori sulla scatola snodo premontata. 11 Posizionare l anello di chiusura (22). 12 Serrare PROVVISORIAMENTE otto viti M12x1.25x35 alla coppia di 10 danm. Attenzione: non applicare LOCTITE. 13 Dopo aver assestato nuovamente i cuscinetti del mozzo, verificare il valore di precarico misurato come coppia di rotolamento tramite torsiometro. Accessorio (T04). La coppia di rotolamento dei soli cuscinetti senza paraolio deve essere compresa tra 125 e 155 dancm. Se necessario, smontare il portacorona e variare la quantità degli spessori (20). 24 / 66

25 14 Raggiunto il corretto precarico, rimuovere le otto viti provvisorie, l anello di chiusura (22), il portacorona (18) e recuperare gli spessori (20). 15 Installare il portacorona (18) sulla corona (19). 16 Installare l anello elastico (14) di fermo del portacorona. Posizionare la quantità di spessori (20) precedentemente verificata sul portacorona (18). 17 Avvitare i prigionieri (9) sulla scatola snodo (4) applicando Loctite 270. Serrare alla coppia di 6 danm. 18 Installare il sottogruppo premontato corona, portacorona e spessori sulla scatola snodo con opportuno spintore (T05) 25 / 66

26 19 Posizionare l anello di chiusura (22). 20 Avvitare i dadi (21) sui prigionieri (9) applicando Loctite Serrare i dadi (21) alla coppia di 10 danm. 22 Avvitare i prigionieri-colonnetta (15) al mozzo (12) applicando Loctite 270. Serrare alla coppia di 20 danm. Nota: Se il ponte è fisso basta inserire il semiasse sbloccando il freno negativo se presente e passare direttamente alla fase fino alla / 66

27 23 Capovolgere il sottogruppo premontato scatola snodo e installare la bronzina (3) con utensile specifico (T06) nella sede. 24 Installare i 2 anelli di tenuta (2) con utensile speciale (T07) sulla scatola snodo (4). Applicare grasso Polymer Infilare il doppio giunto cardanico (1) nella scatola snodo (4) avendo cura di non danneggiare gli anelli di tenuta (2). 26 Installare l anello di rasamento (23). 27 Installare l anello segeer (24). 27 / 66

28 28 Montare l anello O-Ring (25) nella sede del mozzo (12). 29 Posizionare il sottogruppo premontato mozzo porta satelliti (26) sul mozzo avendo cura di fasare le forature delle viti di fissaggio (29). 30 Serrare le due viti di fissaggio (29) alla coppia di 4.5 danm. 31 Installare il tappo di carico/scarico olio (28) con rondella (27) serrando alla coppia di 5 danm. 32 Con l aiuto di un opportuno sostegno inserire il sottogruppo scatola snodo completo di doppio giunto cardanico nella struttura portante assicurandosi che lo scanalato lato differenziale del doppio giunto cardanico si infili correttamente nella sede dell ingranaggio differenziale. ATTENZIONE SBLOCCARE NEGATIVO SE PRESENTE. 28 / 66

29 33 Inserire il cuscinetto sferico (6*) sul perno snodo (6). 34 Posizionare gli spessori (8) sul perno di snodo sferico superiore (6). 35 Installare il perno di snodo sferico superiore (6) alla scatola avvitando in parte le viti (7) 36 Installare il perno di snodo sferico inferiore (6). 37 Serrare le viti (7) alla coppia di 15 danm. 29 / 66

30 38 Serrare le viti (7) del perno di snodo sferico superiore alla coppia di 15 danm. 39 Verificare il valore di pre-carico dei cuscinetti sferici di snodo misurato come coppia di rotolamento tramite torsiometro. La coppia di rotolamento deve essere compresa tra 5 e 8 danm. (T08) Accessorio per torsiometro Se necessario, smontare e variare la quantità degli spessori (8). 40 Montare sul perno di snodo sferico superiore e inferiore gli ingrassatori (5). Serrarli alla coppia di 1.5 danm. 30 / 66

31 4.3. MOZZO PORTASATELLITI SMONTAGGIO 1 Rimuovere le due viti di fissaggio del sottogruppo supporto porta satelliti al mozzo. 2 Separare il sottogruppo supporto porta satelliti e posizionarlo su un piano. 3 Rimuovere l anello segeer (4) con pinza. 31 / 66

32 4 Rimuovere con estrattore i tre satelliti (5) e separare il cuscinetto a rullini (3). 5 Verificare lo stato di usura dei particolari ed eventualmente sostituirli. Nel caso la pastiglia d arresto del semiasse fosse danneggiata, sostituire l intero porta satelliti (1 e 2). 32 / 66

33 MONTAGGIO 1 Bulinare la pastiglia (2) di fermo del semiasse in 3 punti sul portasatelliti (1) 2 Installare con utensile speciale (T09) il cuscinetto a rullini (3) sull ingranaggio satellite (5). 3 Verificare con calibro di profondità il corretto montaggio del cuscinetto a rullini (3) nel satellite (5). La quota rilevata in figura deve essere pari a 6 (+/- 0.5) mm. 33 / 66

34 4 Posizionare il satellite (5) con cuscinetto a rullini premontato sul perno del porta satelliti (1) facendo attenzione a rispettare l orientamento indicato in figura. L estremità smussata del cuscinetto a rullini (3) deve essere montata inferiormente. 5 Piantare con utensile speciale (T09) il satellite con cuscinetto a rullini (5 + 3) sul perno del portasatellite (1). 6 Installare l anello segeer (4) di ritegno sulla sede del perno. Come ulteriore conferma del corretto montaggio verificare che il piano del satellite e il piano lavorato sul perno si trovino alla stessa altezza. 34 / 66

35 4.4. FRENI A DISCO IN BAGNO D OLIO SMONTAGGIO Dopo aver rimosso il corpo portante dalla parte centrale del ponte, vedi paragrafo Smontaggio componenti freno nel corpo portante: Rimuovere l anello elastico (7) facendo attenzione al contro disco in acciaio che è spinto verso l esterno dalle 2 molle (3). 2 Rimuovere il primo controdisco (6). Attenzione: se non si deve sostituire il pacco dischi freno è bene numerare la posizione dei contro dischi e dei dischi per poi rimontarli nella stessa posizione. 3 Recuperare le 2 molle (3). 35 / 66

36 4 Rimuovere in successione il primo disco freno (5), il successivo controdisco (6) e il secondo disco freno (5). 5 Rimuovere la boccola (4). 6 Rimuovere il contro disco in acciaio (6). 7 Rimuovere l ultimo disco freno (5). 8 Smontaggio gruppo freno: Togliere le viti di fissaggio (25) della scatola freno (16) alla scatola centrale (24). 36 / 66

37 9 Rimuovere la scatola freno (16) con tutti i componenti premontati al suo interno dalla scatola centrale (24). 10 Rimuovere l anello porta molle (22) con tutte le molle (20 e 21). Le molle sono due per foro e sono estraibili una ad una. 11 Recuperare l o-ring (23) dalla sua sede nella scatola centrale. 12 Con l ausilio di aria compressa è possibile estrarre il pistone del freno negativo (19) dalla sua sede. 13 Rimuovere l o-ring (17) dalla sua sede. 37 / 66

38 14 Rimuovere l o-ring (18) dalla sua sede. 15 Svitare i dadi (8). 16 Recuperare le rondelle (9) e i distanziali (11) 17 Spingere dalla parte opposta della scatola freno (16) sul pistone (13) per farlo uscire dalla sua sede. 18 Estrarre i due o-ring (14 e 15) dalle loro sedi. 38 / 66

39 19 Svitare i prigionieri (12). 20 Con cacciaspine estrarre le boccole elastiche (10) dal pistone (13). 39 / 66

40 MONTAGGIO 1 Montaggio gruppo freno: Inserire con apposito tampone (T10) le boccole elastiche (10) nel pistone (13), inserendole dalla parte dello smusso e spingendole in profondità fino al piano opposto della flangia. Il piano dal lato smussato della boccola deve coincidere in altezza col piano del pistone. 2 Montare i prigionieri (12) con Loctite 270 serrandoli alla coppia di 1.5 danm 40 / 66

41 3 Inserire l o-ring (14) oliato nella propria sede. 4 Inserire l o-ring (15) oliato nella propria sede. 5 Posizionare il pistone (13) nella corretta fase stabilita dai prigionieri e dalle due sporgenze del pistone. 6 Far entrare il pistone (13) nella sua sede facendo attenzione a non rovinare gli o-ring. (T11) Tampone 7 Inserire i distanziali (11). 41 / 66

42 8 Inserire le rondelle (9). 9 Mettere i dadi autobloccanti (8) e serrarli alla coppia di 1.2 danm 10 Inserire l o-ring (18) opportunamente oliato nella sua sede. 11 Inserire l o-ring (17) opportunamente oliato nella sua sede. 12 Con opportuno tampone (T12) far entra il pistone (19) nella sua sede, facendo attenzione a non rovinare gli o-ring. 42 / 66

43 13 Inserire l anello porta molle (22) nella sua sede ricavata nella scatola centrale (24). 14 Inserire l o-ring (23) nella sua sede ricavata nella scatola centrale. 15 Inserire le molle (20 e 21) in ogni foro della flangia (22). 16 Piantare le spine (26) nella scatola centrale. 17 Posizionare il gruppo freno sulla scatola centrale e serrare le viti (25) alla coppia di 4.5 danm. In presenza di freno negativo, prima di procedere alle successive operazioni, alimentare con una pressione di almeno 15 bar (massimo 30 bar) il circuito del freno negativo, quindi con un martello in gomma riportare il pistone del freno positivo (13) in posizione iniziale in battuta sul piano interno, dato che 43 / 66

Manuale di riparazione

Manuale di riparazione SS70- SN70 Manuale di riparazione INDICE 1.INTRODUZIONE 3 2. NORME DI RIPARAZIONE 3 2.1 RIPARAZIONE DELLA PARTE MECCANICA...3 2.1.1 SMONTAGGIO DELLA PARTE MECCANICA...4 2.1.2 RIMONTAGGIO DELLA PARTE MECCANICA...6

Dettagli

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05)

Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Renault Clio II 1.9 Motore Diesel F8Q 630 (98 05) Sostituzione guarnizione della testa, rovinata a causa di una perdita dell acqua dal tubo inferiore del radiatore (la vettura ha circolato senza liquido

Dettagli

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia

Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia Istruzione di montaggio per kit di taratura idraulica Per forcelle a cartuccia La forcella è un componente molto importante della moto e ha una grande influenza sulla stabilità del veicolo. Leggere attentamente

Dettagli

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B )

Il braccio corto mobile è disponibile in due tipi ( tipo 5-22**-A ; tipo 5-22**- B ) Questa attrezzatura Meyer soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895

esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895 esercitazioni di Disegno di Macchine Anno Accademico 2013-2014 Prof. Alessandro Tasora tasora@ied.unipr.it tel. 051 90 5895 NOTE: Svolgere le esercitazioni su fogli A3 lisci, preferibilmente tipo cartoncino.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PADOVA Facoltà di Ingegneria A.A. 2009/10 Corso di Disegno Tecnico Industriale per i Corsi di Laurea triennale in Ingegneria Meccanica e in Ingegneria dell Energia Elementi di

Dettagli

GILERA RUNNER 125 200 4T

GILERA RUNNER 125 200 4T GILERA RUNNER 125 200 4T PREMESSA: Questo documento è riservato al sito gilera runner forum.it il quale si declina da ogni responsabilità derivante dal suo contenuto; ricordiamo essere una guida amatoriale

Dettagli

Sostituzione paraoli forcelle

Sostituzione paraoli forcelle Sostituzione paraoli forcelle Manutenzione - Sostituzione paraoli forcelle WP 1418Y74x (KTM EXC 04) Per mantenere una maggiore scorrevolezza e durata dei paraoli è buona abitudine spruzzare olio a base

Dettagli

ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO

ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO Allg 7124703d ECO Plus 2 la nuova generazione dell unità mozzo BPW ECO L unità mozzo BPW ECO, già venduta e collaudata milioni di volte nella versione ECO Plus, verrà sostituita a partire da settembre

Dettagli

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10

STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 STIGA PARK 121 M 8211-3011-10 D 5b. 1. Park -1993 5a. 2. Park -1993 6a. Park -1999 F G H 3. Park -1993 7. I I 4. Park -1993 8. 6b. Park 2000- J 9. 13. 10. 14. X Z Y W 11. V 15. Denna produkt, eller delar

Dettagli

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

ISTRUZIONI DI MONTAGGIO DOCCIA TERMOSTATICA 1/2 CB404 1. Rimuovere dalla scatola del gruppo maniglia (FIG 1) i vari componenti con estrema cura: Corpo Maniglia (E) Manopola (G) Coperchio (H) Cam (F) Ghiera

Dettagli

Demolitori idraulici

Demolitori idraulici Demolitori idraulici HH20 HH23 HH25 HH27 HYCON A/S Juelstrupparken 11 DK-9530 Støvring Danimarca Tel: +45 9647 5200 Fax: +45 9647 5201 Mail hycon@hycon.dk www.hycon.dk Indice Pagina 1. In generale... 2

Dettagli

MZ2 FASE 1 1 2 3 MANUALE [1]

MZ2 FASE 1 1 2 3 MANUALE [1] FASE 1 1 2 3 2) Inserire la ralla nell asse. 3) Inserire la puleggia e le sfere applicando un velo di grasso. 4) Inserire la seconda ralla e la molla a tazza nel senso raffigurato. 5) Avvitare la ghiera

Dettagli

PREMESSA INDICE. GRAMEGNA S.r.l. PAG. DESCRIZIONE DELLA MACCHINA... 2 DATI TECNICI... 4 NORME DI SICUREZZA... 4

PREMESSA INDICE. GRAMEGNA S.r.l. PAG. DESCRIZIONE DELLA MACCHINA... 2 DATI TECNICI... 4 NORME DI SICUREZZA... 4 INDICE PAG. PREMESSA Vi ringraziamo per la preferenza accordataci e siamo lieti di potervi annoverare tra i nostri affezionati clienti. La nostra spollonatrice, progettata e realizzata con i sistemi più

Dettagli

CARRUCOLA PER EDILIZIA CON FRENO DI SICUREZZA

CARRUCOLA PER EDILIZIA CON FRENO DI SICUREZZA CARRUCOLA PER EDILIZIA CON FRENO DI SICUREZZA ISTRUZIONI D USO E MANUTENZIONE TORNOMECCANICA s.r.l. Genova Via Renata Bianchi 67N Tel: 010 650 94 04 Telefax: 010 650 94 05 CARRUCOLA PER EDILIZIA CON FRENO

Dettagli

Manutenzione. maintenance it 03-05

Manutenzione. maintenance it 03-05 Manutenzione 21 Regolazione della pressione del giunto porta 2 Sostituzione delle pulegge e dei cavi del contrappeso Sostituzione del giunto porta, del vetro o delle guide della porta 4 Sostituzione della

Dettagli

COME APRIRE LA MACCHINA

COME APRIRE LA MACCHINA COME APRIRE LA MACCHINA (valido per qualsiasi intervento) Ogni macchina SM Mini ha un coperchio che va rimosso dalla parte superiore: Munirsi di un piccolo cacciavite a testa piatta Sollevare il gommino

Dettagli

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri

Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri www.atos.com Tabella /I Norme di uso e manutenzione per cilindri e servocilindri Questo manuale di uso e manutenzione è valido solo per cilindri idraulici Atos e si propone di fornire utili informazioni

Dettagli

Motori Karting S60 K60 W60 S80 K80 W80 CPP K85 K100 K125 K98. Manuale d uso e manutenzione

Motori Karting S60 K60 W60 S80 K80 W80 CPP K85 K100 K125 K98. Manuale d uso e manutenzione Motori Karting S60 K60 W60 S80 K80 W80 CPP K85 K100 K125 K98 Manuale d uso e manutenzione Comer SpA si riserva il diritto di aggiornare i dati e le immagini contenute nel manuale d uso e manutenzione senza

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

Unità lineari KGT Istruzioni di montaggio

Unità lineari KGT Istruzioni di montaggio Unità lineari KGT Istruzioni di montaggio Indice 1. Indicazioni generali 1.1 Indicazioni generali di pericolo 3 1.2 Uso previsto 3 1.3 Scelta delle unità con viti a ricircolo di sfere adeguate 4 1.4 Utilizzo

Dettagli

Manuale di istruzione

Manuale di istruzione Manuale di istruzione Valvola Unique a singolo otturatore - Funzionamento standard e inverso ESE00202-IT2 2009-04 Sommario Le presenti informazioni sono corrette alla data di stampa,masonosoggetteamodifichesenzapreavviso.

Dettagli

Attuatori a membrana 657 di dimensioni da 30/30i a 70/70i e 87 Fisher

Attuatori a membrana 657 di dimensioni da 30/30i a 70/70i e 87 Fisher Manuale di istruzioni Attuatore 657 (30/30i-70/70i e 87) Attuatori a membrana 657 di dimensioni da 30/30i a 70/70i e 87 Fisher Sommario Introduzione... 1 Scopo del manuale... 1 Descrizione... 2 Specifiche...

Dettagli

F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO INDICE TAVOLE MOTORE TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV.

F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO INDICE TAVOLE MOTORE TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV. F 18 WARRIOR 125-4 T INDICE TAVOLE TELAIO TAV. A TAV. B TAV. C TAV. D TAV. E TAV. F TAV. G TAV. H TAV. I TAV. L TAV. M TAV. N TAV. OO TAV. O INDICE TAVOLE MOTORE TAV. R (1) TAV. S (1) TAV. T (1) TAV. U

Dettagli

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio

Istruzioni di sollevamento e assemblaggio Catalogo 122-I Metrico Istruzioni di sollevamento e assemblaggio UNITÀ CENTRIFUGHE - CONDENSATORI EVAPORATIVI RAFFREDDATORI A CIRCUITO CHIUSO - TORRI APERTE PER INTERVENTI E FORNITURE DI RICAMBI ORIGINALI

Dettagli

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE

MANUALE DI USO E MANUTENZIONE MANUALE DI USO E MANUTENZIONE Codice Turbograss: 98.00.00.0024 Turbo 1-1W-2-4: 98.00.00.0025 Versione in lingua originale Pagina 1 QUESTO MANUALE DELLA ATTREZZATURA "PIATTO TOSAERBA 150 SM INTEGRA IL MANUALE

Dettagli

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8

ISTRUZIONI D USO 1/6 POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 ISTRUZIONI D USO 1/6 Istruzioni pubblicate sul sito www.sicutool.it POMPE IDRAULICHE ELETTRICHE BAUDAT ARTICOLO SICUTOOL 760GV 8 Costruttore: BAUDAT Gmbh & Co. KG Alte Poststr. 20 D 88525 Duermentingen

Dettagli

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI

LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI Rev. 00 del 04/10/2013 LIBRETTO D USO E MANUTENZIONE PRODOTTI La LGB s.r.l. Vi ringrazia per l acquisto dei propri prodotti. Per un uso sicuro, efficace, efficiente e corretto del Vostro prodotto LGB s.r.l.,

Dettagli

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136

MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI. MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 MANUALE D USO VENTILATORI CENTRIFUGHI MA.PI Sas PADERNO DUGNANO (MI) Via F.lli DI Dio, 12 Tel. 02/9106940 Fax 02/91084136 AVVERTENZE TECNICHE DI SICUREZZA SULL' ASSISTENZA MANUTENTIVA Questo Manuale d'uso

Dettagli

VALVOLE DI LAMINAZIONE VLM SYNCROFLUX MANUALE TECNICO MT042/I

VALVOLE DI LAMINAZIONE VLM SYNCROFLUX MANUALE TECNICO MT042/I VALVOLE DI LAMINAZIONE VLM SYNCROFLUX MANUALE TECNICO MT042/I ISTRUZIONI PER L'INSTALLAZIONE, LA MESSA IN SERVIZIO E LA MANUTENZIONE CONTENUTO 1.0 INTRODUZIONE 1.1 PRINCIPALI CARATTERISTICHE 1.2 COMANDO

Dettagli

AEROVIT Int. Pat. Pend.

AEROVIT Int. Pat. Pend. AEROVIT DATI TECNICI E MANUALE D USO PER IL FUNZIONAMENTO E LA MANUTENZIONE DEL SOFFIATORE DI FULIGGINE AEROVIT Int. Pat. Pend. AEROVIT A/S Korden 15 ٠DK - 8751 Gedved Tel. +45 86 92 44 22 ٠Fax +45 86

Dettagli

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558

Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 Indice Pagina: Parte 2: Istruzioni per il montaggio cl. 558 1. Parti componenti della fornitura.................... 3 2. Montaggio................................. 4 2.1 Trasporto..................................

Dettagli

Codice dei motori. Dati tecnici. 1.2 8v 69 CV 169A4000. 1.4 16v 100CV 169A3000. 1.3 16v Multijet 169A1000

Codice dei motori. Dati tecnici. 1.2 8v 69 CV 169A4000. 1.4 16v 100CV 169A3000. 1.3 16v Multijet 169A1000 Codice dei motori Dati tecnici Versioni Codice motore 1.2 8v 69 CV 169A4000 1.4 16v 100CV 169A3000 1.3 16v Multijet 169A1000 1.2 bz 1.3 Multijet 1.4 bz Carburante benzina diesel benzina Livello ecologia

Dettagli

Assali e sospensioni BPW per rimorchi

Assali e sospensioni BPW per rimorchi Istruzioni di manutenzione BPW-W 000i BPW BERGISCHE ACHSEN Assali e sospensioni BPW per rimorchi Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione Sommario pag. /assali sterzanti BPW - Sospensioni

Dettagli

Fissaggio e giochi dei cuscinetti

Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio e giochi dei cuscinetti Fissaggio dei cuscinetti 9 Fissaggio radiale 9 Fissaggio assiale 91 Posizionamento su un unico supporto 91 Posizionamento su due supporti 92 Processi di fissaggio assiale

Dettagli

GUIDE RSP Smontaggio motore cina aria

GUIDE RSP Smontaggio motore cina aria GUIDE RSP Smontaggio motore cina aria In questa guida vi mostriamo passo passo come smontare completamente il motore della vostra minimoto cinese ad aria. Dopo aver tolto il carter frizione, il track accensione

Dettagli

IMPORTANTE: Il piano manutentivo YAMAHA prevede la sostituzione della cinghia a V V-BELT ogni 20.000 Km.

IMPORTANTE: Il piano manutentivo YAMAHA prevede la sostituzione della cinghia a V V-BELT ogni 20.000 Km. Sostituzione cinghia a V V-BELT XP500 (tutti i modelli). IMPORTANTE: Il piano manutentivo YAMAHA prevede la sostituzione della cinghia a V V-BELT ogni 20.000 Km. Attrezzi necessari/consigliati: 1 Serie

Dettagli

INDICE DEGLI ARGOMENTI

INDICE DEGLI ARGOMENTI INDICE DEGLI ARGOMENTI Importanti istruzioni di sicurezza Uso corretto 3 Assemblaggio 4 KRANKcycle: specificazioni, strumenti e assemblaggio Specificazioni modello 4 Strumenti per l assemblaggio 5 Assemblaggio

Dettagli

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI

Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Volano bimassa GUIDA ALLA DIAGNOSI Il volano bimassa è ormai montato su quasi tutte le diesel e su molte auto a benzina e a differenza di quello classico talvolta manifesta rumorosamente il suo cattivo

Dettagli

PROVINCIA DELL OGLIASTRA

PROVINCIA DELL OGLIASTRA PROVINCIA DELL OGLIASTRA APPALTO PER L AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELL IMPIANTO DI TRATTAMENTO RIFIUTI URBANI PER LA PRODUZIONE DI COMPOST DI QUALITA IN LOCALITA QUIRRA-OSINI MANUTENZIONE PROGRAMMATA MEZZI

Dettagli

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2.

Manuale d istruzioni. 1 Sommario. 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2. Manuale d istruzioni 1 Sommario 2 Introduzione 2 2.1 Uso della pompa 2 2.2 Aree di applicazione 2 2.3 Uso non corretto 2 3 Sicurezza 2 4 Trasporto e immagazzinamento 2 4.1 Sollevamento 2 4.2 Immagazzinamento

Dettagli

AGGIORNAMENTI. ETV mille Rally AGGIORNAMENTI 9 9-1

AGGIORNAMENTI. ETV mille Rally AGGIORNAMENTI 9 9-1 ETV mille Rally AGGIORNAMENTI AGGIORNAMENTI 9 9-1 AGGIORNAMENTI ETV mille Rally INDICE 9.1. CARATTERISTICHE... 3 9.1.1. DATI TECNICI... 3 9.1.2. SCHEDA DI MANUTENZIONE PERIODICA... 6 9.2. CARROZZERIA...

Dettagli

Elementi di disegno di macchine

Elementi di disegno di macchine Elementi di disegno di macchine Elementi Collegamenti Filettati Alberi per trasmissione di potenza Collegamenti albero mozzo Trasmissione del moto rotatorio Cuscinetti e supporti Tenute e guarnizioni Collegamenti

Dettagli

Cinghia distribuzione

Cinghia distribuzione Cinghia distribuzione 1 CASA COSTRUTTRICE: AUDI MODELLO: A3 1.8 Turbo CODICE MOTORE: APP ANNO: 1999-03 Intervallo di sostituzione raccomandato Ogni 180.000 km - sostituire. Danni al motore ATTENZIONE:

Dettagli

Spezialnähmaschine. Serviceanleitung. Service Instructions. Instructions de service. Instrucciones de servicio. Instruções de serviço

Spezialnähmaschine. Serviceanleitung. Service Instructions. Instructions de service. Instrucciones de servicio. Instruções de serviço 367 Spezialnähmaschine Serviceanleitung Service Instructions Instructions de service Instrucciones de servicio Instruções de serviço Istruzioni per il servizio D GB F E P I Postfach 17 03 51, D-33703 Bielefeld

Dettagli

Attenzione! Non è permesso stringere una carico tra le forche.

Attenzione! Non è permesso stringere una carico tra le forche. Questa attrezzatura MEYER soddisfa interamente le norme di sicurezza CE. Il certificato di conformità è spedito con l attrezzatura. Il simbolo CE è riportato sulla targhetta del costruttore. Descrizione

Dettagli

G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni

G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni G-Prop 77 Elica a Pale Auto-Orientabili Istruzioni Indice Contenuto della fornitura... 1 Montaggio su asse elica... 2 Montaggio su Saildrive... 3 Note di funzionamento... 4 Manutenzione... 4 Dati Tecnici...

Dettagli

Martinetto idraulico a carrello Portata: 1,8 tonnellate (2 tonnes)

Martinetto idraulico a carrello Portata: 1,8 tonnellate (2 tonnes) 655 Eisenhower Drive Owatonna, MN 55060-0995 USA Telefono: +1 (507) 455-7000 Assistenza tecnica: +1 (800) 533-6127 Fax: +1 (800) 955-8329 Ordinazioni: +1 (800) 533-6127 Fax: +1 (800) 283-8665 Vendite internazionali:

Dettagli

I Controlli degli ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO

I Controlli degli ACCESSORI DI SOLLEVAMENTO I Controlli degli Relatore: Sig. Giuseppe VEZZOLI Brescia, 23 Marzo 2015 1 - DEFINIZIONE Secondo la Direttiva Macchine 2006/42/CE un Accessorio di Sollevamento è definito come: componente o attrezzatura

Dettagli

Manuale di servizio. Sunwing C+

Manuale di servizio. Sunwing C+ Manuale di servizio GLATZ AG, Neuhofstrasse 12, 8500 FRAUENFELD / SWITZERLAND Tel. +41 52 723 64 64, Fax +41 52 723 64 99 email: info@glatz.ch Modifiche tecniche riservate. Glatz AG 2007 1 INDICE 1. Frenaggio

Dettagli

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati

Università degli Studi della Calabria. Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti smontabili non filettati Collegamenti albero-mozzo ELEMENTI ESIGENZE Anelli Scanalati Chiavette Linguette Spine elastici a Impedimento alla rotazione si si si si Impedimento alla traslazione

Dettagli

MOTORIDUTTORI E RIDUTTORI A VITE SENZA FINE CHM

MOTORIDUTTORI E RIDUTTORI A VITE SENZA FINE CHM MOTORIDUTTORI E RIDUTTORI A VITE SENZA FINE CHM CHM - MOTORIDUTTORI E RIDUTTORI A VITE SENZA FINE CHME CHM 26 CHM - MOTORIDUTTORI E RIDUTTORI A VITE SENZA FINE CHMRE CHMR PREMESSA I riduttori a vite senza

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

e) Inconvenienti di funzionamento, possibili cause e rimedi

e) Inconvenienti di funzionamento, possibili cause e rimedi e) Inconvenienti di funzionamento, possibili cause e rimedi Elenco dei più frequenti inconvenienti di funzionamento con le loro possibili cause. Attenzione!! Proponiamo anche alcuni possibili interventi:

Dettagli

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova

Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce. nel 1973 dalla fusione di ditte individuali. che si uniscono apportando alla nuova Centro Vendita Cuscinetti Torino nasce nel 1973 dalla fusione di ditte individuali che si uniscono apportando alla nuova società il frutto della loro esperienza, oggi ultra cinquantennale. Esso si pone,

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SBD (AB1 E ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE 1) CARATTERISTICHE GENERALI pag. 1 2) ATTENZIONE pag. 1 3) DATI TECNICI pag. 1 4) INSTALLAZIONE pag. 2 5) COLLEGAMENTI

Dettagli

MOTORI ASINCRONI TRIFASI AUTOFRENANTI A CORRENTE ALTERNATA SERIE FE

MOTORI ASINCRONI TRIFASI AUTOFRENANTI A CORRENTE ALTERNATA SERIE FE MOTORI ASINCRONI TRIFASI AUTOFRENANTI A CORRENTE ALTERNATA SERIE FE MANUALE ISTRUZIONI PARTI FRENANTI MM-2CA-rev 00-IT AVVERTENZE GENERALI SULLA SICUREZZA...3 I MOTORI ASINCRONI TRIFASI AUTOFRENANTI...4

Dettagli

Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone

Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone Guida alla pulizia dell'interno del carter pignone La guida è stata realizzata da persone non professioniste o esperte del settore, pertanto GsrItalia non è responsabile di eventuali danni derivanti dall'utilizzo

Dettagli

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr.

Modell 1256 03.0/2011. www.viega.com. Art.-Nr. Modell 1256 03.0/2011 Art.-Nr. 684112 560725 Fonterra Kleinflächenregelstation A 2 Fonterra Kleinflächenregelstation B C D E F G 3 Istruzioni per l uso della stazione di regolazione per superfici ridotte

Dettagli

CICL.O.PE RUOTINO AGGIUNTIVO PER CARROZZINA

CICL.O.PE RUOTINO AGGIUNTIVO PER CARROZZINA INTRODUZIONE Il presente manuale d uso deve essere attentamente letto dal personale che installa, utilizza o cura la manutenzione di questo ausilio. Lo scopo di questo manuale è quello di fornire le istruzioni

Dettagli

Ingranaggio conduttore. per IV velocità Cuscinetto a. a rullini per. ingranaggio. per IV velocità. conduttore per IV velocità Anello.

Ingranaggio conduttore. per IV velocità Cuscinetto a. a rullini per. ingranaggio. per IV velocità. conduttore per IV velocità Anello. Nelle figure.0,.,.2 e. sono riportate le viste dell esploso degli alberi primario e secondario, la sezione in pianta e la vista prospettica del cambio a cinque marce della prima versione dell autovettura

Dettagli

4 Fnzione. Indice. Manuale di assistenza - Speed Triple 4.1

4 Fnzione. Indice. Manuale di assistenza - Speed Triple 4.1 4 Fnzione Indice Vista esplosa - Coperchio frizione Vista esolosa - Frizione Vista esolosa - Comandifrizione Cavofrizione... Frizione Smontaggio lspezione Assemblaggio.... Scomposizione... lspezione disco

Dettagli

PARTI DI RICAMBIO DEL MOTORE ENGINE SPARE PARTS MANUAL K9

PARTI DI RICAMBIO DEL MOTORE ENGINE SPARE PARTS MANUAL K9 PARTI DI RICAMBIO DEL MOTORE ENGINE SPARE PARTS MANUAL K9 Tm Racing Spa Via Fano, 6 61100 Pesaro ITALY CODICE QUANTITA DESCRIZIONE CODE QUANTITY DESCRIPTION ATTENZIONE!! PER UN NOSTRO SOLLECITO ED ESATTO

Dettagli

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY

ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY ISTRUZIONI MONTAGGIO COREASSY 0 1 PREMESSA Questo coreassy è stata prodotto e collaudato secondo gli schemi della norma UNI EN ISO 9001:2008 e risulta essere perfettamente intercambiabile all originale.

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

GRIDO TNT MOTOR. Acsud si riserva il diritto di modificare i suoi veicoli senza preavviso.

GRIDO TNT MOTOR. Acsud si riserva il diritto di modificare i suoi veicoli senza preavviso. GRIDO TNT MOTOR MANUBRIO 01 STRUMENTAZIONE 19 FORCELLA ANTERIORE 02 FARO ANTERIORE 20 RUOTA ANTERIORE 03 FARO POSTERIORE 21 FRENO ANTERIORE 04 PARTI ELETTRICHE 22 MARMITTA 05 PEDALINA AVVIAMENTO 23 FILTRO

Dettagli

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312 Polg 'Tay. 393 11 97 I T 312 con pto passante Sax 1600-1800-2100 - Tex 2300-2700 - Nico Pos. Codice Denominazione 1 0.312.3001.00 albero passante 2 07.0.069 paraolio

Dettagli

Stazioni delle valvole di ritegno allarme europee FireLock

Stazioni delle valvole di ritegno allarme europee FireLock AFFIGGERE QUESTE ISTRUZIONI SULLA VALVOLA INSTALLATA PER UTILIZZARLE COME RIFERIMENTO IN FUTURO ATTENZIONE ATTENZIONE La mancata osservanza delle istruzioni e avvertenze può causare il guasto del prodotto,

Dettagli

Manuale dell Utilizzatore. Serie B Serie BA. 960003I Rev. 2

Manuale dell Utilizzatore. Serie B Serie BA. 960003I Rev. 2 Manuale dell Utilizzatore Serie B Serie BA 960003I Rev. 2 Istruzioni di sicurezza! Imparate a conoscere la portata e i limiti della vostra macchina. Non sovraccaricate il carrello elevatore o l accessorio.

Dettagli

Al fine di ottimizzare le condizioni di lavoro e prolungare la durata del riduttore si consiglia una velocità di entrata < 1400 rpm.

Al fine di ottimizzare le condizioni di lavoro e prolungare la durata del riduttore si consiglia una velocità di entrata < 1400 rpm. G SIMBOLI P = Potenza (Kw) i = Rapporto T = Coppia (Nm) n = Numero giri (giri/min) Fr = Carico Radiale (N) Fa = Carico Assiale (N) f.s. = Fattore di Servizio D = Diametro (mm) 1 Kw = 1,36 HP 9,81 N= 1

Dettagli

MANUALE DI INSTALLAZIONE

MANUALE DI INSTALLAZIONE MANUALE DI INSTALLAZIONE Rev. 0 del 16.07.2012 Fi.Met s.r.l. Sede operativa: SP. 231 KM. 80+10070026 MODUGNO (BA) Tel./Fax 080.5354987 Sede legale e amministrativa: Str. Prov. Bari-Modugno KM. 1,570026

Dettagli

Istruzioni di montaggio

Istruzioni di montaggio Istruzioni di montaggio Accessori Collegamento di tubi Logano G5 con Logalux LT300 Logano G5/GB5 con bruciatore e Logalux LT300 Per l installatore Leggere attentamente prima del montaggio. 6066600-0/00

Dettagli

SPREMIPOMODORO. Libretto di istruzioni. Qualità e tradizione italiana, dal 1932.

SPREMIPOMODORO. Libretto di istruzioni. Qualità e tradizione italiana, dal 1932. SPREMIPOMODORO Libretto di istruzioni Qualità e tradizione italiana, dal 1932. Lo spremipomodoro Solemio è destinato ad un utilizzo casalingo ed è quindi prodotto sulla base di standard di qualità molto

Dettagli

RICAMBI VARI. 450000 Distanziale per motori da rasaerba spessore 10 mm. 450001 Distanziale per motori da rasaerba spessore 20 mm.

RICAMBI VARI. 450000 Distanziale per motori da rasaerba spessore 10 mm. 450001 Distanziale per motori da rasaerba spessore 20 mm. RICAMBI VARI RICAMBI TOSAERBA 450000 Distanziale per motori da rasaerba spessore 10 mm. 450001 Distanziale per motori da rasaerba spessore 20 mm. 450004 Manettino acceleratore standard zincato 450013 Graffa

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 )

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SERIE SEF (AR2 ) ISTRUZIONI PER IL MONTAGGIO E LA MANUTENZIONE Leggere le istruzioni prima dell'uso. Questo dispositivo di controllo deve essere installato secondo i regolamenti

Dettagli

Manuale di montaggio per morsetti KAGO

Manuale di montaggio per morsetti KAGO Manuale di montaggio per morsetti KAGO 2 Indice 1. Il morsetto si adatta al vostro profilo rotaia? 4 2. Montaggio dei morsetti di contatto 6 3. Montaggio dei morsetti guida-cavo 7 4. Rimozione dei morsetti

Dettagli

TRINCIAERBA GHEPARD TAV. 1

TRINCIAERBA GHEPARD TAV. 1 TRINCIAERBA GHEPARD TAV. 1 1 03.120.012 SEEGER EST D. 20 25 20.800.025 BOCCOLA NYLON STERZO 2 07.010.130 CUSCINETTO 6304 2RS 26 XXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXXX 3 25.200.055 RUOTA 145/70-6 ATV 3 FORI

Dettagli

MOTOZAPPATRICI MANUALE DELL UTENTE RL 308 SPECIAL 2 - IDENTIFICAZIONE E MARCATURA NOTA IMPORTANTE

MOTOZAPPATRICI MANUALE DELL UTENTE RL 308 SPECIAL 2 - IDENTIFICAZIONE E MARCATURA NOTA IMPORTANTE I 09/04 MOTOZAPPATRICI MANUALE DELL UTENTE RL 328 SPECIAL RL 325 SPECIAL RL 308 SPECIAL INDICE LEGGETE ATTENTAMENTE QUESTO MANUALE Tutti i diritti riservati E vietata la riproduzione o la diffusione di

Dettagli

Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo.

Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo. Danneggiamenti tipici nei componenti autotelaio e dello sterzo. www.meyle.com Chi ha subito questo danno, dovrebbe al più presto possibile procurarsi dei pezzi di ricambio rinforzati. Supporti idraulici

Dettagli

MOBILE FLESSIBILE POTENTE BLUE SHARK. Mulino a Martelli mobile. www.zato.it

MOBILE FLESSIBILE POTENTE BLUE SHARK. Mulino a Martelli mobile. www.zato.it Mulino a Martelli mobile BLUE SHARK MOBILE RECYCLING FLESSIBILE POTENTE www.zato.it LA SOLUZIONE IDEALE PER LA TRASFORMAZIONE DI ROTTAMI METALLICI MEDIO PESANTI IN PROLER DI ELEVATA QUALITÀ, IN VERSIONE

Dettagli

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso

Dynamic 121-128. Istruzioni per il montaggio e l uso Dynamic 121-128 Istruzioni per il montaggio e l uso 1 Installazione a presa diretta 1.1 Installazione diretta sull albero a molle. Innestare la motorizzazione, da destra o da sinistra a seconda del lato

Dettagli

MANUALE D USO E MANUTENZIONE

MANUALE D USO E MANUTENZIONE MANUALE D USO E MANUTENZIONE VERRICELLO IDRAULICO A RIDUZIONE EPICICLOIDALE 06! ATTENZIONE Leggere il presente manuale prima di operare con il verricello. VIME srl VIA GRAMSCI 000 FUNO - BOLOGNA (ITALY)

Dettagli

Istruzioni di montaggio per i Modelli:

Istruzioni di montaggio per i Modelli: Istruzioni di montaggio per i Modelli: 968999306/iZC Equipaggiati con: 96899934 TRD48 Gruppo di taglio a tunnel Tunnel Ram oppure 968999347 CD48 Gruppo di taglio Combi Montaggio Disimballare la macchina.

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO

ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO ATTUATORE ELETTRICO ROTATIVO SED (AR2 SE ) ISTRUZII PER IL MTAGGIO E LA MANUTENZIE 1. NOTE GENERALI 1 2. DATI TECNICI 2 3. MTAGGIO 2. COLLEGAMENTI ELETTRICI 3 5. TARATURE 5.1 FINE CORSA 5.2 MICROINTERRUTTORI

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660

ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 ALESATRICE ORIZZONTALE Mod. 2B660 M.I.R.M.U. - Via Baldinucci, 40 20158 Milano - Tel 02.39320593 Fax 02.39322954 info @mirmu.it 1 La macchina utensile di tipo universale con un montante anteriore mobile

Dettagli

Istruzioni per l uso LAVABIANCHERIA. Sommario AWM 129

Istruzioni per l uso LAVABIANCHERIA. Sommario AWM 129 struzioni per l uso LAVABANHERA taliano,1 GB English,15 FR Français,29 Sommario nstallazione, 2-3-4-5 Disimballo e livellamento ollegamenti idraulici ed elettrici Primo ciclo di lavaggio Dati tecnici struzioni

Dettagli

MACCHINE SERVIZIO FRENI LINEA AUTOCARRI

MACCHINE SERVIZIO FRENI LINEA AUTOCARRI MACCHINE SERVIZIO FRENI LINEA AUTOCARRI TP44M La principale caratteristica del TP44M è la tornitura del disco freno di autocarri, autobus e veicoli commerciali direttamente sul mezzo, senza dover smontare

Dettagli

Sommario 1. INTRODUZIONE...3 3. NORME GENERALI DI SICUREZZA...8 4. MANUTENZIONE...10 5. TARATURE...22 6. TABELLE RIASSUNTIVE...25

Sommario 1. INTRODUZIONE...3 3. NORME GENERALI DI SICUREZZA...8 4. MANUTENZIONE...10 5. TARATURE...22 6. TABELLE RIASSUNTIVE...25 SHIVER 45 - SHIVER 50 OEM MY2006 Sommario 1. INTRODUZIONE...3 1.1 Convenzioni...3 1.1.1 Orientamento forcella...3 1.1.2 Pittogrammi redazionali...3 1.1.3 Attrezzature...4 1.1.3.1 Attrezzature commerciali...

Dettagli

BMW-Motorrad. 34 00 048 Cambiare il liquido freni anteriori + 34 00 548

BMW-Motorrad. 34 00 048 Cambiare il liquido freni anteriori + 34 00 548 34 00 048 Cambiare il liquido freni anteriori + 34 00 548 Variante di allestimento: 0630 - BMW Motorrad Integral ABS II Attività principale (-) Sostituzione del liquido freni nella ruota anteriore e spurgo

Dettagli

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza

Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Protezione degli alberi cardanici di trasmissione dalla presa di potenza Leonardo Vita Leonardo.vita@ispesl.it Marco Pirozzi marco.pirozzi@ispesl.it L albero cardanico L albero cardanico é un organo meccanico

Dettagli

Martinetti meccanici con vite a sfere

Martinetti meccanici con vite a sfere . Descrizione martinetti meccanici con vite a ricircolo di sfere I martinetti meccanici permettono di trasformare un movimento rotativo fornito da un motore elettrico, idraulico o pneumatico in un movimento

Dettagli

Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita. Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA

Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita. Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA Manuale Operativo Il piacere di fare il bagno e di godersi la vita Sollevatore da bagno Modello: BLV 5 ARUBA Manuale Operativo Pagina 2 Modello: BLV 5 A tutti gli stimati clienti che hanno scelto di acquistare

Dettagli

SPECIFICHE DEL PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA

SPECIFICHE DEL PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA Pagina 7/16 SPECIFICHE DEL PIANO DI MANUTENZIONE PROGRAMMATA INTRODUZIONE Uno dei principali obiettivi di IVECO è quello di realizzare dei veicoli altamente affidabili con bassi costi di esercizio. I modelli

Dettagli

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053)

ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE E L UTILIZZO GRUPPO IDRAULICO per SOLAR SYSTEM (COD. A00.650053) DATA: 07.11.08 PAG: 1 DI: 12 Il Gruppo idraulico racchiude tutti gli elementi idraulici necessari al funzionamento del circuito solare (circolatore, valvola di sicurezza a 6 bar, misuratore e regolatore

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N. A195-I LIBRETTO D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N. A195-I LIBRETTO D INSTALLAZIONE, USO E MANUTENZIONE DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N. A195-I 1) Codice identificazione: DISPOSITIVO PER USCITA DI EMERGENZA M14 2) Numero identificazione: 4203202.001 KIT M14 per Univer tagliafuoco, Proget tagliafuoco e multiuso

Dettagli

PÖTTINGER EUROTOP. Ranghinatori 97+022.05.0813. Tutte le informazioni online

PÖTTINGER EUROTOP. Ranghinatori 97+022.05.0813. Tutte le informazioni online PÖTTINGER EUROTOP Ranghinatori Tutte le informazioni online 97+022.05.0813 EUROTOP Il successo risiede nel dettaglio Il perfezionismo abbinato ad una notevole esperienza pratica così può essere definita

Dettagli

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO

ACCOPPIAMENTI ALBERO - MOZZO 1 CCOPPIMENTI LBERO - ccoppiare due o più elementi di un qualsiasi complessivo, significa predisporre dei collegamenti in modo da renderli, in qualche maniera, solidali. Ciò si realizza introducendo dei

Dettagli