MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128"

Transcript

1 INDICE 1. PRELIMINARI INTRODUZIONE IDENTIFICAZIONE TARGHETTA NOTE DI SICUREZZA MANUTENZIONE PROGRAMMATA CAMBIO OLII E CONTROLLI PERIODICI RICERCA GUASTI TROUBLESHOOTING INTERVENTI STRAORDINARI COMPONENTI DI STERZO SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA SNODO E MOZZO RUOTA SMONTAGGIO MONTAGGIO MOZZO PORTASATELLITI SMONTAGGIO MONTAGGIO FRENI A DISCO IN BAGNO D OLIO SMONTAGGIO MONTAGGIO SBLOCCO MECCANICO DEL FRENO NEGATIVO STRUTTURA PORTANTE LATERALE SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA DIFFERENZIALE STANDARD E LSD SMONTAGGIO MONTAGGIO SCATOLA CENTRALE E PIGNONE CONICO SMONTAGGIO MONTAGGIO COLLAUDO E ACCORGIMENTI FINALI COLLAUDI ACCORGIMENTI FINALI / 66

2 1. PRELIMINARI 1.1. INTRODUZIONE Questo manuale contiene le informazioni necessarie per le operazioni di interventi di manutenzione straordinaria del ponte differenziale, qualora si debba eseguirne la riparazione di anomalie di funzionamento ad esso connesse. La costante osservanza delle norme in esso contenute darà come risultato un minor numero di ore necessarie per l esecuzione delle operazioni di smontaggio e assemblaggio, e consentirà di ridurre al minimo il rischio di errati interventi di manutenzione. La certezza di esecuzione ottimale dell intervento di riparazione è affidata alle persone che eseguono tale operazione. E quindi importante che il personale a ciò deputato abbia dettagliate informazioni relativamente al ripristino delle corrette condizioni che garantiscono il funzionamento del ponte differenziale, limitatamente a ciò per cui è stato progettato. Il presente opuscolo ha lo scopo di portare a conoscenza di coloro che eseguono materialmente la manutenzione straordinaria del prodotto i criteri da seguire per il conseguimento del risultato finale: ristabilire e garantire nel tempo la funzionalità del ponte differenziale. Questo manuale deve perciò essere letto dal personale autorizzato all intervento di riparazione, prima di eseguire qualsiasi operazione a tal riguardo, con il fine di garantirne il positivo risultato IDENTIFICAZIONE TARGHETTA Targhetta di identificazione dell assale CODICE N MATRICOLA PRELIMINARI 2 / 66

3 1.3. NOTE DI SICUREZZA L osservanza e il rispetto di tutte le prescrizioni di sicurezza vigenti e delle normative di legge sono il presupposto assoluto per preservare le persone da lesioni e salvaguardare il prodotto e l ambiente da danni. Il personale, addetto alle riparazioni, deve disporre di competenze ed esperienze specifiche per riparare questi o ponti differenziali analoghi. In mancanza di tali conoscenze, vanno effettuati corsi e addestramenti specifici, tenuti da personale autorizzato. Gli interventi di riparazione vanno effettuati unicamente dopo aver letto ed appreso bene quanto riportato nel Manuale delle istruzioni per le riparazioni. Prima di intervenire sugli assali, ancora montati, mettere la macchina in sicurezza: - Parcheggiare la macchina su una superficie piana e solida. - Poggiare l attrezzatura di lavoro al suolo. - Inserire il freno di stazionamento. - Spegnere il motore. - Estrarre la chiave dal blocchetto. - Bloccare le ruote della macchina con l'apposito cuneo. - Osservare scrupolosamente le indicazioni delle targhette d'avvertimento e segnalazione, disposte sulla macchina. Tutti gli attrezzi e mezzi ausiliari devono essere in condizioni d uso, perfettamente sicure. PRELIMINARI 3 / 66

4 2. MANUTENZIONE PROGRAMMATA 2.1. CAMBIO OLII E CONTROLLI PERIODICI Lubrificanti : SAE 85W90 (API GL4) con additivi per freni a bagno d olio. Esempi di oli utilizzabili: Mobil Super Universal 20W40, Mobil Fluid 422, ELF SF3, AGIP MULTI THT 80W Per ponti con presenza di differenziale autobloccante: SAE 85W90 (API GL5) con additivi per freni a bagno d olio e additivi per differenziale autobloccante (LS Limited Slip). Esempi di oli utilizzabili: SHELL SPIRAX HD 85W90, FUCHS TITAN GEAR 85W90 LS, CASTROL LSC SAE 90, ELF SF3 Noi raccomandiamo in entrambi i casi Shell Donax TD Olio freni: Per l impianto frenante impiegare esclusivamente olio minerale Agip ATF II D o eventualmente oli ATF Dexron II Grasso: Noi consigliamo l impiego di grasso Shell Retinax HDX2. Gli intervalli di manutenzione indicati sono per un impiego normale della macchina, nel caso di impieghi particolarmente gravosi intervenire con maggior frequenza. Operazione Primo Intervento Manutenzione ordinaria Cambio olio assale 200 ore stagionale / 1000 ore (1) Pulizia tappo magnetico olio primo cambio olio ogni cambio olio Controllo e rabbocco olio 100 ore mensile / 300 ore (1) Pulizia sfiato olio 400 ore mensile / 300 ore (1) Ingrassaggio (dove previsto) 200 ore (2) sett.le / 200 ore (1)(2) (1) quale delle due condizioni si verifica prima (2) 50 ore nel caso di impiego gravoso 4 / 66

5 Tappo livello olio assale Tappo livello carico scarico mozzo ruota Tappi scarico olio assale Tappo carico e sfiato olio assale Sostituzione olio: Verificare sul dimensionale dell assale la posizione dei tappi e la loro funzione. Assicurarsi che la macchina sia in piano, posizionare adeguati recipienti di raccolta, quindi svitare i tappi di scarico olio. Attendere che l olio fuoriesca completamente dall assale. Riempimento ponte rigido: Le varie camere dell assale sono collegate fra loro ed è il tappo di livello assale che definisce il corretto livello olio. Inserire olio dai tappi di carico fino a quando non fuoriesce dal tappo di livello, mantenere i fori sui mozzi aperti posizionati sopra la mezzaria per favorire il deflusso dell aria. Riempimento ponte sterzante: Le camere dei gruppi sterzanti sono separate dalle camere dell assale. Inserire olio dal tappo di carico nella parte centrale fino al raggiungimento del livello definito dal tappo di livello. Sul gruppo sterzante si trova un unico tappo che funge da scarico livello/carico in base alla posizione dove si trova. Quando è nel punto più basso funge da scarico, quando si trova sulla mezzaria funge da carico e livello. Attenzione l olio si distribuisce lentamente quindi bisognerà attendere qualche minuto e poi aggiungere nuovamente olio, fino a quando il livello non sia abbassa più. 5 / 66

6 3. RICERCA GUASTI 3.1. TROUBLESHOOTING PROBLEMA CAUSA AZIONI Coppia conica: Rottura verso l'estremità esterna del dente corona. 1. Carico dell'ingranaggio eccessivo rispetto a quello previsto. 2. Regolazione ingranaggio scorretto (gioco eccessivo). 3. Ghiera del pignone allentata. Coppia conica: Rottura verso l'estremità interna del dente corona. Coppia conica: Denti del pignone e della corona usurati o rigati. Coppia conica: Denti della corona e del pignone surriscaldati. Guardare se i denti dell'ingranaggio hanno una colorazione alterata. Coppia conica: Pitting dei denti del pignone. Coppia conica: Rottura per fatica del dente pignone (controllare presenza linee di frattura caratteristiche). 1. Urto da carico. 2. Regolazione ingranaggio scorretto (gioco insufficiente). 3. Ghiera del pignone allentata. 1. Lubrificazione insufficiente. 2. Lubrificante sporco. 3. Lubrificante errato o con additivi impoveriti. 4. Cuscinetti del pignone usurati che provocano un gioco assiale del pignone e un contatto tra pignone e corona scorretto. 1. Funzionamento prolungato a temperatura eccessiva. 2. Lubrificante scorretto. 3. Livello dell'olio basso. 4. Lubrificante sporco. 1. Uso estremamente intenso. 2. Lubrificazione insufficiente. 1. Uso eccessivo. 2. Sovraccarico continuo. Sostituire la coppia conica. Seguire attentamente le operazioni raccomandate di regolazione del gioco della corona dentata e del pignone e per la rilevazione dell impronta del dente. Sostituire la coppia conica. Seguire attentamente le operazioni raccomandate di regolazione del gioco della corona dentata e del pignone e per la rilevazione dell impronta del dente. Sostituire la coppia conica. Sostituire i cuscinetti del pignone facendo attenzione a sistemare correttamente la corona, il pignone e i precarichi dei cuscinetti. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la coppia conica. 6 / 66

7 Coppia conica: Rottura di schianto dei denti pignone e corona Gruppo differenziale: Scanalato dell'ingranaggio planetario differenziale consumato (gioco eccessivo) Gruppo differenziale: Superfici delle ralle di rasamento ingranaggi differenziale usurate o segnate. Gruppo pignone: Usura dell accoppiamento scanalato della flangia di entrata Struttura: Corpo portante laterale dell'assale danneggiato. Cuscinetti: Usura e pitting dei cuscinetti. Variazione di colorazione. Elementi di tenuta: Perdite di olio da tenute e guarnizioni. Semiasse: Semiasse deformato o fratturato. MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S128 Carico d'urto dei componenti del differenziale. Uso estremamente intenso 1. Lubrificazione insufficiente 2. Lubrificazione scorretta 3. Lubrificante sporco 1. Uso estremamente intenso. 2. Ghiera del pignone o vite ritegno flangia allentate. 3. Gioco assiale del pignone. 1. Sovraccarico del veicolo. 2. Veicolo incidentato. 3. Urto da carico. 1. Lubrificazione insufficiente. 2. Lubrificante sporco. 3. Uso estremamente intenso. 4. Consumo normale. 5. Perdita della corretta registrazione. 6. Surriscaldamento eccessivo. 1. Funzionamento prolungato con temperatura dell'olio eccessiva. 2. Guarnizione dell'olio montata male. 3. Bordo della guarnizione tagliata o intaccata 4. Lubrificante sporco Funzionamento estremamente intenso del veicolo, sovraccarico. Controllare e/o sostituire eventualmente anche altri componenti del differenziale. Sostituire il gruppo gruppo differenziale. Sostituire il semiasse, se necessario. Sostituire tutte le ralle segnate e quelle con uno spessore di 0,1 mm inferiore a quello delle ralle nuove. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire la flangia Controllare che la scanalatura del pignone non sia eccessivamente consumata. Sostituire la coppia conica, se necessario. Sostituire il corpo portante laterale dell'assale e altri componenti danneggiati. Sostituire i cuscinetti. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Registrarli correttamente. Sostituire la guarnizione e la superficie di accoppiamento se danneggiata. Usare il lubrificante corretto, riempire fino al giusto livello e sostituirlo agli intervalli raccomandati. Sostituire il semiasse 7 / 66

8 Rumore: Rumore durante la guida. Rumore: Rumore durante l andatura in folle Rumore: Rumore intermittente Rumore: Rumore in curva MANUALE USO E MANUTENZIONE PONTI SERIE S Gioco tra corona e pignone eccessivo. 2. Pignone e corona usurati. 3. Cuscinetti del pignone usurati. 4. Cuscinetti del pignone con gioco. 5. Cuscinetti del differenziale usurati. 6. Cuscinetti del differenziale con gioco. 7. Corona non in posizione 8. Livello lubrificante basso. 9. Lubrificante errato 10. Semiasse piegato 11. Giunto cardanico con gioco eccessivo sulla crociera. 12. Cuscinetti del mozzo ruota usurati. 13. Ingranaggeria del gruppo ruota eccessivamente usurata o danneggiata. 1. I rumori provenienti dall'assale con il veicolo in movimento di solito si sentono durante l andatura in folle anche se non molto forti. 2. Errato gioco tra pignone e corona (il rumore che si sente decelerando sparisce all aumentare della velocità). 3. Usura accoppiamento scanalato pignone o flangia entrata 1. Ingranaggio danneggiato 2. Viti di chiusura della scatola del gruppo differenziale allentate. 1. Satelliti planetari differenziale consumati 2. Scatola differenziale e/o perni del differenziale consumati 3. Ralle di rasamento del differenziale consumate 4. Scanalature del semiasse consumate 1. Regolare 2. Sostituire 3. Sostituire 4. Regolare 5. Sostituire 6. Regolare 7. Sostituire 8. Rabboccare 9. Sostituire 10. Sostituire 11. Sostituire 12. Sostituire 13. Sostituire 1. Regolare o sostituire (vedere sopra) 2. Regolare 3. Sostituire 1. Sostituire ingranaggio 2. Serrare a coppia 1. Sostituire 2. Sostituire 3. Sostituire 4. Sostituire 8 / 66

9 4. INTERVENTI STRAORDINARI SMONTAGGIO Prima di eseguire qualsiasi intervento di manutenzione, occorre pulire esternamente la trasmissione con getto di vapore. Sigillare tutte le aperture prima della pulizia, per evitare che acqua e sporcizia entrino e possano danneggiare parti vitali. Lo smontaggio dei particolari del ponte, è subordinato alla smontaggio del ponte differenziale dalla macchina. Tale smontaggio prevede inoltre, lo stacco delle ruote, lo stacco dei tubi idraulici del circuito frenante, e lo svuotamento dall olio contenuto nel differenziale e nei mozzi, togliendo gli appositi tappi. Al termine delle operazioni di smontaggio, rimuovere attentamente la sporcizia su ogni singolo pezzo, avendo cura di cestinare tutti quei particolari che per loro natura, nel montaggio dovranno essere rimpiazzati con altri in perfette condizioni: guarnizioni, cuscinetti usurati, viti con filettatura non più in condizione ottimale. MONTAGGIO Più del 90% dei cuscinetti si rompe a causa della sporcizia che è sempre abrasiva. La sporcizia può entrare nella trasmissione durante il montaggio od essere trasportata dal lubrificante durante il funzionamento. La sporcizia può entrare anche attraverso le tenute, gli sfiati od anche per mezzo dei contenitori per l aggiunta ed il cambio dell olio. Prima del montaggio, è necessario pulire accuratamente ciascun pezzo, e per quelli in cui è necessario, provvedere ad oliarli. I componenti per i quali è prevista tale operazione, devono essere lubrificati con olio nuovo prima di essere montati. N.B. Nelle operazioni di rimontaggio è inoltre essenziale sostituire tutte le tenute. Fare attenzione a non pizzicare i paraoli durante l assemblaggio. 9 / 66

10 UTENSILI SPECIALI Rif. Codice Capitolo Descrizione T T Tampone piantaggio pista cuscinetti a rulli conici mozzo ruota Tampone piantaggio anello di tenuta a cassetta mozzo ruota T Tampone piantaggio cuscinetto su fusello ruota T04 T05 T06 T07 T Accessorio per torsiometro verifica rotolamento cuscinetti mozzo ruota Tampone piantaggio corona riduttore ruota su prigionieri Tampone piantaggio bronzina scatola snodo Tampone piantaggio anelli di tenuta scatola snodo Accessorio per torsiometro verifica rotolamento cuscinetti scatola snodo T Tampone piantaggio gruppo rullini nel satellite T Tampone piantaggio piantaggio boccole elastiche. T Tampone inserimento pistone T Tampone inserimento pistone T Attrezzatura montaggio freno T Tampone piantaggio cuscinetti sferici T Tampone piantaggio piste cuscinetti differenziale T Attrezzatura piantaggio piste cuscinetti pignone T Tampone piantaggio cuscinetti pignone T Accessorio per torsiometro per verifica coppia pignone Nota: Gli utensili speciali possono essere acquistati direttamente da Comer Industries oppure può essere fornito il disegno su richiesta Cliente. 10 / 66

11 4.1. COMPONENTI DI STERZO SMONTAGGIO 1 Rimuovere il dado (4). 2 Separare il tirante di sterzo (3) dalla scatola snodo. 3 Svitare il tirante di sterzo (3) dallo stelo del cilindro di sterzo (1). 11 / 66

12 4 Rimuovere le viti di fissaggio (2) del cilindro di sterzo (1) alla scatola centrale e recuperarlo. 12 / 66

13 MONTAGGIO 1 Prima di procedere ad installare il cilindro di sterzo (1) sulla scatola centrale verificare che lo stelo del cilindro sia centrato rispetto al piano mediano verificando che la sporgenza dello stelo stesso sia eguale tra i due lati. Eventualmente centrate lo stelo battendone l estremità con un martello. 2 Installare il cilindro di sterzo (1) sulla scatola centrale tramite le viti di fissaggio (2). Serrare le viti con chiave dinamometrica alla coppia di 15 danm. 3 Avvitare il tirante (3) sullo stelo del cilindro di sterzo (1) con opportuna chiave a quadro (T01) applicando Loctite 243. Serrare il tirante alla coppia di 15 danm. 13 / 66

14 4 Posizionare il cono del tirante (3) nella relativa sede della scatola snodo. 5 Serrare il dado (4) alla coppia di 28 danm. 6 Eseguire la verifica della convergenza del sistema di sterzo installando su ciascun piano di appoggio cerchione una barra. Misurare la distanza tra le due barre sia anteriormente (lato cilindro di sterzo) che posteriormente (lato albero di trasmissione) il ponte. ATTENZIONE: la differenza tra le 2 misure non devono superare 1mm. 7 Agire sul tirante di sterzo come in figura per ottenere il parallelismo tra le barre: con una chiave impedire la rotazione dello stelo del cilindro, con l altra chiave avvitare/svitare il filetto interno dello tirante di sterzo. 8 Ottenuto il parallelismo tra i piani serrare il controdado di fermo del filetto interno del tirante di sterzo alla coppia di 15 danm e verificare la registrazione delle viti di fine corsa sulla scatola snodo. 14 / 66

15 9 In caso di sostituzione di una scatola snodo, sterzare le ruote fino a quando uno dei due fermi della scatola già registrata arriva a fine corsa. 10 Svitare il fermo della scatola sostituita fino a portarlo a contatto, quindi serrare il controdado alla coppia di 20 danm con Loctite 270. Eseguire la stessa operazione sterzando nel senso opposto. 11 In caso di sostituzione di entrambe le scatole snodo si deve misurare l angolo di sterzo, quindi si portano a contatto i due fermi (ruota Dx e ruota Sx) serrando poi il controdado alla coppia di 20 danm con Loctite 270, quindi eseguire la stessa operazione misurando questa volta l angolo nella sterzata opposta alla precedente. 15 / 66

16 4.2. SCATOLA SNODO E MOZZO RUOTA SMONTAGGIO ATTENZIONE assicurare il sottogruppo riduttore ruota sterzante ad un opportuno sostegno. 1 Rimuovere le viti di fissaggio (7) e estrarre il perno snodo sferico inferiore (6). 2 Rimuovere l ingrassatore (5) 16 / 66

17 3 Rimuovere le viti di fissaggio (7) del perno snodo sferico superiore. 4 Estrarre il perno di snodo sferico superiore (6) con gli spessori (8). 5 Recuperare gli spessori (8) 6 Rimuovere il cuscinetto (6*) 7 Separare il sottogruppo riduttore ruota sterzante con doppio giunto cardanico dalla struttura portante laterale. 17 / 66

18 8 Rimuovere le due viti (29) di fissaggio del sottogruppo supporto portasatelliti al mozzo. 9 Separare il sottogruppo mozzo porta satelliti (26) dal gruppo snodo. ATTENZIONE: non far cadere il riduttore se necessita, sostenerlo con una fune. 10 Recuperare l anello o-ring (25) dal mozzo. 11 Rimuovere l anello seeger (24). 12 Rimuovere l anello di rasamento (23). 18 / 66

19 13 Sfilare il doppio giunto cardanico (1) dalla scatola snodo (4). 14 Rimuovere gli otto dadi (21) dai prigionieri (9). 15 Rimuovere l anello di chiusura (22). 16 Separare il sottogruppo corona-porta corona ( ) dalla scatola snodo con l aiuto di 2 leve. NOTA: se il ponte è rigido, il sottogruppo è installato direttamente sulla struttura portante laterale. 17 Recuperare gli spessori (20). 19 / 66

20 18 Rimuovere l anello elastico (14) di fermo del porta corona con l aiuto di un cacciavite. 19 Separare il portacorona (18) dalla corona (19). 20 Rimuovere il sottogruppo mozzo ruota ( ) dalla scatola snodo (4) con estrattore. 21 Separare il sottogruppo mozzo e recuperare il cuscinetto esterno (13). 22 Rimuovere il cuscinetto interno (11) dalla scatola snodo con estrattore. 20 / 66

21 23 Rimuovere con cacciavite i 2 anelli di tenuta (2) dalla scatola snodo (4). 24 Rimuovere con cacciavite la bronzina (3) dalla scatola snodo (4). Nota: Gli anelli di tenuta (2) e la bronzina (3) vanno sempre sostituiti. 25 Rimuovere con un cacciavite dal mozzo ruota (12) le piste del cuscinetto interno ed esterno (11 e 13). Rimuovere con un cacciavite l anello di tenuta (10). Nota: L anello di tenuta va sempre sostituito. 21 / 66

22 MONTAGGIO 1 Piantare con utensile speciale (T01) la pista del cuscinetto esterno a rulli conici (13) sul mozzo ruota (12). 2 Piantare con utensile speciale (T01) la pista del cuscinetto interno a rulli conici (11) sul mozzo ruota (12). 3 Installare con utensile speciale (T02) l anello di tenuta a cassetta (10) sul mozzo ruota (12). 22 / 66

23 4 Piantare con opportuno spintore (T03) il cuscinetto interno a rulli conici (11) sul fusello della scatola snodo (4). Attenzione: se il ponte è rigido da questa fase fino alla 4.22 sono svolte sul fusello della struttura portante rigida e non sulla scatola snodo. 5 Installare il sottogruppo mozzo premontato sulla scatola snodo (4) avendo cura di non danneggiare l anello di tenuta (10). 6 Piantare con opportuno spintore (T03) il cuscinetto esterno a rulli conici (13) sul fusello della scatola snodo (4). 7 Con l aiuto di un martello in gomma assestare i cuscinetti del mozzo ruota in modo da eliminare il precarico. 8 Verificare coppia di trascinamento dovuta al solo paraolio (10) tramite torsiometro. (T04) Accessorio per torsiometro. 23 / 66

24 9 Posizionare gli spessori (20) sul portacorona (18). 10 Installare il portacorona con gli spessori sulla scatola snodo premontata. 11 Posizionare l anello di chiusura (22). 12 Serrare PROVVISORIAMENTE otto viti M12x1.25x35 alla coppia di 10 danm. Attenzione: non applicare LOCTITE. 13 Dopo aver assestato nuovamente i cuscinetti del mozzo, verificare il valore di precarico misurato come coppia di rotolamento tramite torsiometro. Accessorio (T04). La coppia di rotolamento dei soli cuscinetti senza paraolio deve essere compresa tra 125 e 155 dancm. Se necessario, smontare il portacorona e variare la quantità degli spessori (20). 24 / 66

25 14 Raggiunto il corretto precarico, rimuovere le otto viti provvisorie, l anello di chiusura (22), il portacorona (18) e recuperare gli spessori (20). 15 Installare il portacorona (18) sulla corona (19). 16 Installare l anello elastico (14) di fermo del portacorona. Posizionare la quantità di spessori (20) precedentemente verificata sul portacorona (18). 17 Avvitare i prigionieri (9) sulla scatola snodo (4) applicando Loctite 270. Serrare alla coppia di 6 danm. 18 Installare il sottogruppo premontato corona, portacorona e spessori sulla scatola snodo con opportuno spintore (T05) 25 / 66

26 19 Posizionare l anello di chiusura (22). 20 Avvitare i dadi (21) sui prigionieri (9) applicando Loctite Serrare i dadi (21) alla coppia di 10 danm. 22 Avvitare i prigionieri-colonnetta (15) al mozzo (12) applicando Loctite 270. Serrare alla coppia di 20 danm. Nota: Se il ponte è fisso basta inserire il semiasse sbloccando il freno negativo se presente e passare direttamente alla fase fino alla / 66

27 23 Capovolgere il sottogruppo premontato scatola snodo e installare la bronzina (3) con utensile specifico (T06) nella sede. 24 Installare i 2 anelli di tenuta (2) con utensile speciale (T07) sulla scatola snodo (4). Applicare grasso Polymer Infilare il doppio giunto cardanico (1) nella scatola snodo (4) avendo cura di non danneggiare gli anelli di tenuta (2). 26 Installare l anello di rasamento (23). 27 Installare l anello segeer (24). 27 / 66

28 28 Montare l anello O-Ring (25) nella sede del mozzo (12). 29 Posizionare il sottogruppo premontato mozzo porta satelliti (26) sul mozzo avendo cura di fasare le forature delle viti di fissaggio (29). 30 Serrare le due viti di fissaggio (29) alla coppia di 4.5 danm. 31 Installare il tappo di carico/scarico olio (28) con rondella (27) serrando alla coppia di 5 danm. 32 Con l aiuto di un opportuno sostegno inserire il sottogruppo scatola snodo completo di doppio giunto cardanico nella struttura portante assicurandosi che lo scanalato lato differenziale del doppio giunto cardanico si infili correttamente nella sede dell ingranaggio differenziale. ATTENZIONE SBLOCCARE NEGATIVO SE PRESENTE. 28 / 66

29 33 Inserire il cuscinetto sferico (6*) sul perno snodo (6). 34 Posizionare gli spessori (8) sul perno di snodo sferico superiore (6). 35 Installare il perno di snodo sferico superiore (6) alla scatola avvitando in parte le viti (7) 36 Installare il perno di snodo sferico inferiore (6). 37 Serrare le viti (7) alla coppia di 15 danm. 29 / 66

30 38 Serrare le viti (7) del perno di snodo sferico superiore alla coppia di 15 danm. 39 Verificare il valore di pre-carico dei cuscinetti sferici di snodo misurato come coppia di rotolamento tramite torsiometro. La coppia di rotolamento deve essere compresa tra 5 e 8 danm. (T08) Accessorio per torsiometro Se necessario, smontare e variare la quantità degli spessori (8). 40 Montare sul perno di snodo sferico superiore e inferiore gli ingrassatori (5). Serrarli alla coppia di 1.5 danm. 30 / 66

31 4.3. MOZZO PORTASATELLITI SMONTAGGIO 1 Rimuovere le due viti di fissaggio del sottogruppo supporto porta satelliti al mozzo. 2 Separare il sottogruppo supporto porta satelliti e posizionarlo su un piano. 3 Rimuovere l anello segeer (4) con pinza. 31 / 66

32 4 Rimuovere con estrattore i tre satelliti (5) e separare il cuscinetto a rullini (3). 5 Verificare lo stato di usura dei particolari ed eventualmente sostituirli. Nel caso la pastiglia d arresto del semiasse fosse danneggiata, sostituire l intero porta satelliti (1 e 2). 32 / 66

33 MONTAGGIO 1 Bulinare la pastiglia (2) di fermo del semiasse in 3 punti sul portasatelliti (1) 2 Installare con utensile speciale (T09) il cuscinetto a rullini (3) sull ingranaggio satellite (5). 3 Verificare con calibro di profondità il corretto montaggio del cuscinetto a rullini (3) nel satellite (5). La quota rilevata in figura deve essere pari a 6 (+/- 0.5) mm. 33 / 66

34 4 Posizionare il satellite (5) con cuscinetto a rullini premontato sul perno del porta satelliti (1) facendo attenzione a rispettare l orientamento indicato in figura. L estremità smussata del cuscinetto a rullini (3) deve essere montata inferiormente. 5 Piantare con utensile speciale (T09) il satellite con cuscinetto a rullini (5 + 3) sul perno del portasatellite (1). 6 Installare l anello segeer (4) di ritegno sulla sede del perno. Come ulteriore conferma del corretto montaggio verificare che il piano del satellite e il piano lavorato sul perno si trovino alla stessa altezza. 34 / 66

35 4.4. FRENI A DISCO IN BAGNO D OLIO SMONTAGGIO Dopo aver rimosso il corpo portante dalla parte centrale del ponte, vedi paragrafo Smontaggio componenti freno nel corpo portante: Rimuovere l anello elastico (7) facendo attenzione al contro disco in acciaio che è spinto verso l esterno dalle 2 molle (3). 2 Rimuovere il primo controdisco (6). Attenzione: se non si deve sostituire il pacco dischi freno è bene numerare la posizione dei contro dischi e dei dischi per poi rimontarli nella stessa posizione. 3 Recuperare le 2 molle (3). 35 / 66

36 4 Rimuovere in successione il primo disco freno (5), il successivo controdisco (6) e il secondo disco freno (5). 5 Rimuovere la boccola (4). 6 Rimuovere il contro disco in acciaio (6). 7 Rimuovere l ultimo disco freno (5). 8 Smontaggio gruppo freno: Togliere le viti di fissaggio (25) della scatola freno (16) alla scatola centrale (24). 36 / 66

37 9 Rimuovere la scatola freno (16) con tutti i componenti premontati al suo interno dalla scatola centrale (24). 10 Rimuovere l anello porta molle (22) con tutte le molle (20 e 21). Le molle sono due per foro e sono estraibili una ad una. 11 Recuperare l o-ring (23) dalla sua sede nella scatola centrale. 12 Con l ausilio di aria compressa è possibile estrarre il pistone del freno negativo (19) dalla sua sede. 13 Rimuovere l o-ring (17) dalla sua sede. 37 / 66

38 14 Rimuovere l o-ring (18) dalla sua sede. 15 Svitare i dadi (8). 16 Recuperare le rondelle (9) e i distanziali (11) 17 Spingere dalla parte opposta della scatola freno (16) sul pistone (13) per farlo uscire dalla sua sede. 18 Estrarre i due o-ring (14 e 15) dalle loro sedi. 38 / 66

39 19 Svitare i prigionieri (12). 20 Con cacciaspine estrarre le boccole elastiche (10) dal pistone (13). 39 / 66

40 MONTAGGIO 1 Montaggio gruppo freno: Inserire con apposito tampone (T10) le boccole elastiche (10) nel pistone (13), inserendole dalla parte dello smusso e spingendole in profondità fino al piano opposto della flangia. Il piano dal lato smussato della boccola deve coincidere in altezza col piano del pistone. 2 Montare i prigionieri (12) con Loctite 270 serrandoli alla coppia di 1.5 danm 40 / 66

41 3 Inserire l o-ring (14) oliato nella propria sede. 4 Inserire l o-ring (15) oliato nella propria sede. 5 Posizionare il pistone (13) nella corretta fase stabilita dai prigionieri e dalle due sporgenze del pistone. 6 Far entrare il pistone (13) nella sua sede facendo attenzione a non rovinare gli o-ring. (T11) Tampone 7 Inserire i distanziali (11). 41 / 66

42 8 Inserire le rondelle (9). 9 Mettere i dadi autobloccanti (8) e serrarli alla coppia di 1.2 danm 10 Inserire l o-ring (18) opportunamente oliato nella sua sede. 11 Inserire l o-ring (17) opportunamente oliato nella sua sede. 12 Con opportuno tampone (T12) far entra il pistone (19) nella sua sede, facendo attenzione a non rovinare gli o-ring. 42 / 66

43 13 Inserire l anello porta molle (22) nella sua sede ricavata nella scatola centrale (24). 14 Inserire l o-ring (23) nella sua sede ricavata nella scatola centrale. 15 Inserire le molle (20 e 21) in ogni foro della flangia (22). 16 Piantare le spine (26) nella scatola centrale. 17 Posizionare il gruppo freno sulla scatola centrale e serrare le viti (25) alla coppia di 4.5 danm. In presenza di freno negativo, prima di procedere alle successive operazioni, alimentare con una pressione di almeno 15 bar (massimo 30 bar) il circuito del freno negativo, quindi con un martello in gomma riportare il pistone del freno positivo (13) in posizione iniziale in battuta sul piano interno, dato che 43 / 66

Calettatori per attrito SIT-LOCK

Calettatori per attrito SIT-LOCK Calettatori per attrito INDICE Calettatori per attrito Pag. Vantaggi e prestazioni dei 107 Procedura di calcolo dei calettatori 107 Gamma disponibile dei calettatori Calettatori 1 - Non autocentranti 108-109

Dettagli

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità.

Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. Tagliando Manutentivo Km. 10.000/30.000/50.000 XP500 TMAX. Avendo effettuato il tagliando di cui sopra al mio mezzo ho pensato di realizzare questo semplice DOC per chi ne avesse necessità. IMPORTANTE:

Dettagli

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg

TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312. Polg TAV. 393 - MOLT I PL I CATORE T 312 Polg 'Tay. 393 11 97 I T 312 con pto passante Sax 1600-1800-2100 - Tex 2300-2700 - Nico Pos. Codice Denominazione 1 0.312.3001.00 albero passante 2 07.0.069 paraolio

Dettagli

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici

Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici Manuale di installazione, manutenzione ed assistenza dei freni a disco idraulici HFX-Mag HFX-Mag Plus HFX-9 HFX-9 HD Informazioni sulla sicurezza Questo tipo di freno è stato progettato per l uso su mountain

Dettagli

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H

Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H Istruzioni rapide per l esercizio di pompe idrauliche tipo LP azionate con aria compressa secondo D 7280 e D 7280 H 1. Aria compressa e attacco idraulico Fluido in pressione Azionamento Aria compressa,

Dettagli

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento

Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento Cuscinetti a strisciamento e a rotolamento La funzione dei cuscinetti a strisciamento e a rotolamento è quella di interporsi tra organi di macchina in rotazione reciproca. Questi elementi possono essere

Dettagli

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X)

Regolatore della soglia (RLC, RLT & X) Cannotto Tappo dell aria (forcelle ad aria) Regolatore dell escursione (TALAS) Manopola del precarico (forcelle a molla) Manopola del ritorno (tutte le forcelle) Levetta di bloccaggio (RL, RLC & RLT) Regolatore

Dettagli

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit

1 Sifoni per vasca da bagno Geberit Sifoni per vasca da bagno Geberit. Sistema.............................................. 4.. Introduzione............................................. 4.. Descrizione del sistema.................................

Dettagli

LISTINO MINIMOTO 2013

LISTINO MINIMOTO 2013 LISTINO MINIMOTO 2013 NOTE: - Il presente listino annulla e sostituisce qualsiasi precedente - I prezzi indicati si intendono trasporto ed assicurazione esclusi - BZM Trade Srl si riserva qualsiasi variazione

Dettagli

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.

C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt. C.F.R. srl Via Raimondo dalla Costa 625-41122 Modena (MO) - Italy Tel: +39 059 250837 - Fax: +39 059 281655 / 2861223 E-mail : info@cfritalt.com www.cfritaly.com È vietata la riproduzione o la traduzione

Dettagli

Istruzioni di manutenzione

Istruzioni di manutenzione Istruzioni di manutenzione NB/NBG 1. Identificazione... 2 1.1 Targhetta di identificazione... 2 1.2 Descrizione del modello... 3 1.3 Movimentazione... 4 2. Smontaggio e montaggio... 5 2.1 Informazioni

Dettagli

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW

10s CATENA 1 - SPECIFICHE TECNICHE 2 - COMPATIBILITA ATTENZIONE! ATTENZIONE! HD-LINK ULTRA-NARROW CN-RE400 CX 10 ULTRA NARROW CATNA 10s ULTRA NARROW 1 - SPCIFICH TCNICH 2 - COMPATIBILITA CX 10 HD-LINK ULTRA-NARROW CN-R400 L utilizzo di pignoni e ingranaggi non "Campagnolo" può danneggiare la catena. Una catena danneggiata può

Dettagli

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta

Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Z750 Z750 ABS Manuale di assemblaggio e preparazione della motocicletta Premessa Per una efficiente spedizione dei veicoli Kawasaki, prima dell imballaggio questi vengono parzialmente smontati. Dal momento

Dettagli

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT)

PT-27. Torcia per il taglio con arco al plasma. Manuale di istruzioni (IT) PT-27 Torcia per il taglio con arco al plasma Manuale di istruzioni (IT) 0558005270 186 INDICE Sezione/Titolo Pagina 1.0 Precauzioni per la sicurezza........................................................................

Dettagli

Manuale di installazione, uso e manutenzione

Manuale di installazione, uso e manutenzione Industrial Process Manuale di installazione, uso e manutenzione Valvole azionato con volantino (903, 913, 963) Sommario Sommario Introduzione e sicurezza...2 Livelli dei messaggi di sicurezza...2 Salute

Dettagli

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1

OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 OWNER S MANUAL WHEELS PART 1 Leggete attentamente le istruzioni riportate nel presente manuale. Questo manuale è parte integrante del prodotto e deve essere conservato in un luogo sicuro per future consultazioni.

Dettagli

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano

SERIE TK20 MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano SERIE MANUALE DI ASSEMBLAGGIO Italiano PAG. 1 ESPLOSO ANTA MOBILE VISTA LATO AUTOMATISMO PAG. 2 MONTAGGIO GUARNIZIONE SU VETRO (ANTA MOBILE E ANTA FISSA) Attrezzi e materiali da utilizzare per il montaggio:

Dettagli

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002

GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 GIUNTO A DISCHI KD2 & KD20 Istruzioni per l Installazione e l Allineamento Modulo 15-111 APRILE 2002 Emerson Power Transmission KOP-FLEX, INC., P.O. BOX 1696 BALTIMORE MARYLAND 21203, (419) 768 2000 KOP-FLEX

Dettagli

Manuale dell operatore

Manuale dell operatore Technical Publications 20 Z-30 20HD Z-30 Manuale dell operatore Modelli precedenti al numero di serie 2214 First Edition, Second Printing Part No. 19052IT Sommario Pagina Norme di sicurezza... 3 Controllo

Dettagli

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI

Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI Identificazione delle parti IL CARBURATORE SI A) Vite di regolazione del minimo. B) Getto MAX C) Getto MIN D) Vite corta coperchio camera del galleggiante E) Vite lunga coperchio camera del galleggiante

Dettagli

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN

PART 1 PART 1. Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN RUOTE - WHEELS - LAUFRÄDER ROUES - RUEDAS - WIELEN Manuale Uso e Manutenzione Ownerʼs Manual Bedienungs-Anleitung PART 1 PART 1 Manuel dʼinstructions et dʼentretien Manuel de Uso y Manutención Handleiding

Dettagli

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica

Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C. Informazione tecnica Cuscinetti radiali rigidi a sfere ad una corona Generation C Informazione tecnica Indice Caratteristiche 2 Vantaggi dei cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C 2 Tenuta e lubrificazione 2 Temperatura

Dettagli

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT

Valore Unitario. Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore TOT Cod. fornit. Descrizione Quant. Valore Unitario Valore TOT 61586404 Adattatore contagiri 370 6 45,47 272,82 4721456 Adattatore tachimetro 370 3 37,02 111,06 Alberino cronotachimetro 370 1 6,32 6,32 1905228

Dettagli

Hawos Pegasus 230 Volt

Hawos Pegasus 230 Volt olt Pagina 2 Pagina 3 Pagina 3 Pagina 4 Pagina 5 Pagina 5 Pagina 6 Pagina 6/7 Pagina 7 Pagina 7 Pagina 8 Introduzione a Pegasus Scegliere le dimensioni della macinatura Iniziare e terminare il processo

Dettagli

MANUALE D USO MB3195-IT-B

MANUALE D USO MB3195-IT-B MANUALE D USO IT -B Introduzione Ci congratuliamo con voi per aver acquistato questa nuova sedia a rotelle. La qualità e la funzionalità sono le caratteristiche fondamentali di tutte le sedie a rotelle

Dettagli

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO

MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Schede tecniche Moduli Solari MODULO SOLARE A DUE VIE PER IMPIANTI SVUOTAMENTO Il gruppo con circolatore solare da 1 (180 mm), completamente montato e collaudato, consiste di: RITORNO: Misuratore regolatore

Dettagli

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa

Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp. Erkopress 300 Tp-ci. Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Istruzioni di impiego: Erkopress 300 Tp Erkopress 300 Tp-ci Apparecchio di termostampaggio da collegare a sistemi di aria compressa Apparecchio di termostampaggio con compressore integrato e riserva di

Dettagli

Guida alla scelta di motori a corrente continua

Guida alla scelta di motori a corrente continua Motori Motori in in corrente corrente continua continua 5 Guida alla scelta di motori a corrente continua Riddutore Coppia massima (Nm)! Tipo di riduttore!,5, 8 8 8 Potenza utile (W) Motore diretto (Nm)

Dettagli

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17)

Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) FILTRI OLEODINAMICI Filtri sul ritorno con cartuccia avvitabile Pressione: Max di esercizio 12 bar (175 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Di scoppio 20 bar (290 psi) (secondo NFPA T 3.10.17) Corpo filtro Attacchi:

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

: acciaio (flangia in lega d alluminio)

: acciaio (flangia in lega d alluminio) FILTRI OLEODINAMICI Filtri in linea per media pressione, con cartuccia avvitabile Informazioni tecniche Pressione: Max di esercizio (secondo NFPA T 3.1.17): FA-4-1x: 34,5 bar (5 psi) FA-4-21: 24 bar (348

Dettagli

SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI

SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI SU-IM-IE SUPPORTI E INNESTI Catalogo Tecnico Dicembre web edition L azienda Brevini Fluid Power è stata costituita nel a Reggio Emilia dove mantiene la sua sede centrale. Brevini Fluid Power produce componenti

Dettagli

Cuscinetti SKF con Solid Oil

Cuscinetti SKF con Solid Oil Cuscinetti SKF con Solid Oil La terza alternativa per la lubrificazione The Power of Knowledge Engineering Cuscinetti SKF con Solid Oil la terza alternativa di lubrificazione Esistono tre metodi per erogare

Dettagli

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1

Modell 8108.1 H D. Modell 8108.1. Modell 8108.1. Modell 8108.1 ie gelieferten bbildungen sind teilweise in arbe. Nur die Vorschaubilder sind in raustufen. ei ruckdatenerstellung bitte beachten, dass man die ilder ggf. in raustufen umwandelt. 햽 햾 Vielen ank 12.0/2010

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5

Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Piccoli attuatori elettrici angolari 2SG5 Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Edizione 05.13 Tutti i diritti riservati! Indice Istruzioni per l uso supplementari SIPOS 5 Indice Indice 1 Informazioni

Dettagli

Guide a sfere su rotaia

Guide a sfere su rotaia Guide a sfere su rotaia RI 82 202/2003-04 The Drive & Control Company Rexroth Tecnica del movimento lineare Guide a sfere su rotaia Guide a rulli su rotaia Guide lineari con manicotti a sfere Guide a sfere

Dettagli

INJEX - Iniezione senza ago

INJEX - Iniezione senza ago il sistema per le iniezioni senz ago INJEX - Iniezione senza ago Riempire le ampolle di INJEX dalla penna o dalla cartuccia dalle fiale con la penna Passo dopo Passo Per un iniezione senza ago il sistema

Dettagli

Diagnostica dei danni

Diagnostica dei danni Diagnostica dei danni Principi guida per la valutazione dei guasti ai cuscinetti ruota Autovetture Introduzione Indice Osservazioni generali Introduzione 2-5 Diagnostica dei danni 6-9 Istruzioni di montaggio

Dettagli

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10

Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Accessori per inverter SMA Kit ventola aggiuntiva FANKIT01-10 Istruzioni per l installazione FANKIT01-IA-it-12 IMIT-FANK-TL21 Versione 1.2 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Indicazioni relative

Dettagli

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg

15R-8 PC15R-8 PC15R-8. POTENZA NETTA SAE J1349 11,4 kw - 15,3 HP M INIESCAVATORE. PESO OPERATIVO Da 1.575 kg a 1.775 kg PC 15R-8 PC15R-8 PC15R-8 M INIESCAVATRE PTENZA NETTA SAE J149 11,4 kw - 15, HP PES PERATIV Da 1.575 kg a 1.775 kg M INIESCAVATRE LA TECNLGIA PRENDE FRMA Frutto della tecnologia e dell esperienza KMATSU,

Dettagli

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione

Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 3.347.5275.106 IM-P148-39 ST Ed. 1 IT - 2004 Scaricatori di condensa per aria compressa e gas CAS 14 e CAS 14S - ½, ¾ e 1 Istruzioni di installazione e manutenzione 1. Informazioni generali per la sicurezza

Dettagli

AVVER. Si raccomanda, dopo la prima ora di allenamento, di controllare tutti i serraggi, con particolare attenzione a:

AVVER. Si raccomanda, dopo la prima ora di allenamento, di controllare tutti i serraggi, con particolare attenzione a: EVO Grazie per la fiducia accordata e buon divertimento. Con questo libretto abbiamo voluto darle le informazioni necessarie per un corretto uso e una buona manutenzione della Sua moto. dati e le caratteristiche

Dettagli

LIBRETTO D ISTRUZIONI

LIBRETTO D ISTRUZIONI I LIBRETTO D ISTRUZIONI APRICANCELLO SCORREVOLE ELETTROMECCANICO girri 130 VISTA IN SEZIONE DEL GRUPPO RIDUTTORE GIRRI 130 ELETTROMECCANICO PER CANCELLI SCORREVOLI COPERCHIO COFANO SUPPORTO COFANO SCATOLA

Dettagli

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr

ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 04.07.2006 9:56:34 Uhr ITALIANO SANO Liftkar SAL 2006 RZ.indd 1 04.07.2006 9:56:34 Uhr 1 LIFTKAR, il carrello motorizzato saliscale e MODULKAR, il carrello manuale. 2 3 Caratteristiche principali: 1) Tubolare in Alluminio in

Dettagli

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6

Sistema FS Uno Istruzione di montaggio. 1 Generalità 2. 2 Palificazione 3. 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4. 4 Elenco dei componenti 6 Sistema FS Uno Istruzione di montaggio CONTENUTO Pagina 1 Generalità 2 2 Palificazione 3 3 Montaggio dei singoli gruppi dei componenti 4 4 Elenco dei componenti 6 5 Rappresentazione esplosa del sistema

Dettagli

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2...

CB 1 CB 2. Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... CB 1 CB 2 Manuale di istruzioni 810737-00 Valvola di non ritorno a clapet 1..., CB 2... 1 Indice Note importanti Pagina Corretto impiego...8 Note di sicurezza...8 Pericolo...8 Applicabilità secondo articolo

Dettagli

UNA 23 UNA 25 UNA 26 UNA 27

UNA 23 UNA 25 UNA 26 UNA 27 GESTRA Steam Systems UNA 23 UNA 25 UNA 26 UNA 27 I Manuale di istruzioni 818642-00 Scaricatori di condensa UNA 23, UNA 25, UNA 26, UNA 26h Acciaio Inox, UNA 27h Indice Note importanti Pagina Corretto impiego...4

Dettagli

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso

Rider 15V2s AWD. Istruzioni per l uso Rider 15V2 Istruzioni per l uso Rider 15V2 AWD Rider 15V2s AWD Prima di usare la macchina, leggere per intero le istruzioni per l uso e accertarsi di averne compreso il contenuto. Italian INDICE Indice

Dettagli

LE VALVOLE PNEUMATICHE

LE VALVOLE PNEUMATICHE LE VALVOLE PNEUMATICHE Generalità Le valvole sono apparecchi per il comando, per la regolazione della partenza, arresto e direzione, nonché della pressione e passaggio di un fluido proveniente da una pompa

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

MANUALE USO E MANUTENZIONE

MANUALE USO E MANUTENZIONE DAL DEGAN 0 MANUALE USO E MANUTENZIONE POMPE A MEMBRANA SERIE DL DL DL DL 0 DL 0 DL DL DL 0 DL 0 DL 0 LEGGERE ATTENTAMENTE LE ISTRUZIONI PRIMA DI USARE LA POMPA IDENTIFICAZIONE COMPONENTI DL DL DL DL 0

Dettagli

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI

MANUALE DI ISTRUZIONI PRESSOSTATI DIFFERENZIALI Rev. 5 01/07 PRESSOSTATI DIFFERENZIALI STAGNI: SERIE DW Modelli DW40, DW100 e DW160 A PROVA DI ESPLOSIONE: SERIE DA Modelli DA40, DA100 e DA160 A B Modelli DW10 ingresso cavi PESO 6,2 kg A B Modelli DA10

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA

2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2. FONDAMENTI DELLA TECNOLOGIA 2.1 Principio del processo La saldatura a resistenza a pressione si fonda sulla produzione di una giunzione intima, per effetto dell energia termica e meccanica. L energia

Dettagli

Guida alle situazioni di emergenza

Guida alle situazioni di emergenza Guida alle situazioni di emergenza 2047 DAF Trucks N.V., Eindhoven, Paesi Bassi. Nell interesse di un continuo sviluppo dei propri prodotti, DAF si riserva il diritto di modificarne le specifiche o l

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

Richiesta ai Clienti

Richiesta ai Clienti Richiesta ai Clienti Tutte le riparazioni eseguite su questo orologio, escludendo le riparazioni riguardanti il cinturino, devono essere effettuate dalla CITIZEN. Quando si desidera avere il vostro orologio

Dettagli

Modello: C147X01 - VENEZIA NESTLE' - INSTANT - 220 VOLT - 50 HZ - November 2004 - Europe Aggiornamento: November 2004

Modello: C147X01 - VENEZIA NESTLE' - INSTANT - 220 VOLT - 50 HZ - November 2004 - Europe Aggiornamento: November 2004 Tavola :01 - Porta, lato esterno Pag.: 1 Tavola :01 - Porta, lato esterno 1 0V1790 PORTA EXEC. NESTLE'VENEZIA (I) SOLO ITALIA 2 0V1791 PORTA FRONTALE NESTLE' VENEZIA VERSIONE FRONTALE 3 0V1936 PORTA EXEC.

Dettagli

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari

Catalogo profili per strutture e banchi e linee modulari Profilati in alluminio a disegno/standard/speciali Dissipatori di calore in barre Dissipatori di calore ad ALTO RENDIMENTO Dissipatori di calore per LED Dissipatori di calore lavorati a disegno e anodizzati

Dettagli

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv )

Sede Legale: Via Forche 2/A Castelfranco V.to. (Tv) Sede Amministrativa: Via G. Verdi 6/A 31050 Vedelago ( Tv ) SIVIERA GIREVOLE A RIBALTAMENTO IDRAULICO BREVETTATA TRASPORTABILE CON MULETTO MODELLO S.A.F.-SIV-R-G SIVIERA A RIBALTAMENTO MANUALE MODELLO S.A.F. SIV-R1-R2 1 DESCRIZIONE DELLA SIVIERA Si è sempre pensato

Dettagli

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES

Sistem Cube PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES LIMITED WARRANTY PICCOLI APPARTAMENTI, LOCALI HOBBY, GARAGES Sistem Cube La centrale Sistem Cube è una soluzione geniale per tutti gli spazi ridotti. Compattezza, razionalità e potenza la rendono adatta

Dettagli

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata)

Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) Guida all applicazione (spruzzatura ad aria nebulizzata) 1 Spruzzo convenzionale (aria nebulizzata) Una pistola a spruzzo convenzionale è uno strumento che utilizza aria compressa per atomizzare ( nebulizzare

Dettagli

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule

ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO. Ing. Guido Saule 1 ELEMENTI DI RISCHIO ELETTRICO Ing. Guido Saule Valori delle tensioni nominali di esercizio delle macchine ed impianti elettrici 2 - sistemi di Categoria 0 (zero), chiamati anche a bassissima tensione,

Dettagli

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO

1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO GUIDA AL CONFEZIONAMENTO 1. IMBALLAGGIO E CONFEZIONAMENTO Si devono rispettare i limiti massimi di dimensioni e peso indicati nella tabella: prodotto limite massimo di peso dimensioni massime Pacco ordinario

Dettagli

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7.

Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Placca a maglia LCP ad angolo variabile 2.4/2.7. Parte del sistema LCP ad angolo variabile per avampiede/ mesopiede 2.4/2.7. Tecnica chirurgica La pubblicazione non è prevista per la distribuzione negli

Dettagli

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio

Valvole di controllo. per ogni tipo di servizio Valvole di controllo per ogni tipo di servizio v a l v o l e d i c o n t r o l l o Valvole di controllo per ogni tipo di servizio Spirax Sarco è in grado di fornire una gamma completa di valvole di controllo

Dettagli

Valvole ED ed EAD Fisher easy-e da CL125 a CL600

Valvole ED ed EAD Fisher easy-e da CL125 a CL600 Manuale di istruzioni Valvola ED Valvole ED ed EAD Fisher easy-e da CL25 a CL600 Sommario Introduzione... Scopo del manuale... Descrizione... 2 Specifiche... 2 Servizi educativi... 3 Installazione... 3

Dettagli

Sostituzione del contatore di energia elettrica

Sostituzione del contatore di energia elettrica Istruzioni di montaggio per il personale specializzato VIESMANN Sostituzione del contatore di energia elettrica per Vitotwin 300-W, tipo C3HA, C3HB e C3HC e Vitovalor 300-P, tipo C3TA Avvertenze sulla

Dettagli

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base

Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa. Corso base Principio di funzionamento di sistemi frenanti ad aria compressa Alle seguenti pagine trovate una descrizione del principio di funzionamento generale dei sistemi frenanti ad aria compressa installati in

Dettagli

Manuale dell'operatore

Manuale dell'operatore Manuale dell'operatore con informazioni sulla manutenzione Second Edition Fifth Printing Part No. 82785IT CE Models Manuale dell operatore Seconda edizione Quinta ristampa Importante Leggere, comprendere

Dettagli

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica

Guarnizioni per oleodinamica e pneumatica Raschiatori NBR/FPM DAS, DP6, DP, DP, DRS, DWR Guarnizioni a labbro NBR/FPM /, /M, /M, M, H, C Bonded seal NBR-metallo Guarnizioni a pacco in goa-tela TO, TG, TEO Guarnizioni per pistoni in poliuretano,

Dettagli

Cos è uno scaricatore di condensa?

Cos è uno scaricatore di condensa? Cos è uno scaricatore di condensa? Una valvola automatica di controllo dello scarico di condensa usata in un sistema a vapore Perchè si usa uno scaricatore di condensa? Per eliminare la condensa ed i gas

Dettagli

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza

V90-3,0 MW. Più efficienza per generare più potenza V90-3,0 MW Più efficienza per generare più potenza Innovazioni nella tecnologia delle pale 3 x 44 metri di efficienza operativa Nello sviluppo della turbina V90 abbiamo puntato alla massima efficienza

Dettagli

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA.

PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI BMW/MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. PUNTATE ALLE STELLE. INFORMAZIONI SU RUOTE COMPLETE E PNEUMATICI ORIGINALI /MINI CON IL MARCHIO DELLA STELLA. Switzerland PNEUMATICI SU MISURA. Lo sviluppo di uno pneumatico originale /MINI ha inizio già

Dettagli

Guida agli Oblo e Osteriggi

Guida agli Oblo e Osteriggi Guida agli Oblo e Osteriggi www.lewmar.com Introduzione L installazione o la sostituzione di un boccaporto o oblò può rivelarsi una procedura semplice e gratificante. Seguendo queste chiare istruzioni,

Dettagli

TOASTER. Istruzioni per l uso

TOASTER. Istruzioni per l uso TOASTER Istruzioni per l uso 5 4 3 1 6 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO 1) Manopola temporizzatore 2) Tasto Stop 3) Leva di accensione 4) Bocche di caricamento 5) Pinze per toast 6) Raccoglibriciole estraibile

Dettagli

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA

12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA MANUALE DI RIPARAZIONE Motori serie12 LD cod. 1-5302-489_ 3 ed. 12LD 435-2 12LD 435-2/B1 12LD 475-2 12LD 475-2 EPA - REGISTRAZIONE MODIFICHE AL DOCUMENTO Qualsiasi modifica di questo documento deve essere

Dettagli

MANUTENZIONE EDIZIONE 09-2010

MANUTENZIONE EDIZIONE 09-2010 MANUTENZIONE EDIZIONE 09-2010 TRATTORI delle serie 6000, 6010 e 6020 CATALOGO PARTI DI MANUTENZIONE (TRATTORI SERIE 6000, 6010, 6020) CODES USED IN "REMARKS" COLUMN FOR MAINTENANCE CATALOGS CODES UTILISES

Dettagli

400.001 IVECO. Gearbox Old Generation. Models E 100. Date 05/2007 File IVE0014.Pdf

400.001 IVECO. Gearbox Old Generation. Models E 100. Date 05/2007 File IVE0014.Pdf 400.001 IVECO Gearbox Old Generation Models E 100 05/2007 File IVE0014.Pdf Adattabile a : Suitable To : IVECO 1 Modelli Cambio/ Gearbox Models E 100 1 2 3 4 5 26 Models 9 10 6 7 44 27 45 49 51 46 8 28

Dettagli

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso

V-ZUG SA. Cappa aspirante DW-SE/DI-SE. Istruzioni per l uso V-ZUG SA Cappa aspirante DW-SE/DI-SE Istruzioni per l uso Grazie per aver scelto uno dei nostri prodotti. Il vostro apparecchio soddisfa elevate esigenze, e il suo uso è molto semplice. E tuttavia necessario

Dettagli

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere

Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Guide Guide su rotelle, guide su sfera Quadro, e sistema di estrazione portatastiere Sommario Kit di assemblaggio InnoTech 2-3 Guida Quadro 6-7 Guide su sfere 8-11 Guide su rotelle 12-13 Portatastiere

Dettagli

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300

Elettrovalvole a comando diretto Serie 300 Elettrovalvole a comando diretto Serie 00 Minielettrovalvole 0 mm Microelettrovalvole 5 mm Microelettrovalvole mm Microelettrovalvole mm Modulari Microelettrovalvole mm Bistabili Elettropilota CNOMO 0

Dettagli

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C

Maggiore efficienza per i motori elettrici. Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C Maggiore efficienza per i motori elettrici Cuscinetti FAG radiali rigidi a sfere Generation C E l e v a t i v a n t a g g i p e r i l C l i e n t e I cuscinetti radiali rigidi a sfere Generation C... 35

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE

COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE COME FAR FUNZIONARE IL CONGELATORE In questo congelatore possono essere conservati alimenti già congelati ed essere congelati alimenti freschi. Messa in funzione del congelatore Non occorre impostare la

Dettagli

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario

Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Test di ergonomia Valutazione del carico posturale nel lavoro sedentario Il lavoro sedentario può essere all origine di vari disturbi, soprattutto se il posto di lavoro è concepito secondo criteri non

Dettagli

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale

I Leader nella Tecnologia dell'agitazione. Agitatori ad Entrata Laterale I Leader nella Tecnologia dell'agitazione Agitatori ad Entrata Laterale Soluzione completa per Agitatori Laterali Lightnin e' leader mondiale nel campo dell'agitazione. Plenty e' il leader di mercato per

Dettagli

Grey Whale 200 EFI Fin Whale 225 EFI MANUALE D'OFFICINA

Grey Whale 200 EFI Fin Whale 225 EFI MANUALE D'OFFICINA Grey Whale 00 EFI Fin Whale EFI MANUALE D'OFFICINA AVVERTENZA Questo manuale è stato redatto dalla Selva principalmente per l utilizzo da parte dei concessionari Selva e dei loro tecnici esperti nella

Dettagli

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag.

DEM8.5/10. Istruzioni per l uso...pag. 2. Use and maintenance manual...pag. 11. Mode d emploi et d entretien...pag. 20. Betriebsanleitung...pag. DEM8.5/10 Istruzioni per l uso............pag. 2 Use and maintenance manual....pag. 11 Mode d emploi et d entretien.....pag. 20 Betriebsanleitung.............pag. 29 Gebruiksaanwijzing..............pag.

Dettagli

Wahoo 15 Wahoo 20 MANUALE DI ASSISTENZA

Wahoo 15 Wahoo 20 MANUALE DI ASSISTENZA Wahoo Wahoo 0 MNULE DI SSISTENZ VVETENZ Questo manuale è stato redatto dalla Selva principalmente per l utilizzo da parte dei concessionari Selva e dei loro tecnici esperti nella manutenzione e nella riparazione

Dettagli

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849

Istruzioni supplementari. Adattatore con tubo schermante. per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm. Document ID: 34849 Istruzioni supplementari Adattatore con tubo schermante per VEGACAL 63, 64/VEGACAP 63 Stilo-ø 16 mm Document ID: 34849 1 Descrizione del prodotto 1 Descrizione del prodotto L'adattatore con tubo schermante

Dettagli

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia

BacPac con LCD. Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia BacPac con LCD Manuale dell utente + Informazioni sulla garanzia AGGIORNAMENTO FIRMWARE Per determinare se è necessario effettuare un aggiornamento del firmware, seguire questi passi: Con l apparecchio

Dettagli

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT

Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Sensore di temperatura ambiente TEMPSENSOR-AMBIENT Istruzioni per l'installazione TempsensorAmb-IIT110610 98-0042610 Versione 1.0 IT SMA Solar Technology AG Indice Indice 1 Avvertenze su queste istruzioni.....................

Dettagli

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore.

Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Tecnica chirurgica Axon. Sistema d impianto con caricamento dall alto per la stabilizzazione posteriore della colonna cervicale e toracica superiore. Sommario Principi AO ASIF 4 Indicazioni e controindicazioni

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI

OPERE SPECIALI PREFABBRICATI OPERE SPECIALI PREFABBRICATI (Circ. Min. 13/82) ISTRUZIONI SCRITTE (Articolo 21) Il fornitore dei prefabbricati e della ditta di montaggio, ciascuno per i settori di loro specifica competenza, sono tenuti

Dettagli

Impianti aspirapolvere centralizzati

Impianti aspirapolvere centralizzati ISTRUZIONI PER L USO CENTRALI ASPIRANTI MOD. DS SUPER COMPACT MOD. DS SUPER COMPACT 1,5 MOD. DS SUPER COMPACT 2,2 MOD. DS SUPER COMPACT TURBO 2,2 MOD. DS SUPER COMPACT TURBO 4,5i Copyright by DISAN S.r.l.

Dettagli

Valvole KSB a flusso avviato

Valvole KSB a flusso avviato Valvole Valvole KSB a flusso avviato Valvole KSB di ritegno Valvole Idrocentro Valvole a farfalla Valvole a sfera Valvoleintercettazionesaracinesca Valvole di ritegno Giunti elastici in gomma Compensatori

Dettagli