Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download ""

Transcript

1 ESPERIENZA DI RECUPERO RAEE R.A.E.E. ( Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) BRENNO PINOTTI (Presidente TRED CARPI) COMUNI RICICLONI Emilia-Romagna Bologna 5 Febbraio 2010

2 DI COSA PARLIAMO BENI DUREVOLI DISMESSI (D.LGS n 22/97 22/97-Ronchi) FRIGORIFERI, CONGELATORI E SURGELATORI CONDIZIONATORI TELEVISORI PERSONAL COMPUTER LAVATRICI E LAVASTOVIGLIE. RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE (RAEE) (Direttiva 2002/96/CE e D.LGS. n 151/2005) 1) GRANDI ELETTRODOMESTICI 2) PICCOLI ELETTRODOMESTICI 3) APPARECCHIATURE INFORMATICHE E PER TELECOMUNICAZIONI 4) APPARECCHIATURE DI CONSUMO 5) APPARECCHIATURE DI ILLUMINAZIONE 6) STRUMENTI ELETTRICI ED ELETTRONICI (esclusi utensili industriali fissi) 7) GIOCATTOLI ED APPARECCHIATURE PER LO SPORT E TEMPO LIBERO 8) DISPOSITIVI MEDICI (esclusi prodotti impiantati e infettati) 9) STRUMENTI DI MONITORAGGIO E DI CONTROLLO 10) DISTRIBUTORI AUTOMATICI

3 DEFINIZIONI E CLASSIFICAZIONI RAEE: i rifiuti di apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento, da correnti elettriche e da campi elettromagnetici e di apparecchiature di generazione, e e, di trasferimento e e di misura di questi campi e correnti. REIMPIEGO: RICICLAGGIO: TRATTAMENTO: le operazioni per le quali i RAEE o loro componenti sono utilizzati allo stesso scopo per cui le apparecchiature erano state originariamente concepite. il ritrattamento in un processo produttivo dei materiali di rifiuto per la loro funzione originaria o per altri fini, escluso il recupero di energia. le attività eseguite dopo la consegna ad un impianto, in cui si eseguono alcune attività quali: eliminazione degli inquinanti, disinquinamento, smontaggio, frantumazione, recupero o preparazione per lo smaltimento. RAEE DOMESTICI: RAEE PROFESSIONALI: i RAEE originati da nuclei domestici o di altra origine o tipo analoghi, per natura e qualità, a quelli originati dai nuclei domestici. i RAEE non provenienti da nuclei domestici e non assimilati ai RAEE domestici.

4 DI QUANTO PARLIAMO Produzione pro capite: Kg/anno Di cui domestici: Kg/anno PRODUZIONE TOTALE ITALIA (stima 2009): Di cui domestici: ton/anno circa ton/anno circa Di cui raccolte in modo differenziato ton (3 kg. ab/anno) * e sottoposte a trattamento/recupero: La restante parte (=75%): (di cui pericolosi) in discarica o inceneritore COMPOSIZIONE RAEE DOMESTICI: REGIONE EMILIA ROMAGNA (dati 2008) Produzione presunta RAEE domestici: Attualmente a recupero: Conferite e trattate a TRED CARPI : 2/3 grandi elettrodomestici di cui 1/3 frigo/congelatori e 2/3 bianco non pericoloso ton/anno ton/anno (4 kg.ab/a) ton/anno * L obiettivo fissato dalla legge è di 4 kg. abitante/anno entro

5 DI QUALI RISCHI PARLIAMO (CONNESSI A SMALTIMENTO NON CORRETTO O A TRATTAMENTO INAPPROPRIATO) DIFFUSIONE NELL AMBIENTE DI SOSTANZE PERICOLOSE PER LA SALUTE PUBBLICA DISTRUZIONE O COMUNQUE SPRECO DI MATERIALI RIUTILIZZABILI NEL CICLO PRODUTTIVO DI NUOVI BENI, CON CONSEGUENTE DEPAUPERAMENTO DI RISORSE LIMITATE (metalli,petrolio,minerali) TRATTAMENTO NON APPROPRIATO: cannibalizzazione delle apparecchiature macinazione carcasse frigo in ambiente aperto, incompleta rimozione dei fluidi e dei componenti nocivi. SMALTIMENTO NON CORRETTO: in generale lo smaltimento effettuato unitamente ai rifiuti urbani (collocazione in discarica o termodistruzione) Il potenziale inquinante (CFC e HCFC) prodotto in Italia e lesivo dello strato di ozono stratosferico è valutabile in circa ton/anno La contaminazione i ambientale derivante da un non corretto smaltimento t dei RAEE riguarda tutte le matrici ambientali.

6 LE PRINCIPALI SOSTANZE NOCIVE PRESENTI NEI RAEE CFC/HCFC:i clorofluorocarburi e gli idroclorofluorocarburi sono presenti nei circuiti di refrigerazione di frigoriferi, congelatori e condizionatori, nonché nelle schiume poliuretaniche del rivestimento esterno (usati come espandenti delle resine). Sono in grado di raggiungere la stratosfera e di reagire con le molecole l di ozono o3 formando o2. Aumentano le radiazioni UV, causa di tumori della pelle, malattie degli occhi, indebolimento del sistema immunitario. PIOMBO: : contenuto nelle batterie e nelle saldature degli apparecchi si accumula nell ambiente ed entra nella catena alimentare. Causa danni al sistema nervoso centrale e periferico, effetti acuti e cronici a livello vascolare. CADMIO: : presente in componenti, semi conduttori, tubi catodici di vecchio tipo. È considerato cancerogeno. Causa danni irreversibili a reni e sistema osseo. MERCURIO: : lo troviamo in termosifoni, sensori, interruttori, attrezzature medicali, apparecchi di telecomunicazione. Si accumula negli organismi viventi ed entra nella catena alimentare. Causa danni al cervello e ai sistemi di coordinazione e bilanciamento. CROMO ESAVALENTE e PoliCromo Bifenili: : presenti nei ritardanti di fiamma bromurati di componenti ed AEE. Solubili in acqua, entrano nella catena alimentare. Considerati cancerogeni, causano reazioni allergiche e bronchiti asmatiche, possono attraversare la membrana cellulare e danneggiare il DNA.

7 IL QUADRO NORMATIVO Da beni durevoli dismessi (BDD) o rifiuti ingombranti (DLGS 22/97) a rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) (D.LGS 151/05). IL NUOVO REGIME GIURIDICO Raccolta differenziata ( > 4kg-abitante/anno) in capo ai comuni. Gestione post-raccolta (ritiro+trattamento+recupero) in capo ai produttori di AEE (sistemi collettivi). Ecocontributo o Visibile Fee. Obbligo del ritiro 1 contro 1 da parte dei distributori di AEE (inapplicato). Raggiungimento di specifici obiettivi di recupero e riciclaggio per categorie di RAEE. 5 raggruppamenti funzionali (di 10 categorie). Modalità di gestione negli impianti di trattamento. Ripetute proroghe e avvio zoppo dal 1 gennaio Accordo CdC RAEE -ANCI Problemi aperti : criteri di assimilazione ai RAEE domestici, gestione da parte dei distributori, frammentazione e disomogeneità sistemi collettivi, rete CdR, ecc..

8 TRATTAMENTO E RECUPERO Disassemblaggio componenti. Bonifica (estrazione e captazione CFC, rimozione condensatori, asportazione polveri fluorescenti ). Recupero (separazione materiali riciclabili: ferro, rame, alluminio, plastiche ) Valorizzazione (finissaggio, pulitura, selezione ). SCHEMI DI PROCESSO PRINCIPALI LINEA CFC - frigoriferi, congelatori,condizionatori LINEA ELETTRONICO - apparecchiature informatiche per comunicazioni LINEA CRT - televisori e monitor

9 OLII GAS COMPRESSORI ALLUMINIO RAME FERRO INTEGRO FRIGORIFERI E CONDIZIONATOR I DA CENTRI DI RACCOLTA BONIFICA DA OLIO EGAS (CFC - PENTANO) RIMOZIONE COMPRESSORI, PARTI MOBILI E SCAMBIATORI IN RAME/ALLUMINIO ACCIAIO INTEGRO ED INOX PARTI MOBILI CFC ADSORBIMENTO CFC MACINAZIONE POLIURETANO IMPIANTO DI TRITURAZIONE POLIURETANO FERRO TRITURATO BRICCHETTATURA POLIURETANO SEPARAZION E POLIURETAN O RAME/ALLUMINIO SEPARAZION E FERRO PLASTICHE FRIGO RAFFINAZIONE PLASTICHE SEPARAZIONE PLASTICA / RAME- ALLUMINIO RIFIUTI NON RECUPERABILI

10 SCARTI ALLA BONIFICA DEL TUBO CATODICO TUBI CATODICI INIZIO LINEA TV / MONITOR RIMOZIONE CAVI E SMONTAGGIO INVOLUCRO ESTERNO RIMOZIONE TUBO CATODICO E CHASSIS ELETTRONICO DA CENTRI DI RACCOLTA SEPARAZIONE ELETTRONICO CRT DA ELETTRONICO NON CRT CAVI E FERRO PLASTICHE ESTERNE LEGNO E SCARTI SCHEDE TV CHASSIS GIOGO SCHEDE PC COMPONENTI INIZIO LINEA NO RIMOZIONE CAVI E RIMOZIONE CHASSIS ED CRT SMONTAGGIO EVENTUALI COMPONENTI INVOLUCRO ESTERNO DI VALORE

11 POLVERI FLUORESCENTI FERRO INTEGRO VETRO CONO VETRO PANNELLO RIMOZIONE POLVERI FLUORESCENTI RIMOZIONE SCHERMATURA INTERNA RIMOZIONE VETRO CONO DALLA LINEA TV / MONITOR RIMOZIONE FASCIA ANTI IMPLOSIONE PULIZIA ESTERNA (ETICHETTE - CAVI - COLLE - ECC ) RIMOZIONE CANNONE TAGLIO TUBO CATODICO FERRO INTEGRO CAVI E CONNETTORI SCARTI CANNONE VETRO B/N

12 COSA SI RECUPERA E DOVE VA A FINIRE MATERIALE FERRO E ACCIAIO PLASTICHE ALLUMINIO RAME VETRO POLIURETANO CFC e HCFC POLVERI FLUORESCENTI OLI HD, FDD, SCHEDE PROVENIENZA RAEE IN GENERE RAEE IN GENERE RAEE IN GENERE RAEE IN GENERE TELEVISORI / MONITOR FRIGO CONGELATORI CONDIZIONATORI FRIGO CONGELATORI CONDIZIONATORI TUBI CATODICI TELEVISORI FRIGO CONGELATORI CONDIZIONATORI INFORMATICA DI CONSUMO DESTINAZIONE FONDERIA SELEZIONE/RIGENERAZIONE FONDERIA FONDERIA VETRERIA / MATERIALE ALTERNATIVO/CERAMICA RECUPERO ENERGETICO SMALTIMENTO SPECIFICO SMALTIMENTO SPECIFICO RIGENERAZIONE RECUPERO METALLI

13 CONCLUSIONI E PROPOSTE Il sistema di GESTIONE dei RAEE soffre di una INSUFFICIENTE INTEGRAZIONE e condivisione di criteri ed obiettivi tra tutti i soggetti della filiera. Ciò è causa di DISSERVIZI E CRITICITA di vario genere. PER MIGLIORARE IL SISTEMA: Impostare un SISTEMA ORGANIZZATIVO INTEGRATO della fase di RACCOLTA che risponda, in maniera razionale e regolamentata, alle esigenze dei distributori, degli installatori e dei centri di assistenza tecnica. Sviluppare un programma straordinario di SVILUPPO della RETE dei CENTRI di RACCOLTA che consenta un forte incremento della raccolta dei rifiuti e quindi anche dei RAEE. Realizzare iniziative di INFORMAZIONE e SENSIBILIZZAZIONE dei cittadini e dei consumatori sulla importanza della raccolta differenziata dei RAEE. VERIFICARE le modalità di impiego dell ECO-CONTRIBUTO CONTRIBUTO RAEE da parte dei consorzi dei produttori. Proporre ANALISI di SOSTENIBILITA ambientale ed economica dei modelli di gestione dei RAEE.

14 RICHIAMI STORICI L ESPERIENZA DI TRED CARPI DA PROGETTO DI LAVORI SOCIALMENTE UTILI (1997) AD IMPRESA INDUSTRIALE DEL RECUPERO (2000) IL RAPPORTO PUBBLICO PRIVATO (CSR-AIMAG/REFRI AIMAG/REFRI-UNIECO) LO SVILUPPO TECNOLOGICO E LA QUALITA (Certificazione ISO 9001 e 14001) I RICONOSCIMENTI (Premio ERA, Premio ECOHITECH AWARD, VETRINA DELLA SOSTENIBILITA ) I GRANDI NUMERI Oltre ton. di rifiuti trattati ( di cui di RAEE contenenti CFC) ton. di materiali recuperati e reimmessi alla produzione. 20 dipendenti. 6 milioni di di fatturato (nel 2008). 200 ton di CFC/ HCFC captati e avviati a smaltimento specifico. 10 ton di polveri fluorescenti da TV e monitor. RAPPORTO CON IL TERRITORIO MISTER TRED (promozione raccolta differenziata e cultura del recupero) PARCO ECOTECNOLOGICO ( valorizzazione chiusura del ciclo) IMPIANTI APERTI (trasparenza) LE PROSPETTIVE TV AL PLASMA E LCD FRIGO A PENTANO

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

Consorzio per lo smaltimento dei RAEE domestici e professionali. COME VENGONO SMALTITI I RAEE.

Consorzio per lo smaltimento dei RAEE domestici e professionali. COME VENGONO SMALTITI I RAEE. Consorzio per lo smaltimento dei RAEE domestici e professionali.. . 1) INTRODUZIONE 2) SOSTANZE NOCIVE CONTENUTE NEI RIFIUTI ELETTRICI ED ELETTRONICI a) CFC/HCFC b) Piombo c) Cadmio d) Mercurio e) Cromo

Dettagli

RAEE. Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche

RAEE. Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche RAEE Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche Questionario risultati Nella tua famiglia e' stato acquistato un grande elettrodomestico negli ultimi due anni? Si = 52 No= 7 Negli ultimi due

Dettagli

Area Comunicazione R.A.E.E. cosa SONO. come SI RAccOLgONO. cosa diventano

Area Comunicazione R.A.E.E. cosa SONO. come SI RAccOLgONO. cosa diventano Area Comunicazione R.A.E.E cosa SONO come SI RAccOLgONO cosa diventano I R.A.E.E. QUALI SONO? I R.A.E.E. sono apparecchiature non funzionanti o di cui ci si vuole disfare, alimentate elettricamente o con

Dettagli

Esperienze di gestione RAEE sulla base del rapporto costi/benefici

Esperienze di gestione RAEE sulla base del rapporto costi/benefici Esperienze di gestione RAEE sulla base del rapporto costi/benefici -Esempio di classificazione delle apparecchiature da smaltire - Esempio di organizzazione del servizio di smaltimento - Costi del servizio

Dettagli

Il corretto smaltimento dei beni dell information technology Il trattamento del tubo catodico

Il corretto smaltimento dei beni dell information technology Il trattamento del tubo catodico Il corretto smaltimento dei beni dell information technology Il trattamento del tubo catodico - La natura del problema In questi anni lo sviluppo tecnologico ha portato sul mercato nuove generazioni di

Dettagli

LA GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE METODI E TECNOLOGIE DI REIMPIEGO RECUPERO E RICICLAGGIO IL PROGETTO LIFE PIRR538

LA GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE METODI E TECNOLOGIE DI REIMPIEGO RECUPERO E RICICLAGGIO IL PROGETTO LIFE PIRR538 LA GESTIONE DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE METODI E TECNOLOGIE DI REIMPIEGO RECUPERO E RICICLAGGIO IL PROGETTO LIFE PIRR538 Gabriele Canè Amministratore Delegato Tred Carpi S.r.l.

Dettagli

PROGETTO LIFE N. 538 PIRR PIATTAFORMA INTEGRATA PER IL RECUPERO DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE

PROGETTO LIFE N. 538 PIRR PIATTAFORMA INTEGRATA PER IL RECUPERO DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE PROGETTO LIFE N. 538 PIRR PIATTAFORMA INTEGRATA PER IL RECUPERO DEI RIFIUTI DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE CRITERI INFORMATORI E OBIETTIVI DEL PROGETTO GABRIELE CANE AMMINISTRATORE DELEGATO

Dettagli

Introduzione al sistema italiano di gestione dei RAEE

Introduzione al sistema italiano di gestione dei RAEE Introduzione al sistema italiano di gestione dei RAEE 1/24 I - PREMESSA: I RAEE (1/3) I RAEE (rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche), secondo la normativa italiana in vigore, derivano da

Dettagli

Domande e risposte sulle politiche comunitarie nel settore dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche

Domande e risposte sulle politiche comunitarie nel settore dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche MEMO/05/248 Bruxelles, 11 agosto 2005 Domande e risposte sulle politiche comunitarie nel settore dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche 1) Quali sono i problemi causati dai rifiuti di

Dettagli

Via E. Segrè n.14 36034 Malo (VI) Tel./Fax 0445-581381 E-mail : info@seaecocentro.com Web : www.seaecocentro.com

Via E. Segrè n.14 36034 Malo (VI) Tel./Fax 0445-581381 E-mail : info@seaecocentro.com Web : www.seaecocentro.com S.E.A. srl Servizi Ecologici Ambientali investe costantemente in ricerca ed innovazione, ponendosi obiettivi sempre maggiori nelle percentuali di materie prime secondarie recuperate dal trattamento di

Dettagli

Schema di flusso Autorizzazioni stoccaggi e linee di trattamento Raecycle stabilimento di Cassino

Schema di flusso Autorizzazioni stoccaggi e linee di trattamento Raecycle stabilimento di Cassino Schema di flusso Autorizzazioni stoccaggi e linee di trattamento Raecycle stabilimento di Cassino Autorizzazione ex art. 208 D. Lgvo 152/2006 Det. n. G08763 del 17/06/2014 Gestione R1 A Frigoriferi Congelatori

Dettagli

RAEE, il contributo del riciclo agli obiettivi di Kyoto

RAEE, il contributo del riciclo agli obiettivi di Kyoto Una ricerca Ambiente Italia per Ecodom, Consorzio Italiano Recupero e Riciclaggio Elettrodomestici RAEE, il contributo del riciclo agli obiettivi di Kyoto Bilancio energetico-ambientale del recupero di

Dettagli

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI

RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI RAPPORTO SOSTENIBILITÀ 2014 SINTESI ci prendiamo cura dell ambiente in cui viviamo e abbiamo i numeri per farlo GLI OBIETTIVI DI ECODOM Eccellenza ambientale, efficienza operativa ed economica sono i

Dettagli

La normativa sui rifiuti di apparecchiature elettriche

La normativa sui rifiuti di apparecchiature elettriche La normativa sui rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) AIRI TUTORIAL MEETING TECNOLOGIE MODERNE ED EMERGENTI PER LE PMI Perché una regolamentazione La politica ambientale dell'unione

Dettagli

IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE

IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE IL CICLO INTEGRATO DELLA GESTIONE DEI RIFIUTI (raccolta, riciclo, recupero e smaltimento): SITUAZIONE E PROSPETTIVE Sassari, 1 luglio 2010 MODULO 2.3 LA GESTIONE DEI RAEE 1/31 I - PREMESSA: I RAEE (1/3)

Dettagli

MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE CONDIZIONATORI

MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE CONDIZIONATORI MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE CONDIZIONATORI Cenni storici Il climatizzatore nasce all inizio del secolo scorso, negli USA dagli studi dell ingegnere americano Willis Carrier il quale,

Dettagli

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg

DESCRIZIONE RIFIUTO SUL TOTEM. PUNTI Al Kg TABELLA A Allegato A Prog. TIPOLOGIA RIFIUTO CODICE CER DESCRIZIONE CER Limit. CDR : limitazione della tipologia di rifiuti conferibili al Centro di Raccolta rispetto alla tipologia descritta dal Codice

Dettagli

FRIGORIFERI E CONGELATORI

FRIGORIFERI E CONGELATORI MANUALE PER LE AZIENDE DI TRATTAMENTO DEL CDC RAEE FRIGORIFERI E CONGELATORI Cenni storici Frigoriferi e congelatori sono costituiti da una struttura in ferro e plastica, con pareti e porte. La carcassa

Dettagli

RAEE professionali. 4_Servizi RAEE professionali.

RAEE professionali. 4_Servizi RAEE professionali. RAEE professionali 4_Servizi RAEE professionali. Servizi RAEE professionali. Indice 1. cosa sono i RAEE 2. i raggruppamenti RAEE 3. RAEE professionali: definizione e casi pratici 4. gli obblighi del produttore

Dettagli

LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96 E LE NORME APPLICATIVE. Roberto Caggiano Federambiente Carpi, 27 maggio 2005

LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96 E LE NORME APPLICATIVE. Roberto Caggiano Federambiente Carpi, 27 maggio 2005 LA DIRETTIVA COMUNITARIA 2002/96 E LE NORME APPLICATIVE Roberto Caggiano Federambiente Carpi, 27 maggio 2005 Il Consiglio dei Ministri ha licenziato lo schema di Decreto legislativo di recepimento delle

Dettagli

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED

I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED I RAEE: RIFIUTI DA ELETTRICHE ED 10 IDEE APPARECCHIATURE ELETTRONICHE di Gaia Gusso Intervista al dottor Paolo Pipere, Responsabile Servizio Territorio, Ambiente e Cultura della Camera di Commercio Industria

Dettagli

Le problematiche del trattamento adeguato dei RAEE

Le problematiche del trattamento adeguato dei RAEE Le problematiche del trattamento adeguato dei RAEE Fabrizio D Amico Presidente CdC RAEE Forum RAEE 2014 ACCORDO TRATTAMENTO L Accordo per la qualità del trattamento dei RAEE è stato siglato nell aprile

Dettagli

CERTIFICAZIONE ROHS. aggiunta nella sezione tipi di certificazione

CERTIFICAZIONE ROHS. aggiunta nella sezione tipi di certificazione LaCertificazione CERTIFICAZIONE ROHS aggiunta nella sezione tipi di certificazione In un contesto dove l'evoluzione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche presenta una crescita esponenziale,

Dettagli

Il computer sostenibile

Il computer sostenibile Il computer sostenibile I computer sono ovunque; La magica e prefissa ai vari settori ci ha illuso che ogni attività possa diventare più efficiente, economica, immateriale, leggera, virtuale, in una parola:

Dettagli

Il decreto legislativo di recepimento delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE. Rosanna Laraia SERVIZIO RIFIUTI

Il decreto legislativo di recepimento delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE. Rosanna Laraia SERVIZIO RIFIUTI Il decreto legislativo di recepimento delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE Rosanna Laraia Il Consiglio dei Ministri n. 14 del 22 luglio 2005 ha approvato il D.Lgs. di recepimento delle

Dettagli

WORKSHOP Centri di Raccolta e Sistema RAEE. Pineto, 14 giugno 2013

WORKSHOP Centri di Raccolta e Sistema RAEE. Pineto, 14 giugno 2013 WORKSHOP Centri di Raccolta e Sistema RAEE Pineto, 14 giugno 2013 La gestione dei RAEE IL NUOVO e l Accordo ACCORDO di Programma DI PROGRAMMA ANCI Centro ANCI CdC di Coordinamento RAEE RAEE 111 INTRODUZIONE

Dettagli

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale

Il sistema di gestione dei RAEE in Italia Fabrizio D Amico, Direttore Generale Il sistema di gestione dei RAEE in Italia e Fabrizio D Amico, Direttore Generale Federchimica, Milano 19 ottobre 2010 Una complessa normativa di riferimento... La normativa RAEE La normativa sui rifiuti

Dettagli

Il network degli impianti ReMedia per il trattamento dei RAEE sul territorio italiano. Struttura operativa e performance LUGLIO 2009

Il network degli impianti ReMedia per il trattamento dei RAEE sul territorio italiano. Struttura operativa e performance LUGLIO 2009 LUGLIO 2009 Il network degli impianti ReMedia per il trattamento dei RAEE sul territorio italiano. Struttura operativa e performance Quaderni ReMedia 2 Il network degli impianti ReMedia per il trattamento

Dettagli

Servizi Ambientali per Banche ed Imprese. Forum Green Economy 2014. Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti.

Servizi Ambientali per Banche ed Imprese. Forum Green Economy 2014. Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti. Servizi Ambientali per Banche ed Imprese Raccolta, Riutilizzo e Recupero dei rifiuti. Forum Green Economy 2014 Roma 4/5 giugno 2014 relatore: Moreno Lolli coordinamento: Elena Mazzoni Un po di storia 1997

Dettagli

LA NUOVA DIRETTIVA RAEE

LA NUOVA DIRETTIVA RAEE LA NUOVA DIRETTIVA RAEE E stata pubblicata, sulla Gazzetta Ufficiale dell'unione europea, la nuova Direttiva 2012/19/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 4 luglio 2012, sui rifiuti di apparecchiature

Dettagli

RAEE PROFESSIONALI TORINO

RAEE PROFESSIONALI TORINO Provincia di Torino Area Ambiente RAEE PROFESSIONALI!&%!# ' TORINO D.Lgs. 151 del 25 luglio 2005 Attuazione delle direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE, relative alla riduzione dell'uso di sostanze

Dettagli

La nuova Normativa sul riciclo dei RAEE.

La nuova Normativa sul riciclo dei RAEE. 2 I RAEE, Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. Frigoriferi e climatizzatori, piccoli e grandi elettrodomestici, televisori e computer, apparecchiature audio/foto/video e lampade a risparmio

Dettagli

I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): risorsa e pericolo

I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): risorsa e pericolo Alessandra Bonoli I rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): risorsa e pericolo RAEE-DAY La gestione dei rifiuti informatici: l esperienza dell Ateneo di Bologna Bologna, 31 gennaio

Dettagli

Manuale B2B. Guida alla corretta gestione dei RAEE Professionali e dei RPA. Documento a cura di: Via Aldo Moro, 10-25124 Brescia. www.raecycle.

Manuale B2B. Guida alla corretta gestione dei RAEE Professionali e dei RPA. Documento a cura di: Via Aldo Moro, 10-25124 Brescia. www.raecycle. Manuale B2B Guida alla corretta gestione dei RAEE Professionali e dei RPA Documento a cura di: RAEcycle Via Aldo Moro, 10-25124 Brescia www.raecycle.it Contatti servizio B2B: Mail: b2b@raecycle.it Tel:

Dettagli

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE

COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE COMUNE DI OSTRA ASSESSORATO ALL AMBIENTE Approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 27/04/2012. INDICE Art. 1 Riferimenti Normativi Art. 2 Principi e finalità Art. 3 Campi di applicazione

Dettagli

L esperienza di UNIMORE nella gestione sostenibile dei RAEE

L esperienza di UNIMORE nella gestione sostenibile dei RAEE L esperienza di UNIMORE nella gestione sostenibile dei RAEE Leonarda Troiano Settore Consulenza Gestione Rifiuti Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia RAEE Le Università producono rifiuti da

Dettagli

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI

L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI L IMPORTANZA DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA E IL PERCORSO DEI RIFIUTI La raccolta differenziata è il modo migliore per preservare e mantenere le risorse naturali e salvaguardare l ambiente in cui viviamo.

Dettagli

Vecchi elettrodomestici, computer,

Vecchi elettrodomestici, computer, L aumento dei rifiuti elettronici nella società moderna Il massiccio uso della tecnologia moderna ha aperto nuove problematiche in materia di smaltimento dei rifiuti. Il quantitativo di RAEE complessivamente

Dettagli

La sicurezza per gli operatori degli impianti di trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE)

La sicurezza per gli operatori degli impianti di trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) La sicurezza per gli operatori degli impianti di trattamento dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (RAEE) Edizione 2010 Realizzato dall INAIL Autori A. Guercio, P. Fioretti, E. Incocciati,

Dettagli

Introduzione le operazioni di trasporto dai punti vendita ai centri di raccolta comunali sono in determinati casi - a carico dei distributori

Introduzione le operazioni di trasporto dai punti vendita ai centri di raccolta comunali sono in determinati casi - a carico dei distributori Introduzione Dal 18 giugno gli acquirenti di elettrodomestici e materiale elettrico ed elettronico (dalla tv al phon, dal frigo al forno, dal telefonino al computer) potranno consegnare gratuitamente le

Dettagli

Calcolo della Carbon Footprint della raccolta, del trasporto e del trattamento dei rifiuti gestiti dal consorzio Ecoped (RAEE e pile portatili)

Calcolo della Carbon Footprint della raccolta, del trasporto e del trattamento dei rifiuti gestiti dal consorzio Ecoped (RAEE e pile portatili) Calcolo della Carbon Footprint della raccolta, del trasporto e del trattamento dei rifiuti gestiti dal consorzio Ecoped (RAEE e pile portatili) Rev. 00 del 07.08.2015 Sistema di gestione per la qualità

Dettagli

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE

Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Allegato alla Delibera Di C. C. n. 41del 23/12/2008 REGOLAMENTO D USO DELLE PIAZZOLE ECOLOGICHE Art. n.1 Definizione e Campo di Applicazione. Le piazzole ecologiche o ecopiazzole sono aree attrezzate destinate

Dettagli

APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE. Gli obblighi dei Produttori I Sistemi Collettivi L iscrizione al Registro AEE

APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE. Gli obblighi dei Produttori I Sistemi Collettivi L iscrizione al Registro AEE APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED ELETTRONICHE Gli obblighi dei Produttori I Sistemi Collettivi L iscrizione al Registro AEE D. Lgs. 151/2005 Normativa RAEE D. Lgs. 152/2006 Testo Unico Ambientale NORMATIVA

Dettagli

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA

I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA I COMUNI RICICLONI DELL'EMILIA ROMAGNA MONITORAGGIO SULLA CORRETTA GESTIONE DEI RIFIUTI E SULLA RACCOLTA DIFFERENZIATA DESTINATA AL RICICLAGGIO Per poter premiare le situazioni più virtuose nella gestione

Dettagli

Commento al nuovo decreto RAEE

Commento al nuovo decreto RAEE Commento al nuovo decreto RAEE prof. Stefano Maglia La crescita esponenziale dei consumi di apparecchiature elettriche ed elettroniche degli ultimi anni e la sempre più rapida obsolescenza di questo genere

Dettagli

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata?

Come faccio a riconoscere se un prodotto elettrico ed elettronico deve essere raccolto in maniera differenziata? FAQ Che cosa sono i RAEE? RAEE è l acronimo di Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. I RAEE sono i rifiuti che derivano da tutte le apparecchiature che dipendono, per un corretto funzionamento,

Dettagli

VALUTAZIONE DEI FLUSSI DI RIFIUTI IN PLASTICA IN ITALIA DERIVANTI DALLA DAL RICICLO DI ELETTRODOMESTICI

VALUTAZIONE DEI FLUSSI DI RIFIUTI IN PLASTICA IN ITALIA DERIVANTI DALLA DAL RICICLO DI ELETTRODOMESTICI Consorzio Nazionale per la Raccolta, il Riciclaggio, il Recupero dei Rifiuti di imballaggi in plastica PROGETTO: VALUTAZIONE DEI FLUSSI DI RIFIUTI IN PLASTICA IN ITALIA DERIVANTI DALLA DAL RICICLO DI ELETTRODOMESTICI

Dettagli

L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio

L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio Levanto, 9 luglio 2015 L Accordo Quadro Anci-Conai e la valorizzazione dei rifiuti di imballaggio Pierluigi Gorani Area Rapporti con il Territorio Gli imballaggi Una parte del problema 2 La crescita del

Dettagli

3. Grazie a tutte quelle aziende che contribuiscono a diffondere la cultura del riciclo.

3. Grazie a tutte quelle aziende che contribuiscono a diffondere la cultura del riciclo. 3. Grazie a tutte quelle aziende che contribuiscono a diffondere la cultura del riciclo. 1 2 3 DAL RIFIUTO TECNOLOGICO ALLA RIVALORIZZAZIONE UN PARTNER IDEALE PER L ECOTRATTAMENTO DEI RIFIUTI TECNOLOGICI

Dettagli

I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione. Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche

I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione. Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche I Rifiuti dei Centri di Autodemolizione Ancona 24 Febbraio 2005 Sala Raffaello - Regione Marche Dott. Massimo Mariani Chimico Dirigente UU.OO. Discariche e Cave/Siti Inquinati Dipartimento Provinciale

Dettagli

elettroniche dismesse (RAEE) - Criteri per la qualificazione degli impianti.

elettroniche dismesse (RAEE) - Criteri per la qualificazione degli impianti. DESCRITTORI RAEE, AEE, apparecchiature elettriche ed elettroniche, disassemblaggio, trattamento, recupero, materia prima seconda, qualificazione degli SOMMARIO La specifica tecnica definisce i criteri

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA

ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA ALMA MATER STUDIORUM - UNIVERSITÀ DI BOLOGNA SCUOLA DI INGEGNERIA E ARCHITETTURA DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA INDUSTRIALE CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA GESTIONALE LM TESI : RECUPERO DI METALLI E TERRE RARE

Dettagli

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare

Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Il nuovo Pacchetto di Direttive sull economia circolare Edo Ronchi Fondazione per lo sviluppo sostenibile Sponsor Le modifiche alle Direttive sui rifiuti del pacchetto sull economia circolare La Direttiva

Dettagli

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA

CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA Pagina 1 di 7 CENTRO COMUNALE DI RACCOLTA DI OMEGNA impianto di stoccaggio provvisorio e messa in riserva di rifiuti urbani e assimilati operante ai sensi del D.M. 08/04/2008, D.M. 13/05/2009, DL 205/2010

Dettagli

REGOLAMENTO Ecocentro Comune di Marcon INDICE

REGOLAMENTO Ecocentro Comune di Marcon INDICE Re Regolamento Ecocentro Marcon Via Praello INDICE 1 Premessa 3 2 Scopo 3 3 Campo di Applicazione 3 4 Responsabilità 3 5 Rifiuti conferibili da utenze domestiche 4 6 Orario di apertura 8 7 Accesso all

Dettagli

Rapporto sociale. La nuova vita dei RAEE. diamo voce al recupero

Rapporto sociale. La nuova vita dei RAEE. diamo voce al recupero Rapporto sociale 2010 La nuova vita dei RAEE diamo voce al recupero ecolight Rapporto 2 Sociale 2010 Secondo noi... Fare informazione attraverso i numeri. Questo lo scopo che il rapporto sociale 2010 di

Dettagli

Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT

Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT Tariffe 2007 - COMUNI SOCI DELLA SRT Rifiuti solidi urbani indifferenziati (1) 92,50 (*) 10% Pneumatici assimilati agli urbani e conferiti in modo differenziato alle piattaforme di lavorazione (1) 92,50

Dettagli

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA)

REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) Versione 1.0 18/10/2011 REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE (RICICLERIA) (DOCUMENTO IN VIA DI APPROVAZIONE) Art. 1 OGGETTO Il presente regolamento, adottato ai sensi del D.lgs. 3 aprile

Dettagli

Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO

Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO Progetto di Educazione Ambientale DAI COLORE AL GRIGIO Cooperativa Sociale l Ulivo s.c.r.l. Via del Lavoro 25/h 40127 Bologna Tel 051 255934 Fax 051 255981 Codice Fiscale e Partita Iva : 03604680375 info@ulivo.coop

Dettagli

Via Pirandello, 17-25020 FLERO (BS) tel. 030 3582490 - fax 030 3580842 - e-mail: ecologia@cerrotorre.it

Via Pirandello, 17-25020 FLERO (BS) tel. 030 3582490 - fax 030 3580842 - e-mail: ecologia@cerrotorre.it 1 Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche R.A.E.E. Gruppo R1 (frigoriferi) ------------- C.E.R. 20 01 23 Gruppo R2 (lavatrici, lavastoviglie, ecc..) C.E.R. 20 01 35 Gruppo R3 (televisioni

Dettagli

LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI

LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI LA GESTIONE DEL CICLO INTEGRATO DEI RIFIUTI 4. LA GESTIONE DEI RAEE Milano, 3 maggio 2012 1/44 LA GESTIONE DEI RAEE I II Introduzione ai RAEE Il quadro normativo di riferimento: ruoli e responsabilità

Dettagli

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Pag. 1 di 7 COMUNE DI SAVIANO Provincia di Napoli REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA Rev. 1 del 17/7/2012 Il presente regolamento è stato approvato con delibera di Consiglio Comunale n.

Dettagli

Regolamento per il corretto smaltimento dei rifiuti pericolosi

Regolamento per il corretto smaltimento dei rifiuti pericolosi Regolamento per il corretto smaltimento dei rifiuti pericolosi Scopo del regolamento Scopo del presente Regolamento è di fornire, al personale strutturato e non strutturato del Dipartimento, tutte le informazioni

Dettagli

ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti.

ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti. ECO. LAN. S.p.a. è una società pubblica costituita da 53 Comuni per un complessivo di circa 160.000 abitanti. 2 LA ECO. LAN. S. P.A. SI OCCUPA DI SMALTIMENTO, RACCOLTA E TRASPORTO DEI RIFIUTI (SERVIZI

Dettagli

CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta

CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta CITTA DI CASAGIOVE Provincia di Caserta REGOLAMENTO DI GESTIONE CENTRO DI RACCOLTA RIFIUTI URBANI DIFFERENZIATI PER FRAZIONI OMOGENEE Art.1 OGGETTO Il presente Regolamento disciplina l organizzazione e

Dettagli

Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15. per luci soffuse e ombre meno marcate E27 2700 K 4000 K 6500 K

Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15. per luci soffuse e ombre meno marcate E27 2700 K 4000 K 6500 K Lampade Compatte integrate Forma Compact Globo 10000 15 Forma Compact Globo 10000 Lampade fluorescenti compatte ad amalgama con alimentatore Integrato. Compact Globo 10000 è disponibile nelle potenze 25

Dettagli

LA GESTIONE DEI RAEE E IL RITIRO UNO CONTRO UNO

LA GESTIONE DEI RAEE E IL RITIRO UNO CONTRO UNO LA GESTIONE DEI RAEE E IL RITIRO UNO CONTRO UNO I - Il sistema di ritiro uno contro uno : inquadramento giuridico e problematiche emergenti IL SISTEMA DI RITIRO UNO CONTRO UNO 1 GESTIONE DEI RAEE: perché

Dettagli

Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)

Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) Raee, veicoli fuori uso, rifiuti con pcb e da imballaggi in Emilia-Romagna ARPA Rivista N. 2 marzo-aprile 2007 14 L importanza della conoscenza, dati e informazioni su particolari tipologie di rifiuti

Dettagli

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 IL SINDACO PREMESSO:

Città di Benevento. Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 IL SINDACO PREMESSO: Ordinanza Sindacale n 86 del 19 Luglio 2011 PREMESSO: IL SINDACO CHE con Ordinanza del Commissario Delegato per l Emergenza Rifiuti nella Regione Campania ex O.P.C.M. 3653 del 30.01.2008 n 122 del 07.05.2008

Dettagli

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004:

Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: Appendice 1 Elenco delle tipologie di rifiuti conferibili presso gli ecocentri comunali, così come definite dalla D.G.R. n. 511 del 5 marzo 2004: TIPO RIFIUTO Frazione Organica dei Rifiuti Urbani (FORSU)

Dettagli

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA

COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA COMUNE DI S. STINO DI LIVENZA Allegato A) alla deliberazione di C.C. n.11 del 25.05.2015 REGOLAMENTO PER LA CONDUZIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA COMUNALE DEL CAPOLUOGO ART. 1 FINALITA Il Comune di Santo Stino

Dettagli

RASSEGNA STAMPA 02.07.2014. a cura di

RASSEGNA STAMPA 02.07.2014. a cura di RASSEGNA STAMPA 02.07.2014 a cura di INDICE RASSEGNA STAMPA QUOTIDIANI CARTACEI Avvenire - Aumenta la raccolta dei rifiuti elettrici Corriere della Sera-Milano - Amsa, record di rifiuti tecnologici. Ma

Dettagli

- Richiesta di Offerta Servizi di Trattamento anno 2015 -

- Richiesta di Offerta Servizi di Trattamento anno 2015 - - Richiesta di Offerta Servizi di Trattamento anno 2015-1. Premessa Remedia TSR s.r.l. (d ora in poi Remedia) è la società di servizi, interamente controllata da Consorzio ReMedia, che organizza e gestisce

Dettagli

1.2 Oggetto e ambito di applicazione. 1.2.1 Esclusioni dall ambito di applicazione

1.2 Oggetto e ambito di applicazione. 1.2.1 Esclusioni dall ambito di applicazione Il ricorso a tali strumenti dovrebbe quindi essere incoraggiato al livello appropriato sottolineando al tempo stesso che i singoli Stati membri possono decidere circa il loro impiego. In particolare, la

Dettagli

Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD

Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD San Costanzo (PU), 15 aprile 2014 Il ruolo di Conai nella filiera del riciclo Qualità delle RD Pierluigi Gorani Area Rapporti con il Territorio CONAI è il sistema privato per la gestione degli imballaggi

Dettagli

Gli impegni ambientali di BTicino

Gli impegni ambientali di BTicino i Presso la Vostra consueta Agenzia Commerciale. Sito: Questo documento si basa sulla norma ISO 14020 relativa ai principi generali delle dichiarazioni ambientali e sul rapporto tecnico ISO TR/14025 relativo

Dettagli

Come preparare i RAEE B2B per il ritiro con ecor it. Prodotto da Consorzio ecor'it Tutti i diritti riservati

Come preparare i RAEE B2B per il ritiro con ecor it. Prodotto da Consorzio ecor'it Tutti i diritti riservati Come preparare i RAEE B2B per il ritiro con ecor it Vengono prodotti dei Rifiuti in ambito Abbiamo in azienda un certo numero di apparecchiature elettriche ed elettroniche, obsolete, rovinate, invendibili,

Dettagli

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Cordenons

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Cordenons Pagina 1 di 10 Disciplinare per l accesso e l utilizzo Centro di Raccolta Comune di Cordenons Conforme alla Norma UNI EN ISO 9001:2008 Conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2004 Conforme alla Norma OHSAS

Dettagli

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano

Disciplinare per l accesso e l utilizzo del Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano Pagina 1 di 8 Disciplinare per l accesso e l utilizzo Centro di Raccolta Comune di Roveredo in Piano Conforme alla Norma UNI EN ISO 9001:2008 Conforme alla Norma UNI EN ISO 14001:2004 Conforme alla Norma

Dettagli

ESPERIENZE E PROGETTI

ESPERIENZE E PROGETTI Spazio a perto ESPERIENZE E PROGETTI Rifi uti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE): la gestione del fi ne vita e la valorizzazione dei materiali Le nuove tipologie di apparecchiature immesse

Dettagli

C O M U N E D I P A L A I A

C O M U N E D I P A L A I A C O M U N E D I P A L A I A Provincia di Pisa Servizio LL.PP. Ambiente, Protezione Civile, Sicurezza sul Lavoro, Patrimonio REGOLAMENTO COMUNALE DI GESTIONE DELLA STAZIONE ECOLOGICA ATTREZZATA Approvato

Dettagli

Noi ci crediamo. Scopri con noi come riciclare i tuoi rifiuti elettronici. Campagna di informazione ReMedia e Legambiente. Con la partecipazione di:

Noi ci crediamo. Scopri con noi come riciclare i tuoi rifiuti elettronici. Campagna di informazione ReMedia e Legambiente. Con la partecipazione di: Campagna di informazione ReMedia e Legambiente Noi ci crediamo. Con la partecipazione di: Scopri con noi come riciclare i tuoi rifiuti elettronici. In collaborazione con: DIAMO VALORE AI RIFIUTI TECNOLOGICI

Dettagli

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA A FAVORE DEI CITTADINI VIRTUOSI

REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA A FAVORE DEI CITTADINI VIRTUOSI COMUNE DI MELITO DI NAPOLI PROVINCIA DI NAPOLI Assessorato all Ambiente REGOLAMENTO INCENTIVI PER LA RACCOLTA DIFFERENZIATA A FAVORE DEI CITTADINI VIRTUOSI INDICE Art. 1 Art. 2 Art. 3 Art. 4 Art. 5 Art.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI. REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL CENTRO DI RACCOLTA DEI RIFIUTI IN FORMA DIFFERENZIATA IN LOCALITÀ EX MACELLI. Art. 1 DEFINIZIONE DI CENTRO DI RACCOLTA E SUA FINALITA Il Centro di Raccolta è un area presidiata

Dettagli

LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE

LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE Tecnologie di Recupero e Riciclo dei Materiali Alberto Simboli - a.a. 2013/14 7. LE DIRETTIVE R.A.E.E. E V.F.U. E LORO MODALITA DI ATTUAZIONE I VEICOLI FUORI USO 2 LA DIRETTIVA E.O.L- VEHICLES E LA SUA

Dettagli

DIRETTIVA N 02 ATO 7 - RAVENNA

DIRETTIVA N 02 ATO 7 - RAVENNA AUTORITA D AMBITO DI Piazza dei Caduti per la libertà, 2/4 48121 Ravenna Tel. 0544/215026 Fax 0544/211728 Rev. 5 aato@mail.provincia.ra.it - www.racine.ra.it/aato Foglio 1/5 DIRETTIVA N 02 Ai sensi dell

Dettagli

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica

Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica carta Per produrre UNA TONNELLATA di carta da cellulosa vergine occorrono: 15 alberi 440.000 litri d acqua 7.600 kwh di energia elettrica Per produrre UNA TONNELLATA di carta riciclata invece bastano:

Dettagli

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI

COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI COMUNE DI USINI Provincia di Sassari SETTORE SERVIZI TECNICI - MANUTENZIONI AVVISO AI CITTADINI APERTURA ECOCENTRO COMUNE DI USINI Alle ore 9:00 di Sabato 14 Marzo 2015 avrà luogo l inaugurazione del Centro

Dettagli

SINTESI D.M. 8 Marzo 2010, n 65 RAEE Domestici

SINTESI D.M. 8 Marzo 2010, n 65 RAEE Domestici SINTESI D.M. 8 Marzo 2010, n 65 RAEE Domestici Codice Europeo Rifiuti (C.E.R.) Descrizione 200121* Tubi fluorescenti ed altri rifiuti contenenti mercurio 200123* Apparecchiature fuori uso contenenti clorofluorocarburi

Dettagli

Buona lettura! Presidente Remedia. Walter Rebosio

Buona lettura! Presidente Remedia. Walter Rebosio Partecipare allo sviluppo di un sistema moderno ed eficiente per la gestione dei riiuti tecnologici in una realtà complessa ed eterogenea come quella del nostro Paese è stata, ed è tuttora, una sida affascinante.

Dettagli

Ciclo di Gestione dei RIFIUTI

Ciclo di Gestione dei RIFIUTI 15 Aprile 2008 RICICLANDO ALL ITI Ciclo di Gestione dei RIFIUTI Ferrara Mario Sunseri LE STRATEGIE DI RIFERIMENTO STRATEGIE EUROPEE RIDUZIONE RICICLO (di materia) RECUPERO (di energia) Minimizzazione

Dettagli

Consorzio Intercomunale di Rio Marsiglia. Guida per la raccolta. differenziata

Consorzio Intercomunale di Rio Marsiglia. Guida per la raccolta. differenziata Consorzio Intercomunale di Rio Marsiglia Guida per la raccolta differenziata Piazza Cavagnari 7 16044 Cicagna (GE) Tel. 0185.92031 fax: 0185.929685 www.riomarsiglia.org riomarsiglia@riomarsiglia.org 2

Dettagli

Gli impegni ambientali di BTicino

Gli impegni ambientali di BTicino i Presso la Vostra consueta Agenzia Commerciale. Sito: Questo documento si basa sulla norma ISO 14020 relativa ai principi generali delle dichiarazioni ambientali e sul rapporto tecnico ISO TR/14025 relativo

Dettagli

UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO. ambiente@comune.arzignano.vi.it

UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO. ambiente@comune.arzignano.vi.it UFFICIO AMBIENTE VERDE PAESAGGIO DEL COMUNE DI ARZIGNANO ambiente@comune.arzignano.vi.it Dott. Giorgio Gentilin Arch. Giovanni Panagin Dott. Davide Zorzanello Rag. Elena Rossato RIFIUTI RACCOLTI AD ARZIGNANO

Dettagli

GUIDA OPERATIVA GESTIONE RAEE

GUIDA OPERATIVA GESTIONE RAEE GUIDA OPERATIVA GESTIONE RAEE PER I DISTRIBUTORI E GLI INSTALLATORI O I GESTORI DEI CENTRI DI ASSISTENZA TECNICA Applicazione del Decreto 8 marzo 2010, n. 65. Regolamento recante modalità semplificate

Dettagli

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta

1. Presentazione della società. 2. Perché una carta dei servizi 3. PRINCIPI FONDAMENTALI. Validità della carta ! "! 1. Presentazione della società Cisterna Ambiente è l azienda partecipata dal Comune di Cisterna di Latina che gestisce nel territorio comunale i servizi ambientali e cioè la pulizia della città, la

Dettagli

STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL

STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL STUDIO DI SETTORE SD30U ATTIVITÀ 37.10.0 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI CASCAMI E ROTTAMI METALLICI ATTIVITÀ 37.20.1 RECUPERO E PREPARAZIONE PER IL RICICLAGGIO DI MATERIALE PLASTICO PER

Dettagli

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa

ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa ROSIGNANO ENERGIA AMBIENTE spa REA IMPIANTI srl Relatore: Dott. Massimiliano Monti GESTIONE DEI RIFIUTI: ASPETTI TECNICI ECONOMICI E FINANZIARI SISTEMI DI RACCOLTA Con mezzo automatizzato-monoperatore

Dettagli

OGGETTO: Ampliamento impianto di stoccaggio e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi integrazione

OGGETTO: Ampliamento impianto di stoccaggio e recupero di rifiuti pericolosi e non pericolosi integrazione REGIONE ABRUZZO Servizio Tutela Valorizzazione del Paesaggio e Valutazioni Ambientali Ufficio valutazione impatto ambientale. Via L. Da Vinci n. 6 67100 L'Aquila OGGETTO: Ampliamento impianto di stoccaggio

Dettagli