Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO"

Transcript

1 IL LOGO Quello che si intende oggi quando si parla di logo è un insieme di simboli grafici e tipografici che identificano un'azienda o un prodotto in modo da differenziarlo dai suoi concorrenti sul mercato. Caratteristiche fondamentali di un buon logo sono la leggibilità ed il buon riconoscimento della marca. A causa della diversità dei prodotti e dei servizi venduti oggi, l'esigenza di nuovi loghi unici e professionalmente progettati è ancora più forte, poiché il logo è alla base dell'immagine visiva dell'azienda. I loghi si sono trasformati nel volto commerciale dell'azienda, la corporate identity. CARATTERISTICHE DI UN LOGO Un logo deve essere: Bello e ben disegnato. Deve soddisfare e appagare le persone che lo vedono, sempre rispettando i principi di base del design. Esempi negativi: Appropriato. Deve riflettere le caratteristiche e la natura dell'azienda o del prodotto che rappresenta. In questo senso il logo non deve essere ingannevole, e neppure portare a pensare ad un prodotto diverso da quello su cui si sta lavorando. Riconoscibile. Deve essere originale. Un buon logo, per affermarsi sul mercato, deve essere diverso da tutti gli altri, facilmente riconoscibile ed identificabile con l'azienda o il prodotto che rappresenta. Università degli Studi di Ferrara A.A

2 Semplice. Deve essere compatto e con pochi colori. Il logo rappresenta la sintesi estrema dell'azienda. Flessibile. Deve essere adattabile. Un logo deve potersi stampare nei formati più disparati, dai più piccoli (biglietti da visita e gadget) ai più grandi (striscioni e manifesti) senza perdere leggibilità; e deve anche rimanere riconoscibile sui supporti più disparati, che possono andare dalla plastica di una borsina al monitor di un pc (siti web). Un logo, inoltre, non deve perdere di immediatezza nemmeno quando stampato in bianco e nero. Parole. Le parole sono facili da ricordare: tutte le aziende che hanno dei loghi simbolici hanno anche la versione alternativa con una o più parole. LE INFORMAZIONI Prima di iniziare qualsiasi lavoro è necessario raccogliere il maggior numero di informazioni possibili sull'azienda o sul prodotto che il logo dovrà rappresentare. Se il cliente è una grande azienda ci saranno già enormi fascicoli contenenti studi di marketing che spiegano nei minimi particolari tutto ciò che ci si aspetta dal logo che si dovrà realizzare, ma a meno che non i lavori per grandi agenzie pubblicitarie questo di solito non accade. Occorre farsi spiegare dal committente in modo esauriente cosa fa l'azienda, che obiettivi si Università degli Studi di Ferrara A.A

3 pone e qual è il target di riferimento. È evidente quindi come creare un logo possa, solo apparentemente, sembrare un lavoro semplice e che prende poco tempo: nella pratica bisogna invece armarsi di tanta pazienza e sapere che l'unica strada da percorrere è quella di provare, provare e ancora provare. CHE STRUMENTI UTILIZZARE? Indispensabile l'uso di un programma vettoriale: Illustrator, CorelDraw, Freehand... DA DOVE INIZIARE Se non si hanno molte idee, l'ideale è iniziare scegliendo i font. Qui è importante diversificarsi ed essere originali, quindi bisogna sperimentare e sbizzarrirsi con l'uso di nuovi font. Non si deve limitare la scelta a quelli di sistema, ma occorre sfogliare i cataloghi online in cui trovare (a pagamento e non) una smisurata quantità di font. Alcuni link: Università degli Studi di Ferrara A.A

4 COME SCEGLIERE I FONT? Tenendo bene a mente tutte le informazioni raccolte dal cliente, occorre calarsi nei panni di colui che dovrà usufruire del prodotto o dei servizi dell'azienda che il logo rappresenterà. Sfogliando i cataloghi di font ve ne saranno alcuni che sembreranno istintivamente più adatti o che suggeriranno un'idea da sviluppare: scaricarli, installarli e provarli è la via da seguire. Nel programma vettoriale, si parte scrivendo il nome dell'azienda o del prodotto con tutti i font scelti. Alcuni saranno subito scartati perché del tutto inadatti, altri invece richiederanno successive sperimentazioni. Il colore non è importante: verrà scelto in un secondo momento: il logo dovrà comunque essere già chiaro e riconoscibile anche in bianco e nero. Se serve differenziare una lettera o un segno grafico, per ora si potrà visualizzarlo con una tonalità di grigio. ESEMPIO Si supponga di dover realizzare un logo per una linea di vestiti per bambini; il nome della linea è GECKO KIDS. Giocare sul contrasto Ecco alcuni esempi di come creare contrasto: 1. Contrasto di peso: 'Gecko' e 'Kids' sono scritti con lo stesso corpo ma con due pesi diversi; uno è un Kabel ultra, l'altro è sempre Kabel ma in versione book. 2. Contrasto di font: questo si ottiene usando due font molto differenti, appartenenti addirittura a due diverse famiglie di font (sans-serif e script) 3. Contrasto di colore: Stesso font e stesso peso, ma colori differenti per la parola 'gecko' e la parola 'kids' 4. Contrasto di dimensione: Stesso font e stesso peso, ma dimensioni diverse del carattere. 5. Contrasto Positivo/negativo: Una parte è scritta nero su bianco, mentre l'altra, tramite un rettangolo nero di sfondo, è in negativo (bianco su nero). Questi sono solo alcuni degli esempi possibili; è possibile usare più di un tipo di contrasto contemporaneamente (ad esempio contrasto di colore e font insieme), ricordando in ogni caso di contrapporre le parti in modo deciso: un contrasto debole crea conflitto, dove sarebbe invece necessario attirare l'attenzione e valorizzare le due parti. Università degli Studi di Ferrara A.A

5 Un esempio di conflitto da NON imitare: I font sono sì differenti, ma appartengono alla stessa famiglia (sans-serif) ed hanno inoltre pesi molto simili. Modificare e ridisegnare lettere Si può rendere interessante un logo semplicemente modificando una o più lettere. Alcuni esempi: Una cosa da notare: nel secondo esempio la parola 'kids' è inclinata: quando si ruota in questo modo un testo, occorre farlo puntare verso l'alto, mai verso il basso; psicologicamente e visivamente è chiaro come qualcosa che punta verso l'alto dia un impatto positivo, viceversa il puntare verso il basso dà una sensazione negativa. Altri elementi per personalizzare e rendere unico il logo sono bordi, cornici e ombre. Soprattutto nel caso delle ombre, fare attenzione alle sfumature: le aree sfumate infatti possono essere difficili da rendere su alcuni supporti o quando si deve stampare il logo con un numero molto limitato di colori. Alcuni esempi: Aggiungere elementi semplici Per rendere unico il proprio logo si può semplicemente aggiungere qualche forma elementare come righe, rettangoli, quadrati, triangoli, ellissi... In alcuni casi, grazie anche a investimenti miliardari in immagine pubblicitaria e in strategie di marketing, questi simboli semplici possono affermarsi sino al punto di rappresentare da soli l'intera azienda; il più famoso esempio di questo è il noto 'baffo' della Nike. Ricordarsi che, a maggior ragione, poiché si tratta di forme semplici e molto utilizzate, si deve tendere a realizzare una combinazione unica. Aggiungere clipart Oggi si hanno a disposizione migliaia di clipart da poter utilizzare per i propri loghi; si trovano moltissimi cataloghi, anche online. Università degli Studi di Ferrara A.A

6 Sfogliare le clipart può far sicuramente venire tantissime idee. Importante: non utilizzare mai clipart non vettoriali perché non saranno facilmente scalabili e adattabili a tutti i supporti. Consiglio: utilizzare le clipart solo come punto di partenza per creare qualcosa di originale, per non rischiare di banalizzare il logo, col forte rischio che qualcun altro utilizzi la stessa identica immagine per il logo di un'azienda o di un prodotto concorrente! Esempi: Ricordare che testo e immagine dovranno essere bene integrati in una unica entità, che risulterà essere il logo. Non è indispensabile che gli elementi si tocchino, come avviene negli esempi proposti, si potrà anche solo fare riferimento al principio della vicinanza. Il colore In generale un buon logo non utilizza mai più di un paio di colori oltre al nero, anzi, spesso si cerca di avere un solo colore oltre al nero. Avere pochi colori è spesso un vantaggio: Maggiore flessibilità per stampa su supporti diversi. È piuttosto difficile rendere bene le differenze fra due colori quando si stampa in toni di grigio, figurarsi quando si ha a disposizione solo il nero. Risparmio in fase di stampa. Non di rado stampare in quadricromia può risultare assai più dispendioso che non stampare a due colori. Per finire, assicurarsi della leggibilità del logo anche a un solo colore, in negativo, a piccolissime dimensioni e in tutte le situazioni critiche di chiarezza e leggibilità che possono capitare. COME MIGLIORARE UN VECCHIO LOGO Quando si deve proporre il restyling di un vecchio logo, oppure semplicemente si vuole cercare di migliorare il logo che si sta creando, si possono utilizzare alcuni accorgimenti: Eliminare gli effetti speciali: ombre, bagliori, smussi e rilievi appesantiscono l'aspetto di un logo Non aggiungere nuovi elementi al logo: solo toglierli! Niente fotografie o immagini bitmap: eventualmente sostituirle con dei simboli vettoriali equivalenti Proporre versioni alternative per il logo, in modo da adattarlo alla riproduzione su Università degli Studi di Ferrara A.A

7 diversi supporti e con diversi colori di sfondo Font decorativi o strani possono essere difficili da leggere a dimensioni molto piccole. Verificare il contrasto del testo e la sua leggibilità a diverse dimensioni Esempi celebri sono i loghi di Apple e Microsoft, che nel tempo hanno subito un evidente restyling. Esempio: come migliorare un logo con effetti troppo accentuati. Università degli Studi di Ferrara A.A

8 QUANDO IL LOGO DIVENTA 2.0 Da qualche tempo la questione del Web 2.0 è uno degli argomenti maggiormente trattati su blog, forum di discussione e newsgroups. Un utile esempio è costituito da una simpatica raccolta di loghi celebri ridisegnati, una parodia delle tendenze grafiche e degli standard del Web 2.0. In verità non ci sono delle norme rigidamente imposte o degli standard con cui vengono realizzati queste rielaborazioni, bensì delle caratteristiche comuni che si riscontrano del redesign di tutti questi loghi famosi. Per esempio, quasi tutti presentano il riflesso su un immaginario pavimento tirato a lucido come parte integrante del logo. Oppure l uso di effetti rilucenti, di sfumature e colori della stessa tonalità. O, ancora, l uso di font nitidi, puliti e facilmente leggibili. Università degli Studi di Ferrara A.A

un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità: di migliaia di prodotti che lottano per

un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità: di migliaia di prodotti che lottano per Introduzione L importanza dell'immagine aziendale. Nella società moderna, soprattutto dagli ultimi trent'anni a questa parte, le imprese lavorano in un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità:

Dettagli

Foto di CoffeeGeek, Flickr. Slide e dintorni. materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove. 1 di 21

Foto di CoffeeGeek, Flickr. Slide e dintorni. materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove. 1 di 21 Foto di CoffeeGeek, Flickr Slide e dintorni materiale didattico sul corso di Impress a cura di Sonia Montegiove 1 di 21 10 regole da rispettare per fare una presentazione Non usare caratteri piccoli e

Dettagli

ISTITUTO SECONDARIO SUPERIORE UPERIORE S STATALE TATALE MAZZINI-DA VINCI

ISTITUTO SECONDARIO SUPERIORE UPERIORE S STATALE TATALE MAZZINI-DA VINCI ISTITUTO SECONDARIO SUPERIORE UPERIORE S STATALE TATALE MAZZINI-DA VINCI - Savona Savona Sede: via Aonzo, 2 (ingresso provvisorio via Manzoni, 5) - tel. 019824450 - fax 019825966 Succursale: via alla Rocca,

Dettagli

Corso di Grafica Pubblicitaria

Corso di Grafica Pubblicitaria Corso di Grafica Pubblicitaria Il corso mira a formare grafici professionisti in grado di occuparsi a 360 gradi della grafica tradizionale per la stampa (Manifesti, brochure, depliant, volantini, etc).

Dettagli

il brand Manuale d uso del marchio

il brand Manuale d uso del marchio il brand Manuale d uso del marchio 1 contenuto introduzione 3 il brand 4 costruzione 6 colori 11 dimensioni 22 font 25 immagine coordinata 27 applicazioni 36 posizionamento 43 richiesta d uso 45 contatto

Dettagli

VOLANTINO GIOVANI E.T.

VOLANTINO GIOVANI E.T. VOLANTINO GIOVANI E.T. GIOVANI E.T. Noi ci siamo messi in gioco e tu? GIOVANI E.T. GIOVANI E.T. Vuoi conoscere nuovi amici? Vuoi incontrare qualcuno con cui condividere le tue esperienze? Sei in difficoltà?

Dettagli

Programma del corso Web Design

Programma del corso Web Design Programma del corso Web Design Il corso mira a formare professionisti in grado di realizzare siti web efficaci in termini di comunicazione ed indicizzazione nei motori di ricerca. Introduzione La figura

Dettagli

PER CREAZIONE GUIDATA DEL PROPRIO BIGLIETTO DA VISITA VISITARE IL SITO: http://bigliettidavisita.iremat.it/creare_biglietti_da_visita.

PER CREAZIONE GUIDATA DEL PROPRIO BIGLIETTO DA VISITA VISITARE IL SITO: http://bigliettidavisita.iremat.it/creare_biglietti_da_visita. PER CREAZIONE GUIDATA DEL PROPRIO BIGLIETTO DA VISITA VISITARE IL SITO: http://bigliettidavisita.iremat.it/creare_biglietti_da_visita.html La Rete per Lavorare Servizi per l'occupazione e le Aziende 01406390672

Dettagli

CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base

CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base Interfaccia programma InDesign Comprendere il concetto dei programmi Adobe e la loro funzione Prima di tutto bisogna tener

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA. linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA. linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA linee guida di applicazione del marchio e dell immagine coordinata istituzionale INDICE 1. INTRODUZIONE 2. LO STUDIO GRAFICO 8. IL MARCHIO: elementi di base 9. IL SIMBOLO: significato

Dettagli

PROGETTARE UNA PAGINA WEB

PROGETTARE UNA PAGINA WEB PROGETTARE UNA PAGINA WEB Che differenza c è tra una grafica cartacea e una grafica per web? Nella maggior parte dei casi, quando parliamo di grafica cartacea parliamo di cartellonistica volantini, manifesti

Dettagli

design illustrazione

design illustrazione Grafica vettoriale disegno progettazione COREL DRAW grafica creazione elementi grafici design illustrazione Il programma offre strumenti che consentono ai designer un livello di produttività qualitativamente

Dettagli

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano

Immagini digitali Appunti per la classe 3 R a cura del prof. ing. Mario Catalano Immagini digitali LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in

Dettagli

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini Le immagini Gestione delle immagini Office 2007 presenta molte interessanti novità anche nella gestione delle immagini. Le immagini si gestiscono in modo identico in Word, Excel e PowerPoint. Naturalmente

Dettagli

01 Introduzione CONTENUTI. 01 Introduzione. 02 Costruzione del Logo. 03 Disegno tecnico e area di rispetto. 04 Riduzione/Ingrandimento del Logo

01 Introduzione CONTENUTI. 01 Introduzione. 02 Costruzione del Logo. 03 Disegno tecnico e area di rispetto. 04 Riduzione/Ingrandimento del Logo Brand book 01 Introduzione Questo brand book nasce con l intento di fornire tutte le informazioni necessarie all uso corretto del logo ufficiale del bicentenario verdiano e di quello di Busseto terra di

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA GUIDA ALL UTILIZZO DELLA visual identity INTRODUZIONE Questo opuscolo è una guida alla visual identity per l utilizzo del logo all inteno del progetto WELCOM & CO., per garantire all Azienda un immagine

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

Elaborazione testi: immagini

Elaborazione testi: immagini by Studio Elfra sas Gestione Immagini Aggiornato a Aprile 2009 Informatica di base 1 Elaborazione testi: immagini Il testo di un documento di Word può essere integrato con immagini di vario tipo: 2 1 Elaborazione

Dettagli

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Premessa Negli ultimi anni - soprattutto sul web- si è assistito a una proliferazione di svariate versioni del sigillo dell Università degli Studi di Catania,

Dettagli

2. Industry component

2. Industry component 1. Executive summary In questo documento verrà spiegato ed analizzato il lavoro svolto per l'azienda Pivato Porte (www.pivatoporte.com) attraverso l'utilizzo degli strumenti resi disponibili da Google

Dettagli

Una scuola di qualità, per tutti. Manuale d uso del logo

Una scuola di qualità, per tutti. Manuale d uso del logo Una scuola di qualità, per tutti Manuale d uso del logo Elisabetta Mughini Responsabile Ufficio Comunicazione ANSAS Lorenzo Guasti Coordinamento dell Immagine ANSAS Edizione 002 - Ottobre 2011 file: manuale_pqm_001.pdf

Dettagli

Come Disegnare un Logo di Successo. White Sheet Ottobre 2015 manuelalangella.com

Come Disegnare un Logo di Successo. White Sheet Ottobre 2015 manuelalangella.com 1 di 14 Come Disegnare un Logo di Successo White Sheet Ottobre 2015 manuelalangella.com 2 di 14 Indice Introduzione 1. Brief con il Cliente 2. Materiale di riferimento 3. Mappe Mentali 4. Le Bozze 5. Il

Dettagli

Guida ai Marchi di certificazione. Modalità di riferimento alla certificazione Uso del Certificato e del Marchio

Guida ai Marchi di certificazione. Modalità di riferimento alla certificazione Uso del Certificato e del Marchio 2 di 14 Sommario 1 Pubblicazione di certificati, marchi di certificazione e rapporti di prova - Informazioni... 3 2 Il marchio certificazione TÜV SÜD... 4 3 Differenze tra il logo e il marchio certificazione...

Dettagli

IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM

IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM IL DIGITAL PHOTOGRAPHY WORKFLOW CON ADOBE PHOTOSHOP LIGHTROOM Un flusso di lavoro essenziale dall acquisizione dell immagine alla stampa 1 Importare le foto Nel Modulo Libreria, premere il tasto Importa,

Dettagli

neroavorio grafica corporate identity stampa marketing web design e-commerce posizionamento posta elettronica certificata gadgets sms spot

neroavorio grafica corporate identity stampa marketing web design e-commerce posizionamento posta elettronica certificata gadgets sms spot neroavorio p u b b l i c i t à grafica corporate identity stampa marketing web design e-commerce posizionamento posta elettronica certificata gadgets sms spot index Sito internet di presentazione aziendale

Dettagli

Master in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale

Master in Grafica Pubblicitaria ed Editoriale in PCAcademy Via Capodistria 12 Tel.: 06.97.84.22.16 06.85.34.44.76 Cell. 393.93.64.122 - Fax: 06.91.65.92.92 www.pcacademy.it info@pcacademy.it Informazioni generali Da anni PC Academy eroga con successo

Dettagli

Aggiornamento Matrix

Aggiornamento Matrix Interfaccia utente Nuove icone, menu e comandi offrono un ambiente di lavoro più moderno e intuitivo Strumento Tabella Creando e importando tabelle si ottengono formati strutturati per testo e grafica

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 KIT ESTIVO

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 KIT ESTIVO Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it Anno scolastico

Dettagli

a a a a a a a a DEFINIZIONE DI FONT

a a a a a a a a DEFINIZIONE DI FONT DEFINIZIONE DI FONT Un font vettoriale definisce i singoli caratteri descrivendoli attraverso formule matematiche, o per meglio dire, vettori. Queste 'formule' descrivono le linee che costituiscono il

Dettagli

www.safenetwork.it Safe Network: L emozione di crescere

www.safenetwork.it Safe Network: L emozione di crescere Imm a g i n e & Com u n i c a z i o n e Viale Pio VII, 41-43r 16148 Genova Tel. 010.893.61.94 - Fax 010.863.02.86 - Numero Verde 800.661.881 info@safenetwork.it Safe Network: L emozione di crescere www.safenetwork.it

Dettagli

Index. Profilo Mission Studio Grafico Agenzia Grafica Internet Multimedia Service Perchè affidarsi a noi

Index. Profilo Mission Studio Grafico Agenzia Grafica Internet Multimedia Service Perchè affidarsi a noi Index Profilo Mission Studio Grafico Agenzia Grafica Internet Multimedia Service Perchè affidarsi a noi 2 La comunicazione è questione di tono. 3 Profilo Dal 2003 lo studio mpa si occupa di comunicazione,

Dettagli

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e PROGRAMMI CORSI TRIENNALI CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e COMPUTER-LAB ( laboratorio di computer grafica) Il laboratorio di computer grafica si affianca

Dettagli

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini

1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini 1.3a: La Codifica Digitale delle Immagini Bibliografia Curtin, 4.7 e 4.9 (vecchie edizioni) Curtin, 3.7 e 3.9 (nuova edizione) CR pag. 14-18 Questi lucidi La codifica delle immagini: Pixel Un immagine

Dettagli

La comunicazione degli eventi

La comunicazione degli eventi La comunicazione degli eventi 1 2 Gli strumenti di comunicazione 3 4 Immagine e branding 5 Il branding è l insieme delle attività strategiche e operative relative alla costruzione della marca. Definizione

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA PREMESSA Per il restyling del logo della Fondazione si è voluto percorrere strade diverse dal neurone attuale, sviluppando una proposta grafica incentrata sulle iniziali della

Dettagli

Come... creare. brochure e volantini. Guida Microsoft per le piccole imprese

Come... creare. brochure e volantini. Guida Microsoft per le piccole imprese Come... creare brochure e volantini Guida Microsoft per le piccole imprese Introduzione In special modo per le piccole imprese, il materiale pubblicitario come brochure, volantini e listini prezzi è fondamentale

Dettagli

Storytelling cross-mediale. Alcune risposte, molte piu' domande. Presentazione a cura di Giovanni Spitale

Storytelling cross-mediale. Alcune risposte, molte piu' domande. Presentazione a cura di Giovanni Spitale Storytelling cross-mediale Alcune risposte, molte piu' domande Presentazione a cura di Giovanni Spitale 1. raccontare storie Perché raccontiamo storie? In quale modo le raccontiamo? Quanto tempo hanno

Dettagli

STUDIO. LodeTTI. Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita.

STUDIO. LodeTTI. Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita. STUDIO LodeTTI Strumenti, tecnologie e metodi per l'immagine, la comunicazione, il marketing e la pubblicita. INTERNET GRAFICA MARKETING CONSULENZA FOTOGRAFIA VIDEO STAMPA SOLUZIONI INTEGRATIVE PER UNA

Dettagli

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE

ItalianModa.com CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE CREAZIONE DI COLLAGE DI IMMAGINI & MODIFICA IMMAGINI ONLINE Come descritto in altri documenti in relazione all importanza di presentare nel migliore dei modi i propri prodotti, può essere necessario elaborare

Dettagli

Rappresentazione binaria dei numeri negativi

Rappresentazione binaria dei numeri negativi Introduzione all Informatica 1 Conversione decimale binario (continuazione) La conversione di un numero decimale (es. 112) in binario si effettua tramite l algoritmo della divisione, dividendo successivamente

Dettagli

Publishing & Editing Immagini

Publishing & Editing Immagini Publishing & Editing Immagini Un'immagine digitale è la rappresentazione numerica di una immagine bidimensionale. La rappresentazione può essere di tipo vettoriale oppure raster (altrimenti detta bitmap);

Dettagli

Identità visiva. Joseph Diaz. L'autore. L'autore

Identità visiva. Joseph Diaz. L'autore. L'autore Identità visiva Joseph Diaz L'autore L'autore Joe Diaz è cresciuto in un negozio di insegne a conduzione familiare a Pontiac, Illinois. Ha creato il suo primo logo quando era alle scuole superiori e progetta

Dettagli

Operazioni di base per l inserimento del testo

Operazioni di base per l inserimento del testo Office automation dispensa n.2 su Word Pagina 1 di 13 Operazioni di base per l inserimento del testo Usando un elaboratore di testi è consigliabile seguire alcune regole di scrittura che permettono di

Dettagli

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione A cosa serve il Manuale... Indice dei contenuti Dal punto di vista strettamente operativo l immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell Azienda e si sviluppa e si declina su tutte le

Dettagli

SOLUZIONI STAMPA WEB DESIGN

SOLUZIONI STAMPA WEB DESIGN s.a.s. PROGETTAZIONE GRAFICA Parma: 43036 Fidenza - Via Cardano, 13 s.n.c. Tel. +39 0524.84289 - Tel. e Fax +39 0524.525544 info@graficamalvisi.it - www.graficamalvisi.it SOLUZIONI STAMPA WEB DESIGN PROGETTAZIONE

Dettagli

APPUNTI POWER POINT (album foto)

APPUNTI POWER POINT (album foto) APPUNTI POWER POINT (album foto) Sommario Informazioni generali sulla creazione di un album di foto... 2 Aggiungere un'immagine da un file o da un disco... 2 Aggiungere una didascalia... 2 Modificare l'aspetto

Dettagli

02 web. designer. info. certificazioni. specializzazioni avanzate

02 web. designer. info. certificazioni. specializzazioni avanzate info durata: 10 mesi inizio: novembre 2010 frequenza: 4 ore a settimana software: Adobe Illustrator, Photoshop, Flash, Dreamweaver certificazioni Adobe Certified Expert (ACE) per i software: Illustrator,

Dettagli

Introduzione all immagine digitale. Laboratorio di Tecnologie Educative A.A. 2003/04

Introduzione all immagine digitale. Laboratorio di Tecnologie Educative A.A. 2003/04 Introduzione all immagine digitale Laboratorio di Tecnologie Educative A.A. 2003/04 immagine digitale RASTER tipologie caratteristiche VETTORIALE molte informazioni dimensione fissa dipendente dalla risoluzione

Dettagli

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini

Fondamenti di Informatica 2. Codifica delle immagini Corso di per il corso di Laurea di Ingegneria Gestionale Codifica delle immagini Università degli Studi di Udine - A.A. 2010-2011 Docente Ing. Sandro Di Giusto Ph.D. 1 Scalare vs Vettoriale Per codificare

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI

LA CODIFICA DELLE IMMAGINI LA CODIFICA DELLE IMMAGINI Anche le immagini possono essere memorizzate in forma numerica (digitale) suddividendole in milioni di punti, per ognuno dei quali si definisce il colore in termini numerici.

Dettagli

comunicazione servizi cosa sta cambiando?

comunicazione servizi cosa sta cambiando? cosa sta cambiando? comunicazione Le aziende per rimanere sul mercato e crescere devono adattarsi alle evoluzioni che avvengono attorno a loro. Questi cambiamenti si riferiscono a moltissimi ambiti di

Dettagli

CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini. San Severino Marche

CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini. San Severino Marche CONCORSO MED COMPUTER s.r.l. I.T.I.S. E. Divini San Severino Marche Paciaroni Sara e Zega Michela - 1 - Titolo Some news in Med. Lasciatevi travolgere dalle nuove tecnologie. Abstract Oggi sono molte le

Dettagli

info@ghineawebsolutions.it www.ghineawebsolutions.it T+39 0574 757134 F +39 0574 027820

info@ghineawebsolutions.it www.ghineawebsolutions.it T+39 0574 757134 F +39 0574 027820 info@ghineawebsolutions.it www.ghineawebsolutions.it T+39 0574 757134 F +39 0574 027820 Anche il sito più bello del mondo serve a poco se nessuno lo visita. Gli utenti danno una grande importanza alla

Dettagli

Giocare con le immagini. Ivana Sacchi ivana@ivana.it

Giocare con le immagini. Ivana Sacchi ivana@ivana.it Giocare con le immagini Perchè? Chi? Saper gestire le immagini è una competenza indispensabile per il docente. Verrà utilizzato un editor grafico. In particolare verranno sperimentati i diversi tipi di

Dettagli

Linee guida. Laboratorio Creativo. Progetto di Brand Identity. www.lab-up.it

Linee guida. Laboratorio Creativo. Progetto di Brand Identity. www.lab-up.it Laboratorio Creativo Linee guida Progetto di Brand Identity www.lab-up.it UN BRAND è un insieme di idee coerenti nella mente di un consumatore. (Bianca Cawthorne) Logo Il logo è solo la punta dell Iceberg

Dettagli

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003

STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 STRUMENTI DI PRESENTAZIONE POWERPOINT 2003 INDICE 1 Strumenti di Presentazione... 4 2 Concetti generali di PowerPoint... 5 2.1 APRIRE POWERPOINT... 5 2.2 SELEZIONE DEL LAYOUT... 6 2.3 SALVARE LA PRESENTAZIONE...

Dettagli

Creazione di lavori realistici con il riempimento a reticolo

Creazione di lavori realistici con il riempimento a reticolo Creazione di lavori realistici con il riempimento a reticolo Ariel Garaza Díaz Nato a Montevideo, Uruguay, Ariel vive e lavora in Spagna a Madrid. È designer professionista sin dal 1980 e utente di Corel

Dettagli

Microsoft Word Avanzato

Microsoft Word Avanzato Microsoft Word Avanzato Rev. 2 SOMMARIO INTRODUZIONE 2 LA FORMATTAZIONE AVANZATA 2 GLI STILI 2 INDICI E SOMMARIO 3 I MODELLI DI WORD 4 MODELLI PERSONALIZZATI 4 STRUMENTI AVANZATI 5 GLOSSARIO 5 FORMATTAZIONE

Dettagli

IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce

IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce IL WHITE PAPER DELL EMAIL MARKETING Per l e-commerce Editore Newsletter2Go L email marketing per l e-commerce Nel mondo altamente digitalizzato dei nostri giorni, l email è spesso l unico strumento di

Dettagli

Liceo Classico Scientifico Isaac NEWTON via Paleologi 22 - Chivasso

Liceo Classico Scientifico Isaac NEWTON via Paleologi 22 - Chivasso Liceo Classico Scientifico Isaac NEWTON via Paleologi 22 - Chivasso Mod. 50 Rev. 0 01.09.2011 Documento PROGRAMMA SVOLTO Disciplina COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Anno scolastico 2011-2012 Libro di testo Linguaggi

Dettagli

Progetto laboratorio climatico

Progetto laboratorio climatico Riprogettazione e Restyling sito WEB SSS_AA 2 anno Grafica digitale, orientamento WEB Anno scolastico 2013/2014 Indice Introduzione p.1 Analisi -Concept - tema del progetto p.2 -Discovery - sito esistente

Dettagli

Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali

Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali Introduzione alla realizzazione di pubblicazioni personalizzate professionali Vantaggi di Publisher Publisher non consente solo di creare notiziari o brochure, ma fornisce anche modelli predefiniti per

Dettagli

WEB DESIGN SOCIAL MEDIA WEB ADV

WEB DESIGN SOCIAL MEDIA WEB ADV WEB DESIGN SOCIAL MEDIA WEB ADV DISTRIBUTORE DI IDEE Via dei pini 26 00038 Valmontone Roma mobile: 347.4875437 skype: giusi.nuzzi facebook.com/spaziog twitter.com/spaziogi CERCHI UNA CONSULENZA? Uno staff

Dettagli

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14

Componenti multimediali per il Web. Modulo 14 Componenti multimediali per il Web Modulo 14 Obiettivi Valutare e usare strumenti di utilità e produzione grafica anche animata per inserire e modificare componenti multimediali (immagini, immagini animate,

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

Rappresentazione delle Immagini

Rappresentazione delle Immagini Rappresentazione delle Immagini Metodi di rappresentazione Raster: Informazione grafica rappresentata come matrice di pixel Vettoriale: Informazione grafica rappresentata da relazioni matematiche (funzioni

Dettagli

01 LOGOTIPO. manuale d identità visiva

01 LOGOTIPO. manuale d identità visiva MANUALE D IDENTITà VISIVA 01 LOGOTIPO 1.1 Elementi di base Due sono gli elementi che compongono il Logotipo della Croce Rossa Italiana: la croce rossa all interno dei due cerchi con il testo e la scritta,

Dettagli

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari oo Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari Laboratorio Animazionedesign Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica UNISS Luglio Aprile 2013_Kit _Marchio

Dettagli

Misurare la Customer Retention, le basi: modello

Misurare la Customer Retention, le basi: modello Misurare la Customer Retention, le basi: modello dei ripetitori recenti Di Articolo originale: Measuring Customer Retention - Basic (Recent Repeater Model) http://www.jimnovo.com/measure-loyalty.htm Foto:

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Specifiche per la realizzazione del materiale in formato digitale. Versione 1.3

Specifiche per la realizzazione del materiale in formato digitale. Versione 1.3 Specifiche per la realizzazione del materiale in formato digitale Versione 1.3 Roma, 3 aprile 2004 1. Introduzione Questo documento illustra le regole da seguire per far pervenire il materiale in formato

Dettagli

Sit&a Studio di Ingegneria Territorio Ambiente ing. Tommaso Farenga

Sit&a Studio di Ingegneria Territorio Ambiente ing. Tommaso Farenga Sit&a Studio di Ingegneria Territorio Ambiente ing. Tommaso Farenga Designer Daniela Fusco La comunicazione visiva Per trasmettere un messaggio e quindi determinate informazioni è necessaria la comunicazione.

Dettagli

IL LINGUAGGIO VISIVO DEL MARCHIO

IL LINGUAGGIO VISIVO DEL MARCHIO IL LINGUAGGIO VISIVO DEL MARCHIO Il linguaggio iconico, ancor più di quello verbale, utilizza figure retoriche. Anche il linguaggio del marchio contiene queste figure. METAFORA La caratteristica fondamentale

Dettagli

Costruisci il tuo mood grafico

Costruisci il tuo mood grafico Costruisci il tuo mood grafico Ciao! Magari hai un hobby creativo, oppure ti sei lanciata da poco in una nuova attività o semplicemente ti piace usare i social e vuoi crearti una tua immagine personale.

Dettagli

Manuale di utilizzo del logotipo

Manuale di utilizzo del logotipo Manuale di utilizzo del logotipo INDICE 3 Premessa 4 Logotipo 5 Area di rispetto 6 Colore 7 Versione in positivo bianco/nero 8 Versione in negativo bianco/nero 9 Utilizzo su fondi colore 10 Utilizzo su

Dettagli

Programma didattico Accademia di Belle Arti Palermo. informatica per la grafica Prof.Luca Pulvirenti

Programma didattico Accademia di Belle Arti Palermo. informatica per la grafica Prof.Luca Pulvirenti Introduzione al disegno digitale ed alla grafica web Gli standard grafici La tecnologia : hardware e software Il computer l'unità centrale (CPU, HD) le schede grafiche gli schermi gli scanner le stampanti

Dettagli

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB

INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB Psicologia e comunicazione A.A. 2013/2014 Università degli studi Milano-Bicocca docente: Diana Quarti INFORMATICA E GRAFICA PER IL WEB A.A. 2013/2014 docente: Diana Quarti

Dettagli

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it

COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it COMUNICHIAMO OVUNQUE. www.multycontact.it 2 Profilo & Vision Multy Contact è un agenzia che fornisce prodotti e servizi di comunicazione. Offre consulenza, strategie e creatività per realizzare ogni tipo

Dettagli

Gli appalti pubblici: cosa cambia dopo i decreti Spending review e Crescita? Una panoramica completa e dettagliata.

Gli appalti pubblici: cosa cambia dopo i decreti Spending review e Crescita? Una panoramica completa e dettagliata. 44 Manuale di Scrittura Efficace Ultimo aggiornamento 14 gennaio 2013 Organizzare le informazioni Nel precedente paragrafo hai visto come generare idee utili per conoscere meglio l argomento su cui dovrai

Dettagli

Guida introduttiva. Zoom Usare questo dispositivo di scorrimento per ingrandire e ridurre la visualizzazione delle pagine della pubblicazione.

Guida introduttiva. Zoom Usare questo dispositivo di scorrimento per ingrandire e ridurre la visualizzazione delle pagine della pubblicazione. Guida introduttiva L'aspetto di Microsoft Publisher 2013 è molto diverso da quello delle versioni precedenti. Grazie a questa guida appositamente creata è possibile ridurre al minimo la curva di apprendimento.

Dettagli

Grafica vettoriale. Al contrario la grafica vettoriale si basa sull'idea di dare una descrizione geometrica dell'immagine

Grafica vettoriale. Al contrario la grafica vettoriale si basa sull'idea di dare una descrizione geometrica dell'immagine Grafica vettoriale Come abbiamo visto in un certo dettaglio, la grafica raster si basa sull'idea di definire certe proprietà (colore, trasparenza, ecc.) di ogni pixel applicazioni di tipo fotografico Al

Dettagli

IL TUO SITO WEB. SkyNotes è l insieme degli strumenti di cui l azienda italiana necessita per essere competitiva nel mondo in costante cambiamento.

IL TUO SITO WEB. SkyNotes è l insieme degli strumenti di cui l azienda italiana necessita per essere competitiva nel mondo in costante cambiamento. IL TUO SITO WEB SkyNotes è l insieme degli strumenti di cui l azienda italiana necessita per essere competitiva nel mondo in costante cambiamento. personalizzabile # intuitivo # immediato IL TUO SITO SUBITO

Dettagli

WORDPRESS + SOCIAL NETWORK

WORDPRESS + SOCIAL NETWORK WORDPRESS + SOCIAL NETWORK OBIETTIVI DEL CORSO Il corso è sviluppato secondo la nostra metodologia didattica learning by doing e si struttura in due macro moduli. Nel primo modulo imparerete a creare il

Dettagli

Materiale obbligatorio da fornire al proprio App Angel (per le app ios)

Materiale obbligatorio da fornire al proprio App Angel (per le app ios) Materiale obbligatorio da fornire al proprio App Angel (per le app ios) 1. Per l Apple Store (itunes) 1. TITOLO DELL APP Deve essere tradotto in tutte le lingue in cui è disponibile l app. Avete a disposizione

Dettagli

MOSTRA DI PIÙ VENDI DI PIÙ. Trucchi per ottenere foto di grande impatto

MOSTRA DI PIÙ VENDI DI PIÙ. Trucchi per ottenere foto di grande impatto MOSTRA DI PIÙ VENDI DI PIÙ Trucchi per ottenere foto di grande impatto MIGLIORA I TUOI SCATTI. AUMENTA LE VENDITE. Immagini più chiare, nitide e fedeli aiutano gli acquirenti a notare le tue inserzioni

Dettagli

Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista.

Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista. Dipinti di paesaggi: cosa serve e come fare, le regole del buon artista Vi piacciono i dipinti su tela? Vorreste riuscire a realizzarne uno con le vostre mani? Ecco a voi come dar vita ai quadri di paesaggi

Dettagli

Stampa offset. Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza...

Stampa offset. Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza... Stampa offset Il numero di castelletti nelle macchine è limitato, e la stampa deve adattarsi di conseguenza... stampa b/n: un solo castelletto, facile si possono riprodurre solo neri e grigi, ma il foglio

Dettagli

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base

Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Corso: ADOBE PHOTOSHOP Base Codice PCSNET: ADOB-2 Cod. Vendor: - Durata: 3 gg. Obiettivi Rendere operativi sulle funzionalit di base e di comune interesse del prodotto. Dare una informativa sulle funzionalità

Dettagli

Artigiani di Podcast. Lezione del 8 febbraio 2012. Fabio P. Corti

Artigiani di Podcast. Lezione del 8 febbraio 2012. Fabio P. Corti Artigiani di Podcast Lezione del 8 febbraio 2012 Che cosa è un podcast? Un podcast è un programma a episodi distribuito via internet usando un protocollo specifico chiamato RSS. Gli episodi dei podcast

Dettagli

PREPARAZIONE DEI FILE

PREPARAZIONE DEI FILE PREPARAZIONE DEI FILE Devo usare un Mac o un PC? Come preferite, le indicazioni seguenti valgono per entrambi i sistemi. Con che programmi posso lavorare? Il documento migliore che ci potete fornire per

Dettagli

Nozioni di base sulla progettazione

Nozioni di base sulla progettazione Nozioni di base sulla progettazione gordongroup Informazioni su gordongroup gordongroup è un'agenzia di servizi, marketing one-stop-shop e comunicazione che offre una combinazione esclusiva di servizi

Dettagli

AVVISO AL PERSONALE START ROMAGNA:

AVVISO AL PERSONALE START ROMAGNA: Ravenna START ROMAGNA AVVISO AL PERSONALE START ROMAGNA: Dal 2016 al via il CRAL UNIFICATO su tutti i BACINI di START: INDETTO CONCORSO INTERNO PER IL RESTYLING DEL LOGO CRAL START ROMAGNA Dal 2016 i tre

Dettagli

Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze

Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze THEDARKROOM FIRENZE Scuola di fotografia, arti multimediali e comunicazione visiva, Firenze CORSO ACCADEMICO DI FORMAZIONE PROFESSIONALE IN GRAFICA PUBBLICITARIA IN ITALIANO 192 ore totali durata: 6 mesi

Dettagli

Elementi di Producer versione in italiano

Elementi di Producer versione in italiano Elementi di Producer versione in italiano Come realizzare una semplice proiezione Pro Show Producer La Mole 2009 1 Prima di cominciare Per non appesantire il programma è bene creare una cartella con una

Dettagli

UNA COMUNITA IN CRESCITA

UNA COMUNITA IN CRESCITA UNA COMUNITA IN CRESCITA Proposte di formazione per bambini, ragazzi, insegnanti e genitori 2008-2009 2009 La Bottega dei Ragazzi Cooperativa Sociale Onluss Via Tintoretto 41 35020 Albignasego (PD) Tel.

Dettagli

Il tuo podcast. Giuliano Gaia - Stefania Boiano

Il tuo podcast. Giuliano Gaia - Stefania Boiano Giuliano Gaia - Stefania Boiano Sommario 1. Che cos è il podcasting... 7 2. Trovare e ascoltare i podcast... 15 3. Creare il primo podcast... 33 4. Podcast di qualità... 65 5. Sperimentare... 99 6. Di

Dettagli

Formattazione. ü Introduzione

Formattazione. ü Introduzione Formattazione ü Introduzione Abbiamo fatto un bel po' di lavoro con Mathematica, vero? Abbiamo visto come creare, valutare, semplificare, disegnare, programmare, cucinare, pescare, ed anche come sfilare

Dettagli

Testi, Ipertesi e finestre

Testi, Ipertesi e finestre 52 Ora occorre aprire un programma di acquisizione immagini. Siccome ne esistono tanti, faremo l'esempio con il più diffuso (perché inserito in Office) e il più semplice: Microsoft Photo Editor Per attivarlo

Dettagli

SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA

SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA Marcel Duchamp, L.H.O.O.Q., 1919 Marcel Duchamp, L.H.O.O.Q., 1919 SONO I DETTAGLI A FARE LA DIFFERENZA Quest opera paradigmatica, capitale non solo per lo sviluppo dell arte moderna, ma anche e soprattutto

Dettagli