Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Direttore Generale Mario Resca

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Direttore Generale Mario Resca"

Transcript

1

2 Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale Direttore Generale Mario Resca Il coordinamento generale del progetto è a cura di: Antonella Mosca con Costanza Barbi, Monica Bartocci, Chiara Capponi, Antonella Corona, Francesca D Onofrio, Maria Cristina Manzetti, Anna Napoleoni, Maria Tiziana Natale, Susanna Puccio, Gulin Sezer, Maria Angela Siciliano RAPPORTI CON I MEDIA Vassili Casula COMUNICAZIONE MULTIMEDIALE Alberto Bruni, Renzo De Simone, Francesca Lo Forte, Emilio Volpe AMMINISTRAZIONE Laura Petracci Proprietà letteraria riservata Gangemi Editore spa Piazza San Pantaleo 4, Roma Nessuna parte di questa pubblicazione può essere memorizzata, fotocopiata o comunque riprodotta senza le dovute autorizzazioni. ISBN

3 DALL IDEAZIONE ALLA REALIZZAZIONE I giovani per il MiBAC 2009 ANNO EUROPEO DELLA CREATIVITÀ E DELL INNOVAZIONE

4 Concorso Nazionale per la progettazione di gadget per la promozione dell'immagine del MiBAC

5 I N D I C E PRESENTAZIONE Antonella Mosca Una occasione per ri-pensare L artista, questo sconosciuto VINCITORI Irene Bettini Elisa Cuni Alice Ferrari Sevak Grigoryan Alberto Stella SELEZIONATI Ilaria Barcella Andrea Bettera Fabrizia Bruti Valerio Calimici Gabriele Ciufo Ylenia Farronato Francesco Gangemi Luigi Malennino Federica Menani / Filippo Andreollo Ilaria Molena Silvia Moserle Marta Ramirez Cores Federica Tuzia MENZIONATI Jacopo Biorcio Davide del Prete Partecipanti al Concorso

6

7 Presentazione Nel 2009, Anno europeo della creatività e dell innovazione, il MiBAC ha lanciato un bando di concorso destinato alle scuole e facoltà universitarie di grafica e design, istituti d arte, licei artistici, accademie di tutta l Italia, per l ideazione di gadget originali, innovativi e rappresentativi dell immagine del MiBAC, Ministero della cultura e dell arte, che pone le sue basi proprio sulla ideazione artistica e sulla creatività. I requisiti richiesti sono stati: dimensioni contenute, utilizzo di materiali economici, facile produzione, presenza del logo del MiBAC, bassi costi di produzione in serie. L iniziativa, come altre analoghe organizzate dal MiBAC, da un lato ha voluto incoraggiare e sostenere il percorso formativo di giovani creativi e futuri professionisti del settore artistico, dall altro contribuire a valorizzare l immagine del MiBAC attraverso la realizzazione di prodotti non standardizzati da distribuire gratuitamente in occasione di Fiere ed Eventi. La copiosa e entusiasta risposta pervenuta dalle scuole e facoltà (238 proposte) è stata indice di una forte attenzione del mondo didattico alle iniziative del MiBAC e di un forte desiderio degli studenti di esprimere la propria creatività mettendola al servizio di un istituzione pubblica. Gadget 7

8 Si tratta di una significativa dimostrazione di come una Pubblica Amministrazione si possa avvicinare ai giovani ed al mondo della scuola, offrendo la possibilità di essere partecipi ed interagire con essa con forme e modi originali e creativi per divulgare e promuovere l immagine del Ministero. In questo opuscolo vengono pubblicati i lavori dei cinque studenti vincitori, i quali, oltre a vedere realizzate le loro proposte, riceveranno anche un premio in denaro. Nell opuscolo sono presenti altre 13 proposte degne di una segnalazione e due lavori meritevoli di menzione per estro, innovazione e spirito critico. Hanno fatto parte della Commissione l architetto Anna Campofredano, la scultrice Velia Iannotta e lo storico dell Arte Giovanni Caprara. Un sentito ringraziamento va a tutti coloro, studenti e corpo docente, che hanno voluto prestare il loro entusiasmo creativo e professionale alla nostra iniziativa nell auspicio che progetti come questo possano continuare a trovare spazio e interesse. Antonella Mosca

9 Una occasione per ri-pensare Pacchi, pacchetti, rotoli, scatoloni, buste ed ogni sorta di imballaggio; lì dentro 238 ragazzi, di età mediamente compresa tra i 16 ed i 20 anni hanno depositato un idea, l ambizione di partecipare, il desiderio di vincere. Non è stato facile, intanto e per prima cosa, liberarci da certe rigidità mentali di giudizio che, a causa dell età e dell esperienza professionale inducono spesso a valutazioni accademiche rese in presenza di progetti omogenei e di pari rilevanza; no, in questo caso si trattava di affrontare la diversità da tutti i punti di vista: quella determinata dall età dei concorrenti, dai diversi gradi di maturità progettuale, dalla proposizione dei più vari materiali, dalle diverse capacità espressive, dalle molteplici interpretazioni del concetto di gadget. Quindi, la fase iniziale è stata forse la più impegnativa, laddove la Commissione, ferma restante la verifica dell aderenza degli elaborati prodotti, al disciplinare del bando di concorso, ha stabilito una griglia di requisiti che ha tenuto in particolare conto: il basso costo di produzione per la distribuzione a titolo gratuito; la rispondenza del gadget all uso da parte di tutti ( donne; uomini di ogni fascia di età); la funzione utile del gadget (oggetti da usare) la visibilità del gadget (oggetti da portare con sé) anche per una migliore promozione di immagine del ministero; la sicurezza del gadget anche per l uso da parte dei bambini (elementi non scomponibili; assenza di piccole parti; etc.). A seguire, e superata la fase di impostazione iniziale, la Commissione ha condotto un confronto strenuo ed a volte molto vivace nella selezione, ben consapevole, altresì della responsabilità di valutare ragazzi molto giovani e spesso ancora acerbi nella capacità espressiva, ma tutti egualmente motivati. Dopo molte e lunghe sedute si è giunti quindi Gadget 9

10 alla conclusione che vede premiati: un segnalibro con evidenziatore incorporato: penso a ciò che leggo, evidenzio ciò che penso; una sacca realizzata con materiale da imballo trasparente: meno carta, più comunicazione virtuale; uso gli imballi di plastica a bolle dei libri per una borsa trasparente dove metto ciò che mi pare; una maglietta: con disegno di omini primitivi che si muovono nel tempo, per non dimenticare che le nostre radici e la cultura sono la stessa cosa; un porta chiavi con appeso un gettone da carrello: per portare a spasso il logo e non stare sempre a cercare in borsa la moneta per prelevare il carrello del supermercato; una scatola di alluminio formato card: per i biglietti da visita, per le monete; per le mentine; per l i-pod; per le attaches; per cosa altro? Inoltre la commissione, nel novero delle molte proposte pervenute, ha ritenuto di formulare una particolare menzione per due elaborati che, pur non pienamente rispondenti ai requisiti di selezione e quindi non includibili tra i vincitori, sono da segnalarsi per la tipologia di prodotto, la qualità del prototipo, l originalità del messaggio, tali da potere trovare forse collocazione di riproduzione in occasione di particolari eventi culturali; si tratta di: una medaglia, da realizzare in fusione, simbolica dell anno 2009 come anno dell innovazione; una lattina di acqua, che pubblicizza la sete di cultura. Si è infine stabilito di indicare ulteriori 13 elaborati meritevoli di segnalazione per progettualità, elaborazione ed impegno. LA COMMISSIONE Anna Maria Campofredano Giovanni Caprara Velia Iannotta

11 L Artista, questo sconosciuto Il grande contributo di elaborati pervenuti al concorso indetto dal Ministero Beni Culturali, di artisti in erba ha confermato il grande spirito di creatività che scorre nel loro DNA. I giovani, più che mai oggi, dove più niente ci stupisce, vogliono esserci con un segno, con un messaggio o solo per ricevere un incoraggiamento! facile come quello dell arte è compito di noi adulti. In Italia viviamo di una rendita che grandi artisti ci hanno lasciato, purtroppo per loro non sono stati apprezzati in vita, ma questo e il destino dell artista! L Artista per sua natura è incompreso, ma là dove c e ingegno, idee, espressione, eleganza formale prima o poi emerge. Intuirne le potenzialità, le tendenze, i sogni e spronarli verso un percorso sicuramente non LA COMMISSIONE Anna Maria Campofredano Giovanni Caprara Velia Iannotta Gadget 11

12

13 VINCITORI Irene Bettini Istituto d Arte N. Nani - Verona Elisa Cuni Accademia delle Belle Arti Santa Giulia - Brescia Alice Ferrari Accademia delle Belle Arti Santa Giulia - Brescia Sevak Grigoryan Scuola dell Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca dello Stato - Roma Alberto Stella IPSIA A. Scotton - Vicenza SEGNALATI Ilaria Barcella Liceo Artistico - Bergamo Andrea Bettera Liceo Artistico - Bergamo Fabrizia Bruti Liceo Artistico Ripetta - Roma Valerio Calimici Accademia delle Belle Arti - Macerata Gabriele Ciufo Liceo Artistico - Cassino Ylenia Farronato IPSIA A. Scotton - Vicenza Francesco Gangemi IUAV - Venezia Luigi Malennino Accademia delle Belle Arti Santa Giulia - Brescia Federica Menani Filippo Andriollo - IUAV - Venezia Ilaria Molena ISIS G. Meroni - Lissone Silvia Moserle IPSIA A. Scotton - Vicenza Marta Ramirez Cores Accademia delle Belle Arti Santa Giulia - Brescia Federica Tuzia Scuola dell Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca dello Stato - Roma MENZIONATI Jacopo Biorcio IAAD - Torino Davide del Prete Scuola dell Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca dello Stato - Roma Gadget 13

14

15 V I N C I T O R I

16 Irene Bettini Istituto d Arte N. Nani Verona PORTACHIAVI GETTONE Descrizione dell oggetto: Si tratta di un portachiavi composto da un gettone da carrello per la spesa e una placchetta con l intera statua MiBAC ovvero Apollo e Dafne di Gian Lorenzo Bernini. Componenti: Moneta in metallo con catenella; placchetta con catenella. Il tutto agganciato all anello di giunzione. Le misure della placchetta non superano i 5 cm di altezza e i 3 cm di larghezza. È stata tenuta in considerazione la necessità dell economicità dei materiali da usare, come un materiale plastico e un qualunque metallo per la moneta sulla quale stampare il logo. Questo gadget potrà essere utilizzato da chiunque come portachiavi e sarà in ogni caso gradevole alla vista. 16 Gadget

17 Gadget 17

18 Elisa Cuni Accademia delle Belle Arti Santa Giulia Brescia EVIDENZIA SEGNALIBRO L evidenzia-segnalibro, così da me chiamato è un segnalibro che diventa anche un evidenziatore. Si tratta di un segnalibro molto sottile al cui interno è inserito dell inchiostro di un evidenziatore dallo spessore basso in modo che quando il libro viene chiuso non risulta antiestetico. Per evitare di sporcare il libro c è un tappo ad incastro che racchiude la punta dell evidenziatore. L idea nasce dalla volontà di avere due oggetti in uno, il tutto sempre a portata di mano. È creato per gli studiosi, ma anche per i lettori attenti che vogliono segnare i passi più importanti di un racconto, e non perdere mai il segno. 18 Gadget

19 Gadget 19

20 Alice Ferrari Accademia delle Belle Arti Santa Giulia Brescia IT, S YOUR PERSONAL BOX Descrizione dell oggetto: Scatola estraibile, realizzabile in alluminio o banda stagnata, entrambe materiali economici. Esternamente si trova la scritta it s your Personal Box (font utilizzato: Eras Light ITC) che avvolge il logo MiBAC (ripreso dal sito). Le persone che riceveranno questo gadget, infatti, potranno metterci dentro qualsiasi oggetto vogliano, ovviamente di dimensioni consone al box (chiavette usb, monete, biglietti da visita e non, carte da gioco, pastelli, sigarette, ecc...). Gadget dal design semplice ma elegante che può essere tenuto comodamente in tasca. Sul retro della parte interna si trovano due elementi semisferici, sporgenti quindi rispetto la superficie della scatola. Questi, una volta che la parte interna è completamente inserita nella custodia (parte esterna) si incastrano nei due incavi di quest ultima, bloccandosi. Così che solo per mano della persona venga estratta la scatola interna. 20 Gadget

21 Gadget 21

22 Sevak Grigoryan Scuola dell, Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca di Roma LATO A Roma T-SHIRT Ho ideato questa simpatica grafica applicabile a vari gadget e riportabile su di un mouse-pad, una T-shirt e un segnalibro e può comunque essere applicata ad oggetti di ogni tipo. Gli omini portano quadri, colonne ed altri oggetti a voler simboleggiare che ogni persona può avvicinarsi alla cultura attraverso il lavoro del Ministero per i Beni e le Attività culturali. 22 Gadget

23 LATO B Gadget 23

24 Alberto Stella IPSIA A. Scotton Vicenza BORSA Ci sono dei materiali che, una volta assolta la loro funzione, trovano altra e fortunata applicazione, a volte inaspettata e inconsueta, andando a soddisfare altri bisogni anche molto lontani e di natura molto diversa rispetto a quella per cui quei prodotti sono stati industrializzati. Così come in alcuni Paesi non industrializzati troviamo le latte dei barattoli riutilizzati come materiale per costruire giocattoli o lumini ad olio, oppure copertoni per costruire scarpe, gerle o corde. Nell opulento e distratto mondo occidentale dove ogni minimo bisogno viene immediatamente individuato o trasformato in offerta, accade che un materiale da imballo come la plastica a bolle (bubble wrap) diventi un goloso passatempo antistress tanto che una attenta e solerte industria di videogiochi ha proposto la versione digitale del (pare) terapeutico scoppiettino. Come funziona: Pollice e indice su una o più bolle intrappolate all interno del polimero, pressione delle dita fino a raggiungere l obbiettivo: lo scoppietto. Breve gesto dal sicuro risultato sia tattile che sonoro, la ripetizione dell operazione è quasi inevitabile in un crescendo quasi ipnotico di questo mantra laico. Il gadget proposto che abbiamo battezzato bubble bag wrap riabilita questo materiale restituendogli una funzione oggettiva (la borsa) ma inevitabilmente destinata anche a soddisfare il bisogno ultimo POF! 24 Gadget

25 Gadget 25

26

27 S E L E Z I O N A T I

28 Ilaria Barcella Liceo Artistico Bergamo BICCHIERE L oggetto scelto come gadget da realizzare per il MiBAC è un bicchiere in plastica che, essendo ripiegabile, occupa poco spazio, è comodo anche per viaggiare, ha un costo ridotto ed è originale. Sul coperchio è presente il marchio del MiBAC, mentre sulla base sono scritte le informazioni di colore bianco su fondo azzurro per restare coerenti con i colori originali. La parte del bicchiere in plastica è incolore, trasparente. Le info da inserire sono l indirizzo della sede amministrativa, i numeri di telefono e il sito. Eventualmente prima delle info si può inserire la scritta Anno Europeo della Creatività e dell Innovazione Materiale: plastica Colore: trasparente, blu cyan Dimensioni: diametro: 8 cm altezza: chiuso 3 cm - aperto 10 cm 28 Gadget

29 Andrea Bettera Liceo Artistico Bergamo ELASTICO Descrizione dell oggetto: Potrebbe sembrare impossibile perfezionare un oggetto semplice, economico e assolutamente funzionale come un semplice elastico. Il gadget qui ipotizzato è in pratica un normale elastico molto largo con due sottili strisce centrali mancanti e due collegamenti in gomma. Allungato e disposto a croce (o ad X), assolve alla funzione che di norma richiederebbe l uso di due elastici e funziona in modo ottimale come fermaglio per libri, cd, carte, buste e quant altro. La varietà di colori e le variazioni apportate ad un prodotto apparentemente immutabile hanno reso questo gadget un oggetto incredibilmente nuovo. Il marchio del MiBAC è stato inserito su uno dei due collegamenti gommati dell oggetto (il più spazioso), mentre il logotipo è stato applicato sulle quattro braccia ad esso adiacenti in modo da farlo leggere correttamente (in senso orario) una volta che il gadget sarà correttamente utilizzato ed aperto. La varietà di colori e le variazioni apportate ad un prodotto apparentemente standardizzato dimostrano come il design possa raggiungere ottimi risultati partendo dalla riconsiderazione di oggetti di uso quotidiano che si tende a dare per scontato. Gadget 29

30 Fabrizia Bruti Liceo Artistico Ripetta Roma SPILLA LAVAGNA Descrizione dell oggetto: La Spilla-Lavagna con il logo del MiBAC può essere un modo divertente per promuovere l arte ed il Ministero. Infatti, la caratteristica di poter ogni giorno cambiare la scritta sulla spilla (ciò è permesso dalla vera lavagna inserita nel supporto) fa si che essa si adatti ai gusti più vari. La spilla riproduce una vera lavagna scolastica. È formata da una lastra di ardesia 8x5 cm, con il Logo del MiBAC in basso a desta, inserita in un supporto ligneo 9x5 cm. Sul lato destro è incollato un sacchetto di cotone contenente un gessetto bianco utile a scrivere sulla spilla lavagna. Sul lato posteriore è posizionata una spilla da balia per permettere l applicazione ai tessuti. Cornice in legno: 9x6 cm larghezza: 0,5 cm profondità 0,8 cm Lastra ardesia: 8x5 cm Logo MiBAC: 2x1,5 cm 30 Gadget

31 Valerio Calimici Accademia delle Belle Arti Macerata SPILLE: I MAGNIFICI DIECI Il progetto prevede la realizzazione di una serie di 10 divertenti spille (pins) da indossare, collezionare o regalare. Le spille raffigurano alcuni dei più bei monumenti italiani come il Colosseo o la torre pendente di Pisa divenuti in tutto il mondo simboli del nostro prezioso e inestimabile patrimonio artistico e culturale. Le spille sono contenute in un comodo e pratico astuccio che al suo interno ospita inoltre un piccolo libretto da appendere facilmente al muro come poster. Il progetto soddisfa tutti i requisiti previsti dal bando, ovvero dimensioni contenute (solo 9 per 6 cm), possibilità di produrre facilmente il gadget in serie, con bassi costi di produzione e utilizzo di materiali di semplice e rapida lavorazione. I soggetti raffigurati nelle spille possono essere continuamente rinnovati e inoltre possono cambiare a secondo delle esigenze (es. i dieci monumenti da salvare ) o essere personalizzati in occasione di eventi e ricorrenze particolari. I testi possono essere tradotti in più di una lingua. Gadget 31

32 Gabriele Ciufo Vista fronte Vista retro Alloggiamento USB Connettore USB Liceo Artistico Vista lato Cassino Varianti Disposizione marchio #1 USB STRAP Filosofia dell oggetto: USB Strap è un braccialetto in materiale elastico gommoso che si chiude tramite un connettore USB. Il futuro della cultura è nella tecnologia, e tecnologia è sinonimo di computer. L USB è uno dei simboli del PC, e più in generale dell era moderna. Rappresenta il link, la connessione, il passaggio di informazioni. Al giorno d oggi sono miliardi le informazioni che attraversano un connettore USB; esse sono spesso di carattere tecnico, ma anche di carattere culturale. È proprio dalla volontà di rappresentare questo legame tecno-culturale, rivolgendo la cultura stessa al moderno, che nasce USB Strap. USB Strap È dunque un accessorio di stile con un valore estetico e soprattutto simbolico, e per tale motivo, data anche la sua destinazione di carattere promozionale, non ha una vera funzione pratica, né una penna usb al suo interno (cosa tuttavia inseribile). Disposizione i i marchio #2 V Colore invertito Dettagli Tecnici: USB Strap presenta il marchio Mibac stampato nella parte anteriore in posizione centrale o a scelta del produttore (vedere elaborato grafico). I colori della gomma sono i medesimi del marchio Mibac (blu e bianco). USB Strap può essere realizzato con le tinte standard, superficie di blu, dettagli bianchi stampati, con tinte invertite, superficie bianca, dettagli blu stampati oppure, seguendo sempre questo schema, con un colore a scelta a sostituzione del blu. 32 Gadget

33 Ylenia Farronato IPSIA A. Scotton Vicenza MOUSE PAD Filosofia dell oggetto: Questo gadget parte da una riflessione e la sua funzione è puramente concettuale. Esso, infatti, nega consapevolmente la sua funzione impedendo al mouse di svolgere il suo lavoro e non è pertanto utilizzabile. Vuole quindi essere un dissuasore dell abuso del mezzo informatico quando questo, ad esempio, si sostituisce alle reti di relazione sociale. Il gadget peloso ci suggerisce di spegnere il computer una volta assolta la sua funzione e di non lasciarci divorare passivamente il tempo da un compagno di giochi comodo solo perché vicino, docile, accondiscendente e ubbidiente. Il tappetino MiBAC abita vicino a quello del mouse e ha la presunzione di ricordarci che fuori ci sono piazze e strade, spazi verdi e ancora fossi da saltare, persone e reti di relazioni da costruire. Nutrimento per strutturare personalità consapevoli, non omologate in blister di falso progresso che si acquista per pigrizia e in offerta speciale. Materiale dell oggetto: Base in gomma nera, materiale superiore in pelliccia sintetica, stampa logo con termoflex. Gadget 33

34 Francesco Gangemi IUAV Venezia SET Filosofia dell oggetto: Il nostro progetto McMiBAC vuole stravolgere la tradizionale forma del coltellino svizzero per permetterne l inserimento nelle tasche di un comune portafogli, grazie alle sue ridotte dimensioni e al suo piccolo spessore. Inoltre, modificando il classico contenuto del coltellino svizzero si ottiene un gadget più utile e funzionale. Descrizione dell oggetto: Il prodotto dispone di una chiavetta USB, di tre piccole biro bic dagli inchiostri variabili e del tradizionale coltellino. Tutte queste componenti sono contenute nella custodia di plastica trasparente tramite semplice incastro. La chiavetta USB dispone di un piccolo cursore che ne consente l utilizzo senza separarla da questo involucro. I materiali utilizzati sono la plastica dura trasparente blu, che richiama il colore del logo MiBAC e i classici materiali sfruttati per la fabbricazione di chiavette, lame e biro Bic. Il logo compare sia sul fronte del gadget che sul retro. È uno stampato a caldo di colore bianco, privato della sua componente blu, sostituita dal colore del supporto stesso. 34 Gadget

35 Luigi Malennino FRONTE RETRO Accademia delle Belle Arti Santa Giulia Brescia SPONGIT Il Gadget SPONGIT è un oggetto estremamente semplice,la struttura di base è costituita da tre strati : il primo è plastificato e presenta il logo MIBAC, l ultimo invece presenta un panno pulente antistatico, all interno di questi vi è una spugnetta. Un gadget utile: quante volte nei nostri schermi del cellulare, psp, fotocamere, nintendo ds etc. si presentano quelle fastidiose ditate o si ha il bisogno di pulire lo schermo? In questo caso SPONGIT tramite il suo panno posteriore ci aiuta a pulire i nostri accessori portatili. Un gadget economico: economico ma non per questo meno valido, la sua produzione è estremamente semplice e composta da materiali che hanno un costo bassissimo. Un gadget promozionale: lo SPONGIT è il miglior veicolo pubblicitario che si possa avere, la sua forza sta nella facile portabilità e nella estrema diffusione (oggi quasi tutti abbiamo un accessorio tecnologico sempre con noi, nella fattispecie anche per moda i giovani attaccano qualcosa al proprio cellulare). Grande visibilità per il MIBAC! CORDINO strato plastificato strato spugnoso strato con panno Gadget 35

36 Federica Menani Filippo Andriollo IUAV Venezia ANELLO PENNA Descrizione dell oggetto: Il tubicino che funge da serbatoio per l inchiostro è realizzato in materiale plastico sufficientemente flessibile, l inchiostro è in gel. Il corpo principale della penna è in gomma morbida semirigida antiscivolo. Per usarlo è necessario sganciare la penna dalla propria sede e portare la punta in posizione anteriore. 36 Gadget

37 Ilaria Molena ISIS G. Meroni Lissone PORTACHIAVI Una striscia al servizio del MiBAC Questo oggetto è un portachiavi realizzato in carta colorata acetata. Su ogni striscia abbiamo disegnato delle immagini e il suo logo per ogni attività del MiBAC. Su di esse sono stati incisi dei taglietti in modo da farli incastrare tra di loro fino a realizzare una forma che potrà essere utilizzata in varie maniere: porta penne, porta cellulare ecc. Gadget 37

38 Silvia Moserle IPSIA A. Scotton Vicenza SPILLA PORTA OCCHIALI Questo gadget parte dall idea di fornire una alternativa alla tradizionale cordicella pota occhiali. Essa infatti gode di una sorta di bavaglino. Da questa costatazione l interesse di creare una spilla porta occhiali è sorta spontanea per esperienza diretta. La spilla porta occhiali trova collocazione in qualunque abbigliamento, si applica tramite un ago di sicurezza posto sul retro, in alternativo chiodino con clip. L asola è in materiale plastico e morbido, per far grippare la stanghetta inserita. Le dimensioni proposte sono: -diametro 4cm -spessore 0,5 mm Il colore dello sfondo richiamerà quello suggerito dal logo MiBAC. 38 Gadget

39 Marta Ramirez Cores Accademia delle Belle Arti Santa Giulia Brescia BUSSOLA GIROSCOPICA Descrizione dell oggetto: Materiali. Bussola di plastico con gancio metallico e corda di nylon. Questa bussola giroscopica può abbinarsi alle chiavi, vestiti, borse... È un curioso gadget che può essere utile in diverse situazioni, in campagna quanto in città. È un oggetto interessante e vistoso ma semplice ed economico. Gadget 39

40 Federica Tuzia Scuola dell, Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca di Roma Roma RIGHELLO SEGNALIBRO Il segnalibro-righello nasce dall idea di unire due oggetti che in apparenza possono sembrare lontani come uso l uno dall altro, ma che in realtà fondono insieme due attività come il disegno e la lettura,che stimolano la fantasia e avvicinano al mondo della cultura e dell arte a 360. Descrizione dell oggetto: sulla destra il riquadro che riporta il logo del MiBAC fa quasi da sostegno all immagine insolita di Paolina Borghese, famosa scultura di Antonio Canova conservata nel Museo di Villa Borghese a Roma. Essa infatti è raffigurata di schiena, ed è delineata solo la sua sagoma e i tratti più evidenti del panneggio che la ricopre. Proprio questi spazi all interno del contorno sagomato dell oggetto sono stati pensati vuoti, quindi traforati. Il motivo di questa scelta stilistica nasce dal fatto di voler dare sia leggerezza e freschezza all oggetto stesso, oltre che riprendere l effetto bidimensionale dell Apollo del logo del MiBAC. 40 Gadget

41 M E N Z I O N A T I

42 MOTIVAZIONE ALLA MENZIONE Abbiamo ritenuto di esprimere una menzione per il prodotto la lattina ; l idea evidenzia una buona forma di comunicazione laddove si descrive la cultura come necessità. Come l acqua è un bene primario da dove ogni forma vitale deriva, e nessuna espressione umana è possibile senza acqua, così l evoluzione artistica ne è una diretta derivazione materiale e concettuale in un processo di osmosi, ben rappresentato nella grafica. Appare molto diretto e facilmente percepibile il messaggio, quindi l oggetto si presta ad una estesa diffusione in specie in occasione di mostre, eventi o convegni dei quali eventualmente riportare la memoria, con una personalizzazione del coperchio di chiusura. Il materiale per la realizzazione è riciclabile e di basso costo; l uso derivato (la rimozione del coperchio a strappo ne fa un bicchiere) è utile; si può conservare (portapenne; materiali minuti). Auguriamo a Jacopo Biorcio di proseguire e perfezionare in un percorso di grafica e ricerca sui materiali la propria capacità creativa. ANNA CAMPOFREDANO

43 Jacopo Biorcio IAAD Torino LATTINA Concetto: Target eterogeneo. II MIBAC toglie la sete di cultura e, soprattutto, regala un bene prezioso per l intera umanità. Il mio obiettivo è far riflettere su come la cultura possa essere un bene prezioso ed indispensabile Si tratta di lattine di acqua. L alluminio delle lattine è riciclato. L acqua oggi va considerato un bene prezioso e da difendere esattamente come preziosi e da difendere sono i Beni Culturali. Progetto: H2Art l acqua del MiBAC Dimensioni: Lattina da 0,33 cl Diametro: 6,5 cm h: 11 cm Materiali: - alluminio riciclato - acqua minerale naturale Gadget 43

44 MOTIVAZIONE ALLA MENZIONE Con gli strumenti di lettura che posseggo, come scultrice e come orafa, ho potuto apprezzare particolarmente il progetto presentato da Davide Del Prete. Il prototipo a cera persa, oltre ad una raffinatezza di fondo, presenta un virtuosismo nella raffigurazione plastica dei piani, nonché l intuizione dell ondulazione prospettica dell opera. Inoltre, il messaggio centrato al tema del bando, con semplicità di lettura ci porta per mano in un percorso centripeto dove l ingranaggio dell arte si intreccia con l ingranaggio dell immaginazione, la creatività con la fantasia il tutto sotto la supervisione del bellissimo volto di Apollo, simbolo del MiBAC. L Autore cita testualmente nella sua scheda tecnica: l Arte è sintesi diretta tra pensiero e azione simbolicamente rappresentata dall ingranaggio, che diviene rosone inteso come rappresentazione della bellezza e della perfezione del creato cosa dire di più, basta questo per non aggiungere altro ed augurare a questa giovane promessa una grande carriera! VELIA IANNOTTA

45 Davide Del Prete Scuola dell, Arte della Medaglia Istituto Poligrafico Zecca di Roma Roma CIONDOLO Caratteristiche tecniche: La medaglia è rappresentata con un rapporto di ingrandimento pari a cinque vote le dimensioni reali dell oggetto il cui diametro è di 30mm. Tale rapporto è giustificato dal processo di produzione scelto: la coniazione. Tale tecnologia infatti, prevede la realizzazione di un modello di dimensioni comprese tra quattro e sei volte l ingrandimento dell oggetto reale per poi subire un processo di riduzione pantografica che mantenga la definizione del modello iniziale. Il tondello in lega di ottone, viene deformato a freddo sotto l azione di una pressa meccanica; il metallo si espande all interno del conio e assume la forma ondulata precedentemente progettata. Inoltre la versatilità di questo metodo di produzione fa si che le matrici utilizzate per la stampa possano essere per altri progetti. Gadget 45

46 Partecipanti al Concorso Accademia delle Belle Arti Laba Brescia Eleonora Torri, Giulia Usberti Fellini Accademia delle Belle Arti Santa Giulia Brescia Gianmarco Cauzzi, Marco Guerreschi, Ilaria Trombi, Miriana Acerbis, Veronica Fontana, Alice Ferrari, Mattia Porta Scarta, Arianna Olini, Viola Lonardoni, Valentina Marmaglio, Tea Pinoni, Flavio Pellegrini, Francesca Pistoni, Francesca Conversano, Francesco Lucchiari, Annalisa Gasparotti, Laura Taliento, Paola Mangeri, Luigi Malennino, Martina Sandro Laura Nassimi, Giovanni Brescia, Marco Ghilardi, Sonia Brambilla, Chiara Crisologo, Milena Gherardi, Filippo Zani, Sara Abeni, Giulia De Grazzi, Bruno Zocca, Cosimo Bunicelli, Gabriele Manenti, Paolo Rosa, Marta Ramirez Cores, Carlotta Bonazzoli, Annamaria Valcamonico, Cristina Lonardi, Noemi Losi, Alberto Fusari, Luca Ferrari, Federico Cerioli, Elisa Cuni Accademia di Belle Arti Macerata Valerio Calimici Accademia di Belle Arti di Brera Milano Martina Rori, Debora Tolotta Accademia di Belle Arti Reggio Calabria Giuseppe Naso Ipsia Andrea Scotton Breganze Marco Conte, Elisa Chiesa, Costantino Azzolin, Marco Pigato, Ylenia Farronato, Alberto Stella, Alice Greselin, Mattia Matizardo, Carlotta Pilla, Silvia Moserle, Laura Valeriano, Andrea Dal Prà, Sonia Canaglia Isis Ipsia G. Meroni Lissone Ilaria Molena, Federica D angelo, Ilaria Testa, Andrea Radaelli, Martina Davoli, Clorinda Biancaniello, Erika Lentini, Ilaria Longo, Irene Sala, Laura Schilirò, Irene Arosio, Maria Grazia Gambuto, Camilla Ottolina, Francesca Pellegrinelli, Cesare Gattari, Alessandro Riso Istituto D Arte Applicata e Design Torino Jacopo Biorcio, Sara Pennini, Piergiorgio Adragna, Francesco Gennaro Istituto D arte N. Nani Verona Jennifer Nzewi, Pietro Pisu, Anna Panato, Margherita Iori, Luca Innocenti, Nicole Zantedeschi, Silvia Monici, Lorenzo Barbini, Giada Cipriani, Irene Bettini, Diego Dalle Vedove, Alessio Carbon Istituto di Istruzione Secondaria Superiore Pitagora Siderno Federica Tropeano, Mariachiara Richichi, Maria Celeste Giannotta, Rachele Reale Istituto Professionale Rosa Luxemburg Acquaviva Delle Fonti Daniela Nicastri, Mario Cordasco, Arcangela Prisciantelli, Antonello Schiavarelli Istituto Statale d Arte Sacro Cuore Cerignola Oscar Luigi Prudente Istituto Statale d Arte Potenza Melanie Papagni, Alessandro Ciufo Liceo Artistico G. De Nittis Bari Fabrizio Dal Sardo, Andrea Scagliola, Giuseppe Micunco, Nunzio Liso, Angelo Augusto Miguens, Ivana Inglese, Tamara D Amato, Gretha Coluccia, Luca Cosimo Lovero, Jonni Bongallino Liceo Artistico Benevento Umberta Iannotti, Valentina Bocchino, Maria D Onofrio, Federica Francesca, Serena Iele, Roberta Capozzi, Gianluca De Santis, Fabiana Pastore, Catarina Maria Ricciardi, Gabriele Ciani Carmine Iscaro, Giovanni Ibelli, Giovanni Vassallo, Mario Bruno, Giovanni Bilotta, Danny Checola, Francesca Nuzzolo, Laura De Vanna, Mario Rapuano, Davide Marinello, Alessandro Cardone, Lucrezia Zerillo, Giorgio Bologna, Antonia Giardinello, Simone Pignone, Antonio Cancellieri, Antonietta Parrillo, Angela Serino Liceo Artistico di Bergamo Bergamo Sara Essbai, Gabriele Milla, Alessandro Tintori, Sara Soranto, Kristel Salvi, Mattia Offredi, Serena Musteni, Chiara Marcoleoni, Marcello Intraina, Greta Galli, Alice Fiorendi, Sara Carminati, Micaela Camozzi, Valentina Bottagisio, Andrea Bettera, Ilaria Barcella Liceo Artistico F. Arcangeli Bologna Silvia Rou, Lucia Lombardini, Stefania Mongemi, Giulia Zannini, Ilaria Zanotti, Ireneo Piccinini, Antonella Capezzera, Rebecca Sforzani, Jennifer Gamberini, Federico Herrman, Giulia Bianchini, Beatrice Pirani, Alice Di Girolamo, Irene Caravita, Caterina Schmitt, Pietro Garrone, Gaia Bernasconi, Veronica Toselli, Veronica Cattani, Greta Calanca 46 Gadget

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc.

Elenco per Classe. Pr. Alunno Data Nasc. Classe: 3A TERZE E QUARTE NUOVO ORDINAMENTO LICEO SCIENTIFICO STATALE "P. RUGGIERI" MARSALA 1 ANGILERI VITO 11/02/1999 2 ARISTODEMO MARCO 17/03/1999 3 BONFRATELLO SAMUELE 26/06/1999 4 CAMAGNA MICHELE 12/05/1999

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media

FREQUENZA COMPORTAMENTO CONOSCENZE ABILITÀ-ORIGINALITÀ APPRENDIMENTO max. 3 punti 0-1-2 punti max. 10 punti max. 10 punti media Commissione 1 - COMMISSIONE AFFARI ESTERI (AFET) CHAIR: Ilaria BLASUCCI, Alessandro IANNAMORELLI TOTALE INCONTRI: CALCIOTTI LUDOVICA VAIANA VALENTINA DI CASTRO MATTEO VERNICA DIANA LE LUCA MARIANNA SBARDELLA

Dettagli

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale

Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Arpa Emilia-Romagna. Elenco incarichi conferiti ai Consulenti e Collaboratori esterni nell'anno 2006 - periodo annuale Nominativo / SCS AZIONINNOVA SPA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BOLOGNA UNIVERSITA' LA

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Seconda Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Seconda Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20

grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 grafica editoriale / biennio lunedì 29 giugno 2015 ore 8:20 Sortino Consuelo Pisano Antonino Impellizzeri Giulia Petriglieri Emilio Silvestro Federica Ciadamidaro Rocco graphic design 3 / triennio lunedì

Dettagli

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio

XVI COPPA 4 STILI CITTA' DI TRENTO - pomeriggio Trento dal 27/05/2012 al 27/05/2012 RIEPILOGO 100 Dorso Esordienti A Femminile - Serie 1) DONINI Valentina 00 RARI NANTES TRENTO 1'125 2) BAZZANELLA Chiara 00 2001 TEAM ASD - ROVER 1'153 3) CRISTOFALETTI

Dettagli

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito

Ente: ALBANO SANT'ALESSANDRO Sede: 35975 ALBANO SAN ALESSANDRO Posti richiesti: 1. Cognome Nome Esito ========================================================== Progetto: BERGAMO E IL SUO TERRITORIO: UN ANNO DI SERVIZIO CIVILE NELL'AREA CULTURALE 2012 Codice progetto: R03NZ0050413100748NR03 ==========================================================

Dettagli

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2

Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Maschi (50 mt) anno Società TEMPO 1 SARTORI ETTORE 2004 A PC 10''8 2 BOZZO ANDREA 2005 A5C 11''9 3 ZILIANI LUCA 2006 APC 12''2 Esordienti 2004-05 Femmine (50 mt) anno Società TEMPO 1

Dettagli

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1

MODENA MODENA 1 MODENA 1 MODENA 1 RAVENNA 1 REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA 1 RIMINI 1 PARMA 1 PARMA 1 FORLI CESENA 1 Posti disponibili A 245 CIACCI Angela pos.214 punt.70,20 CHEILAN Claria Marie pos.221 punt.70,00 MELLI CREMONINI Elisabetta pos.210 punt.70,50 MUCCHINO Valentina pos.212 punt.70,30 APPIGNANESI SIMONA pos.224

Dettagli

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma

Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014. forma Istituto Compressivo Cantù 2 Scuola Primaria di Fecchio - Anno10 numero2 Aprile 2014 la scuola in... forma Notizie dall interno curiosando nella scuola A cura di: Clara, Camilla, Lorenzo di classe 5, Elisa,

Dettagli

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI

ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE E PER GEOMETRI Classe : 1AG GEOMETRI "PROG. 5" FEDELE ALEX GARIANO FRANCESCO MENICHINI FEDERICO PARDOSSI LORENZO PIRROTTINA GIACOMO TERRENI FEDERICO MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA E INFORM. MATEMATICA

Dettagli

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori

Dalla lettura di una poesia del libro di testo. Un ponte tra i cuori 1 Dalla lettura di una poesia del libro di testo Un ponte tra i cuori Manca un ponte tra i cuori, fra i cuori degli uomini lontani, fra i cuori vicini, fra i cuori delle genti, che vivono sui monti e sui

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA BASILICATA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : MATERA GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

Il Mobile Significante 2015 XII edizione

Il Mobile Significante 2015 XII edizione Internazionale Fondazione Aldo Morelato sull arte applicata nel mobile. Il Mobile Significante XII edizione I Luoghi del relax 2.0 oggetti d arredo per il relax domestico Art. 1 Tema del concorso Lo spazio

Dettagli

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA

PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA PROGETTO CONTINUITÀ SCUOLA DELL INFANZIA - SCUOLA PRIMARIA Progetto in rete degli Istituti Comprensivi di: Fumane, Negrar, Peri, Pescantina, S. Ambrogio di Valpolicella, S. Pietro in Cariano. Circolo Didattico

Dettagli

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A

F.I.N. Delegazione di Piacenza. 6^ Manifestazione Provinciale Propaganda. Pavia 19 Maggio 2013 P R O G R A M M A Staffette 4 x 25 Stile Libero 1 F SPORT VILLAGE (Azzoni-Mazzeo-Caravaggi-Costa) 2 F VOGHERESE N (Guida-Prizzon-Guagnini-Dragoti) 3 F CENTRO FIN PAVIA (Rossi-Beretta-.-Balduzzi)) 1 F/M MELEGNANO (Marchesoni-Gigli-Turazza-Benussi)

Dettagli

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014

Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Graduatoria di Istituto II Fascia Personale Docente Scuola Primaria CNIC841005 Data Produzione Graduatoria Provvisoria: 19/08/2014 Tipo Posto Cod. Tipo Posto Posto Cognome Nome Punteggio COMUNE AN 1 VICARI

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti

CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale 100 METRI MASTER F SERIE - RISULTATI. Clas. Cors. Pett. Atleta Anno Cat. Società Prestazione Punti CDS Allievi su pista - 2^ prova regionale CDS Master Organizzazione: Trionfo Ligure - Genova RISULTATI 100 METRI MASTER F Serie Unica VILLA GENTILE - 18 Maggio 2013 Ora Inizio: 16:26 - Vento: +0.4 1 4

Dettagli

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile

2011 Alma Edizioni. Materiale fotocopiabile Proponiamo alcune possibili attività didattiche da fare in classe con i calendari di Domani, in cui sono riportati gli eventi significativi della cultura e della Storia d Italia. 2011 Alma Edizioni Materiale

Dettagli

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

COGNOME NOME DATA NASCITA PRV NASCITA PUNT. UTI PUNT. EXTIT SCUOLA DI RICONF. COD. PREC CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO AZIENDALI ANZIVINO MARILENA 07/12/1968 FG 30,00 0,00 CAMPORESE MARIA 27/02/1956 SA 0,00 0,00 SISD00201T

Dettagli

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede

A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP. A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede Altra Classe di Sede e A012 PORRECA Patrizia A058-A060-A074 Pisticci 101 95 95 DOP A016 COLLETTA Olga Ren. A072- Sostegno Policoro 46 40 Senza sede A017 GAUDIANO Domenico A039 ITC"Ol."MT 299 Matera 305

Dettagli

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI

LISTE REGIONALI LISTE PROVINCIALI LISTE REGIONALI SEZ. 1 SEZ. 2 SEZ.3 SEZ.4 SEZ. 5 SEZ. 6 SEZ. 7 SEZ. 8 SEZ. 9 SEZ. 10 SEZ. 11 SEZ. 12 SEZ. 13 TOTALE LISTA N. 1 CANCELLERI Giovanni Carlo 72 103 104 106 70 53 90 91 59 86 77 89 96 1096 LISTA

Dettagli

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za

In cl. Ri s. Cod. Tip o. Su ppl en za Cod. Tip o In cl. Ri s Post o Cognome Nome Data Nascita Punt eggi o AN 1 PROIETTI MANCINI SIMONA 30/09/1975 200 AN 2 CALCATERRA LUCIA 24/09/1969 198 AN 3 COPPOLA MARIA TERESA 25/06/1962 196 AN 4 MARCON

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60

4 (01:35:20) (2-91) CUS BARI(A) Binetti Saverio Boccuto Alberto Altamura Dionisio Piromallo Alfonso Giampietro Giovann +0:1:60 GARA 3 del 22 Ore 15:00 QUATTRO CON Senior A M Finale 1 CAMPIONATI UNIVERSITARI MONATE (Codice 7 mt.500 N.Eq. 6 N.Isc. 6) 1 (01:33:60) (4-55) Wurzel Marius (1) Casetti Andrea (1) Palma Jacopo (2) Banti

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Ne forniamo alcuni esempi.

Ne forniamo alcuni esempi. Con il termine coordinamento oculo-manuale si intende la capacità di far funzionare insieme la percezione visiva e l azione delle mani per eseguire compiti di diversa complessità. Per sviluppare questa

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42

1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - VIA SCOTELLARO 19(CANCELLATO PER ACCETTAZIONE) 1 - via Botticelli 11/15(ACCETTATO) 2 - via Paisiello 42 SCUOLA : via Botticelli /5 P.C. S. Giuseppe lavoratore / 00555 ANNO SCOLASTICO : 05/06 DATA GRADUATORIA : 30/03/05 PUBBLICATA Ver. 0 FASCIA DI ETA' DAL : 0/0/00 AL : 3//0 PRIORITA' ASSOLUTA 30/08/0 690

Dettagli

BAMBINI E ROBOT. Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto

BAMBINI E ROBOT. Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto BAMBINI E ROBOT Giusy Dompé, Laura Gullino, Lucia Papalia, Luisa Pezzuto Docenti di Scuola dell Infanzia e di Scuola Primaria Circolo Didattico Beinasco - Gramsci www.beinascogramsci.it Introduzione La

Dettagli

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco

Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) Prof. Gianluca Todisco Che cos è la luce? (Luce, colori, visioni.quale sarà mai il loro segreto?) 1 LA LUCE NELLA STORIA Nell antica Grecia c era chi (i pitagorici) pensavano che ci fossero dei fili sottili che partono dagli

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE

ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE A.S. 2013-14 ASSEGNAZIONE DOCENTI AI PLESSI, ALLE CLASSI, ALLE SEZIONI, ALLE DISCIPLINE SCUOLA INFANZIA COLLE INNAMORATI Doc. curricolari Sostegno IRC Sezione A Cattelan Cristina Ranieri Paola (antimer.)

Dettagli

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er.

Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co. Pr ef er. Graduatoria di Istituto I Fascia Personale Docente Scuola Primaria ORIC80400X Data Produzione Graduatoria Definitiva: 23/09/2014 Co Tipo d. Incl. Po Posto Tip o Ris sto Cognome Nome Data Nascita Prov.

Dettagli

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone

Se fossi... Nicole Pesce. Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone Se fossi... Nicole Pesce Se fossi un libro mi leggerei da sola e mi lascerei leggere dalle altre persone se fossi un coppa mi lascerei osservare da tutti, ed essere contenta di essere con te, te che mi

Dettagli

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00

1. CINELLI ANNA MARIA 15/04/57 PN 151,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA

Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA Graduatoria Docenti aspiranti all UTILIZZAZIONE nei LICEI MUSICALI Anno Scolastico 0/ Esecuzione e Interpretazione / CHITARRA sul posto o sulla quota orario assegnata nell anno scolastico 0/ (docenti titolari

Dettagli

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO

D E C R E T A 3 D ADDARIO TEODOLINDA AD01 ITC CASALBORDINO 5 DI BIASE LUCIA AD01 IM LANCIANO 6 DI BLASIO TERESA AD01 ITIS VASTO Prot. n. AOOUSPCH2813 IL RESPONSABILE DELL UFFICIO VI VISTO il proprio atto n. 2462 del 22 luglio 2013, con il quale sono stati individuati i posti di sostegno agli alunni in situazione di handicap negli

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL PIEMONTE UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CUNEO GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC.

PUNT. TOT. DICHIARATO PREC. 1 A016 NUCIFORA LAURA 24/06/1962 205,00 ITG JUVARA SIRACUSA 1 A018 LASAGNA GIORGIO 11/09/1956 DOP 200,00 LIC.ART. NOTO 2 A018 GULINO MARIA TERESA 06/08/1961 DOP 118,00 LIC.ART. LENTINI 3 A018 INTERLANDI

Dettagli

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento?

A chi mi rivolgo? Cos è il diritto di accesso? Qual è la normativa di riferimento? IL DIRITTO DI ACCESSO AGLI ATTI A chi mi rivolgo? L' dell garantisce a tutti i soggetti interessati l'esercizio dei diritti d informazione e di accesso ai documenti amministrativi, e favorisce la conoscenza

Dettagli

Costruire una pila in classe

Costruire una pila in classe Costruire una pila in classe Angela Turricchia, Grazia Zini e Leopoldo Benacchio Considerazioni iniziali Attualmente, numerosi giocattoli utilizzano delle pile. I bambini hanno l abitudine di acquistarle,

Dettagli

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI

PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI PERSONALE DOCENTE SCUOLA PRIMARIA - POSTI SOSTEGNO MINORATI PSICOFISICI Giovedì 28 agosto 2014: inizio operazioni ore 10,00 PROV. 1 CISCO EMANUELA 02/02/1982 VI 2 RONCAGLIA FRANCESCA 06/03/1983 VI 3 PAGLIAMINUTA

Dettagli

Concorso La scuola più riciclona

Concorso La scuola più riciclona Il futuro è nella nostra natura Concorso La scuola più riciclona Nell'ambito del Piano dell'offerta Formativa Territoriale (POFT) 2014/2015, il Comune di Bitonto indice il concorso La scuola più riciclona

Dettagli

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009

DETERMINAZIONE N 1 DEL 2009 Oggetto: approvazione graduatoria finale della selezione pubblica per titoli per il reperimento di figure professionali necessarie al funzionamento dell ufficio di Piano e per attività e servizi previsti

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS

DA CHE PARTE STARE. dagli 11 anni ALBERTO MELIS PIANO DI LETTURA dagli 11 anni DA CHE PARTE STARE ALBERTO MELIS Illustrazioni di Paolo D Altan Serie Rossa n 78 Pagine: 144 Codice: 566-3117-3 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTORE Alberto Melis, insegnante,

Dettagli

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado

Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado Kangourou Italia Gara del 19 marzo 2015 Categoria Student Per studenti di quarta e quinta della secondaria di secondo grado I quesiti dal N. 1 al N. 10 valgono 3 punti ciascuno 1. Angela è nata nel 1997,

Dettagli

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo

ricongiungim. altri Barbini Beatrice 02.03.1959 6 Grosseto ITC Albinia Guerrini Cristina 28.06.1969 6 Castell Azzara IC Albinia Altro ruolo Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Ufficio XI Ambito territoriale della provincia di Grosseto ASSEGNAZIONE PROVVISORIA PROVINCIALE 17/A

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi

al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Evelina De Gregori Alessandra Rotondi Evelina De Gregori Alessandra Rotondi al via 1 Percorsi guidati per le vacanze di matematica e scienze per la Scuola secondaria di primo grado UNITÀ CAMPIONE Edizioni del Quadrifoglio Test d'ingresso NUMERI

Dettagli

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org

48 Congresso SItI. Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors. www.siti2015.org 48 Congresso Milano, 14-18 Ottobre 2015 Opportunita' d'intervento riservate agli Sponsors COMITATI Presidente del Congresso: Carlo Signorelli, Presidente Presidente Comitato organizzatore: Francesco Auxilia,

Dettagli

Unità VI Gli alimenti

Unità VI Gli alimenti Unità VI Gli alimenti Contenuti - Gusti - Preferenze - Provenienza Attività AREA ANTROPOLOGICA 1. Cosa piace all Orsoroberto L Orsoroberto racconta ai bambini quali sono i cibi che lui ama e che mangia

Dettagli

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER

QUANDO. nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC CENTER C O N V E G N O N A Z I O N A L E 16_05_2012 Roma Sala della Comunicazione del MIUR Viale Trastevere 76/a QUANDO LO SPAZIO INSEGNA nuove architetture per la Scuola del nuovo millennio DALLA SCUOLA AL CIVIC

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni )

GENNAIO 2011. download www.maecla.it. Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) Esperienza didattica nella scuola primaria a cura di Giuseppe Amato ( alias Davide Tamatoni ) I NUMERI NEGATIVI Lezione tratta da http://www.maecla.it/bibliotecamatematica/af_file/damore_oliva_numeri/mat_fant_classe4.pdf

Dettagli

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta

PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Rilevazione degli apprendimenti PROVA DI MATEMATICA - Scuola Primaria - Classe Quinta Anno Scolastico 2011 2012 PROVA DI MATEMATICA Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva ISTRUZIONI

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Progetti POF 2013-2014

Progetti POF 2013-2014 Infanzia PITEGLIO Apolito Teresa Pellegrineschi Marzia Zini Miriam Rappresentiamo le feste I frutti del bosco Il girotondo della salute Infanzia CUTIGLIANO Ferrari Sandra Infanzia S.MARCELLO Lori Melani

Dettagli

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale

Ufficio Scolastico Regionale per le Marche - Direzione Generale Classe di concorso AB77 - CHITARRA Cognome e nome Fasc Tit. 1) MONINA MARCO (AN 11/12/69) 3 Z 71,85 36,00 14,40 2007 122,25 2) GIORDANO EUGENIO (NA 21/12/82) * 3 L 6,00 11,00 1,20 2009 18,20 * Il docente

Dettagli

Con l Europa investiamo nel vostro futuro

Con l Europa investiamo nel vostro futuro Facilitatore ISTITUTO DI ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE ELENA DI SAVOIA PIERO CALAMANDREI ISTITUTO TECNICO STATALE TECNOLOGICO ECONOMICO CHIMICA MATERIALI E BIOTECNOLOGIE SANITARIE AMBIENTALI AMMINISTRAZIONE

Dettagli

Istituto Comprensivo E. De Filippo

Istituto Comprensivo E. De Filippo Istituto Comprensivo E. De Filippo Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di primo grado Via degli Italici, 33 - tel. 0824-956054 fax 0824-957003 Morcone Bn (seconda annualità) Il tempo per leggere,

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT LUGLIO 2012 INDICE DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ... 3 1.3 REGIMI TARIFFARI...

Dettagli

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA

AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale ABRUZZO Ufficio V AMBITO TERRITORIALE PER LA PROVINCIA DI PESCARA Prot.n 4580 Pescara, 25 agosto 2010 I L RESPONSABILE

Dettagli

Uno spettroscopio fatto in casa

Uno spettroscopio fatto in casa Uno spettroscopio fatto in casa Angela Turricchia Laboratorio per la Didattica Aula Planetario Comune di Bologna, Włochy Ariel Majcher Centro di fisica teorica, PAS Varsava, Polonia Uno spettroscopio fatto

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58

Pagliaccio. A Roma c è un. che cambia ogni giorno. 66 Artù n 58 format nell accostare gli ingredienti e da raffinatezza della presentazione che fanno trasparire la ricchezza di esperienze acquisite nelle migliori cucine di Europa e Asia da questo chef 45enne d origini

Dettagli

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME

CLASSE DI CONCORSO:A019 DISCIPLINE GIURIDICHE ED ECONOMIC. CLASSE DI CONCORSO:A024 DISEGNO E STORIA DEL COSTUME CLASSE DI CONCORSO:A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI BARONI SILVANA 06/03/1962 VV 262,00 C D DI VITO GREGORIO 12/09/1957 VV 193,00 C D DRAMISSINO ROSALBA 07/06/1960 CS 176,00 C D ** FIAMINGO ANTONIA

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI

MANIF.QUALIFICAZIONE AI CAMPIONATI ITALIANI Grottammare - 05/12/2010 RIEPILOGO 100 Farfalla Assoluti Maschile - Serie 1) GUERRIERI Emanuele 93 RARI NANTES MARCHE 1'0153 2) IACOPONI Jacopo 94 DELPHINIA TEAM PICENO 1'0362 3) CAMPANELLA Matteo 95 VELA

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia Ufficio XIII - Cremona Prot. MIUR AOO USPCR RU/5402 Cremona, 30 Agosto 2012 IL DIRIGENTE VISTO il

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE : CHIETI GRADUATORIA TITOLARI SU DOTAZIONE ORGANICA PROVINCIALE - SC. SEC. DI II GRADO PAG. 1 SI COMUNICANO, ORDINATI PER DATI ANAGRAFICI E DISTINTI PER CLASSE DI CONCORSO, I SEGUENTI DATI RELATIVI AI DOCENTI TITOLARI

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI?

E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? E SE IL TUO SMARTPHONE INDOSSASSE GLI OCCHIALI? Buona Caccia e Buon Volo, giovani amici di Eureka! Siete tra gli eletti che hanno deciso di passare al livello successivo: site pronti? Questo mese vi proponiamo

Dettagli

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00

1 BONOLI ALESSANDRA 12/02/56 RA 199,00 *** 2 MARABINI PAOLA 14/12/55 RA 190,00 3 TADOLINI MARCO 30/12/56 BO 186,00 INDIVIDUARE IL PERSONALE DOCENTE DA UTILIZZARE PAG. 1 NOTA ESPLICATIVA I PUNTEGGI PER I DOCENTI INCLUSI NELLA PRESENTE GRADUATORIA SONO DETERMINATI NEL SEGUENTE MODO: 1) PER I DOCENTI GIA' TITOLARI SULLA

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A016 - COSTR. TECNOL. CECI EUSTACCHIO FAUSTO 15/09/1963 DOTAZIONE ORGANICA PROV. 114,00 UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER L'ABRUZZO AMBITO VII - PROVINCIA DI TERAMO A017 DISCIPLINE ECONOMICO-AZIENDALI ABATUCCI

Dettagli

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6

TOT SEDE ASSEGNATA PUNTI 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F FIGLI INF ANNI 6 1 DSGA QUATTRINI ROBERTA 581 I.I.S. CAVAZZI PAVULLO N/F 1 DSGA CARIDI MASSIMO 24 16 40 DD 1 CIRCOLO MODENA 2 DSGA LERA GIORGIO FRANCESCO 24 24 IC SAN CESARIO S/P 3 DSGA PETRUZZO ANTONIETTA 24 24 IC FERRARI

Dettagli

Rapporti e Proporzioni

Rapporti e Proporzioni Rapporti e Proporzioni (a cura Prof.ssa R. Limiroli) Rapporto tra numeri Il rapporto diretto tra due numeri a e b, il secondo dei quali diverso da zero, si indica con Ricorda a e b sono i termini del rapporto

Dettagli

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA

Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici. Trasmissioni a cinghia. dentata CLASSICA Trasmissioni a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Trasmissioni a cinghia dentata CLASSICA INDICE Trasmissione a cinghia dentata SIT - CLASSICA passo in pollici Pag. Cinghie dentate CLASSICE

Dettagli

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata Diamo forma ai tuoi bisogni Consulenti di soluzioni GRAFICA grafica cartacea - grafica online - grafica applicata BROCHURES CARTELLINE CATALOGHI LOCANDINE VOLANTINI MANIFESTI CALENDARI MENU LOGOMARCHI

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA!

PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! PENSA CHE MENSA SCOLASTICA! Buona, pulita e giusta Linee guida per una mensa scolastica di qualità 1 A cura di: Valeria Cometti, Annalisa D Onorio, Livia Ferrara, Paolo Gramigni In collaborazione con:

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

Acustica con una Bic e uno smartphone

Acustica con una Bic e uno smartphone 1 Acustica con una Bic e uno smartphone L. Galante #, 1, A. M. Lombardi*, 2 # LSS G. Bruno, Torino, Italy. * ITCS Primo Levi, Bollate (MI), Italy. Abstract. A smartphone, with its integrated sensors and

Dettagli

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento

minilector/usb Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento minilector/usb minilector/usb...1 Risoluzione dei problemi più comuni di malfunzionamento...1 1. La segnalazione luminosa (led) su minilector lampeggia?... 1 2. Inserendo una smartcard il led si accende

Dettagli

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto

UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto Provincia di Ravenna Album fotografico UN MONDO MIGLIORE: ne abbiamo il diritto CONSIGLI/CONSULTE DEI COMUNI PARTECIPANTI SCUOLA Consulta ragazzi di Alfonsine Michelacci Andrea Scuola Primaria "Matteotti

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli