MANUALE DI GUIDELINES REGIONE LOMBARDIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "MANUALE DI GUIDELINES REGIONE LOMBARDIA"

Transcript

1 MANUALE DI GUIDELINES REGIONE LOMBARDIA - REALIZZAZIONE NUOVO MARCHIO TRIDIMENSIONALE - APPLICAZIONE E COSTRUZIONE DEL NUOVO FORMAT - immagine coordinata

2 2 INDICE IL NUOVO MARCHIO pg. 3 ELEMENTI DI BASE pg. 5 AREA DI RISPETTO pg. 7 COLORI E FONT pg. 10 VERSIONI IN NEGATIVO - POSITIVO pg. 11 APPLICAZIONE SU FONDI FOTOGRAFICI E COLORE pg. 12 DIMENSIONE MINIMA DI STAMPA pg. 14 COSTRUZIONE DEL MARCHIO PER LE DIREZIONI GENERALI pg. 15 IL FORMAT. UTILIZZO DELLA FASCIA NELLE CAMPAGNE ABOVE THE LINE pg. 18 INSERIMENTO BODYCOPY E ALTEZZA FASCIA pg. 30 INSERIMENTO MARCHI COPARTNER pg. 34 FORMAT AFFISSIONE pg. 39 APPLICAZIONI PER IL PORTALE DI REGIONE LOMBARDIA pg. 44 ESEMPI APPLICAZIONE FORMAT NON CORRETTI pg. 48 APPENDICE I. ESEMPI MATERIALI BELOW THE LINE pg. 51 APPENDICE II. IMMAGINE COORDINATA pg. 57 APPENDICE III. SEGNALETICA pg. 64 APPENDICE IV. MATERIALI PER ATTI AMMINISTRATIVI pg. 68 APPENDICE V. SPAZIOREGIONE pg. 76

3 IL NUOVO MARCHIO 3

4 4 marchio precedente NUOVO MARCHIO IL NUOVO MARCHIO È STATO COSTRUITO CON UN EFFETTO TRIDIMENSIONALE, REALIZZATO CON SFUMATURE DI DUE COLORI. GLI ANGOLI DEL QUADRATO SONO STATI ARROTONDATI RISPETTO ALLA PRECEDENTE VERSIONE. LA FONT è STATA CAMBIATA, DIVENTANDO PIù LEGGERA E ARIOSA.

5 5 il nuovo simbolo il nuovo logotipo IL NUOVO MARCHIO ELEMENTI DI BASE. IL NUOVO MARCHIO È COSTITUITO DA DUE ELEMENTI INSCINDIBILI: IL SIMBOLO E IL LOGOTIPO.

6 6 UTILIZZO DEL MARCHIO IN ORIZZONTALE QUESTA VERSIONE VA UTILIZZATA SOLO NEI CASI IN CUI LO SPAZIO PER L INSERIMENTO IN VERTICALE DOVESSE RISULTARE RIDOTTO. NON VA MAI UTILIZZATA NELLE CAMPAGNE ABOVE THE LINE. Il marchio orizzontale non va mai abbinato alla delega della direzione generale.

7 7 --> --> 1/4 1/4 1/4 1/4 1/4 = area di rispetto. IL MARCHIO DEVE AVERE UN AREA DI RISPETTO PARI A 1/4 DELLA DIMENSIONE DEL SIMBOLO.

8 8 --> --> 1/4 1/4 1/4 1/4 1/4 = area di rispetto. IL MARCHIO DEVE AVERE UN AREA DI RISPETTO PARI A 1/4 DELLA DIMENSIONE DEL SIMBOLO.

9 9 X X y y INDICAZIONI PER LA DISTANZA DI RISPETTO TRA SIMBOLO E LOGOTIPO.

10 10 Pantone 350C Pantone 355 C Quadricromia C=80, M=0, Y=100, K=75 Quadricromia C=95, M=0, Y=100, K=0 Font: SF Old Republic MARCHIO CON EFFETTO TRIDIMENSIONALE E ANGOLI ARROTONDATI. COLORE APPLICATO CON TRAMA SFUMATA O SFUMATURA RADIALE.

11 11 POSITIVO A COLORI POSITIVO BN NEGATIVO A COLORI NEGATIVO BN VERSIONI IN NEGATIVO - POSITIVO.

12 IL LOGOTIPO REGIONE LOMBARDIA PUO ESSERE DECLINATO IN NERO O BIANCO A SECONDA DELLA LEGGIBILITÀ RISPETTO AL FONDO FOTOGRAFICO. IL MARCHIO NEGATIVO A COLORI VA UTILIZZATO QUANDO IL FONDO FOTOGRAFICO HA TONALITÀ VERDI SIMILI A QUELLE DEL SIMBOLO PER GARANTIRE UNA CORRETTA VISIBILITÀ. IL MARCHIO IN NEGATIVO BN VA UTILIZZATO QUANDO LA STAMPA È IN BN (ES. QUOTIDIANI). 12

13 13 FONDI SCURI FONDI CHIARI ESEMPI DI UTILIZZO DEL MARCHIO SU FONDI SCURI E CHIARI.

14 14 MARCHIO NORMALE 3 cm 2 cm MARCHIO ORIZZONTALE 3 cm 2 cm PER GARANTIRE UNA CORRETTA LEGGIBILITÀ, IL MARCHIO NON DEVE AVERE DIMENSIONI INFERIORI AI 2 CM DI BASE.

15 15 STESSA DISTANZA Font Corpo 17pt Font Corpo 10pt 56mm PARTENDO DA UNA BASE DEL MARCHIO DI 56 mm, SCRIVERE IL NOME DELLE VARIE DIREZIONI GENERALI IN CORPO 10 pt. LA DISTANZA FRA IL LOGOTIPO REGIONE LOMBARDIA E IL LOGOTIPO DELLE DIREZIONI GENERALI, DEVE ESSERE LA STESSA CHE C È FRA IL SIMBOLO (ROSA CAMUNA) E IL LOGOTIPO REGIONE LOMBARDIA.

16 MARCHIO CON LE DELEGHE DELLE DIREZIONI GENERALI. 16

17 MARCHIO CON LE DELEGHE degli Assessori. 17

18 IL FORMAT. UTILIZZO DELLA FASCIA NELLE CAMPAGNE ABOVE THE LINE

19 19 pagina stampa A4 IL FORMAT è COMPOSTO DA 2 FASCE DI COLORI E ALTEZZE DIVERSI E DA UN TASSELLO BIANCO DI FORMA RETTANGOLARE ALL INTERNO DEL QUALE è INSERITO IL MARCHIO. IL TASSELLO RESTA COSTANTE NELLE PROPORZIONI. PARTE INTEGRANTE DEL FORMAT è ANCHE LA URL del sito di regione lombardia.

20 PANTONE 356 C RETINATO 80% C 76 - M 0 - Y 80 - K 22 PANTONE 356 C RETINATO 45% C 43 - M 0 - Y 45 - K Quadricromia C=76, M=0, Y=80, K=22 Quadricromia C=43, M=0, Y=45, K=12 PANTONE 356 C RETINATO 80% C 76 - M 0 - Y 80 - K 22 PANTONE 356 C RETINATO 45% C 43 - M 0 - Y 45 - K 12 FASCIA SCURA TRASPARENZA 80% TASSELLO MARCHIO FASCIA CHIARA TRASPARENZA 80% GRADIENTE SFUMATO DA 0 A 30 DI NERO in modalità sovrapponi DOCUMENTO IMPAGINATO GLI ELEMENTI CHE COMPONGONO IL FORMAT.

21 pagina stampa A4 21 url: Century Gothic. Head line. head line: Century Gothic. pay off: SF Old Republic. bodycopy: Century Gothic. Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. FONT DA UTILIZZARE (NELLE CAMPAGNE ABOVE THE LINE).

22 pagina stampa A4 Y Y 22 Century Gothic corpo 8 pt bold, tutto minuscolo. In tutti i formati la larghezza della url deve essere pari a quella del tassello bianco contenente il marchio regionale. pagina stampa A4 Ombra da utilizzare solo su fondi chiari o verdi che impediscano la corretta distinguibilità delle fasce e del tassello bianco. SF Old Republic corpo 12 pt, tutto maiuscolo. Lombardia in Regular, Costruiamola insieme in Bold. Il marchio deve essere sempre centrato in altezza e in larghezza nel tassello bianco. 2Y 3Y X X larghezza box bianco 7Y DIMENSIONI FASCIA E MARCHIO. NEI FORMATI VERTICALI IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/4 DELLA LARGHEZZA DELLA PAGINA. L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/9 DELL ALTEZZA DELLA PAGINA, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

23 23 pagina stampa A5 Century Gothic corpo 10 maiuscolo, minuscolo. Bold. SF Old Republic corpo 10 maiuscolo Regular. SF Old Republic corpo 10 maiuscolo Bold. 2Y 3Y LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur porttitor, Y Y PER I FORMATI UGUALI E INFERIORI ALL A5 SUI QUOTIDIANI SI CONSIGLIA UN CORPO DI 10 PT TUTTO BOLD PER LA BODYCOPY. IL CORPO MINIMO DEVE ESSERE IN OGNI CASO PARI A 8 PT. TUTTO CIO CHE DEVE ESSERE EVIDENZIATO SARA SOTTOLINEATO.

24 24 mezza pagina (Corriere della sera, 311mm x 211mm) mezza pagina Ombra da utilizzare solo su fondi chiari o verdi che impediscano la corretta distinguibilità delle fasce e del tassello bianco. SF Old Republic corpo 12 pt, tutto maiuscolo. Lombardia in Regular, Costruiamola insieme in Bold. Century Gothic corpo 7 pt bold, tutto minuscolo. il marchio deve essere sempre centrato in altezza e in larghezza nel tassello bianco. Y Y 2Y 3Y Y Y L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/5 DELL ALTEZZA DELLA MEZZA PAGINA, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

25 25 formato piedone fino a un minimo di 100 mm di altezza Century Gothic corpo 9 maiuscolo, minuscolo. Bold. SF Old Republic corpo 11 maiuscolo Regular. SF Old Republic corpo 11 maiuscolo Bold. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In mattis lobortis ligula non tempor. Donec gravida, mauris eu lobortis euismod, lorem arcu fermentum magna, non imperdiet libero velit sit amet metus. Quisque in eros sed nulla luctus sodales. Curabitur porttitor, Y Y Y inferiore alle misure 100 mm di altezza Century Gothic corpo 8 maiuscolo, minuscolo. Bold. SF Old Republic corpo 8 maiuscolo Regular. SF Old Republic corpo 8 maiuscolo Bold. LOMBARDIA. COSTRUIAMOLA INSIEME. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. In mattis lobortis ligula non tempor. Donec gravida, mauris eu lobortis euismod, lorem arcu fermentum magna, non imperdiet libero velit sit amet metus. Quisque in eros sed nulla luctus sodales. Curabitur porttitor, Y Y Y NEI FORMATI CON UN ALTEZZA MINIMA PARI A 100 MM LA FASCIA DEVE ESSERE PARI A 1/5 DELL ALTEZZA. IN TUTTI I FORMATI CON ALTEZZA INFERIORE A 100 MM di ALTEZZA, LA FASCIA DEVE ESSERE PARI A 1/4 DELL ALTEZZA.

26 Y pagina stampa A4 Y Y 26 pagina stampa A4 Il marchio deve essere sempre centrato in altezza e in larghezza nel tassello bianco, anche in presenza delle deleghe. 2Y Y 3Y larghezza box bianco 7Y INSERIMENTO DEL MARCHIO CON LA PRESENZA DELLA DELEGA.

27 ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLA FASCIA CON E SENZA L OMBRA. L OMBRA VA UTILIZZATA SOLO SU FONDI CHIARI O VERDI CHE IMPEDISCANO LA CORRETTA DISTINGUIBILITÀ DELLE FASCE E DEL TASSELLO BIANCO.

28 28 Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to. Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to. Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to. Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to. ESEMPI DI APPLICAZIONE DELLA FASCIA CON E SENZA OMBRA SU FONDI COLORATI NON FOTOGRAFICI.

29 le fasce devono avere la stessa altezza sia sulle pagine in formato A4 sia sulle doppie pagine 29 Pantone 356C - 80% Pantone 356C - 45% Quadricromia C=76, M=0, Y=80, K=22 Quadricromia C=43, M=0, Y=45, K=12 pagina stampa A4 doppia pagina stampa NEI FORMATI A4 IL TASSELLO BIANCO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/4 DELLA LARGHEZZA DELLA PAGINA, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA. NEI FORMATI DOPPIA PAGINA IL TASSELLO BIANCO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/8 DELLA LARGHEZZA DELLA PAGINA, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA. L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/9 DELL ALTEZZA DELLA PAGINA.

30 INSERIMENTO BODYCOPY E ALTEZZA FASCIA

31 pagina stampa A4 31 Head line. Century Gothic corpo minimo 10 pt, maiuscolo, minuscolo. 2Y 3Y Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. Y Y la bodycopy va inserita sempre e solo nella fascia chiara. SI CONSIGLIA PER LA STAMPA DI QUOTIDIANI UN CORPO MINIMO DI 10 pt.

32 32 pagina stampa A4 Il tassello bianco resta invariato nelle proporzioni. 2Y 4Y Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting. Y Y ESEMPIO DI INGRANDIMENTO BODYCOPY. QUANDO SI SUPERANO LE 3 RIGHE DI BODYCOPY, LA FASCIA VERDE CHIARO, E SOLO QUESTA, SI DEVE ALZARE DI UNA Y ALLA VOLTA A SECONDA DELLA QUANTITÀ DI TESTO, FINO A UN MASSIMO DI 6 RIGHE. TUTTI GLI ALTRI ELEMENTI RESTANO INVARIATI.

33 33 pagina stampa A4 Il tassello bianco resta invariato nelle proporzioni. 2Y 5Y Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing. Y Y ESEMPIO DI INGRANDIMENTO BODYCOPY.

34 INSERIMENTO marchi COPARTNER 34

35 Y Y 35 3Y Y Y Y Questa fascia bianca deve essere inserita solo nel caso in cui la campagna venga cofirmata da più enti/società/ partner. pagina stampa A4 Y 2Y 3Y La fascia bianca non deve mai superare l altezza della fascia verde chiara ovvero 3 Y. nel caso in cui i marchi partner siano a sviluppo verticale o con testi piccoli, si veda pagina 38.

36 36 IN COLLABORAZIONE con Y Y corpo minimo 6 pt corpo massimo 8 pt I marchi vanno centrati nello spazio orizzontale. La url va posizionata sempre in alto a destra. pagina stampa A4 2Y 3Y ESEMPIO DI CAMPAGNA STAMPA PROMOSSA DA REGIONE LOMBARDIA IN COLLABORAZIONE CON PIù PARTNER.

37 Y 37 Y Y Il marchio va centrato nello spazio bianco lasciando in alto 1Y per i margini di rifilo. Il tassello va usato in questo modo solo in caso di 1 solo partner. Quando i partner sono superiori a 1, va utilizzata la fascia. Il testo in collaborazione con non va inserito. La url va posizionata sempre in alto a destra. La larghezza deve essere la stessa del tassello bianco. pagina stampa A4 Y 2Y 3Y ESEMPIO DI CAMPAGNA STAMPA PROMOSSA DA REGIONE LOMBARDIA IN COLLABORAZIONE CON UN SOLO PARTNER.

38 Y 38 Il marchio va centrato nello spazio bianco lasciando in alto 1Y per i margini di rifilo. Il tassello diventa alto 4Y solo nel caso in cui il marchio contenuto è a sviluppo verticale o con testi piccoli. Il tassello va usato in questo modo solo in caso di 1 solo partner. Quando i partner sono superiori a 1, va utilizzata la fascia. pagina stampa A4 La url va posizionata sempre in alto a destra. La larghezza deve essere la stessa del tassello bianco. Y Y 2Y 3Y ESEMPIO DI PARTNER IL CUI marchio è A SVILUPPO VERTICALE O CON TESTI PICCOLI.

39 FORMAT AFFISSIONE

40 40 AFFISSIONE cm 100x140 y y y y NELLE AFFISSIONI VERTICALI, L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/9 DELL ALTEZZA DEL FORMATO. IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/4 DELLA LARGHEZZA DEL FORMATO, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

41 41 AFFISSIONE 12x6 AFFISSIONE 6x3 NELLE AFFISSIONI ORIZZONTALI L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/5 DELL ALTEZZA DEL FORMATO. IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/6 DELLA LARGHEZZA DEL FORMATO, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

42 42 AFFISSIONE 54,7x13 AFFISSIONI EXTRA ORIZZONTALI. NEL CASO IN CUI IL FORMATO FOSSE PARTICOLARMENTE LUNGO IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE SEMPRE POGGIARE SU 1/11 DELLA LARGHEZZA DEL FORMATO, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

43 43 w w w. r e g i o n e. l o m b a r d i a. i t A X 841 La Regione, con l Unione Europea, sostiene le aziende agricole con finanziamenti e servizi. Anche grazie a questo, l agricoltura lombarda garantisce prodotti alimentari sicuri e di qualità, tutela l ambiente e permette ai cittadini di le aziende agricole con finanziamenti e servizanche grazie a questo, l agricol di qualità, tutela l amb.ww. Anche grazie a questo, l agric. Esempio di formato extra tabellare. Dimensioni 1189x841 mm. Nel formato A0 il tassello bianco deve sempre poggiare su 1/8 della larghezza della pagina. L altezza delle due fasce verdi è sempre pari a 1/9 dell altezza della pagina.

44 applicazioni PER IL PORTALE DI REGIONE LOMBARDIA.

45 45 LINK LINK CLAIM MENÙ MENÙ MENÙ MENÙ MENÙ MENÙ ESEMPIO DI APPLICAZIONE DELLA BANDA INTERATTIVA SULL HOME PAGE DEL PORTALE DI REGIONE LOMBARDIA. DIMENSIONI MARCHIO H=50 PIXEL L=140 PIXEL, IMPAGINATO IN ALTO A SINISTRA IN UN TASSELLO BIANCO LARGO 150 PIXEL E ALTO 76 PIXEL. LA DOPPIA FASCIA VERDE DEVE ESSERE ALTA 76 PIXEL E LARGA QUANTO LA PAGINA.

46 44 46 ESEMPIO DI APPLICAZIONE DELLA BANDA GRAFICA SU NEWSLETTER. DIMENSIONI MARCHIO H=50 PIXEL L=140 PIXEL, IMPAGINATO IN ALTO A SINISTRA IN ESEMPIO UN TASSELLO DI APPLICAZIONE BIANCO LARGO DELLA 150 BANDA PIXEL GRAFICA E ALTO 76 SU PIXEL. NEWSLETTER. LA DIMENSIONI DOPPIA FASCIA MARCHIO VERDE H=50 DEVE PIXEL ESSERE L=140 ALTA PIXEL, 76 PIXEL IMPAGINATO E LARGA IN QUANTO ALTO A SINISTRA LA PAGINA. IN UN TASSELLO BIANCO LARGO 150 PIXEL E ALTO 76 PIXEL. LA DOPPIA FASCIA VERDE DEVE ESSERE ALTA 76 PIXEL E LARGA QUANTO LA PAGINA.

47 ESEMPIO DI APPLICAZIONE DELLA BANDA GRAFICA SULLA LOGIN PAGE DI UN SERVIZIO. DIMENSIONI MARCHIO H=50 PIXEL L=140 PIXEL, IMPAGINATO IN ALTO A SINISTRA IN UN TASSELLO BIANCO LARGO 150 PIXEL E ALTO 76 PIXEL. LA DOPPIA FASCIA VERDE DEVE ESSERE ALTA 76 PIXEL E LARGA QUANTO LA PAGINA. 47

48 ESEMPI APPLICAZIONE FORMAT NON CORRETTI.

49 49 pagina stampa A4 pagina stampa A4 NO Head line. Head line. NO Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. It has survived not only five centuries, but also the leap into electronic typesetting, remaining essentially unchanged. It was popularised in the 1960s with the release of Letraset sheets containing Lorem Ipsum passages, and more recently with desktop publishing. Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. esempio A esempio B ESEMPIO A: TASSELLO BIANCO MODIFICATO. ESEMPIO B: URL PIù GRANDE DEL TASSELLO BIANCO.

50 50 pagina stampa A4 pagina stampa A4 NO Head line. Head line. NO Lorem Ipsum is simply dummy text of the printing and typesetting industry. Lorem Ipsum has been the industry s standard dummy text ever since the 1500s, when an unknown printer took a galley of type and scrambled it to make a type specimen book. esempio C esempio D ESEMPIO C: MANCATA APPLICAZIONE DELL OMBRA DELLA FASCIA. ESEMPIO D: ERRATO POSIZIONAMENTO DEL MARCHIO COPARTNER.

51 APPENDICE I. ESEMPI MATERIALI BELOW THE LINE.

52 52 esempio leaflet formato a 2 ante Y Y VERSIONI IN NEGATIVO - POSITIVO Y Y RETRO FRONTE SUL FRONTE DEL LEAFLET IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE POGGIARE SU CIRCA 1/6 DELLA LARGHEZZA DEL LEAFLET (LA DISTANZA Y DEVE SEMPRE ESSERE RISPETTATA). L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/9 DELL ALTEZZA DEL LEAFLET, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

53 53 esempio leaflet formato a 3 ante Y Y Y Y SUL FRONTE DEL LEAFLET IL TASSELLO BIANCO CONTENENTE IL MARCHIO DEVE POGGIARE SU CIRCA 1/9 DELLA LARGHEZZA DEL LEAFLET (LA DISTANZA Y DEVE SEMPRE ESSERE RISPETTATA). L ALTEZZA DELLE DUE FASCE VERDI È SEMPRE PARI A 1/9 DELL ALTEZZA DEL LEAFLET, COME RAPPRESENTATO IN FIGURA.

54 54 Stand B. Esempi di Stand. La fascia del format viene applicata su fondo neutro. Per i desk il tassello è centrato.

55 55 Totem A La doppia fascia è alta quanto il tassello bianco del marchio. Totem A Applicazioni copartner. Totem B La fascia viene eliminata e il marchio viene inserito in alto a destra. Totem B Applicazioni copartner. Esempi di Totem. A. Applicazione della fascia da format e del tassello bianco, al centro. B. applicazione del marchio allineato al lato destro.

56 56 Format Slide Power Point DIREZIONE GENERALE GIOVANI, SPORT, TURISMO E SICUREZZA ESEMPIO TITOLO LOREM IPSUM DTLOR SIT ASMET. ESEMPIO PARAGRAFO 1 ESEMPIO TESTO LOREM IPSUM DOLOR SIT AMET, CONSECTETUR ADIPISCING ELIT. PHASELLUS ERAT. DONEC DAPIBUS ORCI QUIS LECTUS. PRAESENT PHARETRA FRINGILLA MAURIS. AENEAN DUI AUGUE, DIGNISSIM ET, EGESTAS NON, VESTIBULUM QUIS, TURPIS. MORBI ULTRICIES BIBENDUM MAGNA. FUSCE SODALES. ETIAM FEUGIAT TEMPOR DIAM. DONEC DIGNISSIM NUNC UT LACUS. FUSCE MOLLIS Il nome delle Direzioni Generali deve sempre essere posizionato in alto in modo che sia allineato a bandiera con il lato destro del tassello. Per tutto il testo sarà utilizzata la font Century Gothic. PER IL NOME DELLE DIREZIONI GENERALI è CONSIGLIATO UN CORPO PARI A 10pt e l uso del pantone 356 C.

57 APPENDICE II. IMMAGINE COORDINATA.

58 58 Dimensioni Biglietti da Visita: 8.5 cm x 5 cm. Angoli stondati. Dimensione minima font: 7 pt Reti e Servizi di Pubblica Utilità e Sviluppo Sostenibile Mario Rossi Direttore Generale Presidenza Mario Bianchi Direttore Centrale Relazioni Esterne, Internazionali e Comunicazione Via Fabio Filzi Milano tel fax Via Fabio Filzi Milano tel fax Mario Verdi Dirigente Mario Neri Presidenza Comunicazione Istituzionale ed Eventi Presidenza Comunicazione Via Fabio Filzi Milano tel fax Via Fabio Filzi Milano tel fax Informazioni da inserire: nome e cognome. qualifica solo nel caso si tratti di un dirigente (dirigente, direttore vicario, direttore centrale, direttore generale). a dx nome della direzione nel caso si tratti di un direttore, nome della UO nel caso di dirigente di UO, nome della struttura nel caso di dirigente di struttura. a sx inserire Presidenza (senza il nome della Direzione Centrale) o il nome della Direzione Generale (senza l acronimo D.G.).

59 59 Giunta Regionale Presidenza Relazioni Esterne, Internazionali e Comunicazione Comunicazione istituzionale ed eventi Via Fabio Filzi, Milano tel fax Oggetto: Delibera regionale Gentilissimi, come d accordo vi riportiamo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo Carlo Rossi Intestazione. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 6pt Testo. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 8 pt. Immagine Coordinata. Esempio di Carta Intestata standard. - I nomi delle Direzioni Centrali e Generali e delle Unità Organizzative devono essere scritti senza gli acronimi (D.C. - D.G. - U.O.). Per coerenza grafica si suggerisce di non superare le quattro righe di testo nella gabbia in alto. Di conseguenza, le strutture della Presidenza inseriranno nell intestazione solo il nome della struttura e non quello dell Unità Organizzativa (come nell esempio). - Per quanto riguarda le sedi territoriali, le righe di testo saranno tre (per es. Giunta regionale - Presidenza - Sede Territoriale di Mantova). - Dopo l intestazione e il testo della lettera, la firma del dirigente sarà preceduta dalla qualifica corrispondente. Dirigente / Direttore di funzione specialistica.

60 60 Giunta Regionale Presidenza Relazioni Esterne, Internazionali e Comunicazione Via Fabio Filzi, Milano tel fax Il Direttore Oggetto: Delibera regionale Gentilissimi, come d accordo vi riportiamo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo finto testo Carlo Rossi Intestazione. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 6pt Testo. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 8 pt. Immagine Coordinata. Esempio di Carta Intestata del DIRETTORE. Nel caso di una Direzione Generale, è preferibile mantenere le due righe di testo (Giunta Regionale e nome della Direzione Generale) al centro della gabbia superiore, sempre allineato a sinistra

61 61 FAX Giunta Regionale Presidenza Relazioni Esterne, Internazionali e Comunicazione Comunicazione istituzionale ed eventi Via Fabio Filzi 22 Tel Milano fax Destinatario Mittente Data N Pagine Trasmesse compresa la presente MESSAGGIO Immagine Coordinata. Esempio di Cover fax. Intestazione. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 6pt Testo. Font: Century Gothic / Corpo minimo: 8 pt.

62 62 Immagine Coordinata. Esempio di Cartellina.

63 63 Immagine Coordinata. Esempio di Shopper.

64 APPENDICE III. SEGNALETICA.

65 65 Sala Eventi Giunta Regionale Uscita Visitatori Esempio di segnaletica per sedi istituzionali. Cartelli.

66 66 Presidenza Comunicazione Stanza 08 Nadia Andreani / Elena Maria Pulici Eugenia Loiacono / Viviana Mondadori Esempio di segnaletica per sedi istituzionali. Fuori Porta.

67 67 Esempio di segnaletica per sedi istituzionali. Cartello riepilogativo piani.

68 APPENDICE IV. MATERIALI PER ATTI AMMINISTRATIVI.

69 69 DELIBERAZIONE N Seduta del Presidente Assessori regionali Con l assistenza del Segretario Su proposta Oggetto L atto si compone di pagine di cui pagine di allegati, parte integrante Esempi di materiali per atti amministrativi. Delibera.

70 Esempi di materiali per atti amministrativi. Pagina interna di Delibera. 70

71 71 DECRETO N Del Oggetto L atto si compone di pagine di cui pagine di allegati, parte integrante Esempi di materiali per atti amministrativi. Decreto.

72 Esempi di materiali per atti amministrativi. Pagina interna di decreto. 72

73 ORDINAMENTO FINANZIARIO / Cras ipsum nulla, posuere eget molestie sed, feugiat et neque. ANNO XXXIX - N 143, lectus nec blandit pretium, nisi mi pulvinar purus, ut magna mauris auctor diam. serie xxx _ xx.xx.xxxx XX REPUBBLICA ITALIANA BOLLETTINO UFFICIALE SOMMARIO A _ Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum B _ Lorem ipsum dolor sit amet B1) Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum C _ Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum Esempi di materiali per atti amministrativi. BURL.

74 74 serie xxx _ xx.xx.xxxx D _ Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum E _ Lorem ipsum dolor sit amet E1) Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum F _ Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum G _ Lorem ipsum dolor sit amet Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Mauris et congue magna. Praesent sit amet magna libero. Morbi blandit ullamcorper enim, nec semper felis eleifend eu. Quisque aliquet rhoncus tellus vel vestibulum. Sed leo augue, dapibus eget scelerisque et, vestibulum vel velit. Nulla rhoncus, nunc sit amet blandit lobortis, metus nulla porttitor metus, a varius felis felis eget sapien. Curabitur ac turpis a purus mattis auctor at id nisl. Nunc justo sapien, ornare sit amet volutpat vestibulum, molestie sed magna. Praesent dolor risus, vehicula nec egestas in, eleifend a erat. Suspendisse volutpat, odio sed blandit commodo, mauris nunc varius justo, ut scelerisque quam diam at est. Vestibulum quis neque ac orci euismod dapibus. Proin at mauris id nisi lacinia interdum Esempi di materiali per atti amministrativi. Pagina interna del Burl.

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Mauro Sacchetto 1 Premessa In via preliminare, sottolineiamo che non è affatto necessario presentare una tesina

Dettagli

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C 2 Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva di 50&PiùEnasco. Il presente documento è destinato agli utilizzatori al fine di riprodurre correttamente il simbolo di 50&PiùEnasco,

Dettagli

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte LA VISIONE DEL BARILLA CENTER FOR FOOD & NUTRITION Il Il Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) è un centro di di analisi e proposte dall approccio multidisciplinare

Dettagli

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del.

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del. marketing, comunicazione 1979-2004 25 ANNI DI COMUNICAZIONE PUbbLICA il Marketing Territorio del PAR TECIPAZIONE INNOV AZIONE S VILUPPO DEL TERRITORIO Sistema Territorio e Passaparola Il territorio è un

Dettagli

Introduzione al L A TEX

Introduzione al L A TEX Università di Udine Dipartimento di Matematica e Informatica Introduzione al L A TEX Gianluca Gorni 25 febbraio 2015 Il corso 2 Qui si insegna: a usare il L A TEX, un sistema professionale; ad apprezzare

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS.

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Ultimo aggiornamento: dicembre 2014 Inhalt. 1 Indicazioni generali sul CI/CD delle FFS.... 2 1.1 Principi relativi all immagine

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu IL NUOVO VOLTO DELL EURO Scopri la nuova banconota da 10 www.euro.ecb.europa.eu LA SERIE EUROPA : CARATTERISTICHE DI SICUREZZA Facili da controllare e difficili da falsificare Le nuove banconote da 5 e

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer

Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer Istruzioni per l importazione del certificato per Internet Explorer 1. Prima emissione certificato 1 2. Rilascio nuovo certificato 10 3. Rimozione certificato 13 1. Prima emissione certificato Dal sito

Dettagli

PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P

PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P Modello di patente di guida utilizzato dal 19 gennaio 2013 (Mod. 720 P) PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P Decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, con cui sono state recepite, le direttive

Dettagli

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno

Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Domanda di iscrizione alla prova di accesso ai Corsi di Specializzazione alle attività di sostegno Sommario Introduzione 1 Assistenza. 2 Accedi ai servizi on line. 2 Accesso all area riservata. 3 Domanda

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA

PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA PROGETTO FORMATIVO ECM TEORICO-PRATICO in INFORMATICA MEDICA SEDE: ORDINE DEI MEDICI E DEGLI ODONTOIATRI DELLA PROVINCIA DI LECCE Via Nazario Sauro, n. 31 LECCE Presentazione Progetto: Dal 9 Novembre 2013

Dettagli

Guida sull utilizzo del logo

Guida sull utilizzo del logo Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza http://www.csv-vicenza.org 2011 Perché questa Guida? La Guida fornisce indicazioni sull utilizzo del logo del CSV di Vicenza al fine di

Dettagli

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI

GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE ONLINE UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO SERVIZIO FRONT OFFICE GUIDA ALLA GESTIONE DEGLI ESAMI ONLINE STUDENTI ESSE3 VERBALIZZAZIONE

Dettagli

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic Famiglie di font Nella maggior parte dei casi, un font appartiene a una famiglia I font della stessa famiglia hanno lo stesso stile grafico, ma presentano varianti Le varianti più comuni sono: roman (

Dettagli

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO

REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO REP_Guidawlg-SE-061113-TRIO Istruzioni per l accesso e il completamento dei corsi TRIO per gli utenti di un Web Learning Group 06 novembre 2013 Servizio A TRIO Versione Destinatari: referenti e utenti

Dettagli

Guida al primo accesso sul SIAN

Guida al primo accesso sul SIAN Guida al primo accesso sul SIAN Il presente documento illustra le modalità operative per il primo accesso al sian e l attivazione dell utenza per poter fruire dei servizi presenti nella parte privata del

Dettagli

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT

INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT INVIO SMS CON CHIAMATA DIRETTA ALLO SCRIPT La chiamata diretta allo script può essere effettuata in modo GET o POST. Il metodo POST è il più sicuro dal punto di vista della sicurezza. Invio sms a un numero

Dettagli

Font e tipi di carattere

Font e tipi di carattere Font e tipi di carattere Un font è un insieme di caratteri e simboli creato con un determinato stile. Lo stile viene definito tipo di carattere. Tramite l'uso dei diversi tipi di carattere, è possibile

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Guida alla compilazione

Guida alla compilazione Guida alla compilazione 1 Guida alla compilazione... 1 PARTE I REGISTRAZIONE ORGANIZZAZIONE... 5 LA PRIMA REGISTRAZIONE... 5 ACCESSO AREA RISERVATA (LOGIN)...11 ANAGRAFICA ORGANIZZAZIONE...12 ANAGRAFICA

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2013 Progetto Istanze On Line ESAMI DI STATO ACQUISIZIONE MODELLO ES-1 ON-LINE 18 Febbraio 2013 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI E DESCRIZIONI... 3 2 COMPILAZIONE DEL MODULO

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4

Banche Dati del Portale della Trasparenza. Manuale del sistema di gestione. Versione 2.4 Banche Dati del Portale della Trasparenza Manuale del sistema di gestione Versione 2.4 Sommario Introduzione e definizioni principali... 3 Albero dei contenuti del sistema Banche Dati Trasparenza... 3

Dettagli

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Queste linee guida spiegano nel dettaglio con quali regole e modalità l identità visiva della Carta Regionale dei Servizi debba essere rigorosamente

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L

FORM. superiori a 80 cm. 1,1 4,2 L-2,2 L FORM FORM è un calorifero estremamente versatile ed elegante grazie alla forma particolare dei collettori e alle dimensioni dei tubi radianti, decisamente ridotte (ø1 mm). Form è prodotto in due modelli:

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT LUGLIO 2012 INDICE DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ... 3 1.3 REGIMI TARIFFARI...

Dettagli

Guida all uso di. La Vita Scolastica per ipad

Guida all uso di. La Vita Scolastica per ipad Guida all uso di La Vita Scolastica per ipad Guida all uso dell app La Vita Scolastica Giunti Scuola aprire L APPlicazione Per aprire l applicazione, toccate sullo schermo del vostro ipad l icona relativa.

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI.

ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. ISTRUZIONI PER LA CORRETTA REGISTRAZIONE AL SITO PER POTER ACCEDERE ALL'AREA PRIVATA E PER L INSERIMENTO DELLE ISCRIZIONI. REGISTRAZIONE: Cliccare su Registrati La procedura di registrazione prevede tre

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT APRILE 2011 INDICE INDICE... 2 DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...

Dettagli

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n.

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 9^ legislatura Struttura amministrativa competente: Direzione Competitivita Sistemi Agroalimentari Presidente Luca Zaia Vicepresidente Marino Zorzato Assessori Renato Chisso Roberto Ciambetti Luca Coletto

Dettagli

Progetto Istanze On Line

Progetto Istanze On Line 2012 Progetto Istanze On Line MOBILITÀ IN ORGANICO DI DIRITTO PRESENTAZIONE DOMANDE PER LA SCUOLA SEC. DI I GRADO ON-LINE 13 Febbraio 2012 INDICE 1 INTRODUZIONE ALL USO DELLA GUIDA... 3 1.1 SIMBOLI USATI

Dettagli

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema

Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Guida pratica all utilizzo della gestione crediti formativi pag. 1 di 8 Gestione crediti formativi Manuale di istruzioni per l utilizzo del sistema Gentile avvocato, la presente guida è stata redatta per

Dettagli

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata

GRAFICA. Diamo forma ai tuoi bisogni. Consulenti di soluzioni. grafica cartacea - grafica online - grafica applicata Diamo forma ai tuoi bisogni Consulenti di soluzioni GRAFICA grafica cartacea - grafica online - grafica applicata BROCHURES CARTELLINE CATALOGHI LOCANDINE VOLANTINI MANIFESTI CALENDARI MENU LOGOMARCHI

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C.

MANUALE D USO LEXUN ver. 5.0. proprietà logos engineering - Sistema Qualità certificato ISO 9001 DNV Italia INDICE. 6. Flash top 6 C. Pag. 1/24 INDICE A. AMMINISTRAZIONE pagina ADMIN Pannello di controllo 2 1. Password 2 2. Cambio lingua 2 3. Menù principale 3 4. Creazione sottomenù 3 5. Impostazione template 4 15. Pagina creata con

Dettagli

IL D I R I G E N T E

IL D I R I G E N T E IL D I R I G E N T E PREMESSO CHE: Con la Deliberazione n. 38-11131 del 30/03/2009 la Giunta regionale ha approvato le Misure e le linee di intervento per la valorizzazione del commercio urbano e per il

Dettagli

GUIDA alla stesura finale della TESI

GUIDA alla stesura finale della TESI GUIDA alla stesura finale della TESI qualche consiglio utile Ascoltando da più di trent anni le Vostre domande relative all impaginazione della tesi, abbiamo pensato che la nostra professionalità acquisita

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI

Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Risposte ai quesiti ricevuti per l Avviso di gara per la realizzazione del sistema informatico per la gestione richieste di finanziamento FAPISI Forniamo in questo articolo le risposte ai 53 quesiti ricevuti

Dettagli

DEFT Zero Guida Rapida

DEFT Zero Guida Rapida DEFT Zero Guida Rapida Indice Indice... 1 Premessa... 1 Modalità di avvio... 1 1) GUI mode, RAM preload... 2 2) GUI mode... 2 3) Text mode... 2 Modalità di mount dei dispositivi... 3 Mount di dispositivi

Dettagli

Portale Unico dei Servizi NoiPA

Portale Unico dei Servizi NoiPA Portale Unico dei Servizi NoiPA Guida all accesso al portale e ai servizi self service Versione del 10/12/14 INDICE pag. 1 INTRODUZIONE... 3 2 MODALITÀ DI PRIMO ACCESSO... 3 2.1 LA CONVALIDA DELL INDIRIZZO

Dettagli

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011.

Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Alle Compagnie Ai Comitati Regionali Loro Sedi Rif.: 049/2010. Milano, 1 ottobre 2010. Oggetto: Rinnovo tesseramenti 2011. Gentile Presidente, con il rinnovo del tesseramento per il 2011, colgo l'occasione

Dettagli

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA

PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA PROGETTO AIR-CAMPANIA: SCHEDA SVAFRA La Scheda Valutazione Anziano FRAgile al momento dell inserimento è abbinata al paziente. E possibile modificarla o inserirne una nuova per quest ultimo. Verrà considerata

Dettagli

Telefono Sirio lassico

Telefono Sirio lassico GUIDA USO Telefono Sirio lassico 46755H Aprile 2013 3 Indice INTRODUZIONE...1 CARATTERISTICHE TECNICHE E FUNZIONALI...1 CONTENUTO DELLA CONFEZIONE...1 INSTALLAZIONE...2 DESCRIZIONE DELL APPARECCHIO...3

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo

Istruzioni per la compilazione del Piano economico rendicontativo I MATERIALI FORMATIVI costituiscono un supporto pratico alla rendicontazione dei progetti; la loro funzione principale è quella di mostrare l applicazione delle regole a casi concreti con l ausilio degli

Dettagli

Windows Compatibilità

Windows Compatibilità Che novità? Windows Compatibilità CODESOFT 2014 é compatibile con Windows 8.1 e Windows Server 2012 R2 CODESOFT 2014 Compatibilità sistemi operativi: Windows 8 / Windows 8.1 Windows Server 2012 / Windows

Dettagli

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello

DigitPA. Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello DigitPA Dominio.gov.it Procedura per la gestione dei sottodomini di terzo livello Versione 3.0 Dicembre 2010 Il presente documento fornisce le indicazioni e la modulistica necessarie alla registrazione,

Dettagli

TeamViewer 8 Manuale Meeting

TeamViewer 8 Manuale Meeting TeamViewer 8 Manuale Meeting Rev 8.0-12/2012 TeamViewer GmbH Kuhnbergstraße 16 D-73037 Göppingen www.teamviewer.com Indice 1 Informazioni su TeamViewer... 5 1.1 Informazioni sul software... 5 1.2 Informazioni

Dettagli

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname?

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Le schede di Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Tutti immagino. Quindi armatevi di pazienza

Dettagli

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE

ECM Educazione Continua in Medicina Accreditamento Provider Eventi definitivi MANUALE UTENTE ECM Educazione Continua Eventi definitivi MANUALE UTENTE Ver. 3.0 Pagina 1 di 18 Sommario 1. Introduzione... 3 2. Informazioni relative al prodotto e al suo utilizzo... 3 2.1 Accesso al sistema... 3 3.

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i.

Vista la Legge Regionale 24 Marzo 1974 n. 18; Vista la Legge Regionale 4 Febbraio 1997 n. 7; Vista la Legge Regionale 16.1.2001. n. 28 e s.m.i. 28501 di dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun mutamento qualitativo e quantitativo di entrata o di spesa né a carico del bilancio regionale né a carico degli enti per i cui debiti

Dettagli

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012

DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 DELIBERAZIONE N IX / 3153 Seduta del 20/03/2012 Presidente ROBERTO FORMIGONI Assessori regionali ANDREA GIBELLI Vice Presidente VALENTINA APREA DANIELE BELOTTI GIULIO BOSCAGLI LUCIANO BRESCIANI RAFFAELE

Dettagli

Guida agli strumenti etwinning

Guida agli strumenti etwinning Guida agli strumenti etwinning Registrarsi in etwinning Prima tappa: Dati di chi effettua la registrazione Seconda tappa: Preferenze di gemellaggio Terza tappa: Dati della scuola Quarta tappa: Profilo

Dettagli

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK.

Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione link Save it to disk OK. Come scaricare sul Desktop i dati necessari allo svolgimento di un esercitazione Per svolgere correttamente alcune esercitazioni operative, è previsto che l utente utilizzi dei dati forniti attraverso

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

SOGEAS - Manuale operatore

SOGEAS - Manuale operatore SOGEAS - Manuale operatore Accesso La home page del programma si trova all indirizzo: http://www.sogeas.net Per accedere, l operatore dovrà cliccare sulla voce Accedi in alto a destra ed apparirà la seguente

Dettagli

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica

StandBandiere. Personalizza ADESIVI. EspositoriSTRISCIONI. Tavoli accoglienza. la tua presenza con. Tappeti. GAZEBORealizzazione grafica Personalizza la tua presenza con PARTNER UFFICIAE StandBandiere EspositoriSTRISCIONI DG Idea S.r.l. Via Vercelli, 35/A 13030 Caresanablot (VC) A soli 50 metri da VercelliFiere Tel. e Fax 0161-232945 Tappeti

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp

2) comprare il dominio www.nomescuola.gov.it. il link è il seguente: http://hosting.aruba.it/fullorder/registrazione_gov_it.asp Come specificato dalla Direttiva N.8/2009 del Ministero della Pubblica Amministrazione e Innovazione, la registrazione di nomi a dominio.gov.it è richiesta a tutte le Pubbliche Amministrazioni, al fine

Dettagli

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0)

MANUALE GESTIONE DELLE UTENZE - PORTALE ARGO (VERS. 2.1.0) Indice generale PREMESSA... 2 ACCESSO... 2 GESTIONE DELLE UTENZE... 3 DATI DELLA SCUOLA... 6 UTENTI...7 LISTA UTENTI... 8 CREA NUOVO UTENTE...8 ABILITAZIONI UTENTE...9 ORARI D'ACCESSO... 11 DETTAGLIO UTENTE...

Dettagli

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione

Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione Consorzio Stradale Lido dei Pini Lupetta Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DI GESTIONE DEL SITO WEB Art. 1 (Finalità) Il Sito Web del Consorzio è concepito e utilizzato quale strumento istituzionale

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero

Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero Giacomo Pagina Giovanna Patri Percorsi di matematica per il ripasso e il recupero 1 per la Scuola secondaria di secondo grado UNITÀ CMPIONE Edizioni del Quadrifoglio à t i n U 1 Insiemi La teoria degli

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Documentazione tecnica

Documentazione tecnica Documentazione tecnica Come spedire via Post 1.1) Invio di Loghi operatore 1.2) Invio delle Suonerie (ringtone) 1.3) Invio di SMS con testo in formato UNICODE UCS-2 1.4) Invio di SMS multipli 1.5) Simulazione

Dettagli

Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette )

Regolamento Nazionale Specialità POOL 8-15 ( Buche Strette ) Regolamento Nazionale Specialità "POOL 8-15" ( Buche Strette ) SCOPO DEL GIOCO : Questa specialità viene giocata con 15 bilie numerate, dalla n 1 alla n 15 e una bilia bianca (battente). Un giocatore dovrà

Dettagli

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE

CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE CREAZIONE E INVIO OFFERTA DI APPALTO DA FORNITORE 1 SOMMARIO 1 OBIETTIVI DEL DOCUMENTO...3 2 OFFERTA DEL FORNITORE...4 2.1 LOG ON...4 2.2 PAGINA INIZIALE...4 2.3 CREAZIONE OFFERTA...6 2.4 ACCESSO AL DOCUMENTALE...8

Dettagli

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica

ISCRIZIONI ON LINE Registrazione delle famiglie. Direzione Generale per i contratti, gli acquisti e per i sistemi informativi e la statistica Registrazione delle famiglie Come avviene la registrazione da parte delle famiglie La registrazione alle Iscrizioni on-line è necessaria per ottenere le credenziali di accesso al servizio. La registrazione

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico

2 Editor di... stile. 2 Colonna... metrica. 6 Percentuale... di carotaggio. 10 Colonne... libere/utente 11 Colonne... grafico I Parte I Introduzione 1 1 Introduzione... 1 2 Editor di... stile 1 Parte II Modello grafico 4 1 Intestazione... 4 2 Colonna... metrica 4 3 Litologia... 5 4 Descrizione... 5 5 Quota... 6 6 Percentuale...

Dettagli

Client PEC Quadra Guida Utente

Client PEC Quadra Guida Utente Client PEC Quadra Guida Utente Versione 3.2 Guida Utente all uso di Client PEC Quadra Sommario Premessa... 3 Cos è la Posta Elettronica Certificata... 4 1.1 Come funziona la PEC... 4 1.2 Ricevuta di Accettazione...

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio

Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio Modalità di riferimento alla certificazione Uso del certificato e del marchio http://www.tuv.it/tuvitalia/guidamarchi.asp L'organizzazione deve predisporre e - dopo essere stata certificata mettere in

Dettagli

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0 Sottotitolo Pagina 2 di 14 Un doppio clic sull icona per avviare il programma. DiKe Pagina 3 di 14 Questa è la pagina principale del programma DiKe,

Dettagli

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011

VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 VARIABILI E DISTRIBUZIONI DI FREQUENZA A.A. 2010/2011 1 RAPPRESENTARE I DATI: TABELLE E GRAFICI Un insieme di misure è detto serie statistica o serie dei dati 1) Una sua prima elementare elaborazione può

Dettagli

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad

DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad DVR Icatch serie X11 e X11Z iwatchdvr applicazione per iphone /ipad Attraverso questo applicativo è possibile visualizzare tutti gli ingressi del DVR attraverso il cellulare. Per poter visionare le immagini

Dettagli

Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali

Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali Informazioni demografiche e socio-economiche sugli Enti Locali Utilizzo e funzionalità: L applicativo cerca di essere il più flessibile ed intuitivo possibile. Spetta all utente, in base alle necessità,

Dettagli

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura.

Dicembre 2010. Conto 3. Guida pratica alla Fattura. Dicembre 200 Conto 3. Guida pratica alla Fattura. La guida pratica alla lettura della fattura contiene informazioni utili sulle principali voci presenti sul conto telefonico. Gentile Cliente, nel ringraziarla

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Le novità di QuarkXPress 10.1

Le novità di QuarkXPress 10.1 Le novità di QuarkXPress 10.1 INDICE Indice Le novit di QuarkXPress 10.1...3 Nuove funzionalit...4 Guide dinamiche...4 Note...4 Libri...4 Redline...5 Altre nuove funzionalit...5 Note legali...6 ii LE NOVITÀ

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli