Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla"

Transcript

1 Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, Treviglio Tel Fax Anno scolastico 2011/2012 KIT ESTIVO IeFP Operatore Grafico Multimedia Tecniche Professionali dei Servizi Grafici (dis. Grafico) CLASSI SECONDE A.S. 2014/2015 Consigliato a tutti, obbligatorio per gli alunni con competenze non raggiunte Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla Docenti di riferimento classi prime: Prof.ssa Alessia Gusmini Prof. Luca Sfamurri Libro di testo di riferimento: PROGETTAZIONE GRAFICA G. Federle - C. Stefani SBN: Prezzo: 29,40 Pagine: 352 Anno: 2013 CLITT srl le esercitazioni svolte durante l estate devono essere consegnate a settembre Questo Kit è composto da dieci pagine più la copertina.

2 Esercitazione n. 1 (numero di tavole da realizzare: 2) Il segno alfabetico Scegliere otto lettere tra quelle sotto riportate. Riprodurre (quattro lettere per tavola) ingrandendole su due fogli F4 squadrati, utilizzando gli strumenti del disegno geometrico. rapidograph 0.4 o 06 rapidograph 0.2 ESEMPIO: Tav. 01 Tav. 02 Ripassare la struttura con rapidograph 0.2 e le lettere con rapidograph 0.4 o 0.6 NB: Il modulo di partenza è un quadrato perfetto, ad esempio la lettera B è costruita su una struttura di 3 moduli di larghezza per 5 di altezza. 1

3 Esercitazione n. 2 (numero di tavole da realizzare: 2) Il monogramma Il Monogramma è un segno composto da due caratteri correlati fra loro in maniera singolare. Seguendo l iter progettuale seguito in classe (Brief, Bozzetti, lay-out, presentazione) inventa un monogramma. Realizza almeno otto bozzetti. Percorso: F1) Scegli due lettere tra quelle sotto riportate F2) Realizza otto bozzetti con le stesse lettere su foglio F4 squadrato F3) Realizza un lay-out finish AGSDGP MRVSKI AV Tav. 03 Tav. 04 AV 1 2 2

4 Esercitazione n. 3 PREMESSA/RIPASSO Il logotipo/marchio Guida base alla realizzazione di un logotipo La realizzazione di un logo è uno dei lavori più impegnativi e stimolanti che un cliente possa commissionarvi. Il logo deve essere creativo, rappresentare sinteticamente e al meglio il cliente, essere adattabile a ogni dimensione e superficie e di alto impatto estetico. In questa dispenza troverete qualche nozione teorica ma soprattutto consigli. Cominciamo dal principio, vale a dire dai quattro comandamenti. Un buon logo è: Originale Facile da ricordare e da riconoscere Esteticamente efficace anche in scala di grigio Ridimensionabile ed efficace in ogni dimensione, dalla più piccola alla più grande. Questi concetti, per quanto ovvi possano sembrare, sono invece essenziali per un buon logo designer, soprattutto se alle prime armi. Un ultimo consiglio prima di cominciare: armatevi di infinita pazienza perché per realizzare un buon logo occorre andare per tentativi, e non è una cosa facile. RICORDATI CHE: Sconsiglio vivamente l utilizzo di un programma non vettoriale. Anche se il vostro logo deve essere utilizzato solo per un biglietto da visita, non è detto che un domani non debba essere inserito in un manifesto pubblicitario. Inoltre chi ha l occhio esperto sarà d accordo con me un logo realizzato in vettoriale è di qualità migliore, sia nei colori che nell eventuale font. LA PARTE DI REALIZZAZIONE DEL LOGO AL COMPUTER SARA COMPLETATA AL VOSTRO RIENTRO A SCUOLA CON L UTILIZZO DI ADOBE ILLUSTRATOR. INIZIAMO Chi è dotato di buona fantasia e di capacità manuali, può cominciare a mettere giù qualche idea su carta. Personalmente consglio sempre ai miei studenti di riempire pagine e pagine di blocnotes con ghirigori e bozzetti, ed in genere in questo modo qualche intuizione riesce a venire fuori. Inoltre disegnando mi libero dalla tensione e dò ampio margine ad idee che non potrebbero essere realizzate direttamente in digitale. Se invece non sei un appassionato della matita, ti consiglio di iniziare dalla scelta del font (carattere). DOPO AVER SCELTO UNA SERIE DI NOMI... STAMPALI... DIRETTAMENTE DA WORD per poi riprodurli su carta.

5 Cominciamo con il ricordare che è buona norma non utilizzare più di due font diversi nel nostro logo, per evitare di creare un effetto disordinato e asimmetrico. Procediamo con un semplice esempio, per mostrare l importanza di creare contrasto tra i due font scelti, in modo da amalgamarli in modo naturale e aggraziato. Nel primo caso abbiamo un contrasto di peso: stiamo cioè utilizzando lo stesso font per entrambe le parole, ma in due pesi diversi. Bold per la parola profumo, normal per la parola rosa. Nel secondo caso abbiamo un contrasto di colore: in questa versione abbiamo incentrato il contrasto sulla differenza di colore delle due parole. Contrasto positivo/negativo: la prima parte del logo è scritta nera su bianco, la seconda bianco su nero. Contrasto di font: In questa versione ho utilizzato due font molto diversi tra loro Contrasto di dimensioni: in questa versione stesso font e colore, ma di dimensioni diverse.

6 Nelle precedenti pagine abbiamo visto come scegliere un buon font per il nostro logo. Adesso vedremo come arricchire il font con eventuali elementi grafici. Partiamo dal presupposto che un buon logo non deve necessariamente essere supportato da un simbolo grafico. Alcuni dei marchi più famosi ci insegnano infatti che un buon logotipo può essere accattivante anche solo con un buon font. Volete qualche esempio? Eccovi accontentati.

7 Partendo da questi esempio di successo, vediamo come modificare il nostro logo per renderlo un po più originale. Nel primo caso ho giocato con l incastro delle due iniziali. Nel secondo ho creato un acronimo, e per renderlo un po più interessante ho invertito una delle lettere. Nel terzo esempio la parola rosa è in obliquo e in una scrittura più sottile rispetto al testo principale. Ovviamente queste non sono che alcune delle numerose modifiche che potete effettuare sul vostro logo. Questo è un lavoro di gusto e di fantasia, niente di più. A questo punto possiamo arricchire il nostro logo con qualche elemento grafico. Si possono ottenere risultati interessanti aggiungendo qualche elemento semplice e poco invasivo: forme geometriche, bordi, sframmentature.

8 Se invece preferite aggiungere un elemento grafico meno astratto, potete prendere spunto dalle tante clipart reperibili in rete. E importante però non limitarsi ad una clipart dozzinale: il vostro logo deve essere unico e originale, non perdete mai di vista questo obiettivo. Quindi scegliete un immagine che ritenete adatta ed elaboratela. Modificatela, ridisegnatela, utilizzatela solo come punto di partenza per qualcos altro. Siete soddisfatti del risultato? Bene. Ora è tempo di scegliere i colori del nostro logo. La regola generale è: conoscere il proprio target prima di scegliere i colori da usare. Ad esempio, se il target è perlopiù giovanile è preferibile utilizzare colori che esprimono allegria e spensieratezza, e quindi colori molto accesi. Per un logo elegante sono indicati il nero, il bianco e il grigio; per il marchio di un attività prettamente femminile il rosso e il rosa, se si vuole esprimere solidità aziendale è consigliato il blu, e così via dicendo. Vi consiglio di realizzare più prove con colori diversi; inoltre, della versione finale, è buona regola fare un test in scala di grigio e con dimensioni ridotte, per verificare che non perda la sua efficacia in stampe di piccole dimensioni.

9 Le regole da seguire nella realizzazione di un logo. Non utilizzare più di tre colori. Elimina tutto ciò che non è assolutamente necessario. I caratteri devono essere di facile lettura, anche per tua nonna. Il logo deve essere riconoscibile immediatamente. Il design deve essere unico. Il logo deve piacere a più di tre persone. Non mischiare elementi di loghi famosi per poi dire che si tratta di un lavoro originale. Non usare una clip-art in nessuna circostanza. Il logo deve essere riconoscibile in bianco e nero. Il logo deve essere riconoscibile quando è invertito. Il logo deve essere riconoscibile quando è scalato. Se il logo contiene un simbolo o icona, gli elementi devono completarsi e integrarsi a vicenda Evita di seguire il trend del momento nella progettazione del logo. Crea un logo che sia intramontabile e non passi mai di moda. Non usare effetti speciali quali sfumature, ombre, riflessi, bagliori. Adatta il logo all interno di un layout ben definito. Evita layout confusi e non delimitati. Evita dettagli intricati e complessi. Progetta il logo considerando le diverse applicazioni e i diversi luoghi in cui verrà utilizzato. Il logo deve suscitare sensazioni di forza e fiducia, non di noia e debolezza. Rassegnati: non creerai mai il logo perfetto. Il logo avrà segni forti per concetti forti e segni morbidi per concetti morbidi. Il logo deve essere coerente con ciò che rappresenta. Una fotografia non può essere un logo. Stupite i clienti con la presentazione del logo. Non utilizzare più di due font. Ogni elemento del logo deve essere allineato: a sinistra, in centro, a destra, in alto o in basso. Il logo deve apparire completo, evitare ogni elemento che lo faccia sembrare incompiuto. È necessario conoscere il cliente e il target prima di iniziare il brainstorming. Il logo deve essere prima di tutto funzionale, poi innovativo. Se il nome della marca è memorabile, puoi limitarti a lavorare su questo per il logo. Il logo deve essere riconosciuto anche quando è speculare. Anche le grandi aziende hanno bisogno di loghi piccoli. Il logo deve piacere ai clienti del committente, non solo al committente. Crea più varianti. Più tentativi fai, più probabilità hai di fare un buon lavoro. Il logo deve rimanere coerente su ogni supporto. Il logo deve essere facile da descrivere. Non usare frasi all interno del logo. Progetta il logo con carta e matita prima di lavorare sul computer. Il logo deve essere semplice. Non usare simboli abusati come lo swoosh (il baffo della nike) Il logo non deve distrarre. Il logo deve essere fedele in ogni sua rappresentazione Il logo dovrebbe avere un equilibrio visivo. Evitare i colori troppo accesi, i colori fosforescenti e i colori senza vigore. Il logo non deve rompere tutte le regole di cui sopra a meno che non si sappia cosa si sta facendo.

10 Esercitazione n. 3 (numero di tavole da realizzare: 3) Il logotipo/marchio 1) Scegli una tipologia di attività commerciale, esempio: BAR NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO RISTORANTE PARRUCCHIERE/A ecc. 2) Sceli uno o più nomi di fantasia NB: SCEGLI UN NOME ADATTO ALL ATTIVITA PRECEDENTEMENTE SELEZIONATA 3) F1 Realizza su un foglio F4 almeno otto bozzetti diversi seguendo le indicazioni che hai trovato nelle pagine precedenti. 4) F2 Scegli un bozzetto tra quelli realizzati e predisponi una tavola definitiva aiutandoti con gli strumenti del disegno geometrico. Tav. 01 Tav. 02 TT AV F1 F2 5) Della tavola numero due fai una o più varianti a colori.

11 Materiale didattico; Materiale per disegni Grafico e Disegno Geometrico Tecniche Professionali dei Servizi Grafici (dis. Grafico) N. Prodotto Qt Note Prezzo (circa) 1 SQUADRA da 45 di almeno 20 cm 1 2,00 2 SQUADRA da 60 di almeno 28 cm 1 2,00 3 Riga 50 cm 1 3,00 4 Matita tipo Staedtler 2B 1 0,60 5 Matita tipo Staedtler HB 1 0,60 6 Temperamatite 1 0,40 7 Portamine a pinza (per disegno, schizzi e scrittura) 1 mine da 2 mm 1,80 8 Mine da 2 mm per Portamine a pinza (una conf. 2H) 1 mine da 2 mm 1,50 9 Temperamine o carta abrasiva per temperamine 1 0,40 10 Quaderno formati A4 (quadretti) per appunti 1 Normale quaderno 0,70 11 Compasso con prolunga e accessori per innesto rapido (Apertura di almeno 12,15 cm) 1 Meglio con supporto a vite centrale 11, ,00 12 Pennarelli PANTONI a tre punte. (confezione da 5) (cinque colori diversi a vostra scelta) 13 Pantone NERO (EXTRA BLACK) 1 5,00 14 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 02 1 Usa e getta 1,30 15 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 04 1 Usa e getta 1,30 16 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 06 1 Usa e getta 1,30 17 Album Fabriano F4 squadrato 33x48 g/m Da 20 fogli 8,00 18 Album Fabriano F4 NON squadrato 33x48 g/m Da 20 fogli 8,00 19 Gomma bianca tipo STAEDTLER per matita 1 0,80 20 Una confezione di pastelli da almeno 10 matite di buona 1 Vari colori 4,50 qualità 21 Set da 3 pezzi Curvilinee 1 3,00 22 Rotolo nastro adesivo traslucido in acetato 1 0,70 23 Fogli traslucidi A4 o A3 (5/6 fogli) 1,50 24 Scheda Fotocopie (da ritirare presso centro stampa della scuola ZENALE) 25 Fogli neri 50x70 tipo bristol (per fare delle cartelline) Da piegare in due per fare una cartellina formato chiusa 49X34 26 CUTTER/TAGLIERINO PICCOLO IN PLASTICA. Con fermalama a scatto. 27 Etichette adesive di dimensione 2x1 cm (ATTENZIONE: Le etichette dovranno essere attaccate su tutto il corredo dello studente/ssa e dovrà essere riportato sopra il nome e cognome. Non indicare la classe perché gran parte del materiale servirà anche per gli anni successivi.) 28 Cartellina formato 35x50 circa portafogli e strumenti dove i ragazzi conserveranno tutto il materiale necessario per le materie di disegno (fogli, matite, compasso, squadre, ecc) La cartellina verrà conservata in classe dentro un apposito armadietto provvisto di lucchetto. A sua discrezione lo studente potrà riportare il materiale a casa. 1 3,00 4 3,00 1 0,30 1 Circa 100 adesivi 2,50 1 Spessore circa 4/5 cm 10,50 6

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it Anno scolastico 2008/2009 KIT ESTIVO Tecniche Professionali

Dettagli

UNITÁ FORMATIVA n. 1 - Area professionale DATI GENERALI. DATI DI ESITO Riferimento: standard formativi minimi regionali DDG N. 1544/10 allegato B

UNITÁ FORMATIVA n. 1 - Area professionale DATI GENERALI. DATI DI ESITO Riferimento: standard formativi minimi regionali DDG N. 1544/10 allegato B Modulo di lavoro Pagina 1 di 12 + UNITA FORMATIVA OPERATORE GRAFICO indirizzo MULTIMEDIA Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura Descrizione

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo:

Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: Sperimentazione tratta dalla tesi di Gaia Olivero dal titolo: ACCESSO AI CODICI MATEMATICI NELLA SCUOLA DELL INFANZIA ATTRAVERSO UNA DIDATTICA INCLUSIVA CENTRATA SUCAMPI DI ESPERIENZA E GIOCO. Anno accademico

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

In classe PRIMA mi servirà

In classe PRIMA mi servirà Istituto Comprensivo n.1 Scuola Primaria V. da Feltre a. s. 2012-2013 In classe PRIMA mi servirà 1 cartellina grande con l'elastico astuccio con: matita n.2, gomma da matita, temperamatite con serbatoio,

Dettagli

QUADERNONE CON ANELLI FOGLI A RIGHE SEI SEPARATORI BUSTE TRASPARENTI 1 QUADERNO-RUBRICA DIARIO ASTUCCIO 1 CHIAVETTA USB

QUADERNONE CON ANELLI FOGLI A RIGHE SEI SEPARATORI BUSTE TRASPARENTI 1 QUADERNO-RUBRICA DIARIO ASTUCCIO 1 CHIAVETTA USB Catitti (italiano) 1B Per le materie di italiano e storia gli alunni necessitano di 5 quadernoni a righe Parma(tecnologia) 1B/C/D Album disegno A4 riquadrato liscio Compasso (non plastica possibilmente)

Dettagli

LA FINESTRA DI EXCEL

LA FINESTRA DI EXCEL 1 LA FINESTRA DI EXCEL Barra di formattazione Barra degli strumenti standard Barra del titolo Barra del menu Intestazione di colonna Contenuto della cella attiva Barra della formula Indirizzo della cella

Dettagli

PON FSE-2011/2013. Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266

PON FSE-2011/2013. Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266 Prot. n. 1400/B38 del 21/03/2012 PON FSE-2011/2013 Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266 Il Dirigente Scolastico Visto il

Dettagli

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI MARCHIO E SUE VARIANTI SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI PAG. 2 MARCHIO ORIZZONTALE COMPLETO Il marchio ufficiale

Dettagli

CELLULARE, DI CHIUNQUE POSSA ESSERE AVVISATO IN CASO DI NECESSITA' QUANDO I GENITORI NON SIANO RINTRACCIABILI.

CELLULARE, DI CHIUNQUE POSSA ESSERE AVVISATO IN CASO DI NECESSITA' QUANDO I GENITORI NON SIANO RINTRACCIABILI. ANNO SCOLASTICO 2015/2016 PLESSO DI PRADELLE MATERIALE SCOLASTICO CLASSE PRIMA - 10 QUADERNONI A QUADRETTI DA UN CENTIMETRO - 1 ALBUM DA DISEGNO CON FOGLI RUVIDI - ASTUCCIO COMPLETO DI COLORI A MATITA

Dettagli

Istruzioni per l uso. Materiali di comunicazione essenziali realizzati dal personale dei diversi uffici dell Amministrazione Comunale

Istruzioni per l uso. Materiali di comunicazione essenziali realizzati dal personale dei diversi uffici dell Amministrazione Comunale Istruzioni per l uso Materiali di comunicazione essenziali realizzati dal personale dei diversi uffici dell Amministrazione Comunale Poche regole per indicare il corretto approccio alla composizione di

Dettagli

Il mago delle presentazioni: PowerPoint

Il mago delle presentazioni: PowerPoint Informatica 2 livello/2ªb 21-02-2006 10:46 Pagina 48 Il mago delle presentazioni: è un programma di Microsoft che ti permette di creare presentazioni multimediali per mostrare, a chi vuoi, un tuo lavoro,

Dettagli

STRUMENTI. Impostare una pubblicazione. I programmi di pubblicazione. Come progettare una pubblicazione. Creare una nuova pubblicazione

STRUMENTI. Impostare una pubblicazione. I programmi di pubblicazione. Come progettare una pubblicazione. Creare una nuova pubblicazione STRUMENTI Impostare una pubblicazione I programmi di pubblicazione I programmi di pubblicazione o desktop publishing consentono di creare e stampare pubblicazioni di vario genere, come ad esempio brochure,

Dettagli

OFFERTA TECNICA. Il sottoscritto... nato a... Prov. (. ) ... Con sede in... Via... N... Partita iva... Codice Fiscale...

OFFERTA TECNICA. Il sottoscritto... nato a... Prov. (. ) ... Con sede in... Via... N... Partita iva... Codice Fiscale... OP/EUI/REFS/2015/002 GARA CON PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DELLA FORNITURA DI MATERIALE DI CANCELLERIA E PRODOTTI VARI PER USO UFFICIO, NECESSARI AL FUNZIONAMENTO DEGLI UFFICI DELL ISTITUTO UNIVERSITARIO

Dettagli

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0

Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 Germano Pettarin E-book per la preparazione all ECDL ECDL Modulo 3 Elaborazione testi Word Argomenti del Syllabus 5.0 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 2 Modulo 3 Elaborazione testi Word G. Pettarin ECDL

Dettagli

Strumenti necessari per il disegno

Strumenti necessari per il disegno Capitolo 9 Strumenti necessari per il disegno Sarebbe sbagliato ridurre il campo del disegno in genere, e quindi anche del disegno in rilievo, alla sola riproduzione degli oggetti che abbiamo intorno.

Dettagli

Il diario, la tuta, il grembiule si acquisteranno direttamente a Scuola, a settembre.

Il diario, la tuta, il grembiule si acquisteranno direttamente a Scuola, a settembre. SCUOLA PRIMARIA BEATA VERGINE - MILANO VIA G. TERRAGNI 36 20148 MILANO TEL. 02 39 21 89 68 ELENCO DEL MATERIALE SCOLASTICO PER LA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Per maestra Annalisa:. Astuccio

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 98 3.10 Creare in serie lettere ed etichette La Creazione guidata Stampa unione, presente nel menu Strumenti, consente di creare lettere tipo, etichette per indirizzi, buste...

Dettagli

Word Processor: WORD. Classificazione

Word Processor: WORD. Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti di testuali: Editor di testo (Es: Blocco Note) Word Processor (Es: MS Word, Open Office ) Applicazioni

Dettagli

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR

UTILIZZO DI WORD PROCESSOR UTILIZZO DI WORD PROCESSOR (ELABORAZIONE TESTI) Laboratorio Informatico di base A.A. 2013/2014 Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche Università della Calabria Dott. Pierluigi Muoio (pierluigi.muoio@unical.it)

Dettagli

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale La presente rassegna viene offerta a mero titolo esemplificativo per dare un indicazione di massima dei servizi normalmente

Dettagli

Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO

Tecniche Multimediali Lezione 3 Capatti I. IL LOGO IL LOGO Quello che si intende oggi quando si parla di logo è un insieme di simboli grafici e tipografici che identificano un'azienda o un prodotto in modo da differenziarlo dai suoi concorrenti sul mercato.

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 Stampa unione buste: passaggio 2 di 6 Con il pulsante Sfoglia, come nei casi precedenti, seleziona il file elenco per i destinatari da stampare sulle buste. Nel quarto

Dettagli

PENNA TATTILE PENNA MODERNA PENNA CON PUNTA TATTILE

PENNA TATTILE PENNA MODERNA PENNA CON PUNTA TATTILE PRODOTTI RICICLATI PENNA TATTILE Penna con corpo di cartone riciclato. Nero, rosso, verde, blu, e arancione. 12,5 x 0,8 ø cm. 0,55 /u. PENNA MODERNA Penna moderna risultata di una combinazione di materiale

Dettagli

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI

Manuale di identità. AZIONE 550 Marchio Consortile CONSORZIO RIPOPOLAMENTO ITTICO GOLFO DI PATTI Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento ittico Golfo di Patti AZIONE 550 Marchio Consortile Manuale di identità relativo al marchio consortile del Consorzio ripopolamento

Dettagli

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo Programmazione primo anno: Le basi della grafica tratta tutti gli elementi della progettazione grafica singolarmente presi; scopo di tale programmazione è fare comprendere come sia possibile unire i vari

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità: di migliaia di prodotti che lottano per

un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità: di migliaia di prodotti che lottano per Introduzione L importanza dell'immagine aziendale. Nella società moderna, soprattutto dagli ultimi trent'anni a questa parte, le imprese lavorano in un mercato ormai saturo di concorrenza, di pubblicità:

Dettagli

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati

Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909. Dimensione minima consentita per stampati 024 025 026 027 028 029 030 031 032 033 034 035 037 038 039 040 Introduzione all utilizzo del logotipo del Gruppo KB1909 Versione a colori positiva Versione a colori negativa Versione in bianco e nero

Dettagli

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione

Word Processor: WORD (livello base) Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD (livello base) Elementi di Informatica - AA 2008/2009 - MS Word 1 di 60 Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti testuali: Editor di testo

Dettagli

Netti & Qt PREZZI NETTI SCUOLA 2015

Netti & Qt PREZZI NETTI SCUOLA 2015 Netti & Qt PREZZI NETTI SCUOLA 2015 2015 VALIDO SINO AL 31 LUGLIO 2015 200050 BLOCCHI DISEGNO ARCHITETTO 2 24X33 L-R-SQ 0,90 PER 30 PZ (NSK) 0,74 200060 BLOCCHI DISEGNO ARCHITETTO 4 24X33 L-R-SQ 2,20 30

Dettagli

Corsi di Informatica per Anziane e Anziani. Excel V1.0, 09/11/2012. Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra

Corsi di Informatica per Anziane e Anziani. Excel V1.0, 09/11/2012. Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra Sindacato Pensionati Corsi di Informatica per Anziane e Anziani Excel V1.0, 09/11/2012 Bruno Boni Castagnetti, Nicoletta Giorda, Franco Marra EXCEL Premessa Due parole su EXCEL Applicazioni di EXCEL Imparare

Dettagli

evidenziatori vari colori faldoni con lacci 5 cm faldoni con lacci 10 cm faldoni con lacci 15 cm

evidenziatori vari colori faldoni con lacci 5 cm faldoni con lacci 10 cm faldoni con lacci 15 cm Oggetto Prezzo Unitario (IVA esclusa) Quantità Costo totale album da disegno barattoli di vinavil da 1 kg Barattoli pennarelli GIOTTO punta doppia 48 pz Bianchetti con pennello papermait Bianchetto a nastro

Dettagli

Scienza della Rappresentazione 1 - Corso A. I materiali e gli strumenti per il disegno Le tecniche tradizionali Emanuela Chiavoni

Scienza della Rappresentazione 1 - Corso A. I materiali e gli strumenti per il disegno Le tecniche tradizionali Emanuela Chiavoni Home Contributi Didattici Corso di Laurea Specialistica Architettura UE Scienza della Rappresentazione 1 - Corso A Docenti Mario Docci Emanuela Chiavoni (responsabile) Carlo Bianchini I materiali e gli

Dettagli

MODULE 4 BASIC IT SKILLS

MODULE 4 BASIC IT SKILLS MODULE 4 BASIC IT SKILLS Nel modulo 4 abbiamo preparato una guida per le competenze informatiche di base che condurrà passo dopo passo i principianti che vogliono imparare a usare Word e Internet o da

Dettagli

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1.

p. 5 1 Esercitazione e ripasso p. 5 1.1 Tutte le attività p. 5 1.2 Regole grammaticali p. 7 1.3 Verifiche suggerite p. 8 1. 1 INDICE INTRODUZIONE 1 Che cos è WebLab? 2 Perché usare WebLab? p. 3 p. 3 p. 3 COME ACCEDERE A WebLAB? 1 Sei un insegnante? 2 Non sei ancora registrato? 3 Sei uno studente? p. 4 p. 4 p. 4 p. 4 LE ATTIVITÀ

Dettagli

ISLIL. Offline Composer 1.0. Internet Hypertext Composer. Integrated System for Long Distance Intercultural Learning

ISLIL. Offline Composer 1.0. Internet Hypertext Composer. Integrated System for Long Distance Intercultural Learning ISLIL Integrated System for Long Distance Intercultural Learning Offline Composer 1.0 Internet Hypertext Composer Ciao! Sono Scottie, la tua mascotte. Entra con me all'interno di questo manuale e scoprirai

Dettagli

Manuale d istruzioni My Custom Design

Manuale d istruzioni My Custom Design Manuale d istruzioni My Custom Design Leggere questo documento prima di utilizzare la macchina. Si consiglia di conservare questo documento nelle vicinanze per un eventuale riferimento futuro. Introduzione

Dettagli

Microsoft Word -II Lezione

Microsoft Word -II Lezione Microsoft Word -II Lezione Approfondiamo alcuni aspetti di Word e in particolare: Disegno e modifica di oggetti come forme, linee, frecce etc. Gestione delle tabelle Impostazione e cura dell estetica di

Dettagli

Cos è un word processor

Cos è un word processor Cos è un word processor è un programma di videoscrittura che consente anche di applicare formati diversi al testo e di eseguire operazioni di impaginazione: font diversi per il testo impaginazione dei

Dettagli

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani

Manuale di identità. relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Manuale di identità relativo al marchio Territoriale della Provincia di Trapani Introduzione Il marchio territoriale della provincia di Trapani è la componente caratterizzante di tutta la sua comunicazione.

Dettagli

Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte

Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte INFORMATICA PER LA SCUOLA PRIMARIA di Manlio Monetta Mi presento : io sono PC Unità di apprendimento n. 3 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima parte Il primo approccio degli alunni con il

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Prot. n. 2008/B15 Adria, 21.03.2015

Prot. n. 2008/B15 Adria, 21.03.2015 ISTITUTO COMPRENSIVO ADRIA DUE Via Ragazzi del 99, n. 28 45011 ADRIA (RO) Tel. 0426 902493 Fax 0426 21714 - c.f. 8 1 0 0 4 7 0 0 2 9 0 e-mail:roic81400c@istruzione.it, roic81400c@pec.istruzione.it www.comprensivoadriadue.gov.it

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo.

IMPARIAMO WORD. Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. II^ lezione IMPARIAMO WORD Nella prima lezione abbiamo digitato un breve testo e abbiamo imparato i comandi base per formattarlo, salvarlo e stamparlo. Oggi prendiamo in esame, uno per uno, i comandi della

Dettagli

CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base

CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base CORSI I principali programmi Adobe Photoshop/InDesign/Illustrator Nozioni di base Interfaccia programma InDesign Comprendere il concetto dei programmi Adobe e la loro funzione Prima di tutto bisogna tener

Dettagli

LOTTO 1 - MATERIALE DI CANCELLERIA - ALLEGATO A OFFERTA ECONOMICA

LOTTO 1 - MATERIALE DI CANCELLERIA - ALLEGATO A OFFERTA ECONOMICA N ARTICOLO COD. ART. MARCA PREZZO NOTE 1 Album carta millimetrata A/3 LOTTO 1 - MATERIALE DI CANCELLERIA - ALLEGATO A OFFERTA ECONOMICA 2 Album carta millimetrata A/4 3 Album da disegno 10 fogli (misura

Dettagli

4-1 DIGITARE IL TESTO

4-1 DIGITARE IL TESTO Inserimento testo e Correzioni 4-1 DIGITARE IL TESTO Per scrivere il testo è sufficiente aprire il programma e digitare il testo sulla tastiera. Qualsiasi cosa si digiti viene automaticamente inserito

Dettagli

MATERIALE DI CANCELLERIA DA ORDINARE

MATERIALE DI CANCELLERIA DA ORDINARE ISTITUTO COMPRENSIVO SAN GIOVANNI - VIA DEI CUNICOLI 8 34126 TRIESTE CODICE FISCALE 80020140325 Prot. 6526/C14 CIG PROVVISORIO Z2E1114900 CODICE UNIVOCO FATTURAZIONE ELETTRONICA: UFT3ZQ descrizione articolo

Dettagli

il Marchio 1/8 1/2 PANTONE 485 PANTONE 431 NERO 100% PANTONE 429 BIANCO BIANCO

il Marchio 1/8 1/2 PANTONE 485 PANTONE 431 NERO 100% PANTONE 429 BIANCO BIANCO il Marchio PANTONE 431 PANTONE 48 NERO 0% PANTONE 429 BIANCO PANTONE 429 BIANCO PANTONE 48 1/2 1/8 1/2 motivazioni Marchio in grado di esprimere la potenza contrattuale di una organizzazione seria ed efficiente

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione UNIONE EUROPEA linee guida per le azioni di informazione e comunicazione contenuti il marchio ELEMENTI DI BASE I COLORI LA SCALA DI GRIGIO IL BIANCO E NERO IL LETTERING L AREA DI RISPETTO LEGGIBILITÀ E

Dettagli

INDICE PROGRAMMA CORSO

INDICE PROGRAMMA CORSO INDICE PROGRAMMA CORSO PRIMA LEZIONE: Lo schermo di Word, modalità di visualizzazione. SECONDA LEZIONE: Tecniche di selezione e modifica dei testi. TERZA LEZIONE: Formato carattere (tipo, stile, grandezza,

Dettagli

I grandi manuali. Cartonaggio creativo. Francesca Besso

I grandi manuali. Cartonaggio creativo. Francesca Besso I grandi manuali Cartonaggio creativo Francesca Besso Sommario INTRODUZIONE............................. 6 Attrezzi di base............................... 8 Attrezzi specifici..............................10

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura

UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura Modulo di lavoro Pagina 1 di 10 UNITA FORMATIVA TECNICO GRAFICO Denominazione figura professionale Indirizzo della figura Processo di lavoro caratterizzante la figura REALIZZAZIONI DI PRODOTTI GRAFICI

Dettagli

Laboratorio Forma. Relazione conclusiva

Laboratorio Forma. Relazione conclusiva Laboratorio Forma Relazione conclusiva Tecniche studiate Pennino a punta piatta Pennino a punta morbida Questa tecnica è più indicata per una scrittura molto larga e quindi è di grande utilità nello studio

Dettagli

PREMIO PER LA SCUOLA 2013/2014

PREMIO PER LA SCUOLA 2013/2014 PREMIO PER LA SCUOLA 2013/2014 Inventiamo una banconota Per le scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado. Bozzetto Biglietto 500.000 lire PREMIO PER LA SCUOLA 2013/2014 La Banca d Italia

Dettagli

KIT RECUPERO. Classi Terze Progettazione Multimediale

KIT RECUPERO. Classi Terze Progettazione Multimediale I.S.I.S. Zenale e Butinone Treviglio (BG) a. s. 2014-2015 KIT RECUPERO Classi Terze Progettazione Multimediale Libro di testo Titolo: Competenze Grafiche Autori: Silvia Legnani Catia Mastantuono Tiziana

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

PREMIO PER LA SCUOLA 2014/2015

PREMIO PER LA SCUOLA 2014/2015 PREMIO PER LA SCUOLA 2014/2015 Inventiamo una banconota Per le scuole primarie, secondarie di primo e di secondo grado. NA BANCONOTA La torre di Pisa è bellissima, unica e fa parte del nostro patrimonio

Dettagli

SIFA. S. I. F. A. Spa

SIFA. S. I. F. A. Spa SIFA S. I. F. A. Spa S.I.F.A. spa Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 9a.01 La costruzione geometrica del simbolo 9b.01 La carta intestata - il primo foglio 9a.02

Dettagli

Piano Offerta Formativa

Piano Offerta Formativa INDIRIZZI E RECAPITI Scuola primaria Cernobbio Capoluogo n. 9 classi Via Regina, 15 22012 Cernobbio Tel. 031342320 Responsabile di plesso : Emilia Bianchi indirizzo e-mail: primaria.cernobbiocap@gmail.com

Dettagli

PRONTI? SI PARTE!!!! SCUOLA PRIMARIA DI MANIAGO CAPOLUOGO NUMERI DEGLI UFFICI SCOLASTICI E ORARI

PRONTI? SI PARTE!!!! SCUOLA PRIMARIA DI MANIAGO CAPOLUOGO NUMERI DEGLI UFFICI SCOLASTICI E ORARI NUMERI DEGLI UFFICI SCOLASTICI E ORARI La Dirigente Scolastica dell'istituto Comprensivo di Maniago è la Dott.ssa Livia CAPPELLA Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi Dott.ssa Mara Bonitta PRONTI?

Dettagli

grafico MultiMeDiale

grafico MultiMeDiale libri di base Daniela Maria Rosetta operatore grafico MultiMeDiale MURSIA INDICE Modulo 1 5 Uda 1 Le postazioni di lavoro 6 Strumenti di base 6 Il computer 8 I sistemi di stampa 11 I sistemi di rilegatura

Dettagli

ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista

ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista Ecco qui sotto una traccia da cui prendere spunto. Puoi utilizzare un editor e poi pubblicarla sul tuo spazio web Altervista

Dettagli

Quali attività potrai organizzare negli stand?

Quali attività potrai organizzare negli stand? Pagina 1 di 20 Ultima Revisione 28/09/2006 RICHIEDI L UTILIZZO DEI LOGHI Herbalife - Liftoff - Team Herbalife Generation H potrai personalizzare abbigliamento di squadre locali, cartellonistica a bordo

Dettagli

Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello. Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento

Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello. Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento Istituto Comprensivo Don Milani Orbetello Percorso in verticale : Simmetria e figure...in movimento 1 Il progetto Il progetto ha coinvolto alunni e docenti dei plessi dei tre ordini scolastici dell Istituto

Dettagli

MANUALE D IDENTITà VISIVA

MANUALE D IDENTITà VISIVA MANUALE D IDENTITà VISIVA INDICE MARCHIO E LOGOTIPO 3. Il logo originale 3. Il logo.it 4. Colori in quadricromia 4. Colori dichiarati Pantone 4. Colori dichiarati RAL 5. Logo monocromatico nero 6. Logo

Dettagli

PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY

PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY Maggio - Giugno 2015 ILLUSTRATION docenti: giordano poloni e roberta maddalena 23 maggio dalle 10:00 alle 18:00 @ Spazio Cima La messa in scena dell illustrazione. Corpo,

Dettagli

graced Progettazione di un logo eco-fashion

graced Progettazione di un logo eco-fashion graced Progettazione di un logo eco-fashion Il logo è costituito dal monogramma Grace D, in cui la trasparenza della lettera D crea una continuità visiva con la G. Il lettering completo si inserisce nel

Dettagli

Approccio alla Multimedialità

Approccio alla Multimedialità Terza lezione Multimedialità Nel cuore della Multimedialità, le immagini Windows Paint Strumenti della barra multifunzione Risoluzione e Pixel Tools di visualizzazione, Aprire, Salvare, Acquisire, Inviare

Dettagli

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DELLA GARANZIA PER I GIOVANI IN COLLABORAZIONE CON LE REGIONI

LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DELLA GARANZIA PER I GIOVANI IN COLLABORAZIONE CON LE REGIONI LINEE GUIDA PER LE ATTIVITA DI COMUNICAZIONE DELLA GARANZIA PER I GIOVANI IN COLLABORAZIONE CON LE REGIONI 1.PREMESSA Le linee guida della comunicazione della Garanzia Giovani derivano dall applicazione

Dettagli

Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste).

Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste). Progettazione e realizzazione di un annuncio pubblicitario a mezzo stampa (annunci in giornali o riviste). campagna pubblicitaria Serie di messaggi pubblicitari che, attraverso uno o più media, mirano

Dettagli

La linea...in movimento

La linea...in movimento La linea...in movimento Il percorso di arte e immagine riprende con la LINEA. Sarà però una linea dinamica ed emotiva, una linea che prenderà vita grazie alle emozioni suscitate dalla musica, una linea

Dettagli

Progetti operativi per Word, Excel, Access, Power Point ed Explorer

Progetti operativi per Word, Excel, Access, Power Point ed Explorer Progetti operativi per Word, Excel, Access, Power Point ed Explorer Word Esercitazione guidata: il giornale di classe 1. Come si realizza un giornale? La realizzazione di un giornale è un lavoro di squadra:

Dettagli

Logotipo La scritta stanleybet è in stile italic. Logo La S stilizzata inscritta in un cerchio.

Logotipo La scritta stanleybet è in stile italic. Logo La S stilizzata inscritta in un cerchio. IL MARCHIO CARATTERISTICHE Logo e Logotipo Il marchio Stanleybet è composto da: il classico logo cerchio con inscrittala lettera s e una retta che lo attraversa, il logotipo stanleybet segue sempre sulla

Dettagli

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A.

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 7a.01 Il marchio istituzionale 7b.01 La carta intestata - il primo foglio 7a.02 Il marchio commerciale

Dettagli

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value dsdas Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value 1 Realizzazione Altravia

Dettagli

A TUTTI I GENITORI DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA

A TUTTI I GENITORI DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA 1 di 6 Cantù 28 giugno 2012 A TUTTI I GENITORI DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA La presente per comunicare che: Nei giorni 5 e 6 settembre dalle 15.00 alle 16.30 si possono ritirare presso la scuola

Dettagli

CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DRAFT. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso.

CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DRAFT. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso. CERTIFICAZIONE. UN VALORE DA COMUNICARE. DNV Business Assurance Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione Manuale d uso Aprile 2011 1. Introduzione. Le certificazioni del sistema di gestione rilasciate

Dettagli

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e

PROGRAMMI CORSI TRIENNALI. I anno CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE. CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e PROGRAMMI CORSI TRIENNALI CORSI DIPARTIMENTO COMUNICAZIONE CORSO DI GRAPHIC-DESIGN (progettazione grafica) e COMPUTER-LAB ( laboratorio di computer grafica) Il laboratorio di computer grafica si affianca

Dettagli

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione

Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Regolamento e Manuale d uso del Marchio di Certificazione DNV Italia per il Sistema di Gestione Questo Manuale d uso dà le indicazioni necessarie sull uso del Marchio di Certificazione del Sistema di Gestione:

Dettagli

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Linee guida per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Introduzione Il presente documento costituisce la sintesi di un lungo e complesso lavoro di ideazione della nuova grafica coordinata

Dettagli

KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde. Scienze e Tecnologie Applicate

KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde. Scienze e Tecnologie Applicate I.S.I.S. Zenale e Butinone Treviglio (BG) KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde Scienze e Tecnologie Applicate Libro di testo Titolo: Graphic Design Autori: David Dabner, Sheena Calvert, Anoki Casey Editore:

Dettagli

ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE

ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE ISTITUTO STATALE SUPERIORE FEDERIGO ENRIQUES CASTELFIORENTINO ISTITUTO PROFESSIONALE DEI SERVIZI COMMERCIALI SERVIZI DELLA COMUNICAZIONE Anno scolastico 2013/2014 Programma di LAB. TECNICO PROFESSIONALE

Dettagli

KIT DI RECUPERO CLASSI QUARTE Tecnologie dei processi produttivi

KIT DI RECUPERO CLASSI QUARTE Tecnologie dei processi produttivi ISIS Zenale e Butinone Treviglio - BG a.s. 2013-2014 TECNICO GRAFICA E COMUNICAZIONE KIT DI RECUPERO CLASSI QUARTE Tecnologie dei processi produttivi COMUNICAZIONE Recuper Estivo o 13-14- Unità Formative

Dettagli

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole

Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Un incontro significativo con l autore: motivazioni e obiettivi fondamentali per la realizzazione di un progetto di lettura per le scuole Mi presento Mi chiamo Lisa Cappellazzo, ho 35 anni e son un insegnante

Dettagli

Costruisci il tuo mood grafico

Costruisci il tuo mood grafico Costruisci il tuo mood grafico Ciao! Magari hai un hobby creativo, oppure ti sei lanciata da poco in una nuova attività o semplicemente ti piace usare i social e vuoi crearti una tua immagine personale.

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo Introduzione Il presente Manuale elenca le modalità di applicazione del Marchio dei Musei Civici Fiorentini su prodotti editoriali e pubblicitari relativi

Dettagli

Chiaro! FAI LA TUA PARTE! Scheda 6a

Chiaro! FAI LA TUA PARTE! Scheda 6a 6a Obiettivi: Esercitare soprattutto l abilità del parlato, in particolare la competenza discorsiva; organizzare e sviluppare un progetto in team, imparando a reagire con una certa flessibilità a situazioni

Dettagli

Dopo qualche secondo apparirà la finestra di scrittura. Ora:

Dopo qualche secondo apparirà la finestra di scrittura. Ora: 5. La Tastiera Esercizio con la tastiera Apriamo il programma Word con tre clic: 1. un clic sul bottone Start della barra di Windows 2. nel menù che compare, un clic sulla voce Tutti i Programmi 3. e ora

Dettagli

brand manual LOGOtIpO LAGO di como

brand manual LOGOtIpO LAGO di como brand manual LOGOtIpO LAGO di como LA marca Armonia, creatività, prestigio. Le qualità più apprezzate del Made in Italy, insieme a una caratura internazionale rinomata e persino invidiata. Il Lago di Como

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia

Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia Laboratorio in classe: tra forme e numeri Corso organizzato dall USR Lombardia GRUPPO PERIMETRO, AREA E VOLUME SCUOLA PRIMARIA CLASSI III a.s.2009/2010 Autori: Enrica Mandelli Angela Volpe Presentazione

Dettagli