Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla"

Transcript

1 Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, Treviglio Tel Fax Anno scolastico 2011/2012 KIT ESTIVO IeFP Operatore Grafico Multimedia Tecniche Professionali dei Servizi Grafici (dis. Grafico) CLASSI SECONDE A.S. 2014/2015 Consigliato a tutti, obbligatorio per gli alunni con competenze non raggiunte Coordinatore di dipartimento: Prof. Aldo Gorla Docenti di riferimento classi prime: Prof.ssa Alessia Gusmini Prof. Luca Sfamurri Libro di testo di riferimento: PROGETTAZIONE GRAFICA G. Federle - C. Stefani SBN: Prezzo: 29,40 Pagine: 352 Anno: 2013 CLITT srl le esercitazioni svolte durante l estate devono essere consegnate a settembre Questo Kit è composto da dieci pagine più la copertina.

2 Esercitazione n. 1 (numero di tavole da realizzare: 2) Il segno alfabetico Scegliere otto lettere tra quelle sotto riportate. Riprodurre (quattro lettere per tavola) ingrandendole su due fogli F4 squadrati, utilizzando gli strumenti del disegno geometrico. rapidograph 0.4 o 06 rapidograph 0.2 ESEMPIO: Tav. 01 Tav. 02 Ripassare la struttura con rapidograph 0.2 e le lettere con rapidograph 0.4 o 0.6 NB: Il modulo di partenza è un quadrato perfetto, ad esempio la lettera B è costruita su una struttura di 3 moduli di larghezza per 5 di altezza. 1

3 Esercitazione n. 2 (numero di tavole da realizzare: 2) Il monogramma Il Monogramma è un segno composto da due caratteri correlati fra loro in maniera singolare. Seguendo l iter progettuale seguito in classe (Brief, Bozzetti, lay-out, presentazione) inventa un monogramma. Realizza almeno otto bozzetti. Percorso: F1) Scegli due lettere tra quelle sotto riportate F2) Realizza otto bozzetti con le stesse lettere su foglio F4 squadrato F3) Realizza un lay-out finish AGSDGP MRVSKI AV Tav. 03 Tav. 04 AV 1 2 2

4 Esercitazione n. 3 PREMESSA/RIPASSO Il logotipo/marchio Guida base alla realizzazione di un logotipo La realizzazione di un logo è uno dei lavori più impegnativi e stimolanti che un cliente possa commissionarvi. Il logo deve essere creativo, rappresentare sinteticamente e al meglio il cliente, essere adattabile a ogni dimensione e superficie e di alto impatto estetico. In questa dispenza troverete qualche nozione teorica ma soprattutto consigli. Cominciamo dal principio, vale a dire dai quattro comandamenti. Un buon logo è: Originale Facile da ricordare e da riconoscere Esteticamente efficace anche in scala di grigio Ridimensionabile ed efficace in ogni dimensione, dalla più piccola alla più grande. Questi concetti, per quanto ovvi possano sembrare, sono invece essenziali per un buon logo designer, soprattutto se alle prime armi. Un ultimo consiglio prima di cominciare: armatevi di infinita pazienza perché per realizzare un buon logo occorre andare per tentativi, e non è una cosa facile. RICORDATI CHE: Sconsiglio vivamente l utilizzo di un programma non vettoriale. Anche se il vostro logo deve essere utilizzato solo per un biglietto da visita, non è detto che un domani non debba essere inserito in un manifesto pubblicitario. Inoltre chi ha l occhio esperto sarà d accordo con me un logo realizzato in vettoriale è di qualità migliore, sia nei colori che nell eventuale font. LA PARTE DI REALIZZAZIONE DEL LOGO AL COMPUTER SARA COMPLETATA AL VOSTRO RIENTRO A SCUOLA CON L UTILIZZO DI ADOBE ILLUSTRATOR. INIZIAMO Chi è dotato di buona fantasia e di capacità manuali, può cominciare a mettere giù qualche idea su carta. Personalmente consglio sempre ai miei studenti di riempire pagine e pagine di blocnotes con ghirigori e bozzetti, ed in genere in questo modo qualche intuizione riesce a venire fuori. Inoltre disegnando mi libero dalla tensione e dò ampio margine ad idee che non potrebbero essere realizzate direttamente in digitale. Se invece non sei un appassionato della matita, ti consiglio di iniziare dalla scelta del font (carattere). DOPO AVER SCELTO UNA SERIE DI NOMI... STAMPALI... DIRETTAMENTE DA WORD per poi riprodurli su carta.

5 Cominciamo con il ricordare che è buona norma non utilizzare più di due font diversi nel nostro logo, per evitare di creare un effetto disordinato e asimmetrico. Procediamo con un semplice esempio, per mostrare l importanza di creare contrasto tra i due font scelti, in modo da amalgamarli in modo naturale e aggraziato. Nel primo caso abbiamo un contrasto di peso: stiamo cioè utilizzando lo stesso font per entrambe le parole, ma in due pesi diversi. Bold per la parola profumo, normal per la parola rosa. Nel secondo caso abbiamo un contrasto di colore: in questa versione abbiamo incentrato il contrasto sulla differenza di colore delle due parole. Contrasto positivo/negativo: la prima parte del logo è scritta nera su bianco, la seconda bianco su nero. Contrasto di font: In questa versione ho utilizzato due font molto diversi tra loro Contrasto di dimensioni: in questa versione stesso font e colore, ma di dimensioni diverse.

6 Nelle precedenti pagine abbiamo visto come scegliere un buon font per il nostro logo. Adesso vedremo come arricchire il font con eventuali elementi grafici. Partiamo dal presupposto che un buon logo non deve necessariamente essere supportato da un simbolo grafico. Alcuni dei marchi più famosi ci insegnano infatti che un buon logotipo può essere accattivante anche solo con un buon font. Volete qualche esempio? Eccovi accontentati.

7 Partendo da questi esempio di successo, vediamo come modificare il nostro logo per renderlo un po più originale. Nel primo caso ho giocato con l incastro delle due iniziali. Nel secondo ho creato un acronimo, e per renderlo un po più interessante ho invertito una delle lettere. Nel terzo esempio la parola rosa è in obliquo e in una scrittura più sottile rispetto al testo principale. Ovviamente queste non sono che alcune delle numerose modifiche che potete effettuare sul vostro logo. Questo è un lavoro di gusto e di fantasia, niente di più. A questo punto possiamo arricchire il nostro logo con qualche elemento grafico. Si possono ottenere risultati interessanti aggiungendo qualche elemento semplice e poco invasivo: forme geometriche, bordi, sframmentature.

8 Se invece preferite aggiungere un elemento grafico meno astratto, potete prendere spunto dalle tante clipart reperibili in rete. E importante però non limitarsi ad una clipart dozzinale: il vostro logo deve essere unico e originale, non perdete mai di vista questo obiettivo. Quindi scegliete un immagine che ritenete adatta ed elaboratela. Modificatela, ridisegnatela, utilizzatela solo come punto di partenza per qualcos altro. Siete soddisfatti del risultato? Bene. Ora è tempo di scegliere i colori del nostro logo. La regola generale è: conoscere il proprio target prima di scegliere i colori da usare. Ad esempio, se il target è perlopiù giovanile è preferibile utilizzare colori che esprimono allegria e spensieratezza, e quindi colori molto accesi. Per un logo elegante sono indicati il nero, il bianco e il grigio; per il marchio di un attività prettamente femminile il rosso e il rosa, se si vuole esprimere solidità aziendale è consigliato il blu, e così via dicendo. Vi consiglio di realizzare più prove con colori diversi; inoltre, della versione finale, è buona regola fare un test in scala di grigio e con dimensioni ridotte, per verificare che non perda la sua efficacia in stampe di piccole dimensioni.

9 Le regole da seguire nella realizzazione di un logo. Non utilizzare più di tre colori. Elimina tutto ciò che non è assolutamente necessario. I caratteri devono essere di facile lettura, anche per tua nonna. Il logo deve essere riconoscibile immediatamente. Il design deve essere unico. Il logo deve piacere a più di tre persone. Non mischiare elementi di loghi famosi per poi dire che si tratta di un lavoro originale. Non usare una clip-art in nessuna circostanza. Il logo deve essere riconoscibile in bianco e nero. Il logo deve essere riconoscibile quando è invertito. Il logo deve essere riconoscibile quando è scalato. Se il logo contiene un simbolo o icona, gli elementi devono completarsi e integrarsi a vicenda Evita di seguire il trend del momento nella progettazione del logo. Crea un logo che sia intramontabile e non passi mai di moda. Non usare effetti speciali quali sfumature, ombre, riflessi, bagliori. Adatta il logo all interno di un layout ben definito. Evita layout confusi e non delimitati. Evita dettagli intricati e complessi. Progetta il logo considerando le diverse applicazioni e i diversi luoghi in cui verrà utilizzato. Il logo deve suscitare sensazioni di forza e fiducia, non di noia e debolezza. Rassegnati: non creerai mai il logo perfetto. Il logo avrà segni forti per concetti forti e segni morbidi per concetti morbidi. Il logo deve essere coerente con ciò che rappresenta. Una fotografia non può essere un logo. Stupite i clienti con la presentazione del logo. Non utilizzare più di due font. Ogni elemento del logo deve essere allineato: a sinistra, in centro, a destra, in alto o in basso. Il logo deve apparire completo, evitare ogni elemento che lo faccia sembrare incompiuto. È necessario conoscere il cliente e il target prima di iniziare il brainstorming. Il logo deve essere prima di tutto funzionale, poi innovativo. Se il nome della marca è memorabile, puoi limitarti a lavorare su questo per il logo. Il logo deve essere riconosciuto anche quando è speculare. Anche le grandi aziende hanno bisogno di loghi piccoli. Il logo deve piacere ai clienti del committente, non solo al committente. Crea più varianti. Più tentativi fai, più probabilità hai di fare un buon lavoro. Il logo deve rimanere coerente su ogni supporto. Il logo deve essere facile da descrivere. Non usare frasi all interno del logo. Progetta il logo con carta e matita prima di lavorare sul computer. Il logo deve essere semplice. Non usare simboli abusati come lo swoosh (il baffo della nike) Il logo non deve distrarre. Il logo deve essere fedele in ogni sua rappresentazione Il logo dovrebbe avere un equilibrio visivo. Evitare i colori troppo accesi, i colori fosforescenti e i colori senza vigore. Il logo non deve rompere tutte le regole di cui sopra a meno che non si sappia cosa si sta facendo.

10 Esercitazione n. 3 (numero di tavole da realizzare: 3) Il logotipo/marchio 1) Scegli una tipologia di attività commerciale, esempio: BAR NEGOZIO DI ABBIGLIAMENTO RISTORANTE PARRUCCHIERE/A ecc. 2) Sceli uno o più nomi di fantasia NB: SCEGLI UN NOME ADATTO ALL ATTIVITA PRECEDENTEMENTE SELEZIONATA 3) F1 Realizza su un foglio F4 almeno otto bozzetti diversi seguendo le indicazioni che hai trovato nelle pagine precedenti. 4) F2 Scegli un bozzetto tra quelli realizzati e predisponi una tavola definitiva aiutandoti con gli strumenti del disegno geometrico. Tav. 01 Tav. 02 TT AV F1 F2 5) Della tavola numero due fai una o più varianti a colori.

11 Materiale didattico; Materiale per disegni Grafico e Disegno Geometrico Tecniche Professionali dei Servizi Grafici (dis. Grafico) N. Prodotto Qt Note Prezzo (circa) 1 SQUADRA da 45 di almeno 20 cm 1 2,00 2 SQUADRA da 60 di almeno 28 cm 1 2,00 3 Riga 50 cm 1 3,00 4 Matita tipo Staedtler 2B 1 0,60 5 Matita tipo Staedtler HB 1 0,60 6 Temperamatite 1 0,40 7 Portamine a pinza (per disegno, schizzi e scrittura) 1 mine da 2 mm 1,80 8 Mine da 2 mm per Portamine a pinza (una conf. 2H) 1 mine da 2 mm 1,50 9 Temperamine o carta abrasiva per temperamine 1 0,40 10 Quaderno formati A4 (quadretti) per appunti 1 Normale quaderno 0,70 11 Compasso con prolunga e accessori per innesto rapido (Apertura di almeno 12,15 cm) 1 Meglio con supporto a vite centrale 11, ,00 12 Pennarelli PANTONI a tre punte. (confezione da 5) (cinque colori diversi a vostra scelta) 13 Pantone NERO (EXTRA BLACK) 1 5,00 14 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 02 1 Usa e getta 1,30 15 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 04 1 Usa e getta 1,30 16 Rapidograph (tipo/o staedtler faber castell) punta 06 1 Usa e getta 1,30 17 Album Fabriano F4 squadrato 33x48 g/m Da 20 fogli 8,00 18 Album Fabriano F4 NON squadrato 33x48 g/m Da 20 fogli 8,00 19 Gomma bianca tipo STAEDTLER per matita 1 0,80 20 Una confezione di pastelli da almeno 10 matite di buona 1 Vari colori 4,50 qualità 21 Set da 3 pezzi Curvilinee 1 3,00 22 Rotolo nastro adesivo traslucido in acetato 1 0,70 23 Fogli traslucidi A4 o A3 (5/6 fogli) 1,50 24 Scheda Fotocopie (da ritirare presso centro stampa della scuola ZENALE) 25 Fogli neri 50x70 tipo bristol (per fare delle cartelline) Da piegare in due per fare una cartellina formato chiusa 49X34 26 CUTTER/TAGLIERINO PICCOLO IN PLASTICA. Con fermalama a scatto. 27 Etichette adesive di dimensione 2x1 cm (ATTENZIONE: Le etichette dovranno essere attaccate su tutto il corredo dello studente/ssa e dovrà essere riportato sopra il nome e cognome. Non indicare la classe perché gran parte del materiale servirà anche per gli anni successivi.) 28 Cartellina formato 35x50 circa portafogli e strumenti dove i ragazzi conserveranno tutto il materiale necessario per le materie di disegno (fogli, matite, compasso, squadre, ecc) La cartellina verrà conservata in classe dentro un apposito armadietto provvisto di lucchetto. A sua discrezione lo studente potrà riportare il materiale a casa. 1 3,00 4 3,00 1 0,30 1 Circa 100 adesivi 2,50 1 Spessore circa 4/5 cm 10,50 6

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 KIT ESTIVO

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 KIT ESTIVO Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE ENTE CERTIFICATO SISTEMA QUALITA ISO 9001:2000 via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it Anno scolastico

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE KIT ESTIVO. Tecniche Professionali dei Servizi Grafici Disegno Grafico Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it Anno scolastico 2008/2009 KIT ESTIVO Tecniche Professionali

Dettagli

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE. via Galvani, Treviglio Tel Fax

Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE. via Galvani, Treviglio Tel Fax Istituto Statale di Istruzione Superiore ZENALE E BUTINONE via Galvani, 7-24047 Treviglio Tel. 0363 303 046 Fax 0363 302 494 e-mail:info@zenale.it KIT ESTIVO CLASSI PRIME A.S. 2015/2016 Consigliato a tutti,

Dettagli

Guida base alla realizzazione di un logo (2a parte)

Guida base alla realizzazione di un logo (2a parte) Guida base alla realizzazione di un logo (2a parte) Nella precedente guida abbiamo visto come scegliere un buon font per il nostro logo. Adesso vedremo come arricchire il font con eventuali elementi grafici.

Dettagli

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione

Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione 4 LEZIONE: Programmazione su Carta a Quadretti Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10 Minuti Obiettivo Principale: Aiutare gli studenti a capire cos è la programmazione SOMMARIO:

Dettagli

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione A cosa serve il Manuale... Indice dei contenuti Dal punto di vista strettamente operativo l immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell Azienda e si sviluppa e si declina su tutte le

Dettagli

KIT RECUPERO. Classi Quarte. Progettazione Multimediale

KIT RECUPERO. Classi Quarte. Progettazione Multimediale I.S.I.S. Zenale e Butinone Treviglio (BG) a. s. 2013-2014 KIT RECUPERO Classi Quarte Progettazione Multimediale Libro di testo Titolo: Competenze Grafiche Autori: Silvia Legnani Catia Mastantuono Tiziana

Dettagli

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto

Nell esempio riportato qui sopra è visibile la sfocatura intenzionale di una sola parte della foto LE MASCHERE DI LIVELLO Provo a buttare giù un piccolo tutorial sulle maschere di livello, in quanto molti di voi mi hanno chiesto di poter avere qualche appunto scritto su di esse. Innanzitutto, cosa sono

Dettagli

QUADERNONE CON ANELLI FOGLI A RIGHE SEI SEPARATORI BUSTE TRASPARENTI 1 QUADERNO-RUBRICA DIARIO ASTUCCIO 1 CHIAVETTA USB

QUADERNONE CON ANELLI FOGLI A RIGHE SEI SEPARATORI BUSTE TRASPARENTI 1 QUADERNO-RUBRICA DIARIO ASTUCCIO 1 CHIAVETTA USB Catitti (italiano) 1B Per le materie di italiano e storia gli alunni necessitano di 5 quadernoni a righe Parma(tecnologia) 1B/C/D Album disegno A4 riquadrato liscio Compasso (non plastica possibilmente)

Dettagli

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.

Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail. Dipartimento di Storia, Società e Studi sull Uomo Università del Salento Ing. Maria Grazia Celentano Mariagrazia.celentano@gmail.com Indice: La finestra di Word Barra del titolo Barra dei menu Barra degli

Dettagli

Costruisci il tuo mood grafico

Costruisci il tuo mood grafico Costruisci il tuo mood grafico Ciao! Magari hai un hobby creativo, oppure ti sei lanciata da poco in una nuova attività o semplicemente ti piace usare i social e vuoi crearti una tua immagine personale.

Dettagli

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING!

COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING! COME NON PERDERE TEMPO NEL NETWORK MARKETING Grazie per aver scaricato questo EBOOK Mi chiamo Fabio Marchione e faccio network marketing dal 2012, sono innamorato e affascinato da questo sistema di business

Dettagli

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri.

Obiettivo Principale: Spiegare come la stessa cosa possa essere realizzata in molti modi diversi e come, a volte, ci siano modi migliori di altri. 6 LEZIONE: Algoritmi Tempo della lezione: 45-60 Minuti. Tempo di preparazione: 10-25 Minuti (a seconda che tu abbia dei Tangram disponibili o debba tagliarli a mano) Obiettivo Principale: Spiegare come

Dettagli

1) il menu: qui trovi tutte le funzioni di comando del sito. 2) i dati sulla campagna corrente: qui puoi cambiare il nome e la descrizione e puoi

1) il menu: qui trovi tutte le funzioni di comando del sito. 2) i dati sulla campagna corrente: qui puoi cambiare il nome e la descrizione e puoi Come si fa? Struttura del messaggio Cominciamo con l illustrare la struttura dello spazio in cui costruire il messaggio. Come vedi in figura la pubblicità è composta da 6 elementi: 1 5 PERSONALE (ES. LOGO)

Dettagli

COSTRUI SCI UNA FI ABA

COSTRUI SCI UNA FI ABA COSTRUI SCI UNA FI ABA Recensione software di Pulvirenti Antonella È importantissimo motivare i bambini dislessici alla produzione di testi; spesso, infatti, con l avanzare della percezione della propria

Dettagli

PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY

PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY PROGRAMMI WORKSHOP BAKE ACADEMY Maggio - Giugno 2015 ILLUSTRATION docenti: giordano poloni e roberta maddalena 23 maggio dalle 10:00 alle 18:00 @ Spazio Cima La messa in scena dell illustrazione. Corpo,

Dettagli

Strumenti necessari per il disegno

Strumenti necessari per il disegno Capitolo 9 Strumenti necessari per il disegno Sarebbe sbagliato ridurre il campo del disegno in genere, e quindi anche del disegno in rilievo, alla sola riproduzione degli oggetti che abbiamo intorno.

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

4-1 DIGITARE IL TESTO

4-1 DIGITARE IL TESTO Inserimento testo e Correzioni 4-1 DIGITARE IL TESTO Per scrivere il testo è sufficiente aprire il programma e digitare il testo sulla tastiera. Qualsiasi cosa si digiti viene automaticamente inserito

Dettagli

In classe PRIMA mi servirà

In classe PRIMA mi servirà Istituto Comprensivo n.1 Scuola Primaria V. da Feltre a. s. 2012-2013 In classe PRIMA mi servirà 1 cartellina grande con l'elastico astuccio con: matita n.2, gomma da matita, temperamatite con serbatoio,

Dettagli

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana

PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri Certificazione di competenza in lingua italiana giugno 2011 PARLARE Livello MATERIALE PER L INTERVISTATORE 2 PLIDA Progetto Lingua Italiana Dante Alighieri

Dettagli

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini

Office 2007 Lezione 07. Gestione delle immagini Le immagini Gestione delle immagini Office 2007 presenta molte interessanti novità anche nella gestione delle immagini. Le immagini si gestiscono in modo identico in Word, Excel e PowerPoint. Naturalmente

Dettagli

Come imparare a disegnare

Come imparare a disegnare Utilizzare la stupidità come potenza creativa 1 Come imparare a disegnare Se ti stai domandando ciò che hai letto in copertina è vero, devo darti due notizie. Come sempre una buona e una cattiva. E possibile

Dettagli

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale La presente rassegna viene offerta a mero titolo esemplificativo per dare un indicazione di massima dei servizi normalmente

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 125 Stampa unione buste: passaggio 2 di 6 Con il pulsante Sfoglia, come nei casi precedenti, seleziona il file elenco per i destinatari da stampare sulle buste. Nel quarto

Dettagli

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002

Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno. 5 marzo 2002 . Associazione di insegnanti e ricercatori sulla didattica della storia Scuola elementare Vivaldi Spinea (VE) marzo 2002 Classe prima Ins. Nadia Paterno 5 marzo 2002 Ho comunicato ai bambini che avremo

Dettagli

Colorare coi numeri La rappresentazione delle immagini

Colorare coi numeri La rappresentazione delle immagini Attività 2 Colorare coi numeri La rappresentazione delle immagini Sommario I computer memorizzano i disegni, le fotografie e le altre figure usando solo numeri. Questa attività mostra come fanno. Competenze

Dettagli

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO

LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO LIBO' L'ITALIANO ALLA RADIO ESERCIZI PUNTATA N. 3 LA SCUOLA CORSI DI ITALIANO PER STRANIERI A cura di Marta Alaimo Voli Società Cooperativa - 2011 DIALOGO PRINCIPALE A- Buongiorno. B- Buongiorno, sono

Dettagli

CORSO DI FUMETTO UTILITY DISPENSA 1 ATTREZZI DEL MESTIERE DEL DISEGNATORE DI FUMETTI

CORSO DI FUMETTO UTILITY DISPENSA 1 ATTREZZI DEL MESTIERE DEL DISEGNATORE DI FUMETTI CORSO DI FUMETTO UTILITY DISPENSA 1 ATTREZZI DEL MESTIERE DEL DISEGNATORE DI FUMETTI NON È CHE DOVETE AVERLI TUTTI PER FORZA VI BASTANO UNA MATITA UNA GOMMA E UN FOGLIO PER INIZIARE! IN OGNI CASO NON TUTTI

Dettagli

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2

Demo. La palette allinea. La palette Anteprima conversione trasparenza. Adobe Illustrator CS2 Le Palette (parte prima) Come abbiamo accennato le Palette permettono di controllare e modificare il vostro lavoro. Le potete spostare e nascondere come spiegato nella prima lezione. Cominciamo a vedere

Dettagli

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica

USARE WORD. - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Pagina 1 di 32 USARE WORD - non solo per scrivere - Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu pag.

Dettagli

USARE WORD - non solo per scrivere -

USARE WORD - non solo per scrivere - GUIDA WORD USARE WORD - non solo per scrivere - corso Word Un corso per chi vuole imparare ad usare Word senza fare fatica Indice: - La finestra di Word pag. 2 - Barra del titolo pag. 3 - Barra dei menu

Dettagli

Ciao! Benvenuto. Se hai domande o desideri farci sapere cosa ne pensi, contattaci all indirizzo www.blurb.com/support. Iniziamo!

Ciao! Benvenuto. Se hai domande o desideri farci sapere cosa ne pensi, contattaci all indirizzo www.blurb.com/support. Iniziamo! Ciao! Benvenuto. BookWright è il nuovo strumento di creazione di libri di Blurb, progettato per essere semplice e intuitivo. Ma proprio perché non siamo tutti degli esperti, possiamo aver bisogno di consultare

Dettagli

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial

Microsoft PowerPoint 2003. Tutorial Facoltà di Lettere e Filosofia Cdl in Scienze dell Educazione A.A. 2010/2011 Informatica (Laboratorio) Microsoft PowerPoint 2003 Tutorial Author Kristian Reale Rev. 2011 by Kristian Reale Liberamente distribuibile

Dettagli

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22

Alibre Design. Lezione n 6 Messa in tavola. www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Alibre Design Lezione n 6 Messa in tavola www.lista.it Sesto esercizio, pagina 1 di 22 Abbiamo già visto nelle lezioni precedenti come avviare Alibre in modalità Pezzo (per disegnare una parte) o in modalità

Dettagli

VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A1

VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A1 VERIFICA DI ITALIANO L2 LIVELLO A1 L obiettivo della seguente verifica è quello di testare la comprensione di semplici parole e frasi, la capacità di interagire, l acquisizione del lessico, la comprensione

Dettagli

Cos è un word processor

Cos è un word processor Cos è un word processor è un programma di videoscrittura che consente anche di applicare formati diversi al testo e di eseguire operazioni di impaginazione: font diversi per il testo impaginazione dei

Dettagli

PERCORSO RETTIFICATO

PERCORSO RETTIFICATO Il percorso rettificato serve per effettuare un rilievo topografico di una zona rapidamente, basandosi su un disegno schematico da tracciarsi man mano si cammina, ciò consiste, come dice il nome, nel raddrizzare

Dettagli

In classe PRIMA mi servirà

In classe PRIMA mi servirà Istituto Comprensivo n.1 Scuola Primaria V. da Feltre a. s. 2012-2013 In classe PRIMA mi servirà 1 cartellina grande con l'elastico astuccio con: matita n.2, gomma da matita, temperamatite con serbatoio,

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA LOGO Il logo rappresenta il primo e più importante veicolo della nuova immagine della Fondazione. Il nuovo logo è costituito da una parte grafica (simbolo bordeaux) e da una

Dettagli

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica

11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica 11.2 Uso di strumenti informatici nella didattica di tecnologia e informatica a cura di Gian Piero Benente Le competenze necessarie al docente di tecnologia e informatica della scuola elementare e della

Dettagli

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname?

Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale. PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Le schede di Scheda UT30 Punti-UM / Come fare l evidenziatore personale PREMESSA Quanti di voi vorrebbero rendere più divertente ed artistico il proprio nickname? Tutti immagino. Quindi armatevi di pazienza

Dettagli

Livello CILS A2 Modulo bambini

Livello CILS A2 Modulo bambini Livello CILS A2 Modulo bambini MAGGIO 2012 Test di ascolto numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Ascolta il testo. Completa il testo e scrivi le parole che mancano. Alla fine del test di ascolto, DEVI

Dettagli

www.spreamedia.it PICCOLI ANNUNCI

www.spreamedia.it PICCOLI ANNUNCI www.spreamedia.it PICCOLI ANNUNCI Abbiamo realizzato un servizio fatto apposta per te. Un sito web semplice e veloce per acquistare e fare da solo la tua pubblicità. Risparmi tempo e denaro. Ecco qui di

Dettagli

L economia: i mercati e lo Stato

L economia: i mercati e lo Stato Economia: una lezione per le scuole elementari * L economia: i mercati e lo Stato * L autore ringrazia le cavie, gli alunni della classe V B delle scuole Don Milanidi Bologna e le insegnati 1 Un breve

Dettagli

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons

Manuale. Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Manuale Gestione biblioteca scolastica by Rosset Pier Angelo is licensed under a Creative Commons Premessa Gestione Biblioteca scolastica è un software che permette di gestire in maniera sufficientemente

Dettagli

PON FSE-2011/2013. Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266

PON FSE-2011/2013. Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266 Prot. n. 1400/B38 del 21/03/2012 PON FSE-2011/2013 Bando pubblico per acquisto materiale di consumo destinato alle attività didattiche delle azioni PON C-1-FSE-2011-266 Il Dirigente Scolastico Visto il

Dettagli

Moodle per docenti. Indice:

Moodle per docenti. Indice: Abc Moodle per docenti Indice: 1. 2. 3. 4. ACCEDERE ALL INTERNO DELLA PIATTAFORMA MOODLE. pag 1 INSERIRE UN FILE (es. Piano di lavoro e Programmi finali)... pag 4 ORGANIZZARE UN CORSO DISCIPLINARE (inserire

Dettagli

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000

lo 2 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Capittol lo 2 Visualizzazione 2-1 - PERSONALIZZARE LA FINESTRA DI WORD 2000 Nel primo capitolo sono state analizzate le diverse componenti della finestra di Word 2000: barra del titolo, barra dei menu,

Dettagli

informazioni che si può leggere bene, chiaro con caratteri di scrittura simile a quelli usati nella stampa, ma scritti a mano chi riceve una lettera

informazioni che si può leggere bene, chiaro con caratteri di scrittura simile a quelli usati nella stampa, ma scritti a mano chi riceve una lettera Unità 12 Inviare una raccomandata In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come inviare una raccomandata parole relative alle spedizioni postali e all invio di una raccomandata

Dettagli

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il

Corso di Laurea in Scienze della Formazione Primaria Università di Genova MATEMATICA Il Lezione 5:10 Marzo 2003 SPAZIO E GEOMETRIA VERBALE (a cura di Elisabetta Contardo e Elisabetta Pronsati) Esercitazione su F5.1 P: sarebbe ottimale a livello di scuola dell obbligo, fornire dei concetti

Dettagli

Indice DISTRIBUZIONE FOREIGN RIGHTS

Indice DISTRIBUZIONE FOREIGN RIGHTS DISTRIBUZIONE FOREIGN RIGHTS Indice Collana Colora e gioca...2 Albi da colorare... 3 Attivita' - giochi - stickers...4 Collana Attacca colora impara...5 Collana Gioco e imparo...6 Collana I libri lavagna...10

Dettagli

COSTRUIRE UN MODULO CON WORD

COSTRUIRE UN MODULO CON WORD COSTRUIRE UN MODULO CON WORD I moduli sono utili perché guidano le persone a fornire risposte standard e semplici da capire. Nella vita quotidiana compiliamo abitualmente moduli di ogni tipo: per il medico,

Dettagli

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina

[Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina [Dimensionare la pagina-creare le tabelle-formattare le tabelle-formattare la pagina Creare cartelle per salvare il lavoro] Per iniziare dobbiamo imparare a gestire quello spazio bianco che diverrà la

Dettagli

QUESTIONARIO STUDENTE

QUESTIONARIO STUDENTE Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Rilevazione degli apprendimenti Anno Scolastico 2008 2009 QUESTIONARIO STUDENTE Scuola Primaria Classe Quinta Spazio per l etichetta autoadesiva

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CANELLI Piazza della Repubblica 2-14053 Canelli (At) Tel. e fax 0141-823562 e-mail: atic81300n@istruzione.it

ISTITUTO COMPRENSIVO CANELLI Piazza della Repubblica 2-14053 Canelli (At) Tel. e fax 0141-823562 e-mail: atic81300n@istruzione.it ISTITUTO COMPRENSIVO CANELLI Piazza della Repubblica 2-14053 Canelli (At) Tel. e fax 0141-823562 e-mail: atic81300n@istruzione.it SCUOLA PRIMARIA U. BOSCA CANELLI A.S. 2015-2016 ELENCO MATERIALE OCCORRENTE

Dettagli

www.monferratostradadelvino.it GUIDA ALL USO DEL PORTALE

www.monferratostradadelvino.it GUIDA ALL USO DEL PORTALE www.monferratostradadelvino.it GUIDA ALL USO DEL PORTALE Come accedere La login e la password vi arriverà nella casella di posta elettronica con una mail. Questi dati andranno inseriti in queste caselle

Dettagli

La scala maggiore. In questa fase è come se sapessimo il modo giusto di aprire la bocca per parlare ma non avessimo idea delle parole da dire

La scala maggiore. In questa fase è come se sapessimo il modo giusto di aprire la bocca per parlare ma non avessimo idea delle parole da dire La scala maggiore Ora che abbiamo dato un pò di cenni teorici e impostato sia la mano destra che la sinistra è venuto il momento di capire cosa suonare con il basso ( impresa ardua direi ), cioè quando

Dettagli

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi

GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi GIOVANILI: SCHEMI OFFENSIVI Matteo Picardi Ogni squadra necessita di un attacco organizzato in maniera da creare spazi liberi per guadagnare punti facili. Tuttavia, soprattutto con le squadre giovani,

Dettagli

Come creare un manifesto con openoffice draw

Come creare un manifesto con openoffice draw Come creare un manifesto con openoffice draw Questo tutorial è stato realizzato usando lo stesso programma che useremo per realizzare il nostro manifesto. Il programma si chiama Draw, e fa parte della

Dettagli

Esercizio di Pasqua. P r o f C r u c i t t i E s e r c i z i o E x c e l c o n c l u s i v o

Esercizio di Pasqua. P r o f C r u c i t t i E s e r c i z i o E x c e l c o n c l u s i v o Esercizio di Pasqua 1) Rinomina il primo foglio di lavoro in magazzino e colora l etichetta di giallo 2) Rinomina il secondo foglio di lavoro in fattura e colora l etichetta di rosso 3) Elimina il terzo

Dettagli

WWW.ISTITUTOVILLOTTI.COM

WWW.ISTITUTOVILLOTTI.COM WWW.ISTITUTOVILLOTTI.COM 1 INDICE DEDICATO ALLA FAMIGLIA PRESENTAZIONE 05 PACKAGING 07 ANTEPRIMA GADGET 09 LOGO 11 PROVE COLORE 13 DISEGNO LOGO 15 BOZZE 17 IMMAGINE COORDINATA 19 SCALA DI GRIGIO 21 PROVE

Dettagli

lettera raccomandata. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire meglio il testo.

lettera raccomandata. Ecco alcune parole ed espressioni che possono aiutarti a capire meglio il testo. Unità 12 Inviare una raccomandata CHIAVI In questa unità imparerai: a comprendere testi che danno informazioni su come inviare una raccomandata parole relative alle spedizioni postali e all invio di una

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA PREMESSA Per il restyling del logo della Fondazione si è voluto percorrere strade diverse dal neurone attuale, sviluppando una proposta grafica incentrata sulle iniziali della

Dettagli

Corso di Computer e Internet per Tutti Quaderno degli Esercizi

Corso di Computer e Internet per Tutti Quaderno degli Esercizi Corso di Computer e Internet per Tutti Quaderno degli Esercizi Nome dello Studente Nome del Tutor Indice Computer: nozioni di base 2 Esercizio 1 2 Esercizio 2 3 Esercizio 3 4 Microsoft Word 5 Esercizio

Dettagli

Word Processor: WORD. Classificazione

Word Processor: WORD. Classificazione Parte 5 Word Processor: WORD Classificazione Esistono diversi strumenti per la realizzazione di documenti di testuali: Editor di testo (Es: Blocco Note) Word Processor (Es: MS Word, Open Office ) Applicazioni

Dettagli

1. Scrivere ad amici e parenti

1. Scrivere ad amici e parenti 1. Scrivere ad amici e parenti In questo capitolo ci concentreremo sulle lettere per le persone che conosciamo. Normalmente si tratta di lettere i cui argomenti sono piuttosto vari, in quanto i nostri

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata della Compagna straordinaria di formazione

Dettagli

Sommario. Introduzione...9

Sommario. Introduzione...9 Sommario Introduzione...9 1. Ambiente di lavoro... 13 Interfaccia nera...15 Il Riquadro applicazione...17 Configurazione dell ambiente di lavoro...19 La finestra del documento...20 Disposizione dei documenti

Dettagli

Microsoft Word -II Lezione

Microsoft Word -II Lezione Microsoft Word -II Lezione Approfondiamo alcuni aspetti di Word e in particolare: Disegno e modifica di oggetti come forme, linee, frecce etc. Gestione delle tabelle Impostazione e cura dell estetica di

Dettagli

KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde. Scienze e Tecnologie Applicate

KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde. Scienze e Tecnologie Applicate I.S.I.S. Zenale e Butinone Treviglio (BG) KIT RECUPERO IDONEITA' Classi Seconde Scienze e Tecnologie Applicate Libro di testo Titolo: Graphic Design Autori: David Dabner, Sheena Calvert, Anoki Casey Editore:

Dettagli

Operazioni fondamentali

Operazioni fondamentali Elaborazione testi Le seguenti indicazioni valgono per Word 2007, ma le procedure per Word 2010 sono molto simile. In alcuni casi (per esempio, Pulsante Office /File) ci sono indicazioni entrambe le versioni.

Dettagli

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI

COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI COPERTINA PER NEONATO CON GATTINI Le misure fornite sono per una copertina da culla, le cui dimensioni sono 60 x 74 cm. Materiali: - un pezzo di stoffa azzurra di circa 50 x 60 cm (base del pannello centrale)

Dettagli

Centro Iniziative Sociali Municipio III

Centro Iniziative Sociali Municipio III Centro Iniziative Sociali Municipio III C.I.S Municipio III Corso di informatca Roberto Borgheresi C ORSO BASE DI I NFORMATICA Centro Iniziative Sociali Municipio III Coordinatore: Roberto Borgheresi Insegnanti:

Dettagli

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso

L acqua si infiltra. Scuola Primaria- Classe Prima. Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso L acqua si infiltra Scuola Primaria- Classe Prima Dante - Pontedera- I. C. Pacinotti - Insegnante Natalina Grasso Schema per costruire il diario di bordo riguardo a precise situazioni di lavoro scelte

Dettagli

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più

Una immagine Vale più Di mille parole. Crowdknitting Store. Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più Una immagine Vale più Di mille parole Crowdknitting Store Come ottenere foto di grande impatto E vendere di più migliora le tue foto. Aumenta le vendite. Immagini chiare, nitide e fedeli al prodotto aiutano

Dettagli

COSTRUISCI IL TUO NEGOZIO ONLINE

COSTRUISCI IL TUO NEGOZIO ONLINE COSTRUISCI IL TUO NEGOZIO ONLINE PRIMA DI INIZIARE Per caricare il tuo negozio online devi accedere al sito www.makehandbuy.com/vp/: hai bisogno delle tue credenziali, che hai ricevuto via email. Se non

Dettagli

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo

I STITUTO P ROFESSIONALE DI STATO GAETANO SALVEMINI - Palermo Programmazione primo anno: Le basi della grafica tratta tutti gli elementi della progettazione grafica singolarmente presi; scopo di tale programmazione è fare comprendere come sia possibile unire i vari

Dettagli

Dopo diversi anni che utilizzo Adobe Illustrator, posso dire con certezza che questo è uno strumento davvero potente oltre che fantastico.

Dopo diversi anni che utilizzo Adobe Illustrator, posso dire con certezza che questo è uno strumento davvero potente oltre che fantastico. PREMESSA Dopo diversi anni che utilizzo Adobe Illustrator, posso dire con certezza che questo è uno strumento davvero potente oltre che fantastico. Con Illustrator ho realizzato davvero di tutto: template

Dettagli

Questo esempio spiega come verniciare la plastica

Questo esempio spiega come verniciare la plastica Questo esempio spiega come verniciare la plastica Prendiamo in esame questa guida di Ultimauro che ci darà ottimo spunto CUSTOMIZZARE UN AX-SYNTH (versione White Pearl) Salve a tutti ragazzi, questo breve

Dettagli

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200

! ISO/ASA 25 50 100 200 400 800 1600 3200 Rolleiflex T (Type 1)" Capire l esposizione Una breve guida di Massimiliano Marradi mmarradi.it Prima di tutto occorre scegliere il modo in cui valutare l esposizione. Se valutativa, quindi a vista, useremo

Dettagli

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B

(Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B (Ricostruita con l uso delle fonti) Classe 2^B A.s. 2010/2011 1 Con un genitore o di un adulto che ti conosce bene, rivivi il momento bellissimo della tua nascita e poi, con il suo aiuto, raccogli foto,

Dettagli

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione)

REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING. Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) REGOLAMENTO PER L UTILIZZO DEI MARCHI E DEI LOGHI DI ASSOCOUNSELING Articolo 1 (Definizione e ambito di applicazione) Il presente regolamento definisce le indicazioni necessarie sull uso dei marchi e dei

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

Il diario, la tuta, il grembiule si acquisteranno direttamente a Scuola, a settembre.

Il diario, la tuta, il grembiule si acquisteranno direttamente a Scuola, a settembre. SCUOLA PRIMARIA BEATA VERGINE - MILANO VIA G. TERRAGNI 36 20148 MILANO TEL. 02 39 21 89 68 ELENCO DEL MATERIALE SCOLASTICO PER LA CLASSE PRIMA ANNO SCOLASTICO 2014 2015 Per maestra Annalisa:. Astuccio

Dettagli

Corti Sergio art director

Corti Sergio art director Indicazioni per la preparazione di file da stampare in Eliolux - BIGLIETTI DA VISITA Queste indicazioni non vogliono avere la pretesa di essere l unico modo per preparare i file da utilizzare in Eliolux

Dettagli

Da pag. 2 a pag. 16 Pag. 38. Prof. ssa Rossella D'Imporzano

Da pag. 2 a pag. 16 Pag. 38. Prof. ssa Rossella D'Imporzano Da pag. 2 a pag. 16 Pag. 38 Prof. ssa Rossella D'Imporzano 1 Il disegno è una forma di comunicazione non verbale che si esprime mediante segni grafici ai quali vengono attribuite delle convenzioni che

Dettagli

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino -

Capitolo3. Si apre la seguente finestra. Figura 29. Proprietà immagine di sfondo. - Università degli Studi della Repubblica di San Marino - Capitolo3 LAVORARE CON LE IMMAGINI E certo che l impatto visivo in un sito internet è molto importante ma è bene tenere presente che immagini e fotografie, pur arricchendo la struttura grafica di un web,

Dettagli

Unità di apprendimento n. 4 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima Seconda

Unità di apprendimento n. 4 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima Seconda o INFORMATICA PER LA SCUOLA PRIMARIA o o di Manlio Monetta Mi presento : io sono PC Unità di apprendimento n. 4 Il mio amico Paint, un software per disegnare Prima Seconda Attività previste La seconda

Dettagli

ISTITUTO SAN GIUSEPPE Via del Casaletto, 260 00151 Roma tel. 06.53.76.663 - fax 06.53.27.3217. direzioneprimociclo@scuolasangiuseppe.

ISTITUTO SAN GIUSEPPE Via del Casaletto, 260 00151 Roma tel. 06.53.76.663 - fax 06.53.27.3217. direzioneprimociclo@scuolasangiuseppe. Classe I Primaria 9 quadernoni a quadrettoni 1cm 1 scatola di pastelli da ventiquattro 1 grembiulino da lavoro di plastica 1 tovaglietta per la merenda (plastificata) 2 matite morbide numero 2HB 1 gomma

Dettagli

UTILIZZO BASE DI POWERPOINT 2007

UTILIZZO BASE DI POWERPOINT 2007 1 UTILIZZO BASE DI POWERPOINT 2007 2 UTILIZZO BASE DI OFFICE POWER POINT 2007 Power Point è un programma per la realizzazione di presentazioni multimediali esso appartiene alla suite office 2007, proseguiamo

Dettagli

Io Misuro Tu Misuri Noi Misuriamo. Attività rivolta a alunni di classe II della Scuola Primaria

Io Misuro Tu Misuri Noi Misuriamo. Attività rivolta a alunni di classe II della Scuola Primaria Io Misuro Tu Misuri Noi Misuriamo Attività rivolta a alunni di classe II della Scuola Primaria DA DOVE NASCE L ATTIVITÀ? Dal comune problema di voler misurare la lunghezza. Per scegliere qualcosa di vicino

Dettagli

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84

G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 G. Pettarin ECDL Modulo 3: Word 84 La scheda vai a La scheda Vai è probabilmente la meno utilizzata delle tre: permette di spostarsi in un certo punto del documento, ad esempio su una determinata pagina

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli

IL PUZZLE INGRANDITO Prof c èc. un problema

IL PUZZLE INGRANDITO Prof c èc. un problema ISTITUTO PROFESSIONALE STATALE PER I SERVIZI COMMERCIALI E TURISTICI E. MORANTE DI SASSUOLO (MO) presenta IL PUZZLE INGRANDITO Prof c èc un problema Classi 1^D e 1^E Docenti: Prof. Vestuti Antonio, Prof.ssa

Dettagli

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande

Jordan. Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Roger Jordan Serena Marco Pervez Vrinda Lavora con un compagno. Guardate la fotografie e rispondete alle domande Chi ti piace di più? Chi ti piace meno?.. Chi ti sembra più contento?.. Chi ti sembra più

Dettagli

ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista

ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista ATTIVITÁ 1: Crea la tua Homepage Pagina e caricala sul tuo sito di Altervista Ecco qui sotto una traccia da cui prendere spunto. Puoi utilizzare un editor e poi pubblicarla sul tuo spazio web Altervista

Dettagli

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS giugno 2014 Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Nell aprile di quest anno, a Roma, il

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli