Internet & Export. Il ruolo della Rete nell' internazionalizzazione delle PMI DIGITAL

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Internet & Export. Il ruolo della Rete nell' internazionalizzazione delle PMI DIGITAL"

Transcript

1 Internet & Export Il ruolo della Rete nell' internazionalizzazione delle PMI DIGITAL

2

3 DIGITAL Doxa Digital è la società di consulenza digitale del gruppo Doxa. Aiutiamo le aziende a integrare il digitale nei processi di business, grazie alla nostra profonda conoscenza degli scenari di mercato e dei consumatori. Siamo in grado di intervenire su tutte le property digital delle aziende, con l obiettivo di migliorare le performance di marketing e facilitare la creazione di una relazione autentica e duratura con i clienti, grazie a innovativi modelli commerciali e di servizio.

4

5 Internet & Export Il ruolo della Rete nell' internazionalizzazione delle PMI Sergio Novelli Francesco Federico Annaluce Latorre Ottobre 2013 commissionato da doxadigital.it

6 Doxa Digital. Tutti i diritti riservati. Per informazioni generali e per il permesso di ristampa si contatti Doxa Digital: Tel: indirizzo: via Bartolomeo Panizza Milano (MI)

7 Indice Prefazione... 9 Executive Summary PMI: digitalizzazione e internazionalizzazione La digitalizzazione L e-commerce Il Digital Marketing L internazionalizzazione Le esportazioni Gli ostacoli all internazionalizzazione Il Web e le PMI: i vantaggi di essere online 2.1 La digitalizzazione PMI online di successo: le best practices YourMurano Caffè Carbonelli Pastificio dei Campi Sediarreda Le raccomandazioni Le imprese I policy makers Fonti e Note... 55

8

9 Prefazione 9 Prefazione Le Piccole e Medie imprese sono senza dubbio il cuore pulsante dell economia italiana: 8 occupati su 10 lavorano in aziende con meno di 50 dipendenti, producendo quasi i 3/4 del fatturato del tessuto produttivo del nostro Paese. Il successo di queste realtà nasce da un misto di imprenditorialità, qualità e focalizzazione ed ha portato ad avere in Italia una serie di eccellenze riconosciute in tutto il mondo. Oggi i manager di queste aziende ed i policy makers sono chiamati a capire come queste stesse caratteristiche possano essere utilizzate per rilanciare la crescita economica del Paese. Una chiave di rilancio è sicuramente l'export. In quest ottica, la Rete offre alle imprese la possibilità di entrare direttamente in contatto con consumatori ed aziende estere digitalmente più mature e soddisfare in maniera semplice e diretta la ricerca di prodotti di elevata qualità tipici del Made in Italy. Lo studio commissionato da Google Italia e condotto da Doxa Digital ha lo scopo di comprendere l opportunità che il digitale offre alle PMI, misurando l impatto che il livello di digitalizzazione ha nel poter cogliere la sfida dell internazionalizzazione, individuando le barriere presenti ed identificando le azioni concrete che le PMI ed i policy maker possono intraprendere per vincerla. Il risultato che emerge, confermato anche dai casi studio, è che il digitale agisce chiaramente come un acceleratore per le PMI e che, ancora una volta, focalizzazione, imprenditorialità e qualità sono la chiave per vincere questa sfida. É possibile scaricare gratuitamente copia elettronica del documento e trovare ulteriori approfondimenti sul sito Gli autori Sergio Novelli è Managing Partner di Doxa Digital; è possibile contattarlo via Francesco Federico è Head of Strategy di Doxa Digital; è possibile contattarlo via Annaluce Latorre è Digital Consultant di Doxa Digital; è possibile contattarla via

10

11 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI 11 Executive Summary

12

13 Executive Summary 13 Executive Summary Lo scenario di riferimento Le PMI: la digitalizzazione Le PMI: l internazionalizzazione PMI, export e digitalizzazione Le raccomandazioni Nel 2012, il valore dell e-commerce a livello mondiale ha superato la soglia dei mille miliardi di dollari, con una crescita media del 21,1% rispetto al Nel 2013 si prevede che le vendite cresceranno ulteriormente del 18,3%, raggiungendo la cifra di 1,298 trilioni di dollari. In Europa il mercato e-commerce ha raggiunto nel 2012 un valore complessivo di oltre 305 miliardi di euro, con una crescita del 22% sul L Italia è il Paese europeo con più alto numero di PMI le quali, tuttavia, presentano un livello di digitalizzazione ancora piuttosto scarso: solo il 34% è presente online con il proprio sito Internet; Solo il 12% delle piccole ed il 48% delle medie imprese intrattiene rapporti con l estero nello svolgimento delle proprie attività3. Prevale l attività di import-export. In particolare: soprattutto per le imprese di piccole dimensioni l internazionalizzazione è un attività nuova, presumibilmente una risposta alle difficoltà causate dalla crisi; l individuazione di controparti commerciali costituisce il primo scoglio Esiste una relazione diretta e positiva tra digitalizzazione, internazionalizzazione ed esportazione, sia per le imprese di piccole sia di medie dimensioni: le imprese italiane che hanno commercializzato i propri prodotti online oltre confine sono riuscite a compensare meglio la crisi o addirittura hanno ottenuto un incremento nel proprio fatturato. In particolare: al crescere del livello di maturità digitale, aumenta la percentuale di PMI che intrattengono rapporti internazionali, nonché la percentuale di imprese che fanno export; la percentuale di piccole imprese digitalizzate che intrattengono relazioni con l estero è quattro volte superiore alla percentuale di aziende non digitalizzate. Inoltre, al crescere del livello di maturità Dall analisi condotta emerge una diffusa mancata consapevolezza da parte dei manager delle PMI italiane delle competenze e dei cambiamenti richiesti dalla L Italia fa registrare dati sensibilmente inferiori eppure in decisa crescita: solo nel 2012 i Web shopper italiani sono cresciuti del 30%, sfiorando la quota di 12 milioni di unità, circa il 40% degli utenti Internet del nostro Paese2. Nel mondo delle imprese però il ritardo è ancora più evidente: solo tre PMI su dieci si avvalgono del commercio elettronico come canale addizionale di vendita o di acquisto, e se ci focalizziamo sulle piccole questo dato scende ulteriormente. il presidio dei social media è quasi nullo; la penetrazione del commercio elettronico è di molto inferiore alla media europea. all internazionalizzazione; nelle esportazioni prevale ancora il ricorso ai canali commerciali di tipo tradizionale; i Paesi di destinazione delle merci continuano ad essere quelli europei, anche se un importanza crescente è rivestita dai mercati asiatici emergenti; le barriere all internazionalizzazione sono soprattutto di carattere culturale, normativo, fiscale e finanziario. digitale, cresce la percentuale di piccole aziende che esportano. Non solo, le piccole imprese digitalmente avanzate dichiarano di realizzare in media il 24% del fatturato legato all export attraverso il canale digitale. la percentuale di medie imprese digitalizzate che hanno relazioni con l estero cresce più del 50% rispetto a quelle non digitalizzate. Anche in questo caso, al crescere del livello di maturità digitale, cresce la percentuale di imprese che esportano. Infine, la percentuale di fatturato realizzata attraverso l esportazione diretta su piattaforma di e-commerce è pari al 39%, segnale del potenziale insito nel web come canale incrementale per l export. digitalizzazione, da un punto di vista strategico, organizzativo ed operative. Pertanto le PMI dovrebbero: modificare la propria cultura

14 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI organizzativa, che dovrebbe evolvere verso l apertura, la conoscenza dei mercati e dei consumatori e, soprattutto, verso la flessibilità in termini di velocità di risposta/adattamento e di innovazione anticipatrice; definire la propria struttura organizzativa; introdurre nuove competenze, specializzate nei processi di digitalizzazione e internazionalizzazione; investire in formazione; farsi supportare da consulenti esterni nel processo di digitalizzazione. Infine, dall analisi emergono alcune problematiche esogene alle imprese ma che, di fatto, ne influenzano tanto la digitalizzazione quanto l internazionalizzazione. Si tratta di barriere prevalentemente: infrastrutturali, legate al ritardo della banda larga in alcune zone rurali, sedi dei principali distretti industriali italiani; culturali, legate alla ancora scarsa cultura digital di molte fasce della popolazione; normative, legate principalmente all assenza di una regolamentazione uniforme per il commercio elettronico su tutto il territorio nazionale e alla complessa burocrazia legata sia all internazionalizzazione che alla gestione dell informativa sulla privacy; finanziarie, legate soprattutto alle difficoltà riscontrate dalle PMI nell accesso al credito bancario.

15

16

17 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI PMI: Digitalizzazione e Internazionalizzazione

18 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI Introduzione Una fotografia delle PMI Italiane Le forme societarie e la governance Il capitale umano L Italia è il Paese europeo con più alto numero di PMI. Con i loro 4 milioni, le PMI rappresentano più del 99% delle aziende italiane e producono circa il 70% del fatturato, dando lavoro all 80% degli occupati del nostro Paese. In particolare, il 95% delle imprese Quasi due terzi delle imprese sono individuali, le altre adottano prevalentemente la forma giuridica di società di persone, società di capitali e cooperative. Con riferimento alla governance, invece, più della metà Fortemente eterogeneo risulta poi il quadro del capitale umano presente in azienda. Le maggiori differenze sono legate alla dimensione aziendale: il 72% delle piccole imprese dichiara di non aver alcun laureato tra i propri lavoratori, contro il 25% delle imprese di medie dimensioni5. Un analisi più attenta, tuttavia, rivela un elevato grado di variabilità all interno degli stessi gruppi dimensionali e, in modo particolare, tra le piccole imprese, realtà molto variegata che abbraccia ha meno di 10 addetti e impiega il 47% dell occupazione totale. Le imprese senza lavoratori dipendenti prevalentemente impegnate nel settore dei servizi sono circa 3 milioni e corrispondono al 65% del totale delle imprese4 attive. I lavoratori dipendenti si concentrano, invece, nel settore manifatturiero, nel commercio all ingrosso e al dettaglio, nel turismo e nelle costruzioni. delle PMI italiane sono basate sul modello del capitalismo familiare. Di conseguenza, appena un quinto delle imprese conta al proprio interno manager esterni con ruoli chiave nella gestione di business. dal piccolo esercizio commerciale, all impresa research driven fornitrice di alta e media tecnologia, spesso inserita all interno di catene del valore guidate da imprese medie e grandi. L attenzione alla qualità del capitale umano, quindi, risulta associata non tanto alla dimensione aziendale in senso stretto quanto alla capacità di fare innovazione, di realizzare strategie d impresa più sofisticate ed orientate allo sviluppo, nonché di presidiare i mercati esteri. 1.1 La digitalizzazione Il livello di digitalizzazione delle PMI La digitalizzazione delle imprese è un argomento che negli ultimi anni ha assunto un importanza sempre crescente nell ambito della gestione Per misurare il livello di digitalizzazione delle PMI può essere utile far riferimento a tre indicatori: (i) la presenza in azienda di una figura che si occupi esclusivamente di ICT, (ii) il livello di dotazione tecnologica e (iii) la tipologia di tecnologie informatiche utilizzate (Fig. 1). In Italia, solo il 22% delle piccole ed il 42% delle medie imprese presenta in organico una figura preposta alla gestione dell ICT. I dati appaiono, invece, più confortanti con riferimento alla dotazione tecnologica: circa il 78% delle piccole ed il 97% delle medie imprese dispone di almeno un computer, i dispositivi mobili sono invece presenti, aziendale. Esso rappresenta un fattore fondamentale per aiutare la crescita delle imprese ed un possibile vantaggio nell implementare strategie competitive volte, ad esempio, all innovazione, alla riduzione dei costi o all internazionalizzazione. rispettivamente, nel 43 e nel 74% dei casi. Più critico l aspetto relativo alle tecnologie informatiche utilizzate. Infatti, mentre i software per la produttività personale (word, excel, etc) ed i sistemi gestionali di base (cassa, magazzino, amministrazione) vengono utilizzati dal 62% delle piccole e dall 81% delle medie imprese, i sistemi gestionali avanzati e quelli di condivisione automatica delle informazioni tra le varie funzioni aziendali presentano un livello di penetrazione ancora ridotto: ne fanno ricorso solo il 21% delle piccole ed il 40% delle medie imprese6.

19 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione La digitalizzazione 19 Figura 1 Fonte: Osservatorio ITC, Unicredit Indicatori del livello di digitalizzazione delle imprese ICT PRESENZA IN AZIENDA DI UNA FIGURA CHE SI OCCUPI ESCLUSIVAMENTE DI ICT MOBILE DOTAZIONE TECNOLOGICA PICCOLE IMPRESE MEDIE/GRANDI IMPRESE 22% 42% 62% 43% 74% PC PICCOLE IMPRESE MEDIE IMPRESE GRANDI IMPRESE 79% 97% TECNOLOGIE INFORMATICHE UTILIZZATE PICCOLE IMPRESE 62% MEDIE IMPRESE 80% GRANDI IMPRESE 86% SOFTWARE PER LA PRODUTTIVITÀ INDIVIDUALE (WORD, EXCEL) 62% 90% 88% SISTEMI GESTIONALI DI BASE (CASSA, MAGAZZINO, AMMINISTRAZIONE) 21% 40% 46% SISTEMI GESTIONALI AVANZATI (CRM) 35% 69% 75% SISTEMI DI CONDIVISIONE

20 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI L'utilizzo di Internet Le funzionalità avanzate: Cloud Computing e Mobile Un altro fattore particolarmente importante in termini di digitalizzazione e attività d impresa è l utilizzo di Internet, soprattutto in termini di funzionalità sfruttate a vantaggio del proprio business (Fig. 2). In Italia, il 74% delle piccole imprese ed il 96% delle medie ha accesso alla Rete di cui, la maggior parte, attraverso banda larga. Le possibilità d impiego della Rete da parte delle aziende sono molto vaste e comprendono, ad esempio, gli aspetti commerciali (e-commerce, gestione dei rapporti con i fornitori, CRM ecc.), la fatturazione elettronica, i rapporti con la Pubblica Amministrazione e Con riferimento alle funzionalità più avanzate di Internet, solo il 21% delle PMI utilizzano i servizi di Cloud Computing a fronte di un 25% che dichiara di non conoscere il servizio. Infine, nonostante il mobile rappresenti oggi un trend in forte crescita sul mercato italiano, solo il 30% delle PMI sceglie di investire in soluzioni mobili e considera tale investimento prioritario per sviluppare il proprio business. Per la restante parte, la mobility non rappresenta una valida con le banche e le attività di recruiting. Ad oggi, la quasi totalità delle PMI digitalizzate si avvale di servizi bancari online, cui seguono l approvvigionamento di beni e servizi e la gestione avanzata di clienti e fornitori aspetto, quest ultimo, più rilevante tra le imprese di maggiori dimensioni. La gestione di base della clientela, invece, avviene ancora in prevalenza attraverso il riferimento ai canali tradizionali, il commercio elettronico registra percentuali intorno al 30%, mentre è ancora poco diffuso l utilizzo di Internet per la ricerca del personale7. alleata per incrementare la propria produttività e crescere sul mercato. Il motivo determinate di questa scelta sembra essere legato alla crisi economica ed alla conseguente riduzione del budget da destinare all IT. Sempre nel comparto mobile, poca fiducia tra le PMI è riservata anche alle applicazioni, dove solo il 25% delle stesse ha già una Mobile Business App, mentre il 47% dichiara di non avere alcun tipo di interesse verso soluzioni di questo tipo9. Figura 2 Le funzionalità di Internet Fonte: Osservatorio Cloud & ITC 2012, Duepuntozero, SERVIZI BANCARI ONLINE 86% - 97% GESTIONE DEI CLIENTI TRAMITE WEB 55% COMMERCIO ELETTRONICO IMVESTIMENTI MOBILE 30% 30% SERVIZI DI CLOUD COMPUTING 21%

21 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione La digitalizzazione 21 Il sito Internet e i social media Solo il 34% delle PMI è presente online con il proprio sito Internet. Si tratta in molti casi di siti vetrina in cui vengono riportati: il catalogo prodotti ed il listino prezzi, l informativa sulla privacy, i contatti per l assistenza post vendita. Ancora poco diffusi, invece, sono i servizi dedicati alla personalizzazione dei prodotti, alla tracciabilità degli ordini online e al recruiting (Fig. 3). Lo scarso presidio dei social media e la bassa penetrazione del commercio elettronico testimoniano un utilizzo ancora embrionale e poco consapevole delle opportunità e delle funzionalità offerte dalla Rete alle imprese attive online. Di conseguenza, appaiono ancora numerosi i margini di miglioramento, sia con riferimento alle piccole che alle medie imprese. Figura 3 Fonte: Unicredit Informazioni fornite sul sito Internet aziendale VALORI PERCENTUALI PICCOLE IMPRESE MEDIE IMPRESE Informazioni sulla privacy 64 69,9 Catalogo prodotti o listino prezzi 46,2 52,2 Possibilità di fare ordini on-line 43,1 34,6 Assistenza post-vendita 37,1 36,8 Personalizzazione dei prodotti 33,4 25,7 Tracciabiltà online dell ordine 32 28,4 Questionario di pre-qualifica 19,8 18,4 Annuncio di posti di lavoro vacanti 9,9 13,5

22 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI 1.2 L e-commerce Penetrazione e opportunità In Italia, solo tre PMI su dieci si avvalgono del commercio elettronico come canale addizionale di vendita o di acquisto10. Dato un po scoraggiante soprattutto se si considera la sempre maggiore propensione dei consumatori nazionali ed esteri ad effettuare acquisti in Rete. Tuttavia, nonostante la bassa penetrazione, una ricerca condotta da Unicredit su un campione di PMI rivela come le aziende attive online riescano a vendere una discreta parte dei propri beni o servizi attraverso questo canale, le cui potenzialità appaiono quindi considerevoli. In particolare, le piccole imprese intervistate hanno indicato un fatturato online del 19%, addirittura superiore rispetto a quello indicato dalle medie, pari al 17% (Fig. 4). Sul fronte acquisti, invece, l incidenza della componente online sul totale si attesta intorno al 24% per le piccole imprese e al 18% per le medie11. Figura 4 Fonte: Unicredit Valore dell'e-commerce per le PMI 19% 17% PICCOLE IMPRESE MEDIE IMPRESE I canali Figura 5 I canali attraverso i quali le PMI effettuano l e-commerce a livello nazionale ed internazionale sono oggi molteplici: dal sito Internet aziendale (54%) ai portali specializzati per settore (32%), dagli intermediari (25%) alle aste online sino alle procedure di negoziazione elettronica (19%)12 (Fig. 5). Fonte: Unicredit I canali dell'e-commerce 52,1 33,5 23,6 21,2 16,4 PICCOLE IMPRESE 57,4 31,7 26,3 17,9 15,4 MEDIE IMPRESE Direttamente tramite sito aziendale/dei fornitori Portali specializzati per settore Altri intermediari specializzati Aste online accessibili anche a privati Digital market place/procedure di negoziazione elettronica

23 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione L'e-commerce 23 I benefici Diversi sono i benefici che le PMI riconoscono al canale digitale, tra cui: la possibilità di ridurre i costi di acquisto e di vendita, l opportunità di sviluppare prodotti nuovi in collaborazione con terzi e, non da ultimo, di aumentare i clienti nazionali ed i contatti commerciali all estero (Fig. 6). Figura 6 Fonte: Unicredit I benefici dell'e-commerce 34,1 31,2 25,2 24,6 15,9 PICCOLE IMPRESE 24,8 28,8 22,1 19,7 19,3 MEDIE IMPRESE Sviluppare nuovi prodotti grazie alla collaborazione con i clienti Aumentare il numero di clienti nazionali Allargare il numero di potenziali fornitori, anche all estero Accedere a fette di mercato altrimenti escluse Aumentare il numero di clienti all estero Gli ostacoli allo sviluppo Nonostante i benefici riconosciuti al canale digitale, sono molti gli elementi che ancora ne ostacolano lo sviluppo. Un primo impedimento sembra essere di carattere normativo e riguarda principalmente l avvio e la conduzione di attività di vendita online. Ad oggi, infatti, il diritto del commercio elettronico è modellato su strutture commerciali tradizionali e quindi impone obblighi e vincoli che, spesso, risultano troppo stringenti con riferimento alle attività virtuali. Inoltre, la regolamentazione regionale e il codice di consumo scoraggiano la nascita di forme di vendita innovativa. Da ultimo, la complessa normativa posta a tutela dei dati personali richiede al venditore di dotarsi di adeguati strumenti elettronici i quali, a loro volta, si configurano come una sorta di costo fisso incomprimibile. Oltre agli impedimenti normativi, rilevano poi i timori relativi alla necessità di un rapporto diretto e personale con clienti e fornitori e all incertezza in merito all identità e all affidabilità della controparte, segnale questo di una diffusione ancora scarsa della cultura digital tra molti dei piccoli imprenditori italiani (Fig. 7).

24 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI Figura 7 Fonte: Unicredit Le barriere all'e-commerce VALORI PERCENTUALI PICCOLE IMPRESE MEDIE IMPRESE Necessità di un rapporto diretto e personale con la clientela 54,4 61,3 Necessità di un rapporto diretto e personale con i fornitori 51,6 57,6 Incertezza sull identità e affidabilità della controparte 46,9 49,9 Scarsa garanzia di sicurezza in rete 46,4 49 Incertezza sulle possibilità di mantenere il livello desiderato di riservatezza gestionale 41,1 40,3 La maggior parte dei clienti/fornitori non utilizza commercio elettronico 40,4 45,4 Scarsa predisposizione agli acquisti su internet dei consumatori 39,6 44,4 Incertezza della normativa applicabile alle operazioni in rete Possibile riduzione della qualità della fornitura dovuta all eccesso di ribasso sui pezzi Bassa velocità della connessione/assenza di banda larga 39,3 42,6 39,2 36,9 37,5 36,7 Timore che vengano copiati i prodott/servizi 35,6 31,1 Scarsa conoscenza del personale/impossibilità di formare adeguatamente il personale Difficoltà a riorganizzare uffici aziendali coinvolti nel commercio elettronico (acquisti, vendite, magazzino) 35,3 35,2 32,4 34,7

25 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione Il Digital Marketing Il Digital Marketing Le attività Il problema del monitoraggio dei risultati Nonostante il livello di digitalizzazione di molte PMI sia ancora allo stato embrionale come testimoniano i dati relativi alla dotazione tecnologica, alla diffusione dell e-commerce ed al livello Una ricerca condotta dal Gruppo Doxa a maggio del 2013 su un campione di 688 PMI rivela, infatti, come il 40% delle piccole e medie imprese attive sul web abbiano già implementato iniziative di digital marketing. A prevalere sono le attività di geolocalizzazione attraverso Google Maps (73%), seguite da quelle di Le PMI che hanno cominciato ad investire in digital marketing si dichiarano soddisfatte, anche se, qualche difficoltà resta nel monitoraggio dei risultati delle iniziative. Le motivazioni sono molteplici ma spesso riconducibili alla difficoltà di identificare gli strumenti di valutazione ed i KPI più corretti. di sofisticazione nell utilizzo delle funzionalità di Internet le aziende più dinamiche hanno già cominciato ad intraprendere attività di web marketing, sfruttando le opportunità di awareness offerte alle imprese a costi molto ridotti da motori di ricerca e social media. SEO (57%), dalla creazione di profili aziendali su Facebook Places (35%), dall ottimizzazione del sito Internet per fruizione da mobile (27%) e dall acquisto di keywords su Google (27%). A maggior distanza troviamo, invece, le campagne di marketing (25%), l acquisto di banner pubblicitari (17%) e le Mobile App per prodotti e servizi (7%) (Fig. 8). Di conseguenza, seppure le PMI più dinamiche ed innovative abbiano già superato lo stadio iniziale nel processo di digitalizzazione, spesso manca ancora un approccio strategico al disegno ed alla gestione delle varie iniziative di digital marketing intraprese.

26 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI Figura 8 Fonte: Duepuntozero 2013 Le attività di Digital Marketing VALORI PERCENTUALI Si è già stata fatta/attivata Lo farà in futuro Profilo su Google Maps sito web ottimizzato per Google (SEO) Profilo su Facebook Places Sito web ottimizzato per il cellulare Acquisto di keywords per visibilità Google (SEM) eventi su Facebook campagne di marketing profilo su Twitter acquisto di banner pubblicitari mobile site blog promozioni con Facebook Offers Mobile App per prodotti/ servizi 7 30 Profilo Tripadvisor 7 16 Coupon 5 13 business venue su Foursquare 4 12 Special su Foursquare 3 12

27 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione Il Digital Marketing L internazionalizzazione Solo il 12% delle piccole ed il 48% delle medie imprese intrattiene rapporti con l estero nello svolgimento delle proprie attività, dove per rapporti con l estero non si intende solo l esportazione di beni e servizi ma, nell accezione più ampia, l operatività con comparti all estero13 (Fig. 9). In generale, prevale l attività di esportazione (62% per le piccole e 80% per le medie) e di importazione (40% per le piccole e 63% per le medie)14. Tuttavia, le piccole imprese iniziano a ricorrere anche a modalità più complesse, commissionando la produzione a imprese estere (20%), o producendo direttamente fuori dai confini nazionali sfruttando strutture pre-esistenti (14%) o creandone di nuove (46%)15. Figura 9 Fonte: Unicredit PMI e internazionalizzazione IMPRESE CHE INTRATTENGONO RAPPORTI CON L ESTERO PICCOLE IMPRESE 12% 48% MEDIE IMPRESE Un fenomeno recente Alla luce di un grado di internazionalizzazione ancora modesto da parte delle piccole imprese, particolarmente interessante appare l analisi delle dinamiche più recenti. Infatti, per il 27,5% delle imprese di piccole dimensioni l internazionalizzazione è un attività nuova (da 1 a 3 anni), presumibilmente una risposta alle difficoltà causate dalla crisi. Più rilevanti le quote d imprese che dichiarano una maggiore durata dell attività internazionale, segnale di una strategia consolidata oltre che contingente al mutato contesto competitivo. In particolare, ben il 32,7% delle piccole ed il 60,7% delle medie è attivo da più di dieci anni. L interesse per l internazionalizzazione non è dunque un fenomeno nuovo, sebbene si sia intensificato negli anni più recenti, probabilmente a seguito della debolezza della domanda interna e della necessità, resa più urgente dalla crisi, di diversificare i mercati di riferimento. Le destinazioni più vicine sono naturalmente predominanti, dati i minori costi di accesso necessari, legati sia alla contiguità geografica sia culturale. A riprova di una sorta di learning by doing nei processi di internazionalizzazione, si osserva come siano le imprese con maggiore esperienza attive all estero da più di dieci anni a presentare una maggiore concentrazione relativa sui mercati extra europei. Per le altre, restano preponderanti i mercati esteri più tradizionali (73,5%), seguiti a distanza dai Paesi dell Est Europa (31,1%)16.

28 INTERNET & EXPORT Il ruolo della Rete nell internazionalizzazione delle PMI La rete come driver relazionale La forza del Made in Italy nel mondo L individuazione di controparti commerciali costituisce il primo (e forse più importante) scoglio che le PMI incontrano nel momento in cui decidono di espandere la propria attività all estero. L esperienza degli imprenditori parla spesso di iniziative autonome, ovvero di passaparola tra imprese (21%), di ricerche diretta su internet (13%), di partecipazione a fiere di settore (33%)17. Da ciò si deduce che la Rete agisce oggi come driver Nonostante le difficoltà, le PMI che riescono ad internazionalizzarsi mostrano un elevata capacità competitiva sui mercati esteri, alimentata essenzialmente da due fattori: la forza intrinseca del Made in Italy e la qualità del prodotto, percepita di livello superiore rispetto a quello dei concorrenti18. Tuttavia, le imprese segnalano come fattori critici di successo all estero il marchio e la capacità di fidelizzazione della clientela e, come rischi, quello di una crescita di prodotti «simil-italiani» in paesi ad alto tasso di importazione. Di conseguenza, investire maggiormente in politiche di marketing tese a innalzare la reputation delle aziende attraverso una forte riconoscibilità del marchio, attivare strategie tese a dialogare in modo più immediato per l internazionalizzazione sia in senso letterale, sia in senso relazionale (Fig. 10). Il ricorso a soggetti esterni diviene relativamente maggiore nel prosieguo dell attività. Pur continuando a preferire l azione autonoma (43%), tuttavia, alcuni imprenditori dichiarano di appoggiarsi a banche e istituti di credito, mentre altri si rivolgono alla propria associazione di categoria o a consorzi per l export. Residuale il ricorso a soggetti pubblici. e diretto con i clienti, potenziare le strategie di personalizzazione del servizio o del prodotto e, ancora, attivare strategie distributive tese a controllare il processo di allocazione del prodotto sui mercati esteri appaiono oggi come strade da percorrere più di quanto sia stato fatto in passato.

29 PMI digitalizzazione e Internazionalizzazione L' internazionalizzazione 29 Figura 10 Fonte: Unicredit Le modalità di contatto estero PICCOLE IMPRESE MEDIE IMPRESE Durante fiere di settore 30,0% 36,2% Grazie a contatti forniti da altre imprese 21,7% 21% Ricerca diretta tramite Internet e banche dati 17,2% 10,2% Tramite la mia associazione di categoria 4,3% 3,3% Grazie a specifiche iniziative proposte da soggetti pubblici 1,5% 0,8% Grazie a iniziative e servizi offerti dalla banca 0,6% 0,2% Altro - non sa - non indica 20,4% 27,2%

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014

Catalogo formativo. Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 2014 Catalogo formativo Kaleidos Comunicazione Training Dpt. 01/01/2014 Internet Training Program Email Marketing Negli ultimi anni l email è diventata il principale strumento di comunicazione aziendale

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

La carta dei servizi al cliente

La carta dei servizi al cliente La carta dei servizi al cliente novembre 2013 COS E LA CARTA DEI SERVIZI La Carta dei Servizi dell ICE Agenzia si ispira alle direttive nazionali ed europee in tema di qualità dei servizi e rappresenta

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni

IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA. Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni IL MARKETING DEI PRODOTTI TIPICI: L AGLIO DI VOGHIERA Gruppo: Sara Banci Elisabetta Ferri Angela Fileni Lucia Govoni CONTESTO Dal punto di vista della DOMANDA... Consumatore postmoderno: attivo, esigente,

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2

Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Indice dell'economia e della società digitali 1 2015 2 Profilo per paese L', con un 3 complessivo pari a 0,36, è venticinquesima nella classifica dei Stati membri dell'. Nell'ultimo anno ha fatto progressi

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale

L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale CAPITOLO PRIMO L attività di ricerca e sviluppo nell organizzazione aziendale SOMMARIO * : 1. Il ruolo dell innovazione tecnologica 2. L attività di ricerca e sviluppo: contenuti 3. L area funzionale della

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia

la gestione dei processi comunicazione. i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia i marketing manager si incontrano in Officina- Strategia la gestione dei processi di comunicazione in quale scenario deve identificarsi un progetto di miglioramento, nella gestione dei beni digitali per

Dettagli

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013

Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 Circolare N.175 del 27 Novembre 2013 PMI. Tutte le informazioni per la quotazione in borsa online Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che ABI, AIFI, ASSIREVI, ASSOGESTIONI, ASSOSIM,

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

SENATO DELLA REPUBBLICA

SENATO DELLA REPUBBLICA 10^ COMMISSIONE INDUSTRIA SENATO DELLA REPUBBLICA AUDIZIONE MARTEDI 8 MAGGIO 2012 ORE 14,30 I CONTRATTI D AREA ED I PATTI TERRITORIALI UN ESPERIENZA DI VALORE PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO Via degli Uffici

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI CASSA RURALE RURALE DI TRENTO DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI LA NORMATIVA MIFID CASSA RURALE RURALE DI TRENTO Marzo 2014 La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Sfide strategiche nell Asset Management

Sfide strategiche nell Asset Management Financial Services Banking Sfide strategiche nell Asset Management Enrico Trevisan, Alberto Laratta 1 Introduzione L'attuale crisi finanziaria (ed economica) ha significativamente inciso sui profitti dell'industria

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano

DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano DOCUMENTO DI SINTESI STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI Banca di Credito Cooperativo San Marco di Calatabiano (Ultimo aggiornamento:10.04.2013) LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO

Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & E-COMMERCE GENNAIO-MARZO Ninja Master Online STRATEGIE DI MARKETING & 2013 GENNAIO-MARZO 9 CORSI: MARKETING STRATEGY BRANDING & VIRAL-DNA CONTENT STRATEGY DESIGN & USABILITY WEB MARKETING CUSTOMER RELATIONSHIP MANAGEMENT SOCIAL

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto

COORDINAMENTO Regione VENETO. LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto COORDINAMENTO Regione VENETO LA REGIONE CHE VOGLIAMO Le proposte dei manager per il Veneto 1 1) CONTESTO ISTITUZIONALE, RIFORME E ORGANIZZAZIONE AMMINISTRATIVA La governabilità del sistema Paese, la sua

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014

La comunicazione multicanale per il Customer Management efficace. Milano, Settembre 2014 Milano, Settembre 2014 la nostra promessa Dialogare con centinaia, migliaia o milioni di persone. Una per una, interattivamente. 10/1/2014 2 la nostra expertise YourVoice è il principale operatore italiano

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Gli immobili sono nel nostro DNA.

Gli immobili sono nel nostro DNA. Gli immobili sono nel nostro DNA. FBS Real Estate. Valutare gli immobili per rivalutarli. FBS Real Estate nasce nel 2006 a Milano, dove tuttora conserva la sede legale e direzionale. Nelle prime fasi,

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali.

La informiamo che Utroneo s.r.l. è il titolare del trattamento dei suoi dati personali. Come utilizziamo i suoi dati è un prodotto di ULTRONEO SRL INFORMAZIONI GENERALI Ultroneo S.r.l. rispetta il Suo diritto alla privacy nel mondo di internet quando Lei utilizza i nostri siti web e comunica

Dettagli

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS

LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS BUSINESS PROFILE LEAN SOLUTION FOR YOUR BUSINESS Omnia Group è costituito da un complesso di aziende operanti nei settori della consulenza e dell erogazione di servizi informatici. L azienda è caratterizzata

Dettagli

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com

Il mobile e lo shopping on demand. Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto. tradedoubler.com Il mobile e lo shopping on demand Come il performance marketing aiuta a ridisegnare i percorsi d acquisto tradedoubler.com I canali di performance marketing mobile stanno trasformando l esperienza di acquisto

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT

EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER WEB MARKETING, SOCIAL MEDIA MARKETING & COMMUNITY MANAGEMENT SEDI E CONTATTI Management Academy Sida Group master@sidagroup.com www.mastersida.com

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi

WineCountry.IT - Italian Wine - Listino Prezzi Stampabile. Listino Prezzi Listino Prezzi L.L.C. 20 Holstein Road, San Anselmo, CA 94960-1202, USA Tel.: 001 415 460 6455 E-mail: management@winecountry.it www.winecountry.it www.emporio-italkia.com www.italian-flavor.com www.italianwinehub.com

Dettagli

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet

app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet 2 app, API e opportunità Integrazione delle piattaforme e il futuro di Internet L integrazione delle piattaforme è il concetto

Dettagli

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET

INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET INDAGINE CONFCOMMERCIO-FORMAT SUL NEGOZIO NELL ERA DI INTERNET Per circa il 70% dei consumatori e degli imprenditori i negozi tradizionali tra dieci anni avranno ancora un ruolo importante, ma solo se

Dettagli

2013-2018 ROMA CAPITALE

2013-2018 ROMA CAPITALE 2013-2018 ROMA CAPITALE Proposte per il governo della città Sintesi stampa IL VINCOLO DELLE RISORSE ECONOMICO-FINANZIARIE Il debito del Comune di Roma al 31/12/2011 ammonta a 12,1 miliardi di euro; di

Dettagli

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement

BRM. Tutte le soluzioni. per la gestione delle informazioni aziendali. BusinessRelationshipManagement BRM BusinessRelationshipManagement Tutte le soluzioni per la gestione delle informazioni aziendali - Business Intelligence - Office Automation - Sistemi C.R.M. I benefici di BRM Garantisce la sicurezza

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli