UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNAY. Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010. Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma"

Transcript

1 UNAY Progetto marchio per immagine coordinata. Manuale operativo Maggio 2010 Giulia Baldini Accademia delle arti e nuove tecnologie Roma 1

2 Sommario Linee Progettuali. pag. 3 Il marchio. pag. 4 Linee principali di costruzione del marchio. pag. 5 Area di rispetto. pag. 6 Riducibilità del marchio. pag. 6 I colori del marchio. pag. 8 Versione monocromatica e in negativo. pag. 9 Utilizzo del marchio su fondi colorati. pag. 10 Traducibilità del marchio. pag. 11 Brand Font. pag. 12 Font per la comunicazione. pag. 13 Font per la modulistica digitale e per il web. pag. 14 Utilizzo del marchio senza acronimo. pag. 15 Stationary: carta intestata. pag. 16 Misure carta intestata primo e secondo foglio. pag Busta da lettere e biglietti da visita. pag. 19 Applicazioni. pag

3 Linee progettuali Il marchio UNAY nasce per la FAO ed è rivolto ai giovani, affinchè, attraverso la competizione basata su prove individuali, essi trovino stimoli per superare i propri limiti e quindi ottenre un premio di merito: Oro, Argento e Bronzo. La progettazione del marchio prende spunto da figure che rimandano ai sassi in quanto essi sono elementi caratterizzanti dalla vita all aria aperta, del percorso, della strada. Nasce così la configurazione circolare del marchio, composto da sette elementi, in progressione che rappresentano il numero di prove da superare per ottenere il primo premio: l oro. 3

4 United Nations Award for Youth 4

5 Linee principali di costruzione del marchio a Il modulo a è il valore base della costruzione del marchio, dal quale vengono ricavati tutti i rapporti. Ogni elemento che lo compone occupa un numero finito di moduli a in modo da risultare geometricamente stabile e privo di elementi messi casualmente. La lina c indica l allineamento del logogramma al marchio. 9 a 11 a 2 a 11 a 19 a 5

6 r Area di rispetto r r E stata individuata un area di rispetto attorno al marchio: essa corrisponde al modulo r. Tale modulo presenta la stessa larghezza della lettara U del logogramma. E importante rispettare questa distanza e non invaderla con altri marchi o elementi grafici in modo da garantire la leggibilità e riconoscibilità del marchio. r r United Nations Award for Youth r 6

7 United Nations Award for Youth Riducibilità del marchio 60 mm La massima riducibilità del marchio non può essere oltre ai 30 mm: al di sotto di questa misura il marchio perderebbe la sua legibilità, United Nations Award for Youth 40 mm United Nations Award for Youth 30 mm 7

8 Colori del marchio Di seguito sono elencati i colori istituzionali del marchio. Olte al colore Pantone sono state inserite le varie declinazioni in quadricromia, RGB e Webcode. La lettera A del logotipo invece, può variare il suo colore in quanto è scomposta da esso e quindi bucata dando un effetto di trasparenza ogni volta che il logo viene posizionato su sfondi diversi dal bianco. DS 73-2 C United Nations Award for Youth Percentuali quadricromia: C=0; M=85; Y=85; K=0 Adattamento in RGB: R=230; G=68; B=46 Web code: #E6442E 2765 C Percentuali quadricromia: C=100; M=97; Y=0; K=45 Adattamento in RGB: R=22; G=20; B=95 Web code: #16145F 8

9 Versione monocromatica e in negativo nero 100 % nero 50 % nero 80 % 9

10 A COLORI- VERSIONE IN POSITIVO SU SFONDO CHIARO COLORI MONOCROMATICO- VERSIONE IN NEGATIVO SU FONDO TINA UNITA Utilizzo del marchio su fondi colorati A COLORI- VERSIONE IN POSITIVO SU SFONDO DISCONTINUO MONOCORMATICO- VERSIONE IN POSITIVO SU SFONDO DISCONTINUO Il marchio presenta alcune linee guida per i fondi che vengono applicati. Le uniche tinte piatte utilizzabili, sono quelle previste nella palette cromatica mostrata in precendenza. Quando sono presenti sfondi non omogenei e quindi di cromie differenti, è preferibile utilizzare la versione in negativo o in positivo. MONOCORMATICO- VERSIONE IN NEGATIVO SU SFONDO CONTINUO MONOCORMATICO- VERSIONE IN POSITIVO SU SFONDO CHIARO CONTINUO. MONOCORMATICO- VERSIONE IN NEGATIVO SU SFONDO- DISCONTINUO. MONOCORMATICO- VERSIONE IN POSITIVO SU SFONDO CHIARO DISCONTINUO. 10

11 United Nations Award for Youth Traducibilità del marchio Quando il marchio viene tradotto in altre lingue è importante far riferimento l allineamento del logogramma con il tratto terminale della lettera A. La parola premio, declinata in tutte le lingue, è sempre giustificata a sinistra in modo da dare risalto al premio finale e quindi al sasso più grande che rappresenta la vittoria. 11

12 Font per la comunicazione Per dare maggior carattere all immagine coordinata è stata scelta la font DIN Nata nel 1931 in Germania, veniva usata sopratutto nell ambito del buisness e delle applicazioni.per il logogramma del marchio viene usata la variante Mittelschrift, stabile e rigorosa sia nella versione maiuscola che minuscola. Per la titolazione è consigliata la variante Engschrift, più condensata ma di uguale impatto e leggibilità. ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwyz DIN 1451 Mittelschrift ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwyz DIN 1451 Engschrift 12

13 ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwyz Font per la modulistica digitale e per il web La font scelta per la modulistica digitale è il Times nelle sue tre varianti: Regular, Italic e Bold. Essa oltre ad essere un font di default di molti programmi per l impaginazione come Microsoft Office Word e Page è una font da lettura, quindi adatta per l impaginazione di testi medio - lunghi. TIMES Regular ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwyz TIMES Italic ABCDEFGHIJKLMNOPQRSTUVWXYZ abcdefghijklmnopqrstuvwyz TIMES Bold 13

14 Utilizzo del marchio senza acronimo E stato previsto l utilizzo del marchio anche senza l acronimo. Variante per l utilizzo del logogramma Il marchio può essere utilizzato anche solo con il logogramma e l acronimo. Questa configurazione è utile in applicazioni con aree molto piccole o in alcuni supporti della stationary. Variante grafica per applicazioni Questa variante è utile in alcune applicazioni per richiamare gli elementi principali del marchio, ottenendo così un rimando immediato al logotipo. 14

15 Stationary: carta intestata primo e secondo foglio 15

16 3 cm 2,5 cm 1 cm Misure carta intestata primo foglio. Formato carta: A4. Grammatura: 100 grammi. Font: Times, 11 punti. Margini. margine superiore : 1 cm. margine inferiore: 2 cm. margine esterno: 2,5 cm margine interno 3 cm. I marchi sono allineati al margine interno, prendendo come riferimento l inizio del logogramma UNAY. 2cm 0,5 cm 16

17 3 cm 2,5 cm 1 cm Misure carta intestata secondo foglio Formato carta: A4. Grammatura: 100 grammi. Font: Times, 11 punti. Margini. margine superiore : 1 cm. margine inferiore: 2 cm. margine esterno: 2,5 cm margine interno 3 cm. Per il secondo foglio è stato previsto l utilizzo della seconda variante del marchio, illustrata già in precendeza. 2cm 17

18 Busta da lettere Formato 230 x 110 mm. Biglietti da visita Formato verticale. 55 x 85 mm. United Nations Award for Youth Dr Reuben Sessa UNAY Coordinator NRC, FAO, UN 00153, Rome, Italy, Viale delle Terme di Caracalla Tel: Fax: Dr Reuben Sessa UNAY Coordinator NRC, FAO, UN 00153, Rome, Italy, Viale delle Terme di Caracalla Tel: Fax: Dr Reuben Sessa UNAY Coordinator NRC, FAO, UN 00153, Rome, Italy, Viale delle Terme di Caracalla Tel: Fax: Dr Reuben Sessa UNAY Coordinator NRC, FAO, UN 00153, Rome, Italy, Viale delle Terme di Caracalla Tel: Fax:

19 United Nations Award for Youth Cartellina Formato chiuso. 37,2 x 24 cm UNAY United Nations Award for Youth Rome-Italy-Viale delle Terme di Caracalla

20 T-shirt 20

21 Felpe 21

22 Sede UNAY - Immagine 3D 22

23 Matite e tazza 23

24 Shopping Bag 24

25 Badge UNAY - UNITED NATIONS AWARD FOR YOUTH YOUTH Primo permio: Oro. UNAY - UNITED NATIONS AWARD FOR YOUTH YOUTH UNAY - UNITED NATIONS AWARD FOR YOUTH YOUTH Secondo permio: Argento Terzo permio: Bronzo. 25

26 Challeng Diary 26

Linee guida di utilizzo del marchio

Linee guida di utilizzo del marchio Linee guida di utilizzo del marchio Indice 1. Marchio + logotipo 1.1 Caratteristiche generali 1.2 Schema costruttivo del marchio + logotipo 1.3 Dimensioni minime del marchio + logotipo 1.4 Colori e valori

Dettagli

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE

GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE LIBRO FIRMA GRUPPO LUCEFIN BRAND INTRODUZIONE Il Libro Firma del Gruppo Lucefin rappresenta uno strumento fondamentale per l organizzazione, la comunicazione e il rafforzamento dell Identità Visiva Aziendale.

Dettagli

Manuale d identità visiva

Manuale d identità visiva Manuale d identità visiva Elementi Base 14 ottobre 2010 Versione 1.0 01 Marchio/Logo. Versione A 02 Marchio/Logo. Versione B 03 Marchio/Logo. Versione C orizzontale 04 Marchio/Logo. Versione C verticale

Dettagli

MANUALE D IDENTITà VISIVA

MANUALE D IDENTITà VISIVA MANUALE D IDENTITà VISIVA INDICE MARCHIO E LOGOTIPO 3. Il logo originale 3. Il logo.it 4. Colori in quadricromia 4. Colori dichiarati Pantone 4. Colori dichiarati RAL 5. Logo monocromatico nero 6. Logo

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO. Fondo Sociale Europeo. Investiamo sul nostro futuro LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione Basilicata Dipartimento Formazione, Lavoro, Cultura

Dettagli

Manuale di Identificazione standard

Manuale di Identificazione standard Manuale di Identificazione standard Indice 1. Marchio 2. Colori 3. Applicazione su quotidiano 4. Modulistica 5. Insegne e segnaletica 6. Materiali pubblicitari 7. Materiali identificativi 1. Marchio Presentazione

Dettagli

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag.

Indice MANUALE D IDENTITÀ. 1. Il logo POSIDONIA pag. 04. 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05. 3. Il logo in bianco e nero pag. Manuale d identità Indice MANUALE D IDENTITÀ 1. Il logo POSIDONIA pag. 04 2. Il logo a quattro colori (CMYK) pag. 05 3. Il logo in bianco e nero pag. 06 4. Il logo a due colori pag. 07 5. Il logo Posidonia

Dettagli

Contenuti. 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto

Contenuti. 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto Brand Standards 2006 Contenuti 1 Il marchio 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto 2 Il colore 2.1 Colori istituzionali del marchio 2.2 Rapporti

Dettagli

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni

VERSIONE 01_DICEMBRE 2015. Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni VERSIONE 01_DICEMBRE 2015 Manuale d uso del logotipo ed esempi di applicazioni INDICE 1. Logotipo e colori utilizzabili 3 2. Dimensioni massime e minime 5 3. Area di rispetto 6 4. Logotipo su fondi colorati

Dettagli

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial

INDICE. Manuale di Identità Visiva ISTITUTO NAZIONALE DI OTTICA. LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial INDICE LETTERING Pag.1 - Trajan Pro Pag.2 - Arial LOGO Pag.3 - Logo Pag.4 - Logo con acronimo CARTA DA LETTERE Pag.5 - Carta da lettere Pag.6 - Carta da lettere segue Pag.7 - Carta da lettere con logo

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio ... 01 Il marchio A) Presentazione del marchio B) Costruttivo C) Marchio in B/N positivo D) Marchio in B/N negativo E) Alfabeto del logotipo F) Alfabeto per testi e composizioni

Dettagli

Corporate identity manual

Corporate identity manual Corporate identity manual Dal punto di vista strettamente operativo l'immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell'azienda e si sviluppa e si declina su tutte le applicazioni funzionali,

Dettagli

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio

UTILITÀ. Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio UTILITÀ Sistema di identità visiva Regole generali per la riproduzione del marchio Il marchio di Utilità è rappresentato da un elemento grafico che richiama all appartenenza al mondo Compagnia delle Opere

Dettagli

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO

ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO 2 ASSOBIOMEDICA 2014 GUIDA ALL UTILIZZO DEL LOGO Il Logo ASSOBIOMEDICA è costituido da tre elementi: il simbolo, il lettering e la dicitura SIMBOLO LETTERING

Dettagli

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE Nuovo logo Uilm, 2013 A.01 Elementi base. Marchio/logo Uilm. Versione colore quadricromia Versione bianco/nero tinte piatte C 100 M 70 Y 0 K 60 C 0 M 100 Y 100

Dettagli

Marchio. per la comunicazione esterna

Marchio. per la comunicazione esterna Marchio per la Simbolo Logotipo 1.10 Marchio Il Marchio Comune di Prato è composto da due elementi inscindibili: Simbolo e Logotipo. In nessun caso è previsto l utilizzo degli elementi separatamente. Marchio

Dettagli

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA

SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA SALUTE LAZIO SISTEMA SANITARIO REGIONALE MANUALE DI IDENTITÀ VISIVA Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE Versione 2.1. Maggio 2014 ELEMENTI BASE INDICE DELLA SEZIONE IL MARCHIO.............................

Dettagli

Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione. Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione

Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione. Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione Ospitalità Italiana Marchio di Qualità Indice 1.1 Il Marchio 1.2. Il segno 1.3. Colori istituzionali 1.4. Il naming 1.5. Il marchio a un colore 1.6. Il marchio a un colore su fondo nero 1.7. Il marchio

Dettagli

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI.

MANUALE PER L UTILIZZO DEI LOGHI. PER L UTILIZZO DEI LOGHI. 2 MANUALE Indice Dimensioni reali e Proporzioni......................................................... 5 Colori...........................................................................

Dettagli

FORMATI GRAFICI PER EVENTI

FORMATI GRAFICI PER EVENTI MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE 1,8 cm 12 cm 3,2 cm 12 cm 3,7 cm Carattere REGULAR 7 pt, maiuscolo. Carattere TIMES NEW ROMAN BOLD 15 pt, maiuscolo. Carattere TIMES NEW ROMAN REGULAR 10 pt.

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA ELEMENTI BASE UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE LINEE GUIDA DELL IDENTITÀ VISIVA 1.0 Indice sezione 1.1 Versione a colori in positivo 1.2 Versione a colori in positivo 3D 1.3 Area neutra 1.4 Area neutra del solo

Dettagli

Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata. Premessa

Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata. Premessa MANUALE D USO Manuale d uso operativo per l applicazione dell immagine coordinata Premessa È vasta la gamma degli interventi che vedono la Fondazione Crup impegnata nei settori di pubblico interesse ed

Dettagli

Manuale di immagine coordinata

Manuale di immagine coordinata Manuale di immagine coordinata LOGO A LOGO A COLORI B LOGO IN BIANCO E NERO C LOGO IN NEGATIVO UTILIZZO NON CORRETTO DEL LOGO Non spostare i singoli elementi: non cambiare i colori: Non deformare le proporzioni:

Dettagli

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI

IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI MARCHIO E SUE VARIANTI SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA IMMAGINE COORDINATA: GUIDELINES E APPLICAZIONI PAG. 2 MARCHIO ORIZZONTALE COMPLETO Il marchio ufficiale

Dettagli

SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI

SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI manuale d uso del logo O SLOT VINCI SOLO QUANDO SMETTI INTRODUZIONE La Lombardia è tra le regioni italiane con la maggior spesa assoluta per il gioco: numerose persone hanno manifestato problemi legati

Dettagli

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value

VALUE SMART. Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value dsdas Manuale operativo d utilizzo del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Smart Value 1 Realizzazione Altravia

Dettagli

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale

Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale Esemplificazione dei servizi grafici e tipografici e del materiale promozionale La presente rassegna viene offerta a mero titolo esemplificativo per dare un indicazione di massima dei servizi normalmente

Dettagli

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni

F EDERAZIONE ITALIANA DI ATLETICA LEGGERA. Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Manuale d uso del logo e delle sue applicazioni Linee Guida della Corporate Identity Federazione Italiana di Atletica Leggera - aprile 2011 Indice Premessa Nome e acronimo

Dettagli

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione

5 Genesi, schizzi e costruttivi del Logo 6 Presentazione 7 Carattere del Logotipo 8 Positivo e negativo 9 Prove di colorazione A cosa serve il Manuale... Indice dei contenuti Dal punto di vista strettamente operativo l immagine coordinata è impostata sul marchio e sul logotipo dell Azienda e si sviluppa e si declina su tutte le

Dettagli

ed.08_2013 Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida

ed.08_2013 Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida Marchio d Area Valdobbiadene / Manuale Guida MANUALE GUIDA DI IDENTITÀ VISIVA L autorevolezza di un ente pubblico come di un azienda passa attraverso l autorevolezza del marchio. Utilizzare ogni volta

Dettagli

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA PER L UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata della Compagna straordinaria di formazione

Dettagli

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria

Regione Calabria ARPACAL. Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria Regione Calabria ARPACAL Agenzia Regionale per la Protezione dell Ambiente della Calabria MANUALE DI COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE Elementi di base del Marchio-Logo istituzionale dell ARPACAL (Agenzia Regionale

Dettagli

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso.

Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Marchio e immagine coordinata FIAF. Disciplinare d'uso. Introduzione Il presente documento si propone di disciplinare l'utilizzo del marchio FIAF attraverso l'identificazione degli elementi base dell'immagine

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA

GUIDA ALL UTILIZZO DELLA GUIDA ALL UTILIZZO DELLA visual identity INTRODUZIONE Questo opuscolo è una guida alla visual identity per l utilizzo del logo all inteno del progetto WELCOM & CO., per garantire all Azienda un immagine

Dettagli

LA RETTRICE D E C R E T A

LA RETTRICE D E C R E T A Decreto n. 336.15 Prot. 9925 LA RETTRICE - Viste le Leggi sull Istruzione Universitaria; - Vista la Legge 9 maggio 1989, n. 168; - Visto lo Statuto dell Università per Stranieri di Siena adottato con D.R.

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. CORPORATE IMAGE - Manuale di Immagine Coordinata Per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo

POLITECNICO DI TORINO. CORPORATE IMAGE - Manuale di Immagine Coordinata Per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo CORPORATE IMAGE - Manuale di Immagine Coordinata Per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo INDICE Premessa...1 Regole d uso...2 Presentazione del logo Iconografia del marchio...3 Logotipo e Logo...6

Dettagli

Titolo disposto su due righe

Titolo disposto su due righe LINEA GRAFICA PO FESR BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO Titolo disposto su due righe Esempio di testo disposto su un rigo Comune di Matera Bando per il rifacimento del manto stradale del centro storico

Dettagli

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia manuale d uso per le istituzioni versione 3.1 2 3 Copyright 2013 Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali www.politicheagricole.it Indice 1.0

Dettagli

Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia. Michele Lipreri - Grafica G3A

Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia. Michele Lipreri - Grafica G3A Accademia di Belle Arti di Brescia SantaGiulia Michele Lipreri - Grafica G3A Brand Identity InsideJob è un progetto che avrà durata tre anni ed affronterà temi ed argomenti precisi: l alimentazione, l

Dettagli

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA

Linee guida. per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Linee guida per il corretto utilizzo della grafica coordinata di Paresa SpA Introduzione Il presente documento costituisce la sintesi di un lungo e complesso lavoro di ideazione della nuova grafica coordinata

Dettagli

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera

Guideline per l utilizzo del logo alcotra. Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera Guideline per l utilizzo del logo alcotra Interreg IIIA 2000-2006 Alpi Latine Cooperazione Transfrontaliera 1.1 Costruzione del logo Le proporzioni del logo sono calcolate in base all unità di misura ricavata

Dettagli

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari

Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari oo Progetto per la nuova immagine coordinata dell Università degli Studi di Sassari Laboratorio Animazionedesign Dipartimento di Architettura Design e Urbanistica UNISS Luglio Aprile 2013_Kit _Marchio

Dettagli

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007

Corporate Identity ELEMENTI BASE. Marzo 2007 Corporate Identity ELEMENTI BASE Marzo 2007 Romagna Terra del Sangiovese Marchio Logo VERSIONE POSITIVA COLORE PANTONE 490 0C 89M 78Y 78K PANTONE 7529 25C 26M 35Y 0K Romagna Terra del Sangiovese Marchio

Dettagli

Manuale d uso. allegato b.9

Manuale d uso. allegato b.9 allegato b.9 Manuale d uso. 1. Sintesi elementi base. 1.1 marchio. 1.2 logotipo. 1.3 marchio + logotipo. 1.4 Sintesi elementi base: marchio + logotipo, valorizzazione 3D a colori e in scala di grigi. 2.

Dettagli

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Elementi base. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Elementi base Giugno 2007 Elementi Base. Marchio L emblema della Sapienza è costituito da un ovale, di colore porpora, nel quale sono inscritti un cherubino, sovrastato da una fiammella, e la dicitura

Dettagli

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS

Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB. Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Manuale per il corretto uso del nuovo logotipo FIAB Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS giugno 2014 Federazione Italiana Amici della Bicicletta ONLUS Nell aprile di quest anno, a Roma, il

Dettagli

STUDIO DELL IMMAGINE COORDINATA AZIENDALE

STUDIO DELL IMMAGINE COORDINATA AZIENDALE Wineries Distribuzione Vini STUDIO DELL IMMAGINE COORDINATA AZIENDALE INDICE DEGLI ARGOMENTI Parte prima Studio della grafica e dell immagine coordinata dell azienda Wineries Distribuzione Vini. A cura

Dettagli

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia

Manuale di identità visiva Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Pavia Manuale di identità visiva Questo documento contiene tutte le caratteristiche

Dettagli

Gelateria Italiana Marchio di Qualità. Manuale d applicazione

Gelateria Italiana Marchio di Qualità. Manuale d applicazione Gelateria Italiana Marchio di Qualità Manuale d applicazione Indice Introduzione 1. 1.1 1.2 1.3 1.4 1.5 1.6 1.7 1.8 1.9 1.10 1.11 1.12 Marchio ed elementi base Il marchio Progettazione del marchio Il pittogramma

Dettagli

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata

IL MARCHIO manuale d uso. immagine coordinata IL MARCHIO manuale d uso immagine coordinata indice 1.0 premessa 3 1.1 il marchio 4 1.2 i colori istituzionali del marchio 5 1.3 il marchio a colori 6 1.4 il marchio al tratto 7 1.5 il marchio in scala

Dettagli

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina

Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Manuale di Corporate Identity L immagine istituzionale di Bellaria Igea Marina Rimini, Luglio 2007 La Guide Line di Bellaria Igea Marina regola in modo organico e vincolante l uso del marchio e la sua

Dettagli

Manuale d uso del marchio

Manuale d uso del marchio Manuale d uso del marchio Linee guida per l uso dell identità visiva Copyright 2013 COMITATO REGIONALE DEL FRIULI VENEZIA GIULIA DELL UNIONE NAZIONALE DELLE PRO LOCO D ITALIA Villa Manin di Passariano

Dettagli

acca manuale d Uso del logotipo

acca manuale d Uso del logotipo acca manuale d Uso del logotipo indice 1. il logo 1.1 costruzione 1.2 font 2.4. brand 3. colore 3.1. definizione 3.2. monocromia 3.3. monocromia - negativo 3.4. palette colori 3.5. utilizzo 4. utilizzo

Dettagli

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo

musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo musei civici fiorentini marchio e norme di utilizzo Introduzione Il presente Manuale elenca le modalità di applicazione del Marchio dei Musei Civici Fiorentini su prodotti editoriali e pubblicitari relativi

Dettagli

Contenuti. 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto

Contenuti. 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto Brand Standards Contenuti 1 Il marchio SCAME 1.1 Elementi costruttivi del marchio 1.2 Dimensioni e prove di leggibilità 1.3 Aree di rispetto 2 Il colore 2.1 Colori istituzionali del marchio 2.2 Rapporti

Dettagli

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO

LINEA GRAFICA PO FSE BASILICATA 2007/2013 MANUALE D USO LINE GRFI PO FSE SILIT 2007/2013 MNULE USO Fondo Sociale Europeo Investiamo sul nostro futuro Pubblicazione realizzata a cura della Regione asilicata ipartimento Formazione, Lavoro, ultura e Sport utorità

Dettagli

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA

MANUALE D IDENTITÀ VISIVA MANUALE D IDENTITÀ VISIVA Parte I - Gli elementi figurativi della Federazione Motociclistica Italiana Gli elementi di base Gli elementi di base Marchio e logotipo FMI Il segno distintivo della Federazione

Dettagli

SIFA. S. I. F. A. Spa

SIFA. S. I. F. A. Spa SIFA S. I. F. A. Spa S.I.F.A. spa Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 9a.01 La costruzione geometrica del simbolo 9b.01 La carta intestata - il primo foglio 9a.02

Dettagli

MANUALE GRAFICO OPERATIVO Guida all'utilizzo del Marchio Val di Fassa 13 Introduzione 7 Campo 4 Storia 8 Versioni speciali 5 Il Logo Istituzionale 9 Riduzioni LOGO 6 Costruzione 2 10 Riproduzioni 11 Gamma

Dettagli

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica

FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA. Normativa Grafica Normativa Grafica Normativa Grafica Indice 1. Forme e dimensioni 1.1 Logotipo 1.2 Isotipo 1.3 Logotipo + Isotipo 1.4 Riduzioni 1 1.5 Riduzioni 2 1.6 Riduzioni 3 2. Colori 2.1 Colori sociali 2.2 Positivo

Dettagli

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione

UNIONE EUROPEA Fondo europeo di sviluppo regionale. linee guida. per le azioni di informazione e comunicazione UNIONE EUROPEA linee guida per le azioni di informazione e comunicazione contenuti il marchio ELEMENTI DI BASE I COLORI LA SCALA DI GRIGIO IL BIANCO E NERO IL LETTERING L AREA DI RISPETTO LEGGIBILITÀ E

Dettagli

CONVENZIONE NETWORK. Manuale d uso del marchio CASACLIMA-NETWORK. Allegato F

CONVENZIONE NETWORK. Manuale d uso del marchio CASACLIMA-NETWORK. Allegato F CONVENZIONE NETWORK Manuale d uso del marchio CASACLIMA-NETWORK Allegato F Bolzano Bozen, Giugno, 2012 Indice 1 Il Marchio... 3 2 Le proporzioni... 3 3 I colori del logo... 4 4 Modalità di utilizzo del

Dettagli

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo

Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Linee guida per l'utilizzo del logo d'ateneo Premessa Negli ultimi anni - soprattutto sul web- si è assistito a una proliferazione di svariate versioni del sigillo dell Università degli Studi di Catania,

Dettagli

indice a cosa serve il brand book MARCHIO

indice a cosa serve il brand book MARCHIO 2 Il Brand Book ha il fine ultimo di essere un valido strumento per tutti coloro che sono chiamati, a vario titolo, ad operare con l immagine dell azienda, dando indicazioni e soluzioni sulle principali

Dettagli

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia

Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia Manuale d uso del marchio Agriturismo Italia per le aziende agrituristiche ufficialmente riconosciute versione 3.0 2 3 Copyright 2013 Ministero delle politiche Agricole Alimentari e Forestali www.politicheagricole.it

Dettagli

Comune dell'aquila MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA. (Aggiornamento a gennaio 2013)

Comune dell'aquila MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA. (Aggiornamento a gennaio 2013) MANUALE D'IMMAGINE COORDINATA (Aggiornamento a gennaio 2013) INDICE INTRODUZIONE pag. 5 GLI STEMMI pag. 6 IL SIGILLO CIVICO pag. 7 LE CARTE INTESTATE pag. 8 I CARATTERI E LO STILE DEI TESTI pag. 10 DELIBERAZIONI

Dettagli

Esempi di applicazione: Introduzione: Presentazione del Marchio: Operatività e declinazioni: INDICE

Esempi di applicazione: Introduzione: Presentazione del Marchio: Operatività e declinazioni: INDICE 1 2 INDICE 01 02 Introduzione: 4 - Cos è un Brand Book 5 - Un brand dai significati particolari 6 - I valori di Itely Hairfashion nel mondo Presentazione del Marchio: 9 - Composizione del Marchio 10 -

Dettagli

Version 1.0. Corporate Design 2014. valido dal 01/11/2014. Molto più che semplici pompe

Version 1.0. Corporate Design 2014. valido dal 01/11/2014. Molto più che semplici pompe Version 1.0 Corporate Design 2014 valido dal 01/11/2014 - 2 - Indice 1. Generalità 1.1 Il logo 3 1.2 La sigla 3 1.3 Lo slogan 4 1.4 Logo e colori 5 1.5 Impostazione logo 7 1.6 Colori 8 1.7 Caratteri 9

Dettagli

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA

MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA MANUALE DI IMMAGINE COORDINATA DISTRETTO DEL COMMERCIO BRIANZA SUD KoraStudio Grafica & Web Design Via d Adda Busca 1 23871 - Lomagna LC www.korastudio.it info@korastudio.it

Dettagli

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica

Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni. BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica Soluzioni Integrate e Supporto alle Decisioni BRAND BOOK Sistema di identità visiva Manuale di applicazione grafica introduzionex xil presente documento vuole porsi come strumento di articolazione e

Dettagli

Società Creamiche Pregiate srl

Società Creamiche Pregiate srl Società Creamiche Pregiate srl 1 INTRODUZIONE Società Creamiche Pregiate srl INTRODUZIONE L identità aziendale si costruisce attraverso i principi ed i valori a cui essa si ispira: tale identificazione

Dettagli

MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE

MATERIALI PER LA COMUNICAZIONE ISTITUZIONALE MODULISTICA II.i CAVALIERI DEL PERSONALE PER SCRIVANIE I cavalieri del personale sono in formato A4, con 3 pieghe. Il sigillo in filigrana sullo sfondo e il marchio non possono essere modificati nella

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA LOGO Il logo rappresenta il primo e più importante veicolo della nuova immagine della Fondazione. Il nuovo logo è costituito da una parte grafica (simbolo bordeaux) e da una

Dettagli

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre

Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Area Affari Generali Ufficio Convenzioni, Regolamenti ed Elezioni Regolamento per l uso del logo e per la concessione del patrocinio dell Università degli Studi Roma Tre Art. Oggetto. Il presente regolamento

Dettagli

Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco).

Caratteristiche La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Marchio Versione a colori positiva La versione a colori positiva va utilizzata esclusivamente su fondi neutri chiari (esempio colore bianco). Il marchio è stampato nel colore istituzionale pantone 287

Dettagli

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino

Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il nuovo stemma del Comune di Sesto Fiorentino Il restyling dello stemma del Comune di Sesto Fiorentino nasce dall esigenza di migliorare la comunicazione, sia interna che esterna, dell Amministrazione,

Dettagli

MANUALE D USO DEL LOGO. Comunità della Valle di Sole

MANUALE D USO DEL LOGO. Comunità della Valle di Sole MANUALE D USO DEL LOGO CONTENUTI Struttura del logo Significato del logo Il presente manuale espone le linee guida per l utilizzo del logo della. Potrebbero comunuqe sopraggiungere alcune situazioni in

Dettagli

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A.

EXPOCTS. EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS EXPOCTS S.p.A. EXPOCTS Il marchio Le applicazioni principali Gli elementi di base La cancelleria 7a.01 Il marchio istituzionale 7b.01 La carta intestata - il primo foglio 7a.02 Il marchio commerciale

Dettagli

non sta mai ferma Manuale dei Cantieri

non sta mai ferma Manuale dei Cantieri Manuale dei Cantieri Manuale dei Cantieri A cura di CITTÀ DI TORINO Servizio Centrale Comunicazione Direttore Anna Martina coordinamento Liliana Lavagna - Responsabile Comunicazione Istituzionale e Trasformazioni

Dettagli

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma

Modulistica. Giugno 2007. Manuale di Identità Visiva Sapienza Università di Roma Modulistica Giugno 2007 Modulistica. Stampati per corrispondenza. Linea operativa Carta intestata Formato: 210x297 mm. Marchio/Logo: PMS 202 EC. Carta: Fedrigoni Splendorgel Extrawhite 100/115 gr/m 2 o

Dettagli

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it

ANCIS Srl I 20122 Milano Viale Bianca Maria 35 segreteria@ancis.it Regolamento per l utilizzo dei marchi di certificazione RM Pagina 1 di 6 Indice STATO DEL DOCUMENTO... 2 1 SCOPO DEL REGOLAMENTO E AMBITO DI APPLICAZIONE... 3 2 DIMENSIONI... 4 3 DECLARATORIE... 4 4 SPECIFICHE

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 27 NOVEMBRE 2006

BOLLETTINO UFFICIALE DELLA REGIONE CAMPANIA - N. 53 DEL 27 NOVEMBRE 2006 REGIONECAMPANIA Giunta Regionale Seduta del 30 ottobre 2006 Deliberazione N. 1740 Area Generale di Coordinamento N. 13 Sviluppo Attività Settore Terziario DGRC n. 1595 del 13/10/2006: Adozione Marchio

Dettagli

MANUALE IMMAGINE COORDINATA

MANUALE IMMAGINE COORDINATA MANUALE IMMAGINE COORDINATA PREMESSA Per il restyling del logo della Fondazione si è voluto percorrere strade diverse dal neurone attuale, sviluppando una proposta grafica incentrata sulle iniziali della

Dettagli

Digital Identity Ferrovie dello Stato Corporate. Versione 1.0 Aprile 2011

Digital Identity Ferrovie dello Stato Corporate. Versione 1.0 Aprile 2011 Digital Identity Ferrovie dello Stato Corporate Aprile 2011 Indice 1 Premessa 4 Footer 2 3 Scopo del manuale Utilizzo del manuale Layout di pagina Colori Visual Icone Gabbia e misure Griglia modulare Layout

Dettagli

Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma

Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma Manuale d uso del marchio turistico della città di Roma Sommario INTRODUZIONE 5 Composizione del marchio 7 Colori istituzionali 8 Versione monocromatica positiva e negativa 9 Utilizzo del marchio, uso

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO FACOLTÀ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Manuale di Identità Visiva, Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Perchè un manuale di Identità Visiva e a che cosa serve Ciascuno di noi contribuisce all immagine dell Università e beneficia

Dettagli

Manuale. Utilizzo e modulistica COMUNE DI SOLIERA PROVINCIA DI MODENA

Manuale. Utilizzo e modulistica COMUNE DI SOLIERA PROVINCIA DI MODENA Manuale dellogo Utilizzo e modulistica Introduzione Perché un manuale del Logo? Introduzione Il logo del Comune di Soliera vanta una lunga storia che trova la propria origine nell'anno1862 quando il nostro

Dettagli

Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015

Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015 Bonvicini Carlo Enrico G3A Accademia Santa Giulia a.a.2014/2015 presentazione INSIDEJOB 05/06/2015 indice studio marchio logo BOZZE INSIDEJOB VERSIONE POSITIVA A COLORI VERSIONE NEGATIVA A COLORi VERSIONE

Dettagli

MANUALE D USO DEL MARCHIO DELL AZIENDA REGIONALE TURISMO FRIULI VENEZIA GIULIA

MANUALE D USO DEL MARCHIO DELL AZIENDA REGIONALE TURISMO FRIULI VENEZIA GIULIA MANUALE D USO DEL MARCHIO DELL AZIENDA REGIONALE TURISMO FRIULI VENEZIA GIULIA MANUALE D USO DEL MARCHIO TURISMO FVG 1 Logotipo 1.1 Costruzione geometrica pag. 04 pag. 05 6 Affiancamento ad altri logotipi

Dettagli

Questo manuale ha un fine pratico: guidare chi se ne debba servire

Questo manuale ha un fine pratico: guidare chi se ne debba servire Questo manuale ha un fine pratico: guidare chi se ne debba servire all uso corretto del marchio Regione Emilia-Romagna Cultura d Europa. Il suo segno infatti, fortemente composito e ricco, deve connotare

Dettagli

Finzi Contini. Finzi Contini. Carta intestata LAY OUT 1 foglio. Finzi Contini

Finzi Contini. Finzi Contini. Carta intestata LAY OUT 1 foglio. Finzi Contini Carta intestata LAY OUT 1 foglio via Pescatore A, 1 80022 Arzano (NA) tel. +39 81 5738082 info@finzicontini.it Carta intestata LAY OUT 1 foglio 10 mm 40 mm 10 mm 12 mm 30 mm La carta intestata Fergi è

Dettagli

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA

LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA LINEE GUIDA DI UTILIZZO DEL LOGOTIPO E DELL IMMAGINE COORDINATA Introduzione Il presente documento è finalizzato a regolamentare l utilizzo del logotipo e l immagine coordinata su tutti i materiali prodotti

Dettagli

MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015

MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015 MANUALE PER LA PERSONALIZZAZIONE DELL IMMAGINE COORDINATA DEL SERVIZIO ASSISTENZA TERMOTECNICA JUNKERS EDIZIONE 09.2015 2 Basiselemente Basic elements 2.1 Die Marken Junkers und Bosch 2.1 The brands Junkers

Dettagli

Immagine istituzionale

Immagine istituzionale Immagine istituzionale Studio del logotipo e degli strumenti di comunicazione 15 marzo 2008 marcingegno / kitcen Indice logotipo e variazioni cromatice 5 logo orizzontale e verticale 6 logotipo 7 font

Dettagli

Comunicazione Low Budget 01.Comunicazione cartacea Formati e supporti. CLB_02.Comunicazione cartacea_eugenia Chiara

Comunicazione Low Budget 01.Comunicazione cartacea Formati e supporti. CLB_02.Comunicazione cartacea_eugenia Chiara Comunicazione Low Budget 01.Comunicazione cartacea Formati e supporti 1 01.Note tecniche 2 Formato Formati standard (A4, A3, A5...) Fuori formato Formati ricavati Come ammortizzare costi di stampa 3 Carte

Dettagli

COLLANA EDITORIALE FORMATI GRAFICI PER EVENTI. Sezione V IV.72 V.1. Testo in carattere GARAMOND ITALIC 91 pt. Testo alternato in carattere

COLLANA EDITORIALE FORMATI GRAFICI PER EVENTI. Sezione V IV.72 V.1. Testo in carattere GARAMOND ITALIC 91 pt. Testo alternato in carattere FORMATI GRAFICI PER EVENTI 4,5 cm 5 cm 7,8 cm Testo in carattere GARAMOND ITALIC 91 pt. 4 Testo alternato in carattere AVENIR ROMAN E AVENIR BLACK 53 pt, maiuscolo. Sezione V COLLANA EDITORIALE 4 cm 29,7

Dettagli

H G. Dichiarazione. REPUBBLICA DI SAN MARINO Segreteria Di Stato Per Le Finanze E Il Bilancio

H G. Dichiarazione. REPUBBLICA DI SAN MARINO Segreteria Di Stato Per Le Finanze E Il Bilancio simbolo grande per homepage A E D B Dichiarazione dei L Redditi C I H On FLine simbolo grande per homepage Il simbolo nasce da un effetto di pixelizzazione del simbolo dela Repubblica simbolo grande per

Dettagli

POLITECNICO DI TORINO. CORPORATE IMAGE Un manuale per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo

POLITECNICO DI TORINO. CORPORATE IMAGE Un manuale per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo CORPORATE IMAGE Un manuale per la corretta gestione dell immagine dell Ateneo PREMESSA Esistono ragioni diverse per realizzare un immagine coordinata di un'azienda, di una società, di un ente o di un università.

Dettagli

Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio. maggio 2013

Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio. maggio 2013 Università Politecnica delle Marche Graphic Identity Manual Guida all uso dell identità visiva del marchio maggio 2013 Università Politecnica delle Marche / Graphic Identity Manual 3 Introduzione La guida

Dettagli