Partito Socialista Svizzero. Identità grafica del Partito Socialista Svizzero: manuale e modi d uso

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Partito Socialista Svizzero. Identità grafica del Partito Socialista Svizzero: manuale e modi d uso"

Transcript

1 Svizzero Identità grafica del Svizzero: manuale e modi d uso

2

3 Identità grafica del Svizzero: manuale e modi d uso L identità grafica è parte integrante della comunicazione del Svizzero.

4 6 Impressum Prefazione 7 Impressum Le scelte grafiche sono parte integrante della strategia comunicativa del Svizzero walker Werbeagentur, Zürich Concetto: walker Werbeagentur, Dorten Bauer Grafica, composizione: walker Werbeagentur, Dorten Bauer Caratteri: URW Nimbus Sans Novus Caratteri delle evidenziazioni: Lineto Replica Cara lettrice, Caro lettore, in questo manuale, che tratta delle molteplici applicazioni della sua nuova identità grafica, scoprirete il nuovo volto del PS. Personalmente questo nuovo look mi piace molto e spero che susciterà lo stesso sentimento anche in voi. Il logo è moderno e dinamico e lo slogan «sì» che l accompagna ci permette d affermare senza equivoci che la nostra formazione politica è una forza che s impegna positivamente per il rinnovamento. Gli scettici possono stare tranquilli: non vinceremo nessuna elezione con questa nuova identità, così come a causa sua non perderemo nessuna votazione. Ciononostante la via del successo sarà aperta se la sapremo percorrere in maniera omogenea: questo vale sia per il contenitore che per il contenuto. Per questa ragione sono contento del fatto che siamo riusciti a metterci d accordo sull unificazione della nostra identità grafica. Spero che questa nuova immagine ci procuri molte soddisfazioni e colgo l occasione per inviarvi i miei cordiali saluti Christian Levrat, presidente del Svizzero

5 8 Perché una nuova veste grafica? Indice 9 Perché una nuova veste grafica? La percezione e la valutazione dell ambiente che ci circonda, la classificazione in categorie sono aspetti importanti della nostra vita. Il principale strumento di questa strategia tutta umana di adattamento all ambiente è la vista, il senso maggiormente sviluppato. Siccome questa valutazione avviene in una frazione di secondo, la veste grafica riveste un ruolo essenziale sull impatto immediato che può avere una formazione politica. Il primo scopo della grafica è quello di garantire che la formazione politica sia rapidamente riconoscibile e che una prima impressione, semplice e diretta, sia trasmessa all osservatore/ trice. Il logo, i colori, la scelta dei caratteri, il linguaggio visivo, la forma e la composizione globale sono tutti elementi essenziali per ottenere l impressione che si intende suscitare. Per avere una possibilità di affermarsi nell odierna marea di messaggi pubblicitari e d informazioni, per superare la barriera dell anonimato e per offrire all osservatore/trice l immagine di un istituzione degna di fiducia, è necessario innanzitutto affermare la propria identità con costanza. I membri del partito, i simpatizzanti, le sue collaboratrici e i suoi collaboratori potranno identificarsi con esso senza problemi grazie ad una veste grafica ben impostata e ben applicata. Tutto questo genera fiducia e permette di semplificare i processi e di renderli più economici. Visualizzare e trasmettere le proprie posizioni i propri valori mediante la veste grafica significa dotarsi di un profilo chiaro e originale nel panorama politico. 1 Guida per l uso del manuale 1.1 Contatto Agenzia di Corporate Design 2 Il logo Messa in scala, colori e applicazioni 2.1 Il marchio figurativo 2.2 Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale Livello gerarchico dell elemento verbale del marchio 2.3 Combinazione marchio figurativo/ aggiunta testuale 3 I valori dei colori Utilizzo dei colori primari e secondari La tipografia Caratteri, composizioni ed evidenziazioni 4.1 Lineto Replica Logotipo e carattere dei titoli Composizione ed evidenziazioni con Replica Uso di Replica 4.2 Il carattere URW Nimbus Sans Novus T Composizione ed evidenziazioni con Nimbus Uso di Nimbus 4.3 Verdana Il carattere per le applicazioni elettroniche Composizione ed evidenziazioni con Verdana Uso di Verdana Il principio del layout Uso degli elementi grafici esistenti 6.1 Zona di protezione del logo Posizionamento del logo Corpo minimo del logo 6.2 Corpo dei caratteri e interlinea 6.3 Colore dei caratteri sullo sfondo 6.4 Posizionamento dello slogan 7 Esempi di applicazioni media e formati 7.1 Supporti cartacei 7.2 Documenti amministrativi 7.3 Supporti pubblicitari I colori nei diversi sistemi 20 5 Il linguaggio delle immagini Tecnica e tonalità 5.1 Concetto visivo per le immagini di persone sui manifesti Inserzioni 7.5 Modelli Word 7.6 Applicazioni a schermo/ Internet Indicazioni per lo shooting Manifesti elettorali personali 30

6 10 Guida per l uso del manuale 1 Guida per l uso del manuale Regole di base Questo manuale definisce il quadro dell identità grafica del Svizzero. Il suo obiettivo è quello di gestire in maniera costruttiva l identità visiva del partito e di proteggere questa identità dagli abusi. A questo scopo sono state definite delle regole di base per garantire una gestione più sicura del marchio. E senz altro possibile adattare queste regole a nuovi prodotti senza che il marchio ne debba soffrire: l essenziale è fare in modo che anche i mezzi di comunicazione più correnti siano conformi alle regole di base della veste grafica, per poter assicurare oggi e domani un posizionamento chiaro del partito. Un marchio forte, come una comunità forte, è tributario innanzitutto dell adesione di tutte le componenti dell organizzazione. Ciò significa che la veste grafica non si applica solo sul piano nazionale, ma che essa si impone anche per tutte le applicazioni della comunicazione visiva sul piano cantonale e negli ambiti locali. Un CD-ROM comprendente i loghi, i caratteri e diversi modelli è allegato a questo manuale. Questi documenti ed altri ancora possono essere scaricati dal sito 1.1 Contatto di Corporate Design Rimaniamo volentieri a disposizione per questioni che riguardano l utilizzo della veste grafica o la sua applicazione ai nuovi mezzi di comunicazione. Peter Lauener T F Il logo

7 12 Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Il logo Messa in scala, colori e applicazioni 13 2 Il logo messa in scala, colori e applicazioni 2.1 Il marchio figurativo 2.2 Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale 2.3 Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale Forte, duttile e pluridimensionale Il nuovo logo del PS fonda la sua forza visiva sulla combinazione della stampa classica con delle forme moderne. La superficie rossa dell elemento grafico suggerisce nel contempo l estensione e la profondità. L originalità del marchio figurativo poggia sul passaggio dalla bi- alla tridimensionalità, che produce un area di tensione interessante nella quale si posiziona la sigla «PS». Per questa sigla verrà usato il carattere Replica nello stile «Bold», perché esso, sebbene di fattura classica con i suoi dettagli molto caratteristici, si distingue nettamente dai caratteri tradizionali senza grazie (cfr. 4.1). Il marchio figurativo si caratterizza per una visione e un contenuto forti; esso resta ben leggibile anche nei formati più piccoli. Illustrazione 12.1 Marchio figurativo colore in positivo (cfr. 2.1) 2.1 Il marchio figurativo a) Ambito d applicazione: il marchio figurativo del PS è usato principalmente sui mezzi di comunicazione destinati a produrre il loro effetto sul piano nazionale e che non servono da supporto alla pubblicità personale (opuscoli, volantini, manifesti, inserzioni, comunicati stampa, documenti). L elemento grafico a sé stante è anche usato per i media elettronici (messaggi , presentazioni Powerpoint, carte postali elettroniche, siti Internet). Può anche figurare sugli articoli di merchandising (tazze, palloncini, t-shirts, spille, ecc.) così come sui supporti usati all aperto (bandiere). b) Messa in scala: una presentazione ottimale del marchio figurativo è garantita fino a un altezza minima di 10 mm. Non è permesso usare formati più piccoli. con lo scopo di migliorarne la visibilità, sono permesse le applicazioni in bianco e nero. Per queste potrà essere utilizzato il negativo dell elemento grafico su degli sfondi scuri (ill.13.8). Per certi mezzi di comunicazione il marchio figurativo è completato da un elemento verbale, cioé dal nome Svizzero. Verrà usato anche in questi casi il carattere Replica per il testo - utilizzando in questo caso lo stile «Light». Per certe applicazioni, come per le lettere ed i manifesti elettorali, si userà una combinazione del marchio figurativo e dell aggiunta testuale positiva «sì». In questa variante, l elemento verbale del marchio non sarà mai usato. In questi casi si userà il carattere Replica nello stile «Light». Illustrazione 12.2 Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo (cfr. 2.2) c) Colori: l elemento grafico del marchio è concepito per essere usato su uno sfondo bianco. L utilizzo su altri colori di sfondo è permesso solo in casi eccezionali: applicazioni Internet, fondali (sul colore secondario) o manifesti elettorali personali (su un immagine sullo sfondo). L uso su sfondo rosso non è permesso. La variante in bianco e nero dell elemento grafico del marchio non può essere usata che su uno sfondo bianco. Sola eccezione: Illustrazione 13.1 Altezza minima: 10 mm Illustrazione 13.2 Marchio figurativo colore in positivo Il marchio figurativo e l elemento verbale, come pure la combinazione marchio/aggiunta testuale possono essere usati unicamente nelle combinazioni previste dai modelli originali. I colori, le spaziature e le proporzioni predefinite non devono essere modificati in nessun caso. E importante mantenere uno spazio sufficiente tra gli altri elementi e il logo, per non ridurre l effetto del logo. Per non compromettere l effetto, l autonomia e il riconoscimento immediato del logo, è necessario rispettare una distanza di sicurezza rispetto al margine o ad altri elementi grafici (cfr. 6.2). Ill Marchio figurativo colore in positivo Ill Marchio figurativo colore in positivo (su motivo chiaro) Ill Marchio figurativo b/n, in positivo Illustrazione 12.3 Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale colore in positivo (cfr. 2.3) Ill Marchio figurativo colore in positivo (sul colore secondario) Ill Marchio figurativo colore in positivo (su motivo scuro) Ill Marchio figurativo b/n in negativo (su motivo scuro in b/n)

8 14 Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale a) Ambito d applicazione: lo scopo principale del marchio combinato elemento grafico/elemento verbale è di permettere alle Sezioni del PS di differenziarsi l una dall altra. In questo modo l elemento verbale potrà essere adattato a qualsiasi Sezione. Questo tipo di utilizzo è naturalmente ammesso esclusivamente per la comunicazione inerente alla Sezione in questione. Anche i progetti di terzi sostenuti dal PS possono essere toccati da queste indicazioni. In questo caso si userà il marchio combinato elemento grafico/elemento verbale valido sul piano nazionale per garantire una riconoscibilità ed un posizionamento immediato del partito. b) Messa in scala: una presentazione ottimale del marchio elemento grafico/elemento verbale è garantita fino a un altezza minima di 17,5 mm. Non è permesso usare formati più piccoli. L elemento verbale del marchio (caratteri, interlinea, rapporto tra elemento grafico e testo) non deve essere modificato. Illustrazione 14.1 Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo Illustrazione 14.2 Altezza minima: 17,5 mm c) Colori: il marchio combinato elemento grafico/elemento verbale è concepito per essere utilizzato su uno sfondo bianco. L uso su altri colori di fondo non è permesso nemmeno su un fondo rosso. Tuttavia, il marchio combinato elemento grafico/ elemento verbale può essere usato su un immagine sullo sfondo. La variante in bianco e nero dell elemento grafico del marchio può essere utilizzata solo su sfondo bianco. La sola eccezione è costituita dalle applicazioni per le quali viene usata la variante negativa dell elemento grafico in bianco e nero su sfondi scuri, per migliorare la leggibilità (cfr. ill. 15.5). Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo Ill.15.2 Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in negativo (su sfondo chiaro) Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale b/n in positivo Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale b/n in negativo (su sfondo scuro) Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale b/n in negativo (su sfondo scuro in bianco e nero)

9 16 Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Livello gerarchico dell elemento verbale del marchio Per poter garantire la funzionalità del logo a tutti i livelli del partito, sono stati creati dei modelli che rendono possibile l adattamento dell elemento verbale alle necessità delle singole sezioni. A questo scopo può venire sostituita la dicitura «Svizzero» con il nome della rispettiva Sezione. Questa variante è permessa unicamente per mezzi di comunicazione che si riferiscono alla Sezione in questione. L elemento verbale (ovvero i diversi formati del carattere, l interlinea o il rapporto fra elemento grafico ed elemento verbale) non può essere modificato in nessun caso. Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo - versione standard per i mezzi di comunicazione (sul piano nazionale) 2.3 Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale La combinazione fra il marchio figurativo e l aggiunta testuale «si» viene utilizzata per tutto quello che riguarda i documenti amministrativi (carta intestata, buste, biglietti da visita) e le immagini pubblicitarie di persone e per l immagine (prospetti, flyer, manifesti). Non può però, in nessun caso, venire utilizzata per quello che riguarda le elezioni. Illustrazione 17.1 Corpo minimo, versione per piccole applicazioni: 16 mm In casi specifici dove vi è la necessità di cambiare questi elementi, va contattato il responsabile del Corporate Design, per poter valutare il modo di procedere (cfr. 1.1). Sezione ticinese Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo versione per i mezzi di comunicazione secondari del PS a livello cantonale, esempio Ticino Sezione Lugano Illustrazione 17.2 Corpo minimo, versione per grandi applicazioni: 65 mm Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo versione per i mezzi di comunicazione secondari del PS a livello comunale, esempio sezione di Lugano Sezione Blenio Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo versione per i mezzi di comunicazione secondari del PS a livello sezionale, esempio Sezione Blenio

10 18 Il logo Messa in scala, colori e applicazioni Il marchio combinato elemento grafico/elemento verbale è concepito per essere usato su uno sfondo bianco. L uso su altri sfondi è permesso solo in casi eccezionali: applicazioni Internet, fondali (sul colore secondario) o manifesti elettorali personali (su un immagine sullo sfondo). La versione di colore bianco-nero del marchio combinata elemento grafico/elemento verbale può essere usata solo su un fondo bianco. La versione colore unito bianco del marchio combinato può essere utilizzata solo su sfondo scuro in bianco e nero. Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale colore in positivo Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale colore in positivo (su sfondo chiaro) Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale b/n in positivo Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale colore in positivo Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale colore in negativo (su sfondo scuro) Ill Combinazione marchio figurativo/aggiunta testuale b/n in negativo (su sfondo scuro in bianco e nero) I valori dei colori

11 20 I valori dei colori Utilizzo dei colori primari e secondari 3 I valori dei colori utilizzo dei colori primari e secondari Lo spettro dei colori I colori del partito Per poter garantire, a lungo termine, l unità dell identità visuale, è necessario definire i colori in maniera precisa. Delle prescrizioni vengono così definite per i diversi sistemi di colori in modo da far apparire i colori il più autentici possibili. Se necessario sarà possibile combinare diversi sistemi di colori nella stessa pubblicazione, ma solo se questo è indispensabile per ottimizzarne la produzione. Per Nimbus, il corsivo può essere usato solo per delle evidenziazioni o per dei testi brevi di 60 segni al massimo (margini, didascalie di foto ecc.). Non è permesso usare questo carattere al di fuori dei casi previsti da questo manuale. La priorità deve sempre essere data all uso del colore speciale. La conversione CMJK è prevista solo per la stampa digitale e per i prodotti che non possono essere stampati che in quadricromia. La modalità RGB è riservata ai soli media elettronici; per le applicazioni Internet è inoltre necessario usare una versione particolare e protetta del colore. Tutto ciò genera una configurazione di colori molto caratteristica che rende il marchio ancora più riconoscibile. Non è ammesso l utilizzo di altri colori al di fuori di quelli definiti da questo manuale sull identità visuale, anche se a prima vista essi potrebbero sembrare identici a quelli prescritti. 3.1 I colori nei diversi sistemi a) Colore primario rosso: il rosso. Storicamente il colore rosso è indissociabilmente legato all identità del Svizzero («i rossi»). Esso comunica immediatamente l orientamento politico del partito. Il rosso sarà il colore caratteristico del logo e potrà essere usato per le evidenziazioni nei testi brevi e nei titoli secondari. L uso del rosso come colore di fondo è previsto solo come mezzo stilistico formale per delle pubblicazioni di più pagine. Il rosso non deve servire da sfondo a dei messaggi testuali o visuali (supporti pubblicitari, inserzioni ecc.). b) Colore secondario blu chiaro-grigio: solo il colore secondario può essere usato come sfondo per i mezzi di comunicazione. Questo colore offre un contrasto interessante con quello primario, senza essere aggressivo. Il colore blu chiaro/grigio sarà usato come colore di sfondo per i manifesti elettorali personali (cfr ), il sito Internet ed i fondali o i pannelli mobili. c) Colore secondario blu scuro-grigio: sarà usato anche per le evidenziazioni di URW Nimbus Sans Novus (cfr. 4.2) sui manifesti, le inserzioni ed i volantini. Ill colore primario rosso Ill Colore secondario blu chiaro-grigio Ill Colore secondario blu scuro-grigio colore speciale PANTONE 185 C CMJK 0/91/78/0 RGB 255/0/0 RGB Web protetto Hex #FF0000 RAL Le tonalità RAL, devono essere mescolate individualmente a partire dalla tonalità Pantone. colore speciale PANTONE 5445 C CMJK 30/14/14/9 RGB 198/206/213 RGB Web protetto #c6ced5 RAL Le tonalità RAL, devono essere mescolate individualmente a partire dalla tonalità Pantone. colore speciale PANTONE 5415 C CMJK 25/0/0/52 RGB 120/140/151 RGB Web protetto # RAL Le tonalità RAL, devono essere mescolate individualmente a partire dalla tonalità Pantone. La tipografia

12 22 La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni 23 4 La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni 4.1 Lineto Replica Logotipo e carattere dei titoli 4.2 Il carattere URW Nimbus Sans Novus 4.3 Verdana Il carattere per le applicazioni elettroniche I caratteri usati devono contribuire a veicolare il messaggio Se il Svizzero si impegna per la modernità, la flessibilità ed il progresso, può anche andare fiero di una lunga tradizione che testimonia la sua serietà e affidabilità. Queste caratteristiche devono potersi riflettere nella scelta dei caratteri usati, in modo da rafforzare l effetto positivo dell insieme della veste grafica. Dopo la presentazione delle varie impostazioni decise, troverete la definizione degli stili autorizzati e la delimitazione dei diversi ambiti di applicazione dei diversi stili. Per poter rappresentare al tempo stesso gli attributi antitetici della tradizione e della modernità, della seduzione e della serietà, della flessibilità e della costanza, è stata messa a punto una combinazione di due possibilità, ognuna atta a sottolineare una delle due caratteristiche del PS. Il carattere «Replica» di «Norm», usato per il logotipo e i titoli, si distingue per la sua freschezza e la forma moderna. Il carattere «Nimbus Sans Novus», di «URW», invece, è molto elaborato, ben leggibile, segue una linea formale chiara e s iscrive nella tradizione dei caratteri senza grazie classici come «Akzidenz-Grotesk» o «Helvetica». Questa combinazione di caratteri si distingue principalmente per la tensione tra classico e moderno, ciò che permette di rendere evidente una specificità essenziale del Svizzero. Ill Lineto Replica bold 4.1 Lineto Replica Logotipo e carattere dei titoli Replica è un carattere senza grazie sviluppato dall agenzia zurighese «Norm». Esso si fonda su una trama purista e rigorosa, con delle forme definite nel minimo dettaglio. Le principali caratteristiche di Replica sono i bordi smussati degli angoli interni ed esterni, caratterizzati dalla profondità della trama, che conferiscono all insieme un ritmo nel contempo originale e interessante. Formalmente Replica s ispira ai caratteri classici, ma i suoi dettagli gli conferiscono un identità moderna e visivamente forte. Replica deve essere usato solo nello stile «Bold». Ciò non vale però per il logo, che non può in nessun caso essere modificato. L uso del corsivo non è ammesso Composizione ed evidenziazioni con Replica Ad eccezione del logo, Replica deve sempre essere utilizzato in maiuscolo. L interlinea deve essere del 100% rispetto al corpo del carattere. Va usato un solo corpo del carattere. I sottotitoli e gli altri elementi del testo saranno composti usando Nimbus Uso di Replica Replica è previsto unicamente come carattere per i titoli. Dovrà sempre essere in stile «Bold» e in maiuscolo. Questo uso di Replica s impone per tutte le pubblicazioni come pure per tutte le applicazioni web. L elemento verbale del marchio, va usato solo con le schede modello originali, è l unica eccezione ammessa per questa regola. Le schede non possono essere modificate. Ill Lineto Replica bold Ill URW Nimbus Sans Novus

13 24 La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni Il carattere URW Nimbus Sans Novus T Il carattere Nimbus «URW» è stato concepito e sviluppato all inizio degli anni 80 da Max Miedinger. Sul piano formale, esso si ispira in modo marcato ai caratteri senza grazie classici come «Helvetica» e «Akzidenz-Grotesk». Conferendo un impressione di calma ed equilibrio, questo carattere è molto gradevole da leggere. Grazie ai suoi numerosi stili, Nimbus può essere usato in maniera universale. Esso offre una duttilità d applicazione massima. La sua forma sofisticata ne fa un carattere ben pronunciato, che non aggredisce lo sguardo malgrado il suo profilo ben affermato. Nimbus può essere usato in otto stili diversi. Tuttavia, gli stili che appaiono in un medesimo blocco tipografico dovranno presentarsi con almeno due gradi di scarto tra loro (ad esempio: regular-bold e no regular-semi bold). Quanto alle forme in corsivo di Nimbus, esse possono essere usate solo per delle evidenziazioni o dei testi brevi di 60 caratteri al massimo (margini, didascalie di foto, ecc.). Non è di principio permesso utilizzare questo carattere al di fuori dei casi previsti da questo manuale Composizione ed evidenziazioni con Nimbus Nimbus sarà usato solo in maiuscolo o minuscolo. Lo si può usare a tutti i livelli del testo, salvo che nei titoli, sempre nelle applicazioni standard. Non si dovranno usare più di tre corpi diversi del carattere nello stesso tipo di media. Idealmente due corpi dovrebbero bastare. Le evidenziazioni possono essere realizzate mediante un cambiamento di stile. È inoltre possibile evidenziare dei testi brevi o dei «titolini» mediante il rosso PS o un blu scuro-grigio (cfr. 3.1). Il rosso PS non può tuttavia essere usato se il logo figura anch esso sulla pagina Uso di Nimbus Nimbus è il solo carattere che verrà utilizzato per tutte le pubblicazioni, ad eccezione dei titoli. Anche negli invii ai media si userà solo Nimbus Sans Novus per il nome del partito, perché in questo caso si tratta solo di designare il nome del mittente e non di esporre l elemento verbale del marchio. Ill URW Nimbus Sans Novus bold Ill URW Nimbus Sans Novus semi bold corsivo Ill URW Nimbus Sans Novus light Ill URW Nimbus Sans Novus bold corsivo Ill URW Nimbus Sans Novus regular Ill URW Nimbus Sans Novus light corsivo Ill URW Nimbus Sans Novus semi bold Ill URW Nimbus Sans Novus regular corsivo Ill Colore rosso o blu scuro-grigio per le evidenziazioni (cfr. 3.1)

14 26 La tipografia Caratteri, composizione ed evidenziazioni 4.3 Verdana Il carattere per le applicazioni elettroniche Verdana è il carattere standard previsto per le applicazioni elettroniche (Internet, Intranet, ) quando non è possibile usare i caratteri di base. Esso sarà istallato su tutti i computer come carattere di sistema. Quattro stili diversi potranno essere usati con Verdana. Lo stile bold sarà riservato a titoli, sottotitoli e occhielli, mentre lo stile normale sarà riservato ai testi. Per garantire una buona leggibilità, il corpo minimo del carattere dovrà essere di 10 punti Composizione ed evidenziazioni con Verdana Verdana sarà usato solo in maiuscolo o minuscolo. Lo si potrà usare a tutti i livelli del testo, salvo che nei titoli, sempre nelle applicazioni standard. Non si dovranno usare più di tre corpi diversi del carattere per strutturare il testo. Idealmente due corpi dovrebbero bastare. Le evidenziazioni potranno essere realizzate mediante un cambiamento di stile. È inoltre possibile evidenziare dei testi brevi o dei «titolini» mediante il rosso PS PANTONE 185 C Uso di Verdana Verdana sarà utilizzato per tutte le applicazioni Internet ad eccezione dei titoli. Ill Verdana bold corsivo Ill Verdana regular Ill Verdana bold Ill Verdana regular corsivo Il linguaggio delle immagini

15 28 Il linguaggio delle immagini Tecnica e tonalità Il linguaggio delle immagini Tecnica e tonalità 29 5 Il linguaggio delle immagini TECNICA E TONALITÀ 5.1 Concetto visivo per le immagini di persone sui manifesti 5.2 Indicazioni per lo shooting Manifesti elettorali personali Lasciar parlare da sè le immagini Per mantenere l armonia dell identità visiva del partito è opportuno definire alcune regole inerenti alla scelta delle fotografie. In generale la scelta delle immagini dovrebbe orientarsi sullo stile dei ritratti già esistenti (cfr. 5.1), vale a dire su uno stile che dà una certa impressione di leggerezza, di naturalezza e di spontaneità. In generale ogni immagine dovrebbe lasciar trasparire una certa tensione, sia mediante il movimento e l effetto che esso genera, sia mediante delle prospettive inusuali. Da evitare assolutamente l effetto piatto o a due dimensioni delle immagini. I parametri seguenti possono facilitare la scelta delle immagini: Ambiente: per conferire una certa leggerezza al linguaggio visivo sono da evitare con cura le fotografie troppo scure. Profondità: sono ideali le immagini che propongono una scarsa profondità di campo (Ill. 28.2). Saturazione dei colori: immagini con una saturazione troppo elevata non sono permesse (Ill. 28.3). Semplicità/stile giornalistico: sono da evitare le immagini che danno immediatamente l impressione di una messa in scena, di una posa. L accento deve essere messo sull elemento essenziale della fotografia. Grado di complessità: per la sua composizione e per il numero di oggetti rappresentati, ogni immagine ha un suo grado di complessità. Un immagine con un debole grado di complessità sarà più facile da decodificare e potrà essere assimilata più rapidamente da chi la osserva. Messa in opera/media: al momento della scelta delle immagini è necessario porsi la domanda sulle possibilità e sui limiti tecnici della produzione (per esempio quadricromia, bianco e nero, processo di stampa, qualità della carta, ecc.). Ill Esempio di foto per manifesto tematico 5.1 Concetto visivo per le immagini di persone sui manifesti Gli scatti devono essere fatti in studio. Ciò permette di garantire che ogni persona sia fotografata nelle medesime condizioni, indipendentemente dall ora o dalla stagione. Illuminazione: la luce deve essere calda e naturale. Idealmente essa dovrà assomigliare a quella del giorno. Il viso della persona dovrà essere illuminato indirettamente. Sono da evitare le ombre troppo scure. Il colore della pelle dovrà essere realistico e non troppo chiaro. Il fondale: il fondale sarà sempre costituito da un pannello o da una parete del colore speciale RAL blu chiaro-grigio basato sul colore secondario PANTONE 5445 C. Grazie alla leggera profondità di campo e alla luce calda e naturale, questa parete permette un gioco di luci e ombre adeguato. Troverete un esempio di questo tipo di fondale nel CD-Rom allegato a questo manuale. Profondità: È necessario lavorare con una scarsa profondità di campo, già da dietro la testa della persona. I vestiti della persona e il fondale devono risultare morbidi. Prospettiva: i ritratti saranno presi sempre in posizione 3/4 da sinistra, leggermente dall alto. E necessario lasciare sufficiente spazio attorno all immagine. È inoltre necessario evitare con cura di raffilare le teste in occasione di uno scatto. Si potrà tagliare solo quando si posiziona la testa sulla destra dell immagine. Vestiti: per ottenere un risultato ottimale è importante attenersi al seguente codice riguardante l abbigliamento. I colori scuri - marrone, blu scuro, antracite, nero o viola - sono ammessi. Da evitare assolutamente il rosso, il verde, gli stampati, così come i colori vivi o chiari. Le sciarpe, gli scialli o i foulards sono ammessi se rispettano questi criteri. Ill Esempio di foto per manifesto elettorale personale Ill Troppo mosso Ill Colori troppo saturi

16 30 Il linguaggio delle immagini Tecnica e tonalità 5.2 Indicazioni per lo shooting Manifesti elettorali personali La persona sarà fotografata in due posizioni differenti. a) Formato ritratto: La persona sarà illuminata a campo medio in «demiensemble». Il colore di fondo coprirà almeno i tre quarti dell immagine. La persona figurerà nel quarto di destra della foto (cfr. 30.1). b) Formato paesaggio: La persona è fotografata in primo piano, cioè dalla metà del torso fino alla sommità della testa (cfr. 30.2). Sul lato destro si deve poter scorgere una striscia azzurra. Il titolo non deve in nessun caso toccare la persona. Peter BÜHLer Consigliere agli Stati Vota la lista 6 Ill Manifesto elettorale personale F200 riikka tauriainen Consigliera nazionale Vota la lista 6 Ill Manifesto elettorale personale F12 Il principio del layout

17 32 Il principio del layout Uso degli elementi grafici esistenti Il principio del layout Uso degli elementi grafici esistenti 33 6 Il principio del layout Uso degli elementi grafici esistenti 6.1 Zona di protezione del logo 6.2 Corpo dei caratteri e interlinea 6.3 Colore dei caratteri sullo sfondo 6.4 Posizionamento dello slogan Armonizzare i diversi elementi grafici È il principio del layout che regola l interazione tra i diversi elementi grafici. Per ottenere una struttura equilibrata e coerente fra tutti i tipi di media è necessario definire queste regole grafiche. Ciò permette anche di porre le basi per la riconoscibilità e l originalità della linea grafica 6.1 Zona di protezione del logo Per non compromettere l effetto, l originalità e la riconoscibilità del logo, è necessario rispettare una distanza di sicurezza dagli altri elementi grafici. Questa distanza si calcola a partire dalla larghezza (x) del marchio figurativo del modello di logo usato. Così la larghezza della zona di protezione attorno al logo rappresenta un quarto della larghezza del marchio figurativo (¼ x). Questa distanza aumenta logicamente in proporzione al corpo del logo. Questa è la distanza minima, è naturalmente possible prevedere distanze maggiori Posizionamento del logo Il logo sarà posizionato in basso a destra su tutti i prodotti della comunicazione, ad eccezione dei documenti amministrativi. La distanza dal margine dovrà essere almeno doppia rispetto alla zona di protezione (½ x) (cfr. 33.1) Corpo minimo del logo Per tutti i modelli grafici è vietato modificare il corpo e il posizionamento del logo. In occasione della produzione di nuovi media, ci si orienterà su quanto previsto per i media esistenti. Per i formati per i quali non ci sono modelli grafici corrispondenti sarà necessario adattare il corpo del logo proporzionalmente al formato più simile. In questi casi si chiederà preliminarmente l accordo del responsabile della veste grafica (cfr. 1.1). Ill Marchio figurativo colore in positivo (cfr. 2.1) Ill Marchio combinato elemento grafico/elemento verbale colore in positivo (cfr. 2.2) 6.2 Corpo dei caratteri e interlinea Il corpo dei caratteri dei titoli (Replica, maiuscoli) deve essere scelto in modo da evitare per quanto possibile le separazioni di parole nei titoli. Tutta la grafica del testo dipende dal corpo del carattere (y). Per il titolo, l interlinea (a) corrisponde al 100% del corpo del carattere (y). Il corpo dei caratteri dei sottotitoli (Nimbus, maiuscoli/minuscoli) corrisponde esattamente alla metà del corpo del titolo (½ y). L interlinea corrisponde al 115% del corpo del carattere (½ y). L interlinea tra il titolo e il sottotitolo corrisponde al 75% dell interlinea del titolo (a). Esempio F200: y = 400 pt (corpo del carattere del titolo) y 1 = 400 pt (interlinea titolo) ½ y = 200 pt (corpo del carattere del sottotitolo) c = ½ y 1,15 = 230 pt b = ¾ a = 300 pt (interlinea tra il titolo e il sottotitolo) 6.3 Colore dei caratteri sullo sfondo Se il carattere è usato su delle immagini sullo sfondo, va impiegato, se possibile, in bianco. 6.4 Posizionamento dello slogan Manifesto tematico: il titolo e il sottotitolo formano assieme un blocco di testo al centro del formato. y ½ y LOREM IPSUM DOLOR SIT AMET DOLOR. Lorem ipsum dolor. AMET consetetur sadipscing elitr sed diam nonumy. Ill Manifesto tematico F200 a b c Ill Marchio combinato elemento grafico/aggiunta testuale colore in positivo (cfr. 2.3)

18 34 Il principio del layout Uso degli elementi grafici esistenti Manifesto personale: il bordo inferiore del primo sottotitolo si situa al medesimo livello del punto «ì» del «sì» del logo. Questo vale anche in presenza di una sola linea di sottotitolo. Riikka taurianen Consigliera nazionale Vota la lista 6 Ill Manifesto tematico F200 Esempi di applicazioni

19 Partito Sozialdemokratische Socialista Partei Svizzero der Schweiz Spitalgasse 34 Casella Postfach postale 3001 Bern 3001 Berna Telefono Te l e f a x Esempi di applicazioni Media e formati Esempi di applicazioni Media e formati 37 7 Esempi di applicazioni Media e formati 7.1 Supporti cartacei 7.2 Documenti amministrativi 7.3 Supporti pubblicitari 7.4 Inserzioni 7.5 Modelli Word 7.6 Applicazioni a schermo/internet In un colpo d occhio Alcune regole grafiche e tecniche di produzione sono valide solo per alcuni media. Queste regole, presentate qui di seguito, aiutano a scegliere i corretti modelli grafici. Stephan Rossini Vice Presidente 7.1 Supporti cartacei Per tutte le pubblicazioni prodotte direttamente si potrà usare una carta extra-blanc tra 80 e 400 g/m2, se possibile ecologica (label FSC). Svizzero Cancelleria Spitalgasse 34 Casella postale 3001 Berna T C F Svizzero 7.2 Documenti amministrativi I documenti amministrativi comprendono i biglietti da visita, la carta da lettera (prima pagina e pagine seguenti) come pure diverse buste (DIN C4, C5, C5/6 e B5) e un etichetta. Verranno usati dei prodotti grafici specifici. Per tutti questi formati, l aggiunta testuale «sì» del logo sarà realizzata con un vernis UV. Ciò permette di migliorare ulteriormente l immagine che si intende dare ai destinatari di questi prodotti. Se per delle ragioni tecniche non è possibile usare un vernis UV, l aggiunta testuale «sì» sarà stampata in nero. Ill Biglietto da visita, recto 85 x 55 mm Spitalgasse 34 Casella postale 3001 Berna Telefono Telefa x Nel blocco indirizzo di tutti i media, come pure per il nome del partito, si userà unicamente Nimbus Sans Novus, poiché in questo caso si tratta del mittente, non dell elemento verbale del marchio. Ill Biglietto da visita, verso 85 x 55 mm Ill Lettera prima pagina DIN A4 Abb Busta DIN C4 recto Svizzero Cancelleria Spitalgasse 34 Casella postale 3001 Berna Signora Petra Musterfrau Musterstrasse Musterort Ill Etichetta 150 x 105 mm Ill Lettera seconda pagina DIN A4 Ill Busta DIN C4 verso

20 38 Esempi di applicazioni Media e formati Supporti pubblicitari Per tutti i tipi di supporti pubblicitari sono già stati sviluppati dei modelli grafici. I loghi, i caratteri ed i modelli corrispondenti si trovano sul CD-ROM in allegato. Questi documenti possono anche essere scaricati dal sito Le illustrazioni seguenti presentano una paletta di esempi. Esempio F12: y = 400 pt (corpo del carattere del titolo) y 1 = 400 pt (interlinea titolo) ½ y = 200 pt (corpo del carattere del sottotitolo) c = ½ y 1,15 = 230 pt b = a = 400 pt (interlinea tra titolo e sottotitolo) y ½ y AMARE E LASCIARE AMARE. SÌ alla legge sulla parità dei sessi il 26 febbraio. a b c VIAGGIARE IN MODO INTELLIGENTE. SÌ all iniziativa ferroviaria il 14 giugno. riikka taurianen Per un futuro sicuro grazie a giuste possibilità di formazione Lista 2 Ill Manifesto F200 Ill Volantino tematico DIN A6 Ill Volantino personale DIN A6 colore y ½ y PER METODI TERAPEUTICI COLLAUDATI. Il 14 giugno. SÌ alla medicina complementare a b c TRENO PER TRENO VERSO L EUROPA Il 26 novembre SÌ alla collaborazione con l Europa dell Est. Svizzero 1 TITOLO Einleitungstext eugiam vel ut velendre core tet elis autpat prating ex ea aliquis modionsed dolor susto dolore facipit numsan ent acinis at doluptat nonsequissed doloreet nit volummy nim ad moloreet ad ea feui tate min ullam, conum delit il eui tat praesecte con utat, quipis endre dolore ex etumsandre feugait eum iliquipit aut exero odo dolenit dipit alit. Sottotitolo + evidenziato (rosso) Sottotitolo Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat, sectet, quam irilit vel ut laore doloboreet, vel inim velisit il ip eniamet augait la ad dolor in ut praessi scipit ad delis adio odit pratincin hendreet, commole nisissit wis atio odiam, sis adit ero od mincilismodo dolum dolor ad eum doloreet ullaor ilit il ulluptatie molobor senis adio con vero odo dolor si tionullaore ver sum doloreet la augiam non volore erostrud molenisl iureetumsan ex ex eriusto dignim volenim eum dionullan vel ulluptat, si. Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto: Evidenziato: Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat, sectet, quam irilit vel ut laore doloboreet, vel inim velisit il ip eniamet. Evidenziato: Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat, sectet, quam irilit vel ut laore doloboreet, vel inim velisit il ip eniamet. Evidenziato: Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat. Bildunterschrift Didascalia foto Bild: Foto: Urheber autore Unt ilis nim venim dionseniscil ullan hendiate erat. Ut nibh et nulput velenim iustissed magnissit nim nos nostion utpatie mod dolorem dit at lutat iure conulpu tpatuer inciliquisci tem quat. Voloreet amet in erostrud modit ullam velendre dip euisis alit ex exeraestrud enibh enis nosto conse con ullut nim iriure magna accum zzrit, veliquam, quat, vulputate dunt ipsum duis estin volortie faccum zzrit il in henismod del in veliquate delismo lobore vent prat praesto dit prating exerostrud dolorer cilisl ullum quam quat. Ut lamconulla accummy nos at lum velit ipisseniam nullaor ad delendigna facipisci tismod tet, quisim velese faccumsan henisis Spitalgasse 34 Casella postale Bern Telefono Telefax Impaginazione: tba Stampa: tba 2009 Sottotitolo Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat, sectet, quam irilit vel ut laore doloboreet, vel inim velisit il ip eniamet augait la ad dolor in ut praessi scipit ad delis adio odit pratincin hendreet, commole nisissit wis atio odiam, sis adit ero od mincilismodo dolum dolor ad eum doloreet ullaor ilit il ulluptatie molobor senis adio con vero odo dolor si tionullaore ver sum doloreet la augiam non volore erostrud molenisl iureetumsan ex ex eriusto dignim volenim eum dionullan vel ulluptat, si. Zwischentitel Sottotitolo + evidenziato + Auszeichnung (rosso) (rot) Tue corperos at lutpat dolortion et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat: Auszeichnung: Evidenziato: Tue Tue corperos at at lutpat dolortion et et lorper ipis ad molorperosto odipsum qui blandre tincill utpate tat in vulput la facidunt nulputpat, sectet, quam irilit vel ut laore doloboreet, vel inim velisit il ip eniamet. Dolor si tionullaore ver sum doloreet la augiam non volore erostrud molenisl iureetumsan ex ex eriusto dignim volenim eum dionullan vel ulluptat, si Ill Manifesto F12 Ill Prospetto DIN A5

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva

Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Carta Regionale dei Servizi Linee guida per l identità visiva Queste linee guida spiegano nel dettaglio con quali regole e modalità l identità visiva della Carta Regionale dei Servizi debba essere rigorosamente

Dettagli

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C

colori istituzionali PANTONE 185 C PANTONE 295 C PANTONE 185 C 2 Questo manuale presenta gli elementi del sistema di identità visiva di 50&PiùEnasco. Il presente documento è destinato agli utilizzatori al fine di riprodurre correttamente il simbolo di 50&PiùEnasco,

Dettagli

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del.

Territorio. Cultura. il Modello. il Modello. il Marketing. le referenze. le referenze. Sistema Territorio e Passaparola. del. marketing, comunicazione 1979-2004 25 ANNI DI COMUNICAZIONE PUbbLICA il Marketing Territorio del PAR TECIPAZIONE INNOV AZIONE S VILUPPO DEL TERRITORIO Sistema Territorio e Passaparola Il territorio è un

Dettagli

Introduzione al L A TEX

Introduzione al L A TEX Università di Udine Dipartimento di Matematica e Informatica Introduzione al L A TEX Gianluca Gorni 25 febbraio 2015 Il corso 2 Qui si insegna: a usare il L A TEX, un sistema professionale; ad apprezzare

Dettagli

Le figure della sicurezza nei cantieri edili.

Le figure della sicurezza nei cantieri edili. Ruoli, funzioni e responsabilità. Le figure della sicurezza nei cantieri edili. QUALI SONO I LORO COMPITI COSA DEVONO FARE A.S.L.E Premessa Questa pubblicazione è rivolta ai lavoratori e a tutti i soggetti

Dettagli

Ola 20. Design Fuoriserie.

Ola 20. Design Fuoriserie. Ola 20. Design Fuoriserie. Design Fuoriserie OLA 20. NUOVE RISPOSTE A NUOVE SFIDE Ola, un progetto che esprime la necessitá di cambiare lo spazio domestico / una nuova dimensione estetica / una nuova consapevolezza

Dettagli

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS.

Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Informazioni su CI/CD dei mezzi di comunicazione nel layout di RailAway FFS. Ultimo aggiornamento: dicembre 2014 Inhalt. 1 Indicazioni generali sul CI/CD delle FFS.... 2 1.1 Principi relativi all immagine

Dettagli

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO

MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO MANUALE DI CORRETTO UTILIZZO DEL MARCHIO BORMIO IL MARCHIO COLORI ISTITUZIONALI PANT. COOL GRAY 6 CVP CMYK: 0-0-0-31 RGB: 196-197-198 PANTONE 485 CVP CMYK: 0-95-100-0 RGB: 227-34-25 MARCHIO IN BIANCO/NERO

Dettagli

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas

MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas MANUALE D USO Linee guida per l uso dell identità visiva del marchio Italiangas Uso del Manuale Il nuovo Manuale fornisce ai vari settori le indicazioni riguardanti le applicazioni per un uso corretto

Dettagli

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro)

Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Come realizzare una buona presentazione (traduzione libera a cura della redazione di EpiCentro) Quando si realizzano dei documenti visivi per illustrare dati e informazioni chiave, bisogna sforzarsi di

Dettagli

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico

Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Come scrivere (correttamente) una tesina per l Esame di Stato sotto il profilo tipografico Mauro Sacchetto 1 Premessa In via preliminare, sottolineiamo che non è affatto necessario presentare una tesina

Dettagli

Impiego Appropriato dei font

Impiego Appropriato dei font Impiego Appropriato dei font Quando si vuol comunicare applicando i principi della grafica bisogna prestare attenzione a un considerevole numero di particolari. Se si individuano i dettegli giusti s ottiene,

Dettagli

Guida sull utilizzo del logo

Guida sull utilizzo del logo Centro di Servizio per il Volontariato della provincia di Vicenza http://www.csv-vicenza.org 2011 Perché questa Guida? La Guida fornisce indicazioni sull utilizzo del logo del CSV di Vicenza al fine di

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PUBBLICAZIONE INFORMATIVA NO PROFIT APRILE 2011 INDICE INDICE... 2 DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ...

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu

IL NUOVO VOLTO DELL EURO. Scopri la nuova banconota da 10. www.nuove-banconote-euro.eu www.euro.ecb.europa.eu IL NUOVO VOLTO DELL EURO Scopri la nuova banconota da 10 www.euro.ecb.europa.eu LA SERIE EUROPA : CARATTERISTICHE DI SICUREZZA Facili da controllare e difficili da falsificare Le nuove banconote da 5 e

Dettagli

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic

Famiglie di font. roman ( normale ) corsivo o italic grassetto o bold grassetto corsivo o bold italic Famiglie di font Nella maggior parte dei casi, un font appartiene a una famiglia I font della stessa famiglia hanno lo stesso stile grafico, ma presentano varianti Le varianti più comuni sono: roman (

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute

Ergonomia in uffi cio. Per il bene della vostra salute Ergonomia in uffi cio Per il bene della vostra salute Ogni persona è unica, anche per quanto riguarda la struttura corporea. Una postazione di lavoro organizzata in modo ergonomico si adatta a questa individualità.

Dettagli

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA

CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA CREARE DELIZIOSE BEVANDE CALDE A SUO GUSTO FERRARA COME DEFINISCE LA QUALITÀ DI UNA BEVANDA CALDA? Esigenze per la macchina da caffè del futuro. Il piacere di una deliziosa bevanda aggiunge qualità in

Dettagli

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL

8. L'USO DEL PROGRAMMA DI POSTA ELETTRONICA INSIEME ALLA GESTIONE PROFESSIONALE DI DOCUMENTI IN FORMATO E-MAIL This project funded by Leonardo da Vinci has been carried out with the support of the European Community. The content of this project does not necessarily reflect the position of the European Community

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale?

Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Ludovica Scarpa Che cos è la competenza sociale? Come l intelligenza e l empatia, e un poco come tutte le caratteristiche che contraddistinguono gli esseri umani, anche la competenza sociale non è facile

Dettagli

Come è fatto un giornale?

Come è fatto un giornale? Come è fatto un giornale? 1. Com'è fatto un giornale? 2. Per iniziare o la testata è il titolo del giornale. o le manchette (manichette) sono dei box pubblicitari che le stanno al lato 3. La prima pagina

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte

Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte Lo spreco alimentare: cause, impatti e proposte LA VISIONE DEL BARILLA CENTER FOR FOOD & NUTRITION Il Il Barilla Center for Food & Nutrition (BCFN) è un centro di di analisi e proposte dall approccio multidisciplinare

Dettagli

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT

SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT SCHEDA TECNICA PRODOTTO PROMOZIONE NO PROFIT LUGLIO 2012 INDICE DOCUMENTI CITATI... 3 1 CARATTERISTICHE GENERALI... 3 1.1 OBIETTIVI DI QUALITÀ... 3 1.2 PREREQUISITI DI AMMISSIBILITÀ... 3 1.3 REGIMI TARIFFARI...

Dettagli

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI

STANDARD DI COMPOSIZIONE INDIRIZZI STANDARD DI COMPOZIONE INDIRIZZI EDIZIONE APRILE 2009 La corretta scrittura dell indirizzo da apporre sugli oggetti postali contribuisce a garantire un recapito rapido e sicuro. Per le aziende l indirizzo

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P

PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P Modello di patente di guida utilizzato dal 19 gennaio 2013 (Mod. 720 P) PATENTE DI GUIDA ITALIA DESCRIZIONE MODELLO 720 P Decreto legislativo 18 aprile 2011, n. 59, con cui sono state recepite, le direttive

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità.

Scegli il Totem. La forza di Tòco sta nella continuità. Studio Le tue aspettative, il nostro Totem. Nella tradizione indigena il tucano rappresenta la guida per la comunicazione tra la realtà ed il mondo dei sogni. Per Tòco è il simbolo della comunicazione

Dettagli

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte)

Bambini vecchiette signori e signore venite a giocare con tutti i colori (2 volte) La canzone dei colori Rosso rosso il cane che salta il fosso giallo giallo il gallo che va a cavallo blu blu la barca che va su e giù blu blu la barca che va su e giù Arancio arancio il grosso cappello

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

Regole semplici per creare una buona presentazione

Regole semplici per creare una buona presentazione Regole semplici per creare una buona presentazione di Maria Rosa Mazzola Alla cl@sse 2.0 G.B. Piranesi Roma A.S. 2011-12 Le presentazioni offrono la possibilità di organizzare in modo sintetico i dati

Dettagli

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum

Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum Le regole essenziali per raccogliere le firme per i referendum La prima operazione da fare, una volta ricevuti i moduli per la raccolta, è quella della Vidimazione. La vidimazione. Viene effettuata dal

Dettagli

Altre opzioni Optralmage

Altre opzioni Optralmage di Personalizzazione delle impostazioni............ 2 Impostazione manuale delle informazioni sul fax......... 5 Creazione di destinazioni fax permanenti................ 7 Modifica delle impostazioni di

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità :

Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : Il campionato Catania nail design2014 unghie è suddiviso in specialità : 1. Stiletto in gel ed in acrilico ; 2. Scultura/ Tip pink & white in Gel/acrilico Principianti ; 3. Scultura/ Tip pink & white in

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA

SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA AT SISTEMA AT CHIUSURE DI SICUREZZA CON SERRATURA A DOPPIA MAPPA 1 SISTEMA AT. L ULTIMO ORIZZONTE DELLA SICUREZZA. La sicurezza di sentirsi a casa. La sicurezza di ritrovare i propri spazi lasciandosi

Dettagli

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi

milieu sul luogo professionnel: Qualche suggerimento per i colleghi Problèmes Problemi con d alcool l alcol en milieu sul luogo professionnel: di lavoro Qualche suggerimento per i colleghi Edizione: Dipendenze Svizzera, 2011 Grafica: raschle & kranz, Berna Stampa: Jost

Dettagli

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT

Conferencing Services. Web Meeting. Quick Start Guide V4_IT Web Meeting Quick Start Guide V4_IT Indice 1 INFORMAZIONI SUL PRODOTTO... 3 1.1 CONSIDERAZIONI GENERALI... 3 1.2 SISTEMI OPERATIVI SUPPORTATI E LINGUE... 3 1.3 CARATTERISTICHE... 3 2 PRENOTARE UNA CONFERENZA...

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale

La par condicio. Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale La par condicio Sintesi dei principali adempimenti per l emittenza radiotelevisiva locale Par condicio fonti normative Legge 515/93 (Disciplina delle campagne elettorali per l elezione alla Camera dei

Dettagli

Regolamento tecnico interno

Regolamento tecnico interno Regolamento tecnico interno CAPO I Strumenti informatici e ambito legale Articolo 1. (Strumenti) 1. Ai sensi dell articolo 2, comma 5 e dell articolo 6, comma 1, l associazione si dota di una piattaforma

Dettagli

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613

CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 CENTRALINA ELETTRONICA FAR Art. 9600-9612 - 9613 MANUALE D ISTRUZIONE SEMPLIFICATO La centralina elettronica FAR art. 9600-9612-9613 è adatta all utilizzo su impianti di riscaldamento dotati di valvola

Dettagli

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici

Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici RISCALDATORI DI ACQUA IBRIDI LOGITEX LX AC, LX AC/M, LX AC/M+K Gamma di modelli invenzione brevettata Riscaldamento dell acqua con pannelli fotovoltaici Catalogo dei prodotti Riscaldatore dell acqua Logitex

Dettagli

INCROCI CON ROTATORIA

INCROCI CON ROTATORIA Infrastrutture Give Cycling a Push INFRASTRUTTURE / INCROCI E ATTRAVERSAMENTI INCROCI CON ROTATORIA Visione d insieme Le rotatorie semplici a una sola corsia costituiscono il tipo di incrocio più sicuro

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Alimentatore tuttofare da 10 A

Alimentatore tuttofare da 10 A IK0RKS - Francesco Silvi, v. Col di Lana, 88 00043 - Ciampino (RM) E_Mail : francescosilvi@libero.it Alimentatore tuttofare da 10 A E questa la costruzione di un alimentatore portatile che accompagna i

Dettagli

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014

UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE UNO SCATTO DI DIGNITA ed. 2014 Progetto Donna & Artigianato REGOLAMENTO ART. 1 OBIETTIVO DEL CONCORSO La Commissione Pari Opportunità della Regione Abruzzo, in collaborazione

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1)

Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) 1) 1.6.1.1 Legge sulla protezione dei dati personali (LPDP) (del 9 marzo 1987) IL GRAN CONSIGLIO DELLA REPUBBLICA E CANTONE TICINO visto il messaggio 2 ottobre 1985 n. 2975 del Consiglio di Stato, decreta:

Dettagli

Guida alla scansione su FTP

Guida alla scansione su FTP Guida alla scansione su FTP Per ottenere informazioni di base sulla rete e sulle funzionalità di rete avanzate della macchina Brother, consultare la uu Guida dell'utente in rete. Per ottenere informazioni

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori

10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori L ergonomia al microscopio 10 consigli per la salute e il benessere degli addetti ai lavori 1 Regolare correttamente l altezza della sedia. Per lavorare in maniera confortevole è importante adattare gli

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera

Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera Legge federale su l acquisto e la perdita della cittadinanza svizzera (Legge sulla cittadinanza, LCit) 1 141.0 del 29 settembre 1952 (Stato 1 gennaio 2013) L Assemblea federale della Confederazione Svizzera,

Dettagli

Sistemi di audioconferenza Televic

Sistemi di audioconferenza Televic Sistemi di audioconferenza Televic conference Soluzioni di audioconferenza Televic: Consigli di Amministrazione Sale Congressi Sale Conferenza Sale Consiliari Comunali, Provinciali e Regionali Parlamenti

Dettagli

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain

HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Communiqué de presse Octobre 2013 HI- MACS vous presente son nouveau mobilier contemporain Minimal e asimmetrici, due tavoli firmati Mjiila in HI-MACS Il design, è l arte di progettare degli oggetti per

Dettagli

Il canale protettivo del Kundalini Yoga

Il canale protettivo del Kundalini Yoga Il canale protettivo del Kundalini Yoga PER COMINCIARE E consigliabile avere un ora ed un luogo determinati dedicati allo yoga. Tempo e spazio sono le coordinate della relatività della nostra esistenza

Dettagli

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto

Lucca. Project contest 2015. Premio Giovanni Martinelli. XI concorso nazionale per nuovi autori di fumetto art.1 Per favorire l inserimento di nuovi talenti nel panorama editoriale italiano, comics & Games, in collaborazione con edizioni BD, organizza il contest Premio Giovanni Martinelli, concorso per progetti

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS

www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS www.sms2biz.it Soluzioni professionali per la gestione e l invio di SMS Introduzione La nostra soluzione sms2biz.it, Vi mette a disposizione un ambiente web per una gestione professionale dell invio di

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE

LA MISURAZIONE DEL CARATTERE TPO PROGETTAZIONE UD 03 GESTIONE DEL CARATTERE IL TIPOMETRO LA MISURAZIONE DEL CARATTERE A.F. 2011/2012 MASSIMO FRANCESCHINI - SILVIA CAVARZERE 1 IL TIPOMETRO: PARTI FONDAMENTALI Il tipometro è uno strumento

Dettagli

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi

Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Software per la gestione di palestre, centri benessere e sportivi Applicazione gestionale progettata per gestire tutti gli aspetti di palestre, centri sportivi e centri benessere Sicuro Personalizzabile

Dettagli

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi

Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Manuale di Gestione del Protocollo, dei documenti e degli archivi Il presente manuale è adottato ai sensi dell art. 3, primo comma, lettera c) del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 31 ottobre

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

L IMMAGINE CHE NON C ERA

L IMMAGINE CHE NON C ERA L IMMAGINE CHE NON C ERA SEZIONE SCIENTIFICA DEL CONCORSO LA PAGINA CHE NON C ERA BANDO DELLA II EDIZIONE Se è vero che un'immagine può essere più esplicativa di tante parole, allora perché non provare

Dettagli

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook

la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond EBOOK la Guida completa per aumentare il numero di Mi piace su Facebook wishpond.it indice Capitolo 1 Metodo #1 per aumentare i Mi piace su Facebook: Concorsi 5 Capitolo 5 Metodo #5 per aumentare

Dettagli

LA POSTA ELETTRONICA

LA POSTA ELETTRONICA LA POSTA ELETTRONICA Nella vita ordinaria ci sono due modi principali di gestire la propria corrispondenza o tramite un fermo posta, creandosi una propria casella postale presso l ufficio P:T., oppure

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale

Edizione Agosto 2006. Il grande cerchio per una protezione naturale Edizione Agosto 2006 Il grande cerchio per una protezione naturale FERRONDO -Innovazione astuto dinamico di valore Con un unico profilo FERRONDO GRANDE combina protezione dai rumori e Design. La sua forma

Dettagli

IL RIMARIO IL RICALCO

IL RIMARIO IL RICALCO Preparare un rimario: IL RIMARIO - gli alunni, a coppie o singolarmente, scrivono su un foglio alcune parole con una determinata rima; - singolarmente, scelgono uno dei fogli preparati e compongono nonsense

Dettagli

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea

Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Assessorato regionale dell'agricoltura, dello sviluppo rurale e della pesca mediterranea Dipartimento della pesca mediterranea Ufficio del Responsabile Unico della Regione Sicilia per il Cluster Bio-Mediterraneo

Dettagli

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO

RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO Mod. NAM FATT-PA Rev.7.0 RICHIESTA ATTIVAZIONE SERVIZIO FATT-PA NAMIRIAL DEL CLIENTE OPERATORE ECONOMICO PREMESSE La presente Richiesta di attivazione del Servizio sottoscritta dal, Operatore Economico

Dettagli

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela

Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Manuale d uso per la raccolta: Monitoraggio del servizio di Maggior Tutela Pagina 1 di 9 Indice generale 1 Accesso alla raccolta... 3 2 Il pannello di controllo della raccolta e attivazione delle maschere...

Dettagli

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo

Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0. Sottotitolo Guida Titolo firma con certificato remoto DiKe 5.4.0 Sottotitolo Pagina 2 di 14 Un doppio clic sull icona per avviare il programma. DiKe Pagina 3 di 14 Questa è la pagina principale del programma DiKe,

Dettagli

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi.

Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Come utilizzare il contatore elettronico monofase. E scoprirne tutti i vantaggi. Indice Il contatore elettronico. Un sistema intelligente che vive con te 2 Un contatore che fa anche bella figura 3 Oltre

Dettagli

Grazie al calore, le quattro mura si trasformano in un luogo di. comfort e di sogni. Le stanze da bagno oggi, sono sempre più un`area di Wellness.

Grazie al calore, le quattro mura si trasformano in un luogo di. comfort e di sogni. Le stanze da bagno oggi, sono sempre più un`area di Wellness. I radiatori da bagno della Systec Therm sono molto più di un semplice distributore di calore. Il design moderno e individuale, come anche la lavorazione accurata, caratterizzano qualsiasi bagno. Radiatori

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design

Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Fatti trovare... Fatti preferire! Web Site» E-Commerce» Social Media» Web Marketing» Photo» Video» Graphic design Come si trovano oggi i clienti? Così! ristorante pizzeria sul mare bel Perchè è importante

Dettagli

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI

L AUTORIZZAZIONE VA COMPILATA IN TUTTE LE SUE PARTI Marca da Bollo 16,00 Al Sig. Presidente della Provincia di Pavia Ufficio concessioni pubblicitarie Piazza Italia, 2 27100 Pavia AUTORIZZAZIONE OGGETTO: Richiesta di autorizzazione per il posizionamento

Dettagli

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series

1 Stampanti HP Deskjet 6500 series 1 Stampanti HP Deskjet 6500 series Per trovare la risposta a una domanda, fare clic su uno dei seguenti argomenti: HP Deskjet 6540-50 series Avvisi Funzioni speciali Introduzione Collegamento alla stampante

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com

TIP-ON per ante. Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata. www.blum.com TIP-ON per ante Apertura confortevole con regolazione della fuga dell anta integrata www.blum.com Apertura agevole al tocco Con TIP-ON, il supporto per l'apertura meccanico di Blum, i frontali senza maniglia

Dettagli

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA

ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni DOMANDA DI CARTA DELL AZIENDA ALLA CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA di DATI DELL AZIENDA Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa

REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa REGOLAMENTO OPERAZIONE A PREMIO Rif. n. 14/080 Dixan ti regala 10euro per la tua spesa Promosso da HENKEL ITALIA S.r.l. Divisione Detergenza Soggetto Promotore HENKEL ITALIA S.r.l. Divisione detergenza

Dettagli

INFORMATIVA SUI COOKIE

INFORMATIVA SUI COOKIE INFORMATIVA SUI COOKIE I Cookie sono costituiti da porzioni di codice installate all'interno del browser che assistono il Titolare nell erogazione del servizio in base alle finalità descritte. Alcune delle

Dettagli