CATALOGO DUEMILATREDICI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CATALOGO DUEMILATREDICI"

Transcript

1 CATALOGO DUEMILATREDICI

2 Ciò che siamo si deve all impegno, alla competenza e alla passione di tante persone che lavorano per raggiungere un comune obiettivo: fare di ILSA un azienda solida e credibile. È il frutto di continua ricerca, di costante innovazione di processo e di prodotto, del rispetto, della cura e dell attenzione verso i clienti. La nostra solidità, la nostra credibilità e la nostra volontà di miglioramento continuo ci consentono di competere in tutto il mondo e di offrire ai nostri clienti reali possibilità di crescita economica e professionale.

3

4 SHOULD I STAY CLASH MI bioilsa ilsafert ilsatop ilsatec ilsa Agro n Azoka pag. 38 n gradual 25 fe pag. 33 n professional npk pag. 87 n Azoslow pag. 39 n gradualfos pag. 44 n progress micro pag. 35 n Azotil pag. 40 n grano plus pag. 45 n sferosol** pag. 77 Prodotti n Basic pag. 24 n Calciocianamide* pag. 76 n Cerealmax plus micro pag. 54 n granosano EVO pag. 34 n ILSAC-ON**** pag. 78 n ilsacrop pag. 61 n siliforce*** pag. 79 n specialist ks micro pag. 48 n splinter new pag. 80 n class fe g-form pag. 55 n ilsactive enne pag. 62 n supercompless pag. 49 n elenne micro OLIVO pag. 41 n ilsactive finale pag. 63 n teknifert micro pag. 50 n ennekappa pag. 25 n ilsactive START pag. 64 n tio FERTIL pag. 30 n ennepi EVO pag. 42 n ilsadrip ferro pag. 65 n etixamin pag. 56 n ilsadrip forte pag. 66 n etixamin df pag. 57 n ilsamin boro pag. 67 n 777 EXPORT pag. 26 n ilsamin calcio pag. 68 n 10 export pag. 27 n ilsamin camg pag. 69 n fertil pag. 28 n ilsamin mmz pag. 71 n fertil supernova pag. 29 n ilsamin MULTI pag. 70 n fertorganico pag. 31 n ilsamin n90 BIOS. pag. 81 n fertorg. supernova pag. 32 n ilsaneem **** pag. 82 n fitocell pag. 58 n ilsavega pag. 72 n frutteto ks pag. 43 n MP 30 pag. 46 n glucos k**** pag. 59 n nonsolograno pag. 47 n glucos p**** pag. 60 n professional n pag. 86 * Calciocianamide: MARCHIo REGISTRATo AlzChem Trostberg GmbH. ** Sferosol: marchio registrato esseco srl. *** Siliforce: marchio registrato Agro-solutions B.V. **** Prodotti di origine vegetale

5 indice 5O anni di ILSA pag. 4-8 Rete commerciale ILSA pag. 9 Siti web: Newsletter: Buono a Sapersi Tecnica e Commerciale pag I concimi organici sono tutti uguali? pag Processi produttivi ILSA pag Legenda Icone pag. 20 BIOILSA Fertilizzanti organici ed organo minerali utilizzabili in Agricoltura Biologica. ILSAFERT Concimi organo minerali a basso impatto ambientale. ILSATOP Fertilizzanti liquidi e idrosolubili per fertirrigazione e applicazione fogliare. ILSATEC Fertilizzanti avanzati per colture ad elevato valore aggiunto. ILSA AGRO Fertilizzanti organici ed organo minerali professionali per la nutrizione e la cura del tappeto erboso. pag pag pag pag pag Caratteri distintivi ILSA pag. 91

6 L azienda nasce nel L intuizione del suo fondatore fu quella di riconoscere nel collagene presente nelle pelli una risorsa da utilizzare per ottenere concimi organici azotati. E una delle aziende più longeve del settore e la lunga storia dimostra che Ilsa è sempre stata capace di stare nel mercato con i propri prodotti e di rispondere con l innovazione alle richieste di un agricoltura sempre più esigente e specializzata... Già dal 1972 diviene il più importante produttore Italiano di concimi organici. Grazie all acquisizione di ICO SPA e Valcoa SPA, consolida il suo primato tra i produttori italiani di concimi organici. E di questo periodo il lancio sul mercato del suo prodotto più famoso, il Fertorganico, ancora oggi in produzione... Nel 1979 il trasferimento ad Arzignano in provincia di Vicenza dove è presente uno dei distretti DELLA PELLE più importanti DEL MONDO. Più vicini alla materia prima che è alla base della matrice di Ilsa significa maggiore capacità produttiva, maggiore possibilità di selezione della materia prima, più efficienza logistica, minori costi di trasporto, il tutto in linea con la filosofia dell azienda che vuole formulare prodotti di grande qualità ed efficacia ma sempre tenendo ben presenti le esigenze di bilancio degli agricoltori... 4

7 Nel 1976 la scelta strategica di dare grande importanza alla ricerca La prima collaborazione si consolida con la facoltà di agraria dell Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza e getta le basi di tutta l evoluzione successiva della ricerca Ilsa. Nel tempo la collaborazione si è estesa coinvolgendo moltissime Università e Istituti di ricerca in Italia e all estero, favorendo il miglioramento costante dei processi produttivi e la creazione di nuovi prodotti di grande efficacia... Nel 1993 viene attivato l impianto di idrolisi enzimatica L impianto utilizzato per la produzione di fertilizzanti liquidi stabilisce di fatto l entrata dell azienda in questo mercato. Conferma la vocazione dell azienda all innovazione alla qualità e l attenzione all ambiente. L impianto infatti sfrutta l attività degli enzimi che reagiscono con le molecole complesse che costituiscono la pelle trasformandola in molecole più semplici i cui composti nutritivi per i terreni risultano immediatamente disponibili e particolarmente graditi. Da qui lo sviluppo di prodotti per la nutrizione organica liquida fogliare, di bio-stimolanti e induttori di resistenza che favoriscono la capacità di reazione interna delle piante, aumentano la loro efficienza di assorbimento e le rafforzano per rispondere a situazioni di stress causate ad esempio da siccità, freddo o malattie. In particolare l attività di ricerca in questo ambito si è data l obiettivo di realizzare prodotti in grado di fertilizzare in fase di irrigazione utilizzando limitate quantità d acqua affrontando così il problema della crescente scarsità idrica... Nel 2001 viene inaugurato lo stabilimento di Ilsa Mediterraneo Spa L impianto produttivo situato a Molfetta, in provincia di Bari, è la via scelta dall azienda per servire meglio tutta l area del Sud Italia, e per rispondere alle crescenti richieste dei propri prodotti dai paesi del bacino Mediterraneo... 5

8 Dal 2003 le certificazioni di qualità confermano con i fatti la filosofia operativa Lo sviluppo aziendale è sempre stato accompagnato da un forte senso di responsabilità sociale; la protezione dell ambiente, la sicurezza del lavoro, dei prodotti e la trasparenza verso il mondo esterno, sono da sempre considerate priorità aziendali. Nel 2003 l azienda ha conseguito la Certificazione di qualità (UNI EN ISO 9001:2008). Dal 2004 aderisce al programma mondiale per l ambiente, la sicurezza e la salute, denominato Responsible Care e promosso in Italia da Federchimica. Nel 2006 ha ottenuto la certificazione ambientale (UNI EN ISO 14001), implementando così il sistema di gestione integrato qualità-ambiente. Nel 2010 ha conseguito l innovativa certificazione del sistema di gestione dell Energia (UNI EN iso 50001:2011). Nel 2011 l azienda ha adottato un sistema di gestione della sicurezza secondo le linee guida UNI INAIL Lavoro Sicuro. Tutto ciò significa effettuare in modo sistematico e continuo attività di pianificazione, attuazione, controllo e riesame di ogni procedura aziendale sia essa tecnica o puramente organizzativa al fine di individuare sempre aree di miglioramento. A questo si aggiunga che dal 1988 Ilsa aderisce all istituto per il controllo e la garanzia della Qualità dei Fertilizzanti (ICQF) che certifica la corrispondenza dei prodotti all etichetta e alle normative di legge eseguendo prove campione sui prodotti commercializzati. 6

9 Ilsa ha suddiviso la ricerca in sei grandi temi 1. L azoto può essere dilavabile o disperdibile nell ambiente per gasificazione. Le attività di Ilsa quindi si concentrano sulla realizzazione di prodotti che garantiscano un maggior grado di resistenza a questi fenomeni e un rilascio modulato nel tempo. Azoslow e Azotil sono stati i primi risultati concreti di questa area. 2. La nutrizione organica liquida-fogliare dove il perfezionamento dei processi e l ampliamento della gamma di materie prime sono i due fronti principali nella ricerca di prodotti organici evoluti in grado di nutrire la pianta attraverso le foglie. 3. I biostimolanti mirano al miglioramento della reazione interna delle piante, aumentando la loro efficienza di assorbimento e rafforzandole in situazioni di stress. IlsaC-On è stato il primo concreto risultato di quest area. 4. La nutrizione organica e la fertirrigazione con l obiettivo di fertilizzare in fase di irrigazione utilizzando limitate quantità d acqua, ottimizzando al meglio le potenzialità dei prodotti organici e dando sempre pieno sostegno alla pianta. 5. Molte sono le aziende terze che chiedono ad ILSA di commercializzare i propri prodotti, per farlo ILSA li sottopone alle vie di validazione così come tutti i suoi prodotti. 6. I progetti speciali dove si collocano ricerche tra loro autonome e potenzialmente strategiche per lo sviluppo futuro dell azienda che riguardano anche altri settori industriali oltre all agricoltura come il tessile, la cosmesi, la zootecnia e la concia. Nel 2005 viene inaugurato il Centro Ricerche Aziendale Oltre 30 anni di collaborazioni a stretto contatto con i più importanti istituti di ricerca, sfociano nella creazione del centro ricerche aziendale dotato di camere di crescita e delle più moderne attrezzature che ribadiscono, se ancora ce ne fosse la necessità, quanto l azienda creda nella possibilità di innovare sia nell agricoltura tradizionale che in quella biologica. All interno di questa moderna struttura i nuovi prodotti liquidi e solidi vengono realizzati, caratterizzati chimicamente e valutati agronomicamente. Per i prodotti solidi si passa dalla verifica in laboratorio delle curve di mineralizzazione dell azoto all analisi quantitativa e qualitativa delle comunità batteriche. Si svolgono inoltre test agronomici approfonditi dei prodotti sia in serra (microcosmo) che in pieno campo presso le aziende agricole sperimentali. Per i liquidi si passa dall analisi in camera climatica alla valutazione delle biomasse, dei parametri morfometrici e della clorofilla per arrivare infine ai test agronomici in serra e in pieno campo. La messa a punto di un nuovo prodotto richiede mediamente 3 anni. Il laboratorio viene sfruttato anche per la validazione quotidiana di tutta la produzione dell azienda che deve garantire ai propri clienti standard di qualità assoluti, oltre che per le attività di ricerca. Questa vocazione dell azienda è stata riconosciuta anche nei fatti dalle istituzioni italiane ed europee che hanno ritenuto di finanziare parte di alcuni dei progetti di ricerca più interessanti. I risultati della ricerca non si sono tradotti solo in attività commerciali ma anche in diverse pubblicazioni scientifiche che ci permettono di dire che oggi ILSA è tra le organizzazioni che contribuiscono a conoscere meglio l ambiente in cui viviamo. nel cuore dei prodotti di Ilsa c è la ricerca! 7

10 L inserimento in legge della Gelatina idrolizzata PER uso agricolo È una data importante quella del 16/03/2007 che vede l inserimento nella Gazzetta Ufficiale della Gelatina idrolizzata per uso agricolo. Questa gelatina, denominata AGROGEL, è il risultato di una lavorazione che oggi solo Ilsa è in grado di realizzare e il riconoscimento del prodotto con l inserimento in legge ne sancisce la diversità rispetto alle matrici più tradizionali e conosciute. E la prova concreta della tensione dell azienda verso il continuo miglioramento dei processi e l innovazione al fine di realizzare prodotti sempre più efficienti e vicini alle reali esigenze di un agricoltura sempre più esigente e specializzata. Fully Controlled Hydrolysis Nel 2009 attivato in Brasile lo stabilimento ILSA BRASIL Nel Rio Grande Do Sul, un area con una forte vocazione agricola ma soprattutto nel polo conciario più importante del Brasile è stato avviato il nuovo stabilimento di Ilsa. Una scelta strategica importante che risolve pienamente la necessità di materia prima per la produzione dei fertilizzanti Ilsa. La decrescente disponibilità di materia prima in Italia, a causa della contrazione del settore della pelle, ha rischiato di pesare fortemente sull attività commerciale dell azienda con il rischio di non riuscire a soddisfare la domanda crescente di prodotto generata da oltre cinquant anni di lavoro non solo produttivo, ma di continua ricerca, innovazione, diffusione della conoscenza, che hanno contribuito alla costruzione di una fortissima credibilità e al valore di marca.

11 impianti produttivi ilsa ILSA brasil portao rgs ILSA arzignano ILSA MOLFETTA 9

12 Sito Web ILSA L obiettivo che l azienda si prefigge con il sito è quello di farne lo strumento d eccellenza per chiunque desideri avere informazioni relative ai prodotti, alle campagne commerciali, ai progetti di ricerca e ogni altra iniziativa di ILSA Spa. Un mezzo attraverso cui diffondere la conoscenza dei valori e della filosofia aziendale e allo stesso tempo un modo efficace per informare e comunicare bene con tutte le possibili categorie di interlocutori siano essi rivenditori, agricoltori, agronomi, ricercatori o semplicemente degli appassionati. Il sito è stato realizzato in ambiente multilingua per favorire lo sviluppo delle attività commerciali all estero ed è fruibile liberamente da qualsiasi navigatore salvo richiedere la registrazione a fronte della volontà di accedere a documenti di particolare interesse tecnico scientifico. è costruito in modo da consentire di arrivare ai prodotti secondo strade diverse. Un agricoltore che non conosce le nostre linee di prodotti e ancor meno quindi i nomi commerciali degli stessi potrà individuarli precisamente indicando solo la coltura di suo interesse. Allo stesso tempo è possibile utilizzare più filtri di selezione, ad esempio solo i prodotti previsti in biologico oppure solo i solidi o solo i pellettati oppure solo quelli con una certa di elementi nutritivi. 10

13 Una volta arrivati sul prodotto si hanno a disposizione tutte le informazioni esistenti in azienda sullo stesso come schede tecniche, schede di analisi, schede di sicurezza, schede di concimazione, dossier, depliant, rassegna stampa, ecc. Lo stesso dicasi per le colture di proprio interesse per le quali si dispone di tutte le informazioni agganciate come i prodotti specifici, le schede di concimazione, i dossier, gli studi, le prove sperimentali, la rassegna stampa, ecc. L area redazionale è suddivisa per temi: news, dossiers, relazioni, ricerche, rassegna stampa. Ogni documento può essere legato agli specifici prodotti o colture di cui parla in modo da averne una raccolta omogenea e perfettamente fruibile. Registrati sul sito per accedere a documenti di particolare interesse agronomico, tecnico e scientifico. 11

14 Siti web Agrogel e Gelamin Agrogel e Gelamin sono le nostre matrici organiche, completamente naturali, solida e fluida, di esclusiva produzione ILSA. Rappresentano il componente base di quasi tutta la produzione di ILSA e proprio per la loro importanza abbiamo deciso di creare due siti di approfondimento. Su e si possono conoscere in profondità le caratteristiche uniche e distintive delle due matrici, e accedere a documentazione di particolare rilevanza tecnica. 12

15 Buono a Sapersi Buono a Sapersi Tecnica è l appuntamento periodico di informazione sulla nutrizione delle piante, con anticipazioni, aggiornamenti e formazione tecnica. Buono a Sapersi Commerciale è l appuntamento periodico di informazione commerciale di Ilsa. Sono due newsletter gratuite, riservate a chi è interessato alle dinamiche commerciali generali e del mondo dell agricoltura. Riservate agli amici di Ilsa ma anche a chi, curioso o interessato, voglia scoprire su cosa si basa l attività di un azienda che da 50 anni lavora per migliorare la salute delle colture e la loro resa. Desideriamo dare in maniera leggera con una facile e veloce lettura (mettiamo anche il tempo di lettura), informazioni tecniche e commerciali anche molto approfondite. Pensiamo che la scienza sia stata determinante nella nostra storia e riteniamo che diffondere e condividere le conoscenze possa essere l unico sistema per continuare a crescere. L augurio è che le newsletter Buono a Sapersi possano generare un proficuo scambio di opinioni per una agricoltura capace di vincere le sfide commerciali e della sostenibilità ambientale e in grado di corrispondere alle necessità di questa e delle future generazioni. Basta iscriversi al sito per riceverle. 13

16 I CONCIMI ORGANICI SONO TUTTI UGUALI? Dal Cuoio Torrefatto alla Gelatina per uso Agricolo I concimi organici derivati dalla lavorazione della pelle sono conosciuti da quasi un secolo e da alcuni decenni rappresentano i concimi organici azotati più presenti sul mercato nazionale. Questi concimi si ottengono attraverso un trattamento termico del collagene contenuto nelle pelli provenienti dall industria conciaria e calzaturiera. La vigente normativa che disciplina la produzione e il commercio dei fertilizzanti (Decreto legislativo n. 75 del 29 aprile 2010) individua sei tipi di concimi organici azotati derivanti da questa materia prima: Cuoio torrefatto Cuoiattolo Pelli e Crini Epitelio animale idrolizzato (in legge dal 1989); Cuoio e pelli idrolizzati (in legge dal 1997); Gelatina idrolizzata per uso agricolo (in legge dal 2007): E intuitivo che pur provenendo dalla stessa matrice tutti questi prodotti hanno caratteristiche intrinseche ed efficienza applicativa completamente differenti. La pelle è costituita dal collagene, una proteina particolarmente complessa e resistente alla degradazione microbica. Questa tipologia di scleroproteine si trasforma in azoto disponibile per le piante solo se sottoposta ad un processo che ne demolisca la struttura ed è per questo indispensabile un trattamento termico. In questo modo il collagene, alterato nella sua struttura chimica, si rende attaccabile e gradito agli enzimi e ai microrganismi del terreno e diviene efficace nel cedere azoto organico assimilabile dalle radici delle piante. L efficacia del prodotto è fortemente influenzata anche dal tipo di trattamento applicato nel processo produttivo. Oggi nel mondo vi sono cinque impianti produttivi, di cui tre in Italia, che trasformano le pelli in concimi applicando tecnologie e processi industriali differenti con il risultato che i prodotti ottenuti hanno caratteristiche chimiche diverse e, soprattutto, non hanno la stessa efficacia agronomica. La tabella che segue sintetizza l evoluzione del processo produttivo nel tempo e indica quali tecnologie industriali, sono ancora in uso presso le diverse aziende. Essa consente di comprendere che, anche se ottenuti trasformando la stessa materia prima, NON TUTTI I concimi ORGANICI SONO UGUALI. 14

17 evoluzione dei processi caratteristiche chimiche ed efficacia agronomica anni 30 essiccamento Essiccamento diretto delle pelli con fiamma a 400 da cui il termine Cuoio Torrefatto 1 impianto in funzione in India Commercializzato come: Cuoio torrefatto. In commercio in India Parte della proteina non utilizzabile; Parte della proteina risulta torrefatta, utilizzabile dalle piante, ma con compromesse le proprietà degli aminoacidi; Essiccamento diretto delle pelli con fiamma a 250 Parte della proteina non utilizzabile; anni Idrolisi statica non controllata da cui pelli parzialmente idrolizzate e torrefatte. Cuoio Idrolizzato e Torrefatto Non più in commercio Parte della proteina risulta torrefatta, utilizzabile dalle piante, ma con compromesse le proprietà degli aminoacidi; Nessun impianto in funzione anni Idrolisi dinamica non controllata Essiccamento diretto delle pelli con fiamma a 250 da cui pelli parzialmente idrolizzate e torrefatte. Cuoio Idrolizzato e Torrefatto 1 impianto in funzione in Italia Commercializzato come: Cuoio torrefatto; Pelli e Crini; Cuoio e pelli idrolizzati; Parte della proteina non utilizzabile; Parte della proteina risulta torrefatta, utilizzabile dalle piante, ma con compromesse le proprietà degli aminoacidi; Buona uniformità produttiva; Buona disponibilità a medio e lungo termine; anni Idrolisi dinamica non controllata Essiccamento con aria calda a 100 ; Cuoio e Pelli idrolizzate 1 impianto in funzione in Italia Commercializzato come: Cuoio torrefatto; Pelli e Crini; Cuoio e pelli idrolizzati; Parte della proteina idrolizzata utilizzabile dalle piante; Parte della proteina poco utilizzabile dalle piante; Buona uniformità produttiva; oggi il processo FCH Idrolisi dinamica controllata, in autoclave: 1 Fase a 100 C per 90 minuti; 2 Fase a 133 C per 45 minuti; 3 Fasea 162 C per 5 minuti; Disidratazione a 100 C con controllo automatico in continuo dell umidità; Prodotto solo da ILSA in Italia e in Brasile Commercializzato come: Gelatina idrolizzata per uso agricolo Tutta la proteina è utilizzabile nel ciclo vegetativo delle colture; Cessione modulata dell azoto; Aminoacidi preservati nelle loro caratteristiche e quindi attivi con tutte le loro proprietà; Elevata uniformità produttiva e assoluto standard qualitativo; Elevata efficienza agronomica e nutrizionale; 15

18 il processo dei concimi solidi Le pelli ricche di collagene vengono scaricate in apposite aree di stoccaggio e successivamente avviate all interno dei reattori dove subiscono il processo di idrolisi termica. Fully Controlled Hydrolysis Il processo FCH Fully Controlled Hydrolysis L idrolisi termica del collagene avviene all interno di autoclavi dinamiche; il processo si sviluppa in tre fasi successive aventi durate diverse ed effettuate a temperature distinte e controllate. Il materiale gelatinoso in uscita dai quattro reattori viene avviato all impianto di disidratazione in continuo, all interno del quale, in ambiente controllato e a bassa temperatura (100 C), il collagene viene definitivamente trasformato in gelatina per uso agricolo. L umidità, la temperatura e la velocità di estrazione di Agrogel sono continuamente e automaticamente monitorate, in modo da ottenere un prodotto omogeneo, standardizzato e caratterizzato dalla presenza di catene proteiche di diverse dimensioni, secondo uno schema prestabilito tale da permettere una cessione dell azoto nel terreno regolare e naturalmente mediata dai microrganismi. Questa modalità di cessione, determinata già in fase produttiva, consente ad Agrogel di rispondere alle necessità agronomiche delle colture in funzione delle curve di assorbimento degli elementi nutritivi. Agrogel è una gelatina solida idrolizzata e stabilizzata a base di azoto proteico ottenuta mediante l innovativo processo ILSA FCH. Viene decomposta secondo un meccanismo naturale dai microrganismi del terreno e l azoto viene progressivamente e completamente reso disponibile per le piante quando la temperatura supera 8-10 C. Ha azione biostimolante e complessante.

19 fase di preparazione della materia prima lavaggio - sterilizzazionee - stabilizzazione selezione per dimensione MATERIA PRIMA: COLLAGENE La materia prima viene vagliata e divisa per dimensione. L idrolisi termica è scelta in funzione delle dimensioni della materia prima e della destinazione del prodotto finito; può essere: breve, media e spinta. autoclave dinamica ad evoluzione rotatoria immissione di vapore acqueo a temperatura e pressione controllata processo fch gelatina non stabilizzata lo stabilizzatore dinamico utilizza vapore ed opera con temperatura e umiditá controllate p r o c e s s o a b a s s a temperatura 100 per non denaturare il prodotto Agrogel, dopo opportuna vagliatura, risulta disponibile in tre diverse granulometrie: Polvere Microgranulo Granulo Il prodotto così ottenuto può essere miscelato o fatto reagire con altre materie prime secondo specifiche ricette che permettono di ottenere tutta la linea di fertilizzanti ILSA immessi poi sul mercato. 17

20 il processo dei concimi liquidi L impianto consente di idrolizzare per via enzimatica sostanze naturali di origine vegetale e animale. Le materie prime entrano nei reattori in miscela con acqua ed enzimi in grado di modificare la struttura molecolare delle proteine. Fully Controlled Enzymatic Hydrolysis Il processo FCEH Fully Controlled Enzymatic Hydrolysis Gelamin è una gelatina fluida per uso agricolo ottenuta mediante un processo di idrolisi enzimatica, a bassa temperatura (55-60 ), eseguito all interno di reattori statici. Le catene proteiche del collagene, materiale particolarmente ricco di proteine, attaccate da un pool di enzimi specifici (stereo selettivi), si spezzano secondo criteri prestabiliti e in maniera sempre replicabile. Terminata la fase di idrolisi si passa alla concentrazione Reattore statico sotto vuoto allo scopo di estrarre l acqua in eccesso. Gelamin è dunque un prodotto standardizzato, stabile ed omogeneo, caratterizzato dalla predominanza di aminoacidi levogiri, facilmente assimilabili da parte dei vegetali, in quanto compatibili con la fisiologia delle diverse piante. Gelamin è la materia prima ideale per la formulazione di concimi adatti per la fertirrigazione e per i trattamenti fogliari; i composti nutritivi in esso contenuti sono immediatamente disponibili e in grado di esercitare la loro azione nel terreno. Gelamin si caratterizza per le sue elevate proprietà biostimolanti, complessanti e veicolanti.

21 La materia prima viene vagliata, lavata, sterilizzata e divisa per dimensione: preparazione della materia prima lavaggio - sterilizzazione - stabilizzazione h 2 o selezione per dimensione I tempi di idrolisi e gli enzimi impiegati variano in funzione della materia prima e della destinazione del prodotto finito. enzimi stereo selettivi selezionati reattore tecnologia tsr (top stirred reactor) processo a bassa temperatura 60 c filtrazione per eliminazione dei solidi sospesi enzimi stereo selettivi selezionati fogliari filtro fertirriganti concentratore processo a bassa temperatura 55 c processo fceh microelementi fe mg ca b... concentratore filtro processo a bassa temperatura 60 c reattore per la complessazione con macro (P, K) e micro elementi filtro F O L I A R F E RTI LI Z E R 19

22 legenda icone L Istituto per il Controllo e la garanzia della Qualità dei Fertilizzanti (ICQF) certifica, dal 1996, la rispondenza dei fertilizzanti all etichetta posta sulla confezione e alle normative di legge, eseguendo prelievi a campione sui prodotti commercializzati. ILSA ha sempre ottenuto, per i prodotti organici e organo minerali, tale certificazione a conferma della serietà e dell affidabilità dei processi produttivi adottati. Il logo Agricoltura Biologica ILSA certifica che il fertilizzante può essere impiegato in agricoltura biologica. La presenza di cloro nel terreno può avere aspetti indesiderati per lo sviluppo di alcuni apparati radicali. Quantità eccessive di Cloro possono comportare problemi di salinità, oltreché risultare nocive per la microflora che vive nelle soluzioni circolanti del terreno. Il marchio Basso Tenore di Cloro certifica che il concime ha un titolo in cloro al di sotto del limite massimo ammesso del 2% e non rappresenta pericolo per le colture. F O L I A R F E RTI LI Z E R Foliar Fertilizer: evidenzia i prodotti da somministrare per via fogliare che si caratterizzano per la sicurezza di impiego, per il basso peso molecolare e per la presenza di aminoacidi in forma prevalentemente levogira. Fertigation: evidenzia i prodotti specifici per fertirrigazione che si caratterizzano per la purezza, per la presenza di aminoacidi in forma prevalentemente levogira e per la facilità di impiego. Sono i prodotti che contengono matrici di origine vegetale ottenuti, per idrolisi e/o estrazione, da livieti, zuccheri, alghe, fabacee, ecc. 20

23 Azoslow e Fertorganico hanno tutta la forza della matrice Agrogel Agrogel, NEL SUO TERRENO NON C E CONFRONTO. Vincono per forza le colture nutrite con i fertilizzanti a base di Agrogel perché l esclusiva matrice organica di Ilsa, completamente naturale, risultato di oltre 50 anni di innovazione, ricerca e sperimentazione, garantisce una straordinaria efficienza di concimazione: dare meno per avere di più, perché evitare sprechi è la prima regola per proteggere l ambiente e il proprio bilancio. Con Agrogel, la terra, patrimonio chiave dell agricoltore, può dare il meglio di sé e rendere disponibile alle colture l azoto di cui hanno bisogno, nel momento in cui lo richiedono, senza sprechi e dispersioni. Agrogel è un intelligente mezzo che nutre e si prende cura del terreno e delle piante, rispetta l ambiente e assicura indiscutibili vantaggi economici. Le colture nutrite con prodotti a base di Agrogel vincono ogni sfida!

24 È una linea completa di concimi organici e organo minerali che si caratterizzano per l elevato contenuto di azoto organico di origine proteica a cessione modulata. I prodotti di questa linea sono ammessi per l uso in agricoltura biologica. Tutte le materie prime organiche impiegate vengono preventivamente sottoposte a processi di idrolisi termica. I prodotti della linea Bioilsa sono asciutti, stabili nel tempo e non generano cattivi odori.

25 basic BIOILSA ennekappa 777 export 10 export fertil fertil supernova TIO FERTIL fertorganico fertorganico supernova gradual 25 fe granosano evo progress micro

26 basic N 5 contiene scleroproteine BASIC è un concime organico azotato ad azione polivalente. Perfettamente disidratato, BASIC è asciutto, inodore e stabile nel tempo. favorisce l attività dei microrganismi; migliora la fertilità fisica, chimica e biologica del terreno; permette uno sviluppo equilibrato e il miglioramento delle produzioni. BASIC va interrato ed è indicato per colture erbacee e orticole e per impianti frutticoli e viticoli. Con un solo intervento nutre le colture e migliora la fertilità del suolo Formulazione: pellet - 4 mm Azoto (N) totale 5% di cui: Azoto (N) organico 5% Carbonio (C) organico 25% Sostanza organica 43% * coltura epoca MODalità /ha Actinidia Inverno Interrato Agrumi Post raccolta Interrato Carota Preparazione del letto di semina Interrato 600 Cavolo Cappuccio Preparazione del letto di semina Interrato Cocomero, Melone Preparazione del terreno Interrato Drupacee, Pomacee Autunno-Inverno Interrato Fragola Preparazione del terreno Interrato Indivia Inizio del ciclo di coltivazione Interrato Nuovi impianti Arborei Preparazione del terreno Interrato Olivo Post raccolta Interrato Ortaggi da foglia Preparazione del terreno Interrato Vite da tavola e da vino Inverno Interrato Vivai Ornamentali e Forestali Preparazione del terreno Interrato Altri Ortaggi Preparazione del terreno Interrato

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI

SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI SEMINA DIRETTA (SENZA ARATURA) E CONCIMAZIONE ORGANICA LOCALIZZATA ALLA SEMINA DI GRANO TENERO: VANTAGGI AGRONOMICI ED ECONOMICI Anno 2006/2007 A cura dell ufficio Agronomico Italpollina Spa OBIETTIVO

Dettagli

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane

TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane Agrofarmaco biologico per la prevenzione delle malattie fungine del terreno TELLUS L amore per il proprio raccolto inizia da radici sane NOVITà TELLUS: la nuova risorsa per una crescita vigorosa TELLUS

Dettagli

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo

IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo IL SUOLO AMBIENTE VIVO gli organismi che vivono nel suolo Le forze inorganiche creano sempre solo l inorganico. Mediante una forza superiore che agisce nel corpo vivente, al cui servizio sono le forze

Dettagli

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4

Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura. melo, pero, kiwi. schede colturali - volume 4 Concimare senza sprechi, con la massima efficacia, salvaguardando la natura melo, pero, kiwi schede colturali - volume 4 I prodotti che AGM fabbrica con destinazione speciale per frutteti, sono stati testati

Dettagli

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO

PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ NELL AREA DEL CAVALLINO Studio di tecniche innovative per la razionalizzazione dell uso di fertilizzanti abbinato alla razionalizzazione della risorsa idrica PRODURRE BENE ANCHE SENZA CONCIMARE: I RISULTATI DEL PROGETTO FERTIRAZ

Dettagli

PROVINCIA DI AGRIGENTO

PROVINCIA DI AGRIGENTO PROVINCIA DI AGRIGENTO CEREALI LEGUMINOSE DA GRANELLA OLEAGINOSE FORAGGERE ELENCO COLTURE Rese e prezzi medi (triennio 2009/2011) Prezzo medio /q. Resa media q./ha Prezzo medio ottenuto nell'anno 2012

Dettagli

Società Agricola: Emon Agri

Società Agricola: Emon Agri Società Agricola: Emon Agri INTERVISTA AD UN AGRICOLTORE DELLA SOCIETA' AGRICOLA: Sul vostro logo c'è scritto che attuate una coltivazione virtuosa, ci può dire cosa si intende? Ci spiega: Per coltivazione

Dettagli

Gestione delle avversità in agricoltura biologica

Gestione delle avversità in agricoltura biologica Gestione delle avversità in agricoltura biologica Anna La Torre Consiglio per la ricerca in agricoltura e l analisi dell economia agraria Centro di ricerca per la patologia vegetale «Noi ereditiamo la

Dettagli

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione

Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Sintesi dei risultati ottenuti nel primo anno di sperimentazione Linea 1 Nella linea 1 sono state impiantate due prove di confronto parcellare nei due siti sperimentali di Antria e Marciano. Il materiale

Dettagli

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns

ΕΡΓ. ΓΕΩΡΓΙΚΗΣ ΜΗΧΑΝΟΛΟΓΙΑΣ TEL.: (+30210)5294040 FAX: (+301)5294032 ΚΑΘ. Ν. ΣΥΓΡΙΜΗΣ email:ns@aua.gr, www.aua.gr/ns ORTICOLE IN SERRA Preparazione del terreno Trapianto Post-Trapianto Inizio accrescimento vegetativo Accrescimento vegetativo Fioritura Allegagione Ingrossamento bacche frutti Invaiatura Maturazione Obiettivo/Problema

Dettagli

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile

Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Impianto di compostaggio e di produzione di energia rinnovabile Come ottenere energia rinnovabile e compost dai rifiuti organici Un percorso di educazione ambientale alla scoperta dell impianto di compostaggio

Dettagli

RIFERIMENTI NORMATIVI

RIFERIMENTI NORMATIVI RIFERIMENTI NORMATIVI Produzione e vendita di compost: Legge n. 748/1984 sui fertilizzanti modificata dal D. L. 217 del 29.04.06 e successive modifiche Allegato IIA del Reg. CE 2092/91 (per chi pratica

Dettagli

Miscele da Sovescio Agri.Bio

Miscele da Sovescio Agri.Bio Miscele da Sovescio Agri.Bio Il sovescio è una pratica agronomica consistente nell'interramento di apposite colture allo scopo di mantenere o aumentare la fertilità del terreno. I risultati che si possono

Dettagli

Cosa sono le vitamine?

Cosa sono le vitamine? Cosa sono le vitamine? Le vitamine sono sostanze di natura organica indispensabili per la vita e per l accrescimento. Queste molecole non forniscono energia all organismo umano ma sono indispensabili in

Dettagli

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti

Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Il fabbisogno alimentare e il ruolo dei nutrienti Le necessità del nostro corpo Cibo e bevande sono i mezzi con cui il nostro organismo si procura le sostanze di cui ha bisogno per le sue attività vitali.

Dettagli

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal

Controllo Integrato delle infestanti dell'actinidia. INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Indipendentemente dal INFESTANTI CRITERI DI INTERVENTO SOSTANZE ATTIVE % S.a. DOSE l/ha ANNO Graminacee e Interventi chimici: Glifosate 30.40 9 l/ha Consigliabili le applicazioni nel periodo autunnale. L'uso di diserbanti può

Dettagli

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico

Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Criteri Ambientali Minimi (CAM) Gestione del verde pubblico Marco Glisoni Maria Lisa Procopio Incontro formativo Progetto APE settembre 2014 Il Piano d Azione Nazionale per il GPP Piano d azione per la

Dettagli

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI

I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI I PAGAMENTI DIRETTI NELLA NUOVA PAC. CAMBIAMENTI E IMPATTI SENATO DELLA REPUBBLICA Commissione Agricoltura e Produzione Agroalimentare Prof. Felice ADINOLFI Università degli Studi di Bologna Roma 22 Gennaio

Dettagli

Valdigrano: quando l ambiente è un valore!

Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valdigrano: quando l ambiente è un valore! Valutazione di impatto ambientale delle linee Valdigrano, Valbio e La Pasta di Franciacorta Programma per la valutazione dell impronta ambientale Progetto co-finanziato

Dettagli

La forza della Natura

La forza della Natura INSETTICIDA DI DERIVAZIONE NATURALE La forza della Natura Insetticida di derivazione naturale a base di Spinosad efficace contro i più comuni parassiti dannosi Oltre 00 colture registrate Autorizzato in

Dettagli

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più

PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AL MERCATO ALLA TAVOLA. Per saperne di più PER SAPERNE DI PIÙ DAL CAMPO... AGRICOLTURA BIOLOGICA LA FILIERA (dal campo alla tavola) AL MERCATO L ETICHETTA PRODOTTI A KM ZERO MERCATI CONTADINI, VENDITA DIRETTA, GAS ALLA TAVOLA LA PIRAMIDE ALIMENTARE

Dettagli

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Comune di CORI (Lt) Assessorato all RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA GUIDA AL COMPOSTAGGIO DOMESTICO pagina 1 SOMMARIO Premessa... 3 1 Principi generali: Cos è il Compostaggio... 4 2 Cosa mettere nella

Dettagli

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa

L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA. Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L ALIMENTAZIONE ANTINFIAMMATORIA PER IL PODISTA Dott.ssa Elisa Seghetti Biologa Nutrizionista - Neurobiologa L atleta moderno ha bisogno di un maggior numero di adattamenti metabolici all esercizio fisico.

Dettagli

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI,

PRODOTTO UVA DA VINO E PER TUTTI GLI ALTRI PRODOTTI, Strada dei mercati, 17 43126 Parma Tel.0521984996 Fax 0521950084 info@codiparma.it www.codiparma.it Oggetto: Campagna assicurativa 2015 Spett.le Socio, da quest anno le risorse finanziare sono reperite

Dettagli

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario

www.sipcamitalia.it Questo contenuto ti è offerto da: Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Questo contenuto ti è offerto da: www.sipcamitalia.it Articolo tratto da: Edizioni L Informatore Agrario Tutti i diritti riservati, a norma della Legge sul Diritto d Autore e le sue successive modificazioni.

Dettagli

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo

CENTRO PO DI TRAMONTANA. nei settori orticolo e floricolo CENTRO PO DI TRAMONTANA RISULTATI SPERIMENTALI 2014 nei settori orticolo e floricolo 23 SPERIMENTAZIONE E ORIENTAMENTI Per la ventitreesima stagione consecutiva Veneto Agricoltura presenta i risultati

Dettagli

Da dove prendono energia le cellule animali?

Da dove prendono energia le cellule animali? Da dove prendono energia le cellule animali? La cellula trae energia dai legami chimici contenuti nelle molecole nutritive Probabilmente le più importanti sono gli zuccheri, che le piante sintetizzano

Dettagli

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI!

DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! DIAMO VOCE ALLE SEMENTI! POTRA L EUROPA RINUNCIARE ALL INNOVAZIONE VARIETALE? LA NOSTRA VISIONE L innovazione legata alle sementi deve essere alla base della filiera alimentare, per stimolare lo sviluppo

Dettagli

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA?

COS E LA PRODUZIONE INTEGRATA? Cos è la Produzione Integrata (PI). Con questo scritto desidero fare una cronistoria sulla produzione integrata, un sistema di lotta iniziato negli anni 80, dove un ticinese nella persona del Dott. Mario

Dettagli

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO

QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO QUALITÀ E TRATTAMENTO DELL ACQUA DEL CIRCUITO CHIUSO (PARTE 1) FOCUS TECNICO Gli impianti di riscaldamento sono spesso soggetti a inconvenienti quali depositi e incrostazioni, perdita di efficienza nello

Dettagli

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO

DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO DIRETTIVE COMUNITARIE INTERESSATE DAL REGOLAMENTO 1. Direttiva 66/401/CEE: commercializzazione sementi di piante foraggere 2. Direttiva 66/402/CEE: commercializzazione di sementi di cereali 3. Direttiva

Dettagli

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele

vien... Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata Dipartimento di Prevenzione a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele ERVIZIO ANITARIO REGIONALE A Azienda ervizi anitari N 1 triestina la vien... alute angiando M Alcune indicazioni pratiche per un alimentazione equilibrata a cura di Tiziana Longo e Roberta Fedele Dipartimento

Dettagli

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA

DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE DI SVILUPPO DELL ATTREZZATURA PROTOTIPO PER LA CONCENTRAZIONE DI BIOMASSA MICROBICA DA ESTRATTO DI CASTAGNA Premesso che nell ambito del progetto Castagna di Montella:

Dettagli

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO

Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO Istituto Tecnico Agrario Giuseppe Vivarelli Azienda Agraria Didattica VALUTAZIONE TECNICO AGRONOMICA DELLA SEMINA SU SODO DI GRANO DURO FABRIANO 06 MAGGIO 2014 1 Fig 1 Intervento di semina su sodo con

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO del 28 giugno 2007 RELATIVO ALLA PRODUZIONE BIOLOGICA E ALL ETICHETTATURA DEI PRODOTTI BIOLOGICI E CHE ABROGA IL REGOLAMENTO (CEE) N. 2092/91 TESTO COORDINATO

Dettagli

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC?

Box: Perché sostenere il modello agricolo Biologico nella PAC? La PAC che verrà: Smart change or business as usual? La posizione ufficiale IFOAM EU sulla prossima riforma PAC 2014 2020 Alessandro Triantafyllidis, IFOAM EU Group Siamo a metà dell attuale periodo di

Dettagli

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia

C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia VINCENZO FEDELE E GIOVANNI ANNICCHIARICO C.R.A - Istituto Sperimentale per la Zootecnia Stalla Pascolo DECIDE L ALLEVATORE DECIDE L ANIMALE Scelta alimenti Scelta alimenti (Vegetazione) Quantità (limitata)

Dettagli

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ]

ESERCIZI DI CHIMICA. 5. Calcolare le masse in grammi di: a) 0,30 moli di HNO 3 ; b) 2,50 moli di Na 2 SO 4. [19 g di HNO 3 ; 355 g di Na 2 SO 4 ] ESERCIZI DI CHIMICA 1. Calcolare:a) le moli di H 2 O e le moli di atomi d idrogeno ed ossigeno contenuti in 10g di H 2 O; b) il numero di molecole di H 2 O e di atomi di idrogeno e di ossigeno. [0,55 moli;

Dettagli

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007

RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI ALIMENTARI, CAMPIONATI IN EMILIA-ROMAGNA NELL'ANNO 2007 Sezione Provinciale di Ferrara Sede Operativa: Via Bologna,534 44100 Chiesuol del Fosso (Fe) Tel. 0532 901211 Fax 0532 901241 RESIDUI DI PRODOTTI FITOSANITARI SU ORTOFRUTTICOLI FRESCHI ED IN ALTRE MATRICI

Dettagli

Digestato da rifiuti e da matrici agricole

Digestato da rifiuti e da matrici agricole Ravenna 2012 Workshop I CIC Consorzio Italiano Compostatori Ravenna, 27 settembre 2012 Digestato da rifiuti e da matrici agricole Lorella ROSSI C.R.P.A. - Reggio Emilia, Comitato Tecnico CIC DIGESTIONE

Dettagli

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI?

A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? A COSA SERVONO SEMI E FRUTTI? Dopo la fecondazione il fiore appassisce e i petali cadono. L ovulo fecondato si trasforma in SEME, mentre l ovario si ingrossa e si trasforma in FRUTTO. Il SEME ha il compito

Dettagli

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die);

VITAMINE. Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); VITAMINE Composti organici eterogenei; indispensabili all organismo; non hanno valore energetico; agiscono in dosi minime (LARN: 1-200 mg/die); hanno funzioni specifiche e funzioni comuni, tra cui: - agiscono

Dettagli

L agricoltura nell Europa industrializzata

L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura nell Europa industrializzata L agricoltura delle società industrializzate europee si differenzia da quella dell età moderna per gli attrezzi, le fonti di energia, i macchinari utilizzati

Dettagli

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse

La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse La digestione anaerobica dei rifiuti organici e di altre biomasse Nel corso degli ultimi dieci anni la digestione anaerobica si è diffusa in molti paesi europei, tra cui anche l Italia. Questi impianti

Dettagli

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto

n 6 di mercoledì 20/05/2015 Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fattori comprensoriali comuni Fonti di approvvigionamento idriche Sommario settimana dal 20/05/2015 al 26/05/2015 Riassunto Fiume PO portata presso località Pontelagoscuro - Fiume PO livello presso opera

Dettagli

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com

CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO. kio-polieco.com CHIUSINO IN MATERIALE COMPOSITO kio-polieco.com Group ha recentemente brevettato un innovativo processo di produzione industriale per l impiego di uno speciale materiale composito. CHIUSINO KIO EN 124

Dettagli

Effetti dell incendio sull uomo

Effetti dell incendio sull uomo Effetti dell incendio sull uomo ANOSSIA (a causa della riduzione del tasso di ossigeno nell aria) AZIONE TOSSICA DEI FUMI RIDUZIONE DELLA VISIBILITÀ AZIONE TERMICA Essi sono determinati dai prodotti della

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI

TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI TABELLA DIETETICA ASILO NIDO BAMBINI D ETA' FINO AI 15 MESI PRANZO PRIMA SETTIMANA LUNEDI': MARTEDI': MERCOLEDI': GIOVEDI': VENERDI': PASTA AL

Dettagli

Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante

Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante ANALISI DELL UNIVERSITÀ DI TORINO SU BIOCHAR OTTENUTO DA DIVERSE MATRICI Biochar, fattori che influenzano la sua qualità ammendante di L. Petruzzelli, R. Subedi, C. Bertora, E. Remogna, C. Grignani Dal

Dettagli

L'appetito vien...assaggiando!

L'appetito vien...assaggiando! SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA MAGIC SCHOOL 2 coop. soc. VIA G. MELI, N. 8 90010 FICARAZZI PROGETTO EDUCATIVO A.S. 2014 / 2015 L'appetito vien...assaggiando! INSEGNANTI : Benfante Rosa, Bentivegna Simona,

Dettagli

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * )

NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) REGIONE: Ministero per le Politiche Agricole e Forestali ( MiPAF) A cura dell'ufficio ricevente Prot. del NOTIFICA ATTIVITA' CON METODO BIOLOGICO ( * ) INFORMAZIONI RELATIVE ALLA POSIZIONE NEL SISTEMA

Dettagli

La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia

La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia FORUM INTERNAZIONALE DELL AGRICOLTURA E DELL ALIMENTAZIONE POLITICHE EUROPEE SVILUPPO TERRITORIALE MERCATI La nuova OCM ortofrutta e la sua applicazione in Italia Gabriele Canali Working paper n. 4 Luglio

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

Facciamoci due conti

Facciamoci due conti Facciamoci due conti Ma alla fine quanto si guadagna a coltivare canapa? la domanda sorge spontanea ed è più che legittima, specie considerando il panorama deprimente dell agricoltura in Italia ai giorni

Dettagli

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili

Slowfood. aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE. Slowine. Acqua alle corde. Slowfood. Azioni sostenibili 45 aprile 2010 ACQUA ALLE CORDE - PROFESSIONE HAPPYCOLTORE - DOVE OSANO LE VIGNE Slowfood aprile 2010 www.slowfood.it Acqua alle corde Azioni sostenibili Professione happycoltore La rete delle comunità

Dettagli

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER)

Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Il ruolo delle bio-energie nell'uso sostenibile delle fonti energetiche rinnovabili (FER) Maurizio Gualtieri ENEA UTTS 0161-483370 Informazioni: eventienea_ispra@enea.it 14 maggio 2014 - ISPRA Sommario

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num :15.105 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :07/07/2015 num

Dettagli

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102

LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num :15.102 Centro Agroalimentare Roma Via Tenuta del Cavaliere, 1-00012 Guidonia-Montecelio (RM) Tel: 06.60.50.12.01 - Fax : 06.60.50.12.75 www.agroalimroma.it LISTINO ORTOFRUTTA C.A.R. listino del :02/07/2015 num

Dettagli

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE

I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità TITOLO RELAZIONE TITOLO RELAZIONE I regimi di qualità riconosciuti a livello comunitario: D.O.P., I.G.P., S.T.G. e indicazioni facoltative di qualità A partire dal 3 gennaio 2013 è entrato in vigore il regolamento (UE)

Dettagli

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?»

«DOVE SI TROVANO I BATTERI?» 1 a STRATEGIA EVITARE LA CONTAMINAZIONE conoscere «DOVE SI TROVANO I BATTERI?» I batteri si trovano ovunque nell ambiente (aria, acqua, suolo ed esseri viventi): Sono presenti sulle materie prime, ad es.

Dettagli

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO.

ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. ECOPITTURE E GUAINE DI FINITURA TERMO-RIFLETTENTI A BASE DI LATTE ED ACETO. L efficacia dell ecopitture e guaine a base di latte e aceto si basa su l intelligente impiego dell elettroidrogenesi generata

Dettagli

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento

Problemi Scarsa areazione, difficoltà di rivoltamento Che cos è il compost Il compost è il terriccio (humus) che si forma dai rifiuti organici (erba, foglie, avanzi di frutta e verdura, ecc) grazie all azione del sole, dell aria e dei microrganismi presenti

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

Cos'è esattamente la gelatina

Cos'è esattamente la gelatina Cos'è esattamente la gelatina LA GELATINA È PURA E NATURALE La gelatina attualmente in commercio viene prodotta in moderni stabilimenti operanti in conformità ai più rigorosi standard di igiene e sicurezza.

Dettagli

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO

Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO Tu ci metti i rifiuti La natura farà il resto CAMPAGNA DI PROMOZIONE DEL COMPOSTAGGIO DOMESTICO ndice 1 Fai come fa la Natura 2 Cosa ci metti per fare la terra? 3 Come funziona il Compostaggio 4 Le cose

Dettagli

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo

Danni insoliti da tripidi sul frutto melo Danni insoliti da tripidi sul frutto melo L osservazione e lo studio di sintomi su piante o frutti fa parte delle attività della Sezione Difesa delle Piante presso il Centro per la Sperimentazione Agraria

Dettagli

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia.

HARMONY 50 SX Granuli idrosolubili Erbicida selettivo per il diserbo in post-emergenza di mais e soia. (S20/21). Non gettare i residui nelle fognature (S29). Non disfarsi è un erbicida selettivo per il diserbo in postemergenza viene assorbito dalle foglie delle piante trattate e, con sintomi visibili (ingiallimento,

Dettagli

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo

le MINIGUIDE di ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo 3 IN ALLATTAMENTO Sempre con te, passo dopo passo sezione 1 L ALIMENTAZIONE Latte e coccole... Il latte materno costituisce l alimento più adatto ai bisogni del neonato e non solo dal punto di vista nutrizionale:

Dettagli

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti

Gruppo Mangiarsano Germinal. Book prodotti Gruppo Mangiarsano Germinal Book prodotti Il Gruppo MangiarsanoGerminal opera nel mercato dei prodotti biologici e salutistici con un unica missione: prendersi cura della salute dell uomo e dell ambiente.

Dettagli

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti

Zuccheri. Zuccheri, dolci e bevande. zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 4. Zuccheri, dolci e bevande zuccherate: nei giusti limiti 36 1. ZUCCHERI E SAPORE DOLCE Tutti gli zuccheri sono fonti di energia e non

Dettagli

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO

COME NASCONO I TAPPI DI SUGHERO IL SUGHERO CHE COS È Il sughero è un prodotto naturale che si ricava dall estrazione della corteccia della Quercus suber L, la quercia da sughero. Questa pianta è una sempreverde, longeva, che cresce nelle

Dettagli

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014

Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Tecniche di restauro vegetazionale nei lavori forestali della Provincia Autonoma di Trento La Plagne 13 giugno 2014 Gli interventi di ripristino vegetazionale rappresentano la fase conclusiva dei lavori

Dettagli

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti

Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti Schmack Biogas a rifiuti Gli impianti biogas a rifiuti 2/3 Gli impianti biogas a rifiuti La tecnologia Schmack Biogas per la digestione anaerobica della FORSU La raccolta differenziata delle

Dettagli

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT

Indagine Agronomica. Obiettivi: Progetto CORINAT Progetto CORINAT Indagine Agronomica Obiettivi: Creazione di un sistema cartografico (GIS) per l analisi territoriale Valutazione della influenza della misura 214 azione i sui componenti della produzione

Dettagli

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20%

Tabella A - Coltivazione ore standard/ettaro/anno. Cereali, oleaginose, favino (escluso mais) 25 +10% +20% Allegato A PARTE I Determinazione delle ore lavoro per realizzare la condizione di principalità di cui all'articolo 6, comma 3, lettera a) della l.r.30/2003. (42) 1. PREMESSA L imprenditore agricolo che

Dettagli

ogni giorno in prima linea

ogni giorno in prima linea Servizio itosanitario Emilia-Romagna ogni giorno in prima linea proteggere le coltivazioni, le alberature, i parchi e le aree verdi dell'emilia-romagna da organismi nocivi fornire un supporto specialistico

Dettagli

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015.

Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni ideali per il taglio del legname nell anno 2015. Giorni favorevoli per il taglio di legname da costruzione e uso falegnameria. Gli alberi dai quali si ricava legname da costruzione e per la fabbricazione

Dettagli

Gli organismi viventi

Gli organismi viventi Gli organismi viventi Gli organismi viventi Quali caratteristiche contraddistinguono i viventi? È facile distinguere un organismo vivente da un oggetto non vivente? Gli organismi viventi Tutti gli organismi

Dettagli

Etichettatura degli alimenti

Etichettatura degli alimenti Ministero della Salute Direzione generale per l igiene e la sicurezza degli alimenti e la nutrizione Etichettatura degli alimenti Cosa dobbiamo sapere La scelta di alimenti e bevande condiziona la nostra

Dettagli

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa **

Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** MELONE Tecnici coinvolti: Michele Baudino*; Alessandro Costanzo **; Diego Scarpa ** * Tecnico CReSO ; Tecnici SATA / Cadir Lab. Elenco delle cultivar poste a confronto Varietà Ditta Tip. Agustino Rijk

Dettagli

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI

FONDO MUTUALISTICO ALTRI SEMINATIVI PREMESSA Si assiste sempre più spesso ad andamenti meteorologici imprevedibili e come tali differenti dall ordinario: periodi particolarmente asciutti alternati ad altri particolarmente piovosi. Allo stesso

Dettagli

Più Compost meno Nitrati

Più Compost meno Nitrati AZIONE 2 Più Compost meno Nitrati Manuale per le Amministrazioni Comunali ANO CO MP LI IO ITA RZ RI IDRA CONSO Fondazione O S TAT O Più compost, meno nitrati manuale pratico per le amministrazioni comunali

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO LA SALUTE VIEN MANGIANDO PERCHÉ MANGIAMO? Il nostro organismo per sopravvivere e stare in buona salute, per crescere, per svolgere attività fisica, per riparare le parti del corpo danneggiate e sostituire

Dettagli

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi

Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Misure per la tutela dell ambiente e degli ecosistemi Carlo Zaghi Dirigente Ministero dell Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Direzione Generale per le Valutazioni e le Autorizzazioni Ambientali

Dettagli

Gennaio. Gennaio in cucina

Gennaio. Gennaio in cucina Nel proporre questo calendario culinario ci siamo ispirati a Vincenzo Tanara e alla sua opera Economia del cittadino in villa. Tanara, studioso di scienze naturali ed agricoltura, vissuto nell'area bolognese,

Dettagli

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute

Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Ricerca, Qualità, Sicurezza e Salute Chi Siamo Hygeia Lab S.r.l. nasce nel 2011 dalla passione e dal desiderio di giovani laureati di continuare la crescita e la formazione scientifica. E una Start-Up

Dettagli

Introduzione. Alessandro Centi

Introduzione. Alessandro Centi Introduzione La PEDIATRICA SPECIALIST nasce nel 2012 e si avvale dell esperienza e del know-how formulativo di Pediatrica, consolidata azienda del settore parafarmaceutico da sempre orientata ai bisogni

Dettagli

VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI -

VOCE DI CAPITOLATO RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA- MENTO DA SALI - VOCE DI CAPITOLATO "RISANAMENTO DI MURATURE IN DETERIORA MENTO DA SALI RIDUZIONE DEI SALI A LIVELLI DI SICUREZZA MEDIANTE ESTRAZIONE CON IMPACCO " DESCRIZIONE LAVORI E VERIFICA La seguente Tabella

Dettagli

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI

DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI DIPARTIMENTO DI FISICA E CHIMICA, LABORATORI prof. M. Brai PROGETTO DIMESA: TRATTAMENTI OLII NEI NOSTRI LABORATORI scopo del lavoro: Confronto tra oli EVO addizionati con estratti di capperi campionati

Dettagli

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa?

1. Quando si devono potare le rose? 2. Come disporre i rami delle rose rampicanti? 3. Qual è il periodo migliore per piantare una rosa? 1. Quando si devono potare le rose? a) I Rosai rampicanti e arbustivi: non si potano in quanto fioriscono sui rami (sarmenti) dell anno precedente; se potiamo, la produzione di fiori viene ridotta a circa

Dettagli

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007

REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO. del 28 giugno 2007 20.7.2007 IT Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 189/1 I (Atti adottati a norma dei trattati CE/Euratom la cui pubblicazione è obbligatoria) REGOLAMENTI REGOLAMENTO (CE) N. 834/2007 DEL CONSIGLIO

Dettagli

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml.

Scheda di dati di sicurezza Ai sensi del Regolamento CE 1907/2006 REACH Stampato il 01/06/08 Denominazione commerciale: EFFE 91 ACC-U-SOL ml. Pagina: 1/ 6 1. IDENTIFICAZIONE DELLA SOSTANZA/PREPARATO E DELLA SOCIETA /IMPRESA Articolo numero: art.04920 Utilizzazione della Sostanza / del Preparato: Rivelatore fughe gas Produttore/fornitore: FIMI

Dettagli

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono

Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono Nel moderno allevamento intensivo di specie ittiche, nutrizione e salute del pesce allevato sono due fattori intimamente connessi, da un lato devono essere soddisfatti i fabbisogni di nutrienti necessari

Dettagli

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO

VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Conserve: verdure sott'olio e sott'aceto VERDURE SOTT'OLIO e SOTT'ACETO Le verdure non possono essere conservate semplicemente sott'olio: infatti, non hanno sufficiente acidità per scongiurare il pericolo

Dettagli

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013

COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 COMPITO DI CHIMICA DEL 19-04-2013 1) Una certa quantità di solfato di ferro (II), sciolta in una soluzione acquosa di acido solforico, viene trattata con 1.0 10-3 mol di permanganato di potassio. Si ottengono

Dettagli

CRISTALLIZAZIONE SENSIBILE

CRISTALLIZAZIONE SENSIBILE L analisi chimica delle sostanze presenti all interno di un composto organico fornisce informazioni sulla loro natura e sulla loro quantità, ma non è in grado di definirne la vitalità. Se infatti consideriamo

Dettagli

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali -

Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - Progetto, realizzazione e manutenzione di un laghetto da giardino - Direttive generali - (tratto dalla relazione di Martino Buzzi del 17.09.06) Lo stagno: un angolo di natura Avere uno stagno nel proprio

Dettagli

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico

Liponax Sol. Innovativa formulazione LIQUIDA. ad elevata biodisponibilità. Acido R (+) a-lipoico Innovativa formulazione LIQUIDA ad elevata biodisponibilità L acido a lipoico è una sostanza naturale che ricopre un ruolo chiave nel metabolismo energetico cellulare L acido a lipoico mostra un effetto

Dettagli

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare

NUOVO! Sempre più semplice da utilizzare NUOVO! NUOVO AF/ARMAFLEX MIGLIORE EFFICIENZA DELL ISOLAMENTO Sempre più semplice da utilizzare L flessibile professionale Nuove prestazioni certificate. Risparmio energetico: miglioramento di oltre il

Dettagli