Al Ministro della Giustizia On. Andrea Orlando

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Al Ministro della Giustizia On. Andrea Orlando"

Transcript

1 Il Segretario Generale Roma, 30 giugno 2015 Prot /D/ Al Ministro della Giustizia On. Andrea Orlando Al Vice Ministro On. Avv. Enrico Costa Al SottoSegretario alla Giustizia dr. Cosimo Maria Ferri Al Capo di Gabinetto Cons. Giovanni Melillo al Vice Capo di Gabinetto Cons. Francesco Cascini p.c. Al Capo Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria Cons. Santi Consolo Al Capo Dipartimento del Dipartimento Organizzazione Giudiziaria dr. Mario Barbuto Al Capo Dipartimento Giustizia Minorile d.ssa Annamaria Palma Guarnier Alla Direzione Generale del personale e della formazione DAP Cons. Riccardo Turrini Vita Alla Direzione Generale del personale e della formazione DOG Cons. Emilia Fargnoli Oggetto: criticità personale dirigenziale DAP: proposte e diffida Si pone all attenzione delle SS.LL. la particolarissima posizione del personale dirigente in eccedenza in virtù della riduzione dei posti di funzione dirigenziale, a seguito del provvedimento di Riorganizzazione. Infatti, a seguito dell emanazione del nuovo Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia e riduzione degli uffici dirigenziali e delle dotazioni organiche, vi sarà un esubero di 4 unità nel ruolo Dirigenti di Area 1 in servizio nel Dipartimento Amministrazione Penitenziaria.

2 Appare singolare ai più come codesta Amministrazione parrebbe essersi posta come matrigna nei confronti di costoro, in particolar modo per i 4 dirigenti di Area 1, gli unici effettivamente interessati dal taglio: trattasi di dirigenti di comprovata esperienza e rilevante specializzazione, con oltre 30 anni di servizio nel DAP, i quali hanno sviluppato una altissima professionalità nel settore, degli specialist della gestione dell esecuzione penale. 1 Ebbene per costoro si auspica che possano essere trovate specifiche soluzioni organizzative adeguate sia per evitare che l Amministrazione Penitenziaria debba privarsi di tali professionalità, sulla cui selezione-formazione-valutazione si è investito molto, sia che non vengano mortificati l impegno e la verificata dedizione operativa, in definitiva, la dignità di questi lavoratori. 2 Qualora la proposta, riportata nella nota, non volesse venire accolta (appunto, da una Amministrazione che si rivelerebbe matrigna ) è assolutamente indispensabile prevedere il ricorso a forme di mobilità privilegiata verso altri ambiti del Ministero della Giustizia, ove oggi vi sono posti di funzione dirigenziale disponibili (ovvero il DOG ed il Dipartimento della Giustizia Minorile e di Comunità) nella logica della compensazione tra Dipartimenti, senza alcuna incidenza della dotazione organica di Ministero. 3 In seconda battuta, predetta mobilità potrà essere garantita nelle articolazioni periferiche dello Stato o nell Ente Regione, assicurando la territorialità al lavoratore secondo precisi limiti geografici di prossimità, al massimo regionali (cfr. ricollocazione presso altre amministrazioni comprese nell ambito della regione, circolare n.4/14 - DFP , del Ministro per la semplificazione e pubblica amministrazione). Quanto sopra evidenziato, in relazione ai processi di mobilità, risulta oltremodo necessario alla luce del recente parere della Corte dei Conti (delibera della Corte dei conti, Sezione delle Autonomie, del 16 giugno 2015, n. 19) che si è adeguato alla Circolare n.1/2015 della Funzione 1 I dirigenti area 1 sono tra i funzionari con maggiore anzianità nell'amministrazione di tutta l Amministrazione Penitenziaria (con ingresso nei ruoli dell Amministrazione negli anni 80), inquadrati già dal 2000 nella IX qualifica funzionale a seguito di vincita di concorsi pubblici ed avendo ottenuto l inquadramento nel ruolo dirigenziale dal 2008, a seguito di vincita di ulteriori concorsi pubblici selettivi: pertanto hanno maturato, fin prima dell'inquadramento nella dirigenza area 1, specifica professionalità ed esperienza nella ex carriera direttiva (ex IX qualifica funzionale), ricoprendo posti di direzione di uffici presso i provveditorati regionali (sino al 2002 riservati alla carriera direttiva; dal 2002 riservati alla carriera dirigenziale). Si evidenzia peraltro come essi siano gli unici nell Amministrazione Penitenziaria che hanno avuto accesso alla Dirigenza a seguito di vincita di concorso pubblico (senza nulla togliere alla professionalità dei funzionari direttivi inquadrati ope legis - legge 154/2005- nella dirigenza penitenziaria) 2 Ed in tal senso, con la nota n del UNADIS auspica che, con i DM attuativi relativi ai posti di funzione, per essi potranno, oltre che nei Presidi territoriali, essere previsti posti di funzione dirigenziale presso le Scuole di Formazione dell Amministrazione Penitenziaria e la nuova Direzione Generale della Formazione (ex-issp). Trattasi, infatti, di strutture ove non sono presenti le specificità eventualmente previste per la dirigenza penitenziaria (Istituti penitenziari ed UEPE), la cui Direzione pertanto, e sempre per analogia al Dipartimento della Giustizia Minorile, può essere affidata alla Dirigenza amministrativa contrattualizzata nell Area 1. 3 Si evidenzia come da anni alcuni Dirigenti di Area 1 del DAP abbiano partecipato agli interpelli del DOG senza ricevere alcuna risposta ovvero ricevendo comunicazione che dovevano presentare domanda di mobilità ex-art30 D.Lgs.165/01 (come se fossero esterni!). Così che, a seguire, risulta che da settembre 2014 almeno 4 di loro hanno presentato al DOG anche domanda di mobilità dall esterno, senza alcun riscontro a riguardo, nonostante il parere favorevole del DAP, cd.amministrazione cedente).

3 Pubblica sugli esuberi del personale delle Provincie così che non sono consentite le mobilità volontarie, per gli anni 2015 e 2016, estese a personale diverso da quello provinciale eccedentario. Analogamente, e già da prima, Enti regionali e Ministeri avevano così risposto alla domanda di mobilità di alcuni Dirigenti Area 1: al momento non è possibile dare corso a tale istanza in quanto assume carattere prioritario la ricollocazione dei dipendenti Provinciali interessati dai provvedimenti contenuti nella legge di stabilità 2015 ( L.190/2014) - Vieppiù laddove con il recente Decreto Legge 27 giugno 2015, n. 83 recante Misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione e funzionamento dell'amministrazione giudiziaria", all'art. 21 è prevista l'assunzione di un contingente di unità di personale amministrativo proveniente dagli enti di area vasta da inquadrare nel ruolo dell'amministrazione giudiziaria. Per cui è con enorme preoccupazione che questa Organizzazione sta valutando la possibile posizione dei 4 Dirigenti di Area 1 che, nel momento in cui saranno formalmente dichiarati in eccedenza, non avranno alcuna possibilità di ricollocazione con la mobilità presso altre Amministrazioni, quantomeno nel biennio. Orbene, le SS.LL. vorranno convenire che ciò non può e non deve avvenire: è' di tutta evidenza che situazioni giuridiche e contrattuali uguali (personale in eccedenza) verrebbero trattate in modo differente con palese violazione della Costituzione! UNADIS chiede che, prima dell assorbimento del personale delle Provincie, il Ministero della Giustizia provveda a conferire posti di funzione dirigenziale ai Dirigenti Area 1 appartenenti allo stesso Dicastero. Se diversamente accadesse, sarebbe paradossale ed oggetto di contenzioso, certamente. E per questo e con forza che evidenziamo tale criticità e la poniamo alla massima attenzione dei vertici politici ed amministrativi del Ministero della Giustizia. A riguardo, offriamo alcune possibili soluzioni a tale criticità: 1. Una prima è una soluzione legislativa a carattere d urgenza, un emendamento normativo, che obblighi il Ministero della Giustizia a riassorbire al suo interno tutto il personale in esubero (dirigenziale e non) superando la gestione per comparti stagno tra i suoi diversi Dipartimenti, prima dell assorbimento in esso di personale proveniente dall esterno (vedi le Provincie). Sarebbe quantomeno auspicabile una specifica riformulazione dell'art. 21 in sede di conversione del D.L. 27/6/2015 del seguente tenore: Il Ministero della Giustizia, in aggiunta alle procedure di cui al presente comma e con le medesime modalità, acquisisce, a valere sul fondo istituito ai sensi del comma 96, un contingente massimo di unità di personale amministrativo proveniente con priorità dal Dipartimento dell Amministrazione Penitenziaria dello stesso Ministero e dagli enti di area vasta, da inquadrare nel ruolo dell'amministrazione giudiziaria ;

4 2. Una seconda soluzione amministrativa facilmente praticabile potrebbe essere la riassegnazione interna allo stesso Ministero, con conferimento di incarico presso il DOG ed il Dipartimento della Giustizia Minorile (qualora necessario, prevedendo una modifica all art.3 del Decreto 15 maggio Criteri e procedure per l'affidamento degli incarichi dirigenziali non generali ); 3. una terza è l attuazione di procedimenti atti al transito volontario nella carriera della Dirigenza penitenziaria 4 (atteso peraltro che da molti anni predetti Dirigenti, in molti casi, svolgono funzioni analoghe presso gli Uffici Detenuti e Trattamento dei Prap e che da anni vi sono istituti penitenziari senza un Dirigente titolare e con molti Dirigenti che ricoprono ruoli ad interim in istituti di complessa gestione). Alla luce di quanto esposto, più che mai appare indifferibile che codesto Dicastero si ponga la problematica ed individui soluzioni idonee. Unadis, da sempre in posizione collaborativa e costruttiva, attende un incontro ad essi dedicato, diffidando nelle more dall assorbimento di dirigenti in esubero da altre Amministrazioni o accoglimento di domande di mobilità da altri Enti. 4 Rif. legge 27 luglio 2005, n. 154 e D.Lgs. 15 febbraio 2006, n. 63, ovvero operando come con L. 395/90 è stato previsto per gli Ufficiali del disciolto Corpo degli AA.CC., in ultimo con l opzione concessa alle ex- appartenenti al ruolo delle Vigilatrici penitenziarie.

5

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri Presidenza del Consiglio dei Ministri DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Ufficio per il personale delle pubbliche amministrazioni e MINISTERO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE Dipartimento della Ragioneria

Dettagli

Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia. Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte

Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia. Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte Consiglio Regionale del Piemonte Regolamento di organizzazione del Ministero della Giustizia Report dei contributi e delle osservazioni in merito allo schema di DPCM CROAS Piemonte Il documento è frutto

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 26 giugno 2015. Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi

Dettagli

A relazione dell'assessore Ferraris:

A relazione dell'assessore Ferraris: REGIONE PIEMONTE BU9S1 05/03/2015 Deliberazione della Giunta Regionale 2 marzo 2015, n. 25-1122 Attuazione dell'art. 2 del D.L. n. 101 del 31.8.2013, convertito con modificazioni in L. n. 125 del 30.10.2013.

Dettagli

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA

DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA DIPARTIMENTO DELL'AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA UFFICIO DEL CAPO DEL DIPARTIMENTO Prot. Roma, Ai rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali Federazione Nazionale Sicurezza CISL Via dei Mille, 36 00185-ROMA

Dettagli

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense

sono entrati in vigore il 23 agosto 2012. Legge 31 dicembre 2012, n. 247, Nuova disciplina dell'ordinamento della professione forense Egregio Collega, il tuo quesito, in buona sostanza, è il seguente: In base alla normativa vigente, sono ripetibili dal soccombente le spese generali e/o forfettarie non liquidate dal Giudice nella sentenza?

Dettagli

Ministero dell Interno

Ministero dell Interno LETTERA CIRCOLARE N Roma, data protocollo Alle Direzioni Centrali All Ufficio Centrale Ispettivo Alle Direzioni Regionali e Interregionali VV.F. Agli Uffici di Staff del Capo Dipartimento Agli Uffici di

Dettagli

UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA

UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA Prot. 6909 Foggia, 29 dicembre 2014 AI

Dettagli

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ

NUMERO LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA PER LE ASSUNZIONI 2015-2016 AL VIA LA CERTIFICAZIONE UNICA 2015 IL CRONOPROGRAMMA DELLA LEGGE DI STABILITÀ NUMERO ANNO 5 numero 3 10 febbraio 2015 3 Rivista di aggiornamento e formazione professionale in materia di pubblico impiego Coordinamento editoriale di Gianluca Bertagna LA CIRCOLARE DELLA FUNZIONE PUBBLICA

Dettagli

IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it

IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it IN VIGORE DECRETO LEGGE EFFICIENTAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE AMMINISTRAZIONI FINANZIARIE Colaci.it Sulla Gazzetta Ufficiale n.148 del 27.6.2012 risulta pubblicato il decreto legge n.87/2012 contenente misure

Dettagli

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia

BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia Anno CXXXIV - Numero 18 Roma, 30 settembre 2013 Pubblicato il 30 settembre 2013 BOLLETTINO UFFICIALE del Ministero della Giustizia PUBBLICAZIONE QUINDICINALE SOMMARIO PARTE PRIMA DISPOSIZIONI GENERALI

Dettagli

MIUR/AOODRVE/UFF.III/5490 /C21 Venezia, 17 aprile 2014

MIUR/AOODRVE/UFF.III/5490 /C21 Venezia, 17 aprile 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Contenimento del ricorso a forme di lavoro flessibile

Contenimento del ricorso a forme di lavoro flessibile 30-1-2007 Speciale Finanziaria 2008 Legge 24 dicembre 2007, n. 244 II Pubblico impiego a cura di IGOR GIUSSANI E TOMMASO PIZZO Le disposizioni in materia di pubblico impiego contenute nella Finanziaria

Dettagli

Determinazione dirigenziale

Determinazione dirigenziale SETTORE AMMINISTRAZIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE UMANE --- SERVIZIO CONCORSI - ASSUNZIONI Determinazione dirigenziale Registro Generale N. 164 del 17/03/2014 Registro del Settore N. 47 del 17/03/2014 Oggetto:

Dettagli

SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE»

SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE» I processi di riorganizzazione e di mobilità del personale delle province SPISA «IL NUOVO STATUTO DELLE PROVINCE. GOVERNO, FUNZIONI E RISORSE» Lorenzo Broccoli Bologna, 28 aprile 2015 1 La legge 56 del

Dettagli

CITTA DI POGGIARDO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ ESTERNA

CITTA DI POGGIARDO REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ ESTERNA CITTA DI POGGIARDO Provincia di Lecce REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÀ ESTERNA Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 276 del 30.12.2013 ARTICOLO 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE

DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DISPOSIZIONI SULLA GESTIONE DEL PERSONALE DELLE PROVINCE DIVIETO DI ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO L art. 16, comma 9, del Decreto Legge 6 luglio 2012 n. 95 - Disposizioni urgenti per la revisione della

Dettagli

UFFICIALE.U.0004031.04-05-2015

UFFICIALE.U.0004031.04-05-2015 dipvvf.staffcadip.registro UFFICIALE.U.0004031.04-05-2015 Interno - 261 MOD.4 VCF Roma, data protocollo CIRCOLARE Alle All Alle Agli Agli Ai DIREZIONI CENTRALI UFFICIO CENTRALE ISPETTIVO SEDE DIREZIONI

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA Page 1 of 11 PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DECRETO 14 settembre 2015 Criteri per la mobilita' del personale dipendente a tempo indeterminato degli enti di area

Dettagli

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n. 101 DECRETO-LEGGE 31 agosto 2013, n 101 Disposizioni urgenti per il perseguimento di obiettivi di razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni (GU Serie Generale n204 del 31-8-2013) (Entrata in vigore

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia-Direzione Generale UFFICIO IX AMBITO TERRITORIALE DI FOGGIA CIRCOLARE N. 1 Prot. N.91 Foggia, 15 gennaio

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O

COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O COMUNE DI ROVIGO VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON I POTERI DELLA GIUNTA COMUNALE DLGC/2015/26 O G G E T T O Piano fabbisogni assunzionali 2015-2017: mobilità reciproca tra enti

Dettagli

1 La Ricostruzione di carriera dei docenti di religione

1 La Ricostruzione di carriera dei docenti di religione 1 La Ricostruzione di carriera dei docenti di religione 1.1 La situazione dei docenti di religione 1.1.1 Contesto normativo Con l approvazione della Legge 18 luglio 2003, n. 186, si è conclusa una vicenda

Dettagli

Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli

Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli Comune di Sant Anastasia Provincia di Napoli VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO ORIGINALE N 186 del 20/06/2014 OGGETTO: RICOGNIZIONE ANNUALE DELLE SITUAZIONI DI ECCEDENZA DI PERSONALE

Dettagli

Esiti consultazione telematica Commissione. Roma, 9 luglio 2014

Esiti consultazione telematica Commissione. Roma, 9 luglio 2014 Esiti consultazione telematica Commissione Roma, 9 luglio 2014 La Commissione Infrastrutture, Mobilità e Governo del Territorio, a seguito di consultazione svolta per via telematica, si è pronunciata sul

Dettagli

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma

Nota Circolare UPPA n. 33/08. Roma, lì 22.05.2008. Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Roma UFFICIO PERSONALE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI SEGRETERIA TECNICA DEL DIRETTORE Nota Circolare UPPA n. 33/08, lì 22.05.2008 Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Segretariato generale Alle Amministrazioni

Dettagli

ROMA ROMA ROMA. e, p.c. ROMA. Oggetto: DM-DGMC Decreto del Ministro della Giustizia recante disposizioni concernenti

ROMA ROMA ROMA. e, p.c. ROMA. Oggetto: DM-DGMC Decreto del Ministro della Giustizia recante disposizioni concernenti Prot. 122/11/2015/uil Roma, 11 novembre 2015 All Ufficio del Gabinetto dell On.le Ministro Dott. G. Melillo segreteria.capo.gabinetto@giustizia.it Al Vice Capo di Gabinetto Dott.ssa G. Tuccillo gemma.tuccillo@giustizia.it

Dettagli

Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10.

Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10. Decreto ingiuntivo e nuovi parametri: è ancora necessario il visto dell Ordine?Tribunale Varese, sez. I civile, decreto 11.10.2012 commento (Andrea Bulgarelli) Il decreto ingiuntivo del tribunale di Varese

Dettagli

Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria)

Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria) Cons. Nicola Durante (Magistrato del T.A.R. Calabria) VALENZA DELLA FORMAZIONE UNIVERSITARIA E POST UNIVERSITARIA AI FINI DELL ACCESSO AI RUOLI DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Relazione svolta al convegno

Dettagli

Consiglio dei Ministri n.21

Consiglio dei Ministri n.21 Consiglio dei Ministri n.21 26 Agosto 2013 La Presidenza del Consiglio comunica che: Il Consiglio dei Ministri si è riunito oggi alle ore 17.00 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente del Consiglio,

Dettagli

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna

COMUNE DI FAENZA Provincia di Ravenna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Deliberazione n. 204 del 29/07/2014 OGGETTO: STRUMENTI FINANZIARI - VALUTAZIONE CONVENIENZA ECONOMICA E TUTELE CONSEGUENTI L anno duemilaquattordici, il giorno

Dettagli

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE.

Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Prot.n. 39056 Brescia, 16.9.2002 DETERMINAZIONE N. 273/SG : CRITERI GENERALI PER LA DISCIPLINA DEL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. IL SEGRETARIO GENERALE con la capacità e con i poteri del privato

Dettagli

Roma, 24.11.2005. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane Loro sedi. All Area Centrale Gestione Tributi e Rapporto con gli Utenti Sede

Roma, 24.11.2005. Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane Loro sedi. All Area Centrale Gestione Tributi e Rapporto con gli Utenti Sede \ Roma, 24.11.2005 Protocollo: Rif.: Allegati: 3224/IV/2005 Alle Direzioni Regionali dell Agenzia delle Dogane Loro sedi All Area Centrale Gestione Tributi e Rapporto con gli Utenti All Area Centrale Personale

Dettagli

la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300;

la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400 e successive modificazioni ed integrazioni; VISTA la legge 23 ottobre 1992, n. 421; VISTO il decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 300; VISTO il decreto legislativo

Dettagli

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri:

Presiede la seduta il sig. Dott. Donato GENTILE nella sua qualità di Sindaco e sono presenti i seguenti sigg.ri: C I T T À DI B I E L L A ORIGINALE DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 392 DEL 30.09.2013 OGGETTO: PERSONALE COSTITUZIONE FONDO RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E DI RISULTATO PERSONALE DIRIGENTE ANNO 2013

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL MINISTRO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L INTEGRAZIONE VISTO il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione

Dettagli

COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA

COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA ORIGINALE COMUNE DI CIVITAVECCHIA PROVINCIA DI ROMA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE (Deliberazione n. 51 del 10/03/2011) OGGETTO: APPROVAZIONE DOTAZIONE ORGANICA E DOCUMENTO DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA

OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO DEL COMMISSARIO AD ACTA DECRETO n. 4 del 18 01 2010 OGGETTO: Azienda USL RM/C parere positivo ai sensi dell art. 3 del Decreto Commissariale n. U0016 del 27 febbraio 2009. IL COMMISSARIO AD ACTA

Dettagli

CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE di GLORIANNA LEMMO INFORMAZIONI PERSONALI Data di nascita: 03/12/1962 Qualifica: Funzionario amministrativo Amministrazione: Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali Segreteria

Dettagli

Ministero della Giustizia

Ministero della Giustizia NUCLEO TRADUZIONI PROVINCIALE DI FROSINONE Pagina 1 di 22 P A R T E P R I M A Capo I ISTITUZIONE NUCLEO TRADUZIONI PROVINCIALE 1. LIMITI DI COMPETENZA MATERIALE E TERRITORIALE AREA PROVINCIALE Nell area

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 2. Seduta del 2 febbraio 2007

DELIBERAZIONE N. 2. Seduta del 2 febbraio 2007 Allegato 1 ISTITUTO NAZIONALE DELLA PREVIDENZA SOCIALE COMITATO AMMINISTRATORE DEL FONDO DI SOLIDARIETA PER IL SOSTEGNO DEL REDDITO, DELL OCCUPAZIONE, DELLA RICONVERSIONE E RIQUALIFICAZIONE PROFESSIONALE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 50 DEL 26 Marzo 2013 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE TRIENNALE DEL FABBISOGNO DI PERSONALE - PIANO ASSUNZIONI 2013 * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * * *

Dettagli

effettuato il passaggio graduale e progressivo del servizio di traduzione e

effettuato il passaggio graduale e progressivo del servizio di traduzione e MINISTERO DELLA GIUSTIZIA 3HTAmministrazione Penitenziaria CONFORME ' 'Ufficio CORTE DEI CONTI " { \ÌRì\. C-'^ ìt 0009314- la legge 15 dicembre 1990, n. 395, recante "Ordinamento del Corpo di polizia penitenziaria"

Dettagli

Oggetto: Operatori del Corpo di polizia penitenziaria impiegati negli Uffici di esecuzione penale esterna.

Oggetto: Operatori del Corpo di polizia penitenziaria impiegati negli Uffici di esecuzione penale esterna. _ Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione Ministeri Enti Pubblici Università E.P. Ricerca Vigili del Fuoco Comparto Sicurezza Presidenza del Consiglio Agenzie Fiscali Dirigenza Autorità amministrative

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO RINNOVO DI UN INCARICO A TEMPO DETERMINATO QUESITO (posto in data 27 giugno 2014) Lavoro presso una Azienda Ospedaliera dal 1 gennaio 2013, con un rapporto di lavoro a tempo determinato, ed il

Dettagli

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO

REGOLAMENTO SAN PANCRAZIO SALENTINO REGOLAMENTO SULLA MOBILITA INTERNA DEL C O M U N E DI SAN PANCRAZIO SALENTINO (Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 95 del 26 luglio 2007) 1 INDICE SISTEMATICO Art. 1 Individuazione e definizione

Dettagli

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione

Unione Italiana Lavoratori Pubblica Amministrazione In data 12.11.2007 con nota n. 4054 (vedi allegato) la segreteria nazionale ha rappresentato al capo del DAP l involuzione che l istituto di Milano Opera ha subito a conseguenza dell apertura del reparto

Dettagli

MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015

MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015 MIUR/AOODRVE/UFF.III/ 3493/C21 Venezia, 20 marzo 2015 Ai Ai All Dirigenti degli Uffici Scolastici Territoriali per le province di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Vicenza, Verona e Venezia Loro Sedi Dirigenti

Dettagli

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA REVISIONE DELLA SPESA PUBBLICA D-L. 95/2012 NORME RIGUARDANTI LA SCUOLA

DISPOSIZIONI URGENTI PER LA REVISIONE DELLA SPESA PUBBLICA D-L. 95/2012 NORME RIGUARDANTI LA SCUOLA DISPOSIZIONI URGENTI PER LA REVISIONE DELLA SPESA PUBBLICA D-L. 95/2012 NORME RIGUARDANTI LA SCUOLA Oggetto Testo Articolo 14 decreto-legge 95/2012 Descrizione contenuti PERSONALE DELLA SCUOLA DA DESTINARE

Dettagli

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476

CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476 CORTE DI CASSAZIONE - Sentenza 27 gennaio 2015, n. 1476 Svolgimento del processo La Corte d appello di Trieste, con la sentenza indicata in epigrafe, ha confermato, riunendo i giudizi, le tre sentenze

Dettagli

Comune di Cattolica Provincia di Rimini

Comune di Cattolica Provincia di Rimini Comune di Cattolica Provincia di Rimini DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 445 DEL 16/06/2014 APPROVAZIONE CONVENZIONE DI PROGRAMMA EX ART.11 COMMA 68/99 CON PROVINCIA DI RIMINI PER ASSUNZIONE NOMINATIVA CENTRO

Dettagli

art. 1 Finalità e ambito di applicazione

art. 1 Finalità e ambito di applicazione REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITÁ VOLONTARIA CON AZIENDE DEL COMPARTO SANITA E CON AMMINISTRAZIONI DI COMPARTI DIVERSI. PERSONALE DIRIGENTE E NON DIRIGENTE (approvato con deliberazione n. 185

Dettagli

delle Università LORO SEDI

delle Università LORO SEDI RIPARTIZIONE II PERSONALE SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA /* / A toma 19/11/2009 'rot0061323 Ai Direttori Amministrativi delle Università LORO SEDI Oggetto: Avviso di mobilità di comparto - Art. 46 del CCNL

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA

RELAZIONE ILLUSTRATIVA Schema di Regolamento di riordino dell Agenzia nazionale per la sicurezza del volo ANSV, ai sensi dell articolo 26 del decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 RELAZIONE ILLUSTRATIVA L articolo 26, comma 1,

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001

CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE DI LAVORO PER IL PERSONALE DIRIGENTE DEL CNEL BIENNIO ECONOMICO 2000-2001 A seguito del parere favorevole espresso in data 7 dicembre 2001 dalla Presidenza del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE G.C. N. 34 DEL 20 febbraio 2014 REGOLAMENTO DISCIPLINANTE LA MOBILITA VOLONTARIA ESTERNA E PER L'UTILIZZO DI GRADUATORIE DI CONCORSI PUBBLICI 1 Art. 1 Ambito di applicazione

Dettagli

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione

L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo approvato dalla Commissione XIV legislatura Disegno di legge A.S. n. 3223-A Disposizioni per la formazione del bilancio annuale e pluriennale dello Stato (legge finanziaria 2005) L'emendamento del Governo 1.2000 a fronte del testo

Dettagli

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola

CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE concernente i criteri per la fruizione dei permessi per il Diritto allo Studio Personale della scuola SOMMARIO Art. 1 Beneficiari del diritto Art. 2 Finalità

Dettagli

In sintesi le disposizioni attengono a:

In sintesi le disposizioni attengono a: Audizione alla Commissione bilancio del Senato Valutazioni Uil sul Disegno legge N.1977 (Decreto legge n. 78/2015) presentate da Antonio Foccillo (segretario confederale Uil) Roma 7.7.2014 Premessa Il

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. e delle Amministrazioni dello Stato

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo. e delle Amministrazioni dello Stato Delibera n.sccleg/5/2013/prev REPUBBLICA ITALIANA la Corte dei conti Sezione Centrale del controllo di legittimità sugli atti del Governo e delle Amministrazioni dello Stato formata dai Magistrati: Presidente

Dettagli

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione

Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione TESTO Decreto legge n. 90/2014 sulla pubblica amministrazione NOTE CAPO I - PERSONALE Art.1 (Disposizioni per il ricambio generazionale nelle pubbliche amministrazioni) 1. Sono abrogati l articolo 16 del

Dettagli

N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO N. 07514/2014 REG.PROV.COLL. N. 12076/2013 REG.RIC. ha pronunciato la presente REPUBBLICA ITALIANA IN NOME DEL POPOLO ITALIANO Il Tribunale Amministrativo Regionale per il Lazio (Sezione Terza) SENTENZA

Dettagli

Presidenza Nazionale

Presidenza Nazionale On.le Dott.ssa Avv. Mariastella GELMINI MINISTRO DELL ISTRUZIONE UNIVERSITA E RICERCA Piazza Kennedy, 20 00144 ROMA e, p.c. Egr. Sig. Prof. Dott. Ferruccio FAZIO SOTTOSEGRETARIO DI STATO con delega alla

Dettagli

la Regione Marche il Provveditorato dell Amministrazione Penitenziaria per le Marche

la Regione Marche il Provveditorato dell Amministrazione Penitenziaria per le Marche ACCORDO tra la Regione Marche e il Provveditorato dell Amministrazione Penitenziaria per le Marche per favorire l inclusione socio-lavorativa di persone sottoposte a provvedimenti dell autorità giudiziaria.

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Rita Andrenacci Data di nascita 14/05/1959. Dirigente Esecuzione Penale Esterna

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Rita Andrenacci Data di nascita 14/05/1959. Dirigente Esecuzione Penale Esterna INFORMAZIONI PERSONALI Nome Rita Andrenacci Data di nascita 14/05/1959 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente Esecuzione Penale Esterna MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

Dettagli

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA RISORSE SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE

COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA RISORSE SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE Prot. Gen. n. del COMUNE DI PIACENZA DIREZIONE OPERATIVA RISORSE SERVIZIO PERSONALE E ORGANIZZAZIONE AVVISO PUBBLICO DI SELEZIONE PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO MEDIANTE MOBILITA ESTERNA EX ART.

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI

VADAMECUM IMMISSIONI IN RUOLO E QUOTA RISERVISTI sede di Nola Via Anfiteatro Laterizio,180 tel. fax 081/3652976 antoniodascoli1@virgilio.it CONITP ( sindacato autonomo) Sede Nazionale Via Luigi Carbone,23 San Gennarello di Ottaviano Napoli 80040 Tel

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II SEGRETERIA DIREZIONE GENERALE DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo DR/2015/3592 del 21/10/2015 Firmatari: De Vivo Arturo U.S.R. IL RETTORE VISTO l'art. 9 del D.P.R. 3/8/1990, n. 319; VISTO il D.Lgs. 30/3/2001 n. 165; VISTO il vigente CCNL relativo al personale del Comparto

Dettagli

Mobilità di personale nelle società partecipate

Mobilità di personale nelle società partecipate Mobilità di personale nelle società partecipate di Gesuele Bellini funzionario del Ministero dell Interno e docente di diritto amministrativo del lavoro presso l Università dell Insubria Il quadro di difficoltà

Dettagli

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio.

Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. Decreto del Ministro degli affari esteri 30 dicembre 1978, n.4668 bis, Regolamento per il rilascio dei passaporti diplomatici e di servizio. 1. I passaporti diplomatici e di servizio, di cui all'articolo

Dettagli

TRIENNIO 2013 2015 TRA PREMESSO VIENE SOTTOSCRITTO

TRIENNIO 2013 2015 TRA PREMESSO VIENE SOTTOSCRITTO CONTRATTO COLLETTIVO INTEGRATIVO REGIONALE CONCERNENTE I CRITERI PER LA FRUIZIONE DEI PERMESSI PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEL PERSONALE DEL COMPARTO SCUOLA. TRIENNIO 2013 2015 Il giorno 15 novembre 2012

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale MIUR.AOODRTO.REGISTRO UFFICIALE(U).0007919.22-08-2013 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca AOODRTO Firenze, 22/08/2013 Ufficio VI Ai Dirigenti degli Uffici territoriali dell USR per

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. BOCCACCI Saverio Data di nascita 01/04/1946

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. BOCCACCI Saverio Data di nascita 01/04/1946 INFORMAZIONI PERSONALI Nome BOCCACCI Saverio Data di nascita 01/04/1946 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio II Fascia Responsabile - D.G.M. - D.G.P.F. - UFFICIO II

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 13 gennaio 2014. Rideterminazione delle dotazioni organiche del personale del Consiglio nazionale dell economia e del lavoro e dell

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri

Presidenza del Consiglio dei Ministri IL MINISTRO PER LA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE E L INTEGRAZIONE VISTO il decreto legge 16 maggio 2008, n. 85, recante «Disposizioni urgenti per l'adeguamento delle strutture di Governo in applicazione

Dettagli

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE

SEZIONE AMMINISTRAZIONE TRASPARENTE - ELENCO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE sottosezione del singolo obbligo Contenuti dell'obbligo Aggiornamento Disposizioni generali Attestazioni OIV o struttura analoga Art. 14, c. 4, lett. g), 150/2009 Attestazioni OIV o struttura analoga Attestazione

Dettagli

LEGGE 6 AGOSTO 2015 N. 132

LEGGE 6 AGOSTO 2015 N. 132 LEGGE 6 AGOSTO 2015 N. 132 Conversione in legge, con modificazioni, del decretolegge 27 giugno 2015 n. 83 recante misure urgenti in materia fallimentare, civile e processuale civile e di organizzazione

Dettagli

C I T T A' D I I S P I C A AVVISO

C I T T A' D I I S P I C A AVVISO C I T T A' D I I S P I C A AVVISO In applicazione dell art. 6, comma 1, del D.Lgs 165/2001 con la presente sono definiti i criteri per la redazione della graduatoria dei dipendenti da dichiarare in eccedenza.

Dettagli

CIRCOLARE N. 1/2007. Oggetto: Il regime delle ferie annuali Personale con qualifica dirigenziale e personale privo di qualifica dirigenziale

CIRCOLARE N. 1/2007. Oggetto: Il regime delle ferie annuali Personale con qualifica dirigenziale e personale privo di qualifica dirigenziale Roma, 24 gennaio 2007 Prot. n 9107 Ai Direttori dei Dipartimenti, degli Uffici Centrali ed Extra Dipartimentali Ai Dirigenti dei Servizi LORO SEDE e p.c. All On.le Presidente della Provincia Agli On.li

Dettagli

CURRICULUM PARTE PRIMA

CURRICULUM PARTE PRIMA Avv. Fabio DEL GRANDE via Luigi Sturzo, 34 86039 TERMOLI (CB) CURRICULUM PARTE PRIMA DATI ANAGRAFICI Fabio Del Grande nato a Vasto (CH) il 14.06.1964 STATO DI SERVIZIO Segretario Comunale in servizio dal

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA

PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE E DELL ILLEGALITA Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 22 dicembre 2014 INDICE PREMESSA Oggetto del piano Il Responsabile della prevenzione

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per il personale scolastico Allegato A ISTRUZIONI OPERATIVE PERSONALE DOCENTE ED EDUCATIVO A.1

Dettagli

N. 2978 SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI)

N. 2978 SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE. presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) N. 2978 SENATO DELLA REPUBBLICA XIV LEGISLATURA DISEGNO DI LEGGE presentato dal Presidente del Consiglio dei ministri (BERLUSCONI) e dal Ministro per la funzione pubblica (MAZZELLA) di concerto col Ministro

Dettagli

Stato - Regione Trentino-Alto Adige Stato - Regione Autonoma Trentino-Alto Adige

Stato - Regione Trentino-Alto Adige Stato - Regione Autonoma Trentino-Alto Adige Bollettino Ufficiale n. 11/I-II del 17/03/2015 / Amtsblatt Nr. 11/I-II vom 17/03/2015 114 99185 Ordinanze, sentenze e ricorsi - Parte 2 - Anno 2015 Stato - Regione Trentino-Alto Adige Stato - Regione Autonoma

Dettagli

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/41/CR05/C1

CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/41/CR05/C1 CONFERENZA DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME 12/41/CR05/C1 PROBLEMATICHE DEL PERSONALE DIPENDENTE PUBBLICO RELATIVAMENTE ALLE DISPOSIZIONI DELL ARTICOLO 24 DEL DECRETO LEGGE N. 201 DEL 6 DICEMBRE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale di controllo per le Marche. nell adunanza del 30 luglio 2003 * * *

REPUBBLICA ITALIANA. Corte dei conti. Sezione regionale di controllo per le Marche. nell adunanza del 30 luglio 2003 * * * Deliberazione n. 5/2003/Pens. REPUBBLICA ITALIANA La Corte dei conti in Sezione regionale di controllo per le Marche nell adunanza del 30 luglio 2003 * * * Visto il decreto n. 1170 in data 8 novembre 1999,

Dettagli

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7

ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 giunta regionale 9^ legislatura ALLEGATOA alla Dgr n. 2337 del 29 dicembre 2011 pag. 1/7 LINEE DI INDIRIZZO REGIONALI SULL ORGANIZZAZIONE DELLA SANITA PENITENZIARIA Premessa Il Decreto del Presidente del

Dettagli

Dirigente - Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria

Dirigente - Provveditorato Regionale Amministrazione Penitenziaria INFORMAZIONI PERSONALI Nome Boccagna Emilia Data di nascita 04/07/1968 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio dirigente penitenziario MINISTERO DELLA Dirigente - Provveditorato

Dettagli

Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI

Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI Trentino Mobilità s.p.a. REGOLAMENTO PER LA SELEZIONE DEL PERSONALE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 21 dicembre 2012 In vigore dal 22 dicembre 2012

Dettagli

BANDO MOBILITÀ ESTERNA FUNZIONARI SPECIALISTI PROGRAMMI COMUNITARI

BANDO MOBILITÀ ESTERNA FUNZIONARI SPECIALISTI PROGRAMMI COMUNITARI FEDERAZIONE CONFSAL-UNSA COORDINAMENTO NAZIONALE BENI CULTURALI c/o Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo Via del Collegio Romano, 27-00186 Roma Tel. 06.67232889 - Tel./Fax 0667232348

Dettagli

COMUNE DI UDINE. Allegato alla DG n. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE

COMUNE DI UDINE. Allegato alla DG n. REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE COMUNE DI UDINE Allegato alla DG n. del REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLA MOBILITA INTERNA DEL PERSONALE DIPENDENTE 1 Art. 1 - Oggetto e ambito di applicazione Il presente Regolamento: a) disciplina

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI BANDO DI SELEZIONE PER MOBILITA ESTERNA

PROVINCIA DI BRINDISI BANDO DI SELEZIONE PER MOBILITA ESTERNA PROVINCIA DI BRINDISI BANDO DI SELEZIONE PER MOBILITA ESTERNA Visto l art. 30 del D.Lgs n. 165/2001 e s.m.i. ai sensi del D.Lgs. n. 150/2009; In esecuzione delle deliberazioni di Giunta Provinciale n.

Dettagli

MODIFICHE AL CODICE DEI CONTRATTI. art 19 modifiche al regime delle concessioni di lavori

MODIFICHE AL CODICE DEI CONTRATTI. art 19 modifiche al regime delle concessioni di lavori Decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, coordinato con la legge di conversione 9 agosto 2013, n. 98, recante: «Disposizioni urgenti per il rilancio dell economia». In rosso le modifiche apportate a precedenti

Dettagli

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera

COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COMUNE DI STIGLIANO Provincia di Matera COPIA DI DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE Svolgimento Lavori di Pubblica Utilità (art. 54 D.L.vo 28.08.2000, n. 247 e N. 75 Reg. del art. 2 D. M. 26.03.2001) Approvazione

Dettagli

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA MINISTERO DELLA GIUSTIZIA DECRETO 10 novembre 2014 Individuazione delle sedi degli uffici del giudice di pace mantenuti ai sensi dell'articolo 3 del decreto legislativo 7 settembre 2012, n. 156. (14A09312)

Dettagli

AVVISO DI MOBILITÀ EX ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001, ART. 1 L. 190/2014 E D.L. N. 78/2015

AVVISO DI MOBILITÀ EX ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001, ART. 1 L. 190/2014 E D.L. N. 78/2015 AVVISO DI MOBILITÀ EX ART. 30 DEL D.LGS. N. 165/2001, ART. 1 L. 190/2014 E D.L. N. 78/2015 riservato esclusivamente al personale di ruolo degli Enti di Area Vasta dichiarato in soprannumero nel rispetto

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N 112 del 30/12/2014 OGGETTO: PROGRAMMAZIONE FABBISOGNO PERSONALE A TEMPO INDETERMINATO TRIENNIO 2015/ 2017

Dettagli