La Piattaforma Android Analisi di Mercato. Stefano Lampis

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La Piattaforma Android Analisi di Mercato. Stefano Lampis"

Transcript

1 La Piattaforma Android Analisi di Mercato Stefano Lampis 4 aprile 2009

2 Indice 1 La piattaforma Android Che cos è Android? Principi base Architettura e design Strategia Origini Ambito strategico Open Handset Alliance Open Source Lancio sul mercato Android Market Timeline Analisi Analisi delle 5 Forze Analisi RBV Analisi del Valore Comparazione caratteristiche/prezzo Sondaggio Analisi SWOT Previsioni Penetrazione nel mercato americano Penetrazione nel mercato europeo Opinione delle aziende Fermento su Internet Conclusione Considerazioni Conclusione

3 Prefazione Questo documento è nato in ambito accademico, come progetto universitario per il corso di Gestione delle Imprese Informatiche della Laurea Triennale in Informatica, presso l Università degli Studi di Padova. Lo scopo del documento è fornire un analisi di mercato della piattaforma software Android di Google fornendo un livello di dettaglio adeguato al contesto universitario. Nella stesura del documento ho sempre cercato di riferirmi a fonti autorevoli, sia per quel che riguarda i dati collezionati, che per la parte tecnologica. Nonostante ciò, a causa dell impossibilità di ottenere campioni statistici di qualità e materiale più dettagliato, alcuni aspetti risultano trattati in una maniera ovviamente non consona a uno studio attendibile come quello di un economista o di personale competente. Il vero obiettivo di questa lettura è quindi capire i meccanismi di base che regolano il mercato del software Android e al contempo fornire una panoramica generale a coloro che vogliono capire che cosa sia la piattaforma Android, quali implicazioni abbia nel mercato e quali siano i suoi possibili sviluppi in futuro. Stefano Lampis 2

4 Capitolo 1 La piattaforma Android 1.1 Che cos è Android? Android è una piattaforma software open source per telefoni cellulari, sviluppata da Google e dall Open Handset Alliance (OHA). Comprende un sistema operativo basato su Linux, un middleware, e applicazioni per l utilizzo del telefono. Il suo scopo è fornire un esperienza migliore e più ricca agli utilizzatori degli smartphone, attraverso funzionalità avanzate, un interfaccia semplice, e applicazioni in grado di cooperare tra di loro. 1.2 Principi base Open Android è stato pensato per essere completamente aperto. In primo luogo è open source, e distribuito sotto licenza ASL (Apache Software License), perciò al suo sviluppo può contribuire la comunità ed è possibile creare opere derivate. Le stesse applicazioni sono aperte, in quanto è possibile interoperabilità tra le stesse. Tutte le applicazioni sono create uguali Android non differenzia tra applicazioni preinstallate (core applications) e applicazioni di terze parti. Infatti hanno tutte lo stesso livello di accesso alle risorse del telefono. In questo modo le applicazioni del core possono essere sostituite con applicazioni di terze parti dalle funzionalità affini, continuando a mantenere dei livelli di sicurezza adeguati. Oltrepassare le barriere dell applicazione Android rompe le barriere dell applicazione stand-alone su due fronti, al fine di fornire un esperienza più ricca e soddisfacente. In primo luogo un applicazione può interfacciarsi con un altra applicazione per scambiare informazioni, o perfino istanziare componenti di altre applicazioni. In secondo luogo Android è indirizzato al cloud computing: è possibile combinare informazioni provenienti dal web con i dati provenienti dal telefono stesso, e quindi dell utente, come contatti, calendario, locazione geografica. Ad esempio è possibile scrivere un applicazione che scatti fotografie, inserisca tra i metadati la locazione corrente grazie alla funzionalità GPS, e le condivida sul web. Oppure un applicazione potrebbe essere in grado di controllare se un utente ha degli amici nelle vicinanze, e in tal caso, avvisarlo. 3

5 1.3. ARCHITETTURA E DESIGN CAPITOLO 1. LA PIATTAFORMA ANDROID Sviluppo facile e veloce Android è una piattaforma concepita in maniera modulare e la sua bontà architetturale è riconosciuta. Inoltre mette a disposizione una ricca documentazione, di cui fanno parte API, specifiche tecniche e vari tutorial. Sono anche disponibili l SDK, che comprende molti strumenti per il debug e generatori, e plugin per gli IDE più comuni, come Eclipse. Infine Google ha allestito il cosiddetto Android Market, per facilitare la condivisione e la vendita di applicazioni. 1.3 Architettura e design Lo stack Android presenta una struttra modulare, illustrata in figura. fonte: Applications Nel layer più alto troviamo le applicazioni utente, come il telefono, il browser, la rubrica, e quelle di terze parti installabile dall utente. Application Framework Al livello sottostante troviamo il framework sul quale poggiano le applicazioni. Questo fornisce l accesso alle informazioni memorizzate sul telefono e la cooperazione - controllata - tra le applicazioni. Infatti per ragioni di sicurezza 4

6 1.3. ARCHITETTURA E DESIGN CAPITOLO 1. LA PIATTAFORMA ANDROID ogni applicazione viene eseguita in un proprio processo, con un proprio spazio di indirizzamento, separato da quello delle altre applicazioni. L interoperabilità e la capacità di scambiare dati tra le applicazioni è resa possibile proprio grazie all interfaccia che l Application Framework mette a disposizione, e alla possibilità di riutilizzare componenti, istanziando porzioni di applicazioni dentro altre applicazioni. Ogni applicazione scritta per Android dovrebbe interfacciarsi con questo layer, attraverso il linguaggio Java. Libraries In questo strato si trovano le librerie di sistema di Android. Spiccano i nomi delle famose libc, SSL, OpenGL, Webkit e SQLite. In più è presente il framework multimediale per rendere possibile la riproduzione di tutti i formati audio e video più utilizzati, librerie per il rendering 2D e 3D, e per la gestione di funzionalità avanzate quali touchscreen, GPS, accelerometri, videocamera. Android Runtime Questo layer comprende le librerie di sistema e la Dalvik Virtual Machine. La DVM è un implementazione di una macchina virtuale Java con una gestione della memoria e dei thread ottimizzata per i dispositivi mobili. Sui dispositivi Android ogni processo viene eseguito su una istanza separata della DVM, garantendo maggiori sicurezza e stabilità. Linux Kernel Alla fine dello stack Android c è il Kernel Linux, basato sulla versione 2.6, l ultima versione stabile. Il kernel si pone tra il sistema operativo e l hardware, perciò in questo strato troviamo tutti i driver necessari per gestire le componenti fisiche di un telefono Android. 5

7 Capitolo 2 Strategia 2.1 Origini Il progetto Android presenta una strategia a lungo termine, cominciata nel 2005, quando Google acquisisce Android Inc., una piccola compagnia californiana attiva nello sviluppo di applicazioni per telefoni cellulari. Da quel momento Google comincia a sviluppare un vero e proprio sistema operativo basato su Linux per dispositivi mobili. Inoltre da qui in avanti Google si impegna per rendere accessibili ai dispositivi mobili i suoi servizi web, lasciando intendere il suo interesse per questo mercato. Nel settembre 2007 si ha la conferma di tutto questo poiché Google deposita un consistente numero di brevetti relativi a dispositivi mobili, alimentando ancora di più i rumour relativi all idea che Google volesse entrare nel mercato mobile con un proprio prodotto, per cui fu perfino inventato un nome: gphone. Nel novembre 2007, quando l Open Handset Alliance si rivela al mondo, il ruolo di Google diventa chiaro, e vengono smentite tutte le voci riguardanti un eventuale gphone. 2.2 Ambito strategico Google cerca di introdursi all interno del mercato della telefonia mobile mondiale, ponendosi come target tutti i possibili fruitori di smartphone, vale a dire uomini d affari, membri dell IT, ma anche liberi professionisti come medici o avvocati, che vogliono in un unico dispositivo sia un telefono che uno strumento utile per la propria professione. Inoltre telefoni sempre più avanzati attirano l interesse dei giovani - i clienti di adesso ma soprattutto di un domani - per via del loro design curato e delle funzionalità multimediali. Sicuramente il progetto è ambizioso, poiché al momento il mercato è popolato da competitor che hanno affermato da tempo la propria posizione e mirano a proteggere i propri interessi. 6

8 2.3. OPEN HANDSET ALLIANCE CAPITOLO 2. STRATEGIA Tuttavia la strategia adottata illustra come Google dovrebbe riuscire a interagire e modificare gli equilibri presenti nel mercato mobile mondiale. Vediamo come. 2.3 Open Handset Alliance Per prima cosa notiamo come Google abbia deciso di non costruire un proprio telefono, sebbene in possesso tutte le risorse e competenze necessarie. Con una scelta del genere infatti Google si sarebbe inimicata molti potenziali partner. Il colosso di Mountain View in effetti non ambisce alla vendita di un proprio prodotto, quanto piuttosto ad espandere il proprio bacino d utenza, rendendo disponibili i propri servizi anche ai dispositivi mobili, attraverso un opera di standardizzazione e avanzamento omogeneo delle tecnologie Internet sul mercato mobile. Il suo obiettivo è anche superare la frammentazione tecnologica presente in questo settore, dove accade spesso che i telefoni abbiano browser proprietari non aderenti agli standard. In questo modo si ha un duplice vantaggio: in primis da parte degli utilizzatori del telefono, che possono tutti fruire di una navigazione ugualmente ricca e soddisfacente, e dall altra parte di Google stessa, che trae un vantaggio proporzionale al numero delle sue pagine visitate. Dunque Google decide di rimanere focalizzata sull aspetto software. In linea con questo principio, allestisce l Android Market: un luogo per la pubblicazione di applicazioni, proprio come avviene per l iphone di Apple. Google con l Android Market vuole creare un punto di riferimento per sviluppatori e utenti, favorendo lo sviluppo di nuove applicazioni in maniera ordinata e standard, arginando - ripeto - il problema della frammentazione tecnologica. Le applicazioni Android infatti, una volta compilate possono essere eseguite su tutti i telefoni compatibili. A dare adito e credibilità alla capacità da parte di Google di influenzare un mercato, di cui, come detto in precedenza, fanno parte presenze molto forti, ci sono i grossi nomi dell Open Handset Alliance. Dell Open Handset Alliance fanno parte al momento 47 compagnie che includono China Mobile Communications Corporation T-Mobile Telecom Italia Vodafone ASUSTeK Computer Inc. Garmin International, Inc. HTC Corporation LG Electronics, Inc. Motorola, Inc. Samsung Electronics Sony Ericsson Toshiba Corporation ebay Inc. ARM Atheros Communications Broadcom Corporation Ericsson Intel Corporation 7

9 2.4. OPEN SOURCE CAPITOLO 2. STRATEGIA NVIDIA Corporation Qualcomm Inc. Texas Instruments Incorporated 2.4 Open Source Sono diversi anni che Google ha abbracciato la filosofia open source: Google Project Hosting contiene più di progetti open source, quest anno ci sarà il quinto evento Google Summer of Code, e Google stessa ha rilasciato più di un milione di righe di codice dei suoi progetti. Google è conscia del fatto che l open source spinge in maniera armoniosa la collaborazione e la competizione, perciò ha deciso di comportarsi di conseguenza per il rilascio di Android. Android è rilasciato sotto licenza Apache Software License versione 2, la quale permette di contribuire nello sviluppo, nonché di produrre opere derivate, lasciando libertà sul rilascio delle stesse. Infatti la licenza ASL 2 non impone la diffusione di eventuale codice proprietario utilizzato. Per Google è positivo il fatto che le aziende possano sviluppare su Android utilizzando tecnologie proprietarie senza obblighi (a contrario di quanto avviene per la licenza GPL 2), perché in questo modo tutelano il proprio vantaggio competitivo e sono al contempo invogliate a migliorarsi, in un clima di collaborazione e competizione generale. 2.5 Lancio sul mercato L introduzione di Android sul mercato è avvenuta in maniera graduale, coinvolgendo la comunità prima che il prodotto fosse pronto, di modo da creare partecipazione e aspettative. Infatti già il 12 Novembre 2007 viene rilasciata la prima SDK, e all inizio del 2008 comincia il concorso a premi conosciuto come Android Challenge. In questo concorso Google mette in palio 10 milioni di dollari da destinare alle applicazioni più promettenti per Android, provenienti da sviluppatori di tutto il mondo, fatta eccezione per quei paesi laddove la legislazione non lo permetteva. Tra questi rientrò erroneamente l Italia, per via di una sbagliata interpretazione sulla legge relativa ai concorsi a premi, ma in seguito l errore fu notato e l Italia riammessa al contest. Ad agosto furono resi noti i vincitori e nello stesso mese annunciato l Android Market. 2.6 Android Market L Android Market è il punto di riferimento per la pubblicazioni di applicazioni Android, proprio come l AppStore per l iphone di Apple. Tuttavia esistono delle differenze sostanziali che evidenziano le due differenti scelte di Google e Apple, la prima open, la seconda closed. 8

10 2.6. ANDROID MARKET CAPITOLO 2. STRATEGIA Queste quattro vignette molto popolari su Internet, sottolineano con ironia la differenza ideologica alla base di Android e iphone. Mentre l iphone impone limiti di natura tecnologica e per quel che riguarda la libertà di scelta dell utente, Google agisce in maniera diametralmente opposta, lasciando che l utente (o lo sviluppatore) sia libero di fare quello che meglio crede. Pubblicazione applicazioni Costo licenza sviluppatore Approvazione/moderazione applicazioni Google Android Sull Android Market o con qualunque mezzo si ritenga opportuno 25$ una tantum, necessaria solo se si intende distribuire applicazioni via Android Market Sì, politica sui contenuti definita. Tuttavia è aggirabile non utilizzando il Market Apple iphone Esclusivamente sull AppStore, o in azienda con licenza enterprise 99$ all anno standard, 299$ all anno enterprise Sì, poco chiaro quali siano i contenuti. Aggirabile utilizzando store alternativi (Cydia), ma è necessario jailbreak con conseguente invalidazione della garanzia Apple Certificazione A carico dello sviluppatore, con applicazioni crittografia asimmetrica Vendita di applicazioni Al momento solo in US Si, sebbene con differenti mercati 9

11 2.7. TIMELINE CAPITOLO 2. STRATEGIA Google Android Apple iphone Applicazioni gratuite Sì Sì Commissione vendita 30% 30% Responsabilità applicazioni Utente Sviluppatore. Nel caso l utente chieda un rimborso lo sviluppatore deve effettuare un rimborso completo, compreso il 30% trattenuto dallo store. 2.7 Timeline Per completezza segue la timeline con gli eventi più importanti legati allo sviluppo della piattaforma Android e alla sua immissione nel mercato. 1. Open Handset Alliance annuncia Android - 5 Novembre Prima SDK rilasciata in beta - 12 Novrembre Android Developer Challenge - 1 Aprile Android Market annunciato - 28 Agosto T-Mobile annuncia G1, il primo telefono Android - 23 Settembre Android 1.0 SDK release 1-23 Settembre Android Open Source Project rilasciato - 21 October Apertura Android Market e commercializzazione HTC Dream - 22 Ottobre Commercializzazione HTC Magic - Marzo

12 Capitolo 3 Analisi 3.1 Analisi delle 5 Forze 11

13 3.1. ANALISI DELLE 5 FORZE CAPITOLO 3. ANALISI Threat of new entry - Minaccia di nuovi entranti Costi e tempistiche: entrare nel mercato della telefonia mobile con un nuovo sistema operativo richiederebbe costi e tempi sicuramente non trascurabili. Conoscenze tecniche: necessari studi, ma facilmente reperibili Barriere all entrata: presenza di brevetti sul software e diritti d autore Economia di scala: in generale verrebbe da pensare che nella produzione di software non ci possa essere un economia di scala in quanto gli sviluppatori costano sempre uguale. Tuttavia oggigiorno esistono molte metodologie di sviluppo che fanno uso di generazione automatica del codice sorgente, le quali possono diminuire drasticamente il numero di ore programmatore. Inoltre nel caso di Android la maggior diffusione porta a un maggior contributo da parte della comunità open source, che per definizione, non ha costi. Accesso alla distribuzione: non è possibile pensare a un sistema operativo a prescindere da dispositivi hardware sui quali deve essere eseguito. Trovare partner in tal senso potrebbe essere molto difficile. Nel caso di Android questo problema è stato risolto grazie all Allenza. Identità di marchio: l ingresso nel settore porta inevitabilmente allo scontro con i marchi già affermati. Nel nostro caso abbiamo i grossi nomi dell Alleanza, ma anche il nome di Google è di spicco, sebbene non direttamente connesso al mercato della telefonia mobile. Supplier Power - Potere dei fornitori Android in se non ha un prezzo, in quanto è un sistema operativo diffuso gratuitamente e installato dai partner dell alleanza sui propri dispositivi. Perciò per questo punto e per il seguente prendiamo in considerazione Android e il dispositivo sul quale gira. Numero di fornitori: elevato Dimensione dei fornitori: grande perché sono tutti affermati Unicità dell input: nel caso di Android questo problema è arginato dall alleanza, nella quale compaiono fornitori dello stesso input in numerosità maggiore di uno. Buyer Power - Potere degli acquirenti Come per il punto precedente consideriamo il connubio piattaforma Android - dispositivo. Il potere dell acquirente può determinare il costo dei telefoni, ma indipendentemente da Android, in maniera legata al marchio, ovvero su HTC, Motorola, ecc. Il fatto che il cliente possa cambiare telefono per Google non è un problema così grande, in quanto conta sull appoggio di più manufacturer già affermati, e statisticamente è difficile che nessuno di questi riesca a distribuire Android sul mercato. Threat of substitution - Minaccia di sostituzioni Rapporto benefici/prezzo: ovvero il valore percepito dal cliente. Un cliente potrebbe trovare alternative valide ritenendosi soddisfatto. Costo del cambio: equivale a passare da un sistema all altro. In generale si tratta di sistemi molto semplici e intuitivi, tuttavia non tutti sono propensi al cambio perché hanno paura di dover imparare tutto da capo. Prodotto per prodotto: è possibile la ricerca di un prodotto alternativo, che venga incontro in maniera diversa alle esigenze dell utente, ma comunque soddisfacente. Una minaccia diretta di quest ultimo periodo sono sicuramente i netbook, che offrono considerevoli vantaggi rispetto a uno smartphone (display più grande, tastiera, espandibilità, ecc.), ma lo svantaggio di dover portare un dispositivo in più con se. Prezzo: un acquirente potrebbe essere indirizzato verso una strada oppure un altra a seconda della differenza di prezzo. 12

14 3.2. ANALISI RBV CAPITOLO 3. ANALISI Degree of rivalry - Grado di rivalità Numero di competitor: elevato. Basta citare nomi quali Symbian, Windows Mobile, Palm OS, BlackBerry, iphone OS. Il più pericoloso nel caso di Android è sicuramente l iphone in quanto è quello che, tra tutti, fornisce servizi più simili. Fidelizzazione del cliente: se il cliente si trova bene è invogliato a rimanere fedele al marchio. Apple e Nokia sono due esempi lampanti di ciò. 3.2 Analisi RBV Risorse Tangibili Capitale di Google Infrastruttura Risorse dell Alleanza Risorse Intangibili Reputazione di Google Ruolo di Google su Internet Brevetti depositati Know-how e conoscenze specifiche della compagnia Conoscenze specifiche delle aziende dell Alleanza Risorse Umane Personalità di Google Esperti nello sviluppo di tecnologie OS Passione della comunità OS 3.3 Analisi del Valore Per capire in quali step del processo produttivo viene creato del valore l ideale sarebbe effettuare un analisi sulla catena del valore. Non avendo i dati a disposizione, ci concentreremo sulla percezione da parte del pubblico, utilizzando due campioni di dati Comparazione caratteristiche/prezzo Il primo campione è basato sulle valutazioni tecniche effettuate dal sito web Da questo ho costruito un paragone tra gli smartphone più evoluti attualmente in circolazione, includendo i due unici telefoni Android commercializzati: l HTC Dream e l HTC Magic. 13

15 3.3. ANALISI DEL VALORE CAPITOLO 3. ANALISI Fonte: telefonino.net Dai grafici emerge come gli smartphone presi in considerazione siano tutti simili quanto a caratteristiche tecniche, fatta eccezione per l HTC Dream, che però non è più un prodotto recente. Per quel che riguarda i prezzi emerge che per ottenere determinate prestazioni è necessario spendere una cifra media di 545 euro. Da notare anche che uno smartphone di fascia medio-alta si colloca tra i 400 e il 550 euro. Nel grafico i massimi sono caratterizzati dal Sony Xperia X1 e dal Samsung 9100 Omnia HD, che ancora non è arrivato sul mercato. I minimi invece sono dati dal Nokia 5800 e dai due Smartphone Android. E notevole anche il fatto che l iphone sulla carta appaia come un prodotto inferiore rispetto agli altri, ma sia comunque un prodotto di grande successo Sondaggio Il secondo campione deriva da un sondaggio di mia iniziativa che ho pubblicato sul mio blog personale, all indirizzo un pò per curiosità, un pò per capire quale fosse la percezione comune nei confronti di Android. Al sondaggio hanno partecipato circa 70 persone, di cui il 32% fa parte dell IT, mentre il resto proviene da altri settori. E risultato che la maggioranza dei partecipanti sa che cosa sia uno smartphone (85%) e il 40% ne possiede o ha posseduto uno. Di tutti gli intervistati il 63% ha sentito parlare di Android e il 60% nutre un interesse positivo. Il grafico che segue mostra la diffusione degli smartphone tra i partecipanti al sondaggio. 14

16 3.3. ANALISI DEL VALORE CAPITOLO 3. ANALISI Le ragioni per le quali le persone nutrono interesse verso Android sono prevalentemente il fatto che sia un sistema aperto e che sia installabile su più dispositivi. D altra parte gli intervistati hanno percepito come problemi il fatto che i telefoni Android hanno un prezzo troppo elevato (anche se in realtà sono leggermente inferiori alla media), e i gestori di telefonia mobile non offrono soluzioni vantaggiose per la navigazione in Internet, ma in realtà questo ancora non si può sapere perché il primo telefono Android in Italia si avrà nell aprile 2009 con Vodafone e i dettagli dell offerta sono tutt ora sconosciuti. Inoltre questo è un problema degli smartphone in generale, o meglio del mercato mobile, non esclusivo di Android. Per completezza i risultati completi sono disponibili all indirizzo 15

17 3.4. ANALISI SWOT CAPITOLO 3. ANALISI 3.4 Analisi SWOT 16

18 Capitolo 4 Previsioni 4.1 Penetrazione nel mercato americano Un primo punto da tenere in considerazione è sicuramente l impatto che Android ha avuto sul mercato statunitense, in quanto mercato di lancio ed unico di cui al momento possediamo i dati. Nel terzo quadrimestre del 2008 T-Mobile ha lanciato sul mercato il primo telefono Android: l HTC Dream, conosciuto anche come G1. Dopo 71 giorni sono stati venduti 1 milione di dispositivi. Anche l iphone dopo 74 giorni dal lancio ha venduto un milione di dispositivi, tuttavia non si tratta di un pareggio in quanto Android ha avuto un fattore di penetrazione maggiore. Vediamo perché. L iphone in principio era un esclusiva di AT&T, perciò poteva essere acquistato solo contestualmente alla sottoscrizione di un contratto con la compagnia telefonica. AT&T conta 65 milioni di abbonati, il che significa che l 1,5% di questi possedeva un iphone 74 giorni dopo il lancio. T-Mobile invece negli stati uniti conta soltanto 25 milioni di utenti, per cui la sua percentuale di penetrazione è del 4%, più di tre volte quella dell iphone. In un report recentemente pubblicato da ADMob, coi dati di gennaio 2009 è possibile vedere come Android detenga già un 5% delle richieste web inviate dai dispositivi mobili, contro il 50% di Apple. Nokia invece occupa un misero 3%, pur essendo il marchio più diffuso a livello mondiale. La ragione per cui Nokia e altre marche importanti detengano una percentuale così bassa è dovuta a un punto debole comune di questi telefoni, che al contrario, è il punto forte di iphone e di Android: il browser web. Android e iphone infatti, al momento sono gli unici dispositivi con un browser degno di tale nome. Entrambi sono basati su webkit: attualmente il miglior motore di rendering in circolazione. Inoltre entrambi i software sono già distribuiti con il sistema operativo. Gli utenti Symbian e Windows Mobile invece si trovano costretti ad andare alla ricerca di un browser alternativo a quello di default, ma le scelte valide sono davvero esigue, anche tra quelle a pagamento. 4.2 Penetrazione nel mercato europeo Android è arrivato sul mercato europeo soltanto nel primo quadrimestre del 2009, perciò ancora non si hanno dati relativi alle vendite, tuttavia ci sono degli elementi che fanno pensare a una buona penetrazione. Primo tra tutti il fatto che T-Mobile abbia la maggioranza dei suoi clienti nel mercato europeo, che ammonta a 100 milioni, contro i 65 di AT&T a livello mondiale. Gli analisti hanno fatto varie stime, più o meno ottimistiche, basate su questi percentuali e considerando le possibili reazioni del pubblico. Nel caso medio, si parla di 4 milioni di dispositivi nel primo quadrimestre I dati purtroppo non sono ancora disponibili. 17

19 4.3. OPINIONE DELLE AZIENDE CAPITOLO 4. PREVISIONI 4.3 Opinione delle aziende Un altro fattore che è opportuno considerare è l opinione delle aziende che sviluppano software per il mercato mobile. Secondo il responsabile del settore di ricerca e sviluppo di MicroSRL (compagnia italiana attiva nel settore), la chiusura dell iphone è un fattore altamente negativo, in quanto non consente di sfruttare appieno le potenzialità del telefono. Oltre a questo, le rigide regole dell AppStore e le tempestiche di pubblicazione molto lunghe, rappresentano dei fattori di rischio per le aziende che vogliono investire nello sviluppo per iphone. Un azienda infatti potrebbe investire tempo e denaro nello sviluppo di un applicazione, senza nessuna garanzia che questa passi effettivamente tutti i test di Apple, o che venga introdotta sul mercato al momento giusto. Nell attesa infatti la potrebbero lanciare un applicazione simile i concorrenti, oppure il software potrebbe non rappresentare più quello che l utente vuole, con il passare del tempo. Android invece è visto di buon occhio per i motivi diametralmente opposti a quelli appena elencati. tempistiche di pubblicazione sono molto brevi (24-48 ore) e non ci sono limiti di natura tecnologica. Infatti le 4.4 Fermento su Internet Un ultimo fattore da considerare è l entusiasmo con il quale Android sta venendo accolto su Internet. Molte persone esprimono opinioni positive e sono in attesa di poter utilizzare un dispositivo Android. Spinto dalla frequenza piuttosto alta con la quale i miei feed riportano notizie su Android, ho fatto qualche ricerca su Google, ed è risultato che nell ultimo mese sono stati pubblicati oltre 2 milioni di articoli inerenti. Il grafico mostra il numero di articoli pubblicati rispettivamente nell ultimo mese, nell ultima settimana e nelle ultime 24 ore. 4.5 Conclusione Considerazioni Quando ho deciso di effettuare un analisi di mercato su Android, sono stato spinto da due fattori: 1. la curiosità verso un prodotto così innovativo 2. la curiosità verso un prodotto open source così innovativo Ovviamente questa curiosità è motivata dal fatto che da tanti anni utilizzo Linux e tecnologie open source. Però voglio precisare di avere una visione abbastanza utilitaristica e pragmatica delle cose, e di non aver mai fatto dell open source una filosofia di vita, nè una scelta politica, e non mi sono mai sentito più cool nell utilizzare linux. 18

20 4.5. CONCLUSIONE CAPITOLO 4. PREVISIONI Sebbene percepisca lo spirito di libertà derivante dall utilizzo di Linux, che Randall Munroe (xkcd.com) esprime benissimo in questa vignetta, ritengo che Linux (come tutto il software di questo mondo) sia solo uno strumento per svolgere dei compiti troppo complicati per degli essere umani. A prescindere dalle idee di fondo personali che ho appena esposto, ho cercato di essere critico e imparziale nel valutare questo prodotto, il mercato su cui si inserisce, e il suo antagonista diretto: l iphone. Ho provato entrambe le strade, e penso che l open source sia quella giusta. Al momento ad esempio, utilizzo un mac da diversi mesi e mi posso ritenere soddisfatto, sebbene abbia trovato la chiusura dei sistemi Apple molto frustrante e poco pratica in numerose circostanze. Fortunatamente OSX, ha una base Unix che permette di utilizzare strumenti open source, per me irrinunciabili. Ho anche posseduto un iphone e davanti all analoga situazione di chiusura non ho potuto far niente, trovandomi costretto a cederlo a qualcuno che lo apprezzava più di me. Tutto questo preambolo per dire che la libertà nel software è molto importante, e vi credo fortemente per ragioni pratiche e per tutti quei vantaggi che ne conseguono (ma che esulano da questa trattazione). Sono conscio anche del fatto che i progetti open source hanno dei problemi, come la mancanza di documentazione e lo sviluppo incostante o incoerente, ma quando ci sono delle aziende importanti a fornire supporto, questo non accade. Si pensi ad esempio ai progetti Mozilla, OpenOffice, Ubuntu. E ora si ripensi ad Android. Alle sue spalle ci sono Google e l Open Handset Alliance. Inoltre ultimamente grosse compagnie del software proprietario si stanno aprendo verso l open source: Symbian, e perfino Microsoft. In tutto questo contesto non sono davvero riuscito a trovare dei motivi per cui Android non possa trovare un ampio consenso nel nostro mercato. Sicuramente ci vorrà del tempo, ma sono molto fiducioso. Credo che Google convincendo le aziende abbia fatto il grosso dell opera, e penso che in fondo abbia già convinto gli utenti, grazie al suo nome e ai servizi di indubbia qualità che mette a disposizione Conclusione Ovviamente queste sono soltanto delle opinioni, ma sono tutte maturate in seguito all analisi già trattata su queste pagine. Nel mercato sicuramente c è domanda di dispositivi sempre più sofisticati e maggiormente integrati coi servizi web, e abbiamo visto come Android rappresenti una pronta risposta, tra l altro a un costo inferiore rispetto agli smartphone attualmente in commercio. Inoltre il Market crea una partecipazione a livello professionale in quanto rappresenta un occasione di guadagno per i programmatori e le aziende. In questo capitolo abbiamo visto come il prodotto sia stato ben accolto negli Stati Uniti e delle percentuali che lasciano intravedere buone probabilità di successo. La comunità sicuramente mostra entusiasmo e lo esprime liberamente. Gli unici contesti in cui ho riscontrato dello scetticismo finora sono stati tutti caratterizzati da disinformazione, disinteresse, fanatismo verso il marchio Apple. 19

Android development. Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google

Android development. Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google Android development Sviluppo di Mobile Apps sul sistema operativo di Google Agenda Giorni: Gio 14/04/2011 Ven 15/04/2011 Gio 21/04/2011 Ven 22/04/2011 Suddivisione: Mattina: teoria Pomeriggio: pratica

Dettagli

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it

ANDROID. Domenico Talia. Università della Calabria. talia@dimes.unical.it ANDROID Domenico Talia Università della Calabria talia@dimes.unical.it Sistemi Operativi per Mobile! I sistemi operativi per sistemi mobili seguono i principi dei SO classici ma devono gestire risorse

Dettagli

MA GLI ANDROIDI SOGNANO PINGUINI ELETTRICI? Introduzione ad Android. Il futuro prossimo dei telefoni cellulari.

MA GLI ANDROIDI SOGNANO PINGUINI ELETTRICI? Introduzione ad Android. Il futuro prossimo dei telefoni cellulari. MA GLI ANDROIDI SOGNANO PINGUINI ELETTRICI? Introduzione ad Android. Il futuro prossimo dei telefoni cellulari. 8 aprile 2008 Case delle Culture di Ponziana via Orlandini 38 - Trieste Cos'è Android? Android

Dettagli

Android AppInventor. Argomenti trattati. Introduzione. AppInventor. etc. Google Android Android SDK, Android Market

Android AppInventor. Argomenti trattati. Introduzione. AppInventor. etc. Google Android Android SDK, Android Market Android v. 1.0.1 Argomenti trattati Android AppInventor Introduzione Google Android Android SDK, Android Market AppInventor Architettura Sviluppo di applicazioni etc Storia Introduzione Android Android

Dettagli

Linux Day 2015. ANDROID ed i suoi derivati. Pavia, 24 ottobre 2015. Marco Giorgi NUTRIA LUG

Linux Day 2015. ANDROID ed i suoi derivati. Pavia, 24 ottobre 2015. Marco Giorgi NUTRIA LUG Linux Day 2015 NUTRIA LUG Pavia, 24 ottobre 2015 ANDROID ed i suoi derivati Quant'è davvero open un dispositivo Android e come renderlo ancora più libero CHI SONO Membro del team di sviluppo DEFT Linux

Dettagli

Il fenomeno iphone 54 PC PHOTO. Tecnologia Mobile

Il fenomeno iphone 54 PC PHOTO. Tecnologia Mobile Tecnologia Mobile Il fenomeno iphone Lo smartphone di Apple ha rivoluzionato il mercato dei cellulari, ma alcuni inconvenienti non sono da sottovalutare, come il blocco dell operatore o la batteria non

Dettagli

Azienda: Mission e Vision

Azienda: Mission e Vision Azienda: Mission e Vision Apple è l azienda che negli anni Settanta ha rivoluzionato il mercato informatico e che ha reinventato il personal computer con il suo Macintosh, introducendo l interfaccia grafica

Dettagli

Programmazione in ambiente

Programmazione in ambiente Università Politecnica delle Marche Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Programmazione in ambiente Android Laura Montanini - laura.montanini@univpm.it Corso di Tecnologie per le TLC 2013-2014

Dettagli

IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE

IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE IL SISTEMA ANDROID E GLI SMARTPHONE Android è un sistema operativo open source, per dispositivi mobili, basato sul kernel 2.6 di Linux (Il kernel è il nucleo di un sistema operativo e fornisce tutte le

Dettagli

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma

Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Sistemi Mobili e Wireless Android Introduzione alla piattaforma Stefano Burigat Dipartimento di Matematica e Informatica Università di Udine www.dimi.uniud.it/burigat stefano.burigat@uniud.it Cos'è Android?

Dettagli

LINUX E OPEN INNOVATION

LINUX E OPEN INNOVATION BENVENUTI LINUX E OPEN INNOVATION Storia, filosofia e concept a cura di Fabio Lovato (INFO@SCULDASCIALAB.ORG) COSA SAREBBE UN PC SENZA PROGRAMMI? Un computer per funzionare necessita di un sistema operativo.

Dettagli

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO

Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO Tendenze e percezioni della consumerizzazione mobile Sondaggio dei dirigenti IT e dei CEO RAPPORTO FINALE CONFRONTI: BATTERIE 1 E 2 REDATTO PER: TREND MICRO, INC. DA: DECISIVE ANALYTICS, LLC Cheryl Harris,

Dettagli

Portafoglio Silk: soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione

Portafoglio Silk: soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione Portafoglio : soluzioni leggere per test, sviluppo e gestione Leggere Includono solo le funzionalità effettivamente necessarie Convenienti Gratuite e con licenze flessibili Potenti Soluzioni software intuitive

Dettagli

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB?

COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Registro 2 COME AVERE SUCCESSO SUL WEB? Guida pratica per muovere con successo i primi passi nel web LE BASI INDEX 3 7 13 16 Come creare e gestire con semplicità un sito web Le fasi da seguire per costruire

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione

Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione UNIVERSITA DEGLI STUDI DI FERRARA Corso di Laurea in informatica Anno Accademico 2011-2012 Sviluppo di un applicazione mobile per la gestione degli interventi tecnici tramite geolocalizzazione Relatore:

Dettagli

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare

Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare GIANLUCA VAGLIO Applicazioni mobile Perchè investire e quali tecnologie usare 2010 Gianluca Vaglio www.gianlucavaglio.net Avvertenze legali AVVERTENZE LEGALI Copyright 2010 Gianluca Vaglio. La presente

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0

Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Ambiente Zebra Link-OS versione 2.0 Per rispondere ad aspettative in costante evoluzione e soddisfare la crescente domanda di dispositivi mobili, intelligenti e connessi al cloud, Zebra Technologies ha

Dettagli

Programmazione Android

Programmazione Android Programmazione Android Giovanni Perbellini, Stefano Cordibella Università di Verona EDALab S.r.l. Agenda Introduzione Android Overview Ambiente di sviluppo Esempi Helloworld Weather 2 1 Cos è Android?

Dettagli

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE

Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE Prof. Pagani Corrado INGEGNERIA DEL SOFTWARE INTRODUZIONE L ingegneria del software è la disciplina tecnologica e gestionalerelativa alla realizzazione sistematica e alla manutenzione di un software rispettando

Dettagli

Guida Rapida. Parametri di configurazione E SSL. Archiviazione messaggi. funzionalità webdav

Guida Rapida. Parametri di configurazione E SSL. Archiviazione messaggi. funzionalità webdav Mailconnect Mail.2 l evoluzione della posta elettronica Guida Rapida Parametri di configurazione E SSL pop3 e imap4 Archiviazione messaggi UPGRADE INTERFACCE E CLIENT CONFIGURAZIONE CLIENT PC CONFIGURAZIONE

Dettagli

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile

Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile Slide del corso FSE Tecniche di progettazione e sviluppo di applicazioni mobile svolto presso AREA Science Park Padriciano - Trieste - Italy diegozabot@yahoo.it Android Introduzione diegozabot@yahoo.it

Dettagli

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti)

OPEN SOURCE. Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OPEN SOURCE Concetti chiave e implicazioni per le scelte aziendali (fornitori e utenti) OBIETTIVI Cosa sono i sw open source? Cosa li distingue dai sofware non open? Quali implicazioni per: I professionisti

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche

D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche D3.1 Documento di analisi della visualizzazione 3D in ambiente Cloud e relative problematiche Il Cloud Computing La visualizzazione nella Cloud Problematiche Virtualizzazione della GPU Front end Virtualization

Dettagli

2 La tempesta perfetta

2 La tempesta perfetta La tempesta perfetta : perché ora è il momento dell Open Source 2 INtroduzione 2 La tempesta perfetta 3 La promessa di valore dell open source 5 open source = riduzione dei costi per le aziende 6 Quali

Dettagli

Guida all uso di Mozilla Thunderbird

Guida all uso di Mozilla Thunderbird Mailconnect Mail.2 L EVOLUZIONE DELLA POSTA ELETTRONICA Guida all uso di Mozilla Thunderbird in unione alle soluzioni Mailconnect/Mail.2 PERCHÉ USARE MOZILLA THUNDERBIRD DOWNLOAD E CONFIGURAZIONE GENERALE

Dettagli

Capitolo 1 Introduzione a Gambas

Capitolo 1 Introduzione a Gambas Capitolo 1 Introduzione a Gambas Gambas è stato creato inizialmente da Benoit Minisini, un residente della periferia di Parigi. Secondo Benoit, Gambas è un linguaggio Basic con estensioni per la programmazione

Dettagli

UNITA 3 Gruppo Architetture 31 maggio 2010

UNITA 3 Gruppo Architetture 31 maggio 2010 IT Lab 2.0 Laboratorio di Ricerca Partnership CRISP-LISPA Relazione sull attività di ricerca del laboratorio IT Lab 2.0 UNITA 3 Gruppo Architetture 31 maggio 2010 CRISP Centro di ricerca interuniversitario

Dettagli

Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4. Powered by: Vincenzo Acinapura

Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4. Powered by: Vincenzo Acinapura Indice: Introduzione 1 Strumenti di lavoro 2 Istallare Eclipse e SDK 3 Istallare l ADT in eclipse 4 Introduzione Salve a tuttiù Mi presento mi chiamo Vincenzo Acinapura e studio ingegneria informatica,

Dettagli

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione

Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione Confronto tra VMware Zimbra e le principali piattaforme di posta elettronica e collaborazione W H I T E PA P E R : Z I M B R A E L A C O N C O R R E N Z A Introduzione La posta elettronica è un'applicazione

Dettagli

Introduzione. Le origini di PHP. Cos è PHP?

Introduzione. Le origini di PHP. Cos è PHP? Introduzione Ecco a voi un altro libro sul linguaggio di scripting PHP, la cui peculiarità è data dal fatto che dedica la massima attenzione a materiali di alto livello e agli argomenti più evoluti e attuali.

Dettagli

a voi la parola Inchiesta Pregi e difetti dei più diffusi prodotti tecnologici secondo 15 mila utilizzatori. la NOSTRA INCHIESTA

a voi la parola Inchiesta Pregi e difetti dei più diffusi prodotti tecnologici secondo 15 mila utilizzatori. la NOSTRA INCHIESTA Hi Tech: a voi la parola Pregi e difetti dei più diffusi prodotti tecnologici secondo 15 mila utilizzatori. la NOSTRA INCHIESTA L indagine è stata condotta tra gennaio e marzo del 2010 in Italia, Spagna,

Dettagli

Provincia di Rimini Servizio Infrastrutture Territoriali e Tecnologiche Ufficio Sistemi Informativi. Scambio dati digitali Cittadini Provincia

Provincia di Rimini Servizio Infrastrutture Territoriali e Tecnologiche Ufficio Sistemi Informativi. Scambio dati digitali Cittadini Provincia Servizio Infrastrutture Territoriali e Tecnologiche Scambio dati digitali Cittadini Provincia Ruggero Ruggeri Silvia Sarti Maggio 2012 Progetto Interscambio Dati Introduzione Obiettivo del seguente progetto

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente

ANDROID 4.2 JELLY BEAN Installazione e configurazione dell ambiente INTRODUZIONE Per sviluppare applicazioni in grado di girare su sistemi Android servono tre cose: il Java JDK (Java Development Kit), che contiene tutti gli strumenti necessari a sviluppare nel linguaggio

Dettagli

Android per sistemi embedded

Android per sistemi embedded Android per sistemi embedded Valter Minute valter@valterminute.com Vminute By PresenterMedia.com Agenda or Summary Layout A second line of text could go here 1 2 3 4 5 Cos è Android Parenti serpenti Android

Dettagli

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School

MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School MagiCum S.r.l. Progetto Inno-School Area Sviluppo Software Autore: Sergio Gandola Revisione: 2 Data: 07/06/13 Titolo: Documentazione Tecnica Diario File:Documentazione Tecnica.pdf Sito: http://inno-school.netsons.org/

Dettagli

I Costi Occulti della Migrazione dei Dati

I Costi Occulti della Migrazione dei Dati I Costi Occulti della Migrazione dei Dati Brett Callow Copyright Acronis, Inc., 2000 2008 Quando si sostituiscono o consolidano i sistemi e si incontrano esigenze in continua crescita rispetto alle capacità,

Dettagli

LA MOBILITÀ A PORTATA DI MANO QUALCHE TOCCO SUL VOSTRO DISPOSITIVO MOBILE È TUTTO QUELLO CHE SERVE PER EFFETTUARE STAMPE E SCANSIONI SULLA STAMPANTE

LA MOBILITÀ A PORTATA DI MANO QUALCHE TOCCO SUL VOSTRO DISPOSITIVO MOBILE È TUTTO QUELLO CHE SERVE PER EFFETTUARE STAMPE E SCANSIONI SULLA STAMPANTE LA MOBILITÀ A PORTATA DI MANO QUALCHE TOCCO SUL VOSTRO DISPOSITIVO MOBILE È TUTTO QUELLO CHE SERVE PER EFFETTUARE STAMPE E SCANSIONI SULLA STAMPANTE BROTHER IN USO I dispositivi mobili sono sempre più

Dettagli

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved

WEB TECHNOLOGY. Il web connette. LE persone. E-book n 2 - Copyright Reserved WEB TECHNOLOGY Il web connette LE persone Indice «Il Web non si limita a collegare macchine, ma connette delle persone» Il Www, Client e Web Server pagina 3-4 - 5 CMS e template pagina 6-7-8 Tim Berners-Lee

Dettagli

Smartphone & Tablet: mai più senza

Smartphone & Tablet: mai più senza Smartphone & Tablet: mai più senza Calendario: 16 Marzo 23 Marzo 30 Marzo 20 Aprile 27 Aprile 4 Maggio UNITRE Soletta Smartphone & Tablet Smartphone è un telefono intelligente e multifunzione; è un telefono

Dettagli

Mobile Management 7. 1. Symantec TM Mobile Management 7. 1

Mobile Management 7. 1. Symantec TM Mobile Management 7. 1 Gestione dei dispositivi scalabile, sicura e integrata Data-sheet: Gestione degli endpoint e mobilità Panoramica La rapida proliferazione dei dispositivi mobili nei luoghi di lavoro sta assumendo un ritmo

Dettagli

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali

Sistemi Operativi. Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici alle macchine virtuali Modulo di Sistemi Operativi per il corso di Master RISS: Ricerca e Innovazione nelle Scienze della Salute Unisa, 17-26 Luglio 2012 Sistemi Operativi Funzioni e strategie di progettazione: dai kernel monolitici

Dettagli

Architetture Applicative

Architetture Applicative Alessandro Martinelli alessandro.martinelli@unipv.it 6 Marzo 2012 Architetture Architetture Applicative Introduzione Alcuni esempi di Architetture Applicative Architetture con più Applicazioni Architetture

Dettagli

Sommario. Introduzione...7

Sommario. Introduzione...7 Sommario Introduzione...7 1. Caratteristiche e operazioni preliminari...11 Caratteristiche tecniche di iphone 4 e 4S...11 Il nuovo rapporto tra ios e itunes... 14 Scaricare itunes e creare un account itunes

Dettagli

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA

LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA LA TUA PRIMA APP CON CORDOVA Dedicato a. Gianluca ed Enza, due persone speciali Autore: Gianpiero Fasulo www.gfasulo.it - Pag. 2 COPYRIGHT La tua prima APP con CORDOVA Tutti i diritti riservati. Nessuna

Dettagli

La posta elettronica in cloud

La posta elettronica in cloud La posta elettronica in cloud www.kinetica.it Cosa significa avere la posta elettronica in cloud? I tuoi archivi di posta non sono residenti su un computer o un server della tua rete, ma su un server di

Dettagli

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing

Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Piattaforma Client-Server per un provider di servizi mobile computing Ricerca applicata, intesa quale ricerca industriale e sviluppo sperimentale, inerente la materia delle I.C.T 1. DESCRIZIONE SINTETICA

Dettagli

European E-mail Marketing Consumer Report 2009

European E-mail Marketing Consumer Report 2009 ContactLab European E-mail Marketing Consumer Report 2009 Abitudini e comportamenti nell'uso di e-mail e newsletter: confronti tra Italia, Spagna, Francia, Germania e Regno Unito ContactLab E-mail & e-marketing

Dettagli

MOTOROLA RHOELEMENTS SVILUPPA UNA APPLICAZIONE CHE FUNZIONI SU DIVERSI DISPOSITIVI E CON DIFFERENTI SISTEMI OPERATIVI.

MOTOROLA RHOELEMENTS SVILUPPA UNA APPLICAZIONE CHE FUNZIONI SU DIVERSI DISPOSITIVI E CON DIFFERENTI SISTEMI OPERATIVI. MOTOROLA RHOELEMENTS SVILUPPA UNA APPLICAZIONE CHE FUNZIONI SU DIVERSI DISPOSITIVI E CON DIFFERENTI SISTEMI OPERATIVI. MOTOROLA RHOELEMENTS BROCHURE COSÌ TANTI DISPOSITIVI MOBILE. VOLETE SVILUPPARE UNA

Dettagli

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay)

CAPITOLO III. Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento. (downloader pay) CAPITOLO III Utenti che hanno scaricato contenuti digitali da internet nell'ultimo anno a pagamento (downloader pay) I COMPORTAMENTI DI CONSUMO DI CONTENUTI DIGITALI IN ITALIA IL CASO DEL FILE SHARING

Dettagli

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927

Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Via Liguria, 22 09005 Sanluri (VS) - Tel. 370 10 44 389 posta@net-me.it - www.net-me.it - P. IVA 03521950927 Net-Me Net-Me Net-Me nasce da un idea di Marco C. Bandino: sviluppare la sua passione per l

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

Ambienti di programmazione.net Lezione n. 1

Ambienti di programmazione.net Lezione n. 1 Il Framework Redistribuitable Package e il Framework Sdk (Software Development Kit) 1.1 Italian Presentazione del corso Con l avvento della piattaforma applicativa.net Microsoft è riuscita a portare un

Dettagli

MONITOR DEGLI EVENTI PER SISTEMI MOBILI

MONITOR DEGLI EVENTI PER SISTEMI MOBILI UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI ROMA TOR VERGATA Facoltà di Ingegneria Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Informatica Progetto per il corso di Sicurezza dei Sistemi Informatici MONITOR DEGLI EVENTI

Dettagli

DOCUMENTO TECNICO. Come rafforzare la fiducia dei visitatori del sito tramite i certificati SSL Extended Validation

DOCUMENTO TECNICO. Come rafforzare la fiducia dei visitatori del sito tramite i certificati SSL Extended Validation Come rafforzare la fiducia dei visitatori del sito tramite i certificati SSL Extended Validation SOMMARIO + L erosione della garanzia di identità 3 + Certificazione di identità affidabile 4 Internet Explorer

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Software proprietario

Software proprietario Open Source Software proprietario NO Fino a tutti glianni sessanta, anche se in misura decrescente, la componente principale e costosa di un computer era l hardware. Da ciò la scelta dei produttori di

Dettagli

Linux in ambito smartphone e introduzione

Linux in ambito smartphone e introduzione Linux in ambito smartphone e introduzione a SailfishOS Gianguido Sorà gianguidorama@gmail.com 24 ottobre 2014 Perché Linux? Il kernel Linux è famoso per scalabilità ed affidabilità, oltre che per il suo

Dettagli

Laboratorio di Informatica

Laboratorio di Informatica Laboratorio di Informatica SOFTWARE Francesco Tura francesco.tura@unibo.it 1 Le componenti del calcolatore: HARDWARE E SOFTWARE HARDWARE parti che compongono fisicamente il calcolatore componente multifunzionale

Dettagli

Le App cosa sono, cosa fanno. Vincenzo Gervasi Dipartimento di Informatica Università di Pisa

Le App cosa sono, cosa fanno. Vincenzo Gervasi Dipartimento di Informatica Università di Pisa Le App cosa sono, cosa fanno Vincenzo Gervasi Dipartimento di Informatica Università di Pisa Cosa sono le App Le App sono piccole applicazioni eseguite su particolari dispositivi Piccole: in genere svolgono

Dettagli

tra la pubblicità online e il ROI

tra la pubblicità online e il ROI Una chiara tra la pubblicità online e il ROI Analisi dell impatto della pubblicità online nel media mix delle società di telecomunicazioni Greg Forbes, Research Manager, Microsoft Advertising Una chiara

Dettagli

Groupware e workflow

Groupware e workflow Groupware e workflow Cesare Iacobelli Introduzione Groupware e workflow sono due parole molto usate ultimamente, che, a torto o a ragione, vengono quasi sempre associate. Si moltiplicano i convegni e le

Dettagli

SMB Cloud InsightsTM

SMB Cloud InsightsTM 2015 SMB Cloud InsightsTM ITALIA DEFINIZIONI Definizione di PMI Definiamo le PMI abbreviazione che fa riferimento alle piccole e medie imprese come le aziende da uno a 250 dipendenti. Solo in Germania

Dettagli

Busnet.it. Soluzioni open source selezionate

Busnet.it. Soluzioni open source selezionate PARTNER Busnet.it Soluzioni open source selezionate Condividere le informazioni e trasformare i dati in patrimonio aziendale; stimolare ogni risorsa a dare il proprio contributo creando archivi di conoscenza,

Dettagli

La Missione Aziendale

La Missione Aziendale La Missione Aziendale Sin dalla sua nascita, TGA si è posta l obiettivo di realizzare un sistema di Knowledge Management Territoriale. Il primo e importante prodotto realizzato è stato il PIT (Portale

Dettagli

per favore Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Prof. Roberto De Prisco 29/09/14 e NON RISPONDERE!!!! Slide 3

per favore Android Mobile Programming Prof. R. De Prisco Prof. Roberto De Prisco 29/09/14 e NON RISPONDERE!!!! Slide 3 Prof. Roberto De Prisco 2 per favore 3 o almeno e NON RISPONDERE!!!! Scrivere un app che mehe la vibrazione il lun e gio dalle 16:00 alle 18:00 1 Dress Code 4 Lui Vestito scuro, cravatta, camicia chiara,

Dettagli

Introduzione ad Android

Introduzione ad Android Introduzione ad Android Android Day 15 dicembre 2014 Oggi parleremo di Il mondo mobile oggi Perché scegliere la piattaforma Android Possibilità di lavoro Creare un App Come iniziare lo sviluppo Consigli

Dettagli

Android: mobile integration

Android: mobile integration Android: mobile integration Emanuele Palazzetti (www.emanuelepalazzetti.eu) This work is distributed under Creative Commons license 1 Agenda Piattaforme mobile Android Funzionalità e cloud Integrazione

Dettagli

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013

Candidato: Luca Russo Docente: Prof. Raffaele Montella. 27 Marzo 2013 e di e di Candidato: Luca Russo Docente: Corso di laurea in Informatica Applicata Facoltá di Scienze e Tecnologie Programmazione su Reti 27 Marzo 2013 Traccia d esame Sviluppare multitier con disaccoppiamento

Dettagli

organizer personali TUTTO GRATIS

organizer personali TUTTO GRATIS TuttoGratis_Cap02.qxd 23-04-2008 17:45 Pagina 21 organizer personali La vita moderna, sempre più frenetica e caotica, impone un susseguirsi di impegni e di attività di cui ricordarsi a una frequenza sovrumana:

Dettagli

Zoo di sistemi operativi: studio e realizzazione del supporto di macchine virtuali con accesso via Web

Zoo di sistemi operativi: studio e realizzazione del supporto di macchine virtuali con accesso via Web Zoo di sistemi operativi: studio e realizzazione del supporto di macchine virtuali con accesso via Web Mattia Gentilini Relatore: Renzo Davoli Laurea Specialistica in Informatica I Sessione A.A. 2005/2006

Dettagli

Come risolvere una volta per tutte il problema della condivisione mobile dei file

Come risolvere una volta per tutte il problema della condivisione mobile dei file White paper Servizi per file e networking Come risolvere una volta per tutte il problema della condivisione mobile dei file A chi dovreste affidare i beni aziendali? L accesso e la condivisione dei file

Dettagli

Introduzione ad Android

Introduzione ad Android Capitolo 1 Introduzione ad Android La fine del precedente millennio è stata sicuramente caratterizzata da Internet: una vera e propria rivoluzione non solo tecnologica, ma soprattutto culturale. Il fatto

Dettagli

Vidia FAQ Vidia FA 11.2015 Q

Vidia FAQ Vidia FA 11.2015 Q Vidia FAQ Vidia FAQ 11.2015 Indice 1 Registrazione / account... 4 1.1 Come ci si registra?...4 1.2 Come si effettua il login?...4 1.3 Come creare account per i colleghi del team?...4 1.4 Come nominare

Dettagli

Mobile Platforms & App Stores

Mobile Platforms & App Stores Mobile Platforms & App Stores a comparative analysis Marco Bellinaso / marco.bellinaso@getconnected.it / I Cosa fa GetConnected? Consulenza e sviluppo custom per iphone, BlackBerry, Windows Mobile e Android

Dettagli

Trento 11 Aprile 2005

Trento 11 Aprile 2005 Trento 11 Aprile 2005 L'offerta di servizi professionali per ambienti Open Source Alessandro Frison A.D. Mayking Spa frison@mayking.com Presentazione società Mayking Spa è una società che implementa soluzioni

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

Il futuro di Internet: il Cloud Computing

Il futuro di Internet: il Cloud Computing Il futuro di Internet: il Cloud Computing Una nuvola, Cloud in inglese, è il simbolo originariamente utilizzato dagli ingegneri per indicare le reti locali, quando si vuole mettere su carta la forma che

Dettagli

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza

Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza Oracle Solaris Studio 12.4: Guida per la sicurezza N. di parte: E60509 Ottobre 2014 Copyright 2013, 2014, Oracle e/o relative consociate. Tutti i diritti riservati. Il software e la relativa documentazione

Dettagli

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows *

Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Guida GESTIONE SISTEMI www.novell.com Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft * Windows * Novell ZENworks Configuration Management in ambiente Microsoft Windows Indice: 2..... Benvenuti

Dettagli

SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE

SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE SEWEB PRIVATE CLOUD SERVICE SISTEMA CLOUD AZIENDALE Sommario TIPOLOGIE DI CLOUD... 4 PRIVATE CLOUD... 4 COMMUNITY CLOUD... 4 PUBLIC CLOUD... 4 HYBRID CLOUD... 4 CARATTERISTICHE DEL SERVIZIO OFFERTO...

Dettagli

Symantec Mobile Management for Configuration Manager 7.2

Symantec Mobile Management for Configuration Manager 7.2 Symantec Mobile Management for Configuration Manager 7.2 Gestione dei dispositivi scalabile, sicura e integrata Data-sheet: Gestione degli endpoint e mobiltà Panoramica La rapida proliferazione dei dispositivi

Dettagli

Profilo Commerciale Collabor@

Profilo Commerciale Collabor@ Profilo Commerciale Collabor@ 1. DESCRIZIONE DEL SERVIZIO E REQUISITI Collabor@ è un servizio di web conferenza basato sulla piattaforma Cisco WebEx, che consente di organizzare e svolgere riunioni web,

Dettagli

Gianni Valdambrini. Everywhere

Gianni Valdambrini. Everywhere Gianni Valdambrini Qt Certified Specialist Everywhere Firenze, 25 settembre 2012 Cosa è Qt Qt è un framework cross platform, con cui potete scrivere il codice un'unica volta ed effettuare il deploy su

Dettagli

1 Registrazione / account

1 Registrazione / account Vidia FAQ Indice 1 Registrazione / account... 5 1.1 Come ci si registra?... 5 1.2 Come si effettua il login?... 5 1.3 Come creare account per i colleghi del team?... 5 1.4 Come nominare amministratore

Dettagli

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server

Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server Introduzione alla famiglia di soluzioni Windows Small Business Server La nuova generazione di soluzioni per le piccole imprese Vantaggi per le piccole imprese Progettato per le piccole imprese e commercializzato

Dettagli

Studio tecnologico per il porting di MITO (Medical Imaging TOolkit) su dispositivi mobili

Studio tecnologico per il porting di MITO (Medical Imaging TOolkit) su dispositivi mobili Consiglio Nazionale delle Ricerche Istituto di Calcolo e Reti ad Alte Prestazioni Studio tecnologico per il porting di MITO (Medical Imaging TOolkit) su dispositivi mobili Alessio Pierluigi Placitelli

Dettagli

Sviluppo di applicazioni mobili su piattaforma Maemo

Sviluppo di applicazioni mobili su piattaforma Maemo Facoltà di Ingegneria Corso di Studi in Ingegneria Informatica tesi di laurea Sviluppo di applicazioni mobili su piattaforma Maemo Anno Accademico 2008/2009 relatore Ch.mo prof. Marcello Cinque candidato

Dettagli

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione al sistema operativo Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Che cos è un sistema operativo Alcuni anni fa un sistema operativo era definito come: Il software necessario a controllare

Dettagli

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base

Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Sistema operativo Definizione Parte del software che gestisce I programmi applicativi L interfaccia tra il calcolatore e i programmi applicativi Le funzionalità di base Architettura a strati di un calcolatore

Dettagli

Quinta e sesta lezione Le telecomunicazioni parte IV

Quinta e sesta lezione Le telecomunicazioni parte IV Università Roma Tre Corso di laurea magistrale CINEMA, TELEVISIONE E PRODUZIONE MULTIMEDIALE Corso Media digitali: Televisione, video, Internet Docente: Enrico Menduni Quinta e sesta lezione Le telecomunicazioni

Dettagli

i5/os per processi di business efficienti e flessibili

i5/os per processi di business efficienti e flessibili L ambiente operativo integrato leader nel settore i5/os per processi di business efficienti e flessibili Caratteristiche principali Middleware integrato per processi di business efficienti. Funzioni integrate

Dettagli

Le mille risorse degli smartphone

Le mille risorse degli smartphone Le mille risorse degli smartphone I più evoluti telefoni cellulari hanno caratteristiche tecniche simili a quelle dei personal computer di pochi anni fa. Con i software giusti, infatti, uno smartphone

Dettagli

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari

Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Collaborazione: gli entusiasti ed i ritardatari Obiettivi di apprendimento Sono sempre di più le aziende interessate ad approfondire la conoscenza degli strumenti di collaborazione per migliorare la propria

Dettagli

Architettura dei sistemi di database

Architettura dei sistemi di database 2 Architettura dei sistemi di database 1 Introduzione Come si potrà ben capire, l architettura perfetta non esiste, così come non è sensato credere che esista una sola architettura in grado di risolvere

Dettagli