Mondi della ricerca e nuove professionalità

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Mondi della ricerca e nuove professionalità"

Transcript

1 Mondi della ricerca e nuove professionalità Uno strumento per iniziare ad orientarsi in rete La dispensa, in continuità con il convegno, è stata pensata come un primo avvio di ricerca ed esplorazione sulle problematiche affrontate. Può essere consultata come una piccola guida di documentazione nelluniverso sterminato della Rete. Troverete in essa spunti e riflessioni posti attraverso brevi estratti o attraverso articoli più compiuti ma che sempre rimandano alle fonti di informazione o ad una bibliografia di riferimento. Le scelte compiute ruotano attorno ad alcuni nodi tematici: indagare il mondo non visibile delle professioni (cfr il mercato nascosto ); coniugare e declinare obiettivi e desideri (cfr l obiettivo ben formato ); osservare i contesti di lavoro (cfr guida schematica ad ambienti, luoghi, tipologie ) guardare ai mutamenti (cfr Il lavoro che cambia ); esemplificare alcuni temi di ricerca, in connessione con l iniziativa convegnistica ; documentarsi e ricercare (cfr guida a siti, testi e documenti ) etc.

2 Indice 1. i luoghi A. Il lavoro che cambia, un modello descrittivo B. Autovalutazione dell ambiente fisico e umano C. Scheda esempio di ambiente, luoghi e tipologie D. Posti dove lavorare è bello 2. il mondo delle professioni A. Il mercato del lavoro nascosto B. L obiettivo ben formato 3. le nuove professioni A. Le nuove professioni B. Nuove professioni vecchi mestieri C. Gli hobby creativi diventano professioni 4. le aree professionali A. Nuove professioni dei beni culturali B. Lavorare nei beni culturali C. Ambiente e tutela del territorio: un nuovo mondo di opportunità D. Le nuove professioni: il SEO E. Lavorare nel web F. Le professioni che difendono l ambiente 5. Approfondimenti A. Guida ai siti B. ISFOL: Orientaonline

3 1. i luoghi A. Il lavoro che cambia, un modello descrittivo tematica I LUOGHI DEL LAVORO su web tratto da: La mappa delle nuove professioni, quaderno-report della Fondazione Venezia 2000 La Fondazione Venezia 2000 promuove e realizza ricerche di carattere scientifico, culturale e sociale relative all area veneta e veneziana in particolare. è una sua iniziativa, nata nel 2004 come newsletter periodica di approfondimenti e commenti sui temi dellinnovazione e rivolta alle imprese. In essa è contenuta il report La mappa delle nuove professioni, scaricabile da Internet, da cui è tratto larticolo che segue Il lavoro che cambia, un modello descrittivo L indagine di sfondo che la redazione di circoloinnovazione.it ha condotto durante il 2007 per la costruzione della mappa delle nuove professioni parte da un esame dei grandi cambiamenti e dalle nuove fenomenologie che stanno modificando le principali dimensioni del lavoro: Tempo, spazi e luoghi, processi formativi, inquadramenti contrattuali,competenze, modalità di produzione, strumenti di lavoro, strategie di ricerca. Sono solo alcune delle componenti base del lavoro che si stanno più o meno fragorosamente trasformando, a tal punto da poter parlare di una vera e propria morfogenesi del lavoro Tempo di lavoro: diverse sono le modalità con cui cambiano gli orari di lavoro e le rappresentazioni sociali del tempo. Il tempo di lavoro guadagna una maggior porosità derivata dallevoluzione delle tecnologie produttive e dallaumento dellelasticità organizzativa delle aziende. Si parla di parttime orizzontale e verticale, ma anche di contratti weekend, di flexi-time cioè di flessibilità e di ricomposizione totale dellorario (settimana, mese, festivi, notturni..) Altra tendenza sempre più rilevante, che riguarda fortemente i lavoratori atipici ma sempre di più anche i dipendenti, è che il lavoro viene organizzato per progetti e quel che conta è il risultato finale e non il tempo trascorso in azienda. Questo non è un vincolo, lo sono piuttosto la consegna da rispettare, il traguardo da raggiungere e gli standard della rete in cui lattività è inserita(è) il tempo qualitativo di lavoro inteso come attenzione, creatività, sviluppo delle capacità e delle sensibilità umane. Spazi e luoghi di lavoro: I cambiamenti legati agli spazi e ai luoghi di lavoro vanno a modificare la tradizionale separazione netta tra spazi di lavoro e di vita sulla spinta fondamentalmente di due macro tendenze in atto: la smaterializzazione della produzione e la virtualizzazione dello spazio; la frammentazione dell impresa sul territorio e la riduzione della dimensione aziendale. Rispetto alla prima, a fronte di una crescita esponenziale di lavori che manipolano informazione, comunicazione, conoscenza lo spazio inteso come luogo fisico lascia la sua centralità a spazi di relazioni e digitalizzati. A definire lo spazio di lavoro sono infatti le reti di persone con cui si collabora e, spesso, tutto quello che è necessario per svolgere il proprio lavoro si trova in spazi virtuali accessibili dal proprio PC. La frammentazione dellimpresa e la molecolarizzazione del sistema aziendale porta invece a una mobilità meno rigida che riguarda, in modo diverso, sia i lavoratori indipendenti che quelli dipendenti. I primi non sempre lavorano presso ununica sede di lavoro né presso enti o aziende ma spesso a casa propria,

4 spostandosi in base alle esigenze della committenza (..) In ultimo stanno arrivando dagli USA e in via di crescita in Europa e anche in Italia i co-work, spazi di lavoro condivisi per chi si sposta molto o per chi cerca unalternativa al lavorare nei caffè, o allisolamento del lavoro in casa o uffici indipendenti. I CoWork sono essenzialmente dei locali, veri e propri appartamenti, con molte postazioni lavoro, i più interessanti non hanno dei divisori tra una scrivania e laltra ma sono arredati con grandi tavoli comuni e anche con spazi adibiti a cucina.. rivestono un ruolo di connettore sociale. Tipo di Competenze: Il lavoro di circoloinnovazione.it si concentra sull analisi delle competenze chiave per i professionisti dellinformazione e gli operatori della conoscenza. Vale a dire sulle competenze richieste dallagire in un contesto ad elevata relazionalità e caratterizzato dalluso di tecnologie per linformazione e la comunicazione. Per ciascuno dei nuovi profili professionali analizzato verranno nelle pagine che seguono dettagliate le singole competenze nello specifico, volendo invece qui offrire un quadro di natura più generale possiamo sintetizzarle nelle seguenti più o meno ampie categorie: attitudini manageriali; attitudini organizzative; capacità creative; competenze informatiche; competenze giuridiche; competenze comunicative; competenze linguistiche; competenze relazionali.

5 B. Autovalutazione dell ambiente fisico e umano tematica LUOGHI DEL LAVORO tratto dal volume: F. Batini N. Giaconi Orientamento informativo edizioni Erickson Il volume sviluppa in modo aggiornato gli argomenti necessari per fare orientamento informativo, costituendo una guida operativa per professionisti e insegnanti Su Internet approfondimenti e riferimenti rispetto agli autori e ai metodi prescelti possono esser letti su e su Autovalutazione dell ambiente fisico e umano Il signor Haneda era il capo del signor Omochi, che era il capo del signor Saito, che era il capo della signorina Mori, che era il mio capo. E io non ero il capo di nessuno. Si potrebbe dire diversamente. lo ero agli ordini della signorina Mori, che era agli ordini del signor Saito, e così di seguito, con la precisazione che gli ordini verso il basso potevano saltare i gradini della scala gerarchica. Per cui, alla Yumimoto, io ero agli ordini di tutti. (Amelie Nothomb, Stupore e tremori, Roma, Voland, 2001) Dalla lettura di questo brano si evince un quadretto che non ha nulla di rassicurante: in poche parole, l autrice ci evoca, o meglio, noi la utilizziamo tal senso, l importanza che può rivestire anche un solo fattore, in questo caso le relazioni gerarchiche, nel delineare i tratti di un ambiente di lavoro di collocazione di un soggetto in quell ambiente. Risulta di fondamentale importanza infatti l ambiente di lavoro, ovvero «dove» e «con chi» preferiamo lavorare: collocazione geografica, caratteristiche: fisiche, organizzazione aziendale, risorse umane. Le competenze complessive, che assommano tutte le risorse investigate con il bilancio, hanno una forte relazione con l ambiente in cui ci troviamo a lavorare. L ambiente di lavoro ha infatti caratteristiche sia fisiche che umane, che influiscono fortemente ; sul profilo professionale, rendendolo molto diverso a seconda di dove e con chi si trova in relazione. Nella nostra ricerca dovremo dunque tenere conto di questi fattori per evitarci poi sgradevoli sorprese. Anche nel medesimo settore possiamo infatti trovare ambienti più o meno formali: ad esempio ci sono ambienti di lavoro nei quali il nostro abbigliamento deve sempre essere elegante e curato e altri ambienti in cui l abbigliamento è una scelta assolutamente personale e il peso attribuito a questo fattore è del tutto marginale (ad esempio non è pensabile, a meno che non si sia alla ricerca di conflitti, indossare gli stessi abiti se lavoriamo in una associazione o in una banca). Possiamo trovare ruoli con minore o maggiore autonomia: ci possono essere posizioni lavorative puramente esecutive in cui le nostre funzioni e mansioni si limitano a eseguire compiti limitati che non richiedono un contributo intellettuale da parte nostra, come possiamo avere invece una posizione lavorativa che, comportando maggiori responsabilità, ci richiede un contributo creativo a ciò che facciamo, una posizione nella quale ci vengono assegnati degli obiettivi e sta a noi scegliere il percorso e le modalità per raggiungerli. Ovviamente mentre nel primo tipo di lavoro la minore responsabilità alza il livello di sicurezza e certezza (sono altri che mi dicono ciò che devo fare e io devo soltanto preoccuparmi di eseguire), nel secondo, a un maggiore stimolo intellettuale e a una possibilità maggiore di espressione delle nostre competenze e delle nostre capacità di problem solving, corrisponde una minore sicurezza e la possibilità, molto più rilevante, dell errore e di dover continuamente modificare le proprie abitudini professionali. Possiamo trovare impieghi con maggiore o minore necessità di lavorare in gruppo, possiamo trovare un ambiente di lavoro nel quale si rimanga sempre all interno di un ufficio, di un azienda, di un magazzino o che al contrario ci richieda continui spostamenti, o ancora un lavoro che richieda una porzione di tempo notevole da trascorrere all aperto. ***************************************************

6 L ambiente di lavoro soddisfacente. Alcune caratteristiche Ecco una tabella schematica in cui sono riportate alcune voci che possono indirizzare, in base alla propria autovalutazione, la ricerca degli ambienti professionali che interessanno di più Non importante Abbastanza importante Importante Fondamentale Possibilità di lavorare in gruppo Possibilità di svolgere il lavoro in più luoghi differenti Possibilità di variare le attività quasi ogni giorno Lavoro che comporti un grado elevato di responsabilità Assenza di eccessive responsabilità Possibilità di esprimere la propria creatività Sicurezza del posto di lavoro Possibilità di svolgere il proprio lavoro in silenzio Possibilità di confronto con i colleghi Lavoro che consenta di avere orari sempre definiti Lavoro che comporti la necessità di spostarsi ogni giorno Lavoro che comporti possibilità di sviluppo e di carriera Lavoro che non comporti grosse possibilità di carriera ma che sia sicuro

7 C. Scheda esempio di ambiente, luoghi e tipologie tematica I LUOGHI DEL LAVORO su web tratto da: E un portale con oltre 400 profili professionali, con percorsi di lettura e orientamento, come meglio viene esplicitato sotto. Lautore si chiama Leonardo Evangelista, che è autore anche di portale molto articolato per operatori dell orienamento, con le numerose sezioni di ricerca ed esplorazione SCHEDA ESEMPIO DI AMBIENTE, LUOGHI E TIPOLOGIE Il sito è un portale ben articolato e di approfondimento su percorsi e profili professionali, esplicitati legando e connettendo alcune tipologie tematiche, tra cui ambiente di lavoro, materiali di utilizzo o settori, tipo di attività lavorativa, contesto relazionale etc etc. Come informazione orientativa riportiamo alcuni gruppi nominali, specificando che ad ogni nome-soggetto corrisponde un link ed un percorso che abbina appunto caratteristiche oggettive - ambiente, relazioni, settori, materiali - e caratteristiche soggettive - interessi personali, cosa non piace fare, titolo di studio etc -. Riportiamo linsieme di questi elenchi per osservare e dare lidea della varietà di voci e tipologie che attengono luoghi e attività di lavoro, assecondando in questo quel percorso e metodo individuato anche negli articoli precedenti e legato ad andare oltre le informazionistandard e stereotipe A partire dalle singole voci si ha così la possibilità nel sito di esplorare e attivare le ricerche di approfondimento informativo e di arrivare a coniugare professioni, caratteristiche ambientali, competenze e interessi individuali. E un modo per confrontarsi con tali concatenazioni e arricchire il proprio patrimonio informativo. Ad esempio ecco l elenco dei luoghi di lavoro proposti ufficio, sala riunioni in un veicolo studio di registrazione, palcoscenico, teatro studio tecnico ristorante, pub, bar campo sportivo laboratorio, osservatorio negozio caserma dell esercito, di polizia, carabinieri, vigili del fuoco, dogana, carcere fabbrica, magazzino cassa (banca, ufficio postale etc.) tribunale centrale elettrica, centrale del gas, acquedotto aeroporto, stazione ferroviaria cantiere (per la costruzione di edifici o l interramento di cavi e condotte) cava, miniera salone (estetista, parrucchiere, etc.) clinica, ospedale in casa scuola, asilo, casa di riposo castello, cattedrale, museo strada cittadina all aperto: mare, fiumi, laghi, boschi, foreste, prati in viaggio - per incontrare clienti, ispezionare, etc. oppure ecco lelenco nominale di tipologie di attività e relazioni connesse da cui esplorare e avviare la ricerca

8 lavorare con macchinari e attrezzature attività manuali crescere animali guidare un veicolo scrivere documenti al computer, svolgere lavori amministrativi crescere piante guidare macchinari mobili (gru, etc.) organizzare, gestire, pianificare pescare aggiustare, riparare progettare, costruire comprare montare programmare vendere misurare, testare attività di ricerca scientifica attività bancarie lavorare con macchine utensili attività manuali di precisione misurare, valutare, stimare rendere chiaro e investigare sostenere in pubblico gli interessi di altri, fare lobby attività con turisti e persone straniere, interpretariato, traduzioni mettere assieme, costruire presentare in pubblico lavorare a una cassa mescolare, combinare organizzare mostre e esposizioni lavorare a distanza dal suolo, volare dipingere, spalmare, lucidare fare imitazioni protezione ambientale restaurare, fare manutenzione musica, canto, danza analisi del territorio pulire, disinfettare cosmesi, capelli, massaggi e servizi simili attività generiche a basso contenuto professionale archiviare servire altre persone assistere altre persone visitare, curare o ancora l elenco nominale dei materiali di utilizzo o settori metallo e prodotti di metallo prodotti farmaceutici leggi, regolamenti legno e prodotti di legno, arredamento cibo e bevande uffici postali tessuti e cuoio bambini, giovani assicurazioni gomma e plastica animali economia vetro e ceramica fiori, verdure e vegetali in genere trasporti miniere, cave, estrazione di minerali foreste turismo costruzioni e materiali da costruzioni località e edifici di interesse storico fisco elettricità, elettronica arti e mestieri polizia, carabinieri, forze armate telecomunicazioni teatro sistema penale tecnologie informatiche disegno, pittura, arti grafiche, fotografia psicologia, sociologia, gestione del personale audio, video, film libri, riviste, giornali, volantini, posters servizi sanitari energia moda servizi sociali acqua, navigazione, dighe mostre materie letterarie, arte prevenzione e spengimento incendi pubblicità religioni industria del gas denaro fisica, astronomia, metereologia chimica borsa e azioni scienze forestali informazione politica e diplomazia

9 D. Posti dove lavorare è bello tematica LUOGHI DI LAVORO su web tratto da: è una rivista on-line. Il suo campo d indagine è l economia della cultura, nei suoi aspetti progettuali, professionali, organizzativi e di comunicazione, nella convinzione che le attrattività culturali possano diventare un valido strumento di sviluppo sociale ed economico. Posti dove lavorare è bello Si sa che lavorare stanca. Ma ci sono fattori che possono rendere la fatica più sopportabile. E la gratificazione più a portata di mano. Tra questi spicca di sicuro il luogo di lavoro. Una società di ricerca americana, la Great Place to Work, ogni anno dà i voti alle aziende più confortevoli. Con risultati a sorpresa... Great Place to Work Institute è una società internazionale di ricerca e consulenza manageriale che ha base negli Stati Uniti e uffici affiliati in tutto il mondo. Il suo compito è di monitorare la qualità dei luoghi di lavoro. Come si può capire dal loro sito web, ad essere segnalate sono ad esempio le aziende che hanno creato ambienti da manuale (solo in teoria) ma hanno fatto un buco nellacqua, accanto a società che stavano chiudendo i battenti ma sono invece riuscite, quasi miracolosamente, a restare sul mercato e a battere la concorrenza puntando sulla qualità dei luoghi di lavoro che avevano costruito. Sembra che la costruzione di un ambiente confortevole (e quindi produttivo) si ottenga prima di tutto modificando le correlazioni fra i lavoratori e rivedendo la normale considerazione delle prestazioni professionali. Non più solo lavoro a fronte di una retribuzione, ma di più, molto di più. Great Place to Work si basa sui risultati di più di 20 anni di ricerca, da cui viene fuori che la fiducia fra i responsabili e gli impiegati è la caratteristica primaria di un buon posto di lavoro. Listituto offre inoltre, forte della sua esperienza sul campo, servizi e strumenti per aiutare le aziende a sviluppare la fiducia e trasformarsi in organizzazioni più efficaci. Il loro motto è semplice e diretto: Un Great Place to Work per funzionare deve essere un luogo in cui vi fidate della gente con cui collaborate, e in cui mostrate piacere e orgoglio per ciò che state facendo. Fin qui, gran belle parole, ma come si realizza? La fiducia, perno di tutto il sistema, viene analizzata lungo tre dimensioni principali: fiducia del lavoratore nel proprio manager, e viceversa; fiducia del lavoratore nei propri colleghi; fiducia del lavoratore nella bontà e nel significato di ciò che l azienda lo chiama a fare tutti i giorni, cioè orgoglio di fare il proprio lavoro, quale che sia. Concludendo -con estrema attinenza ai valori della social responsibility- quello che occorre ad unazienda, ma più in generale al sistema economico-imprenditoriale così come si è evoluto nella storia fino ai nostri giorni, è una nuova etica del lavoro, un etica che vede il servizio ai dipendenti come parte integrante delle stesse finalità dell istituzione. Che non esplica effetti solo all interno dell impresa in cui è perseguita ma può avere conseguenze positive ben più ampie, sull intera collettività. Come dire: cominciare a creare ambienti di lavoro migliori per costruire una società migliore. Lindagine di GPW ci racconta ogni anno le Aziende Eccellenti dando la parola a chi in azienda ci sta veramente: i lavoratori. E a quanto pare ci sono posti in Europa dove lavorare è bello. Questanno lindagine ha coinvolto, nel vecchio continente, circa un migliaio di imprese e oltre 210 mila dipendenti. Partiamo proprio dai risultati del Bel Paese: in Italia al primo posto si colloca unazienda simbolo nel mondo dellitalian style, la Maserati, che batte companies statunitensi e multinazionali ben piu grandi e potenti come Fedex (logistica) Johnson&Johnson (largo consumo), e Cisco Systems. In casa Maserati esiste un programma che punta a incentivare i dipendenti a trovare soluzioni ai problemi che

10 possono sorgere nella fase di assemblaggio. Ad ogni problema segnalato e soluzione proposta viene assegnato un punteggio, alla fine un comitato democraticamente decide se assegnare il punto e soprattutto come premiarlo. In Europa, non tutti gli stati hanno premiato un azienda nostrana e infatti in Belgio, Francia, Germania eleggono la statunitense Microsoft come azienda dell anno. In Finlandia invece -la terra di Nokia, per intenderci- il best place to work e risultato un azienda dolciaria, la Cloetta Fazer, dove per essere piu vicini all esigenze dei dipendenti hanno addirittura creato la figura dell esperto per il miglioramento. Come a dire che le vie che portano alla conquista della fedeltà del dipendente non passano per forza attraverso il portafoglio e che certe volte la cosa più importante diventa ascoltare. Premi speciali sono stati assegnati ad aziende che si sono distinte sui temi della formazione, della diversità e delle pari opportunità: sempre in Finlandia lo studio legale Hannes Snellman utilizza il 7% dei salari dei dipendenti per la formazione, inoltre i dipendenti usufruiscono di pasti e corse taxi gratis se lavorano dopo le 7 di sera. In Irlanda Intel è stata premiata come esempio eccellente in tema di diversità e apertura mentale mentre in Germania lindustria di ricerca farmaceutica Shering punta molto sulla promozione delle pari opportunità promuovendo programmi di orientamento professionale per giovani scienziate.

11 tratto da: dal sito Great Place to Work Institute è una società di ricerca e consulenza manageriale, con base negli Stati Uniti, con l obiettivo di conseguire miglioramenti duraturi nelle relazioni all interno degli ambienti di lavoro, Cosa rende un ambiente di lavoro un Great Place to Work? Ogni azienda può essere un Great Place to Work! Il nostro approccio si basa sulle principali scoperte di più di vent anni di ricerca - la fiducia tra manager e dipendenti è la principale caratteristica che definisce gli ambienti di lavoro eccellenti. Alla base della nostra definizione di ambiente di lavoro eccellente - un ambiente dove i dipendenti si fidano delle persone per cui lavorano, sono orgogliosi di ciò che fanno, e si trovano bene con le persone con cui lavorano - vi è lidea che tutto questo dipenda dalla qualità delle tre relazioni che si intrecciano tra loro: La relazione tra i dipendenti e il management. La relazione tra i dipendenti e la loro occupazione/azienda. La relazione dei dipendenti tra di loro. Il nostro Modello Un ambiente di lavoro eccellente è quello in cui ci si fida delle persone per cui si lavora, si è orgogliosi di ciò che si fa, e ci si trova bene con le persone con cui si lavora. Dimensioni di un ambiente di lavoro eccellente La fiducia è l ingrediente essenziale nella relazione primaria dell ambiente organizzativo tra dipendente e datore di lavoro. Secondo il nostro modello, la fiducia è fatta di tre dimensioni: Credibilità, Rispetto, e Equiità. Credibilità

12 Credibilità significa che i manager comunicano regolarmente i programmi e i piani dell azienda ai dipendenti -e richiedono i loro pareri. Ciò implica coordinare le persone e le risorse in modo efficiente ed efficace, cosi che i dipendenti conoscano il rapporto tra il loro lavoro e gli obiettivi dell azienda. E l integrità che il management porta nel business. Per essere credibili, alle parole devono seguire i fatti. Rispetto Rispetto implica fornire ai dipendenti gli strumenti, le risorse e la preparazione necessari a svolgere il loro lavoro. Significa apprezzare il buon lavoro e gli apporti extra. Ciò comprende avvicinarsi ai dipendenti e renderli partecipi delle attività dell azienda, incoraggiando uno spirito di collaborazione tra i reparti e creando un ambiente di lavoro che sia sicuro e salutare. Rispetto significa che il bilanciamento lavoro/vita privata sia una pratica e non uno slogan. Equità In un organizzazione che sia equa, il successo economico è condiviso in modo equo attraverso la retribuzione e i benfit. Ognuno riceve un equa opportunità di riconoscimento. Le decisioni di assunzione e promozione vengono prese in modo imparziale, e l ambiente di lavoro cerca tenersi libero da discriminazioni, con un chiaro processo per appellarsi e giudicare le controversie. Per essere equi bisogna essere giusti. Orgoglio e Cameratismo Le ultime due dimensioni del modello dell Istituto riguardano la relazione nell ambiente di lavoro tra i dipendenti e la loro occupazione/azienda (Orgoglio), e tra i dipendenti tra di loro (Cameratismo). Come l azienda diventa eccellente, la separazione tra management e lavoratori diminuisce. L ambiente di lavoro diventa una comunità. I dipendenti si sentono orgogliosi del loro lavoro, del loro team e della loro azienda. Sentono di poter essere loro stessi al lavoro. Celebrano il successo dei loro pari e collaborano con gli altri in ogni parte dell organizzazione. Le persone apprezzano il loro lavoro - e le persone con cui lavorano - in modo radicato e duraturo. Essi vogliono continuare a sviluppare la propria carriera in azienda.

13 2. il mondo delle professioni A. Il mercato del lavoro nascosto tematica IL MERCATO DELLE PROFESSIONI su web tratto da: Trovare il lavoro che piace G. Antoni, N. Giaconi, Maggioli Editore, 2006 IL MERCATO DEL LAVORO NASCOSTO COS È Come abbiamo visto nelle pagine precedenti, i bisogni della società generano una domanda di lavoro. Il problema che affrontiamo ora riguarda il fatto che chi cerca e chi offre lavoro non sanno come incontrarsi: è come se fossero invisibili gli uni agli altri. Questa è una delle cause di disoccupazione. Ciò è dovuto alla carenza di informazioni sul mercato del lavoro e delle professioni. Ci spieghiamo subito. L informazione sul mondo del lavoro è scarsa. Nonostante la mole di informazioni che ci investe quotidianamente, poche persone sanno parlare di lavoro o di una professione. Abbiamo già notato che il lavoro non è uno degli argomenti più divertenti. Nei giornali se ne parla poco. A scuola si imparano altre cose. In TV si vede altro. Ecco che senza informazioni un mercato del genere funziona malissimo: immagina un negozio di scarpe senza vetrine, senza commessi, con mucchi di scarpe qua e là e altre scarpe in scatole senza etichetta... figurati che razza di acquisti si farebbero in un posto del genere. Ebbene, il famoso mercato del lavoro è così: senza informazioni, senza guide, senza segnali di entrata. Ma in questo mercato il lavoro c è, e te lo possiamo dimostrare: il problema è che nessuno in genere ti mostra come andarlo a trovare. Fino a 30 anni fa era il lavoro che veniva da noi: occupazioni semplici (fornaio, ragioniere, operaio, impiegato) erano semplici da avere, dopo la scuola. Oggi le professioni sono diverse decine di migliaia, offrono grandi opportunità, ma la gente, soprattutto i giovqni, non lo sanno. Cercano tutti gli stessi lavori. Negli stessi mucchi. Come in un negozio senza commessi. Con migliaia di scarpe nuove dentro. COS È UNA PROFESSIONE Per capire come funziona il mercato nascosto, partiamo dagli elementi costitutivi di una professione. Esistono molte teorie che vogliono definire cos è una professione. Noi utilizziamo in questa Guida un modello semplice, efficace per chi cerca lavoro, che approfondiremo in seguito. Una professione è un insieme di competenze che viene svolto. per soddisfare un bisogno: ad esempio, avvocato nel settore diritto di famiglia, oppure operaio addetto alla manutenzione nel settore elevatori idraulici.

14 Per definire una professione occorre quindi esaminare il TIPO di attività, per poi concentrarci sul SETTORE in cui la vogliamo svolgere. In genere il settore è una cosa che si studia, il tipo di attività è una cosa che si fa. Le due cose, il settore e l attività, vengono spesso confuse. Capita infatti che chiedendo a qualcuno che lavoro fai? mi risponda il ricercatore. Certo, lui lo sa bene che lavoro fa, ma io non l ho capito, perché mi ha detto solo la sua attività. Per avere una idea completa gli dovrei chiedere il ricercatore in. cosa?. Oppure capita che qualcuno risponda lavoro nella chimica. In questo caso mi ha detto solo il settore. Per capire qual è la sua professione dovrei sapere la sua attività. Ci sono quindi diversi modi per arrivare alla stessa professione: si può partire studiando una materia, e poi applicando quello che abbiamo studiato in un tipo di attività (Disegno 1); si può cambiare lavoro, mantenendo la stessa attività in un settore diverso (Disegno 2);

15 ma si può cambiare lavoro anche facendo cose nuove in un settore che conosciamo già (Disegno 3); e si può cambiare tutto: studiare cose nuove e fare una nuova attività (Disegno 4). Incrociare la propria attività con i propri settori preferiti fa parte della creazione dell'obiettivo professionale, che faremo nella Parte II di questa Guida. Ti chiederai a questo punto: ''bene/ e ora dove le trovo tutte queste professioni che non conosco?. Ti ricordiamo che il percorso che stai seguendo prevede di definire prima il tuo obiettivo professionale, poi di cercare informazioni sulle professioni che hai scelto, e infine di metterti a cercare lavoro. Cercare informazioni sulle professioni significa poter rispondere a queste domande: come si chiama la professione che unisce il tipo di lavoro preferito nei settori o nel campo di studio che mi interessano? dove la posso svolgere? in quale forma la posso svolgere (da dipendente o da lavoratore autonomo/ o come impresa)?

16 Queste sono le 3 domande chiave per la ricerca di informazioni sul mercato nascosto, che vedremo nella Parte III di questa Guida. Come le persone cercano lavoro La maggior parte delle persone che cercano lavoro fanno esattamente il contrario di quello che ti stiamo spiegando. Prima si mettono a cercare un lavoro qualsiasi, utilizzando metodi che funzionano poco e spendendo. un sacco di energie - ad esempio in concorsi con migliaia di persone -. Poi, dopo un adeguato periodo di disoccupazione, accettano la prima cosa che gli viene offerta. Dopo qualche tempo cominciano anche a chiedersi se gli piace... Questa sequenza di azioni è la più frequente tra chi cerca lavoro, ed è quella che, ti garantiamo, porta alla disoccupazione o ad un lavoro che non piace. IL MERCATO DELLE PROFESSIONI CAMBIA Le professioni (i nomi dei lavori) sono oggi molte di più rispetto al passato, e la maggior parte sono poco conosciute. Facciamo un esempio. Molti studenti si iscrivono alla facoltà di giurisprudenza perché desiderano diventare avvocati. Il termine avvocato ci dava, fino a circa 20 anni fa, una identità abbastanza definita di un certo tipo di professione. Oggi la situazione è molto più varia e ricca. La grande specializzazione richiesta dal mercato ha portato alla nascita di molte professioni nel campo legale che gli studenti non conoscono. Mirano così a diventare avvocato, professione a lunga attesa di occupazione e dal settore saturo, semplicemente perché ignorano l esistenza di altre professioni, ad esempio esperto di contrattualistica specializzata, per le quali la domanda è alta e spesso non è nemmeno necessaria, da un punto di vista burocratico-formale, la laurea in una determinata materia. Si tratta solo di un esempio, che può essere ripetuto per centinaia di altre professioni visibili, cioè conosciute più di altre solo perché le vediamo per la strada, in famiglia! nei giornali e così via. La disoccupazione investe queste professioni, mentre molta richiesta viene da professioni meno note, o appena nate.

17 L immagine che si adatta meglio al mercato del lavoro è quella dell iceberg. La maggior parte dell iceberg è nascosta sotto l acqua, ma per questo non vuoi dire che non esista. La maggior parte delle professioni conosciute stanno sulla parte emersa, e sono quelle dei genitori, dei parenti, delle persone che conosciamo, e quanto ci mostrano la TV o i giornali. L obiettivo è di cercare il nostro mercato nascosto : professioni e specializzazioni meno conosciute, in aziende meno conosciute. Vedremo nella Parte IV, dedicata alla Ricerca del Lavoro, come le percentuali di successo delle diverse tecniche di ricerca del lavoro dimostrino l efficacia di questa impostazione. Una precisazione. Perché ci sia domanda di lavoro nella parte visibile dell iceberg occorre che il bisogno corrispondente sia stato trasformato in una domanda. Di per sé il bisogno non basta a creare le condizioni per una nuova occupazione. Facciamo un esempio. Il bisogno di vivere in un ecosistema non inquinato, e di difendersi dalle conseguenze nocive dellindustrializzazione sono riconosciuti come esigenze (bisogni ) della società da diverse decine di anni. Il che significa che la società ha bisogno di esperti nella prevenzione e nella

18 cura ecologica. Il fatto che questa esigenza esista non significa che automaticamente vengano creati dei posti di lavoro dipendente. Nel nostro esempio, la creazione di posti di lavoro dipendente è dovuta il più delle volte dal fatto che la società imponga (attraverso leggi, ad esempio) il controllo dell ambiente ad aziende e cittadini. Quando questo avviene, la domanda di personale qualificato nel campo dell ecologia aumenta di conseguenza. Lo stesso vale per la nascita di corsi di Laurea e Diplomi Universitari ad indirizzo ecologico : la loro istituzione non significa che esistano già posti di lavoro garantiti in quel settore e in quelle funzioni. In realtà, tali posti esistono per coloro che riescono, con la propria attività, a fare scaturire una domanda di lavoro da un bisogno più o meno latente. Ecco nato un lavoro, ma si tratta di una iniziativa individuale, imprenditoriale ed autonoma. INVESTIGARE NEL MERCATO DEL LAVORO NASCOSTO Se andiamo a guardare nel mercato del lavoro nascosto, la parte sotto dell iceberg, notiamo che di lavoro ce n è molto di più di quello che si pensi e di quanto le statistiche facciano pensare. L 80% di tutti i nuovi posti di lavoro in Europa e Stati Uniti è prodotto da aziende piccole e medie che non fanno pubblicità, e pubblicano raramente annunci, il che significa che sono praticamente sconosciute al grande pubblico. Soprattutto per i giovani, non si tratta subito di un lavoro fisso : i contratti sono a termine, o di collaborazione (contratti atipici). Il lavoro esiste in mercati poco visibili, ed estremamente locali: questo vuoi dire che determinati tipi di lavoro possono essere richiesti in un luogo, ma possono non esserlo a pochi chilometri di distanza. Può darsi che nella tua città una azienda di informatica abbia molto lavoro, mentre un altra nella stessa città, magari nella stessa strada stia fallendo. Dati sul mercato del lavoro sicuri, uniformi, da Bolzano a Catania,. non esistono, e prevedere la sua evoluzione è impossibile. La maggior parte delle statistiche pubblicate parlano delle situazioni ad un livello molto generale, ma non ci dicono quali aziende stanno cercando e dove. Ecco perché è difficile rispondere a domande del tipo quali lavori sono richiesti? oppure cosa devo studiare per trovare lavoro?. La risposta varia a seconda della zona d Italia (o d Europa) in cui ci troviamo, e a seconda del settore di specializzazione e della nostra funzione. Ogni tanto escono degli articoli sulle professioni che tirano, ma il più delle volte si basano sugli annunci di lavoro pubblicati sui quotidiani nazionali, che rappresentano il mercato del lavoro delle persone tra i 30 e i 50 anni, con almeno due anni di esperienza lavorativa. Non parlano del mercato nascosto, non rappresentano l intero mercato. Per avere delle indagini migliori occorrerebbe intervistare accuratamente un gran numero di aziende, Provincia per Provincia, a volte Comune per Comune: è un lavoro enorme, con altissimi costi, che viene fatto raramente per tutta l Italia (il migliore che conosciamo è il Sistema Excelsior dell Unioncamere, Molte volte questa ricerca sul mercato nascosto viene fatta nella tua Provincia, o nel tuo Comune, da Enti come le Associazioni Industriali, le Camere di Commercio, le Università, i Centri di Formazione ecc... Per questo nella Parte III della Guida parliamo di ricerca delle informazioni: dopo aver individuato il proprio obiettivo, la cosa più importante è quella di trovare le informazioni locali, nascoste, strategiche sul lavoro e le aziende che ci interessano.

19 ANCORA SUL MERCATO DEL LAVORO NASCOSTO Abbiamo visto nelle pagine precedenti come l immagine dell iceberg possa aiutarci a visualizzare le opportunità e la ricchezza reale del mercato del lavoro. Sostanzialmente la ricerca dell occupazione assomiglia molto alle moderne ricerche di mercato, e in particolare alle indagini di nicchia. Per il cercatore di lavoro una nicchia consiste in un settore o in un tipo di professione meno conosciuti, in cui minore è la concorrenza e maggiore la possibilità di andare incontro alla domanda, anche potenziale, del datore di lavoro. Tratteremo del comportamento del datare alle prese con il bisogno di personale per la sua azienda nel Cap Le tecniche di ricerca del lavoro. Qui vogliamo approfondire la questione del mercato del lavoro, affrontando l immagine dell iceberg in modo più strutturato. Il mercato del lavoro nascosto può essere visualizzato graficamente incrociando le variabili: RICHIESTA DI MERCATO, ossia quanto viene richiesta una certa professione in un dato momento.

20 VISIBILITÀ DELL IMPIEGO, cioè quanto è conosciuta tra chi cerca lavoro quella professione, ossia se si trova sulla parte emersa o sommersa dell iceberg. Ne risultano quattro situazioni (figura 1): 1. Richiesta alta e visibilità alta (quadrante 1). Questa zona del grafico racchiude le professioni tradizionali e conosciute in cui c è domanda di lavoro da parte delle aziende. Se il tuo obiettivo professionale rientra in questo settore e possiedi le competenze necessarie, trovare occupazione non dovrebbe essere difficile. 2. Richiesta bassa e visibilità alta (quadrante 2). Questa parte del grafico rappresenta la disoccupazione che ogni giorno i mass-media riporta. Ci sono le professioni tradizionali per cui il mercato è saturo e i settori in crisi. Se cerchi occupazione qui, significa alta concorrenza e attesa più lunga. 3. Richiesta alta e visibilità bassa (quadrante 3). Questa è la parte del grafico che rappresenta il mercato nascosto che ci interessa. Qui trovi le professioni poco conosciute e quelle nuove, i settori in forte sviluppo e di nicchia. Cercare occupazione nel mercato nascosto richiede un accurata ricerca di informazioni strategiche ma ti garantisce un sicuro successo. 4. Richiesta bassa e visibilità bassa (quadrante 4). È la parte del grafico che meno ci interessa. In questo settore non c è richiesta di lavoro e rappresenta.le professioni che stanno scomparendo. Il quadrante 2 ALTA VISIBILITÀ e BASSA RICHIESTA rappresenta il settore in cui la maggior parte delle persone si buttano per la ricerca del lavoro. Qui si colloca ad esempio la professione di sportellista bancario (figura 2). Si tratta di una posizione lavorativa che tutti conoscono, tradizionale, consigliata da genitori e parenti come sbocco agognato e obbligato per molti ragionieri, e resa ancor più visibile dal fatto che spesso si accede attraverso un concorso pubblico. Però è una professione a BASSA RICHIESTA poiché il settore bancario in Italia sta rapidamente saturando il proprio bisogno di personale per questa funzione in proporzione al numero di persone che si offrono. Le conseguenze di questa situazione le abbiamo sotto gli. occhi quotidianamente: numero enorme di partecipanti ai concorsi, procedure lunghe, selezioni formalizzate senza tenere conto delle reali potenzialità umane del concorrente, ecc.. In questo quadrante c è lunga attesa e disoccupazione. In figura 3, abbiamo inserito nel quadrante 2 un altra professione conosciuta: il commercialista. Per questa professione valgono le stesse considerazioni relative all esempio dello sportellista bancario. Moltissimi laureati in materie economiche vogliono fare il commercialista (anche perché non conoscono altri lavori) ma il mercato dei commercialisti è

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO

QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO QUESTIONARIO SUGLI STILI DI APPRENDIMENTO Le seguenti affermazioni descrivono alcune abitudini di studio e modi di imparare. Decidi in quale misura ogni affermazione si applica nel tuo caso: metti una

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore!

Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! Come trovare clienti e ottenere contatti profilati e ordini in 24 ore! oppure La Pubblicità su Google Come funziona? Sergio Minozzi Imprenditore di informatica da più di 20 anni. Per 12 anni ha lavorato

Dettagli

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA

SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA LIBRO IN ASSAGGIO SETTE MOSSE PER LIBERARSI DALL ANSIA DI ROBERT L. LEAHY INTRODUZIONE Le sette regole delle persone molto inquiete Arrovellarvi in continuazione, pensando e ripensando al peggio, è la

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola

Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Indagine sull utilizzo di Internet a casa e a scuola Realizzata da: Commissionata da: 1 INDICE 1. Metodologia della ricerca Pag. 3 2. Genitori e Internet 2.1 L utilizzo del computer e di Internet in famiglia

Dettagli

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello

Schema Professionista della Security Profilo Senior Security Manager - III Livello STATO DELLE REVISIONI rev. n SINTESI DELLA MODIFICA DATA 0 05-05-2015 VERIFICA Direttore Qualità & Industrializzazione Maria Anzilotta APPROVAZIONE Direttore Generale Giampiero Belcredi rev. 0 del 2015-05-05

Dettagli

Definizione e struttura della comunicazione

Definizione e struttura della comunicazione Definizione e struttura della comunicazione Sono state date molteplici definizioni della comunicazione; la più semplice e comprensiva è forse questa: passaggio di un'informazione da un emittente ad un

Dettagli

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti

Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Alessandra Cimatti*, Paolo Saibene Marketing Content marketing per acquisire e fi delizzare i clienti Nelle fasi iniziali del processo d acquisto, oggigiorno, i compratori sono dei fai da te e - sempre

Dettagli

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina

Sistemi di supporto alle decisioni Ing. Valerio Lacagnina Cosa è il DSS L elevato sviluppo dei personal computer, delle reti di calcolatori, dei sistemi database di grandi dimensioni, e la forte espansione di modelli basati sui calcolatori rappresentano gli sviluppi

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO

LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO FOOD. LA SCIENZA DAI SEMI AL PIATTO PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA UNA STRAORDINARIA MOSTRA CHE AFFRONTA IL TEMA DEL CIBO DAL PUNTO DI VISTA SCIENTIFICO, SVELANDONE TUTTI

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

6. Le ricerche di marketing

6. Le ricerche di marketing Università degli Studi di Urbino Carlo Bo Facoltà di Lingue e Letterature Straniere Corso di Laurea in Lingue e Cultura per l Impresa 6. Le ricerche di marketing Prof. Fabio Forlani Urbino, 29/III/2011

Dettagli

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo

C.A.P.A.C. Politecnico del Commercio e del Turismo AVVISO FOR.TE 3/12 OFFERTA FORMATIVA CAPAC POLITECNICO DEL COMMERCIO E DEL TURISMO CF4819_2012 Sicurezza: formazione specifica basso rischio - aggiornamento 4 ore Lavoratori che devono frequentare il modulo

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali

LAVORO DI GRUPPO. Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali LAVORO DI GRUPPO Caratteristiche dei gruppi di lavoro transnazionali Esistono molti manuali e teorie sulla costituzione di gruppi e sull efficacia del lavoro di gruppo. Un coordinatore dovrebbe tenere

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero.

Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Esploro le fonti energetiche di tutto il mondo. Proteggo l ambiente. Sono il futuro. Sono un ingegnere petrolifero. Cosa fa un ingegnere petrolifero? Gli ingegneri petroliferi individuano, estraggono e

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

Che cos è un focus-group?

Che cos è un focus-group? Che cos è un focus-group? Si tratta di interviste di tipo qualitativo condotte su un ristretto numero di persone, accuratamente selezionate, che vengono riunite per discutere degli argomenti più svariati,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile)

D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D. Altre attività formative Stage, attività esterne, tesine (con file già formattato), idoneità, etc. ELENCO DELLE DOMANDE (versione stampabile) D1. COSA SONO LE ALTRE ATTIVITÀ FORMATIVE? D2. COME SI OTTENGONO

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1

ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 ISBN-88-89285-12-5 978-88-89285-12-1 Comitato Italiano per l UNICEF Onlus Direzione Attivita` culturali e Comunicazione Via Palestro, 68-00185 Roma tel. 06478091 - fax 0647809270 scuola@unicef.it pubblicazioni@unicef.it

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese

I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro. Divergenze e convergenze con genitori e imprese I Giovani italiani e la visione disincantata del Lavoro EXECUTIVE SUMMARY 2 Executive Summary La ricerca si è proposta di indagare il tema del rapporto Giovani e Lavoro raccogliendo il punto di vista di

Dettagli

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING

STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING STRUMENTI DI ANALISI E DI INTERPRETAZIONE DEI PROBLEMI: LE TECNICHE DI PROBLEM SOLVING Gianna Maria Agnelli Psicologa Clinica e Psicoterapeuta Clinica del Lavoro "Luigi Devoto Fondazione IRCCS Ospedale

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque

Un'infrastruttura IT inadeguata provoca danni in tre organizzazioni su cinque L'attuale ambiente di business è senz'altro maturo e ricco di opportunità, ma anche pieno di rischi. Questa dicotomia si sta facendo sempre più evidente nel mondo dell'it, oltre che in tutte le sale riunioni

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica:

Pasta per due. Capitolo 1. Una mattina, Libero si sveglia e accende il computer C È POSTA PER TE! e trova un nuovo messaggio della sua amica: Pasta per due 5 Capitolo 1 Libero Belmondo è un uomo di 35 anni. Vive a Roma. Da qualche mese Libero accende il computer tutti i giorni e controlla le e-mail. Minni è una ragazza di 28 anni. Vive a Bangkok.

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Routine per l Ora della Nanna

Routine per l Ora della Nanna SCHEDA Routine per l Ora della Nanna Non voglio andare a letto! Ho sete! Devo andare al bagno! Ho paura del buio! Se hai mai sentito il tuo bambino ripetere queste frasi notte dopo notte, con ogni probabilità

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

PRONOMI DIRETTI (oggetto)

PRONOMI DIRETTI (oggetto) PRONOMI DIRETTI (oggetto) - mi - ti - lo - la - La - ci - vi - li - le La è la forma di cortesia. Io li incontro spesso. (gli amici). Non ti sopporta più. (te) Lo legge tutti i giorni. (il giornale). La

Dettagli

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE

INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA DI FIRENZE Ricerca condotta dall Ufficio della Consigliera di Parità sul personale part time dell Ente (luglio dicembre 007) INDAGINE SUL PART TIME NELLA PROVINCIA

Dettagli

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum

Principi base per un buon CV. La struttura del Curriculum Principi base per un buon CV Il curriculum vitae è il resoconto della vostra vita professionale, e può essere il vostro rappresentante più fedele, a patto che sia fatto bene. Concentratevi sui punti essenziali

Dettagli

La ricerca empirica: una definizione

La ricerca empirica: una definizione Lucido 35/51 La ricerca empirica: una definizione La ricerca empirica si distingue da altri tipi di ricerca per tre aspetti (Ricolfi, 23): 1. produce asserti o stabilisce nessi tra asserti ipotesi teorie,

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

Relazione sul data warehouse e sul data mining

Relazione sul data warehouse e sul data mining Relazione sul data warehouse e sul data mining INTRODUZIONE Inquadrando il sistema informativo aziendale automatizzato come costituito dall insieme delle risorse messe a disposizione della tecnologia,

Dettagli

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ

SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ SCHEDA RILEVAZIONE DELLE ATTIVITÀ Cognome Nome: Data: P a g i n a 2 MODALITA DI CONDUZIONE DELL INTERVISTA La rilevazione delle attività dichiarate dall intervistato/a in merito alla professione dell assistente

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class

L evoluzione della Qualità. Dall ispezione alla world class L evoluzione della Qualità Dall ispezione alla world class Di cosa parleremo Cos è la Qualità? 1 Le origini della Qualità 2 Ispezione, Controllo statistico Affidabilità e Total Quality Control 3 Assicurazione

Dettagli

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi.

La FLI si rinnova per essere sempre al passo con i tempi. Carissimi Soci, anche quest anno di vita associativa si avvia gradualmente a conclusione con moltissimi obiettivi raggiunti, moltissime iniziative a tutela e promozione della nostra Professione concluse

Dettagli

Dall italiano alla logica proposizionale

Dall italiano alla logica proposizionale Rappresentare l italiano in LP Dall italiano alla logica proposizionale Sandro Zucchi 2009-10 In questa lezione, vediamo come fare uso del linguaggio LP per rappresentare frasi dell italiano. Questo ci

Dettagli

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12

Entrate... 11 Uscite... 11 Trasferimento... 11 Movimenti ricorrenti... 11 Movimenti suddivisi... 12 Data ultima revisione del presente documento: domenica 8 maggio 2011 Indice Sommario Descrizione prodotto.... 3 Licenza e assunzione di responsabilità utente finale:... 4 Prerequisiti:... 5 Sistema Operativo:...

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome SCALA UMBERTO Nazionalità Italiana Data di nascita 28/02/1956 ESPERIENZA LAVORATIVA ATTUALE Dal 01-05-2003 a tutt oggi Indirizzo sede

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE

AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE AZIONE CATTOLICA ADOLESCENTI ITINERARIO FORMATIVO SKYSCRAPER SECOND GUIDA PER L EDUCATORE Presentazione La guida dell educatore vuole essere uno strumento agile per preparare gli incontri con i ragazzi.

Dettagli

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove

C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove I love Ci C era una bianca un foglio, di sana fibra e bell animo. Forte di valori e ideali puliti, attendeva di nascere in un mondo migliore, un luogo dove poter crescere con gioia e buon senso, contribuendo

Dettagli

Introduzione al GIS (Geographic Information System)

Introduzione al GIS (Geographic Information System) Introduzione al GIS (Geographic Information System) Sommario 1. COS E IL GIS?... 3 2. CARATTERISTICHE DI UN GIS... 3 3. COMPONENTI DI UN GIS... 4 4. CONTENUTI DI UN GIS... 5 5. FASI OPERATIVE CARATTERIZZANTI

Dettagli

Soluzioni di risparmio

Soluzioni di risparmio Soluzioni di risparmio Alla ricerca delle spese nascoste Visibile Gestita totalmente Aereo Treno Gestita tradizionalmente Servizi generalmente prenotati in anticipo e approvati dal line manager Meno potenziale

Dettagli

5. Il contratto part-time

5. Il contratto part-time 5. Il contratto part-time di Elisa Lorenzi 1. L andamento dei contratti part-time Il part-time è una modalità contrattuale che in Italia, nonostante la positiva dinamica registrata negli ultimi anni, riveste

Dettagli

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità

Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Dar da mangiare agli affamati. Le eccedenze alimentari come opportunità Paola Garrone, Marco Melacini e Alessandro Perego Politecnico di Milano Indagine realizzata da Fondazione per la Sussidiarietà e

Dettagli

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste

INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12. Un Mondo Di Feste INCONTRI e LABORATORI INTERCULTURALI per l anno scolastico 2011-12 Un Mondo Di Feste Proposta di progetto e preventivo economico a cura dell Area Intercultura della Cooperativa Sociale Apriti Sesamo. 1

Dettagli

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee

Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e dei Direttori Aggiunti delle Scuole europee Scuole Europee Ufficio del Segretario generale Segretariato Generale Rif. : 2009-D-422-it-5 Orig. : FR Versione: IT Regolamento di applicazione relativo alla nomina ed alla valutazione dei Direttori e

Dettagli

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13

Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO. Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 Gira gira il mestolo NIDO INFANZIA POLLICINO Documentazione Progetto per lo Sviluppo e l Apprendimento a/s 2012/13 INDICE Le tante facce della documentazione Pag.3 Il progetto per lo sviluppo e l apprendimento

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto

LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto. LA PROGETTAZIONE Come fare un progetto LA PROGETTAZIONE 1 LA PROGETTAZIONE Oggi il raggiungimento di un obiettivo passa per la predisposizione di un progetto. Dal mercato al terzo settore passando per lo Stato: aziende, imprese, organizzazioni,

Dettagli

ANTECEDENTE UltraXProject è maturata dopo 4 anni di lavoro, con base in programmi già esistenti dello stesso gestore DI: 2x2 Pure, 2x1xtreme,

ANTECEDENTE UltraXProject è maturata dopo 4 anni di lavoro, con base in programmi già esistenti dello stesso gestore DI: 2x2 Pure, 2x1xtreme, ANTECEDENTE UltraXProject è maturata dopo 4 anni di lavoro, con base in programmi già esistenti dello stesso gestore DI: 2x2 Pure, 2x1xtreme, UltraXone Amministratore e fondatore : Sean Kelly di origine

Dettagli

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Gioco d Azzardo Patologico (GAP): anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di gioco d azzardo patologico Testo redatto sulla

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network

La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network La Borsa delle idee Innovare: il reale valore dei social network Di cosa parliamo? La Borsa delle Idee è la soluzione per consentire alle aziende di coinvolgere attivamente le persone (dipendenti, clienti,

Dettagli