RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 predisposta dalla Giunta Esecutiva dell 8 febbraio Premessa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 predisposta dalla Giunta Esecutiva dell 8 febbraio 2013. Premessa"

Transcript

1 Istituto Secondario Superiore Statale per il Turismo e Geometri FIRPO BUONARROTI Via Canevari Genova - Tel. 010/ Fax 010/ C.F PEC: Sito Internet:http://www.firpo-buonarroti.it RELAZIONE AL PROGRAMMA ANNUALE 2013 predisposta dalla Giunta Esecutiva dell 8 febbraio 2013 Premessa Per la formulazione del Programma Annuale 2013 si tiene conto: - del Decreto Interministeriale nr. 44 del 1 febbraio 2001; - dell Avanzo di amministrazione E.F. 2012; - della nota MIUR Prot. n dell 11/11/2010 Programma annuale 2011 (PA2011); - della nota MIUR Prot. n del 17/12/2012 rettificata con mail del 03/01/ Programma annuale 2013 (PA13); - del POF d Istituto a.s. 2012/2013. Si specifica che la Giunta Esecutiva, non ha potuto predisporre il Programma Annuale E.F entro il 31 ottobre 2012 (come prevede il D.I. 44/2001 art. 2 c. 3) perché il MIUR ha comunicato la dotazione ordinaria 2013 su cui codesta scuola può far affidamento e le istruzioni per la predisposizione del Programma Annuale 2013 in data 3 gennaio In considerazione del fatto che la programmazione finanziaria è strettamente connessa con la programmazione didattica e ne supporta gli obiettivi, prima di procedere all esame delle risorse economiche e della loro destinazione è opportuno descrivere in forma sintetica le caratteristiche e l utenza di questo Istituto. La situazione logistica dell Istituto L Istituto Secondario Superiore Statale Firpo-Buonarroti si è costituito il 1 settembre 2000 a seguito delle operazioni di dimensionamento di due scuole, l Istituto Tecnico Statale per il Turismo "E. Firpo" e l Istituto Tecnico Statale per Geometri "Michelangelo Buonarroti". L Istituto è collocato in un edificio di recente costruzione, che si sviluppa su sei piani ed è dotato delle seguenti risorse logistiche. Piano terra: Vi sono dislocati: - Auditorium ad anfiteatro con una capienza di 150 posti, dotato di PC collegato ad internet, videoproiettore, ampio spazio antistante l entrata. - Sala di ricevimento parenti. 1 Piano: Vi sono dislocati: - su un lato, una palestra moderna e attrezzata e parte degli archivi; - sull altro, gli uffici di direzione e amministrazione: l Ufficio del Dirigente Scolastico, con adiacente un ampia sala per riunioni; gli Uffici di Segreteria, che comprendono l Ufficio del Direttore dei Servizi 1

2 Generali ed Amministrativi, un ampio Ufficio di segreteria didattica, un Ufficio del personale, un Ufficio di contabilità. 2 Piano: Vi sono dislocati: o Aula multimediale di Tecnica Turistica e Pratica di Agenzia Viaggi o Laboratorio specialistico per il lavoro di gruppo e la simulazione operativa o N 2 laboratori linguistici o N 1 laboratorio multimediale o N. 2 aula di informatica 2, 4 e 6 piano: 3 Biblioteche, di cui una specializzata in turismo e geografia turistica 2 Piano: N 2 laboratori di trattamento testi 3 e 4 Piano: aule 5 e 6 Piano: aule + laboratori informatici + laboratorio con tecnigrafi 6 Piano: Vi sono dislocati: - un laboratorio di Topografia, un laboratorio di Fotogrammetria, un Museo di strumentazione storica per geometri; laboratorio di informatica - Archivi Le risorse strumentali Le risorse strumentali in supporto alla realizzazione del P.O.F. sono le seguenti: - Auditorium: PC collegato ad internet,videoproiettore, lavagna luminosa - Aula multimediale di Tecnica Turistica e Pratica di Agenzia Viaggi: sono presenti 5 computer in postazione studente, un computer docente completo di scanner e stampante più un computer di servizio con scanner per gli insegnanti tecnico-pratici. Tutti i computer sono collegati in rete tra loro e alla stampante a colori con connessione Internet e dispongono di sistema operativo Windows XP e pacchetto Office completo. L aula è dotata di: Un vidoeproiettore 6 collegamenti in abbonamento al GDS (Global distribution system) AMADEUS in modalità training, che permette la prenotazione di tutti i servizi turistici a livello nazionale e mondiale (voli aerei, treni, hotels e catene alberghiere, rent a car, pacchetti turistici ecc); un abbonamento al piano orario mondiale OAG sia nel formato elettronico sia in quello cartaceo. L aula è altresì fornita di un importante dotazione di materiale cartaceo per la formazione di base e specialistica: tale dotazione viene costantemente aggiornata e rinnovata e costituisce un imprescindibile supporto per le attività didattiche tecnico pratiche in campo turistico. - N 1 Laboratorio specialistico per il lavoro di gruppo e la simulazione operativa dotato di postazioni attrezzate e di materiali per la simulazione di attività di impresa turistica (emeroteca di settore, modulistica e altre attrezzature) - N 2 laboratori linguistici composti entrambi di postazione docente e 26 postazioni alunni con sistema video e cuffie per ascolto 2

3 - N 4 laboratori di informatica: due al secondo piano, uno al quinto piano e uno al quinto piano. I due Lab. 2 piano sono composti da circa 23 postazioni con collegati a internet Il Lab. 6 piano è composto da server, 1 postazione docente, 30 postazioni alunni. E dotato Videoproiettore a soffitto, stampante A3/A4 monocromatica, collegamento internet in tutte le postazioni. Queste ultime sono dotate di sistema operativo windows xp e pacchetto office completo. Vi è installato il software AUTOCAD ARCHITECTURE 2008, con aggiornamenti automatici on line e sono dotati di plotter a colori per la stampa di progetti, scanner. Il Lab. 5 piano è composto da server, 1 postazione docente, 14 postazioni alunni. E dotato di collegamento internet in tutte le postazioni. Queste ultime sono dotate di sistema operativo windows XP e pacchetto office completo. - N 3 Biblioteche scolastiche, di cui una specialistica nel settore turistico geografico e una nel settore geometri, contenenti più volumi, tra cui: - guide turistiche in italiano e nelle lingue straniere studiate (Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo) e testi specialistici nelle discipline di indirizzo del turismo e dei geometri; - volumi monografici - volumi di letteratura italiane e straniera - testi per l insegnamento di Italiano L2 - emeroteca e riviste specializzate nelle discipline di indirizzo del turismo e dei geometri. - Aula multimediale L istituto è dotato di un aula mutilmediale con lettore DVD, videoproiettore e sistema audio integrato, con possibilità di collegamento PC. - N 1 laboratorio di Fisica - N 1 laboratorio di Scienze Naturali con funzioni anche di aula di Chimica - Cablaggio L ISS Firpo Buonarroti è dotato di cablaggio strutturato. L impianto è stato eseguito con tubi conei nel controsoffitto per il cablaggio orizzontale, in canalina Bocchiotti per le discese, in tubo corrugato posizionato nel cavedio per la dorsale. In ogni piano è presente un armadio 6U con n 1 patch panel 24 porte cat. 5e, n 1 switch Corea 10/ porte, dal quale partono le derivazioni per i punti rete di aule e laboratori, l impianto è certificato. - Tre aule dotate di LIM L organico del personale All Istituto è assegnato un organico di diritto del personale così costituito: Dirigente Scolastico titolare di questa sede di servizio Personale docente n. 73 unità posto comune n. 1 unità posto di sostegno Personale ATA n. 1 Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi 3

4 n. 7 Assistenti Amministrativi n. 2 Assistenti Tecnici n.12 Collaboratori Scolastici (nessuna riduzione per appalto pulizia) L organico di fatto del personale è così costituito (data di riferimento 15/10/2012): Personale docente n. 87 unità di cui 9 Insegnanti Tecnico Pratici (n. 3 indirizzo Turistico n. 6 indirizzo Geometri) n. 2 insegnanti di Religione Cattolica a tempo indeterminato full-time n. 1 insegnante di Religione cattolica incaricato annuale Personale ATA n. 1 Direttore dei Servizi Generali ed Amministrativi a tempo indeterminato in utilizzo fino al 31/8/2013 n. 7 Assistenti Amministrativi a tempo indeterminato di cui uno ad orario ridotto n. 1 Assistente Tecnico (ulteriore unità di assistente tecnico a tempo determinato in servizio da gennaio 2013) n.12 Collaboratori Scolastici (nessuna riduzione per appalto pulizia) L utenza La popolazione scolastica nell a.s. 2012/2013 è di 971 alunni distribuiti su 43 classi così ripartite: - indirizzo turistico n. 23 classi - indirizzo geometri n. 17 classi - corso serale (Progetto Sirio) n. 3 classi (di cui una articolata) L Offerta formativa curriculare Nell Istituto sono presenti due settori: Settore tecnologico - Tecnico delle Costruzioni, ambiente e territorio, di antica tradizione in città, in quanto primo Istituto Tecnico per Geometri - Geotecnico I due indirizzi, di durata quinquennale, hanno biennio comune e corrispondono a profili professionali abbastanza omogenei. Settore economico - Indirizzo turistico Di durata quinquennale. Unico nella provincia di Genova. L Istituto è altresì sede di corso serale per Geometri/ Costruzioni, ambiente e territorio, con la sola eccezione di una classe quinta, è adottato il Progetto Sirio, che prevede la possibilità per gli studenti di accedere a classi successive alla prima sulla base di crediti formativi derivanti da studi precedentemente effettuati o da competenze acquisite nell ambito di esperienze lavorative, percorsi scolastici individualizzati, percorsi di apprendimento formali, non formali, informali. 4

5 Determinazione delle entrate La determinazione delle Entrate avviene sulla base degli accertamenti di volta in volta richiamati. ENTRATE PREVISTE E.F (comprensive prelevamento avanzo amm.ne) Aggr. Voce Descrizione Importi 01 Avanzo di Amministrazione ,89 01 Non vincolato ,15 02 Vincolato ,74 02 Finanziamenti dallo Stato ,02 01 Dotazione ordinaria ,02 02 Dotazione perequativa 03 Altri finanziamenti non vincolati 04 Altri finanziamenti vincolati 03 Finanziamenti dalla Regione 01 Dotazione ordinaria 02 Dotazione perequativa 03 Altri finanziamenti non vincolati 04 Altri finanziamenti vincolati 04 Finanziamenti da Enti locali o altre istituzioni 01 Unione Europea 02 Provincia non vincolati 03 Provincia vincolati 04 Comune non vincolati 05 Comune vincolati 06 Altre Istituzioni 05 Contributi da privati ,00 01 Famiglie non vincolati 7.600,00 02 Famiglie vincolati ,00 03 Altri non vincolati ,00 04 Altri vincolati 06 Proventi da gestioni economiche 1 Azienda agraria 2 Azienda speciale 3 Attività per conto terzi 4 Attività convittuale 07 Altre entrate 6,37 01 Interessi 6,37 02 Rendite 03 Alienazione di beni 08 Mutui 01 Mutui 02 Anticipazioni Totale entrate ,28 99 Partite di giro 01 Reintegro anticipo al DSGA 500,00 5

6 AGGREGATO 01 - Avanzo di amministrazione ,89 E composto dalle somme di cui all allegato mod. D (art.03 comma 2 D.I. 44) e dalle somme confluite sulla disponibilità da programmare. L avanzo di amministrazione ammonta ad ,89, distinto in: ,74 per la parte vincolata, ,15 per la parte non vincolata, come illustrato di seguito: Avanzo non vincolato ,15 Aggr./voce 01/01/01 Avanzo NV 2010 da Z ,96 01/01/01 Economie da attività e progetti ,40 01/01/02 Funzionamento ,91 01/01/02 Funzionamento - Revisori da Z01 NV (uso altro funzto) 1.952,00 01/01/03 POF - L. 440/ ,71 01/01/04 Contributo volontario d'istituto da Z ,94 01/01/04 Contributo volontario d'istituto non vinc. offerta formativa ,67 01/01/04 Contributo volontario d'istituto non vinc a.p.(rimborsi) 2.909,09 01/01/05 Contributo annuale banca CARIGE 299,00 01/01/06 Contributo società sportive a.p ,00 01/01/07 Contributo distributori ristoro 5.036,41 01/01/08 Contributo borse studio fondaz. Pretto-Cassanello a.s. 11/12 500,00 01/01/09 Interessi c/c bancario avanzo a.p ,06 01/01/10 Fondo di riserva e.f ,00 Avanzo vincolato ,74 01/02/06 Ore eccedenti -economie a.p. 272,93 01/02/07 Formazione - Contenzioso 5.338,48 01/02/07 Autoagg.- Agg.to neo assunti (Z1/03) 1.716,26 01/02/08 Sostegno - libri comodato 9.436,20 01/02/08 IDA istruzione adulti 2.507,49 01/02/08 IDA istruzione adulti e.f.2011 (Z1/06) 1.294,78 01/02/09 Corsi patentino 177,72 01/02/10 Sicurezza D. Lgs. 81/ ,86 01/02/11 Prog. Organismi comunitari (Z1/04) 5.977,84 01/02/12 Gestione fondi MIUR/USR ,20 Fondi MIUR/USR (da Regione) Corsi formaz."salute sicurezza 01/02/12 "(Z1/16) ,00 01/02/13 Recupero carenze formative 1.865,25 01/02/13 Recupero carenze (Z1/09) ,55 01/02/14 Alternanza scuola lavoro 1.693,69 01/02/14 Alternanza (Z1/8)- POF L. 440/ ,17 01/02/15 Famiglie vincolati /viaggi 1.337,51 01/02/16 Area a rischio (Z1/13) 8.615,04 01/02/17 Comune - Prog.dir.opport.condivis.ne 193,57 01/02/18 Provincia - integrazione disabili (coop SABA) 3.123,73 01/02/19 Regione - Prog. "Dentro e oltre istruzione " 9.558,59 01/02/20 Revisori dei Conti - compensi 12,74 01/02/21 Spese appalto per la pulizia ,78 6

7 01/02/22 MAE - Borse di studio 4.250,00 01/02/23 Finanziamento LIM 3.823,60 01/02/24 Funzionamento economie e.f ,50 01/02/25 Funz.to - visite fiscali e.f ,41 01/02/26 Altre entrate/div. Risarc.furto(Z1/99) 468,00 01/02/27 Radiazione residui Stato (funzionamento+sicurezza) 906,85 Totale Avanzo Amministrazione ,89 Si sottolinea che nell avanzo vincolato è compreso l importo di ,20 relativo a progetti gestiti per conto dell U.S.R. di Genova. Nell importo vincolato sono comprese le economie derivanti da esercizi finanziari precedenti al 2011 relative alle ore eccedenti per un importo complessivo di 272,93 (la somma non è stata impegnata in quanto al 31 dicembre la contrattazione d Istituto non era ancora conclusa). Ulteriori economie relative agli istituti contrattuali afferenti all esercizio 2012 risultano dalla gestione del cd. Cedolino Unico e non dal bilancio dell istituto. L Avanzo di Amministrazione al 31/12/2012 è stato coerentemente distribuito sulle Attività e sui Progetti anno 2013 secondo il vincolo di destinazione ed impegnato per le stesse finalità (vedi mod. D). AGGREGATO 02 - Finanziamenti dallo Stato ,02 Con le risorse dell'aggregato 02 la scuola intende migliorare ed ampliare la qualità del servizio scolastico, perseguire le linee programmatiche e gli itinerari didattici culturali, così come proposti dal "Piano Offerta Formativa" dell'istituto. Contemporaneamente si propone l obiettivo di favorire le iniziative di un offerta formativa rispondente il più possibile agli specifici e diversificati bisogni della nostra utenza in modo da realizzare più alti livelli di educazione, di formazione di orientamento. Aggregato 02 voce 01 Dotazione ordinaria ,02 Nella Dotazione Ordinaria vengono previsti i seguenti finanziamenti disposti dal Ministero: Nota 8110 del 17/12/12 rettificata in data 03/01/2013: risorse calcolate sulla base del decreto ministeriale n. 21/2007 per il periodo gennaio-agosto 2013 Funzionamento Amm.vo ,33 Compenso ai Revisori dei Conti 2.172,00 Spesa per appalto pulizia contratto fino a giugno ,69 totale ,02 Come previsto dalla nota 8110, la quota riferita al periodo settembre-dicembre 2013 sarà oggetto di successiva integrazione (per consentire al MIUR una ordinata gestione dei dimensionamenti a.s. 2013/14). La risorsa finanziaria di euro ,02, è stata determinata come di seguito specificato: euro ,33 quale quota per il funzionamento amministrativo e didattico, così calcolato: euro 1.333,33 quale quota fissa per istituto (tabella 2 Quadro A); euro 400,00 quale quota per sede aggiuntiva (tabella 2 Quadro A); 7

8 euro ,00 quale quota per alunno (tabella 2 Quadro A); euro 40,00 quale quota per alunno diversamente abile (tabella 2 Quadro A); euro 2.172,00 quale quota per Revisori dei Conti euro ,69 (contratti Ex Appalti Storici solo per le scuole con organico accantonato di collaboratori scolastici e contratti di servizio con ditte non impieganti personale già ex LSU) quale quota per l acquisto di servizi non assicurabili col solo personale interno, causa parziale accantonamento dell organico di diritto dei collaboratori scolastici per il periodo gennaio-giugno Tale somma potrà essere integrata come da paragrafo Eventuali integrazioni. La spesa viene programmata in corrispondenza al tipo "03 Acquisto di servizi ed utilizzo di beni di terzi", conto "10 Servizi ausiliari"; ******************************************************************************************* ASSEGNAZIONE PER LE SUPPLENZE BREVI E SALTUARIE La somma di euro ,00 ulteriore rispetto le risorse di cui ai precedenti paragrafi, costituisce l assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell'amministrazione e dell'irap (lordo dipendente). Detta assegnazione è stata determinata sulla base di quanto disposto dal DM21/07. (cfr. Nota prot. 478 del 24/01/2013) In applicazione dell'art. 7, comma 38, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, ( spending review ), convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, che ha esteso il cd. Cedolino Unico anche alle citate supplenze, detta somma di euro ,00 non viene prevista in bilancio, né, ovviamente, accertata. La stessa verrà invece gestita secondo le regole illustrate nella mail 8110 al paragrafo Supplenze brevi e saltuarie gestione tramite cedolino unico. ******************************************************************************************* ASSEGNAZIONE PER GLI ISTITUTI CONTRATTUALI In applicazione dell'art. 2 comma 197 della legge n. 191/2009 (Legge Finanziaria per il 2010), concernente il cd. Cedolino Unico, la somma che verrà assegnata a codesta scuola per l a.s. 2012/13, finalizzata a retribuire gli istituti contrattuali ed utile per la relativa contrattazione d Istituto non viene prevista in bilancio, nè, ovviamente, accertata. La stessa verrà invece gestita secondo le modalità illustrate nelle note n del 16 maggio 2011 e 4074 del 19 maggio 2011 del "Cedolino Unico" e, attualmente, comprende le voci sotto elencate: il fondo dell'istituzione scolastica, per il pagamento degli istituti contrattuali di cui all'art. 88 del CCNL (ivi compresi, tra l altro, il compenso spettante per l'indennità di direzione, quota fissa e variabile, al personale che sostituisce il DSGA e il DS); le funzioni strumentali al piano dell'offerta formativa (art. 33 CCNL); gli incarichi specifici del personale ATA (art. 47 CCNL); le ore eccedenti per la sostituzione dei colleghi assenti (art. 30 CCNL); La Direzione Generale MIUR potrà disporre eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria ordinaria secondo le istruzioni che verranno di volta in volta impartite. In particolare, potranno essere disposte integrazioni, da accertare o da non accertare nel bilancio. 8

9 Eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria ordinaria oggetto di variazioni di bilancio: per le spese di funzionamento periodo settembre dicembre 2013; (contratti per l acquisto di servizi di pulizia ed altri servizi ausiliari) per la remunerazione dei servizi da acquistare a copertura di quelli non assicurabili mediante il solo personale interno a causa del parziale accantonamento dell'organico di diritto dei collaboratori scolastici, per il periodo settembre-dicembre 2013; per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa ai sensi dell articolo 1 della legge n. 440/1997 sulla base del decreto ministeriale di cui all articolo 1, comma 601, della legge 296/2006 per l e.f Gli eventuali finanziamenti per l arricchimento e l ampliamento dell offerta formativa sulla base della direttiva ministeriale in attuazione della legge n. 440/1997 per l esercizio finanziario 2012 (a.s. 2012/2013) saranno accertati non appena perverrà la comunicazione di effettiva assegnazione da parte dell USR Liguria; per l alternanza scuola-lavoro per i corsi di recupero, in aggiunta al FIS Ulteriori risorse finanziarie potranno essere assegnate, per altre esigenze, anche a cura di Direzioni Generali diverse dalla Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio ufficio settimo. Eventuali integrazioni alla risorsa finanziaria non oggetto di variazioni di bilancio: Per assicurare l'ordinato svolgimento dell'attività didattica secondo la normativa vigente, si informa che, potranno essere disposte dal MIUR - Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio, integrazioni della risorsa finanziaria assegnata nella dotazione ordinaria per "Supplenze brevi e saltuarie". Le risorse verranno gestite tramite il sistema del Cedolino Unico. Le somme che saranno comunicate dalla Direzione Generale per la politica finanziaria e per il bilancio, per gli istituti contrattuali relativamente al periodo da settembre a dicembre 2013 (quota 4/12 mi anno scolastico 2013/14) non saranno previste in bilancio nè tantomeno accertate in quanto gestite tramite il sistema del "Cedolino Unico". ******************************************************************************************* Altre informazioni ACCERTAMENTI MEDICO-LEGALI L articolo 14 comma 27 del decreto legge 95/2012 dispone che a decorrere dal 7 luglio 2012 il Ministero provvede direttamente al rimborso forfetario alle Regioni delle spese sostenute per gli accertamenti medicolegali a favore del personale scolastico ed educativo. In particolare codesta istituzione non dovrà assicurare alcun adempimento nel corso del 2013 per il pagamento delle visite fiscali, né dovrà iscrivere in bilancio previsioni di entrata e di spesa al riguardo. Eventuali fatture relative accertamenti disposti successivamente al 7 luglio 2012 non dovranno essere pagate, previa comunicazione al riguardo da parte di codesta istituzione agli enti che le avessero emesse. TARSU/TIA Circa il pagamento della TARSU/TIA sono confermate le disposizioni vigenti, che prevedono l assegnazione diretta da parte del Ministero in favore dei Comuni, senza che sia previsto alcun adempimento in carico a codesta istituzione. ******************************************************************************************* 9

10 Aggregato 02 voce 04 Altri finanziamenti vincolati 0,00 Allo stato attuale non è previsto alcun finanziamento. Il finanziamento di ,00 disposto dall USR della Liguria con decreto prot. 7165/C14 del 17/12/2012 per provvedere per conto dell USR stesso alle esigenze della CPS Consulta Provinciale degli studenti in attuazione della comunicazione del MIUR Ufficio I con nota prot. AOODGSC/ del 06/12/2012, è già stato accertato al termine dell esercizio finanziario 2012, ed è ancora da incassare. Per quanto attiene il finanziamento per borsa di studio dell assistente di lingua straniera accertato al termine dell esercizio finanziario precedente è già stato incassato l acconto previsto per cinque mensilità (ottobre febbraio 2013) con nota prot del 13/12/2012. Resta da introitare il saldo per il periodo marzo - maggio AGGREGATO 03 - Finanziamenti dalla Regione Aggregato 03 voce 04 Regione vincolati 0,00 Allo stato attuale non è previsto alcun finanziamento. AGGREGATO 04 - Finanziamenti da Enti locali Aggregato 04 voce 03 Provincia vincolati 0,00 Allo stato attuale non è previsto alcun finanziamento. Eventuali ulteriore risorse finanziarie saranno oggetto di variazione di bilancio dopo i relativi accertamenti. AGGREGATO 05 - Contributi da privati ,00 In via precauzionale si prevede un entrata di ,00 pari al contributo volontario a titolo rimborso spese ( 18,00) da parte di 950 famiglie. L entrata relativa alla quota di. 10,00 è considerata vincolata in quanto destinata al pagamento dell assicurazione, la restante cifra di 8,00 è considerata non vincolata e viene destinata alle spese indicate di seguito. Aggregato 05 voce 01 Famiglie non vincolati 7.600,00 L importo suddetto si riferisce al versamento obbligatorio a titolo rimborso spese primo libretto delle giustificazioni assenze e rilevazione elettronica delle presenze, su base 950 studenti. L ulteriore contributo volontario di 62,00 per laboratori ed ampliamento dell offerta formativa sarà finalizzato al sostenimento delle seguenti spese: - fotocopie ad uso didattico - servizio di biblioteca - strumentazioni e materiali consumabili dei laboratori - aggiornamento software informatico (CAD, AMADEUS, ecc.) - abbonamento a riviste didattiche - progetti inseriti nel piano dell offerta formativa, tra cui corsi di lingua straniera extracurricolari, corsi di eccellenza,ecc. - spese postali e telefoniche per comunicazioni alle famiglie 10

11 Nel corso dell esercizio finanziario 2013 si procederà con opportune variazioni di bilancio a seguito quantificazione dell esatto ammontare delle somme in entrata. Aggregato 05 voce 02 Famiglie vincolati ,00 E stato determinato in via precauzionale un importo di 9.500,00 per far fronte alla spesa per l assicurazione infortuni e RC relativa a 950 studenti. È previsto inoltre un accertamento di quote a titolo di acconto da parte delle famiglie da destinare allo stage a Malta per un importo complessivo di ,00. I versamenti degli alunni per l'iscrizione a corsi di studi ed esami per l ottenimento di certificazioni, per partecipazione a viaggi di istruzione, soggiorni all'estero, scambi con l' estero e altre attività previste dal POF, saranno di volta in volta oggetto di variazione di bilancio nel corso dell esercizio. Aggregato 05 voce 03 Altri non vincolati ,00 Nel corso dell'esercizio 2013, viste le convenzioni in essere, verranno introitati 6.000,00 quale contributo 2012/13 della ditta IVS distributore servizio ristoro, ,00 quale contributo delle società sportive per l utilizzo dei locali scolastici (previsione di riscossione fino a marzo 2013). Per quanto riguarda il contributo della Banca CARIGE per servizio di tesoreria, stabilito nell anno passato nella misura di 600,00 occorre attendere la nuova convenzione triennale stipulata con decorrenza 1/01/ /12/2015, poiché a seguito del passaggio al sistema della Tesoreria Unica e della gestione del servizio di cassa con le nuove modalità OIL (Ordinativo informatico locale) non è garantita la corresponsione di fondi a titolo di contributo. Eventuali altri contributi e/o sponsorizzazioni di ditte, enti e privati saranno oggetto di variazioni di bilancio a seguito quantificazione degli importi in entrata. AGGREGATO 07 - Altre entrate - 6,37 Aggregato 07 voce 01 Interessi 6,37 In questa voce trovano iscrizione gli interessi attivi maturati sul conto corrente bancario al 31/12/2012 ( quarto trimestre 2012). Nel corso dell'esercizio 2013 verranno introitati gli interessi attivi maturati sul conto corrente bancario dell istituto per il 1, 2 e 3 trimestre 2013 ed eventuali interessi sul conto corrente postale. Nel programma annuale non viene iscritta alcuna cifra in quanto si procederà con opportune variazioni di bilancio solo dopo aver accertato l'entrata. Aggregato 07 voce 04 Entrate diverse 0,00 Allo stato attuale non si prevedono entrate. AGGREGATO 99 - Partite di giro - 500,00 Aggregato 99 voce 01 Reintegro anticipo al DSGA 500,00 Reintegro anticipo al Direttore SGA per gestione fondo minute spese. 11

12 Determinazione delle spese La determinazione delle Spese è stata effettuata tenendo conto dei finanziamenti disponibili e dei costi effettivi sostenuti nell'anno precedente, verificando opportunamente, alla luce delle necessità prevedibili, gli effettivi fabbisogni per l'anno Le spese sono raggruppate in diverse aggregazioni: ATTIVITA : processi che la scuola attua per garantire le finalità istituzionali; tale aggregazione è suddivisa in tre voci di spesa: o A01 funzionamento amministrativo generale; o A02 funzionamento didattico generale; o A03 spese di personale; o A04 spese d investimento; PROGETTI: processi che vanno a connotare, approfondire, arricchire la vita della scuola; GESTIONI; FONDO DI RISERVA. La previsione delle spese per l e.f è la seguente: Aggr. Voce Descrizione Importo A Attività ,32 A01 Funzionamento Amministrativo generale ,59 A02 Funzionamento didattico generale ,00 A03 Spese di personale ,58 A04 Spese d investimento ,15 A05 Manutenzione edifici - P Progetti ,06 P01 POF ,71 P01/1 Corsi di recupero ,80 P01/2 Aree a forte processo immigratorio e aree a rischio 5.300,00 P01/3 Alternanza scuola-lavoro 9.802,59 P01/4 Viaggi di istruzione viaggi di eccellenza ,32 P01/5 Varie attività comprese le certificazioni 4.197,00 P99 Progetti del MIUR USR Liguria ,35 G Gestioni economiche - G01 Azienda agraria - G02 Azienda speciale - G03 Attività per conto terzi - G04 Attività convittuale R Fondo di riserva 850,00 R98 Fondo di riserva 850,00 Totale spese ,38 Z Z01 Disponibilità finanziaria da programmare ,90 Totale a pareggio ,28 Utilizzo avanzo di amministrazione L'Avanzo di Amministrazione vincolato è stato coerentemente distribuito sulle Attività e sui Progetti secondo il vincolo di destinazione: a tal riguardo si faccia riferimento al modello D (Utilizzo avanzo) allegato. 12

13 L avanzo di amministrazione è così di seguito impiegato: Aggr. Voce Descrizione Importo vincolato Importo non vincolato A Attività , ,15 A01 Funzionamento Amministrativo generale , ,79 A02 Funzionamento didattico generale , ,80 A03 Spese di personale , ,00 A04 Spese d investimento , ,56 A05 Manutenzione edifici - - P Progetti , ,54 P01 POF , ,54 P01/1 Corsi di recupero ,80 - Aree a forte processo immigratorio e aree a P01/2 rischio ,00 P01/3 Alternanza scuola-lavoro 8.098, ,73 P01/4 Viaggi di istruzione viaggi di eccellenza 1.337, ,81 P01/5 Varie attività comprese le certificazioni ,00 P99 Progetti del MIUR USR Liguria ,35 - Totale generale , ,69 L importo risultante dalla differenza fra lo stanziamento e l importo utilizzato, pari ad ,53, costituisce la disponibilità da programmare e troverà iscrizione nell aggregato Z01. Le somme confluite nella disponibilità da programmare sono elencate di seguito: Avanzo non vincolato ,46 Aggr./voce 01/01/01 Avanzo NV 2010 da Z ,96 01/01/01 Economie da attività e progetti ,40 Contributo volontario d'istituto non vincolato per 01/01/04 offerta formativa ,17 Contributo volontario d'istituto non vincolato a.p. 01/01/04 (rimborsi) 2.909,09 01/01/06 Contributo società sportive a.p ,00 01/01/09 Interessi c/c bancario avanzo a.p. 907,84 01/01/10 Fondo di riserva e.f ,00 Avanzo vincolato ,07 01/02/06 Ore eccedenti -economie a.p. 272,93 01/02/07 Autoagg.- Agg.to neo assunti (Z1/03) 1.716,26 01/02/08 IDA istruzione adulti e.f.2011 (Z1/06) 1.294,78 01/02/09 Corsi patentino 177,72 01/02/11 Prog. Organismi comunitari (Z1/04) 5.977,84 Fondi MIUR/USR (da Regione) 01/02/12 Corsi formaz."salute sicurezza..."(z1/16) ,500 01/02/16 Area a rischio (Z1/13) 8.615,04 01/02/26 Altre entrate/div. Risarc.furto (Z1/99) 468,00 Totale Avanzo Amministrazione accantonato in Z ,53 13

14 Si evidenzia che tale importo copre, come richiesto dalla circolare ministeriale citata in premessa, il totale dei residui attivi relativi al MIUR, che ammontano ad ,71. Per maggior chiarezza espositiva si fornisce un riepilogo della destinazione sia dell avanzo di amministrazione 2012 che delle entrate di competenza 2013 nelle varie schede attività e progetti del Programma Annuale. Competenza Avanzo Amm.ne Totale A , , ,59 A , , ,00 A , ,58 A , ,15 A P01/ , ,80 P01/ , ,00 P01/ , ,59 P01/ , , ,32 P01/ , ,00 P , ,35 R98 850,00 850,00 Z , , ,90 Totale , , ,28 Per ogni Attività e per ogni Progetto è stata predisposta una scheda di Spesa allegata al modello A, ove vengono elencate in maniera analitica le esigenze di spesa relative ad ognuna di essa. In particolare, per le Attività da A01 e A04 è stata predisposta una scheda singola che viene riportata pedissequamente nel relativo mod. B. Per le Attività A2, A3 ed il progetto P1, si è preferito suddividere in più schede per una migliore gestione, pertanto il modello B è la risultante della somma algebrica (sottoconto per sottoconto) di tutte le attività afferenti ogni singola Progetto. RENDICONTO PROGETTO - ATTIVITA AGGREGATO A Attività ,32 Aggregato A voce 01 Funzionamento Amministrativo Generale ,59 Nella voce sono previste le spese di funzionamento generale, quali fornitura di cancelleria, stampati, materiale per pulizia locali, medicinali e materiale igienico e sanitario, spese postali, telefoniche, manutenzione ordinaria di macchine e attrezzi ad uso ufficio, spese correlate alle tecnologie multimediali e tutti gli oneri da sostenere per garantire il funzionamento generale della scuola. Per determinare l importo ascritto si è tenuto conto sia delle spese generali sostenute nell esercizio precedente che degli acquisti per l uso delle nuove tecnologie. La voce è finanziata dalle economie non vincolate realizzate nell esercizio precedente e dai seguenti importi vincolati: ,47 per fornitura servizio pulizia fino a giugno ,00 contributo famiglie per spese di assicurazione alunni 14

15 ,74 spese per i Revisori dei Conti ,41 oneri per accertamenti medico-fiscali disposti fino al 07/07/2012 (fatture relative a periodi pregressi ,00 spese per attuazione processo di dematerializzazione (adozione nuove tecnologie informatiche fra cui i registri elettronici) ,33 funzionamento amministrativo - didattico In questa scheda è prevista, nelle Partite di giro, l anticipazione del fondo per le minute spese a favore del Direttore SGA pari ad. 500,00. Aggregato A voce 02 Funzionamento Didattico Generale ,00 In questa voce, come previsto dalla normativa, saranno imputate tutte le spese relative ad acquisto di libri, periodici, abbonamenti a riviste didattiche, giornali tecnici e scientifici, materiale per esercitazioni di laboratorio, spese per fotocopiatore ad uso esclusivo di attività didattiche, acquisti e rinnovi di modesta entità di attrezzature e macchine di laboratorio e tutte le altre spese relative ad esigenze connesse con l attività didattica e non strettamente collegate a singoli progetti. L attività A2 è finanziata dalle economie non vincolate realizzate nel funzionamento amministrativo - didattico; da economie vincolate a spese per sostegno istruzione obbligo scolastico (libri da assegnare in comodato d uso) pari ad 9.436,20 e da entrate in conto competenza per funzionamento amministrativo didattico per 4.000,00. E stata prevista una sotto-attività A2/1 Assistente di lingua straniera per la gestione del finanziamento da parte del MAE per la corresponsione di una borsa di studio all assistente di lingua tedesca. Resta da liquidare fino al 31/5/2013 l importo di ,00. Aggregato A voce 03 Spese di personale ,58 In questa attività sono previste le seguenti spese suddivise in sottoattività: A3/4 Aggiornamento, Formazione, Sicurezza 8.014,69 A3/5 Attività e Progetti Enti Locali ,89 A3/6 Attività e Progetti finanziati da Privati ,00 totale ,58 La fonte di finanziamento delle spese iscritte nella voce proviene in parte dall avanzo di amministrazione vincolato per ,58, in parte da quello non vincolato per ,00. E importante sottolineare che da quest anno le spese relative agli stipendi e previsti nella scheda A3/1 saranno gestite tramite il Cedolino Unico. Per le supplenze brevi e saltuarie è previsto uno stanziamento di euro ,00. Detta somma non viene prevista in bilancio, né, ovviamente, accertata. La stessa verrà invece gestita secondo le regole illustrate nella mail 8110 al paragrafo Supplenze brevi e saltuarie gestione tramite cedolino unico. Si informa che, per assicurare l'ordinato svolgimento dell'attività didattica secondo la normativa vigente, potranno essere disposte da parte del MIUR, integrazioni della risorsa finanziaria assegnata. Aggregato A voce 04 Spese di investimento ,15 Si prevede di effettuare i seguenti acquisti per migliorare la qualità del servizio e dell offerta formativa: software, arredo per aule, allestimento aula di chimica, potenziamento laboratori di informatica e della LIM. 15

16 La spesa è finanziata dall avanzo di amministrazione non vincolato per ,56 e per ,59 dall avanzo vincolato per l allestimento di un aula di chimica, l installazione delle LIM e l implementazione delle dotazioni tecnologiche. (Pc acquistati per i laboratori di informatica al termine dell esercizio precedente). PROGETTI AGGREGATO P Progetti ,06 I progetti sono coerenti con le scelte d indirizzo del POF, con la mission e con le esigenze specifiche dell istituto. Essi sono accorpati nelle seguenti quattro macro aree, che costituiscono priorità per elaborazione POF e contrattazione d Istituto: Sicurezza e benessere nell ambiente scolastico In questa macroarea sono inseriti i progetti volti a favorire la sicurezza e la convivenza civile all interno della scuola, operando a livello di: - crescita del dialogo educativo fra le diverse componenti della scuola; - sviluppo dei processi di socializzazione fra gli studenti al fine della piena integrazione; - interazione con le famiglie. Inclusione e lotta alla dispersione scolastica In questa macroarea sono inseriti i progetti volti a favorire l inclusione scolastica, a combattere la dispersione scolastica e i fenomeni di abbandono, con particolare riferimento al biennio iniziale degli studi. Arricchimento dell offerta formativa In questa macroarea sono inseriti i progetti volti a favorire l ampliamento dell offerta formativa soprattutto in termini di qualità, in risposta ai bisogni degli studenti e alla necessità di operare adeguamenti del POF alla realtà produttiva del territorio al fine di: - arricchire e completare la preparazione degli studenti; - migliorare la corrispondenza dell offerta alla domanda di lavoro; - accrescere il patrimonio culturale degli studenti, anche al fine del loro futuro orientamento nel mondo del lavoro e del percorso di studi superiori. Miglioramento dell organizzazione attività scolastiche Si tratta di un area trasversale alla vita della scuola e quindi alle stesse tre macroaree precedenti. In quest area confluiscono tutte le attività volate al miglioramento dell organizzazione della struttura scolastica, di per sé assai complessa per numero di alunni, disposizione logistica, bisogni dell utenza. Tali priorità, strettamente interdipendenti fra loro, si pongono quali macro-obiettivi da raggiungere attraverso la realizzazione di attività e progetti fortemente correlati fra loro nella ricerca della massima sinergia. Infatti, all interno di un organizzazione così articolata come la scuola occorre far sì che le singole azioni concorrano a determinare una proposta educativa unitaria, tesa, nel suo complesso, a sostenere la lotta contro la dispersione scolastica, l integrazione, il successo scolastico. Come già precedentemente indicato 1, ai sensi delle vigenti disposizioni ministeriali, le spese per tutte le attività svolte nell ambito del POF che sono oggetto di definizione in sede di contrattazione integrativa d istituto in corso, non sono in parte registrate nel Programma Annuale quale documento contabile, in quanto la maggior 1 Vedi pag 8 16

17 parte di esse 2 sono liquidate con la modalità del cedolino unico e quindi non sono presenti sul bilancio dell istituto. Pertanto nel programma annuale è stato previsto il progetto P1 POF che prevede le sole spese per l attuazione del piano dell offerta formativa che saranno sostenute direttamente dal bilancio dell istituto. Aggregato P voce P1 POF ,71 Oltre alle spese contabilizzate in cedolino unico e quelle imputate nell aggregato A3 (sottoattività A3/4), sono state previste delle schede di sotto-progetti per una migliore gestione: P1/1 Corsi di recupero ,80 P1/2 Aree a forte processo immigratorio e aree a rischio 5.300,00 P1/3 Alternanza scuola-lavoro 9.802,59 P1/4 Viaggi di istruzione viaggi di eccellenza ,32 P1/5 Varie attività (comprese le certificazioni) 4.197,00 totale ,71 Le risorse provengono in parte dall avanzo non vincolato per ,54, in parte dall avanzo vincolato per ,17 e da entrate in conto competenza per ,00. Aggregato P voce P99 Progetti del MIUR Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria ,35 L' Istituto da alcuni anni amministra per conto del MIUR, Ufficio Scolastico Regionale per la Liguria, svolgendo funzioni di cassa, fondi relativi a progetti/attività programmati dal predetto. Allo scopo di tenere separate queste gestioni, che riguardano attività non comprese nel piano dell' offerta formativa della Scuola, tali fondi sono stati iscritti al Progetto P99 e, non essendo questo Istituto in grado di prevedere a quali tipi/conti/sottoconti andranno imputate le spese, sono stati riconfermati al tipo 4 Altre Spese - conto 01 Amministrative - i seguenti sottoconti: sottoconto 009 Gestione fondi per conto MPI U.S.R. Liguria per progetti inerenti l autonomia scolastica allocati presso questo Istituto in attesa di determinazioni della Direzione Regionale sottoconto 010 Gestione fondi per conto Consulta Provinciale degli studenti sottoconto 017 Gestione fondi Progetto Formativo Salute e sicurezza degli ambienti di lavoro Istituto Tecnico Geometri sottoconto 018 Gestione fondi Progetto MPI "Piano Nazionale per la promozione della didattica del linguaggio cinem./audiovisivo sottoconto 020 Gestione fondi corsi ex art. 7 sottoconto 021 Gestione fondi corsi neo assunti sottoconto 022 Gestione ex Progetto Contenzioso In tal modo tutti i pagamenti relativi alla stessa tipologia di gestione vengono imputati ad un' unica voce di spesa, individuata in uno di questi sottoconti. Le risorse provengono interamente dall avanzo vincolato. 2 A pag. 15 sono indicate le spese direttamente sostenute dall istituto con altri fondi. 17

18 AGGREGATO R Fondo di riserva - 850,00 Aggregato R voce 98 Fondo di riserva 850,00 Nel fondo di riserva è previsto un importo di 850,00 contenuto nella misura massima prevista, il 5% del finanziamento relativo alla dotazione ordinaria, ai sensi della normativa vigente. L importo del fondo di riserva sarà utilizzato per necessità che dovessero eventualmente verificarsi nel corso dell anno, in relazione al funzionamento amministrativo e didattico. AGGREGATO Z Disponibilità finanziaria da programmare ,90 Aggregato Z voce 01 Disponibilità da programmare ,90 L importo di ,90 iscritto nell aggregato è costituito dalla differenza fra il totale delle entrate e il totale delle spese. In particolare ,83 provengono dalle Entrate non vincolate (di cui ,46 provenienti dall avanzo di amministrazione non vincolato); ,07 dai Finanziamenti vincolati (totalmente provenienti dall avanzo di amministrazione vincolato) come illustrato nel riepilogo sottostante: da Avanzo di Amministrazione ,53 Voce Z01 Agg./Voce da AA Non Vincolato ,46 Z01/07 01/01/04 Contributi famiglie non vincolati per ampl. offerta formativa 2011/12 (5/01) ,17 Z01/11 01/01/06 Contributo società sportive e.f (5/03) ,00 Z01/15 01/01/01 Avanzo da Z01 + Economie da attività e progetti (01/01) ,36 Z01/17 01/01/09 Interessi c/c bancario (07/01) 907,84 Z01/18 01/01/04 Contributi famiglie non vincolati per rimborsi spese e.f (5/01) 2.909,09 Z01/99 01/01/10 Fondo di riserva e.f ,00 da AA Vincolato ,07 Z01/02 01/02/06 Ore eccedenti -economie a.p. 272,93 Z01/03 01/02/07 Autoagg.- Agg.to neo assunti (Z1/03) 1.716,26 Z01/04 01/02/11 Prog. Organismi comunitari (Z1/04) 5.977,84 Z01/12 01/02/09 Finanziamento corsi CIG - Avanzo corsi patentino 177,72 Z01/13 01/02/16 Area a rischio (Z1/13) 8.615,04 Z01/14 01/02/08 IDA istruzione adulti e.f.2011 (Z1/06) 1.294,78 Z01/16 01/02/12 Fondi MIUR/USR (da Regione) Corsi formaz."salute sicurezza..."(z1/16) ,50 Z01/99 01/02/26 Altre entrate/div. Risarc.furto(Z1/99) 468,00 da Competenza ,37 Z01/11 05/03 Contributo società sportive gennaio-marzo ,00 Z01/11 05/03 Contributo ditta IVS - Distributori automatici 6.000,00 Z01/17 07/01 Interessi bancari 6,37 Z01/18 05/01 Contributo alunni non vincolato per rimborsi spese ,00 Totale Z ,90 Alla luce delle cifre esposte in questa Relazione e degli Allegati tutti a corredo, la Giunta Esecutiva invita il Consiglio d'istituto a voler deliberare il Programma Annuale che pareggia, in un importo complessivo pari a ,28, senza alcuna riserva. 18

19 Il Programma Annuale e la presente relazione, proposti dalla Giunta Esecutiva riunitasi l 08/02/2013, saranno sottoposti al Consiglio di Circolo per l approvazione prevista il 14/02/2013 e sottoposti al parere dei Revisori dei Conti per il previsto parere di regolarità contabile. Allegati: 1. Modello A Programma Annuale esercizio finanziario 2013; 2. Modello B Schede di Attività e Progetto; 3. Modello C Situazione finanziaria effettiva al 31/12/2012; 4. Modello D Utilizzo avanzo di amministrazione; 5. Modello E Riepilogo per tipologia di spesa. Genova, 08/02/2013 Il Segretario della Giunta Esecutiva Giovanna CLADI Il Presidente della Giunta Esecutiva Giuseppina MANILDO 19

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 31.551,42 01 Non vincolato 30.426,92 02 Vincolato 1.124,50 02 Finanziamenti dello Stato 52.872,58

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LAZIO ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. CADUTI DI NASSIRIYA A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 15.000,00 01 Non vincolato 11.602,54 02 Vincolato 3.397,46 02 Finanziamenti dello Stato 1.500,00

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento

Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Organici scuola personale ATA A.S. 2013-2014 Scheda di approfondimento Indice (cliccabile) Premessa Terziarizzazione Regole per la definizione degli organici di ciascun profilo o DSGA o Assistenti Tecnici

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010

RELAZIONE ILLUSTRATIVA SULL ANDAMENTO DELLA GESTIONE E SUI RISULTATI CONSEGUITI IN RIFERIMENTO AGLI OBIETTIVI PROGRAMMATI. Esercizio Finanziario 2010 Liceo Tecnico Chimica Industriale Meccanica Elettrotecnica e Automazione Elettronica e Telecomunicazioni Istituto Tecnico Industriale Statale Alessandro Volta Via Assisana, 40/E - loc. Piscille - 06087

Dettagli

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE

Mod B (art. 2 c. 6) SCHEDA ILLUSTRATIVA FINANZIARIA Esercizio finanziario 2015. Progetto/attività A A01 Funzionamento amministrativo generale ENTRATE A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 2.572,26 02 Vincolato 2.572,26 01 Funzionamento amministrativo e didattico - Dematerializzazione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI

COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI Allegato 1 COMUNE DI ALCAMO PROVINCIA Dl TRAPANI REGOLAMENTO PER LA DOTAZIONE FINANZIARIA COMUNALE PER INTERVENTI DI MANUTENZIONE ORDINARIA E DI FUNZIONAMENTO IN FAVORE DEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE PRIMARIA

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale EMILIA ROMAGNA ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE J. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 02 Finanziamenti dello Stato 23.946,66 01 Dotazione ordinaria 23.946,66 04 Finanziamenti

Dettagli

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO

Prot. N. 931 /E7 Volterra, 14 aprile 2014 INTESA CONTRATTO INTEGRATIVO D ISTITUTO ISTITUTO d ISTRUZIONE SUPERIORE GIOSUÈ CARDUCCI LICEO CLASSICO, SCIENTIFICO, SOCIO-PSICO-PEDAGOGICO V.le Trento e Trieste n 26-56048 - Volterra (PI) - tel. 0588 86055 - fax 0588 90203 ISTITUTO STATALE

Dettagli

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

COMUNE DI DIGNANO REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI DIGNANO Provincia di UDINE REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO *** Testo coordinato Allegato alla deliberazione C.C. n 10 del 21-02-2011 SOMMARIO Art. 1 - Istituzione del servizio Art. 2

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale PUGLIA ISTITUTO COMPRENSIVO RESTA - DE DONATO GIANNINI A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. Voce Sotto voce ENTRATE 01 Avanzo di amministrazione presunto 17.715,12 01 Non vincolato 17.162,78 01 Ecc da FF non vincolati 2.697,58 02 CC famm alunni

Dettagli

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE)

LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione Locale LEZIONE 2 L ORDINAMENTO COMUNALE RIPORTATO NEL T.U.E.L. (D.LGS N. 267/2000 E SUCC. MODIFICHE) ELEMENTI DI CONTABILITA RIFERITI ALLA FASE DELLA SPESA

Dettagli

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO

DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO DISPOSIZIONI SULLA FORMAZIONE DELLE CLASSI NELLE SCUOLE DI OGNI ORDINE E GRADO Art. 1 Disposizioni generali 1.1. Per gli anni scolastici 1997-98, 1998-99 e 1999-2000, nell'autorizzazione al funzionamento

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni

- Altri servizi generali. QUADRO A Elementi specifici. Gestione Associata in Unione di comuni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Organi istituzionali, partecipazione e decentramento - Segreteria generale, Personale e Organizzazione - Gestione economica, Finanziaria, Programmazione,

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato

PROVINCIA DI ROMA. Regolamento Servizio di Economato PROVINCIA DI ROMA Regolamento Servizio di Economato Adottato con delibera del Consiglio Provinciale: n. 1111 dell 1 marzo 1995 Aggiornato con delibera del Consiglio Provinciale n. 34 del 12 luglio 2010

Dettagli

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO Ufficio VI -Area amministrazione e gestione delle risorse finanziarie Corso Ferrucci n. 3 10138 Torino SINTESI NORMATIVA EFFETTUAZIONE E LIQUIDAZIONE ORE ECCEDENTI ED ATTIVITA AGGIUNTIVE DI INSEGNAMENTO

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODULO ISCRIZIONE Gentili genitori entro il 28 febbraio dovete provvedere alla iscrizione dei Vostri figli alla classe successiva. Al momento della iscrizione le famiglie sono chiamate a versare alcune tasse ministeriali

Dettagli

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD -

COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - COMUNE DI MEGLIADINO SAN VITALE Piazza Matteotti, 8-35040 Megliadino San Vitale - PD - REGOLAMENTO DI CONTABILITÀ SOMMARIO: Capo I - Le competenze del servizio economico-finanziario Capo II - La programmazione

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15.

COMUNICATO N. 400. In allegato alla medesima nota è reperibile la modulistica da utilizzare per le istanze relative all a.s. 2014/15. Istituto Tecnico Statale Settore Tecnologico Via Tronconi, 22-31100 Treviso tel. 0422.430310 fax 0422.432545 mail: pallad@tin.it dirigente@palladio-tv.it pec: itspalladio@pec.palladio-tv.it url: www.palladio-tv.it

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s.

ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado. SCHEDA DI MONITORAGGIO PROGETTO P.O.F. a.s. ISTITUTO COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I grado Sede Centrale: Scuola Media Statale "San Francesco d'assisi" Via Jonghi, 3-28877 ORNAVASSO (VB) - cod. fiscale 84009240031

Dettagli

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi

Federazione Lavoratori Pubblici e Funzioni Pubbliche. A.N.A.AM. Scuola. Associazione Nazionale Assistenti Amministrativi A tutti i Colleghi Assistenti Amministrativi delle Segreterie Scolastiche Italiane RIVENDICHIAMO LA QUALIFICA DI VIDEOTERMINALISTA CON UNA PETIZIONE ON LINE AL MINISTERO. Lavoriamo con il computer ma non

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n.

ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764. Verbale n. ISTITUTO ISTRUZIONE SUPERIORE Ten. R. RIGHETTI 85025 M E L F I (Potenza) Via Galileo Galilei, 11 C.M.: PZIS007006 C.F.: 85000490764 Tel. 0972/24479-24480 Fax 0972/24424 e-mail:pzis007006@istruzione.it

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE FORME DI COLLABORAZIONE DEGLI STUDENTI ALLE ATTIVITA' CONNESSE AI SERVIZI RESI Senato Accademico 27 Aprile 2010 Consiglio di Amministrazione 18 Maggio 2010 Decreto Rettorale Rep. n. 811/2010 Prot. n 13531 del 29 Giugno 2010 Ufficio Competente Ufficio Agevolazioni allo studio e disabilità

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015

CIRCOLARE N. 22/E. Direzione Centrale Normativa. Roma, 9 giugno 2015 CIRCOLARE N. 22/E Direzione Centrale Normativa Roma, 9 giugno 2015 OGGETTO: Modifiche alla disciplina dell IRAP Legge di Stabilità 2015 2 INDICE Premessa... 3 1) Imprese operanti in concessione e a tariffa...

Dettagli

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi

AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI. COMMISSIONE AUTOVALUTAZIONE Catalani-Ginesi Ministero della Pubblica Istruzione Istituto Comprensivo Statale C. Carminati Via Dante, 4-2115 Lonate Pozzolo (Va) AUTOVALUTAZIONE: RISULTATI DEI QUESTIONARI GENITORI-ALUNNI ALUNNI- DOCENTI COMMISSIONE

Dettagli

IPOTESI DI TRA PREMESSO

IPOTESI DI TRA PREMESSO IPOTESI DI CONTRATTO COLLETTIVO NAZIONALE INTEGRATIVO CONCERNENTE LE UTILIZZAZIONI E LE ASSEGNAZIONI PROVVISORIE DEL PERSONALE DOCENTE, EDUCATIVO ED A.T.A. PER L ANNO SCOLASTICO 2015/16. L'anno 2015 il

Dettagli

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze

Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze Il Ministro dell Istruzione, dell Università e della Ricerca di concerto con il Ministro dell Economia e delle Finanze VISTO il decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297, recante approvazione del testo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera

COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera COMUNE DI CALCIANO Provincia di Matera Cap. 75010 Via Sandro Pertini, 11 Tel. 0835672016 Fax 0835672039 Cod. fiscale 80001220773 REGOLAMENTO COMUNALE RECANTE NORME PER LA RIPARTIZIONE DELL INCENTIVO DI

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015

PROGRAMMA TRIENNALEPER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ 2013 / 2014 / 2015 Istituto Comprensivo Statale Scuola dell Infanzia, Primaria e Secondaria di I Grado Piazzale della Civiltà Tel. 0828/941197 fax. 0828/941197 84069 ROCCADASPIDE (Salerno) C.M. SAIC8AH00L Email-dirdirocca@tiscali.it

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo----------

PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- PROVINCIA DI BRINDISI ----------ooooo---------- ESTRATTO DELLE DELIBERAZIONI DEL COMMISSARIO STRAORDINARIO CON POTERI DELLA GIUNTA Atto con dichiarazione di immediata eseguibilità: art. 134, comma 4, D.Lgs.267/2000

Dettagli

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C.

Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale LIGURIA ISTITUTO COMPRENSIVO I.C. A A01 Funzionamento amministrativo generale Aggr. ENTRATE Voce Anno 2015 Anno 2016 Anno 2017 Anno 2018 Anno 2019 01 Avanzo di amministrazione presunto 4.842,06 01 Non vincolato 2.574,47 02 Vincolato 2.267,59

Dettagli

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126

dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 dalla G.U. n. 199 del 28 agosto 2014 (s.o. n. 73) DECRETO LEGISLATIVO 10 agosto 2014, n. 126 Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, recante disposizioni in

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET

ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE V. BACHELET VERBALE n. 8 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO dell Istituto di Istruzione Superiore V. Bachelet di Abbiategrasso in data 11 ottobre 2013 Il giorno 11 ottobre 2013 alle ore 18.00 nella Sala Professori dell Istituto,

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA

Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP. Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Linee guida, note informative e modulistica per la stesura del PDP Piano Didattico Personalizzato per alunni con Diagnosi Specialistica di DSA Indicazioni ai fini della stesura del PDP 1. Informazioni

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012.

Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento delle attività connesse alla realizzazione del POF - Anno Scolastico 2011/2012. Circolare interna n. 25 Ai docenti Al DSGA Alla segreteria alunni Alla segreteria docenti E, p.c. ai collaboratori scolastici Ve Mestre, 15 settembre 2011 Oggetto: presentazione disponibilità per lo svolgimento

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

Compensi agli amministratori

Compensi agli amministratori Università Politecnica delle Marche Idee imprenditoriali innovative Focus group 23 ottobre 2009 Le società ed il bilancio Dividendi e compensi agli amministratori aspetti fiscali e contributivi Compensi

Dettagli

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it

HEALTH MANAGEMENT ISTITUTO DI MANAGEMENT SANITARIO FIRENZE www.health-management.it 1 OGGETTO ANZIANITÀ DI SERVIZIO QUESITO (posto in data 11 luglio 2013) Sono Dirigente Medico di primo livello dal marzo del 2006 e di ruolo, senza interruzioni di servizio, dal luglio 2007. Mi hanno già

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE I REGOLAMENTI PROVINCIALI: N. 59 PROVINCIA DI PADOVA REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEI RIMBORSI DELLE SPESE SOSTENUTE DAL PERSONALE DIPENDENTE INVIATO IN MISSIONE Approvato con D.G.P. in data 19.4.2012

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza

COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza COPIA COMUNE DI ALTISSIMO Provincia di Vicenza N. 64 del Reg. Delib. N. 6258 di Prot. Verbale letto approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE f.to Antecini IL SEGRETARIO COMUNALE f.to Scarpari N. 433 REP.

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA

REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA Lombardia 300/2014/PAR REPUBBLICA ITALIANA LA CORTE DEI CONTI IN SEZIONE REGIONALE DI CONTROLLO PER LA LOMBARDIA composta dai magistrati: dott. Gianluca Braghò dott. Donato Centrone dott. Andrea Luberti

Dettagli

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio:

Il principio del corrispettivo pattuito ha alcune eccezioni come ad esempio: FATTURAZIONE In linea generale l Iva deve essere applicata sull ammontare complessivo di tutto ciò che è dovuto al cedente o al prestatore, quale controprestazione della cessione del bene o della prestazione

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Fattura elettronica: esenzioni

Fattura elettronica: esenzioni Fattura elettronica: esenzioni Con l entrata in vigore del sistema della fatturazione elettronica, istituita dall articolo 1, commi da 209 a 213 della legge 24 dicembre 2007, n. 244 e regolamentata dal

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA

COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA COMUNITA' DELLA VALLE DI CEMBRA REGOLAMENTO PER LA EROGAZIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRE AGEVOLAZIONI ART. 1 FINALITA 1. Con il presente Regolamento la Comunità della Valle di Cembra, nell esercizio

Dettagli

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca

Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Ministero dell istruzione, dell università e della ricerca Schema di regolamento recante Disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre e a posti di insegnamento,

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario

CONVENZIONE. Tra. Istituto Comprensivo 22 Alberto Mario ISTITUTO COMPRENSIVO 22 ALBERTO MARIO Piazza Sant Eframo Vecchio, 130-80137 NAPOLITel. 0817519375FAX: 0817512716 C.M. NAIC8BT00NCodice fiscale 80022520631 e-mail: naic8bt00n@istruzione.it naic8bt00n@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli