OFFER TA FORMA TIVA SCUOLA DI GIURISPRUDENZA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OFFER TA FORMA TIVA SCUOLA DI GIURISPRUDENZA"

Transcript

1 OFFER TA FORMA TIVA SCUOLA DI GIURISPRUDENZA ANNO ACCADEMICO 2015/2016

2 Scuola di Giurisprudenza Offerta Formativa A.A. 2015/2016 A cura di Scuola di Giurisprudenza Editing e progetto grafico Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Area Affari Generali - Settore Comunicazione Impaginazione Doubledot srl Stampa Casma srl Foto Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Banca Immagine di Ateneo Area Affari Generali - Settore Comunicazione

3 Presentazione Nata dalla riforma che ha trasformato le strutture scientifiche e didattiche dell università italiana, la Scuola di Giurisprudenza unisce il dinamismo di una istituzione moderna e internazionale al prestigio e al patrimonio di un esperienza quasi millenaria. Essa è, infatti, l erede della più antica facoltà giuridica del mondo occidentale, che dal 1088 ha formato generazioni di professionisti attrezzati a muoversi su di un palcoscenico di respiro europeo. All avanguardia nella ricerca grazie ai Dipartimenti afferenti e associati, la Scuola di Giurisprudenza offre ai suoi studenti una formazione culturale e pratico-professionale completa, sin dalle sue origini connotata da una forte dimensione sovranazionale. Radicate pratiche di cooperazione scientifica e didattica con le più autorevoli istituzioni giuridiche di tutto il mondo hanno creato solide infrastrutture per nuove modalità formative disciplinari e interdisciplinari vocate alla globalizzazione del sapere giuridico. I laureati magistrali e triennali dei quattro percorsi di studio attivati sulle due sedi di Bologna e Ravenna sono in possesso di una conoscenza puntuale della fenomenologia giuridica privatistica e pubblicistica, conoscenza spesso arricchita da qualificate esperienze di studio in atenei europei ed extra-europei che la Scuola incentiva e garantisce sulla base della sua folta rete di convenzioni. Un eccellenza sul piano della formazione che è stata riconosciuta dall autorevole QS World University Ranking : nella graduatoria mondiale delle facoltà giuridiche essa appare tra le prime in Europa, a ridosso delle più prestigiose istituzioni universitarie di area anglofona. Collocati nel cuore della città di Bologna e del Campus di Ravenna, i Corsi di Studio della Scuola di Giurisprudenza offrono ai propri studenti servizi multimediali, linguistici, di assistenza generalizzata e personalizzata tramite sportelli di ascolto e tutores. Fra le meglio dotate in Italia vi è in particolare la biblioteca A.Cicu del Dipartimento di Scienze giuridiche, dalla sua fondazione, nel primo ventennio del Novecento, luogo di dialettico incontro fra l accademia e il mondo delle professioni legali. Il fruttuoso rapporto fra l Università e la Città che ha segnato i fasti dell Alma Mater Studiorum nel medioevo costituisce, ora come allora, un alchimia tutta bolognese che fa degli studenti in genere, e di quelli di Giurisprudenza in specie, un elemento caratterizzante e catalizzatore del tessuto sociale. Nicoletta Sarti Presidente della Scuola di Giurisprudenza

4

5 Sommario Dipartimenti afferenti pag. 4 Sedi e contatti pag. 4 Servizi informativi e di orientamento pag. 5 Lauree Magistrali a Ciclo Unico pag. 7 Giurisprudenza (Bologna e Ravenna) pag. 8 Lauree pag. 13 Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali (Bologna) pag. 14 Giurista d impresa e delle amministrazioni pubbliche (Ravenna) pag. 16 Tirocini pag. 20 Opportunità internazionali pag. 21 FAQ pag. 24 Test di orientamento e verifica delle competenze pag. 28 Scuole di Specializzazione e Percorsi formativi Post Laurea pag. 29

6 Dipartimenti afferenti Sedi e contatti Titolo da definire I Dipartimenti che principalmente contribuiscono alla didattica e alla ricerca della Scuola sono: Dipartimento di Scienze giuridiche (dipartimento di afferenza) Via Zamboni, 27/ Bologna Tel Fax Dipartimento di Scienze economiche (dipartimento associato) Piazza Scaravilli, Bologna Tel Fax Sede di Bologna Via Zamboni, Bologna aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore Tel Segreteria studenti Via Belmeloro, 10/ Bologna Tel /13/14 Fax Orario di ricevimento lunedì, martedì, mercoledì, venerdì martedì e giovedì Campus di Ravenna Via Oberdan, Ravenna aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore Tel /15 Segreteria studenti Via Oberdan, Ravenna aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore Tel /15 Orario di ricevimento lunedì, martedì, mercoledì, venerdì martedì e giovedì

7 Servizi informativi e di orientamento Tutor Servizio Orientamento Studenti - S.O.S. È attivo il Servizio Orientamento Studenti della Scuola di Giurisprudenza per accompagnare lo studente fin dalla immatricolazione e durante tutta la carriera universitaria, ponendosi come punto di riferimento e valido sostegno nel percorso formativo. Contatti Sede di Bologna Via Zamboni, Bologna Tel Aperto tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore e dalle ore alle (escluso il venerdì pomeriggio) Contatti Campus di Ravenna Via Oberdan, Ravenna Tel Per gli Orari di ricevimento consulta i siti dei corsi di studio Tutor Servizio Internazionalizzazione È attivo uno specifico servizio di supporto finalizzato a garantire l efficacia delle attività di internazionalizzazione. Contatti Sede di Bologna Via Zamboni, Bologna Tel mercoledì e venerdì dalle ore alle ore 13.00; Contatti Campus di Ravenna Via Alfredo Baccarini, Ravenna Tel Fax

8 6

9 Lauree Magistrali a Ciclo Unico L attivazione dei corsi di studio è subordinata alla conclusione dell iter ministeriale previsto 7

10 Giurisprudenza Sedi di Bologna e Ravenna Laurea Magistrale a Ciclo Unico Durata del corso: 5 anni CLASSE LMG/01 corsi.unibo.it/magistralecu/giurisprudenza-bologna/ Coordinatore del corso di studio di Bologna Renzo Orlandi corsi.unibo.it/magistralecu/giurisprudenza-ravenna/ Coordinatore del corso di studio di Ravenna Michele Angelo Lupoi Obiettivi formativi Il Corso di laurea Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza prevede la formazione di un laureato con una solida e approfondita conoscenza delle tematiche giuridiche fondamentali, in particolare negli ambiti storico-filosofico, privatistico, pubblicistico, internazionalistico, penalistico e processualistico, nonché in ambito istituzionale, economico, comparatistico ed europeo. L acquisizione di competenze analitiche e di ricostruzione sistematica richiede metodo di analisi e capacità critica, promossi attraverso lo studio metodico della giurisprudenza e della dottrina. La capacità di argomentazione e di soluzione di casi concreti viene affinata anche grazie alla redazione di elaborati scritti e alla presentazione di dissertazioni orali. Alla ricerca individuale si affiancano le attività di gruppo, volte a promuovere le doti relazionali degli studenti, anche attraverso il ricorso alla tecnica dei processi simulati. All insegnamento teorico si affiancano le lezioni e i seminari di taglio pratico, finalizzati a facilitare l analisi della dimensione concreta delle problematiche affrontate nonché a fornire gli strumenti necessari all aggiornamento delle proprie competenze anche attraverso l approfondimento di conoscenze che consentono di valutare gli istituti giuridici tenendo conto dell evoluzione storica degli stessi. Le abilità critiche, logico-argomentative e di soluzione di casi concreti faciliteranno l accesso al mercato dei servizi legali, in ambito pubblico e privato, nazionale e internazionale. L articolazione dell offerta formativa della Scuola assicura la possibilità di personalizzare il percorso di studio secondo i propri interessi grazie alla combinazione degli insegnamenti tradizionali obbligatori con un ampia scelta di insegnamenti opzionali a completamento del curriculum. Presentando un istanza al consiglio di corso è inoltre possibile nell ambito delle attività a scelta dello studente integrare il proprio piano di studio con un insegnamento attivato da altri corsi di laurea o con lo svolgimento di un tirocinio pratico. Tale formazione permette al futuro giurista di svolgere con competenza e responsabilità la propria attività professionale nei molteplici settori della realtà sociale, economica, politica, all interno di istituzioni pubbliche, organizzazioni internazionali, imprese ed enti privati, banche e assicurazioni. Obiettivi formativi specifici della Laurea Magistrale in Giurisprudenza - Sede di Bologna (0659) Nella consapevolezza che il laureato deve conoscere in maniera efficace, sia scritta che orale, almeno una lingua dell Unione Europea, e soprattutto il lessico giuridico della lingua inglese, presso la sede di Bologna sono stati attivati da diversi anni insegnamenti semi-obbligatori e opzionali in lingua straniera, impartiti dai docenti della Scuola, allo scopo di formare laureati che soddisfino le richieste di un mercato del lavoro competitivo a livello mondiale. La forte sensibilità rispetto all esigenza di promuovere la cooperazione europea ha peraltro spinto la Scuola ad attivare percorsi integrati con l Université Paris Ouest La Défense e con la Dickson Poon School of Law del King s College di Londra (confronta la sessione relativa alle opportunità internazionali offerte dalla Scuola). 8

11 Area storico filosofica e metodologica: Analisi comparata dei diritti a base religiosa, Diritto canonico, Diritto ecclesiastico, Diritto pubblico romano, Etica applicata: Bioetica ed etica delle professioni, Fondamenti romanistici del diritto europeo, Informatica forense, Logica e argomentazione giuridica, Mafie e antimafia, Metodologia giuridica romana, Metodologia e storia del pensiero giuridico dal medioevo all età moderna, Sociologia del diritto, Storia del diritto canonico, Storia del diritto moderno e contemporaneo, Storia del diritto romano, Teoria del diritto e della giustizia. Area privatistica: Copyright Law, Diritto Agrario, Diritto della comunicazione, Diritto della navigazione, Diritto delle assicurazioni private, Diritto di famiglia, Diritto di internet e dei social media, Diritto fallimentare, Diritto Industriale, Diritto notarile, Diritto sportivo, Diritto della sicurezza sociale, Diritto aereonautico. Area pubblica internazionalistica e comparatistica: Advanced European Union Law, Comparative Constitutionalism, Diritti fondamentali, Diritto costituzionale avanzato, Diritto dei paesi asiatici, Diritto dei paesi islamici, Diritto dell arbitrato interno e internazionale, Diritto del lavoro comparato e transnazionale, Diritto internazionale privato, Diritto penale comparato e internazionale, Diritto privato comparato, Diritto processuale dell Unione Europea, Diritto processuale generale e ordinamento giudiziario, Diritto pubblico comparato, Diritto regionale, European Competition Law, International Trade and Investment Law, Law and Business in China, Procedura penale europea e internazionale. Area penalistica: Criminologia, Crime, Punishment and Society, Diritto dell esecuzione penale, Diritto penale commerciale, Diritto penitenziario, Istituzioni di diritto penale, Medicina legale, Procedura penale avanzata. PIANO DIDATTICO Sede di Bologna I anno Istituzioni di diritto romano 8 Storia del diritto medioevale e moderno 8 Filosofia del diritto o Philosophy of Law 9 Diritto privato 12 Diritto costituzionale 12 Economia politica o Economics 9 Idoneità linguistica o Lingua giuridica 5 II anno Diritto privato comparato o Diritto pubblico comparato o Comparative constitutionalism 9 Diritto del lavoro 15 Diritto commerciale 15 Diritto internazionale o International Law 9 1 insegnamento a completamento del curriculum* 7 III anno Informatica giuridica o IT and law 6 Diritto penale 16 Diritto processuale civile 16 Diritto civile 13 Diritto ecclesiastico o Diritto canonico o Diritto costituzionale avanzato IV anno 7 Procedura penale 15 Diritto amministrativo 18 Diritto tributario 9 Diritto dell Unione Europea o Law of the European Union 9 Fondamenti romanistici del diritto europeo o Storia del diritto moderno e contemporaneo V anno 14 3 insegnamenti a completamento del curriculum* 21 1 attività formativa a libera scelta 7 Prova finale 31 *Le Macroaree di specializzazione: gli insegnamenti a completamento del curriculum attualmente attivi presso le Sede di Bologna Area amministrativa finanziaria - economica: Diritto degli appalti pubblici, Diritto degli Enti locali, Diritto dei mercati finanziari, Diritto dei trasporti, Diritto dell ambiente e del governo del territorio, Diritto finanziario, Diritto processuale am- 9

12 ministrativo, Diritto processuale tributario, Diritto sanitario, Economia del commercio internazionale e mercati monetari e finanziari, Economia dell impresa e dell innovazione, Economia e istituzioni locali. Obiettivi formativi specifici della Laurea Magistrale in Giurisprudenza Sede di Ravenna (0660) Diritti, sicurezza, ambiente A partire dall A.A , il corso di laurea magistrale con sede a Ravenna svilupperà un offerta formativa innovativa nel panorama italiano e parzialmente diversificata rispetto a quella dell omologo corso bolognese: il corso garantirà infatti la formazione generale sopra descritta, ma con la possibilità di approfondire lo studio di materie strettamente collegate alle attualissime tematiche del diritto della sicurezza, dell ambiente e delle realtà territoriali, tra cui quelle specifiche dell ambito marittimo e portuale, rispetto alle quali la sede ravennate ha un propensione naturale, in relazione alla sua posizione geografica. Il laureato magistrale avrà quindi una solida formazione istituzionale, che gli consentirà di muoversi con padronanza nelle tradizionali branche giuridiche e di instradarsi verso le tradizionali carriere legali (avvocatura, notariato, magistratura). Al contempo, riceverà una specifica formazione sulle più attuali dinamiche della realtà giuridica, approfondendo, da un lato, le tematiche trasversali della società della sicurezza, in cui il diritto incontra e cerca di dare risposte e soluzioni ai rischi, alle incertezze e alle sfide di una società in costante evoluzione e mutamento e, dall altro, quelle sempre più trasversali del diritto dell ambiente e delle realtà territoriali. Lo studente, al termine del suo percorso di studi, avrà così acquisito un inedito valore aggiunto formativo spendibile in innumerevoli settori lavorativi e produttivi. PIANO DIDATTICO Sede di Ravenna I anno Istituzioni di diritto romano 8 Storia del diritto medioevale e moderno 8 Filosofia del diritto 9 Diritto privato 12 Diritto costituzionale 12 Economia politica 9 Idoneità linguistica o Lingua giuridica 5 II anno Diritto privato comparato o Diritto pubblico comparato 9 Diritto del lavoro 15 Diritto commerciale 15 Diritto internazionale 9 1 insegnamento a completamento del curriculum* 7 III anno Informatica giuridica per il territorio e l ambiente 6 Diritto penale 16 Diritto processuale civile 16 Diritto civile della sicurezza dei prodotti e delle attività 13 Diritto ecclesiastico italiano o comparato o Diritto canonico o Diritto costituzionale avanzato IV anno Diritto dell Unione Europea 9 7 Procedura penale 15 Diritto amministrativo 18 Diritto tributario 9 Fondamenti romanistici del diritto europeo o Storia del diritto moderno e contemporaneo V anno 14 3 insegnamenti a completamento del curriculum* 21 1 attività a libera scelta 7 Prova finale 31 *Le Macroaree di specializzazione: gli insegnamenti a completamento del curriculum attualmente attivi presso la Sede di Ravenna 10

13 Area storico filosofica e metodologica: Beni culturali ecclesiastici, Diritto canonico, Diritto ecclesiastico italiano e comparato, Diritto giustinianeo e bizantino, Fondamenti di logica giuridica, Fondamenti romanistici del diritto europeo, Sociologia del diritto e delle culture, Storia del diritto moderno e contemporaneo, Storia del diritto romano, Teoria della giustizia (Global Justice) [Corso integrato: Global justice, teoria morale e metaetica (Global justice, moral theory and metaethics); Global justice e istituzioni internazionali (Global justice and international institutions)]. Area privatistica: Comunicazione d impresa, sicurezza e tutela dell utente, Diritto agroalimentare, Diritto del lavoro pubblico, Diritto del turismo e della sicurezza del viaggiatore, Diritto della crisi di impresa, Diritto di famiglia, Diritto industriale e biotecnologie, Sicurezza sociale, Flexsecurity nel diritto del lavoro, Sicurezza nel lavoro [Corso integrato: Obblighi di prevenzione e responsabilità civile; Profili penali della sicurezza sul lavoro]. Area pubblica internazionalistica e comparatistica: Contratti internazionali e uniformazione del diritto, Diritti fondamentali, Diritto costituzionale avanzato, Diritto della sicurezza pubblica, Diritto internazionale dell economia e dell ambiente, Diritto privato comparato, Diritto privato comparato dell ambiente, Diritto processuale generale, Diritto pubblico comparato, Diritto regionale, Giustizia ambientale [Corso integrato: La tutela dell ambiente davanti al giudice penale; La tutela dell ambiente davanti al giudice civile]. Area penalistica: Criminologia e politiche di sicurezza, Dritto dell immigrazione [Corso integrato: Procedura penale dell immigrazione; Lo straniero quale autore o vittima di reati; I rapporti di lavoro; Immigrazione, processi di regolazione e criminalizzazione], Medicina legale e psichiatria forense. Area amministrativa finanziaria - economica: Diritto dei mercati finanziari e tutela degli investitori, Diritto dei trasporti, del mare e della navigazione, Diritto dell ambiente e del governo del territorio, Diritto delle assicurazioni marittime, Diritto dell energia, Diritto doganale, Economia dell ambiente, Impresa sostenibile e green economy. Sbocchi occupazionali Il Corso di laurea Magistrale a ciclo unico in Giurisprudenza consente ai laureati sia di scegliere le tradizionali professioni forensi (avvocatura, magistratura e notariato, per l accesso alle quali il titolo di Dottore Magistrale è requisito indispensabile), sia di ambire a cariche di alta dirigenza (in aziende private o nella pubblica amministrazione). Più in particolare, l accesso alla professione forense e alla professione notarile è subordinato, in base alla normativa attualmente vigente, allo svolgimento di un periodo di pratica presso uno studio professionale della durata di 18 mesi: in parziale sostituzione è peraltro consentito frequentare un corso di specializzazione a numero chiuso presso la Scuola di Specializzazione in professioni legali o presso la Scuola di Specializzazione in studi sulla Amministrazione pubblica. Compiuta la pratica è quindi necessario superare l esame di stato per l abilitazione all esercizio della professione. L abilitazione all esercizio della professione forense ovvero il conseguimento del Diploma di Specializzazione, del Dottorato di ricerca in materie giuridiche consente l ammissione al concorso nazionale in Magistratura bandito periodicamente dal Ministero della Giustizia. L esperto legale in impresa presta la propria attività quale dipendente o consulente presso imprese industriali e manifatturiere, istituti bancari o assicurativi, ovvero studi professionali (legali ma anche notarili, commercialistici, tecnici, di architettura etc.); l esperto legale in enti pubblici può esercitare la propria professionalità a livello nazionale previa selezione mediante concorso presso tutte le pubbliche amministrazioni, in ambito europeo presso le Istituzioni e gli organismi dell Unione Europea ovvero a livello internazionale intraprendendo la carriera diplomatica o presso organizzazioni internazionali governative o non governative. I laureati in Giurisprudenza possono altresì assumere funzioni caratterizzate da elevata responsabilità nei settori dell attività sociale, socioeconomica, sindacale e politica nonché nel settore dell informazione e del credito ovvero nell ambito del diritto comparato, internazionale ed europeo, in cui le capacità di analisi, di valutazione e di decisione del giurista si rivelano significative anche al di fuori delle conoscenze contenutistiche settoriali. 11

14 12

15 Lauree L attivazione dei corsi di studio è subordinata alla conclusione dell iter ministeriale previsto 13

16 Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali CLaRA Sedi di Bologna Laurea Durata del percorso: 3 anni CLASSE L/14 Obiettivi formativi Il Corso di laurea in Consulente del lavoro e delle relazioni aziendali offre una conoscenza specifica dei principali settori del diritto: consente in particolare di acquisire una solida preparazione metodologica per la comprensione del sistema normativo in materia di lavoro. Il Corso di laurea fornisce infatti una conoscenza approfondita della disciplina concernente il mercato del lavoro e il rapporto individuale di lavoro subordinato, delle diverse forme contrattuali di lavoro, delle relazioni sindacali, della regolamentazione relativa alla tutela della salute del lavoratore e della sicurezza nell ambiente di lavoro, delle procedure fallimentari e concorsuali nonché della normativa fiscale e tributaria per la gestione contabile-finanziaria del personale. La formazione si completa con una conoscenza delle istituzioni dell Unione Europea e internazionali in materia di lavoro. Secondo il progetto formativo del corso, gli insegnamenti del primo anno sono volti a garantire la preparazione culturale di base necessaria. Gli studenti, già nel primo anno, approfondiscono gli elementi fondamentali del rapporto di lavoro subordinato. Durante il secondo e il terzo anno di corso sono quindi previsti molteplici insegnamenti dedicati a profili specifici del diritto del lavoro, accanto a insegnamenti concernenti i principali settori del diritto, così da completare la formazione in senso professionalizzante. Il necessario collegamento tra preparazione accademica e formazione professionale è garantito anche grazie all instaurazione di rapporti strutturati con la realtà professionale e produttiva, prevedendosi nel piano didattico lo svolgimento di un tirocinio presso studi professionali, Enti pubblici, associazioni di categoria e organizzazioni sindacali, con lo scopo di fornire corsi.unibo.it/laurea/consulentelavororelazioni Aziendali/ Coordinatore del corso di studio Andrea Lassandari agli studenti strumenti operativi adeguati a rispondere alle domande del mondo del lavoro. Sbocchi occupazionali I principali ruoli professionali che il laureato nel Corso potrà svolgere sono il Consulente del lavoro (previo superamento dell esame di Stato e l iscrizione all apposito albo dei Consulenti del lavoro), il Responsabile del personale e della gestione delle risorse umane, l Operatore del mercato del lavoro e della formazione, l Esperto di relazioni sindacali e negoziatore sindacale e l Operatore e consulente della sicurezza del lavoro. Le mansioni che il laureato andrà a svolgere possono essere ricondotte: alla gestione e amministrazione dei rapporti di lavoro; alla gestione dei libri paga, dei prospetti paga, dei libri matricola, degli adempimenti fiscali e contributivi; alla gestione dei rapporti e agli adempimenti nei confronti degli uffici INPS, INAIL, Direzione Territoriale del Lavoro, Servizi pubblici per l impiego; all elaborazione e alla definizione degli elementi, dei criteri e delle modalità di retribuzione, nel rispetto della disciplina legale e collettiva; alla cooperazione, alla prevenzione e alla risoluzione extragiudiziale delle controversie di lavoro; all elaborazione delle strategie dell organizzazione e della gestione delle risorse umane, dei sistemi e dei metodi di qualità del lavoro; alla gestione delle relazioni collettive e alla negoziazione sindacale; all esecuzione degli adempimenti connessi alla sicurezza 14

17 del lavoro, alla tutela della salute, al benessere organizzativo, alla prevenzione integrata dei rischi nell ambiente di lavoro. Per il suo contenuto professionalizzante e il riferimento costante a una precisa figura professionale, il Corso di laurea per Consulente del lavoro offre buone opportunità d inserimento nel mercato del lavoro. Si segnala inoltre che la legge 6 aprile 2007, n. 46 ha previsto che l iscrizione all Albo dei Consulenti del lavoro sia subordinata al possesso di un diploma di laurea almeno triennale, con specifico riferimento alla laurea triennale per Consulente del lavoro. PIANO DIDATTICO I anno Diritto costituzionale 9 Diritto privato 9 Storia del diritto moderno e contemporaneo 6 Istituzioni di diritto romano 6 Informatica 6 Informatica giuridica 9 Diritto del mercato e dei rapporti di lavoro 9 Sociologia e processi economici e dinamiche del lavoro 6 II anno Diritto amministrativo 9 Diritto europeo e internazionale del lavoro 9 Diritto dell impresa 9 Diritto della previdenza sociale 6 Economia politica 9 Diritto sindacale e delle relazioni aziendali 6 Idoneità linguistica 3 Attività formative a scelta dello studente 12 III anno Diritto della sicurezza del lavoro 9 Diritto penale generale e del lavoro 9 Diritto processuale generale, del lavoro e delle procedure concorsuali Diritto tributario del lavoro 9 Tirocinio 12 Prova finale

18 Giurista d impresa e delle amministrazioni pubbliche GIPA Sede di Ravenna Laurea Durata del percorso: 3 anni CLASSE L/14 corsi.unibo.it/laurea/giuristaimpresa/ Coordinatore del corso di studio Francesca Curi Obiettivi formativi Il Corso di laurea per giurista d Impresa e delle amministrazioni pubbliche nel corso degli anni ha confermato la validità della struttura nonché della preparazione culturale e giuridica offerta, che si sono sempre dimostrate coerenti con le esigenze del mercato del lavoro. La preparazione giuridica proposta è infatti finalizzata all inserimento in due tipi di contesto lavorativo, corrispondenti a due distinti indirizzi. L indirizzo Contratti, Impresa e Trasporti offre una formazione giuridica utile nelle aziende, allo scopo di gestire correttamente i rapporti contrattuali con clienti e fornitori, anche prevenendo il contenzioso; consente inoltre di acquisire le conoscenze utili alla gestione degli adempimenti legali in materia societaria, lavoristica e previdenziale, ai quali le aziende sono tenute; attribuisce peraltro la preparazione giuridica utile per la formazione di istruttorie preliminari agli eventuali contenziosi con parti private e amministrazioni pubbliche. L indirizzo Amministrazione e governo del territorio offre una preparazione giuridica focalizzata all inserimento come funzionario amministrativo presso le amministrazioni pubbliche territoriali e locali, per quanto riguarda il corretto svolgimento della funzione amministrativa e dei procedimenti amministrativi ad essa connessi, la valutazione degli interessi delle parti private, l organizzazione amministrativa e il lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni. La presenza di numerosi insegnamenti, sia a vocazione culturale, sia soprattutto spiccatamente professionalizzanti comuni ai due profili (contratti, impresa e trasporti, Amministrazione e governo del territorio) intende sottolineare l imprescindibile interrelazione tra attività d impresa e attività della P.A. Entrambi gli indirizzi contemplano un tirocinio curricolare che, durante questi anni, ha costituito un momento significativo per l instaurazione di proficui contatti tra lo studente e il mondo del lavoro. Il corso di laurea è adatto anche a soddisfare le esigenze di qualificazione professionale di chi sia già inserito nel mondo del lavoro. Percorso lungo Se per esigenze personali si intenda prolungare la durata degli studi, esiste la possibilità di fare domanda per iscriversi al percorso lungo. Questa condizione permette di svolgere la carriera universitaria in un tempo superiore a quello previsto senza andare fuori corso. Sbocchi occupazionali Il Corso di laurea prepara all esercizio della professione di Giurista d Impresa e delle Pubbliche Amministrazioni. Fornisce le conoscenze teorico-operative necessarie per operare in qualità di consulente legale interno o esterno di imprese, banche, assicurazioni, istituti di intermediazione mobiliare o per accedere ai ruoli di funzionario nelle Amministrazioni territoriali e locali. 16

19 Il Giurista d Impresa si occupa di tutelare gli interessi di natura giuridica dell impresa in cui opera, in tutti i campi del diritto che coinvolgono la vita aziendale. Il suo compito principale consiste nel tradurre, in termini giuridici, le scelte di politica dell impresa e nel valutare le conseguenze legali delle decisioni gestionali, nonché nel far applicare all impresa le disposizioni legislative che impongono obblighi all impresa stessa, in particolare: si occupa della gestione di aspetti contrattuali e di convenzioni anche in ambito internazionale; coordina l ufficio legale dell impresa, fornendo assistenza e consulenza legale alle unità organizzative e curando controversie e contenziosi; si occupa delle questioni legali legate a processi comunicativi e di informazioni (tutela della privacy, tutela del diritto d autore, tutela dell immagine, ecc.); segnala all impresa le opportunità, i rischi e le ricadute aziendali correlati a nuove disposizioni e normative; predispone, aggiorna e attiva tutte le procedure interne per gli adempimenti societari e di controllo (scadenze, libri e scritture obbligatorie, ecc.); cura i rapporti con le amministrazioni e le istituzioni; supporta l ufficio commerciale dell impresa; tiene i rapporti con gli studi notarili per la stipula dei contratti a rogito esterno; tiene il repertorio degli atti soggetti a registrazione; si occupa di arbitrati; gestisce contenziosi o controversie. L esperto legale in Amministrazioni ed Enti pubblici si occupa della predisposizione e del controllo di atti istruttori e provvedimenti amministrativi, di convenzioni accordi e contratti, nonché della definizione di regolamenti e norme ordinamentali. Tutela gli interessi di natura giuridica dell ente in cui opera in tutti i campi di diritto che coinvolgono l attività istituzionale, in particolare: è responsabile e/o gestisce i procedimenti amministrativi; redige/controlla i testi contrattuali e convenzionali, nonché i bandi pubblici e i contratti pubblici; redige e presenta rapporti o documenti; si aggiorna costantemente sulla legislazione nazionale, europea ed internazionale, relativa agli aspetti istituzionali; supporta l attività degli organi del vertice politicoamministrativo e l attività amministrativa degli altri uffici; mantiene i rapporti con altri Enti pubblici nazionali e locali per il corretto svolgimento delle pratiche istituzionali; gestisce la fase precontenziosa delle controversie rappresentando il punto di raccordo istituzionale con l Avvocatura dello Stato o dell Ente e/o studi legali di professionisti privati. 17

20 PIANO DIDATTICO Indirizzo: Contratti, Impresa e Trasporti I anno Diritto privato 9 Diritto costituzionale 9 Diritto privato comparato 9 Istituzioni di diritto romano 6 Storia delle codificazioni moderne 6 Informatica giuridica 9 Economia politica 9 Lingua straniera o, in alternativa, Idoneità linguistica 3 II anno Diritto del lavoro 9 Diritto amministrativo e degli appalti pubblici 9 Diritto penale dell economia e della pubblica amministrazione 9 Diritto commerciale 9 Insegnamento a scelta 9 Attività formative a scelta dello studente 12 III anno Diritto tributario dell impresa e degli enti pubblici 9 Insegnamento a scelta 9 Diritto dei contratti 9 Diritto dei trasporti o Diritto della navigazione 9 Tutele giurisdizionali e procedure alternative 9 Tirocinio 9 Prova finale 9 PIANO DIDATTICO Indirizzo: Amministrazione e Governo del Territorio I anno Diritto privato 9 Diritto costituzionale 9 Diritto regionale 9 Istituzioni di diritto romano 6 Storia delle codificazioni moderne 6 Informatica giuridica 9 Economia politica 9 Lingua straniera o, in alternativa, Idoneità linguistica 3 II anno Diritto del lavoro pubblico 9 Diritto amministrativo e degli appalti pubblici 9 Diritto penale dell economia e della pubblica Amministrazione o Diritto penale del lavoro 9 Diritto commerciale 9 Insegnamento a scelta 9 Attività formative a scelta dello studente 12 III anno Diritto Unione Europea 9 Diritto dell ambiente 9 Diritto tributario dell impresa e degli Enti pubblici 9 TuTele giurisdizionali e procedure alternative 9 Insegnamento a scelta 9 Tirocinio 9 Prova finale 9 18

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA

CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE PRESSO IL MINISTERO DELLA GIUSTIZIA REGOLAMENTO 16 luglio 2014, n. 6 Regolamento per la formazione continua IL CONSIGLIO NAZIONALE FORENSE nella seduta del 16 luglio 2014 visto l art. 11 della legge 31 dicembre 2012, n. 247, rubricato Formazione

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI

Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI Catalogo dei titoli italiani in vista del Quadro dei titoli italiani - QTI CIMEA di Luca Lantero Settembre 2008 1 Cicli Titoli di studio EHEA 1 2 3 Istruzione superiore universitaria Laurea Laurea Magistrale

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Bando di concorso per l ammissione al Master universitario di I livello in International Management - MIEX Sede di Bologna codice: 8367 Anno Accademico 2014-2015 Scadenza bando: 14 luglio 2014 ore 13,00

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE

MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE Master di I livello in MANAGEMENT NELLE ORGANIZZAZIONI SANITARIE In Sigla Master 74 Anno Accademico 2009/2010 (1500 ore 60 CFU) TITOLO Management nelle organizzazioni sanitarie FINALITÀ Con la locuzione

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Quante sono le matricole?

Quante sono le matricole? Matricole fuori corso laureati i numeri dell Universita Quante sono le matricole? Sono poco più di 307 mila i giovani che nell'anno accademico 2007/08 si sono iscritti per la prima volta all università,

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione

ARTICOLO 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO STUDENTI DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MILANO Approvato dal Senato Accademico con delibera del 10 giugno 2008 e modificato con delibera del Senato Accademico del 14 giugno 2011 Decreto rettorale

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI

GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 GUIDA ALLA CARRIERA E AI SERVIZI AGLI STUDENTI ANNO ACCADEMICO 2013/2014 SOMMARIO L UNIVERSITÀ DI TRENTO 7 IL SISTEMA UNIVERSITARIO

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE

CONTRATTO CON LO STUDENTE Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE Il presente

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione

Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Commissione indipendente per la Valutazione, la Trasparenza e l Integrità delle amministrazioni pubbliche Autorità Nazionale Anticorruzione Delibera n.12/2013: Requisiti e procedimento per la nomina dei

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza

Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Domande e risposte sui Master universitari della Sapienza Che cos è un Master Universitario? Il Master Universitario è un corso di perfezionamento scientifico e di alta qualificazione formativa, finalizzato

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia

MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 90 crediti Programma di studi Approfonditi: prima materia 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014

CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - A.A. 2013/2014 CORSI AGGIORNAMENTO UNIVERSITARIO A.A. 2013/2014 BANDO INPS GESTIONE E DIPENDENTI PUBBLICI - INFORMAZIONI INTEGRATIVE TIVE - In data 10 febbraio 2014, l INPS ha pubblicato il bando che mette a concorso

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

Ministero dell Università e della Ricerca

Ministero dell Università e della Ricerca Statuto dei diritti e dei doveri degli Studenti Universitari In attuazione dell art. 34 della Costituzione della Repubblica Italiana, che sancisce il diritto per tutti i capaci e meritevoli, anche se privi

Dettagli

Scuola di Ingegneria e Architettura

Scuola di Ingegneria e Architettura Alma Mater Studiorum - Università di Bologna Bando per l ammissione ai Corsi di laurea a numero programmato - Anno Accademico 2014/2015 Il presente bando, congiunto tra la Scuola di Ingegneria e Architettura

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991

Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 C 1 I V I T A S E M P L I T Settore Sviluppo Socio Economico e Culturale Servizio Pubblica Istruzione Tel. 079679952 Fax 079679991 SCUOLA CIVICA DI MUSICA DI TEMPIO PAUSANIA In collaborazione con i comuni

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

studio dei titolari di protezione internazionale

studio dei titolari di protezione internazionale Il riconoscimento dei titoli di studio dei titolari di protezione internazionale IL RICONOSCIMENTO DEI TITOLI DI STUDIO LA NORMATIVA L art 170 del RD 1592 del 3/ 31/08/33 /33di approvazione del Testo Unico

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali

Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Regolamento per la formazione continua degli Assistenti Sociali Approvato nella seduta di Consiglio del 10 gennaio 2014 Del.01/2014 IL CONSIGLIO NAZIONALE DELL ORDINE DEGLI ASSISTENTI SOCIALI CONSIDERATO

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo residenza Via Senatore di Giovanni 5 961 00 Siracusa Indirizzo studio VIALE SANTA PANAGIA, 141/C

Dettagli

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni )

*** L ora è riservata per comunicazioni e riunioni (Collegio Studenti, Commissioni ) ORARIO LEZIONI 2 semestre - Anno accademico 2014/2015 2 semestre 1 ANNO GIORNI ORE LUNEDÌ Teologia morale fondamentale Teologia morale fondamentale Psicologia dello sviluppo I Psicologia dello sviluppo

Dettagli

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO

STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO Emanato con Decreto Rettorale n. 623/AG del 23 febbraio 2012 e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 52 del 2 marzo 2012 STATUTO DEL POLITECNICO DI MILANO TITOLO I - DISPOSIZIONI GENERALI E PRINCIPI Art.

Dettagli

Master in Fundraising e Project Management

Master in Fundraising e Project Management Master in Fundraising e Project Management Il Master in Fundraising e Project Management, in collaborazione con l Università degli Studi di Roma Tor Vergata, è volto a formare esperti di raccolta fondi

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense

CONSIGLIO DELL ORDINE DI TORINO Domande frequenti sul tirocinio forense Sezione generale 1. Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha adottato un regolamento specifico per i praticanti avvocati? Il Consiglio dell Ordine degli Avvocati di Torino ha approvato con

Dettagli

MINISTERO DELLA SALUTE

MINISTERO DELLA SALUTE b) unica prova orale su due materie, il cui svolgimento è subordinato al superamento della prova scritta: una prova su deontologia e ordinamento professionale; una prova su una tra le seguenti materie

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO. Verbale n. 1/2012 VERBALE DELLA RIUNIONE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DELL UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BERGAMO Verbale n. 1/2012 Il giorno 20 marzo 2012 alle ore 15.00 presso la sede universitaria di Via dei Caniana n. 2, si

Dettagli

FAQ Bando Professori visitatori didattica

FAQ Bando Professori visitatori didattica FAQ Bando Professori visitatori didattica Sommario 1. Qual è l obiettivo principale del bando Professori visitatori didattica? 2. Entro quando è possibile presentare proposta? 3. Chi può presentare domanda?

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA REGOLAMENTO PROCEDURE TERMINI E TASSE (Modificato con D.R. n.1508 del 31/07/2013) INDICE PARTE I NORME GENERALI Art. 1 Art. 2 Ambito di applicazione Definizioni PARTE

Dettagli

COD. DOCENTE INSEGNAMENTO Nov-Dic ORA Aula FEB I ORA Aula F EB II ORA Aula

COD. DOCENTE INSEGNAMENTO Nov-Dic ORA Aula FEB I ORA Aula F EB II ORA Aula Le date degli appelli possono subire modifiche, e in tal caso vengono evidenziate con sfondo giallo. Conviene anche consultare il sito di Facoltà http://www.giurisprudenza.unimib.it alla voce "Appelli".

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli