la scuola dei diritti educare ai diritti umani con amnesty international

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "la scuola dei diritti educare ai diritti umani con amnesty international"

Transcript

1 Beccaria dei delitti e delle pene la scuola dei diritti educare ai diritti umani con amnesty international anno scolastico

2 IL CAMMINO DEI DIRITTI UMANI Aprire gli occhi sulle violazioni dei diritti umani che, giorno dopo giorno, vengono commesse in quasi ogni luogo del pianeta è inevitabile se vogliamo essere membri responsabili di una società libera. È tuttavia, allo stesso tempo, scoraggiante; soprattutto per chi, come i soci di condivide la visione di un mondo in cui tutti i diritti umani di tutti siano rispettati. Siamo costretti, ogni volta, a misurare il lungo tratto di strada che resta ancora da percorrere per raggiungere l obiettivo che tanto ci sta a cuore e che assorbe tanta parte del nostro impegno. Per superare questa sensazione di sconforto può essere utile volgere lo sguardo alle nostre spalle e osservare anche solo l ultimo breve tratto di cammino percorso. Scopriremo che negli anni trenta del secolo scorso, in Germania si stava costruendo il campo di sterminio di Auschwitz; che negli anni sessanta, l America del sud era quasi tutta in mano a dittature militari; e che l Europa orientale era governata da regimi autocratici, che soffocavano il dissenso politico e religioso. E se dai fatti, dalle prassi aberranti si passa alle regole dell umana convivenza, scopriremo che fino a relativamente poco tempo fa, fino all approvazione della Dichiarazione universale del 1948, gli apparati statali non incontravano alcun limite internazionale al loro arbitrio e alla loro prepotenza - in un certo senso, i diritti umani non erano violati perché non erano neppure riconosciuti. Oggi - i soci di Amnesty lo sanno benissimo - i problemi non mancano, ma non sarebbe neppure giusto pensare che non siano stati compiuti passi avanti. E se passi avanti sono stati fatti, tanti piccoli passi verso l obiettivo - ancora molto lontano ma forse un po più vicino di quanto non lo fosse, nel 1961, quando è nata Amnesty - questo è dipeso dalla generosità, dalla tenacia, dalla lungimiranza di milioni di persone che, senza condividere la lingua, la religione, l opinione politica, la condizione sociale, condividono e si battono per l ideale dei diritti umani. La loro battaglia, che dura ormai da oltre mezzo secolo, ha successo, e permette di sperare in un mondo migliore, perché parte dalla cultura dei diritti umani, su cui trovano fondamento le regole, il cui rispetto è a sua volta alla base di comportamenti rispettosi degli altri. Ci auguriamo che anche quest anno, La scuola dei diritti di Amnesty International, e gli strumenti che con essa vengono messi a disposizione di chiunque li voglia utilizzare, siano utili alla costruzione di una cultura universale dei diritti umani. Antonio Marchesi Presidente di Amnesty International Italia LEGENDA Scuola dell infanzia e scuola primaria primo ciclo Scuola primaria secondo ciclo Scuola secondaria di primo grado Scuola secondaria di secondo grado

3 DIRITTI UMANI DIRITTI DI TUTTI I QUADERNONI DI AMNESTY INTERNATIONAL Fin dai primi anni di vita le bambine e i bambini si interrogano su cosa sia giusto e cosa non lo sia ed esplorano la propria identità in relazione a quella degli altri. I Quadernoni di Amnesty International li accompagneranno attraverso la conoscenza dei diritti umani, aiutandoli a scoprire i propri diritti e a diventare cittadini attivi e consapevoli. Il Quadernone 1. Per scoprire cosa sono i diritti dei bambini, Notes Edizioni, Torino 2010, 5,00. Il Quadernone 2. Per scoprire gli altri intorno a noi, Notes Edizioni, Torino 2010, 5,00. Il Quadernone 3. Dalla fantasia alla realtà. Storie fantastiche e fatti reali sulle bambine e i bambini del mondo, Notes Edizioni, Torino 2010, 6,00. Il Quadernone 4. Piccoli cittadini crescono, EGA, Torino 2009, 6,00.

4 INSIEME SI PUÒ Nel paese di Dittoria il re Trucibaldo comandava senza ascoltare i consigli dei ministri, dava ordini ai suoi generali e metteva in prigione chiunque non fosse d accordo con lui. Tutti i giorni i ministri strillavano al popolo cosa si poteva fare e cosa era proibito, fino a quando Giacomino... Una storia divertente, per parlare anche ai più piccoli dell importanza di conoscere e difendere i diritti umani. Insieme si può. Spunti per un Educazione ai diritti umani per il secondo ciclo delle scuole elementari, EGA, Torino 2004, 3,00. EDUCARE AI DIRITTI UMANI I cortometraggi animati e l adventure game, grazie a un linguaggio semplice ed efficace, avvicineranno grandi e piccoli alla Dichiarazione universale dei diritti umani, favorendo una maggiore consapevolezza dei propri diritti in maniera ludica e partecipata. Educare ai diritti umani (cofanetto composto da: dvd di animazione La Dichiarazione universale dei diritti umani e CD-ROM con gioco interattivo), Palermo 2007.

5 LIBERARSI DALLA PAURA È accettabile che, in nome della sicurezza, si mettano in discussione libertà, giustizia, pace e si possano sospendere o violare i diritti delle persone? Ragionare insieme sui motivi che hanno scatenato la cosiddetta guerra al terrore diventa quanto mai importante per cercare di capire cosa sta accadendo nel mondo e per provare a immaginare se esistono modelli alternativi per rispondere all odio e alla paura. Liberarsi dalla paura. Tutela dei diritti umani e guerra al terrore, una proposta didattica per la scuola secondaria di secondo grado, EGA, Torino 2004, 3,00 (guida per l insegnante e quaderno operativo). DIRITTI UMANI E POLIZIA IN ITALIA I diritti umani e il ruolo che istituzioni chiave come la polizia giocano (o hanno giocato) nel tessuto sociale del nostro paese sono al centro di questa guida per educatori e docenti, pensata per lavorare con ragazze e ragazzi dai 16 anni in su e basata sulle metodologie partecipative. Il testo ha, tra gli obiettivi educativi, quello di favorire nelle ragazze e nei ragazzi, anche attraverso l identificazione con altre persone vittime di violazioni dei diritti umani, una nuova consapevolezza e un processo autentico di riflessione e crescita personale. Amnesty International (prefazione di Lorenzo Guadagnucci), Diritti umani e polizia in Italia. Guida per educatori e docenti, Infinito Edizioni, Formigine (MO) 2013, 12,00.

6 E INOLTRE PERCORSI DIDATTICI La Dichiarazione universale dei diritti umani. Percorsi didattici per la scuola primaria. Posso anch io. Unità didattiche per la scuola primaria. Si parte! Viaggio alla scoperta dei diritti umani. Itinerari didattici di Educazione ai diritti umani. Storie che cambiano il mondo. Racconti e proposte educative sui difensori dei diritti umani. La Dichiarazione universale dei diritti umani. Unità di apprendimento. Pena di morte: parliamone in classe. Guida per l insegnante e quaderno operativo. DOCUMENTI UTILI Dichiarazione universale dei diritti umani. Versione semplificata. Convenzione Internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza. Versione trascritta per bambine/i e ragazze/i. MANUALI PER EDUCATORI Primi Passi. Manuale di base per l Educazione ai diritti umani. Imparare dall esperienza. Guida al monitoraggio e valutazione nell Educazione ai diritti umani. PROPOSTE IN LINGUA INGLESE M. Bianco, Walk one, Tune into English, M. Bianco, War child, Tune into English, The Lady. Percorso didattico sul film di L. Besson su Aung San Suu Kyi. Hotel Rwanda. Guida per l insegnante. Le carte dei diritti. Itinerario storico in 5 unità.

7 IO NON DISCRIMINO LEYLA NEL MEZZO Devono abbandonare la loro casa e fuggire in un altro paese, dove dovranno parlare un altra lingua e vivere in mezzo a stranieri. Leyla impara ad affrontare i cambiamenti drammatici nella sua vita con coraggio e determinazione, ma la nonna non è potuta partire con loro. Leyla potrà rivedere un giorno la sua nonna? Raccontata con tenerezza e umorismo, questa è una storia avventurosa che piacerà ai lettori di tutte le età. S. Garland, Leyla nel mezzo, Lo stampatello, Milano 2012, 13,80. MIGRANDO Un libro per raccontare alle bambine e ai bambini le migrazioni, per chi pensa che i mari uniscano e non dividano. Per parlare del passato attraverso le immagini e guardare al futuro con il desiderio di capire di più. M. Chiesa Mateos (illustrazioni), Migrando, Orecchio Acerbo, Roma 2010, 13,00 (scheda didattica scaricabile alla pagina

8 L AUTOBUS DI ROSA È la storia più brutta che abbia mai ascoltato, dice Ben al nonno che gli ha appena raccontato cosa fosse la segregazione razziale. Quel nonno sa bene che soltanto conoscendo la storia si può evitare di ripeterne gli errori. Sa bene che i no come quello di Rosa sono fondamentali per lottare contro i soprusi e le prepotenze. Questa è una storia splendida e conoscerla ci aiuterà a guardare avanti, ci aiuterà, quando sarà il momento, a non abbassare lo sguardo. F. Silei (testi), M. A. C. Quarello (illustrazioni), L autobus di Rosa, Orecchio Acerbo, Roma 2011, 15,00. UNA GIORNATA PARTICOLARE Ci sono giorni speciali, molto particolari, giorni che ci hanno aiutato a scoprire Amnesty International e l Educazione ai diritti umani Ci sono giorni speciali, molto particolari, Le attività di Educazione ai diritti umani sono per Amnesty International lo strumento incontrarci principale attraverso cui promuove la cono- con gli altri, come mai era giorni che ci hanno aiutato a scoprire chi siamo, chi siamo, che ci hanno permesso che ci hanno permesso di incontrarci con gli altri, scenza e l adesione, responsabile e attiva, ai valori contenuti nella come mai era accaduto prima. Dichiarazione universale e negli altri strumenti internazionali in accaduto prima. Sono giorni che ci materia hanno di diritti umani. Sono giorni che ci hanno fatto crescere, fatto crescere, ci hanno cambiati L Educazione ai diritti umani non è una semplice trasmissione di che ci hanno cambiati per sempre... informazioni e conoscenze su questi argomenti. Il suo scopo principale è quello di far prendere coscienza a ciascuno della propria dignità di essere umano, portatore, come tale, di diritti. Deve educare per sempre.... Questo libro si rivolge in maniera antiretorica e coinvolgente la persona assumere opinioni, atteggiamenti e comportamenti che conducono a rispettare se stesso e gli altri, in ogni circostanza e condizione in quanto anch essi esseri umani, a prescindere aiutandoli a riflettere sul nostro alle ragazze e ai ragazzi in età adolescenziale, da qualsiasi distinzione di orientamento sessuale, origine etnica, religione. mondo e a relazionarsi all altro con Deve più formare i giovani attenzione (bambini e adolescenti) alla consapevolezza e rispetto. che: «Tutti gli esseri umani nascono liberi in dignità e diritti. Essi sono dotati di ragione e di coscienza e devono agire gli uni verso gli altri in spirito di fratellanza» (art. 1 Dichiarazione universale dei diritti umani) e incoraggiare le persone a diventare protagoniste nella battaglia per difesa dei diritti umani. Una giornata particolare, Sinnos, Roma 2010, 15,00. Le finalità del progetto educativo di Amnesty International si possono così riassumere: promuovere la sensibilizzazione ai propri diritti e a quelli degli altri, creando i presupposti per una cultura della comprensione e del rispetto reciproco; promuovere un opera di informazione e sensibilizzazione presso gli educatori affinché ispirino il loro impegno professionale ai principi affermati dall ONU in materia di istruzione; stimolare in ogni fascia di età ed in ogni ambito sociale e professionale una cultura dell impegno e della solidarietà concreta verso le vittime (tra cui spesso giovani e bambini) di gravi violazioni dei diritti umani. Una giornata particolare Una giornata particolare testo di Roberto Fantini e Antonio Marchesi per la Sezione Italiana di Amnesty International illustrazioni di Dido euro 15,00 (i.i.) Ufficio Educazione e Formazione Via G.B. De Rossi, Roma Tel fax

9 IL DIRITTO DI CRESCERE Quali sono i diritti che dovrebbero essere garantiti a tutte le ragazze e i ragazzi del mondo? Che cos è e a che cosa serve la Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia? Perché è importante difenderla? Questo percorso formativo aiuterà a comprendere che i diritti nascono da bisogni fondamentali, a confrontare le diverse condizioni di vita e a scoprire cosa si può fare per cambiare le cose. Il diritto di crescere. Unità didattiche sui diritti dei minori (nuova edizione), EGA, Torino 2009, 5,00 (guida per l insegnante e quaderno operativo). IL VOLTO DEL RAZZISMO Il primo passo contro ogni forma di discriminazione e razzismo è l esplorazione dei propri atteggiamenti affettivi e mentali e delle paure che può suscitare ciò che è diverso in quanto sconosciuto. Il percorso vuole guidare le ragazze e i ragazzi a confrontarsi apertamente tra loro, vincendo stereotipi e pregiudizi. Il volto del razzismo. Percorsi didattici di Educazione ai diritti umani, EGA, Torino 2009, 3,00.

10 E INOLTRE KIT CONTRO LA DISCRIMINAZIONE Attività introduttive e giochi di ruolo. La persecuzione degli ebrei. Guida per l insegnante e fascicolo per lo studente. Il popolo rom. Guida per l insegnante e fascicolo per lo studente. Popoli migranti. Guida per l insegnante e fascicolo per lo studente. Diritti delle donne, diritti umani. Guida per l insegnante. I diritti delle donne, Guida per l insegnante. MOSTRE FOTOGRAFICHE Il diritto di crescere. Mostra fotografica composta da 12 foto a colori, formato A3. PERCORSI DIDATTICI Tutti uguali tutti diversi. Percorsi sulla discriminazione. Diritti: farli diventare realtà. Workshop sulla consapevolezza di genere. Rompere il silenzio. Fumetto sul diritto all istruzione per bambine e ragazze. Roberto Fantini, Il cinema a scuola come strumento di promozione dei diritti delle persone Lgbt. Le tematiche Lgbt nella storia del cinema: qualche suggerimento operativo. PROPOSTE IN LINGUA INGLESE M. Bianco, Pride/MLK, Tune into English, M. Bianco, Behind the wall, Tune into English, 2009.

11 IURE. LA CITTÀ DEI DIRITTI Un gioco in cui i partecipanti dovranno mettere insieme le loro forze per ristabilire nella città di Iure i diritti fondamentali negati. Tra imprevisti e buone notizie, i giocatori rifletteranno sull importanza dei diritti umani e cercheranno di riportare in città i diritti perduti. Iure. La città dei diritti (gioco per ragazze e ragazzi dai 9 anni), Carthusia Edizioni, Milano 2011, 21,90. RESPECTMYRIGHTS.ORG Respectmyrights.org è un sito web rivolto a ragazze e ragazzi tra 16 e 22 anni formato da una parte interattiva dedicata alla scoperta dei diritti umani e una community online in cui esprimere la propria opinione e partecipare alle azioni di Amnesty International. I percorsi interattivi sono uno strumento molto efficace per coinvolgere ragazze e ragazzi in un percorso educativo, attraverso un linguaggio a loro vicino e invitandoli a vestire i panni di loro coetanei che vivono in povertà. L album in cui condividere le proprie opinioni li stimola invece a produrre contenuti multimediali (foto o brevi video e testi), frutto delle riflessioni e discussioni emerse durante i percorsi educativi. Il sito può essere visitato dalla classe, durante le ore di lezione, oppure singolarmente o in gruppi come lavoro da svolgere a casa.

12 EDUCARE ALLA DIGNITÀ Il Manuale per educatori e i Moduli tematici costituiscono un kit didattico che può essere utilizzato sia in contesti formali che informali. La risorsa educativa, attraverso l utilizzo di metodologie partecipative, si propone di aiutare i giovani a comprendere il legame che esiste tra le violazioni dei diritti umani e la povertà e ad attivarsi per affermare i propri diritti. I testi sono scaricabili on-line sul sito: MANUALE DI FACILITAZIONE GUIDA ALL USO DELLE METODOLOGIE PARTECIPATIVE PER L EDUCAZIONE AI DIRITTI UMANI Manuale di facilitazione. Guida all uso delle metodologie partecipative per l Educazione ai diritti umani, Londra EDUCATION FOR HUMAN DIGNITY KIT DIDATTICO RISPETTA I MIEI DIRITTI, Rispetta i miei diritti. Rispetta la mia dignità. Modulo 1 - Povertà e diritti umani, Londra Rispetta i miei diritti. Rispetta la mia dignità. Modulo 2 - Il diritto all alloggio è un diritto umano, Londra RISPETTA I MIEI DIRITTI, RISPETTA LA MIA DIGNITÀ MODULO 2 - IL DIRITTO ALL'ALLOGGIO È UN DIRITTO UMANO RISPETTA LA MIA DIGNITÀ MODULO 1- POVERTÀ E DIRITTI UMANI EDUCATION FOR HUMAN DIGNITY KIT DIDATTICO I testi sono stati realizzati con il contributo dell Unione Europea. Progetto Education for Human Dignity. EDUCATION FOR HUMAN DIGNITY KIT DIDATTICO ADRIAN VUOLE ANDARE A SCUOLA Un libro, che attraverso il suo protagonista, racconta i rom: il popolo dei bambini. Adrian parla di sé, presenta la sua famiglia, mostra al lettore dove vive, ci fa vedere la sua scuola, ci confida il suo primo amore. Una storia attraverso le immagini che gli occhi di un bambino scelgono per noi: Adrian che, come tutti, non dovrebbe mai rinunciare ai suoi sogni. I. Bochicchio, D. Valente, Adrian vuole andare a scuola, Coccole e caccole, Belvedere Marittimo (CS) 2012, 10,90.

13 A SCUOLA DI SOLIDARIETÀ L acqua potabile è un diritto o una merce come le altre? Le foreste sono soltanto una risorsa da sfruttare? Il diritto alla salute è uguale in ogni parte del mondo? È possibile conciliare sviluppo economico e diritti umani? Ecco alcuni dei temi su cui le ragazze e i ragazzi si confronteranno nello svolgimento di questi percorsi educativi, volti a dimostrare che con l impegno di ognuno è possibile combattere la povertà e costruire un mondo migliore. A scuola di solidarietà. Unità didattiche di Educazione allo sviluppo e ai diritti umani, Roma E INOLTRE DOCUMENTI UTILI Un pieno di diritti. Raccolta dei principali strumenti di tutela dei diritti umani. Disponibile anche in formato cartaceo. VIDEO PER APPROFONDIRE MULTIMEDIA La storia di Marius. Testimonianza sugli sgomberi forzati in Italia. La casa è più di un tetto sopra la testa. Video sulla discriminazione dei rom in Italia. La risposta sbagliata. Documentario sulla condizione dei rom nella città di Roma. Slum in Europa. Video sulle condizioni abitative dei rom in Europa. Trattati come rifiuti. Documentario sugli sgomberi forzati in Romania. Deep Sea. Documentario sulla vita negli slum del Kenya. MOSTRE FOTOGRAFICHE Un mondo di diritti. Mostra fotografica composta da 12 foto a colori, formato A3.

14 I DIRITTI UMANI A SCUOLA CORSI DI FORMAZIONE DOCENTI Amnesty International è ente accreditato per svolgere formazione al personale della scuola (Decreto del MIUR del 26 luglio 2010). I corsi di formazione docenti proposti da Amnesty International sono incentrati sulle metodologie partecipative e si propongono di approfondire la conoscenza dei diritti umani attraverso la partecipazione attiva, la cooperazione, il dialogo e lo scambio tra culture diverse. Per informazioni sui programmi dei corsi, le modalità di iscrizione, le sedi di svolgimento: LABORATORI DIDATTICI Amnesty International propone laboratori di Educazione ai diritti umani per studentesse e studenti di ogni ordine e grado. Gli incontri, attraverso l utilizzo di metodologie innovative e partecipative, aiuteranno a comprendere meglio i diritti umani e a sviluppare il pensiero critico e la capacità di agire. VALUTATECI Hai usato una nostra risorsa? Facci sapere cosa ne pensi compilando un breve questionario on-line: AMNESTY KIDS SCUOLA Amnesty Kids Scuola è un progetto di Educazione ai diritti umani rivolto alle classi del secondo ciclo della scuola primaria e a quelle della scuola secondaria di primo grado. Iscrivendosi ad Amnesty Kids Scuola, le classi ricevono un kit didattico che, sotto la guida dell insegnante, permette di: approfondire la conoscenza dei diritti umani comprenderne l importanza per migliorare la propria vita e quella degli altri impegnarsi attivamente per rispettarli e difenderli grazie alle Azioni Urgenti Kids Contattando le strutture locali dell associazione, le classi possono inoltre partecipare alle giornate nazionali di mobilitazione e incontrare le attiviste e gli attivisti di Amnesty International. Per trovare la struttura di Amnesty International più vicina e concordare con i volontari le attività laboratoriali: Per maggiori informazioni puoi consultare il poster centrale del catalogo o visitare:

15 SCUOLE AMICHE DEI DIRITTI UMANI Il progetto Scuole amiche dei diritti umani si rivolge alla scuola secondaria di secondo grado ed è stato adottato da venti paesi in tutto il mondo. In una scuola amica dei diritti umani i giovani e le comunità di cui fanno parte apprendono i diritti umani a scuola, mettendoli in pratica ogni giorno. Attraverso un approccio all educazione che coinvolge tutti, studenti, professori e personale della scuola sono invitati a stabilire quali sono i propri diritti, a condividerli con gli altri e a farli rispettare dentro e fuori la scuola. Per informazioni sul progetto e per iscrivere la tua scuola scrivi a: ARTICOLO 26, LA RETE DOCENTI DI AMNESTY INTERNATIONAL I docenti di ogni ordine e grado possono iscriversi ad Articolo 26, la newsletter periodica dedicata all Educazione ai diritti umani nella scuola. L iscrizione consente di tenersi aggiornati sui corsi e le attività di formazione, di ricevere informazioni sui progetti di Educazione ai diritti umani e sulle proposte di attivazione dedicate a bambine/i e ragazze/i, di avere anticipazioni sui materiali educativi e le novità editoriali e scoprire nuove risorse per educare ai diritti umani a scuola. Per iscriversi: CENTRI DI DOCUMENTAZIONE La rete dei Centri di documentazione della Sezione Italiana di Amnesty International rappresenta, con le sue tre sedi di Roma, Bologna e Palermo, un prezioso punto di riferimento in Italia per la documentazione e la ricerca sulle violazioni dei diritti umani, grazie a un ricco patrimonio di volumi, rapporti, documenti, briefing redatti in varie lingue. Per maggiori informazioni: Roma Centro Documentale Nazionale di Amnesty International presso: Biblioteca Franco Basaglia del Sistema delle Biblioteche di Roma via F. Borromeo 67, Roma tel , fax Bologna Centro Documentale Amnesty International Circoscrizione Emilia Romagna via I. Bandiera 1/a, Bologna tel Palermo Centro di documentazione per la promozione e l Educazione alla tutela dei diritti umani Peter Benenson Amnesty International - Circoscrizione Sicilia via B. D Acquisto 30, Palermo tel

16 LE SEDI DI AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA AMNESTY INTERNATIONAL ITALIA via Magenta 5, Roma tel , fax ABRUZZO/MOLISE via Liguria 13, Campobasso tel CALABRIA via Puglia 20, Carolei (CS) tel CAMPANIA via San Liborio 1, Napoli tel EMILIA ROMAGNA via I. Bandiera 1/a, Bologna tel FRIULI VENEZIA GIULIA via G. Marconi 36/b, Trieste tel LAZIO via C. Cattaneo 22/b, Roma tel LIGURIA c/o Casa della pace e la non violenza piazza Palermo 10/b, Genova tel LOMBARDIA c/o Museo Martinitt e Stelline (3 piano) corso Magenta 57, Milano tel MARCHE via G. Verdi 10/a, Macerata tel PIEMONTE/VALLE D AOSTA corso San Maurizio 12/bis, Torino tel PUGLIA via G. Latilla 13, Bari tel SARDEGNA via O. Bacaredda 11, Cagliari tel SICILIA via B. D Acquisto 30, Palermo tel TOSCANA via Covenevole da Prato 73, Prato tel /929 UMBRIA piazza A. Mariotti 1, Perugia tel VENETO/TRENTINO ALTO ADIGE via P. Maroncelli 65/3, Padova tel

Educare ai diritti umani

Educare ai diritti umani Educare ai diritti umani con Amnesty International 2014-2015 Buon compleanno diritti! Compie 25 anni, quest anno, la più ratificata di tutte le convenzioni internazionali sui diritti umani: la Convenzione

Dettagli

SEZIONE ITALIANA EDUCARE AI DIRITTI UMANI CON AMNESTY INTERNATIONAL

SEZIONE ITALIANA EDUCARE AI DIRITTI UMANI CON AMNESTY INTERNATIONAL SEZIONE ITALIANA EDUCARE AI DIRITTI UMANI CON AMNESTY INTERNATIONAL 2015-2016 EDUCARE PER IL CAMBIAMENTO Ogni persona ha il diritto di conoscere, chiedere e ricevere informazioni su tutti i diritti umani

Dettagli

La scuola dei diritti

La scuola dei diritti La scuola dei diritti 07/08 Educare ai diritti umani con Amnesty International Itinerari e strumenti didattici per l A.S. 2007/2008 Sezione Italiana La nostra è una classe AmnestyKids! ClasseI/I, Istituto

Dettagli

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale

INTEGRAZIONE. Tante diversità. Uguali diritti. Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale Tante diversità. Uguali diritti INTEGRAZIONE Interventi a favore degli alunni stranieri e per l educazione interculturale MIUR MINISTERO DELL ISTRUZIONE DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016

Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Pace, fraternità e dialogo Programma nazionale di Educazione alla Cittadinanza Democratica Anno scolastico 2015-2016 Premessa Educare alla pace è responsabilità di tutti ma la scuola ha una responsabilità

Dettagli

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11

Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 Presentazione del Progetto Scuole Anno Scolastico 2010/11 DC.DP.00.33 1. PRESENTAZIONE DELLA FONDAZIONE aiutare i bambini ONLUS "aiutare i bambini" è una fondazione italiana, laica e indipendente, nata

Dettagli

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

costo quota iscrizione: 100 EURO costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale) ABRUZZO Chieti - Pescara http://www.unich.it/unichieti/appmanager/unich/didattica?_nfpb=true&_pagelabel=ssis_didatticafirstpage_v2 costo partecipazione TFA: 2.577,47 EURO (di cui 77.47 euro, tassa regionale)

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C.

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2. Istituto Comprensivo C. PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE ACCOGLIENZA E ALFABETIZZAZIONE ALUNNI STRANIERI LABORATORI L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria

Dettagli

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA.

VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. VOI SIETE LA FORZA DELLA RICERCA ANCHE NEI VOSTRI MOMENTI DI GIOIA. AIRC. DA OLTRE 40 ANNI LA NOSTRA FORZA SONO LE TANTE PERSONE CHE CREDONO IN NOI. Dietro la sigla AIRC ci sono quasi due milioni di soci

Dettagli

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI

SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI EDUCAZIONE INTERCULTURALE FRA SCUOLE DEL TERRITORIO E CENTRO ITALIANO PER TUTTI Istituto Beata Vergine Addolorata via Calatafimi, 10-20122 Milano tel: +39.02.58.10.11.85 info@ibva.it www.ibva.it italianopertutti@ibva.it tel: 02.4952.4600 SIAMO TUTTI MIGRANTI PROGETTO INTEGRATO DI

Dettagli

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014

Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 Scuola dell Infanzia Ai caduti, Sozzago (NO) Programmazione didattica A.S. 2013-2014 PREMESSA Il progetto annuale è stato definito secondo il modello di programmazione per sfondo integratore. Il GIRO D

Dettagli

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016

Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 Allegato 1 - Linee di Indirizzo a.s.2015/2016 La valigia delle idee Progetti e percorsi formativi per gli studenti delle scuole dell infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Sesto Fiorentino 1

Dettagli

PROGETTO LET S PLAY AND TALK

PROGETTO LET S PLAY AND TALK PROGETTO LET S PLAY AND TALK FINALITA Il progetto Let s play and talk riguarda tutti i plessi di scuola primaria. Esso intende avvicinare gli alunni alla comprensione ed all uso della lingua straniera

Dettagli

Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli

Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli Istituto Comprensivo n.6 Verona a.s. 2013-2014 Scuola Secondaria di I Grado Fainelli Unità d apprendimento Il viaggio: alla scoperta di sé e dell altro Comprende: schema di unità d apprendimento scheda

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA

SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA SINAGOGA DI SIENA OFFERTA DIDATTICA 2015-2016 SCUOLA DELL INFANZIA E PRIMARIA Dal 2012 lo staff didattico di CoopCulture della Sinagoga di Siena si occupa di avvicinare le scolaresche, e non solo, alla

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE

UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE UFFICI AI QUALI INVIARE LE DOMANDE ABRUZZO L'ABRUZZO Via F. Filomusi Guelfi - 67100 -L'Aquila Tel. 0862446148-0862446142 Fax 0862446101-0862446145 E-mail: sr-abr@beniculturali.it E-mail certificata: mbac-sr-abr@mailcert.beniculturali.it

Dettagli

Destinazioni alternative. Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie

Destinazioni alternative. Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie fondi strutturali europei 2007-2013 fondo sociale europeo FSE mmove p u Destinazioni alternative Rispetto della diversità, prevenzione della violenza e uso consapevole delle nuove tecnologie VERSO UN USO

Dettagli

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA

A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA MANUALE PER IL docente II EDIZIONE A.S. 2014-2015 ATTIVITÀ FORMATIVE PER LA SCUOLA DELL INFANZIA 1 INDICE Il progetto 03 Scambio di generazioni 04 Crescendo si scambia in 4 mosse 05 Certi giochi sono sempre

Dettagli

1. DONNE: SPEZZARE IL SILENZIO

1. DONNE: SPEZZARE IL SILENZIO MOSTRE DI Un'Organizzazione non governativa indipendente, apolitica, apartitica e non confessionale. Una comunità globale di difensori dei diritti umani che si riconosce nei principi della solidarietà

Dettagli

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI

POF ANNO SCOLASTICO 2013-2014 IL COLORE DELLE EMOZIONI SCUOLA DELL INFANZIA PARITARIA DI ISPIRAZIONE CATTOLICA PARROCCHIA SAN ROCCO SCUOLA MATERNA VIA FORNACI 66/D - 25131 BRESCIA TEL. E FAX: 0302680472 segreteria@sanroccomaterna.it www.sanroccomaterna.it

Dettagli

MIUR USR per la Campania PROGETTI DIDATTICI ANNO SCOLASTICO 2013-2014

MIUR USR per la Campania PROGETTI DIDATTICI ANNO SCOLASTICO 2013-2014 MIUR USR per la Campania PROGETTI DIDATTICI ANNO SCOLASTICO 2013-2014 SCUOLA PRIMARIA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO SCUOLA SECONDARIA DI II GRADO Numero verde: 800.22.87.22 Sito: www.playenergy.enel.com

Dettagli

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA

Periferie educative 2014 - LA SPEZIA Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio Nazionale per il Servizio Civile PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA della Caritas Diocesana della LA SPEZIA TITOLO DEL PROGETTO

Dettagli

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI

IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI #NOVIOLENZA CONTRO LO STALKING, IL FEMMINICIDIO, ED OGNI ALTRA FORMA DI VIOLENZA SULLE DONNE IL RISULTATO DEI VOSTRI CONTRIBUTI CONCRETI Durante le due settimane (dal 16 al 29 aprile) dell iniziativa No

Dettagli

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA

PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO FORMATIVO DI EDUCAZIONE ALLA MONDIALITA PREMESSA La società attuale non solo ci invita a pensarci e a pensare in termini di globalità e di globalizzazione, ma ci chiede anche

Dettagli

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente

L' amico del cuore. I testi base. Nuova edizione. 1 a -2 a -3 a. 4 a -5 a. M.I.O.BOOK Studente. M.I.O.BOOK Studente L' amico del cuore Nuova edizione I testi base Studente Studente 1 a -2 a -3 a Cultura ed educazione insieme Nell elaborazione del testo si è voluto coniugare l aspetto culturale con l aspetto educativo,

Dettagli

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO

Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO Campo d esperienza: IL SE E L ALTRO 1. Il bambino sviluppa il senso dell identità personale, è consapevole delle proprie esigenze e dei propri sentimenti, sa controllarli ed esprimerli in modo adeguato

Dettagli

Le biblioteche degli enti territoriali. (anno 2012)

Le biblioteche degli enti territoriali. (anno 2012) Le biblioteche degli enti territoriali (anno 2012) Roma, 11 luglio 2013 L indagine Promossa dal Centro per il Libro e la Lettura e dall Associazione Italiana Biblioteche, in collaborazione con ANCI e ISTAT,

Dettagli

INIZIATIVE PER L ARRICCHIMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

INIZIATIVE PER L ARRICCHIMENTO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Associazione «Insieme per educare» Scuole cattoliche di Cuneo Istituto «mons. Andrea Fiore» Scuole pubbliche paritarie dell infanzia, primaria e secondaria di primo grado Sede centrale - corso Dante 52

Dettagli

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11

MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE VOLUME 1 CAPITOLO 11 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE ITALIA POPOLAZIONE Cose da sapere VOLUME 1 CAPITOLO 11 A. Le idee importanti l L Italia è uno Stato con 20 regioni e 103 province l In Italia ci sono molte città. Le

Dettagli

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono:

SOLIDARIETA. Alcune delle attività alle quali la nostra scuola aderisce da anni sono: SOLIDARIETA La nostra scuola pone come elemento fondante della sua azione formativa lo sviluppo di condizioni di esercizio attivo del diritto-dovere di cittadinanza, coinvolgendo, in questo, tutte le componenti

Dettagli

Test di ascolto Numero delle prove 3

Test di ascolto Numero delle prove 3 Test di ascolto Numero delle prove 3 Ascolto Prova n. 1 Dettato. DEVI SCRIVERE IL TESTO NEL FOGLIO DELL ASCOLTO PROVA N.1 - DETTATO. 2 Ascolto Prova n. 2 Ascolta il testo: è un dialogo tra due ragazzi

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori

La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori La rete nazionale di Confindustria tra Giovani, Scuola e Imprenditori CHI SIAMO LATUAIDEADIMPRESA è una community costituita da migliaia di studenti italiani, professori, imprenditori. E un progetto finalizzato

Dettagli

Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica. (a cura del prof. Bruno Bordignon)

Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica. (a cura del prof. Bruno Bordignon) Sussidiarietà orizzontale nelle politiche regionali in materia di parità scolastica (a cura del prof. Bruno Bordignon) 1 ABRUZZO 1 BASILICATA BOLZANO (Provincia Autonoma di) A livello di normativa sono

Dettagli

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito

Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito Grazie al percorso di intercultura attraverso:libri,foto,film e cari incontri,con persone che si occupano di questo importante argomento ho capito che la globalizzazione ha degli effetti positivi per il

Dettagli

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015

Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Scheda di PRESENTAZIONE PROGETTO 2.11 PROGETTO CONTINUITÀ EROI CHE PASSANO, EROI CHE RESTANO DOCENTI: scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado DESTINATARI: ALUNNI/E CLASSI 5^ SCUOLA PRIMARIA - 1^ 1.

Dettagli

La discriminazione di genere

La discriminazione di genere La discriminazione di genere INSEGNANTE: GRAZIELLA FAVA SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO PINOCCHIO MONTESICURO ANCONA Classe: II B N. ALUNNI: 25 SCUOLA SECONDARIA 1 GRADO PINOCCHIO Disciplina: Italiano TITOLO:

Dettagli

LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14

LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14 LE DOTAZIONI MULTIMEDIALI PER LA DIDATTICA NELLE SCUOLE A.S. 2013/14 (Gennaio 2014) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati al 20 dicembre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati sono

Dettagli

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente

Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa dei percorsi formativi professionalizzanti secondo la normativa vigente Mappa logica dei percorsi formativi professionalizzanti 8 7 Diploma tecnico superiore ITS Diploma di laurea 5 Specializzazione

Dettagli

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare

Premio rina gatti 2013-2014. per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare Premio rina gatti 2013-2014 per la creatività intergenerazionale vii edizione multidisciplinare ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE VOLUMNIO PONTE SAN GIOVANNI A SPASSO NEL TEMPO Il premio è dedicato alla memoria

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova a cura della DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Outline I punti di forza I

Dettagli

Il contesto territoriale è costituito dalle Province di: Bologna, Ravenna, Rimini e Parma

Il contesto territoriale è costituito dalle Province di: Bologna, Ravenna, Rimini e Parma SCHEDA-PROGETTO PER PROGETTI A VALENZA REGIONALE PER ATTIVITÀ DI SPESA CORRENTE PROMOSSI DA SOGGETTI PRIVATI SENZA FINI DI LUCRORIVOLTI AD ADOLESCENTI E GIOVANI PUNTO 3.1, LETTERA A. DELL ALLEGATO A) SOGGETTO

Dettagli

Costituzione e Cittadinanza

Costituzione e Cittadinanza ISTITUTO COMPRENSIVO DI CERTOSA SCUOLA PRIMARIA DI GIUSSAGO Progetto Costituzione e Cittadinanza A.S. 2013 2014 Quest anno la scuola primaria di Giussago si è cimentata in un progetto che ha coinvolto,

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere

Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza il diritto di crescere La Convenzione internazionale sui diritti dell infanzia e dell adolescenza è un Patto tra Stati approvato

Dettagli

DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie

DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie Report di inizio anno A cura dello staff di HOC-LAB, DEI Novembre 2010 Iscrizioni a.a. 2010/2011 Nell anno accademico 2010/2011

Dettagli

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI

BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI BIBLIOTECA CIVICA DEI RAGAZZI PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER LE SCUOLE 2010/2011 Bì, il centro per i bambini e i giovani che ospita al suo interno la Biblioteca Civica per i ragazzi, un importante spazio museale

Dettagli

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane

L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Nuovi sviluppi Un percorso didattico per cambiare il proprio punto di vista L'esperienza di giovani fotografi ugandesi raccontata alle scuole italiane Ottobre 2009 Premessa Cesvi lavora in Uganda dal 2001

Dettagli

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014

EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 questionario di gradimento PROGETTO ESSERE&BENESSERE: EDUCAZIONE ALLA LEGALITÀ a.s. 2013/2014 classi prime e seconde - Scuola Secondaria di I grado di Lavagno CLASSI PRIME Mi sono piaciute perché erano

Dettagli

Storie di migranti a fumetti.

Storie di migranti a fumetti. Storie di migranti a fumetti. Il fumetto nelle scuole come strumento di sensibilizzazione e informazione per la diffusione dei contributi positivi dell immigrazione Settembre 2005 UN FUMETTO ALLA SCOPERTA

Dettagli

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012

Banca Popolare Etica. Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica. L interesse più alto è quello di tutti. Venerdì 1 giugno 2012 Banca Popolare Etica L interesse più alto è quello di tutti Roberto Guerra direttore filiale di Bari Banca popolare Etica Venerdì 1 giugno 2012 Banca popolare Etica È punto di incontro tra: risparmiatori

Dettagli

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry

da Il piccolo principe di Antoine de Saint-Exupéry Il mio disegno non era il disegno di un cappello. Era il disegno di un boa che digeriva un elefante. Affinchè vedessero chiaramente che cos era, disegnai l interno del boa. Bisogna sempre spiegargliele

Dettagli

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali

METODOLOGIA Scuola dell infanzia La progettazione, l organizzazione e la valorizzazione degli spazi e dei materiali METODOLOGIA Scuola dell infanzia La scuola dell infanzia è un luogo ricco di esperienze, scoperte, rapporti, che segnano profondamente la vita di tutti coloro che ogni giorno vi sono coinvolti, infatti

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO

PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO PROGETTO ATTIVITÀ EDUCATIVE ISTITUTI SCOLASTICI ASSOCIAZIONE DEI COMUNI DI FONNI OLIENA - ORGOSOLO È ormai noto che la base per orientare le future generazioni verso lo sviluppo sostenibile è l educazione

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

La mia scuola per la pace

La mia scuola per la pace La mia scuola per la pace Programma nazionale di educazione alla pace e ai diritti umani Anno scolastico 2005-2006 promosso dal Coordinamento Nazionale degli Enti Locali per la pace e i diritti umani e

Dettagli

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene.

Abbiamo cercato di costruire una rete significativa di riferimenti con il mondo al quale la nostra scuola appartiene. Tracce d opera Esserci insieme Scuola d Infanzia comunale Marc Chagall di Via Cecchi, 2 in collaborazione con la Redazione del Centro Multimediale di Documentazione Pedagogica della Città di Torino Introduzione

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013

Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 Progetto Scuole Catalogo proposte 2012/2013 DC.DP.00.42 Fondazione aiutare i bambini Onlus Via Ronchi, 17-20134 Milano - Tel. 02 70.60.35.30 Email: info@aiutareibambini.it - www.aiutareibambini.it Fondazione

Dettagli

ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 C.so Lombardia, 187 10151 Torino

ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 C.so Lombardia, 187 10151 Torino ASL TO 2 DIPARTIMENTO PATOLOGIA DELLE DIPENDENZE 1 67 A.S.L. TO2 Azienda Sanitaria Locale Torino DIPARTIMENTO DIPENDENZE 1 ( 011. 4395400 fax 011.4395432 e-mail sert.segrlomb@aslto2.it Area Prevenzione

Dettagli

COME NASCE IL PROGETTO GIOVANE CITTADINANZA

COME NASCE IL PROGETTO GIOVANE CITTADINANZA INTRODUZIONE COME NASCE IL PROGETTO GIOVANE CITTADINANZA 1.1. ORGANIZZAZIONE E FASI DEL PROGETTO Giovane Cittadinanza (GC) è un progetto finanziato dal fondo nazionale di intervento per la lotta alla droga

Dettagli

CIASCUNO CRESCE SOLO SE SOGNATO. catalogo proposte formative 2013-2014

CIASCUNO CRESCE SOLO SE SOGNATO. catalogo proposte formative 2013-2014 LIBROTONDO SOC. COOP ONLUS GENOVA cooperativa sociale formazione, consulenza educativa progetti educativi e formativi per bambini, ragazzi e figure educative in famiglia, a scuola e in città CIASCUNO CRESCE

Dettagli

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza

Arianna. Attivazione Rete nazionale antiviolenza Arianna Attivazione Rete nazionale antiviolenza Il progetto sperimentale Arianna Si propone come azione di sistema volta a fornire un servizio nazionale di accoglienza telefonica alle donne vittime di

Dettagli

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE

IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE IL RISORGIMENTO LE SOCIETÀ SEGRETE Gli Italiani vogliono essere indipendenti. Gli Italiani cercano di liberarsi dagli austriaci e dagli amici degli austriaci. Questo periodo si chiama RISORGIMENTO. Gli

Dettagli

PROGETTO FINESTRE FOCUS

PROGETTO FINESTRE FOCUS Obiettivo Fornire, alle classi che hanno già realizzato negli anni precedenti il progetto Finestre, la possibilità di approfondire il tema del diritto d asilo attraverso specifici percorsi. La musica,

Dettagli

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices.

Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Progetto AHEAD Against Homophobia. European local Administration Devices. Contro l Omofobia. Strumenti delle Amministrazioni Pubbliche locali dell'unione Europea. SITOGRAFIA SUL TEMA DEL CONTRASTO ALL

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci

nostre «certezze» sul fatto che senza di lui non potremo mai più essere felici, che durano fino a una nuova... relazione!) continueremo a infilarci Pensieri. Perché? Cara dottoressa, credo di avere un problema. O forse sono io il problema... La mia storia? Stavo con un ragazzo che due settimane fa mi ha lasciata per la terza volta, solo pochi mesi

Dettagli

Pace e sviluppo del potenziale umano.

Pace e sviluppo del potenziale umano. AIESEC è un organizzazione internazionale di studenti presente in oltre 124 paesi del mondo, è considerato il più grande network global di studenti universitari e neolaureati. AIESEC nasce nel 1948 con

Dettagli

BACK TO SCHOOL CON EUROPE DIRECT EMILIA-ROMAGNA. scolastico 2014/2015. anno

BACK TO SCHOOL CON EUROPE DIRECT EMILIA-ROMAGNA. scolastico 2014/2015. anno anno scolastico 2014/2015 BACK TO SCHOOL CON EUROPE DIRECT EMILIA-ROMAGNA Il catalogo delle offerte formative per le scuole di Bologna, Ferrara e Piacenza Il rapporto costante con il mondo scolastico è

Dettagli

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati

Oltre il muro. Corsi di formazione. per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Corsi di formazione per insegnanti, educatori, operatori culturali, genitori e cittadini interessati Il cinema e le nuove tecnologie come strumenti di inclusione Oltre il muro Oltre il muro è un progetto

Dettagli

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte.

Presentiamo dunque un lavoro progettato per chi crede in una scuola per tutti, per chi si pone domande e per chi cerca risposte. Introduzione Il manuale La scuola inclusiva nell Italia che cambia. si propone di accompagnare e sostenere l insegnante in ogni fase dell inserimento scolastico di un allievo non madrelingua nella scuola

Dettagli

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea

- Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea Percorsi di educazione non formale all Europa: - Corso introduttivo alla comunicazione interculturale, all associazionismo e politiche giovanili dell Unione Europea - Progettazione e realizzazione di uno

Dettagli

BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria una decina di minuti.

BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria una decina di minuti. BENVENUTI nel questionario sul gradimento di CulturaItalia Grazie per voler dedicare del tempo prezioso per rispondere ad alcune domande su CulturaItalia. Per la compilazione del questionario sarà necessaria

Dettagli

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio

La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La radio a scuola: l esperienza lombarda della trasmissione La porta accanto Marie Pierre Bartesaghi, Atelier Radio La storia di questo tipo d esperimento risale all inizio degli anni 80 quando, in Francia,

Dettagli

MALEVIČ PER LA SCUOLA

MALEVIČ PER LA SCUOLA MALEVIČ PER LA SCUOLA Kazimir Malevič nasce a Kiev nel 1878, e nel 1915 il suo Quadrato nero su fondo bianco che vede quest anno il centenario - è stato identificato come l icona del nostro tempo dal suo

Dettagli

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE

Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE Progetto per la promozione della lettura INTRODUZIONE L interesse verso la lettura ed il piacere ad esercitarla sono obiettivi che, ormai da anni, gli insegnanti della scuola primaria di Attimis si prefiggono

Dettagli

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado

Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Percorsi di sensibilizzazione alla parità di genere nelle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado Luglio 2011 Indice Premessa... pag. 3 Documenti e ricerche... pag. 5 Gli obiettivi... pag.

Dettagli

PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016

PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016 STOP BULLYING! A HUMAN RIGHTS BASED APPROACH TO TACKLING DISCRIMINATION IN SCHOOLS JUST/2013/DAP/AG/5578 PROGRAMMA PER LE SCUOLE: ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Amnesty International attraverso progetti di

Dettagli

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative;

INDICE. Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; INDICE Nella Programmazione Didattica, suddivisa per campi di esperienza, si potranno trovare: - L INTRODUZIONE, che motiva le scelte educative; - LE LINEE DI METODO, che individuano le esperienze di apprendimento,

Dettagli

FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA

FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA FUORICLASSE CUP 2007/2008 SINTESI DEL PROGRAMMA FIGC Settore Giovanile e Scolastico e Coca-Cola presentano la 6^ edizione di FUORICLASSE CUP Fuoriclasse Cup è il programma didattico-sportivo promosso ed

Dettagli

Prot. 543 del 12 novembre 2008. Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di BOLZANO

Prot. 543 del 12 novembre 2008. Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI. Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di BOLZANO Prot. 543 del 12 novembre 2008 Ai Direttori degli Uffici Scolastici Regionali LORO SEDI Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di BOLZANO All Intendente Scolastico per la scuola in lingua tedesca

Dettagli

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale

Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Indicatori di qualità per l Educazione alla cittadinanza mondiale Premessa La Carta di qualità di cui si parla in questa scheda è stata elaborata da ONG e associazioni di 5 regioni italiane nel corso del

Dettagli

Report. Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi

Report. Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi notizie di POLITEIA, XXVI, 97, 2010. ISSN 1128-2401 pp. 145-149 145 Report Progetto CREaTION. Formazione sulla Responsabilità Sociale delle Imprese: approcci innovativi ALESSANDRO ZOLLO* Il progetto CREaTION

Dettagli

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative

Codice Deontologico del Volontario adottato dalla Federazione Cure Palliative Art.5. Agisce senza fini di lucro anche indiretto e non accetta regali o favori, se non di modico valore. ASSOCIAZIONE VOLONTARI ASSISTENZA PAZIENTI ONCOLOGICI Codice Deontologico del Volontario adottato

Dettagli

speciale genitori per la scuola primaria

speciale genitori per la scuola primaria speciale genitori per la scuola primaria in collaborazione con Speciale Genitori Il patto di RCS EDUCATION con le famiglie Il successo formativo e scolastico delle giovani generazioni è, oggi più che mai,

Dettagli

Programma Formativo HSH@Teacher

Programma Formativo HSH@Teacher Direzione Generale per i Sistemi Informativi Ufficio V Innovazione Tecnologica nella Scuola Allegato 1 Progetto HSH@Network Programma Formativo HSH@Teacher Il percorso formativo HSH@Teacher...2 Scopo del

Dettagli

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO

Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Le scuole dell infanzia del 1 Circolo di ABBIATEGRASSO Scuola dell infanzia di v.le Papa Giovanni XXIII Scuola dell infanzia di Ozzero Scuola dell infanzia di Morimondo propongono ampliamento del progetto

Dettagli

I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET

I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET I GIOVANI DEL PROSSIMO FUTURO: ADOLESCENTI FRA EDUCAZIONE ED INTERNET di Luisa Donato EDUCAZIONE E INTERNET: IL PUNTO DI VISTA DEI 15-enni DELL INDAGINE PISA 2009 Quando si pensa a chi nei prossimi anni

Dettagli

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16

LA SCUOLA IN CAMERA. Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 LA SCUOLA IN CAMERA CAMERA - centro italiano per la fotografia Programma didattico per le scuole, a.s. 2015-16 Camera - Centro Italiano per la Fotografia aprirà al pubblico nell autunno del 2015, istituendo

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca DIPARTIMENTO PER L ISTRUZIONE Direzione Generale per il Personale scolastico Decreto del direttore generale per il personale scolastico n. 82 del 24 settembre 2012: indizione dei concorsi a posti e cattedre, per titoli ed esami, finalizzati al reclutamento del personale docente

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale

PROTOCOLLO D INTESA. sulla comunicazione interculturale PROTOCOLLO D INTESA sulla comunicazione interculturale tra Regione Emilia-Romagna, Ordine dei Giornalisti dell Emilia-Romagna, Co.Re.Com dell Emilia-Romagna, Consulta regionale per l integrazione sociale

Dettagli

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini

Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini grafica di Gianluigi Protagonisti le bambine e i bambini della classe dei Delfini Anno scolastico 2010_ 2011 Perché questa scelta? Il libro è un contesto abitato dai bambini sin dalla più tenera età; è

Dettagli