Newsletter Ottobre 2013

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Newsletter Ottobre 2013"

Transcript

1 Newsletter Ottobre 2013 Finanza Agevolata RICERCA: A META DICEMBRE I PRIMI BANDI HORIZON 2020 La Commissione europea pubblicherà a metà dicembre i primi bandi di Horizon E questo l obiettivo al quale sta lavorando in questi mesi l Esecutivo comunitario, secondo fonti della DG Ricerca. Imprese e gruppi di studio avranno da quel momento accesso ai fondi per il 2014 e il E la prima fetta dei 70 miliardi totali che compongono l ottavo programma quadro. I bandi per il 2014 e il 2015 materialmente sono già scritti, spiegano dalla DG Ricerca, daranno opportunità sia alla ricerca pura che a quella applicata. Di fatto, però, l approvazione di Horizon 2020 non è ancora arrivata. Il grande ritardo accumulato con il varo delle prospettive finanziarie costringerà a concentrare gli sforzi in questi ultimi mesi del 2013, bruciando le tappe. La proposta della Commissione sul nuovo programma di ricerca e innovazione dovrà essere approvata da Parlamento e Consiglio entro dicembre del A quel punto, nel giro di pochi giorni, si dovrà arrivare alla pubblicazione dei bandi. Per fare questo, il lavoro della Commissione sui bandi sta già procedendo in via informale. I testi sono pronti e sono già allo studio dei comitati di programma: quello italiano, composto da 14 membri, è stato costituito dal Ministero dell Università e ricerca a fine luglio. Ma il lavoro della DG Ricerca non si ferma con la pubblicazione dei primi bandi. Oltre al varo degli stanziamenti per gli anni successivi, è allo studio un integrazione maggiore con gli altri fondi messi a disposizione dal bilancio europeo. In particolare, stiamo lavorando al rafforzamento della combinazione con i fondi strutturali. In questo modo il denaro concentrato sui fondi regionali potrà in parte essere indirizzato sui progetti di ricerca, combinando gli obiettivi dei due programmi. Bandi Regionali START UP INNOVATIVE 2013 Por Fesr , Asse 1 "Ricerca industriale e trasferimento tecnologico", Attività I Bando per piccole imprese costituite successivamente al 1 gennaio La Regione Emilia-Romagna ha approvato, con delibera di Giunta n del 23 luglio 2013, il bando Sostegno allo start up di nuove imprese innovative, per l avvio di nuove imprese a elevato contenuto di conoscenza, basate sulla valorizzazione economica dei risultati della ricerca e/o lo sviluppo di nuovi

2 prodotti e servizi di alta tecnologia. L intervento sostiene i costi necessari in fase di start up e i primi investimenti finalizzati all espansione dell impresa. Destinatari del bando sono singole piccole imprese compresi consorzi, società consortili e società cooperative con localizzazione produttiva in Emilia-Romagna e costituite successivamente al 1 gennaio L agevolazione prevista consiste in un contributo in conto capitale, corrispondente al 60% della spesa ritenuta ammissibile, che non deve essere inferiore a 75mila euro, mentre il valore massimo dei singoli importi erogabili non potrà superare i 100mila euro. Prevista una maggiorazione pari al 10% del contributo concesso per i progetti che prevedono alla loro conclusione un incremento dei dipendenti assunti a tempo indeterminato pari ad almeno 3 unità rispetto alla data di presentazione della domanda. Le domande di contributo possono essere presentate esclusivamente on line tramite l indirizzo di posta certificata dell impresa e trasmesse complete di tutti i documenti obbligatori firmati digitalmente dal legale rappresentante dell impresa all indirizzo di posta elettronica certificata del Servizio Politiche di Sviluppo Economico, Ricerca Industriale e Innovazione Tecnonologica La scadenza del bando è fissata, salvo esaurimento risorse, alle ore 24 del 31 gennaio FONDO ROTATIVO DI FINANZA AGEVOLATA PER LA GREEN ECONOMY Programma Por Fesr , asse 3 "Qualificazione energetico ambientale e sviluppo sostenibile Il fondo rotativo di finanza agevolata per il finanziamento della green economy - approvato con delibere di Giunta regionale n del 2011 e n. 65 del dispone di un plafond iniziale di 23,7 milioni di euro, di cui 9,5 milioni dell'asse 3 del Por Fesr , e ha l'obiettivo di migliorare l'efficienza energetica nelle imprese e favorire lo sviluppo di fonti rinnovabili. Destinatari Possono fare ricorso al fondo le piccole e medie imprese operanti in base alla classificazione delle attività economiche Ateco 2007 nei settori dell industria, dell artigianato e dei servizi alla persona aventi localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. Gli investimenti agevolabili Il fondo si pone l obiettivo di incrementare gli investimenti delle imprese destinati a migliorare l efficienza energetica e lo sviluppo delle fonti rinnovabili attraverso la produzione o l autoconsumo, nonché l'utilizzo di tecnologie che consentano la riduzione dei consumi energetici da fonti tradizionali. Scopo ulteriore del fondo è promuovere la nascita di nuove imprese operanti nel campo della green economy, incentivare gli investimenti immateriali volti all efficienza energetica dei processi o a ridurre il costo energetico incorporato nei prodotti. Durata ed entità dei finanziamenti Il fondo concede finanziamenti agevolati con provvista mista, della durata massima di 4 anni, nella misura minima di 75mila euro e nella misura massima di 300mila euro per progetto. Il 40% del totale del finanziamento sarà tramite risorse pubbliche Por

3 Fesr, il restante 60% tramite risorse di provvista privata messe a disposizione dagli istituti di credito. Il tasso effettivo praticato a carico dell impresa beneficiaria risultante dalla media ponderata tra il tasso dello 0,5% sulle risorse di finanza agevolata in quota Por Fesr e il tasso remunerativo delle risorse della banca corrisponderà all Euribor maggiorato di 3 punti percentuali. Il che, agli attuali valori di Euribor, corrisponderebbe a un Taeg per le imprese sul finanziamento complessivo pari a circa il 3,25%. La domande potranno essere presentate dalle ore 10 dell' 8 luglio 2013 alle ore 17 del 29 novembre 2013, salvo chiusura anticipata per esaurimento risorse. POR FESR ASSE 2 ATTIVITA II Fondo di capitale di rischio per le piccole e medie imprese innovative Il fondo di capitale di rischio, sostenuto con l Attività II.1.3, è finanziato con 14 milioni di euro per favorire lo start up di imprese innovative - in particolare di quelle operanti in settori ad alta tecnologia - e per sostenere le strategie di sviluppo e di investimento delle imprese nella direzione dell'innovazione. Gli obiettivi del fondo di capitale di rischio: dopo il fondo di capitale di rischio di Obiettivo 2 Ingenium, ecco il nuovo fondo nato grazie ai finanziamenti Por Fesr. La nuova iniziativa, Ingenium Por Fesr, vuole favorire lo start up di imprese innovative, in particolare di quelle che operano nei settori ad alta tecnologia (nate da spin off accademici, di ricerca e aziendali) e sostenere le strategie di sviluppo e di investimento innovativi delle imprese che garantiscano buone marginalità e prospettive di crescita, attraverso investimenti per la crescita e l implementazione di programmi di sviluppo di imprese già esistenti. Tipologia degli investimenti sostenuti dal fondo: il fondo è destinato esclusivamente agli investimenti in capitale di rischio nelle prime fasi di vita dell impresa (early stage, nelle forme del seed financing e dello start up financing*) e ad investimenti per supportare la crescita e l implementazione di programmi di sviluppo di imprese già esistenti; (expansion*). Ogni singola tranche di investimento effettuata dal fondo non può superare, con riferimento alla quota messa a disposizione dalla Regione, l importo massimo di 1 milione di euro per PMI destinataria su un periodo di 12 mesi. I destinatari del Fondo: le imprese partecipate dal fondo regionale dovranno essere esclusivamente piccole e medie imprese, con localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. Il fondo regionale, per quanto riguarda le operazioni investimento nelle prime fasi di vita dell impresa, dovrà intervenire prioritariamente in imprese operanti nei settori di: biotecnologie, farmaceutica, chimica organica

4 nanotecnologie, nuovi materiali, chimica fine; meccanica di precisione, strumenti di misura e controllo, sensoristica, biomedicale, elettromedicale; informatica e telematica, tecnologie digitali, audiovisivo; tecnologie per le energie rinnovabili, il risparmio energetico, l ambiente. La scadenza del bando è fissata, salvo esaurimento risorse, 31/12/2015. PROGETTI PER LA REALIZZAZIONE DI ATTIVITA DI RICERCA: Ordinanza 109/2013, con le modifiche apportate dall'ordinanza 128/ Contributo per le imprese localizzate nei territori colpiti dal sisma del maggio 2012 Tipologia 1 - Progetti di ricerca e sviluppo delle pmi La Regione intende sostenere l attività di ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori colpiti dal sisma al fine di favorirne il rilancio competitivo attraverso: l avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; la diversificazione produttiva, anche verso l ampliamento dei confini delle filiere stesse e la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni; la riqualificazione sostenibile delle imprese in termini di sfruttamento efficiente, razionale e pulito delle risorse energetiche e dei materiali, di sicurezza degli ambienti di lavoro, rispetto del territorio e salute dei consumatori. I progetti dovranno prevedere un costo totale ammissibile non inferiore a ,00 euro. La domanda di contributo deve essere presentata a partire dalle ore del 3 dicembre 2013 fino alle ore del 19 dicembre 2013 Tipologia 2 - Progetti di ricerca e sviluppo con impatto di filiera o crescita occupazionale La Regione intende sostenere l attività di ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori colpiti dal sisma al fine di favorirne il rilancio competitivo attraverso: l avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; la diversificazione produttiva, anche verso l ampliamento dei confini delle filiere stesse e la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni;

5 la riqualificazione sostenibile delle imprese in termini di sfruttamento efficiente, razionale e pulito delle risorse energetiche e dei materiali, di sicurezza degli ambienti di lavoro, rispetto del territorio e salute dei consumatori I progetti dovranno prevedere un costo totale ammissibile non inferiore a ,00 euro. La domanda deve essere presentata a partire dalle ore del 22 gennaio 2014 fino alle ore del 6 febbraio Tipologia 3 - Acquisizione di servizi di ricerca e sperimentazione La Regione intende sostenere l acquisizione di servizi per la ricerca industriale delle imprese delle principali filiere produttive dei territori colpiti dal sisma al fine di favorirne il rilancio competitivo attraverso: l avanzamento tecnologico dei prodotti, dei sistemi di produzione, dei sistemi organizzativi delle imprese; la diversificazione produttiva, anche verso l ampliamento dei confini delle filiere stesse e la contaminazione delle tecnologie e delle loro applicazioni; la riqualificazione sostenibile delle imprese in termini di sfruttamento efficiente, razionale e pulito delle risorse energetiche e dei materiali, di sicurezza degli ambienti di lavoro, rispetto del territorio e salute dei consumatori. Sono ammissibili i costi per l acquisizione dei servizi di ricerca e sperimentazione per un costo complessivo non inferiore ad euro Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa nella seguenti misure: 70% delle spese ammissibili per le micro e piccole imprese; 50% delle spese ammissibili per le medie imprese. Il contributo massimo concedibile per ogni domanda non potrà superare l importo di euro. La domanda deve essere presentata a partire dalle ore del 29 ottobre 2013 fino alle ore del 13 novembre LE IMPRESE COLPITE DAL TERREMOTO POSSONO RICHIEDERE I CONTRIBUTI FINO AL 31 DICEMBRE 2013

6 Le imprese colpite dal terremoto possono richiedere i contributi relativi a riparazione, ripristino, miglioramento sismico e ricostruzione di immobili ad uso produttivo distrutti o danneggiati, per la riparazione e l acquisto di beni mobili strumentali all attività, per la ricostituzione delle scorte distrutte o danneggiate, per la delocalizzazione. Le domande di contributo possono essere presentate tramite il sistema elettronico chiamato Sfinge, porta informatica per accedere ai fondi, come previsto dall Ordinanza commissariale n. 57/ 2012 e successive modifiche e integrazioni. L obiettivo è sostenere gli interventi finalizzati alla ripresa e alla piena funzionalità dell attività produttiva in tutte le componenti (fisse e mobili strumentali), al recupero a fini produttivi degli immobili e al mantenimento dei livelli occupazionali. Il contributo è riconosciuto sulla differenza tra i complessivi costi (sostenuti ed ammissibili) e gli indennizzi assicurativi corrisposti o da corrispondersi da parte di compagnie di assicurazioni. Le domande possono essere presentate fino al 31 dicembre Ci saranno 60 giorni di tempo per concedere il contributo. Tutti gli interventi previsti dall ordinanza devono essere conclusi entro il 31 dicembre Il fondo per la copertura del finanziamento è quello previsto dall art.3 bis della legge 135/2012, il cosiddetto provvedimento normativo sulla spending review. Si tratta di un credito di 6 miliardi concesso alle banche dalla Cassa Depositi e Prestiti, garantito e pagato dallo Stato. Bandi Comunali/Provinciali CAMERA DI COMMERCIO DI FORLI -CESENA: Concessione di contributi per la partecipazione a fiere e mostre specializzate all'estero ANNO 2013 La Camera di Commercio di Forlì-Cesena, al fine di agevolare l'export delle imprese della provincia, prevede la concessione di un contributo a fondo perduto, con le modalità e nei termini di cui alle previste norme di attuazione. Le manifestazioni che potranno essere ammesse al contributo sono esclusivamente le fiere e mostre specializzate svolte all'estero. Possono essere ammesse a contributo anche le "campionarie" che si svolgono all'estero, nei Paesi in cui non esistono manifestazioni specializzate di settore. Sono ammesse alla contribuzione le micro, piccole e medie imprese artigiane iscritte all'albo provinciale, industriali e le imprese commerciali di vendita al dettaglio e di vendita all'ingrosso di tutti i settori

7 economici che rientrino nella definizione di piccola e media impresa data dalla Raccomandazione della Commissione Europea n. 2003/361/CE del 6 maggio 2003 pubblicata sulla GUCE L 124 del CAMERA DI COMMERCIO DI RAVENNA: Regolamento per la concessione di contributi ad imprese della provincia di Ravenna per la partecipazione a fiere all'estero e a fiere nazionali ed internazionali in Italia ANNO 2013 La Camera di Commercio di Ravenna, nell ambito delle iniziative promozionali volte a favorire lo sviluppo del sistema economico locale, intende proseguire nell impegno di sostenere ed incentivare attraverso l erogazione di contributi, la partecipazione di aziende della provincia di Ravenna a manifestazioni fieristiche all'estero ed in Italia a carattere nazionale ed internazionale. Possono presentare richiesta per ottenere i contributi, le imprese di tutti i settori economici e che rientrino nella definizione di PMI, le istanze possono essere avanzate da: - singole imprese; - gruppi di imprese: o consorzi di imprese con sede nella provincia di Ravenna svolgenti attività esterna, costituiti ai sensi delle norme previste dal codice civile; o A.T.I. formalmente costituite o raggruppamenti di imprese, formati da almeno 3 aziende. CCIAA RAVENNA: Regolamento per la concessione di contributi alle PMI per l adozione di sistemi di gestione aziendale conformi alle norme ISO al Regolamento EMAS, ad SA8000, per l effettuazione di studi LCA sui prodotti realizzati o commercializzati e per l ottenimento di marchi ambientali di prodotto (Ecolabel ed EPD). La Camera di Commercio di Ravenna promuove, mediante la concessione dei contributi disciplinati dal presente regolamento, l adozione da parte delle imprese della provincia di Ravenna, di sistemi di gestione ambientale, di responsabilità sociale o di certificazione di prodotto, secondo uno o più dei seguenti schemi certificativi: A) sistemi di gestione ambientale conformi alla norma UNI EN ISO o al Regolamento EMAS (Regolamento CE n. 1221/2009/CE del 25 novembre 2009); B) sistema di gestione della responsabilità sociale secondo la norma SA 8000 ; C) marchi di qualità ecologica ECOLABEL (Regolamento C.E. n. 66/2010) ed EPD (Dichiarazione Ambientale di Prodotto - ISO/TR 14025:2000); D) effettuazione di analisi del ciclo di vita (LCA) per prodotti realizzati o commercializzati con conseguente certificazione secondo la norma UNI EN ISO

8 I contributi sono concessi nella misura del 50% delle spese riconosciute come ammissibili e regolarmente documentate, fino ad un massimo di per ciascun beneficiario. Le domande di contributo possono essere inviate dal 1 gennaio al 31 dicembre di ogni anno. CCIAA RAVENNA: Bando di finanziamento per agevolare le piccole medie imprese della provincia di Ravenna per l'adeguamento dei sistemi di sicurezza con impianti videoallarme antirapina (PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DALL'8 OTTOBRE AL 31 DICEMBRE 2013) La Camera di Commercio, a seguito del Protocollo d'intesa siglato con la Prefettura di Ravenna e con gli aderenti alle seguenti Associazioni di categoria (Ascom-Confcommercio, Confesercenti e Federmarma) intendono supportare le piccole medie imprese della provincia, nel prevenire e fronteggiare i fenomeni di microcriminalità. Il fine del Protocollo d'intesa "videoallarme antirapina" è quello di sostenere l'adeguamento dei sistemi di sicurezza, incentivando l'utilizzo di sistemi di video allarme antirapina che interagiscano direttamente con gli apparati di pubblica sicurezza. SOGGETTI BENEFICIARI: Piccole medie imprese iscritte alla Camera di Commercio di Ravenna operanti nel settore del commercio in sede fissa, dei pubblici esercizi e del turismo (alberghi, campeggi e stabilimenti balneari). Le domande possono essere presentate a partire dall'8 ottobre al 31 dicembre Salvo chiusura anticipata dei termini per esaurimento fondi. È consentita la presentazione di una sola domanda per impresa. N.B. L'attività esercitata in uno dei settori economici indicati deve risultare da visura camerale quale attività principale dell'impresa. SPESE AMMISSIBILI Sono ammesse a contributo le spese per l'acquisto, l'adeguamento e/o l'installazione, al netto di IVA, dei seguenti sistemi e dispositivi di sicurezza: Sistemi di video allarme antirapina in grado di interagire direttamente con gli apparati in essere presso le sale e le centrali operative della Polizia di Stato, dell'arma dei Carabinieri o degli Istituti di Vigilanza, conformemente ai principi predisposti dal Garante per la protezione dei dati personali in materia di videosorveglianza conformi al disciplinare tecnico di cui al Protocollo art. 2.

9 La conformità degli impianti andrà dimostrata tramite dichiarazione rilasciata dalla Questura di Ravenna attestante l'avvenuto collegamento con le centrali operative delle forze dell'ordine e la conformità a quanto previsto dal disciplinare tecnico allegato al Protocollo d'intesa del 10 luglio AMMONTARE DEL CONTRIBUTO: Il contributo per ciascuna azienda sarà pari al 50% delle spese sostenute e riconosciute come ammissibili al netto di IVA purchè riferite a costi per iniziative realizzate nel periodo compreso tra l'11 luglio ed il 31 dicembre 2013, fino ad un massimo di 1.000,00 ad azienda. CCIAA RIMINI: fondo per la concessione di contributi per spese sostenute nella costituzione di micro, piccole e medie imprese. La Camera di Commercio di Rimini stanzia un fondo di ,00 per le creazione ed il sostegno alle nuove imprese. Soggetti beneficiari aspiranti imprenditori: coloro che abbiano residenza (di almeno uno dei proponenti) nella provincia di Rimini e che siano intenzionati ad avviare (da dimostrare successivamente con relativa dichiarazione di inizio attività) un impresa localizzata nella provincia di Rimini entro il 31 marzo nuove imprese già esistenti: che abbiano sede legale e operativa nella provincia di Rimini, siano iscritte al Registro delle Imprese presso la Camera di Commercio di Rimini ed attive in data non anteriore al 1 gennaio Periodo di validità e termini per la presentazione delle domande: le domande per la concessione del contributo potranno essere presentate, secondo le modalità previste dall art. 8, dal 2 settembre al 29 novembre Spese ammissibili: Sono finanziabili (al netto di IVA e di altre imposte e tasse) le seguenti spese, sostenute nel periodo compreso tra il 01/01/2013 e il 31/12/2013. Nel caso di imprese non ancora costituite al momento della presentazione della domanda sono ammesse le spese sostenute dal 01/01/2013 al 31/03/2014. In entrambi i casi farà fede la data del documento di spesa: parcelle notarili e costi relativi alla costituzione (escluse tasse e imposte); acquisto di beni strumentali, macchinari, attrezzature e arredi;

10 acquisto e sviluppo di software gestionale, professionale e altre applicazioni aziendali inerenti l'attività dell'impresa; spese per la realizzazione del sito internet; spese per la registrazione del sito Web; spese di consulenza inerenti alle procedure di deposito/registrazione del brevetto, costi di ricerche di anteriorità del brevetto; spese promozionali: sono ammissibili i costi relativi ad acquisizione ed attuazione di campagne promozionali, stampa e realizzazione di marchi, logo, immagini coordinate, biglietti da visita, brochure, acquisto di pubblicità su internet. Non sono ammissibili in ogni caso: spese non riconducibili all elenco precedente; oneri di costituzione da versare ad enti pubblici; le spese per le quali si sono ottenuti altri contributi pubblici; spese relative all acquisto di beni usati o acquistati in leasing. CCIAA RIMINI: Regolamento per la concessione di contributi per manifestazioni promozionali La Camera di Commercio di Rimini concede contributi per la realizzazione iniziative e manifestazioni organizzate da terzi, che abbiano come scopo la promozione del territorio e dell'economia provinciale. L Ente camerale indirizza i propri interventi di sostegno finanziario a favore di iniziative promozionali organizzate o compartecipate da terzi tenendo conto dei seguenti criteri generali: privilegiare le iniziative che abbiano incidenza diretta e duratura sul sistema economico provinciale rispetto a quelle che abbiano riflessi indiretti o soltanto temporanei; concentrare le risorse verso le iniziative di maggiore rilievo, dando la priorità ad iniziative che si inseriscano in programmi, preferibilmente pluriennali, di sviluppo, evitando il sostegno ad iniziative di carattere sporadico ed occasionale o di modesta rilevanza; preferire le iniziative che siano impostate in collaborazione con enti pubblici ovvero con le associazioni di categoria escludendo le iniziative che abbiano interesse interno di associazioni o enti e che non siano aperte alle generalità dei soggetti interessati. Per accedere ai contributi i soggetti promotori di una iniziativa interessante ai fini della promozione dell'economia provinciale devono presentare una domanda alla Camera di Commercio entro il 30 NOVEMBRE dell'anno precedente a quello di svolgimento l'iniziativa. CCIAA RIMINI: Contributi per la partecipazione a fiere e mostre in Italia La Camera di Commercio, al fine di agevolare lo sviluppo delle imprese della provincia eroga contributi per la partecipazione a fiere e mostre aventi carattere "internazionale" in Italia.

11 Le imprese devono: essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Rimini devono essere attive in regola con il pagamento del diritto annuale non avere subito protesti cambiari negli ultimi due anni non avere in corso procedure concorsuali Le agevolazioni prevedono un contributo fino al 40% delle spese documentate, relative a:noleggio ed allestimento stand. Non sono ammissibili spese per: vitto e alloggio, pubblicità, cataloghi, personale (compresi hostess e/o interpreti), ingressi, parcheggi, ecc. Non sono comunque ammissibili spese non documentate. Non verranno liquidati contributi superiori a 1.500,00 ed inferiori a 500,00. Ciascuna impresa potrà beneficiare del contributo una sola volta all'anno. Il contributo viene concesso per non più di cinque anni per la stessa manifestazione, con riduzione del contributo concedile del 20% per il 4 e 5 anno. Per fruire delle agevolazioni le imprese devono presentare apposita domanda 30 giorni prima della manifestazione su carta intestata e con apposita marca da bollo da 16,00. CCIAA RIMINI: Contributi per la partecipazione a fiere e mostre all'estero La Camera di Commercio, al fine di agevolare lo sviluppo e l'export delle imprese della provincia eroga contributi per la partecipazione a fiere e mostre all'estero. Le imprese devono: essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio di Rimini devono essere attive in regola con il pagamento del diritto annuale non avere subito protesti cambiari negli ultimi due anni non avere in corso procedure concorsuali. Le agevolazioni prevedono un contributo fino al 40% delle spese documentate, relative a: noleggio ed allestimento stand interpretariato

12 Non verranno liquidati contributi superiori a 3.000,00 per le fiere effettuate in Paesi extraeuropei e superiori ad 2.500,00 per le fiere nell'ambito europeo. Ciascuna impresa potrà beneficiare del contributo una sola volta all'anno. Il contributo viene concesso per non più di cinque anni per la stessa manifestazione, con riduzione del contributo concedile del 20% per il 4 e 5 anno. Per fruire delle agevolazioni le imprese devono presentare apposita domanda 30 giorni prima della manifestazione su carta intestata e con apposita marca da bollo da 16,00. CCIAA BOLOGNA: CONTRIBUTI ALLE IMPRESE PER PROGETTI DI RICERCA E INNOVAZIONE Il Contributo si propone di valorizzare l attività di ricerca finalizzata alla crescita e allo sviluppo competitivo delle imprese della provincia di Bologna assegnando un riconoscimento alle idee progettuali più brillanti e innovative, capaci di tradursi in sviluppo imprenditoriale. Obiettivo del contributo è incentivare la propensione dell imprenditoria bolognese alla ricerca, creatività e innovazione finalizzata al conseguimento di risultati economici e di crescita sul mercato. Sono ammissibili a contributo sia progetti condotti in totale autonomia dall impresa richiedente, sia progetti sviluppati in collaborazione con centri di ricerca pubblici o privati. Il contributo è destinato ai lavori di ricerca più brillanti e innovativi applicabili al mondo imprenditoriale, che abbiano ad oggetto le seguenti tecnologie: meccatronica, nanotecnologie, ecoinnovazione. Sono ammessi all assegnazione del contributo anche i progetti di ricerca già avviati, non prima del 1 maggio 2013, purché non ancora completati alla data di invio della domanda. Termini Data apertura sportello telematico: 1 ottobre 2013 Data chiusura sportello telematico: ore 13 dell'8 novembre 2013 Stanziamento e contributo Totale stanziamento: ,00. Contributo assegnato: alle imprese classificatesi ai primi posti della graduatoria di cui all art. 6 del bando saranno verranno assegnati contributi, pari al 50% delle spese preventivate ammissibili e comunque non oltre ,00 per singola impresa.

Newsletter 28/03/2013

Newsletter 28/03/2013 Newsletter 28/03/2013 Finanza Agevolata Bandi Nazionali CONTRIBUTO DEL 50% A FONDO PERDUTO PER L'AVVIO DI DITTE INDIVIDUALI FINO AD UN MASSIMALE DI 25.000 EURO + IVA Fondo per l'auto impiego costituito

Dettagli

Newsletter Luglio 2014

Newsletter Luglio 2014 Newsletter Luglio 2014 Finanza Agevolata Notizie MACCHINARI E BENI STRUMENTALI GODRANNO DI UN CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% Macchinari e beni strumentali godranno di un credito d imposta del 15% di cui però

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 8 Agosto 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 8 Agosto 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 8 Agosto 2013 REGIONE NEWS IN EVIDENZA CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO RETI PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ANNO 2013 Regione Emilia Romagna CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO PER LA

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 3 Marzo 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 3 Marzo 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 3 Marzo 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA BANDO INAIL 2012 Livello nazionale Predisposizione delle domande entro il 14 marzo 2013. Invio delle domande dopo

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA BANDO INAIL 2012 Livello nazionale MISURE PER LO SVILUPPO DELL OCCUPAZIONE GIOVANILE NEL SETTORE DELLA GREEN ECONOMY

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 Luglio 2013 REGIONE ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA AGEVOLAZIONI PER LA RICOLLOCAZIONE DI EX DIRIGENTI E QUADRI, DISOCCUPATI AI SENSI DELLA NORMATIVA VIGENTE Livello Nazionale

Dettagli

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 3/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati)

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 3/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) NEWS BANDI D INCENTIVO N. 3/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) INDICE DEI BANDI APERTI - (bandi di nuova apertura o nuove modifiche) Bando n 4: Contributi per deposito di brevetti

Dettagli

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 2/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati)

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 2/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) NEWS BANDI D INCENTIVO N. 2/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) INDICE DEI BANDI APERTI - (bandi di nuova apertura o nuove modifiche) Bando n 4: Contributi per deposito di brevetti

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE

BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE NUOVE IMPRESE Finanziamenti... CCIAA di RAVENNA BANDI 2015 Di seguito riportiamo i Bandi relativi all anno 2015 che la Camera di Commercio di Ravenna promuove a favore delle imprese del proprio territorio. BANDO PER

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE Allegato B Alla DG n.200 del 18/11/2014 BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI IN CONTO CAPITALE Premessa La Camera di Commercio di Fermo, nell ambito del Fondo Perequativo Accordo di Programma MISE- Unioncamere

Dettagli

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 1/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati)

NEWS BANDI D INCENTIVO N. 1/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) NEWS BANDI D INCENTIVO N. 1/2015 (contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati) INDICE DEI BANDI APERTI - (bandi di nuova apertura) Bando n 4: Contributi per deposito di brevetti nazionali e l

Dettagli

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Emilia-Romagna Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Obiettivo: supportare le imprese colpite dalle recenti avversità atmosferiche

Dettagli

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI REGIONE TOSCANA - INCENTIVI ALLE PMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI BENEFICIARI PMI in forma singola o associata, aventi sede o unità locale destinataria

Dettagli

FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA

FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2015 REGIONE IMPRESE REGIONE PMI aventi sede legale e/o operativa in Emilia Romagna Start Up Innovative e persone fisiche che intendano costituire una start up innovativa

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

N.I. 24/07 Bando di finanziamento a fondo perduto della Regione Piemonte. Agli Associati Comufficio Regione Piemonte Loro Sedi

N.I. 24/07 Bando di finanziamento a fondo perduto della Regione Piemonte. Agli Associati Comufficio Regione Piemonte Loro Sedi N.I. 24/07 Bando di finanziamento a fondo perduto della Regione Piemonte Agli Associati Comufficio Regione Piemonte Loro Sedi Associazione Nazionale Aziende distributrici Prodotti e servizi per l ufficio,

Dettagli

Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 17 settembre 2014 al 28 novembre 2014

Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 17 settembre 2014 al 28 novembre 2014 Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 17 settembre 2014 al 28 novembre 2014 Art. 1 - Finalità La Camera di Commercio di Rimini, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

26. NEWS BANDI APERTI

26. NEWS BANDI APERTI 26. NEWS BANDI APERTI INDICE DEI BANDI D INCENTIVO APERTI (bandi di nuova apertura) Bando n 4: Contributi per deposito di brevetti nazionali e l estensione di brevetti nazionali all estero. Bando n 29-2014:

Dettagli

CRITERI E MODALITA DI CONCESSIONE E DI REVOCA DEI CONTRIBUTI DI CUI ALLA L.R. 41/97 ART. 11 PROGETTI PER L ASSISTENZA TECNICA ANNO 2009

CRITERI E MODALITA DI CONCESSIONE E DI REVOCA DEI CONTRIBUTI DI CUI ALLA L.R. 41/97 ART. 11 PROGETTI PER L ASSISTENZA TECNICA ANNO 2009 Allegato 1 alla deliberazione della Giunta Provinciale n. del 19/05/2009 CRITERI E MODALITA DI CONCESSIONE E DI REVOCA DEI CONTRIBUTI DI CUI ALLA L.R. 41/97 ART. 11 PROGETTI PER L ASSISTENZA TECNICA ANNO

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N.10 Ottobre 2012 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NAZIONALI

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N.10 Ottobre 2012 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA NAZIONALI NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N.10 Ottobre REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA CREDITO DI IMPOSTA PER PROGETTI DI RICERCA COMMISSIONATI A UNIVERSITA' E ENTI PUBBLICI DI RICERCA Livello nazionale

Dettagli

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011

Circolare n 10. Oggetto. Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Quartu S.E., 03 ottobre 2011 Circolare n 10 Oggetto Legge di Finanziamento: Comunitaria Nazionale Regionale Comunale Settore: Artigianato, Commercio, Servizi, Industria ed Agricoltura La circolare fornisce

Dettagli

Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese

Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese ATTIVITÀ AMMISSIBILI - Attività manifatturiere (sezione C Classificazione ATECO 2007) - Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti

Dettagli

Piano straordinario per l'occupazione.

Piano straordinario per l'occupazione. Piano straordinario per l'occupazione. Il lavoro, il futuro. COMPetitività ASSI MISURA II.1 Innovation Voucher Misura di sostegno Innovation Voucher Categorie di destinatari Favorire la nascita di nuove

Dettagli

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp

Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp DIPARTIMENTO POLITICHE PER LO SVILUPPO Nuova Sabatini, Fondo Centrale di Garanzia per le PMI e CoopUp La normativa nazionale di supporto agli investimenti delle imprese cooperative ed altre opportunità

Dettagli

Sarà data priorità alle imprese che rientrino in una delle seguenti definizioni e nel seguente ordine:

Sarà data priorità alle imprese che rientrino in una delle seguenti definizioni e nel seguente ordine: AVVISO PUBBLICO PER LA CONCESSIONE A NUOVE IMPRESE E START UP DI CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO, FINALIZZATI ALLA COPERTURA PARZIALE DEGLI ONERI SOSTENUTI PER L AVVIO DELL ATTIVITA IMPRENDITORIALE. Premessa

Dettagli

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile

AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO. Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile PROVINCIA DI LIVORNO AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE DI LIVORNO Bando Provinciale a sostegno Imprenditoria Giovanile Premessa La Provincia promuove e finanzia interventi volti allo sviluppo di imprese giovanili

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Possibilità 1.CREDITO ADESSO 2014 2. SABATINI BIS 3.REGIONE LOMBARDIA - FONDO FRIM 4.BANDO PER L INNOVAZIONE DEL TERZIARIO 5. LOMBARDIA CONCRETA 6. BANDO

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

Scadenziario Friuli Venezia Giulia

Scadenziario Friuli Venezia Giulia EU Azzano Anno 0 Numero 0 N. 1 (Gennaio Febbraio 2008) Periodico di informazione a favore dei cittadini e delle imprese sulle opportunità di finanziamento Comunitarie Nazionali Regionali L Amministrazione

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME-VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA Art. 1. Finalità La Camera di Commercio di Siracusa, al fine

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO

CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO PAG. 1 1404 Allegato alla determinazione dirigenziale n. 131/PM del 18/02/2014 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA DI CUNEO BANDO PER LA CORRESPONSIONE DI CONTRIBUTI PER L'INNOVAZIONE

Dettagli

1 Contributo a fondo perduto fino a 7.000,00 per la redazione dei Piani di Azione per l'energia sostenibile (PAES).

1 Contributo a fondo perduto fino a 7.000,00 per la redazione dei Piani di Azione per l'energia sostenibile (PAES). 1 Contributo a fondo perduto fino a 7.000,00 per la redazione dei Piani di Azione per l'energia sostenibile (PAES). BENEFICIARI: Ente pubblico SPESE FINANZIATE: Risparmio energetico/fonti rinnovabili BANDO

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente.

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente. FONDO DI ROTAZIONE E operativo il nuovo fondo di rotazione istituito con Delibera della Giunta Provinciale n. 2168 del 11/10/20013 (ex art. 34 ter 1 della Legge Provinciale 13 dicembre 1999, n. 6). Il

Dettagli

D I S C I P L I N A R E

D I S C I P L I N A R E D I S C I P L I N A R E per la concessione di contributi in abbattimento del tasso di interesse, a fondo perduto e in abbattimento dei costi di commissione alle piccole/medie imprese, operanti in provincia

Dettagli

Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013

Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013 Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Pieve di Coriano, 2 ottobre 2013 1 Agevolazioni per le aziende colpite dal sisma Regione Lombardia Bando per la ricostruzione delle imprese lombarde colpite

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ADOZIONE DI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ADOZIONE DI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE PMI PER L ADOZIONE DI INTERVENTI DI RISPARMIO ENERGETICO Art. 1- DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio di Avellino, intende favorire

Dettagli

Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane

Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane Promuoviamo lo sviluppo delle imprese siciliane Comiso, Via Leonardo Sciascia, 98 Contatti 800 910 267 info@multifidi.it info@pmiragusa.it Potete immaginare, creare e costruire il luogo più meraviglioso

Dettagli

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile

Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Strumentazioni in favore dell imprenditoria femminile e giovanile Verona, 14 aprile 2014 Michele Pelloso Direttore Sezione Industria e Artigianato Assessorato all Economia e Sviluppo, Ricerca e Innovazione

Dettagli

Contributi, interventi, fondi e strumenti

Contributi, interventi, fondi e strumenti Contributi, interventi, fondi e strumenti Suggerimenti per ottenere agevolazioni per le Aziende dell Abruzzo, Sicilia Dopo un attenta ricerca, abbiamo individuato per le imprese la possibilità di accesso

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione:

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: Il modello Talent Lab di Calabria Innova Il Fondo Equity per le Imprese Innovative L acquisizione di servizi per l innovazione Luca Mannarino

Dettagli

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B

Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Veneto: L. R. 5/2001 Fondo di Rotazione per i finanziamenti agevolati alle piccole e medie imprese (PMI) Sezione A, Sezione B Scadenze Fino ad esaurimento fondi. In breve La SEZIONE A del Fondo di rotazione

Dettagli

Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 1 ottobre 2015 al 30 novembre 2015

Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 1 ottobre 2015 al 30 novembre 2015 Bando per la creazione ed il sostegno alle nuove imprese Bando aperto dal 1 ottobre 2015 al 30 novembre 2015 Art. 1 - Finalità La Camera di Commercio di Rimini, nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO

FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Incontro informativo su FINANZIAMENTI E INCENTIVI PER LE IMPRESE DEL SETTORE TURISTICO Sede di Nocera Frigor Srl - Via Soleto, Martano (Lecce) 8 novembre 2010 Antonio Nocera Nocera Frigor Srl Salvatore

Dettagli

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo

Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di Investimento PIA Turismo Regolamento 30 Dicembre 2009 n. 36 della Regione Puglia dei Regimi di Aiuto in esenzione per le imprese turistiche Titolo III Aiuti alle Medie Imprese e ai Consorzi di PMI per i Programmi Integrati di

Dettagli

DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE

DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE Obiettivo DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE Il Bando in attuazione della Legge Regionale 30 maggio 2014, n. 13 Disciplina dei distretti industriali,

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali Nota informativa REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali BENEFICIARI a) Imprese di grandi dimensioni (imprese che occupano

Dettagli

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO PROGETTI MIRATI ATTI A FAVORIRE LA PROMOZIONE INTERNAZIONALE E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI E DELLE ASDI Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente

Dettagli

BANDO 2011 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA

BANDO 2011 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA BANDO 2011 PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE P.M.I. PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI VIDEOALLARME VIDEOSORVEGLIANZA ANTIRAPINA Art. 1 Finalità 1. La Camera di Commercio di Lecce, al fine

Dettagli

Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI

Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI Allegato 1 alla D.C. n. 15 del 22 dicembre 2008 REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI, SUSSIDI ED AUSILI FINANZIARI TITOLO I CRITERI GENERALI ART. 1 PRINCIPI 1. Il presente regolamento

Dettagli

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni

La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia. 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni La cooperazione che fa cooperazione. Il petrolio verde che fa economia 2 ottobre 2010 Cuneo, Sala San Giovanni Data ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2010 Progetto di filiera e realtà coinvolte 2 Sommario

Dettagli

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP

Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP Consorzio UNI.T.I. Modalita attuative FONDO START UP luglio 2013 1 1. PREMESSA Il Consorzio UNI.T.I. ha come obiettivo la realizzazione di un programma dell Università degli Studi di Genova per il supporto

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 4 Aprile 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA. BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE RETI DI IMPRESE Livello Regionale

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 4 Aprile 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA. BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE RETI DI IMPRESE Livello Regionale NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 4 Aprile 2013 REGIONE LOMBARDIA NEWS IN EVIDENZA BANDO PER IL SOSTEGNO ALLE RETI DI IMPRESE Livello Regionale BANDO SMART CITIES AND COMMUNITIES Livello Regionale DOTE

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE:

INCENTIVI ALLE IMPRESE: INCENTIVI ALLE IMPRESE: QUANDO COME E QUANTO Roma, 15-16 Febbraio 2014 Cari amici, questo opuscolo nasce con l auspicio di essere un valido punto di partenza per esplorare le possibilità messe in campo

Dettagli

Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito. Alba, 22 novembre 2013 - Luisa Silvestro Camera di commercio di Cuneo

Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito. Alba, 22 novembre 2013 - Luisa Silvestro Camera di commercio di Cuneo Camera di commercio di Cuneo: servizi e opportunita di accesso al credito La riforma delle Camere di commercio Il D. Lgs. 23/2010 modifica la L. 580/1993 L art. 2 della nuova legge 580/1993 riconosce nuove

Dettagli

INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA

INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA Luglio 2004 INCENTIVI ALLE IMPRESE: IL PANORAMA IN TOSCANA Agricoltura Piano di Sviluppo Rurale: Misure 1, 9.5, 9.8, 8.1, 8.2 2 OCM Vitivinicolo.3 Credito d imposta per l Agricoltura...3 Artigianato e

Dettagli

PROGETTO COMPLESSO IDENTITA, INNOVAZIONE, AMBIENTE SETTORE E FILIERA DELLA CERAMICA

PROGETTO COMPLESSO IDENTITA, INNOVAZIONE, AMBIENTE SETTORE E FILIERA DELLA CERAMICA PROGETTO COMPLESSO IDENTITA, INNOVAZIONE, AMBIENTE SETTORE E FILIERA DELLA CERAMICA Soggetti destinatari e settori di attività ammissibili Soggetti destinatari: 1. Sono invitate a presentare i programmi

Dettagli

ALLEGATO D - SCHEDA INFORMATIVA FONDO POR I.3

ALLEGATO D - SCHEDA INFORMATIVA FONDO POR I.3 ALLEGATO D - SCHEDA INFORMATIVA FONDO POR I.3 La presente scheda informativa sintetizza le modalità di funzionamento del FONDO POR I.3 gestito da Lazio Innova. La scheda informativa non sostituisce lo

Dettagli

(Approvato con deliberazione C.C. n. 71 del 30/11/2010) TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE

(Approvato con deliberazione C.C. n. 71 del 30/11/2010) TITOLO I DISPOSIZIONI DI CARATTERE GENERALE REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI, SOVVENZIONI ED ALTRI VANTAGGI ECONOMICI NELL AMBITO DELL ARTIGIANO, DELL INDUSTRIA, DEL COMMERCIO E DELL AGRICOLTURA. (Approvato con deliberazione C.C. n.

Dettagli

FAQ Frequently Asked Questions

FAQ Frequently Asked Questions FAQ Frequently Asked Questions risposte a quesiti frequenti LR 11/2011 articolo 2 commi 85 e 86 regolamento emanato con DPReg 312/2011 vers. 3/2012 1) Domande generali sul procedimento contributivo 2)

Dettagli

REGOLAMENTO DEL "FONDO PER LA SICUREZZA A BENEFICIO DELLE IMPRESE MAGGIORMENTE ESPOSTE A FATTI CRIMINOSI

REGOLAMENTO DEL FONDO PER LA SICUREZZA A BENEFICIO DELLE IMPRESE MAGGIORMENTE ESPOSTE A FATTI CRIMINOSI REGOLAMENTO DEL "FONDO PER LA SICUREZZA A BENEFICIO DELLE IMPRESE MAGGIORMENTE ESPOSTE A FATTI CRIMINOSI ART.1 - FINALITA 2015 Il presente intervento è rivolto all istituzione, da parte della Camera di

Dettagli

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO

REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO REGOLAMENTO CONTRIBUTI A FAVORE DELLE IMPRESE UMBRE PER LA PARTECIPAZIONE A FIERE IN ITALIA E ALL'ESTERO ANNO 2015 1 Articolo 1 - Finalità Il Centro Estero Umbria, al fine di agevolare l internazionalizzazione

Dettagli

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA

CAMERA DI COMMERCIO DI BRESCIA NEWSLETTER n. 3 SETTEMBRE 2015 Pubblichiamo un estratto delle ultime informazioni relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. Evidenziamo, fra le opportunità nella sezione Regione Lombardia,

Dettagli

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA.

BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA. BANDO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI ALLE IMPRESE SITE NEI CENTRI URBANI PER L ACQUISTO E L INSTALLAZIONE DI SISTEMI DI SICUREZZA. Art. 1 - DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA. N. 2 Febbraio 2013 REGIONE LOMBARDIA IN EVIDENZA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA. N. 2 Febbraio 2013 REGIONE LOMBARDIA IN EVIDENZA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 2 Febbraio 2013 REGIONE LOMBARDIA IN EVIDENZA BANDO INAIL 2012 Livello nazionale Predisposizione delle domande entro il 14 marzo 2013. Invio delle domande dopo l 8 di

Dettagli

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI

C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI C.C.I.CA.A.DI VARESE - AGEVOLAZIONI A FAVORE DI PMI INTERVENTI DI CREDITO AGEVOLATO PER I SETTORI ARTIGIANATO, COMMERCIO, INDUSTRIA Anno 2005 (di cui alla deliberazione della Giunta Camerale n. 14 del

Dettagli

Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie

Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie Progetto Giovanisì Avvio e consolidamento di impresa nella Regione Toscana Sezione Commercio, Turismo, attività terziarie Presentazione dell agevolazione Il presente documento illustrativo ha natura meramente

Dettagli

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA

BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA BANDO PER IL SOSTEGNO DELLA PICCOLA IMPRENDITORIA INNOVATIVA PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello

Dettagli

P.O.R. MARCHE Obiettivo 2 FSE 2007/2013 Assi I, II e III Annualità 2010 e 2011

P.O.R. MARCHE Obiettivo 2 FSE 2007/2013 Assi I, II e III Annualità 2010 e 2011 PROVINCIA DI FERMO SETTORE FORMAZIONE PROFESSIONALE, SCUOLA E POLITICHE DEL LAVORO P.O.R. MARCHE Obiettivo FSE 007/013 Assi I, II e III Annualità 010 e 011 SCADENZA 15/04/011 AVVISO PUBBLICO INCENTIVI

Dettagli

Bando per la concessione di contributi alle imprese per l innovazione tecnologica anno 2013

Bando per la concessione di contributi alle imprese per l innovazione tecnologica anno 2013 Bando per la concessione di contributi alle imprese per l innovazione tecnologica anno 2013 La Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Padova nell ambito delle iniziative promozionali

Dettagli

Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale

Art. 1 Oggetto, importo e spese ammissibili al contributo camerale Bando per la concessione di contributi alle imprese per la realizzazione o integrazione di siti web con sistemi di gestione completa della transazione e pagamento elettronico (e-commerce) 1. La Camera

Dettagli

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI OBIETTIVO SPECIFICO CREAZIONE DI IMPRESA GIOVANILE SETTORE MANIFATTURIERO,

Dettagli

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE

COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE Pag. 1 di 5 COMUNE DI CASTEL BOLOGNESE PROVINCIA DI RAVENNA REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEL ALLA PICCOLA IMPRESA COMMERCIALE - Approvato con delibera di Consiglio comunale n. 23 del 28/04/2008 N\regolamenti

Dettagli

Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo

Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo Regolamento per la concessione di contributi in conto interesse alle imprese dei settori artigianato, commercio e turismo Approvato con delibera consiliare n. 49 del 23 aprile 2004 Modificato con delibera

Dettagli

ALLEGATO1 - DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L'OTTENIMENTO DI FINANZIAMENTI LR 18

ALLEGATO1 - DISPOSIZIONI OPERATIVE PER L'OTTENIMENTO DI FINANZIAMENTI LR 18 SETTORE SVILUPPO ECONOMICO, SOCIALE E CULTURALE Servizio Economia e Politiche Comunitarie Tel. +39 (0)437 959 216 Fax +39 (0)437 959184 email: l.ricci@provincia.belluno.it attivita.produttive@provincia.belluno.it

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI

REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI REGOLAMENTO PER LA CONCESSIONE DI CONTRIBUTI PER L AVVIO DI NUOVE ATTIVITA IMPRENDITORIALI (Approvato dalla Giunta camerale con atto n. 38 del 24/02/2014) Art. 1 Finalità Nel quadro delle proprie iniziative

Dettagli

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014

BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 BANDO IMPRENDITORIA INNOVATIVA 2014 PREMESSE MagVenezia e Consorzio Finanza Solidale realizzano da oltre 20 anni sul territorio del veneziano un attività finanziaria a sostegno dello sviluppo dell imprenditoria

Dettagli

OCM Vino Investimenti 2014/2015. Contributo a fondo perduto fino al 40% per supportare investimenti del settore vitivinicolo.

OCM Vino Investimenti 2014/2015. Contributo a fondo perduto fino al 40% per supportare investimenti del settore vitivinicolo. SCHEDE DESCRITTIVE AGEVOLAZIONI ED INCENTIVI OCM Vino Investimenti 2014/2015. Contributo a fondo perduto fino al 40% per supportare investimenti del settore vitivinicolo. SETTORI DI ATTIVITÀ: Agricoltura,

Dettagli

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI

MODALITA ATTUATIVE PER LA CONCESSIONE DELLE AGEVOLAZIONI 2 ALLEGATO A) UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE LIGURIA OBIETTIVO COMPETITIVITA REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese Nota informativa REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese BENEFICIARI a) Imprese di piccole dimensioni (imprese che occupano meno di 50 dipendenti e

Dettagli

dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese.

dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese. dicembre2012 L età dello sviluppo Strumenti finanziari a sostegno delle imprese. 1. LʼOGGETTO PO FESR 2007-2013 Asse VI. Linea 6.1, azione 6.1.10, Titolo III Medie imprese ed ai Consorzi di PMI per Programmi

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per le politiche di internazionalizzazione e la promozione degli scambi IL DIRETTORE GENERALE VISTO il Decreto Legge 22 giugno 2012 n. 83, convertito

Dettagli

BANDI MINISTERIALI. Finprogetti

BANDI MINISTERIALI. Finprogetti SETTEMBRE 2014 NEWS - PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO IN AMBITO HORIZON 2020 (domande dal 30 settembre 2014) - DISEGNI +2 (domande dal 11 novembre 2014) - L.R. 34/04 PROGRAMMA PER LE ATTIVITA PRODUTTIVE

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI

LINEE GUIDA ALLA RENDICONTAZIONE DEI PROGETTI FONDO ROTATIVO DI FINANZA AGEVOLATA DENOMINATO FONDO ENERGIA INTERVENTO CO-FINANZIATO DAL P.O.R. FESR 2007-2013 REGIONE EMILIA ROMAGNA, ASSE 3- QUALIFICAZIONE ENERGETICO AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE

Dettagli

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA,

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA, BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA, Accordo Programma MISE- Unioncamere 2012 Budget : 40.000,00 1. Premessa

Dettagli

Finalità e caratteristiche delle agevolazioni, soggetti beneficiari, spese ammissibili

Finalità e caratteristiche delle agevolazioni, soggetti beneficiari, spese ammissibili Circolare del 30 ottobre 2013 Pag. 1 di 7 Circolare Numero 38/2013 Oggetto INCENTIVI FINANZIARI DELLA REGIONE VENETO PER PROGRAMMI DI RICERCA E SVILUPPO: I FONDI EX L.R. N.5/2001 SEZ.C E L.R. 9/2007 Contenuto

Dettagli

INCENTIVI PER LE IMPRESE. N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore

INCENTIVI PER LE IMPRESE. N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore INCENTIVI PER LE IMPRESE N. Nome bando Scadenza Benficiari Intervento max ammissibile Ente Gestore 1 PIA A sportello Piccole-medie imprese Da 200.000,00 a 1.000.000,00 2 Titolo II A sportello Microimprese

Dettagli

STUDIO INTERPROFESSIONALE

STUDIO INTERPROFESSIONALE STUDIO INTERPROFESSIONALE 20149 Milano, Via Cuneo 4 21047 Saronno (VA), Vicolo del Caldo 30 * 6902 Lugano Paradiso - CH, V. San Salvatore 10 P.O. Box 461 Tel. 02.967.048.43 - Fax 02.967.048.09 www.interprofessionale.net

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari

FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari FOGLIO INFORMATIVO In conformità alle Disposizioni in materia di trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari PROGETTO FACILITO GIOVANI E INNOVAZIONE SOCIALE Finalità Gli obiettivi specifici

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 6 GIUGNO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 6 GIUGNO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 6 GIUGNO 2015 REGIONE ROMAGNA ANTICIPAZIONI CREDITO DI IMPOSTA PER L'ATTIVITA' DI RICERCA E SVILUPPO SUGLI INVESTIMENTI EFFETTUATI NEL PERIODO DI IMPOSTA 2015/2019 -

Dettagli

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA

PROVINCIA REGIONALE DI ENNA PROVINCIA REGIONALE DI ENNA Regolamento PRESTITO D ONORE (Delibere C.P. 27/04, 4/05 ) ------------------------------- La Provincia Regionale di Enna, IV Settore Programmazione e Sviluppo Economico concede

Dettagli

BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI

BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI BANDO A SOSTEGNO DELLA REALIZZAZIONE DI NUOVE IDEE IMPRENDITORIALI IN PROVINCIA DI LODI Mantenere il lavoro, la propria abitazione e assicurarsi con continuità l'accesso al cibo in questi anni è diventato

Dettagli

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari

COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari COMUNE DI VALLEDORIA Provincia di Sassari REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DELLE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE OPERANTI NEL COMUNE DI VALLEDORIA (POIC) Fondo PISL POIC FSE. (approvato con deliberazione

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 LUGLIO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 LUGLIO 2015 REGIONE EMILIA ROMAGNA NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 7 LUGLIO 2015 REGIONE ROMAGNA NEWS IN EVIDENZA PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO DELLE IMPRESE - Regione Emilia Romagna - Contributi a fondo perduto. VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli