PMI. SCADENZARIO RAGIONATO DELLE OPPORTUNITÀ CONTENUTE NEI BANDI COMUNITARI E REGIONALI Settembre 2014

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PMI. SCADENZARIO RAGIONATO DELLE OPPORTUNITÀ CONTENUTE NEI BANDI COMUNITARI E REGIONALI Settembre 2014"

Transcript

1 Finanziamenti PMI SCADENZARIO RAGIONATO DELLE OPPORTUNITÀ CONTENUTE NEI BANDI COMUNITARI E REGIONALI Settembre 2014 a cura di CINZIA BOSCHIERO Per domande o segnalazioni: LEGENDA - Grado di anticipazione della notizia rispetto all uscita in Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea espresso in numero di stelle HHHHH (5 stelle = massima anticipazione) - Grado di difficoltà nella partecipazione: livello espresso da 1 a 5 (L. 1 ecc.). La valutazione del livello fa riferimento alla tipologia della modulistica (complicata ecc.), ai tempi di attesa (tra l inoltro e la comunicazione di avvenuto vaglio e approvazione), ai tempi per l arrivo dei fondi ecc. Fondi per sicurezza alimentare, trasferimento di know how e progetti di cooperazione

2 Troppi i fondi europei che non vengono utilizzati in modo appropriato o per i quali non si presentano progetti adeguati. Mancano i funzionari pubblici che sappiano creare progetti validi e che conoscano le lingue. Solo la Sardegna ha oltre 350 milioni di euro inutilizzati. Secondo la Commissione europea, meno del 50% dei partner industriali usa i fondi pubblici in modo strategico e solamente il 22% delle pmi che partecipano ai programmi europei sono orientate all innovazione. Inoltre, le piccole e medie imprese spesso pur essendo al corrente dei programmi a supporto dell internazionalizzazione, non riescono a parteciparvi perché molti bandi richiedono più soldi per un consulente e per la modulistica da presentare che quelli che riceverebbero, soprattutto per bandi gestiti per esempio da enti camerali. Sulla base di queste evidenze, nel periodo di programmazione la Commissione europea intende supportare le piccole e medie imprese mediante un approccio integrato che sostenga le aziende durante tutto il ciclo innovativo. In particolare, nel corso di Horizon 2020 sarà obbligatorio che 13% del budget all interno di ognuno dei Work Programme LEITs (secondo pilastro) e Societal Challenges (terzo pilastro) sia destinato a beneficio delle pmi mediante il loro coinvolgimento in progetti collaborativi. In questo inserto bandi dello Strumento PMI che è uno schema di finanziamento (type of action) pensato per quelle aziende che sviluppano innovazione di prodotto, di servizio, di processo e di business model al fine di guadagnare competitività sui mercati nazionali e internazionali 2 BANDI E FONDI COMUNITARI HHH L. 4 EUROPEANA Contenuto: si può partecipare a un bando del Meccanismo per collegare l Europa - Bando CEF- TC Europeana. E all interno del programma di lavoro per sovvenzioni in materia di reti transeuropee di telecomunicazione nel quadro del meccanismo per collegare l Europa per il periodo (rif. Guue 131/7 del 30/04/2014). Il bando è stato pubblicato dalla Commissione europea (DG CNET) per il sostegno a progetti di interesse comune nel settore delle infrastrutture di telecomunicazioni, in particolare con riferimento all accesso alle risorse digitali del patrimonio europeo tramite Europeana. Lanciata nel 2008 come punto d accesso multilingue alle risorse digitali del patrimonio europeo, Europeana raccoglie attualmente circa 30 milioni di contenuti digitalizzati provenienti da oltre duemila istituti di tutta Europa. La sua dotazione include libri, film, dipinti, giornali, archivi sonori, mappe, manoscritti. Per realizzare il suo pieno potenziale, l infrastruttura esistente deve essere mantenuta e potenziata. Con il sostegno del CEF, Europeana dovrebbe svilupparsi in una piattaforma di servizi e risorse ampiamente riconosciuta, non solo per i riferimenti di metadati, ma anche per l accesso a contenuti culturali, strumenti e tecnologie, progetti e altri servizi. «La cultura», sottolinea il dott. Amos Nannini, Presidente della Società Umanitaria, «è alla base dello sviluppo di ogni nazione, per questo come ente morale, non solo con la nostra biblioteca e le nostre mostre creiamo progetti europei di valorizzazione culturale e formativa, ma realizziamo anche iniziative utili alla società come il programma Mentore (www.umanitaria.it) per i giovani che rischiano di abbandonare gli studi da oltre quindici anni in cinque sedi (Milano, Roma, Napoli, Alghero, Trento), coinvolgendo oltre 60 scuole primarie, 250 Méntori volontari e con 230 minori seguiti nell ultimo anno. Servono servizi chiave come questi». Il CEF sostiene la manutenzione e l ulteriore ampliamento della piattaforma di servizi chiave (core service platform) di Europeana. In particolare i fondi cofinanziano progetti per migliorare i dati e l infrastruttura di aggregazione al fine di preservare l accesso ai contenuti già accessibili, migliorare la qualità dei dati e dei metadati, consentire l incorporazione di nuovi contenuti cercando di bilanciare l espansione geografica, ottimizzare l interazione con gli aggregatori; migliorare i meccanismi di distribuzione dei contenuti (API, applicazioni per cellulari) al fine di massimizzare la visibilità degli stessi e il coinvolgimento degli utenti; sviluppare partnership con comunità come Wikipedia, Facebook per portare i contenuti digitali in spazi in cui gli utenti hanno l abitudine di navigare, per accelerarne la reperibilità e l uso; incoraggiare i nuovi detentori di contenuti a unirsi a Europeana, favorendo il loro coinvolgimento attivo; fornire informazioni sulle condizioni di riuso, i servizi di licenza e/o l accesso diretto ai contenuti, favorendo lo sviluppo di servizi a valore aggiunto e il riuso innovativo del patrimonio culturale; promuovere l interazione con la comunità delle parti interessate organizzando eventi paneuropei e forum di discussione; sviluppare strategie e modelli di business per raggiungere l autosostenibilità. Sono stati stanziati 8,9 milioni di euro. A chi rivolgersi: cef_telecom/apply_for_funding/2014_cef_telecom_ call_-_europeana.htm

3 HHH L. 3 MEDIA Contenuto: è aperto un bando del sottoprogramma Media che cofinanzia progetti atti a favorire l integrazione europea attraverso la cultura fornendo nuove versioni sottotitolate di programmi televisivi selezionati in tutta Europa (rif. Call for proposals - EAC/S16/ Fostering European integration through culture by providing new subtitled versions of selected TV programmes across all Europe - EAC/S16/2014). L obiettivo del bando è testare il valore aggiunto derivante dalle versioni sottotitolate sulla circolazione on line e la divulgazione della programmazione culturale audiovisiva europea nell Unione Europea. Concretamente, il risultato che ci si aspetta dal lancio del progetto pilota è la fornitura di almeno 600 ore di contenuto culturale audiovisivo sottotitolato diffuso on-line in più territori, e una valutazione dell impatto di questa azione. Il bando intende quindi sostenere la fornitura di un servizio di media audiovisivo non lineare o di un servizio web consistenti in un minimo di 600 ore di factual audiovisual content europeo esistente. Questo contenuto deve essere reso disponibile in almeno due ulteriori lingue ufficiali comunitarie grazie alla sottotitolazione. Per factual audiovisual content si intende un contenuto audiovisivo avente un forte valore aggiunto culturale; pertanto non sono ammissibili servizi focalizzati sul cinema o sulla fiction televisiva o l animazione, così come quelli riguardanti l intrattenimento, lo sport, i notiziari e l attualità. Il servizio deve essere disponibile da almeno due anni, deve già avere un pubblico nel Paese di origine ed essere già disponibile nelle aree individuate per la nuova offerta linguistica. Possono essere cofinanziate anche attività promozionali, incluso lo sviluppo e attuazione di una strategia di marketing per il servizio, attività di ricerca per misurare l impatto dell azione sul pubblico, in particolare la sua diffusione, il profilo e il comportamento degli utenti; l organizzazione di un evento per divulgare i risultati finali del progetto pilota e condividerli con altri stakeholder e policy maker dell Unione Europea. La durata del progetto proposto deve essere massimo 24 mesi. Possono presentare candidature fornitori di servizi di media audiovisivi non lineari o di servizi web con una massa critica di contenuto audiovisivo. Questi soggetti devono essere stabiliti in uno degli Stati comunitari. Il budget stanziato ammonta a 1,5 milioni di euro. Il contributo europeo potrà coprire fino al 60%dei costi totali ammissibili del progetto. A chi rivolgersi: index_en.htm HH L. 2 CULTURA FINANZIAMENTI PMI Contenuto: è aperto un bando per il premio dell Unione Europea per il patrimonio culturale/europa Nostra Awards - edizione Il prestigioso riconoscimento europeo viene assegnato ogni anno all eccellenza nel campo della conservazione del patrimonio culturale. Lanciato per la prima volta dalla Commissione europea nel 2002 con il sostegno del programma «Cultura» (oggi sostituito dal nuovo programma «Europa Creativa»), il Premio individua e valorizza pratiche esemplari nella conservazione del patrimonio culturale, in modo da stimolare lo scambio di esperienze e conoscenze in tutta Europa, accrescere la sensibilizzazione e l apprezzamento da parte del pubblico sul patrimonio culturale europeo e incoraggiare lo sviluppo di ulteriori iniziative eccellenti attraverso la «forza dell esempio». Per il 2015 potranno essere premiati fino a trenta progetti eccellenti e saranno selezionati anche fino a sette vincitori del «Gran Prix», a cui spetterà una somma pari a diecimila euro ciascuno. E prevista, inoltre, l assegnazione di 1 «Public Choise Award», che verrà attribuito a un progetto, fra quelli premiati, votato dal pubblico attraverso il sito di Europa Nostra. Possono concorrere per il Premio progetti rientranti in vari settori quali patrimonio architettonico (singoli edifici o gruppi di edifici in ambienti rurali o urbani; aggiunte o modifiche di edifici, o nuovi progetti di costruzione in aree storiche; strutture e siti di ingegneria e industriali); paesaggi culturali (nuclei storici urbani o vedute di città, piazze e paesaggi urbani);parchi e giardini storici, ampie aree di paesaggio progettato o di importanza culturale, ambientale e/o agricola; siti archeologici, incluso l archeologia subacquea; opere d arte e collezioni: collezioni di rilievo artistico e storico o opere d arte antiche; patrimonio culturale intangibile. Le categorie riguardano la conservazione (realizzazioni significative nel campo della conservazione, della valorizzazione e dell adattamento a nuovi utilizzi del patrimonio culturale); la ricerca e digitalizzazione (attività di ricerca e progetti di digitalizzazione di rilievo che determinano effetti tangibili nella conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa). E previsto anche un contributo esemplare di individui o organizzazioni ovvero si tratta di una categoria rivolta a persone o organizzazioni i cui contributi nel corso di un lungo periodo (minimo dieci anni) dimostrino l eccellenza nella tutela, conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale in Europa, superando le aspettative di un dato contesto; istruzione, formazione e sensibilizzazione (iniziative notevoli nell ambito dell istruzione, formazione e sensibilizzazione nel campo del patrimonio culturale tangibile, per promuovere e/o contribuire allo sviluppo sostenibile dell ambiente costruito). Le candidature possono essere presentate da soggetti dei Paesi ammissibili al programma Europa Creativa, ossia Stati dell Unione Europea, Paesi candidati e Paesi potenziali candidati. Si precisa che i progetti da questi Paesi sono ammissibili per il Premio dell UE e quindi per il premio in denaro. Tuttavia, progetti provenienti da Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Vaticano, Moldova, Principato di Monaco, Federazione Russa, San Marino, Svizzera e Ucraina possono essere proposti per l Europa Nostra Award. A chi rivolgersi: HH L. 2 3

4 4 EIBURS Contenuto: è aperto un bando per tre borse di studio EIBURS. L Istituto della Banca europea per gli investimenti propone queste nuove borse all interno del Programma Sapere (rif. GUCE/GUUEGUUEC 186/8 del 18/06/2014). Si tratta di uno dei tre programmi di sostegno alle università rientranti nell ambito del Programma Sapere della BEI. EIBURS offre borse di studio a centri di ricerca universitaria impegnati in filoni o temi di ricerca di significativo interesse per la Banca. Le borse di studio vengono assegnate, con procedura selettiva, a facoltà o istituti di ricerca universitari stabiliti nei Paesi UE, nei Paesi candidati o potenziali candidati che abbiano competenza riconosciuta in settori d interesse della BEI, così che possano espandere le loro attività in tali aree. La borsa consentirà all`istituto beneficiario di ricevere fino a 100mila euro all anno per un periodo di tre anni. Per l anno accademico 2014/2015 EIBURS ha individuati tre ambiti di ricerca per le borse di studio ovvero analisi economica degli investimenti nell efficienza energetica (EE); evoluzione demografica nell UE, i «grandi vecchi» e la necessità di elaborare modelli innovativi per migliorare l efficienza del sistema di assistenza agli anziani; impatto della microfinanza sull inclusione finanziaria e sociale in Europa. A chi rivolgersi: FORMAZIONE H L. 1 EAC/S11/13 Contenuto: è aperto un bando nell ambito del programma ErasmusPlus a sostegno dei settori dell istruzione, formazione, gioventù e sport (Rif. Guue 362/62 del 12/12/2013). In particolare è aperto un bando per progetti di mobilità individuale esclusivamente nel settore della gioventù; un bando che cofinanzia partenariati strategici esclusivamente nel settore della gioventù e fondi per progetti che incentivino un dialogo strutturato e attività di incontro tra giovani e i responsabili decisionali nel settore della gioventù. Possono partecipare tutti i 28 Paesi dell Unione Europea, i Paesi EFTA/ SEE, la Svizzera e i Paesi candidati. Il programma nel suo complesso ha un budget di 1507,3 milioni di euro, così ripartiti ovvero per Istruzione e formazione 1305,3 milioni di euro; per Gioventù 174,2 milioni di euro; per azioni Jean Monnet 11,2 milioni di euro e per progetti inerenti lo sport di 16,6 milioni di euro. A chi rivolgersi: ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/tools FORMAZIONE HHHH L. 24 HERCULE III FINANZIAMENTI PMI Contenuto: è aperto un bando del programma comunitario Hercule III che cofinanzia progetti di formazione e studi in campo giuridico (rif. GUUEC 227/16 del 17/07/2014). Si punta a migliorare il grado di sviluppo della tutela giuridica e giudiziaria degli interessi finanziari dell Unione Europea contro le frodi tramite la promozione di analisi di diritto comparato. Si punta a dare sostegno ad azioni mirate a sviluppare attività di ricerca di alto profilo, compresi gli studi di diritto comparato; migliorare la cooperazione tra professionisti e accademici (mediante conferenze, seminari e workshop), compresa l organizzazione della riunione annuale dei presidenti delle associazioni per il diritto penale europeo e la tutela degli interessi finanziari dell Unione Europea; sensibilizzare i giudici, i magistrati e altri professionisti del settore legale sulla tutela degli interessi finanziari dell Unione, anche mediante la pubblicazione delle conoscenze scientifiche in materia. Le tematiche sono diverse tra cui lo sviluppo futuro dell OLAF e degli altri organismi europei incaricati della tutela degli interessi finanziari dell Unione Europea; l istituzione della Procura europea; gli aspetti giuridici della cooperazione tra OLAF e altre agenzie anti-frode, comprese le autorità doganali, di polizia e giudiziarie; il diritto e le prassi amministrative in materia di lotta contro le frodi negli Stati membri, comprese le ispezioni e le sanzioni in materia di Iva e, in particolare, la cooperazione tra le autorità fiscali e giudiziarie nelle indagini sulle frodi Iva; il diritto e le prassi amministrative in materia di indagini dell OLAF, con particolare attenzione alle garanzie procedurali; progetti di prevenzione e sensibilizzazione sulle frodi, in particolare procedure che definiscono blacklist e sistemi di allarme rapido nei settori in cui l`unione Europea fornisce un rilevante sostegno finanziario o in cui svolge un ruolo significativo, come l assistenza esterna e la ricerca e sviluppo; studi di diritto comparato sull`impatto dei termini di prescrizione sulla tutela penale degli interessi finanziari e rapporti tra procedure di diritto penale e termini di prescrizione per il recupero dei fondi; sanzioni amministrative, disciplinari e penali, in particolare nel settore delle dogane e del contrabbando e relazione tra tali sanzioni e le procedure per la loro applicazione; studi e progetti di cooperazione per norme nazionali e/o comunitarie in materia di valutazione della dimensione finanziaria della frode contro gli interessi finanziari dell Unione Europea e recupero dei fondi. Inoltre possono essere cofinanziati progetti sul miglioramento dello scambio di informazioni sulle transazioni sospette e la sua efficacia a fini antifrode quali segreto bancario, fiduciario, fiscale e assistenza efficace (amministrativa o giudiziaria) in materia di criminalità economica; strutture imprenditoriali transnazionali e maggiore responsabilità (penale e civile) per reati finanziari; individuazione di nuove minacce contro gli interessi finanziari dell Unione Europea come risultato di nuovi sviluppi di policy. Il contributo comunitario può coprire fino all 80%dei costi totali ammissibili del progetto (in casi eccezionali e debitamente giustificati, la percentuale di cofinanziamento può arrivare fino 90%dei costi ammissibili). Sono stati stanziati 550mila euro. A chi rivolgersi: Commissione europea Ufficio europeo per la lotta contro la frode (OLAF) - ec.europa.eu/ anti_fraud/index_it.htm INNOVAZIONE

5 HH L. 2 HORIZON 2020 Contenuto: sono aperti diversi bandi di Horizon 2020 che è il nuovo programma quadro di ricerca e innovazione per il periodo e del programma di ricerca e formazione della Comunità europea dell energia atomica ( ) che integra il programma Orizzonte 2020 (rif. GUUEC 361/9 del 11/12/2013). Sono previsti oltre sessanta bandi che coprono tutti e tre i pilastri in cui è strutturato Horizon 2020 ovvero Eccellenza scientifica, Leadership industriale, Sfide della società e per i quali sono stati stanziati complessivamente circa 15 miliardi di euro per il biennio. I primi bandi per il 2014 hanno un budget di 7,8 miliardi di euro così distribuiti: al pilastro Eccellenza scientifica sono stati assegnati tre miliardi di euro, di cui circa 1,7 miliardi di euro dal Consiglio europeo della ricerca per sostenere ricercatori di alto livello e 800 milioni di euro per le borse di ricerca Marie Sklodowska-Curie rivolte ai giovani ricercatori. «Fare ricerca e progetti europei», dice il prof. Gianluca Tartaglia, Università di Milano, «è fondamentale per lavorare in rete e per avanzare nello sviluppo di nuove terapie per esempio nel settore medico-scientifico. La Clinica SST (www.clinicasst.it) collabora con team internazionali e abbiamo per esempio fatto degli studi su nuove tecnologie e terapie nel settore odontoiatrico con team di altre discipline. Sono emersi dati sull interazione tra salute dentale e una serie di altre patologie come l alzheimer e il diabete». Per il pilastro Leadership industriale è destinato il budget di 1,8 miliardi di euro per sostenere la leadership industriale europea in settori chiave come le Tic, le nanotecnologie, la robotica, le biotecnologie e la ricerca spaziale. Per il pilastro Sfide della società, invece, sono stati stanziati 2,8 miliardi di euro per sostenere progetti innovativi nel quadro di sette aree prioritarie, quali sanità; agricoltura, ricerca marittima e bio-economia; energia; trasporti; azione per il clima, ambiente, efficienza sotto il profilo delle risorse e materie prime; società innovative e inclusive; sicurezza. Tutti i dettagli si trovano registrandosi al Portale dei Partecipanti, realizzato e gestito dalla Commissione europea. Ne citiamo alcuni tra quelli aperti: tre bandi nel settore clima e ricerche sull acqua rispettivamente di 21 milioni e di 75 milioni di euro con l ultima scadenza al 21 aprile 2015; un bando sulle nuove forme di innovazione (Inso-Cenct) con un budget di 9.2 milioni di euro; due bandi sulla cultura e l identità europea con rispettivamente 10 e 14 milioni di euro di budget e scadenza ultima al 21 aprile 2015; un bando per le Bio-industrie di 50mila euro; tre bandi sulla sicurezza alimentare e un ammontare di 93 milioni di euro ciascuno e ultima scadenza all 11 giugno 2015; tre bandi per progetti sulla salute personalizzata e il coinvolgimento delle piccole e medie aziende con un budget di 66,1 milioni di euro ciascuno e l ultima scadenza al 10 dicembre 2014, un bando di 162 milioni di euro (HEALTH Personalising health and Care and Wellbeing ) e scadenza al 21 aprile Inoltre si segnala che per la sicurezza digitale sono stati stanziati 49,61 milioni di euro per un bando con scadenza al 21 aprile 2015 e che per le piccole e medie imprese per lo SME Instrument sono aperti diversi bandi, tra cui due con un budget di euro e scadenza al 17 dicembre Poi per lo SME FINANZIAMENTI PMI Instrument - Small business innovation research for Transport sono aperti dei bandi tra cui due con uno stanziamento ciascuno di euro (rif. H2020- SMEINST ) e uno con un budget di euro e scadenza al 16 dicembre Per i veicoli verdi sono inoltre altri bandi rispettivamente uno di 129 milioni di euro e uno di trenta milioni di euro. Mentre per progetti relativi alla mobilità per la crescita sono aperti sei bandi, di cui il primo di 341mila euro e gli altri due con un budget ciascuno di euro. A chi rivolgersi: portal/desktop/en/opportunities/h2020/index. html RICERCA H L. 1 ESPERTI HORIZON 2020 indipendenti per il programma comunitario Horizon Si possono presentare candidature individuali per la creazione di una base dati di esperti indipendenti che possono essere chiamati ad assistere i servizi della Commissione nello svolgimento di compiti legati al programma quadro per la ricerca e l innovazione. Dice il prof Giorgio Maria Calori, Presidente ESTROT (www. studiocalori.it; European Society Tissue Regeneration in Orthopedics and Traumathology e primario C.O.R. dell Istituto Ortopedico Gaetano Pini: «Sono importanti le sinergie tra esperti in biotecnologie e ortopedia in Europa visti anche i bandi aperti del programma comunitario Horizon 2020.L European Society Tissue Regeneration in Orthopedics and Traumathology vi partecipa e rappresenta il vero e proprio riferimento, nonché la Autority scientifica riconosciuta, sul delicato tema della rigenerazione tissutale per la cura delle patologie dell apparato locomotore. Unisce Italia, Germania, Gran Bretagna, Francia come soci fondatori con i loro quattro centri di eccellenza del settore specializzati sui molteplici aspetti delle biotecnologie e dei biomateriali applicabili in ortopedia e traumatologia. Estrot è la prima società medico-scientifica che riunisce i maggiori studiosi di 28 Paesi europei e vi afferiscono circa 1400 persone che insieme hanno l 83%dell impact factor complessivo». Possono partecipare esperti che lavorino anche presso organizzazioni competenti tra cui agenzie di ricerca, istituti di ricerca, università, organismi di standardizzazione, organizzazioni della società civile o imprese (rif. GUUEC 342 del 22/11/2013). La Commissione europea ha pubblicato due inviti e gli esperti potranno essere chiamati ad assistere i servizi della Commissione nello svolgimento di compiti legati sia al nuovo programma quadro per la ricerca e l innovazione Horizon 2020; che al nuovo programma di ricerca e formazione dell energia atomica ( ) che integra Horizon 2020; e infine alla gestione del Fondo di ricerca carbone e acciaio (RFCS). Il primo invito è rivolto a singoli individui, il secondo invece a organizzazioni, tra cui agenzie e istituti di ricerca, università, organismi di standardizzazione, organizzazioni della società civile e imprese. Le candidature devono essere presentate esclusivamente online 5

6 6 tramite il Portale dei Partecipanti della Commissione Europea. A chi rivolgersi: TRASPORTI HH L. 2 SESAR Contenuto: è aperto un bando per la gestione traffico aereo per la creazione del quadro di partenariato, SESAR del programma di lavoro pluriennale 2014 destinato all assistenza finanziaria nell ambito del meccanismo per collegare l Europa (CEF) settore dei trasporti per il periodo (rif. GUUEC 222/8 del 12/07/2014). Rientra nel quadro del Meccanismo per collegare l Europa ed è gestito dalla Direzione Generale Mobilità e Trasporti della Commissione europea. Si punta a modernizzare e armonizzare il sistema europeo di gestione del traffico aereo. Sono stati stanziati in totale 5,5 milioni di euro. Le proposte progettuali in risposta a questo bando devono essere presentate da un consorzio costituito dagli attori chiave necessari per l attuazione del progetto comune pilota; all interno del partenariato devono essere identificati i partner che formano il gestore della realizzazione e quelli che si occupano dell attuazione. A chi rivolgersi: BANDI E FONDI regionali e strutturati FORMAZIONE MARCHE Contenuto: è aperto un bando della Regione Marche a valere sull Asse IV del P.O.R. - F.S.E , per la realizzazione di percorsi formativi finalizzati alla diffusione del modello produttivo marchigiano e alla promozione del territorio, mediante la riqualificazione di operatori del settore comprendenti anche discendenti di italiani all estero. I fondi disponibili ammontano a 40mila euro. Si punta a reimportare nei Paesi dei discendenti italiani i modelli economici-produttivi conosciuti nelle Marche, facilitando anche il ricambio generazionale; produrre effetti di ritorno sull economica regionale fornendo alle aziende marchigiane anche un ulteriore strumento per operare oltre i confini nazionali per sondare nuovi mercati. Possono beneficiare dei fondi enti formativi pubblici e privati, accreditati o che abbiano presentato la richiesta di accreditamento. Gli enti possono presentare progetti in forma singola o associati in Associazione Temporanea di Impresa (ATI) o Associazione Temporanea di Scopo (ATS). Il contenuto del percorso formativo può riguardare vari settori quali green economy; distretto del mare; domotica, Made in Marche (abbigliamento, calzatura, mobile, meccanica, artigianato artistico); patrimonio culturale e bellezze turistiche della regione Marche; caratteristiche della cucina regionale marchigiana. Inoltre, dovranno essere previste testimonianze di imprenditori, visite aziendali e brevi esperienze nelle imprese. Dovrà essere anche programmato un incontro istituzionale presso la Regione Marche che dovrà essere concordato la P.F. Emigrazione, sport e politiche giovanili. I progetti formativi devono essere rivolti a soggetti di età compresa tra i 18 e 45 anni. Riferimenti: Regione Marche, P. F. Istruzione, Formazione Integrata, Diritto Allo Studio E Controlli Di Primo Livello, Via Tiziano, 44 -, Ancona www. regione.marche.it - D.Dirig. 21 luglio 2014, n. 199, Regione Marche FORMAZIONE TOSCANA Contenuto: è aperto un bando della Regione Toscana, visto il Regolamento comunitario n. 1224/2013 della Commissione europea del 29 novembre 2013 che modifica il regolamento (CE) n. 800/2008. Sono stati stanziati tre milioni di euro fino al 31 dicembre 2014 per progetti di formazione. Riferimenti: Delib. 21 luglio 2014, n. 605, Regione Toscana, B.U.R. 30 luglio 2014, n. 30, parte II-www.regione.toscana.it FORMAZIONE LOMBARDIA Contenuto: è aperto un bando della Regione Lombardia per la formazione continua, finalizzato a promuovere e migliorare la formazione continua dei lavoratori e degli imprenditori per il riallineamento delle competenze e delle conoscenze, in considerazione delle profonde trasformazioni in atto nei modelli organizzativi e di business. Le risorse disponibili ammontano a complessivi quindici milioni di euro. Possono beneficiare dei fondi lavoratrici e lavoratori di imprese private di qualunque dimensione, con unità produttive localizzate nel territorio della regione Lombardia, con contratto di lavoro a tempo indeterminato o a tempo determinato; lavoratrici e lavoratori con contratto di lavoro intermittente o ripartito; lavoratrici e lavoratori con contratto di apprendistato; oppure con contratto a progetto e socie-lavoratrici e soci-lavoratori di cooperative sia che partecipino o non partecipino agli utili. Sono, inoltre, ammessi agli interventi titolari, socie e soci di imprese di qualsiasi dimensione, iscritte alla Camera di Commercio di competenza, aventi sede operativa in Lombardia; i collaboratori o coadiuvanti dell imprenditore che prestino in modo continuativo la propria attività di lavoro nell impresa (coniuge, parenti entro il terzo grado, affini entro il secondo); i coadiuvanti delle imprese commerciali e i soci lavoratori di imprese, compresi gli artigiani. Il bando promuove e finanzia progetti aziendali, elabo-

7 rati sulla base delle esigenze formative di una singola impresa e ai quali parteciperà esclusivamente il personale della medesima impresa; progetti interaziendali, elaborati sulla base delle omogenee esigenze formative di due o più imprese, a cui parteciperà esclusivamente il personale delle medesime imprese; progetti destinati agli accordi per la competitività, elaborati sulla base delle omogenee esigenze formative di un impresa, a cui parteciperà esclusivamente il personale della medesima. Tali imprese devono avere presentato una proposta di adesione alla manifestazione di interesse e devono aver superato l istruttoria. I fondi vanno a soggetti che eroghino attività di formazione iscritti alle sezioni A o B dell Albo regionale degli operatori accreditati, con numero definitivo di iscrizione alla data di apertura della finestra di candidatura; università lombarde e loro consorzi. Ogni soggetto attuatore può presentare un progetto che preveda un massimale non superiore a 200mila euro per i progetti aziendali e interaziendali;non superiore a 400mila euro per i progetti sugli Accordi di competitività e per i progetti attuativi dell Avviso Comune Expo Lavoro. Riferimenti: https://gefo.servizirl.it it INNOVAZIONE PUGLIA Contenuto: è aperto un bando a sostegno dei cluster tecnologici per l innovazione. Sono stati stanziati trenta milioni e 290mila euro per finanziare progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale proposti da raggruppamenti pubblico-privati costituiti da imprese a organismi di ricerca con sedi operative nel territorio regionale. L intervento rappresenta un azione di collegamento tra il ciclo di programmazione e il nuovo, nel percorso di costruzione e rafforzamento della Strategia regionale per la ricerca e l innovazione basata sulle Specializzazioni Intelligenti (Smart Specialization Strategy) per il ciclo di programmazione dei fondi strutturali Possono beneficiare dei fondi imprese, micro, piccole, medie e grandi, con sede operativa in Puglia, regolarmente costituite, iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio competente per territorio e attive alla data di candidatura; organismi di ricerca pubblici e privati. I soggetti beneficiari devono essere organizzati in rete o in consorzi. Il Raggruppamento candidato al beneficio, qualunque sia la sua forma, deve comprendere almeno due imprese, di cui una pmi e un organismo di ricerca. Il ruolo di soggetto capofila e coordinatore del progetto del Raggruppamento deve essere ricoperto da una azienda. Le imprese devono sostenere spese per un valore complessivo compreso tra un minimo del 50%e un massimo del 90%dei costi totali ammissibili del progetto. Gli organismi di ricerca devono sostenere spese per un valore complessivo compreso tra un minimo del 10%e un massimo del 50%dei costi totali ammissibili del progetto e avranno il diritto di pubblicare i risultati dei progetti di ricerca nella misura in cui derivino da ricerche da esso svolte. Vengono cofinanziati progetti di ricerca collaborativa tra imprese e organismi di ricerca riconducibili a ricerca industriale (RI) e /o sviluppo sperimentale (SS). Non saranno ammissibili le modifiche di routine o le modifiche periodiche apportate a prodotti, linee di produzione, processi di fabbricazione, servizi esistenti e altre operazioni in corso, anche quando tali modifiche rappresentino miglioramenti. Per le imprese appartenenti al settore tessile, della moda e del legno arredo (Divisioni 13, 14, 15, 16 e 31 della Classificazione ATECO 2007) possono essere ricondotte agli interventi di ricerca industriale e sviluppo sperimentale attività che precedano la fase realizzativa del campionario o della collezione quali costi per ricerca e ideazione estetica (RI) e/o prototipazione (SS). «Il mondo della moda», dice Angela Formaggia, titolare di Altamoda, «ha necessità di fondi per realtà artigianali di qualità. Lavoriamo da oltre 30 anni in Italia e all estero e lo sviluppo sperimentale passa dalle capacità imprenditoriali e artigianali che da noi si stanno perdendo perché ci sono troppe tasse e poca valorizzazione e tutela del made in (www.sartoria-angela.eu)». Diversi sono gli ambiti dei progetti candidati che devono riguardare l utilizzo di tecnologie chiave abilitanti o key enabling technologies (nanotecnologie, micro e nano elettronica, inclusi i semiconduttori, materiali avanzati, biotecnologie), riferite ad almeno una delle priorità regionali collegate alle sfide sociali quali città e territori sostenibili; salute, benessere e dinamiche socio-culturali; energia sostenibile; industria creativa e sviluppo culturale); sicurezza alimentare e agricoltura sostenibile. Gli aiuti vengono erogati in forma di contributi in conto impianti. Per attività di ricerca industriale possono essere coperti sino al 70%i costi sostenuti dalle micro, piccole imprese; fino al 65%alle medie imprese; sino al 50%alle grandi aziende. Mentre per attività di sviluppo sperimentale possono essere coperte le spese per il 45%alle micro e piccole imprese; sino al 35%alle medie aziende, sino al 25% per le grandi imprese. Il costo minimo per singolo progetto candidato è di 500mila euro e il contributo massimo per ogni singolo progetto approvato è pari a due milioni e mezzo di euro. Riferimenti: Puglia/bando-clustertecnologici INNOVAZIONE LAZIO Contenuto:è aperto un bando per progetti di ammodernamento delle aziende agricole. Si tratta di una proroga a seguito di alcune problematiche riscontrate nel funzionamento dell applicativo informatico da utilizzare per la presentazione delle domande a valere sul bando per l attuazione misura Ammodernamento delle aziende agricole del P.S.R , approvato Delib.G.R. 27 maggio, 2014, n Riferimenti: Delib.G.R. 4 agosto 2014, n. G11301, Regione Lazio, INNOVAZIONE TOSCANA Contenuto:è aperto un bando per porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca a valere sulla misura 3.1 del F.E.P I fondi stanziati ammontano a euro ,36. Ogni richiedente può presentare una sola domanda di contributo. Le istanze valutate positivamente vengono inserite in una graduatoria di merito che resta in vigore non oltre il 31 dicembre Il contribu- 7

8 8 to può coprire sino al 50 per cento, previa presentazione di una garanzia fideiussoria. Riferimenti: D.Dirig. 23 giugno 2014, n. 2747, B.U.R. 9 luglio 2014, n. 27 s INNOVAZIONE EMILIA-ROMAGNA Contenuto: è aperto un bando straordinario per le iniziative promozionali del sistema imprenditoriale connesse a Expo 2015, in attuazione del Programma per le Attività produttive , a valere sull attività 4.2. Si vuole sostenere iniziative promozionali del sistema imprenditoriale connesse alla partecipazione della Regione all Esposizione Universale di Milano L obiettivo è supportare le imprese nella realizzazione di iniziative con ricadute internazionali, inerenti al tema di Expo Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita o comunque a esso correlate. Le agevolazioni sono destinate a pmi con sede legale oppure operativa in Emilia Romagna che siano o in forma singola oppure costituite in Associazione Temporanea di Impresa (A.T.I.), composta da un minimo di tre imprese fra loro assolutamente indipendenti; oppure possono beneficiare dei fondi le reti di imprese già costituite da un minimo di tre pmi con sede in Emilia-Romagna e fra loro assolutamente indipendenti; consorzi export regionali, che al momento della presentazione della domanda, abbiano già ottenuto o fatto domanda di accreditamento entry level alla Regione. I consorzi devono essere costituiti da almeno otto imprese fra loro indipendenti, limite riducibile a cinque qualora si tratti di consorzi e società consortili tra imprese artigiane. Tutti i beneficiari devono essere attivi da almeno due anni, cioè da prima del 31 dicembre 2012 e devono operare in settori di attività Ateco 2007 quali attività manifatturiere; fornitura di energia elettrica, gas, vapore e aria condizionata; fornitura di acqua, reti fognarie, attività di gestione dei rifiuti e risanamento; costruzioni; trasporto e magazzinaggio;servizi di informazione e comunicazione, limitatamente ad attività editoriali, attività di produzione cinematografica, di video, e di programmi televisivi, di registrazioni musicali e sonore; produzione di software, consulenza informatica e attività connesse; servizi di informazione e altri servizi informatici; attività professionali, scientifiche e tecniche, limitatamente a collaudi e analisi tecniche, ricerca scientifica e sviluppo; attività di design specializzate. Oggetto del bando è l erogazione di incentivi per la realizzazione di eventi e iniziative promozionali rivolte ai mercati esteri, esclusivamente sul territorio regionale, in concomitanza di Expo 2015, cioè dal primo maggio al 31 ottobre Nel dettaglio possono essere coperte le spese per workshop, seminari, incontri d affari, degustazioni, sfilate, visite aziendali e ogni altra tipologia di attività mirata e occasionale volta a promuovere le imprese nei confronti di operatori specializzati esteri (buyers, rappresentanti di imprese, laboratori, reti di distribuzione, ecc.). In caso di Consorzi, A.T.I. o Reti ogni evento dovrà comportare la partecipazione obbligatoriamente di tutte le imprese in forma aggregata. Possono essere coperte spese per prodotti e servizi finalizzati all organizzazione di esposizioni, degustazioni, dimostrazioni e visite aziendali;costo dell affitto dell area utilizzata per l iniziativa di promozione; costi connessi all allestimento dell area, compreso il noleggio di attrezzature, dotazioni tecniche ed elettroniche e di ogni altro elemento funzionale alla realizzazione dell evento; trasporto di materiali e di prodotti, compresa l assicurazione, funzionali alla realizzazione dell iniziativa; hostess e interpreti; produzione di materiali promozionali in lingua estera da realizzare per la promozione dell iniziativa (brochure, inviti, newsletter, sito ), a esclusione della manualistica tecnica; costi connessi all accoglienza delle sole delegazioni estere che partecipano all evento, limitatamente alla durata dello stesso (viaggio, vitto, alloggio, trasporti interni); acquisto di spazi pubblicitari su carta stampata, in televisione, cartellonistica, su siti internet e media simili, limitatamente alla realizzazione dell evento. Inoltre, sono riconosciute in aggiunta, solo per le A.T.I o le Reti e i Consorzi, le spese di coordinamento forfettarie, in capo al mandatario/capofila e le spese notarili per la costituzione dell ATI (se è avvenuta successivamente al 30 giugno 2014). La Regione eroga un contributo, a titolo de minimis, fino al 30%dei costi riconosciuti nel caso di domanda presentata da singole pmi. La spesa ammissibile dovrà essere compresa tra ventimila e trentacinquemila euro; fino al 40%dei costi riconosciuti nel caso di domanda presentata da A.T.I. o Rete di imprese. La spesa ammissibile dovrà essere compresa tra 45mila e 80mila euro. Riferimenti: Delib.G.R. 23 luglio 2014, n. 1278, Regione Emilia-Romagna, B.U.R. 5 agosto 2014, n PESCA EMILIA-ROMAGNA Contenuto: è aperto un bando per investimenti produttivi nel settore dell acquacoltura in Emilia-Romagna a valere sul P.O.R F.E.P. - Asse II - misura 2.1 sottomisura 1. Sono stati stanziati 265mila euro. Possono essere coperte le spese per interventi di costruzione ampliamento e/o ammodernamento di impianti di produzione di acquacoltura e relative attrezzature; costruzione/ammodernamento imbarcazioni della V Categoria e relative attrezzature e/o impianti a bordo. Gli aiuti sono destinati a micro, piccole e medie imprese del settore della pesca professionale e dell acquacoltura e alle imprese del settore della pesca professionale e dell acquacoltura che occupino meno di 750 persone o realizzino un fatturato inferiore a 200 milioni di euro. Possono essere coperte spese quali costruzione e/o ampliamento o miglioramento di impianti di acquacoltura e maricoltura, per la riproduzione e la crescita dei pesci, crostacei e molluschi o altri organismi marini di interesse commerciale, ivi comprese le imbarcazioni a servizio di impianti con licenza di pesca esclusivamente di V categoria; acquisto di macchinari e attrezzature per impianti di acquacoltura e maricoltura; spese per il miglioramento delle condizioni d igiene e sanitarie, delle condizioni ambientali, dei sistemi di produzione anche attraverso l adozione di innovazioni tecnologiche; lavori di sistemazione o di miglioramento dei circuiti idraulici, canali sub lagunari, peschiere, argini all interno delle imprese acquicole, compresi il riciclo dei rifiuti delle acque; opere murarie e impiantistiche strettamente inerenti alla funzionalità degli impianti e/o degli accessori; adeguamento dei mezzi alle esigenze aziendali (coibentazione e/o impianti frigoriferi); spese generali

9 fino a un massimo del 5%del totale delle spese relative alle operazioni ritenute ammissibili. Rientrano tra le spese generali: le spese progettuali, le spese tecniche e quelle per le attività svolte dagli Organismi di classifica. L importo complessivo delle spese ammissibili deve essere compreso tra 18mila e 180mila euro. Il contributo è concesso nella misura massima del 40%della spesa totale ammessa qualora il beneficiario sia una micro, piccola e media impresa; del 20%qualora il beneficiario sia un impresa del settore della pesca professionale e dell acquacoltura con meno di 750 persone o con un fatturato inferiore a 200 milioni di euro. Riferimenti: Det. 23 maggio 2014, n. 6964, Regione Emilia-Romagna, B.U.R. 26 maggio 2014, n. 154 www. emilia-romagna.it PROMOZIONE SICILIA Contenuto: è aperto un bando per lo sviluppo di nuovi mercati e campagne rivolte ai consumatori emanato dalla Regione Sicilia a valere sulla misura 3.4 del P.O.R F.E.P. E stato stanziato l importo totale di un milione di euro. La misura è destinata all attuazione di una politica di qualità, di valorizzazione e di promozione nonché di sviluppo di nuovi mercati per i prodotti della pesca e dell acquacoltura e gli interventi devono presentare un interesse comune, ovvero contribuire all interesse di un gruppo di beneficiari o della popolazione in generale, non devono essere orientati verso denominazioni commerciali né fare riferimento a zone geografiche o paesi specifici, fatta eccezione per i prodotti riconosciuti ai sensi del Reg. (CE) n. 510/2006. La misura si articola in diverse tipologie di intervento quali realizzazione di campagne di promozione regionali, nazionali o transnazionali dei prodotti della pesca e dell acquacoltura; certificazione della qualità, compresa la creazione di etichette e la certificazione dei prodotti catturati; realizzazione di indagini di mercato. Possono ricevere i contributi organizzazioni che operino per conto dei produttori, organizzazioni professionali riconosciute e organismi pubblici, con esclusione degli enti pubblici territoriali. Tutti i soggetti possono presentare un solo progetto. Possono essere coperti i costi per agenzie pubblicitarie e altri fornitori di servizi nell ambito della preparazione e della realizzazione delle azioni; acquisto o affitto di spazi per iniziative affidate ai mass media, la creazione di slogan o di marchi, per la durata delle azioni; spese per le pubblicazioni e il personale esterno necessari per le azioni; costi per l organizzazione e la partecipazione a fiere ed esposizioni; spese generali, nel limite massimo del 12%del totale delle spese preventivate e ritenute ammissibili. Riferimenti: - B.U.R. 8 agosto RICERCA TOSCANA Contenuto: è aperto un bando FAS Salute 2014, che finanzia progetti di ricerca e sviluppo in materia di qualità della vita, salute dell uomo, biomedicale, industria dei farmaci innovativi, da svilupparsi in partenariato fra organismi di ricerca pubblici e privati e con la partecipazione delle imprese più innovative dei settori strategici toscani. Possono essere finanziati progetti di ricerca, da svilupparsi in partenariato fra centri di ricerca pubblici e privati, Aziende Ospedaliero-Universitarie e con la partecipazione delle imprese più innovative dei settori strategici toscani in diversi ambiti quali le neuroscienze; la chirurgia minimamente invasiva e robotica, biorobotica, simulazione chirurgica; le malattie rare e orfane; le nuove frontiere della medicina personalizzata e preventiva. Il budget stanziato ammonta a euro di risorse PAR FAS e ha l obiettivo di sostenere la ricerca per stimolare processi di innovazione in materia di scienze della vita. Possono candidarsi sia singolarmente che, preferibilmente, in collaborazione fra loro, con la costituzione di un Associazione Temporanea di Scopo, Aziende Ospedaliero-Universitarie del Servizio Sanitario Regionale Toscano e gli Enti del Servizio Sanitario Regionale, aventi sede nel territorio della Regione Toscana, che svolgono istituzionalmente attività di ricerca (ISPO e Fondazione Toscana Gabriele Monasterio); organismi di ricerca pubblici o privati aventi sede legale o operativa nel territorio della Regione Toscana. I partenariati dovranno essere composti da non più di cinque soggetti destinatari. Ogni soggetto deve sostenere almeno il 10%dei costi totali del progetto e ogni progetto deve avere minimo tre aziende, di cui almeno una piccola impresa, aventi sede operativa nel territorio toscano, appartenenti a uno dei settori strategici toscani, cioè aderente ai distretti tecnologici. Tali imprese non potranno beneficiare né direttamente né indirettamente dei finanziamenti FAS, ma si impegnano, in ogni caso, a sottoscrivere un opzione sui risultati ottenuti (foreground, knowledge), da formalizzare al momento della firma della Convenzione. Le imprese partecipanti al progetto hanno, infatti, la facoltà di esercitare, entro due anni dalla scadenza del progetto stesso, un diritto di prelazione per l acquisizione in licenza dei diritti sui suddetti risultati, brevettabili o meno, raggiunti o realizzati nel corso dell attività di ricerca inerente il progetto. La partecipazione delle imprese dovrà essere prevista per tutta la durata del progetto o comunque essere funzionale al raggiungimento degli obiettivi dello stesso. Possono essere finanziati progetti di importo non inferiore a 800mila euro e superiore a cinque milioni di euro aventi a oggetto attività di ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale. Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale a fondo perduto, con una copertura massima dell 80%per progetti di ricerca fondamentale e di ricerca industriale; mentre con una copertura del 60%per progetti di sviluppo sperimentale. La durata del progetto non potrà essere superiore a 24 mesi dalla data di avvio dello stesso, con possibilità di richiesta di proroga, adeguatamente motivata, per un periodo di tempo non superiore a sei mesi. Riferimenti: Sviluppo Toscana S.p.A., previa registrazione al sito Internet https://sviluppo.toscana.it/fas salute - D.Dirig. 9 luglio 2014, n. 3001, Regione Toscana RICERCA MARCHE Contenuto: si può inoltrare domanda per un con- 9

10 tributo concesso ai consorzi di garanzia collettiva fidi regionali intersettoriali. I beneficiari indiretti sono le cooperative e i loro consorzi. Il bando è in attuazione alla Delib.G.R. 4 novembre 2013, n. 1507, con cui è stato approvato il Quadro attuativo 2013/2014 della L.R. 16 aprile 2003, n. 5, per gli interventi di cui all art. 7 - sostegno ai consorzi di garanzia collettiva fidi. Il contributo viene concesso ai consorzi fidi, per agevolare l accesso al credito finalizzato a investimenti che comportino miglioramenti nelle tecnologie o nelle strutture organizzative aziendali o incremento dei livelli occupazionali da parte delle cooperative associate e loro consorzi. I fondi sono per operazioni a breve, medio e lungo termine. Le risorse disponibili sono pari a euro 9.520,20 per la garanzia e le fideiussioni a breve termine ed euro ,11 per le garanzie e le fideiussioni a medio e/o lungo termine. Per il biennio 2013/2014 l importo massimo delle operazioni di credito per ogni cooperativa o consorzio è stabilito in 300mila euro per le operazioni a breve termine e in 800mila euro per le operazioni a medio e lungo termine. Riferimenti : D.Dirig. 22 luglio 2014, n. 181, Regione Marche -Regione Marche Giunta Regionale - Servizio Industria, Artigianato, Istruzione, Formazione e Lavoro - Funzione Cooperazione nei Settori Produttivi, via Tiziano, Ancona SVILUPPO TUTTE Contenuto: è aperto un bando del fondo per la crescita sostenibile per le agevolazioni a sostegno di progetti di ricerca e sviluppo negli ambiti tecnologici individuati dal programma dell Unione europea Horizon 2020 emanato dal Ministero dello Sviluppo economico con un decreto con il quale sono stati individuati i termini e le modalità di presentazione delle domande per l accesso alle agevolazioni. Sono stati stanziati 300 milioni di euro e una quota, pari al 60%delle risorse, è riservata ai progetti di ricerca e sviluppo proposti dalle piccole e medie imprese. Il bando, attuato con procedura valutativa a sportello, prevede l agevolazione di progetti di ricerca e sviluppo tecnologico, di importo compreso fra 800mila euro e tre milioni di euro,finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo delle tecnologie individuate dal programma Horizon I settori sono tecnologie della comunicazione e dell informazione, nanotecnologie, materiali avanzati, biotecnologie,fabbricazione e trasformazioni avanzate, spazio, Tecnologie volte a realizzare i seguenti obiettivi della priorità «Sfide per la società» prevista dal Programma Orizzonte per migliorare la salute della popolazione, la sicurezza e la qualità di prodotti alimentari, lo sviluppo di bio-industrie, progetti per trasporti, settore energia, ecologia ed economia verde. Possono essere coperte spese quali i costi del personale dipendente del soggetto proponente, o in rapporto di collaborazione con contratto a progetto, con contratto di somministrazione di lavoro, ovvero titolare di specifico assegno di ricerca, limitatamente a tecnici, ricercatori e altro personale ausiliario, nella misura in cui sono impiegati nelle attività di ricerca e di sviluppo oggetto del progetto. Sono escluse le spese del personale con mansioni amministrative, 10 contabili e commerciali. Possono essere coperti i costi per gli strumenti e le attrezzature di nuova fabbricazione, nella misura e per il periodo in cui sono utilizzati per il progetto di ricerca e sviluppo. Nel caso in cui il periodo di utilizzo per il progetto degli strumenti e delle attrezzature sia inferiore all intera vita utile del bene, sono ammissibili solo le quote di ammortamento fiscali ordinarie relative al periodo di svolgimento del progetto di ricerca e sviluppo. Inoltre possono essere coperte le spese per i servizi di consulenza e gli altri servizi utilizzati per l attività del progetto di ricerca e sviluppo, inclusa l acquisizione o l ottenimento in licenza dei risultati di ricerca, dei brevetti e del know-how, tramite una transazione effettuata alle normali condizioni di mercato e che non comporti elementi di collusione;le spese generali derivanti direttamente dal progetto di ricerca e sviluppo, effettivamente sostenute ovvero imputate con calcolo pro-rata sulla base del rapporto tra il valore complessivo delle spese generali e il valore complessivo delle spese del personale dell impresa. Non sono ammesse le spese relative a beni di importo inferiore a 500 euro, al netto di Iva. Possono beneficiare delle agevolazioni imprese che esercitino attività industriale diretta alla produzione di beni o di servizi e di trasporto per terra, per acqua o per aria; imprese agro-industriali che svolgano prevalentemente attività industriale; imprese artigiane di produzione di beni; centri di ricerca con personalità giuridica; organismi di ricerca, limitatamente ai progetti congiunti. Le agevolazioni sono concesse nella forma del finanziamento agevolato per una percentuale delle spese ammissibili articolata in relazione alla dimensione d impresa, ovvero sino al 70%per le piccole imprese; sino al 60%per le medie imprese e fino al 50%per le grandi aziende. Il finanziamento agevolato ha una durata massima di otto anni, oltre un periodo di preammortamento della durata massima di tre anni decorrenti dalla data del decreto di concessione, e prevede un tasso agevolato pari al 20%del tasso di riferimento stabilito dalla Commissione europea, comunque non inferiore allo 0,8%. Riferimenti: TECNOLOGIA SARDEGNA Contenuto: sino al 31 dicembre si può accedere al fondo di venture capital Ingenium Sardegna destinato agli investimenti in capitale di rischio nelle piccole e medie imprese innovative sostenuto con l Attività b del POR FESR 2007/2013. Il fondo nasce con l obiettivo di favorire lo start up di imprese innovative, in particolare di quelle che operano nei settori ad alta tecnologia, nate da spin off accademici, di ricerca e aziendali. Si punta a sostenere lo sviluppo e l innovazione delle imprese che garantiscano buone marginalità e prospettive di crescita, attraverso investimenti per la crescita e l implementazione di programmi di sviluppo di imprese già esistenti. Il fondo è finanziato con 34 milioni di euro, derivanti per metà dal Por Fesr e per l altra metà dal soggetto gestore Zernike Meta Ventures Spa, e interviene su tutto il territorio regionale esclusivamente attraverso operazioni relative a Investimenti in capitale di rischio nelle prime fasi di vita dell impresa nelle forme del seed financing e start up financing. Come se-

11 ed financing si intendono operazioni di investimento nella primissima fase di sperimentazione dell idea di impresa, quando è ancora da dimostrare la validità tecnica del prodotto e/o del servizio da commercializzare; in particolare tali operazioni sono finalizzate allo sviluppo dei risultati di attività di ricerca e sperimentazione di prodotti e processi nel momento in cui occorre realizzare un prototipo, effettuare test, verificare il mercato e implementare gli aspetti organizzativi e possono essere effettuate in imprese costituite da non oltre dodici mesi. Mentre per start up financing si tratta di operazioni di investimento finalizzato all avvio dell attività di impresa, quando non si conosce ancora la validità commerciale del prodotto e/o servizio da commercializzare, ma esiste almeno un prototipo; in particolare tali operazioni sono finalizzate a supportare la materiale implementazione di progetti industriali finanziando lo sviluppo di un prodotto per esempio. Sono previsti anche interventi di expansion financing per investimenti per supportare la crescita e lo sviluppo di imprese già esistenti e i fondi sono concessi per esempio l espansione di una società esistente da oltre trentasei mesi, che possa o meno andare in pari o produrre utile, allo scopo di aumentare la capacità produttiva, favorire lo sviluppo di un mercato o di un prodotto o fornire capitale circolante. La partecipazione al capitale sociale viene assunta solo in imprese innovative, con potenzialità di crescita e con un team imprenditoriale in grado di gestire il processo di accelerazione dell impresa, che necessitino di un sostegno finanziario per lo studio del progetto iniziale (seed capital) e/o per lo sviluppo del prodotto e la commercializzazione iniziale (start up capital) e/o per la crescita e l espansione societaria (expansion capital) allo scopo di aumentare la capacità produttiva attraverso la realizzazione di un programma di innovazione tecnologica. Possono beneficiare dell intervento le piccole e medie imprese industriali, incluse le aziende cooperative, aventi localizzazione produttiva in Sardegna e operanti in diversi settori di attività economica, di cui alla classificazione ATECO 2007 quali aziende del settore manifatturiero, distribuzione merci, recupero materiali, telecomunicazioni, attività Ict, quali produzione di software, servizi di consulenza informatica innovativi, attività di ricerca scientifica e sviluppo sperimentale nel settore delle scienze naturali e dell ingegneria, attività di design specializzato, noleggio di attrezzature di macchine, attività di lavanderie industriali. Possono presentare la propria proposta progettuale al fondo Ingenium Sardegna non solo le imprese già costituite ma anche gli aspiranti imprenditori, purché disponibili a costituire un società al momento dell ottenimento dell investimento. Le società, costituite e/o costituende, devono avere la forma giuridica di una società di capitali ed essere localizzate o disponibili a localizzarsi nella regione Sardegna. Tutte le imprese partecipate dal fondo regionale non dovranno operare nei settori della costruzione navale, del carbone e dell acciaio; non dovranno essere quotate sui mercati regolamentati; non dovranno essere imprese in difficoltà. La partecipazione del Fondo al capitale sociale di ciascuna impresa è minoritaria, non superiore al 49%del capitale sociale, per un importo massimo di un milione e mezzo di euro per impresa destinataria su un arco di dodici mesi. Riferimenti: Decreto 28 luglio 2014, n , Regione Sardegna - zernikemetaventures.it FINANZIAMENTI PMI EUROAPPUNTAMENTI Ogni mese vengono evidenziati alcuni eventi, manifestazioni, iniziative, progetti a cui le aziende possono partecipare gratuitamente e che riguardano finanziamenti e settori di ricerca europei. Area tematica: RICERCA Data: 16 ottobre 2014 Sede: Brest, Francia Contenuto: è previsto un evento B2B internazionale che verrà svolto all interno della manifestazione giunta alla sua nona edizione, denominata SeaTechWeek. Brest è una piattaforma globale per le scienze marine ed è il centro del 60%della ricerca francese in questo campo. Per tale motivo, Sea Tech Week si tiene ogni due anni e raccoglie tutti gli esperti del settore delle scienze marine e delle tecnologie correlate anche per le energie rinnovabili, la gestione degli ecosistemi marittimi, le biotecnologie. Gli incontri B2B, organizzati dalla rete EEN della Commissione europea, interessano aziende, enti e centri di ricerca e di sviluppo tecnologico per trasferimento di know how, partecipazione a bandi europei, progetti di cooperazione. Riferimenti: php/en/ Area tematica: INNOVAZIONE Data: ottobre 2014 Sede: Milano Contenuto: è previsto, per la prima volta in Italia, il nono congresso mondiale dell International Cost Engineering Council (ICEC 2014) promosso da Aice e Fast, Federazione delle associazioni scientifiche tecniche che fa parte della rete EEN della Commissione europea. L iniziativa si tiene sotto l Alto Patronato del Presidente della Repubblica. Le sessioni parallele affrontano diversi temi tra cui la logica del TCM, il controllo dei progetti di lunga durata. I relatori lavorano in enti quali: European Space Agency (Olanda), RICS (Regno Unito); Energy and Building Research Centre (Kuwait). Riferimenti: Area tematica: RICERCA Data: ottobre 2014 Sede: Monaco, Germania Contenuto: si terrà una missione per le imprese organizzata dalla rete EEN della Commissione europea all interno della manifestazione ecartec che è la più importante fiera internazionale mondiale nel settore elettrico e della mobilità ibrida. E prevista una missione industriale organizzata in cooperazione con il cluster automotive Styria. Possono partecipare aziende del settore dei trasporti,ingegneria, nuovi materiali,settore elettrico, elettronico, tecnologie per il risparmio energetico,produzione di sensori, batterie, soluzioni idro-elettriche, design, sistemi di controllo, sicurezza etc. Riferimenti: - een. ec.europa.eu Area tematica: AGROALIMENTARE 11

12 Data: 23 ottobre 2014 Sede: Papendal, Arnhem, Paesi Bassi Contenuto: si terrà all interno della Food Valley Expo per opera della Food Valley NL ad Arnhem (NL) un evento B2B per le aziende, organizzato dalla rete Enterprise Europe Network Nederland e denominato FoodMatch. E mirato alle imprese che intendano stilare accordi commerciali, tecnologici o di cooperazione per progetti di ricerca e sviluppo nel settore agroalimentare, della sicurezza alimentare, della nutrizione, salute, nuove tecnologie per l industria agro-alimentare. Riferimenti: Area tematica: INNOVAZIONE Data: ottobre 2014 Sede: Bremen, Germania Contenuto: si chiama Thermoplastic B2B Match 2014 e si tiene presso l International Conference & Exhibition su Thermoplastic Composites nei giorni ottobre a Bremen. I campi sono : attività aerospaziale, settori automobile e offshore; energia eolica; automazione, robotica, nuovi materiali, termoplastica; compositi. L evento B2B della rete EEN della Commissione europea è all interno della fiera espositiva ITHEC a cui partecipano aziende ed esperti a livello internazionale. Riferimenti: - Area tematica: AGROALIMENTARE Data: 29 ottobre 2014 Sede: Parma, Italia Contenuto: è previsto a Parma dal 29 al 30 ottobre l evento di brokerage denominato Tech-Agrifood in occasione della manifestazione fieristica CIBUSTEC FOODPACK. Le aziende potranno trovare partner per progetti di ricerca, sviluppo tecnologico,tracciabilità prodotti, trasferimento di know how o accordi commerciali e di business. Si tratta di due giorni di incontri individuali e personalizzati con apposite profili preschedulati in modo da rispondere alle esigenze delle imprese. L iniziativa è organizzata dalla rete EEN. Riferimenti: - how-to-reach 12

Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese

Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese Pia - Aiuti ai programmi di investimento delle Piccole imprese ATTIVITÀ AMMISSIBILI - Attività manifatturiere (sezione C Classificazione ATECO 2007) - Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti

Dettagli

Fondo per la crescita sostenibile

Fondo per la crescita sostenibile Fondo per la crescita sostenibile Intervento a favore dei Progetti di R&S negli ambiti tecnologici di Horizon 2020 (Decreti del Ministro dello sviluppo economico 20 giugno 2013 e 15 ottobre 2014) Roma,

Dettagli

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP)

ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) ASSOCIAZIONE GENERALE COOPERATIVE ITALIANE UNITA' DI PROMOZIONE PROGETTUALE (UPP) spedizione via mail: 2 novembre 2009 TOTALE OPPORTUNITA' 8 suddivise in REGIONALE, PROVINCIALE E COMUNALE 1 Ente titolare

Dettagli

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI

AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI Scheda di Presentazione della bozza dell Avviso AIUTI A SOSTEGNO DEI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI SmartPuglia 2020 è un percorso promosso dalla Regione Puglia, avviato in vista del prossimo ciclo di programmazione

Dettagli

NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte

NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte NEWSLETTER FINANZIAMENTI - DICEMBRE 2013 - Piemonte CONTRIBUTI E FINANZIAMENTI REGIONALI INCENTIVI PER I PROGRAMMI INNOVATIVI FONDO DI REINDUSTRIALIZZAZIONE CCIA CUNEO CONTRIBUTO CERTIFICAZIONE SOA CONTRIBUTI

Dettagli

Finanziamenti News. Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali. In collaborazione con

Finanziamenti News. Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali. In collaborazione con Finanziamenti News Opportunità di Sviluppo per gli Enti Locali In collaborazione con Rassegna periodica sui bandi e le agevolazioni per la Pubblica Amministrazione Locale ------ Newsletter informativa

Dettagli

BANDO INDUSTRIA SOSTENIBILE GRANDI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO

BANDO INDUSTRIA SOSTENIBILE GRANDI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO BANDO INDUSTRIA SOSTENIBILE GRANDI PROGETTI DI RICERCA E SVILUPPO Fondo per la crescita sostenibile": il Fondo di cui all articolo 23 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni,

Dettagli

Sostegno alla creazione di start-up innovative Regione Toscana

Sostegno alla creazione di start-up innovative Regione Toscana Sostegno alla creazione di start-up innovative Regione Toscana Presentazione dell agevolazione Il presente documento illustrativo ha natura meramente descrittiva e non esaustiva dei contenuti dell avviso

Dettagli

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili

STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili STUDIO ORAZI Dottori Commercialisti Revisori Contabili Dott. Marco Orazi Dott. Michele Archetti Dott.ssa Paola Porcellana Dott.ssa Mara Zanatta Dott.ssa Francesca Lodrini Dott. Massimo Colombo Dott.ssa

Dettagli

COMUNE DI PAVIA Assessore alle Politiche del Commercio, Attività produttive BANDO. QUATTRO IDEE PER PAVIA Start up di reti del Terzo Settore

COMUNE DI PAVIA Assessore alle Politiche del Commercio, Attività produttive BANDO. QUATTRO IDEE PER PAVIA Start up di reti del Terzo Settore COMUNE DI PAVIA Assessore alle Politiche del Commercio, Attività produttive BANDO QUATTRO IDEE PER PAVIA Start up di reti del Terzo Settore 1. OBIETTIVI E FINALITA' Il presente bando è dedicato allo Start

Dettagli

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016

START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 START UP DI IMPRESE INNOVATIVE ANNO 2016 Presentazione domande: a sportello dalle ore 10 del 1 marzo 2016 alle ore 17 del 30 settembre 2016 salvo esaurimento fondi TERRITORIO: Regione Emilia Romagna OBIETTIVI

Dettagli

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente.

Di seguito riportiamo le pec di ogni ente. FONDO DI ROTAZIONE E operativo il nuovo fondo di rotazione istituito con Delibera della Giunta Provinciale n. 2168 del 11/10/20013 (ex art. 34 ter 1 della Legge Provinciale 13 dicembre 1999, n. 6). Il

Dettagli

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF)

All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) Programma di Sviluppo Rurale 2014/2020 Reg. (CE) 1305/2013 Regione Toscana Bando Sottomisura 16.2 Sostegno a progetti pilota e di cooperazione All interno dei Progetti Integrati di Filiera (PIF) OBIETTIVO

Dettagli

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI

IMPRESE IN LOMBARDIA: AGEVOLAZIONE E AIUTI DIVIPLUS 2 SRL Via della Vittoria, 47 20025 Legnano (Mi) Telefono 0331.592931 0331.592720 Fax 0331.457504 Pec : diviplus@secmail.it Legnano, Ottobre 2014 Circolare Informativa n. 22/2014 A tutti i gentili

Dettagli

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB

Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB Rimini Startup 15 dicembre 2015 COOWEB AGEVOLAZIONI, BANDI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO 15 DICEMBRE 2015 - COOWEB PRINCIPALI TIPOLOGIE DI AGEVOLAZIONE Credito d imposta Detassazione redditi Finanziamenti

Dettagli

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani

Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Regolamento sulla collaborazione tra cittadini e amministrazione per la cura e la rigenerazione dei beni comuni urbani Il Comune di Bologna promuove l impegno di tutti per la cura e la gestione dei beni

Dettagli

Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale"

Misura 124 Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale Misura 124 "Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare e in quello forestale" Consorzio Iniziative per la Formazione dei Divulgatori Agricoli

Dettagli

POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE

POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE POR MARCHE FESR 2014-2020 - ASSE 1 OS 1 AZIONE 1.1 PROMOZIONE DELLA RICERCA E DELLO SVILUPPO NEGLI AMBITI DELLA SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE SCHEDA SINTETICA BANDO 1. DESCRIZIONE Lo strumento intende

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE. Prato, 16 novembre 2015

IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE. Prato, 16 novembre 2015 IL SOSTEGNO DELLA REGIONE TOSCANA ALLA CREAZIONE DI IMPRESE INNOVATIVE Prato, 16 novembre 2015 Decreto di indizione n. 4123 del 10.08.2015 Finalità del bando rafforzare l innovazione del sistema imprenditoriale

Dettagli

SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016

SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016 SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016 Attività 1.4.1del POR FESR 2014-2020 D.G.R. 11/2016 Regione Emilia-Romagna COS È IL POR FESR 2014-2020 STRUMENTO OPERATIVO DI PROGRAMMAZIONE LOCALE

Dettagli

DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE

DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE Obiettivo DGR N. 1789 del 29/09/2014 BANDO PER IL FINANZIAMENTO DI PROGETTI DI AGGREGAZIONE DI IMPRESE Il Bando in attuazione della Legge Regionale 30 maggio 2014, n. 13 Disciplina dei distretti industriali,

Dettagli

PIA AIUTI AI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO DELLE PICCOLE IMPRESE

PIA AIUTI AI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO DELLE PICCOLE IMPRESE PIA AIUTI AI PROGRAMMI DI INVESTIMENTO DELLE PICCOLE IMPRESE ATTIVITÀ AMMISSIBILI Attività manifatturiere (sezione C Classificazione ATECO 2007) Magazzinaggio e attività di supporto ai trasporti (codice

Dettagli

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE

CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE CIRCOLARE MENSILE AGEVOLAZIONI ALLE IMPRESE Delegato Giunta UNGDCEC Diego La Vecchia Presidente Giuseppe Arleo Segretario Rossana Giacalone Membri di Commissione: Emiliano Capano Alessandro Caronti Silvia

Dettagli

SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016 Attività 1.4.1 POR FESR 2014 2020

SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016 Attività 1.4.1 POR FESR 2014 2020 SOSTEGNO ALLO START UP DI NUOVE IMPRESE INNOVATIVE 2016 Attività 1.4.1 POR FESR 2014 2020 D.G.R. 11/2016 Regione Emilia Romagna PARMA 25/02/2016 COS È IL POR FESR 2014 2020 STRUMENTO OPERATIVO DI PROGRAMMAZIONE

Dettagli

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno

La programmazione europea. per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno La programmazione europea 2014 2020 per lo sviluppo della filiera turistica nel Mezzogiorno POIn (FESR) 2007-2013 - Attrattori culturali, naturali e turismo Asse II - Linea di intervento II.2.1 Intervento:

Dettagli

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione

Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013. Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Regione Puglia Assessorato Sviluppo Economico POR PUGLIA 2007-2013 Regolamento generale dei regimi di aiuto in esenzione Giugno 2008 1 Titolo I Disposizioni Generali 2 Titolo I Disposizioni Generali Regimi

Dettagli

OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020

OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020 Castellammare del Golfo, 05 giugno 2015 COSME COSME è il Programma per la competitività

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

MICROCREDITO PER LE DONNE

MICROCREDITO PER LE DONNE UNIONE COMMERCIALISTI ED ESPERTI CONTABILI DI BARI UNAGRACO BARI INCENTIVI PER LE IMPRESE: I RECENTI PROVVEDIMENTI NAZIONALI E REGIONALI BANDO PER INVESTIMENTI INNOVATIVI NELLE REGIONI CONVERGENZA MICROCREDITO

Dettagli

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE

RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE RIEPILOGO AGEVOLAZIONI ATTIVE AGEVOLAZIONI ATTIVE INVITALIA Prestito d Onore Regioni: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Molise, Puglia, Campania, Sardegna, Sicilia Microimpresa Regioni: Abruzzo, Basilicata,

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START DOTAZIONE BANDO SOGGETTI BENEFICIARI La dotazione finanziaria iniziale è pari ad 30.000.000,00, così suddivisa:

Dettagli

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta

La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta #OPENFESR Dalle idee al commento del Programma Operativo FESR 2014-2020 La proposta di Accordo di Partenariato 2014-2020 e la complementarità con i Programmi Tematici a gestione diretta Raffaele Colaizzo

Dettagli

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI

La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI La Regione Toscana a sostegno della creazione di impresa giovanile Prato, 16 novembre 2015 NASCERE E CRESCERE, IMPRESA DA RAGAZZI OBIETTIVO SPECIFICO CREAZIONE DI IMPRESA GIOVANILE SETTORE MANIFATTURIERO,

Dettagli

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO

Agevolazioni. Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 BANDI NAZIONALI E REGIONALI NAZIONALI ABRUZZO Informativa agevolazioni del 25 gennaio 2013 Agevolazioni NAZIONALI ABRUZZO BANDI NAZIONALI E REGIONALI Bando per l internazionalizzazione, dal 25 ottobre 2012 è diventato operativo il Fondo Startup, nuovo

Dettagli

PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010

PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010 PO FESR 2007-2013 PROGRAMMA PLURIENNALE DI ATTUAZIONE PERIODO 2007-2010 Asse VI Competitività dei sistemi produttivi e occupazione Obiettivi La politica di aiuti alle imprese è finalizzata a sostenere,

Dettagli

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI REGIONE TOSCANA - INCENTIVI ALLE PMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI BENEFICIARI PMI in forma singola o associata, aventi sede o unità locale destinataria

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale Il Consiglio dell Unione europea ha adottato a dicembre 2013 il Regolamento relativo al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo

Dettagli

REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013

REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013 Allegato A REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013 STRUMENTI DI INGEGNERIA FINANZIARIA FONDO DI INGEGNERIA FINANZIARIA: FONDO UNICO ROTATIVO per PRESTITI POR CReO FESR 2007-2013 ( FURP ) Linea di intervento

Dettagli

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles

TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet. LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles TITOLO Infoday Horizon 2020 - Future Internet LUOGO E DATA 31 Gennaio 2014 Albert Borschette Conference Centre Rue Froissart, 36 1040 Bruxelles ORGANIZZATORE DG CONNECT RELAZIONE La giornata informativa

Dettagli

DocUP ABRUZZO 2000-2006

DocUP ABRUZZO 2000-2006 DocUP ABRUZZO 2000-2006 SCHEDA DELLA MISURA 2.3. RICERCA E SVILUPPO, INNOVAZIONE E TRASFERIMENTO TECNOLOGICO I. IDENTIFICAZIONE DELLA MISURA I.1. Asse Asse II Competitività del sistema imprese I.2. Titolo

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START

FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START FONDO DI ROTAZIONE PER L'IMPRENDITORIALITÀ (FRIM) - LINEA DI INTERVENTO N.8 START UP E RE-START DOTAZIONE BANDO SOGGETTI BENEFICIARI La dotazione finanziaria iniziale è pari ad 32.400.000,00, così suddivisa:

Dettagli

POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA

POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA Ambito 1 Linea 3 Azioni a supporto della partecipazione ai programmi comunitari a gestione diretta e al lavoro in rete

Dettagli

POR FESR FVG 2014-2020

POR FESR FVG 2014-2020 { POR FESR FVG 2014-2020 Investimenti a favore { della crescita e dell occupazione 5 assi tematici (231 meuro) Asse 1 Rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l innovazione: 77 meuro Asse 2 Promuovere

Dettagli

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili

Modalità Attuative Fondo Prestiti Rimborsabili OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE PROGRAMMA OPERATIVO 2007-2013 REGIONE LIGURIA Parte Competitività COFINANZIATO DAL F.E.S.R. - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE ASSE 1 INNOVAZIONE E COMPETITIVITA

Dettagli

SCHEDA DELLE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE

SCHEDA DELLE DIRETTIVE DI ATTUAZIONE PARERE n.21 "Approvazione delle Direttive di attuazione per sostenere la creazione e/o il potenziamento delle reti e dei cluster di imprese attraverso lo strumento del Contratto di Investimento ai sensi

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali

Nota informativa. REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali Nota informativa REGIONE PUGLIA - Aiuti ai programmi di investimento promossi da Grandi Imprese attraverso Contratti di Programma Regionali BENEFICIARI a) Imprese di grandi dimensioni (imprese che occupano

Dettagli

Regione Umbria DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 6638 DEL 16/09/2015

Regione Umbria DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 6638 DEL 16/09/2015 Regione Umbria Giunta Regionale DIREZIONE REGIONALE PROGRAMMAZIONE, INNOVAZIONE E COMPETITIVITA' DELL'UMBRIA Servizio Politiche per il credito e internazionalizzazione delle imprese DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Dettagli

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013

FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 FONDO DI ROTAZIONE PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA POR Veneto 2007-2013 Disciplina di riferimento POR Veneto 2007-2013, parte FESR. Asse 1 Linea d intervento 1.2 Ingegneria Finanziaria Azione 1.2.3. DGR

Dettagli

Opportunità finanziarie e. e Brevetti. Possibili canali di finanziamento ed registrazione e lo sviluppo di marchi e brevetti

Opportunità finanziarie e. e Brevetti. Possibili canali di finanziamento ed registrazione e lo sviluppo di marchi e brevetti Opportunità finanziarie e agevolazioni per la registrazione ione el industrializzazione di Marchi e Brevetti Possibili canali di finanziamento ed incentivo disponibili per la registrazione e lo sviluppo

Dettagli

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ).

categoria) e successive modificazioni e del Reg. (CE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013 (Regolamento de minimis ). Sostegno dei processi di internazionalizzazione delle Piccole e medie imprese del Lazio in forma aggregata Bando: L.R. n. 5 del 2008 Disciplina degli interventi regionali a sostegno Dell internazionalizzazione

Dettagli

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione:

I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: I servizi finanziari per gli investimenti in ricerca e innovazione: Il modello Talent Lab di Calabria Innova Il Fondo Equity per le Imprese Innovative L acquisizione di servizi per l innovazione Luca Mannarino

Dettagli

PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013

PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013 PASSEPARTOUT - AIUTI AI SERVIZI DI CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA DELLE PMI 2013 Premessa La regione Puglia, in linea con gli indirizzi per lo sviluppo delle politiche comunitarie nei suoi tre

Dettagli

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC

PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC PROGRAMMA OPERATIVO INTERREG IVC Finalità: Obiettivo generale Migliorare, attraverso la cooperazione interregionale l efficacia dello sviluppo di politiche regionali nelle aree innovative, l economia della

Dettagli

(22,3 mld) (15,5 mld) (27 mld)

(22,3 mld) (15,5 mld) (27 mld) 4 dicembre 2014 (22,3 mld) (15,5 mld) (27 mld) Scienza d eccellen za Leadership industriale Mantenere la ricerca europea ai massimi livelli mondiali Rafforzare la cooperazione internazionale nella ricerca

Dettagli

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti!

Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Domande sull Unione Europea?.....Può aiutarti! Finanziamenti dell Unione europea: funzionamento e fonti di informazione on-line Perché una strategia per l Europa 2020? La crisi degli ultimi anni ha determinato

Dettagli

European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique. Le linee di finanziamento della Commissione Europea e PCM

European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique. Le linee di finanziamento della Commissione Europea e PCM European Institute of Public Administration - Institut européen d administration publique Le linee di finanziamento della Commissione Europea e PCM learning and development - consultancy - research EIPA

Dettagli

CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015

CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015 PO FESR SARDEGNA 2007-2013 CONTRIBUTI ALLE PMI PER LA PARTECIPAZIONE A EXPO MILANO 2015 Domanda di agevolazione Linea di attività 6.3.1.a Azioni di sistema e supporto all internazionalizzazione delle imprese

Dettagli

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE

Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità europee di finanziamento INDICE COMUNE DI FERRARA Città Patrimonio dell Umanità Assessorato Attività Economiche Servizio Attività Produttive, Commercio e Turismo Ufficio Sportello Europa Sportello Europa Informa Bollettino sulle opportunità

Dettagli

SCHEDA BANDO SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE

SCHEDA BANDO SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE SVILUPPO DELLE RETI E/O DELLE AGGREGAZIONI TRA IMPRESE Tempistica Presentazione delle domande dalle ore 10.00 del 30 marzo 2015 al 30 novembre 2015 (salvo esaurimento delle risorse disponibili). Oggetto

Dettagli

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di

Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di Conf@reti - Confartigianato crea reti d impresa Programma ERGON Eccellenze Regionali a supporto della Governance e dell Organizzazione dei Network di imprese - Azione 2 Progetto realizzato da: Con il contributo

Dettagli

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna

Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Emilia-Romagna Bando: Concessione di contributi alle imprese colpite dalle calamità naturali anno 2015 Camera di Commercio di Ravenna Obiettivo: supportare le imprese colpite dalle recenti avversità atmosferiche

Dettagli

MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI

MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI POR SARDEGNA 2000-2006 MISURA 6.5 SICUREZZA PER LO SVILUPPO E CONTROLLO DI LEGALITÀ SUGLI INVESTIMENTI AZIONE 6.5.D PROGETTI PILOTA LOCALI LEGALITÀ BANDO PUBBLICO DI SELEZIONE DEI PROGETTI PILOTA LOCALI

Dettagli

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP)

1. Voucher per misure di accompagnamento all innovazione (a valere su ADP) PROPOSTE PROGETTUALI BILANCIO CAMERALE 2013 Considerato il costante diminuire delle risorse pubbliche e di conseguenza dei contributi per le imprese, abbiamo ritenuto opportuno segnalare qui di seguito

Dettagli

"Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020." Luigi Sidoli

Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020. Luigi Sidoli "Gli strumenti a supporto dell innovazione in agricoltura nell ambito della programmazione europea 2014-2020." Luigi Sidoli Milano, 20 Aprile 2015 L Unione dell innovazione Strumento Partenariati Europei

Dettagli

Bando 1.5.d POR Creo 2007-2013 Regione Toscana. Stefano Romagnoli Raffaele Mannelli Regione Toscana

Bando 1.5.d POR Creo 2007-2013 Regione Toscana. Stefano Romagnoli Raffaele Mannelli Regione Toscana Bando 1.5.d POR Creo 2007-2013 Regione Toscana Stefano Romagnoli Raffaele Mannelli Regione Toscana Linea di Attività 1.5 d del POR CREO Sostegno a programmi integrati di investimento per ricerca industriale

Dettagli

PREPARAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI

PREPARAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI Programma Operativo Regionale parte FESR 2007 2013 OBIETTIVO COMPETITIVITÀ REGIONALE E OCCUPAZIONE Azione 5.1.1 Cooperazione interregionale. DGR n. 2054 del 19/11/2013 PREPARAZIONE E VALUTAZIONE DEI PROGETTI

Dettagli

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI

Bando: Horizon 2020 dedicated SME Instrument Phase 1, 2014-2015- H2020-SMEINST-1-2015 Strumento dedicato alle PMI Bandi Pilastro Sfide della società I bandi del pilastro Sfide della società riguardano le sfide sociali identificate nella strategia Europa 2020 e concentrano i finanziamenti su tematiche come: la salute,

Dettagli

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI

Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Riepilogo interventi finanziari a favore dell PMI Possibilità 1.CREDITO ADESSO 2014 2. SABATINI BIS 3.REGIONE LOMBARDIA - FONDO FRIM 4.BANDO PER L INNOVAZIONE DEL TERZIARIO 5. LOMBARDIA CONCRETA 6. BANDO

Dettagli

Iniziative per il mondo economico : i Fondi Strutturali. Silvia Pulvirenti, SIPRO. Cento, 25 febbraio 2016

Iniziative per il mondo economico : i Fondi Strutturali. Silvia Pulvirenti, SIPRO. Cento, 25 febbraio 2016 Iniziative per il mondo economico : i Fondi Strutturali Silvia Pulvirenti, SIPRO Cento, 25 febbraio 2016 ACCESSO AI FINANZIAMENTI QUALCHE DATO Nella programmazione 2007-2013 il nostro territorio ha dimostrato

Dettagli

IL Ministro delle Attività Produttive

IL Ministro delle Attività Produttive IL Ministro delle Attività Produttive Agevolazioni per programmi di sviluppo e innovazione nelle piccole e medie imprese del settore tessile, abbigliamento e calzaturiero ai sensi dei commi 4 e 5 dell

Dettagli

Bando FIT in materia di ICT

Bando FIT in materia di ICT Scheda n 1 Obiettivo Bando FIT in materia di ICT Promuovere e diffondere nell ambito delle piccole e medie imprese l innovazione basata sulle tecnologie dell informazione e delle comunicazione (ICT) al

Dettagli

REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione.

REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione. REGIONE CAMPANIA Misura Internazionalizzazione Finanziamento a tasso agevolato per processi di internazionalizzazione. BENEFICIARI Il programma d investimento, oggetto delle agevolazioni qui previste,

Dettagli

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi

Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi Nuove misure di finanza agevolata a favore delle imprese calabresi di Enrico Mazza Il 29 novembre scorso sono stati pubblicati sul BURC (n. 48 parte III) i Decreti che riguardano l approvazione degli Avvisi

Dettagli

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA

FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA FINANZIAMENTI AGEVOLATI REGIONE LOMBARDIA LINEE D INTERVENTO: 1. SVILUPPO AZIENDALE; 2. INNOVAZIONE DI PRODOTTO E DI PROCESSO; 3. APPLICAZIONE INDUSTRIALE DI RISULTATI DELLA RICERCA; 4. CRESCITA DIMENSIONALE

Dettagli

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA,

BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA, BANDO PER L ATTRIBUZIONE DI CONTRIBUTI FINALIZZATI ALLA PROMOZIONE DELL E-COMMERCE IN FAVORE DELLE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI PISA, Accordo Programma MISE- Unioncamere 2012 Budget : 40.000,00 1. Premessa

Dettagli

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2

Progetto Pilota Start Up House azione 1.2 LA REGIONE TOSCANA PER LE PMI Tour di presentazione delle prossime opportunità POR FESR 2014-2020 Intro Fondo rotativo Fondi di Garanzia Protocolli d insediamento Progetto Pilota Start Up House azione

Dettagli

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014

Circolare fiscale n. 9 del 7 Maggio 2014 2014 Strumenti per il rilancio dell impresa Ditte individuali I progetti di investimento non devono superare 25.823. La o il titolare della ditta individuale deve aver compiuto 18 anni e deve essere inoccupato.

Dettagli

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE

INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE INCENTIVI E AGEVOLAZIONI FINANZIARIE PER LA RICERCA E L INNOVAZIONE Università degli Studi Milano-Bicocca, 15 Settembre 2015 Agenda 1

Dettagli

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno

per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno per il Programma di EMPOWERMENT delle Amministrazioni Pubbliche del Mezzogiorno Progetto dall'iter alle reti: Implementazione Sportello Unico Rassegna delle principali possibilità di finanziamento a disposizione

Dettagli

WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE

WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE WORKSHOP 08/10/2013 - RETI E INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE IMPRESE Intervento Gli obiettivi e i programmi di Regione Lombardia verso il sistema delle PMI e delle Reti in particolare Contesto Dott.ssa Olivia

Dettagli

SINTESI DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA RICERCA E INNOVAZIONE AVVIATI NELL ULTIMO PERIODO

SINTESI DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA RICERCA E INNOVAZIONE AVVIATI NELL ULTIMO PERIODO SINTESI DEGLI INTERVENTI DI SOSTEGNO ALLA RICERCA E INNOVAZIONE AVVIATI NELL ULTIMO PERIODO La nostra regione è stata tra le prime ad avviare l attuazione degli strumenti di ricerca, sviluppo e innovazione

Dettagli

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE

BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE BANDO DI CONTRIBUTI PER INTERVENTI INNOVATIVI SULLE TEMATICHE SICUREZZA SUL LAVORO, ENERGIA ED AMBIENTE Art. 1- DESCRIZIONE E FINALITA DELL INIZIATIVA La Camera di Commercio di Avellino con il presente

Dettagli

La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull

La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull La Strategia Europa 2020 ha come filo conduttore la crescita: Intelligente e orientata ad uno sviluppo economico basato sulla conoscenza e sull innovazione. Sostenibile per promuovere un economia più efficiente

Dettagli

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro.

La dotazione finanziaria prevista dal Fondo PMI Misura Intervento straordinario per la competitività è pari a 120.000.000 di Euro. AVVISO per la selezione di progetti da ammettere al finanziamento del Fondo Regionale per lo sviluppo delle PMI campane misura Intervento straordinario per la competitività Sul BURC del 2 novembre 2015

Dettagli

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia

P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO. pugliasviluppo. Puglia Sviluppo S.p.A. Azionista Unico Regione Puglia P.O. FESR Puglia 2007-2013 ASSE VI UNIONE EUROPEA FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE INVESTIAMO NEL VOSTRO FUTURO REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO ECONOMICO, IL LAVORO E L INNOVAZIONE SERVIZIO

Dettagli

Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese

Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese Aiuti agli investimenti iniziali per piccole e medie imprese TERMINI DI PRESENTAZIONE La presentazione avviene mediante la procedura a sportello, fino ad esaurimento risorse. BENEFICIARI 1. Microimprese

Dettagli

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione

5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione 5.3.1.1.1 Azioni nel campo della formazione professionale e dell informazione Riferimenti normativi Codice di Misura Articoli 20 (a) (i) e 21 del Reg. (CE) N 1698/2005. Punto 5.3.1.1.1. dell allegato II

Dettagli

LINEA R&S PER AGGREGAZIONI

LINEA R&S PER AGGREGAZIONI NEWSLETTER n. 1 FEBBRAIO 2016 Pubblichiamo un estratto delle ultime notizie relative alle opportunità offerte da bandi e finanza agevolata. CHIARI SERVIZI Srl è a Vostra disposizione per fornire l idonea

Dettagli

I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI

I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI Documento del 15 febbraio 2016 I LIBERI PROFESSIONISTI POTRANNO ACCEDERE AI FINANZIAMENTI EUROPEI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa.

Dettagli

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO

AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO AVVISO DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI FINANZIAMENTO PROGETTI MIRATI ATTI A FAVORIRE LA PROMOZIONE INTERNAZIONALE E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI E DELLE ASDI Art. 1 - Oggetto e finalità 1. Il presente

Dettagli

APULIA ATTRACTION. Seconda Edizione

APULIA ATTRACTION. Seconda Edizione APULIA ATTRACTION Seconda Edizione AVVISO PUBBLICO PER LA SELEZIONE DI N.15 MANAGER/IMPRENDITORI DI ORIGINE PUGLIESE E RESIDENTI ALL ESTERO PER LA PARTECIPAZIONE AL PROGETTO DI INFORMAZIONE, PROMOZIONE

Dettagli

REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013

REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013 Allegato A REGIONE TOSCANA POR FESR 2007-2013 STRUMENTI DI INGEGNERIA FINANZIARIA FONDO DI INGEGNERIA FINANZIARIA: FONDO UNICO ROTATIVO per PRESTITI POR CReO FESR 2007-2013 ( FURP ) Linea di intervento

Dettagli

I finanziamenti europei. Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea

I finanziamenti europei. Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea I finanziamenti europei Fabrizio Spada Direttore della Rappresentanza a Milano della Commissione europea Quali fondi? Chi gestisce i fondi europei? COMMISSIONE; 22% PAESI TERZI E ORG INTERNAZ; 2% STATI

Dettagli

BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015

BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015 BANDO A.I.D.A. APPORTARE INNOVAZIONE DIRETTAMENTE IN AZIENDA ANNO 2015 Art. 1 Finalità La Camera di Commercio di Frosinone, nell ambito delle proprie iniziative volte a favorire lo sviluppo dell economia

Dettagli

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA Regione Puglia START UP Scheda informativa sul nuovo bando della Regione Puglia Sostegno allo start up di microimprese di nuova costituzione realizzate da soggetti svantaggiati. COSA TROVI IN QUESTA SCHEDA

Dettagli

Newsletter Luglio 2014

Newsletter Luglio 2014 Newsletter Luglio 2014 Finanza Agevolata Notizie MACCHINARI E BENI STRUMENTALI GODRANNO DI UN CREDITO DI IMPOSTA DEL 15% Macchinari e beni strumentali godranno di un credito d imposta del 15% di cui però

Dettagli

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/6 del 2.7.2013 1/6

Allegato alla Delib. G.R. n. 25/6 del 2.7.2013 1/6 DIRETTIVE DI ATTUAZIONE Linea di Attività 4.2.4.a Incentivi per la realizzazione di postazioni per la promozione di prodotti espressione dell identità locale ART. 1 OGGETTO E FINALITA DEGLI AIUTI Le presenti

Dettagli

Location Service. Contributi e agevolazioni.

Location Service. Contributi e agevolazioni. Location Service. Contributi e agevolazioni. 2 Agevolazioni e facilitazioni fiscali. La BLS offre una consulenza di base su tutte le agevolazioni concesse in Alto Adige, fornendo in formazioni sulle possibili

Dettagli

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese

Nota informativa. REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese Nota informativa REGIONE PUGLIA -Aiuti ai Programmi Integrati di Agevolazione PIA promossi da Piccole Imprese BENEFICIARI a) Imprese di piccole dimensioni (imprese che occupano meno di 50 dipendenti e

Dettagli