CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri"

Transcript

1 CITTADINI STRANIERI REGOLARI E IRREGOLARI Vademecum sulla legislazione nazionale in materia di assistenza sanitaria agli stranieri A cura dell ufficio Contabilità Prestazioni Servizio Prestazioni e Marketing Zoboli Sonia Munari Renata Franchini Maurizio

2 SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE Il Servizio Sanitario Nazionale assicura la tutela della salute e l assistenza sanitaria a tutti i cittadini italiani e stranieri, senza alcuna differenza di trattamento. Per usufruire di tale diritto bisogna innanzitutto iscriversi al Sistema Sanitario Nazionale, richiedendo la Tessera Sanitaria presso le Aziende Sanitarie Locali (ASL). 2

3 TEAM O E 111? Stranieri e sanità... facciamo un po di ordine... 3

4 Chi collabora con noi? Un buon percorso nasce da una collaborazione efficace... Personale amministrativo e sanitario addetto all accoglienza (PAO e Capo Sala) Controllo documentazione Titolo di assistenza Ufficio accettazione Monitoraggio dei ricoveri di cittadini stranieri rilascio tessere STP Mediatrici. Compilazione modulistica per il rilascio degli STP Accoglienza e informazione del cittadino straniero Risoluzione pratica del problema della comunicazione I nostri obiettivi Svolgere una efficace azione informativa e rappresentare un valido supporto per gli operatori. 4

5 CITTADINO APPARTENENTE A UN PAESE DELL'UNIONE EUROPEA DEVE ESSERE IN POSSESSO DI MODELLO E111 o la TEAM Cos e un MODELLO E111 o TEAM (tessera europea assicurazione malattia) E un documento rilasciato ai cittadini della Comunità Europea che assicura la tutela della salute e la cura nelle strutture e nei servizi sanitari italiani. Il modello e la tessera sono gratuiti e vengono rilasciati dal servizio sanitario del paese d origine quali sono i paesi della COMUNITÀ EUROPEA? Austria, Belgio, Cipro, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Islanda, Lettonia, Lituania, Lussenburgo, Malta, Norvegia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Regno Unito, Repubblica Ceca, Irlanda, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svezia, Ungheria dal 2007 anche Romania e Bulgaria A livello sanitario i cittadini neocomunitari hanno diritto di accedere alle prestazioni sanitarie dietro esibizione della tessera europea di assicurazione malattia (TEAM). Anche chi proviene dal Liechtenstein, l Islanda, la Norvegia e la Svizzera, stati facenti parte dello spazio economico europeo, devono essere in possesso di TEAM o modello equivalente. 5

6 Romania e Bulgaria e tessera E.N.I. Dal 1 gennaio 2007 la Romania e la Bulgaria sono diven tati Paesi membri dell Unione Europea: i loro cittadini godono del diritto di circolare e soggiornare liberamente nel territorio degli Stati membri e quindi anche in Italia. (DLgs. 30 del 06/02/2007) Anche per loro ora vige l obbligo di essere in possesso di TESSERA TEAM. - Tessera europea assicurazione malattia o modello equivalente sostitutivo. Il Ministero della Salute, in considerazione dell elevato numero di cittadini neocomunitari ai quali mancano i requisiti per avere la TEAM o il modello sostitutivo, ha disposto che venga dato loro un tesserino contrassegnato con un codice denominato ENI (Europeo non iscritto o non in regola). Il codice ENI darà ai cittadini neocomunitari la possibilità di accedere alle prestazioni urgenti, essenziali e continuative, alle cure a tutela della gravidanza, della maternità e della salute del minore e alle prestazioni relative alla pratiche di interruzione della gravidanza. cure urgenti "le cure che non possono essere differite senza pericolo per la vita o danno per la salute della Persona"; cure essenziali "le prestazioni sanitarie, diagnostiche e terapeutiche relative a patologie non pericolose nell'immediato e nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazione od aggravamenti)". Continuative "assicurare all'infermo il ciclo terapeutico e riabilitativo completo riguardo alla possibile risoluzione dell'evento morboso". Per le suddette prestazioni le ASL dovranno avere una contabilità separata per le opportune azioni di recupero o negoziazione nei confronti degli Stati competenti. La criticità di tale provvedimento è che i cittadini provenienti da altri paesi comunitari non in possesso di tessera TEAM o modello equivalente non possono usufruire della procedura prevista per rumeni e i bulgari. 6

7 SE UN CITTADINO PROVIENE DA UN PAESE CHE NON RIENTRA NELL UNIONE EUROPEA E HA IL PERMESSO DI SOGGIORNO PER I SEGUENTI MOTIVI: lavoro subordinato e/o autonomo, ricongiungimento familiare asilo politico, richiesta di asilo, motivi umanitari, attesa adozione e affidamento acquisto della cittadinanza. HA L OBBLIGO DI ISCRIVERSI AL SSN A PARITÀ DI TRATTAMENTO E CON PIENA UGUAGLIANZA DI DIRITTI RISPETTO AI CITTADINI ITALIANI, (Testo Unico n. 286/98 DPR 31.8/99 circolare Ministero della Sanità n. 5/2000 DPR 18/10/2004 n. 344) L iscrizione al SSN va effettuata nella ASL del luogo di residenza o effettiva dimora del richiedente, come risultante dal permesso di soggiorno A CHI RIVOLGERSI? referente per il rilascio della tessera sanitaria è la SAUB ove si risiede per che ha il permesso di soggiorno rilasciato a Modena: SAUB Poliambulatorio 2 piano, 7

8 ISCRIZIONE VOLONTARIA AL S.S.N. CITTADINI EXTRACOMUNITARI Normativa di riferimento Legge 40 del , D. L. n 286 del , D.P.R. n 394 del I cittadini extracomunitari regolarmente soggiornanti in Italia, che non rientrano tra le categorie per le quali è prevista l'iscrizione obbligatoria possono iscriversi volontariamente al SSN L'iscrizione è subordinata al pagamento di un contributo annuale di: - Euro 387,34 esteso anche ai familiari a carico, - Euro 149,77 per motivi di studio, esclusi familiari a carico - Euro 219,40 per lo straniero collocato alla pari, esclusi familiari a carico A CHI RIVOLGERSI? SAUB Poliambulatorio 2 piano 8

9 SE IL CITTADINO NON HA IL PERMESSO SOGGIORNO ED E CLANDESTINO SUL TERRITORIO NAZIONALE Per gli stranieri senza permesso di soggiorno, non in regola con le norme relative all ingresso e al soggiorno in Italia, l assistenza sanitaria viene garantita attraverso il rilascio di un tesserino STP (Straniero Temporaneamente Presente). COS E LA TESSERA STP (DPR 391/99 art. 43 circ. ministero della salute n. 5/2000) Il tesserino STP assicura l erogazione delle seguenti prestazioni sanitarie: cure ambulatoriali ed ospedaliere urgenti e essenziali, programmi di medicina preventiva, tutela della gravidanza e della maternità, tutela della salute dei minori, vaccinazioni obbligatorie, interventi di profilassi internazionale, profilassi, diagnosi e cura delle malattie infettive, cura e riabilitazione degli stati di tossicodipendenza Il tesserino STP non da diritto ad avere il medico di base. Ogni prescrizione può essere fatta da medici volontari presso centri di accoglienza. (per Modena ad esempio è PORTA APERTA) CHI RILASCIA IL TESSERINO STP Il tesserino deve essere rilasciato dalle Aziende USL e dalle Aziende Ospedaliere nei punti di primo accesso dello straniero (pronto soccorso, consultori, sportelli SAUB) 9

10 COME DEVE ESSERE COMPILATO UN TESSERINO STP Il tesserino dovrà contenere oltre al codice STP : -Nome e Cognome. -Data di nascita. -Indicazioni sulla situazione di indigenza. -Il riferimento al diritto ad eventuali esenzioni dalla partecipazione alla spesa sanitaria. -Timbro della struttura /ufficio che rilascia la stessa e firma dell operatore. L ufficio all atto del rilascio del tesserino, deve richiedere la compilazione dei seguenti modelli 1. dichiarazione di indigenza 2. dichiarazione sostitutiva di identità in mancanza di documenti Il tesserino ha validità semestrale (in caso di rinnovo di tessera STP si riassegna lo stesso codice ma si richiede nuovamente la sottoscrizione dei modelli ai punti 1 e 2). Sul tesserino deve essere sempre compilata la parte relativa allo stato di INDIGENZA. Il cittadino indigente, in possesso di STP a parità di condizioni con il cittadino italiano deve pagare il ticket, infatti: le prestazioni sono erogate senza oneri a carico dei richiedenti qualora privi di risorse economiche sufficienti fatte salve le quote di partecipazione alla spesa (ticket) a parità con i cittadini italiani 10

11 Permesso di soggiorno per cura. (art. 36 D.Lgs 286 del 25/07/98) Il permesso di soggiorno per cure mediche non dà diritto all iscrizione al servizio sanitario nazionale e ha una durata pari al periodo del presunto trattamento terapeutico. Il permesso di soggiorno per cure viene rilasciato dall ambasciata italiana presente nel paese di provenienza del richiedente. Per ottenerlo il richiedente dovrà fornire all ambasciata: a) ricevuta di pagamento del 30% dell importo totale del costo della degenza; b) certificato medico attestante le ragioni per si necessita il trattamento sanitario nel nostro paese; c) dichiarazione della struttura sanitaria italiana prescelta che confermi la disponibilità ad accoglierlo e che ne indichi il tipo di cura la data di inizio e la durata della stessa; d) documenti comprovanti la disponibilità economica adeguata al costo delle prestazioni sanitarie effettuate fino al momento della dimissione e) documenti comprovanti la disponibilità in Italia di vitto e alloggio per l eventuale accompagnatore e per tutto il periodo di convalescenza dell interessato Le modalità di pagamento sono: 1) acconto pari al 30% dell importo totale della cura prevista per la patologia da trattare; 2) il rimanente 70% a dimissione del paziente Il pagamento della degenza e tutto quello che ne deriva (controlli successivi il ricovero e farmaci) è completamente a carico dello straniero che necessita del trattamento sanitario o di chi ne è tutore (genitori o altro). A CHI RIVOLGERSI? Ufficio Contabilità Prestazioni Servizio Prestazioni E Marketing 11

12 permesso di soggiorno per cure mediche DONNE IN GRAVIDANZA E MINORI Disciplinato dal d.lgs 286/98 artt. 19, 31 e 36 Il permesso di soggiorno per cure mediche può essere rilasciato alle donne straniere irregolari (e al padre del nascituro) in stato di gravidanza per il periodo prima del parto e per i sei mesi successivi alla nascita e a seguito di sentenza del Tribunale per i Minorenni ex art.31 Testo Unico Immigrazione,che sancisce la possibilità da parte del Tribunale di autorizzare la permanenza in Italia del genitore straniero irregolare per gravi motivi connessi allo sviluppo psico fisico e alla condizioni di salute del minore. Rilascio e rinnovo Il permesso di soggiorno per cure mediche rilasciato alle straniere irregolari in stato di gravidanza è richiesto direttamente presso gli uffici della Questura competente con l esibizione di certificato medico con la data presunta del parto. Tale permesso ha validità di sei mesi fino alla nascita, rinnovabili per i primi sei mesi di vita del bambino. Anche il padre del bambino ne ha diritto. Consente l'iscrizione al Ssn gratuitamente (iscrizione obbligatoria) ma non consente lo svolgimento di attività lavorativa.. Il permesso per cure mediche non è convertibile in altro permesso di soggiorno (a meno che non si possa effettuare la coesione con un familiare regolare in Italia, secondo differenti interpretazioni). 12

13 A.I.R.E. anagrafe italiani residenti estero legge del 27 ottobre 1988, n.470 e successivo regolamento di attuazione (D.P.R.323 del ) Cittadini italiani residenti all estero con status di emigranti e/o titolari di pensione corrisposta da Enti previdenziali italiani, in temporaneo soggiorno sul territorio nazionale Descrizione Si tratta di cittadini italiani, iscritti all'anagrafe degli italiani residenti all'estero (AIRE) dell'ultimo comune di residenza in Italia. La normativa prevede specifiche condizioni di assistenza sanitaria durante i loro temporanei rientri in Italia, infatti: Hanno diritto all'assistenza sanitaria limitata alle prestazioni urgenti per un massimo di 90 giorni nell'anno solare Hanno diritto all'assistenza sanitaria a carico del SSN (PERTANTO GRATUITA) solo se l accesso alla struttura sanitaria avviene tramite PRONTO SOCCORSO Il periodo può essere anche non continuativo ma comunque complessivamente non superiore a 90 giorni nell'anno solare in corso. Per ottenere le prestazioni è necessaria la temporanea iscrizione al SSN mediante rilascio di tessera sanitaria provvisoria, senza scelta del medico, sulla quale deve essere posta la dizione "valida per le sole prestazioni urgenti presso strutture pubbliche o accreditate, comprese quelle di pronto soccorso" Il cittadino deve presentare: passaporto, libretto di pensione (se titolare di pensione italiana), dichiarazione sostitutiva di atto notorio relativamente allo status di emigrato e all'esistenza del diritto al rimborso delle prestazioni fruite in forza di una copertura assicurativa sia pubblica che privata nel Paese di provenienza. A CHI RIVOLGERSI? SAUB Poliambulatorio 2 piano 13

14 MINORI STRANIERI MINORI STRANIERI ACCOMPAGNATI in breve soggiorno ospiti di associazioni di volontariato (Delibera giunta regionale n. 1714/2000) In Emilia-Romagna ogni anno arrivano molti bambini stranieri per soggiorni più o meno lunghi nell ambito di alcuni progetti di solidarietà (ad esempio i Progetti Chernobyl, Saharawi, Palestina). Queste iniziative sono promosse da organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale, cooperative sociali e organizzazioni non governative (ONG) che operano nel territorio regionale. Ai bambini e agli adolescenti extracomunitari ospitati da famiglie ed enti è assicurata l assistenza primaria di medicina generale L iscrizione al SSN è effettuata dal distretto competente in base al comune in cui i minori e i loro accompagnatori dimorano MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI (art. 33, commi 2 e 2-bis, del decreto legislativo 25 luglio 1998, n. 286) Per «minore straniero non accompagnato presente nel territorio dello Stato», s'intende il minorenne non avente cittadinanza italiana o di altri Stati dell'unione europea che si trova nel territorio dello Stato privo di assistenza e rappresentanza da parte dei genitori o di altri adulti per lui legalmente responsabili. Accoglienza Al minore non accompagnato sono garantiti i diritti relativi al soggiorno temporaneo, alle cure sanitarie, all'avviamento scolastico e alle altre provvidenze disposte dalla legislazione vigente. A CHI RIVOLGERSI? Ufficio di riferimento: Assistenti Sociali 14

15 Erogazione di interventi sanitari nell ambito del programma assistenziale a favore di cittadini stranieri CASI UMANITARI DELIBERA GIUNTA REGIONALE 2/08/2002 N Ex art. 32, comma 15 - Legge 449/97 La Regione Emilia Romagna si impegna a disciplinare gli interventi in favore di popolazioni colpite da calamità, conflitti armati, situazioni di denutrizione e carenze igienico sanitarie. Il piano di lavoro da priorità alle seguenti tipologie di intervento: a) prestazioni di alta specialità b) priorità per l età pediatrica; c) prestazioni che non siano erogabili nei paesi di provenienza d) che non siano presenti rapporti convenzionali già in essere con i paesi richiedenti, né che tali prestazioni rientrino in programmi finanziati dallo Stato; e) siano riferite a soggetti stranieri provenienti da: Argentina, Albania, Bosnia-Erzegovina, Brasile, Cuba, Eritrea, Etiopia, Kossovo, Libano, Marocco, Moldavia, Montenegro, Mozambico, Senegal, Serbia, Territori dell Autonomia Palestinese, nonché al popolo Saharawi, proveniente dai campi profughi algerini. Per le tipologie di intervento di cui al Progetto regionale Chernobyl si tiene conto delle richieste provenienti dalla Repubblica di Bielorussia e dalle aree ucraine contaminate dall'incidente nucleare di Chernobyl. L accesso degli utenti deve avvenire: a) all interno di strutture pubbliche o private accreditate con il SSN; b) tramite richiesta presentata da organizzazioni od associazioni ONLUS. La regione dopo aver valutato i casi sottoposti trasmetterà al direttore generale dell azienda sanitaria nota nella quale si dispone la presa in carico del paziente in indirizzo. Contabilmente il costo derivante dal ricovero in ambito umanitario grava per un 30% sull azienda ospitante e per il 70% sulla regione. Da gennaio a ottobre 2010 sono stati presi in carico dall ufficio contabilità prestazioni 16 casi. A CHI RIVOLGERSI? Ufficio Contabilità Prestazioni Servizio Prestazioni E Marketing 15

16 DOMANDE E RISPOSTE COSA SI INTENDE PER PRESTAZIONI URGENTI ed ESSENZIALI? per cure urgenti si intendono "le cure che non possono essere differite senza pericolo per la vita o danno per la salute della Persona"; per cure essenziali "le prestazioni sanitarie, diagnostiche e terapeutiche relative a patologie non pericolose nell'immediato e nel breve termine, ma che nel tempo potrebbero determinare maggiore danno alla salute o rischi per la vita (complicanze, cronicizzazione od aggravamenti)". Per le cure urgenti ed essenziali è stato anche affermato dalla legge il principio della continuità delle cure, nel senso di "assicurare all'infermo il ciclo terapeutico e riabilitativo completo riguardo alla possibile risoluzione dell'evento morboso". CHI SONO GLI STRANIERI REGOLARI? Gli stranieri regolarmente soggiornanti nel territorio dello Stato sono quelli che hanno un permesso di soggiorno per : lavoro subordinato, autonomo, attesa occupazione motivi familiari, asilo politico, richiesta di asilo, motivi umanitari, attesa adozione, affidamento e acquisto della cittadinanza. hanno l obbligo di iscriversi al SSN E QUELLI IRREGOLARI? Sono gli stranieri senza permesso di soggiorno, non in regola con le norme relative all ingresso e al soggiorno in Italia. CON LA TESSERA TEAM O IL MOD. E111 SI POSSONO PROGRAMMARE VISITE O RICOVERI? Le prestazioni/ricoveri non devono essere programmate infatti la tessera TEAM copre le necessità sanitarie improvvise 16

17 COSA FARE SE UN PAZIENTE NON HA IL PERMESSO DI SOGGIORNO ED E CLANDESTINO? Si rilascia tesserino STP. Infatti tale tesserino deve essere rilasciato esclusivamente a chi dichiara di essere clandestino L accesso di cittadini stranieri irregolari non può comportare alcun tipo di segnalazione all autorità di polizia, salvo i casi in cui sia obbligatorio il referto (malattie infettive) COSA FARE CON UN PAZIENTE CON S.T.P. SCADUTO? Si rinnova il tesserino rifacendo le stesse operazioni del 1 rilascio ovvero: fare firmare indigenza fare fotocopia del passaporto (se ne è in possesso) in caso sia sprovvisto di documento identificativo compilare il modulo di dichiarazione sostitutiva di certificazione COSA E LA DICHIARAZIONE DI INDIGENZA? È la dichiarazione con cui lo straniero attesta di essere sprovvisto di mezzi di sussistenza e pertanto impossibilitato a pagare le prestazioni sanitarie, ricovero o prestazioni ambulatoriali. Lo stato d'indigenza è attestato attraverso un autodichiarazione (dichiarazione di indigenza) presentata all ente sanitario erogante (art. 43, co 4, D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394). Lo stato d'indigenza del soggetto viene attestato al momento dell assegnazione del tesserino STP, mediante sottoscrizione di una dichiarazione, anch essa valevole 6 mesi (Circ. Min. Sanità 24 marzo 2000). CON L STP SI PAGA IL TICKET Al momento dell assegnazione del codice STP lo straniero, qualora privo di risorse economiche, sottoscrive una dichiarazione di indigenza In base a quanto previsto dalla normativa nazionale, tuttavia, le prestazioni sono gratuite ma rimane dovuto il pagamento del ticket a parità di condizioni con i cittadini italiani. 17

18 E SE SONO COMUNITARI IN POSSESSO DI TEAM O ENI? NO; la prestazione viene rimborsata dalla cassa mutua del paziente. CHI HA L STP PUO ANCHE ESSERE ESENTE? è esonerato dal pagamento della quota di partecipazione alla spesa, in analogia con il cittadino italiano, per quanto concerne: le prestazioni di primo livello (ovvero ad accesso diretto) le urgenze( per quanto attiene il P.S. il cittadino straniero paga il ticket nella stessa misura dei cittadini italiani, cioè in base alla motivazione dell accesso come da delibera RER n. 1035/99; lo stato di gravidanza( limitatamente alle prestazioni di cui al D.M ); le patologie esenti o i soggetti esenti in quanto affetti da gravi stati invalidanti (previo rilascio tessera esenzione da parte dell ufficio competente) o in ragione dell età E SE SONO COMUNITARI IN POSSESSO DI TEAM O ENI? La prestazione viene rimborsata dalla cassa mutua del paziente AI FINI CONTABILI PERCHE E IMPORTANTE RILASCIARE IL TESSERINO STP? Ai fini contabili è importante rilasciare agli aventi diritto il tesserino STP per la successiva rendicontazione delle prestazioni erogate in modo da ottenere il rimborso delle spese sostenute SI POSSONO PRENOTARE LE VISITE CON L STP? Il tesserino STP si utilizza anche per la prenotazione di visite, al CUP se si tratta di prima visita, al CIP se si tratta di continuità assistenziale. 18

19 E LA PRESCRIZIONE DI FARMACI? L STP è utile anche per la prescrizione su ricettario regionale di farmaci erogabili, a parità di condizioni di partecipazione alla spesa con i cittadini italiani, da parte delle farmacie convenzionate. (art. 43, co 3, D.P.R. 31 agosto 1999, n. 394, Circolare Min. San. 24 marzo 2000, pg 13); CHI FA LA RICHIESTA PER LA PRENOTAZIONE DI VISITE O LA PRESCRIZIONE DEI FARMACI? Non avendo diritto al medico di base l immigrato irregolare può rivolgersi a un Associazione di volontariato per gli immigrati dove siano presenti medici volontari (es.: PORTA APERTA) COSA FARE SE SONO IN POSSESSO DI ASSICURAZIONI? In presenza di una assicurazione il paziente deve informare alla propria assicurazione del ricovero entro le 24. Le mediatrici sono in possesso di un fac simile tradotto in tutte le lingue. IN QUESTA AZIENDA CHI RILASCIA LA TESSERA STP? Se il paziente è ricoverato è l accettazione amministrativa unitamente alle mediatrici culturali. Se il paziente deve fare una prestazione ambulatoriale subentra l ufficio contabilità prestazioni Se è un accesso in pronto soccorso generale, è l amministrativo alla reception di PS E CHI PROVIENE DA SAN MARINO? Un cittadino di San Marino usufruisce di prestazioni (prestazioni ambulatoriali o ricovero) utilizzando il modulo denominato ISMAR 8 rilasciato dalla propria cassa mutua. La spesa derivante dalla prestazioni sarà rimborsata alla nostra azienda da San Marino. 19

20 DOMANDA Si presente un cittadino straniero cosa fare se è: IN BREVE... RISPOSTA Cittadino comunitario Chiedere TEAM e fare fotocopia allegandola alla prestazione / ricovero Se sono RUMENI o BULGARI Devono avere la TEAM fare fotocopia allegandola alla prestazione / ricovero Se non l hanno? Indirizzarli in Accettazione per compilare modulo ENI Cittadino di SAN MARINO Cittadino A.I.R.E. Cittadino Extracomunitario con permesso di soggiorno o regolare Cittadino Extracomunitario clandestino Chi rilascia gli STP Quanti mesi è valido il Tesserino STP Con l STP si paga il ticket? Può essere esente uno straniero con STP Si può avere la tessera sanitaria (SSN) in altro modo A chi è rivolta l iscrizione volontaria Dove si fa l iscrizione volontaria? In caso di straniero con assicurazione deve essere in possesso di modello ISMAR 8 fare fotocopia allegandola alla prestazione / ricovero Deve avere tessera sanitaria rilasciata da SAUB Mandarlo alla SAUB per fare tessera sanitaria Fare STP 1. Per i pazienti ricoverati l accettazione, 2. per le prestazioni ambulatoriali ufficio contabilità prestazioni 3. per gli accessi al PS generale gli amministrativi della reception 6 mesi rinnovabile in presenza di nuova necessità sanitaria SI SI Si con l iscrizione volontaria Famigliari di stranieri assistiti, studenti, stranieri alla pari, alla SAUB Lo straniero deve contattare l assicurazione e compilare il modulo che gli fornisce la mediatrice 20

21 2000 ANNO DI ISTITUZIONE DEL TESSERINO STP... Diamo un po di numeri... FATTURATO STRANIERI , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

22 CAMPIONE RIFERITO A 513 ACCESSI ANNO 2009 e la provenienza... POPOLAZIONE ALBANIA CINA FILIPPINE GHANA INDIA MAROCCO MOLDAVIA NIGERIA TUNISIA UCRAINA ALTRI 22

23 INDICE Servizio sanitario nazionale pag. 2 Chi collabora con noi pag. 3 Cittadino appartenente a un paese dell unione europea pag. 5 Romania e Bulgaria Tessera ENI pag. 6 Se un cittadino proviene da un paese che non rientra nell unione europea pag. 7 Iscrizione volontaria al SSN pag. 8 Se un cittadino non ha il permesso di soggiorno ed è clandestino pag. 9 Come deve essere compilato un tesserino STP pag. 10 Permesso di soggiorno per cura pag. 11 permesso di soggiorno per cure mediche DONNE IN GRAVIDANZA E MINORI pag. 12 A.I.R.E. pag. 13 Minori stranieri pag. 14 Casi umanitari pag. 15 Domande e risposte pagg. 16/17/18/19 In breve pag. 20 Diamo un po di numeri pag. 21/22 23

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione.

Il Documento è diviso in tre parti e dotato di un indice per agevolare la consultazione. L erogazione dell assistenza in favore dei cittadini stranieri non può prescindere dalla conoscenza, da parte degli operatori, dei diritti e dei doveri dei cittadini stranieri, in relazione alla loro condizione

Dettagli

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI

ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI ISCRIZIONE AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE PER I CITTADINI COMUNITARI E STRANIERI A cura di Rossella Segurini Azienda Usl di Ravenna - U.O. Direzione Amministrativa dell Assistenza Distrettuale Procedimenti

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013

STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA. Aggiornamento dicembre 2013 STRANIERI TEMPORANEAMENTE PRESENTI STP PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE IN STRUTTURE PRIVATE ACCREDITATE PROCEDURA OPERATIVA Aggiornamento dicembre 2013 1 ASPETTI DI SISTEMA 2 PRESTAZIONI DI RICOVERO RESE

Dettagli

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011

GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE. Anno 2011 GLI OPERATORI DELLA COOPERAZIONE INTERNAZIONALE Anno 2011 La rilevazione riguarda gli operatori della cooperazione internazionale che hanno usufruito dell assistenza assicurativa della Siscos. Definizione

Dettagli

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA

Prot. n. 505 Verona, 11/02/2015 LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA LA FONDAZIONE ARENA DI VERONA procede alla raccolta di domande al fine di effettuare selezioni per eventuali assunzioni con contratto subordinato, a tempo determinato, relativamente al Festival Areniano

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa

ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI NELL ASL di BRESCIA Indicazioni per l applicazione della normativa Luglio 2014 Azienda Sanitaria Locale di Brescia DIPARTIMENTO CURE PRIMARIE Direttore: Dr. Fulvio Lonati

Dettagli

ECC-Net: Travel App2.0

ECC-Net: Travel App2.0 ECC-Net: Travel App2.0 In occasione del 10 anniversario dell ECC- Net, la rete dei centri europei per i consumatori lancia la nuova versione dell ECC- Net Travel App. Quando utilizzare questa applicazione?

Dettagli

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN TOSCANA

LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI PRESENTI IN TOSCANA Allegato A) ASSESSORATO ALLA SALUTE DIREZIONE GENERALE DIRITTI DI CITTADINANZA E COESIONE SOCIALE LINEE GUIDA REGIONALI PER L'APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULL'ASSISTENZA SANITARIA DEI CITTADINI NON ITALIANI

Dettagli

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti

L UNIONE EUROPEA. L Unione europea, invece, è una grande famiglia di 27 Stati 1 europei con più di 450 milioni di abitanti L UNIONE EUROPEA Prima di iniziare è importante capire la differenza tra Europa e Unione europea. L Europa è uno dei cinque continenti, insieme all Africa, all America, all Asia e all Oceania. Esso si

Dettagli

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato

Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato Fonti normative Il principale testo normativo che disciplina il regime fiscale degli interessi sui Titoli di Stato è il decreto legislativo 1 aprile

Dettagli

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che soggiornano temporaneamente in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI

AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI REGIONE ABRUZZO AGGIORNAMENTO MEDICO OBBLIGATORIO DEI MEDICI DI MEDICINA GENERALE ANNO 2013/2014 ASSISTENZA SANITARIA AGLI STRANIERI A cura di: S. Di Marco, M. Di Paolantonio, G. Salvio 1 INDICE Obiettivi

Dettagli

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda)

LE DOMANDE. (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) LE DOMANDE (per leggere la risposta cliccare sul testo della domanda) 1. LA NUOVA MODALITÀ 1.1 Qual è in sintesi la nuova modalità per ottenere l esenzione ticket in base al reddito? 1.2 Da quando, per

Dettagli

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA

ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA Esenzione dalla spesa farmaceutica Tabella Riepilogativa - Modalità di compilazione della a partire dal 1 luglio 2011 ESENZIONI PER CONDIZIONE ECONOMICA ED ETA a carico Esenzione Totale e quota E03 E04

Dettagli

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda!

Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA. Informati, ti riguarda! Bonifico e RID lasciano il posto ai nuovi strumenti di pagamento SEPA Informati, ti riguarda! 3 La SEPA (Single Euro Payments Area, l Area unica dei pagamenti in euro) include 33 Paesi: 18 Paesi della

Dettagli

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS.

Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Informazione per persone che hanno la loro dimora abituale in Svizzera e che sono assicurate in forma pubblica in uno stato UE o AELS. Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25 casella

Dettagli

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice

MATERNITA E CONGEDI PARENTALI. Indice MATERNITA E CONGEDI PARENTALI Indice Interdizione.pag. 2 Interruzione della gravidanza.pag. 3 Astensione obbligatoria..pag. 4 Astensione obbligatoria della madre....pag. 4 Astensione obbligatoria del padre....pag.

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE

AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA. Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA Guida ai Servizi Territoriali del Distretto Socio-Sanitario N 20 CASAL DI PRINCIPE 2013 0 La Guida ai servizi territoriali del Distretto Socio-sanitario n. 20 : come e

Dettagli

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE

OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE FOGLIO INFORMATIVO OPERAZIONI DI PAGAMENTO NON RIENTRANTI IN UN CONTRATTO QUADRO PSD ED ALTRE OPERAZIONI NON REGOLATE IN CONTO CORRENTE INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione e forma giuridica Cassa di

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco?

Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Perché andare a votare? Quando? Con quali regole? Qual è la posta in gioco? Le elezioni per il prossimo Parlamento europeo sono state fissate per il 22-25 maggio 2014. Fra pochi mesi quindi i popoli europei

Dettagli

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati

Aiuto alle vittime in caso di reati all estero. secondo la legge federale del 23 marzo 2007 concernente l aiuto alle vittime di reati Dipartimento federale di giustizia e polizia DFGP Ufficio federale di giustizia UFG Ambito direzionale Diritto pubblico Settore di competenza Progetti e metodologia legislativi 1 gennaio 2015 Aiuto alle

Dettagli

I MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI : ASPETTI GIURIDICI

I MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI : ASPETTI GIURIDICI COMUNE DI BOLOGNA SETTORE COORDINAMENTO SERVIZI SOCIALI SERVIZIO GENITORIALITÀ ED INFANZIA 40122 Bologna Viale Vicini 20 tel. 051/203770 fax 051/203768 Bologna, 26.09.2003 I MINORI STRANIERI NON ACCOMPAGNATI

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI

COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI COMUNE di VANZAGO (Provincia di Milano) REGOLAMENTO COMUNALE PER L EROGAZIONE DI CONTRIBUTI E BENEFICI ECONOMICI A PERSONE ED ENTI PUBBLICI O PRIVATI INDICE CAPO I - NORME GENERALI ART: 1 - FINALITA ART.

Dettagli

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI

ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI ADOZIONE DA PARTE DI COPPIE OMOSESSUALI L argomento che tratterò è molto discusso in tutto il mondo. Per introdurlo meglio inizio a darvi alcune informazioni sul matrimonio omosessuale, il quale ha sempre

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.)

Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Richiesta nominativa di nulla osta per ricongiungimento familiare (art. 29,D.Lgs.286/98) (art.6 DPR.n.394/99 e succ.mod.) Familiari per i quali può essere richiesto il ricongiungimento: 1. Coniuge non

Dettagli

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale

Disposizioni UE sulla sicurezza sociale Aggiornamento 2010 Disposizioni UE sulla sicurezza sociale I diritti di coloro che si spostano nell Unione europea ANNI di coordinamento UE in materia di sicurezza sociale Commissione europea Disposizioni

Dettagli

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE

GUIDA PER L UTENTE. Direttiva 2005/36/CE. Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE GUIDA PER L UTENTE Direttiva 2005/36/CE Tutto quello che vorreste sapere sul riconoscimento delle qualifiche professionali 66 DOMANDE 66 RISPOSTE Il presente documento è stato elaborato a fini informativi.

Dettagli

Gli stranieri in Italia

Gli stranieri in Italia Gli stranieri in Italia E straniero, evidentemente, chi non è cittadino italiano. Tuttavia, nell epoca della globalizzazione questa definizione negativa non è più sufficiente per identificare le regole

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014

FOGLIO INFORMATIVO 150 BONIFICI ITALIA ED ESTERO (import/export) Aggiornamento al 03 novembre 2014 INFORMAZIONI SU CREDIVENETO Denominazione e forma giuridica CREDITO COOPERATIVO INTERPROVINCIALE VENETO Società Cooperativa Società Cooperativa per Azioni a Resp. Limitata Sede Legale e amministrativa:

Dettagli

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine

Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Foglio Informativo Conto Deposito Pronti contro Termine Informazioni su CheBanca! Denominazione Legale: CheBanca! S.p.A. Capitale Sociale: Euro 220.000.000 i.v. Sede Legale: Via Aldo Manuzio, 7-20124 MILANO

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893)

Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) N. 26 - Il numero dei parlamentari: dati e comparazioni (AA.SS. 1178, 1633, 2821, 2848, 2891 e 2893) 1. IL NUMERO DEI PARLAMENTARI NELLE DIVERSE COSTITUZIONI La scelta del numero dei parlamentari è un

Dettagli

L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative

L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative Istituto Superiore di Sanità Ministero della Salute L accesso alle cure della persona straniera: indicazioni operative a cura di Anna Maria Luzi, Gaetano Mario Pasqualino, Lucia Pugliese, Matteo Schwarz,

Dettagli

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali

Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali. Informazioni generali Modulo BPS : Art. 23 Lavoro subordinato: assunzione di lavoratori inseriti nei progetti speciali Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi Modello di organizzazione, gestione e controllo ex d.lgs. 231/01 PARTE SPECIALE- REATI SOCIETARI. Art. 25 Duodecies Impiego di cittadini di paesi terzi il cui soggiorno è irregolare Adozione con delibera

Dettagli

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO

LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO LA NUOVA MODALITA PER OTTENERE L ESENZIONE DAL TICKET PER LE PRESTAZIONI SPECIALISTICHE IN BASE AL REDDITO A. LA NUOVA MODALITA 3 B. RILASCIO DELL ATTESTATO DI ESENZIONE 5 C. REQUISITI PER L ESENZIONE

Dettagli

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI)

4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) 4.01 Prestazioni dell AI Prestazioni dell assicurazione invalidità (AI) Stato al 1 gennaio 2015 1 In breve Tutte le persone che abitano o esercitano un attività lucrativa in Svizzera sono per principio

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale

Testo non ufficiale. La sola stampa del bollettino ufficiale ha carattere legale 1 1 LEGGE REGIONALE 24 giugno 2002, n. 12 #LR-ER-2002-12# INTERVENTI REGIONALI PER LA COOPERAZIONE CON I PAESI IN VIA DI SVILUPPO E I PAESI IN VIA DI TRANSIZIONE, LA SOLIDARIETÀ INTERNAZIONALE E LA PROMOZIONE

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS)

DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE CURE MEDICO-SANITARIE Studenti / stagiaires (DI PROVENIENZA DA UN PAESE NON CE/AELS) CANTONE TICINO DIPARTIMENTO DELLA SANITÀ E DELLA SOCIALITÀ Istituto delle assicurazioni sociali TEL: 0041 / (0)91 821 92 92 FAX: 0041 / (0)91 821 93 99 DOMANDA DI ESENZIONE DALL OBBLIGO ASSICURATIVO DELLE

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali

Presidenza del Consiglio dei Ministri Commissione per le Adozioni Internazionali Allegato A Legenda Elenco degli enti autorizzati per paese straniero: L asterisco (*) sta ad indicare l obbligo di accreditamento nel Paese straniero secondo una specifica procedura. In questo caso e stato

Dettagli

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI.

I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. I NUOVI SERVIZI SEPA: BONIFICI E ADDEBITI DIRETTI. BancoPosta www.bancoposta.it numero gratuito: 800 00 33 22 COME CAMBIANO INCASSI E PAGAMENTI CON LA SEPA PER I TITOLARI DI CONTI CORRENTI BANCOPOSTA DEDICATI

Dettagli

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa

Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa 03 NOV 2014 Artoni Europe: ampliata la copertura geografica del servizio di import/export in Europa Da oggi Artoni Europe, servizio internazionale di Artoni Trasporti, raggiunge ben 32 paesi Europei con

Dettagli

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016

SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO. C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 SINTESI DEL CONTRATTO DI LAVORO DOMESTICO C.C.N.L. con validità dal 01/07/2013 al 31/12/2016 MINIMI RETRIBUTIVI FISSATI DALLA COMMISSIONE NAZIONALE DECORRENZA 1 GENNAIO 2014 CONVIVENTI DI CUI ART. 15-2

Dettagli

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel

SJ. /.;j.,/!1f l.9-,ç; Prot. D.3Wledel SJ. '. :! I. l i,... ". ' ~i"ne 'Cumj'oniu f/$eddén&e Prot. D.3Wledel /.;j.,/!1f l.9-,ç; Ai Commissari Straordinari delle Aziende Sanitarie Locali Ai Direttori Generali delle Aziende Ospedaliere Ai Direttori

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS

Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Informazioni sull assicurazione malattia per persone titolari di una pensione svizzera che si trasferiscono in uno stato dell UE o dell AELS Gettiamo dei ponti Istituzione comune LAMal Gibelinstrasse 25

Dettagli

Scadenza 26/05/2015 Domanda n

Scadenza 26/05/2015 Domanda n Scadenza 26/05/2015 Domanda n Spazio riservato al Protocollo AL COMUNE DI PESCARA Settore Manutenzioni Servizio Politiche della Casa Il/La sottoscritto/a (Cognome) (Nome) nato/a a prov. il / / cittadinanza

Dettagli

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI

COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Istituto Nazionale Previdenza Sociale COLLABORATORI DOMESTICI STRANIERI Regolazione del rapporto di lavoro A cura di Coordinamento e Supporto alle attività connesse al Fenomeno Migratorio Marzo 2007 INDICE

Dettagli

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare

Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali. Campagna per la promozione dell affidamento familiare Un percorso nell affido Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Campagna per la promozione dell affidamento familiare Il primo diritto che andrebbe assicurato ad ogni bambino è quello

Dettagli

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI

OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 1 CARTA DEI SERVIZI OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 19 OPUSCOLO 21-11-2007 15:35 Pagina 2 Prefazione IL CAMMINO DELLA QUALITÀ Inps, come le altre pubbliche Amministrazioni

Dettagli

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore

Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore Testo aggiornato al 29 novembre 2011 Legge 15 marzo 2010, n. 38 Gazzetta Ufficiale 19 marzo 2010, n. 65 Disposizioni per garantire l'accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore La Camera dei

Dettagli

Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014

Quadro di valutazione L'Unione dell'innovazione 2014 Quadro di valutazione "L'Unione dell'innovazione" 2014 Quadro di valutazione dei risultati dell'unione dell'innovazione per la ricerca e l'innovazione Sintesi Versione IT Imprese e industria Sintesi Quadro

Dettagli

Vivere e lavorare in Italia

Vivere e lavorare in Italia Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali EURES - Italia Vivere e lavorare in Italia Una breve guida per cittadini EU interessati a trasferirsi in Italia Marzo 2010 VIVERE E LAVORARE IN ITALIA L Italia

Dettagli

Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri

Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri 2 Linee Guida Expo Milano 2015 in materia di ingresso e soggiorno degli stranieri Il presente documento 1 è stato predisposto dal progetto La Mobilità Internazionale del Lavoro in collaborazione con il

Dettagli

Informazioni generali

Informazioni generali Modulo VA : Domanda di verifica della sussistenza di una quota per lavoro subordinato ai sensi degli artt. 14 comma 6 e 39 comma 9 del DPR. n. 394/99 e successive modifiche ed integrazioni Informazioni

Dettagli

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente

Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Sportello Unico per l Immigrazione di (1) Il sottoscritto datore di lavoro comunica la stipula del seguente Allegato Mod. R CONTRATTO DI SOGGIORNO (Art. 5 bis del D.lvo n. 286/98 e successive modifiche)

Dettagli

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI

PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITA DI PADOVA PROCEDURA MODALITA DI ACCESSO AGLI AMBULATORI Preparato da Gruppo di Lavoro Ambulatori Clinica Ostetrico- Ginecologica Verificato da Servizio Qualità Verifica per

Dettagli

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014

AVVISO PUBBLICO BANDO 2014 ALLEGATO "A" Dipartimento politiche Abitative Direzione Interventi Alloggiativi AVVISO PUBBLICO Concessione del contributo integrativo di cui all art. 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione

REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010. Art. 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO PER GLI AFFIDAMENTI E I CONTRATTI PER ESIGENZE DIDATTICHE, ANCHE INTEGRATIVE, AI SENSI DELLA LEGGE 240/2010 Art. 1 Ambito di applicazione L Università, in applicazione del D.M. 242/98 ed ai

Dettagli

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme.

GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. GLI ATTI E DOCUMENTI STRANIERI Procedure per la legalizzazione di documenti e di firme. 1. Normativa di riferimento Legge 20 dicembre 1966, n. 1253 Ratifica ed esecuzione della Convenzione firmata a l

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO PART-TIME INDICE Art. 1 Finalità Art. 2 Campo di applicazione Art. 3 Contingente che può essere destinato al tempo

Dettagli

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE

DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE C H I E D E DICHIARA QUANTO SEGUE MODULO DOMANDA / NUOVO CAS-SISMA MAGGIO 2012 DOMANDA DI NUOVO CONTRIBUTO PER L AUTONOMA SISTEMAZIONE (Dichiarazione sostitutiva di certificazione e di atto di notorietà resa ai sensi degli artt. 46 e 47

Dettagli

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa

Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Titoli di soggiorno che consentono l esercizio di attività lavorativa Per poter lavorare in Italia il cittadino straniero non comunitario deve essere in possesso del permesso di soggiorno rilasciato per

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo e Ata della scuola Scheda di lettura del contratto annuale integrativo del 15 luglio 2010. Di cosa si tratta Si tratta della possibilità

Dettagli

Curare (non) è permesso

Curare (non) è permesso Curare (non) è permesso Indagine sull accesso alle cure per i cittadini stranieri irregolari negli ospedali milanesi A cura di Naga Associazione Volontaria di Assistenza Socio-Sanitaria e per i Diritti

Dettagli

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa

Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale. La fase amministrativa Procedura per il riconoscimento della Protezione Internazionale La fase amministrativa Nella prima fase, amministrativa, le autorità competenti in materia di protezione sono la Polizia uffici di frontiera

Dettagli

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali

Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato. Informazioni generali Modulo VA : Art. 22 Lavoro subordinato Informazioni generali Il Ministero dell'interno, Dipartimento per le Libertà Civili e l Immigrazione, ha realizzato il servizio di inoltro Telematico delle domande

Dettagli

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca

Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione titolo della form di ricerca Per una ricerca rapida nel database, copiare il titolo della tabella e incollarlo nella sezione "titolo" della form di ricerca CATEGORIA TITOLO AREA GEOGRAFICA Vigneto/produzione/consumi Superfici vitate

Dettagli

Accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato. A cura di: Brizida Haznedari

Accordo di integrazione tra lo straniero e lo Stato. A cura di: Brizida Haznedari straniero e lo Stato A cura di: Brizida Haznedari DESTINATARI: Lo straniero, di età superiore ai 16 anni, che per la prima volta presenta la domanda di permesso di soggiorno, di durata non inferiore a

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni

DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO. guida alla richiesta di benefici e agevolazioni DISABILITÀ E INVALIDITÀ NEL PUBBLICO IMPIEGO guida alla richiesta di benefici e agevolazioni Disabilità e invalidità guida alla richiesta di benefici e agevolazioni ultimi decenni il mondo della disabilità

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti

Package di Conto Corrente Conto Genius First Non Residenti LG00000NEW.bmp Foglio Informativo n. CC90 Aggiornamento n. 035 Data ultimo aggiornamento 01.10.2014 Norme per la trasparenza delle operazioni e dei servizi bancari e finanziari ai sensi degli artt. 115

Dettagli

Il Numero e la Tessera Social Security

Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Il Numero e la Tessera Social Security Avere un numero di Social Security è importante perché è richiesto al momento di ottenere un lavoro, percepire sussidi dalla

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

5 Contributo Autonoma Sistemazione

5 Contributo Autonoma Sistemazione 5 Contributo Autonoma Sistemazione CAS A valere sulle risorse finanziarie di cui all articolo 3 dell Ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile (OCDPC) n. 232 del 30 marzo 2015 viene stimata

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07

DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 DICHIARAZIONE DEI REDDITI 730/2015 Campagna Fiscale dal 15/04 al 05/07 Bonus IRPEF 80 euro Nel nuovo modello 730/2015 trova spazio il bonus IRPEF 80 euro ricevuto nel 2014, essendo previsto l obbligo di

Dettagli

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012

Utilizzazioni e assegnazioni provvisorie del personale docente, educativo ed ATA per il 2011/2012 Di cosa si tratta Si tratta della possibilità che ha il personale della scuola di poter partecipare alla "mobilità annuale", e cioè di poter prestare servizio, per un anno, in una scuola diversa da quella

Dettagli

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti

Tavola 1 Incidenti stradali, morti e feriti PRINCIPALI EVIDENZE DELL INCIDENTALITÀ STRADALE IN ITALIA I numeri dell incidentalità stradale italiana Nel 2011, in Italia si sono registrati 205.638 incidenti stradali, che hanno causato 3.860 morti

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6

FISCALI. con il cd. decreto «salva Italia» (D.L. 6 Guida ai NOVITÀ CIRCOLAZIONE del CONTANTE: LIMITAZIONI NAZIONALI e COMUNITARIE Analisi della circolazione del contante alla luce degli interventi chiarificatori offerti dal Mef, dall Agenzia delle Entrate,

Dettagli

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI

LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI LA NON IMPONIBILITÀ IVA DELLE OPERAZIONI CON ORGANISMI COMUNITARI Tratto dalla rivista IPSOA Pratica Fiscale e Professionale n. 8 del 25 febbraio 2008 A cura di Marco Peirolo Gruppo di studio Eutekne L

Dettagli

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria -

Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - Regolamento sulle modalità di tenuta, conservazione e rilascio delle cartelle cliniche, referti clinici ed altra documentazione sanitaria - ART. 1 - Oggetto: Il presente Regolamento disciplina i casi e

Dettagli

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016

ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE E LA CONSEGNA DELLE DOMANDE DI ISCRIZIONE ANNO SCOLASTICO 2015/2016 ISTITUTO COMPRENSIVO DI PASIAN DI PRATO Pasian di Prato (UD) - Via Leonardo da Vinci, 23 - C.A.P. 33037 tel/fax: 0432 699954 e-mail: ddpasian@tin.it udic856004@istruzione.it udic856004@pec.istruzione.it

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità

Domanda di congedo straordinario per assistere il coniuge disabile in situazione di gravità Hand 6 - COD.SR64 coniuge disabile in situazione di gravità (art. 42 comma 5 T.U. sulla maternità e paternità - decreto legislativo n. 151/2001, come modificato dalla legge n. 350/2003) Per ottenere i

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano

COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano COMUNE DI INVERUNO Provincia di Milano REGOLAMENTO PER IL DIRITTO ALL INFORMAZIONE E ALL ACCESSO AGLI ATTI E DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Approvato dal Consiglio Comunale con atto n. 8 in data 9/2/1995 Annullato

Dettagli

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI

CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI CODICE DEL DIRITTO DEL MINORE ALLA SALUTE E AI SERVIZI SANITARI PREMESSO CHE Nel 2001 è stata adottata in Italia la prima Carta dei diritti dei bambini in ospedale. Tale Carta era già ispirata alle norme

Dettagli

5) La richiesta di autorizzazione al lavoro può essere. a) Nominativa o per lista; b) Competenza o per professione; c) Per professione.

5) La richiesta di autorizzazione al lavoro può essere. a) Nominativa o per lista; b) Competenza o per professione; c) Per professione. 1) Cos è il visto? a) È un permesso concesso allo straniero ad entrare nel territorio della Repubblica Italiana o in quello di altre parti contraenti per transito o per soggiorno; b) È una autorizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale

REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE. Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale REGOLAMENTO SUL RAPPORTO DI LAVORO A TEMPO PARZIALE Art. 1 Personale richiedente il rapporto di lavoro a tempo parziale 1. I rapporti di lavoro a tempo parziale possono essere attivati, a richiesta, nei

Dettagli

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna

Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Migrazioni dall Africa: scenari per il futuro Alessio Menonna Il modello Attraverso un modello che valorizza un insieme di dati relativi ai tassi di attività e alla popolazione prevista nel prossimo ventennio

Dettagli