Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "www.lazio-aerospazio.it"

Transcript

1 Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Filas S.p.A. Area Distretti e Reti aerospazio.it 0

2 I Distretti Tecnologici in Italia 1/2 Distribuiti nelle 20 regioni italiane, i Distretti Tecnologici sono stati creati grazie a un azione congiunta fra Regioni e Governo. Il loro ruolo è quello di promuovere la collaborazione fra grandi imprese, PMI e Organismi di Ricerca su progetti innovativi. La creazione di un Distretto è determinata da alcune caratteristiche di base della Regione. Il Miur valuta la situazione del territorio, la fattibilità, la potenzialità del progetto e la capacità di attrarre investimenti. È necessaria la presenza sul territorio di università e centri di ricerca autorevoli, di una diffusa imprenditorialità e di risorse umane altamente qualificate. Una struttura di governance ha il ruolo di collettore fra le attività dei centri di ricerca e le attività delle imprese su progetti altamente tecnologici in grado di avere ricadute positive sul mercato. Fonte: 1

3 I Distretti Tecnologici in Italia 2/2 I Distretti Tecnologici (Distretti High-Tech) rappresentano il nuovo modello per lo sviluppo e la competitività dei sistemi industriali territoriali riconosciuti su scala istituzionale, europea e nazionale I Distretti Tecnologici nascono da un azione congiunta fra Regioni e Governo con il fine di promuovere la collaborazione fra grandi e piccole/medie imprese e gli Organismi di Ricerca su progetti innovativi Un Distretto è riconosciuto e finanziato dal MIUR a seguito di una richiesta della Regione e della presentazione di uno studio di fattibilità Elementi di valutazione: situazione del territorio, potenzialità del progetto (capacità di generare indotto, la fattibilità economico-finanziaria) e la capacità di attrarre investimenti Centri di ricerca Governance Grandi Imprese Distretto Tecnologico Filiera produttiva Sistema finanziario Eccellenza in campo scientifico -tecnologico Università 2

4 Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Nel 2004 firmato l Accordo di Programma Quadro (APQ) tra Regione Lazio e MIUR per la costituzione del Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio con stanziamento previsto di Euro 62 M nel periodo Filas incaricata dalla Regione Lazio di coordinare i lavori del Distretto Fatturato campione di 230 imprese DTA Lazio Euro Miliardi 3,879 4,221 CAGR ,4% 4,357 4,909 Grandi Imprese PMI 5,166 Oltre a ca. 250 Imprese (ca. 30,000 addetti), Il DTA comprende: 5 Università (La Sapienza, Tor Vergata, RomaTre, Cassino, Viterbo) 10 Enti/Centri di ricerca (ASI, CNR, CSM, ENEA, ) 4 Facoltà di Ingegneria, 12 Dipartimenti e 30 programmi di formazione superiore N. Addetti Totale DTA Migliaia 19,6 21,3 22,5 24,3 24,3 3,000 tra professori universitari, ricercatori e altri specialisti 3

5 Performance del DTA nel periodo dell Accordo di Programma Quadro (APQ tra Regione, MIUR, MEF) Tasso di crescita fatturato DTA Lazio* vs. valore aggiunto industria Lazio e Italia % Nel triennio , il DTA Lazio è cresciuto di ca. il 9% medio annuo vs. ca. 4% del settore aerospaziale a livello nazionale (fonte AIAD) Il settore aerospaziale genera circa il 30% del prodotto industriale del Lazio Aerospazio Lazio Industria Lazio Industria Italia Pur con il rallentamento del 2008, il settore aerospaziale del Lazio mostra tassi di crescita superiori al comparto Industria regionale ed italiano totale negli ultimi tre anni * Per il settore aerospaziale del Lazio sono stati utilizzati i dati di fatturato in quanto i dati di valore aggiunto disponibili si riferiscono ad un campione più limitato Fonte: ISTAT; Banca d Italia 4

6 Modello di implementazione del DTA: 5 aree di presidio Erogazione di fondi pubblici (ed attrazione di fondi privati) alle imprese per attività di R&S 1.Gestione dei dei finanziamenti per R&S Servizi professionali e partenariati in laboratori di R&S, piattaforme di collaborazione a vantaggio della community 4.Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti 5.Supporto allo allo sviluppo della domanda Brokeraggio per Public Procurement, partenariati Domanda Offerta di tecnologia delle PMI del Lazio 2.Trasf.Tec. ee collaborazione tra organismi di ricerca e aziende Sviluppo di accordi e incentivazione alla collaborazione tra imprese e organismi di ricerca per programmi di R&S e trasferimento tecnologico 3.Startup Start-up and expansion capital Offerta di finanziamenti e servizi volti alla creazione (start-up financing) e/o alla crescita di imprese (capitale di rischio per expansion capital) 5

7 Modello di gestione del DTA dettaglio Gestione dei finanziamenti per R&S Gestione dei finanziamenti per R&S Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti Supporto allo sviluppo della domanda Trasf Tec e Collaborazione tra istituti di ricerca e aziende Start-up and expansion capital Obiettivo: Erogazione di fondi pubblici (ed attrazione di fondi privati) a imprese per attività di R&S con procedura bando selettivo

8 Gestione Finanziamenti per R&S attività svolte 1 Bando DTA 2005 MUR (bando chiuso) Primo bando di nel 2005 per la ricerca industriale e formazione nel settore aerospaziale. Beneficiari: GI, PMI, Organismi di Ricerca Risultati: :35 domande pervenute per un valore complessivo di circa 99 M. Avviati 9 progetti di R&S Progetti innovativi (ex lege 23) destinati a PMI (bando chiuso) Risultati: 8 progetti in de minimis per studi di fattibilità e business planning nell aerospazio Fondo ricerca scientifica - art. 41.c LR 09/05 (bando per Progetti di Ricerca e Assegni di ricerca destinati a PMI) Risultati: 165 domande per assegni e 243 domande per progetti pervenute per 5M (n.b. non solo aerospazio). Avviati 3 progetti di R&S nell aerospazio per

9 Gestione Finanziamenti per R&S attività da svolgere Secondo bando del MUR per 14,69 M Lancio del secondo bando MIUR per il DTA Lazio per il finanziamento di progetti di ricerca industriale e formazione con focus ai due macro trend tecnologici del DTA. Destinatari: Imprese, Università, Centri di Ricerca, Parchi Scientifici, Consorzi e Società Consortili In attesa di finalizzazione da parte del MIUR per la pubblicazione del bando POR FESR art. 1.I In linea con il Piano Stratgeico Regionale presentato dalla IX legislatura si prevede la costituzione, ampliamento e funzionamento sul territorio regionale di progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, al fine di promuovere un approccio integrato atto a sviluppare forti sinergie tra sistema della ricerca e mondo produttivo e ad agevolare i processi di trasferimento tecnologico

10 Modello di gestione del DTA dettaglio Trasferimento Tecnologico e collaborazione tra organismi di ricerca ed imprese Gestione dei finanziamenti per R&S Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti Supporto allo sviluppo della domanda Trasf Tec e Collaborazione tra istituti di ricerca e aziende Start-up and expansion capital Obiettivo: Sviluppo di accordi e incentivazione alla collaborazione tra imprese e organismi di ricerca per programmi di R&S e trasferimento tecnologico

11 Trasferimento Tecnologico e Collaborazione tra organismi di ricerca ed imprese attività svolte Fondo per lo sviluppo economico, ricerca e innov. - Art. 182 c4 LR 04/06 Risultati: Stipulate Convenzioni tra Atenei e Regione Lazio per riqualificazione di laboratori di ricerca (24M non solo aerospazio). Stipula di 5 Accordi tra PST e Regione Lazio per programmi di incentivazione dell innovazione e trasf tec (21M non solo aerospazio) Bando Marchio e Premio Innovalazio (concorso a premio annuale destinato a PMI) Marchio e Premio ( ) per le 3 imprese più innovative dell anno (per prodotto, processo e modello di sviluppo business) Risultati: 18 marchi assegnati e due premi per ad imprese aerospazio PITT Trasferimento tecnologico (strumento a sportello destinato a PMI) fino a per progetti di trasferimento di nuove tecnologie e know-how da centri di ricerca e università a PMI Risultati: 12 cantieri di trasferimento conclusi TECHNOLOGY COOPERATION AGREEMENT Technology adaptation Company Technology Need identification YES No Company visit Technology Need assessment YES Identification of solutions No

12 Collaborazione tra Enti di ricerca ed imprese: Trasferimento Tecnologico PITT Trasferimento tecnologico (strumento a sportello attualmente chiuso) fino a per progetti di trasf. di nuove tecnologie e know-how da centri di ricerca e università a imprese regionali Risultati: 12 cantieri di trasferimento conclusi PITT Ragione Sociale Titolo progetto Attività impresa J&S Srl ETS 06 - Sviluppo di un sistema di Automazione Industriale allenamento all'espulsione da aviogetto militare Optikon 2000 SpA Termometro a film sottile fabbricato su accessorio per chirurgia oftalmica Sviluppati con tecnologie di deposizione metallica a film sottile SDS srl (Systems Development & Support) Deep Blue srl Progettazione e realizzazione di una antenna piana a doppia polarizzazione circolare Sistemi multi-agente per la risoluzione di conflitti in uno spazio aereo di tipo Free Flight IFEX Italia srl Firecopter - Sistema di spegnimento incendi montato su elicottero Controllore di volo, puntamento e nuovi materiali per aumentare il pay_load utile Tecno Drive srl Sviluppo di un sollevatore innovativo di derivazione aeronautica da destinare all'adattamento di Vetture per disabili CML snc Rete di sensori intelligenti per impieghi Applicazioni SAR in rete locale aeroportuali Duel Spa Dotto "Servizi Avanzati per il turismo" Produzioni ed elaborazioni di informazione real time da localizzazione GPS AETEA snc Sanitari a scomparsa Totale Materiali compositi Techniteia Advanced Sviluppo di software di compressione e di Elaborazione info e sviluppo Paradigms srl ricerca per database di immagini SW per settore aerospaziale, fornitore NASA Blue Magic srl Microturbina Idraulica Impiego di materiali compositi strutturali Kosmotras Sistema di lancio spaziale "Dner-Space tug" per il lancio di payloads Studio di fattibilità

13 Modello di gestione del DTA dettaglio Sviluppo di impresa start up & expansion capital Gestione dei finanziamenti per R&S Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti Supporto allo sviluppo della domanda Trasf Tec e Collaborazione tra istituti di ricerca e aziende Start-up and expansion capital Obiettivo: Offerta di finanziamenti e servizi volti alla creazione (start-up financing) e/o alla crescita di imprese (capitale di rischio per expansion capital)

14 Sviluppo di impresa (Start up & Expansion Capital) attività svolte Capitale di rischio Filas Attraverso interventi nel capitale di rischio, Filas supporta sia la nascita di nuove imprese (start up financing) sia lo sviluppo di PMI (expansion capital) che vogliano realizzare attività ad alto contenuto tecnologico ed innovativo ovvero avviare progetti di rinnovamento e miglioramento tecnologico di processo e/o di prodotto/servizio di notevole entità. (strumento a sportello attivo) Business Lab Filas (strumento a sportello) è un Laboratorio per la creazione d'impresa a partire da idee innovative generate da Università, Centri di ricerca e aziende. Attraverso un sistema operativo e un percorso agevolato per fare business si propone di aumentare e qualificare il tasso di natalità e successo delle imprese innovative e generare occupazione e nuove opportunità di sviluppo tecnologico. Risultati: 9 start-up nel settore Aerospazio dal 2004 (tasso di successo del 42%) feasibility studies Research results Research Centres Project proposal Evaluation NO YES Selection business/management training market analysis IP protection Business plan Business laboratory Start - up

15 Sviluppo di impresa (Business Lab) attività svolte Business Lab Filas (strumento a sportello) Business lab finanzia studi di fattibilità e business planning per il trasferimento sul mercato di tecnologie innovative. Opera in forte sinergia con gli incubatori del Lazio: E2bLab Tor vergata, Sapienza Innovazione, ILO Roma 3, Bic Lazio, ESA-Esrin Frascati incubation centre Risultati: 9 start-up nel settore Aerospazio dal 2004 (tasso di successo del 42%). Gruppo Acme Solutions Tema sviluppo di un SW per il workflow management Sensactional Tech ing mecc Tor Vergata Aerosekur PICSAT- Ing. Aerosp.Sapienza Hypersat Telerilevamento IUSM DMA Ing-Sapienza - sistema di criorefrigerazione Produzione di una strumentazione criogenica e sotto vuoto per micromisure su chip sviluppo di un nuovo paracadute sviluppo di microsatelliti Svilupppo di piattaforme aerospaziali dedicate al monitoraggio di catastrofi ambientali Produzione di geoinformazione da dati di telerilevamento satellitare DI VCM - dispositivo indossabile per misurazione capacità motoria Produzione di un apparato per criorefrigerazione

16 Modello di gestione del DTA dettaglio Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti Gestione dei finanziamenti per R&S Servizi a valore aggiunto e partnership in laboratori e piatt. abilitanti Supporto allo sviluppo della domanda Trasf Tec e Collaborazione tra istituti di ricerca e aziende Start-up and expansion capital Obiettivo: Servizi professionali e partenariati in laboratori di ricerca e piattaforme di collaborazione a vantaggio della community (e.g. osservatori tecnologici e di mercato, laboratori come il Galileo Test Range, Lazio Connect, portale DTA, Lazio-side e webinar ) 15

17 Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti (1/2) attività svolte Laboratori di Ricerca Progetto Galileo Test Range Il GTR rappresenta un fondamentale strumento per lo sviluppo e la valorizzazione delle forti competenze (industria, ricerca, università) presenti nell'area laziale nel campo della navigazione satellitare, che coinvolgerà anche altri enti tra cui ASI e ENAV Risultati : collaudo positivo del primo stadio dell infrastruttura di Fase A del GTR. Siglata Convenzione ASI-Regione Lazio per avvio Fase B, per l up-grading dell infrastruttura e sperimentazioni presso il Laboratorio GTR di imprese e centri R&S Missione Soyouz- ENEIDE Risultati: frutto di una joint venture con ESA, ASI, Finmeccanica e Regione Lazio. Effettuate 17 sperimentazioni di progetti di ricerca sulla Stazione Spaziale Internazionale 16

18 Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti (2/2) strumenti e progetti a supporto del DTA Al fine di accelerare i processi di aggregazione e/o collaborazione nel Sistema Industriale e della Ricerca del Lazio sono stati sviluppati 2 strumenti collegati e sinergici: 1. (nuova versione del portale on line) Il portale degli operatori (imprese ed enti di ricerca) del DTA Lazio con strumenti interattivi di informazione e collaborazione ed il database per la mappatura e la promozione delle competenze merceologiche e tecnologiche 2. (principali imprese ed enti di ricerca del DTA: 44 Soci nella Community) La piattaforma tecnico-giuridica della rete collaborativa rivolta agli operatori del DTA con esplicita vocazione alla promozione del collaborative enterprising Inoltre, con l obiettivo di favorire l incontro tra Domanda e Offerta di applicazioni nel contesto dei servizi a valore aggiunto per le Pubbliche Amministrazioni, è in corso il progetto Space2Land Public Procurement di applicazioni spaziali mirato allo sviluppo di sinergie tra Domanda Offerta Centri di Ricerca per la realizzazione di progetti collaborativi ed integrati basati sull utilizzo di applicazioni spaziali avanzate (navigazione satellitare, osservazione della terra, telecomunicazioni) il Progetto è dettagliato nella sezione successiva dedicata al Supporto allo sviluppo della domanda

19 Strumenti e progetti a supporto del DTA (1/3) Il portale del DTA - Rinnovato ed ulteriormente sviluppato da Filas, a partire da un applicazione prototipale progettata insieme con Confindustria Lazio e Univ. La Sapienza, con l obiettivo di mettere "in rete" le imprese e gli Organismi di Ricerca e permettere loro di accedere, nella successiva fase di sviluppo del progetto, ad una serie di iniziative a sostegno dell'innovazione correlata alle filiere produttive del DTA Un punto di accesso per promuovere il DTA a livello nazionale ed internazionale. Lo sviluppo di è il primo passo per fornire al mercato nazionale e internazionale, da un lato, la visibilità del sistema DTA nel suo complesso e, dall'altro, la mappatura delle competenze merceologiche e tecnologiche dei singoli attori del DTA Un nuovo e sempre aggiornato punto di osservazione per identificare le eccellenze del DTA, per valutare le opportunità di sviluppo del settore nel contesto dei programmi regionali, nazionali ed europei (VII PQ della Ricerca della UE) nonché le opportunità di cooperazione a livello mondiale

20 Strumenti e progetti a supporto del DTA (2/3) DTA/Filas Informazioni istituzionali e link per servizi di supporto Filas Progetti Descrizione e accesso ai principali progetti/strumenti di supporto sviluppati da Filas, tra cui: DTAwebDB, Lazio CONNECT, Space2Land, Tech Exchange, Business Lab, Training, Sidereus Communications Comunicazioni rilevanti per il settore (Focus) Bandi e Concorsi nazionali ed internazionali (Call) News Ultime notizie continuamente aggiornate da ASI ed ESA Eventi Informazione e link ai principali eventi nazionali ed internazionali del settore Contatti Contatti dei responsabili Filas per le varie aree di competenza (direzione, commerciale, amministrazione, ) 19

21 Strumenti e progetti a supporto del DTA (3/3) I 44 Soci comprendono 8 GI (Agusta Westland, Engineering, Northrop Grumman, Rheinmetall, Selex Gaileo, Selex S.I., Telespazio, Thales Alenia), 25 PMI e 11 Dipartimenti 20 di Università/Centri di Ricerca

22 Piattaforme collaborative (3/3) Lazio_Connect Costituisce lo strumento del collaborative enterprising nel settore aerospazio (associazione costituita nel 2009 come strumento tecnico-giuridico tra Imprese, Consorzi Industriali, Parchi Tecnologici, Università ed Organismi di Ricerca, nel settore aerospaziale), avente l obiettivo di: - Supportare i processi di collaborazione e/o aggregazione tra grandi imprese e PMI - supportare il sistema della ricerca nella compagine industriale laziale - generare business addizionale Operativamente, promuove alleanze in un integrato network tra aziende, istituzioni e centri di ricerca, legalmente indipendenti, che si uniscono in task-force temporanee per svolgere un dato progetto condividendo competenze e risorse L associazione ad oggi conta 43 soci tra i principali operatori nazionali del settore 21

23 Strumenti e progetti a supporto del DTA (3/3) DTAwebDB (http://www.lazio-aerospazio.it/web/guest/dta) Sezione del portale DTA dedicata alla mappatura delle competenze merceologiche e tecnologiche del settore nel Lazio (attualmente operativa in versione β, ulteriore sviluppo in corso) Funzionalità di ricerca di: Aziende o Organismi di ricerca Prodotti o servizi Progetti o programmi di ricerca

24 Modello di gestione del DTA dettaglio Supporto allo sviluppo della domanda e promozione in ambito nazionale ed internazionale del DTA Gestione dei finanziamenti per R&S Servizi a valore aggiunto, laboratori e piattaforme abilitanti Supporto allo sviluppo della domanda Trasf Tec e Collaborazione tra istituti di ricerca e aziende Start-up and expansion capital Obiettivo: Facilitazione e brokeraggio per public procurement e partenariati Domanda-Offerta di tecnologia delle aziende del Lazio e promozione in ambito nazionale ed internazionale 23

25 Sviluppo della Domanda Space2Land Razionale Modello tradizionale technology push non sempre efficace Domanda Pubblica/ bisogni latenti Difficoltà delle PMI a stimolare domanda e a partecipare al Public Procurement Implicazioni Avvicinare la domanda pubblica all innovazione e creare opportunità di mercato concrete attraverso l approvvigionamento pubblico (technology public procurement) Creare una domanda (azione market driven ) sufficiente a generare economie di scala e abbassare le barriere in entrata di trasferimento dei servizi satellitari sul mercato Garantire la sostenibilità degli investimenti attraverso la condivisione dei costi delle prime fasi di sviluppo (precommerciale) e dei servizi operativi, non replicare investimenti condivisibili Favorire l incontro tra Domanda ed Offerta di tecnologia nel Lazio promuovendo grandi progetti di innovazione di particolare interesse regionale derivanti da soluzioni tecnologiche innovative delle imprese e della ricerca del Lazio (GI/PMI/Enti ricerca), le cui applicazioni servano al miglioramento di specifici servizi per l utente finale/cittadino 24

26 Modello di funzionamento di Space2Land Acquisizione delle informazioni attraverso tecnologia satellitare Domanda - Ambiente Domanda - Territorio Vigili del Fuoco Dir. Reg. Protezione Civile Domanda - Mobilità Ares 118 Offerta ARPA SIRA ASTRAL ANAS Produttori di Software Fornitori di HW System Integrator Fornitori di terminali e sensori Società TLC Piattaforma con modello giuridico da definire (consorzio, società mista, ) Oggetto della fattibilità Flussi informativi Flussi finanziari ARDIS SIRDIS Consorzi di bonifica Corpo Forestale Stato Emittenti radio-tv Ufficio idrografico mareograf. 25 ARP Enti locali Aziende agricole Comagnie Assicuraz Protez. Civile Nazionale Telecom Eni Fornitori LBS ARDIS SITR Fornitori dati cartografici digitali Acea Enel ARP SISTER Lazio Uffici demaniali Cotral Infoblu Fornitori LBS Call center Polizia Roma Serv.Mob. Radio e TV Aziende trasp.priv. Atac Autostr. per l Italia Operatori turistici Cittadini Aremol Enti locali ACI - Luceverde 25

27 Supporto allo sviluppo della domanda e promozione in ambito nazionale ed internazionale Attività internazionali - attività svolte Network Europeo delle regioni utilizzatrici tecnologie spaziali ( NEREUS ) La Regione Lazio - in ambito Comitato delle Regioni - ha partecipato ai lavori per la costituzione di un network al fine di supportare lo sviluppo di applicazioni spaziali. Principali partner: Midi-Pyrénées (France), Baden-Württemberg, Bavaria, Network Distretti Aerospaziali Europei ( ENCADRE ) Coordinato dalla DG Enterprise della UE, il DTA partecipa al network finalizzato alla collaborazione (MOU) tra distretti aerospaziali europei. Principali Partners: Cluster Stuttgart (Germany), Cluster Prague (Czech Rep.), Cluster Baviera (Germany), Rapporti sistematici con cluster manager internazionali Filas in collaborazione con le associazioni di categoria ha contatti sistematici con cluster manager di distretti aerospaziali internazionali: Tolosa, Sophia Antipolis, Baviera, Hertfordshire, Paesi Baschi, Olanda, Benelux, Canada, Abu Dhabi, Marocco, Messico, Cina, India e Singapore Progetto Sidereus con CINA (Progetto Commissione Europea-Programma Asia Invest) Filas è project coordinator per un business match-making tra aziende del DTA del Lazio e aziende cinesi, indiane e malesiane. Organizzato evento di avvio a Pechino nel novembre 2008 Progetto COIN (Collaboration and Interoperability in Networked Enterprises) per sperimentare servizi innovativi di collaborazione in scenari industriali realistici nel settore aerospaziale DG INFSO Missione Soyouz- ENEIDE frutto di una joint venture con ESA, ASI, Finmeccanica e Regione Lazio. Effettuate 17 sperimentazioni di progetti di ricerca sulla Stazione Spaziale Internazionale Supporto trasversale al Sistema Industriale del DTA nel partecipare a bandi VII PQ, ASI, MSE e Industria

28 Supporto allo sviluppo della domanda e promozione in ambito nazionale ed internazionale Progetto SIDEREUS Ha preso il via a Pechino dal 26 al 28 novembre 2008 l evento organizzato dalla Filas e finanziato dalla UE per promuovere la cooperazione internazionale nel comparto aerospaziale circa 60 le imprese europee provenienti da Italia, Spagna, Germania e Gran Bretagna, per l Asia da Cina, India, Singapore e Tailandia. L organizzazione ha previsto un totale di circa 1400 incontri tra imprese, 8 incontri one-to-one per ogni azienda partecipante. Le quattro nazioni europee, nell ambito del progetto, sono rappresentate dalla Regione Lazio per l Italia, dalla Baviera per la Germania, dai Paesi Baschi per la Spagna e dall Hertfordshire per la Gran Bretagna. Il progetto Sidereus ha rappresentato un opportunità unica per le PMI di entrare in contatto con le grandi aziende e i responsabili delle commesse pubbliche, soprattutto viste le caratteristiche del settore in cui prevalgono investimenti pubblici e poche grandi aziende leader di mercato. 27

29 Supporto allo sviluppo della domanda e promozione in ambito nazionale ed internazionale attività da espandere Individuazione dei più avanzati cluster internazionali Analisi competenze e prodotti di ciascun cluster Posizionamento del DTA rispetto ai benchmarks internazionali e strategia di comunicazione Toulouse Piano di attività di collaborazione da proporre a ciascun cluster con diverse tipologie di azione tra cui: - scambio di scienziati e tecnici - creazione congiunta di nuove imprese high-tech - sostegno alla partecipazione a gare e forniture internazionali per le nostre PMI - esecuzione di programmi bilaterali e multilaterali di ricerca e di trasferimento tecnologico - organizzazione di eventi di business match-making Roma Coordinamento con altre iniziative a valenza internazionale condotte da altri Enti istituzionalmente demandati alla promozione internazionale sia a livello di Governo Regionale che Nazionale (MSE, ASI, MSE/ICE, InvestItalia, IPI, Sace, Simest, Sprint Lazio) anche tramite definizione di specifici accordi 28

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Ing. Gerardo Lancia Filas S.p.A. STRATEGIE E PROGRAMMI DEI DISTRETTI REGIONALI Confindustria 9 luglio 2009 1 Il Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Dettagli

La strategia della Regione per aumentare la competitività del Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia FILAS S.p.A.

La strategia della Regione per aumentare la competitività del Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia FILAS S.p.A. La strategia della Regione per aumentare la competitività del Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio. Ing. Gerardo Lancia FILAS S.p.A. SAT EXPO EUROPE 2008 1 Nel 2004 la Regione Lazio e il MUR hanno

Dettagli

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio

Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio Le iniziative della Regione Lazio a supporto del settore aerospaziale promosse e gestite da Filas 58 M contributi POR FESR + 20 M per il Venture Capital A fare

Dettagli

Newsletter International Business & Technology Cooperation

Newsletter International Business & Technology Cooperation Enterprise Europe Network La nuova rete al servizio delle imprese http://www.enterprise-europe-network.ec.europa.eu/index_en.htm N 14 Marzo 2010 Newsletter International Business & Technology Cooperation

Dettagli

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA

L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Programma Strategico Regionale per la Ricerca, l Innovazione ed il Trasferimento Tecnologico per la IX legislatura 2011-2013 L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA Cinzia Felci Direttore Programmazione Economica Ricerca

Dettagli

Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi. Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020.

Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi. Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020. Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020 Roma, 27 V 2011 Europa 2020 Nuovo contesto ed orientamenti sull innovazione

Dettagli

DISTRETTO TECNOLOGICO DELLE BIOSCIENZE. Presentazione del Dott. Paolo OCCHIALINI Coordinatore DTB Lazio, Filas SpA

DISTRETTO TECNOLOGICO DELLE BIOSCIENZE. Presentazione del Dott. Paolo OCCHIALINI Coordinatore DTB Lazio, Filas SpA DISTRETTO TECNOLOGICO DELLE BIOSCIENZE Presentazione del Dott. Paolo OCCHIALINI Coordinatore DTB Lazio, Filas SpA DISTRETTI TECNOLOGICI NEL LAZIO Distretto Tecnologico dell Aerospazio (DTA) Distretto Tecnologico

Dettagli

Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative. FI.LA.S Spa

Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative. FI.LA.S Spa Aiuti per la ricerca e sviluppo e venture capital per le PMI innovative Renato Savini FI.LA.S Spa Convegno Nuove agevolazioni per le imprese con Fondi Europei (POR FESR Lazio 2007/2013) e regionali 1 28.11.2008

Dettagli

Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3. Ing. Stefano Turi Direttore Generale

Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3. Ing. Stefano Turi Direttore Generale Audizione P.O.R. F.E.S.R. I.3 Ing. Stefano Turi Direttore Generale Filas Presentazione Fondata il 27 gennaio 1975 Socio unico: Sviluppo Lazio Capitale sociale: 35.857.000,00 i.v. Iscrizioni: intermediario

Dettagli

AERONAUTICO (ATC;Sistemi di Missione;Visione; Navigazione e Comunicazione; UAV sia per il segmento di terra che di bordo)

AERONAUTICO (ATC;Sistemi di Missione;Visione; Navigazione e Comunicazione; UAV sia per il segmento di terra che di bordo) AZIENDA InterConsulting Via Adriano Olivetti, 24 00131 - Roma Tel. +39-06.41204467 Fax +39-06.41228120 Web : http://www.inter-consulting.it Via Giovanni Battista Magnaghi, 1/18 16129 - Genova Tel. +39-010.5536388

Dettagli

IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI

IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI IL LUOGO IDEALE PER LE AZIENDE ITALIANE E INTERNAZIONALI Il Technology Park è un sistema di strutture e servizi avanzati che favoriscono l innovazione, lo sviluppo e l industrializzazione della ricerca.

Dettagli

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio

Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio Marcello Onofri Vice-Presidente Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio IL SISTEMA DEI CLUSTER NAZIONALI: L avvio di una POLITICA INDUSTRIALE di settore Nati dietro iniziativa del MIUR con l obbiettivo:

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Francesca D Achille

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Francesca D Achille F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Francesca D Achille INFORMAZIONI PERSONALI Nome D ACHILLE FRANCESCA Indirizzo Telefono Fax ---------- E-mail fdachille@regione.lazio.it

Dettagli

TOTALE (IVA inclusa) 2009 12.083.077,17

TOTALE (IVA inclusa) 2009 12.083.077,17 PROSPETTO GENERALE DI SINTESI DEL PIANO ECONOMICO VOCE DI COSTO IMPORTO A - Costi di personale Personale interno 1.301.510,00 Personale esterno 1.449.800,00 Subtotale A 2.751.310,00 B - Costi servizi/consulenze

Dettagli

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione

I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione 4 HEALTHCARE SUMMIT I nuovi modelli del Sistema Sanità: sostenibilità, digitalizzazione ed innovazione Contributo alla tavola rotonda: Nuovi Business Models ed Innovazione Tecnologica per il SSN: risparmiare

Dettagli

Ing. Laura Tassinari Direttore Generale. Roma, 21/5/2013

Ing. Laura Tassinari Direttore Generale. Roma, 21/5/2013 Ing. Laura Tassinari Direttore Generale Roma, 21/5/2013 Identità Fi.La.S. è la società in house della Regione Lazio dedicata al sostegno dei processi di sviluppo ed innovazione, elementi cardine per lo

Dettagli

MEMORANDUN OF UNDERSTANDING

MEMORANDUN OF UNDERSTANDING MEMORANDUN OF UNDERSTANDING PER LA REALIZZAZIONE DEL PARCO SCIENTIFICO E TECNOLOGICO SAN MARINO ITALIA Repubblica di San Marino, 6 novembre 2012 Memorandum of understanding per la realizzazione del Parco

Dettagli

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno

Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI. Convegno Rilancimpresa FVG convergenza e sinergia di misure legislative con le misure nazionali per le PMI Convegno «LE PMI INNOVATIVE - LEGGE SULLE AGEVOLAZIONI» Pordenone, 28 aprile 2015 1 Obiettivi della Riforma

Dettagli

La dimensione del settore aerospaziale nella regione Lazio. I risultati di una prima analisi

La dimensione del settore aerospaziale nella regione Lazio. I risultati di una prima analisi La dimensione del settore aerospaziale nella regione Lazio I risultati di una prima analisi Ottobre 2004 1 Indice 1. Definizione del settore e considerazioni introduttive Box 1: La situazione in Italia

Dettagli

Descrizione dell'impresa

Descrizione dell'impresa Denominazione : XENIA PROGETTI s.r.l. Azienda fondata nel 1990 Descrizione dell'impresa Sede: 95021 Acicastello (CT), Via Acicastello, 71 Forma giuridica: S.r.l. Settore: ICT- Progettazione, consulenza

Dettagli

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità:

Le competenze. Esplora S.r.l. persegue la propria mission integrando due macro aree di esperienze e professionalità: La società Esplora S.r.l. è una società di diritto italiano e sedi a Roma, Siena, Milano e Catania che opera nei settori del project management internazionale, per il governo di progetti complessi e in

Dettagli

Torino Social Innovation.

Torino Social Innovation. Torino Social Innovation. Un programma di lavoro per la città e la giovane imprenditorialità. Le città e le comunità urbane sono al centro di un acceso dibattito politico-istituzionale europeo, che le

Dettagli

Presentazione della Società. Maggio 2014

Presentazione della Società. Maggio 2014 Presentazione della Società Maggio 2014 La Società La Struttura Produttiva Il Sistema di Competenze Il Posizionamento I Dati Economico - Finanziari 2 La Società La Storia 2004 Costituzione della StraDe

Dettagli

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it

darts Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www.darts.it Software & Engineering Consulenza Progettazione System Integration ITS BSS New Media Company www..it 1 Company Darts Engineering è pmi di consulenza, progettazione e system integration in ambito ICT, che

Dettagli

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013

Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Gli interventi di Regione Lombardia per le reti di impresa: Bando Ergon e Bando Reti POR FESR 2007-2013 Armando De Crinito Direttore Generale Vicario DG Attività produttive, Ricerca e Innovazione Regione

Dettagli

Officina dell Innovazione. Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI

Officina dell Innovazione. Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI Officina dell Innovazione Progettazione e trasferimento tecnologico a supporto delle PMI Chi siamo Officina dell Innovazione si propone di sperimentare, mediante la sua struttura di innovazione e progettazione,

Dettagli

Roma, 3-4 ottobre 2013 Tavolo tematico: Aerospazio

Roma, 3-4 ottobre 2013 Tavolo tematico: Aerospazio PON GAT 2007-2013 Asse I Obiettivo Operativo I.4 Progetto «Supporto alla definizione e attuazione delle politiche regionali di ricerca e innovazione (Smart Specialisation Strategy Regionali)» «Priority

Dettagli

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie

Consorzio Italbiotec. Industria&Università. insieme. per lo sviluppo delle biotecnologie CONSORZIO ITALBIOTEC 1 Consorzio Italbiotec Alta Formazione e corsi di perfezionamento Ricerca, Sviluppo e Innovazione Fund Raising per lo sviluppo delle biotecnologie Industria&Università insieme 2 CONSORZIO

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome Nome Pier Luigi CATALDI Telefono uff 0651686989 Fax 06 E-mail p.cataldi@regione.lazio.it Cittadinanza Italiana Data di nascita 23 giugno 1954 Sesso

Dettagli

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA

GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA GUIDA PRATICA ALLA COSTITUZIONE DI UNO SPIN OFF DA RICERCA Progetto SPIN OVER Decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 27 gennaio 2005 Realizzata nell ambito delle attività del progetto Spin

Dettagli

TAKING YOU FORWARD. Aosta, 11 marzo 2005. Prot. N. C-05:0210

TAKING YOU FORWARD. Aosta, 11 marzo 2005. Prot. N. C-05:0210 TAKING YOU FORWARD Aosta, 11 marzo 2005 Esperienza di una grande impresa: il Programma Ego di Ericsson Antonio Sfameli Public & Economic Affairs Ericsson Aosta, 11 marzo 2005 2 1. Profilo dell azienza

Dettagli

PQU Regione Lazio MISE DPS Agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. Scheda Intervento AR-LAZ-01-SDF

PQU Regione Lazio MISE DPS Agenzia per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa S.p.A. Scheda Intervento AR-LAZ-01-SDF ALLEGATO 2 DEL. CIPE N. 7/2006 PROGRAMMI OPERATIVI DI SUPPORTO ALLO SVILUPPO 2007-2009 MIGLIORAMENTO DELLA COMMITTENZA PUBBLICA E ADVISORING PER LO SVILUPPO DI STUDI DI FATTIBILITA PQU Regione Lazio MISE

Dettagli

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER

SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER SERVIZIO FONDI EUROPEI, INNOVAZIONE E SVILUPPO ECONOMICO ENERGY CENTER Progetto di riqualificazione e riconversione dell edificio Ex-Westinghouse in centro di competenza nel campo dell innovazione energetico-ambientale

Dettagli

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione.

La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. La cooperazione tra PMI e Centri di Ricerca per l innovazione. Treviso, 24 febbraio 2015 Smart Specialisation Strategy Rappresenta il rafforzamento delle specializzazioni del territorio e la promozione

Dettagli

OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020

OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020 POAT PROGETTO OPERATIVO DI ASSISTENZA TECNICA ALLE REGIONI DELL OBIETTIVO CONVERGENZA OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO 2014-2020 Castellammare del Golfo, 05 giugno 2015 COSME COSME è il Programma per la competitività

Dettagli

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI

POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI POR 2014 2020 ASSE I SERVIZI INNOVATIVI REGIONE TOSCANA - INCENTIVI ALLE PMI PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI INNOVATIVI BENEFICIARI PMI in forma singola o associata, aventi sede o unità locale destinataria

Dettagli

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi

I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi I servizi della rete Enterprise Europe Network per l innovazione e lo sviluppo delle imprese piemontesi Ing. Paolo Guazzotti Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Torino, 16 novembre 2015 STRUTTURA

Dettagli

Servizi per il turismo e la cultura

Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Servizi per il turismo e la cultura Il meglio dell Italia cresce ogni giorno insieme a noi. Marketing del territorio Siamo un network di professionisti che integrano

Dettagli

ASSORETIPMI, meeting regionale Lazio 7 maggio 2015

ASSORETIPMI, meeting regionale Lazio 7 maggio 2015 ASSORETIPMI, meeting regionale Lazio 7 maggio 2015 CHI SIAMO La rete MROnet.it è stata fondata a novembre 2012 e aggrega aziende operanti nell indotto del settore aerospazio e difesa che collaborano con

Dettagli

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture Distretto Tecnologico Campano Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture La filiera della conoscenza Politiche strutturali per la ricerca Politiche industriali Politiche economiche Alta

Dettagli

Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013

Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013 Innovation Day Torino, 5 Giugno 2013 L esperienza ligure nelle politiche di Clustering Cristina Battaglia Regione Liguria Dipartimento Sviluppo Economico Settore Ricerca, Innovazione ed Energia 1 L ESPERIENZA

Dettagli

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici

Innovare i territori. Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici Innovare i territori Ennio Lucarelli Vice Presidente Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 1 La Federazione CSIT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici 51 Associazioni di Categoria (fra

Dettagli

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche

Ageing at home. Esperienze idee soluzioni. nella Regione Marche Ageing at home Esperienze idee soluzioni nella Regione Marche Alcune caratteristiche della Regione La Regione Marche è caratterizzata: da un alto tasso di invecchiamento della popolazione da elevate aspettative

Dettagli

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015

Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Start up e innovazione: novità è opportunità per il 2015 Mercoledì 11 febbraio Dott. Matteo Farina Progetti di Sviluppo Banco Popolare Confindustria Firenze Banco Popolare e innovazione tecnologica: un

Dettagli

Obiettivi della Riforma

Obiettivi della Riforma Rilancimpresa FVG 1 Obiettivi della Riforma Introdurre misure per l attrazione di nuovi investimenti, per attrarre investimenti nazionali e internazionali per l insediamento di nuove iniziative imprenditoriali;

Dettagli

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese

Le prospettive di utilizzazione dei progetti spaziali europei per il territorio, i cittadini e le imprese MARCO AIRAGHI, Deputato del Comitato per la valutazione delle scelte scientifiche e tecnologiche. Do ora la parola al direttor Giovanni Soccodato, Direttore delle strategie di Finmeccanica. GIOVANNI SOCCODATO,

Dettagli

Strategie di sviluppo per il settore aerospaziale: l esperienza del Piemonte. Dario Moncalvo Finpiemonte SpA

Strategie di sviluppo per il settore aerospaziale: l esperienza del Piemonte. Dario Moncalvo Finpiemonte SpA Strategie di sviluppo per il settore aerospaziale: l esperienza del Piemonte Dario Moncalvo Finpiemonte SpA ACARE-Italia e i Distretti Regionali, Roma, 9 luglio 2009 L aerospazio in Piemonte I numeri chiave:

Dettagli

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020

Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Ricerca e Innovazione: Le sinergie tra la Smart Specialisation Strategy e Horizon 2020 Esempio di programmazione Regionale Roma, 09 luglio 2014 Armando De Crinito Direttore Vicario DG Attività Produttive

Dettagli

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia

Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia Internazionalizzazione delle PMI calabresi La Borsa dell Innovazione e dell Alta Tecnologia http://poloinnovazione.cc-ict-sud.it Luciano Mallamaci, ICT-SUD Direttore Tecnico ICT Sud Program Manager Polo

Dettagli

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013

Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 Expoedilizia - Roma 21 marzo 2013 La Piattaforma europea dedicata ai professionisti dell edilizia sostenibile Iscriviti ed entra a far parte del nostro network www.construction21.eu Unioncamere del Veneto

Dettagli

Linee Guida Modello di gestione ambientale ECO-CLUSTER: elementi caratterizzanti il cluster

Linee Guida Modello di gestione ambientale ECO-CLUSTER: elementi caratterizzanti il cluster -EnvironmentalCOoperation model for Cluster - Acronimo: ECO-CLUSTER Linee Guida Modello di gestione ambientale ECO-CLUSTER: elementi caratterizzanti il cluster Comune di Collagna Responsabile dell azione

Dettagli

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR

Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna. Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Le politiche di ricerca e sviluppo della Regione Emilia-Romagna Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR Il POR FESR Emilia Romagna ASSE 1 Ricerca industriale e trasferimento tecnologico 115 milioni

Dettagli

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO

BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO BANDO MINISTERO SVILUPPO ECONOMICO Fondo Crescita: bandi per progetti di R&S nei settori ICT e Industria Sostenibile Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto del 15 ottobre 2014, pubblicato nella

Dettagli

Workshop La preincubazione d impresa

Workshop La preincubazione d impresa Direzione Marketing Imprese Ufficio Relazioni Territoriali Workshop La preincubazione d impresa L approccio di Banca Intesa: relazioni con i territori e sostegno all innovazione Valerio Porfiri Aosta,

Dettagli

IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI

IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI IT IMPRESA E TERRITORIO SRL FINANZA COMUNITARIA PER IMPRESE ED ENTI LOCALI PRESENTAZIONE La società opera nel settore della consulenza aziendale e dello sviluppo imprenditoriale con riferimento, in particolare,

Dettagli

CINECA - partner per l innovazione l Pubblica Amministrazione Locale

CINECA - partner per l innovazione l Pubblica Amministrazione Locale CINECA - partner per l innovazione l della Pubblica Amministrazione Locale Forlì,, 22 ottobre 2008 Alan Buda Indice Chi è CINECA La Mission Esigenze degli Enti Locali La risposta del CINECA Benefici Attesi

Dettagli

Scheda di sintesi delle principali evoluzioni societarie ANNO 1986 ANNO 1991 ANNO 1992 ANNO 1997 ANNO 1999 ANNO 2000 ANNO 2000 1 settembre Nasce Systema Srl - Società consortile per la Gestione integrata

Dettagli

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Competizione tra territori Vi è una relazione positiva fra dimensione di

Dettagli

PREMESSE I DISTRETTI TECNOLOGICI

PREMESSE I DISTRETTI TECNOLOGICI Distretto Tecnologico Ligure sui Sistemi Intelligenti Integrati e le Tecnologie Con il termine sistemi intelligenti integrati si intendono sistemi complessi che possiedono diversi gradi di intelligenza

Dettagli

Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER.

Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER. Favorire i processi di innovazione e sviluppo: l esperienza UN.I.VER. ing. Davide Vidotto Direttore Consorzio UNIVER, Soggetto Gestore del Polo ENERMHY Domodossola, 17 Gennaio 2014 CONSORZIO UN.I.VER.

Dettagli

CALL PER LA PARTECIPAZIONE

CALL PER LA PARTECIPAZIONE CALL PER LA PARTECIPAZIONE Call per la partecipazione alla ITALY-CHINA SCIENCE, TECHNOLOGY & INNOVATION WEEK 2016 EVENTO PER PROMUOVERE L INTERNAZIONALIZZAZIONE DEI SISTEMI RICERCA-IMPRESE E LA COOPERAZIONE

Dettagli

La creazione di impresa spin-off al CNR

La creazione di impresa spin-off al CNR Terza Giornata InFormativa Progetto BioTTasa Area della Ricerca del CNR Palermo, 30 giugno 2014 La creazione di impresa spin-off al CNR Relatore: Daniela La Noce Progetto Finanziato dal Ministero dello

Dettagli

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE

LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE LA LOMBARDIA PER LE IMPRESE 1. Linee guida per il Progetto di legge per il rilancio della competitività lombarda 2. Aggiornamento dei criteri attuativi di Credito Adesso: 3.

Dettagli

I Poli Formativi per gli IFTS nel Lazio. Regione Lazio Assessorato Istruzione, Diritto allo studio e Formazione

I Poli Formativi per gli IFTS nel Lazio. Regione Lazio Assessorato Istruzione, Diritto allo studio e Formazione I Poli Formativi per gli IFTS nel Lazio Regione Lazio Assessorato Istruzione, Diritto allo studio e Formazione Polo formativo per la Logistica integrata e mobilità sostenibile I Poli Formativi Il sistema

Dettagli

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005

Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita nel 2005 Ente: TLS - TOSCANA LIFE SCIENCES Rappresentante nell Organo Gestionale: Carla Ghelardini Periodo di competenza: anno 2013 A - IDENTITÀ Toscana Life Sciences è una Fondazione senza scopo di lucro costituita

Dettagli

Bruno Mazzetti, Finmeccanica Chairman Piattaforma ACARE Italia - AIAD

Bruno Mazzetti, Finmeccanica Chairman Piattaforma ACARE Italia - AIAD Opportunità di finanziamento nel VII PQ per il settore aeronautico e le linee strategiche previste in Horizon 2020 per l aeronautica ed il sistema del trasporto aereo. Bruno Mazzetti, Finmeccanica Chairman

Dettagli

CRIT Research. Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco. Franco Stefani. Vice Presidente CRIT Research

CRIT Research. Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco. Franco Stefani. Vice Presidente CRIT Research CRIT Research Innovazione Collaborativa: il caso italiano di maggior spicco Franco Stefani Vice Presidente CRIT Research 1 Per un mondo che cambia, quale Ricerca? RICERCA Cambio di paradigma: La Ricerca

Dettagli

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA

UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE PER FAR INCONTRARE RICERCA E IMPRESA a smau firenze 014 la nuova dimensione espositiva dedicata a cluster, laboratori, spin-off e startup indice UNA NUOVA TAPPA DI SMAU A FIRENZE TECHNOLOGY DAYS EXPO: UNA FIERA IN CONTEMPORANEA A SMAU FIRENZE

Dettagli

Ing. Fabio Polizzi. Titoli di studio Appartenenze e Corsi di formazione

Ing. Fabio Polizzi. Titoli di studio Appartenenze e Corsi di formazione Ing. Fabio Polizzi 2009: Membro della Commissione Innovazione e Tecnologia presso l Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma. Titoli di studio Appartenenze e Corsi di formazione 2008: Come responsabile

Dettagli

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali

Spese ammissibili: spese per acquisto di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali, hardware, software e tecnologie digitali Bando/Agevolazione: Beni strumentali ("Nuova Sabatini") Obiettivo: incrementare la competitività e migliorare l accesso al credito delle micro, piccole e medie imprese, attraverso l acquisto di nuovi macchinari,

Dettagli

La cultura. L uomo. è punto di partenza e punto di arrivo di ogni progetto.

La cultura. L uomo. è punto di partenza e punto di arrivo di ogni progetto. La cultura L uomo è punto di partenza e punto di arrivo di ogni progetto. La ricerca e lo studio di nuove tecnologie sono lo strumento di successo per il cliente. CM Digital Solutions ha un obiettivo:

Dettagli

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE

DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE 2239 Identificativo Atto n. 163 DIREZIONE GENERALE ATTIVITA' PRODUTTIVE, RICERCA E INNOVAZIONE DETERMINAZIONI IN ORDINE AL RICONOSCIMENTO DI CLUSTER TECNOLOGICI REGIONALI LOMBARDI E AL SOSTEGNO DELLE ATTIVITÀ

Dettagli

Consorzio TecnoTib.E.R.I.S. Consorzio Tecnologico Tiburtino per l Eccellenza nella Ricerca, l Innovazione e lo Sviluppo industriale

Consorzio TecnoTib.E.R.I.S. Consorzio Tecnologico Tiburtino per l Eccellenza nella Ricerca, l Innovazione e lo Sviluppo industriale SVILUPPO DELL INNOVAZIONE TECNOLOGICA NEL TERRITORIO REGIONALE Art. 182 comma 4 lettera c) della L.R. n. 4 del 28 Aprile 2006 Valorizzazione del ruolo dei Parchi Scientifici e Tecnologici Consorzio TecnoTib.E.R.I.S.

Dettagli

M. Mengoli Monselice 14 novembre 2008

M. Mengoli Monselice 14 novembre 2008 M. Mengoli Monselice 14 novembre 2008 1 La proposta di EMAS III individua per gli stati membri una serie di obblighi (Capo VII): Assistenza alle organizzazioni ai fini del rispetto degli obblighi normativi

Dettagli

DARE VALORE ALLE IMPRESE

DARE VALORE ALLE IMPRESE DARE VALORE ALLE IMPRESE Estero, crescita, nuova imprenditoria Accordo Intesa Sanpaolo - Confindustria Piccola Industria indice 2 UN IMPEGNO COMUNE PER LA CRESCITA 3 I PUNTI CHIAVE DEL NUOVO ACCORDO 4

Dettagli

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015

AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 PRESENTAZIONE OPPORTUNITÀ NAZIONALI E REGIONALI Bando MISE Industria sostenibile e PNR Primi bandi regionali del POR MARCHE FESR 2014-2020 AUDITORIUM iguzzini Recanati 12 marzo 2015 POR MARCHE FESR 2014-2020

Dettagli

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Guido Saracco Presidente del CESAL, Centro Servizi per la sede di Alessadnria Alessandria 11.07.2011 30 29 Marzo Giugno 2010 2011 Area Supporto

Dettagli

Industria 2015. Bandi dei Progetti di innovazione industriale: Efficienza energetica Mobilità sostenibile Nuove tecnologie per il made in Italy

Industria 2015. Bandi dei Progetti di innovazione industriale: Efficienza energetica Mobilità sostenibile Nuove tecnologie per il made in Italy Industria 2015 Bandi dei Progetti di innovazione industriale: Efficienza energetica Mobilità sostenibile Nuove tecnologie per il made in Italy Lucio Tagliafierro IPI Istituto Promozione Industriale Politiche

Dettagli

QuickTime and a TIFF (LZW) decompressor are needed to see this picture. CONFERENZA STAMPA. GATE XXI, dall ultraleggero al satellite

QuickTime and a TIFF (LZW) decompressor are needed to see this picture. CONFERENZA STAMPA. GATE XXI, dall ultraleggero al satellite CONFERENZA STAMPA GATE XXI, dall ultraleggero al satellite Giovedì 15 ottobre 2009 alle ore 9.30 presso la Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati a Palazzo Marini (Via del Pozzetto, 158 Roma)

Dettagli

PROFILO SOCIETARIO. Supportiamo gli enti locali nella programmazione e nella realizzazione degli

PROFILO SOCIETARIO. Supportiamo gli enti locali nella programmazione e nella realizzazione degli PROFILO SOCIETARIO Supportiamo gli enti locali nella programmazione e nella realizzazione degli indirizzi tecnico-operativi. Accompagniamo le aziende verso l innovazione e l aumento di competitività. L

Dettagli

Sviluppo dell impresa innovativa Bandi sull Innovazione. Università degli studi Roma TRE DSE Dipartimento di Scienze dell Educazione 23 I 02 I 2012

Sviluppo dell impresa innovativa Bandi sull Innovazione. Università degli studi Roma TRE DSE Dipartimento di Scienze dell Educazione 23 I 02 I 2012 Sviluppo dell impresa innovativa Bandi sull Innovazione Università degli studi Roma TRE DSE Dipartimento di Scienze dell Educazione 23 I 02 I 2012 Sviluppo dell impresa innovativa: I Bandi TITOLO SLIDE

Dettagli

In rete con l Europa

In rete con l Europa In rete con l Europa L AZIENDA E IL GRUPPO DI LAVORO PROMETEO, Servizi integrati per lo Sviluppo Locale, è una società di servizi nata dalla sinergia di un team di professionisti altamente qualificati

Dettagli

POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ

POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ POR FESR 2007 2013 PACCHETTO COMPETITIVITÀ 2007 Presentazione a cura di: Rossetti, Paolini, Toccacelo, Fabiani 16 Luglio 2007 Brufa di Torgiano (PG) 1 PACCHETTO COMPETITIVITÀ: Parole chiave 2 Innovazione

Dettagli

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2

Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per la fase 2 del Progetto ILO2 FESR - FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE REGIONE PUGLIA AREA POLITICHE PER LO SVILUPPO IL LAVORO E L INNOVAZIONE Creare impresa e diffondere tecnologia a partire dalla ricerca Programma Operativo per

Dettagli

Da ALMASat-1 ad ALMASpace: Le tecnologie spaziali dell Università di Bologna diventano impresa

Da ALMASat-1 ad ALMASpace: Le tecnologie spaziali dell Università di Bologna diventano impresa : Le tecnologie spaziali dell Università di Bologna diventano impresa Convegno «Volare Alto» Il Tecnopolo aeronautico e le opportunità per le imprese del territorio Background L attività di ricerca ALMASat-1

Dettagli

Avviso Pubblico Insieme per vincere

Avviso Pubblico Insieme per vincere Avviso Pubblico Insieme per vincere Obiettivo Obiettivo generale del presente avviso è quello di incentivare, tra le imprese del Lazio la condivisione di innovazione per favorirne il rafforzamento, il

Dettagli

Company Profile. Ideare Progettare Crescere

Company Profile. Ideare Progettare Crescere Company Profile Ideare Progettare Crescere La tua guida per l'accesso al mercato globale e per la gestione di modelli orientati al business internazionale P&F Technology nasce nel 2003 dall esperienza

Dettagli

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA

NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA 1 NEWSLETTER DI FINANZA AGEVOLATA N. 1 GENNAIO 2016 REGIONE LOMBARDIA NEWS BANDO INAIL 2015 Contributi a fondo perduto del 65% delle spese per progetti di miglioramento della sicurezza sul luogo di lavoro

Dettagli

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia

ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO. all applicazione. Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia ICT NELLE STRATEGIE A LIVELLO EUROPEO, NAZIONALE E REGIONALE Dalla ricerca, all innovazione, all applicazione Susanna LONGO Regione Piemonte Assessorato Innovazione, Ricerca, Industria e Energia Bruxelles

Dettagli

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale

La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale La programmazione UE 2014-2020 per una crescita sostenibile e solidale Il Consiglio dell Unione europea ha adottato a dicembre 2013 il Regolamento relativo al Quadro Finanziario Pluriennale per il periodo

Dettagli

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T

Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T Società per la Gestione dell Incubatore di Imprese e per il Trasferimento Tecnologico dell Università degli Studi di Torino Scarl 2i3T 1. L Incubatore 2i3T SOCIETÀ PER LA GESTIONE DELL INCUBATORE DI IMPRESE

Dettagli

Industria 2015. Rappresenta la strategia di politica industriale per la promozione della competitività e dello sviluppo, basata su:

Industria 2015. Rappresenta la strategia di politica industriale per la promozione della competitività e dello sviluppo, basata su: Il Progetto d Innovazione Industriale Efficienza Energetica : uno strumento di sostegno alla competitività ed allo sviluppo dell industria italiana del solare Verona 7 maggio 2008 1 Industria 2015 Rappresenta

Dettagli

La supply chain per competere nel mondo. www.torinopiemonteaerospace.com

La supply chain per competere nel mondo. www.torinopiemonteaerospace.com La supply chain per competere nel mondo www.torinopiemonteaerospace.com Torino Piemonte Aerospace è al servizio delle imprese piemontesi eccellenti della filiera aeronautica, spazio e difesa per crescere

Dettagli

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie

Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Nuove sfide per gli acquisti del settore bancario: scenari, opportunità, ruolo delle tecnologie Paolo Chiaverini Amministratore Delegato i-faber S.p.A. MAGGIORE CENTRALITÀ DEGLI ACQUISTI NELLE AZIENDE:

Dettagli

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale

Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario. Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Non profit e cultura: stato dell arte. Alcuni dati di scenario Daria Broglio Istituto per la ricerca sociale Primi dati di scenario: Il valore aggiunto del Sistema Produttivo Culturale Il perimetro del

Dettagli

Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento

Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento Regole di Partecipazione e Strumenti di finanziamento Roma CNR Aula Convegni 2 dicembre 2015 Regolamento n. 1290/2013 del Parlamento e del Consiglio Europeo Definizioni (art. 2)- ORGANIZZAZIONE INTERNAZIONALE

Dettagli

POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto

POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto POR FESR 2007-2013 Accordo Sardegna Veneto Progetto di Cooperazione interregionale Sardegna - Veneto 2 PECULIARITA DELL AZIONE Prima esperienza in Italia di sperimentazione del principio di integrazione

Dettagli

Presentazione aziendale

Presentazione aziendale pkm027-534-1.0 Presentazione aziendale Domenico Laforenza, Daniela Drimaco Roma, 14 Aprile 2011 Introduzione Planetek Italia S.r.l. è una società leader nella consulenza multi-disciplinare per lo sviluppo

Dettagli

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE

RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2011-2013 DIREZIONE CENTRALE ATTIVITA PRODUTTIVE POLITICHE DEL LAVORO E DELL OCCUPAZIONE PROGRAMMA: Innovazione e capitale umano Responsabile Ing. Marco Lobina (Direttore

Dettagli