La UE e i finanziamenti per le imprese Il programma COSME

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "La UE e i finanziamenti per le imprese Il programma COSME"

Transcript

1 La UE e i finanziamenti per le imprese Il programma COSME Dott.ssa Chiara Pisani Enterprise Europe Network Confindustria Piemonte Alessandria, 1 Dicembre 2014

2 STRUTTURA DELLA PRESENTAZIONE CONFINDUSTRIA PIEMONTE ED IL SISTEMA CONFINDUSTRIALE PIEMONTESE: RUOLO E OBIETTIVI CONSORZIO ALPS - ENTERPRISE EUROPE NETWORK: CHI SIAMO E QUALI SERVIZI OFFRIAMO ALLE PMI PROGRAMMA COSME : OBIETTIVI E STRUTTURA

3 Il Consorzio ALPS CONFINDUSTRIA PIEMONTE CONFINDUSTRIA PIEMONTE ED IL SISTEMA CONFINDUSTRIALE PIEMONTESE: RUOLO E OBIETTIVI

4 STRUTTURA NAZIONALE 2 Federazioni CONFINDUSTRIA 21 Membri aggregati 257 Associazioni Imprese lavoratori 96 Associazioni di categoria (membri diretti) 24 Federazioni di Settore 16 Associazioni Regionali 98 Associazioni Territoriali

5 STORIA La Confindustria Piemonte nasce come Federazione delle Associazioni Industriali del Piemonte - Federpiemonte nel 1973, con funzioni di appresentanza delle istanze industriali, da un lato, presso gli enti e gli organismi regionali e, dall altro, presso la Confindustria Nazionale. Attualmente, è la principale Associazione di imprese manifatturiere e di servizi della regione. Rappresenta imprese piemontesi, con circa addetti, attraverso 9 Associazioni industriali, provinciali o subprovinciali, che aderiscono al sistema confindustriale: Confindustria Alessandria Unione Industriale di Asti Unione Industriale Biellese Confindustria Cuneo Confindustria Canavese Associazione Industriali di Novara Unione Industriale di Torino Confindustria Vercelli Valsesia Unione Industriali Verbano Cusio Ossola Anche ANCE Piemonte (imprenditori edili) e Confindustria Valle d'aosta sono parte del sistema.

6 Fonte: Confindustria RIPARTIZIONE % PER SETTORE DI ATTIVITA

7 LA PICCOLA INDUSTRIA Il Comitato Regionale Piccola Industria del Piemonte La Piccola Industria si dedica specificamente alle PMI iscritte al sistema confindustriale esaminandone i bisogni, elaborando proposte e rappresentandone le esigenze. L'obiettivo è promuovere la cultura d impresa e lo spirito imprenditoriale nella società, ma anche contribuire alla soluzione delle questioni economiche e sociali a tutela delle imprese di dimensioni minori. L'attività di Piccola Industria si svolge prevalentemente attraverso gruppi di lavoro. Con il supporto degli esperti della Confindustria Piemonte e delle Associazioni Territoriali, i gruppi svolgono attività di studio e di approfondimento, utile per analizzare le problematiche e per individuare le soluzioni migliori per le PMI.

8 La Federazione Regionale dei Gruppi Giovani Imprenditori piemontesi Il Gruppo Giovani Imprenditori della Confindustria Piemonte riunisce imprenditori, figli di imprenditori e dirigenti di aziende iscritte ai Gruppi G.I. del sistema confindustriale regionale, di età tra i 18 e i 40 anni. Attualmente annovera circa 900 soci operativi in imprese di servizi e manifatturiere del territorio regionale appartenenti alle più differenti categorie e merceologie. I principali scopi del Gruppo Giovani Imprenditori sono: I GIOVANI IMPRENDITORI promuovere e sviluppare la consapevolezza della funzione economica ed etico-sociale dell impresa e approfondire la conoscenza delle problematiche economiche, politiche, sociali, tecniche ed aziendali, per favorire la crescita professionale; stimolare lo spirito associativo e favorire la partecipazione alla vita dell Associazione e dell Organizzazione Nazionale dei Giovani Imprenditori e negli organismi interni ed esterni al Sistema confindustriale.

9 OBIETTIVI PRINCIPALI Rappresentare e tutelare gli interessi delle imprese piemontesi del sistema nei confronti delle istituzioni regionali e, attraverso Confindustria, verso le istituzioni nazionali e pubbliche Definire le linee strategiche delle Associazioni per azioni regionali Coordinare e migliorare le competenze delle Associazioni territoriali per la diffusione delle migliori pratiche Selezionare e diffondere informazioni e documenti sulle attività legislative della Regione e sviluppare studi e ricerche sull'economia locale

10 ORGANIGRAMMA CONFINDUSTRIA PIEMONTE

11 CONFINDUSTRIA PIEMONTE A LIVELLO EUROPEO

12 CONFINDUSTRIA PIEMONTE A LIVELLO EUROPEO DELEGAZIONE CONFINDUSTRIA BRUXELLES Stretta collaborazione di Confindustria Piemonte con la Delegazione Confindustria a Bruxelles, anche con l obiettivo di incrementare la presenza delle imprese piemontesi ai bandi comunitari di ricerca e innovazione.

13 CONFINDUSTRIA PIEMONTE A LIVELLO EUROPEO BUSINESSEUROPE Confindustria membro di BusinessEurope: riunisce 41 associazioni nazionali di rappresentanza delle imprese, provenienti da 35 paesi (i 27 paesi membri dell UE e gli otto paesi candidati all adesione o membri dello Spazio Economico Europeo) e rappresenta oltre 20 milioni di imprese. Costituisce la principale federazione del industria a livello europeo e ha il compito di garantire che gli interessi delle imprese siano rappresentati e difesi di fronte alle Istituzioni europee.

14 FO.D.E.R.E. FO.D.E.R.E. Il FO.D.E.R.E. è il forum di associazioni imprenditoriali delle regioni europee con la più alta crescita industriale (Piemonte, Baden-Wüttemberg, Catalogna, Rhône-Alpes e Suisse Romande), attiva da circa 20 anni. Obiettivi Rafforzamento delle relazioni tra le regioni industriali europee Crescita delle imprese Miglioramento del contesto normativo ed economico in cui operano le imprese Sostegno all innovazione tecnologica nelle imprese

15 LA RETE EEN La rete Europea Enterprise Europe Network Creata il 1 Gennaio 2008 dalla DG Imprese e Industria nel quadro del Programma Competitività e Innovazione (CIP). Integra le attività svolte in passato dalle reti Euro Info Centre (EIC) ed Innovation Relay Centre (IRC). Supporta gratuitamente le PMI a sviluppare il loro potenziale e le capacità innovatrici e imprenditoriali.

16 LA RETE EEN La rete Enterprise Europe Network è una realtà mondiale: diffusa in 54 Paesi (28 UE e 26 extra) 600 organizzazioni 100 consorzi oltre esperti del settore

17 LA RETE EEN La rete Enterprise Europe Network è composta da: Associazioni Industriali Camere di commercio Agenzie regionali per lo sviluppo Centri tecnologici universitari selezionati dalla Commissione Europea per promuovere tra le PMI l internazionalizzazione, il trasferimento di tecnologia e l innovazione.

18 LA RETE EEN ALPS (www.alps-europa.eu) - CCIAA Torino (coordinatore) - Unioncamere Piemonte (Torino) - Confindustria Piemonte (Torino) - Finpiemonte (Torino) - Unioncamere Liguria (Genova) SIMPLER (www.simplernet.it/) - Finlombarda Spa (Milano) (coordinatore) - Innovhub Stazioni sperimentali per l Industria / Az. Speciale CCIAA Milano Stazioni Sperimentali per l Industria - FAST (Milano) - ASTER (Bologna) - Unioncamere Emilia R. (Bologna) - SIDI Eurosportello / Az. Speciale CCIAA Ravenna FRIENDEUROPE (www.friendeurope.it) - Unioncamere del Veneto (coordinatore) - Veneto Innovazione (Venezia) - CCIAA Udine / Az. Speciale I.TER. - CCIAA Trieste / Az. Speciale ARIES - CCIAA Pordenone / Az. Speciale Concentro - AREA Science Park (Trieste) - Informest Consulting (Gorizia) - ENEA (Venezia Mestre) - Trentino Sviluppo (Rovereto - TN) BRIDG conomies (www.bridgeconomies.eu) - SI. Camera-Sistema camerale Servizi (coordinatore) - ATS BRIDGE Abruzzo (Unioncamere Abruzzo e CCIAA di L Aquila, Chieti, Pescara, Teramo) - Unioncamere Basilicata (Potenza) - ENEA (Portici NA) - Unioncamere Campania (Napoli) - CCIAA Napoli / Az. Speciale Eurosportello - Consorzio SPIN (Rende CS) - Unioncamere Molise (Campobasso) - Unioncamere Puglia (Bari) - Consorzio Catania Ricerche (Catania) - Consorzio ARCA (Palermo) - Consorzio ARCA (Palermo) - Confindustria Sicilia (Palermo) CENTRAL ITALY NETWORK (www.een-centroitalia.eu) - Promofirenze / Az. Speciale CCIAA Firenze (coordinatore) - Eurosportello Confesercenti (Firenze) - Confindustria Toscana - CCIAA Ascoli Piceno - Compagnia delle Opere (Pesaro) - Umbria Innovazione (Terni) - Centro Estero CCIAA Umbria (Terni) -Università Tor Vergata Parco Scientifico (Roma) - APRE Agenzia per la Promozione della Ricerca Europea (Roma) - BIC Lazio (Roma) - Unioncamere Lazio (Roma) - Confcommercio (Roma) - CSPI / Az. Speciale CCIAA Cagliari - Promocamera / Az. Speciale CCIAA Sassari - Sardegna Ricerche (Pula CA)

19 LA RETE EEN CONSORZIO NORD-OVEST

20 Il Consorzio ALPS LA RETE EEN Essere parte di una vasta rete europea significa: Poter fornire, in Piemonte, contatti, riferimenti, occasioni di collaborazione (imprenditoriale e/o tecnologica), possibilità di coinvolgimento in iniziative e progetti di dimensione internazionale Poter mettere a disposizione delle imprese un servizio, all estero, di assistenza e approfondimento analogo a quello disponibile in Piemonte, grazie ai centri partner della rete europea

21 I Punti qualificanti dei servizi della rete, specie in Piemonte: Il Consorzio ALPS LA RETE EEN Sensibilizzare e fornire assistenza sulla legislazione, le norme e le politiche dell UE. Facilitare l accesso ai progetti e ai finanziamenti UE» Newsletter, bollettini informativi, schede di approfondimento, guide, seminari, workshop, assistenza diretta degli uffici, ecc. Mettere a disposizione una piattaforma per la cooperazione transfrontaliera» Database delle Opportunità di Cooperazione Commerciale e Tecnologica, eventi internazionali, contatti diretti, ecc.

22 I Punti qualificanti dei servizi della rete, specie in Piemonte: Il Consorzio ALPS LA RETE EEN Promuovere e favorire il trasferimento tecnologico Newsletter e bollettini specifici Banche dati per lo scambio di conoscenze e di contatti Seminari B2B Business To Business e B2R Business To Research Check-up tecnologici, visite di approfondimento, assistenza diretta degli uffici, ecc. Facilitare la conoscenza e la partecipazione delle PMI piemontesi ai Bandi Europei per la Ricerca (Horizon2020) Facilitare l accesso ai bandi regionali destinati all innovazione tecnologica e finanziati mediante i fondi strutturali europei

23 Il Consorzio ALPS LA RETE EEN

24 Il Consorzio ALPS LA RETE EEN

25 Il Consorzio ALPS LA RETE EEN

26 ESEMPI DI PROFILI DI COOPERAZIONE RICERCA E INNOVAZIONE LA RETE EEN

27 LA RETE EEN

28 ESEMPI DI PROFILI DI COOPERAZIONE TRASFERIMENTO TECNOLOGICO LA RETE EEN

29 ESEMPI DI PROFILI DI COOPERAZIONE COMMERCIALE LA RETE EEN

30 ESEMPI DI EVENTI B2B ORGANIZZATI LA RETE EEN

31 PROGRAMMA COSME : OBIETTIVI E STRUTTURA Il Consorzio ALPS COSME

32 Il Consorzio ALPS HORIZON 2020 e COSME R&D 7 PQ The European Institute for Innovation and Technology Innovazione CIP HORIZON 2020 COSME

33 LE POLITICHE COMUNITARIE HORIZON 2020 e COSME La Europe 2020 Strategy è la strategia decennale proposta dalla Commissione Europea, approvata il 3 Marzo 2010, in cui sono stati stabiliti gli obiettivi di crescita intelligente, sostenibile ed inclusiva. E composta da 7 Iniziative faro. Horizon 2020 e COSME sono gli strumenti finanziari che sostengono l attuazione della Europe 2020 Strategy e contribuiscono alla realizzazione dei suoi obiettivi.

34 LE 7 INIZIATIVE FARO HORIZON 2020 e COSME Crescita intelligente 1. Agenda digitale europea 2. Unione dell'innovazione HORIZON Youth on the move Crescita sostenibile 4. Un'Europa efficiente sotto il profilo delle risorse 5. Una politica industriale per l'era della globalizzazione COSME Crescita solidale 6. Agenda per nuove competenze e nuovi lavori 7. Piattaforma europea contro la povertà

35 Il Consorzio ALPS COSME

36 COSME Competitiveness of Enterprises and Small and Medium-sized Enterprises COSME è il programma comunitario che, a partire dal 2014, si propone quale strumento per colmare le principali carenze del mercato che frenano la crescita delle imprese, assicurando la continuità con le iniziative quadro del programma CIP- Competitiveness and Innovation Programme BUDGET: 2,3 miliardi di euro

37 COSME OBIETTIVI GENERALI DEL PROGRAMMA COSME Rafforzare la competitività e la sostenibilità delle imprese dell Unione, anche nel settore del turismo Promuovere una cultura imprenditoriale e la creazione e la crescita delle PMI

38 COSME OBIETTIVI SPECIFICI 1. Creare un ambiente favorevole alla creazione e alla crescita delle PMI 2. Promuovere l imprenditorialità in Europa 3. Facilitare l accesso al credito per le PMI 4. Supportare l internazionalizzazione delle PMI e facilitare l accesso al mercato

39 OBIETTIVI SPECIFICI COSME 1) Creare un ambiente favorevole alla creazione e alla crescita delle PMI Azioni per migliorare le condizioni per la crescita e la competitività delle PMI europee, iniziative specifiche per il settore del turismo e attività per facilitare l adozione di politiche a livello nazionale e regionale.

40 COSME OBIETTIVI SPECIFICI 2) Promuovere l imprenditorialità in Europa Azioni per la promozione dell imprenditorialità, come supporto ai networks transnazionali, scambio di buone pratiche, mobilità e scambi tra imprenditori e iniziative specifiche rivolte a target group (ad esempio Network delle Donne Imprenditrici o la SME week). Nell ambito di quest azione rientra anche il programma Erasmus per giovani Imprenditori.

41 OBIETTIVI SPECIFICI COSME 3) Facilitare l accesso al credito per le PMI Strumenti finanziari specifici per migliorare l accesso al credito: Equity Facility for Growth per fornire venture capital alle imprese nella fase di crescita Loan Guarantee Facility disponibile per tutti i tipi di PMI per coprire prestiti fino a 150 mila euro

42 COSME EQUITY FACILITY FOR GROWTH Obiettivo: sviluppo della crescita delle imprese e della ricerca e innovazione dalla fase di avvio Caratteristiche Fornisce alle PMI finanziamenti azionari rimborsabili a orientamento commerciale, principalmente sotto forma di venture capital, ottenuti attraverso intermediari finanziari Gestito da European Investiment Found-EIF Elenco degli intermediari finanziari:

43 COSME LOAN GUARANTEE FACILITY 1/2 Obiettivo: facilitare l accesso al credito per le PMI nelle fasi di start-up, crescita e trasformazione. Caratteristiche Garanzie per finanziare il debito finalizzate alla riduzione le difficoltà di accesso ai finanziamenti Max 150 mila euro, indipendentemente dal settore di attività o dalla dimensione Il portafoglio dovrà essere composto da transazioni che l intermediario finanziario non avrebbe coperto se non fosse stato per le garanzie Accordi di garanzie individuali della durata max 10 anni

44 COSME Caratteristiche LOAN GUARANTEE FACILITY 2/2 L allocazione dei fondi agli intermediari finanziari è compiuto in base alle domande espresse dagli intermediari finanziari tenendo conto anche della necessità di una distribuzione geografica la più ampia possibile. Strumento implementato dal Fondo europeo degli Investimenti (FEI) Elenco degli intermediari finanziari:

45 OBIETTIVI SPECIFICI COSME 4) Supportare l internazionalizzazione delle PMI e facilitare l accesso al mercato Azioni per migliorare l accesso al mercato e per favorire l internazionalizzazione delle PMI, in particolare tramite l EEN - Enterprise Europe Network che già fornisce servizi d informazione e supporto alle PMI nelle attività transfrontaliere.

46 COSME DESTINATARI DEL PROGRAMMA COSME Piccole e Medie Imprese Nuovi imprenditori che desiderano avviare una propria attività Autorità pubbliche che saranno assistite nella formulazione e implementazione di riforme politiche in supporto delle imprese

47 DEFINIZIONE DI PMI Raccomandazione 2003/361/CE Esercita un attività economica < 250 addetti Fatturato annuo 50 milioni di euro oppure Totale di bilancio annuo 43 milioni di euro Il Consorzio ALPS DEFINIZIONE PMI Autonoma se: impresa è totalmente indipendente o se detiene una partecipazione < al 25% in una o più altre imprese e/o non vi sono soggetti esterni che detengono una quota del 25% o più del capitale nell impresa Se un'impresa, alla data di chiusura dei conti, constata di aver superato, nell'uno o nell'altro senso e su base annua, le soglie degli effettivi o le soglie finanziarie di cui all'articolo 2 essa perde o acquisisce la qualifica di media, piccola o microimpresa solo se questo superamento avviene per due esercizi consecutivi.

48 AREE GEOGRAFICHE COINVOLTE - COSME COSME COSME supporta principalmente azioni nel territorio dei 28 Stati Membri La partecipazione è aperta anche a paesi terzi: Paesi facenti parte dell EFTA che sono firmatari dell accordo sullo spazio economico europeo (Islanda, Norvegia e Liechtenstein) I Paesi candidati, i potenziali candidati e i paesi in via di adesione all Unione (Albania, Ex- Repubblica iugoslava di Macedonia, Islanda, Montenegro, Serbia, Turchia, Bosnia-Erzegovina, Kosovo)

49 COSME AREE GEOGRAFICHE COINVOLTE COSME I Paesi ai quali si applica la politica europea di vicinato (Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Georgia, Moldova, Ucraina, Medio Oriente e Nord Africa, Algeria, Egitto, Israele, Giordania, Libano, Libia, Marocco, Palestina, Siria, Tunisia )

50 SEMPLIFICAZIONE DEL PROGRAMMA COSME COSME In linea con l approccio generale comune ai nuovi programmi europei, anche il programma COSME ha previsto di semplificare il più possibile le regole e le procedure per accedere ai finanziamenti: Semplificazione delle procedure amministrative Utilizzo di importi forfettari Semplificazione della documentazione da presentare nelle proposte di progetto Eliminazione della richiesta di garanzie bancarie per i beneficiari privati

51 COSME WORK PROGRAMME 2015 Il 29 ottobre 2014 è stato pubblicato il Work Programme per il 2015 di COSME. Il budget per il WP 2015 ammonta a circa 276 milioni di euro ed è suddiviso in 4 ambiti di intervento: Accesso ai finanziamenti Accesso ai mercati Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese dell'unione Imprenditorialità e cultura imprenditoriale

52 COSME WORK PROGRAMME 2015 Accesso ai finanziamenti 3 azioni: 162,9 milioni di euro ENT/SME/15/A/N01 FINANCIAL INSTRUMENTS - LOAN GUARANTEE FACILITY INCLUDING THE SME INITIATIVE OBJECTIVE BUDGET Provide enhanced access to finance for SMEs in their start-up, growth and transfer phases through debt instrument euro WHO Member States INDICATIVE QUARTER Q3 2014

53 COSME WORK PROGRAMME 2015 Accesso ai finanziamenti ENT/SME/15/A/N02 FINANCIAL INSTRUMENTS EQUITY FACILITY FOR GROWTH OBJECTIVE BUDGET Provide enhanced access to finance for SMEs in their start-up, growth and transfer phases through equity instrument euro WHO Financial intermediaries INDICATIVE QUARTER Q3 2014

54 COSME WORK PROGRAMME 2015 Accesso ai finanziamenti ENT/SME/15/A/N03 FINANCIAL INSTRUMENTS- ACCOMPANYING ACTIONS: OBJECTIVE BUDGET Survey on SMEs access to finance Information to SMEs about access to EU sources of financing Studies Workshops IT tool euro WHO INDICATIVE QUARTER The Commission and the European Central Bank (ECB) Conferences/meetings/workshops/studies/material /IT tool: Q1-Q Studies: Q Q3 2016

55 WORK PROGRAMME 2015 COSME Accesso ai mercati 6 azioni: 57 milioni euro ENT/SME/15/B/N01 ENTERPRISE EUROPE NETWORK OBJECTIVE BUDGET WHO INDICATIVE QUARTER The Enterprise Europe Network activities directly contribute to the overall Europe 2020 objectives of smart and sustainable growth, aiming at a competitive environment and stimulating the innovation capacity of businesses, especially SMEs. At the same time, the Network is a sounding board and a link between the Commission and the SME community in the implementation of the Think Small First principle and the Small Business Act euro Enterprise Europe Network partners Signature of Specific Grant agreements for EEN members Q Signature of Specific contract for Network animation Q Launch conference Q3 2015

56 COSME Accesso ai mercati WORK PROGRAMME 2015 ENT/SME/15/B/N02 YOUR EUROPE BUSINESS PORTAL OBJECTIVE BUDGET WHO Through Your Europe Business the companies will be provided practical information on doing business in the Single Market. Your Europe Business will both complement and promote the services of the Enterprise Europe Network. The goal is to increase the number of page views and unique visitors by 5% per year each, as well as to constantly increase the visitors loyalty euro This measure is the continuation of the actions financed in EIP under the objective of creation of an environment favourable to SME co-operation, particularly in the field of cross-border co-operation in INDICATIVE QUARTER Signature of Specific contract: Q1 2015

57 COSME Accesso ai mercati WORK PROGRAMME 2015 ENT/SME/15/B/N03 SUPPORT TO SME INTERNATIONALISATION OBJECTIVE BUDGET WHO Improve the efficiency of the existing measures for the internationalisation of European SMEs, as well as to build on the follow-up of the missions for growth in the EU s main economic partners. Help European SME to find international business partners in target markets by training, mentoring and organizing Business and Cluster matchmaking events euro The proposal is to capitalize on the experience, capacity and good practices available in the Enterprise Europe Network, the EU cluster matchmaking events initiative or other EU business networks INDICATIVE QUARTER Call for Proposals: Q Call for tender: Q4 2015

58 COSME Accesso ai mercati WORK PROGRAMME 2015 ENT/SME/15/B/N04 EU-JAPAN CENTRE FOR INDUSTRIAL COOPERATION OBJECTIVE BUDGET WHO Support the EU-Japan Centre to improve European competitiveness through the facilitation of access to the Japanese market Support trade exchanges, investments and access to public procurements Develop a better knowledge of the business environment in Japan euro EU-Japan Centre INDICATIVE QUARTER Q2 2015

59 COSME Accesso ai mercati WORK PROGRAMME 2015 ENT/SME/15/B/N05 INDUSTRIAL POLICY COOPERATION OBJECTIVE BUDGET reducing barriers to trade and investment, helping European business gain better access to markets, improving the business environment with partner economies euro INDICATIVE QUARTER Q2 2015

60 COSME Accesso ai mercati WORK PROGRAMME 2015 ENT/SME/15/B/N06 EXCHANGES OF GOOD PRACTICES IN THE AREA OF COMPLIANCE ASSISTANCE AND COMPLIANCE SCHEMES OBJECTIVE BUDGET To improve companies access to the single market for products by improving their compliance behaviour with the Union legislation on products by promoting systems of compliance assistance and compliance schemes euro INDICATIVE QUARTER Q1 2015

61 COSME WORK PROGRAMME 2015 Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese dell'unione 14 azioni: 34 milioni di euro ENT/SME/15/C/N01 SME POLICY (SPR, SBA, outreach) OBJECTIVE BUDGET This measures includes: - the SME Performance Review: - the SBA implementation - Outreach tools euro INDICATIVE QUARTER Q4 2015

62 COSME WORK PROGRAMME 2015 Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N02 REGULATORY FITNESS FOR COMPETITIVENESS OBJECTIVE BUDGET WHO A High Level Group on Regulatory Fitness for Competitiveness (HLG RF) could support the EU2020 objective to foster smart growth by aiming to improve the regulatory environment. The Commission needs to contract studies on issues of regulatory fitness, for example, on best methods to measure the impacts, costs and benefits of EU regulation; on testing these methods and on evaluation etc. IT tools are needed to support these actions and stakeholder consultations in particular euro INDICATIVE QUARTER Q2-Q Stakeholders include small businesses, public administrations, trade unions and others interested in the protection of public interest in a competitive economy

63 COSME WORK PROGRAMME 2015 Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N03 EUROPEAN COMPETITIVENESS REPORT OBJECTIVE BUDGET European Competitiveness Report The studies will translate the latest achievements of academic and applied research in microeconomics into concrete policy implications for achieving the Europe 2020 objectives in the area of industrial competitiveness euro INDICATIVE QUARTER Q Q2 2016

64 COSME WORK PROGRAMME 2015 Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N04 EXCHANGES OF GOOD PRACTICES TO SUPPORT EUROPEAN COMPETITIVENESS OBJECTIVE BUDGET This project covers two exchanges in The themes of the exchanges were chosen on the basis of the consultation with Member States carried out in early The main objective of each individual exchange is to: - Identify the key factors that are conductive to best performance in the selected area; - Allow stakeholders to exchange expertise and experience; - Formulate recommendations that could serve as guidance for policy makers when designing reform measures euro INDICATIVE QUARTER Q1 Q4 2015

65 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N05 CORPORATE SOCIAL RESPONSIBILITY RISK CHECK TOOL OBJECTIVE BUDGET The action will support the implementation of the revised European strategy on Corporate Social Responsibility (CSR), to be adopted in the beginning of This action will provide companies, and in particular SMEs, with a practical tool, the CSR risk check, to help them address the CSR risks that they might face when purchasing internationally produced products, exporting products or producing products abroad euro INDICATIVE QUARTER Q1 Q3 2015

66 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N06 PROMOTION OF SOCIAL ENTREPRENEURSHIP OBJECTIVE Promotion of social entrepreneurship and family businesses according to the Social Business Initiative Communication of the Commission and the Small Business Act BUDGET euro INDICATIVE QUARTER Q2 2015

67 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N07 CLUSTERS EXCELLENCE OBJECTIVE BUDGET Programme promoting cluster excellence across COSME participating countries based on a broad spectrum of benchmarking methodologies and training schemes as reflected in the Commission s Communication on SME Internationalisation. The programme will assist cluster organisations, business networks (and their managers) to provide high quality services to SMEs in different areas euro INDICATIVE QUARTER Q1 2015

68 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N08 CLUSTER INTERNATIONALISATION PROGRAMME FOR SMEs OBJECTIVE BUDGET WHO The main objectives of the programme are: - to intensify cluster and business network collaboration across borders and sectoral boundaries; - To promote the pan-european Strategic Cluster Partnerships to lead international cluster cooperation in new areas; - To better support SMEs in global competition euro Eligible applicants shall be consortia that are composed of minimum one legal entity representing a cluster or a business network organisation established in minimum three EU Member States or countries participating in the COSME programme under Article 6 of the COSME Regulation INDICATIVE QUARTER Q4 2014

69 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N09 THE EUROPEAN RESOURCE EFFICIENCY EXCELLENCE CENTRE OBJECTIVE BUDGET WHO The Resource Efficiency Excellence Centre will provide info to SMEs, directly and through partners, on: 1. The SMEs resource efficiency performance, compared to the sector benchmark; 1. Technological options to increase the resource-efficiency performance in their sector; 2. Cost-effectiveness of those options, with a view to financing them euro European Resource Efficiency Excellence Centre INDICATIVE QUARTER Q1 2015

70 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N10 KEY ENABLING TECHNOLOGIES (KETS) OBJECTIVE BUDGET For 2015 the actions will consist in launching a call for proposals aiming at favouring pan-european access for SME's to KETs technology platforms, possibly via a voucher schema. This latter action will built on a feasibility exercise to be carried out in 2014 to identify the appropriate actions and test their relevance euro WHO INDICATIVE QUARTER Q2 2015

71 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N11 DESIGN-BASED CONSUMER GOODS OBJECTIVE BUDGET WHO The objective of the action is to reinforce the competitiveness of the European SMEs active in the design-based consumer goods area euro The call will specifically target SMEs that can participate alone or lead a consortium (including for example academia, other research and technology organisations (RTOs) and relevant support services). INDICATIVE QUARTER Q2 2015

72 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N12 TOURISM OBJECTIVE BUDGET These actions aim at: - Encouraging, directly or indirectly, the creation of a favourable environment for the development of undertakings in this sector; - Promoting trans-national cooperation, particularly by the exchange of good practice euro INDICATIVE QUARTER Q1 2015

73 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N13 - IMPLEMENTATION OF THE ACTION PLAN CONSTRUCTION 2020 OBJECTIVE BUDGET The measure will be implemented through a series of capacity building measures, roadmaps, market analyses and collection/dissemination of good practices and an annual review of the results achieved with the Action Plan implementation euro INDICATIVE QUARTER Q1 Q4 2015

74 WORK PROGRAMME 2015 COSME Condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese ENT/SME/15/C/N14 BIO-BASED PRODUCT MARKETS OBJECTIVE BUDGET The objective is the development of a robust and userfriendly guidance that should address bio-based products in public procurement, encouraging the active change of information on bio-based products (availability and capabilities) including experiences of public procurers, allow for procurement criteria development based on available standards and finally facilitating the up-take of bio-based products euro INDICATIVE QUARTER Q1 Q2 2015

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

La disseminazione dei progetti europei

La disseminazione dei progetti europei La disseminazione dei progetti europei Indice 1. La disseminazione nel 7PQ: un obbligo! 2. Comunicare nei progetti europei 3. Target audience e Key Message 4. Sviluppare un dissemination plan 5. Message

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic

Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic XVI Convention IBAN Dall Entrepreneurship al Capitale di Rischio dei Business Angels Le piattaforme di investimento alternativo nel quadro regolatorio italiano ed europeo: il caso di Epic Guido Ferrarini

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI

AVVISO 2/14 1 Scadenza COMMERCIO TURISMO - SERVIZI PIANI FINANZIABILI, MA NON FINANZIATI PER MANCANZA DI RISORSE SETTORIALI/TERRITORIALI PIEMONTE - VALLE D'AOSTA LIGURIA UNIONE COMMERCIO E TURISMO PROVINCIA DI 1 PF1335_PR418_av214_1 SAVONA ASSOCIAZIONE COMMERCIANTI DELLA 2 PF1085_PR313_av214_1 PROVINCIA DI ALESSANDRIA ASCOM-BRA ASSOCIAZIONE

Dettagli

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING

MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING MS OFFICE COMMUNICATIONS SERVER 2007 IMPLEMENTING AND MAINTAINING AUDIO/VISUAL CONFERENCING AND WEB CONFERENCING UN BUON MOTIVO PER [cod. E603] L obiettivo del corso è fornire le competenze e conoscenze

Dettagli

GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014

GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014 GUIDA AI FINANZIAMENTI EUROPEI 2014 A CURA DI Gian Angelo Bellati, Francesco Pareti, Roberta Lazzari, Marco Boscolo SOMMARIO 1. Introduzione a cura del Presidente di Unioncamere del Veneto - Eurosportello

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy

IT Service Management: il Framework ITIL. Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy IT Service Management: il Framework ITIL Dalmine, 20 Gennaio 2012 Deborah Meoli, Senior Consultant Quint Italy Quint Wellington Redwood 2007 Agenda Quint Wellington Redwood Italia IT Service Management

Dettagli

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55

Legame fra manutenzione e sicurezza. La PAS 55 Gestione della Manutenzione e compliance con gli standard di sicurezza: evoluzione verso l Asset Management secondo le linee guida della PAS 55, introduzione della normativa ISO 55000 Legame fra manutenzione

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS

E INNOVAZIONE EFFICIENZA AND INNOVATION EFFICIENCY PER CRESCERE IN EDEFFICACIA TO GROW IN AND EFFECTIVENESS Una società certificata di qualità UNI EN ISO 9001-2000 per: Progettazione ed erogazione di servizi di consulenza per l accesso ai programmi di finanziamento europei, nazionali e regionali. FIT Consulting

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management L'importanza dell'analisi dei processi nelle grandi e medie realtà italiane Evento Business Strategy 2.0 Firenze 25 settembre 2012 Giovanni Sadun Agenda ITSM: Contesto di riferimento

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy

Culture Programme. Nuoro, 9 Novembre 2010. Marzia Santone-CCP Italy Culture Programme 2007- -2013 Nuoro, 9 Novembre 2010 Marzia Santone-CCP Italy Intro From a cultural point of view Perché l UE si interessa alla cultura? Fattori simbolici L Unità nella Diversità L UE caratterizzata

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta

Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta European IPR Helpdesk Scheda informativa La gestione della PI in Horizon 2020: in fase di proposta Lo European IPR Helpdesk è gestito dall Agenzia Esecutiva per le Piccole e Medie imprese della Commissione

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Protagonista dello sviluppo locale

Protagonista dello sviluppo locale Bic Umbria Protagonista dello sviluppo locale Sviluppo Italia Bic Umbria promuove, accelera e diffonde lo sviluppo produttivo e imprenditoriale nella regione. È controllata da Sviluppo Italia, l Agenzia

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS

DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS DEOR DISSEMINATION AND EXPLOITATION OF RESULTS AGENDA Il contesto la strategia europea Significati e definizioni Disseminazione:quando e come, a beneficio di chi? Youthpass Link e materiali di disseminazione

Dettagli

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing

Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Managed Services e Unified Communication & Collaboration: verso il paradigma del Cloud Computing Claudio Chiarenza (General Manager and Chief Strategy Officer) Italtel, Italtel logo and imss (Italtel Multi-Service

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario

Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Elenco Aziende, Enti e istituti Regionali per il diritto allo studio universitario Abruzzo Azienda per il diritto agli studi universitari (Adsu) Viale dell Unità d Italia, 32 66013 Chieti scalo Tel. +39

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020

Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 DATA: 29/8/2013 N. PROT: 475 A tutte le aziende/enti interessati Seminario Europrogettazione - I nuovi programmi comunitari a gestione diretta per il periodo 2014-2020 Roma, 15-16 ottobre 2013 Bruxelles,

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi

Il business risk reporting: lo. gestione continua dei rischi 18 ottobre 2012 Il business risk reporting: lo strumento essenziale per la gestione continua dei rischi Stefano Oddone, EPM Sales Consulting Senior Manager di Oracle 1 AGENDA L importanza di misurare Business

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER

IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER IL RUOLO E LE COMPETENZE DEL SERVICE MANAGER Alessio Cuppari Presidente itsmf Italia itsmf International 6000 Aziende - 40000 Individui itsmf Italia Comunità di Soci Base di conoscenze e di risorse Forum

Dettagli

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1

ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI. Anni 2009-2011. Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 Analisi statistiche Giugno 2012 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT EXTRA UE DEI PRINCIPALI PORTI ITALIANI Anni 2009-2011 Ufficio Centrale Antifrode - Ufficio Studi economico-fiscali 1 ANALISI DELL IMPORT/EXPORT

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO

REPOR DIREZIONE GENERALE UFFICIO M Innovazione Conoscenza RETE REPOR RT ATTIVITA PATENT LIBRARY ITALIA 213 DIREZIONE GENERALE LOTTA ALLA CONTRAFFAZIONE UFFICIO ITALIANO BREVETTI E I Sommario Introduzione... 3 I servizi erogati dalla Rete...

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

OBIETTIVO TEMATICO 11: RAFFORZAMENTO DELLA CAPACITA ISTITUZIONALE E AMMINISTRAZIONE PUBBLICA EFFICIENTE

OBIETTIVO TEMATICO 11: RAFFORZAMENTO DELLA CAPACITA ISTITUZIONALE E AMMINISTRAZIONE PUBBLICA EFFICIENTE GRUPPO 5. CONDIZIONALITÀ EX ANTE CAPACITA AMMINISTRATIVA OBIETTIVO TEMATICO 11: RAFFORZAMENTO DELLA CAPACITA ISTITUZIONALE E AMMINISTRAZIONE PUBBLICA EFFICIENTE CRITERIO SUB 3: azioni integrate per la

Dettagli

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori

Costruire uno Spin-Off di Successo. Non fidarsi mai dei professori Costruire uno Spin-Off di Successo Non fidarsi mai dei professori Spin-Off da Università: Definizione Lo Spin-Off da Università è in generale un processo che, partendo da una tecnologia disruptiva sviluppata

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo

VADEMECUM Finanziamenti diretti europei. Come redigere un progetto di successo VADEMECUM Finanziamenti diretti europei Come redigere un progetto di successo redazione: Petra Sevvi, Renata Tomi Info Point Europa della Provincia autonoma di Bolzano Alto Adige Ripartizione Europa Ufficio

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

APPENDICE A. DATI CLIMATICI

APPENDICE A. DATI CLIMATICI APPENDICE A. DATI CLIMATICI A.1 Temperature esterne invernali di progetto UNI 5364 Torino -8 Reggio Emilia -5 Alessandria -8 Ancona -2 Asti -8 Ascoli Piceno -2 Cuneo -10 Macerata -2 Alta valle cuneese

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI

LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI LE PMI RIMANGONO LOCALI MA DIVENTANO INTERNAZIONALI OPUSCOLO Opportunità di ricerca transnazionale Vi interessa la ricerca europea? Research*eu è il mensile della direzione generale della Ricerca per essere

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014)

GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014. (Ottobre 2014) GLI ALUNNI STRANIERI NEL SISTEMA SCOLASTICO ITALIANO A.S. 2013/2014 (Ottobre 2014) I dati presenti in questa pubblicazione fanno riferimento agli studenti con cittadinanza non italiana dell anno scolastico

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013

Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali. Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 Non solo benchmark: le prospettive nei modelli gestionali Stefania Luzi Mefop Roma, 3 luglio 2013 La cronistoria Pre 2009 Modello a benchmark basato su: Pesi delle asset class Benchmark costituito da indici

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL

Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori. Oriana Cuccu, Simona De Luca, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi 2014-2020 Risultati attesi, realizzazioni, indicatori, DPS-UVAL Struttura dei Programmi Operativi Innovazioni di metodo Risultati attesi Risultati Azioni attesi Tempi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

STS. Profilo della società

STS. Profilo della società STS Profilo della società STS, Your ICT Partner Con un solido background accademico, regolari confronti con il mondo della ricerca ed esperienza sia nel settore pubblico che privato, STS è da oltre 20

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini:

Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Elenco soggetti abilitati da Poste Italiane al servizio di pagamento dei bollettini: Tabaccai Convenzionati con Banca ITB; Bennet S.p.A; Esselunga S.p.A; Carrefour; Conad Adriatico Soc. Coop; Tigros S.p.A;

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

Istruzioni per la compilazione

Istruzioni per la compilazione ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL RICORSO - RISOLUZIONE STRAGIUDIZIALE DELLE CONTROVERSIE RICORSO ALL ARBITRO BANCARIO FINANZIARIO Istruzioni per la compilazione ATTENZIONE:

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Pronti per la Voluntary Disclosure?

Pronti per la Voluntary Disclosure? Best Vision GROUP The Swiss hub in the financial business network Pronti per la Voluntary Disclosure? Hotel de la Paix, 21 aprile 2015, ore 18:00 Hotel Lugano Dante, 22 aprile 2015, ore 17:00 Best Vision

Dettagli

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT

Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Corso di Specializzazione IT SERVICE MANAGEMENT Con esame ufficiale di certificazione ITIL V3 Foundation INTRODUZIONE Un numero crescente di organizzazioni appartenenti ai più diversi settori produttivi

Dettagli

LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO DELL UNIONE EUROPEA PER LE IMPRESE 2014-2020

LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO DELL UNIONE EUROPEA PER LE IMPRESE 2014-2020 LE OPPORTUNITA DI FINANZIAMENTO DELL UNIONE EUROPEA PER LE IMPRESE 2014-2020 Bruxelles, 8 gennaio 2014 0 INDICE PREMESSA... 2 I - I PRINCIPALI PROGRAMMI DELL UE A SOSTEGNO DELLE IMPRESE... 3 1. I FINANZIAMENTI

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

Popolazione e famiglie

Popolazione e famiglie 23 dicembre 2013 Popolazione e famiglie L Istat diffonde oggi nuovi dati definitivi del 15 Censimento generale della popolazione e delle abitazioni. In particolare vengono rese disponibili informazioni,

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti

Italia e Unione Europea: una valutazione comparata della gestione dei rifiuti una valutazione comparata della gestione dei rifiuti Parte una valutazione comparata della gestione dei rifiuti La Commissione europea nell Aprile del 01 ha presentato gli esiti di una ricerca eseguita

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

IL PROGETTO MINDSH@RE

IL PROGETTO MINDSH@RE IL PROGETTO MINDSH@RE Gruppo Finmeccanica Attilio Di Giovanni V.P.Technology Innovation & IP Mngt L'innovazione e la Ricerca sono due dei punti di eccellenza di Finmeccanica. Lo scorso anno il Gruppo ha

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd

Fabio Ciarapica Director PRAXI ALLIANCE Ltd Workshop Career Management: essere protagonisti della propria storia professionale Torino, 27 febbraio 2013 L evoluzione del mercato del lavoro L evoluzione del ruolo del CFO e le competenze del futuro

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli