Art. 1 - L.R. n D.A. 22/2009 Allegato n. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Art. 1 - L.R. n. 23.12. 2008 - D.A. 22/2009 Allegato n. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN"

Transcript

1 Art. - L.R D.A. /009 Allegato. 8 SCHEDA TECNICA E BUSINESS PLAN A CORREDO DEL MODULO PER LA DOMANDA DI AGEVOLAZIONE AI SENSI DELL ART. DELLA LEGGE REGIONALE 6 DICEMBRE 008, N. 3 E DEL P.O. FESR 007/03, Obiettivo Operativo 5..3, liee di iterveto, e 5 Numero programma di ivestimeto Bado A - DATI IMPRESA A. - Geeralità Impresa A. - Deomiazioe A. - Natura giuridica A.3 - Legale Rappresetate A.4 - Partita Iva A.5 - Codice fiscale A.6 - Dimesioe Impresa A.7 - Impresa artigiaa A.8 - Impresa agricola A.9 - Idirizzo di posta elettroica certificata per tutte le comuicazioi A - Iscrizioe Registro Imprese A. - Provicia A. - Numero A.3 - Data A3 - Sede legale A3. - Nazioe A3. - Provicia A3.3 - Città A3.4 - CAP A3.5 - Idirizzo A3.6 - Telefoo A3.7 - Fax A4 Pricipali attività svolte dall impresa (ache al di fuori dell uità locale iteressata dal presete programma) 3 A5 - Domicilio speciale al quale chiede che vagao trasmesse le evetuali comuicazioi postali riguardati il presete programma di ivestimeti A5. - Nazioe A5. - Provicia A5.3 - Città A5.4 - CAP A5.5 - Idirizzo A5.6 - Telefoo A5.7 - Fax

2 A5.8 - Presso A6 - Estremi Atto Costitutivo A6. - Data atto A6. - Numero di repertorio otaio A6.3 - Numero di registrazioe A6.4 - Durata A7 - Titolari di cariche o qualifiche ei cofroti dei quali è prevista l apposita certificazioe dalla vigete ormativa atimafia Luogo di ascita Cogome Nome Nazioe Provicia Città Data di ascita Qualifica A8 - Soggetti cesiti che detegoo il 5% o più del capitale o dei diritti di voto dell impresa (l idicazioe o ha alcua attieza co la determiazioe della dimesioe dell impresa) Deomiazioe/ Cogome e Nome Codice fiscale Quota di partecipazioe (%) A9 - L impresa è cotrollata, ai sesi dell art. 359 c.c., da società estera (l idicazioe o ha alcua attieza co la determiazioe della dimesioe dell impresa essa è richiesta a soli fii statistici e o è obbligatoria) A0 L icaricato dell impresa per la pratica è il Sig. A0. - Nome e Cogome A0. - Telefoo A0.3 - Fax B - DATI SUL PROGRAMMA DI INVESTIMENTO B - Dati uità locale B. - Provicia B. - Comue B.3 - CAP B.4 - Idirizzo (via, piazza, ecc.) B.5 -. civ. B.6 - Coordiate geografiche B.6. - Latitudie B.6. - Logitudie Gradi Primi Secodi B - Settore/settori di attività dell uità locale iteressati dal programma di ivestimeti (ATECO 007)... B3 - Altri dati B3. - Tipologia del programma di ivestimeti B3. - Titolo di dispoibilità dell immobile

3 B4 - Date effettive o previste relative al programma di ivestimeti B4. - Ao esercizio precedete B4. - Data avvio a realizzazioe B4.3 - Data ultimazioe B4.4 - Ao dell esercizio successivo a quello di ultimazioe B5 - Dati capacità di produzioe e produzioe effettiva B5. - Esercizio ao precedete (fare riferimeto al puto B.4.) A Prodotti pricipali B Uità di misura/ uità di tempo C Produzioe massima/ uità di tempo D N. uità di tempo effettive/ ao B5. - Esercizio successivo a quello di ultimazioe (fare riferimeto al puto B.4.4) A Prodotti pricipali B Uità di misura/ uità di tempo C Produzioe massima/ uità di tempo D N. uità di tempo effettive/ ao E Produzioe massima teorica aua E Produzioe massima teorica aua B6 - Livelli occupazioali idotti dal programma di ivestimeti. uità di cui doe B6. - Dirigeti B6. - Quadri B6.3 - Impiegati B6.4 - Operai B6.5 - Totale B7 - Dati relativi al versameto (di cui al puto 4. delle Direttive) Importo Data B8 - Spese per ivestimeti del programma (al etto dell IVA) B8. - Da realizzare mediate locazioe fiaziaria B8. - Istituto Collaboratore Tipo di spesa Descrizioe Importo Spesa Progettazioe, studi e assimilabili Piai di impresa Progettazioi Direzioe dei lavori F Produzioe effettiva aua F Produzioe effettiva aua 3

4 Studi di fattibilità VIA e simili Collaudi di legge Oeri di cocessioe Altro Suolo aziedale, sistemazioi e idagii geogostiche Acquisto Terreo Sistemazioi Idagii geogostiche Altro Immobili, opere murarie e assimilate, impiati geerali, ifrastrutture specifiche Immobili Acquisto Mautezioe straordiaria Realizzazioe Fabbricati civili per uffici e servizi sociali Impiati geerali e allacciameti alle reti estere Riscaldameto Codizioameto Idrico Elettrico Fogario Metao Aria compressa Telefoico Altri impiati geerali Altri impiati o Strade, piazzali, recizioi, ferrovie Strade Piazzali Recizioi Allacciameti ferroviari Tettoie Cabie metao, elettriche, Basameti per macchiari Altre spese sistemazioe Altre spese o dettagliate Opere varie Macchiari, impiati, attrezzature, programmi iformatici e brevetti Macchiari Impiati 4

5 Attrezzature Programmi iformatici Brevetti Bei mobili SubTotale Totale spese per ivestimeti B9 - Riepilogo spese per ivestimeti a) Progettazioe, studi e assimilabili b) Suolo aziedale, sistemazioi ed idagii geogostiche c) Immobili, opere murarie e assimilate, impiati geerali, ifrastrutture specifiche d) Macchiari, impiati, attrezzature, programmi iformatici e brevetti Totale Importo Spese B0 - Articolazioe per ao solare delle spese per ivestimeti Ao Ao Ao Ao Ao Importo Spese B - Agevolazioi richieste (sul totale delle spese per ivestimeti) B.. - Percetuale del cotributo i B.. - Fiaziameto da agevolare coto impiati (Direttive puto. co cotributo i coto iteressi lett. a) (Direttive puto. lett. b) B.3 - Fiaziameto agevolato (Direttive puto., lettera c) B Dati relativi al fiaziameto bacario (solo el caso di richiesta di cotributo i coto iteressi) B. Importo B. Numero ai di ammortameto B.3 Numero ai di preammortameto (i aggiuta a quelli di ammortameto) B.4 Tasso di iteresse cocordato/praticato B.5 N. delibera bacaria (se applicabile) B.6 - del B3 Dati relativi al fiaziameto bacario o agevolato (solo per l evetuale provvista di mezzi propri) B3. Importo B3. Numero ai di ammortameto B3.3 Numero ai di preammortameto (i aggiuta a quelli di ammortameto) B3.4 Tasso di iteresse cocordato/praticato B3.5 N. delibera bacaria (se applicabile) B.6 - del C - ULTERIORI ELEMENTI PER IL CALCOLO DEGLI INDICATORI/MAGGIORAZIONI C - Livelli occupazioali di tutte le uità locali dell impresa richiedete ubicate el territorio della regioe Sicilia Dipedeti Dirigeti Quadri A:Terzultimo ao solare B: Peultimo ao solare C: Ultimo ao solare Variazioe (C-A) % 5

6 Impiegati Operai Totale di cui doe Totale occupati equivaleti per il calcolo dell idicatore C - Icideza sul fatturato delle spese per brevetti e ricerca e sviluppo Terzultimo bilacio o dichiarazioe dei redditi Peultimo bilacio o dichiarazioe dei redditi Ultimo bilacio o dichiarazioe dei redditi A: Spese per brevetti e ricerca e sviluppo B: Fatturato Totale % Rapporto (Totale A/ Totale B) C3 - L impresa ha già aderito ad u sistema di gestioe ambietale coforme al Regolameto EMAS o al sistema di certificazioe di prodotto Ecolabel? C4 - Il presete programma di ivestimeti prevede l itroduzioe di iovazioi di processo e/o di prodotto fializzati al coteimeto delle pressioi ambietali o alla riduzioe del cosumo delle risorse o riovabili? C5 - Il programma di ivestimeti prevede l itroduzioe di tecologie che cotribuiscoo alla riduzioe di emissioi di CO o degli altri gas serra? C6 - Il presete programma di ivestimeti è riferito alla realizzazioe, all ampliameto o all ammoderameto di impiati volti alla fabbricazioe e/o all assemblaggio di macchiari impiati, apparecchiature, compoeti ed accessori per la produzioe di eergia da fote riovabile, da cogeerazioe e/o da trigeerazioe? C7 - L uità locale oggetto del programma è ubicata all itero di u area ASI o PIP? C8 - L impresa, i relazioe all uità locale oggetto del programma, rietra ell ambito di u distretto produttivo, idustriale o agricolo? C9 - L impresa è costituita prevaletemete da professori e ricercatori uiversitari, persoale di ricerca di eti pubblici e privati, dottoradi di ricerca e titolari di assegi di ricerca? C0 - L impresa ha sottoscritto o sottoscriverà, i relazioe al presete programma di ivestimeti, protocolli di collaborazioe co eti di ricerca o Uiversità? C - Qualora il programma di ivestimeti cosiste i ua rilocalizzazioe, l uità locale da rilocalizzare è ubicata all itero di u sito ambietale defiito e perimetrato? 6

7 D - DATI PATRIMONIALI, ECONOMICI E FINANZIARI D STATO PATRIMONIALE ATTIVO A B.I B.II B.III B C.I CII. CII. C.II C.III C.IV C D Totale attivo Crediti verso i soci per versameti acora dovuti Immobilizzazioi immateriali Immobilizzazioi materiali di cui acquisti i leasig relativi al programma di ivestimeti Immobilizzazioi fiaziarie Immobilizzazioi (B.I.+B.II+B.III) Rimaeze Crediti esigibili oltre l esercizio successivo Crediti esigibili etro l esercizio successivo Crediti (CII.+CII.) Attività fiaziare che o costituiscoo immobilizzazioi Dispoibilità liquide Attivo circolate (C.I+ C.II +C.III+C.IV) Ratei e riscoti Terzultimo esercizio Peultimo esercizio Ultimo esercizio Ao successivo a quello di ultimazioe PASSIVO A.I A.II-VII A.VIII A.IX A B Capitale sociale Riserve Utili (perdite) portati a uovo Utili (perdite) dell esercizio Patrimoio etto (A.I+ A.II-VII+ A.VIII+ A.IX) Fodi per rischi e oeri C Trattameto di fie rapporto di lavoro subordiato D Debiti esigibili oltre l esercizio successivo di cui debiti per leasig relativi al programma di ivestimeti D Debiti esigibili etro l esercizio successivo Debiti (D+D) E Ratei e riscoti Terzultimo esercizio Peultimo esercizio Ultimo esercizio Ao successivo a quello di ultimazioe 7

8 Totale Passivo D - Coto ecoomico A A A3 A4 A5 Ricavi vedite e prestazioi Variazioi rimaeti prodotti fiiti e semilavorati Variazioi lavori i corso su ordiazioi Icremeti immobiliari per lavori iteri Altri ricavi e oeri Terzultimo esercizio Peultimo esercizio Ultimo esercizio Ao successivo a quello di ultimazioe A B6 B7 B8 B9 B0 B B B3 B4 B Valore della produzioe (A+A+A3+A4+A5) Materie prime, sussidiarie e merci Servizi Godimeto bei di terzi Persoale Ammortameto e svalutazioi Variazioi rimaeze e materie prime e sussidi Accatoameto per rischi Altri accatoameti Oeri diversi di gestioe Costi della produzioe (B6+ B7+ B8+ B9+ B0+ B+ B+ B3+ B4) Risultato della gestioe caratteristica (A-B) C5 C6 C7 Proveti da partecipazioi Altri proveti fiaziari Iteressi e altri oeri fiaziari Proveti e oeri fiaziari (C5+C6-C7) D8 D9 Rivalutazioi Svalutazioi Rettifica valore attività fiaziarie (D8-D9) E Proveti e oeri fiaziari Risultato prima delle imposte (A-B+C+D+E) Imposte sul reddito di esercizio Utile (perdita) dell esercizio 8

9 D3 - Piao di copertura delle spese del programma di ivestimeti Fabbisogi Immobilizzazioi agevolabili co il programma d ivestimeto co esclusioe del leasig Altre immobilizzazioi o agevolabili Caoi di leasig IVA sulle immobilizzazioi del programma di ivestimeti o sui caoi di leasig Foti di copertura Totale Eccedeze foti ao precedete Mezzi propri Cotributo i c/impiati Fiaziameto bacario (per il quale è richiesto il c.c. iteressi) Fiaziameti ordiari o agevolati Altri debiti a medio e lugo termie Debiti verso foritori Cash flow (geerato dal programma di ivestimeti) Dispoibilità moetarie ette (evetuale) Totale E - BUSINESS PLAN E - L Impresa e i suoi protagoisti E. - Presetazioe dell Impresa Ao di avvio a realizzazioe Ao di avvio a realizzazioe ao 3 ao 4 ao Totale ao 3 ao 4 ao Totale E. - Ubicazioe E - Sitesi del programma proposto E. - Caratteristiche salieti del programma (descrivere ache le spese previste el programma ma o oggetto della presete richiesta di agevolazioi) E. - Presupposti e motivazioi che e soo all origie E.3 - Obiettivi produttivi e di redditività perseguiti (Descrivere quali soo gli effetti produttivi ed ecoomici attesi) 9

10 E3 - Il prodotto/servizio E.3. - Descrizioe e caratteristiche del uovo prodotto/servizio che itede realizzare e dei bisogi di mercato che si itedoo soddisfare E3. - Evetuali prodotti/servizi già realizzati dall impresa e collegameti co quelli proposti. E3.3 Elemeti ed iformazioi utili a comprovare la sussisteza delle codizioi oggettive e soggettive per l ammissibilità alle agevolazioi. E4 Il mercato di sbocco e la cocorreza E5 Descrizioe del processo di produzioe e/o delle modalità di svolgimeto dell attività E5. Descrizioe del processo produttivo attuale e/o di quello coseguete all ivestimeto proposto ed evetuali collegameti ed itegrazioi tra i due. Descrizioe dei fattori produttivi (lavoro, capitale e kow-how), dispoibili o da acquisire E5. Descrivere il mercato di approvvigioameto delle materie prime E5.3 Descrivere l orgaizzazioe del lavoro, la struttura e il dimesioameto del persoale E6 Le prestazioi ambietali DICHIARAZIONI Il sottoscritto ato a prov il i qualità di dell impresa forma giuridica co sede legale i prov., CAP cosapevole della resposabilità peale cui può adare icotro i caso di dichiarazioi medaci o di esibizioe di atto falso o coteete dati o rispodeti a verità, ai sesi e per gli effetti degli articoli 47 e 76 del DPR. 445 del 8 dicembre 000 e s.m.i. Dichiara che tutte le otizie forite ella presete Scheda Tecica e Busiess pla e ell altra documetazioe a corredo del Modulo di domada corrispodoo al vero. 0

11 Istruzioi per la compilazioe della Scheda Tecica (puto 4. delle Direttive) La Scheda Tecica, cui si riferiscoo le preseti istruzioi, deve essere utilizzata da tutte le imprese operati ei settori ammissibili alle agevolazioi. La Scheda Tecica deve essere compilata ESCLUSIVAMENTE TRAMITE PERSONAL COMPUTER, utilizzado lo specifico software predisposto dalla società Sicilia e-servizi per coto del Dipartimeto Idustria dell Assessorato regioale dell idustria. Il documeto cocerete la Scheda Tecica ed il Busiess pla deve essere sottoscritto co firma digitale e trasmesso i forma elettroica. ATTENZIONE: Qualora, per qualsiasi motivo, la Scheda Tecica dovesse essere compilata o utilizzado lo specifico software, la domada di agevolazioi SARÀ CONSIDERATA DECADUTA. A - DATI SULL IMPRESA RICHIEDENTE A. - ATTENZIONE: idicare la sola deomiazioe seza la forma giuridica; quest ultima va idicata esclusivamete el campo A.. A.6 - Idicare la dimesioe dell impresa (piccola, media o grade) i base ai criteri di cui alla raccomadazioe 003/36/CE del 6 maggio 003 ed al Decreto del Miistro delle attività produttive 8 aprile 005. La compilazioe di tale puto è obbligatoria ed è fializzata alla determiazioe della misura agevolativa massima spettate all impresa richiedete. L impresa stessa, quidi, deve essere ecessariamete i grado di determiare correttamete la propria dimesioe secodo i criteri vigeti. Si ricorda che le gradi imprese o possoo accedere alla presete misura agevolativa. A4 - Idicare i codici ATECO 007 delle pricipali attività svolte dall impresa ache al di fuori dell uità locale iteressata dal programma di ivestimeti da agevolare. A5 Idicare il recapito presso il quale l impresa itede ricevere le evetuali comuicazioi postali da parte del Gestore Cocessioario o del Dipartimeto Idustria dell Assessorato regioale dell idustria. E possibile chiedere che tali evetuali comuicazioi postali vegao trasmesse presso u soggetto diverso dall impresa. I tal caso idicare ei campi da A5. a A5.7 i recapiti ed al campo A5.8 le geeralità di tale soggetto. A6.4 - I caso di impresa idividuale o di impresa seza scadeza, o forire alcua idicazioe. A7 - Idicare: per le imprese idividuali: il titolare; per le società di capitali ache cosortili ai sesi dell art. 65-ter c.c., per le società cooperative, di cosorzi cooperativi, per i cosorzi di cui al libro V, titolo X, capo II, sezioe II c.c.: il legale rappresetate e tutti gli altri compoeti l'orgao di ammiistrazioe, oché ciascuo dei cosorziati che ei cosorzi o elle società cosortili detega ua partecipazioe superiore al 0%, ed i soci o cosorziati per coto dei quali le società cosortili o i cosorzi operio i modo esclusivo ei cofroti della pubblica ammiistrazioe; per i cosorzi di cui all art. 60 c.c.: chi e ha la rappresetaza e gli impreditori o società cosorziate; per le società i ome collettivo: tutti i soci; per le società i accomadita semplice: i soci accomadatari; per le società di cui all art. 506 c.c.: coloro che le rappresetao stabilmete el territorio dello Stato. Per le imprese di costruzioi si deve idicare ache il direttore tecico. ATTENZIONE: tale quadro o deve essere compilato per le iiziative che comportao u agevolazioe o superiore a ,07 euro). A8 - Idicare i soggetti, comprese le persoe fisiche, che, alla data di sottoscrizioe della Scheda Tecica, detegoo il 5% o più del capitale o dei diritti di voto dell impresa che richiede le agevolazioi, riportadoe il Codice Fiscale e la quota di partecipazioe. ATTENZIONE: tale idicazioe o viee richiesta al fie di determiare la dimesioe dell impresa, besì per cosetire l idividuazioe dell evetuale richiesta di agevolazioi da parte di altre imprese faceti capo al medesimo soggetto. A9 - L art.359 del Codice Civile riguarda le società cotrollate e le società collegate. ATTENZIONE: l idicazioe riguarda esclusivamete l evetuale cotrollo da parte di ua società estera. Il citato art. 359 c.c., a proposito di società cotrollate, così recita: Soo cosiderate società cotrollate: ) le società i cui u altra società dispoe della maggioraza dei voti esercitabili ell assemblea ordiaria; ) le società i cui u altra società dispoe di voti sufficieti per esercitare u iflueza domiate ell assemblea ordiaria; 3) le società che soo sotto iflueza domiate di u altra società i virtù di particolari vicoli cotrattuali co essa. Ai fii

12 dell applicazioe dei umeri ) e ) del primo comma si computao ache i voti spettati a società cotrollate, a società fiduciarie e a persoa iterposta; o si computao i voti spettati per coto di terzi. B - DATI SUL PROGRAMMA DI INVESTIMENTI B - Idicare l ubicazioe dell uità locale ella quale si itede realizzare il programma oggetto della domada di agevolazioi; per uità locale si veda il puto 3. delle Direttive. B - Idicare il/i settore/i di attività al/i quale/i soo destiati gli ivestimeti oggetto del programma; altre evetuali attività, se pur svolte ella stessa uità locale iteressata dall iiziativa, o devoo essere idicate. ATTENZIONE: selezioare i dati richiesti idividuadoli tra quelli della lista proposta dal software. B3. - Selezioare la tipologia del programma da agevolare (secodo le caratteristiche dello stesso e le defiizioi di cui al puto 3.3 delle Direttive), idividuadolo tra quelli della lista proposta dal software. ATTENZIONE: ad ua stessa iiziativa o può essere attribuita più di ua tipologia. B3. - Selezioare il titolo di dispoibilità dell immobile iteressato dal programma da agevolare, idividuadolo tra quelli della lista proposta dal software (si veda il puto 3.3 delle Direttive). B4. - L ao dell esercizio precedete è quello relativo all ultimo esercizio sociale chiuso prima della data di presetazioe del Modulo di domada. ATTENZIONE: el caso i cui l esercizio o coicida co l ao solare, idicare, ai fii di cui sopra, l ao solare i cui termia detto esercizio. B4. - La data (gioro/mese/ao) di avvio a realizzazioe del programma si itede coicidete co la data del primo titolo di spesa ammissibile. ATTENZIONE: si ricorda che possoo essere ammessi alle agevolazioi solo i programmi avviati a realizzazioe dopo il ricevimeto della comuicazioe del Gestore Cocessioario di cui al puto 4. delle Direttive. B4.3 - La data (gioro/mese/ao) di ultimazioe è quella dell'ultimo dei titoli di spesa ammissibili ovvero, per i bei i leasig, dell ultimo verbale di cosega dei bei. B4.4- L ao dell esercizio successivo a quello di ultimazioe del presete programma è quello del primo esercizio itero successivo alla data di ultimazioe. B5 - Co riferimeto agli esercizi precedete ( prospetto) e successivo a quello di ultimazioe ( prospetto), di cui, rispettivamete, ai precedeti puti B4. e B4.4, idicare i dati di cui alle segueti istruzioi. Nella coloa A del prospetto relativo all esercizio precedete devoo essere elecati tutti i pricipali prodotti relativi all uità locale, ache aggregati per famiglia, sia riferiti alla situazioe precedete che a quella dell esercizio successivo a quello di ultimazioe, idicado ua sola volta quelli preseti i etrambi gli esercizi. ATTENZIONE: la coloa A relativa all esercizio successivo a quello di ultimazioe o deve essere compilata; Nella coloa B del prospetto relativo all esercizio precedete devoo essere idicati, i corrispodeza a ciascuo dei prodotti della coloa A (sia a quelli precedeti che a quelli dell esercizio successivo a quello di ultimazioe ), la relativa uità di misura per uità di tempo utilizzata per idicare i dati del prospetto (ad es.: to/turo, pezzi/turo, ore-uomo/turo, kg/ora, pezzi/gioro, to/ao, ecc.,); ATTENZIONE: l uità di tempo, ove sigificativa, è preferibile che sia il turo di otto ore, ovvero, per le lavorazioi a ciclo cotiuo, le 4 ore; ATTENZIONE: la coloa B del prospetto relativo all esercizio successivo a quello di ultimazioe o deve essere compilata; Nelle coloe C, D, F devoo essere idicati, per ciascu prodotto dell'esercizio precedete, el solo primo prospetto, e per ciascu prodotto dell'esercizio successivo a quello di ultimazioe, ella corrispodete riga del solo secodo prospetto, evideziado esclusivamete le variazioi cosegueti all iiziativa da agevolare: ella coloa C: la produzioe massima teorica coseguibile, per ciascua uità di tempo idicata ella coloa B, elle migliori codizioi di fuzioameto e seza fermate di alcu tipo; ella coloa D: il umero delle uità di tempo (. di turi,. di ore,. di giori, ecc. a secoda dell uità idicata ella coloa B) lavorate ell esercizio cui si riferisce il dato ( precedete o successivo a quello di ultimazioe ), per coseguire la produzioe effettiva idicata ella coloa F; ella coloa F: la produzioe effettivamete coseguita ell esercizio cui si riferisce il dato (i. di to,. di pezzi,. di kg, ecc., a secoda dell uità idicata ella coloa B);

13 ATTENZIONE: le coloe A e B del prospetto relativo all'esercizio successivo a quello di ultimazioe e la coloa E di etrambi i prospetti, come detto, o devoo essere compilate. I particolare, i dati relativi alla coloa E viee calcolato come prodotto delle coloe C e D. B6 - Idicare, per ciascua qualifica e co evideziazioe degli occupati doe, i livelli occupazioali che si prevede di coseguire ell uità locale iteressata dal programma da agevolare a seguito del programma medesimo. Il dato o viee richiesto ai fii del calcolo di alcu idicatore utile per la formazioe delle graduatorie, besì a soli fii statistici. B7 - Al fie di accedere alle procedure di agevolazioe, l impresa deve effettuare u versameto a garazia della volotà dell impresa stessa di realizzare, i caso di coseguimeto dell agevolazioe, ei termii ed alle codizioi idicate dalle Direttive, il programma di ivestimeti proposto. L ammotare del suddetto versameto è commisurato all ivestimeto da agevolare ed è calcolato dal software. Il versameto deve essere effettuato dall impresa su u coto appositamete aperto dal Gestore Cocessioario - itestato alla Regioe Siciliaa, Assessorato dell idustria, Dipartimeto idustria e ifruttifero di iteressi e deve avveire etro la data di ioltro della Scheda Tecica e dell altra prevista documetazioe. Nel campo Data idicare la data del versameto; tale idicazioe è obbligatoria ed i asseza della stessa la Scheda Tecica o può essere valicata e trasmessa. B8 - Idicare dettagliatamete tutte le spese tra quelle ammissibili a frote delle quali si itedoo richiedere le agevolazioi. Qualora tali spese si riferiscao ad ivestimeti da realizzare co il sistema della locazioe fiaziaria, idicare SI al campo B8. e la deomiazioe della relativa società di leasig al campo B8. (quest ultima idicazioe cosete al Gestore Cocessioario di richiedere l asseso all operazioe alla stessa società di leasig, asseso idispesabile per cosetire l agevolazioe dell operazioe i locazioe fiaziaria). ATTENZIONE: PER TALI SPESE VALGONO DIVIETI, LIMITAZIONI E CONDIZIONI, CHE E NECESSARIO CONOSCERE IN SEDE DI PREDISPOSIZIONE DELLA SCHEDA TECNICA (si veda, i particolare, il puto 3.5 delle Direttive e l Allegato. 4 alle stesse). Tali spese devoo essere suddivise ei segueti capitoli: - Progettazioi, studi e assimilabili (vedasi lettera a) allegato. 4); - Suolo aziedale, sistemazioi ed idagii geogostiche (vedasi lettera b) dell allegato. 4); - Immobili, opere murarie e assimilate, impiati geerali, ifrastrutture specifiche (vedasi lett. c) dell allegato. 4); - Macchiari, impiati e attrezzature, programmi iformatici e brevetti (vedasi lettere d), e) ed f) dell allegato. 4). B0 - Idicare il totale delle spese di cui al puto B9 suddiviso per ao solare ( geaio-3 dicembre). Il primo ao è quello di avvio a realizzazioe (idicato al puto B4.), l'ultimo è quello di ultimazioe del programma (idicato al puto B4.3). Si ricorda che, qualora le spese relative a studi prelimiari di fattibilità di cui alla lettera a) dell allegato. 4 alle Direttive che o soo cosiderate ai fii dell idividuazioe della data di avvio a realizzazioe del programma siao state sosteute i u ao solare precedete quello di avvio a realizzazioe stesso, esse vao covezioalmete imputate a quello di avvio stesso. B - Si ricorda che le agevolazioi possoo essere richieste, per quato cocere le spese ammissibili per ivestimeti riepilogate al puto B9, ache i combiazioe fra loro, elle tipologie del cotributo i c/impiati, del cotributo i c/iteressi e del fiaziameto agevolato. Idicare, i corrispodeza a ciascua tipologia di agevolazioe prescelta (tipologia sigola o ache i combiazioe) la misura percetuale che si itede richiedere rispetto all ivestimeto da agevolare, secodo le idicazioi forite al puto. delle Direttive. Tale idicazioe è sigola, qualora si iteda richiedere ua sola tipologia, è doppia, se itede richiedere il cotributo i coto impiati uitamete al cotributo i coto iteressi o al fiaziameto agevolato. B - Idicare gli estremi del fiaziameto otteuto a frote del quale si itede richiedere il cotributo i coto iteressi (da compilare el solo caso i cui si iteda richiedere la tipologia del cotributo i c/iteressi). C ULTERIORI ELEMENTI PER IL CALCOLO DEGLI INDICATORI/MAGGIORAZIONI C Idicare, co riferimeto agli ultimi tre ai solari precedeti la scadeza di presetazioe della documetazioe di cui al puto 4. delle Direttive, tutti i dipedeti, a tempo determiato o idetermiato, di tutte le uità locali dell impresa richiedete ubicate el territorio della regioe Sicilia, iscritti el libro matricola e legati all impresa stessa da forme cotrattuali che prevedoo il vicolo di dipedeza, fatta eccezioe di quelli posti i cassa itegrazioe straordiaria. Si cosiderao dipedeti dell impresa ache i proprietari gestori (impreditori 3

14 idividuali) e i soci che svolgoo attività regolare ell impresa e beeficiao di vataggi fiaziari da essa foriti; questi ultimi devoo percepire u compeso per l attività svolta diverso da quello di partecipazioe agli orgai ammiistrativi della società. C - Idicare i dati relativi alle spese per brevetti e ricerca e sviluppo ed ai ricavi delle vedite e delle prestazioi (Fatturato) dell impresa el suo complesso, rilevabili dal coto ecoomico e dalla relazioe sulla gestioe ovvero dalla ota itegrativa di cui, rispettivamete, agli articoli 45, 48 e 47 del codice civile, relativi agli ultimi tre bilaci approvati o delle ultime tre dichiarazioi dei redditi presetate alla data di presetazioe del Modulo di domada (puto 4. delle Direttive). C3, C4, C5, C6, C7, C8, C9, C0 e C - Forire le idicazioi richieste ai fii del ricooscimeto delle maggiorazioi degli idicatori previste dal puto 5. delle Direttive. Tali idicazioi devoo essere supportate da specifiche descrizioi delle codizioi a supporto da riportare al puto E Busiess pla, allegado la prevista documetazioe a supporto. D PIANO DI COPERTURA DELLE SPESE E DATI FINANZIARI D - Tale prospetto deve essere compilato i modo che per ogi ao di realizzazioe le foti di copertura siao uguali o maggiori dei fabbisogi. Le evetuali eccedeze di foti di u ao vegoo utilizzate per la copertura dei fabbisogi dell'ao immediatamete successivo e soo riportate ella prima riga del quadro "FONTI DI COPERTURA" di quest ultimo ao. Le Immobilizzazioi agevolabili co il programma d ivestimeto soo quelli riepilogati al puto B9, co esclusioe delle spese i leasig. I "Caoi leasig" soo quelli relativi al totale degli ivestimeti effettuati i leasig e per i quali l'impresa prevede il pagameto ao per ao ell'arco di realizzazioe dell'ivestimeto (maxi caoe e caoi periodici), teuto coto altresì della riduzioe ricoosciuta dalla società di leasig a frote del fiaziameto agevolato previsto. "L'IVA sulle immobilizzazioi del programma" va calcolata sull'importo totale delle immobilizzazioi agevolabili e o agevolabili. I "Mezzi propri" compredoo l'effettiva immissioe di dearo fresco (sotto qualsiasi forma) da parte dei soci. I Debiti verso foritori soo relativi alle sole foriture degli immobilizzi, da agevolare o o, oggetto del programma. Il cash flow, che comprede utile etto, ammortameti ed accatoameti al TFR dell'esercizio, deve, aturalmete, essere cosiderato al etto della parte utilizzata a copertura delle esigeze fiaziarie geerate da debiti preesisteti. 4

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE. nuove iniziative d impresa regioe puglia il lavoro e l iovazioe PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa Regioe Puglia cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi

Dettagli

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE

FONDO EUROPEO DI SVILUPPO REGIONALE PO FESR 2007-2013 Asse VI Azioe 6.1.5. idi uove iiziative d impresa cosa trovo i questa scheda? Questa scheda cotiee alcue iformazioi sulla Misura Nidi - Nuove Iiziative d Impresa della Regioe Puglia i

Dettagli

SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI

SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI SCHEMI DI BILANCIO, TABELLE DELLA NOTA INTEGRATIVA E INDICI di Massimo FANTINI e Roberto TONELLO MATERIE: ECONOMIA AZIENDALE (classe 5 IT Idirizzo AFM; Articolazioe SIA; Articolazioe RIM; 5 IP Servizi

Dettagli

Medici Specialisti e Odontoiatri

Medici Specialisti e Odontoiatri ALLEGATO B BOLLO 16,00 P A R T E P R I M A DOMANDA DI INCLUSIONE NELLA GRADUATORIA art. 21 dell Accordo Collettivo Nazioale per la disciplia dei rapporti co i Medici specialisti ambulatoriali, Medici Veteriari

Dettagli

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende)

Spazio per timbri. DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (insegne, targhe, affissi pubblicitari e tende) Spazio per timbri DENUNCIA DI INIZIO ATTIVITÀ (isege, targhe, affissi pubblicitari e tede) Al Servizio Edizia Privata del Comue di PAVIA DI UDINE La D.I.A. va presetata i bollo ( 14,62) quado costituisca

Dettagli

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di

ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comune di NON SERVE MARCA DA BOLLO ASSOCIAZIONE INTERCOMUNALE STELLA - TURGNANO SPORTELLO UNICO ATTIVITA' PRODUTTIVE Comue di SEGNALAZIONE CERTIFICATA DI INIZIO ATTIVITA (S.C.I.A.) AFFITTACAMERE (1) l sottoscritto:

Dettagli

(per i cittadini stranieri) Il sottoscritto dichiara di essere titolare di carta di soggiorno ovvero di permesso di soggiorno

(per i cittadini stranieri) Il sottoscritto dichiara di essere titolare di carta di soggiorno ovvero di permesso di soggiorno Al Sidaco del Comue di OSTUNI ATTIVITA FUNEBRE SEGNALAZIONE PER SEDE PRINCIPALE L.R. 34/2008 e L.R. 4/2010 Il sottoscritto Codice fiscale Data di ascita Sesso M F Luogo di ascita: Stato Provicia Comue

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2015

BILANCIO PREVENTIVO 2015 BILANCIO PREVENTIVO 2015 ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO CAMERALE N. 12 DEL 18 DICEMBRE 2014 CCIAA FROSINONE PreCosutivo 2014 ALL. A - PREVENTIVO 2015 (previsto dall' articolo 6 - comma 1) PREVENTIVO

Dettagli

contributo di maternità (quota fissa non frazionabile)

contributo di maternità (quota fissa non frazionabile) EPPI 03/2011 Comuicazioe obbligatoria ai sesi del Decreto Legislativo 103/96 da trasmettere all'ete etro e o oltre il 31.07.2012 Piazza della Croce Rossa 3-00161 ROMA Codice Iscritto COGNOME NOME CODICE

Dettagli

Presentazione Convenzione Corpo Volontari Garibaldini e Blu Energy Srl per la promozione delle Energie Rinnovabili www.blu-energy.

Presentazione Convenzione Corpo Volontari Garibaldini e Blu Energy Srl per la promozione delle Energie Rinnovabili www.blu-energy. Presetazioe Covezioe Corpo Volotari Garibaldii e Blu Eergy Srl per la promozioe delle Eergie Riovabili Le pricipali caratteristiche del progetto www.blu-eergy.it Diamo il ostro cotributo Blu Eergy e il

Dettagli

COMUNE DI SARDARA - SETTORE TECNICO

COMUNE DI SARDARA - SETTORE TECNICO Atti e documeti da allegare all'istaza e (per i procedimeti ad istaza di parte) Strutture itere ed evetuali soggetti esteri coivolti Termii di coclusioe del procedimeto Silezio asseso/coclusioe mediate

Dettagli

BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA. Delibera del C.d.A.

BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA. Delibera del C.d.A. BANDO E DISCIPLINARE PER L AFFIDAMENTO DELLE ATTIVITA DI ASSISTENZA FISCALE, SOCIETARIA E CONTABILE DELLA SOCIETA Distretto tecologico Sicilia Micro e Nao Sistemi società cosortile a r.l ZONA INDUSTRIALE

Dettagli

Oggetto: DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001 n. 380)

Oggetto: DICHIARAZIONE DI FINE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001 n. 380) MARCA DA BOLLO DA 14,62 SPETT. LE COMUE DI CALUSCO D ADDA (BG) - Settore Tecico Oggetto: DICHIARAZIOE DI FIE LAVORI - RICHIESTA CERTIFICATO DI AGIBILITA. (artt. 24 e 25 D.P.R. 06.06.2001. 380) Il sottoscritto...titolare

Dettagli

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55

Scritto da Per. Ind. Bruno Orsini Venerdì 21 Giugno 2013 17:41 - Ultimo aggiornamento Domenica 23 Giugno 2013 08:55 La Norma CEI 0-21, la uova regola tecica di coessioe BT Per quato riguarda gli impiati elettrici, oltre alle prescrizioi della Norma CEI 64-8 e successive variati, occorre teere i cosiderazioe u ulteriore

Dettagli

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI

Stima di un immobile a destinazione alberghiera APPROFONDIMENTI APPROFONDIMENTI www.shutterstock.com/vladitto Stima di u immobile a destiazioe alberghiera di Maria Ciua (Ricercatore di Estimo Facoltà di Igegeria dell Uiversità di Palermo) I geere ell expertise immobiliare

Dettagli

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina)

APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE. (tratti da A. MONTE Elementi di Impianti Industriali Cortina) ITIS OMAR Dipartimeto di Meccaica APPUNTI DI ECONOMIA ELEMENTARE (tratti da A. MONTE Elemeti di Impiati Idustriali Cortia) Si defiisce iteresse il dearo pagato per l'uso di u capitale otteuto i prestito

Dettagli

BILANCIO PREVENTIVO 2014

BILANCIO PREVENTIVO 2014 BLANCO PREVENTVO 204 ALLEGATO ALLA DELBERA N. 6 DEL 9 DCEMBRE 203 CCAA FROSNONE PreCosutivo 203 ALL. A - PREVENTVO 204 (previsto dall' articolo 6 - comma ) PREVENTVO 204 ORGAN STTUZONAL E SEGRETERA GENERALE

Dettagli

La stima per capitalizzazione dei redditi

La stima per capitalizzazione dei redditi La stima per capitalizzazioe dei redditi 24.X.2005 La stima per capitalizzazioe La capitalizzazioe dei redditi è l operazioe matematico-fiaziaria che determia l ammotare del capitale - il valore di mercato

Dettagli

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI COMUNE DI VIGGIANO Provicia di Poteza 0975 61142 Fax 0975 61137 Partita IVA 00182930768 C.C.P. 14378855 PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Azioe A2 BANDO PER

Dettagli

La gestione della Saes Getters S.p.A.

La gestione della Saes Getters S.p.A. La gestioe della Saes Getters S.p.A. Risultati della Capogruppo Il Bilacio della Capogruppo Saes Getters S.p.A. che viee sottoposto alla Vostra approvazioe si è chiuso co u utile etto di 14.087 migliaia

Dettagli

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

Ambito soggettivo Possono fruire dell agevolazione: le società e gli enti indicati nell articolo

Ambito soggettivo Possono fruire dell agevolazione: le società e gli enti indicati nell articolo Co l Ace dedotto dal reddito d impresa il redimeto figurativo del capitale proprio Similitudii co la Dit itrodotta el 1997: ach essa mirava al rafforzameto patrimoiale delle imprese ma il beeficio si esplicava

Dettagli

IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA. 17-19 giugno 2013. www.sdabocconi.it/pa

IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA. 17-19 giugno 2013. www.sdabocconi.it/pa Milao Italy IL NUOVO BILANCIO DELL ENTE PUBBLICO: CONTABILITÀ FINANZIARIA ED ECONOMICA 17-19 giugo 2013 www.sdaboccoi.it/pa Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide prospettive

Dettagli

Modifica del regolamento della Cassa pensione Novartis

Modifica del regolamento della Cassa pensione Novartis Modifica del regolameto della Cassa pesioe Novartis Agli assicurati della Cassa pesioe Novartis Il Cosiglio di fodazioe della Cassa pesioe Novartis ha emaato importati modifiche del cocetto e delle prestazioi

Dettagli

Tante opportunità, un solo protagonista: TU

Tante opportunità, un solo protagonista: TU idi I Fodo dea Regioe Pugia a sostego dee Nuove Iiziative d Impresa Tate opportuità, u soo protagoista: TU Regioe Pugia Area Poitiche per o Sviuppo Ecoomico, i Lavoro e Iovazioe idi è i Fodo creato daa

Dettagli

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 18

McGraw-Hill. Tutti i diritti riservati. Caso 18 Mauale di Estimo Vittorio Gallerai, Giacomo Zai, Davide Viaggi Caso 18 Copyright 2005 The Compaies srl Stima del diritto di usufrutto e del valore della uda proprietà relativi ad u appartameto di civile

Dettagli

Selezione avversa e razionamento del credito

Selezione avversa e razionamento del credito Selezioe avversa e razioameto del credito Massimo A. De Fracesco Dipartimeto di Ecoomia politica e statistica, Uiversità di Siea May 3, 013 1 Itroduzioe I questa lezioe presetiamo u semplice modello del

Dettagli

FONDO CRESCO. Elementi di sintesi. Milano 24 gennaio 2013. Riservato e confidenziale

FONDO CRESCO. Elementi di sintesi. Milano 24 gennaio 2013. Riservato e confidenziale FONDO CRESCO Elemeti di sitesi Milao 24 geaio 2013 Riservato e cofideziale Premessa ed obiettivi del documeto. L obiettivo del presete documeto è quello di presetare il Fodo CRESCO che affiacherà il Fodo

Dettagli

Appunti su rendite e ammortamenti

Appunti su rendite e ammortamenti Corso di Matematica I Facoltà di Ecoomia Dipartimeto di Matematica Applicata Uiversità Ca Foscari di Veezia Fuari Stefaia, fuari@uive.it Apputi su redite e ammortameti 1. Redite Per redita si itede u isieme

Dettagli

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio

D Conversione in MJ 4. 87.5 sostenibile 3 : Parte bio Formato per la trasmissioe delle iformazioi ai sesi dell articolo 7bis comma 2 del decreto legislativo 21 marzo 2005,.66, come itrodotto dal comma 6 dell articolo 1 del decreto legislativo 31 marzo 2011.55

Dettagli

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA

DISPENSE DI MATEMATICA FINANZIARIA SPENSE MATEMATA FNANZAA 3 Piai di ammortameto. 3. osiderazioi geerali. U piao di ammortameto cosiste ella restituzioe di u importo preso a prestito mediate il versameto d'importi distribuiti el tempo.

Dettagli

Rendita perpetua con rate crescenti in progressione aritmetica

Rendita perpetua con rate crescenti in progressione aritmetica edita perpetua co rate cresceti i progressioe aritmetica iprediamo l'esempio visto ella scorsa lezioe di redita perpetua co rate cresceti i progressioe arimetica: Questa redita può ache essere vista come

Dettagli

RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI. 2-4 ottobre 2013. www.sdabocconi.it/pa

RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI. 2-4 ottobre 2013. www.sdabocconi.it/pa Milao Italy RIDURRE I COSTI DELLA PA: RECUPERARE RISORSE ED EFFICIENZA, GOVERNANDO I TAGLI 2-4 ottobre 2013 www.sdaboccoi.it/pa Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide

Dettagli

n n Biologi, Chimici e Psicologi n-- E fotocopia del documento di identità in corso di validità (Prov_) CAP _ RIETI e PROVINCIA

n n Biologi, Chimici e Psicologi n-- E fotocopia del documento di identità in corso di validità (Prov_) CAP _ RIETI e PROVINCIA ALLEGATOB PARTE PRIMA DOMANDA DI INCLUSIONE NELI"A GRADUATORIA art. 21 dell'accordo Collettivo Nazioale per la disciplia dei rapporti co i Medici specialisti ambulatoriaìi, Medici Veteriari ed altre professioalità

Dettagli

La matematica finanziaria

La matematica finanziaria La matematica fiaziaria La matematica fiaziaria forisce gli strumeti ecessari per cofrotare fatti fiaziari che avvegoo i mometi diversi Esempio: Come posso cofrotare i ricavi e i costi legati all acquisto

Dettagli

STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15)

STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15) STIMA DEI DIRITTI REALI SU COSA ALTRUI (CAPP. 15-16-17)) Apputi di estimo STIMA INERENTI L USUFRUTTO, USO E ABITAZIONE (CAP. 15) DIRITTO DI USUFRUTTO Defiizioe di usufrutto L usufrutto è u diritto reale

Dettagli

COMUNE DI UDINE Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e Ambiente Servizio Edilizia Privata e Ambiente

COMUNE DI UDINE Dipartimento Gestione del Territorio, delle Infrastrutture e Ambiente Servizio Edilizia Privata e Ambiente COMUNE DI UDINE Dipartimeto Gestioe del Territorio, delle Ifrastrutture e Ambiete Servizio Edilizia Privata e Ambiete LINEE GUIDA E MODULISTICA per il rilascio del permesso di costruire, per il rilascio

Dettagli

MiFID. A Passion to Perform.

MiFID. A Passion to Perform. MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Deutsche Bak si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market i Fiacial Istrumets Directive). Deutsche

Dettagli

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R.

Capitolo Terzo. rappresenta la rata di ammortamento del debito di un capitale unitario. Si tratta di risolvere un equazione lineare nell incognita R. 70 Capitolo Terzo i cui α i rappreseta la rata di ammortameto del debito di u capitale uitario. Si tratta di risolvere u equazioe lieare ell icogita R. SIANO NOTI IL MONTANTE IL TASSO E IL NUMERO DELLE

Dettagli

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali

I Sistemi ERP e l innovazione aziendale: dalle Funzioni ai Processi, aspetti innovativi ed aspetti progettuali I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale: dalle Fuzioi ai Processi, aspetti iovativi ed aspetti progettuali Uiversità di L Aquila, 14 maggio 2004 Ig. Nicola Pace I Sistemi ERP e l iovazioe aziedale Uiversità

Dettagli

Deutsche Bank. MiFID

Deutsche Bank. MiFID Deutsche Bak MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Deutsche Bak si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market i Fiacial Istrumets Directive).

Dettagli

Analisi delle Schede di Dimissione Ospedaliera

Analisi delle Schede di Dimissione Ospedaliera Aalisi delle Schede di Dimissioe Ospedaliera ANALISI DELLE SCHEDE DI DIMISSIONE OSPEDALIERA CON DIAGNOSI ALCOL E DROGA CORRELATE Si descrive, per gli ai 2000-2004, il ricorso alle strutture ospedaliere

Dettagli

I conguagli contributivi e fiscali di fine anno

I conguagli contributivi e fiscali di fine anno I coguagli cotributivi e fiscali di fie ao a cura di Gabriele Boati e Michela Magai Sommario I coguagli cotributivi 1. Cotributo aggiutivo IVS 1%...III 2. Decotribuzioe della retribuzioe variabile...v

Dettagli

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA

Appunti sulla MATEMATICA FINANZIARIA INTRODUZIONE Apputi sulla ATEATIA FINANZIARIA La matematica fiaziaria si occupa delle operazioi fiaziarie. Per operazioe fiaziaria si itede quella operazioe ella quale avviee uo scambio di capitali, itesi

Dettagli

ENTE PARCO NAZIONALE ARCIPELAGO DI LA MADDALENA

ENTE PARCO NAZIONALE ARCIPELAGO DI LA MADDALENA dell ' ARCIPELAGO DI LA MADDALENA AVVISO PUBBLICO PER L'AGGIORNAMENTO DELL'ALBO DEI FORNITORI DELL'ENTE PARCO NAZIONALE DELL'ARCIPELAGO DI LA MADDALENA II Direttore, Visti: ild. Lgs 12.04.2006,. 163; il

Dettagli

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE

SISTEMA D'IMPRESA GESTIONE GESTIONE SISTEMA DELLE OPERAZIONI SIMULTANEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGANO DINAMICAMENTE SISTEMA D'IMPRESA ORGAIZZAZIOE GESTIOE 1 GESTIOE SISTEMA DELLE OPERAZIOI SIMULTAEE E SUCCESSIVE SI DISPIEGAO DIAMICAMETE PER IL RAGGIUGIMETO DEI FII DELL IMPRESA 2 ORGAIZZAZIOE I SESO AMPIO LA RIUIOE DI

Dettagli

Informazioni e monitoring. Informazioni commerciali e di solvibilità su imprese e privati.

Informazioni e monitoring. Informazioni commerciali e di solvibilità su imprese e privati. Iformazioi e moitorig. Iformazioi commerciali e di solvibilità su imprese e privati. INSIEME CONTRO LE PERDITE. Iformazioi Creditreform. Per ua migliore traspareza. Chi coclude trasazioi commerciali va

Dettagli

CRITERI ED INDIRIZZI GENERALI PER IL REGOLAMENTO DI FOGNATURA

CRITERI ED INDIRIZZI GENERALI PER IL REGOLAMENTO DI FOGNATURA AGENZIA DI AMBITO PER I SERVIZI PUBBLICI DI RAVENNA SII 001 Piazza dei Caduti per la libertà, 2/4 48100 Ravea Tel. 0544/215026 Fax 0544/211728 Rev. 0 ageziaambito@mail.provicia.ra.it - www.racie.ra.it/ageziaambito

Dettagli

Indici COMIT Metodologia di calcolo

Indici COMIT Metodologia di calcolo Il presete documeto riassume le regole fodametali per il calcolo e la gestioe degli idici elaborati da Itesa Sapaolo per l itero Mercato Telematico Azioario italiao (MTA) ed il vecchio Nuovo Mercato. Gli

Dettagli

MiFID. Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro

MiFID. Gruppo Deutsche Bank Finanza & Futuro Gruppo Deutsche Bak Fiaza & Futuro MiFID Traspareza, fiducia, protezioe dell ivestitore. Soo i pricipi a cui Fiaza & Futuro Baca si è sempre ispirata. Pricipi saciti dalla direttiva europea MiFID (Market

Dettagli

ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumento Tipologie di mutui Il mercato secondario e il ruolo svolto nella crisi finanziaria

ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumento Tipologie di mutui Il mercato secondario e il ruolo svolto nella crisi finanziaria MERCATO DEI MUTUI A.A. 2015/2016 Prof. Alberto Dreassi adreassi@uits.it DEAMS Uiversità di Trieste ARGOMENTI Scopi e caratteristiche dello strumeto Tipologie di mutui Il mercato secodario e il ruolo svolto

Dettagli

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K

Università degli Studi La Sapienza. Facoltà di Economia. Anno accademico 2012-13. Matematica Finanziaria Canale D - K 1 Matematica Fiaziaria Uiversità degli Studi La Sapieza Facoltà di Ecoomia Ao accademico 212-13 Matematica Fiaziaria Caale D - K Capitolo 3 Ammortameto di prestiti idivisi Atoio Aibali Atoio Aibali a.a.

Dettagli

Quando lo studente è un lavoratore Gli obblighi e gli adempimen8 a carico della scuola

Quando lo studente è un lavoratore Gli obblighi e gli adempimen8 a carico della scuola Quado lo studete è u lavoratore Gli obblighi e gli adempime8 a carico della scuola A cura di Claudio Zai lombardia-prevezioe@iail.it 1 Articolo 2 - Defiizioi 1. Ai fii ed agli effetti delle disposizioi

Dettagli

Ravenna 2015 21 maggio Workshop U - «Seminario e tavola rotonda sull'attuazione del PNPR»

Ravenna 2015 21 maggio Workshop U - «Seminario e tavola rotonda sull'attuazione del PNPR» Ravea 2015 21 maggio Workshop U - «Semiario e tavola rotoda sull'attuazioe del PNPR» Esempi pratici di protocolli d'itesa co la GDO per la riduzioe dei rifiuti: è possibile u itesa azioale per proporre

Dettagli

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico?

STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si intende per danno economico? STIMA DEI DANNI 1) Che cosa si itede per dao ecoomico? Per dao ecoomico si itede la perdita o la dimiuzioe di valore che u bee subisce a seguito di u siistro ( eveto o prevedibile) o da u fatto doloso

Dettagli

Incrementare le performance e ridurre i costi, nuove sfide nella gestione degli asset per il settore Power & Utility

Incrementare le performance e ridurre i costi, nuove sfide nella gestione degli asset per il settore Power & Utility Icremetare le performace e ridurre i costi, uove sfide ella gestioe degli asset per il settore Power & Utility Doato Camporeale Executive Director Eergy Utilities & Miig Nel corso degli ultimi ai, co il

Dettagli

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI

PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI COMUNE DI VIGGIANO Provicia di Poteza 0975 61142 Fax 0975 61137 Partita IVA 00182930768 C.C.P. 14378855 PROGRAMMA RISPARMIO ENERGETICO EFFICIENTAMENTO ENERGETICO DEGLI EDIFICI PRIVATI Azioe A2 BANDO PER

Dettagli

Le carte di controllo

Le carte di controllo Le carte di cotrollo Dott.ssa Bruella Caroleo 07 dicembre 007 Variabilità ei processi produttivi Le caratteristiche di qualsiasi processo produttivo soo caratterizzate da variabilità Le cause di variabilità

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV)

PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV) PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO Società di ivestimeto a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV) Coforme alla Direttiva europea sugli OICVM Le sottoscrizioi di azioi di CARMIGNAC

Dettagli

Snam e i mercati finanziari

Snam e i mercati finanziari NATURA FINANZIARIO INTELLETTUALE Sam e i mercati fiaziari 51 Nel corso del 2015 i mercati azioari europei si soo cofermati molto volatili. Ad u primo semestre i forte rialzo, supportato dalle attese e

Dettagli

Master in Management Pubblico per la Regione Calabria MMP-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a.

Master in Management Pubblico per la Regione Calabria MMP-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a. Master i Maagemet Pubblico per la Regioe Calabria MMP-RC MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizioe a.a. 2013-2014 2 Master i Maagemet Pubblico MMP-RC 2 a Edizioe MMP-RC asce dall'esperieza

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA IN ECONOMIA AZIENDALE (L-18) Articolo 1 - Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea i Ecoomia aziedale, attivato presso il Dipartimeto di Ecoomia dell Uiversità

Dettagli

Il project financing e la discrezionalità

Il project financing e la discrezionalità Project fiacig Il project fiacig e la discrezioalità Cosiglio di Stato, sez. V, 10 ovembre 2005,. 6287 - Pres. Elefate - Est. Millemaggi Cogliai Il modulo procedimetale delieato dagli artt. 37-bis e ss.

Dettagli

IS LEGAL. Contratti e Sistema privacy dall Outsourcing al Cloud Computing. 2-3 Luglio 2013. www.sdabocconi.it/si

IS LEGAL. Contratti e Sistema privacy dall Outsourcing al Cloud Computing. 2-3 Luglio 2013. www.sdabocconi.it/si Milao Italy Cotratti e Sistema privacy dall Outsourcig al Cloud Computig 2-3 Luglio 2013 www.sdaboccoi.it/si Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide prospettive per sviluppare

Dettagli

LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO

LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO LISTE DI CONTROLLO VOLUME 1 ISTITUTO NAZIONALE PER L ASSICURAZIONE CONTRO GLI INFORTUNI SUL LAVORO 1 2

Dettagli

Approfondimenti di statistica e geostatistica

Approfondimenti di statistica e geostatistica Approfodimeti di statistica e geostatistica APAT Agezia per la Protezioe dell Ambiete e per i Servizi Tecici Cos è la geostatistica? Applicazioe dell aalisi di Rischio ai siti Cotamiati Geostatistica La

Dettagli

C o r t e d e i C o n t i

C o r t e d e i C o n t i Deliberazioe.16/SEZAUT/2012/INPR C o r t e d e i C o t i Sezioe delle autoomie Aduaza del 13 dicembre 2012 Presieduta dal Presidete della Corte Presidete della Sezioe delle autoomie Composta dai magistrati:

Dettagli

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016

Capitolo 27. Elementi di calcolo finanziario EEE 2015-2016 Capitolo 27 Elemeti di calcolo fiaziario EEE 205-206 27. Le diverse forme dell iteresse Si defiisce capitale (C) uo stock di moeta dispoibile i u determiato mometo. Si defiisce iteresse (I) il prezzo d

Dettagli

Io domani. La tutela del minore e la genitorialità attraverso progetti integrati. Il congegno pensante

Io domani. La tutela del minore e la genitorialità attraverso progetti integrati. Il congegno pensante Io domai. La tutela del miore e la geitorialità attraverso progetti itegrati Il cogego pesate equipe: T. Toscai G. Fracii G. Mote Istituto Terapia Familiare di Bologa Alle Radici del Dao I bambii che restao

Dettagli

PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV)

PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO. Società di investimento a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV) PROSPETTO INFORMATIVO CARMIGNAC PORTFOLIO Società di ivestimeto a capitale variabile di diritto lussemburghese (SICAV) Coforme alla Direttiva europea sugli OICVM Le sottoscrizioi di azioi di CARMIGNAC

Dettagli

IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA?

IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA? Sala Covegi IresPiemote Via Nizza 18 Torio 25 Novembre 2015 CRISI ECONOMICA E BARRIERE ALL ACCESSO UNIVERSITARIO: COME INTERVENIRE? IL SISTEMA DEL DSU IN ITALIA: COME (E PERCHÉ NON) FUNZIONA? FEDERICA

Dettagli

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015

BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO. Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015 BLOCCO TEMATICO DI ESTIMO Diritti reali: usufrutto CORSO PRATICANTI 2015 Usufrutto L'usufrutto è il diritto di godimeto da parte di ua persoa detta USUFRUTTUARIO di u bee altrui; il proprietario del bee

Dettagli

VAIO-Link Guida Cliente

VAIO-Link Guida Cliente VAIO-Lik Guida Cliete "Cosideriamo ogi sigola domada del cliete co la massima attezioe e il dovuto rispetto e facciamo del ostro meglio perché il cliete abbia u'ottima impressioe del cetro di assisteza

Dettagli

STIMA DEL FONDO RUSTCO

STIMA DEL FONDO RUSTCO STIMA DEL FONDO RUSTCO 1) Quali soo gli aspetti ecoomici che possoo essere presi i cosiderazioe ella stima dei fodi rustici? La stima di u fodo rustico può essere fatta applicado i segueti aspetti ecoomici:

Dettagli

CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE. Di seguito verranno utilizzati i seguenti simboli:

CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE. Di seguito verranno utilizzati i seguenti simboli: PROPOSTA DI UN PROTOCOLLO DI PROVE PER IL CONTROLLO DELLE CARATTERISTICHE MECCANICHE DI PIETRE NATURALI PER FACCIATE VENTILATE FINALITÀ Nel campo edile l utilizzo di rivestimeti esteri da riportare sulle

Dettagli

Comune di Milazzo via Francesco Crispi n.1 98057 Milazzo Messina

Comune di Milazzo via Francesco Crispi n.1 98057 Milazzo Messina Committete : Comue di Milazzo via Fracesco Crispi.1 98057 Milazzo Messia Titolo : Eleco degli elabti di progetto Descrizioe : Sistema di videosorvegliaza e moitggio el Comue di Milazzo - PON SICUREZZA

Dettagli

empower YoUR vision SERVIZI PUBBLICI LOCALI Settembre Novembre 2014 Modelli di business, strumenti di management e sistemi di finanziamento

empower YoUR vision SERVIZI PUBBLICI LOCALI Settembre Novembre 2014 Modelli di business, strumenti di management e sistemi di finanziamento Milao Italy empower YoUR visio SERVIZI PUBBLICI LOCALI Modelli di busiess, strumeti di maagemet e sistemi di fiaziameto Settembre Novembre 2014 www.sdaboccoi.it/spl Empower your visio sigifica allargare

Dettagli

DISTRIBUZIONI DOPPIE

DISTRIBUZIONI DOPPIE DISTRIBUZIONI DOPPIE Fio ad ora abbiamo visto teciche di aalisi dei dati per il solo caso i cui ci si occupi di u solo carattere rilevato su u collettivo (distribuzioi semplici). I termii formali fio ad

Dettagli

empower YoUR vision IS LEGAL Contratti e Sistema privacy dall Outsourcing al Cloud Computing 1 e 2 Ottobre 2014 www.sdabocconi.

empower YoUR vision IS LEGAL Contratti e Sistema privacy dall Outsourcing al Cloud Computing 1 e 2 Ottobre 2014 www.sdabocconi. Milao Italy empower YoUR visio IS LEGAL Cotratti e Sistema privacy dall Outsourcig al Cloud Computig 1 e 2 Ottobre 2014 www.sdaboccoi.it/si Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire

Dettagli

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione

Economia Internazionale - Soluzioni alla IV Esercitazione Ecoomia Iterazioale - Soluzioi alla IV Esercitazioe 25/03/5 Esercizio a) Cosa soo le ecoomie di scala? Come cambia la curva di oerta i preseza di ecoomie di scala? Perchè queste oroo u icetivo al commercio

Dettagli

Marketing della destinazione per meeting, congressi ed eventi

Marketing della destinazione per meeting, congressi ed eventi GENOVA 2-5 SETTEMBRE 2012 IV CORSO RESIDENZIALE FOCUS ON Marketig della destiazioe per meetig, cogressi ed eveti Associazioe azioale delle Imprese pubbliche, private e dei Professioisti della meetig idustry

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN MARKETING MANAGEMENT (LM-77) Articolo 1 Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea Magistrale i Marketig Maagemet, attivato presso il Dipartimeto

Dettagli

Giocate le carte giuste! Con le carte Visa e MasterCard WWF contribuite a salvaguardare la natura, senza costi aggiuntivi per voi.

Giocate le carte giuste! Con le carte Visa e MasterCard WWF contribuite a salvaguardare la natura, senza costi aggiuntivi per voi. No tutte le carte di credito soo uguali. Le carte Visa e MasterCard WWF vi offroo tutti i vataggi di ua carta di credito tradizioale: potete prelevare cotati i valuta locale, per l importo desiderato,

Dettagli

AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI

AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI Iformativa del 11 geaio 2013 AL VIA L ASSISTENZA SANITARIA PER I FERROVIERI Arriva al traguardo ua parte importate degli impegi cotrattualmete assuti i tema di welfare aziedale per i dipedeti del Gruppo

Dettagli

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di

Soluzione del tema di Informatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Prof. Mauro De Berardis Itis Teramo Mercurio 2011 Prova scritta di Soluzioe del tema di Iformatica Progetto Mercurio Esame di Stato AS 2010-2011 1 Sessioe ordiaria Esame di Stato 2011 Tema di Iformatica - Progetto: Mercurio Soluzioe proposta da: Co il termie Web 2.0 si

Dettagli

Successioni ricorsive di numeri

Successioni ricorsive di numeri Successioi ricorsive di umeri Getile Alessadro Laboratorio di matematica discreta A.A. 6/7 I queste pagie si voglioo predere i esame alcue tra le più famose successioi ricorsive, presetadoe alcue caratteristiche..

Dettagli

DWS Deutschland Prospetto comprese Condizioni di Investimento

DWS Deutschland Prospetto comprese Condizioni di Investimento Deutsche Asset & Wealth Maagemet Deutsche Asset & Wealth Maagemet Ivestmet GmbH DWS Deutschlad Prospetto comprese Codizioi di Ivestimeto Validità: 1 geaio 2015 Depositato presso la CONSOB i data 30 aprile

Dettagli

vecciriaia, INvAr,tottÀ E INABILTTÀ ttll RBGIME u.e.

vecciriaia, INvAr,tottÀ E INABILTTÀ ttll RBGIME u.e. 'KlilPHL$ (questioario) Mod. VO/IO - UE QT]ESTIONARIO DA ALLEGARE ALLE DOMANDE DI PRESTAZIONI DI vecciriaia, INvAr,tottÀ E INABILTTÀ ttll RBGIME u.e. Co il presete questioario I'ENPALS desidera cooscere

Dettagli

Il Preposto. Soggetti della prevenzione. Materiale didattico per la formazione dei Preposti

Il Preposto. Soggetti della prevenzione. Materiale didattico per la formazione dei Preposti Materiale didattico per la formazioe dei Preposti Il Preposto Soggetti della prevezioe Cultura della sicurezza patrimoio comue del modo del lavoro: impresa, lavoratori e parti sociali. Il testo uico sulla

Dettagli

Master in Management per le Aziende Sanitarie per la Regione Calabria MIMAS-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a.

Master in Management per le Aziende Sanitarie per la Regione Calabria MIMAS-RC. MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizione a.a. Master i Maagemet per le Aziede Saitarie per la Regioe Calabria MIMAS-RC MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO 12 mesi 2 a edizioe a.a. 2013-2014 2 Master Uiversitario i Maagemet per le Aziede Saitarie MIMAS-RC

Dettagli

STATISTICA DESCRITTIVA

STATISTICA DESCRITTIVA STATISTICA DESCRITTIVA La statistica descrittiva serve per elaborare e sitetizzare dati. Tipicamete i dati si rappresetao i tabelle. Esempio. Suppoiamo di codurre u idagie per cooscere gli iscritti al

Dettagli

Scambiatore e recupero calore da ''ATM 2005/06

Scambiatore e recupero calore da ''ATM 2005/06 Scambiatore e recupero calore da ''ATM 2005/06 Foto Foto estera estera scambiatore i i fuzioe fuzioe 20/01/2006 Pagia 1 Iformazioi geerali Impiato dedicato al recupero calore a valle del filtro a maiche.

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

Matematica finanziaria

Matematica finanziaria C:\Users\Public\Documets\03_DIDATTICA\02. MATERIALE ON LINE\Documeti doc&exe\03. Matematica fiaziaria.docx Materiale didattico Ultimo aggiorameto: 28 dicembre 2012 Matematica fiaziaria A cura di Fracesco

Dettagli

Dipartimento di Economia

Dipartimento di Economia REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN ECONOMIA AZIENDALE (LM-77) Articolo 1 Deomiazioe PARTE PRIMA Il Corso di laurea Magistrale i Ecoomia aziedale, attivato presso il Dipartimeto di

Dettagli

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015

Corso di Elementi di Impianti e macchine elettriche Anno Accademico 2014-2015 Corso di Elemeti di Impiati e mahie elettriche Ao Aademico 014-015 Esercizio.1 U trasformatore moofase ha i segueti dati di targa: Poteza omiale A =10 kva Tesioe omiale V 1 :V =480:10 V Frequeza omiale

Dettagli

Milano Italy. empower YoUR vision. NUMERI E NORME: REALTÀ A CONFRONTO. Ottobre - Novembre 2014. www.sdabocconi.it

Milano Italy. empower YoUR vision. NUMERI E NORME: REALTÀ A CONFRONTO. Ottobre - Novembre 2014. www.sdabocconi.it Milao Italy empower YoUR visio. NUMERI E NORME: REALTÀ A CONFRONTO Ottobre - Novembre 2014 www.sdaboccoi.it Empower your visio sigifica allargare i propri orizzoti e acquisire solide prospettive per sviluppare

Dettagli

ARTIGIANinforma SOMMARIO. www.confartigianato.it

ARTIGIANinforma SOMMARIO. www.confartigianato.it ARTIGIANiforma PERIODICO DI INFORMAZIONE DELL ASSOCIAZIONE PROVINCIALE ARTIGIANATO SENESE I collaborazioe co C.A.S.A.T. Cosorzio Artigiai Servizi Ammiistrativi e Tributari SOMMARIO 2 L itervista - L artigiaato

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli