Strategia d impresa nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a. Marco Bizzozero 5 Maggio 2011

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Strategia d impresa nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a. Marco Bizzozero 5 Maggio 2011"

Transcript

1 Strategia d impresa nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a. Marco Bizzozero 5 Maggio 2011

2 Arredamento e Design Il settore dell arredamento in Italia è uno dei principali portavoce del made in Italy nel mondo Imprese, occupati (dati C.S.I.L. 2010) I principali distretti del settore legno-arredo italiani sono: - Brianza - Triveneto - Marche - Toscana - Area Bari - Matera

3 Arredamento e Design Italia è il terzo produttore mondiale di arredamento Italia è il secondo esportatore mondiale Il settore è tornato a crescere nel 2010 (+1%) e crescerà anche nel 2011 (+2,5%) Francia (16,6%) e Germania (11.9%)sono i primi mercati di destinazione, seguiti da Regno Unito e Russia

4 Il distretto legno-arredo brianzolo La produzione del mobile in Brianza ha origini secolari, stimolato dalle esigenze delle dimore borghesi di Milano e dalla costruzione della Villa Reale a Monza (1777) Riconosciuto con delibera della Giunta Regionale della Lombardia nel 1994, comprende 45 comuni (19 comaschi, 26 milanesi) 600 Industrie imprese artigianali 30 mila addetti

5 Vantaggi competitivi delle imprese del distretto Saper fare frutto di una competenza radicata nel territorio Grande presenza di imprenditori leaders Settore a basso contenuto tecnologico, dominato dalla manualità a vantaggio della qualità intrinseca del prodotto Innovazione di prodotto Milano capitale del Design Strutture di supporto adeguate

6 I punti deboli Dimensione ottimale d impresa spesso ostacolata dalle scarse risorse dell impresa familiare Scarsa propensione al finanziamento dell impresa Incapacità delle nuove generazioni di dare seguito al lavoro svolto dall imprenditore capostipite leggerezza del management di fronte alle esigenze di mercati in evoluzione In mancanza di alto profilo qualitativo e d innovazione, concorrenza di produttori esteri (Est Europa, India, Cina)

7 Le sfide del mercato globale Polarizzare risorse e competenze a vantaggio delle aziende leader Interpretare le mutazioni economiche in atto nei vari Paesi del mondo Adeguarsi allo stile di riferimento dell abitare nel mondo Gestire efficacemente la crescita sui mercati obiettivo

8 GIORGETTI S.P.A. Giorgetti nasce nel 1898 a Meda come un azienda di piccole dimensioni, prevalentemente orientata alla produzione di mobili in stile classico, finemente intagliati Dal 1921 intraprende l attività di export, principalmente verso gli Stati Uniti Carlo Giorgetti, attuale presidente, entra in azienda a metà degli anni Cinquanta e porta l azienda alla dimensione attuale Dal 1961, alla prima edizione del Salone del Mobile di Milano, Giorgetti propone il prodotto finito

9 Alcune fasi dello sviluppo storico

10

11 Anni Sessanta

12 Anni Settanta/ottanta

13 Anni Novanta In un generale vuoto di mercato, dopo la grande crescita globale degli anni Ottanta, Giorgetti decide di creare uno stile proprio ed inconfondibile Inizia la collaborazione con grandi esponenti del mondo dell Architettura e delle Arti figurative Dalla collaborazione esclusiva Architetto-Azienda nascono prodotti unici Giorgetti è pronta al lancio sul palcoscenico mondiale 150 dipendenti, volume d affari 26 milioni di Euro annui

14

15

16

17 Lo stile di vita Giorgetti

18

19 Allestimento shop in shop

20

21 I plus di Giorgetti Azienda di proprietà familiare da 113 anni Grande riconoscibilità nazionale ed internazionale Prodotto unico non direttamente in concorrenza con altre aziende Qualità intrinseca del prodotto Reliability del management nelle scelte strategiche di PRODUZIONE e DISTRIBUZIONE

22 GIORGETTI NEL MONDO Tabella 1. % per destinazione nei vari Paesi (dati di ordinato 2010) Zona Anno INDIA 6,48% TOTALE ITALIA 19,01% BELGIO 1,68% GERMANIA 8,66% FRANCIA 1,90% RUSSIA ED EX URSS 10,10% OCEANIA 1,66% OLANDA 5,56% EUROPA EST 0,87% ESTREMO ORIENTE 14,51% SHOWROOM MILANO 0,80% MEDIO ORIENTE 7,86% VARIE ESTERO 1,28% SCANDINAVIA 1,98% AUSTRIA 1,59% AFRICA 2,34% SPAGNA 0,47% SVIZZERA 3,14% GRECIA 0,46% TURCHIA 2,09% CANADA 0,89% GRAN BRETAGNA 1,15% PORTOGALLO 0,33% STATI UNITI 4,82% SUD AMERICA 0,37%

23 Strategia Giorgetti 2011 Prodotto 15 collezioni (su 110) generano il 60% dei ricavi Costante innovazione di prodotto, con particolare riferimento alle aree di business: - domestico residenziale - contract Mobili per: - zona pranzo - zona living - zona notte - studio e ufficio direzionale - conversazione, pubblica utilità

24

25 Strategia Giorgetti Mercato Identificazione dei mercati di riferimento Strategia di crescita nei mercati obiettivo Segmentazione del mercato e creazione di strategia sartoriale per meglio gestire un determinato mercato Analisi degli interlocutori di mercato e determinazione obiettivi di risultato

26 Matrice prodotto/mercato (Boston Consulting Group) C R E S C I T A A L T A WILD-CAT (o investire per CRESCERE o prepararsi ad USCIRE da una posizione competitiva rischiosa o debole) ITE EAN SCRIPTOR STAR (MIGLIORARE la propria posizione competitiva) NORMA ARABELLA ERASMO D I M E R C A T O B A S S A DOG (RACCOGLIERE e poi ABBANDONARE la propria posizione competitiva USCIRE) MENSA ABACUS STAGE CASH COW (MANTENERE la propria posizione competitiva) PROGETTI OLI NORMAL BASSA QUOTA DI MERCATO ALTA -> E sempre necessaria la SEGMENTAZIONE prodotto/mercato

27 IL MARKETING? SI OCCUPA DI DUE COSE: PRODOTTI E MERCATI (Matrice di Ansoff) M E R C A T I S V I L U P P A T I VENDERE PRODOTTI ESISTENTI IN MERCATI ESISTENTI VENDERE PRODOTTI ESISTENTI IN NUOVI MERCATI VENDERE NUOVI PRODOTTI IN MERCATI ESISTENTI VENDERE NUOVI PRODOTTI IN NUOVI MERCATI N U O V I ESISTENTI PRODOTTI NUOVI

28 FLAGSHIP PRODUCTS ARABELLA PROGETTI

29 FLAGSHIP PRODUCTS OLI

30 Andamento collezioni MERCATI SVILUPPATI al Collezione Anno % sul tot somma % Collezione ,00% Progetti ,85% 22,85% Oli ,67% 31,52% Arabella ,62% 36,14% Astor ,87% 39,01% Normal ,63% 41,64% Royal ,40% 44,04% Norma ,38% 46,42% Maharaja ,36% 48,78% Rea ,30% 51,08% Erasmo ,26% 53,34% Selectus ,98% 55,32% Giorgina ,95% 57,26% Yfi ,52% 58,78% Scriptor ,43% 60,21% Regal ,39% 61,61% Dora ,38% 62,98% New Pascià ,35% 64,34% Eon ,31% 65,65% Wally ,28% 66,93% Ivi ,23% 68,15%

31 Andamento collezioni MERCATI NUOVI al Collezione Anno % su tot somma % Collezione ,00% Erasmo ,45% 6,45% Progetti ,01% 12,46% Normal ,32% 17,79% Yfi ,24% 23,03% Maharaja ,55% 27,58% Nessuna collezione ,74% 31,32% Eon ,35% 34,67% Rea ,02% 37,70% Selectus ,99% 40,69% Royal ,65% 43,34% Wally ,64% 45,98% Astor ,60% 48,57% Scriptor ,47% 51,05% Arabella ,47% 53,51% Regal ,47% 55,98% Victor ,01% 57,99% Norma ,98% 59,98% Oli ,94% 61,91% Roi ,87% 63,78% Eos ,50% 65,28%

32 Analisi del portafoglio collezioni Giorgetti

33 ANDAMENTO COMPOSIZIONI OLI 2005/2010 ANNO zona Q.ta' Importo Q.tà Importo Q.tà Importo Q.tà Importo Q.tà Importo Q.tà Importo ITALIA (PUGLIA) AFRICA GERMANIA ESTREMO ORIENTE MEDIO ORIENTE OLANDA RUSSIA MOSCA STATI UNITI ALTRI MERCATI TOTALE VALORE MEDIO COMPOSIZIONI

34 Ciclo di vita del prodotto vendite progetti oli arabella tempo INTRODUZIONE SVILUPPO MATURITA DECLINO

35 Strategia Giorgetti Investimenti Costante potenziamento della struttura produttiva per fronteggiare l incremento di vendite (+ 5% sui dati 2010) Investimento di prodotto Investimento promozionale (campagna stampa 2011) Investimento promozionale (partecipazione ad eventi fieristici nazionali ed esteri) Investimento nella commercializzazione diretta dei propri prodotti (negozi monomarca)

36 Sales management vs. Marketing management Nelle aziende di media dimensione come Giorgetti S.p.a. spesso la strategia ed il marketing sono erroneamente interpretato come il solo saper vendere Politiche di vendita di prodotto vengono spacciate come moderne teorie di marketing implementate Alla luce di quanto vedremo di seguito, possiamo considerare la strategia Giorgetti ben più che una strategia di mera vendita In particolare, ci concentreremo sulla STRATEGIA COMMERCIALE

37 Step 1. la definizione del mercato obiettivo Definizione di una area mondiale dove si ritiene strategico non limitarsi alla semplice vendita, bensì implementare una corretta previsione delle azioni di marketing, investimento e distribuzione MERCATI MATURI MERCATI EMERGENTI MERCATI NUOVI

38 Mercati obiettivo - 1 MERCATI MATURI (Italia, Europa Occidentale, Stati Uniti) Forte densità di operatori del settore (negozio di arredamento) Forte sofisticazione del gusto dei clienti finali Presenza totale di tutte le aziende produttrici Grande dimensione competitiva Forte potere negoziale del rivenditore-negoziante Ridotti margini di crescita Consolidamento della posizione

39 Mercati obiettivo - 2 MERCATI EMERGENTI (Russia, Nuove Repubbliche, Medio ed Estremo Oriente) Minore densità di operatori del settore Minore storicità del settore arredamento Giovane età del rivenditore di mobili Grande attrattività del prodotto Made in Italy Margini di crescita ampi Progressiva sicurezza delle transazioni commerciali Rischio Paese contenuto

40 Mercati obiettivo - 3 MERCATI NUOVI (India, Cina, Africa, Sud America) Mancanza di operatori del settore Ingresso in un mercato nuovo e senza garanzie di successo Importante investimento iniziale Strategia legata alla stimolazione della domanda Margini di crescita illimitati ma non certi Rischio Paese elevato

41 ABC del comportamento strategico SWOT Analysis per definire strategia di ATTACCO (Investimento) in presenza di punti di forza ed opportunità DIFESA (Investimento) in presenza di punti di forza ma anche di rischi POTENZIAMENTO (Investimento) in presenza di debolezze ma anche di opportunità DISINVESTIMENTO (Uscita dal mercato) in presenza di debolezze e rischi

42 CONCORRENZA - CONCORRENZA STORICA PRIMA FASCIA SECONDA FASCIA TERZA FASCIA - NUOVA CONCORRENZA PROMEMORIA CECCOTTI TRESSERRA - MAXALTO MINOTTI FLEXFORM B&B POLTRONA FRAU CASSINA - FENDI SISTEMISTI CON PRODOTTI COMMERCIALI POLIFORM MOLTENI&C. EMERGE IN MANIERA SEMPRE PIU EVIDENTE LA CONCORRENZA DA PARTE DI OUTSIDER DI MERCATO CHE NON HANNO LA STESSA STORICITA DEI PRECEDENTI SMANIA RUGIANO VISIONNAIRE MERIDIANI - BAXTER DOMANDA 1: ABBIAMO FORSE TROPPA CONCORRENZA? DOMANDA 2: SIAMO IN GRADO DI GESTIRE LA SFIDA?

43 CONCORRENZA

44 CONCORRENZA

45 CONCORRENZA

46 La Strategia vincente Esiste? Prodotto di lusso e di altissimo contenuto progettuale e di materiali. Ricorso alla inimitabilità Promozione adeguata alla valutazione del mercato di riferimento. Posizionamento verso l alto di gamma con la scelta dei canali mediatici più esclusivi (no mass media, stampa specializzata, eventi, presentazioni, alto profilo di pubblica relazione Prezzo non rilevante nella strategia in quanto non esprime un vantaggio rispetto ai prodotti di concorrenti

47 La variabile di successo Distribuzione mirata e volta all identificazione del miglior canale distributivo. A volte differisce a seconda che si tratti di mercato di tipo ed in particolare può essere svolta tramite: - Filiali distributive: Giorgetti Deutschland GmbH, Giorgetti Benelux BV, Giorgetti USA Inc. - Agenti mono e plurimandatari - Clienti rivenditori direzionali - Clienti rivenditori che agiscono come distributori locali

48 Il quinto elemento Esiste? Le persone sono più che in altri settori la variabile spesso più importante, o quantomeno discriminante, dell attività di internazionalizzazione dell Azienda La chiave di lettura più efficace a disposizione di chi vuole operare nel settore diviene quindi la Strategia Relazionale immune dalle mode che pretendono di creare nuovi ideali d impresa (marketing virale, tribale e di guerriglia)

49 Interlocutori del Marketing Relazionale Personale interno all azienda, operatrici commerciali corrispondenti Area managers Colleghi responsabili di filiali estere Agenti mono e plurimandatari Rivenditori di mobili Interior decorators ed architetti Leaders d opinione nel mondo del design

50 LE RELAZIONI STRATEGICHE DELLA DIVISIONE COMMERCIALE INTERAZIONE E SINERGIA CON ALTRE FUNZIONI AZIENDALI Amministrazione Produzione & Logistica Immagine R&S

51 Con Amministrazione - GARANTIRE LA MASSIMA ATTENZIONE SULLA RISOLUZIONE DEGLI INSOLUTI - MONITORAGGIO ORDINI SOSPESI IN ATTESA DI PAGAMENTO SI RICHIEDE: - GESTIONE DEI SOLLECITI - TEMPESTIVA INFORMAZIONE SUGLI ASPETTI AMMINISTRATIVI DI INERENZA COMMERCIALE (telefonate ad e da agenti per situazioni straordinarie non solo di carattere amministrativo) - REPORT TRIMESTRALE SULLE LIQUIDAZIONI AGLI AGENTI (data di esecuzione pagamento provvigioni, eventuali ostacoli alla liquidazione etc.) - INVIO PERIODICO DI STATISTICHE AGLI AGENTI - COLLABORAZIONE INTENSA (Potenziamento software) per il monitoraggio dei processi di SELL-IN e SELL-OUT (indici di rotazione del prodotto sul mercato e strategia)

52 Con Produzione e Logistica ISTITUIRE UNA RIUNIONE PERIODICA CON I RESPONSABILI DELLA ORGANIZZAZIONE DELLA PRODUZIONE E LOGISTICA ALLO SCOPO DI ISTITUZIONALIZZARE UN DIALOGO ED UN PERCORSO DI CRESCITA COSTANTE RELAZIONE IN MERITO A NUOVE SCELTE STRATEGICHE COMMERCIALI DA VERIFICARE CON LA PRODUZIONE: - Intensificazione del programma QUICK DELIVERY (o scelta di magazzino per Key Accounts) - Gestione tempestiva magazzino prodotti grezzi e prodotti stock - Decisione comune in merito a scorte minime e quantitativi di riordino

53 Rapporti con Ufficio R&S Immagine - DISPONI BILITA A TRASFERTE PRESSO CLIENTI/FILIALI, anche con definizione periodica di date ed indipendentemente da eventi collaterali in programma - PERCORSO DI CRESCITA PER LE PERSONE INCARICATE DI DARE SUPPORTO AI MERCATI SVILUPPATI Compartecipazione nelle strategie di crescita Attivita di sviluppo delle richieste della parte commerciale (Visual merchandising, preparazione di spazi preallestiti, supporto di immagine per eventi etc.) Definizione di materiale promozionale illustrativo specifico per le richieste dei mercati sviluppati.

54 STRATEGIA Gestione Key Account Clients mirata all incremento di punti vendita TOP - Fidelizzazione dei clienti finali attraverso il dialogo (Scheda prodotto, trasparenza nelle garanzie, questionario da compilare) - Ipotesi di business plan per negozio monomarca nelle città di riferimento (o studio di una struttura di franchising) - Riflessione sulla struttura esterna (Filiali, Agenzie, Partnership) per estendere il raggio di azione delle filiali (co-branding, ampliamento della gamma dell offerta) - Nuovi canali distributivi (studi di architettura, collezioni da vendere direttamente da sito internet) - Vendita diretta prodotti esclusivi (con la collaborazione logistica del rivenditore) - Portali dedicati agli architetti (Stylepark, Architonic) - Studio approfondito del visual merchandising - PERFEZIONAMENTO DEL TRADE MARKETING - Approccio che contraddistingue i rapporti tra imprese INDUSTRALI e imprese COMMERCIALI. E marketing rivolto ai DISTRIBUTORI

55 STRATEGIA Nuovo catalogo con foto di ambientazione dei prodotti di punta - Disponibilità alla realizzazione di materiale promozionale cartaceo più economico ma in quantitativo superiore - Programma FEDELTA per il personale di vendita dei rivenditori - Programma FEDELTA per gli studi di architettura mediante Bonus Card - SITO INTRANET per outlet virtuale dei rivenditori - Creazione di divisione aziendale GIORGETTI SU MISURA mediante l istituzionalizzazione di un organigramma e struttura - Potenziamento della collezione ufficio con catalogo dedicato - Espansione della collezione al segmento BAGNO con modifiche parziali dei prodotti indicati per questa tipologia di offerta (Home, Time, Oli, Onda)

56 Campagna stampa 2010

57 Campagna stampa 2011

58

59 Salone del Mobile 2011

60

61 Product Placement

62 Conclusione Per gestire efficacemente la STRATEGIA di una impresa Made in Italy occorre dare e mantenere segnali d eccellenza Dato il prodotto, un corretto mix non può prescindere dalla gestione vincente della distribuzione, sfruttando al meglio anche le opportunità relazionali messe a disposizione da enti preposti all internazionalizzazione (ICE, Consolati, Visite in delegazione etc.) Il successo diventa costante quando accompagnato dalla presenza di un team vincente

63 DAI GRANDI CAMBIAMENTI NASCONO LE NUOVE OPPORTUNITÀ PER LE AZIENDE CHE SAPRANNO INTERPRETARLI

64 Grazie! Giorgetti S.p.a. Via Manzoni Meda (Mi)

Marketing internazionale nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a.

Marketing internazionale nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a. Marketing internazionale nel settore legno arredo: il caso Giorgetti S.p.a. Marco Bizzozero m.bizzozero@giorgetti @giorgetti-spa.it 4 Giugno 2007 Arredamento e Design Il settore dell arredamento in Italia

Dettagli

Un settore d eccellenza

Un settore d eccellenza Abitare Un settore d eccellenza Il Sistema Abitare Italia rappresenta una sintesi felice di diversi settori merceologici caratterizzati da un elevato contenuto qualitativo sia di prodotto che di processo.

Dettagli

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati

Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato. OBIETTIVI: Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Tecniche avanzate di vendita Livello avanzato Padroneggiare le tecniche di vendita e migliorarle con metodi di negoziazione affermati Direttori e Commerciali; Tutti coloro che devono gestire un gruppo

Dettagli

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO

Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO marketing highlights Attrezzature e componenti di arredo per retail e GDO A cura di: Marino Serafino Identificazione del settore Produzione e distribuzione di attrezzature, soluzioni e componenti di arredo

Dettagli

Il Marketing Internazionale per le PMI Come affondare con successo i mercati internazionali

Il Marketing Internazionale per le PMI Come affondare con successo i mercati internazionali Il Marketing Internazionale per le PMI Come affondare con successo i mercati internazionali Obiettivi : l obiettivo del corso è con rifornire alla piccola e media impresa un insieme di strumenti teorici

Dettagli

Come fare un piano di marketing

Come fare un piano di marketing Come fare un piano di marketing Marketing strategico e operativo Definizione Un Un piano di di marketing è un un piano finanziario arricchito di di informazioni su su origini e destinazioni dei dei flussi

Dettagli

L analisi per la sopravvivenza del sistema vitale

L analisi per la sopravvivenza del sistema vitale Lezione L analisi per la sopravvivenza del sistema vitale prof. ssa Clara Bassano Corso di Economia e Gestione delle Imprese A.A. 2006-2007 Le attività d impresa Il portafoglio prodotti è l insieme delle

Dettagli

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright

cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti copyright 2014 ricerca cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti 1 Cosa vedono nel loro futuro i produttori di serramenti, 2014 La pubblicazione riporta i risultati di una ricerca condotta via internet

Dettagli

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI

1. STRUTTURA, CLASSIFICAZIONI E CONFIGURAZIONI DEI COSTI INTRODUZIONE 1. La visione d impresa e il ruolo del management...17 2. Il management imprenditoriale e l imprenditore manager...19 3. Il management: gestione delle risorse, leadership e stile di direzione...21

Dettagli

HC DUBAI LA SOLUZIONE PER APRIRE E SVILUPPARE I L TUO BUSINESS NEGLI EMIRATI ARABI

HC DUBAI LA SOLUZIONE PER APRIRE E SVILUPPARE I L TUO BUSINESS NEGLI EMIRATI ARABI LA SOLUZIONE PER APRIRE E SVILUPPARE I L TUO BUSINESS NEGLI EMIRATI ARABI SELEZIONA E SVILUPPA OCCASIONI PER ENTRARE NEI MIGLIORI DEPARTEMENT STORE E RETAILS CHI SIAMO CREIAMO OPPORTUNITÀ DI INTERNAZIONALIZZAZIONE

Dettagli

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ

L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ L AUDIT INTERNO: L ANALISI DI COMPETITIVITÀ Il caso in esame di un impresa che opera nella maglieria maschile, mette in evidenza una debolezza della prestazione in due fattori competitivi chiave (qualità

Dettagli

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing COMPRENDERE IL CONCETTO DI STRATEGIA E I FONDAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE STRATEGICA

Alessandro De Nisco. Università del Sannio. Corso di Marketing COMPRENDERE IL CONCETTO DI STRATEGIA E I FONDAMENTI DELLA PIANIFICAZIONE STRATEGICA LEZIONE N. 2 L attività di Marketing e le Strategie d Impresa Alessandro De Nisco Università del Sannio Corso di Marketing OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO DELLA LEZIONE COMPRENDERE IL CONCETTO DI STRATEGIA

Dettagli

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO

COMITATO DI DISTRETTO DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO del LINEA D AZIONE 6 SCHEDA PROGETTO n. 6.3 PROGRAMMA DI SVILUPPO del TITOLO DEL PROGETTO PROGRAMMA DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DEL DISTRETTO AGROALIMENTARE DI QUALITA JONICO SALENTINO. Pagina 1 di 7 del

Dettagli

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti

Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing. Come essere competitivi, affrontare i mercati e i concorrenti MA.VE.CO. Consulting www.maveco-consulting.it Viale Stazione,43-02013 Antrodoco (Rieti) Tel. 0746-578699 e-mail : info@maveco-consulting.it Strategie di impresa, Tattiche operative e Piano di Marketing

Dettagli

Company profile QUANDO ESSERE VIZIATI NON È UN PECCATO

Company profile QUANDO ESSERE VIZIATI NON È UN PECCATO Alexys Agency raccoglie con interesse tutte le richieste poste dagli operatori di questo complesso settore, attivandosi per esaudirle in modo professionale, prefiggendosi come obbiettivo la soddisfazione

Dettagli

La scelta della strategia di marketing

La scelta della strategia di marketing LA SCELTA DELLA STRATEGIA DI L obiettivo che l impresa deve perseguire in questa fase è quello di individuare la strategia di marketing che sia in grado di offrire all impresa il mezzo per realizzare i

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LE NUOVE TECNOLOGIE PER IL MADE IN ITALY TECNICO SUPERIORE RETAIL E MARKET INTELLIGENCE SETTORE MODA-CALZATURA OBIETTIVO DEL PERCORSO Il progetto intende formare una figura

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014

INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014 INTERNAZIONALIZZAZIONE Le attese delle P.M.I. MARZO 2014 Obiettivi della ricerca 2 L Istituto di ricerca Quaeris ha condotto una WEB Survey per raccogliere i dati utili per l analisi sull internazionalizzazione

Dettagli

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO COMPANY PROFILE CAP: CITTA : PROVINCIA:

BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO COMPANY PROFILE CAP: CITTA : PROVINCIA: BANDO VOUCHER PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE MICRO, PICCOLE E MEDIE IMPRESE DELLA PROVINCIA DI CATANZARO MOD B COMPANY PROFILE 1) INFORMAZIONI GENERALI RAGIONE SOCIALE: P. IVA: INDIRIZZO: CAP: CITTA

Dettagli

Il Go to Market nelle aziende del lusso

Il Go to Market nelle aziende del lusso Il Go to Market nelle aziende del lusso Presentazione al Supply Chain Forum Milano, 15 Maggio 2013 2013 AchieveGlobal, Inc. ACHIEVEGLOBAL (ITALY) corso Monforte, 36 20122 Milano tel. +39 02 210951.1 fax

Dettagli

Marketing Industriale e Direzione d Impresa Introduzione al marketing. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.

Marketing Industriale e Direzione d Impresa Introduzione al marketing. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299. Marketing Industriale e Direzione d Impresa Introduzione al marketing Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 L evoluzione del marketing Dal marketing per addetti ai lavori, al

Dettagli

Ma cos è un temporary shop?

Ma cos è un temporary shop? Ma cos è un temporary shop? Affermatosi come tendenza di successo nel 2003 in Gran Bretagna, i temporary shop (ovvero negozio temporaneo) sono negozi che vengono aperti per un periodo di tempo prestabilito

Dettagli

STRATEGIA D INTERNAZIONALIZZAZIONE: L ESPORTAZIONE DI ARREDO E FORNITURE CONTRACT IN BRASILE

STRATEGIA D INTERNAZIONALIZZAZIONE: L ESPORTAZIONE DI ARREDO E FORNITURE CONTRACT IN BRASILE Università Cattolica del Sacro Cuore (Sede di Piacenza) Facoltà di Economia Master in Management Internazionale (M-Mint) Anno accademico 2010-2011 STRATEGIA D INTERNAZIONALIZZAZIONE: L ESPORTAZIONE DI

Dettagli

CODICE PROGETTO WR 1. Profilo azienda

CODICE PROGETTO WR 1. Profilo azienda CODICE PROGETTO WR 1 azienda Attività Limited partnership 2012: 1,5 mln Eur 2013: 1,9 mln Eur India Occidentale Oltre a una propria attività manufatturiera per la produzione di rotelle e accessori/componentistica

Dettagli

profilo aziendale sviluppo delle vendite ed il recupero di competitività e marginalità dei prodotti. approccio operativo e orientato ai risultati

profilo aziendale sviluppo delle vendite ed il recupero di competitività e marginalità dei prodotti. approccio operativo e orientato ai risultati profilo aziendale ROSTEAM è una società di consulenza direzionale nata nel 2004 su iniziativa di un team di professionisti con ampia visione delle problematiche inerenti lo sviluppo delle vendite ed il

Dettagli

EXECUTIVE MASTER IN MANAGEMENT FARMACEUTICO Strumenti operativi per lo sviluppo di una cultura e di una gestione manageriale delle farmacie.

EXECUTIVE MASTER IN MANAGEMENT FARMACEUTICO Strumenti operativi per lo sviluppo di una cultura e di una gestione manageriale delle farmacie. MASTER Istituto Studi Direzionali Management Academy EXECUTIVE MASTER Strumenti operativi per lo sviluppo di una cultura e di una gestione manageriale delle farmacie. SEDI E CONTATTI Management Academy

Dettagli

PIANO STRATEGICO MARKETING

PIANO STRATEGICO MARKETING PIANO STRATEGICO di MARKETING a che serve il Piano strategico? ad individuare ed esprimere in modo chiaro e sistematico le SCELTE aziendali a MEDIO e LUNGO TERMINE DECISIONI E PROGRAMMI DI AZIONE per giungere,

Dettagli

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane

Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock. Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Iniziativa Gruppo Poste Italiane Agenzia ICE Marketplace ItalyDock Andrea Venturato Responsabile Prevendita Postecom Gruppo Poste Italiane Napoli, 24/09/2014 2 ICE e MPMI: associazioni coinvolte nel progetto

Dettagli

La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo dei progetti di internazionalizzazione.

La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo dei progetti di internazionalizzazione. Investire in Francia Nuove opportunità di insediamento e incentivi messi a disposizione dal governo francese Assolombarda Milano, 6 Aprile 2011 La banca quale partner per affiancare l'impresa nello sviluppo

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende

Questionario sui fabbisogni. di servizi per l internazionalizzazione delle aziende Via Valentini, 14-59100 Prato tel. 0574 4551 - fax 0574 604595 www.ui.prato.it e-mail: uip@ui.prato.it Questionario sui fabbisogni di servizi per l internazionalizzazione delle aziende L IMPRESA E I MERCATI

Dettagli

INDAGINE TELEMARKETING

INDAGINE TELEMARKETING INDAGINE TELEMARKETING INTRODUZIONE L indagine è stata effettuata, mediante intervista telefonica, dalla società Telemarketing per conto dell Area Internazionalizzazione di Assolombarda nel periodo -settembre

Dettagli

Forum Nord Africa. Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata. Stella Occhialini Baveno.

Forum Nord Africa. Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata. Stella Occhialini Baveno. Forum Nord Africa Approcci e metodi per intrattenere rapporti d affari in maniera strutturata Stella Occhialini Baveno 11 Novembre 2013 Roncucci&Partners è una business consulting che si occupa da oltre

Dettagli

DIP Diffusione Italiana Preziosi Spa. Company Profile

DIP Diffusione Italiana Preziosi Spa. Company Profile DIP Diffusione Italiana Preziosi Spa BLUESPIRIT Company Profile Uno sguardo d insieme Storia dell azienda e del suo successo Le tappe fondamentali I brand Il piano marketing Il format Bluespirit Scheda

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino

IL TRADE MARKETING. Prof. Giancarlo Ferrero - Università di Urbino IL TRADE MARKETING 1 DEFINIZIONE Il trade marketing è l insieme delle attività che puntano a conoscere, pianificare, organizzare e gestire il processo distributivo in modo da massimizzare la redditività

Dettagli

Un caso di successo _ produttore di cucine

Un caso di successo _ produttore di cucine Un caso di successo _ produttore di cucine Sintesi intervento 2008-2011 Vers. 1.3 18 luglio 2012 Le informazioni contenute nel presente documento sono classificate riservate e confidenziali ad esclusivo

Dettagli

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it

L evoluzione dell e-commerce per la Moda. web: www.cesaweb.it. www.evofashion.it 1 L evoluzione dell e-commerce per la Moda web: www.cesaweb.it www.evofashion.it Che cos è l E-Commerce? 2 L e-commerce è prima di ogni cosa : COMMERCIO Conoscenza del mercato: fornitori, prodotti e clienti

Dettagli

Report n 1 «Il processo strategico d internazionalizzazione delle imprese»

Report n 1 «Il processo strategico d internazionalizzazione delle imprese» Un caso di studio nel settore dell abbigliamento: l intervento di Orga 1925 a supporto dell impresa nella proiezione verso i mercati esteri. A cura di Ezio Nicola e Silvano Magnabosco 1 Introduzione L

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

LE STRATEGIE CORPORATE IN UN IMPRESA MULTIBUSINESS

LE STRATEGIE CORPORATE IN UN IMPRESA MULTIBUSINESS UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI URBINO Carlo Bo FACOLTÀ DI ECONOMIA Corso di Laurea Specialistica in Marketing e Comunicazione per le Aziende LE STRATEGIE CORPORATE IN UN IMPRESA MULTIBUSINESS G. Pellicelli

Dettagli

Investor Pitch ItaliaWorldWide.it, E.Palmeri

Investor Pitch ItaliaWorldWide.it, E.Palmeri Founder - Ercole Palmeri (http://it.linkedin.com/in/ercolepalmeri ) MarketPlace online per la distribuzione dell eccellenza italiana nel mondo, e diffusione di una visione positiva del vivere italiano.

Dettagli

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma

Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Osservatorio SANA 2015 L AGROALIMENTARE BIOLOGICO ITALIANO ALL ESTERO SILVIA ZUCCONI - Nomisma Progetto promosso da: Con il patrocinio di: OSSERVATORIO SANA 2015 OSSERVATORIO SANA 2015 a cura di OBIETTIVI

Dettagli

LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO

LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA ORIENTATA AL MERCATO La pianificazione strategica può essere definita come il processo manageriale volto a mantenere una corrispondenza efficace tra gli obiettivi e le risorse

Dettagli

Reti e distribuzione

Reti e distribuzione Reti e distribuzione Obiettivi della lezione Il franchising come strategia di rete nella distribuzione: Franchising Casi dal made in Italy: Yamamay e Intimissimi 1 Il franchising Si stabilisce un rapporto

Dettagli

Specializzazione in commercio estero. Mara Granzotto

Specializzazione in commercio estero. Mara Granzotto Specializzazione in commercio estero Mara Granzotto Stage svolto nell azienda Canalcom 28/05/2007-30/06/2007 CANALCOM - servizio consulenza UFFICIO STAMPA CLIENTI: Fornaci Calce Grigolin spa Superbeton

Dettagli

TELEPASS+ 3 - Unità H

TELEPASS+ 3 - Unità H TELEPASS+ 3 - Unità H La gestione delle vendite e il marketing SOGGETTI GESTIONE DELLE VENDITE APPARATO DISTRIBUTIVO Insieme delle aziende e degli operatori economici, pubblici e privati, che intervengono

Dettagli

Dott. Giuseppe TRIPOLI

Dott. Giuseppe TRIPOLI Dott. Giuseppe TRIPOLI Direttore Generale DG per l Internazionalizzazione e la Promozione degli Scambi Ministero dello Sviluppo Economico 1 Andamento export 2011-2014 Var. % su anno precedente +3,8% 0%

Dettagli

TRADE MARKETING AND CATEGORY MANAGEMENT Prof. Sandro Castaldo Prof. Marco Rindone

TRADE MARKETING AND CATEGORY MANAGEMENT Prof. Sandro Castaldo Prof. Marco Rindone TRADE MARKETING AND CATEGORY MANAGEMENT Prof. Sandro Castaldo Prof. Marco Rindone Federica Ciccone (1729474) Riccardo Esposito (1536564) Linda Grisanti (1521889) Luciano Latina (1495423) Alessandro Norrito

Dettagli

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte

ABBIGLIAMENTO INFANTILE SETTEMBRE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE. La voce di Databank EDIZIONE 16. prima parte EDIZIONE 16 prima parte SETTEMBRE La voce di Databank 2012 Cerved Group Spa Tutti i diritti riservati Riproduzione vietata ABBIGLIAMENTO INFANTILE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE PAROLA D ORDINE: DELOCALIZZARE

Dettagli

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano

Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM in Camomilla Milano Facoltà di lingua e cultura italiana CORSO DI LAUREA MAGISTRALE IN COMUNICAZIONE PUBBLICITARIA Lo sviluppo della comunicazione di marketing e del CRM nelle imprese. Evidenze empiriche e il progetto CRM

Dettagli

LA CALZATURA ITALIANA E I MERCATI ESTERI: STRATEGIE, MARKETING, PROBLEMATICHE OPERATIVE. IL CASO ALFIERE SPA

LA CALZATURA ITALIANA E I MERCATI ESTERI: STRATEGIE, MARKETING, PROBLEMATICHE OPERATIVE. IL CASO ALFIERE SPA LA CALZATURA ITALIANA E I MERCATI ESTERI: STRATEGIE, MARKETING, PROBLEMATICHE OPERATIVE. IL CASO ALFIERE SPA chi siamo noi, chi è ciascuno di noi se non una combinazione di esperienze, d informazioni,

Dettagli

Fieramilano, 8 11 settembre 2011

Fieramilano, 8 11 settembre 2011 Fieramilano, 8 11 settembre 2011 Nell ambito del Salone Internazionale della Casa-MACEF Il logo di AbitaMI è stato ideato da Alessandro Mendini, protagonista e fine conoscitore della scena del design contemporaneo.

Dettagli

PTC va di moda alla Lotto Sport

PTC va di moda alla Lotto Sport Lotto Sport Italia PTC va di moda alla Lotto Sport Daniele Bon Nicola Ponchia Agenda L Azienda Perchè il PLM Obiettivi Approccio Perché PTC Obiettivi raggiunti e lessons learned Il Futuro 2 Lotto - La

Dettagli

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT

GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EXPORT GRADO DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE AZIENDE ITALIANE DELLA MODA E DEL LUSSO E DRIVER PER LA CRESCITA DELL EPORT Intervento di David Pambianco Martedì, 6 novembre 2012 Palazzo Mezzanotte Piazza degli

Dettagli

UNA NUOVA VISIONE, UN NUOVO FUTURO CON epower

UNA NUOVA VISIONE, UN NUOVO FUTURO CON epower UNA NUOVA VISIONE, UN NUOVO FUTURO CON epower Made In Italy INTERNAZIONALIZZAZIONE epower Business Solutions & International Consulting Contatto: epower Synergies Europe, Srl Riccardo P. Coles Corso di

Dettagli

Partnership sanofi - alphega. emanuele loiacono 22_06_2012

Partnership sanofi - alphega. emanuele loiacono 22_06_2012 Partnership sanofi - alphega emanuele loiacono 22_06_2012 1 La nostra presenza nel mondo (fatt. > 30,000M con più di 102.000 collaboratori) 2 3 Sanofi: lo sviluppo delle vendite in farmacia 600 (+ 50)

Dettagli

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.

CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI. ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte. CORSO GRATUITO ADDETTO VENDITE COMMESSO DI NEGOZIO (STORE MANAGER) SEDI E CONTATTI ANCONA E PROVINCIA www.garanziagiovaniperte.it IN EVIDENZA Frequenza infrasettimanale Corso gratuito Corpo docente formato

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015

I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO. Milano, 6 ottobre 2015 I FLUSSI DI ESPORTAZIONE DEL COMPARTO AGROALIMENTARE ITALIANO Milano, 6 ottobre 2015 INFORMAZIONI GENERALI Export Il settore agroalimentare ha continuato a registrare negli ultimi anni una costante crescita

Dettagli

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità.

K I W I. DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. K I W I DOSSIER 2012 Il punto della situazione sulla produzione mondiale, i consumi, i nuovi mercati, le novità. in sintesi Superficie mondiale di kiwi: 160.000 ettari Produzione mondiale di kiwi: 1,3

Dettagli

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana

Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Opportunità di crescita internazionale per la Pellicceria Italiana Il mercato della Pellicceria Italiana ha raggiunto un plateau nell ultimo periodo dovuto principalmente ad un consumo interno stabile

Dettagli

CONSULENZA STRATEGICA

CONSULENZA STRATEGICA CONSULENZA STRATEGICA La PGMB è una società di consulenza strategica che ha l obiettivo di diventare il punto di riferimento delle aziende volte a trasformare e sviluppare i propri modelli di business.

Dettagli

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015)

IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA. (aggiornamento maggio 2015) IL SETTORE LEGNO-MOBILE-SEDIA IN PROVINCIA DI UDINE ANALISI STATISTICA (aggiornamento maggio 2015) Il Sistema Legno-Mobile Sedia costituisce uno degli assi portanti del manifatturiero in Provincia di Udine

Dettagli

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011

Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda. trend e opportunità di sviluppo In Germania. Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Il Il mercato agroalimentare in Germania: Il settore moda trend e opportunità di sviluppo In Germania Benevento, Sondrio, 7 giugno 2011 Malpensa Fiere, 16 luglio 2014 La Germania nella zona EURO Valore

Dettagli

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti

Il catalogo MARKET. Mk6 Il sell out e il trade marketing: tecniche, logiche e strumenti Si rivolge a: Forza vendita diretta Agenti Responsabili vendite Il catalogo MARKET Responsabili commerciali Imprenditori con responsabilità diretta sulle vendite 34 di imprese private e organizzazioni

Dettagli

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE

LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE 6 novembre 2015 LA STRUTTURAZIONE ATTUALE DELLE IMPRESE DEL VINO ITALIANO PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE DENIS PANTINI Direttore Area Agroalimentare Nomisma Responsabile Wine Monitor Outline Evoluzione dei

Dettagli

Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA

Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA 1 Percorso di alta formazione TECNICO SUPERIORE MARKETING E WEB STRATEGY PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE NEL SETTORE MODA OBIETTIVO DEL PERCORSO Il progetto intende formare una figura professionale tecnica,

Dettagli

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 17 Pianificazione di marketing. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.

Marketing e Direzione d Impresa Lezione 17 Pianificazione di marketing. Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299. Marketing e Direzione d Impresa Lezione 17 Pianificazione di marketing Ing. Marco Greco m.greco@unicas.it Tel.0776.299.3641 Stanza 1S-28 Definire le strategie e i piani di marketing Il processo di distribuzione

Dettagli

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP.

Marketing: una definizione 28/10/2013 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. COMUNICAZIONE D IMPRESA Anno Accademico 2013/2014 CREAZIONE DI VALORE, ATTIVITÀ DI MARKETING E STRATEGIE D IMPRESA, PIANIFICAZIONE (CAP. 1, 2, 3) Unit 5 Slide 5.2.1 Lezioni del 29/30/31 ottobre 2013 IL

Dettagli

Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti

Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti DENOMINAZIONE DELL INIZIATIVA Promozione Lombardy compagnie aeree 2012 Ryanair-Trawelfly-Wizzair-AirDolomiti SOGGETTO PROPONENTE CAMERA DI COMMERCIO I.A.A. di Bergamo La Camera di Bergamo si propone come

Dettagli

RISCHIO E CONTROLLO DI GESTIONE. AREA STRATEGICA d AFFARI

RISCHIO E CONTROLLO DI GESTIONE. AREA STRATEGICA d AFFARI Prof. Francesco Albergo Docente di PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Corso di Laurea in Economia Aziendale Curriculum in Gestione Aziendale Organizzata UNIVERSITA degli Studi di Bari DOTTORE COMMERCIALISTA -

Dettagli

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate

PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA. Accordi verticali e pratiche concordate PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Accordi verticali e pratiche concordate SVILUPPO PROGETTO DISTRIBUZIONE SELETTIVA Il progetto nasce da una valutazione strategica circa l esigenza di approfondire la tematica

Dettagli

PROGETTO SPECIALE USA

PROGETTO SPECIALE USA PROGETTO SPECIALE USA Seminario Gioielleria e Oreficeria Calzature - Articoli Sportivi Docente: Prof. Gaetano MACARIO - Faculty ICE Agenzia Founder and Partner - Studio MACARIO CONSULTING Vicenza, 20 Maggio

Dettagli

Scaletta della lezione:

Scaletta della lezione: LA PIANIFICAZIONE STRATEGICA Scaletta della lezione: 1. Evoluzione del concetto di pianificazione strategica 2. Alcuni significati di strategia 3. Il processo decisionale strategico: la SWOT analysis 4.

Dettagli

MACEF THE ITALIAN EXPERIENCE. 9-12 settembre 2010. www.macef.it www.mymacef.it. International Home Show

MACEF THE ITALIAN EXPERIENCE. 9-12 settembre 2010. www.macef.it www.mymacef.it. International Home Show THE ITALIAN EXPERIENCE www.macef.it www.mymacef.it 9-12 settembre 2010 International Home Show Macef, Salone Internazionale della Casa THE ITALIAN EXPERIENCE Macef, Salone Internazionale della Casa, da

Dettagli

Ringraziamenti. Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1. 1.1 Premessa 1. 1.2 Glialboridelmercato 1

Ringraziamenti. Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1. 1.1 Premessa 1. 1.2 Glialboridelmercato 1 Prefazione di Guido Corbetta Presentazione di Giacomo Bozzi Ringraziamenti XIII XV XIX 1 Evoluzione storica e fenomenologica del mercato italiano dell orologeria 1 1.1 Premessa 1 1.2 Glialboridelmercato

Dettagli

Marketing globale e R & S

Marketing globale e R & S EDITORE ULRICO HOEPLI MILANO Capitolo sedici Marketing globale e R & S 16-3 Caso di apertura Kodak entrò in Russia agli inizi degli anni Novanta - Il paese stava attraversando una turbolenta transizione

Dettagli

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI

SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI SINTESI E PRINCIPALI CONCLUSIONI IL CONTESTO GLOBALE Negli anni recenti, la crescita economica globale si è mantenuta elevata. La principale economia mondiale, cioè gli Stati Uniti, è cresciuta mediamente

Dettagli

i valori ci guidano. ci ispirano, I bambini di tutto il mondo Le strategie di internazionalizzazione di Miniconf, tra passato, presente e futuro

i valori ci guidano. ci ispirano, I bambini di tutto il mondo Le strategie di internazionalizzazione di Miniconf, tra passato, presente e futuro Le strategie di internazionalizzazione di Miniconf, tra passato, presente e futuro Università di Siena Corso di laurea in Economia e Commercio 27 ottobre 2014 Giovanni Basagni Presidente Miniconf Spa I

Dettagli

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade and Promotion Section Giugno 2008 - IRAN - Il mercato del mobile

Istituto nazionale per il Commercio Estero Italian Embassy Trade and Promotion Section Giugno 2008 - IRAN - Il mercato del mobile 1 - IRAN - Il mercato del mobile 2 Principali indicatori del Paese: Superficie: 1.648.195 mq. Popolazione: 70 milioni PIL: 159 Mld di $USA PIL per abitante: 2.275 $USA CAPITOLO 1 Introduzione al settore

Dettagli

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato.

TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, un brand per aumentare il vantaggio competitivo delle eccellenze tecnologiche del Made in Italy nei nuovi scenari di mercato. TPA ITALIA, la nuova piattaforma fieristica B2B dedicata ai sistemi

Dettagli

Roma al 2015. Gli scenari per il futuro della città Auditorium 19 gennaio 2005

Roma al 2015. Gli scenari per il futuro della città Auditorium 19 gennaio 2005 Roma al 2015. Gli scenari per il futuro della città Auditorium 19 gennaio 2005 Nei prossimi anni Roma sarà chiamata a competere in un contesto internazionale ed in uno scenario dominato da alcune macrotendenze

Dettagli

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo

Fonte: indagine UniCredit 2010 sulla fiducia I RISULTATI PRINCIPALI. Indice di fiducia complessivo COMUNICATO STAMPA Settimo Rapporto UniCredit sulle Piccole Imprese La ricerca di nuovi mercati: la sfida delle piccole imprese fra cambiamento e tradizione Presentato a Roma, lo studio è stato dedicato

Dettagli

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO

ACQUISTO D'IMPULSO ACQUISTO SUGGERITO. Glossario essenziale della GDO A ACQUISTO D'IMPULSO Acquisto da parte del consumatore non programmato; effettuato in seguito alla percezione di uno stimolo, senza che abbia tenuto conto di fattori di effettivo bisogno. ACQUISTO SUGGERITO

Dettagli

COMPANY PROFILE 2014 BRINGING LIGHT

COMPANY PROFILE 2014 BRINGING LIGHT COMPANY PROFILE 2014 BRINGING LIGHT BRINGIN Sme.UP nasce nel 2013 dalla fusione di Smea, Query e Softia dopo una collaborazione durata oltre 20 anni L azienda ha installato il prodotto Sme.UP ERP presso

Dettagli

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI

FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA. Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI FONDIMPRESA- P.I.S.T.E. CATALOGO DEI CORSI DI FORMAZIONE GRATUITA Area tematica: INNOVAZIONE NEL RAPPORTO CON IL MERCATO (*) INDICE DEI CORSI Analisi di settore e internazionalizzazione (Mip) 2 Formazione

Dettagli

IL MARKETING 26/05/2015 Dr Chiara Civera 1

IL MARKETING 26/05/2015 Dr Chiara Civera 1 IL MARKETING Dr Chiara Civera 1 IL MARKETING: Programma incontri Introduzione al marketing definizione e sviluppo del concetto interazione con le altre funzioni d'impresa gli elementi del marketing mix

Dettagli

Corso di Strategie d impresa

Corso di Strategie d impresa Corso di Strategie d impresa A.A. 2009/2010 Prof. Tonino Pencarelli - Dott. Simone Splendiani CASO J- BasicNet strategy Un sistema innovativo basato su tecnologia e stile A cura di: Sara Barone e Alessandra

Dettagli

Ringraziamenti dell Editore

Ringraziamenti dell Editore 00 Pratesi romane.qxp:. 23-12-2008 16:56 Pagina VII INDICE Prefazione Ringraziamenti dell Editore XVII XXI Capitolo 1 Introduzione al processo di marketing management 1 1.1 La filosofia del marketing,

Dettagli

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01

LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING. Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 LE STRUTTURE ORGANIZZATIVE DI TRADE MARKETING Beatrice Luceri Facoltà di Economia Anno Accademico 2000/01 La configurazione della funzione di Trade Marketing I fenomeni che hanno influito sui processi

Dettagli

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO

UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO UNITED COLORS OF BENETTON. DOTT. FRANCESCO BARBARO 1 INDICE 1/2 1. IL GRUPPO BENETTON: COMPANY OVERVIEW 2. LA STRATEGIA D AREA 2.1 IL POSIZIONAMENTO COMPETITIVO 2.2 LA CONFIGURAZIONE DELLE ATTIVITA 3.

Dettagli

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero

Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza. L'E-Procurement nell'azienda estesa della conoscenza. Agenda. Il Gruppo Snaidero BICOCCA PER LE IMPRESE seminario Tecnologie Informatiche e Supply Chain Management (SCM), Università di Milano Bicocca 18.09.2003 Milano, 18 Settembre 2003 Supply Chain nell azienda estesa della conoscenza

Dettagli

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1%

Sintesi 9 mesi 2010. 18 M oneri non ricorrenti vs. 15 M nei 9 mesi 09. 9 mesi 09. Var % 9 mesi 10. Ricavi 1.491 1.498 0,5% EBIT 134 141 5,1% 1 Sintesi 9 mesi 2010 9 mesi 09 9 mesi 10 Var % Ricavi 1.491 1.498 0,5% Positivo impatto della valuta e della curva di consegna delle collezioni. EBIT gest. Ord. 149 159 6,6% Completamento Piano Riorganizz.:

Dettagli

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE

IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E PROSPETTIVE FUTURE IL VINO ITALIANO ALLA LUCE DEI NUOVI SCENARI EVOLUTIVI: OPPORTUNITÀ E DENIS PANTINI Direttore Area Agricoltura e Industria Alimentare Nomisma spa PROSPETTIVE FUTURE I temi di approfondimento I consumi

Dettagli

Sales e Marketing Management

Sales e Marketing Management Bologna - Ottobre 2006 con frequenza al sabato Sales e Marketing Management Il Master Gli Obiettivi I Destinatari Obiettivi: Introdurre il partecipante sui principali temi di marketing, favorendo l'acquisizione

Dettagli

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto

1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto 1.3.1.2.0 - Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese nell industria in senso stretto Gli Imprenditori, gestori e responsabili di piccole imprese sono a capo di piccole imprese di cui definiscono,

Dettagli

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence

Il caso Brix distribuzione: monitorare le. supermercati attraverso un sistema di Business Intelligence I casi di successo dell Osservatorio Smau e School of Management del Politecnico di Milano * Il caso Brix distribuzione: monitorare le performance economicofinanziarie di una rete di supermercati attraverso

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 RETAIL Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel offre ai propri

Dettagli