BUSINESS PLAN. Titolo di studio (A,B,C,D)

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "BUSINESS PLAN. Titolo di studio (A,B,C,D)"

Transcript

1

2 Denominazione aziendale: IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse Natura giuridica: s.r.l. Comune: Siena Prov.: Si Cap: Via e N.civ : C.Battisti, 11 Tel.: 0577/49197 Fax: 0577/ Titolare/Soci Data di nascita Titolo di studio (A,B,C,D) Precedenti esperienze di lavoro (Si/No) Imprenditoriali Lavoro autonomo Lavoro dipendente Aretini Gessica 18/03/92 A NO SI SI Calvani Niccolò 02/05/92 A NO SI SI Cocchia Eleonora 13/07/93 A NO SI SI Covati Virginia 25/09/93 A SI SI SI Florindi Jacopo 09/08/92 A NO SI SI Semplici Davide 10/04/92 A NO SI SI Veliu Dorel 28/06/91 A NO SI SI Pagina 2 di14

3 Presupposti e motivazioni L IMPRESA E IL SUO BUSINESS La nostra azienda svolge la propria attività per l esercizio radiofonico e per la vendita di spazi pubblicitari. L idea imprenditoriale è quella di creare un impresa che si occupi della divulgazione d informazione nel territorio cittadino al fine di soddisfare le esigenze della Clientela. L azienda sarà dotata di tutte le attrezzature adatte a svolgere al meglio la propria attività. E un azienda ad inizio attività e cercherà di sviluppare i propri affari nel corso degli anni promuovendo i propri prodotti/servizi sia per corrispondenza sia attraverso il proprio sito internet. Forma sociale La forma giuridica scelta è società di capitali a.r.l. Tale organizzazione giuridica prevede che il consiglio d amministrazione elegga, anche tra i propri membri, il Presidente del Consiglio di Amministrazione, ed il vicepresidente Consiglio di Amministrazione. Tali incarichi vengono ricoperti, rispettivamente, da Covati Virginia e Cocchia Eleonora. Vertice e management Il consiglio di amministrazione ha il compito di coordinare le attività dell impresa e di prendere le decisioni riguardanti investimenti. Il consiglio è composto da sette soci amministratori. Il Consiglio di amministrazione ha individuato i compiti da assegnare ai responsabili delle funzioni aziendali così come viene riportato nell organigramma allegato. L unico socio che ha esperienza pratica nel settore radiofonico è Covati Virginia, però ognuno ha le basi necessarie e le capacità intuitive per rendere grande questa azienda. Tutti i soci hanno la stessa quota di partecipazione e al momento non è previsto l ingresso nell azienda di nuovi soci. Ubicazione: La società sarà denominata IFS Bandini Antenna Radio Esse soc.coop.r.l. ed avrà sede in centro Italia, in Toscana, più precisamente a Siena, Via Cesare Battisti La nostra società è ubicata in un punto strategico della città, raggiungibile facilmente sia dai nostri collaboratori che dagli eventuali clienti. Pagina 3 di14

4 LA MISSIONE È la vera ragion d essere dell azienda, un arricchimento semantico dello scopo sociale, nella consapevolezza che le possibilità di crescita economica sono correlate ad uno sviluppo della responsabilità sociale (sviluppo sostenibile). La qualità del servizio nei confronti dell Utente e la soddisfazione per l utilizzo delle soluzioni sono obiettivi strategici per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. Nella Missione, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l.chiarisce la propria ragione d essere, identificando tutti i suoi principali interlocutori: i Clienti, i collaboratori, ma anche l ambiente e la collettività in genere, richiamati dal riferimento alla sostenibilità e alla responsabilità, intese come modalità e criteri di decisione. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. intende fornire al Cliente un servizio eccellente, corredato da integrazioni innovative; ai collaboratori un equo riconoscimento del lavoro svolto; a tutti gli interlocutori - interni o esterni, diretti o indiretti va comunque garantito un comportamento leale e responsabile, improntato ai valori condivisi. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è prima di tutto un azienda "italiana", sia per la natura del suo capitale e del suo management che per la diffusione sul territorio nazionale che le consente di assistere al meglio i propri Clienti e di sviluppare una politica di vicinanza con i territori locali. La missione di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è quella di offrire ai Clienti servizi di informazione radiofonica. Sostenere i Clienti nella valorizzazione del loro core business attraverso l offerta di soluzioni ad elevato valore aggiunto, per il controllo e l ottimizzazione dell organizzazione e dei processi produttivi. Questa è la missione di IFS Bandini ARE Antenna Radio soc.coop.a.r.l., azienda che punta a garantire servizi integrati di altissima qualità. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. intende soddisfare le principali esigenze dei suoi Clienti, ed essere anche un apprezzato interlocutore da parte della comunità. VALORI DI RIFERIMENTO La cultura aziendale di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è riconducibile agli orientamenti valori di seguito esposti. Capillarità sul territorio, ovvero un approccio gestionale che parte dall analisi delle caratteristiche e delle esigenze specifiche delle realtà territoriali di riferimento, per costruirvi intorno le azioni ed i programmi aziendali per la gestione di magazzini, al fine di offrire servizi efficienti che creano valore aggiunto su tutto il territorio nazionale. Per IFS Bandini ARE Antenna Pagina 4 di14

5 Radio Esse soc.coop.a.r.l. la creazione di valore si fonda sulla collaborazione con realtà aziendali fortemente radicate nelle aree geografiche in cui opera, garantendo ai Clienti servizi studiati ad hoc. La Metropolis unica nello scenario italiano, cerca di offrire servizi e competenze a 360 ad aziende di ogni dimensione e settore d attività che gestiscono magazzini. Centralità della persona, che si esprime attraverso il rispetto dell integrità fisica, culturale e di interrelazione di tutti gli interlocutori della società. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. si impegna a promuovere un comportamento etico, basato sui principi di onestà, integrità e affidabilità nei confronti dei componenti interni ed esterni all azienda. Tutela dell ambiente, che non si traduce unicamente nel rispetto dell ecosistema e nella ricerca di un habitat di lavoro adeguato ai propri dipendenti, ma assume un significato socio-economico più ampio. Per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. diventa infatti essenziale crescere valorizzando e rispettando il patrimonio economico del territorio, attraverso la realizzazione di sinergie ed iniziative con soggetti impegnati nel settore energetico e ambientale, armonizzandone l approccio al mercato e valorizzandone le peculiarità, creando in questo modo nuove opportunità di lavoro e di sviluppo. Coerentemente con i valori sopra enunciati, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. riconosce ed aderisce ai principi fondamentali che modellano la propria gestione, qui di seguito elencati: Efficienza, efficacia ed economicità dei sistemi gestionali: IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è consapevole del fatto che anche nel periodo di avviamento è indispensabile gestire nel modo più accurato possibile le risorse economiche, nella prospettiva di assicurare l equilibrio economico-finanziario e rafforzare il proprio vantaggio competitivo, in modo coerente con gli orientamenti valoriali condivisi. Per questo, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. promuove gruppi di lavoro che comunichino trasversalmente all interno dell organizzazione, condividendo conoscenza, tecnologie e best practice. Correttezza e trasparenza nei rapporti negoziali Verso l esterno IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. si impegna a garantire un trattamento equo ai propri Clienti ed in particolare ad erogare il proprio servizio con onestà e trasparenza. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l., inoltre, vuole stabilire rapporti leali con i propri dipendenti e collaboratori, valorizzandone le capacità e riconoscendone l impegno responsabile, i risultati ed i meriti in maniera equa. Impegno costante nella ricerca e nello sviluppo IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l, nel perseguimento del disegno strategico, promuove il massimo grado di innovazione, a vantaggio della comunità. Attenzione ai bisogni ed alle aspettative legittime degli interlocutori interni ed esterni IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. persegue un dialogo sistematico e continuo con i portatori di interesse, al fine di rafforzare il loro coinvolgimento emotivo, il sentimento di appartenenza, il grado di soddisfazione e la valorizzazione del proprio scopo sociale e/o personale. La responsabilità sociale d impresa costituisce senza dubbio una problematica rispetto alla quale si stanno realizzando nuove dinamiche economiche che non possono non interessare la competizione sia su scala globale che su quella locale. Questo perché, tali dinamiche economiche globali non possono non tenere conto di temi fondamentali come, il rispetto dei diritti umani, il rispetto dei Pagina 5 di14

6 diritti dei lavoratori, la tutela contro lo sfruttamento dei minori nonché le garanzie di sicurezza e salubrità sul posto di lavoro. Infatti, uno degli obiettivi principali è quello di far familiarizzare il management con le leggi e i regolamenti locali, in modo tale che l'azienda prenda coscienza dei propri obblighi. Un Sistema di gestione basato sulla Responsabilità sociale dà un valore aggiunto all impresa che lo sostiene attraverso: Miglioramento della reputazione e valorizzazione delle immagini Acquisizioni di competitività (fidelizzazione/acquisizione nuovi Clienti o consumatori) Miglioramento dei rapporti con la comunità locale Miglioramento dei rapporti con le istituzioni Aumento dell attrattività per la forza lavoro Miglioramento del clima interno con riflessi sulla produttività Maggior controllo sulla filiera dei fornitori e un loro maggior coinvolgimento Trasparenza dell attività aziendale con aumento della visibilità interna ed esterna circa i propri principi etico-sociali PIANO DI MARKETING E PREVISIONI Le previsioni per il 2011 Per il 2011 si stima una crescita del mercato dell'ordine dell'1,9%, di un punto percentuale in più rispetto al Il relativo miglioramento porterà il mercato al valore complessivo di milioni, ma si confronterà però con tassi più sostenuti attesi in tutti i paesi guida dell'europa. Per l'informatica, l'attuale situazione congiunturale lascia presagire una crescita lievemente inferiore a quella del 2010 e pari all'1,6%. Pagina 6 di14

7 DISEGNO STRATEGICO Individuare gli obiettivi di medio e lungo termine e le scelte fatte, in termini di programmi, iniziative, azioni e risorse, per realizzarli. VALORIZZAZIONE DELLE RISORSE UMANE Le attività di gestione del personale rivestono un ruolo centrale all interno degli indirizzi strategici di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. L azienda ritiene che solo attraverso il coinvolgimento di tutti i suoi collaboratori e la condivisione della conoscenza sia possibile ottenere importanti risultati di qualità e di efficienza gestionale. Partecipazione e coinvolgimento nelle scelte consentiranno inoltre di rafforzare nelle persone il sentimento di appartenenza all azienda. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. punta dunque alla valorizzazione delle risorse umane attraverso percorsi di accrescimento professionale e di partecipazione agli scopi dell impresa. INNOVAZIONE E INTEGRAZIONE DEI SERVIZI L innovazione continua del servizio è un importante leva strategica per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l.; consentirà all azienda di soddisfare al meglio le nuove esigenze dei software per la gestione di magazzini, e di realizzare nel tempo il proprio potenziale di crescita sul mercato. RAPPORTO CON I CLIENTI Nei prossimi anni IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. intende attuare una strategia che, rafforzando il rapporto con i propri Clienti, ne aumenti la fidelizzazione. Una più approfondita conoscenza delle esigenze dei Clienti consentirà a IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. di adeguare continuamente l offerta ai bisogni della Clientela. MIGLORAMENTO CONTINUO DELL' ORGANIZZAZIONE SINDACALE L azienda ha avviato un processo di continuo miglioramento delle procedure gestionali interne per aderire ai requisiti posti sia dalle normative, sia dagli strumenti di legittimazione, quali le certificazioni dei processi, che qualificano maggiormente l impegno di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. per uno sviluppo sostenibile. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. tende inoltre all adeguamento continuo della propria struttura organizzativa. Pagina 7 di14

8 RAPPORTO CON LA COLLETTIVITA' IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l., nell ambito delle politiche aziendali di qualità e ambiente, ha dichiarato, nella Carta dei Servizi, il proprio impegno nella protezione ambientale. In particolare, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. persegue: la realizzazione di sistemi e di procedure della gestione per la massima sicurezza degli addetti, della collettività e dell ambiente. l interrelazione con la collettività e con le sue componenti rappresentative per un dialogo partecipativo di scambio e di arricchimento sociale, finalizzato al miglioramento della qualità della vita. L azienda intende perseguire, quanto prima, l obiettivo del miglioramento dei propri processi che abbiano impatto ambientale; magari arrivando anche alla certificazione di qualità ambientale dei processi (ISO 14001). PIANO PROGRAMMATICO Individua gli obiettivi di breve-medio termine e le scelte di indirizzo e intervento, ai fini della gestione delle risorse ad essi relative. GESTIONE DELLE RISORSE UMANE Coerentemente a quanto dichiarato nei Valori e nel Disegno Strategico, le Risorse Umane rappresentano un elemento centrale per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. che si impegna affinché vengano adeguatamente valorizzate ed abbiano la possibilità di crescere professionalmente all interno dell azienda. A tale scopo ed in tale ambito, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ha individuato alcuni interventi significativi qui di seguito elencati: Normalizzazione delle Relazioni Industriali con le rappresentanze sindacali. Individuazione dei percorsi di formazione dei dipendenti e condivisione dei processi di miglioramento trasversali. Coinvolgimento di tutto il personale e di tutte le strutture funzionali nelle politiche di qualità dei processi. Definizione sia di nuovi sistemi di valutazione ed incentivazione, sia di un nuovo modello delle competenze e delle responsabilità all interno della struttura organizzativa. Rafforzamento del ruolo della comunicazione interna. Creazione di una cultura che favorisca l integrazione dei processi decisionali con i partner commerciali, a partire dalla progettazione dei servizi. Maggiore sensibilizzazione dei dipendenti nei confronti del sistema azienda concepita come progetto comune. Controllo dei Fornitori sul rispetto del requisito 1 dello Standard SA8000. Sensibilizzazione del personale sulla tematica del lavoro infantile e sull impegno dell azienda a porre rimedio a situazioni riconducibili alla violazione del requisito. Pagina 8 di14

9 INNOVAZIONE E INTEGRAZIONE DEI SERVIZI In termini generali, l innovazione ha significato fin dalla nascita di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. la possibilità di crescere nel mercato della produzione di software per la gestione dei magazzini. A maggior ragione, essendo tale fattore diventato un importante elemento di distinzione nello sviluppo delle gestioni di magazzino, l azienda ha stabilito le seguenti linee di intervento: Ampliamento dell offerta di servizi ICT orientati alla creazione di valore aggiunto per il Cliente; Sviluppo continuo della strategia delle alleanze ed integrazione progressiva dei relativi servizi. RAPPORTO CON I CLIENTI Per poter anticipare e soddisfare adeguatamente le esigenze dei Clienti, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ritiene necessario intensificare le occasioni di interazione anche attraverso: Il miglioramento della comunicazione on-line attraverso il sito Internet ed il portale IFS Bandini ARE Antenna Radio Esses.r.l. L intensificazione delle indagini periodiche sulla customer satisfaction. MIGLORAMENTO CONTINUO DELL' ORGANIZZAZIONE L importanza di mantenere un organizzazione aziendale snella e flessibile, che sia in grado di recepire i segnali che giungono dal mercato e di adeguarvisi velocemente, ha spinto IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ad avviare una serie di azioni quali: La maggiore responsabilizzazione di tutti i servizi aziendali sui risultati insieme al rispetto delle procedure interne; una maggiore coerenza dell organizzazione con gli indirizzi strategici, attraverso un appropriata impostazione per aree funzionali e per processi; Una forte attenzione alla sicurezza che, attraverso la tutela del personale e la protezione delle informazioni, garantisce, a vantaggio di tutti gli stakeholder, il patrimonio aziendale e la sicurezza globale dell impresa; Il rafforzamento del senso di appartenenza alla cultura aziendale di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. non solo dei dipendenti e collaboratori, ma anche della Clientela. Il miglioramento dell organizzazione interna, inoltre, non può prescindere dal continuo sviluppo della qualità dei processi, che per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. non significa unicamente mantenere le certificazioni ISO9001 e SA8000. RAPPORTO CON LA COLLETTIVITA' Sin dalla costituzione IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ha basato il suo sviluppo sull interazione con le diverse realtà sociali ed economiche presenti sul territorio, creando un Pagina 9 di14

10 rapporto diretto tra le sue attività ed il contesto sociale ed ambientale di riferimento. In particolare, la progettualità di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. nel rapporto con la collettività si esprime nelle seguenti azioni: Sviluppo di partnership con aziende ed enti che operano nel campo della promozione sociale, culturale e tutela ambientale; Potenziamento degli investimenti sul territorio di operatività. SISTEMI DI REMUNERAZIONE E INCENTIVAZIONE AZIENDALE Le condizioni contrattuali sono rese note attraverso la pubblicazione del CCNL all interno di apposite procedure disponibili nella rete intranet aziendale. Non esistono contrattazioni aziendali di secondo livello. Coerentemente con l accento posto sulla centralità della persona come valore primario della cultura aziendale, si è cercato di diversificare le modalità di incentivazione del personale, adattandole meglio alle esigenze individuali. Un aspetto dello sviluppo di carriera che viene evidenziato è la possibilità di cambiare mansione o accedere a ruoli di più alto livello, il che favorisce la crescita interna. Le buste paga attestano che i salari corrispondono agli standard retributivi legali. I pagamenti sono regolari e avvengo a mezzo bonifico o, se richiesto, con assegni bancari il 10 di ogni mese. Vengono garantiti passaggi di livello ed elargiti i conseguenti aumenti di stipendio per come previsto dal CCNL. ATTIVITA' SANITARIA E SICUREZZA SUL LAVORO Nell ambito dell attuazione della normativa della Sicurezza e in rispetto dei valori fondamentali a cui IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l fa riferimento, l azienda sta conducendo una politica a tappeto che vede coinvolti tutti i processi aziendali al fine di far confluire l intero processo imprenditoriale all interno di un alveo di protezione volto a tutelare l integrità fisica dei lavoratori (interni ed esterni), prevenendo eventuali situazioni di pericolo. A tal fine è stato avviato un flusso destinato a condurre progressivamente la società lungo un tracciato di ammodernamento e miglioramento continuo, avente per riferimento i più alti standard qualitativi, di sicurezza e tutela ad oggi in vigore. Infatti l azienda ha aderito ad un protocollo firmato da Confindustria, Inail, etc. per la realizzazione di un Sistema di Gestione della Sicurezza del Lavoro. Questo prende in considerazione le attività svolte dai lavoratori, comparandole tra il piano della valutazione dei rischi effettuata in riferimento alla normativa vigente, e le norme e codici di buona tecnica, nonché ai principi di prevenzione dei rischi. L articolato degli studi è così sintetizzabile: individuazione dei pericoli relativi alla valutazione dei rischi presenti durante il lavoro; definizione delle misure di prevenzione e protezione utilizzabili per il controllo e/o la riduzione dei livelli di rischio così come individuati durante la fase di valutazione; definizione di tipologie di intervento da attuarsi in relazione alla situazione riscontrata, qualora le misure definite non fossero presenti. Tutto ciò ha generato piani d emergenza e di evacuazione con gli obiettivi della protezione delle persone, dell ambiente, dei beni, nonché del massimo contenimento possibile dei danni, Pagina 10 di14

11 ottimizzando l uso di mezzi e dispositivi di prevenzione e protezione. Tutti i lavoratori prendono parte attiva, venendo informati sul fatto che ogni intervento debba essere effettuato senza mettere a repentaglio la propria incolumità e quella degli altri, in conformità alle istruzioni ricevute. In ottemperanza alle osservazioni preliminari che fissano il concetto secondo cui l utilizzazione in sé delle attrezzature non debba essere fonte di rischio per i lavoratori, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ha curato in modo particolare la definizione dei requisiti atti a garantire uno spazio sufficiente per permettere ai propri lavoratori posizioni comode, con piani di lavoro di dimensioni opportune, con angoli smussati, al fine di favorire una disposizione flessibile per gli schermi e le tastiere dei computer, con superfici poco riflettenti. Tutti gli arredi sono stati acquistati in conformità alle specifiche richieste dal D.Lsg 626/94 e succ. modif. ed in particolare le sedie sono munite di tutte le regolazioni contemplate dalla normativa, al fine di meglio adattarle alle varie caratteristiche fisiche dei diversi soggetti occupanti. In ottemperanza al D. Lsg 626/94 e succ. modif. ed al D.Lgs 91/08 e succ. modif. è stato nominato il medico competente, il quale, in accordo con l RSPP (Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione) e l RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza), ha il compito di effettuare le visite mediche periodiche per tutti i dipendenti IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. Tale ciclo di visite viene ripetuto secondo disposizioni di legge e per quanto riguarda i nuovi assunti la visita medica viene effettuata all atto dell assunzione. Il medico competente, inoltre, ha contribuito alla stesura del documento sulla Valutazione dei Rischi, redatto con l ausilio di studi di consulenza esterna, in materia di Sicurezza. L obiettivo principale è quello di salvaguardare la salute dei lavoratori, garantendo, nel contempo, un minimo impatto sull ambiente circostante e tra le stesse infrastrutture tecnologiche. MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI Tutti gli impianti elettrici, idraulici, di trattamento aria e di telecomunicazioni sono sottoposti a cicli di manutenzione ordinaria, al fine di garantirne sempre la perfetta efficienza, anticipando sul nascere eventuali momenti di degrado che potrebbero non garantire l esercizio continuativo e la preservazione della salute del personale. Nel rispetto degli standard normativi a cui IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l ha deciso di fare riferimento, si è stilata una programmazione degli interventi manutentivi alla quale ci si attiene al fine di non lasciare nulla al caso. A ciò si aggiunge la manutenzione atta a verificare la necessità di apportare azioni correttive di miglioramenti agli impianti. LA RETE COMMERCIALE Un altro aspetto che contraddistingue la tipologia d impresa di IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è rappresentato dalla struttura organizzativa della propria rete commerciale, anch essa ben radicata sul territorio. La struttura vendite IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. è estremamente dinamica e flessibile, è coordinata da un responsabile. Pagina 11 di14

12 L' IDEA DI SERVIZIO SECONDO IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse Il comparto della gestione di magazzino attraverso software preimpostati, rivolto a tutte le aziende che ne hanno bisogno, sta a sua volta attraversando un periodo di forte aggregazione di società necessaria per poter assumere dimensioni tali da sostenere il confronto con il mercato anche in questo caso sempre più selettivo. In generale i principi fondamentali a cui si ispira IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. nell erogazione dei suoi servizi sono: Uguaglianza ed imparzialità Continuità Partecipazione Cortesia Efficienza ed efficacia Informativa alla Clientela e diritto di scelta CARATTERISTICHE E ANALISI DELLA CLIENTELA E DEI MERCATI SERVITI Il mercato della azienda così fortemente concorrenziale, uno dei fattori determinanti per il Cliente è tuttora il prezzo. In sostanza il Cliente sa sempre quanto spende. In tale contesto è risultato indispensabile per IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. abbandonare i criteri del mass marketing e adottare le tecniche della customization, acquisendo la capacità d identificare il modo più efficace di intrattenere il rapporto con i propri Clienti ed individuare quali sono, per ognuno di essi, i prodotti più idonei. COSTUMER SATISFACTION Nel mercato della commercializzazione di software per la gestione dei magazzini diventa sempre più importante per gli operatori puntare, oltre che sulla crescita, anche sulla fidelizzazione della Clientela acquisita. I Clienti si aspettano che le aziende capiscano e tengano nella giusta considerazione i loro desideri e i loro bisogni. È quindi prioritaria la conoscenza approfondita dei propri Clienti, la rilevazione sia delle aspettative sia del grado di soddisfazione, per offrire prodotti e servizi il più possibile vicini alle loro esigenze, sempre più personalizzati. CONDIZIONI NEGOZIALI Al fine di garantire alla propria Clientela servizi con standard qualitativi elevati, IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ha definito alcuni valori e principi che guidano e orientano i comportamenti, le azioni e le decisioni di tutta l azienda, ponendosi come obiettivo il miglioramento continuo delle proprie prestazioni in termini di soddisfazione del Cliente: Trasparenza e imparzialità - IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. si impegna a promuovere il rispetto delle regole e delle disposizioni contrattuali attraverso una costante Pagina 12 di14

13 azione di semplificazione nei confronti della Clientela. Fornisce inoltre i servizi in modo obiettivo, giusto ed imparziale, senza alcuna discriminazione. Partecipazione, cortesia e disponibilità - IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. impronta i propri rapporti con i Clienti al rispetto e alla cortesia, raccogliendo suggerimenti e proposte su come migliorare il proprio servizio e agevolando i Clienti nell esercizio dei diritti e nell adempimento degli obblighi. Qualità del servizio, efficienza ed efficacia - IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. si impegna ad erogare ai Clienti servizi regolari, continui e senza interruzioni e a mantenere e migliorare costantemente l efficienza e l efficacia del servizio, adottando le soluzioni tecnologiche ed organizzative più idonee a questo scopo. LE PERSONE E LA SOCIETA' IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. oltre a perseguire criteri di eccellenza relativi a scopi istituzionali di natura economica, si prefigge anche finalità e contributi rivolti al benessere del territorio circostante e delle persone che ne fanno parte. L impegno sociale ha abbracciato un vasto campo di iniziative e modi di essere, dall attenzione alla coerenza e alla trasparenza delle proprie offerte commerciali, alle scelte di comunicazione pubblicitaria, che hanno visto affiancare all advertising classico, di ampia visibilità ma di approccio più distante e stereotipato, canali non tradizionali di informazione rivolti a obiettivi di solidarietà e promozione dello sviluppo economico. Fra gli ambiti di intervento si possono annoverare settori rilevanti quali la ricerca scientifica, l arte, la tutela e valorizzazione dei beni e delle attività culturali, la sanità e l assistenza alle categorie sociali più deboli. SISTEMI DI GESTIONE AMBIENTALE E DI GESTIONE DEL RISCHIO IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ha adottato un sistema finalizzato al raggiungimento di una migliore gestione della variabile ambiente, nonostante la propria attività non sia fonte di particolari criticità in tale ambito ed il rischio professionale ad essa legato sia piuttosto modesto. IFS Bandini ARE Antenna Radio Esse soc.coop.a.r.l. ritiene comunque indispensabile attuare tutti gli adempimenti richiesti dalla normativa vigente oppure consequenziali al proprio livello di attenzione all ambiente, anche in ottica preventiva, qualora fosse necessaria qualche attività atipica rispetto a quella ordinaria che possa comportare eventuali rischi. Al di là dell adozione di un sistema certificato come l ISO14001 (che non è escluso si faccia in un prossimo futuro) si è messo in opera un iter di miglioramento i cui presupposti si riscontrano, fra l altro, nella crescente attenzione di tutto il personale all impatto ambientale che possono avere determinati comportamenti lavorativi Pagina 13 di14

14 FONTI DI FINANZIAMENTO La società si costituirà con un conferimento di euro così suddivisi tra i soci: ARETINI GESSICA: euro ,00 ; CALVANI NICCOLO': euro ,00; COCCHIA ELEONORA: euro ,00; COVATI VIRGINIA: euro ; FLORINDI JACOPO: euro ; SEMPLICI DAVIDE: euro ; VELIU DOREL: euro ; Il 25% della quota verrà versato nel conto corrente bancario vincolato. Si procederà all acquisto dei beni strumentali necessari allo svolgimento dell attività aziendale e al cespite dove ubicare la sede sociale e gli uffici. Il consiglio d amministrazione ha approvato l'inventario di beni apportati dai soci e ha deciso di effettuare i seguenti investimenti: INVENTARIO AL 12/01/2011 Mobili reparto trasmissioni 5.000,00 Arredi reparto trasmissione: 5.000,00 Postazione trasmissione: ,00 Fabbricato ad uso uffici: ,00 Frequenza ,00 Concessione ministeriale a trasmettere: ,00 Mobili ed arredi amministrazione: ,00 Hardware per uffici: ,00 Software: ,00 Costi d impianto: 8.000,00 INVESTIMENTI DA EFFETTUARE: Per i prossimi anni non sono previsti investimenti significativi in quanto la radio dovrà prima fidelizzare un utenza adeguata per poter consolidare la raccolta pubblicitaria. Pagina 14 di14

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L.

CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. CODICE ETICO DI CEDAM ITALIA S.R.L. Il presente codice etico (di seguito il Codice Etico ) è stato redatto al fine di assicurare che i principi etici in base ai quali opera Cedam Italia S.r.l. (di seguito

Dettagli

Gruppo PRADA. Codice etico

Gruppo PRADA. Codice etico Gruppo PRADA Codice etico Indice Introduzione 2 1. Ambito di applicazione e destinatari 3 2. Principi etici 3 2.1 Applicazione dei Principi etici: obblighi dei Destinatari 4 2.2 Valore della persona e

Dettagli

Policy. Le nostre persone

Policy. Le nostre persone Policy Le nostre persone Approvato dal Consiglio di Amministrazione di eni spa il 28 luglio 2010 LE NOSTRE PERSONE 1. L importanza del fattore umano 3 2. La cultura della pluralità 4 3. La valorizzazione

Dettagli

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag.

CODICE ETICO SOMMARIO. Premessa Principi generali. pag. 2 pag. 2 pag. 3 pag. 3 pag. 4 pag. 4 pag. 5 pag. 7 pag. 7 pag. 7 pag. 8 pag. 8 pag. CODICE ETICO SOMMARIO Premessa Principi generali Art. I Responsabilità Art. II Lealtà aziendale Art. III Segretezza Art. IV Ambiente di Lavoro, sicurezza Art. V Rapporti commerciali Art. VI Rapporti con

Dettagli

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale

Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale Preambolo La Carta Italiana dei Criteri del Commercio Equo e Solidale è il documento che definisce i valori e i princìpi condivisi da tutte le organizzazioni

Dettagli

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N.

REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. REGOLAMENTO E POLITICHE AZIENDALI ALLEGATO (J) DOCUMENTO SULLE POLITICHE DI SICUREZZA E TUTELA DELLA SALUTE SUL LAVORO EX D.LGS. N. 81/2008 Il Consiglio di Amministrazione della Società ha approvato le

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza

Codice di Comportamento Genesi Uno. Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Codice di Comportamento Genesi Uno Linee Guida e Normative di Integrità e Trasparenza Caro Collaboratore, vorrei sollecitare la tua attenzione sulle linee guida ed i valori di integrità e trasparenza che

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA

ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA ISTITUTO COMPRENSIVO di ZOLA PREDOSA Via Albergati 30 40069 Zola Predosa (BO) Tel. 051/755355 755455 - Fax 051/753754 E-mail: BOIC86400N@istruzione.it - C.F. 80072450374 Pec : boic86400n@pec.istruzione.it

Dettagli

Allegato A COMUNE DI ALANO DI PIAVE Provincia di Belluno PIANO TRIENNALE DI AZIONI POSITIVE PER LE PARI OPPORTUNITÀ 2015-2017 (ART. 48, COMMA 1, D.LGS. 11/04/2006 N. 198) Il Decreto Legislativo 11 aprile

Dettagli

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1

NORME GENERALI PRINCIPI ETICI REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 REGOLAMENTO INTERNO 2013 1 NORME GENERALI Art. 1 Validità del regolamento interno Il presente regolamento, derivante dai principi espressi dallo Statuto da cui discende, rappresenta le regole e le concrete

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro

La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La politica Nestlé per la Salute e la Sicurezza sul Lavoro La sicurezza non è negoziabile Nestlé è convinta che il successo a lungo termine possa essere raggiunto soltanto grazie alle sue persone. Nessun

Dettagli

DIRITTI DEI CONSUMATORI

DIRITTI DEI CONSUMATORI DIRITTI DEI CONSUMATORI 1. Quali sono i diritti dei consumatori stabiliti dal Codice del Consumo 2. Qual è la portata della disposizione? 3. Qual è l origine dell elencazione? 4. In che cosa consiste il

Dettagli

Codice deontologico dell Assistente Sociale

Codice deontologico dell Assistente Sociale Codice deontologico dell Assistente Sociale Approvato dal Consiglio Nazionale dell Ordine Roma, 6 aprile 2002 TITOLO I Definizione e potestà disciplinare 1. Il presente Codice è costituito dai principi

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte.

La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. 1. Premessa. La valutazione della ricerca nell area dell Economia Aziendale. Alcune proposte. La comunità dei docenti e ricercatori dell area di Economia Aziendale, rappresentata dalle società scientifiche

Dettagli

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002

SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva. Roma, 30 maggio 2002 SOCIAL BRANDING La comunicazione positiva Roma, 30 maggio 2002 Indice Lo scenario italiano 3-10! Come la pensano gli italiani! Le cause sociali di maggiore interesse! Alcuni casi italiani! Il consumatore

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida

CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ALL. 5 CITTA DI BARLETTA Medaglia d oro al Valor Militare e al Merito Civile Città della Disfida ***** Regolamento sul funzionamento dell Organismo Indipendente di valutazione \ Approvato con deliberazione

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

1. Premessa. Il contesto generale.

1. Premessa. Il contesto generale. Linee di indirizzo del Comitato interministeriale (d.p.c.m. 16 gennaio 2013) per la predisposizione, da parte del Dipartimento della funzione pubblica, del PIANO NAZIONALE ANTICORRUZIONE di cui alla legge

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

di Francesco Verbaro 1

di Francesco Verbaro 1 IL LAVORO PUBBLICO TRA PROCESSI DI RIORGANIZZAZIONE E INNOVAZIONE PARTE II - CAPITOLO 1 I L L A V O R O P U B B L I C O T R A P R O C E S S I D I R I O R G A N I Z Z A Z I O N E E I N N O V A Z I O N E

Dettagli

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI

GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI GUIDA ALLA RELAZIONE CON I FORNITORI Indice 1 Introduzione 2 2 Come ERA collabora con i fornitori 3 Se siete il fornitore attualmente utilizzato dal cliente Se siete dei fornitori potenziali Se vi aggiudicate

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna

L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna A cura dell ABC Sardegna, ediz. rivista in ottobre 2005 L attuazione della Legge 162/98 in Sardegna La Legge Nazionale 162/98 ha apportato modifiche alla legge quadro sull handicap L.104/1992, concernenti

Dettagli

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP)

Capo 1. Art.1 - (Definizione dell istituto dell indennità di posizione della categoria EP) REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L APPLICAZIONE DEGLI ARTT.75 CONFERIMENTO E REVOCA DI INCARICHI AL PERSONALE DELLA CATEGORIA EP E 76 RETRIBUZIONE DI POSIZIONE E RETRIBUZIONE DI RISULTATO DEL CCNL 16.10.2008

Dettagli

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI DIPARTIMENTO DELLA FUNZIONE PUBBLICA DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLA RILEVAZIONE DELLA QUALITA PERCEPITA DAI CITTADINI A tutti i Ministeri - Uffici

Dettagli

Repower guarda al futuro con fiducia

Repower guarda al futuro con fiducia Repower guarda al futuro con fiducia Giovanni Jochum Quale membro della Direzione di Repower, società con sede a Poschiavo, desidero presentare il mio punto di vista sui fattori che stanno cambiando radicalmente

Dettagli

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna

Cos è e come si costituisce una cooperativa. Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna Cos è e come si costituisce una cooperativa Roberta Trovarelli Legacoop Emilia Romagna 1 Che cos è una cooperativa un'associazione autonoma di persone che si uniscono volontariamente per soddisfare i propri

Dettagli

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE

LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE LA CARTA ITALIANA DEI CRITERI DEL COMMERCIO EQUO E SOLIDALE 1. Definizione del Commercio Equo e Solidale Il Commercio Equo e Solidale e' un approccio alternativo al commercio convenzionale; esso promuove

Dettagli

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2

CODICE ETICO. Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 Sommario 1. Premessa Pag. 2 2. Principi Pag. 2 2.1 Principi generali Pag. 2 2.2. Principi di condotta Pag. 2 2.3 Comportamenti non etici Pag. 3 2.3. Principi di trasparenza Pag. 4 3 Relazioni can il personale

Dettagli

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE

Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Direzione Generale per le Politiche Attive e Passive del Lavoro Progetto VALUTAZIONE DELLE PERFORMANCE Controlli interni e Ciclo della performance alla luce dell art.3 del D.L. 174/2012 Position Paper

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI DIRETTIVA DEL MINISTRO DELLA FUNZIONE PUBBLICA SULLE MISURE FINALIZZATE AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE ORGANIZZATIVO NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI A tutti i Ministeri - Uffici di Gabinetto -Uffici del

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni

Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Associazione Italiana Brokers di Assicurazioni e Riassicurazioni Codice Etico Rev. 03 Versione del 21/01/2013 Approvato della Giunta Esecutiva del 18/02/2013 Ratificato del Consiglio Direttivo entro il

Dettagli

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO

CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO 1. Il presente Codice di Comportamento integrativo definisce, in applicazione dell'art. 54 del DLgs. n. 165/2001 come riformulato dall'art.1, comma

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE

Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE Consorzio per le AUTOSTRADE SICILIANE CODICE ETICO E COMPORTAMENTALE PREMESSA Il Consorzio Autostrade Siciliane (CAS), costruisce e gestisce le tratte autostradali nell'ambito regionale siciliano, svolgendo

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED

I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED I RAPPORTI TRA DIRIGENTE SCOLASTICO E DIRETTORE DEI SERVIZI GENERALI ED AMMINISTRATIVI: QUALE CONVIVENZA PER LA MIGLIORE FUNZIONALITÀ DELL ISTITUZIONE SCOLASTICA 1 A cura di Maria Michela Settineri IL

Dettagli

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa

REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA. Premessa REGOLAMENTO DEI DIPARTIMENTI AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DELL'AZIENDA OSPEDALIERA - UNIVERSITA' DI PADOVA Premessa La struttura dipartimentale rappresenta il modello ordinario di gestione operativa delle

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it

Bandi 2015 ARTE E CULTURA. Buone prassi di conservazione del patrimonio. www.fondazionecariplo.it Bandi 2015 ARTE E CULTURA Buone prassi di conservazione del patrimonio BENESSERE GIOVANI COMUNITÀ www.fondazionecariplo.it BANDI 2015 1 Bando con scadenza 9 aprile 2015 Buone prassi di conservazione del

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

Le opportunità economiche dell efficienza energetica

Le opportunità economiche dell efficienza energetica Le opportunità economiche dell efficienza energetica i problemi non possono essere risolti dallo stesso atteggiamento mentale che li ha creati Albert Einstein 2 SOMMARIO 1. Cosa è una ESCO 2. Esco Italia

Dettagli

Cagliari, 22 luglio 2010

Cagliari, 22 luglio 2010 Cagliari, 22 luglio 2010 L azione dell Ance L Associazione Nazionale Costruttori Edili si è da sempre posta l obiettivo di supportare le imprese associate nella adozione di strumentazione organizzativa

Dettagli

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014

DELIBERAZIONE N. 30/7 DEL 29.7.2014 Oggetto: Assegnazione all Azienda ASL n. 8 di Cagliari dell espletamento della procedura per l affidamento del servizio di realizzazione del sistema informatico per la gestione dell accreditamento dei

Dettagli

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO

CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO CODICE ETICO E DI COMPORTAMENTO 2ª Edizione - Approvato dal Consiglio di Amministrazione di Calzedonia Holding S.p.A - il 17 marzo 2014 ENG INTRODU- ZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE DEL CODICE ETICO Un Azienda

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi:

COMPANY PROFILE. Particolare attenzione viene riservata ai Servizi: COMPANY PROFILE L Azienda FAR S.p.A. ha i suoi stabilimenti di produzione in Italia e precisamente a CIMADOLMO in provincia di Treviso a pochi chilometri dalla città di VENEZIA. Nata nel 1991 si è inserita

Dettagli

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA

Panoramica su Holcim. Holcim (Svizzera) SA Strength. Strength. Performance. Performance. Passion. Passion. Panoramica su Holcim Holcim (Svizzera) SA Un Gruppo globale con radici svizzere Innovativi verso il secondo secolo Innovazione, sostenibilità

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari

COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari COMUNE DI CAPOTERRA Provincia di Cagliari UFFICIO DEL SEGRETARIO GENERALE Responsabile Settore Affari del Personale-Anticorruzione-Trasparenza CODICE DI COMPORTAMENTO INTEGRATIVO ARTICOLO 1 OGGETTO Il

Dettagli

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA

PROCEDURA DI AUDIT AI TEST CENTER AICA Pag. 1 di 14 PROCEDURA DI AUDIT REVISIONI 1 19/12/2002 Prima revisione 2 07/01/2004 Seconda revisione 3 11/01/2005 Terza revisione 4 12/01/2006 Quarta revisione 5 09/12/2013 Quinta revisione Adeguamenti

Dettagli

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici

Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici Dir.P.C.M. 27 gennaio 1994 Princìpi sull erogazione dei servizi pubblici IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI Visto l art. 5, comma 2, lettere b), e) ed f), della legge 23 agosto 1988, n. 400; Ritenuta

Dettagli

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA)

SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SCHEDA PROGETTO CLIVIA (CONCILIAZIONE LAVORO VITA ARPA) SOGGETTO ATTUATORE REFERENTE AZIONE DENOMINAZIONE ARPA PIEMONTE INDIRIZZO Via Pio VII n. 9 CAP - COMUNE 10125 Torino NOMINATIVO Bona Griselli N TELEFONICO

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

Corso di Comunicazione d impresa

Corso di Comunicazione d impresa Corso di Comunicazione d impresa Prof. Gian Paolo Bonani g.bonani@libero.it Sessione 16 Sviluppo risorse umane e comunicazione interna Le relazioni di knowledge fra impresa e ambiente esterno Domanda

Dettagli

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni

Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Ferrara, giovedì 27 Settembre 2012 Sistema innovativo agricolo italiano e nuova Pac: alcune riflessioni Giacomo Zanni (Dipartimento di Ingegneria ENDIF, Università di Ferrara) giacomo.zanni@unife.it SOMMARIO

Dettagli

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza

COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza COMUNE DI ALSENO Provincia di Piacenza REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO DEGLI UFFICI E DEI SERVIZI Approvato con deliberazione di G.C. n. 232 in data 30.09.1998 Modificato con deliberazione di G.C. n. 102

Dettagli

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione

Gruppo Roche. Policy sull Occupazione Gruppo Roche Policy sull Occupazione 2 I Principi Aziendali di Roche esprimono la nostra convinzione che il successo del Gruppo dipenda dal talento e dai risultati di persone coscienziose e impegnate nel

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. CODICE ETICO. Versione n. 1 del 31 maggio 2013

Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. CODICE ETICO. Versione n. 1 del 31 maggio 2013 Modello di organizzazione, gestione e controllo D.Lgs. 231/01 e norme correlate di Nuova Orli S.r.l. Versione n. 1 del 31 maggio 2013 A tutti i dipendenti e collaboratori Oggetto: diffusione del Codice

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,)

Preambolo. (La Sotto-Commissione*,) Norme sulle Responsabilità delle Compagnie Transnazionali ed Altre Imprese Riguardo ai Diritti Umani, Doc. Nazioni Unite E/CN.4/Sub.2/2003/12/Rev. 2 (2003).* Preambolo (La Sotto-Commissione*,) Tenendo

Dettagli

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali

ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali ATTUAZIONE DEL PROGETTO E IL MANAGEMENT: alcune definizioni e indicazioni generali Cos è un progetto? Un iniziativa temporanea intrapresa per creare un prodotto o un servizio univoco (PMI - Project Management

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

La Responsabilità Sociale d Impresa

La Responsabilità Sociale d Impresa La Responsabilità Sociale d Impresa Claudio Toso Direttore Soci e Comunicazione claudio.toso@nordest.coop.it Piacenza 21 giugno 2005 1 Coop Consumatori Nordest Consuntivo 2004 460.000 Soci 78 supermercati

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13

COMPANY PROFILE. Facility management Energy services Engineering General Contracting. FSI Servizi Integrati S.r.l. Settembre 13 Facility management Energy services Engineering General Contracting COMPANY PROFILE Settembre 13 20834 Nova Milanese (MB) 1. Storia e mission FSI Servizi Integrati è una società di servizi giovane, di

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A.

LO STANDARD SA8000 ALPHAITALIA GENERALITA. S.p.A. GENERALITA ALPHAITALIA Spa ha deciso di adottare, integrare nel proprio sistema di gestione (insieme agli aspetti dell assicurazione qualità, della gestione ambientale e della sicurezza sul luogo di lavoro)

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli