CAPITOLATO D ONERI PER L ORGANISMO NOTIFICATO PARTE I

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CAPITOLATO D ONERI PER L ORGANISMO NOTIFICATO PARTE I"

Transcript

1 ALLEGATO A CAPITOLATO D ONERI PER L ORGANISMO NOTIFICATO PARTE I Idividuazioe degli Orgaimi Notificati per lo volgimeto delle Verifiche Periodiche e Verifiche Straordiarie degli impiati di aceore, patografi, motacarichi, piattaforme elevatrici e ervo-cale itallati ei fabbricati di proprietà od i getioe dell Azieda Territoriale per l Edilizia Reideziale Pubblica del Comue di Roma, ricadeti ell ambito del Comue di Roma, ai ei degli artt. 13 e 14 del D.P.R. 162/99 lotto 1 lotto 2 lotto 3 PERIODO LOTTO di APPALTO. Ufficio D.L. RM... Pag. 1

2 PROCEDURA DI GARA CRITERIO D'AGGIUDICAZIONE IMPORTO TRIENNALE DELL'APPALTO DEFINIZIONI INDICE ART. 1 - OGGETTO E CONTENUTO DELL APPALTO LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI OGGETTO DEGLI INTERVENTI ART. 2 - MODALITÀ DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO ART. 3 PRESTAZIONE DEI SERVIZI ART. 4 - DURATA DELL APPALTO ART. 5 - MODALITA' E TEMPI PER L'EFFETTUAZIONE DEI SERVIZI ART. 6 - CORRISPETTIVO DELL'APPALTO CONTABILIZZAZIONE E LIQUIDAZIONE DEI SERVIZI. ART. 7 NORMATIVA DI RIFERIMENTO ART. 8 - CONSEGNA DEI LAVORI E DEI SERVIZI, ULTIMAZIONE E COLLAUDO ART. 9 - ONERI PER L'ORGANISMO NOTIFICATO ART CAUZIONE E COLLAUDI ART PENALI PER MANCATO RISPETTO DELLE NORME CONTRATTUALI ART. 12 TRACCIABILITA DEI FLUSSI FINANZIARI ART. 13- ADEGUAMENTO DEI PREZZI DEFINIZIONI el teto che egue i itedoo per: Stazioe Appaltate: ATER del Comue di Roma di eguito ache Azieda. O.N.: Orgaimo Notificato Il oggetto affidatario dell appalto. D.S.: Direttore di eecuzioe del ervizio. Pag. 2

3 PROCEDURA DI GARA :... Procedura aperta art. 55 D.lg 163/06 Procedura ritretta art. 55 D.lg 163/06 Procedura egoziata Previa pubblicazioe del bado art. 56 D.lg 163/06 Seza previa pubblicazioe del bado art. 57 D.lg 163/06 CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE : criterio del prezzo più bao art. 82 D.lg 163/06 Mediate ribao ull eleco prezzi poto a bae di gara ovvero mediate offerta a prezzi uitari. (per cotratti da tipulare a miura) Mediate ribao ull importo dei lavori poto a bae di gara ovvero mediate offerta a prezzi uitari. (per cotratti da tipulare a corpo) Mediate offerta a prezzi uitari. (per cotratti da tipulare parte a corpo e parte a miura. Criterio offerta ecoomicamete più vataggioa art. 83 D.lg 163/06 IMPORTO TRIENNALE PER CIASCUNO DEI LOTTI IN APPALTO: LOTTO DI APPALTO N 1 Verifiche Periodiche preute impiati aceore 953 per ,38 Verifiche Straordiarie preute impiati aceore 352 per ,72 Importo cotrattuale a bae di gara oggetto a ribao ,10, oeri per la icurezza importo=. 0,00. LOTTO DI APPALTO N 2 Verifiche Periodiche preute impiati aceore 727 per ,42 Verifiche Straordiarie preute impiati aceore 274 per ,64 Importo cotrattuale a bae di gara oggetto a ribao ,06, oeri per la icurezza importo=. 0,00. LOTTO DI APPALTO N 3 Verifiche Periodiche preute impiati aceore 822 per ,12 Pag. 3

4 Verifiche Straordiarie preute impiati aceore 219 per ,34 Importo cotrattuale a bae di gara oggetto a ribao ,46, oeri per la icurezza importo=. 0,00. ART. 1 - OGGETTO E CONTENUTO DELL APPALTO LOCALIZZAZIONE DEGLI IMPIANTI OGGETTO DEGLI INTERVENTI L'appalto ha per oggetto lo volgimeto dei ervizi di Verifiche Periodiche e Straordiarie che l O.N. riultato affidatario dovrà volgere e le verifiche bieali e traordiarie degli impiati elevatori, itallati ei fabbricati di proprietà i getioe dell'azieda Territoriale per l'edilizia Reideziale Pubblica del Comue di Roma, ai ei del D.Lg. 17 del 27/01/2010 e degli artt. 13 e 14 del D.P.R. 162 del ("Regolameto recate orme per l'attuazioe della Direttiva 95/16 CEE ugli impiati elevatori e di emplificazioe dei procedimeti per la coceioe del ulla-ota per elevatori e motacarichi, oché della relativa liceza di eercizio"). Gli impiati elevatori i proprietà o i getioe dell Azieda i compogoo di 1765, 94 tra ervo cala e piattaforme elevatrici e 23 impiati aceore autogetiti dagli uteti: ei oo, per lotto di appalto i cocoro, riportati i appedice al preete capitolato peciale, deomiati A1, A2 e A3. Ai fii dell eecuzioe del ervizio, gli impiati elevatori oo ripartiti ul territorio i 3 macro zoe che fao riferimeto logitico all ufficio di direzioe per lo volgimeto del ervizio, ell ambito del Servizio Impiati Tecologici, ufficio Aceori, co ede i Roma i Viale di Valle Aurelia 193 cala I. L Orgaimo di Certificazioe Notificato dovrà forire il eguete ervizio: 1. Procedere all eecuzioe delle verifiche periodiche bieali per la verifica della icurezza e della coformità degli impiati elevatori (, motacarichi ai ei del D.P.R. 30/04/ ) per ogi impiato aceore di ciacu lotto di competeza. Rilacio del verbale di viita cartaceo e della poa i opera della targa metallica di prea i carico da parte dell orgaimo di Certificazioe Notificato; 2. Procedere all eecuzioe delle verifiche traordiarie, quado richieto dalla Direzioe dei Servizi per motivi di cotrollo dello tato di icurezza dell impiato a eguito modifiche parziali all impiato o di cotrollo a eguito d iterveto dei Vigili del Fuoco o per atti vadalici procurati da terzi. Rilacio del verbale di viita cartaceo da parte dell Orgaimo di Certificazioe Notificato. A ciacua di dette macro zoe corripode il eguete carico di impiati elevatori: Pag. 4

5 LOTTO 1 LOTTO 2 LOTTO 3 Direzioe Lavori RM 1 RM 2 RM 3 Totali Impiati: ervo cala autogetiti Co riferimeto al igolo lotto di appalto i cocoro, la ripartizioe degli impiati per Muicipio è la eguete: LOTTO 1 Impiati fermate ervocala autogetiti Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio totali LOTTO 2 Impiati fermate ervocala Muicipio autogetiti Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Muicipio Pag. 5

6 Muicipio totali LOTTO 3 Impiati fermate ervocala Muicipio Muicipio 6 18 Muicipio autogetiti Muicipio totali L eecuzioe del ervizio è regolata i ordie di priorità dal/dall : 1. Cotratto del ervizio; 2. Capitolato d Oeri per l Orgaimo Notificato co allegato 3 uovi prezzi Allegato A al cotratto di appalto; 3. 3 uovi prezzi uitari (deomiati co le igle NP1 NP2 NP3) co relativa aalii. ART. 2 - MODALITÀ DI STIPULAZIONE DEL CONTRATTO Il cotratto è tipulato a miura ai ei dell articolo 53 del D.lg. 163/06 e il corripettivo trieale è tabilito, per ciacu lotto, coì come riulta dal eguete propetto: Impiati Verifiche periodiche ao 2012 Verifiche periodiche ao 2013 Verifiche periodiche ao 2014 Verifiche traordiarie Totale verifiche trieali / verifica. Totale coto trieale LOTTO , ,38 LOTTO , ,72 LOTTO , ,42 LOTTO , ,64 LOTTO , ,12 LOTTO , ,34 TOTALI ,62 L evetuale variazioe del umero degli impiati arà dipota co appoito O.d.S. Pag. 6

7 Il ribao offerto i itede applicato ai prezzi uitari a bae di gara, che compeao le verifiche periodiche e traordiarie i quali, coì ribaati, cotituicoo i prezzi cotrattuali da applicare alle igole quatità eeguite. ART. 3 PRESTAZIONI DEI SERVIZI Si riporta di eguito il coteuto delle pretazioi da volgere co il preete appalto dei ervizi: 3.1 Verifiche periodiche. Ipezioe periodica bieale (art. 13 del D.P.R. 162/99) per la verifica è diretta ad accertare: 1. e le parti dalle quali dipede la icurezza di eercizio dell'impiato oo i codizioe di efficieza; 2. e i dipoitivi di icurezza fuzioao regolarmete 3. e è tato ottemperato alla dipoizioi evetualmete impartite i precedeti viite; 4. l'appoizioe ella cabia di ogi impiato della targa metallica di prea i carico dall'orgaimo Notificato 3.2 Verifiche traordiarie Ipezioe traordiaria per la verifica della icurezza, della coformità e del fuzioameto degli impiati oggetto dell'appalto (l art. 14 del D.P.R. 162/99), da eeguiri ogi qual volta ricorrao le egueti motivazioi: 1. a eguito di eito egativo del verbale di verifica periodica; 2. el cao iao apportate all'impiato le modifiche di cui all'articolo 2, comma 1, lettera i); 3. a eguito di icideti di otevole importaza, ache e o oo eguiti da ifortuio; 4. dopo atti vadalici arrecati da terzi; ART. 4 - DURATA DELL APPALTO Ciacuo dei lotti di appalto avrà la durata di tre ai (milleovataei giori coecutivi), decorreti dalla data del verbale di coega dell appalto di coduzioe e mautezioe degli impiati elevatori; ART. 5 - MODALITA' E TEMPI PER L'EFFETTUAZIONE DEI SERVIZI 1. L'iizio dei ervizi avverrà co appoito verbale. Allo teo verbale arà allegato l'eleco degli impiati oggetto delle verifiche, e modificato ripetto a quello poto a bae di gara. Pag. 7

8 2. Le verifiche periodiche dovrao eere eeguite etro 30 giori dalla data della richieta della D.S.. 3. I cao di urgeza, u epreo ordie dell ufficio D.S., le verifiche traordiarie dovrao eere eeguite ache etro le 48 dalla data della richieta effettuata a mezzo via fax. 4. L'O.N. dovrà ripetere le verifiche, eza aggravio di pee per l'azieda, qualora ci ia u diervizio temporaeo dell'impiato, cauato da macaza di eergia elettrica, per irreperibilità di chiavi etc., e/o l impiato o riultae ipezioabile. 5. No appea epletate le verifiche, etro i ucceivi ette giori, la documetazioe attetate l'idoeità all'eercizio dell'impiato dovrà eere rilaciata alla D.S.. I cao di eito egativo la relativa comuicazioe dovrà eere rilaciata etro due giori alla Direzioe del Servizio ed alla competete autorità comuale. 6. Su ogi impiato verificato dovrà eere itallata a cura e pea, dell O.N. ua targa metallica riportate il omiativo dell'orgaimo, il umero di recapito telefoico ed il umero di abilitazioe alla otifica. ART. 6 - CORRISPETTIVO DELL'APPALTO, CONTABILIZZAZIONE E LIQUIDAZIONE DEI SERVIZI. Il Direttore dei Servizi, etro treta giori dalla fie di ogi trimetre e comuque dopo la preetazioe di tutti i documeti di eguito idicati, provvederà a liquidare rate di accoto della cotabilità vitata dal rappreetate dell O.N., corripodete al umero di verifiche effettuate. A tale copo l O.N. etro 10 gg. dalla fie di ciacu trimetre dovrà preetare l eleco aggiorato degli impiati affidati, co l idicazioe delle viite eeguite el periodo di riferimeto. L'importo di ogi rata di accoto arà calcolato ai prezzi uitari meo il ribao cotrattuale offerto i ede di gara. Il corripettivo verrà liquidato dall Imprea affidataria del corripodete appalto di mautezioe e coduzioe degli impiati, dietro preetazioe di fattura dell O.N. alla tea imprea. Il Certificato di pagameto arà emeo a cura della D.S. e coegato all appaltatore dei lavori di getioe e mautezioe degli impiati etro 10 gg dalla data di redazioe del medeimo. Pag. 8

9 ART. 7- NORMATIVA DI RIFERIMENTO L'Appaltatore deve eere i poeo dell'autorizzazioe cocea dall'orgao competete ad effettuare verifiche periodiche ugli elevatori e imili previta dal D.P.R. 162/99 e dal D.lg. 17/2010. Deve ottemperare, otto la ua ecluiva repoabilità, alle dipoizioi legilative vigeti, come pure oervare tutti i regolameti, le orme pecifiche che regolao la materia. ART. 8 CONSEGNA DEI LAVORI E DEI SERVIZI, ULTIMAZIONE E COLLAUDO La coega dei Servizi verrà effettuata o oltre 45 giori dalla ottocrizioe del cotratto e arà fatta co appoito verbale i triplice copia ottocritto dal repoabile legale dell'o.n. o di delegato co poteri di firma e dall'icaricato della D.S. dell'azieda. La richiete delle verifiche periodiche e traordiarie oo ioltrate all'orgaimo Notificato a mezzo fax dell ufficio della D.S. preciado: a) la atura della verifica richieta; b) l'ubicazioe dell'impiato da verificare (via, lotto, cala, itero, cortile o quato altro occorre per l'idetificazioe del luogo oggetto dell'iterveto); c) la data e l'ora di tramiioe, che verrà coiderata a tutti gli effetti richieta della verifica ed il tempo etro il quale dovrà eere eeguito la verifica tea. Il termie di ultimazioe dell appalto è fiato alla cadeza del terzo ao, metre il termie ultimo del ervizio coicide co quello della cadeza dell ultima richieta di verifica ioltrata. Potrao eere ioltrate le egalazioi fio all'ultimo gioro di cadeza dell'appalto. Co il certificato di collaudo auale arao retituiti le rate di aldo auale dei ervizi volti. ART. 9 ONERI PER L'O.N. I ervizi devoo eere volti el ripetto delle ormative ulla icurezza delle peroe fiiche coivolte. Soo a carico dell' Orgaimo aggiudicatario, itededoi compree el corripettivo di appalto: 9.1) tutte le pee e tributi, comuque deomiati, relativi allo volgimeto della gara, alla tipulazioe del formale cotratto di appalto ed alla ua eecuzioe, oché tutti gli oeri pecificati o richiamati el cotratto teo e egli altri documeti di appalto, ivi comprei quelli derivati dall'epletameto delle pratiche e tutti gli oeri relativi; 9.2) le pee per provvedere agli trumeti di miurazioe e al peroale eceario per le operazioi di verifica; Pag. 9

10 9.3) le pee di traporto ul luogo oggetto della verifica; 9.4) le egueti pretazioi: a) volgimeto di verifiche periodiche, programmate dall'ater i qualiai umero e luogo, che potrao volgeri ache alla preeza di peroale dell'ater; b) coega meile all'ater della relazioe ulle attività volte co giudizio ullo tato degli impiati verificati, iviado evetualmete copia del verbale; c) coervazioe di u archivio cartaceo preo la ede operativa i Roma e il eceario upporto iformatico, che dovrà eere attivato etro 30 (treta) giori a partire dalla data di aggiudicazioe; d) la tipula di ua polizza co primaria compagia aicurativa per la Repoabilità Civile derivate dall' eercizio delle attività itituzioali volte dai propri Igegeri verificatori, i quali altreì dovrao avere tutti la copertura della Repoabilità Civile Peroale co appoita polizza; detta polizza deve coprire l'itero periodo dell'appalto, compreo il periodo itercorrete dalla ultimazioe dei ervizi alla data di redazioe del Certificato di Regolare epletameto dei ervizi. I premi dell'aicurazioe devoo eere eibiti al D.S. prima dell'iizio dell'epletameto dei ervizi ed i ogi cao a qualiai richieta del D.S.; e) verifica del poeo dei requiiti di profeioalità dei verificatori dichiarati dall Imprea i ede di offerta,. E facoltà dell Ammiitrazioe verificare i via prevetiva le cooceze tecico profeioali del peroale pecialitico dipedete dell Aggiudicatario, i cao di aeza dei requiiti l Ammiitrazioe, tramite la Direzioe dei Servizi, comuicherà all Aggiudicatario la careza ricotrata, co Raccomadata A.R.; l Orgaimo è obbligato, etro due giori dal ricevimeto della ota, a comuicare il omiativo dei otituti del peroale profeioalmete o idoeo; f) omiare di u proprio repoabile co fuzioi di coordiameto del peroale, di iterfaccia tecico-ammiitrativa vero l Ammiitrazioe, e per l accettazioe degli ordii di ervizio della Direzioe dell eecuzioe del cotratto. Il Repoabile delle attività di verifica dovrà avere ua comprovata eperieza el ettore, dichiarata el proprio curriculum profeioale; g) dotare i propri verificatori di u appoito documeto di idetificazioe, muito di fotografia, dal quale riulti che la peroa ia effettivamete alle dipedeze della Società. Il documeto di idetificazioe dovrà eere empre i poeo dell addetto allo volgimeto delle attività di verifica ed eere eibito a richieta del rappreetate dell A.T.E.R.. Se, a eguito di cotrollo, riulterà che uo o più addetti, iao provviti del documeto di cui opra, verrao acquiite le Pag. 10

11 geeralità degli tei e otificate all Orgaimo di certificazioe Notificato, il quale, dovrà preetare i documeti o eibiti all atto del cotrollo alla Direzioe dei Servizi, etro il ecodo gioro lavorativo ucceivo e altreì obbligo dell O.N. dimotrare il poeo delle attrezzature e degli trumeti eceari per le verifiche, oché effettuare la comuicazioe al D.S. dell A.T.E.R., etro 10 giori dall'iizio dell'attività, l'eleco del peroale co qualifica di igegere, delegato ad effettuare le operazioi di verifica periodica o traordiaria di cui al D.P.R. 162/99 e D.lg. 17/2010 ed ua dichiarazioe che gli tei igegeri icaricati della verifica o hao i coro rapporti o collaborazioe di qualiai tipo co progettiti, itallatori o mautetori degli impiati elevatori oggetto di verifica; ART.10 - CAUZIONE E COLLAUDI Allo cadere di ogi ao dell appalto verrà redatto dal Direttore dei Servizi il Certificato auale di Regolare epletameto dei ervizi tei. ART. 11 PENALI PER MANCATO RISPETTO DELLE NORME CONTRATTUALI Per ogi iadempieza cotetata dalla D.S. arao calcolate le egueti peali: 1) Per ogi gioro aturale coecutivo di ritardo ell'effettuazioe della verifica, eza giuta caua, verrà applicata ua peale pari ad 50,00 (euro ciquata/00); 2) Il macato ripetto dei termii previti el precedete art 5 capovero 5 di coega dei verbali verrà applicata, ua peale di 50,00 (euro ciquata/00) per ogi gioro aturale coecutivo di ritardo; 3) per ogi iterruzioe del fuzioameto degli impiati, per caue imputabili all"orgaimo di Certificazioe Notificato, verrà applicata ua peale di 100,00 (euro ceto/00) gioraliera per ogi impiato; Se per caue imputabili all Orgaimo di Certificazioe Notificato o al uo peroale, u fermo dell'impiato dovee prolugari oltre il treteimo gioro l'azieda potrà procedere alla rioluzioe del cotratto i dao, oltre che eercitare il diritto di rivala dell'azieda per dai che comuque e doveero derivare. L'importo di tutte le pealità commiate arà detratto i occaioe del pagameto di ciacua rata di aldo auale. ART TRACCIABILITÀ DEI FLUSSI FINANZIARI I oervaza della Legge 136 del ulla tracciabilità dei flui fiaziari, l O.N. i aume l obbligo di comuicare, all Azieda il coto di Itituto Bacario o Pote Italiae preo cui i effettuao le operazioi attieti alla commea pubblica. Pag. 11

12 L Azieda comuicherà il C.I.G. e il C.U.P. da idicare ulle traazioi fiaziarie oggetto della diciplia ecoomica d appalto e cioè tutti i pagameti detiati a dipedeti, couleti e foritori di bei e ervizi, rietrati tra le pee geerali oché per quelli detiati all acquito di immobilizzazioi teciche e ei cotratti ottocritti co i ubappaltatori e i geerale co i ubcotraeti. ART ADEGUAMENTO DEI PREZZI L adeguameto dei prezzi i applica a tutti i ervizi oggetto del preete cotratto. L adeguameto dei prezzi è regolato all art. 115 del D.Lg. 12 aprile e.m.e. L adeguameto dei prezzi è applicabile olo dopo il primo ao di vigeza del cotratto di appalto a partire dal primo gioro utile del ecodo ao cotrattuale. Pag. 12

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità

La sicurezza sul lavoro: obblighi e responsabilità La sicurezza sul lavoro: obblighi e resposabilità Il Testo uico sulla sicurezza, Dlgs 81/08 è il pilastro della ormativa sulla sicurezza sul lavoro. I sostaza il Dlgs disciplia tutte le attività di tutti

Dettagli

IL CALCOLO COMBINATORIO

IL CALCOLO COMBINATORIO IL CALCOLO COMBINATORIO Calcolo combiatorio è il termie che deota tradizioalmete la braca della matematica che studia i modi per raggruppare e/o ordiare secodo date regole gli elemeti di u isieme fiito

Dettagli

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE

EQUAZIONI ALLE RICORRENZE Esercizi di Fodameti di Iformatica 1 EQUAZIONI ALLE RICORRENZE 1.1. Metodo di ufoldig 1.1.1. Richiami di teoria Il metodo detto di ufoldig utilizza lo sviluppo dell equazioe alle ricorreze fio ad u certo

Dettagli

Sintassi dello studio di funzione

Sintassi dello studio di funzione Sitassi dello studio di fuzioe Lavoriamo a perfezioare quato sapete siora. D ora iazi pretederò che i risultati che otteete li SCRIVIATE i forma corretta dal puto di vista grammaticale. N( x) Data la fuzioe:

Dettagli

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE

LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE LEZIONI DI MATEMATICA PER I MERCATI FINANZIARI Dipartimeto di Sieze Eoomihe Uiversità di Veroa VALUTAZIONE DI TITOLI OBBLIGAZIONARI E STRUTTURA PER SCADENZA DEI TASSI DI INTERESSE Lezioi di Matematia per

Dettagli

8. Quale pesa di più?

8. Quale pesa di più? 8. Quale pesa di più? Negli ultimi ai hao suscitato particolare iteresse alcui problemi sulla pesatura di moete o di pallie. Il primo problema di questo tipo sembra proposto da Tartaglia el 1556. Da allora

Dettagli

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni

Capitolo 8 Le funzioni e le successioni Capitolo 8 Le fuzioi e le successioi Prof. A. Fasao Fuzioe, domiio e codomiio Defiizioe Si chiama fuzioe o applicazioe dall isieme A all isieme B ua relazioe che fa corrispodere ad ogi elemeto di A u solo

Dettagli

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media

Errori di misura. è ragionevole assumere che una buona stima del valore vero sia la media Errori di miura Se lo trumento di miura è abbatanza enibile, la miura rietuta della tea grandezza fiica darà riultati diveri fra loro e fluttuanti in modo caratteritico. E l effetto di errori cauali, o

Dettagli

MATEMATICA FINANZIARIA

MATEMATICA FINANZIARIA Capializzazioe semplice e composa MATEMATICA FINANZIARIA Immagiiamo di impiegare 4500 per ai i ua operazioe fiaziaria che frua u asso del, % auo. Quao avremo realizzao alla fie dell operazioe? I u coeso

Dettagli

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite

4. Metodo semiprobabilistico agli stati limite 4. Metodo seiprobabilistico agli stati liite Tale etodo cosiste el verificare che le gradezze che ifluiscoo i seso positivo sulla, valutate i odo da avere ua piccolissia probabilità di o essere superate,

Dettagli

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO

PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu Mii biblioteca de Il Giorale Ipdap per rederci coto e sapere di piu PENSIONI INPDAP COME SI CALCOLANO I tre sistemi I cique pilastri

Dettagli

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche

Test non parametrici. sono uguali a quelle teoriche. (probabilità attesa), si calcola la. , cioè che le frequenze empiriche est o parametrici Il test di Studet per uo o per due campioi, il test F di Fisher per l'aalisi della variaza, la correlazioe, la regressioe, isieme ad altri test di statistica multivariata soo parte dei

Dettagli

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE

DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DEFINIZIONE PROCESSO LOGICO E OPERATIVO MEDIANTE IL QUALE, SULLA BASE DI UN GRUPPO DI OSSERVAZIONI O DI ESPERIMENTI, SI PERVIENE A CERTE CONCLUSIONI, LA CUI VALIDITA PER UN COLLETTIVO Più AMPIO E ESPRESSA

Dettagli

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer

Messa a punto avanzata più semplice utilizzando Funzione Load Observer Mea a punto avanzata più emplice utilizzando Funzione Load Oberver EMEA Speed & Poition CE Team AUL 34 Copyright 0 Rockwell Automation, Inc. All right reerved. Co è l inerzia? Tutti comprendiamo il concetto

Dettagli

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE

LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE LA DERIVATA DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Defiire lo strumeto matematico ce cosete di studiare la cresceza e la decresceza di ua fuzioe Si comicia col defiire cosa vuol dire ce ua fuzioe è crescete. Defiizioe:

Dettagli

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag.

SERIE NUMERICHE. (Cosimo De Mitri) 1. Definizione, esempi e primi risultati... pag. 1. 2. Criteri per serie a termini positivi... pag. SERIE NUMERICHE (Cosimo De Mitri. Defiizioe, esempi e primi risultati... pag.. Criteri per serie a termii positivi... pag. 4 3. Covergeza assoluta e criteri per serie a termii di sego qualsiasi... pag.

Dettagli

CONCETTI BASE DI STATISTICA

CONCETTI BASE DI STATISTICA CONCETTI BASE DI STATISTICA DEFINIZIONI Probabilità U umero reale compreso tra 0 e, associato a u eveto casuale. Esso può essere correlato co la frequeza relativa o col grado di credibilità co cui u eveto

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0

( ) ( ) ( ) ( ) ( ) CAPITOLO VII DERIVATE. (3) D ( x ) = 1 derivata di un monomio con a 0 CAPITOLO VII DERIVATE. GENERALITÀ Defiizioe.) La derivata è u operatore che ad ua fuzioe f associa u altra fuzioe e che obbedisce alle segueti regole: () D a a a 0 0 0 derivata di u moomio D 6 D 0 D ()

Dettagli

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI

Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI Capitolo Decimo SERIE DI FUNZIONI SUCCESSIONI DI FUNZIONI I cocetti di successioe e di serie possoo essere estesi i modo molto aturale al caso delle fuzioi DEFINIZIONE Sia E u sottoisieme di  e, per ogi

Dettagli

L OFFERTA DI LAVORO 1

L OFFERTA DI LAVORO 1 L OFFERTA DI LAVORO 1 La famiglia come foritrice di risorse OFFERTA DI LAVORO Notazioe utile: T : dotazioe di tempo (ore totali) : ore dedicate al tempo libero l=t- : ore dedicate al lavoro : cosumo di

Dettagli

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti

Motori maxon DC e maxon EC Le cose più importanti Motori maxo DC e maxo EC Il motore come trasformatore di eergia Il motore elettrico trasforma la poteza elettrica P el (tesioe U e correte I) i poteza meccaica P mech (velocità e coppia M). Le perdite

Dettagli

Capitolato Tecnico. Pagina 1

Capitolato Tecnico. Pagina 1 Gara a procedura aperta per l affidamento dei servizi di facchinaggio della sede di SACE sita in Roma Piazza Poli 37/42 - CIG 5778360584 Pagina 1 1 PREMESSA 3 2 Oggetto dell Appalto 3 3 Durata dell Appalto

Dettagli

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari

1. MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ. 1 Alcune definizioni preliminari . MODELLO DINAMICO AD UN GRADO DI LIBERTÀ Alcue defiizioi prelimiari I sistemi vibrati possoo essere lieari o o lieari: el primo caso vale il pricipio di sovrapposizioe degli effetti el secodo o. I geerale

Dettagli

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M

Soluzione La media aritmetica dei due numeri positivi a e b è data da M Matematica per la uova maturità scietifica A. Berardo M. Pedoe 6 Questioario Quesito Se a e b soo umeri positivi assegati quale è la loro media aritmetica? Quale la media geometrica? Quale delle due è

Dettagli

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali

BOZZA. Lezione n. 20. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tensioni normali Lezione n. Stati limite nel cemento armato Stato limite ultimo per tenioni normali Determinazione elle configurazioni i rottura per la ezione Una volta introotti i legami cotitutivi, è poibile eterminare

Dettagli

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010

Indagini sui coregoni del Lago Maggiore: Analisi sui pesci catturati nel 2010 Idagii sui coregoi del Lago Maggiore: Aalisi sui pesci catturati el 1 Rapporto commissioato dal Dipartimeto del territorio, Ufficio della caccia e della pesca, Via Stefao Frascii 17 51 Bellizoa Aprile

Dettagli

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa

I numeri complessi. Pagine tratte da Elementi della teoria delle funzioni olomorfe di una variabile complessa I umeri complessi Pagie tratte da Elemeti della teoria delle fuzioi olomorfe di ua variabile complessa di G. Vergara Caffarelli, P. Loreti, L. Giacomelli Dipartimeto di Metodi e Modelli Matematici per

Dettagli

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI

MODELLO-BASE CONVENZIONE-CONTRATTO PER LA REALIZZAZIONE DELL INTERVENTO NUOVI PERCHORSI Assessorato alla f amiglia, all Educazione ed ai Giov ani Municipio Roma III U.O. Serv izi Sociali, Educativ i e Scolastici Allegato n. 3 al Bando d Istruttoria Pubblica per l intervento Nuovi PercHorsi

Dettagli

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3.

PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA 2007 2013 ASSE III OBIETTIVO OPERATIVO 3.1.3. LINEE D INTERVENTO 3.1.3.3. CAPITOLATO DI APPALTO PER LA FORNITURA DI MATERIALE INFORMATICO PER I SITI MUSEO CIVICO F.L.BELGIORNO FOYER TEATRO GARIBALDI CENTER OF CONTEMPORARY ARTS PROGETTO ESECUTIVO MODICA ART SYSTEM PO FERS SICILIA

Dettagli

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo

CHAPTER 1 CINEMATICA. 1.1. Moto Rettilineo ESERCIZI DI FISICA CHAPTER 1 CINEMATICA 1.1. Moto Rettilineo Velocità media: vettoriale e calare. Exercie 1. Carl Lewi ha coro i 100m piani in circa 10, e Bill Rodger ha vinto la maratona (circa 4km)

Dettagli

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti

Dimostrazione della Formula per la determinazione del numero di divisori-test di primalità, di Giorgio Lamberti Gorgo Lambert Pag. Dmostrazoe della Formula per la determazoe del umero d dvsor-test d prmaltà, d Gorgo Lambert Eugeo Amtrao aveva proposto l'dea d ua formula per calcolare l umero d dvsor d u umero, da

Dettagli

Metodi statistici per l'analisi dei dati

Metodi statistici per l'analisi dei dati Metodi statistici per l aalisi dei dati due Motivazioi Obbiettivo: Cofrotare due diverse codizioi (ache defiiti ) per cui soo stati codotti gli esperimeti. Metodi tatistici per l Aalisi dei Dati due Esempio

Dettagli

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via

Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via Prefettura - U.T.G. di Roma Bando di Gara Procedura ristretta. Determina 2707/09. Sezione I: Amministrazione Aggiudicatrice: I.1) Prefettura di Roma UTG - Via IV Novembre 119/A- 00187 Roma (Italia) Punti

Dettagli

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi

Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701. Bando di gara. Servizi 1/6 Avviso nel sito web TED: http://ted.europa.eu/udl?uri=ted:notice:268701-2013:text:it:html Italia-Roma: Servizi di pulizia stradale 2013/S 154-268701 Bando di gara Servizi Direttiva 2004/18/CE Sezione

Dettagli

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014

Periodo: 1.3.2011 28.2.2014 PROCEDURA IN ECONOMIA ex art. 125 del D. Lgs. n. 63/2006 per l affidamento del servizio di CONTROLLO INTEGRATO DELLE INFESTAZIONI ENTOMATICHE E MURINE PRESSO LE STRUTTURE UNIVERSITARIE Periodo: 1.3.2011

Dettagli

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore

3.4 Tecniche per valutare uno stimatore 3.4 Teciche per valutare uo stimatore 3.4. Il liguaggio delle decisioi statistiche, stimatori corretti e stimatori cosisteti La teoria delle decisioi forisce u liguaggio appropriato per discutere sulla

Dettagli

Il confronto tra DUE campioni indipendenti

Il confronto tra DUE campioni indipendenti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Il cofroto tra DUE camioi idiedeti Cofroto tra due medie I questi casi siamo iteressati a cofrotare il valore medio di due camioi i cui i le osservazioi i u camioe soo

Dettagli

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra?

Supponiamo, ad esempio, di voler risolvere il seguente problema: in quanti modi quattro persone possono sedersi l una accanto all altra? CALCOLO COMBINATORIO 1.1 Necessità del calcolo combiatorio Accade spesso di dover risolvere problemi dall'appareza molto semplice, ma che richiedoo calcoli lughi e oiosi per riuscire a trovare delle coclusioi

Dettagli

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario

USUFRUTTO. 5) Quali sono le spese a carico dell usufruttuario USUFRUTTO 1) Che cos è l sfrtto e come si pò costitire? L sfrtto è il diritto di godimeto ( ovvero di possesso) di bee altri a titolo gratito ; viee chiamato sfrttario chi esercita tale diritto, metre

Dettagli

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari.

ama S.p.A. L AQUILA servizio acquisti e contratti Azienda della Mobilità Aquilana OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. servizio acquisti e contratti L Aquila 14 luglio 2014 Prot. 924 acq./dnc Spett.le Lotto CIG: Z111026FC0 OGGETTO: locazione spazi pubblicitari. Questa azienda intende locare gli spazi, utilizzabili a fini

Dettagli

1 Metodo della massima verosimiglianza

1 Metodo della massima verosimiglianza Metodo della massima verosimigliaza Estraedo u campioe costituito da variabili casuali X i i.i.d. da ua popolazioe X co fuzioe di probabilità/desità f(x, θ), si costruisce la fuzioe di verosimigliaza che

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO

GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO GUARDIA DI FINANZA QUARTIER GENERALE BANDO DI GARA SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE I.1)DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO Denominazione ufficiale: Quartier Generale della Guardia di

Dettagli

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa?

Verifica d Ipotesi. Se invece che chiederci quale è il valore di una media in una popolazione (stima. o falsa? o falsa? Verifica d Iotesi Se ivece che chiederci quale è il valore ua mea i ua oolazioe (stima utuale Se ivece e itervallo che chiederci cofideza) quale è il avessimo valore u idea ua mea su quello i ua che oolazioe

Dettagli

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo

8) Sia Dato un mazzo di 40 carte. Supponiamo che esso sia mescolato in modo ESERCIZI DI CALCOLO DELLE PROBABILITÁ ) Qual e la probabilita che laciado dadi a facce o esca essu? Studiare il comportameto asitotico di tale probabilita per grade. ) I u sacchetto vi soo 0 pallie biache;

Dettagli

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20

Provincia di Sassari. C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 C O M U N E D I M A R A Provincia di Sassari C.A.P. 07010 Via A. Mariani n 1 tel. 079 80 50 68 Fax 079 80 53 20 Email: protocollo@comune.mara.ss.it Pec: protocollo@pec.comune.mara.ss.it SERVIZIO AFFARI

Dettagli

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA.

AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI RECEPTION, CENTRALINO E FATTORINAGGIO ESTERNO PER GLI UFFICI DELLA SOGESID S.P.A. VIA CALABRIA, 35 E VIA CALABRIA 56 ROMA. CIG: 5066492974 Quesito 1 Domanda: Nel Capitolato Tecnico

Dettagli

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA

COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO. DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA COMUNITÀ MONTANA ALTO SANGRO ALTOPIANO DELLE CINQUEMIGLIA Castel di Sangro (AQ). BANDO DI GARA Oggetto: Affidamento, mediante appalto integrato e con procedura aperta, degli interventi per la Valorizzazione

Dettagli

CONSORZIO VALLE CRATI

CONSORZIO VALLE CRATI CONSORZIO VALLE CRATI ART. 31 Dlgs 267/2000 87036 RENDE (CS) Nr. 17 DETERMINAZIONE DELL UFFICIO TECNICO Del 16.10.2014 Prot. nr. 1833 OGGETTO: Gestione tecnica, operativa ed amministrativa di manutenzione

Dettagli

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE

AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Allegato alla determinazione dirigenziale n. 1/2011 AUTORITA' DI BACINO DEL FIUME TEVERE Ufficio di Segreteria Giuridico-Amministrativa U.O. Affari Generali, Giuridici e di Raccordo Istituzionale Via V.

Dettagli

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard)

Sistemi LTI descrivibile mediante SDE (Equazioni alle Differenze Standard) Sistemi LTI descrivibile mediate SDE (Equazioi alle Differeze Stadard) Nella classe dei sistemi LTI ua sottoclasse è quella dei sistemi defiiti da Equazioi Stadard alle Differeze Fiite (SDE), dette così

Dettagli

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA

COMUNE DI COLLESANO. Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA COMUNE DI COLLESANO Provincia di Palermo AREA TECNICO - MANUTENTIVA DETERMINAZIONE N. _791_ DEL _16.12.2013 (n int. _299_ del _16.12.2013_) OGGETTO: Lavori di Riqualificazione Quartiere Bagherino-Stazzone

Dettagli

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA

PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA PIEMONTE SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO PRESSO LE SEDI DELL EDISU PIEMONTE CIG 0143309652 DISCIPLINARE DI GARA 1 Art. 1 Premessa Il presente disciplinare costituisce, con il bando e il capitolato speciale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

DISCIPLINARE DI GARA

DISCIPLINARE DI GARA DISCIPLINARE DI GARA Oggetto: procedura aperta indetta ai sensi dell'art. 124 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i. per l'affidamento del servizio di pulizia della sede della Fondazione E.N.P.A.I.A. di viale Beethoven,

Dettagli

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo

ESERCITAZIONE L adsorbimento su carbone attivo ESERCITAZIONE adsorbimeto su carboe attivo ezioi di riferimeto: Processi basati sul trasferimeto di materia Adsorbimeto su carboi attivi Testi di riferimeto: Water treatmet priciples ad desi, WH Pricipi

Dettagli

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali

Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali Task-Force e Servizi Integrati di accompagnamento sulle attività negoziali FESR-ASSE II- Qualità degli ambienti scolastici (Avviso prot. AOODGAI n. 7667/15-06-2010) MANUALE DELLE PROCEDURE PER L ESECUZIONE

Dettagli

Impianti VAV di ultima generazione

Impianti VAV di ultima generazione PANORAMICA Impianti VAV di ultima generazione Prodotti all'avanguardia per la ventilazione regolabile u richieta! www.wegon.com La ventilazione regolabile u richieta garantice grande comfort e coti di

Dettagli

Il costo della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dopoguerra a oggi. Stime di prima generazione

Il costo della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dopoguerra a oggi. Stime di prima generazione INVITED POLICY PAPER Il coto della vita al Nord e al Sud d Italia, dal dooguerra a oggi. Stime di rima geerazioe Nicola Amedola - Giovai Vecchi - Bilal Al Kiwai* Uiverità di Roma Tor Vergata A ditaza di

Dettagli

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario

Valutazione delle prestazioni termiche di sistemi con solai termoattivi in regime non stazionario Valutazioe delle prestazioi termiche di sistemi co solai termoattivi i regime o stazioario MICHELE DE CARLI, Ph.D., Ricercatore, Dipartimeto di Fisica Tecica, Uiversità degli Studi di Padova, Padova, Italia.

Dettagli

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI

DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI DISCIPLINARE D INCARICO PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI VERIFICA FINALIZZATA ALLA VALIDAZIONE DEI PROGETTI ESECUTIVI DEI NUOVI OSPEDALI TOSCANI DI PRATO, PISTOIA, LUCCA, E DELLE APUANE, AI SENSI DELL

Dettagli

DISCIPLINARE CIG: 5153273767

DISCIPLINARE CIG: 5153273767 DISCIPLINARE GARA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI PULIZIA DEI LOCALI DOVE HANNO SEDE GLI UFFICI DELLA CASSA NAZIONALE DEL NOTARIATO CIG: 5153273767 1. NORME PER LA PARTECIPAZIONE ALLA

Dettagli

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045

1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via. Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 BANDO DI GARA CON PROCEDURA APERTA 1)La Fondazione Arena di Verona, con sede in Verona (Italia), Via Roma 7/d (in seguito denominata Fondazione) telefono 045 8051811 fax 045 8011566 - sito internet www.arena.it

Dettagli

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO

COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO R E G I O N E V E N E T O R E J O N V E N E T O P R O V I N C I A D I B E L L U N O P R O V I N Z I A D E B E L U N COMUNE DI CORTINA D AMPEZZO COMUN DE ANPEZO CAP 32043 Corso Italia, 33 Tel. 0436 4291

Dettagli

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A.

CORE Consorzio Recuperi Energetici S.p.A. SERVIZIO DI FORMAZIONE PONTEGGI ANNI 2015-2017 CAPITOLATO SPECIALE DI APPALTO (14/M/006C) CIG N 61470301A1 SOMMARIO Articolo 1. OGGETTO DELL APPALTO Articolo 1bis DEFINIZIONI Articolo 2. LUOGO DI ESECUZIONE

Dettagli

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG

REPUBBLICA ITALIANA SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG REPUBBLICA ITALIANA COMUNE DI LOMAGNA (Prov. di Lecco) Contratto Rep. n. del SERVIZIO DI MANUTENZIONE AREE VERDE PUBBLICO 1.1.2016 31.12.2018. CIG 6170496661 L anno duemilaquindici addì del mese di presso

Dettagli

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE

PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE CAPITOLATO D ONERI PROCEDURA APERTA SUDDIVISA IN 5 LOTTI PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIDATTICA PRESSO IL SISTEMA DEI MUSEI CIVICI DI ROMA CAPITALE 2 PREMESSA Zètema, in virtù del Contratto di Servizio

Dettagli

Verbale consegna lavori in via d urgenza

Verbale consegna lavori in via d urgenza Mod. ATE.03.03 Pag.1 di pag 5 AZIENDA TERRITORIALE PER L EDILIZIA RESIDENZIALE DELLA PROVINCIA DI VERONA Finanziamento: Lavori: per la realizzazione di....in Comune di Importo lavori di appalto: Affidamento

Dettagli

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra-

BANDO DI GARA D'APPALTO. Economiche - Direzione per la gestione dei procedimenti connessi alle Entrate Extra- . ROMA CAPITALE BANDO DI GARA D'APPALTO SEZIONE I) AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE. 1.1) Denominazione, indirizzi e punti di contatto: Roma Capitale - Dipartimento Risorse Economiche - Direzione per la

Dettagli

Il Consiglio di Istituto

Il Consiglio di Istituto Prot. n. 442/C10a del 03/02/2015 Regolamento per la Disciplina degli incarichi agli Esperti Esterni approvato con delibera n.7 del 9 ottobre 2013- verbale n.2 Visti gli artt.8 e 9 del DPR n275 del 8/3/99

Dettagli

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7.

Del RTI costituito dalle seguenti società: 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. MARCA DA BOLLO DA 14,62 Per RAGGRUPPAMENTO TEMPORANEO D IMPRESA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AUTORITA PER LA VIGILANZA SUI CONTRATTI PUBBLICI DI LAVORI, SERVIZI E FORNITURE Via di Ripetta, 246 00186 Roma

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi.

OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio e traslochi. Allegato alla determinazione n. 42/APPR del 27/11/2014 composto da n. 29 fogli (fronte/retro) Spett.le ditta OGGETTO: invito alla procedura di gara per l affidamento del servizio annuale di facchinaggio

Dettagli

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163;

Il Consiglio. VISTO il Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163; Regolamento unico in materia di esercizio del potere sanzionatorio da parte dell Autorità per la vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture di cui all art 8, comma 4, del D.Lgs. 12

Dettagli

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui

MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui MODELLO A allegato all avviso di procedura comparativa di cui al D.D. n. 7 del 01/04/2015 Al Direttore del Dipartimento di LETTERE dell Università degli Studi di Perugia Piazza Morlacchi, 11-06123 PERUGIA

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297)

REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) REGOLAMENTO PER L ANTICIPAZIONE DEL TRATTAMENTO DI FINE RAPPORTO DI LAVORO (LEGGE 29 MAGGIO 1982, N. 297) 1) Beneficiari Hanno titolo a richiedere l anticipazione i lavoratori che abbiano maturato almeno

Dettagli

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione

COMUNE DI ALBIATE SOMMARIO. Provincia di Monza e della Brianza. 1. Oggetto del regolamento. 2. Ambito oggettivo di applicazione COMUNE DI ALBIATE Provincia di Monza e della Brianza REGOLAMENTO COMUNALE PER LA RIPARTIZIONE TRA IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO E GLI INCARICATI DELLA REDAZIONE DEL PROGETTO, DEL COORDINAMENTO PER LA

Dettagli

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri

PUBBLICO INCANTO. TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE Sagarriga Visconti Volpi di BARI Capitolato d oneri Ministero per i Beni e le Attività Culturali DIPARTIMENTO PER I BENI ARCHIVISTICI E LIBRARI DIREZIONE GENERALE PER I BENI LIBRARI E GLI ISTITUTI CULTURALI PUBBLICO INCANTO TRASLOCO della BIBLIOTECA NAZIONALE

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AGLI ATTI E AI DOCUMENTI AMMINISTRATIVI Premessa L accesso agli atti ed ai documenti amministrativi, introdotto nel nostro ordinamento dalla Legge 7 agosto 1990, n. 241, costituisce

Dettagli

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI

ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI ONDE ESERCIZI SVOLTI DAL PROF. TRIVIA GIANLUIGI 1. Tipi di Onde Exercie 1. Un onda viaggia lungo una corda tea. La ditanza verticale dalla creta al ventre è di 13 c e la ditanza orizzontale dalla creta

Dettagli

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I

BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER I AZIENDA OSPEDALIERA OSPEDALE SAN PAOLO MILANO - Via A. Di Rudinì, 8 U.O. Amministrazione risorse umane/pd BANDO DI CONCORSO PUBBLICO, PER TITOLI ED ESAMI, PER N. 1 POSTO DI OPERATORE TECNICO - CAT B PER

Dettagli

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI

REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ACCESSO AGLI ATTI DELLE PROCEDURE DI AFFIDAMENTO E DI ESECUZIONE DEI CONTRATTI PUBBLICI DI FORNITURE E SERVIZI ART. 1 Campo di applicazione e definizioni 1. Il presente regolamento

Dettagli

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005

Esame di Matematica 2 Mod.A (laurea in Matematica) prova di accertamento del 4 novembre 2005 Esame di Matematica 2 ModA (laurea i Matematica prova di accertameto del 4 ovembre 25 ESERCIZIO Si poga a 3 5 + 9 e b 2 4 6 + 6 ( (a Si determii d MCD(a, b e gli iteri m, Z tali che d ma + b co m < b ed

Dettagli

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1,

l = 0, 1, 2, 3,,, n-1n m = 0, ±1, NUMERI QUANTICI Le autofuzioi soo caratterizzate da tre parametri chiamati NUMERI QUANTICI e soo completamete defiite dai loro valori: : umero quatico pricipale l : umero quatico secodario m : umero quatico

Dettagli

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.

Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le. sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto. Rep. n. Prot. n. 2009/ Contratto d appalto per servizi di facchinaggio, trasporto e trasloco per le sedi di alcune Direzioni Regionali dell Agenzia delle Entrate (Lotto.) REPUBBLICA ITALIANA Il giorno..

Dettagli

La Direzione dei Lavori

La Direzione dei Lavori La Direzione dei Lavori L istituzione della Direzione lavori. Ai sensi dell art.10, comma 1, lett.l, del Reg., l istituzione dell ufficio di direzione dei lavori è promossa dal responsabile del procedimento

Dettagli

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità)

Tavola 1 - Popolazione italiana residente alle date dei censimenti generali, riportata ai confini attuali - Anni 1861-2001 (migliaia di unità) 4 Quai eravamo, quai siamo, quai saremo Che cosa si impara el capiolo 4 er cooscere le caraerisiche e l evoluzioe della popolazioe ialiaa araverso u lugo arco di empo uilizziamo il asso di icremeo medio

Dettagli

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA

PRESIDÈNTZIA PRESIDENZA AVVISO PUBBLICO PER UNA INDAGINE DI MERCATO FINALIZZATA ALL AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DIREZIONE DELL ESECUZIONE DELL APPALTO PER LA FORNITURA, INSTALLAZIONE E MESSA IN OPERA DI UN SISTEMA DI RADIOCOMUNICAZIONI

Dettagli

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO

BANDO DI GARA PER LA VENDITA MEDIANTE ASTA PUBBLICA DEL FABBRICATO EX SEDE DELLA SCUOLA ELEMENTARE SOARZA IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO TECNICO COMUNE DI VILLANOVA SULL ARDA PROVINCIA DI PIACENZA ---------------------- Tel. 0523/837927 (n. 3 linee a ric. autom.) Codice Fiscale 00215750332 Fax 0523/837757 Partita IVA 00215750332 Prot. n 2868 BANDO

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO COMUNE DI CISTERNA DI LATINA Medaglia d argento al Valor Civile REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI ECONOMATO Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 52 del 11.05.2009 a cura di : Dott. Bruno Lorello

Dettagli

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica

Pagina 1 di 6. Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica Pagina 1 di 6 Dipartimento Amministrativo e Tecnico Centrale Servizio Acquisti e Logistica OGTTO: Adesione al Lotto n. 5 della convenzione denominata AUSILI DISABILI 2, per la fornitura di Sollevatori

Dettagli

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017.

OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA PER IL QUINQUENNIO 2013-2017. Prot. n. 0000 /2013 Torrebelvicino, 07 febbraio 2013 SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO RACCOMANDATA A.R. Spett.le OGGETTO: RICHIESTA DI FORMULAZIONE DI MIGLIORE OFFERTA PER L ESPLETAMENTO DEL SERVIZIO DI TESORERIA

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Servizio Edilizia Pubblica e Logistica GARA D APPALTO PER LA STIPULA DI UN CONTRATTO PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI TRASLOCO E FACCHINAGGIO DI MOBILIO E ATTREZZATURE IN DOTAZIONE

Dettagli

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS)

VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) VIT S.R.L. CAPITOLATO SPECIALE PER L'AFFIDAMENTO DELLA GESTIONE DELLA STRUTTURA POLIFUNZIONALE DENOMINATA CHALET PINETA IN COMUNE DI CEVO (BS) Art. 1 - Oggetto dell affidamento L oggetto dell affidamento

Dettagli

COMUNE DI CAMPORGIANO

COMUNE DI CAMPORGIANO COMUNE DI CAMPORGIANO PROVINCIA DI LUCCA Piazza Roma n. 1 Tel. 0583/618888 Fax. 0583/618433 C.F. 00398710467 E-mail : demografico@comune.camporgiano.lu.it CAPITOLATO D APPALTO AFFIDAMENTO MEDIANTE PROCEDURA

Dettagli

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica

ed attesta numero iscrizione del forma giuridica . (FAC-SIMILE ISTANZA DI PARTEZIPAZIONE) AL COMUNE DI PIANA DEGLI ALBANESI DIREZIONE A.E.S. LAVORI PUBBLICI E PROGETTAZIONE VIA P. TOGLIATTI, 2 90037 PIANA DEGLI ALBANESI (PA) Il sottoscritto.... nato

Dettagli

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003)

Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni e gli onorari per l architettura SIA 102 (2003) Sezione della logistica Repubblica e Cantone Ticino Via del Carmagnola 7 Dipartimento delle finanze e dell'economia 6501 Bellinzona Divisione delle risorse Aggiunte e modifiche al Regolamento per le prestazioni

Dettagli

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore

GUIDA per la richiesta dei CERTIFICATI URBANISTICI e le Visure di Piano Regolatore ROMA CAPITALE Dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica Direzione Attuazione degli Strumenti Urbanistici U.O. Permessi di costruire Ufficio Sala Visure e Certificazioni Urbanistiche Viale della

Dettagli

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE

PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE PROVINCIA DI CROTONE STAZIONE UNICA APPALTANTE AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI CROTONE Prot. n. 25161 del 21/05/2012 BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA Fornitura di Prodotti Disinfestanti e Derattizzanti

Dettagli