L INIZIATIVA POLICULTURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INIZIATIVA POLICULTURA"

Transcript

1 L INIZIATIVA POLICULTURA Questo documento descrive in maniera dettagliata l iniziativa, articolando gli argomenti secondo l ordine delle pagine del sito (necessariamente più succinte, per ragioni editoriali). Il bando del concorso e brevi istruzioni su come realizzare la narrazione multimediale per parteciparvi sono disponibili come documenti pdf separati (sempre sul sito ). COS È POLICULTURA è una iniziativa del, che si colloca all interno della più ampia attività di PoliScuola. PoliScuola prevede una serie di azioni di intervento per la scuola, con l obbiettivo complessivo di migliorare la conoscenza delle tecnologie ed il loro uso nella attività didattica e nella formazione degli allievi (www.poliscuola.it)., in particolare, si rivolge agli studenti (ed ai loro insegnanti) delle scuole secondarie di secondo grado, con l obbiettivo di avvicinare il mondo della cultura (nella sua accezione tradizionale, essenzialmente umanistica) alle tecnologie (spesso ignorate se non, addirittura, temute). Tecnologia e cultura sono spesso percepiti, nella scuola e nella società italiana, come termini antitetici. Si trascura sia l evidenza moderna dei mestieri che implicano entrambe le conoscenze (per esempio, quello dell architetto), sia la constatazione storica che Leonardo da Vinci, ad esempio, era sì un grande artista, ma anche un tecnologo, e che Galileo Galilei, per fare un altro esempio, accompagnava il suo essere scienziato ad una profonda cultura umanistica. Oggi, questo fecondo connubio tra tecnologia e cultura si può e si deve ripetere, in due direzioni: i tecnologi possono arricchire il loro bagaglio culturale di contenuti umanistici e gli umanisti possono imparare a servirsi delle tecnologie per raggiungere meglio i loro scopi. Un modo semplice per far familiarizzare studenti (e insegnanti) con le tecnologie, è far sperimentare loro come le tecnologie dell informazione, con tutta la loro ricchezza di multimedialità e multicanalità, siano un occasione straordinaria per comunicare cultura. Il è attivo da molti anni nella comunicazione supportata da tecnologie dei beni culturali, in cooperazione con prestigiose istituzioni nazionali e internazionali (dal Museo di Stato di Berlino al Museo Nazionale Israeliano di Gerusalemme, dal Museo Archeologico di Milano al Ministero per il Turismo e la Cultura Siriano, dal museo Poldi Pezzoli al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e la Pinacoteca Ambrosiana di Milano). Per questo motivo ha maturato la profonda convinzione, attraverso esperienze concrete, di come le tecnologie siano oggi uno strumento necessario per veicolare la cultura moderna, ad un pubblico sempre più vasto ed attento. innanzitutto è una occasione didattica: per lavorare su contenuti di Arte o Storia, per imparare a comunicarli e per acquisire familiarità con tecnologie multimediali (rese semplici da uno straordinario motore - MilleeunaStoria - del ). è anche una occasione per apprendere una nuova forma di comunicazione: gli studenti e i loro insegnanti (soprattutto di area umanistica: dati i temi e data la semplicità della tecnologia) realizzeranno narrazioni multimediali su un tema a loro scelta, legato al territorio. Il risultato sarà al tempo stesso, e con un unico sforzo, un sito Web, un CD-rom e un insieme di file ipod. è anche un grande concorso Nazionale, Regionale e Provinciale: i lavori delle classi iscritte saranno selezionati e valutati da giurie a vari livelli. Importanti esponenti della cultura Italiana hanno assicurato la loro presenza come Presidenti delle giurie nazionali. Sponsor prestigiosi assicurano premi interessanti per i vincitori Regionali e Nazionali. Tutti sono invitati a sperimentare questa forma di comunicazione moderna: anche le classi che non vogliono partecipare al concorso possono farlo. Il concorso è una motivazione in più per insegnanti e studenti e una sfida culturale tra scuole Italiane (e Italiane all estero)! 1/9

2 Il Politecnico incoraggia tutti a partecipare! A tutti coloro che parteciperanno sarà consentito utilizzare il motore anche per altre sperimentazioni didattiche; è una occasione per imparare, divertendosi e divulgando la cultura del proprio territorio. BENEFICI DIDATTICI Il parere di esperti e insegnanti Thomas Reeves dell'università della Georgia, uno tra i più importanti esperti mondiali di didattica supportata dalle nuove tecnologie: Il fatto di mettere risorse didattiche sul Web non garantisce un loro un apprendimento più efficace. Il Web è un mezzo che va integrato con approcci pedagogici efficaci per promuovere l apprendimento (Reeves & Reeves, 1997). Uno dei principi pedagogici più sostenuti è che le persone imparano se hanno l opportunità di costruire rappresentazioni esterne della propria conoscenza (Jonassen & Reeves, 1996). Secondo la teoria costruttivista dell apprendimento, i discenti sviluppano strutture cognitive differenti (come per esempio schemi e modelli mentali) basati sulle loro conoscenze previe e i loro interessi. È molto importante che i compiti assegnati ai discenti abbiano rilevanza per loro. Di fronte a una attività autentica e rilevante (dal punto di vista personale) da completare, o a un problema da risolvere, il Web può diventare uno strumento cognitivo per investigare e rappresentare la conoscenza. Questo principio pedagogico è fortemente sostenuto dal lavoro di studiosi come Papert (1993) e Kafai e Resnick (1996). Papert chiama questo principio costruzionismo, sostenendo che perché le persone imparino, devono creare artefatti esterni che rappresentino la loro conoscenza e interpretazione del mondo. L iniziativa esemplifica questo principio, fornendo la tecnologia per creare rappresentazioni della conoscenza direttamente ai discenti, perché possano rappresentare ciò che conoscono e ciò in cui credono. Usando lo strumento MilleeunaStoria, gli studenti svolgeranno loro stessi il ruolo di designer, e useranno la tecnologia come strumento cognitivo per analizzare il mondo, accedendo ad informazioni e interpretandole, organizzando la loro conoscenza personale, rappresentando ciò che conoscono agli altri, ricevendo osservazioni critiche dagli altri studenti, dagli insegnanti e da esperti esterni, raffinando in questo modo nel tempo la loro rappresentazione della conoscenza. Numerosi studi hanno dimostrato che i risultati in termini di apprendimento da parte di studenti che costruiscono questo tipo di rappresentazioni esterne della loro conoscenza sono più forti, durevoli e trasferibili efficacemente in nuovi contesti (Lajoie, 2000; Lehrer, 1993). Jonassen, D. H., & Reeves, T. C. (1996). Learning with technology: Using computers as cognitive tools. In D. H. Jonassen (Ed.), Handbook of research for educational communications and technology (pp ). New York: Macmillan. Kafai, Y., & Resnick, M. (Eds.). (1996). Constructivism in practice: Designing, thinking, and learning in a digital world. Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum. Lajoie, S. P. (Ed.). (2000) Computers as cognitive tools: No more walls. Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. Lehrer, R. (1993). Authors of knowledge: Patterns of hypermedia design. In S. P. Lajoie & S. J. Derry (Eds.), Computers as cognitive tools (pp ). Hillsdale, NJ: Lawrence Erlbaum. Papert, S. (1993). The children's machine: Rethinking school in the age of the computer. New York: Basic Books. Reeves, T. C., & Reeves, P. M. (1997). The effective dimensions of interactive learning on the WWW. In B. H. Khan, (Ed.), Web-based instruction (pp ). Englewood Cliffs, NJ: Educational Technology. 2/9

3 Leonardo Paoluzzi, dirigente scolastico dell'itcp V. Bonifazi, di Civitanova Marche: come occasione di crescita professionale e didattica Apprendimento cooperativo e Costruttivismo sono spesso oggetto dei migliori corsi di aggiornamento nelle scuole superiori del nostro paese; spesso, purtroppo, gli eventi che a tali corsi succedono, vedono l entusiasmo iniziale dei docenti trasformarsi nell amarezza di un bisogno di cambiamento non colmato o nella percezione di non aver potuto o saputo cogliere una occasione di crescita professionale. Le discipline umanistiche e scientifiche non riescono, insieme, a dare il via alla trasformazione del paradigma culturale, capace di generare un sapere costruito, contaminato da altri saperi, dove l oggetto della scienza, qualunque esso sia, respira, interessa e appassiona soltanto se ancorato alle coordinate di valore umanistico e filosofico che lo collocano nel suo tempo storico e nel suo luogo sociale. Non c è più tempo per il separatismo disciplinare nelle nostre scuole: la complessità della conoscenza del nuovo millennio non lo permette. Il concorso di didattica sperimentale,, così come presentato dagli autori, può generare una vibrazione didattica innovativa, lungo tutto il territorio nazionale e lasciare nelle scuole una straordinaria testimonianza operativa da cui attingere, per una prassi didattica quotidiana, quanto di meglio possa emergere all insegna di una preziosa alleanza tra Cultura, Tecnologia e nuova Pedagogia. Fabrizia Mancini, docente di latino e greco al Liceo Classico G. Berchet, Milano, Supervisore della SILSISMI indirizzo Linguistico Letterario, dell Università degli Studi di Milano: L iniziativa offre una preziosa opportunità didattica alle scuole per sfatare il mito delle due culture separate e incomunicabili: umanistica e scientifica. I docenti e gli studenti, superando pregiudizi radicati, possono lavorare nella consapevolezza che la cultura è unica. Alla filosofia e alle lettere occorre la conoscenza scientifica per risposte certe anche se parziali, e la scienza è indissolubilmente legata al pensiero del suo tempo, progredisce e si sviluppa con la fantasia e la varietà proprie del mondo poetico e filosofico. Aristotele, Democrito, Epicuro, Lucrezio, Cartesio, Pascal, Dante, Galilei, ecc., con le loro opere, testimoniano con chiara evidenza che non esiste dicotomia tra le due culture e in tale senso dovrebbe essere orientata la preparazione degli studenti durante gli anni delle scuole superiori. In questo concorso, oltre la gara e il conseguente premio, trovo più stimolante la partecipazione stessa, perché costituisce una sfida didattica all interno del gruppo classe (docenti e studenti). Rita Bortone, dirigente scolastica scuola secondaria 1 grado, Lecce: All interno di un progetto globalmente interessante e accattivante, quale PoliScuola, appare di grande valenza culturale e pedagogica: tenta infatti di affrontare il grave problema della preoccupante lontananza dei giovani dalla scienza e di ricercare modalità d approccio motivanti e accessibili. La narrazione coinvolge e lega l autore e il lettore intorno a soggettive significazioni dei mondi scientifici, che si trasformano in mondi possibili. Il mezzo tecnologico promuove una cultura anch essa ancora carente nella scuola italiana dell uso funzionale e didatticamente efficace delle nuove tecnologie. Il premio in gioco può costituire un esca iniziale, ma il vero ritorno del progetto sarà quello culturale. 3/9

4 : benefici didattici Realizzare una narrazione multimediale, anche a prescindere dal concorso, implica importanti benefici didattici. Gli studenti, dopo aver realizzato la loro narrazione, avranno acquisito: una migliore comprensione generale e di dettaglio sull'argomento trattato abilità tecniche, comunicative e di lavoro di gruppo un atteggiamento diverso nei confronti della tecnologia e dei suoi rapporti con la cultura classico-umanistica Il Politecnico incoraggia dunque tutti a partecipare, sia per pura sperimentazione didattica sia per cimentarsi nel concorso. Il auspica inoltre l'uso del motore MilleeunaStoria (messo gratuitamente a disposizione di tutte le scuole partecipanti) per ulteriori narrazioni, per approfondire temi diversi da quelli proposti dal concorso. Più in dettaglio: Benefici legati all'apprendimento una narrazione sintetica come quella richiesta da MilleeunaStoria richiede una comprensione profonda dell'argomento trattato per enuclearne gli elementi caratterizzanti. Questo offre all'insegnante l'opportunità di discutere con gli studenti sui valori contenutistici principali. l'organizzazione dei contenuti per creare una narrazione articolata invita alla creazione di una mappa concettuale dell'argomento trattato Benefici legati alle abilità abilità tecniche: gli studenti acquisiscono abilità nella gestione di contenuti multimediali abilità comunicative: o capacità di adattare contenuti, spesso complessi, a un formato semplice o capacità retorica di rendere interessante e comprensibile il contenuto o capacità di sintetizzare un messaggio multimediale o capacità di lavorare in gruppo: le attività da realizzare richiedono un coordinamento efficace tra i vari gruppi di studenti coinvolti Benefici legati agli atteggiamenti Importante è che gli studenti comprendano che la tecnologia e la cultura tradizionaleumanistica possono integrarsi con reciproco beneficio. IL CONCORSO La partecipazione al concorso è facoltativa: le classi iscritte possono provare a realizzare una narrazione multimediale e decidere in seguito se partecipare o no al concorso. si rivolge anzitutto (ma non esclusivamente) ai docenti di area umanistica (eventualmente con l aiuto di loro colleghi tecnologici): l'uso dello strumento tecnico è infatti semplicissimo. invita studenti e insegnanti della scuola secondaria superiore a realizzare una narrazione multimediale in una delle due aree: Arte nella tua città : un episodio artistico di rilievo per il territorio in cui la scuola si trova; Storia nella tua città : un episodio storico (personaggio, evento, luogo, monumento, strada,...) di rilievo per il territorio in cui la scuola si trova. La narrazione viene realizzata usando il software MilleeunaStoria messo a disposizione dal. Un esempio di narrazione multimediale a cui le classi possono ispirarsi è Scienza, Cultura e Tecnologia, che racconta come cultura e tecnologia abbiano cooperato nel passato (dando voce alle illustri figure di Galileo Galilei e Leonardo da Vinci) e anche oggi, nei mestieri del Politecnico 4/9

5 (il designer, l'architetto, l'ingegnere meccanico, ). Altri esempi di narrazioni multimediali sono disponibili sul sito. Le iscrizioni si aprono nel dicembre 2006 e si chiudono nel gennaio I lavori devono essere consegnati nel febbraio 2007 (vedi dettagli sul bando). Tutte le classi devono iscriversi: decideranno in seguito se sottomettere le loro narrazioni al vaglio del concorso. Date, regole e indicazioni precise si trovano nel Bando del Concorso. Vogliamo sottolineare che mai come in questo caso l importante è partecipare e non vincere: vinceranno realmente infatti le classi che sapranno raccogliere da questa opportunità i grandi benefici didattici che le sono connessi. Incoraggiamo pertanto le classi a provare comunque a creare la propria narrazione multimediale e a inviarcela, anche se non fosse perfetta. COME PARTECIPARE Partecipare a è molto semplice. Dopo aver guardato la narrazione multimediale Scienza, Cultura e Tecnologia si deve realizzare una narrazione analoga, utilizzando lo strumento MilleeunaStoria (che viene messo a disposizione di tutte le classi iscritte). Il primo passo da effettuare è l iscrizione della scuola e della classe registrando i dati nel modulo on-line. L inserimento nel modulo del codice meccanografico, che ogni scuola già possiede, permette di capire se la scuola è già stata registrata. Se così non fosse, bisogna procedere anche all inserimento dei dati della scuola; altrimenti, si può continuare con quello dei dati della classe e del docente di riferimento, ricordando che per ogni istituto scolastico è possibile far partecipare fino ad un massimo di 3 classi. Terminata questa fase, verranno forniti nome utente e password con i quali sarà possibile accedere alla sezione riservata del sito, per usare lo strumento autore MilleeunaStoria e cominciare ad utilizzarlo. Lo strumento sarà disponibile a partire dal 15 gennaio Dopo aver portato a termine il lavoro di realizzazione della narrazione multimediale ed averla generata con lo strumento autore MilleeunaStoria, la si potrà sottomettere per il concorso (o semplicemente considerarla un esperienza didattica utile). Non appena ricevuto l input dalle classi (sottomissione della narrazione multimediale), la pagina Partecipanti del sito verrà aggiornata: vicino al nome della classe comparirà un simbolo a significare che la classe ha inviato il proprio lavoro. NOTA BENE: le classi hanno 3 opzioni: - iscriversi, portare a termine il lavoro in vista del concorso, sottomettere il lavoro e partecipare effettivamente al concorso. - iscriversi, portare a termine il lavoro ma NON partecipare al concorso (per qualunque ragione: si ritiene che il lavoro non sia adeguato, etc.). - iscriversi e usare lo strumento MilleeunaStoria per realizzare una narrazione multimediale ma senza voler partecipare al concorso (per qualunque ragione: non si ama la competizione, etc.). In ogni caso incoraggiamo l uso dello strumento MilleeunaStoria nell attività scolastica, per i benefici didattici connessi, e a condividere con noi risultati, commenti, impressioni, etc. Per usare lo strumento MilleeunaStoria è necessario comunque iscriversi e confermare la propria iscrizione via fax. I PARTECIPANTI Possono partecipare al concorso tutte le classi quarte e quinte (ultimo e penultimo anno) di tutte le scuole secondarie di secondo grado d Italia e di italiani all estero, pubbliche e 5/9

6 iprivate. Ogni scuola può partecipare con un massimo di 3 classi, ciascuna coordinata da uno o più docenti; uno stesso docente può partecipare con più di una classe. È ammessa soltanto la partecipazione di un intera classe, non del singolo studente o di gruppi di studenti. Le regioni che hanno aderito ufficialmente all iniziativa sono: Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto. Possono partecipare comunque anche classi di regioni che non aderiscono ufficialmente, nella categoria Resto d Italia. Possono partecipare inoltre le classi di italiani all estero, nella categoria Italiani nel Mondo. VINCITORI E PREMI Il concorso ha 3 passi successivi. 1. livello provinciale (solo per le province delle regioni che hanno aderito ufficialmente) 2. livello regionale/ Resto d Italia / Italiani nel Mondo 3. livello nazionale A livello provinciale non ci sono ancora vincitori, ma 2 selezionati per ciascuna sezione. Ai livelli regionale/ Resto d Italia / Italiani nel Mondo ci sono: - un vincitore per ciascuna sezione - un segnalato (per meriti particolari) per ciascuna sezione A livello nazionale infine ci sono 2 vincitori per ciascuna sezione. I vincitori del concorso nazionale (e dei concorsi Resto d Italia e Italiani nel Mondo ) riceveranno il premio durante la giornata conclusiva del concorso, a Milano, nel mese di maggio I vincitori nazionali e i vincitori regionali riceveranno premi offerti dai nostri sponsor: Mondadori Scuola e IBM. Opere di editoria scolastica per tutti e, solo per i vincitori nazionali (primo e secondo premio), un computer portatile IBM. Per maggiori dettagli si veda il bando del concorso. LA GIURIA La giuria nazionale per la sezione Arte nella tua città sarà presieduta dal prof. Davide Rampello (presidente della Triennale di Milano), per la sezione Storia nella tua città sarà presieduta dal prof. Alberto Martinelli (docente presso la Facoltà di Scienze Politiche della Università Statale di Milano). I membri delle giurie nazionali saranno scelti dal tra i suoi docenti, esponenti del mondo della scuola e esperti del settore industriale. Per tutte le Regioni convenzionate, verranno create, in collaborazione tra il competente Ufficio Scolastico Regionale e il, giurie per le selezioni provinciali e per il corrispondente concorso regionale. Per le categorie Resto d Italia e Italiani nel Mondo la giuria sarà organizzata dal. Criteri di valutazione dei lavori I lavori sottomessi saranno giudicati dalle rispettive giurie in base ai seguenti parametri: a. interesse dell argomento prescelto b. qualità sostanziale e formale dei contenuti c. efficacia comunicativa della narrazione SPONSOR CORRIERE DELLA SERA (partner per la comunicazione) Il quotidiano italiano più diffuso. FONDAZIONE IBM (partner per la diffusione e i premi) 6/9

7 L'innovazione è uno dei valori fondamentali della cultura IBM e ne ispira le strategie e l'attività. Negli ultimi dieci anni, IBM ha guidato le linee evolutive del mercato dell'information Technology, affermandosi come il primo fornitore veramente globale, con un'offerta in cui le tradizionali componenti dell'hardware, del software e dei servizi si armonizzano nel più ampio concetto di soluzione che crea e trasferisce valore. MONDADORI SCUOLA (partner per la diffusione e i premi) Mondadori Scuola (http://www.mondadoriscuola.it ) è uno dei dieci marchi di Edumond Le Monnier (http://www.edumondlemonnier.it ), la casa editrice scolastica del gruppo Mondadori che, grazie alla ricchezza del catalogo di oltre titoli e a una produzione annuale di oltre 400 novità, è una delle aziende leader dell'editoria scolastica italiana. Accanto alla grande tradizione di Le Monnier, troviamo realtà note come Einaudi Scuola, Minerva Scuola, Poseidonia, Signorelli, Juvenilia, Mursia, Piemme, Scuola & Azienda e i tre marchi distribuiti Macmillan e Burlington Books (inglese) e Max Hueber (tedesco). Con sedi a Milano, Bologna e Firenze, l'azienda è presente in tutti gli ordini di insegnamento, dalla scuola per l'infanzia alla primaria, dalla secondaria all'università, con una produzione di sussidi didattici multimediali per tutte le discipline di insegnamento. Testimonianza della costante attenzione all'innovazione sono Pianetascuola (http://www.pianetascuola.it ) e Pianetino primi portali italiani rivolti al mondo della scuola e oggi punti di riferimento sulla rete per l'aggiornamento e lo studio di insegnanti e studenti. PARTNER (www.polimi.it) Il è un'università scientifico-tecnologica di rilevanza nazionale e internazionale che forma ingegneri, architetti e disegnatori industriali. È sicuramente una delle università italiane di maggior prestigio. DEI Dipartimento di Elettronica e Informazione (www.elet.polimi.it) Il DEI raggruppa le attività di ricerca e di didattica che riguardano la Elettronica, la Automazione, la Informatica e le Telecomunicazioni. Tra le sue attività spiccano quelle connesse alla ICT, Information and Communication Technology. Polo Regionale di Como (www.polo-como.polimi.it) Il polo di Como del è specializzato nel connubio tra tecnologia e scienze della comunicazione e nel fornire servizi innovativi alle scuole. HOC-LAB Hypermedia Open Centre (http://hoc.elet.polimi.it) Un laboratorio, all'interno del DEI, con sedi a Milano e presso il Polo Regionale di Como, che si occupa in particolare (tra le sue molteplici attività) di applicazioni multimediali, didattica mediante tecnologie e servizi alle scuole. Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze (www.imss.fi.it) L Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze (IMSS) svolge fin dalla fondazione (1927) attività permanenti di ricerca nella storia delle scienze e delle tecniche. Il Museo ha contribuito alla realizzazione di Scienza, Cultura e Tecnologia, narrazione multimediale dimostrativa abbinata al concorso. Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (www.museoscienza.org) Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, con il suo patrimonio di oltre 10,000 reperti, è il più grande museo scientifico e tecnologico italiano. Il Museo 7/9

8 ha contribuito alla realizzazione di Scienza, Cultura e Tecnologia, narrazione multimediale dimostrativa abbinata al concorso. Ministero della Pubblica Istruzione e Uffici Scolastici Regionali Numerosi USR (Uffici Scolastici Regionali) hanno aderito alla iniziativa, accettando di contribuire alla pubblicizzazione del concorso, alle selezioni provinciali, ai concorsi regionali e alle relative cerimonie di premiazione. Hanno aderito a : Ufficio scolastico regionale per la Calabria Ufficio scolastico regionale per la Campania Ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia Ufficio scolastico regionale per la Lombardia Ufficio scolastico regionale per le Marche Ufficio scolastico regionale per il Piemonte Ufficio scolastico regionale per la Puglia Ufficio scolastico regionale per la Sardegna Ufficio scolastico regionale per la Sicilia Ufficio scolastico regionale per la Toscana Ufficio scolastico regionale per l' Umbria Ufficio scolastico regionale per il Veneto CREDITS è un'iniziativa del, realizzata dal laboratorio HOC del Dipartimento di Elettronica e Informazione del, con il supporto del Polo di Como del. : Laboratorio HOC: Polo di Como del : Coordinamento generale Paolo Paolini Produzione esecutiva Aldo Torrebruno Grafica Silvia Barzaghi, Silvia Ghezzi Implementazione Daniele Vitali, Roberto Carrozzo Staff editoriale Nicoletta Di Blas, Paola Franzosi, Aldo Torrebruno Contact Manager Chiara Parravicini CONTACTS Per qualunque informazione, potete rivolgervi a: Chiara Parravicini Tel Fax * * * 8/9

PoliCollege Corsi on-line per una scuola moderna

PoliCollege Corsi on-line per una scuola moderna PoliCollege Corsi on-line per una scuola moderna Progetto realizzato dal Laboratorio HOC del Dipartimento di Elettronica e Informazione delpolitecnico di Milano con il patrocinio ed il supporto della Dir.

Dettagli

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più

L unica linguaggi, consueti. domande e ambiti imprevisti o, comunque, diversi, in generale, da quelli più GIOCHI MATEMATICI ANNO SCOLASTICO PER 2009 SCUOLA - 2010 PRIMARIA Il di Centro Gruppo Matematica di ricerca F. Enriques sulla didattica dell'università della matematica degli Studi nella scuola di Milano,

Dettagli

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO

Progetto e Concorso nazionale. Articolo 9 della Costituzione. Edizione a.s. 2014-15 BANDO E REGOLAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema

Dettagli

Scritto da Pia Russo Martedì 19 Marzo 2013 17:46 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Marzo 2013 16:49

Scritto da Pia Russo Martedì 19 Marzo 2013 17:46 - Ultimo aggiornamento Mercoledì 27 Marzo 2013 16:49 Cerimonia di consegna di certificazioni ed attestati: protagonista l ex 4^ B Elettrotecnica Si è svolta giovedì 7 marzo, presso l Aula Magna del nostro Istituto, la cerimonia di consegna della certificazione

Dettagli

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma 2 Scuola, tecnologie e innovazione didattica La tecnologia sembra trasformare

Dettagli

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress

Bando di Concorso per le scuole superiori. Concorso Social Innovation...in Progress Bando di Concorso per le scuole superiori Concorso Social Innovation...in Progress 1. Presentazione La Fondazione ÈBBENE, in collaborazione con l Incubatore Certificato Consorzio Sol.CO Rete di imprese

Dettagli

CITIAMO DAL RECENTE DOCUMENTO LA BUONA SCUOLA :

CITIAMO DAL RECENTE DOCUMENTO LA BUONA SCUOLA : Oggetto: Promozione PoliCulturaEXPOMilano2015 Gentile Dirigente, ExpoMilano2015 è un occasione straordinaria per rilanciare l Italia ed anche un opportunità unica per la scuola: i temi collegati a Nutrire

Dettagli

Scuola di legalità. Regolamento e bando del concorso LA MAFIA ED IO. Premessa. Art. 1 Finalità del concorso

Scuola di legalità. Regolamento e bando del concorso LA MAFIA ED IO. Premessa. Art. 1 Finalità del concorso Quello mafioso è uno dei fenomeni sociali e criminali più pericolosamente pervasivi, potenti e pericolosi nel nostro paese. Tuttavia, è sconsolante constatare come la Mafia sia assai poco e debolmente

Dettagli

il milite...non più ignoto

il milite...non più ignoto il milite...non più ignoto concorso nazionale anno scolastico 2015-16 1 ottobre 2015-31 marzo 2016 www.milite.ana.it IL MILITE... NON PIÙ IGNOTO L Associazione Nazionale Alpini, in collaborazione con Ministero

Dettagli

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13

Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo Classico e Linguistico Statale G. Pico Obiettivi del progetto per l anno scolastico 2012/13 Liceo classico Il percorso del liceo classico è indirizzato allo studio della civiltà classica e della

Dettagli

L Educazione Mondiale e le Esposizioni Universali

L Educazione Mondiale e le Esposizioni Universali L Educazione Mondiale e le Esposizioni Universali Sviluppare una cittadinanza mondiale per il Terzo Millennio La vision di HOC-LAB, Politecnico di Milano (Italia) policultura @polimi.it I sistemi scolastici

Dettagli

GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2008-2009

GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2008-2009 GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA PRIMARIA ANNO SCOLASTICO 2008-2009 Il Gruppo di ricerca sulla didattica della matematica nella scuola elementare del Dipartimento di Matematica F. Enriques dell'università

Dettagli

Gentile Dirigente, > > a nome del Prof. Basset, Responsabile del Laboratorio di Ecologia > presso l'università del Salento, le inoltro l'invito per

Gentile Dirigente, > > a nome del Prof. Basset, Responsabile del Laboratorio di Ecologia > presso l'università del Salento, le inoltro l'invito per Gentile Dirigente, a nome del Prof. Basset, Responsabile del Laboratorio di Ecologia presso l'università del Salento, le inoltro l'invito per il progetto europeo "The Scientific Research Game". "The Scientific

Dettagli

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia

Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia Bando del Progetto di Supporto allo sviluppo dell autoimprenditorialità sociale per le scuole superiori della regione Sicilia 1. Presentazione Piano formativo Social Innovation in Learning e Concorso Social

Dettagli

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi

Orientamento. La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi Orientamento La scelta dell Istituto Tecnico Economico e i suoi tre indirizzi A cura del Prof. Graziano Galassi (Componente della Commissione Orientamento) IDENTITA DEGLI ISTITUTI TECNICI Solida base culturale

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico

LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico LICEO SCIENTIFICO OPZIONE SCIENZE APPLICATE Dallo studio delle scienze sperimentali alla comprensione del mondo tecnologico Non si impara mai pienamente una scienza difficile, per esempio la matematica,

Dettagli

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere?

L I C E O V E R O N E S E. Quale liceo scegliere? hioggia (V) L V R S L'intervento formativo del Liceo Veronese ha come priorità la crescita dello studente in tutte le sue dimensioni. L'attività didattica mira a fornire una preparazione culturale solida

Dettagli

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E

PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E PROGRAMMAZIONE INDIVIDUALE DOCENTE ANNO SCOLASTICO 2013-14 PROF. Silvia Tiribelli MATERIA: GEOGRAFIA CLASSE: II E DATA DI PRESENTAZIONE: 30/11/2013 FINALITÀ E OBIETTIVI FORMATIVI DELLA DISCIPLINA La geografia

Dettagli

Regolamento del concorso

Regolamento del concorso ITALIA E SVIZZERA VERSO L EXPO 2015 IMPARARE SVILUPPARE DIFFONDERE Regolamento del concorso FINALITÀ DEL CONCORSO Le finalità del concorso sono duplici. Da un lato, sensibilizzare gli alunni delle scuole

Dettagli

CONDIZIONI ECONOMICO-SOCIALI E RENDIMENTO SCOLASTICO e/o in alternativa EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO NELL ULTIMO DECENNIO

CONDIZIONI ECONOMICO-SOCIALI E RENDIMENTO SCOLASTICO e/o in alternativa EVOLUZIONE DEL MERCATO DEL LAVORO NELL ULTIMO DECENNIO ISTITUTO TECNICO TECNOLOGICO A. VOLTA 70032 BITONTO (BA) Via Matteotti n. 197 Distretto scolastico n. 8 Codice Fiscale 80007640727 Indirizzi: MECCANICA, MECCATRONICA ED ENERGIA - ELETTRONICA ED ELETTROTECNICA

Dettagli

ORIZZONTI SCUOLA PERCHE DOCUMENTARE?

ORIZZONTI SCUOLA PERCHE DOCUMENTARE? P.A.I.S. La scuola elementare Manzoni Bolzano Mirella Tronca, assistente agli alunni in situazione di handicap PERCHE DOCUMENTARE? La documentazione è una scienza per conoscere e una tecnica per far conoscere.

Dettagli

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001

Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 Verso lo Spazio Europeo dell Istruzione Superiore Comunicato dei Ministri Europei dell istruzione superiore Praga, 19 maggio 2001 1. Due anni dopo la firma della Dichiarazione di Bologna e tre dopo quella

Dettagli

Alla ricerca dei diritti perduti

Alla ricerca dei diritti perduti AI SIGG. DOCENTI ALLEGATO 1 Concorso Alla ricerca dei diritti perduti REGOLAMENTO Art. 1. Finalità In occasione della celebrazione della Giornata dei Diritti dell Infanzia e dell Adolescenza, 20 Novembre

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI

ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015. DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI ISTITUTO COMPRENSIVO CEPAGATTI a. s. 2014-2015 DIPARTIMENTI per AREE DISCIPLINARI e/o per ASSI CULTURALI Composizione I Dipartimenti sono composti dai docenti, raggruppati per aree disciplinari e/o per

Dettagli

Progetto. Cittadinanza e Costituzione: le competenze e il curricolo

Progetto. Cittadinanza e Costituzione: le competenze e il curricolo Misure di accompagnamento alle Indicazioni Nazionali Progetto CITTADINANZA COME AGIRE SOCIALE Incontro conclusivo 25 maggio 2015 Cittadinanza e Costituzione: le competenze e il curricolo Un percorso che

Dettagli

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA

PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Scuola primaria di Ponchiera Istituto Comprensivo Paesi Retici Sondrio PREMESSA : CORPO - CUORE contemporanea MENTE PROGETTO MULTIMEDIALITA LE NUOVE TECNOLOGIE APPLICATE ALLA DIDATTICA Lo sviluppo delle

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE

3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE 3.2 LICEO SCIENTIFICO DELLE SCIENZE APPLICATE Il Liceo Scientifico delle Scienze Applicate è un articolazione del Liceo Scientifico. Oltre agli obiettivi propri del Liceo Scientifico tradizionale, il Liceo

Dettagli

Allegati: 2 Faenza, 3 novembre 2006. Con preghiera di comunicare il presente invito agli Studenti e ai Docenti di Filosofia

Allegati: 2 Faenza, 3 novembre 2006. Con preghiera di comunicare il presente invito agli Studenti e ai Docenti di Filosofia LICEO CLASSICO EVANGELISTA TORRICELLI - FAENZA (SEZIONE SCIENTIFICA ANNESSA) Codice meccanografico RAPC020007 Codice fiscale 81001340397 -- Distretto scolastico n. 41 Sede Centrale e Indirizzo Scientifico:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado

Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Prot. n 3334 del 6 settembre 2010 Bando Cl@ssi 2.0 Scuole statali secondarie di secondo grado Il Piano Nazionale Scuola Digitale, della Direzione Generale per gli Studi, la Statistica e i Sistemi Informativi

Dettagli

OGGETTO: Piano Formazione Nazionale del Polo Qualità- Scadenza iscrizione 27 febbraio

OGGETTO: Piano Formazione Nazionale del Polo Qualità- Scadenza iscrizione 27 febbraio ISTITUTO STATALE COMPRENSIVO di Scuola dell Infanzia - di Scuola Primaria e di Scuola Secondaria I grado ad Indirizzo Musicale A N I E L L O C A L C A R A M A R C I A N I S E Prot. n. 1064 C/2 MARCIANISE

Dettagli

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro

Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro Alternanza scuola e lavoro al Vittorio Veneto un ponte verso il futuro 1 Laboratorio della conoscenza: scuola e lavoro due culture a confronto per la formazione 14 Novembre 2015 Alternanza scuola e lavoro

Dettagli

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in

UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Master in UNIVERSITÀ DI GENOVA CENTRO DI ATENEO PER LA RICERCA EDUCATIVA E DIDATTICA (C.A.R.E.D.) Genova, 16 marzo 2006 Via Balbi, 1a - 16126 GENOVA Tel. 010/2095962 Fax 010/2095961 e-mail: cared@unige.it Master

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO»

LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» LICEO SCIENTIFICO «MARIO PAGANO» anno scolastico 2012/2013 PROGETTO GIORNALINO DI ISTITUTO DOCENTI REFERENTI DESTINATARI FINALITA' prof.sse Maria-Eleonora De Nisco Claudia Liberatore Alunni di tutte le

Dettagli

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto

Capire i conflitti Praticare la pace centenario della Grande Guerra Capire i conflitti Praticare la pace. tema del conflitto Progetto Scuola 2014-18 Capire i conflitti Praticare la pace Quando si parla di guerra si parla spesso di vinti e vincitori, qui invece ci sono storie di persone partecipante del 2012 In occasione del

Dettagli

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO

EUROPEAN OSTEOPATHIC UNION L ITER FORMATIVO Capitolo 3 L ITER FORMATIVO Il programma di formazione degli osteopati ha la responsabilità di creare figure professionali del più alto livello. Il livello di preparazione dell osteopata professionista

Dettagli

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma

Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA. Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma Scuola + 15 PROGETTI DI DIDATTICA INTEGRATA Progetto realizzato da Fondazione Rosselli con il contributo di Fondazione Roma 2 Scuola, tecnologie e innovazione didattica La tecnologia sembra trasformare

Dettagli

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile

Dipartimento di Sociologia e Ricerca Sociale Progetto Master Comunicare il Turismo Sostenibile Perché comunicare il Turismo Sostenibile La Facoltà di Sociologia dell Università degli Studi di Milano-Bicocca attiverà nel biennio 2013-2014 la seconda edizione del master di primo livello Comunicare

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Concorso per 6 Borse di Studio

Concorso per 6 Borse di Studio Concorso per 6 Borse di Studio L Accademia L Accademia d Arte e Design Leonetto Cappiello è sorta a Firenze nel 1956 allo scopo di diffondere tra le nuove generazioni, per mezzo d iniziative culturali,

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova Ing. Davide D Amico MIUR- DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Dirigente Ufficio

Dettagli

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO

CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO CreArt RETE DI CITTÀ PER LA CREATIVITÀ ARTISTICA DESCRIZIONE DEL PROGETTO MOTIVAZIONE... 3 OBIETTIVI DEL PROGETTO... 5 METODOLOGIA... 6 PIANO DI LAVORO... 8 GRUPPI DI RIFERIMENTO.IMPATTO... 9 2 MOTIVAZIONE

Dettagli

INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP

INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP INTERNATIONAL VIDEO COMPETITION THIRD EDITION OPPORTUNITÀ SPONSORSHIP La luce è un patrimonio di tutti e l utilizzo, lo studio e la produzione di questa vitale risorsa, nei secoli, hanno superato i confini

Dettagli

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma

I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I neodiplomati 2014 si presentano nella banca dati AlmaDiploma I curricula di 43mila neodiplomati viaggiano on line: voto e crediti acquisiti, conoscenze linguistiche e informatiche, stage ed esperienze

Dettagli

the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA

the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA the TECNICO GRAFICO-MULTIMEDIA . Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) Con la Legge n. 5/0, l Istruzione e Formazione Professionale (IeFP) entra a far parte del sistema educativo con pari dignità

Dettagli

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014

ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTITUTO OBERDAN TREVIGLIO 1-INDIRIZZI DI STUDIO DELL ANNO SCOLASTICO 2013-2014 ISTRUZIONE TECNICA ECONOMICA: AMMINISTRAZIONE FINANZA E MARKETING, RELAZIONI INTERNAZIONALI PER IL MARKETING, SISTEMI INFORMATIVI

Dettagli

L occasione che possiamo offrire per questo è la partecipazione ad un Concorso Trismoka, Concorso biennale dal titolo Visioni di vita nuova.

L occasione che possiamo offrire per questo è la partecipazione ad un Concorso Trismoka, Concorso biennale dal titolo Visioni di vita nuova. Spett.le Preside, Trismoka s.r.l., azienda bresciana dedita dal 1962 alla torrefazione e alla fornitura di miscele di caffè di pregio nelle province di Brescia e Bergamo, è da anni impegnata in attività

Dettagli

Progetto Scuola 2006-2007. Siamo tutti meticci

Progetto Scuola 2006-2007. Siamo tutti meticci Progetto Scuola 2006-2007 Siamo tutti meticci 1 Progetto scuola III edizione Siamo tutti meticci Le migrazioni come fattore di cambiamento della storia degli uomini Finalità Scuola secondaria di secondo

Dettagli

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI

PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI PROGETTO L EUROPA PER I PICCOLI Progetto realizzato con il contributo di Regione Liguria Assessorato alla formazione, istruzione, scuola e università La nostra scuola, inoltre, deve formare cittadini italiani

Dettagli

progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile

progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile progetto educativo per uno stile di vita sano, attivo e sostenibile. anno scolastico 2013 2014 Il programma Coca-Cola Cup propone alle prime due classi delle scuole secondarie di secondo grado un articolata

Dettagli

Anno scolastico 2014-2015

Anno scolastico 2014-2015 DIREZIONE DIDATTICA STATALE 17 CIRCOLO VIA CASTIGLIONE CAGLIARI POF Anno scolastico 2014-2015 VERIFICA E VALUTAZIONE DELLE ATTIVITA Nella cornice educativa delineata si è inserita la MACROPROGETTUALITÀ

Dettagli

Siamo ormai prossimi all inizio del gioco (20 ottobre p.v.) e sarebbe cosa utile che le Vostre classi partecipassero a questa iniziativa.

Siamo ormai prossimi all inizio del gioco (20 ottobre p.v.) e sarebbe cosa utile che le Vostre classi partecipassero a questa iniziativa. Prot: 446/14/cnc/fta Roma, 7 ottobre 2014 Ai Dirigenti scolastici e ai Docenti delle Istituzioni scolastiche di Istruzione secondaria di secondo grado statali e paritarie della Regione Marche LORO SEDI

Dettagli

DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie

DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie DOL Diploma On Line per Esperti di didattica assistita dalle Nuove Tecnologie Report di inizio anno A cura dello staff di HOC-LAB, DEI Novembre 2010 Iscrizioni a.a. 2010/2011 Nell anno accademico 2010/2011

Dettagli

AULA CONFUCIO SCUOL@2.0

AULA CONFUCIO SCUOL@2.0 Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO CONVITTO NAZIONALE Vittorio Emanuele II SCUOLE INTERNE SCUOLA PRIMARIA - SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO

Dettagli

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I

C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I C O M E CAMBIA IL SISTEMA SCOL A S T I C O E FORMATIVO: IPOTESI DI P E R C O R S I P O S S I BI L I A partire dall anno scolastico 2010/2011, la scuola secondaria di secondo grado avrà un nuovo assetto.

Dettagli

MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO A. A. 2010-2011

MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO A. A. 2010-2011 MASTER E CORSI DI PERFEZIONAMENTO A. A. 2010-2011 Master in Comunicazione Strategica Multimediale Primo Livello Obiettivi formativi Il master, organizzato dall Università degli Studi di Milano Facoltà

Dettagli

Romanico Idee - concorso parte del progetto RomaniComo - didattica multimediale del territorio

Romanico Idee - concorso parte del progetto RomaniComo - didattica multimediale del territorio Romanico Idee - concorso parte del progetto RomaniComo - didattica multimediale del territorio con il sostegno della Provincia di Como - Assessorato alla Cultura e Regione Lombardia progetto realizzato

Dettagli

PROGETTO BIBLIOTECA sulle Pari Opportunità

PROGETTO BIBLIOTECA sulle Pari Opportunità Scuola secondaria di primo grado: "A. BROFFERIO" C.M. ATMM003004 C.so XXV Aprile, 2 ASTI Tel. e Fax 0141 21 26 66 Con sez. associata Martiri della Libertà Via G. Invrea, 4 - ASTI - Tel. e Fax 0141 21 12

Dettagli

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue)

Linee guida per l'attivazione dei moduli di formazione (a cura di Maria Pia Magliokeen, Referente regionale per le lingue) UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA SICILIA Progetto di formazione di docenti e studenti dei tecnici e professionali del settore turisticoalberghiero in Sicilia Sicily is a Treasure Island for tourism

Dettagli

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA

Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA ALLEGATO A Progetto A Scuola di dislessia Strategie didattiche, metodologiche e valutative per gli studenti con DSA 1. Titolo del progetto NON DIMENTICHIAMO! 2. Dati della scuola Denominazione: ISTITUTO

Dettagli

L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla.

L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla. STRATEGIA, INNOVAZIONE e PROGETTAZIONE tre percorsi per una meta: rendere l impresa più competitiva L innovazione è intrinseca, si mette in atto attraverso gesti e comportamenti, non serve parlarne e descriverla.

Dettagli

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE

REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE REGOLAMENTO DI PARTECIPAZIONE V EDIZIONE Art. 1 - Premessa L Associazione Achille e la Tartaruga, con il coordinamento scientifico della Società Filosofica Italiana e dell Università degli Studi di Salerno,

Dettagli

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto

PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto PROGETTO EDUCAZIONE CIVICA Alla ricerca del cittadino perduto SOGGETTO PROPONENTE MUBA nasce nel 1995 con l'obiettivo di realizzare un Museo dei Bambini a Milano e per primo ha proposto con successo mostre

Dettagli

a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea

a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea a scuola di Proposte formative di educazione alla cittadinanza europea LA FORMAZIONE PER STUDENTI LEZIONI PRESSO IL PUNTO EUROPA VIAGGI DI ISTRUZIONE EVENTI PARTICOLARI EUROPEAN DAYS LA FORMAZIONE PER

Dettagli

Master On Line in Digital Storytelling e Comunicazione di I/II livello Articolazione didattica

Master On Line in Digital Storytelling e Comunicazione di I/II livello Articolazione didattica Master On Line in Digital Storytelling e Comunicazione di I/II livello Articolazione didattica A cura dello staff Il Master online in Digital Storytelling e Comunicazione (DSC) è un master di I/II livello

Dettagli

PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PARTIRE DAI BANCHI DI SCUOLA

PROGETTO DI PROMOZIONE DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO PARTIRE DAI BANCHI DI SCUOLA ORDINE INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI CATANIA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI CATANIA E ASSESSORATO REGIONALE ALLA PUBBLICA ISTRUZIONE AZIENDA USL 3 DI CATANIA ASSESSORATO ALLE POLITICHE SCOLASTICHE DEL

Dettagli

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA

SCHEDA PROGETTAZIONE UDA SCHEDA PROGETTAZIONE UDA UNITA DI APPRENDIMENTO Denominazione Descrizione sintetica del progetto Prodotti Competenze mirate Comuni/cittadinanza professionali BISOGNI, BENI, CONSUMI DEGLI ADOLESCENTI Il

Dettagli

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT

Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Università degli Studi di Pavia C.so Strada Nuova, 65 - Pavia www.unipv.eu FULLPRINT Comunicazione, Innovazione, Multimedialità (CIM) COMUNICAZIONE COMUNICAZIONE CORSO DI LAUREA CIM - Comunicazione, innovazione,

Dettagli

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione

Che cos è AIESEC? Cambiare il mondo tramite l educazione AIESEC Italia Che cos è AIESEC? Nata nel 1948, AIESEC è una piattaforma che mira allo sviluppo della leadership nei giovani, offrendo loro l opportunità di partecipare a stage internazionali con l obiettivo

Dettagli

Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013

Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013 Programmazione dei Fondi Strutturali Europei 2007/2013 LE(g)ALI AL SUD: UN PROGETTO PER LA LEGALITÀ IN OGNI SCUOLA" Obiettivo Convergenza - Progetto nell'ambito dell'obiettivo C: "Migliorare i livelli

Dettagli

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA

UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER LA CAMPANIA Direzione Generale Via Ponte della Maddalena 55-80142 Napoli POLO QUALITÀ DI NAPOLI - istituito con

Dettagli

La Scuola Secondaria di Primo Grado

La Scuola Secondaria di Primo Grado La Scuola Secondaria di Primo Grado È un ambiente educativo sereno, nel quale i ragazzi imparano solide nozioni di base e un efficace metodo di studio, utilizzando le nuove tecnologie, la rete internet

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI, U.O. PROCESSI E STANDARD CARRIERE STUDENTI SERVIZIO POST-LAUREAM

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI VERONA DIREZIONE DIDATTICA E SERVIZI AGLI STUDENTI, U.O. PROCESSI E STANDARD CARRIERE STUDENTI SERVIZIO POST-LAUREAM CORSO DI PERFEZIONAMENTO E DI AGGIORNAMENTO PROFESSIONALE IN RIPENSARE L ORIENTAMENTO A.A. 2012/13 ANAGRAFICA DEL CORSO - A CFU 20 Lingua Italiano Percentuale di frequenza obbligatoria: 70% del monte ore

Dettagli

POF 2013-2014 - COMPETENZE

POF 2013-2014 - COMPETENZE POF 2013-2014 - COMPETENZE Seguendo le indicazioni della normativa, La Scuola anche per il SECONDO BIENNIO riconosce l importanza dei quattro assi culturali sulla base dei quali gestire la formulazione

Dettagli

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma)

Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Polo Universitario Aretino (PUA) Progetto Scuola-Università- Lavoro (AlmaOrièntati-AlmaDiploma) Arezzo, Febbraio-Marzo 2014 1 Il Polo Universitario Aretino www.polo-uniar.it I Soci del Polo (Istituzioni,

Dettagli

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova

FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova FORMAZIONE in ingresso per i neoassunti docenti 2014/2015: sperimentare un modello innovativo per l anno di prova a cura della DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE SCOLASTICO Outline I punti di forza I

Dettagli

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui

Se non leggi correttamente questo messaggio, clicca qui FGEE106002 Pagina 1 di 2 Da: "ANP" A: Data invio: venerdì 5 dicembre 2014 21.14 Oggetto: ANP e Fondazione Telecom Italia lanciano l'iniziativa a premi "INNOVATIVE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA. Scuola POLO Formazione personale docente

ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA. Scuola POLO Formazione personale docente ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE Alessandro Volta PERUGIA Scuola POLO Formazione personale docente Progettazione e valutazione per competenze nei percorsi degli Istituti tecnici e professionali Decreto

Dettagli

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015

Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza. Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 Apprendere per competenze nei laboratori di Città della Scienza Luigi Amodio Direttore di Città della Scienza Napoli, 18 maggio 2015 2 3 Cambiamenti nell istruzione e nel mercato del lavoro XX SECOLO XXI

Dettagli

Regolamento del concorso

Regolamento del concorso ITALIA E SVIZZERA VERSO L EXPO 2015 IMPARARE SVILUPPARE DIFFONDERE La versione definitiva di questo documento sarà disponibile sul sito www.expoitaliasvizzera.it a partire dal 15 settembre Regolamento

Dettagli

OPERATORE ELETTRONICO

OPERATORE ELETTRONICO CONSORZIO PER LA FORMAZIONE PROFESSIONALE E PER L EDUCAZIONE PERMANENTE Il Consorzio per la Formazione Professionale e per l Educazione Permanente è un Ente Pubblico, che organizza, in diversi settori

Dettagli

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO

MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO MASTER IN REPORTAGE DI VIAGGIO Il Master in Reportage di viaggio nasce dalla collaborazione tra il Centro Studi CTS, la Società Geografica Italiana e il giornalista e fotografo Antonio Politano. L obiettivo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015

PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 PROGRAMMAZIONE ANNUALE ANNO SCOLASTICO 2014-2015 SECONDO BIENNIO DISCIPLINA: DISCIPLINE GRAFICHE Prof. Paolo Maria Arosio Prof. Lorenzo Cazzaniga A. Modigliani Giussano Mod.: dir.14 Rev.: 2,0 Data 10/10/2014

Dettagli

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano

PITTURA. Brera per chi non disegna. Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico. Accademia di Belle Arti di Brera - Milano PITTURA Brera per chi non disegna Comunicazione e Valorizzazione del Patrimonio Artistico Accademia di Belle Arti di Brera - Milano Fotografie di Matteo Girola Obiettivi Formativi del Corso di Diploma

Dettagli

INVESTI NEL TUO LAVORO

INVESTI NEL TUO LAVORO INVESTI NEL TUO LAVORO Dott. Arcangelo Rizzuti Responsabile Rete Nazionale BacktoWork24 Bologna, 10 marzo 2015 Da un anno, ogni settimana, abbiamo portato un investimento a una piccola azienda I risultati

Dettagli

La nostra soluzione integrata

La nostra soluzione integrata Avagliano ischool nasce dalla consolidata esperienza in campo editoriale di Avagliano editore, marchio di prestigio dell editoria libraria tradizionale che vanta più di trent anni di attività La casa editrice

Dettagli

GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANNO SCOLASTICO 2011-2012

GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 GIOCHI MATEMATICI PER LA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO ANNO SCOLASTICO 2011-2012 L unità di Milano Città Studi del Centro matematita propone anche per l a.s. 2011-2012 una serie di problemi pensati per

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona

P.A.U. Education / Col.legi Miró, Barcelona 3 È possibile ricreare dei rapporti intergenerazionali reali attraverso attività in cui bambini e anziani, in uno stesso spazio, imparino gli uni dagli altri in uno scambio di esperienze. Un incontro di

Dettagli

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali!

Italian!Diplomatic!Academy!!!Accademia!Italiana!per!la!Formazione!e!gli!Alti!Studi! Internazionali! MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO NATIONALHIGHSCHOOLMODELUNITEDNATIONS201542016 StudentiAmbasciatorialleNazioniUnite ItalianDiplomaticAcademy

Dettagli

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè

Milano, via Savona 15. Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè EVENTO OLIVETTI Milano, via Savona 15 Lunedì, 15 marzo, ore 16.00 Dr. Franco Bernabè Buon giorno a tutti, è per me un piacere oggi partecipare a questo evento organizzato per la presentazione della nuova

Dettagli

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS

STRUMENTO DI AUTO VALUTAZIONE DELLA CERTIFICAZIONE DI QUALITA BASATO SULLO STANDARD DI SCUOLA ELOS Come usare lo strumento di auto-valutazione della Certificazione di Qualità La scuola sarà valutata sulla base della raccolta e dell analisi delle prove scritte seguite o dalla visita della scuola, intervista

Dettagli

08-MAR-2013. www.coobiz.it

08-MAR-2013. www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.coobiz.it 08-MAR-2013 www.freeonline.org 04-APR-2013 www.avedisco.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 16-APR-2013 www.novaratoday.it 18-APR-2013 www.lodinotizie.it Nelle scuole primarie

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

Progetti speciali e concorsi per le Scuole di secondo Grado anno scolastico 2013-2014

Progetti speciali e concorsi per le Scuole di secondo Grado anno scolastico 2013-2014 Progetti speciali e concorsi per le Scuole di secondo Grado anno scolastico 2013-2014 Titolo iniziativa IMPRESA FORMATIVA SIMULATA Destinatari Studenti delle Scuole Secondarie di secondo Grado L impresa

Dettagli

LE MAPPE CONCETTUALI PER PROMUOVERE L APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVO JOSEPH D. NOVAK

LE MAPPE CONCETTUALI PER PROMUOVERE L APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVO JOSEPH D. NOVAK LE MAPPE CONCETTUALI PER PROMUOVERE L APPRENDIMENTO SIGNIFICATIVO JOSEPH D. NOVAK Le mappe concettuali sono strumenti per l organizzazione delle informazioni in modo da favorire ad un livello profondo

Dettagli

Istituto San Tomaso d Aquino

Istituto San Tomaso d Aquino Istituto San Tomaso d Aquino alba pratalia aràba Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella didattica a.s. 2013 2014 a.s. 2014 2015 0 Linee di progetto per l utilizzo delle tecnologie nella

Dettagli

ASSE STORICO SOCIALE

ASSE STORICO SOCIALE ASSE STORICO SOCIALE 1 ASSE STORICO SOCIALE competenze attese d asse indicatori descrittori Competenze di asse Indicatori Descrittori 1. Comprendere il cambiamento e la diversità dei tempi storici in una

Dettagli

3.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo)

3.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo) 3.3 Software didattico (scelta, uso, sviluppo) a cura di Enrico Giliberti, Università di Bologna 3.3.1 Reperimento dell informazione sul SD Individuare, accedere e consultare le principali fonti di informazione

Dettagli