L INIZIATIVA POLICULTURA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "L INIZIATIVA POLICULTURA"

Transcript

1 L INIZIATIVA POLICULTURA Questo documento descrive in maniera dettagliata l iniziativa, articolando gli argomenti secondo l ordine delle pagine del sito (necessariamente più succinte, per ragioni editoriali). Il bando del concorso e brevi istruzioni su come realizzare la narrazione multimediale per parteciparvi sono disponibili come documenti pdf separati (sempre sul sito ). COS È POLICULTURA è una iniziativa del, che si colloca all interno della più ampia attività di PoliScuola. PoliScuola prevede una serie di azioni di intervento per la scuola, con l obbiettivo complessivo di migliorare la conoscenza delle tecnologie ed il loro uso nella attività didattica e nella formazione degli allievi (www.poliscuola.it)., in particolare, si rivolge agli studenti (ed ai loro insegnanti) delle scuole secondarie di secondo grado, con l obbiettivo di avvicinare il mondo della cultura (nella sua accezione tradizionale, essenzialmente umanistica) alle tecnologie (spesso ignorate se non, addirittura, temute). Tecnologia e cultura sono spesso percepiti, nella scuola e nella società italiana, come termini antitetici. Si trascura sia l evidenza moderna dei mestieri che implicano entrambe le conoscenze (per esempio, quello dell architetto), sia la constatazione storica che Leonardo da Vinci, ad esempio, era sì un grande artista, ma anche un tecnologo, e che Galileo Galilei, per fare un altro esempio, accompagnava il suo essere scienziato ad una profonda cultura umanistica. Oggi, questo fecondo connubio tra tecnologia e cultura si può e si deve ripetere, in due direzioni: i tecnologi possono arricchire il loro bagaglio culturale di contenuti umanistici e gli umanisti possono imparare a servirsi delle tecnologie per raggiungere meglio i loro scopi. Un modo semplice per far familiarizzare studenti (e insegnanti) con le tecnologie, è far sperimentare loro come le tecnologie dell informazione, con tutta la loro ricchezza di multimedialità e multicanalità, siano un occasione straordinaria per comunicare cultura. Il è attivo da molti anni nella comunicazione supportata da tecnologie dei beni culturali, in cooperazione con prestigiose istituzioni nazionali e internazionali (dal Museo di Stato di Berlino al Museo Nazionale Israeliano di Gerusalemme, dal Museo Archeologico di Milano al Ministero per il Turismo e la Cultura Siriano, dal museo Poldi Pezzoli al Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano e la Pinacoteca Ambrosiana di Milano). Per questo motivo ha maturato la profonda convinzione, attraverso esperienze concrete, di come le tecnologie siano oggi uno strumento necessario per veicolare la cultura moderna, ad un pubblico sempre più vasto ed attento. innanzitutto è una occasione didattica: per lavorare su contenuti di Arte o Storia, per imparare a comunicarli e per acquisire familiarità con tecnologie multimediali (rese semplici da uno straordinario motore - MilleeunaStoria - del ). è anche una occasione per apprendere una nuova forma di comunicazione: gli studenti e i loro insegnanti (soprattutto di area umanistica: dati i temi e data la semplicità della tecnologia) realizzeranno narrazioni multimediali su un tema a loro scelta, legato al territorio. Il risultato sarà al tempo stesso, e con un unico sforzo, un sito Web, un CD-rom e un insieme di file ipod. è anche un grande concorso Nazionale, Regionale e Provinciale: i lavori delle classi iscritte saranno selezionati e valutati da giurie a vari livelli. Importanti esponenti della cultura Italiana hanno assicurato la loro presenza come Presidenti delle giurie nazionali. Sponsor prestigiosi assicurano premi interessanti per i vincitori Regionali e Nazionali. Tutti sono invitati a sperimentare questa forma di comunicazione moderna: anche le classi che non vogliono partecipare al concorso possono farlo. Il concorso è una motivazione in più per insegnanti e studenti e una sfida culturale tra scuole Italiane (e Italiane all estero)! 1/9

2 Il Politecnico incoraggia tutti a partecipare! A tutti coloro che parteciperanno sarà consentito utilizzare il motore anche per altre sperimentazioni didattiche; è una occasione per imparare, divertendosi e divulgando la cultura del proprio territorio. BENEFICI DIDATTICI Il parere di esperti e insegnanti Thomas Reeves dell'università della Georgia, uno tra i più importanti esperti mondiali di didattica supportata dalle nuove tecnologie: Il fatto di mettere risorse didattiche sul Web non garantisce un loro un apprendimento più efficace. Il Web è un mezzo che va integrato con approcci pedagogici efficaci per promuovere l apprendimento (Reeves & Reeves, 1997). Uno dei principi pedagogici più sostenuti è che le persone imparano se hanno l opportunità di costruire rappresentazioni esterne della propria conoscenza (Jonassen & Reeves, 1996). Secondo la teoria costruttivista dell apprendimento, i discenti sviluppano strutture cognitive differenti (come per esempio schemi e modelli mentali) basati sulle loro conoscenze previe e i loro interessi. È molto importante che i compiti assegnati ai discenti abbiano rilevanza per loro. Di fronte a una attività autentica e rilevante (dal punto di vista personale) da completare, o a un problema da risolvere, il Web può diventare uno strumento cognitivo per investigare e rappresentare la conoscenza. Questo principio pedagogico è fortemente sostenuto dal lavoro di studiosi come Papert (1993) e Kafai e Resnick (1996). Papert chiama questo principio costruzionismo, sostenendo che perché le persone imparino, devono creare artefatti esterni che rappresentino la loro conoscenza e interpretazione del mondo. L iniziativa esemplifica questo principio, fornendo la tecnologia per creare rappresentazioni della conoscenza direttamente ai discenti, perché possano rappresentare ciò che conoscono e ciò in cui credono. Usando lo strumento MilleeunaStoria, gli studenti svolgeranno loro stessi il ruolo di designer, e useranno la tecnologia come strumento cognitivo per analizzare il mondo, accedendo ad informazioni e interpretandole, organizzando la loro conoscenza personale, rappresentando ciò che conoscono agli altri, ricevendo osservazioni critiche dagli altri studenti, dagli insegnanti e da esperti esterni, raffinando in questo modo nel tempo la loro rappresentazione della conoscenza. Numerosi studi hanno dimostrato che i risultati in termini di apprendimento da parte di studenti che costruiscono questo tipo di rappresentazioni esterne della loro conoscenza sono più forti, durevoli e trasferibili efficacemente in nuovi contesti (Lajoie, 2000; Lehrer, 1993). Jonassen, D. H., & Reeves, T. C. (1996). Learning with technology: Using computers as cognitive tools. In D. H. Jonassen (Ed.), Handbook of research for educational communications and technology (pp ). New York: Macmillan. Kafai, Y., & Resnick, M. (Eds.). (1996). Constructivism in practice: Designing, thinking, and learning in a digital world. Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum. Lajoie, S. P. (Ed.). (2000) Computers as cognitive tools: No more walls. Mahwah, NJ: Lawrence Erlbaum Associates. Lehrer, R. (1993). Authors of knowledge: Patterns of hypermedia design. In S. P. Lajoie & S. J. Derry (Eds.), Computers as cognitive tools (pp ). Hillsdale, NJ: Lawrence Erlbaum. Papert, S. (1993). The children's machine: Rethinking school in the age of the computer. New York: Basic Books. Reeves, T. C., & Reeves, P. M. (1997). The effective dimensions of interactive learning on the WWW. In B. H. Khan, (Ed.), Web-based instruction (pp ). Englewood Cliffs, NJ: Educational Technology. 2/9

3 Leonardo Paoluzzi, dirigente scolastico dell'itcp V. Bonifazi, di Civitanova Marche: come occasione di crescita professionale e didattica Apprendimento cooperativo e Costruttivismo sono spesso oggetto dei migliori corsi di aggiornamento nelle scuole superiori del nostro paese; spesso, purtroppo, gli eventi che a tali corsi succedono, vedono l entusiasmo iniziale dei docenti trasformarsi nell amarezza di un bisogno di cambiamento non colmato o nella percezione di non aver potuto o saputo cogliere una occasione di crescita professionale. Le discipline umanistiche e scientifiche non riescono, insieme, a dare il via alla trasformazione del paradigma culturale, capace di generare un sapere costruito, contaminato da altri saperi, dove l oggetto della scienza, qualunque esso sia, respira, interessa e appassiona soltanto se ancorato alle coordinate di valore umanistico e filosofico che lo collocano nel suo tempo storico e nel suo luogo sociale. Non c è più tempo per il separatismo disciplinare nelle nostre scuole: la complessità della conoscenza del nuovo millennio non lo permette. Il concorso di didattica sperimentale,, così come presentato dagli autori, può generare una vibrazione didattica innovativa, lungo tutto il territorio nazionale e lasciare nelle scuole una straordinaria testimonianza operativa da cui attingere, per una prassi didattica quotidiana, quanto di meglio possa emergere all insegna di una preziosa alleanza tra Cultura, Tecnologia e nuova Pedagogia. Fabrizia Mancini, docente di latino e greco al Liceo Classico G. Berchet, Milano, Supervisore della SILSISMI indirizzo Linguistico Letterario, dell Università degli Studi di Milano: L iniziativa offre una preziosa opportunità didattica alle scuole per sfatare il mito delle due culture separate e incomunicabili: umanistica e scientifica. I docenti e gli studenti, superando pregiudizi radicati, possono lavorare nella consapevolezza che la cultura è unica. Alla filosofia e alle lettere occorre la conoscenza scientifica per risposte certe anche se parziali, e la scienza è indissolubilmente legata al pensiero del suo tempo, progredisce e si sviluppa con la fantasia e la varietà proprie del mondo poetico e filosofico. Aristotele, Democrito, Epicuro, Lucrezio, Cartesio, Pascal, Dante, Galilei, ecc., con le loro opere, testimoniano con chiara evidenza che non esiste dicotomia tra le due culture e in tale senso dovrebbe essere orientata la preparazione degli studenti durante gli anni delle scuole superiori. In questo concorso, oltre la gara e il conseguente premio, trovo più stimolante la partecipazione stessa, perché costituisce una sfida didattica all interno del gruppo classe (docenti e studenti). Rita Bortone, dirigente scolastica scuola secondaria 1 grado, Lecce: All interno di un progetto globalmente interessante e accattivante, quale PoliScuola, appare di grande valenza culturale e pedagogica: tenta infatti di affrontare il grave problema della preoccupante lontananza dei giovani dalla scienza e di ricercare modalità d approccio motivanti e accessibili. La narrazione coinvolge e lega l autore e il lettore intorno a soggettive significazioni dei mondi scientifici, che si trasformano in mondi possibili. Il mezzo tecnologico promuove una cultura anch essa ancora carente nella scuola italiana dell uso funzionale e didatticamente efficace delle nuove tecnologie. Il premio in gioco può costituire un esca iniziale, ma il vero ritorno del progetto sarà quello culturale. 3/9

4 : benefici didattici Realizzare una narrazione multimediale, anche a prescindere dal concorso, implica importanti benefici didattici. Gli studenti, dopo aver realizzato la loro narrazione, avranno acquisito: una migliore comprensione generale e di dettaglio sull'argomento trattato abilità tecniche, comunicative e di lavoro di gruppo un atteggiamento diverso nei confronti della tecnologia e dei suoi rapporti con la cultura classico-umanistica Il Politecnico incoraggia dunque tutti a partecipare, sia per pura sperimentazione didattica sia per cimentarsi nel concorso. Il auspica inoltre l'uso del motore MilleeunaStoria (messo gratuitamente a disposizione di tutte le scuole partecipanti) per ulteriori narrazioni, per approfondire temi diversi da quelli proposti dal concorso. Più in dettaglio: Benefici legati all'apprendimento una narrazione sintetica come quella richiesta da MilleeunaStoria richiede una comprensione profonda dell'argomento trattato per enuclearne gli elementi caratterizzanti. Questo offre all'insegnante l'opportunità di discutere con gli studenti sui valori contenutistici principali. l'organizzazione dei contenuti per creare una narrazione articolata invita alla creazione di una mappa concettuale dell'argomento trattato Benefici legati alle abilità abilità tecniche: gli studenti acquisiscono abilità nella gestione di contenuti multimediali abilità comunicative: o capacità di adattare contenuti, spesso complessi, a un formato semplice o capacità retorica di rendere interessante e comprensibile il contenuto o capacità di sintetizzare un messaggio multimediale o capacità di lavorare in gruppo: le attività da realizzare richiedono un coordinamento efficace tra i vari gruppi di studenti coinvolti Benefici legati agli atteggiamenti Importante è che gli studenti comprendano che la tecnologia e la cultura tradizionaleumanistica possono integrarsi con reciproco beneficio. IL CONCORSO La partecipazione al concorso è facoltativa: le classi iscritte possono provare a realizzare una narrazione multimediale e decidere in seguito se partecipare o no al concorso. si rivolge anzitutto (ma non esclusivamente) ai docenti di area umanistica (eventualmente con l aiuto di loro colleghi tecnologici): l'uso dello strumento tecnico è infatti semplicissimo. invita studenti e insegnanti della scuola secondaria superiore a realizzare una narrazione multimediale in una delle due aree: Arte nella tua città : un episodio artistico di rilievo per il territorio in cui la scuola si trova; Storia nella tua città : un episodio storico (personaggio, evento, luogo, monumento, strada,...) di rilievo per il territorio in cui la scuola si trova. La narrazione viene realizzata usando il software MilleeunaStoria messo a disposizione dal. Un esempio di narrazione multimediale a cui le classi possono ispirarsi è Scienza, Cultura e Tecnologia, che racconta come cultura e tecnologia abbiano cooperato nel passato (dando voce alle illustri figure di Galileo Galilei e Leonardo da Vinci) e anche oggi, nei mestieri del Politecnico 4/9

5 (il designer, l'architetto, l'ingegnere meccanico, ). Altri esempi di narrazioni multimediali sono disponibili sul sito. Le iscrizioni si aprono nel dicembre 2006 e si chiudono nel gennaio I lavori devono essere consegnati nel febbraio 2007 (vedi dettagli sul bando). Tutte le classi devono iscriversi: decideranno in seguito se sottomettere le loro narrazioni al vaglio del concorso. Date, regole e indicazioni precise si trovano nel Bando del Concorso. Vogliamo sottolineare che mai come in questo caso l importante è partecipare e non vincere: vinceranno realmente infatti le classi che sapranno raccogliere da questa opportunità i grandi benefici didattici che le sono connessi. Incoraggiamo pertanto le classi a provare comunque a creare la propria narrazione multimediale e a inviarcela, anche se non fosse perfetta. COME PARTECIPARE Partecipare a è molto semplice. Dopo aver guardato la narrazione multimediale Scienza, Cultura e Tecnologia si deve realizzare una narrazione analoga, utilizzando lo strumento MilleeunaStoria (che viene messo a disposizione di tutte le classi iscritte). Il primo passo da effettuare è l iscrizione della scuola e della classe registrando i dati nel modulo on-line. L inserimento nel modulo del codice meccanografico, che ogni scuola già possiede, permette di capire se la scuola è già stata registrata. Se così non fosse, bisogna procedere anche all inserimento dei dati della scuola; altrimenti, si può continuare con quello dei dati della classe e del docente di riferimento, ricordando che per ogni istituto scolastico è possibile far partecipare fino ad un massimo di 3 classi. Terminata questa fase, verranno forniti nome utente e password con i quali sarà possibile accedere alla sezione riservata del sito, per usare lo strumento autore MilleeunaStoria e cominciare ad utilizzarlo. Lo strumento sarà disponibile a partire dal 15 gennaio Dopo aver portato a termine il lavoro di realizzazione della narrazione multimediale ed averla generata con lo strumento autore MilleeunaStoria, la si potrà sottomettere per il concorso (o semplicemente considerarla un esperienza didattica utile). Non appena ricevuto l input dalle classi (sottomissione della narrazione multimediale), la pagina Partecipanti del sito verrà aggiornata: vicino al nome della classe comparirà un simbolo a significare che la classe ha inviato il proprio lavoro. NOTA BENE: le classi hanno 3 opzioni: - iscriversi, portare a termine il lavoro in vista del concorso, sottomettere il lavoro e partecipare effettivamente al concorso. - iscriversi, portare a termine il lavoro ma NON partecipare al concorso (per qualunque ragione: si ritiene che il lavoro non sia adeguato, etc.). - iscriversi e usare lo strumento MilleeunaStoria per realizzare una narrazione multimediale ma senza voler partecipare al concorso (per qualunque ragione: non si ama la competizione, etc.). In ogni caso incoraggiamo l uso dello strumento MilleeunaStoria nell attività scolastica, per i benefici didattici connessi, e a condividere con noi risultati, commenti, impressioni, etc. Per usare lo strumento MilleeunaStoria è necessario comunque iscriversi e confermare la propria iscrizione via fax. I PARTECIPANTI Possono partecipare al concorso tutte le classi quarte e quinte (ultimo e penultimo anno) di tutte le scuole secondarie di secondo grado d Italia e di italiani all estero, pubbliche e 5/9

6 iprivate. Ogni scuola può partecipare con un massimo di 3 classi, ciascuna coordinata da uno o più docenti; uno stesso docente può partecipare con più di una classe. È ammessa soltanto la partecipazione di un intera classe, non del singolo studente o di gruppi di studenti. Le regioni che hanno aderito ufficialmente all iniziativa sono: Calabria, Campania, Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana, Umbria, Veneto. Possono partecipare comunque anche classi di regioni che non aderiscono ufficialmente, nella categoria Resto d Italia. Possono partecipare inoltre le classi di italiani all estero, nella categoria Italiani nel Mondo. VINCITORI E PREMI Il concorso ha 3 passi successivi. 1. livello provinciale (solo per le province delle regioni che hanno aderito ufficialmente) 2. livello regionale/ Resto d Italia / Italiani nel Mondo 3. livello nazionale A livello provinciale non ci sono ancora vincitori, ma 2 selezionati per ciascuna sezione. Ai livelli regionale/ Resto d Italia / Italiani nel Mondo ci sono: - un vincitore per ciascuna sezione - un segnalato (per meriti particolari) per ciascuna sezione A livello nazionale infine ci sono 2 vincitori per ciascuna sezione. I vincitori del concorso nazionale (e dei concorsi Resto d Italia e Italiani nel Mondo ) riceveranno il premio durante la giornata conclusiva del concorso, a Milano, nel mese di maggio I vincitori nazionali e i vincitori regionali riceveranno premi offerti dai nostri sponsor: Mondadori Scuola e IBM. Opere di editoria scolastica per tutti e, solo per i vincitori nazionali (primo e secondo premio), un computer portatile IBM. Per maggiori dettagli si veda il bando del concorso. LA GIURIA La giuria nazionale per la sezione Arte nella tua città sarà presieduta dal prof. Davide Rampello (presidente della Triennale di Milano), per la sezione Storia nella tua città sarà presieduta dal prof. Alberto Martinelli (docente presso la Facoltà di Scienze Politiche della Università Statale di Milano). I membri delle giurie nazionali saranno scelti dal tra i suoi docenti, esponenti del mondo della scuola e esperti del settore industriale. Per tutte le Regioni convenzionate, verranno create, in collaborazione tra il competente Ufficio Scolastico Regionale e il, giurie per le selezioni provinciali e per il corrispondente concorso regionale. Per le categorie Resto d Italia e Italiani nel Mondo la giuria sarà organizzata dal. Criteri di valutazione dei lavori I lavori sottomessi saranno giudicati dalle rispettive giurie in base ai seguenti parametri: a. interesse dell argomento prescelto b. qualità sostanziale e formale dei contenuti c. efficacia comunicativa della narrazione SPONSOR CORRIERE DELLA SERA (partner per la comunicazione) Il quotidiano italiano più diffuso. FONDAZIONE IBM (partner per la diffusione e i premi) 6/9

7 L'innovazione è uno dei valori fondamentali della cultura IBM e ne ispira le strategie e l'attività. Negli ultimi dieci anni, IBM ha guidato le linee evolutive del mercato dell'information Technology, affermandosi come il primo fornitore veramente globale, con un'offerta in cui le tradizionali componenti dell'hardware, del software e dei servizi si armonizzano nel più ampio concetto di soluzione che crea e trasferisce valore. MONDADORI SCUOLA (partner per la diffusione e i premi) Mondadori Scuola (http://www.mondadoriscuola.it ) è uno dei dieci marchi di Edumond Le Monnier (http://www.edumondlemonnier.it ), la casa editrice scolastica del gruppo Mondadori che, grazie alla ricchezza del catalogo di oltre titoli e a una produzione annuale di oltre 400 novità, è una delle aziende leader dell'editoria scolastica italiana. Accanto alla grande tradizione di Le Monnier, troviamo realtà note come Einaudi Scuola, Minerva Scuola, Poseidonia, Signorelli, Juvenilia, Mursia, Piemme, Scuola & Azienda e i tre marchi distribuiti Macmillan e Burlington Books (inglese) e Max Hueber (tedesco). Con sedi a Milano, Bologna e Firenze, l'azienda è presente in tutti gli ordini di insegnamento, dalla scuola per l'infanzia alla primaria, dalla secondaria all'università, con una produzione di sussidi didattici multimediali per tutte le discipline di insegnamento. Testimonianza della costante attenzione all'innovazione sono Pianetascuola (http://www.pianetascuola.it ) e Pianetino primi portali italiani rivolti al mondo della scuola e oggi punti di riferimento sulla rete per l'aggiornamento e lo studio di insegnanti e studenti. PARTNER (www.polimi.it) Il è un'università scientifico-tecnologica di rilevanza nazionale e internazionale che forma ingegneri, architetti e disegnatori industriali. È sicuramente una delle università italiane di maggior prestigio. DEI Dipartimento di Elettronica e Informazione (www.elet.polimi.it) Il DEI raggruppa le attività di ricerca e di didattica che riguardano la Elettronica, la Automazione, la Informatica e le Telecomunicazioni. Tra le sue attività spiccano quelle connesse alla ICT, Information and Communication Technology. Polo Regionale di Como (www.polo-como.polimi.it) Il polo di Como del è specializzato nel connubio tra tecnologia e scienze della comunicazione e nel fornire servizi innovativi alle scuole. HOC-LAB Hypermedia Open Centre (http://hoc.elet.polimi.it) Un laboratorio, all'interno del DEI, con sedi a Milano e presso il Polo Regionale di Como, che si occupa in particolare (tra le sue molteplici attività) di applicazioni multimediali, didattica mediante tecnologie e servizi alle scuole. Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze (www.imss.fi.it) L Istituto e Museo di Storia della Scienza di Firenze (IMSS) svolge fin dalla fondazione (1927) attività permanenti di ricerca nella storia delle scienze e delle tecniche. Il Museo ha contribuito alla realizzazione di Scienza, Cultura e Tecnologia, narrazione multimediale dimostrativa abbinata al concorso. Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano (www.museoscienza.org) Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci di Milano, con il suo patrimonio di oltre 10,000 reperti, è il più grande museo scientifico e tecnologico italiano. Il Museo 7/9

8 ha contribuito alla realizzazione di Scienza, Cultura e Tecnologia, narrazione multimediale dimostrativa abbinata al concorso. Ministero della Pubblica Istruzione e Uffici Scolastici Regionali Numerosi USR (Uffici Scolastici Regionali) hanno aderito alla iniziativa, accettando di contribuire alla pubblicizzazione del concorso, alle selezioni provinciali, ai concorsi regionali e alle relative cerimonie di premiazione. Hanno aderito a : Ufficio scolastico regionale per la Calabria Ufficio scolastico regionale per la Campania Ufficio scolastico regionale per il Friuli Venezia Giulia Ufficio scolastico regionale per la Lombardia Ufficio scolastico regionale per le Marche Ufficio scolastico regionale per il Piemonte Ufficio scolastico regionale per la Puglia Ufficio scolastico regionale per la Sardegna Ufficio scolastico regionale per la Sicilia Ufficio scolastico regionale per la Toscana Ufficio scolastico regionale per l' Umbria Ufficio scolastico regionale per il Veneto CREDITS è un'iniziativa del, realizzata dal laboratorio HOC del Dipartimento di Elettronica e Informazione del, con il supporto del Polo di Como del. : Laboratorio HOC: Polo di Como del : Coordinamento generale Paolo Paolini Produzione esecutiva Aldo Torrebruno Grafica Silvia Barzaghi, Silvia Ghezzi Implementazione Daniele Vitali, Roberto Carrozzo Staff editoriale Nicoletta Di Blas, Paola Franzosi, Aldo Torrebruno Contact Manager Chiara Parravicini CONTACTS Per qualunque informazione, potete rivolgervi a: Chiara Parravicini Tel Fax * * * 8/9

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio

I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA INTRODUZIONE 1. di Mario Comoglio I-12 LA VALUTAZIONE AUTENTICA di Mario Comoglio INTRODUZIONE 1 Non è raro imbattersi in articoli e in interventi ministeriali che affrontano la questione di come valutare l apprendimento degli studenti.

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 -

Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Concorso per le scuole primarie e secondarie di I e II grado - LA SCUOLA PER EXPO 2015 - Dal 1 maggio al 31 ottobre 2015 Milano ospiterà l Esposizione Universale dal tema Nutrire il Pianeta, Energia per

Dettagli

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA

12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE. Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA 12 ATTIVARE LE RISORSE DEL GRUPPO CLASSE Figura 1 OTTO STRATEGIE PER VALORIZZARE IL GRUPPO CLASSE COME RISORSA EDUCATIVA E DIDATTICA LE CARATTERISTICHE PEDAGOGICHE DEL GRUPPO CLASSE 13 1 Le caratteristiche

Dettagli

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale)

Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Codice di autoregolamentazione Polite Pari Opportunità nei Libri di Testo (testo integrale) Premesso che A) IL CONTESTO POLITICO - CULTURALE 1. Col Quarto Programma d azione (1996-2000) la politica europea

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 -

Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - Concorso per le scuole secondarie di I e II grado - TOGETHER IN EXPO 2015 - L esposizione universale è, per eccellenza, il luogo delle visioni del futuro. Nutrire il pianeta, Energia per la vita è l invito

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale

Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Progetto Nazionale di Educazione al Patrimonio 2011-2012 Bando del Concorso Nazionale Il Paesaggio raccontato dai ragazzi. Narrazioni e immagini nell'era digitale Presentazione Sul presupposto che si conserva

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore

DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore DIDAMATICA 2011 Torino - 04/05/2011 Workshop: Informatica nella scuola superiore 1 di 20 Insegnamenti di Informatica nelle scuole superiori: la situazione attuale Prof. Minerva Augusto (Membro del Consiglio

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa

Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Autodesk Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Domande frequenti Europa Un nuovo modello per la fornitura di software agli istituti didattici Europa Nell'ottobre 2014, Autodesk

Dettagli

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009

Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati. nell A.S. 2008 2009 Che cosa e come valutano le prove di matematica e con quali risultati nell A.S. 2008 2009 Presentazione a cura di Roberta Michelini Casalpusterlengo, 8 gennaio 2010 http://www.invalsi.it/esamidistato0809/

Dettagli

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014

Prot. N. 3156/B33 Crema, 24 Novembre 2014 MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA Istituto Comprensivo Crema Uno Via Borgo S.Pietro 8-26013 Crema (CR) Tel. 0373-256238 Fax 0373-250556 E-mail ufficio: segreteriacircolo1@libero.it

Dettagli

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Senato della Repubblica. Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Vorrei una legge che... Anno scolastico 2014-2015 1. Oggetto e finalità Il Senato della Repubblica,

Dettagli

Didattiche con la LIM

Didattiche con la LIM Didattiche con la LIM Modelli e prospettive Luca Ferrari Dipartimento di Scienze dell Educazione, Università di Bologna Index 1. Scenario 2. Definizione e caratteristiche 3. Un modello didattico problematico

Dettagli

Micro.Stat Workshop laboratori

Micro.Stat Workshop laboratori Promozione e diffusione della cultura statistica Micro.Stat Workshop laboratori I numeri raccontano storie a chi li sa leggere. Le statistiche parlano di ciò che siamo e della società in cui viviamo. Chi

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY.

ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI. Cisco Networking Academy CISCO NETWORKING ACADEMY. Profilo ITALIA COMPETENZE PER IL LAVORO DI OGGI COMPETENZE PER IL LAVORO DI DOMANI CISCO NETWORKING ACADEMY Educazione e tecnologia sono due dei più grandi equalizzatori sociali. La prima aiuta le persone

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI

COS E CRES: CLIMA RESILIENTI COS E CRES: CLIMA RESILIENTI PROGETTO DI KYOTO CLUB VINCITORE DI UN BANDO DEL MINISTERO DELL AMBIENTE SUI PROGETTI IN MATERIA DI EDUCAZIONE AMBIENTALE E SVILUPPO SOSTENIBILE OBIETTIVI DEL PROGETTO CRES

Dettagli

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5

Scuola primaria: obiettivi al termine della classe 5 Competenza: partecipare e interagire con gli altri in diverse situazioni comunicative Scuola Infanzia : 3 anni Obiettivi di *Esprime e comunica agli altri emozioni, sentimenti, pensieri attraverso il linguaggio

Dettagli

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015

Progetto di collaborazione Scuola Elementare di Piangipane con JAJO Sport Associazione Dilettantistica 2014-2015 Con la collaborazione di: EDUCAZIONE ATTRAVERSO IL MOVIMENTO Le abilità di movimento sono conquiste tangibili che contribuiscono alla formazione di un immagine di sé positiva. Progetto di collaborazione

Dettagli

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto

Tasso di copertura della rilevazione. Numero di scuole che hanno risposto MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva de Biasio S. Croce 1299-30135 VENEZIA Ufficio IV - Ordinamenti scolastici -

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica

Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Università degli Studi di Bergamo Policy sull accesso aperto (Open Access) alla letteratura scientifica Indice 1 Definizioni 2 Premesse 3 Commissione di Ateneo per l Accesso aperto 4 Gruppo di lavoro 5

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti»

1) Un Liceo classico. 2) Il Liceo «Franchetti» Studenti-LRF-2013 Utenti che hanno svolto il test: 262 Famiglie-LRF-2012/2013 Utenti che hanno svolto il test: 173 1) Un Liceo classico Risp. 1) È ancora una scelta valida (Utenti: 140 Perc.: 53.44%) Risp.

Dettagli

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni

La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici. Laura Mengoni La collaborazione tra le imprese e le scuole per migliorare la preparazione dei diplomati tecnici Laura Mengoni Milano, 24 febbraio 2011 Seminario di formazione per i dirigenti scolastici sui temi della

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015

PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 PREMIO LETTERARIO LA GIARA 4 a EDIZIONE 2014-2015 REGOLAMENTO DEL PREMIO LETTERARIO LA GIARA PER I NUOVI TALENTI DELLA NARRATIVA ITALIANA 1) Il Premio fa capo alla Direzione Commerciale Rai, nel cui ambito

Dettagli

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno

Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015. Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Liceo statale James Joyce (Linguistico e delle Scienze umane) Ariccia (Roma) Colloqui fiorentini 26 28 febbraio 2015 Indagine di autovalutazione svolta fra gli studenti partecipanti al convegno Questionari

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE

VALUTAZIONE AUTENTICA E APPRENDERE PER COMPETENZE E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE INSEGNAMENTO APPRENDIMENTO E APPRENDERE PER COMPETENZE VALUTAZIONE VALUTARE GLI APPRENDIMENTI: UN PERCORSO A TRE STADI SIS Torino a.a. 2006/07 1 STADIO: LA VALUTAZIONE

Dettagli

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('

qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~(c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i(' qf/lf7/ca~/,1n,lib/f7/c E/;~jk//,1f7 é'~("c7a,i/o d'ej/)'e/%~owp,~n/,i(a/;,'/,i('!11~",fi:j:/lé'i7(?:/l(?/u~/(v,',f7t:{(jn~/lrt//lé':/iu kyjlf?jtf..ét:'é' h l/m f /tf7.. ~t:;'j/i'é' (~/;àk//lrt /IUXr(;/lrT~

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier

CORSO PER SOMMELIER. Diventare. Sommelier Sommelier, nella prestigiosa realtà della Sommellerie di Roma e del Lazio, significa Professionismo nel vino. Chiediamo agli appassionati di essere professionisti del buon bere in maniera concreta, nella

Dettagli

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA

DELF DALF ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO. www.testecertificazioni.it ITALIA DELF DALF Le certificazioni ufficii della lingua francese ESAMI 2014-2015 IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO www.testecertificazioni.it IL FRANCESE UNA LINGUA VICINA PER ARRIVARE LONTANO

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

La scuola in Lombardia

La scuola in Lombardia La scuola in Lombardia Documentazione Anno scolastico 2010/2011 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 1 La scuola in Lombardia 2010/2011 pag 2 INDICE Sezione 1 Le scuole... 5 IL SISTEMA SCOLASTICO LOMBARDO...

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO

CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO CAMPO DI ESPERIENZA: IL SE E L ALTRO I. Il bambino gioca in modo costruttivo e creativo con gli altri, sa argomentare, confrontarsi, sostenere le proprie ragioni con adulti e bambini. I I. Sviluppa il

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di BORGORICCO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO SUGGERIMENTI PER LA COMPILAZIONE DEL P.D.P. PER ALUNNI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO Il documento va compilato in forma digitale per poter ampliare gli spazi dello schema (ove necessario) e togliere

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L allievo partecipa a scambi comunicativi (conversazione, discussione di classe o di gruppo) con compagni e insegnanti

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Come si diventa insegnanti

Come si diventa insegnanti Ministero della Pubblica Istruzione Ufficio Scolastico Regionale per il Veneto Ufficio Scolastico Provinciale di Padova Area della comunicazione e web Come si diventa insegnanti Il reclutamento del personale

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione

Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Università degli Studi di Udine Dai giochi del far finta ai giochi di ruolo e di simulazione Dott. Davide Zoletto Facoltà di Scienze della Formazione Il gioco del far finta Rappresentazione della realtà:

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

L IMMAGINE CHE NON C ERA

L IMMAGINE CHE NON C ERA L IMMAGINE CHE NON C ERA SEZIONE SCIENTIFICA DEL CONCORSO LA PAGINA CHE NON C ERA BANDO DELLA II EDIZIONE Se è vero che un'immagine può essere più esplicativa di tante parole, allora perché non provare

Dettagli

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016

All roads are long that lead toward one s heart s desire. Convegno interdisciplinare. Firenze, 18 marzo 2016 decima edizione In collaborazione con Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano Dipartimento di Scienze linguistiche e letterature straniere

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004

CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Repertorio Atti n. 1901 del 15 gennaio 2004 CONFERENZA STATO-REGIONI SEDUTA DEL 15 GENNAIO 2004 Oggetto: Accordo tra il Ministro dell istruzione, dell università e della ricerca, il Ministro del lavoro

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI

capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI capitolo 6 IL QUESTIONARIO PER LA VALUTV ALUTAZIONEAZIONE DEI CONTENUTI 6.1 ISTRUZIONI PER IL VALUTATORE Il processo di valutazione si articola in quattro fasi. Il Valutatore deve: 1 leggere il questionario;

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari

+ CON. Il bando. Finalità. Destinatari + CON Il bando AMNU e STET promuovono un bando rivolto alle scuole di ogni ordine e grado del territorio dell Alta Valsugana e Bersntol. Il bando sollecita l attivazione di progetti finalizzati al risparmio

Dettagli

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia

3) Heidegger: dall esistenza all ontologia 3) Heidegger: dall esistenza all ontologia Vita e opere Martin Heidegger (1889-1976) frequentò la facoltà di teologia dell Università di Friburgo. Nel 1919 divenne assistente e in seguito successore di

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana

PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008. A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana PERCORSO di SENSIBILIZZAZIONE ALLA LETTURA cl. seconda e terza a.s. 2007-2008 A cura delle Dott.sse nonché Maestre Giuditta Pina e Barzaghi Eliana LA LETTURA COME BISOGNO CULTURALE PER CRESCERE Il desiderio

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione Concorso nazionale La mia

Dettagli

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10

Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 REGIONE ABRUZZO Servizio Politica Energetica, Qualità dell aria, SINA Bando di Concorso ENERGIOCHI 10 anno scolastico 2014-2015 1. PREMESSA La Regione Abruzzo - insieme al MIUR (Ministero della Pubblica

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015

THE FUND RAISING SCHOOL. www.fundraisingschool.it. Calendario Corsi 2015 THE FUND RAISING SCHOOL Calendario Corsi 2015 www.fundraisingschool.it LA PRIMA SCUOLA ITALIANA DI RACCOLTA FONDI Nata nel 1999 The Fund Raising School è la prima scuola di formazione italiana dedicata

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3

CAMPO DI ESPERIENZA IL SE E L ALTRO SCUOLA DELL INFANZIA ANNI 3 IL SE E L ALTRO ANNI 3 Si separa facilmente dalla famiglia. Vive serenamente tutti i momenti della giornata scolastica. E autonomo. Stabilisce una relazione con gli adulti e i compagni. Conosce il nome

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli